26MAR2014
dibattiti

Difesa dei Diritti Umani e della Libertà

DIBATTITO | Roma - 16:30. Durata: 1 ora 39 min

Player
Premio 2014 al Generale Nicolò Pollari.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Difesa dei Diritti Umani e della Libertà", registrato a Roma mercoledì 26 marzo 2014 alle ore 16:30.

Dibattito organizzato da Associazione Acmid-donna Onlus.

Sono intervenuti: Roberto Rosseti (giornalista), Souad Sbai (presidente delle Donne Marocchine in Italia della Consulta Islamica), Arturo Diagonale (giornalista L'Opinione), Tiziana Soprano (imprenditrice), Domenico Cipollone (tenente Colonnello dell'Esercito), Angela Gagliardi (imprenditrice), Lella Seminerio (scrittrice), Magda Menechini (componente
del direttivo dell'associazione "La Martinella" di Firenze), Daniela Francesconi (rappresentante dell'Osservatorio del diritto italiano e internazionale), Valentina Colombo (docente di Geopolitica del mondo islamico presso l'Università europea di Roma), Nicolò Pollari (generale italiano della Guardia di Finanza ed ex direttore del SISMI).

Tra gli argomenti discussi: Abu Omar, Calipari, Diritti Umani, Donna, Giustizia, Islam, Magistratura, Pollari, Premio, Religione, Servizi Segreti, Stato, Terrorismo Internazionale.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 39 minuti.

leggi tutto

riduci

16:30

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Va bene
Io che
Possiamo dare inizio a me danza siamo veramente tutti quanti qui perché siamo al pienone
Cosa abbastanza
Impreca
Abile improrogabile visto e considerato che in questi giorni a Roma sta accadendo di tutto e pure io innanzitutto vi l'azione proprio per essere qui presenti ma
Credo che ci abbia aiutato il fatto che l'occasione è un'occasione particolare di cui personalmente sono molto ma molto contento di dire
La sua Bibai grazie per avermi invitato a parlare questo pomeriggio qui
Perché
Già il fatto che si dia un premio
Un premio e prima di dire il nome della persona che tutti quanti conoscete vorrei dire perché
In difesa dei diritti umani e della libertà
Io vorrei aggiungere un altro piccolo passaggio
Un premio a nome per conto di uno Stato
Che molto spesso è assente e che invece io vorrei dire che questa sera è qui con noi perché questa sera hanno il prelievo avviamo per tutto questo al generale Nicolò col
Beh generale
So che questa applauso così lungo e poi
Mi faccia capire quanto lei stia
Nel nostro cuore nel cuore di tutte le persone che sono qui presenti per tutto quello che lei ha fatto per questo Paese
Riguardo agli ultimi anni
Innanzitutto voglio ringraziare l'organizzatrice di tutto questo che esso ha display
Era sono qui con me le ringrazio particolarmente anche di questo su A due perché con la natura diagonale e il direttore dello unione siamo purtroppo amici da pochi giorni lei come si può ben capire dai nostri capelli io non ce l'ho neanche più completamente veri e invece no Valentina Colombo che sta qui e chiede una delle persone più
Questo ente nonostante la sua giovane il tema di tutto quello che accade nei Paesi arabi ed è una persona che sa imporre le sue idee
E non
Lette mai rispetta quello che pensa il che in un mondo come il nostro e anche questa è una cosa abbastanza difficile da trovare ed approvare
E adesso io mi scusi generale ma due parole su di lei le devo spendere come ho detto molto volentieri perché
Perché questa
è una di quelle occasioni in cui dobbiamo veramente avere la possibilità
Di fare una marcia indietro in tutto quello che è accaduto negli ultimi undici anni o dodici anni come lei ha detto
Voglio ricordare per esempio che lei
Punto il merito e la difficile incombenza di diventare direttore del SISMI in una data molto precisa e molto difficile perché noi e per il mondo intero
Lei è diventato direttore del SISMI nel due mila e undici poco tempo dopo forse neanche un mese dopo quell'avvenimento che ha cambiato come è stato detto la storia nell'universo
L'undici settembre due mila e uno
In questo caso faccio un piccolo ricordo a livello personale io in quel periodo ero diventato da pochissimo responsabile della parte giornalistica di Uno Mattina
E quel giorno
Il direttore di RAI Uno Agostino Saccà chiamò sia ai giornalisti io in rappresentanza di quell'organizzazione
Sia la parte della Rete per mettere in piedi quello che doveva essere la trasmissione dell'inverno
E mi ricordo che eravamo tutti riuniti in questa sala dove c'era una lunga serie di televisioni che facevano vedere immagini da tutto il mondo accertamento guardando questa televisione vediamo che in
Due o tre
C'erano le stesse immagini
E allora ognuno di noi non ricordo neanche che disse ma che strano fanno lo stesso film che in due o tre Paesi diversi perché si vedeva questo aereo che stava iniziando
Poi abbiamo capito che non è conosciuto
Che stavano trasmettendo delle cose che avrebbero veramente cambiato la storia del mondo da quel momento in poi
E allora siamo corsi
Apprende le direttive vere per fare qualche cosa che potesse essere utile per tutti quelli che stavano a casa e io lo dico non certo punto di vista con dispiacere
Ma da un certo punto di vista con orgoglio
Perché incredibilmente nei quaranta giorni immediatamente successivi a quell'avvenimento
Uno Mattina avuto il suo ricordo d'ascolto nella storia della televisione
Mi ricordo che la media la media d'ascolto dalle sei e trenta del mattino alle dieci e trenta del mattino raggiunge fa quarantadue per cento
Ma non era un merito nostro era purtroppo un merito di tutto quello che stava accadendo in giro per il mondo e di cui si aveva una assenze che non finiva più
Ecco il compito del generale folle in quegli anni è stato più o meno non dico anzi mi scuso se faccio un paragone di questo genere
Ma è stato quello di comprendere prima di tanti altri che cosa stesse avvenendo
Difenderci da tutto quello che stava avvenendo anche e soprattutto nel nostro Paese perché quello che è avvenuto allora
Ha avuto poi delle conseguenze in Italia
E voglio ricordare un altro nome che lei forse è stato caro e voglio parlare di Nicola Calipari un alto servitore dello Stato
Che ha pagato
Fino alle estreme conseguenze
Il suo compito di persona che ha agito per conto e il nome di questo Paese ne ha pagato di conseguenza perché non poteva forse fare altrimenti io credo che
Noi saremo veramente un Paese libero saremo veramente un Paese democratico fino a quando ci sarà
Una spina dorsale una serie di persone che riusciranno a compiere fino in fondo il loro dovere senza neanche chiedersi se gli altri lo apprezzano oppure no
Io credo che la cosa più grande che in generale polveri ci abbia insegnato in questi anni è stato proprio questo nonostante tutto quello che ha passato e io lo dico
Perché il Signore ha buon ma è stato guarda caso condannato definitivamente per sei anni per il terrorismo
Ed è stato invece
Messo sotto accusa una persona che ci voleva difendere dai tanti Abu Omar che sono questi
E allora
Perché
Si verificano questi fenomeni a queste cose
Perché purtroppo quello Stato che noi amiamo
Quello Stato che noi pensiamo di poter interpretare
Molto spesso
Ha delle carenze
Ha delle carenze che le conseguenze le pagano proprio a quelle persone che prima di tutti e prima di tutto lo voglio servire lealmente
Sono state quattro i Governi
Che hanno visto la vicenda Abu Omar da Prodi Berlusconi Monti letta
Beh io credo che da questo punto di vista generale può essere soddisfatto per un motivo semplicissimo
Perché tutti e quattro chi in maniera maggiore che in maniera minore hanno comunque avuto perlomeno il coraggio di affermare che dietro la operazione Abu Omar a Milano
Ci doveva essere
Il segreto di Stato per chi è che chi ha agito agito per conto e il nove dello Stato italiano è una piccola soddisfazione
Perché ci vorrà forse molto più coraggio nel
Derive delle posizioni che devono essere facilissime da prendere
Soprattutto perché si tratta come al solito di non fare incongruenze
Non si possono mettere sullo stesso piano
