25MAR2014
intervista

L'amministrazione della giiustizia, la realtà carceraria, la legalità costituzionale, la sentenza Torreggiani, l'Europa, l'aministia, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 12:13. Durata: 1 ora 25 min

Player
Feltri, Pannella 5 ottobre 2012 Milano sint Pugiotto 31 ottobre 2013 Congresso Radicali Italiani.

Puntata di "L'amministrazione della giiustizia, la realtà carceraria, la legalità costituzionale, la sentenza Torreggiani, l'Europa, l'aministia, i radicali" di martedì 25 marzo 2014 condotta da Aurelio Aversa .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Amnistia, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Diritti Umani, Diritto, Europa, Feltri, Giustizia, Italia, Messaggio, Napolitano, Parlamento, Politica, Radicali Italiani, Stato, Storia, Torreggiani.

La registrazione audio di
questa puntata ha una durata di 1 ora e 25 minuti.

leggi tutto

riduci

12:13

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

La registrazione che le ascolterete tra qualche stante che stavolta sono recenti
Dell'ottobre due mila dodici e dell'ottobre due mila e tredici con le quali
Continuiamo a parlare di amministrazione della giustizia situazione carceraria dell'iniziativa creata in pratica riconducono su questi temi per far tornare
Come imposto dall'Europa ed al nostro Paese nella legalità costituzionale li ascolterete innanzitutto la sintesi di quanto dissero il cinque ottobre due mila dodici in corso in pubblico dibattito Vittorio Feltri
Editorialista del Giornale Marco Pannella
E ad ascoltare tra Feltri ribadire come periodicamente fa sul suo quotidiano
Chiude la sua sia l'iniziativa radicale però non provvedimento di amnistia all'intervento che Marco Pannella pronuncio e con quale
Ricordava antica iniziativa radicale condotto in ogni sede sui temi evocati ed invitava tra l'altro
Presidente della Repubblica sollecitare il Parlamento come
Poco tempo dopo sarebbe avvenuto con il suo primo ed unico messaggio inviato alle Camere ad intervenire su una situazione criminale che tuttora produce della mia vittima
Al termine lo riproporremo invece una registrazione delle trentuno ottobre due mila tredici quando nel corso di una tavola rotonda su legalità costituzionale dietro le sbarre
Svoltasi in apertura dei lavori della dodicesimo congresso dei radicali italiani intervenne dal professor Andrea Pugiotto Ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Ferrara
Che analizzo ulteriormente contenuti e indicazioni nella cosiddetta sentenza Torregiani con la quale la Corte
Europea dei diritti
Dell'uomo nella gennaio di quell'anno
Condannava d'Italia la sua amministrazione della giustizia per trattamenti inumani
E degradante all'interno delle nostre carceri fissando la data del ventotto maggio due mila quattordici come termine ultimo
Per far cessare ogni illegalità ma rileviamo innanzitutto quanto né discussa a Milano e del cinque ottobre due mila dodici a partire dall'intervento di Vittorio Feltri siamo qui per parlare di ingiusti Italia questo è il titolo della
Di questo dibattito di questo incontro tra
Vittorio Feltri Marco Pannella partendo chiaramente dal tema principale io voglio fare moderatore come quello dei dibattiti residenziali americani cioè quelli che spariscono lasciano che siano i due perseguito
Grazie
Allora negli ultimi giorni il sul tema e l'amnistia si è creato un certo
Dialogo una certa presenza sui temi e ultimo Fabio Granata favore all'amnistia la CEI favorevole amnistia
Il ventisei giugno del due mila undici Vittorio Feltri iscrizione editoriale in cui
Tale altre cose diceva io sto con Marco Pannella perché l'amnistia è la soluzione
Per una parte dei problemi del sistema giustizia però l'amnistia vive un soffitto di vetro che è quello dell'informazione è quello del Parlamento non sfonda
Non sfonda a questo punto che
