24MAR2014
stampa

Conferenza stampa a margine del seminario per l'introduzione della garanzia giovani in Italia

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 10:00. Durata: 45 min 41 sec

Player
"La garanzia giovani: la risposta alla crisi dell'occupazione giovanile? Sfide e strategie per l'introduzione della garanzia giovani in Italia", promosso dalla Camera dei Deputati, dall'International Labour Organization e dallo Youth Intergroup.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Conferenza stampa a margine del seminario per l'introduzione della garanzia giovani in Italia" che si è tenuta a Roma lunedì 24 marzo 2014 alle ore 10:00.

Con Anna Ascani (deputato, Partito Democratico), Giuliano Poletti (ministro del Lavoro e delle Politiche sociali), Tindara Caccetta
(giornalista del TG 3), Rebecca Taylor (parlamentare europeo, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa), Azita Berar Awad (Direttore del dipartimento politiche per l’occupazione dell'ILO), Cesare Damiano (presidente della Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati, Partito Democratico), Giovanna Reanda (corrispondente di Radio Radicale dalla Camera dei deputati), Annalisa Salsano (giornalista di Rai News 24).

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Anziani, Apprendistato, Camera, Carcere, Cassa Integrazione, Cgil, Confindustria, Dirigenti, Disoccupazione, Economia, Europa, Finanziamenti, Fisco, Formazione, Garanzia, Giovani, Governo, Ilo, Immigrazione, Imprenditori, Impresa, Investimenti, Istruzione, Italia, Lavoro, Mercato, Moretti, Occupazione, Parlamento, Parlamento Europeo, Pil, Renzi, Schuman, Servizi Pubblici, Sindacato, Societa', Spesa Pubblica, Stipendi, Welfare.

Questa conferenza stampa ha una durata di 45 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

10:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ok forse possiamo cominciare ci siamo intanto grazie a tutti
Grazie anche per la pazienza per averci ascoltato perché insomma l'avevamo sopra ad iniziare questa questo convegno che per la ragione per la quale siamo qui
In conferenza stampa perché come intergruppo giovani parlamentari del Parlamento italiano insieme all'intergruppo dei giovani del Parlamento europeo e ovviamente a Lillo all'organizzazione internazionale del lavoro agenzia delle Nazioni Unite abbiamo promosso questo
Seminario sulla garanzia giovani sulle modalità di implementazione su
Come funziona in Europa come ha funzionato negli altri Paesi come può funzionare in Italia che cosa
Questo rappresenti realtà e davvero mi limito soltanto a presentarvi i nostri ospiti di questa mattina che ovviamente di grazie per essere qui e a fare una brevissima riflessione che ho avuto modo di fare anche sopra nel dire che per noi
La risoluzione del dramma della disoccupazione giovanile può essere quella che chiamiamo Dichiarazione Schuman la nostra generazione cioè
L'atto fondativo di un'Unione Europea finalmente politica e finalmente capaci di
Affrontare il il tema più grave cioè la disperazione la mancanza di speranza dei giovani
Noi ci stiamo muovendo in questo senso è importante che il Governo l'abbia messo al primo punto all'ordine del giorno quello di risolvere questo dramma
La partecipazione di oggi del Ministro Poletti testimonia che l'attenzione è molto alta e che sulla garanzia giovani sugli altri strumenti che si sono messi a disposizione appunto dei ragazzi nel nostro Paese si scommette si misura anche la capacità da se ne di questo di questo nostro Governo io adesso lascio la parola alla mia collega Rebecca Taylor che e la vicepresidente dell'intergruppo dei giovani
Il del Parlamento europeo per un breve saluto introduttivo perché ovviamente loro sono coorganizzazione umori all'interno di questo network internazionale che abbiamo
Costruito mettendo insieme i giovani parlamentari di tutta Europa non perché quella della disoccupazione giovanile sia una questione che riguarda solo i giovani ma perché noi
Abbiamo un onere in più
Quello di rappresentarla quella generazione che rischia di essere perduta questo non era se lo vogliamo prendere in tutto non soltanto Rigani stando seminari ma anche facendo la nostra parte i legislatori quindi sono sono contenta che Rebecca sia qui e ovviamente la ringrazio
Grazie Anna
Antenna Pizzi finezze tema rapina Quick
Anzi tante sentenze F.M. offende guai con la FIOM è uniti a Memphis appassionata e si squalifica ancora Fava io Pinco crescente
Anche la presenza in violati Impalà mensili insicurezze temi quei ci separa spazi con il of forti e nichilista fatiscenti ogni i circoli e sei
Buongiorno sono molto lieta di essere qui presente quest'oggi è un'occasione di questo evento molto importante che vede la partecipazione di giovani
Euro ma parlamentari e membri del Parlamento europeo dimostrasse dimostrazione del fatto appunto che la collaborazione
In atto sono qui