Chi delinque e chi aiuta
Da quella parte di chi non deve fare delinquere allora sono due aspetti
Completamente opposte completamente diversi ma se si mettono sullo stesso piano chi agisce nella maniera
In cui si deve difendere questo Stato
E chi si mette sullo stesso piano chi questo h Stato pone
In uno stato di assedio beh allora vuol dire qualcosa non funziona
Perlomeno a livello e lo dico che non ho problemi nel dirlo della magistratura di questo
Non è possibile che in qualsiasi cosa ci sia sempre un magistrato che vuol fare il Pierino posso dire lo dico senza il minimo problema
Chi si assume questo responsabilità
Se ne deve assumere fine alla fine
Nel senso che
Come in tutte le professioni chi sbaglia deve potere
Pagare
è
E se si vuol far pagare chi è servitore di questo Stato si deve poter far pagare chi questo Stato lo serve male
Ed è per questo
Che quando Souad Sbai
Mi ha parlato del premio ed il premio che sarebbe stato dato a lei questa sera ne sono stato veramente tanto e tanto felice perché io sono convinto che
Persone come lei
Esistano ancora in questo Paese ce ne siano tante molto spesso
Non sono neanche conosciuta
Lei ha avuto una sfortuna è una fortuna
Ha avuto la sfortuna di
Essere accusato di cose mio Mignosi nonostante lei fosse in quella carica che tutti le riconoscono
Ma ha avuto la fortuna che proprio per questo una parte del Paese quella parte che forse non è che uno su tre in più
Lei è stata vicina anche se lei non lo ha sentito
Perché purtroppo di questo Paese si conosce soltanto la parte che fa rumore
Quella parte che
Aiutata dai giornali di cui noi siamo la cattiva rappresentanza
Purtroppo sappiamo tutti benissimo
Come
è facile come è facile
Poter fare clamore
Dando certo tipo di notizie
Non sono le cose positive che fanno notizia sulle cose negative che fanno notizia ma anche in questo caso io ne rivendico e lo dico non ho problemi a dirlo vorrei che
Se questa legge di uno Stato a una motivazione ci siano anche delle pene per chi racconta falsità e le mette per iscritto sui giornali o in televisione
Noi volevamo fare me sentire la nostra vicinanza prima di tutto e innanzitutto per un motivo semplicissimo
Perché siamo convinti
Che si può ancora fare tanto per questo Paese perché questo è il Paese che noi abbiamo
Non siamo pronti
A voler uscire dai confini di questo Paese e lo dico soprattutto per i giovani e ai giovani molto spesso mi è venuta la tentazione
Di dire ai miei colleghi più giovani di dire agli amici delle mie figlie
Cercate una soluzione al di fuori di queste di questi confini perché qui non si trova lavoro perché qui che lui non c'è giustizia per un sacco di voti e poi dopo mi rimangio tutto
Per un motivo semplicissimo
Perché questa
è l'arteria che noi amiamo
è questa e l'arteria
Che tra i nostri padri dai nostri antenati abbiamo imparato ad amare e vogliamo continuare ad amare nei nostri anni che ci rimangono ancora questa è la terra in cui i nostri figli
Dovranno poste rimboccarsi le maniche per ricostruire quello che noi purtroppo e dico noi abbiamo distrutto in questi ultimi anni
Adesso tocca a sua
All'organizzatrice del premio
Alla persona che ha decisamente dato anche lei una svolta
In questo ambiente strano che è il Parlamento italiano
Ha combattuto delle battaglie in nome e per Conte delle donne
Delle donne italiane così come delle donne arabe senza mai rinuncia senza mettersi il velo il che è già effratta così abbiamo già capito
Da che parte sta ecco che sta sta con la libertà sta con la democrazia
Ma non sta né con la finta libertà né con la finta democrazia
E che non è farcite
Da trovare in questo momento io SUAP ho imparato a conoscerla Mammano
In seguito alle iniziative che coraggiosamente lei ha portato avanti è una donna che non cede mai
è una donna che ama il suo mondo che ama anche le cose negative del suo mondo nonostante quello che dicevamo male Abu Omar non credo che lo possa amare
Però combatte a viso aperto e devo dire che tutte le persone che è conosciuto che stavano affianca lei
Hanno la stessa identica caratteristica sono tutte persone che combattono a viso aperto e non è facile in questo mondo
Strappi resasi riserva oltre però
Bene
Io meramente vorrei
Ringraziati tutti anche se non ho proprio conoscenza o no per la prima volta emozionata
Quindi si vede niente però qualche Lucetta
Ci troviamo io veramente vorrei ringraziare in generale Nicolò Pollari
E nei momenti non sospetti lei lo sa abbiamo difesa un qualsiasi momento che si è parlato i vari processi noi abbiamo sempre fatto quell'intervento piccolo
Però sempre da parte nel giusto
E dal primo giorno sapevamo
E eravamo nel giusto
L'Italia è cambiata bene
Sappiamo è cambiata
Cambiata più tardi anche se
Sono subentrati altri gruppi
Ma tanti ci sono ancora
Tantissimi
Che occupano quasi il novanta
Occupano tutto
Fanno le loro leggi avanzano
Loro non hanno hanno tanta pazienza
Loro pensano anche tra i novanta anni che cosa succederà in Europa
Loro non hanno io non ho voluto io veramente mano obbligato di scrivere e dire una cosa per non uscire fuori delle righe
Mi sa che meglio perché sennò e ho paura ma permettetemi solo questa e quella premessa proprio piacere
Per almeno dire quello che abbiamo subito
Insulti i timori
In un cinema
Minacce
Questa è l'altra parte
Quella della società civile quella che vuole la libertà
Quella che
Quell'estremismo non ha mai conosciuto neanche nei Paesi arabi l'ha conosciuto in Italia l'ha conosciuto in Europa
Quelli stalinismo
Che avanza in maniera
Una maniera lenta maniera anche velocemente tutti e due
Lenta su certe cose e veloce su altri
L'estremismo che abbiamo sempre bloccato
La Consulta è oggi ringrazio quindi del Ministero dell'interno presenti qui ringrazio anche i senatori venuti a trovarci
Abbiamo passato l'inferno in quella Consulta
Consulta per l'Islam italiano
Io ho visto di tutto e ho sentito di tutto
Volevano una loro
Costruzione
Hanno presentato quando il ministro ha chiesto in modo ingenuo preparate un pezzo che vi interessa in questa questo stesso
I cari signori estremisti hanno presentato dimettersi uno azzurro numerosa
Al Ministro l'Italia non ha capito
Se era una questione di sono di colore
Che sarà mai no
Salsa aperto ministro legga bene sono due costruzione una per le donne e una più equa
E tante altre battaglie che abbiamo fatto noi abbiamo solo rallentato al processo degli estremisti
Allentando lo come
Come diceva prima Roberto
Insieme a Valentina insieme tutte le amiche
Insieme agli amici che sono arrivati da Firenze oggi con la loro Presidente
Margherita inchini che lavora tutti i giorni per questa questione
Vorrei ringraziare
Daniela Francesconi vedi ringraziare
Di Roma Firenze Roma che adesso son venuti col pulmino io vi ringrazio veramente per questa
Col treno vada scusa
Tiziana soprano che
E l'associazione attività di Milano pure ringraziare
Daniela Francescone
Che il nostro Segretario meravigliosa che ha sempre combattuto lavora per i bambini
Sfortunati malgrado trova il tempo per aiutare anche noi
Resta lottare Stefania presente dell'équipe
Che sta qui tanti persone dimesse tutti voi che state qui
La comunità seria
Che
Con difficoltà va avanti
Cosa che il fisso particolare quella cristiana
Ieri abbiamo visto
Il crocefisso nuovo crocifisso proprio crocifisso in piazza
E quello è l'estremismo un ritorno al
Alla
Leggere non lo so che ritorno a che cosa
Non so come chiamarli
Anche se so come chiamarli ma non posso
Dirlo in questa sede
I devo dire vorrei ringraziare Angela allenarsi dal vigilia
Per questa occasione
Il ritiro c'è un'inversione strategia residenza di attività trent'anni che ci segue questa battaglia Tatiana nella Krajina
Tanti persone che vedo
Però secco nel se uno sta qui sembra che Ciarlo Chiesa vera vedere nulla
Però forse è meglio che lecco
Cioè
Non è facile caramente mio nel farci
Non è mia intenzione entrare
Nelle pieghe di una vicenda dolorosa
Che non sta a me a commentare
Le analizzare
E che fa che ha visto un vero uomo dello Stato vivere un moltissime
