25MAR2014
rubriche

Set - Cinema fuoricampo

RUBRICA | di Emilio Targia Radio - 00:00. Durata: 30 min 47 sec

Player
In studio Emilio Targia con Francesco Alò Argomenti della puntata: il Future Film Festival di Bologna 2014, collegamento con Oscar Consulich; "Lei (Her) e Spike Jonze"; flashback Oscar 2014 "La grande bellezza", "12 anni schiavo" e "Gravity" ; "Captain America" recensione; Walter Veltroni e il suo film "Quando c'era Berlinguer"; Biopic Yves Saint Laurent; Snow Piercer, recensione; Coming soon.

Puntata di "Set - Cinema fuoricampo" di martedì 25 marzo 2014 , condotta da Emilio Targia con gli interventi di Francesco Alò (giornalista, critico cinematografico del quotidiano Il Messaggero e del
magazine Rolling Stone), Oscar Cosulich (direttore del Future Film Festival).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Arte, Berlinguer, Bologna, Cinema, Digitale, Documento, Film, Premio, Spettacolo, Tecnologia, Usa, Veltroni.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 30 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Sette cinema fuori campo
Cinema web e nuove tecnologie nell'obiettivo di Francesco hanno
Radio radicale ecco cinque però no puntata di sette cinema fuori campo un saluto da migliorare già è un saluto subito
Alla nostro opinionista per sette che ha Francesco Alò che salutiamo e ringraziamo la sera Francesco buonasera Emilio buonasera a tutti
Francesco che scrive per scrive vicine ovviamente per il Messaggero ma anche per il magazine però le sto ed è direttore artistico della scuola di cinema Luca colui una volta al mese cerchiamo di fare il punto non solo
Sulle pellicole
Del grande schermo quelle in uscita quelle
Sullo schermo nei giorni in cui andiamo in onda ma cerchiamo anche di scandagliare un po'il mondo in movimento delle nuove tecnologie legate al mondo del cinema queste cose cioè che alla fine di fare da qualche settimana da qualche mese ormai a questa parte Francesco e credo che sarà insomma un tema portante anche
Delle prossime puntate e lo sarà sempre di più perché quello è un mondo Incostante in continuo movimento mutamento così come anche
Ormai il rapporto strettissimo fra il mondo dei videogiochi il mondo del cinema che già cioè un po'cominciato a illustrare che credo a una vostra davanti per i prossimi anni così come molla la questione della digitalizzazione
Delle sale che è un altro tema che dovremo affrontare sempre più spesso perché le scadenze sono piuttosto serrate però quest'oggi partirei Francesco con un ospite perché di qui a poco si terrà a Bologna un appuntamento particolarmente importante consueto ma credo sempre
Prodigo di sollecitazioni
Ecco ci bene allora buona buonasera da Oscar Cosulich sei Linena Oscar volevo poi fare troppe
Ciao Oscar buonasera allora siamo qui con Emilio Targia e io faccio una brevissima presentazione del futures
Inferti al perché non abbiamo l'inferno abbiamo dal uno dei festival più belli d'Italia per quanto mi riguarda Oscar e Stato è uno storico animatore del del futures direttore da tanti anni
E ed è un festival a acché reale si svolge a Bologna
Dove c'è molta animazione dove c'è molto cinema che ha a che fare con le nuove tecnologie ci sono panel di discussione ci sono seminari e quindi è è molto bello poiché nella cornice bolognese che è sempre fantastica
E e quindi Oscar diciamo un mio collega
Enorme perché la sua cultura sconfina dal fumetto alla appunto al cinema d'animazione nel quale preparatissimo
All'Alcina dal vivo ovviamente a quello tradizionale insomma Oscar Cosulich erano dei giornalisti critici più bravi d'Italia secondo me
E e basta e ho finito ferroviario Scarabello ma dobbiamo guardare al patrimonio rotto quei anche andare via cosa che voglio
Dunque non le posso fare un qualche dato in più sul Festival penso silenzi questo sarà dal primo al sei aprile sarà la sedicesima edizione del più forte
Piuttosto fondato nel novantanove da Giulietta farà con l'Under Romeo io sono diventato direttore al fianco di detto a fare nel due mila tre quindi e la mia dodicesimi esperienza come direttore quindi inizio essere
Un anziano