A rappresentare il l'iniziativa intergruppo giovani del parlamento europeo che un insieme vede la partecipazione di quaranta euro ma
Europarlamentari
Appunto in vista della promozione delle iniziative per i giovani
A Firenze prego lui uguale strumenti impacci tecnica sia i service Simec ci sono tanti gli scavi insinuarsi anzi Khlifa Anteas
Andare cioè che fruiti track mentre il senso Quercia per Fontana copre il tempo immense testé spacciasse Po stia un piccolo
Estensione al MOSE mai serissimo fu affanna cessa fognanti ponte anno il Forum porte lei per mozione sette Cazzin Mazzei sempre fa intestini Cesana foce intaccare il sì
All'interno della US che anzi abbiamo corroborato per vedere appunto la il lo stanziamento adeguato del Budget dei fu un di necessaria al fine appunto di attuare quelli che sono gli obiettivi del garanzia giovani e quindi questi fondi ci hanno permesso di pare avanti tre raccomandazioni o le misure chiave fondamentali
E per l'occupazione giovanile la prima così rappresenta
Rappresentata dalla riforma dei servizi pubblici per l'impiego e il parcheggio interrato facilitare l'impiego dei giovani
E affinché possano trovare impiego di qualità e la seconda è l'estensione modernizzazione delle misure di delle misure del welfare per sostenere l'autonomia dei giovani e la terza la riforma della regolamentazione del mercato di lavoro
E mi spezzo una parte gli scherzi inserito asprezze chiedermi fanno il sette sì chi aspetto da qui possiamo elencare licenze edilizie secco no andare estreme come nel foro
Per quale tessili officine sinistro offerte sia un piccolo fruenti Scarinzi
Anni info quel passaggio parmense Angelini focolai sei senza
E la garanzia giovanili promuove due aspetti chiave e incoraggia l'Italia appunto ad adeguarsi a perseguire questi che sono gli aspetti chiave il primo
Il requisito di opportunità di qualità di requisito della qualità delle opportunità di lavoro che vengono fare per ai giovani e il secondo il coinvolgimento delle parte i soggetti all'interno della io schieramenti
Tiscali sicurezza nel mondo rileggiamo spariti se nel senso su
Si abbiamo tipo Qatar Estensi sofferenze intimo in fine fare cinema vai a est Cedel polizia unico
E la l'iniziativa da sé nonna può creare i lavori però lavoro però è uno strumento fondamentale che permette i giovani di trovare quel primo impiego che appunto permette loro di avere un accesso al lavoro buono
Anche in Trentino
Allora grazie Rebecca diamo il tempo all'interprete che ovviamente ringraziamo per spostarsi verso dal nostro altro ospite che la dottoressa Zita Peraro Howard
Il Direttore del Dipartimento politiche per l'occupazione del Lido ci tengo a ringraziare fortemente l'organizzazione
Internazionale del lavoro perché hanno voluto questa iniziativa l'hanno voluta Roma
E l'hanno voluto organizzare con i giovani del Parlamento a testimonianza dell'importanza che anche
Lillo riconosce a questo genere di iniziativa hai al tema in generale della disoccupazione giovanile quindi ringrazio la dottoressa Howard né per suo tramite lì lo tutta grazie
E anche per marci consorzi laiche Tbilisi e altri tre a su ed esame in a atte al sette forte lancio schede
Italiana garantisti in sé quattro i tre nasce dall'esperienza quinquennale in privi es da experience esigua impianti Skin situato osso guardi qua il quattro bis
Se invitati sentita anticorpi Gianni India
A
Archiviati porgo arrivi libere fessi del demos al Presidente RAI se siete lei per Marche su affronta ed eccessivo c'era PSI dati organizzi in tutta la sanità squadre
Ai allo call for Accenture te interna Scialfa France rese luce nostro trasandati circolanti
Concetti sul de inviti essi
Degni forniti esperto qualche tempo accenti
Viaggio guardi quasi che Issing Voltan presidente RAI se svolti gli ultrà panel probabilmente posposto coalizione Empoli ventitré milioni di ICI INFOR gli anticorpi
Cui alcuni ne sente altri scultura centri centri civici Riccio
Guarda a offrire a e b
Novelli a
Navi specifici o fai chiesto un morto
Fichera riesca anche a parte il pregio nessuno
Buongiorno sono molto lieta anch'io di essere qui per esaminare in occasione dell'annuncio del dello schema garanzia
Giovani italiano e quella che è stata la nostra precedente esperienza a livello internazionale e anche considerare studiare assieme valutare quello che si potrebbe quello che si dovrebbe fare
Per aiutare i giovani che si trovano di fronte a una crisi senza precedenti
E già nel due mila e dodici l'Organizzazione internazionale per il lavoro ha lanciato un appello un appello e per l'azione una cosiddetta Coffa cacciano attraverso una risoluzione che appunto è stata emanata nel due mila dodici
Volta a promuovere un'azione immediata e immigrata
E a sostegno dei giovani che si trovano ad affrontare una crisi senza precedenti una crisi non solo di disoccupazione ma una crisi anche legata
Alla qualità della scarsa occupazione che viene loro offerta