Mi permetto di chiedere a Vittorio Feltri da direttore editorialista di punta perché
Perché
Ci
Mi vengono sono da
In mente delle delle parolacce quindi
Un po'difficile di questi tempi e anche rischioso
Che
Sì si dice che le opinioni sono libere però non è libero il modo di esporle allora
Molto meglio usare prudenza perché da qualche tempo a questa parte
C'è anche il famoso tinti Nardi manette io sento parlare di riforma della giustizia
Da almeno
Vent'anni ma l'unica persona che
In concreto non si è
Battuta
Per riformare la giustizia
E anche per intervenire nei problemi è stato Marco Pannella ecco perché
Su questo tema e non soltanto su questo io sono assolutamente
Un seguace di di di di Marco e dei radicali perché ho l'impressione che se le acque si
Possono smuovere
Lo
Dobbiamo solamente I radicali e al suo leader storico cioè Marco Pannella
Il problema dell'amnistia non viene
Preso seriamente in considerazione dai politici perché sono terrorizzati dall'opinione pubblica temono cioè
Parlando di amnistia di perdere i forti
Adesso mancano pochi mesi alla
Alla alla consultazione per il rinnovo del Parlamento e
Solo all'idea di perdere un voto i politici
Spengono
Tremano e non sanno che comunque i voti di
Non non solo di perderanno ma ne hanno già persi moltissimi
E rischiano di non averne più uno perché
Atti conti a continuando con la mala politica si si alimenta all'antipolitica quindi ipotizza se ne sono andati
è pur vero che
Ogni volta che io stesso parlo di amnistia o anche di problemi carcerari
Ricevo molte lettere tutte di insulti perché l'obiezione è la solita voi vi preoccupate dei delinquenti e non vi preoccupate delle loro fitti me
Ma
Affrontare il problema che è un problema drammatico in questi termini significa cecità assoluta le case che sappiamo in quali condizioni sono
Peccato che nessuno vada mai a visitare una prigione e quindi parli per sentito dire gli stessi parlamentari che hanno diritto d'accesso alle carceri non ci mettono mai piede
Quando ci mettono piede perché vengono arrestati per un anno o due
Parlando in continuazione del problema carcerario se ne fanno interprete anche propagandisti
Dopodiché dimenticano di essere stati in carcere e se ne straforo completamente di quelli che in carcere sono rimasti in condizioni disumane dove si pratica quotidianamente nei fatti la tortura
L'amnistia
Come credo la pensi Pannella è un punto d'inizio non è la soluzione del problema ma se vogliamo cominciare a risolverlo
E visto che non si può risolvere in cinque minuti bisogna proprio partire dall'amnistia perché l'amnistia consente non solo di estinguere diciamo così la pena ma anche il reato si alleggerisce
Un alle il lavoro dei magistrati che anche appesantito persino da una quantità sterminata di cause per i condomini per le liti condominiali
Quindi tutto finisce su quei tavoli tutto viene trattato in modo pressappochista dico
Le carceri naturalmente sono piene soprattutto di gente in attesa di giudizio mi pare che siamo arrivati al quarantotto per cento insomma adesso non vorrei
Mettere troppa carne al fuoco io dico soltanto che l'amnistia eh
Un punto di partenza non si può continuare a dire mettiamo in libertà i delinquenti ma invece dobbiamo trattare
La criminalità i reati con umanità ma soprattutto con senso di giustizia perché quando scopriamo che poi uno su due
Detenuti in attesa di giudizio viene assolto mi pare che salti
Il in grande evidenza che qualcosa non funziona e allora a questo punto sull'amnistia dovremmo tutti
Avere un impegno molto forte
E
Lasciando perdere i pregiudizi che comunque rimangono che sono i pregiudizi che si esternano spesso con una frase idiota che è ma si quelli lì buttate lì in in cella e poi le chiavi finiscano del Naviglio
è questo questa mentalità è Osto ostativa per qualsiasi tentativo
Di riforma però abbiamo Pannella che per tutta la vita si è scatenato io l'ho seguito neanche alcune delle delle sue vicissitudini mie in questi giorni si parla di Tortora perché abbiamo visto una pessima fiction