Più motivato con più duro ma va bene così e questa è qui che certa è chiaro presenta come al solito la per
Alla presenza delle majors crediamo sia utile che la Fox in in grande spolvero
Mila pochi ci presenta entrata noi l'anteprima eri due alla presenza di Carlos bagna che il regista ed è anche numero due a Brusca gli occhi su leggi che Franco master class Carlos ad Agna
La Disney espresse dal con noi già domani perché domani faremo un aspettando il più succinto estiva da una
Anteprima di captare America quintali soldi a che a Bologna non è stato ancora visto che in Italia uscirà il giorno dopo
Che secondo me anche molto interessante nel al di là della mia passione per fumetti su zero e dintorni perché non so se Francesca d'accordo e forse il primo fin Marvel politico o perlomeno il primo
Fin Marvel posto data che il questo senso sfoderare nulla del film
Quando lo vedrete capirebbe sono totalmente d'accordo e io sono entrato qui a Radio Radicale dicendo ad Emilio sono inverarsi ITO perché abita l'America dobbiamo parlare venti minuti sono di Capitan America sollevato range anticipato una parte non perfetto nemmeno a mettersi d'accordo per fare date così date così
Quindi questo per quanto riguarda i i kolossal per i ragazzini abbiamo anche una sorpresa perché sabato pomeriggio faremo
La versione frodi lento karaoke per cui stipendi potranno Campari assale questo mi sembra una cosa
Divertente e spero che non demoliscono
Il cinema PAC comunque a va bene così
Questo ma abbiamo come solito un concorso di lungometraggi un concorso di cortometraggi Ri.Fim. lungometraggi fuori concorso
Abbia una forte presenza francese per esempio un film che molto importante secondo me e che ma ma ma e che non è ricca e non contro un popolo che il perché il mio precedente ripida me ne scuso ma concorriamo a meno America incontrato bufalo Bill
Che tratto dall'omonimo fumetto
Vede graphic novel francese ed è indicato fino in azioni non abbiamo gli autori della graphic novel che verranno a Bologna presentarmi rifiutato loro fumetto ci sarà una maggior Guido Manuli che un grande
Della nazione italiana l'altra da un pozzetto quest'anno Baloo insomma conteniamo nel nostro ripercorrere
Quelli che sono i classici avremo un laboratorio sulla stop motion
Curato Stefano bastoni avremo al più gravati che è il figlio di Pupi Avati ma che a differenza del padre ciò cui tutt'altro nel senso che l'unica collaborato agli effetti di Avatar di King Kong
E ha lavorato alla Vuelta adesso stanno Londra e ci presenterà un suo cortometraggio Vines
Di cui non posso dire nulla ma che è molto divertente assolutamente c'è di mezzo un astronauta un mostro insomma voi vedrete che succede
Questo per dire qualcosa comunque diciamo dal primo aprile ci andate sul sito
Che seppur cucù punto future fin Festival punto org lo dico così così non c'è dubbio che per trovarlo ci sta il programma giorno per giorno dove potete vedere
Compulsare quello che mi interessa se venite a trovarci a Bologna non ne siamo molto felici
A tra gli altre cose nel programma di corti o sono molto fiero che avessimo selezionato ben prima che vincesse l'Oscar anche mister oblò che il cortometraggio che poi ha vinto l'Oscar quindi voglio dire
Mi hanno la nostra Commissione selezione funziona bene o perlomeno
è in sintonia con
Questo tipo di
Riconoscimenti ancora tre che in Francia e di tanti il da è molto interessante
Abbiamo una retrospettiva dedicata alle città del futuro nel senso che il tema dell'anno questa nel futuro Polis quindi andiamo un focus su come il la fantascienza
Animate non a immaginate delineato le città del futuro
Premetto che vedendo le o anche no e avremo anche utili negli incontri con architetti analizzare quello
Quanto è quanto si è realizzato quanto è stato evitato quanto è stato invece da quanto si è attinto insomma b nome come sempre e non cerchiamo di
Dare un taglio diverso ci sono delle Marta classi interessate c'è un'altra classe relative sul rapporto di né digitale
La massacra Picasso al Dagnano già raccontata e poi tutto il resto seguirebbero seguito giorno per giorno sul sito e possibilmente a Bologna perché ah ecco il perché a chi svolge