In effetti mentre in passato il periodo che ci voleva per passare dalla dagli studi al lavoro era di circa tre anni adesso si parla di un periodo che va dai tre ai cinque anni addirittura
Per poi approdare a dei lavori che sono di scarsissima qualità
Quindi occorre di fax pace categorico forte mi delinea in probabilmente i cicli signor trenini intatti es Hunting tenute al Number riscossione in Provincia
Ente qualche equivoco quel Nesta artiste tra un ampio che soffrono in probabilmente dose Michele Image crescente ambisco nettezza
Fronte lei per Markette oggi scade il cinque
A in in crisi dopo fratellastri ereditate mostri sentenza dal seminato
Qui apro alcuna ring wet sei io la Pianca Michel
Niente ENAM offrire Pianca influisca
Tre teca Fante ci Ortis mio opporci mi chiese o più garantista capi infetti inglese Enciu incentivo se mio genero Ishchenko FIVET garantisca dati Picoco
Guidi e ITO su
Attivista pregi specchiata Beach qui detti sconnesse spenderle drammatiche Chubais finisce Tears of e al probabilmente spot Access to cioè in in Texas può fare ciò
Patto vicino tinozze di leasing Saiti dazi Boite maggiore intimidire Angelo Ciampi esiste
Saponara aggrega intimante test stanchezza stent che
E i canonici stabiliti succede Eretz quali Ciccio dati esistenti
Real solution tutte Program of panem probabilmente Angelo quali Thiene probabilmente ammanchi anche i consiglieri
Abbiamo già parlato della categoria dei cosiddetti N e chi in netta cioè quelli che non hanno accesso all'istruzione al lavoro e alla formazione
E vediamo che il numero dei disoccupati e dei cosiddetti giovani inerte è andato aumentando negli ultimi anni
Quindi diversi Paesi europei lavorano in collaborazione con la Commissione europea al fine di lanciare introdurre tutta una serie di di di garanzie per i giovani
Che fanno parte di una nuova generazione se vogliamo una nuova generazione di cosiddette garanzie per i giovani questo è un po'più volte a colmare il divario che esiste appunto lo scollamento che esiste tra i giovani al mondo del lavoro
E quindi queste misure sono volte a migliorare l'accesso al lavoro alla formazione che quindi all'impiego
Ma senza mai perdere di vista naturalmente la necessità di sostenere l'economia e la sua capi la capacità dell'economia generale dei lavori o degli impieghi di buona qualità
Allora grazie ancora la dottoressa Howard che direttamente equità da Ginevra quindi la ringraziamo fra aver fatto anche questo viaggio per essere qui con noi
Io adesso prima delle conclusioni del Ministro lascio la parola al presidente e onorevole Cesare Damiano Presidente della Commissione lavoro della Camera che tra l'altro
Ha svolto un'indagine conoscitiva sul tema della disoccupazione giovanile quindi in questo senso una parte del lavoro è già stata fatta proprio grazie
All'interesse alla volontà dello stesso Presidente iraniano che quindi in questo senso potrà dirci quale il lavoro del del Parlamento in questo senso che punto siamo e quali sono
Le proposte e i temi all'ordine del giorno grazie ovviamente anche lui per averci aiutato promuovere questa iniziativa stamattina
Bene vi ringrazio come ha ricordato l'onorevole Ascani abbiamo promosso
Nei mesi scorsi come Commissione lavoro della Camera un'indagine conoscitiva sul tema
Del lavoro
Abbiamo rilevato potenzialità e criticità
Il nuovo Governo e all'opera abbiamo qui il ministro del lavoro
Che
Ha appena
Varato un decreto che riguarda
Punti essenziali anche per i giovani come il contratto a termine come l'apprendistato esamineremo
Questo decreto già a partire dai prossimi giorni guardando come sempre parti positive e le parti che possono avere delle criticità
Mi pare che nel complesso quindi sia in movimento un'azione
Che guarda al tema della ripresa del Paese alla ripresa dell'occupazione e in tal
Il collare al tema delle giovani generazioni
Come è già stato ricordato in questo lavoro c'è un'importante presenza accanto ovviamente al Ministero al Parlamento
Ovviamente c'è il coinvolgimento delle regioni italiane anche De Lillo ringrazio anch'io l'organizzazione
Internazionale del lavoro che è stata di grande stimolo per puntualizzare l'argomento
E chi va prima ricordato a proposito dei NET che
I giovani purtroppo che non lavorano studiano e non sono in formazione secondo Eurostat parlo del due mila undici
Erano sette milioni e mezzo giovani europei tra i quindici e ventiquattro anni altri sei
Milioni e mezzo di giovani tra i venticinque e i ventinove anni quindi completamente esclusi dal mercato del lavoro e da qualsiasi percorso
Formativo un'intera generazione quindi a rischio esclusione vengo subito
Al punto e concludo naturalmente l'attuazione
Di questa io ti garanti deve aprire a mio avviso alcuni capisaldi importanti dei quali il Governo si sta occupando
Noi avremmo ovviamente un'azione pratica sul territorio che passerà attraverso
I centri per l'impiego pubblici