Che non
Meritava
E francamente
Non meritavamo non meritavamo neanche noi
Come cittadini italiani che ancora crediamo nell'istituzione
E gli uomini che
Con il loro lavoro
Io onorano
Oggi
Vogliamo soltanto solamente
Premiare
In questo poco in questa sede prestigiosa la fedeltà
La tenacia la capacità di non mollare mai
E credere ancora nelle forse di giustizia
Anche quando essa viene nascosta
Nelle nuvole dei tu più
E delle incertezze
Vogliamo premiare la verità e l'onore
Con l'onore che permette
Associazione come la nostra e come tutti quelli che oggi siedono finanziando noi
Il proseguire il loro lavoro e la loro azione
In mezzo nel mille difficoltà che permette di difendere ancora le donne ostaggio
Del buonismo che apre la strada all'estremismo
Poniamo premiare il coraggio
Di chi cammina
Nella sua vita a testa alta
Ma al trattato
Messo al margine
Contrastato ma sempre fiero di difendere e donne che nessuno ci difende l'ente perché non fa chic
Non è politico corrette
Come diceva qualcuno
Perché il burqa innescata mutilazioni genitali
Il surplus sì classificazione
Libertà per loro
Sono la loro tradizione
Non è la nostra tradizione assolutamente la trasmissione degli estremisti non ha nulla a che vedere con la cultura
Quella
Tu qui noi abbiamo vissuto
Vogliamo premiare
Che dire
Il suo percorso di vita come il servizio di difesa alla sicurezza non solo dello Stato ma anche dalla
Società e della sua integrità
Te la sua
Solidità e dalla sua
Appunti
Sopravvivenza
Perché basta
Un sospiro
In una crepa a farla Torre tremare
Pericolosamente
Vogliamo oggi premiare insieme più generale Nicola Pollari
Che ringrazio dal profondo del cuore
Per essere qui oggi
E tutti coloro che dopo
Essere
Caduti

Rialzano e prendono a correre più forte di prima
Nella certezza che sono mettendo la faccia
Il pericolo
Non può essere affrontato seriamente e in maniera efficace
Non amiamo i salotti
E le riunioni insieme
Perché conosciamo sono le strade sofferenze vere delle donne
Non quelli che usata come arma per il consenso anche in sede istituzionale
Ma quello che
Versa lacrime vere pieni di dolore e di rabbia
Grazie a tutti voi perché questa giornata
Consigliere Fitto tutto il senso della verità e della giustizia
Oggi
E stabilità
Ma troppo spesso nascosta
Il nostro pensiero
A chi già pagato in termini di vita e di favore
Un prezzo altissimo per il suo coraggio
Ed è stato
Dimenticato
Anche a loro oggi va il nostro pensiero
Grazie a tutti
Dopo c'è tutto il programma grazie veramente a tutti tutti voi
I anche questa giornata corriamo ricordare come associazione anche una persona
Che è morta giusto perché
Voluta diventa voluto tentare cristiana Rachida
Io farei un applauso tralascio
Per Toro capisco che è difficile in questo momento dopo le mozioni che ci ha fatto sentire la sua
Ma
Toccate
Io
Difficilmente solleverò
Emozioni voglio fare un discorso di altro genere sì tutto quando Souad Sbai mi ha chiesto di partecipare a questa aggiornata questo convegno
In cui veniva prematura il generale Pollari ho detto subito entusiasticamente di sì
Per un motivo
Personale per un motivo di solidarietà
Personale
Per una ragione semplicissima perché io ho sempre considerato il generale
Un ufficiale capace
Efficiente
Di altissimo livello quindi poter partecipare a una serata in cui a un pomeriggio in cui si premia
Una persona come il generale Pollari ne faceva particolarmente piacere
Però
Poi riflettendo o mi sono chiesto
Che non c'è soltanto la solidarietà umana io credo che il generale ho già ricevuto tantissime applausi ma ne avrebbe fatti volentieri a meno avrebbe fatto volentieri a meno di questi applausi si avesse potuto seguire un percorso
Professionale
Di altro genere
Non caratterizzato da dal problema che
Lo ha visto vittima di un sistema diciamo io la definisco di malagiustizia
Allora riflettendo mi sono reso conto che
Il caso Pollari
è un caso significativo
Una sorta di svolta
Ragioniamoci bene perché è una svolta duplice
Perché nella vicenda
Del generale Pollari
Non si intreccia solo la questione personale la questione di un ufficiale che è incappato in una
In un
Comportamento irrituale o come possiamo definirlo non corretto da parte di alcuni magistrati
Vittima del protagonismo forse di alcuni magistrati non c'è stato qualcosa di più
C'è stato qualche cosa di più
Il più significativo di molto più importante
Che
Addirittura superiore
Alla persona
Ma che riguarda l'intero Paese
La partita che si è giocata sulla pelle diciamolo pure e sull'onore sulla rispettabilità
Sulla professionalità sulla carriera sulla vita del generale Pollari è stata una partita che si è giocata sulla pelle di questo Paese
Per un verso
Perché quella partita rischiava di poter ridurre la capacità di difesa di questo Paese dai pericoli esterni delle infiltrazioni terroristiche
E questo è estremamente importante perché il nostro un Paese
Che ancora una volta è un Paese di frontiera rispetto una sponda sud del Mediterraneo dove le primavere tendono sempre a trasformarsi in autonomia di inverni tempestosi
E perché il nostro Paese
Che è una sorta di antemurale dispetto al mondo arabo in fermento
è l'approdo naturale
Non soltanto di chi è alla ricerca di asilo ma è anche di chi
Pensa in prospettiva quello che diceva Souad
Di poter
Recuperare gli spazi del vecchio Sheikh calato del
Del califfato
E dei tempi in cui lungo le sponde del nostro Paese dovevamo mettere tante
Torri di avvistamento dei cosiddetti Saraceni c'abbiamo questo rischio che è un rischio che non è più di conflitto aperto ma di infiltrazione
Nei confronti della quale bisogna esercitare il massimo controllo
E anche il massimo rigore
Però questo
L'altro aspetto accanto a questo ce n'è ancora uno che è ancora più importante a mio parere perché sulla pelle del generale con Pollari si è giocata la partita del PEG predominio
Della
Del ruolo del potere della magistratura nei confronti degli altri poteri dello Stato
Singolarmente curiosamente nella partita che si è giocata al Tribunale di Milano è stata messa in discussione
L'autorità dell'Esecutivo la capacità la legittimità dell'esecutivo di portare avanti la politica estera del Paese
Perché la politica estera del Paese nelle vicende del generale Pollari doveva essere sottoposto alla cosiddetta legalità interpretata rappresentata e in personificata dal pensiero
Dei singoli magistrati
Che potevano mettere tranquillamente in discussione gli accordi fatti dal nostro Paese con i Paesi alleati nella difesa comune contro il terrorismo
Perché potevano tranquillamente influenzare di incidere anche nel futuro
Sui rapporti interni è stata una partita sul predominio
Della magistratura sulla non sulla politica
Perché questa non è una partita sulla della predominio della magistratura sulla politica come si dice normalmente ma sulla capacità dello Stato di essere effettivamente uno Stato di diritto
In grado di difendersi dai pericoli esterni ed in grado di utilizzare i propri uomini
Per la difesa dello stato di diritto
Allora perché è uno spartiacque
Perché chi puntava
A dimostrare attraverso questa vicenda che il potere della magistratura era superiore
è stato sconfitto
Questa è una vicenda che rappresenta uno spartiacque importi importante un giro di boa
Ma noi dobbiamo essere consapevoli che in un giro di boa
Che non da immediatamente la possibilità
Di
Invertire la rotta
Perché
Per invertire la rotta che va avanti ormai da tempo immemorabile
Per invertire la rotta imposta da un tipo di cultura giustizialista che puntava punta e continua a puntare al predominio
Non della magistratura in quanto tale ma dalla parte più
Estremista della magistratura
E allora bisogna fare una rivoluzione che sia culturale e politica ma soprattutto una rivoluzione culturale
E allora quelli che qua oggi hanno applaudito debbono essere consapevoli che per raccogliere applausi fuori
Bisogna usare il caso Pollari
Come una bandiera
Per poter cambiare
Quello che è avvenuto nel nostro Paese
