24MAR2014
intervista

Intervista a Davide Ermini sulla modifica del reato di scambio elettorale politico-mafioso e sull'emergenza carceri in Italia

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 6 min 51 sec

Player
"Intervista a Davide Ermini sulla modifica del reato di scambio elettorale politico-mafioso e sull'emergenza carceri in Italia" realizzata da Giovanna Reanda con Davide Ermini (deputato, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata lunedì 24 marzo 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Carcere, Corruzione, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Criminalita', Custodia Cautelare, Detenzione Domiciliare, Diritti Umani, Diritto, Emergenza, Estradizione, Fini, Giovanardi, Giustizia, Gran Bretagna, Italia, Legge,
Mafia, Ministeri, Orlando, Politica, Riforme, Sanzioni, Torreggiani, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Dati i termini Partito Democratico Commissione giustizia della Camera allora è tornato il provvedimento la messa alla prova quattrocentosedici ter intanto la domanda è sta è tornato secondo lei peggiorato migliorato
Ma io non lo so se sia peggiorato migliorato il quattrocentosedici ter è tornato con una modifica sostanziale sulla sul momento della della condotta
Adesso la condotte anticipata alla promessa quando l'abbiamo licenziato dalla Camera la condotta dal momento della dell'accordo della realizzazione dell'accordo
Quindi diciamo chi le maglie si sono ristrette nel senso che la la soglia di punibilità e anticipata
Vediamo un po'la giurisprudenza di fatto è stato in qualche modo tipizzato il concorso esterno in associazione mafiosa
Cioè si vuole attraverso questa norma eliminare qualsiasi tipo di contatto di rapporto fra
Gli associati al
Alla mafia la 'ndrangheta alla camorra rispetto a chi svolge attività politica quindi neanche la promessa sarà più permessi
Vediamo un po'alle alla giurisprudenza come in questo caso si muoverà
Senza termini non abbiamo già parlato
La sentenza Torregiani fra
Poco meno di Pennisi diventerà diciamo diventerà operativa a parte la questione ma da sottovalutare dei risarcimenti che sarà quindi la potestà economico
Importante c'è poi la questione rispetto alla credibilità che in Italia alla vigilia della vita del semestre europeo
Quando addirittura le corti inglesi non estradato nove persone da nuovi perché dicono che nelle nostre carceri inizio nove
Con tutto curare trattamenti disumani e degradanti insomma che cosa
Che cosa ne pensa lei anche alla vigilia di questo viaggio del ministro Nando sa
Sta facendo a Strasburgo
La situazione delle carceri cambia poco si sono ridotti virgole detenuti ma invito in misura assolutamente insufficiente non abbiamo ancora
Tolto quella che è totalmente anche se la Corte costituzionale ci ha dato una mano che era la legge
Fini-Giovanardi che è quella che ha riempito le carceri
Negli ultimi anni
E quindi su quella dobbiamo lavorare calendarizzata in commissione Giustizia anche perché c'è un
Adesso una situazione di grande difficoltà nell'applicazione avete visto tutti quali abbiamo due leggi sostanzialmente si sono sovrapposte
E e quindi dopo su quell'ancora dobbiamo intervenire centro ad della
Riforma delle misure cautelari che al Senato che dovrebbe tornare alla Camera e anche lì noi sappiamo che più di un terzo dei trent'dei detenuti sono in misura cautelare
Questo non solo perché la misura cautelare è utilizzata in modo eccessivo ma anche perché di tale processo così lunghi
Che le misure cautelari permangono
Quindi il sistema va di fatto riformato un po'tutto
Però c'è l'emergenza questa emergenza di cui Orlando è andato oggi a parlarne in Europa
E che va in qualche modo risolta leggo sui giornali perché non abbiamo ancora notizie certe che si può prospettare non solo ma una parte di risarcimento per chi ha già utilizzassero vagheggiata scontato la pena
Mentre per chi è in carcere si può prevedere una riduzione di pena compensazione
Del danno subito fatto sta che se ne non interveniamo con delle misure strutturali
Sia del procedimento penale stia meglio nelle carceri vere e proprie cioè se noi chiediamo di
Se non creiamo delle carceri che sarebbero veramente a quello che dice la Costituzione cioè per
Liquidare
Punire naturalmente chi ha sbagliato ma anche per dare una speranza e la possibilità di rinascita un soggetto
Che sconta quello che deve scontare
Noi saremo sempre un Paese incivile rispetto agli altri quello che succede
L'Inghilterra sull'estradizione verso l'Italia
Mi pare in Premafin con non possiamo continuare una situazione di questo genere quindi dobbiamo spendere meglio
Io non dico spendere di più dobbiamo spendere meglio
E dobbiamo naturalmente interviene a questi totalmente queste riforme che oltre a quattrocentosedici ter approviamo oggi la delega per la detenzione domiciliare e e soprattutto la messa alla prova in qualche
La messa alla prova scusi l'inciso spara ma la messa alla prova
Dovrà essere sarà collegata al piccolo spaccio perché se io invece di Cacciari in carcere i piccoli spacciatori gli dà la possibilità di essere messi alla prova probabilmente
Elimino uno spacciatore e li meno la situazione di che
Di di degrado all'interno del carcere e quando la speranza a queste ragazze non delinquere più sepolti
Diamo con delle sponde le leggi e stia sostanziali che procedurali
Come sono state condotte negli ultimi vent'anni credo che alla fine sarà un problema davvero
Ma secondo lei si si arriverà a parlare ad un provvedimento di clemenza tappa
Veramente poco perché poi insomma sappiamo che esiste
Certo a scuola ad una serie di ponti insomma parecchi giorni per lavorare su questo non sono molti guardi io sono di prima legislatura è un anno che son qua
Una cosa che veramente mi ha stupito in qualche modo mi ha amareggiato ci sono i tempi decisionali di questa Camera e
Che uniti a quelli del Senato non solo raddoppio ma spesso triplicano qui o noi ci diamo una mossa ci o decidiamo che qui si discute quanto vogliamo giorno notte il sabato e domenica però alla fine le riforme le leggi si fanno sennò veramente sarà un problema
Tutte le volte che non abbiamo portato dei provvedimenti o c'è stato ostruzionismo o ci sono state discussioni infinite ho fatto il trattato infatti anche per i
Provvedimenti senza però attraverso il contingentamento
Eccetto capitoli ma noi lo siamo capito ma non possiamo noi continuare
Alla morale in queste condizioni la maggioranza quando fatta da è composta da alcuni partiti o viceversa ha diritto comunque di potere governare
Dei processi non possiamo tra ci lamentiamo del Governo è costretta a fare decreti
è vero il Governo deve smettere di fare decreti ma è anche vero che noi però dobbiamo decidere allora su queste riforme è un anno che non stiamo parlando della sentenza Torregiani è un anno e stiamo facendo facendo decreti da parte del Governo e le e e provvedimenti legislativi non
Noi abbiamo approvato il decreto sulla messa alla prova e il scusi la legge sulla messa alla prova ad approvare il quattro di luglio
Oggi il ventiquattro marzo ne discutiamo conti lei quanti mesi sono non è più possibile andare avanti così forse la riforma del bicameralismo in qualche modo ci aiuterà però obiettivamente non una una democrazia moderna
Che deve garantire certamente la rappresentanza la libertà l'uguaglianza diritto di critica di parola ma deve anche pensare all'efficienza
Così non è possibile andare avanti
Ringraziamo tali termini del Partito Democratico