Attraverso anche mi auguro un'alleanza con i soggetti privati in una logica di cooperazione di obiettivi comuni
Mentre per l'impiego il ministro sa benissimo di cosa parla di che cosa parlo voglio solo dare un dato purtroppo in Italia gli addetti a questi centri sono dieci mila in Germania sono cento trentamila
Di dieci mila addetti in Italia sono per lo più a loro volta lavoratori precari
è evidente che si tratta di una contraddizione se noi vogliamo davvero scommettere in Italia nell'incontro fra domanda e offerta di lavoro non possiamo che pensare al potenziamento di una rete pubblica di collocatori da un lato
E dall'altro una forte alleanza con
Le agenzie rifatte anche attraverso processi di mobilità della forza lavoro del pubblico impiego verso
Questi centri per l'impiego una stabilizzazione degli addetti una loro formazione professionale
La seconda questione è una preoccupazione la rivolgo al ministro che commessa
In Italia vige ancora il cosiddetto titolo
Quinto concorrente che consente su queste materie alle ragioni alle Regioni di avere molta voce in capitolo non sto qui
Ad elencare i possibili problemi che possono derivare da questo uno fra tutti
è evidente che se manca la forza di un programma nazionale con criteri nazionali con un indirizzo nazionale a Lecce il rischio di un indebolimento se tutto questo porta ad una parcellizzazione dell'intervento per questo io credo
Che le risorse che sono importanti stiamo parlando ti destinarle a giovani fino a venticinque anni che abbiamo una disoccupazione diciamo fino a quattro mesi
Queste risorse secondo me vanno indirizzate queste direzione la prima
La dico banalmente eviterei di remunerare con incentivi colloqui
Noi dobbiamo incentivare il risultato
Io sono un vecchio metalmeccanico al ministro è un vecchio cooperatori un po'più giovane di me naturalmente
E noi abbiamo molta pratica delle relazioni di fabbrica gli operai gli impiegati i cooperatori prendono qualcosa di più nella loro remunerazione se c'è hub risultato di produttività
Il risultato di produttività nell'incrocio fra domanda e offerta di lavoro e
Dare a quel giovane
Una possibilità di
Impiego concreta certificata stabiliamo qual è lo standard almeno sei mesi almeno un anno di qualifica media
Di remunerazione standard
Ma questo deve essere il punto altrimenti corriamo il rischio di remunerare semplicemente
Dei colloqui dei buoni propositi che non portano al risultato concreto di diminuire coloro che non hanno un percorso formativo o di prima occupazione
La seconda questione sulla quale concentrati molto alla mia attenzione e un'eventuale utilizzo di queste risorse per
Un incentivo alle imprese per la stabilizzazione io credo
Che il passaggio dalla buona flessibilità del lavoro alla stabilizzazione l'impiego sia un passaggio necessario
Nessuno nega nei tempi moderni e le richieste di flessibilità buona da parte delle imprese
Uno due tre quattro anni di prova ma nessuno può negare che terminata la buona prova selezionato il personale migliore
Scelte alla persona che più corrisponde i bisogni della comunità anzi andare a quel giovane debba essere assicurato una stabilizzazione del lavoro per renderlo davvero autonomo Camacho ricostruire il proprio futuro quindi
Da una parte la questione diciamo così di
Una
Certificazione di impiego
E dall'altra un incentivo a stilizzazione io credo
Che siano i due punti essenziali sui quali muoversi evitando di disperdere le risorse in mille rivoli questo sarebbe sicuramente
Controproducente ma ho molta fiducia anche perché sinistra lavoro dimostra una conoscenza dei problemi un pragmatismo generazione che sicuramente eviterà eventuali derive burocratiche nell'utilizzo di queste risorse
Grazie al Presidente Damiano io adesso ovviamente do la parola al ministro Poletti ricordando semplicemente che la prima l'attivazione dell'intergruppo dei giovani che Parlamento italiano è stata la promozione ormai un anno fa
Di una mozione unitaria cioè firmata dai giovani di tutti i partiti rappresentati in questo Parlamento
E poi votata da tutto il Parlamento all'unanimità proprio sulla garanzia giovani in questa mozione si chiedevano allora maggiori risorse che devo dire sono arrivate perché all'inizio era previsto uno stanziamento dimezzato rispetto i fondi che abbiamo a disposizione ora
Si chiedeva di portare l'età dei destinatari di questa garanzia ventinove anni ed in questo senso le prime ripristino e dichiarazione del ministro
Ci hanno tranquillizzato si chiedeva di coinvolgere le Regioni ha ricordato il presidente Damiano ovviamente il Titolo quinto ma di dare Standard nazione ali che fossero chiari per tutti anche qui insomma abbiamo avuto rassicurazioni notevoli sia dal documento la struttura di missione sia poi da quello