Io in questo periodo sua giusta approfitto perché il caso Pollari mi ricorda la vicenda del capitano Dreyfus
Il capitano De rifusione erano ufficiale
Francese
Che venne condannato
Perché accusato di alto tradimento non è il caso del generale per fortuna però è una vicenda estremamente grave
Condannato inviato al
Nella cui alla francese all'Isola del del diavolo per motivi che erano al tempo stesso politici
Di pregiudizio razziale
Perché nella Francia di fine Ottocento nascevano quelle correnti antisemite
Che poi dalla Francia si sono
Allungate specie estese in tutto il continente hanno prodotto i risultati che tutti quanti conosciamo
Allora
Anche allora si diceva che le sentenze
Si applicano
E non si possono discutere
Invece
Émile Zola riuscire a sollevare il problema
A discutere quella sentenza
Perché vedete la differenza tra gli Stati autoritari e gli stati di diritto sono che negli Stati autoritari le sentenze si applicano tacitamente silenziosamente non si possono mettere minimamente in discussione
Negli stati di diritto invece
E la possibilità di poter discutere le sentenze sia pure applicandole che distingue
Il livello di autorità di autoritarismo dal livello dello Stato di diritto democratico liberale
Allora anche nel carnet la vicenda Pollari
Si è riusciti a ridiscutere
E gli effetti sono stati positivi
Allora mi piacerebbe
Sulla scia del del caso Dreyfus sulla scia del caso sarà polveri ma lo dobbiamo fare noi
Il compito di
Dire j'accuse lo dobbiamo prendere i numeri
Lo dobbiamo avere dobbiamo avere noi questa forza di poter andare controcorrente di poterci opporre all'egemonia culturale di tipo giustizialista che ha
Consentito
Ha consentito visto punire un processo come quello di cui è stata vittima il generale Pollari dobbiamo essere noi
E spero che
Prendendo questo esempio capendo come può essere il giro di boa
Si riesca tutti quanti insieme a farla questa rivoluzione che non è una rivoluzione per abbattere qualcuno ma è una rivoluzione semplicemente per ricordare che lo Stato di diritto è questo
Non è lo stato in cui una parte dello Stato prevarica le altre
Grazie
Chiamo subito ora Tiziana soprano perché diciamo lunedì o che la spetta lei viene da Milano
è una imprenditrice stata Presidente anche di Confindustria giovanile
è una donna esiste
Acché Milton diciamo Milano
Tiziana sopra non è una persona che sempre combattuto per i diritti delle donne aiuta le donne e in giro per il mondo anche dell'Africa
Subsahariana e
E una milanese
è una Crisci sa è una
è una persona anche
Devo dire valso punto
Attilio
Subito l'ho chiamata perché sono un un aereo che la spetta
Sentita la parola
Tiziano
Allora buongiorno e io mi sono veramente onorata oggi di poter così essere vicino a lei in questo momento agli entro fine che tutti vogliamo condividere
E vorrei semplicemente agganciarmi a lieto fine della sua storia
Per come dire portare un messaggio
A tanti amici io parlo mio mi occupo di impresa quindi in questo momento sto parlando anche ad amici imprenditori che mi han detto per favore se poi fai sentire anche la tua voce
In questo momento io vivo e lavoro in una delle Regioni direi
Molto importanti a livello italiano da un punto di vista anche produttivo
Che in questo momento è affranta e abbattuta per i motivi appunto che abbiamo analizzato prima che ognuno di loro Espresso
Siamo abbandonati non sentiamo lo Stato dietro di noi stiamo perdendo di competitività
E non si rendono conto che stanno ammazzando il tessuto italiano che di fatto da micro piccole aziende italiane che sono state
La fortuna del nostro paese sono state quelle che
Sono riuscita a far conoscere il meglio dell'Italia nel mondo
Stanno distruggendo questo
Io chiedo lo sto chiedendo tantissimo tempo di fare in modo che questo non avvenga in tempi stretti stiamo perdendo veramente tempo
Quindi tutto quello che stiamo facendo lo stanno facendo uomini e donne di buona volontà
Dal volontariato all'impresa tutto quello che stiamo facendo stiamo facendo a livello individuale quindi secondo me è veramente giunto il momento di non perdere più tempo questo lo chiedo a nome di tutti i quelli che con me tutti i giorni combattono si trovano a salvaguardare loro impresa e si trovano a tutelare i loro dipendenti per salvaguardare il benessere delle famiglie per salvaguardare lo stato sociale
Io la invito se può venire sul palco giusto abbiamo un piccolo pensiero per lei da Milano e mi farebbe piacere consegnarglielo
Grazie
Lo solo leggere una
Ok scusi prego
è questo lo una piccola frase che ci siamo permessi di selezionare insieme gliela leggo così tutti ne possano
Abbiamo trovato questa frase che ci sembrava adeguata
Ora non è più il momento di pensare a quello che non ai pensa a quello che poi fare con quello che hai lei ha una grandezza e quindi vada avanti con quella
Molte volte
Grazie
Gravi
Però
Io vi ringrazio e ringrazio come sempre la mia carissima amica del cuore esso ha perché con lei ho scoperto veramente un mondo
E tutte le persone che sono intorno a lei sono veramente tutte persone spettacolari
Che in maniera molto silenziosa ogni giorno fanno un piccolo pezzo quindi sono veramente positiva nel pensare che continueremo a costruire qualcosa per i nostri figli per il nostro futuro grazie grazie
Io non ho dimenticato la Sicilia ma ho voluto aspettare la Sicilia può aspettare no
E c'è un motivo anche vorrei invece
Invitare qui
Che ho perso anche
Tra
Il
Il dottore colonnello Domenico Cipollone
Che anche psicologo
No è l'amico sei allegrissimo
Attrezzi prologo insegna anche la scuola inferiori delle agisse per la difesa nucleare e biologo chimico
E e anche lui porta un premio di agli enti
Per
Il nostro generale grazie grazie
Gentili signore
Signor generale gentili signori buonasera
Anch'io sono un po'nazionale
Non avrei mai pensato a un giorno di poter avere il privilegio di rendere omaggio in prima persona ad un uomo di Stato
Che ha orientato la propria vita al servizio delle istituzioni destando ammirazione in tutto il popolo italiano
Esprimo la mia gratitudine all'Associazione accanite a sua Sbai
Con la quale collaboro motivato dal convincimento verso quegli ideali di difesa e tutela dei diritti umani che con essa condivido
Oggi ho l'onore di essere qui davanti a lei signor Generale per ringraziarla
Per il servizio espletato a favore di tutti noi italiani e non
Per le vite umane che ha salvato attraverso un lavoro tanto intenso quanto riservato
Ma soprattutto signor generale mi sia consentito ringraziarla
Non soltanto per ciò che ha fatto ma
Per come lo ha fatto
E mi riferisco alla sua professionalità
Alla
Alla sua professione svolta con fierezza determinazione
Intensa partecipazione emotiva senza mai indietreggiare di un centimetro dinanzi ad accuse tanto infamanti
Credo che siano poche le cose che Fiacchi non l'animo umano
Come quella di essere accusati ingiustamente
Così come atroce terrificante e la condizione di colui
Che non può esercitare pienamente il diritto a difendersi
Posso soltanto immaginare signor generale cosa abbia provato ogni volta che chiamato dagli organi giudicanti
Doveva tentare di chiarire la sua posizione
Quello slalom tra le parole
Necessario per evitare di dire cose che non si potevano e non si possono dire mi è piaciuta questa frase citata da lei in una trasmissione televisiva di qualche giorno fa
Questo slalom dicevo spesso interpretato in maniera tanto equivoca quanto meschina
Non mi soffermo oltre sulla violenza psicologica da lei subita in questi ultimi otto anni di dolorosi disagi
La sua forte personalità fretta inflessibile unitamente
L'amore della sua famiglia dei suoi cari
Le ha permesso di non perdere mai la fiducia e l'autostima in se stesso
L'evento traumatico difficilmente ritengo potrà essere mai dimenticato
Mi auguro tuttavia che la stima l'ammirazione e l'affetto di coloro che come noi sono al suo fianco
Possano mitigare l'angoscia la sofferenza il dolore che lei ha subito in questi lunghi otto anni
Mi sembra inoltre doveroso ricordare
In questa circostanza