Al cinema Lumière cioè nella cineteca
Comunali Bologna nelle due sale la Cineteca di Bologna con qualche eccezione tipo che domani sera l'anteprima di
Rio due sarà al cinema Capitol mente la definisce cioè quantificata l'America tracima capito scusate sono un po'frullati tutti i giorni e l'altri ieri ho due invece sarà all'Odeon però detto questo
E comunque perizia comunque comunque riferimento orario timing eccetera tutto su fulcro fin Festival sul sito dove trovate tutte le informazioni necessarie
Sì informazioni eletti nostri dei film informazioni sui registri fa tutto quello che sarà
Allora grazie davvero gravemente in bocca loro perché l'agenda mi sembra piuttosto fitta interessante grazie grazie crepi il lupo denunciava Oscar complimenti fior centri all'estero a Bologna
Così diamo anticipato anche qualcosa perché fosse interessato magari sulla Bologna sono ovviamente Mologni Emilia Romagna ma
Sappiamo bene che gli appassionati arrivano un po'da tutta Italia in quelle giornate
Beh come dire questo è un feste che ci dà adesso che sconterà parlarono di uno dei temi privilegiati ripresero missione che sono all'ecologia e tu prima entra in studio mi dice che forse c'è un film che in questa direzione sci
Ci può offrire più di qualche spunto interessante direi proprio di sì direi che il film sette del del mese ed è lei di Spike Jones è un film setta per tanti motivi prima di tutto perché c'è una città del futuro come
Come come introdotto poco fa da Cosulich sarà un tema interessante il switch off in feste alle città del futuro ecco qui c'è una città del futuro cioè una rosa Angeles
Della di oltre il due mila cento chiesti parecchi Jones che questo genio assoluto che viene dalla dalla pubblicità tiene dal videoclip affatto i videoclip rivoluzionari per far voi Slim
Beastie Boys da fa anche negli anni Novanta ed è diventato regista importante alla fine dalla fine degli anni Novanta con esse John Malkovich questo folletto Delli dell'immaginario
Come crespa che John sa ha creato un po'come faceva Dario Argento con i suoi bellissimi thriller horror ha creato una città immaginaria fondendo varie città quindi è andato a Los Angeles appreso anche pezzi di Shanghai
E crea questa città del futuro dove vive chi odore che questo piccolo uomo
Serenamente solo
Già parliamo del film Emilio si è reso nel mare del momento e ha vinto la migliore da svelare troppo come azione perché volessimo speriamo però dobbiamo veramente fare i complimenti a a Jones perché
è un è un film in piena tradizione surrealista mi ha ricordato molto e l'avvio di Marco Ferreri lì c'era Christopher Lambert che si innamora ma di un portachiavi qui c'è
Yakin Phoenix meraviglioso che questo piccolo scriba del futuro lui scrive le lettere per gli altri pensa ma con questa grafia che al computer poi sembra fatta a mano abbellissi ma c'è tutta questa idea di futuro molto
A assunte non di stop dico non come te ritiriamo quindi non caotico non negativo Spach Jones ha una visione del futuro propose di quello che diceva anche anche Cosulich come come anche come città molto sereno
Isolate o alienato ma in modo molto soffice molto sul fuso mi ha interessato molto perché bisogna diciamo abituati
A un futuro alla allarme alla allarmi novecentottantaquattro appunto alla Brazil di Liam di nuovo fra poco arriverà in sala Consiglio tiglio REM che è un altro suo futuro di storico caotico
Volgare e confuso rumoroso invece chi odor questo piccolo scriba del futuro che scrive lettere per gli altri felice
Vive bene vorrebbe stare con qualcuno e sa che cosa fa si compra uno S non sistema operativo che è racchiuso in un taccuino Bordon molto elegante che ricorda un porta sigarette
E
Comincia a parlare con questo ho esse che è una voce e questa voce è una voce di donna e comincerà una storia molto interessante anche erotica
Che veramente totalmente sette perché uomo e in macchina uomo al computer riusciranno a stare insieme che tipo di relazione sarà un film molto politico anche
Bellissimo non sbagliamo oltre che gli elementi insomma tanta è già suggerito qualcuno piccoli anche posso dire c'è Silvio Canning che hanno gli assetti interessa moltissimo i che fra l'altro faccenda che torneremo d'approfondire