Che ci ha detto il ministro e infine si chiedeva di monitorare voi le effettive azioni che venivano messi in campo per capire come migliorare quanto sto davano funzionando quindi di nuovo a nome dell'intergruppo dei giovani parlamentari e ringrazio il ministro per l'attenzione che da subito questo Governo ha voluto dare al tema ovviamente siamo
A disposizione per tutto quello che sarà poi la fase attuativa che sarà quella più complicata ma anche quella più interessante da seguire e gli do la parola perché ovviamente voi tutti sapete aspettasse intervento ed è
Ed è interessante che sia lui a dirci come funziona la garanzia giovani in Italia e cos'altro il Governo sta facendo in questo senso
Buongiorno buongiorno a tutti
Naturalmente
Noi stiamo proseguendo questo Governo sta proseguendo su una base di lavoro che era stata avviata dal Governo precedente dal ministro Giovanni che io ringrazio per il lavoro che ha fatto
Perché non è mia prassi mio costume quello di immaginare che dove si arriva si butta tutto quello che c'è perché adesso ci siamo noi
E allora faremo delle cose meravigliose ma io parto normalmente dal punto in cui le cose stanno valuto
Ciò che c'è e quando ciò che c'è mi convince B Prodi capire sul primo gradino se qualcuno il primo gradino avuto
è fatto la fatica di costruirlo e quindi oggi siamo al secondo gradino e partiamo da questo punto io credo sia stato fatto un lavoro
Positivo importante veniva appena ricordato la mozione che ci proponeva degli obiettivi e credo che quegli obiettivi sono stati sostanzialmente accolti nel lavoro di preparazione
E teniamo conto che c'è un tema di partenza su cui bisogna essere molto chiari
L'Italia Nona
Una storia brillante sul versante delle politiche attive per il lavoro
L'Italia ma basta guardare i numeri le risorse destinate alle politiche passive sono quattro cinque volte quelle dedicate alle politiche attive quindi siamo in una condizione di fatto
Che è molto diversa
Bisogna noi vogliamo passare da questa situazione ad una nuova situazione ad una situazione
Che premi le politiche attive perché le politiche attive sono quelle che intanto vanno incontro all'esigenza di giovani degli studenti di quelli che hanno più di
Connettersi col mercato del lavoro ma che ci aiutano anche a gestire le transizioni esistere i cambiamenti è un dato dei tempi il cambiamento del lavoro il cambiamento dell'impresa
No maggiore mobilità nel lavoro e quindi se non costruiamo questi strumenti non siamo fuori dal tempo
Detto questo anche quello che ci capiamo su un punto
Non basta la perorazione non basta dire vogliamo andare dall'altra parte i fatti ci dicono una cosa molto diversa è come se fossimo priva di un fiume e dicessimo ai nostri concittadini
Bisogna andare dall'altra parte ma il guaio è che l'altra riva non si vede
E non c'è un ponte per andare dall'altra parte e continuare a fare questo invito vuol dire in buona sostanza buttate lì e provate a nuotare
E poi ci meravigliamo se non accade ma io credo che sia un fatto del tutto naturale che non accada se vogliamo produrre quel processo dovrà fare due cose
Dobbiamo accendere luci sulla sponda opposta fare in modo che si veda che l'altra sponda c'è perché allora uno comincia a camminare
E poi bisogna costruire un ponte magari un ponte temporanea un ponte provvisorio un ponte di barche come si diceva una volta
E poi costruiamo ponti stabili ma
Questo bisogna farlo però è la garanzia giovani è il nostro ponte di barche è il primo strumento ovvero strutturato che possiamo costruire per connettere
I giovani che escono
Dalla scuola il giovane che interventi interrompono il loro percorso formativo inetto chi oggi è fuori dai radar del futuro di poterci rientrare e questo è quello che amo intenzione di fare il progetto che abbiamo preso
Sto prevede molte delle cose che il Presidente Damiano sa proposto con attenzione e credo che il lavoro che è stato fatto dalla Commissione sono pure importante perché corrisponde ad una
Logica molto semplice di azione
Del nuovo Governo dal Governo Renzi noi guardiamo i fatti noi cerchiamo di studiare i fenomeni cerchiamo di immaginare e di definire un obiettivo cerchiamo di rappresentarlo al meglio
Alla pubblica opinione e a tutti gli interlocutori che possono
Contribuire al perseguimento di quel risultato
Poi monitoriamo gli esiti
Poi controlliamo ciò che accade
E se ciò che accade e coerente col disegno e con l'obiettivo insistiamo
Se ciò che accade non è coerente cambiamo non seguiamo una teoria ad affermare
Non c'abbiamo un libro da rendere la realtà noi abbiamo da risolvere concretissimi problemi
Che sono i problemi dell'economia dell'impresa e del lavoro e per noi non si vince non si perde se si dimostra la valido una teoria per noi si vince o si perde seggio volevano lavorare se le imprese cominciano investire se c'è una connessione nuova tra scuola e lavoro questi sono i nostri successi non siamo interessati ad una medaglia prescritto il più bel testo possibile sul diritto del lavoro questo non è nelle nostre missioni non ha le nostre priorità