Tutti coloro che silenziosamente hanno stimolato e sostenuto la sua attività ai quali
Non sarà mai riconosciuto alcun tangibile apprezzamento
Concludo citando una frase di tali leggi Bra
Le animi più forti sono quelle temperati dalla sofferenza
I caratteri più solidi sono cosparsi da cicatrici grazie sono cento
Io
Accetto questa
Il Consiglio
Argomenti allievo per
Scuola arriva alle attività
è stato uno degli esordi
Nella mia vita professionale
E anche della mia vita sentimentale
Così
Allora mia moglie prossimo Senato
Quali
Finale
Angela dirigi miglia essa sono scusami bozza somalo Vassallo sta sono allo stato c'è anche Reggio Emilia stesso allora
Anzi della Gagliardi è una imprenditrice una
Anche attivista
Fatto nulla lavorato tanto per a un'associazione che e si occupano di del sostegno per le persone e delle le terremotati gli aiuti o nel caso che ha avuto soprattutto dalla vostra zona
Una persona devo dire ecco quel
Anche con lei ecco c'è una rete che in tutta Italia vuol dire questa rete meravigliosa
Che oggi mi scuso tantissimo ma hanno detto che ci sono altre persone che non sotto tutti entrare perché non c'è spazio questa sala non prende più di ottanta nove persone novanta persone e me ne scuso tantissimo perché ecco
Gli facciamo un'altra somma con altri Regioni altri
Perciò a tre anni si
Allora io ogni impreparata del di dover fare un un intervento
Orale sono comunque veramente onorata di poter
Partecipare a questa bellissima serata
Vorrei parlarle da cittadino comune imprenditrice artigiana ho lavorato tanto nella mia vita poi adesso i fatti li conosciamo
Si cerca di resistere in qualche modo un pochino quello che
Nel nel piccolo anche noi subiamo o come lei generale ha subito tanta ingiustizia no
Mi rivolgo a lei a nome di tanti cittadini comuni che la ringraziamo
Per aver dato verità
E
Fedeltà al nostro Paese questo è un piccolo ricordo per lei
Grazie
Delle persone comuni
Profano
Chiamai Lella Lella la grande Lella una scrittrice
Una siciliana
Siciliana di Catania
è un
Personalmente Attilio Zanchi lei lavora con e con urgenza tanto l'ultimo libro meraviglioso che la Casa delle mandorle che ha scritto che presenteremo presto qui alla Camera
Anche lei ha voluto venire qui cioè più in generale
E anche lei ha un piccolo pensieri e sorpresa
Buonasera a tutti grazie assolate che come sempre lei esagera
Vi ringrazio tutti sono molto felice di essere qui questa sera e di avere la possibilità
Di manifestare la mia solidarietà alle generale Nicolò Pollari
La mia gioia
Veramente comune
Veramente profonda vedo che è comune a tutti ma la mia generale mi permetta è un po'più profonda
Perché noi di dividiamo l'amore per la stessa terra noi siamo entrambi siciliani
E quindi sono particolarmente felice
Lo sono sono qui da donna liberale e che vuole esprimere autonomamente il proprio pensiero scevro da qualunque condizionamento di sorta
E dunque lo vorrei ringraziare lo vorrei ringraziare per quanto lei ha fatto per il nostro Paese
Per come ha saputo salvarlo e salvaguardarlo
Generale vorrei veramente manifestarle tutta la mia solidarietà per la vicenda di cui è stato vittima e vorrei chiarire con lei per la sua felice conclusione
La verità finalmente è venuta a galla dopo anni che immagino
Di incertezza
Di dubbi e di profonda sofferenza
Subito dopo la sua felice conclusione mi hanno particolarmente colpito le sue parole
Lei bene a dire di avere rispettato la legge e di avere pagato per questo
Dei duri prezzi
E questo in qualche modo a limitato la sua libertà togliendo le così la possibilità di difendersi
Dalle accuse che poi si sono rivelate ingiusta la libertà dunque deve essere sempre salvaguardata da chiunque voglia in qualche maniera lettere questo diritto
E quella della libertà è un tema a me molto caro in quanto il mio libro di recente pubblicazione è proprio un inno alla libertà
In quel caso si parla di libertà di una donna una donna soffocata dall'ambiente in cui vive che vuole cambiare il destino a cui la sua condizione voleva costringerla
Una libertà voluta dunque cercata conquistata con ogni mezzo a sua disposizione
In questo generale mi permetta la protagonista del mio romanzo le somiglia
Anche lei generale Pollari
Ha saputo lottare per la sua libertà facendo fronte alle vicissitudini della vita con coraggio
E determinazione
E soprattutto quando anche le condizioni invitavano allo scoramento e alla sfiducia
Lei in questi anni di angoscia e si è sentito
Per sua stessa ammissione prigioniero del segreto di Stato come dire soffocato nella sua libertà di potersi difendere
Ma la sua fede nella giustizia unita alla voglia di farcela e di non abbattersi e-mail poi ha avuto la meglio
Ed è proprio questa volontà che ci sostiene che lo ha sostenuto e che le ha consentito di risolvere questa difficile situazione io di questo la ringrazio la ringrazio per non avere mollato
Per avere combattuto per aver difeso il nostro Paese per aver ce l'ha fatta e la ringrazio per essere qui oggi
E da sua conterranea desidero offrirle piccolo pensiero un segno tangibile della mia ammirazione
è una stampa antica Cerami Giata della su pietra lavica dipende di piazza Duomo le persa dopo della mia città di Catania anche lei
Nascinben
E alla sua signora vorrei dare il mio libro
Di
Non è
Ho
Io adesso dovrei chiamare un'amica
Carissima amica che nei momenti più difficile
La musica vicina
Momenti brutti
Non sappiamo qualche cosa
E tutte le sere arrivava quelle telefonate a quella telefonata
Tutte le sere
C'era quel coraggio non piango e
No pianto tarocco
Tutte le sere arrivava la sua telefonata per incoraggiare mi
Per
Nando Orsi
Magda è stata una mi più dinamica Masserella come sette anche Valentina ma nei momenti brutti si contano vieni
Sono il patto
Va bene
E io non dimentico non mai quelle telefonate tutte le sere
Mai
Grazie Namibia
Si piange due
Facciamo è corretto
Allora io stasera intanto di faccio parte il direttivo dell'Associazione Fiorentina la Novartis nella che è nata edicola Martinello era la vecchia campana di Firenze che sono una parte quando Firenze era in pericolo
Siamo tutti in pericolo penso ma diciamo che Firenze suona per tutta l'Italia in questo momento
Mi sono immedesimato a stasera quando visto grande applauso che gli hanno fatto generale
Mi sentivo vicino a lei per
Perché questo sollievo dopo tutta la
Tutta la via Crucis che le hanno fatto passare deve essere stata una cosa una cosa che
E deve essere esplosa come in un inno di libertà
Questa sera io o hanno usato un'altra cosa finalmente ho sentito che da qualche parte estenda qualche parte si sta cominciando
A reagire con coraggio
La mia gente la nostra gente è impaurita
è terrorizzata e annichilita vuoi per il motivo economico vuoi per tutte queste cose che si leggono in giro vuoi anche per una perdita una perdita di identità
Che oltretutto non ci appartiene ma siamo un popolo antico un popolo contadino dove i valori contano dove quello che noi vogliamo che amiamo viene completamente sovvertito
E non e non ci va bene almeno a prima annoia molti di noi non va bene
Quello che io stesa e sto sentendo stasera forse sarà stata sua ampia che ha cominciato perché su sua da non c'è alcun dubbio il coraggio non le manca lo sappiamo tutti quanti
Ma finalmente ho sentito il dottor Rossetti
Che ha parlato come avrei voluto sentire tanti nostri politici parlare
Ho sentito il dottor DIA con alle che ha sempre parlato in un certo modo
I fatti la leggo di fatti ma io vorrei che tutti noi cominciassimo a tirar fuori il coraggio di a vere
DDT diritto di dire no quando c'è qualcosa che non fa il coraggio di ribellarci il coraggio come fatto generale mai mai possibile che ci sarà solamente i militari che hanno questi coraggiosi generale Pollari non militare
Calipari era un militare il SISMI
Abbiamo due marocchini India che stanno dimostrando in dignità a tutta Italia
E sono stati trattati
In una maniera ignobile in altro modo inoltra proporzione come generale è stato trattato naturalmente soli