Romanzata un po'
Però io ricordo che è cosa combino in quel periodo Pannella VV un farò per tutti gli italiani tu facesse ma io scrivevo Pietro ti viene odierno articolo sede estreme Mario
Pedestre mentre io stavo con Pannella
E insomma vorrei continuare a stare con Pannella
Marco
Anche un accenno visto che non ha fatto il nome alla vicenda Sallustri tu che sei stato direttore di giornali negli anni Settanta per garantirne l'uscita prenderti la responsabilità
Sì perfetti io rivendico l'onore non amo molto
Inserire al sempre questo termine
Perché poi ci sono a giusto titolo i mafiosi che si chiamavano tra di loro uomini d'onore
Avevano delle regole selvagge
Ma regole
Non si mentiva non si guardava la donna del compagno o del fratello della sua in qualsiasi vino eccetera
E c'era questo elemento al retto e questo Falcone ma l'aveva capito molto bene ha retto come alternativa scarti
Cioè o non rispettavano le proprie norme
Poneva agevola l'occasione per fare le cose etiche invece nelle corde di diritto no
Eccetera allora
A questo punto però devo dire
Che un minimo di onore
Bisognerebbe
Farlo
E ci stiamo tentando
Fra le altre
Follia che tentiamo dice la gente non può essere d'accordo io credo che il dieci dicembre dopo la costituzione di una giurisdizione nazionale e internazionale e globale
Il tribunale penale
Interroga che abbiamo credo possiamo rivendicare il merito con l'appoggio anche dei Governi italiani di avere ottenuto
Questa in questo momento di giurisdizione che fa un po'paura
Anche perché a volte usata male ma insomma
Poi abbiamo ottenuto la moratoria sulla pena di morte un altro fatto fondamentale perché vale soprattutto lì dove lo Stato ufficialmente
Ammazza per il bene del Paese da noi sia ammazza ma nega di farlo perché questa è la realtà del fascismo degli antifascisti che sono
Gli eredi lo diciamo da sempre non della Resistenza liberale e democratica ai fascismi biancorossi neri di allora no ma hanno eretto
Come vincitori allora del fascismo anche quelli di colore rosso che in realtà rappresentano a livello globale del mondo un numero di miliardi di persone
Mentre fascismo e nazismo riguardavano molte centinaia di milioni
Ed a tenerlo presente oggi
Quello che noi importa
E dire che quando la classe dirigente io credo in buona fede
Perfino le può essere in buona fede in qualcosa ma credetemi forse in questi possono anche
Dicono abbiamo il terrore dell'opinione pubblica perché loro ritengono
Che
Dieci anni di telegiornali
In cui che sono nel Croff in lizza per lorde medaglia che diceva che un connotato e dei fascismi
L'essere micro ostili la morte della morte per la parte dalla morte contrada tutte queste altre cose no e
A questo contenuti e i telegiornali Avetrana c'è un morto
Ancora continua inviati speciali confronti e di diritto ma avete dato a tutti quanti larghi ogni giorno continuo e dice l'opinione pubblica continuamente cioè il terrore e non ti dice
Che in Italia i reati violenti di violenza sono crollati del ventitré per cento in dieci anni
E questo punto all'altro dato quindi la menzogna ma loro non leggono manco le statistica per esempio noi stiamo chiedendo al Governo questo
Al Ministro della giustizia
Sono personalmente li ringrazio
Stato ricevuto dal Governatore della Banca d'Italia adesso e dal direttore gender Presidente dell'Istat Giovannini perché facevo presente una cosa
Vizi state dicendo che grosso modo ma il due per l'uno per cento
Del PIL dipende dal non funzionamento della giustizia civile noi siamo cento cinquantottesimo it
Nella
Statistica internazionale esso la competitività quindi sull'esistenza di possibilità di mercato non solo di sovvenzione
Come da trent'anni non lo dicevamo da trent'anni