E se le cose stanno così allora garanzie dove per noia una grande grandissima opportunità
Perché metterà i servizi per l'impiego italiani alla prova della loro capacità perché noi potremmo verificare la collaborazione possibile perché l'abbiamo prevista tra i centri pubblici e le implicazioni zie private
Sapendo anche qui che forse
è venuto il momento di smetterla con questa
Poco fondata discussione sei meglio il pubblico se è meglio il privato il primato dell'uno il primato dell'altro
Io direi
Tanto tempo perso senza fondamento il pubblico ha una funzione a una missione ha una ragion d'essere sta scritto nella Costituzione figuratevi se dobbiamo ancora continuare questa discussione
Ma tutto il mondo ci ha spiegato che dalla sussidiarietà che è dalla cooperazione che è dal protagonismo dei diversi soggetti
Ormai credo lo dovrebbero aver capito tutti che è nel pluralismo delle risposte che si ottiene il migliore dei risultati se non diamo su questa strada ce la caveremo sventolato delle bandierine
Però sinceramente anche questa non è una delle cose che mi appassiona di più quindi detto questo noi
Partiremo
Partiremo insieme alle regioni
Avendo sottoscritto gli accordi partiremo parlando in primo luogo i ragazzi fino a venticinque anni ma vogliamo ampliare questo spazio fino al ventinove
Perché la condizione del nostro Paese si comporta giovani che non hanno ancora avuto un'opportunità e che hanno già un'età superiore ai venticinque anni
Noi
Stiamo lavorando e questo è l'ultima cosa di cui voglio parlare ad uno sforzo particolarmente rilevante per coinvolgere nel progetto
I grandi gruppi imprenditoriali del nostro Paese le organizzazioni di impresa di questo Paese
Noi possiamo organizzare il miglior profilo possibile il miglior colloquio possibile il migliore ufficio possibile il miglior portale possibile
E poi
Trovarci di fronte un ragazzo di non sapere che cosa proponi
Perché se questo è vuol dire che dietro le nostre spalle non abbia fatto il
O che andava fatto cioè non abbiamo aperto i canali di relazione col sistema imprenditoriale non abbiamo aperto i canali di comunicazione col sistema formativo non abbiamo costruito una buona
Batteria di opportunità quello che io sto facendo in queste settimane è esattamente questo stiamo lavorando ad un dialogo con le organizzazioni di impresa con le grandi impresa italiane perché e lo vorrei dire una battuta
Il ministero del lavoro negli anni dentro la crisi un po'per volta è diventato il Ministero dalla disoccupazione a questo Ministero ci si va quando c'è bisogno della cassa integrazione
Beh con Poletti la musica cambia
Cambia per tutti al Ministero del lavoro ci si va anche
Quando siano progetti di occupazione quando si hanno opportunità per i giovani
Perché
Appunto il Ministero del lavoro e il Ministero dell'occupazione e il Ministero che si preoccupa
Che ci siano forme congrue opportunità per tutti i nostri cittadini noi abbiamo un obiettivo nominativo
Che va oltre i temi del lavoro
E che io racconto con quattro parole
Noi consideriamo
Una condanna inammissibile che ci siano dei cittadini italiani
Che sono condannati a stare a casa
Inutili assente e inutili agli altri senza avere niente da fare questa per noi e la peggiore delle condanne che nessun tribunale afflitto o può infliggere a nessun cittadino
Che sia un carcerato che sia un immigrato in un CARA che sia un giovane disoccupato che sia un anziano alla fine dalla sua storia lavorativa
Tutti debbono vere qualcosa da fare
E qualcosa da fare può anche non essere un lavoro può essere un impegno nella relazione con la comunità può essere una possibilità di migliorare se espresso le proprie competenze
Essere utili questo è ciò che noi vogliamo fare
Poi siamo anche convinti che se faremo questo questo diventerà con una base per il lavoro perché questa modalità produrrà ricchezza produrrà oppure pulita produrrà conoscenza sarà una base di investimento poco arriverà una causa fantasioso persino banale
Ma io credo che bisogna aver c'era un'idea
Noi
La nostra idea d'Italia ce l'abbiamo
è questa e l'Italia del protagonismo degli italiani della loro partecipazione responsabile del loro impegno
E dentro questo c'è il lavoro ma prima di tutto c'è questa idea di Italia perché queste idee l'Italia possiamo camminare io l'ultima battuta lo voglio riservare all'Europa
Perché
Detta in due parole
Quella della garanzia giovani l'Europa che noi vogliamo
è l'Europa a cui noi speriamo un'Europa che si
Mette in connessione che riesce a interpretare
I bisogni sociali
Del proprio popolo e lo fa a partire dalle aree più difficili ce la fa partire dei giovani e la fa partire dalla scuola fa partire dalla formazione dal lavoro
Bene io credo che se l'Europa riuscirà a costruire su questa base la sua idea di futuro all'ora certamente
Il Popolo d'Europa riassumerà entusiasmo fiducia e ri