Perché i nostri politici non hanno il tempo e la politica hanno sbagliato in pieno dall'inizio i loro due giù sempre fermi sempre impassibili sempre estremamente dignitosi
Io vorrei che questa dignità
Rientrasse nel popolo italiano perché noi ce l'abbiamo perché noi abbiamo le capacità abbiamo la voglia abbiamo l'inventiva la creatività
è un grande popolo il nostro e vorrei che questo fosse sottolineato sempre e comunque non ci piangiamo addosso
Dobbiamo avere la speranza il nostro futuro queste quanto generale è stato veramente una cosa bellissima stasera quelle che ha fatto sua
E trovo anche giusto che lei se li sia riconosciuto tutto quello che lei ha fatto deve essere stata una prova terribile da militare
Dal
Diciamo della posizione che le occupava
Anche il fatto di dovere di rispondere addì le accuse anche questa ma la giustizia a tutti ma la giustizia
Ma nessuno osa dire una parola sulla malagiustizia intanto di persone si suicida no intanto le persone vengono arrestate vengono infrante delle vite è mai possibile che nessuno si ponga
Davanti a questa gente e che nessuno si erga dicendo ora basta
Io veramente
Come associazione l'abbiamo fatto una piccola cosa assai siamo provinciali siamo poche
Quindi siamo piccoli però in Somalia facciamo
Questo è
Basta
Quindi la lettera
Questa il simbolo dell'ordine
Nonostante
Le idee e le leggo questa se vi interessa assistito incuriositi
Caro generale Pollari accetti il nostro ringraziamento è un ringraziamento che le viene dato da persone semplici da italiani che la protetto in tanti anni di onorato servizio è ben poca cosa
è ben poco ma offerto con il cuore grazie ancora la metà
Grazie ma anche da intristisce Lentini qui presente che io farei un applauso
Dobbiamo agire veramente fanno un'opposizione
A un certo estremismo forte soprattutto
Ha fatto per Colle Val d'Elsa per tante
Tante situazioni che si sono creati ad e a Firenze e anche la Chiesa Santa Chiara adesso no San Marco padano che dovrebbe diventare
Ecco lei gli ha dato il convento sostituito con altre cose
Grazie grazie grazie
Chiamo Daniela Francescone la dottoressa Daniela Francescone che deve
Leggere
Oggi non si non sta con noi perché lo sapete anche i è amico di la Bolchini sta poco bene e ci ha mandato una lettera per lei e la legge
Nostro Segretario che Daniela fra dottoressa Daniela Francesco
Buonasera
Allora al nome di aderì alla Bolchini e dell'Osservatorio del diritto italiano e internazionale
Buonasera a tutti scrive ma prima di qualsiasi altra cosa desidero rivolgere un saluto a sua Sbai e come sempre l'artefice di numerose splendide manifestazioni in difesa della libertà e dei diritti umani
Premiazione del generale Niccolò Pollari per questo motivo
Per l'amicizia e la collaborazione che ci lega avrei voluto essere presente la consegna di questo riconoscimento più che meritato
Proprio in quanto negli anni bui in cui sembrava che il principio dei diritti delle libertà fossero su vestiti a favore di oscure presenze
Che non solo erano minacciose ma operavano contro la società italiana contro ogni principio di rispetto e libertà
Io e lei ci trovavamo in prima linea contro questo sovvertimento
Motivo per cui
Abbiamo provato sulla nostra pelle cosa significava andare contro corrente
Infatti la demonizzazione e le minacce continue hanno rischiato di tagliare la lingua a sua Sbai e anche a me per motivi diversi
Lei per i suoi principi di donna che conosce benissimo le problematiche generate dall'integralismo islamico che non rispetta i diritti umani è stata particolarmente al centro di molti attacchi
Sia per la sua esposizione mediatica che per la brillante carriera nella politica ed io perché delibere cittadina italiana avevo la pretesa di difendere i diritti umani
Poiché avevo compreso chiaramente i contorni oscuri e minacciosi che l'estremismo rappresentata
Assieme abbiamo fondato l'Osservatorio del diritto italiana e internazionale
E quando abbiamo potuto abbiamo realizzato battaglie alcune delle quali ci hanno visto evincere altre perdere ma soprattutto abbiamo dovuto fronteggiare la magistratura che veniva brandita contro di noi per fare in modo che ci mettessero a tacere
Per fortuna sua Buscema vincente dal confronto con la famigerata o coi e la non onorevole Dacia Valent io invece sono ancora sotto scacco ma lo faccio ma so che potrò dimostrare la verità
Oggi il generale Nicolò Pollari viene liberato dal peso di un marchio infamante anche se forse il tempo e la vita perduta non potranno mai essere ricompensati
Ma proprio per questo mi permetto non solo di portarli questa mia testimonianza per il ringraziamento di tributo
Ma di farle anche un omaggio per dimostrarvi che non solo che non era solo nella battaglia subite dalle stesse rappresentanze giudiziarie politiche che avevano il dovere di innalzarle agli onori
E non gettarlo nel purgatorio di una magistratura confusa nei suoi principi
Forse terzi per la strada
Scusate
Grazie generale
Grazie di cuore a nome mio e di tutti quegli amici che hanno sempre saputo che lei aveva semplicemente svolto con onore il compito affidato le dallo Stato grazie Adriana Bolchini
Questo è
Chiamo
Perché tagliarli eroga esco arrivò
Segretario INAIL nostra organizzazione dei diritti umani
è una dottoressa che salva tutti i giorni bambini perché fa tutt'altro lavora a Roma Tre lavoratrice
Aiuta i bambini che hanno problemi
Di di risalto idolo non dell'ospedale vengono da tutto il mondo e Daniela trova anche il tempo di starci vicino avrà il lavorare con noi sempre giorno e notte
è un'amica pure lei però veramente ecco devo dire una brava dottoressa intanto questo che è importante grazie grazie ad Al Jazeera
Un'altrettanta fai detti tocca
Molto volentieri io arrivo
Arrivo a
Diciamo a chiudere questo presentazione e questo tributo che l'accoglimento donna ha voluto riconoscere Nicolò Pollari generale
Con
Una consapevolezza quella di andare a
A creare un'identità di anime o da una parte il suo servizio dello Stato così come i cittadini italiani desiderano venga svolto come la parte sana dell'Italia desidera venga svolto
Dall'altra per quello che noi come
Persone e come donne
Che non abbiamo tutte
Particolari di
Del supermercato supera un boom siamo semplicemente ma orgogliosamente
Delle
Persone determinate
A non far fallire quell'idea dell'Italia come un Paese che è un Paese che è uno stato di diritto conquistato in tanti anni e che fa parte in maniera profonda della nostra cultura pratico per il quale
Noi sì è molto difficile nel commento scarto ma proprio per questo
Con
Con quell'elemento di determinazione che
Una parte di DNA storico a nello stesso tempo anche di
Voglia di non lasciarsi andare nera a a morte né a concetti di relativismo culturale siamo felici noi di avere persone come il generale Pollari
Che
Difendono dei principi
Prima il dottor Rossi ti raccontava come la nostra nasca una terra antica ha una sua storia come noi dobbiamo essere orgogliosi come siamo profondamente orgogliosi ma siamo anche consapevoli che non si può vivere solamente nel passato siamo aperti
Alla riconoscimento delle culture e altri siamo aperti al riconoscimento e dell'identità altri ma che questo avvenga nel rispetto di quelle che sono le conquiste della civiltà occidentale e anche di altri
Ma che
Ciccanti in cui noi viviamo in cui siamo profondamente radicati
E della dignità umana non ci sono contratti relativi in questo senso sono conquista di civiltà IMI mi permette verrò io D'Alema questo soltanto per
Creare un diversivo rispetto a quello che è accaduto fino adesso siamo felici di renderle omaggio in questo senso
Come
Verso una persona
Come un servitore dello Stato e come un'istituzione per noi fondamentale con le quali abbiamo combattuto e ci ritroviamo nell'identità di considerare la difesa del diritto una condizione imprescindibile grazie generale
E la medaglia in nome del popolo italiano
Italia
Piccola ma
Comandante
Sito
Allora adesso tocca Valentina Colombo e voglio
Dirvi soltanto una cosa
Una goccia d'acqua non fa rumore