Perché anche lì l'autostrada si allarga e la velocità raddoppia negli ultimi mesi che sta nei prossimi quindici torneremo per forza
Spike Jones d'accordo con sette nella vita del futuro che è un poggia un presente perché comunque è una lo sa Angeles appunto di oltre il due mila cento che comunque ecco già dagli anni no non è molto lontana da noi normi siamo al due mila quattordici quindi non è che
E quindi in questo futuro
Che non vede le astronavi anch'io door cammina per strada anzi c'è stato tutto un recupero degli anni Venti da un punto di vista sia da di abbigliamento che di oggettistica bellissimo questo futuro retro in questo futuro c'è il video che Ming
Piloti in Phoenix Chio dal torna a casa
è sempre molto solo gioca questi videogame che sono diventati immersi ivi è stupendo come Jones ipotizza il futuro e videogame invio quindi la schermata non è più un televisore è una praticamente è un'immagine che è stata annui è un ologramma è una versione è un programma
E io di Phoenix gioca
Da solo
Ed è componenti immerso dentro questo videogame perché egli per
C'è è ancora più interattivo di adesso lui parla con delle creature cambia completamente tutto quando lui farà amicizia con Samantha la sua nuova compagna computer giocherà collega videogame Ming
Ed è veramente affascinante come Luigi ipotizza il nuovo intrattenimento casalingo
Abbiamo più di qualche elemento appunto più di qualche elemento di valutazione e di suggestione anzi per come lo ha e ha raccontato
Più banalmente piccolo flash back dovuto perché non siamo né di non dare una scossa puntata pochi giorni pochi giorni prima della notte degli Oscar notte degli Oscar che si è celebrata con il risultato che ormai
Ben tutti sapete forse Conte due-tre minuti rispendere per tornare non solo su Sorrentino sulla grande bellezza che avevamo arrivi insomma ampiamente pronosticato come
Possibile vincente ma anche su dodici anni schiavo sub
Riti che forse meritano qualche parola
A ritroso
Alla gravità di Cipro ci propone un film per me strepitoso dove c'è una effetti c'è un'effettiva Istica
Fortissima però molto ben amalgamata a alla alla narrazione quasi ottocentesca non molto letteraria del film due personaggi persi nello spazio che fluttua andò chiacchierano se e come è come una commedia sentimentale inizio e come ripresento Salina lo spazio
Sono Sandra Bullock George Clooney stanno riparando questi satelliti ed è tutto molto tranquillo e sereno e poi arriva un gran casino per colpa dei russi che trovo esilarante i russi stanno tornando questa è la cosa mi interessa molto sempre alloggio politico i russi stanno tornando ad essere la nemesi
Però Likud questo è molto interessante visto quello che sta scadendo anche adesso penso che nel futuro sarà ancora peggio e quindi i russi hanno creato dei disagi nello spazio e la povera Sandra Bullock George Clooney vengono investiti da questa tempesta di detriti provocati dei russi
Provocato dei russi e da dall'anno in cui ai russi sono disordinati questa lama
E a quel punto questa donna meravigliosa dovrà tornare con i piedi sul piano terra anche George Clooney perché lei è anche è una fase di elaborazione del lutto diciamo che è la stanza del figlio
Nello spazio anche allenare i cani non è male c'è una la relazione dell'auto
Si arriva lì dove però non è riuscito veramente rifletteva non è uscita malamente nelle sale sfruttando l'onda di comunque un
Una marea di Oscar a conquistare sette ettari se a e quello che abbinato a livello quindi da
Con da Dini e dinamica commerciale cioè non lo so forse non c'è è questo il problema perché piuttosto bizzarra si è uscito o sta uscendo in un video è uscito tutto tuttora un video uscito quindi eccetera
Invece è un'esperienza graditi da vivere in sala Pesaro uno a firma sottolineo perché mi sembrava strano che sull'onda dell'Oscar che non è esattamente una cosa insomma come dire minuscola non ci fosse non fosse programmato una uscita vino in sala
Da grande bellezza raggiungere qualcosa è già detto tutto e unicamente