Tornerà ad amare questa idea e credo questo sia davvero un obiettivo che vale la pena di perseguire
Grazie grazie davvero il Ministero
Poletti ora ovviamente se ci sono domande abbiamo un po'di tempo
Perché per soddisfare le vostre curiosità nei confronti ovviamente del ministro
E insomma il tema di oggi la Youth garantire quindi si interesserebbe capire avere da voi insomma sollecitazioni in questo senso anche se comprendo che poi i temi all'ordine del giorno
Faranno probabilmente deviare propri vi pregherei per quanto possibile di attenervi a a questa a questa nostra giornata tra l'altro insomma a titolo informativo al piano di sopra si sta continuando a tenere il convegno nonché che qui vi abbiamo presentato proprio sulle forme di attuazione della garanzia giovani qui insomma voi la parola per qualche domanda grazie di essere qui di nuovo
E i siti inerente CIPE TG tre ter il ministro Poli di
è chiaro che di del tema del giorno ha parlato abbastanza quindi io vada già oltre vorrei chiedere al ministro vorrei chiedere al ministro cosa sono questi i bonus per i lavoratori che qui si sta parlando in queste ore sono allo studio del Ministero dell'economia e come li giudica
Essendo che sto
Che voi mi formate che sono allo studio del Ministero dell'economia non sono oggettivamente ovviamente in condizione di giudicare
Sì siccome riguardano i lavoratori pensavamo che anche lei in qualche maniera se ne fosse occupato
Quando sarà il momento di discuterne che ci sarà una proposta naturalmente io ne discuterò
Ma prima c'è qualcuno che lavora su questa materia in termini generali che il tema della del fisco e il tema dell'intervento economico sul reddito dei lavoratori
Ci sarà una proposta sulla proposta del Governo discuterà il Ministro naturalmente sarà della partita ma oggi non ci sono queste condizioni quindi non sono in grado di darvi anticipazione di nessun tipo
E invece per quasi tre dei letti tornò agli stipendi dei manager pubblici quando un provvedimento
C'è una dichiarazione del Presidente del Consiglio in Italia c'è una legge
Intanto ci sarebbe un primo problema di verificare se costeggi ha prodotto gli esiti
Che si proponeva e dove ci siano eventualmente proposti i problemi di applicazione di questa legge io credo che in generale esista non tanto e non solo anzi non solo nel pubblico un tema della
Coerenza delle remunerazioni
Ci sono stati momenti nei quali
Forse si è perso un po'il senso della misura da questo punto di vista si sono innescati anche processi che nel tempo hanno dimostrato gravi gravissime
Deviazioni se pensiamo a ciò che è accaduto con il bonus abbiamo visto un cambiamento terribile ad esempio
Se hanno
Teso a prevalere
La valutazione di breve periodo sulla valutazione di medio lungo periodo in ciò producendo anche danni alle stesse imprese e oggi nel mondo
Si è
Ricorsi a cambiamenti profondi perché quelle strade erano sbagliate mi sembra del tutto naturale che anche nel nostro Paese si rifletta su queste cose
Scusi Ministro Buongiorno Radio Radicale c'è una cosa che però diciamo lascia un po'perplessi cioè da una parte
Il mondo di Confindustria esprime una serie di perplessità
Dall'altra un po'il metodo dalla concertazione è stato messo in discussione ma insomma lo stesso mondo sindacale esprime ma diciamo perché si danno il familismo insomma cioè la la Camusso che praticamente ogni giorno
Sparso Governo ma secondo lei è un problema diciamo di metodo che darà essere cambiato o effettivamente c'è qualcosa che proprio nel mondo della rappresentanza
Non funziona
Ma se volessi risponde con una battuta mi verrebbe da dire che se sono tutti un po'insoddisfatti c'abbiamo preso ma non me la cavo Allison
Non me la cavo così semplicemente perché altrimenti vorrebbe dire che abbiamo sbandato e abbiamo tra virgolette corrispondo sto corrisposto solo ad una parte la domanda
No io credo che ci sia un problema ovvero al fondo che riguarda tutti e quindi a rango RAI riguarda anche
Il mondo della rappresentanza c'è un bisogno di cambiamento profondo
Per
Credo che anche le organizzazioni sindacali
Dei lavoratori da un versante le organizzazioni imprenditoriali dall'altro versante debbano interrogarsi sei nella condizione attuale di cambiamento dall'assoggettato economia dell'impresa del lavoro se le loro modalità
Siano ancora quelle più congrua e quelle più adatte ma questo è un compito che riguarda ognuno di loro e i loro associati
Non dipende dal Governo decidere come cosa sceglie di fare un'organizzazione di rappresentanza dell'impresa o del lavoro
Noi
Sul piano e lo dico in questo caso parlando del Ministro del lavoro il Ministro del lavoro
Incontra tutte le volte che lo reputa utile
Le rappresentanze dei lavoratori e le rappresentanze dell'impresa mi pare una cosa del tutto naturale
Poiché il Governo alla propria responsabilità e quando il momento di prendere le decisioni li prende quindi a questo a me pare un metodo del tutto normale e del