Ma tante gocce messi insieme diventano un fiume breve Valentina è stata una delle prime voce che ha goccia d'acqua che aveva dato un aiuto una mamma sua probabilmente grazie anche per questo voler file
Grazie
Come sempre
A sua
A Roberto e permanente fa parte della della partita e io non ho un premio
Però unna riflessione un ricordo e
E ricordo di una di una persona con la quale io ho avuto l'onore
Di di collaborare e e nel modo in cui ho collaborato con il generale dimostra veramente quanto e generale fosse sia legato alla verità
E alla formazione i propri uomini
Io ho avuto l'onore del due mila quattro di tenere un corso sull'esame
Fortemente voluto dal generale
In cui mi era stato chiesto di fornire esplicitamente chiavi di lettura attraverso
E
Fonti
Ovvero
Di dare informazione corretta qui siamo di fronte a due giornalisti
E si è parlato tanto di opinione pubblica ma
Purtroppo ultimamente siamo a quella che è l'opinione pubblicata no e la cosiddetta primavera araba
Ce l'ha dimostrato no tutto un processo che era già scritto ed è stato immediatamente pubblicato si sapeva che dopo i regimi totalitari
E io Suardi e ci siamo scollati in tutti che in un modo che in un altro dire attenzione c'è il pericolo fratelli musulmani
Ma l'opinione pubblicata aveva già decisa i fratelli musulmani dovevano abitare era sono stati i primi ad essere intervistati sono stati i primi
A essere presentati di fatto come l'unica alternativa
E
Tutto questo
Il generale Pollari credo lo sapesse e per me veramente è stato un momento di di grande soddisfazione ed è un corso che io ricordo
Ancora oggi con
Con tanto orgoglio perché è stato un corso in cui
E e anche questo secondo me era frutto del modo in cui operava in generale
Io ho dato modo ricevuto anche tanto
Cioè persone preparate presso né stimolati e persone che volevano capire come funzionava una mentalità che
Ragiona con logiche completamente diversa
E e questo
Io non so se sono riuscito a farlo e io l'ho fatto facendo diciamo il mio mestiere quella che conosce l'arabo quella che il gene arabo quella che da trent'anni all'epoca erano
Purtroppo dieci di meno
Lariani tradotto Nejib una funzione sì quella che legge anche quello che scrivono i fratelli musulmani in arabo e
E e quindi
Nel momento in cui
Io
All'epoca sentì le notizie che
Punto tutti noi non sono piaciute
C'era qualcosa che non torna
Perché per persone come me che hanno conosciuto
Appunto il generale anche in maniera poi di fatto superficiale più magari in modo operativo per
Per questioni appunto di di lavoro
Ed è evidente che se io dovevo scegliere tra Abu Omar il generale Pollari io non avevo dubbi piena ovvio anche la scelta era dalla parte del generale
Ma
Ecco io questo punto direi che
Forse dobbiamo partire da
Da questo da questo fatto no che ha colpito Neumann colpito soprattutto il generale la sua famiglia le persone con le quali
Hanno le persone che hanno collaborato con lui nel negli anni
Per
Ripartire
E
Parce sentirà no farci sentire e Merini mi rivolgo
I ai ai giornalisti alla carta stampata agli editori
Affinché noi possiamo a vedere
Parte
Di della verità cioè io esso abbia più volte ancora
Poco tempo fa proprio in questa sala a fronte di un dibattito sulla primavera araba si diceva e né possiamo dire ve l'avevamo detto
Però siamo stufi di dire ve l'avevamo detto è un'altra cosa che ci riporta a quanto accaduto Anna al generale si è parlato tanto di magistratura
Separato il Tribunale di Milano
E ebbene il Tribunale di Milano è diventato connivente conto quello che viene oggi definito il Jihad in tribunale
Io su ad lo sappiamo
Io mi sono ritrovata dove in due anni fa a dover versare dieci mila euro a signor lascia dato annunci leader dei Fratelli musulmani in Tunisia
Non perché avevo scritto il falso no la sentenza parla chiaro io avevo scritto alla verità anche perché era
Certificata i documenti che io avevo pubblicato
Ma
Eros Brega del fatto di non essere andata dal signor Vannucci ed ha richiesto scusi lei per caso mai condannato molte qualcuno e ovviamente dunque sommerebbe risposto ma assolutamente no
Quindi
Il fatto che
Persone come
Squadre come Mema Conte come tantissime altre siano messe a tacere regolarmente a tacere
Tanto che poi si vuole scrivere un libro semplice sull'Islam la Mondadori dice attenzione a quello che scrivi perché se no andiamo a finire in
In tribunale
Non va bene non va bene perché
Se si scrive e si dice e si opera in nome della
Verità
Con
Fonti generale sa benissimo che non sono le fonti e cosa significa manipolare le fonti l'importanza delle delle fonti
Allora questo
Vuol dire che
Siamo in una direzione sbagliata allora è chiaro che nei tutti
Non staremo zitti
Ranucci si è leader dei fratelli dei Fratelli musulmani in Tunisia una persona che
Con giri di parole molto
Diciamo raffinati condanna a morte le persone ovviamente non dice chiaramente io ti sto condannando a morte ma di certo Serna posto attorno server mussulmano ed è e quant'altro che
Chi conosce il contesto islamico sa benissimo che rivale
è
Alla morte
E lo fa controllo sul money stessi quindi
Nel momento in cui si avranno uscì è ascesa al potere
In Tunisia
I poveri oppositori di penali gli oppositori laici che erano i docenti universitari i miei colleghi gli attivisti e come laiche come come suo atto che lavoravano ogni giorno con le donne
Adesso rimasti sempre all'opposizione ovviamente perché
Ma hanno cambiato
Posizione prima erano degli oppositori che venivano controllano atti talvolta
Denunciati portati in carcere e quant'altro con l'ascesa dei fratelli mussulmani di signor fanno uscire
Erano diventati
Testuali parole che Fonti
Nemici di Dio
E nemici di Dio equivale
A essere degli apposta e ovviamente non è
No nera e non è
Il signor Tal Nushi a partire lancia in resta
A ad uccidere le persone in questione
Ma è il signor Gramsci e altre persone come lui a dare semaforo verde a chi deve compiere il il lavoro sporco
Per non parlare poi ovviamente poi perché questi ciò i fratelli musulmani come se non ci sono i cosiddetti estremisti moderati bellissimo si morte ammesso hard non piace per niente non ha mai convinto
Moderati perché sono moderati nel nel raggiungere no i loro obiettivi ma che sono gli stessi di un personaggio come Abu Omar ovviamente poi quando si parla di personaggi come Abu Omar non c'è non c'è storia evidente chi sia
E non è giusto che si parli di
Diritti umani nei confronti di un personaggio che i diritti umani li calpesta ogni due per tre e non si parli di diritto umano la verità di una persona
Dignitosa di una persona straordinaria come come generale io vorrei concludere
Con due citazioni
Parlando sempre di fonti
Di un intellettuale egiziano
Farà confusa paragrafo tranne in Italia lo conosciamo poco purtroppo
Lui nel novantadue per quello che ha scritto e e capirete era qualcosa che decisamente scomodo
è stato ucciso da personaggi diciamo milizie regate fratelli musulmani in città
L'ho scritto due libri straordinari uno intitolato proprio il terrorismo
è un altro la monitorare
Almeno i torero lui che come su altre come tante altre persone e mettono in guardia rispetto ad un
Ad un pericolo
Lui scriveva e concludeva il libro dedicato al terrorismo
Scrivendo anche se verranno date a fuoco tutte le chiese
Anche se verranno distrutte tutte le sale cinematografiche anche se verranno distrutti tutti i teatri anche se verranno spezzati tutti gli strumenti musicali
Ebbene il giorno in cui ci libereremo di loro si avvicina più velocemente di quanto non immagino
Il giorno in cui la maggioranza silenziosa si riporterà contro di loro con una violenza che non possono nemmeno intuire
L'altra citazione
Che ci riporta molto a all'operato del del generale riguarda il terrorismo
E sarà FOTA scriveva il terrorismo vive si sviluppa solo all'ombra della demagogia solo quando non si riesce più a distinguere tra il terrorismo e la legalità
Quando si afferma che esiste un terrorismo legale e un terrorismo illegale un terrorismo consigliato dati io è uno sconsigliato io credo che tutte queste