Taranto ma anche Bagnoli ma anche Sulcis previsto quando voi Noel per salvare creare industrie le creiamo sulle sovvenzioni di Stato creiamo qualcosa che non reggerà
Anche per i suoi costi burocratici e tutto però dipende non reggerà acconsentito ombre di mercato per cui solo un fascinoso cretino
Critico come il grande Nichi no dice liberismo uguale nazismo
Poveretto
Proprio vuol dire che come il fascismo il fascismo comunista
E quello togliattiano quello italiano non quello Ignazio Silone ed è costitutiva della costituito
A Livorno con altri poi si erano accorti del comunismo reale
Beh purtroppo
Noi non ci siamo ancora accorti della democrazia reale oggi nel mondo stava di nuovo la peste italiana al ramo un paesino di perda di dato Cosimo
Non industrializzato e riuscimmo a donare al mondo il fascismo con tutto quello che veniva adesso siamo sempre quello ed un tratto voi vedete Bruxelles e all'Europa
Le Ilia bovini abbiamo la Turchia
E io devo ricordare la verità storica io al liceo l'ottavo con contro i compagni in buona fede ragazzi comunisti
Che non volevano la NATO e non volevo un'Europa
Allora
Perché mentre avevo e in Grecia non ne parliamo
Addirittura la guerra armata contro l'Europa contro la NATO armata con morti eccetera mentre avevamo la Turchia
Che in quel momento in quella situazione geopolitica in cui era in nelle fauci del lupo
è proprio lui poi si dice in bocca al lupo ma nelle fa oggi dell'OSCE nell'amato l'Europa eccetera e non capiscono questi cretini appunto di Bruxelles come oggi sono
Non capiscono che Erdogan voleva l'adesione subito all'Europa perché era l'unico modo per garantirsi senza legge speciali autoritaria
No dai militari Atatürk Gianni che essendo da Turchia nel novantatré al dottor
Credevano di continuare ad avere il diritto
Di non avere democrazia ma regimi militari e il calcolo BR aggirarsi aderiamo e l'Europa ci pensa l'Europa
Non noi in modo necessariamente leggi speciali e non l'hanno voluto l'hanno umiliato in tutti i modi un anno o due cinque sette e questo è l'Europa è riferita
No mille euro Baltico che conta tanto
Non rappresentano beneamato nulla perché è vero che anche a Giscard d'Estaing liberato il si definiva socialdemocratico svedese
Ma se poi diamo a vedere io ho conosciuto molto e ho fatto molte cose Cornaro OLAF va bene Marley per esempio non si è mai smesso di fare l'elettroshock
Come cura psichiatria quando il tutto il mondo era rappresentato e ci sono tante altre cose nel puritanesimo luterano di quelle parti che dovremmo mettere più nel conto all'Euro Mediterraneo c'è poco da fare
Antropologicamente la sede
Dico quello che è accaduto determinando la civiltà del mondo dal contributo egizio
Da quello assiro e via via quello Muson quello delle riunioni mondo delle religioni monoteiste quindi quale il Vangelo la del VIA e anche appunto
Realtà musulmane no eccetto dove
E questo luogo e l'Europa non deve funzionare
Abbiamo sempre detto euro euromediterraneo perché leggiamo nella filosofia greca devo dire delle cose straordinarie la stessa ho modo di
Custodire
Quei teatri
Che erano i luoghi della società
Con il posto del coro del pubblico e via dicendo ad Agrigento gli antieroi appunto i fondamenti democratici e di rispetto della legge
No quindi abbiamo questa continuità
Della non violenza
La non violenza di Socrate delle altre due son venute tutto questo ha cancellato questi altri intelligenti sono contro
I musulmani ma noi abbiamo salvato l'Europa e l'Italia e noi come sinistra liberale a rivendichiamo un merito dinanzi al nostro
Ferruccio Parri perché era il capo della Resistenza effettiva ma della Resistenza che in Italia che aveva una presenza importantissima generosa
Del Partito comunista italiano che quattro anni prima
Dall'esilio aveva rivolto un appello
Ai fascisti innovato mai dei valori deriva società della rivoluzione fascista occorreva fare che cosa è quello che contemporaneamente si stava facendo a Berlino molotov vorrebbe entro