Anche il più efficace se posso dire quindi
Sinceramente non ci vedo nulla di particolarmente problematica
Buongiorno
Annalisa Salsano RAI News ventiquattro per il ministro Poletti e per una domanda anche per la dottoressa guarda
Ministro Poletti visto che i colleghi hanno già chiesto anche per quello che riguarda la concertazione sindacale volevo chiedere siccome il Vice Ministro Fassino ha detto il decreto così com'è non lo voto adesso sia per l'esame
Del parlamento questo
Questo questo potrà si comincia a creare un problema all'interno anche dell'Esecutivo
Io sono
Rispetto utilissimo dell'opinione di tutti i parlamentari italiani e quindi non le convento
Il Governo ha approvato un decreto lo ha presentato alla Camera il ministro è fortemente fermamente convinto della bontà delle scelte che abbiamo le rappresentato
Dialoghi eremo conto
Le Commissioni e il Parlamento se qualcuno pensa
Di stravolgere ciò che abbiamo fatto è del tutto ovvio e naturale che ci opporremo con tutte le nostre forze
Se c'è come è normale che sia una discussione un approfondimento e una verifica di merito questo è una cosa del tutto naturale e naturalmente non siamo pienamente disposti a discutere ma questo è
Il punto di discrimine che oggi è in campo io credo che oggi tutti quanti comprendiamo che questa materia
è una materia complessa materia delicata ha bisogno di possibili potenziali approfondimenti ma ovviamente non siamo disponibili a sconvolgere ciò che abbiamo proposto
Per la dottoressa vada invece
Sì per la dottoressa guarda volevo chiedere avete anche voi avete viso però visto visionato anche se magari solo livello superficiale le misure contenute nel decreto del Governo
Voi pensate che stiamo andando la strada giusta verso una maggiore occupazione rilancio dell'occupazione
In dell'Astir quindi attinente
No no
Formenti prosegue temesse la flebo del prescelto dello sportivo etica ANCISS
Niente Pavan in
A fare Scapin foche sinti
Fra cicliche antes ero io qua Sparkasse Segni ti catasti scosse tempo immense avesse es in lanci in
Incrementi inteso scadenti schizza
A quell'altra mentre onda mostri senza propose l'Istat abilmente piccola subito
A hold elementi in
Voi qui in generale pressione anche quelli andarla a est
Oltre concreto invece c'è stata a parte il CNIPA è ENI Khan figli i promossi in tempo a inventarne promesse opporci netti Matisa al Tourist senza niente bidoni a volte la Mens su Anzio io fascia
Nell'ultimo anno abbiamo seguito molto da vicino i preparativi per il lancio dell'iniziativa giovanile agli questa che ANCI e ci siamo appunto concentrati proprio su questo soprattutto abbiamo seguito e che ci concentriamo soprattutto sulla capacità dei Servizi all'impiego
Di lanciare gli schermi proposti dallo ius Ganci
Però in questo momento non ho degli elementi ancora sul sulla base dei quali posso
Dire altro sicuramente analizziamo quelle che sono buone iniziative intraprese nei vari Paesi per promuovere e la la foro e l'impiego dei giovani e soprattutto nel dare delle buone opportunità di lavoro di qualità
Però è ancora troppo presto per dare ulteriori elementi
Ministro il fatto Quotidiano punto it ambiente lei ha detto con Poletti al Ministero la musica cambia per tutti allora io le chiedo
Cosa ne pensa delle dichiarazioni di Moretti che minaccia di andare via qualora ci sia un taglio del suo stipendio che ottocentoquaranta mila euro
Cosa dice a questo manager pubblico e a tutti gli altri manager pubblici che la pensa in questo modo grazie
Io sono rispettosi Simo delle opinioni delle valutazioni e tutti quanti il Governo italiano ha espresso con il proprio Presidente del Consiglio una posizione
In Italia c'è una legge agiremo in coerenza con questi fatti e ogni cittadino è libero poi di trarne le conseguenze che ritiene quindi io non credo di essere
Nella condizione le necessità di commentare le decisioni di un cittadino di un manager italiano che valuterà se per come si produrrà
Quella condizione reputa compatibile con la situazione con il suo permanere nel ruolo che ha o meno quindi io credo che da questo punto di vista
L'importante assumere un orientamento l'orientamento che questo Governo assuma
Noi pensiamo che serva una maggiore equità che ci debba essere una relazione tra il trattamento dei manager il trattamento dei lavoratori medi in un Paese che ci debba essere una coerenza in questo disegno che debbono essere evitati i meccanismi distorsivi che producono l'esito
Di fare in modo che per avere un bonus si rischia di distruggere un'impresa queste sono cose che noi non li togliamo e per quel che dipende dalla parte del Governo noi faremo tutti gli atti necessari e perché ciò non accada
Ok se non ci sono altre domande noi chiuderemo qui la conferenza stampa di nuovo ringrazio i nostri ospiti e la dottoressa Gualdi Presidente Damiano all'onorevole nei loro e ovviamente grazie di cuore al ministro Poletti Razzi con lavoro a tutti