Parole
Siano arrivate
In immediato generale generale sa ciò di cui
Parla farà Fuda
E
E proprio per questo che tutto quello che è accaduto ci deve semplicemente secondo me insegnare a serrare i ranghi
E
A procedere in nome di quella
Dico la verità oggettiva non ideologica non non vogliamo più l'ideologia e noi non professiamo ideologia come non è mai processate il in generale
Ci sono le fonti ci sono i fatti e quindi c'è una verità che senza se
E senza ma
Io credo che da questa sera generale lei abbia ancora più amici la maggioranza silenziosa costa rampe tanto silenziosa e soprattutto
Speriamo che non venga più silenzi atta
Perché questa è una promessa che le facciamo anche silenziosi magari non ci sentiremo per anni come è stato il nostro caso ma la battaglia si porta avanti si porterà avanti assieme e lei non è stato e non sarà mai solo
Un particolare ringraziamento alla signora Foglia che io l'aspettavo insomma pensavo invece scrive il cantiere più
Confisca
è un
Particolare perché posso immaginare quello che che ha passato anche lei
E lei la famiglia
Vorrei ringraziare anche gli amici di Crocetti Anna Maria Stella
Detti tutti gli amici
Che sono lì nascosti vorrei
Ringraziare il dottor Costantino che si nasconde anche lui di latina che è venuto proprio per per questo incontro
Tutti gli amici che veramente tutti che non
Va bene se mio marito la prima volta che viene un incontro che faccio
Assessore
Grazie
Buonasera a tutti veramente sento sì sì sì
Io non potevo stare zitto
Grazie innanzitutto a tutti grazie è una
Commessi scritto in uno dei piccoli Pablo che mi sono stati dati un
Locuzione che
Molto breve ma molto sintetica ma se qualcuno riesce a leggersi dentro lese bene
Grazie io
Sono ormai molto riconoscente non solo per
Lo spirito che aleggia questa sera qui manterrebbe razionalizzazione che sono state fatte
Dalle varie persone intervenute
E che naturalmente
Mi hanno non perché fossero razionalizzazione che in qualche modo portassero a
Mentre si esodo compia se erano
Se il prezzo l'autocompiacimento sarebbe troppo alto se semplici tutto questo fosse stato fatto in virtù di raggiungere questo risultato
Messe
Devo dire che mi sono compiaciuto perché mi sono confermato in quello che ho sempre pensato
Io sapete non ho mai pensato di esso solo
Non ho mai pensato di essere una Rover non ho mai pensato di essere una vittima
Ho pensato di essere uno che a cui è capitato quello che allo sempre previsto
Fosse possibile
Da tanti anni
Non so neanche colpevole di non averlo predicato
Perché l'ho sempre pregato
In tutti i modi in tutte le forme possibili e lecite naturalmente perché
Io ho un limite non sono e non voglio essere un politico
Non perché i politici non mi piacciono tramortito che è un altro tipo di mestiere per il quale io non ho attitudine
Sono da questo punto di vista abbastanza limitato cioè sono meno versatile di di quello che fosse richiede quella condizione e per
Debito di obiettività
Non mi sento allettato
Per lui rispetto naturalmente ci mancherebbe altro la politica è il sale della democrazia
Senza politica non c'è democrazia non ci sono opinioni a confronto non c'è niente
Io quindi questa sera o devo dire
Mi sono confermato
In un
Sentimento personale che è mia
Aiutato a
Vivere questi anni nei quali
Di confesso
Non sentimenti riscontro di sconforto profondo perché non è così nonna alto amarezza sì amarezza sì
Perché
In realtà il grido che ho sentito da molte persone da molti imprenditrici qua questa sera
Era quello di
Dire delle cose ovvie
Rispetto alle quali
Non c'è nessun tipo di risposta se non implicito oppure delle forme
Delle modalità molto molto molto formali e di di adesione di compressione ma di sostanziale e così è poco
Ed è quello che mi è capitato perché io ho vissuto questo percorso così
Adesso è finito come è finito non era necessario che venisse così
Perché le premesse da cui partono queste vicende sono premesse non sfruttabili
Non sfruttabili
Quand'anche
Vi confermo la situazione sostanziale sui fatti sottostanti la mia vicenda sono molto peggio di quello che sì sono riusciti a esprimere
I giornali o anche le persone che hanno detto le cose più negative nei miei confronti sono anche molto peggio
Io sapete questa sera ho scoperto invece una cosa molto importante
Io non sono nessuno che sono solo uno di voi
Sono solo uno di voi
A cui è capitato questo e ho reagito come esito
Posso dire
Che
Siccome lo ha ripreso sono tante cose che non si possono né vendere né comprare che si sono
Io questa sera mi sono confermate in una convinzione personale che non si vende e non si compra
E che non ha nessuno scopo perché io non chiedo il consenso nessuno chiedo il voto nessuno ho detto prima cambiasse del tipo di possibilità
Io questa sera
Mi sono convinto
Che l'avrei fatto lo stesso ma ne è valsa anche la pena
Sapete quante persone per i deluso
Se io avessi fatto diversamente
Mi si ma chi te l'ha fatto fare a quei tempi che corrono poteri campare meglio non si usa
Lo si usa
Non ti conviene
Sì è arrivato al Galles ai suoi vantaggi le tue
La stessa famiglia pagare i prezzi altissimi perché vedete
E chi fa le cose che ho fatto io e chi fa queste cose fanno e qui questa sera quel signore che fanno molti di voi
Rischiano
Non sono parole
E come diceva bene Valentina
Molti quando sentono queste proposizioni pensano che si tratti di fumo così che si tratti di cose astratte nono
Si tratta di
Di condanne a morte
Chi non è allineato occhi rappresenta anche semplicemente un pericolo
Anche semplicemente sul piano ideologico perché solo perché ha capito
La persona più pericolosa quella che ha capito non quel non solo non necessariamente quella che fa qualche cosa per contrastarlo basta capire
Non bisogna capire
Queste persone che
Non per cambiare complimento ma perché sento il dovere di farlo
In omaggio
Proprio
Se volete a tutta l'amarezza che ho vissuto
Queste persone
Sono i piedi eroi di questo Paese perché hanno il coraggio di dire delle cose il cui prezzo potenziale altissimo
è altissimo
E il fatto che riguardi loro la loro incolumità con i loro interessi tra una condizione
Noto riso nessuno
Ah non tenerne conto
Finisco non vi voglio annoiare più
Sapete qual è un'altra gratificazione molto profonda che mi viene
E lo dico senza retorica perché
Oltretutto
Questo sì o dico delle cose che mi accomuna motivo anche mia moglie la prima volta nella mia vita che viene ha una una una una riunione
Di riso il marito della
Dell'onorevole Sbai è la prima volta e mia moglie anche la prima volta
E devo dire la verità
Io sono abbastanza schivo quindi forse non l'avrei neanche portata perché
Così ogni nostro carattere sono abbastanza
Non dico mille novantadue
Non preferisco preferisco le lodi quando mi arrivano eccetera mi metto l'imbarazzo anche davanti alla mia famiglia
Mia moglie venuta perché un mio amico mio caro amico che essa qua assentito che perché che io avrei dovuto venire diretti accompagno io e lei si è inserita dire ovviamente potevo oltre chiaramente dire di no
Ed equa
Dunque dicevo che la cosa veramente che mini notifica molto e quello che è successo questa sera
E al di là diciamo così delle proposizioni che vanno di moda o che catturano consenso anche in questo caso
Se proprio si parla di quote rosa parlarvi donne parlare di dire la verità fa fa fa bello perché della argomento vincente no è una cosa che fa premio su tante altre va di moda
Va di moda
E lo dico per questo io dico se faccio una mera constatazione
La prima le prime voci che si sono levate a mio favore in termini formali vengono
Da una pressione di donne che difende i diritti delle donne che difende i diritti delle donne musulmane
Cioè che difende i diritti di quella categoria di persone che io nel mio piccolo ho cercato di difendere con le mani e con i denti sapendo perfettamente che il fondamentalismo e il primo nemico di musulmani
L'altro però troppo scusate grazie
Scusate GRA grazie grazie a tutti
Un'altra foto