Mentre
Un comunista ammirevole
Come lo era Vittorio Vitalini
Erano spedito in Messico per garantire l'altra signori Trotsky
Allora quando noi abbiamo nella nostra storia questi precedenti oggi devo dirvi che sia il più cretino politico che ha tante cose ed è naturale
Le è un grande narratore Nichilo solo non c'è un cazzo dovrà emanare di quelle cose che ha fatto
Che ha detto concretamente no e un guaio perciò dico un d'Annunzio delle Puglie insomma Marcoaldi penso che le Puglie non lo sa nel clima io non so
Salve Erminio devi dire Marco oggi sul territorio e Marco ci sono degli scritti di economisti americani non sappiamo anche un'idea perizia e poi appunto Pernetti
Che ritorna sto rosse liberista Giulio in auto federalista
Federalista affondo quello per cui Altiero
Giovanissimo diventa anche federalista gioielli e Luigi Einaudi no chiedo scusa Luigi Einaudi è nazista
Ecco che Global c'abbiamo e a questo punto di vista del prode normalissimo che dal nostro Presidente della Repubblica
Coloro che sono comunisti di formazione
Mi ma ritengono di non esserlo più perché non c'è più
Si comportano rispetto alla realtà italiana
Come in polemica con nuovi radicati di Sinistra liberale si comportavano quando noi dicevamo ma un momento
Inoltre i comunisti italiani che sono fuggiti durante il fascismo per andare in Unione Sovietica
A cominciare da un cognato di Togliatti della famiglia di Togliatti
Sono
Se erano assassinato in coda col prossimo magari non sarebbe accaduto ma lasciavano perdere anche il riformismo poiché abbiamo avuto Praga tutte quante le altre cose ma in fondo il morto nostri dietro o Cecoslovacchia od altro
Tutti i fini
Giustificano e mezzi diceva quindi allora c'era rivoluzione comunista
è una grande rivoluzione comunista poi c'era che cosa
Il socialismo in un solo Paese con l'intero e quindi bisogna essere fedeli a quello
Poi c'era il partito
Al partito abbia
Adesso il Presidente
Non c'era cosa comune esiste nel mondo non ci sarà l'Unione Sovietica non c'è al Partito Comunista roccia al partito è il loro il rispetto
Al fatto che
Ci tengo
è
Di Stato guardate io credo che Mussolini se fosse stato
In tale flagranza
Delle leggi non ultra democratiche deboli della Società delle nazioni allora sarebbe cascato molto prima
Oggi
L'Italia è in flagranza di reato denunciato informalmente dalla giurisdizione europea che cita per condannarci
Il gli articoli quattro e la dei trattati europei che si riferiscono all'atto costitutivo della
Dell'ONU no noi siamo in da trent'anni in flagrante cosa avete sentito una sola volta
Il nostro amatissimo Presidente che parla a reti unificate mattina seria aggiorna così bene
Leggerlo e buonanotte Cisal terrei così i minatori del Sulcis
Come sono bravi come sono buoni ricordi ascolto quelli dell'Ikea
A Madonna santa lire
E poi Tarantini ma la
Venite il povero Governo deve poi fare i conti con queste sono le conseguenze
Dei regimi partito grati oggi che hanno portato una situazione nella quale votare come Presidente della Repubblica Lori anche noi eravamo d'accordo
Era rischiava e come si vede ragionevolmente rischiare il meno peggio contro l'ideale
Dopo richiesto meno peggio non c'è tutti i giornali adesso dicono ha fatto bene il Presidente della Repubblica a rilanciare variazioni sia se leggete le sette richiede il comunicato che il comunicato delle dice
Dobbiamo
Occuparsi e preoccuparsi più che il problema della clemenza
Che la clemenza lo Stato non ha il dovere di essere dipendenti
A meno che non ci siano norme delle rispettive costituzioni
Noi diciamo no noi dobbiamo uscire dalla flagranza di reato criminale
Che ha delle condanne della giurisdizione internazionale europea quindi secondo la Costituzione è nostra per questo prima
Dobbiamo
Interromperebbe la flagranza
E loro ci dicono i dieci milioni nove milioni di processi noi abbiamo come in corso cinque milioni di cause quattro e mezzo di procedimenti penali