Ma è un'idea
Che forse era cominciata nascere con io sono l'amore di Luca Guadagnino cioè penso che una fetta di mondo dell'industria anglosassone voglia che abbia una nostalgica
Di un'Italia anni Sessanta
Io sono la mole di guadagnino ricordava loro Visconti Antonioni era un melo molto elegante molto bello e la grande bellezza ovviamente già dal titolo ha richiamato pesantemente Federico Fellini quindi
Loro ci vogliono barocchi loro ci vogliono edonista chi un po'tour Gidi ci vogliono così
Un po'banding commesso un premio al film nella sua oggettività se comunque sempre guardato soggettiva realtà
Ma un premio alla propria scelta di interpretazione del figlio a un'immagine dell'Italia a un'immagine che croce e delizia per noi nel senso
Che diversi stiamo diventerà un po'la macchietta di noi stessi secondo me è un po'un rassegnarsi a come gli americani ci vogliono vedere
Invece dodici anni schiavo io lo detestati comporta ancora quattro laddove si io non ho amato questo film e ho trovato grave che abbia battuto graditi scusate il gioco di parole perché ha vinto miglior film
E che diretti è un film o bagnano nel senso un po'politicamente corretto del termine cioè un film non hanno fatto i campi non hanno fatto tanti film sulla schiavitù a Hollywood quindi è un film che arriva che alle migliori intenzioni è fatto con le migliori intenzioni
è animato da progressisti
è non può non piacere ci è un po'un ricatto proprio un po'un cinema ricattatorio come direbbe Nanni Moretti
E
Ed è un film anche in Cina un posto Lido secondo me certo vedi la vita di questo la vita questi dodici anni di questo afroamericano libero dello Stato
Del del del del del nord del del Nordamerica
Dello Stato di New York che viene intrappolato un poco lo Diana mente ma ricordano molto Pinocchio l'inizio l'incontro legate alla volta viene ingannato e poi viene fatto schiave dodici o per dodici anni sta giù
è pari per avvertite che lo salva ecco questa è la ma c'è un pit ex macchina
Che io ho trovato proprio folle da un punto Istat drammaturgico
Che ha vinto il miglior sceneggiatura perché tratto da un dallo stesso romanzo del povero Solomon morto che che visse questa
Disavventura nella seconda parte dell'ottocento e prima della guerra civile e io devo dire che il film è allucinante perché palla fine arriva Brad Pitt che tra i produttori e lo libera quindi per un film cioè
Dove non c'è niente
Non non ho capito o forse sì io non mi piace fare fino a poco flash back ed è stato assolutamente chiaro
Su capita l'America ammodernarci io consideri chiuso il capitolo nell'escursione abbiamo fatto insieme al no no deve aggiungere qualcosa giustamente Cosulich
A parlare di una vicenda
Apparato di Snow dell'apparato di data gate e io proprio l'ho citato in una recensione insieme a Giuliana sagge
E che peraltro era stato trattato male non è il quinto potere
Di Biscom donna suscitando anche la tua un po'indignazione perché effettivamente era un film compare di Camber Bacci questa torre che adesso sta è ovunque no era anche la voce del drago SMAU di Hobbit
E e sta un po'in tutti i film beh il buon Benedict forse un po'troppi frazionata Campelli radicali Star Trek insomma
Quel Giuliano a sancire un pochino ci sconcerto perché veramente emergeva il ritratto pessimo di Giuliana sagge c'era un film contro Giuliano a Sangemini ed era tratto dal libro del suo ex sodale no che ieri diceva di tutti i colori qui
Io sono sconvolto questo capita l'America perché è un film perché impegni tutte inserisce la parola compartimentazione all'interno fin Marvel per ragazzini compartimentazione ricordiamo che cos'è
La compartimentazione secondo me eh l'emblema dei servizi segreti deviati cioè
E quella divisione delle divisioni dei servizi segreti che porta le stesse spie a non sapere tutto del quadro generale compartimentale i settori questo può provoca quello che anche in chiave di satira viene raccontato benissimo Benvenuto presidente io ho adorato cioè il personaggio di Gianni Cavina che il signor Fausto chiaramente ispirato al signor Franco