Noi abbiamo cominciato noi giurisdizione europea a esigere dall'Italia di uscire da questa condizione criminale
E c'era un relatore di otto anni fa Gillo noblesse
Al al Consiglio d'Europa a Strasburgo che diceva in questo modo si ledono le possibilità di vita dello Stato di diritto
E la serenità del popolo italiano noi abbiamo fatto i conti se noi il dato del ministero e il della giustizia poi può darsi che quello corrisponda a verità
No abbiamo almeno almeno
Un terzo delle famiglie italiane
Ma quindi più della metà dei cittadini italiani che vivono
Con l'ipoteca ma cinque milioni di procedimenti civili
Avere a che fare no fa bene a che fare con la carta bollata con la ricerca no con la ricerca dell'avvocato
Con le incertezze tu pensionato che è messo da parte hai comprato un
Piccolo appartamentino per la tua vecchiaia vuoi liberarlo da chi ha occupato sì
Se vivi perché magari viene un giudizio favorevole dopo otto anni
Allora
In concreto nel come radicali e stiamo già da due soggetti formo abbiamo chiesto ufficialmente al Governatore della Banca mondiale
Non ci abbiamo provato con la ministra della giustizia ma anche con i giovani dell'Istat sentite possiamo sapere
Come vengono stilate
Queste statistiche
Perché se noi individuiamo quali sono le cose
Che pesano di più
Per questa immagine dell'Italia che non consente nessun investitore internazionale voluminoso ed investire sull'Italia Pezzotta e Usai uno che tanto Ruffato
Sede esigere un credito e via dicendo aspetti otto anni non ci puoi venire c'è la delocalizzazione quando non i suicidi degli imprenditori italiani
Con la Confindustria che se ne fotte perché senza il potuta ha rappresentato quell'uno per cento
Delle famiglie imprenditoriali delle grandi imprese in Italia che oggi non so manco più italiana e quello che sappiamo
E il sito con la complicità dei sindacati e operai guardate
Abbiamo i poliziotti penitenziari
Si suicida
Come perché
Ma perché i loro contratti in corso loro devono lavorare il doppio delle ore ma soprattutto devono custodire
Dei luoghi che hanno
Guardate
Davvero non il sapore continuità con quelle cose di Eichmann ed altri
Questo è
E dobbiamo dare ad onore ai direttori delle carceri che hanno letto e noi vogliamo alziamo servitori dello Stato
Ma non possiamo impunemente accettare per questo
Di essere contro le leggi fondamentali nel mondo in Europa e in Italia nella realtà carceraria ma loro stessi dicono che non è che l'appendice di quello che l'Europa
Per cui vorrei dire Vittorio ringraziandovi davvero
Tipico ringraziare ho fatto quando quelle dicono un fatto umano io scatto Reggiane quali quei fatti umani poté più per esempio se vedrete adesso
Sulla questione amnistia ho letto perché proponente
Che devono essere esclusi tutti i reati amministrativi da vuol dire la vicenda Sallustri vuol dire che devono essere esclusi e tutti i reati che sono di una parte politica e non di quell'altra
No concretamente come funzionerà la baracca perché io sulla questione sia lustri Nicola spero che l'ora anche te
Ci ripetiamo che noi siamo scandalizzati
Di un fatto
Che per la prima volta
La lesione della identità che secondo la Costituzione uccide anche fisicamente delle persone
Hanno dovuto aspettare
Di poterla rimproverare al Sallustri solo all'o impari prima vuol dire che non è per un'interpretazione della legge perché Sallustri stava sul caso scusatemi la questione per quello che era allora qui è l'iniquità
Perché altrimenti noi riteniamo la penalizzazione sulla diffamazione ci vuole non il carcere perché ci sono tante forme di per
La il modo migliore e quello di tassare all'agli USA sono gli editori
Che quindi dopo due o tre volte che ci sia una Mazzola alta vera se di fame a quel punto stanno ai tempi del senatore professionisti che non debbano fare diffamazione per fare verità
No ecco le cose per le quali