Questo questo fantomatico personaggio con la cicatrice come il il che il serial killer di tour detective che stava nella trattativa stato mancano il signor Franco ma chi era il signor Franco ma perché c'era questo signor Franco nella trattativa stato mafia
E a me ma sempre io sono un critico c'è un abuso amante del cinema ma il signor Franco un personaggio incredibile ecco in chiave di satira
Gianni Cavina lo faceva in commedia benissimo Min Benvenuto presidente
è stato un po'meno affrontato in chiave drammatica Giancarlo De Cataldo lo fece diventare Stalin Rossetti nel sequel stupendo secondo me di Romanzo criminale romanzo nelle mani giuste
Ebbene
La cosa fantastica ricapitato in carica e che capita l'America
Che ontologicamente mi vien da dire contro la compartimentazione perché lei è un soldato ed è un soldato che vuole condividere tutto un soldato per la totale trasparenza
Gli qualcuno gli spiega ANMIC figuri il capo di Shield il diciamo il il segmento dei servizi americani che a che fare con i supereroi lo Shield
Nick fioriti gli scritti di iscritti dice guarda me dobbiamo compartimentale e Capitaneria non la sopporta questa cosa insomma il film e tutto un film contro la compartimentazione che ripeto non è una pipa da critico cinematografico Nick fiori
Usa la parola compartimentazione un certo punto quando capita l'America non capisce tutte queste scatole cinesi Michele gli dice guarda si chiama compartimentazione ti ripeto in un filmato delle cucine fumetto che lui esista la parola compartimentazione
è inusuale è un certo punto il film sarà tutta la lotta di Capitan America contro la compartimentazione contro i servizi segreti deviati
Cerco berretto tecnici le tre giorni del Condor che era un altro film dove appunto il povero condor agente della CIA spiegato perché avete provare Ford si rendeva conto che non sapeva nulla e c'era qualcuno che c'era la scia che lo voleva Mazzarello cosa però
Il gran finale è un finale pro assai esce prosa nodo in
Keniani non ce lo direte neanche mi ha sconvolto cieca tema rimane cessi ogni autori traccia così no non è strano rimaniamo così prendono svegli avuta anche perché abbiamo solo sette otto minuti
Deve avallare Fini Veltroni perché quando ciò avverrà in guerra forse qualcosa più di un film inevitabilmente tu ovviamente non ha visto mi sembra che ci sia una critica insomma molto positiva in giro rispetto a qualcuno che aveva qualche dubbio prima delfini realtà
Come questo film bello
Tanto è e senza ma senza se e senza ma è un bignamino del su Berlinguer quindi è anche diciamo gli appassionati i politologi non saranno particolarmente soddisfatti perché
La porta un Craxi cinque minuti rapporto Unione Sovietica cinque minuti
Le pagelle a scuola andar male c'aveva questo il tema Berlinguer in due ore che è complicato questo il trend siamo con dei ragazzini che dicono Berlinguer duro lo confondono coi parenti e e quindi Veltroni molto divulgativo cioè vuole proprio farlo per cui li ventenni che oggi anche se studia alla Sapienza non sanno chi sia e quindi è croce e delizia della divulgazione cioè Molè un bignamino su Berlinguer ciò vincente
Io andarsi a comprare i libri e Ignazio assolutamente cose sul nostro sito e pieno quindi insomma sì siamo diciamo ecco viene una
E poi a quelli della nostra generazione come Emilio viene una botta di magone pazzesco perché
Era una brava persona come cantava Giorgio Gaber e francamente
Mamma mia che vuoto al dialogo politico e mi permetto di dire trasversale c'è veramente che
Che politici che avevamo
E cioè i politici che arriviamo priva di quante copie Lomelo no
Comunque avanza prodotto a Sky fila via che è una meraviglia fila via che è una meravigliosa
Centodiciassette milioni che sembrano trentacinque è questo mi sembra già un dato piuttosto immagino che questo tema insomma che certo non è una frase del pc sia
Invece sul fronte biopic al di là della stramba sa di sì ma ritardi
Grace di Monaco che uscirà ad aprile insomma ci torneremo a tempo debito
In sala
Sotto il vestito niente mi permetto citando film dei Vanzina non male degli anni Ottanta sulla Milano da bere sui modelli e le modelle devo dire che gli attori sono eccellenti Pierre mine e di Andria Jenna che vengo dalla come di Frances sono pazzeschi
Mine fa x all'Olanda Gaia e ne fa Pierre Bergé che era il suo che è stato il suo braccio destro nonché compagno di vita
Io mi sarei aspettato qualcosa di più perché loro due sono veramente mostruosi quindi te lo vedi fin perché sono belli Mambelli nel senso più profondo del termine sono molto
Intensi nella loro interpretazione
Il film è un po'superficiale devo dire perché alla fine ho cercato di molto di pensare a rischio di tutti biopic insomma
Sì cioè Scelli è un
Esattore successo per periscopio esatto esatto però rubato era più interessante diciamo che taglio discutibile aggiungo io però insomma comunque alta però interessante sul rapporto con la moglie qui ondeggiare qual è il taglio qui
Il salto avanti era un seminarista un po'rigido ragazzino ARPAI finito che rivitalizzato alcune don no un edonista di festa in festa ecco questo è un po'il senso che uno dice va be'quindi
L'arte la moda come a concepire Luigi rapporti interni alla moda francese Lagerfeld c'è è un cretino lo interpreta il figlio di Klaus Kinski che però Duncan bellissimo attore secondo me
è fatta un Carla che fare degli di una superficialità poco il cretino abbiamo due minuti per il cane insomma
Cammin sonde bene
Io aspetto tantissimo nel dittico von Trier Ninfo Menia che non penso che lo spetti solo io lo aspettano tutti a come do anche qui a Radio Radicale che c'è molta curiosità
Esatto e
E quindi perché io amo molto Habermas scontri a lo trovo sempre molto divertente e quindi voglio che mi provochi voglio che in che voglio voglio vederlo sono molto curioso e poi
Stiamo arrivando anche a a a un grande ritorno di un regista che amo molto e West Henderson che ha fatto gran Budapest hotel
E che è un film con i Paesi immaginare mi piace fin con i Paesi immaginario quindi Dubrovka che è una una uno Stato immaginario della dell'Europa dell'est un po'come fagiani Marx
Con la guerra lampo della delle Marx è un po'come ha fatto danni Bruno con super con De Iaco dove c'è il cerchi stanno che è un Paese che non esiste questa Henderson ha fatto un film questo lo posso dire perché l'ho visto
Che ha a che fare anche con l'animazione con le note che oggi è un film
Strepitoso su o un luogo anche dell'immaginario mitteleuropeo molto affascinante un fin divertentissimo
E mi segreterie disegno pensa se l'ha visto per caso che stupendo
Beve visto bene è un treno che è un mondo
Mi non pensavo che tin tin tin tin i dirigenti potrà interessare infatti dal terrorismo e visto il giudizio ancora in sala quindi perché vuole insomma quello farsesco
E pazienza un po'di metafore che non abbiamo tempo di di raccontare ma immagino che tu rimaneva lapidaria fuori tirar fuori cella dentro Margaret saggio del firma come direbbe Fabrizio Zampa
Bene dovendo dopo assassinio sull'Orient express e questo è lotta di classe dovuto zero lotta di classe due punto R tre traccia abbiamo con Margaret Thatcher con Tilda Swinton che fa una Margaret Thatcher una simil Thatcher
Fantastica fissino Allodoli per ore per oggi ci fermiamo torniamo la prassi ha votato aveva parlare di videogames e quindi del dell'intreccio col mondo del cinema cercheremo di fare il punto se riusciamo anche con i numeri con tutti gli step che ci sono per la digitalizzazione delle sale
E poi dedica una parte del del nostro tempo a Mazzacurati perché sta per uscire il suo fine firma che aveva
Già pronto che sarà a fine aprile in sala e credo che potremo avere anche qualche testimonianza piuttosto interessante credo preziosa proprio sul lavoro meraviglioso di Maza cura dei chiodi voglio dire
Già ci manca un po'
Grazie a Francesco no per essere stato con anche questa sera grazie al nostro ospite in apertura Oscar Cosulich che ci ha raccontato del futures il Festival di qui a pochi giorni a Bologna trovate tutto sul sito
Noi con sette invece torniamo proprio a puntata il mese prossimo e abbiamo già anticipato qualcosa e qualcuno dei temi da Emilio Targia grazie a chicchessia ascoltato grazie
Sette cinema fuori campo
Cinema web e nuove tecnologie nell'obiettivo di Francesco hanno