Con Vittorio ci ritroviamo
Con lui lui fu inviato del Corriere della Sera a seguire questo pazzo
In Sicilia per un lungo giro e una persona che lui conosce ha conosciuto proprio in quella occasione molto vicine quando ho sentito che Vittorio qua
Ricordarli che tu Dio
Sei quella bestia allora basta che teme dormivi mente il sia per il fatto salire in un aeroplanino che davvero faceva paura pure al pilota quello dormiva e non ce la paghiamo risolto
Credo che rispondesse alla realtà ma per dire
Queste sono storie che uniscono umanamente l'umanamente è drammatico non dentro il vicinato come e quando appunto io dico sempre io Indro ingrosso l'eutanasia
Esprimeva la ragionevolezza e gli italiani del nord note la gente sia assassinata no tutti quanti noi sappiamo
Che da generazioni si va dal dottore magari pure dall'infermiere dal portantino al secondo il programma
Presidente lotto
Se proprio non c'è una speranza proprio niente non c'è niente da fare
Almeno non costringiamo la soffrire
Come una bestia cioè lasciamo la natura di io quello che
Davvero discorso piuttosto che eccetera per questo probabilmente la gente da sempre dice
Quello che non possiamo considerare l'idratazione forzata e la nutrizione forzata fatta con gli ultimi ritrovati
Della tecnologia moderna per impedire il compiersi di un debito quando la scienza ci dice che non esiste speranza di protrarre quella vita
Per
Guarirla per farla migliorare e oggi si vuol fare una legge su questo allora termino perché solo quello di evocare le atmosfere crede dicono che il la gente non capisce la gente non capisce
C'è ma incerto con le televisioni che abbiamo avuto
Con TG uno con
Direttori di estrazione di estrema sinistra mettevano in prima
Notizia appunto Avetrana o quell'altra cosa de il Padrino ammazzavano la moglie del figlio dell'Adda e dei nipoti tortura avendo egli eccetera noi abbiamo fatto e ci fu rimproverato
Alla fine degli anni Novanta e l'altro non ha un merito perché euro quando mi stavate preparando i coccodrilli permettersela utilizzare stavo per morire no quindi ma abbiamo fatto un convegno per studiare questa questione della pedofilia
E tenuto fuori una cosa
Che i luoghi
E le occasioni pedofilia sono al settanta il sette per cento fornite dalla famiglia ed ambiente parola familiare scolastico no allora
Allora
Ecco e abbiamo provato a dire questo
E a questo punto vogliamo difendere una famiglia nella quale magari l'abbiamo difesa ci sia un po'di amore che unisca i genitori anche quindi ai figli
No e questo l'abbiamo determinato no intanto c'è un presupposto
Il ragazzino di dodici tredici quattordici anni è sempre oggetto passivo
Come l'altra parte la domandano e oggetto passivo non ha responsabilità
No non esiste questo è importante sottolinearlo noi facemmo al congresso di Torino all'inizio degli anni Settanta
Un scontro nel nostro Statuto pesi riceva mettiamo i ventuno anni per l'iscrizione
C'erano dei ragazzini di undici anni che erano avvenuti col papà la mamma
E loro volevano iscriversi io ho sostenuto che tutt'al più si poteva analizzare poi le condizioni di ma per non devono essere i limiti dita allora non c'era l'abbiamo ottenuto il passaggio di Sky diciott'anni dalle ventuno
Allora non c'era un'altra cosa possiamo rivendicarla allora era il servizio militare obbligatorio grazie all'obiezione di coscienza abbiamo tenuto la professionalizzazione dell'esercito
Ma l'avevamo chiesto in nome del servizio civile facoltativo e alternativo ma allora vi volete spiegare il perché
Io sto dicendo da anni ma
Se abbiamo il trentacinque per cento dei ragazzi sotto i venticinque anni i disoccupati in molte zone
Cosa di questo ma perché gli animi
Non facciamo il servizio civile alternativo li diamo i pochi spiccioli che davamo al soldato di leva in quello usando quell'anno l'anno e mezzo
Per far insediare ma non so quello che si può come formazione
E lo dicevo già Taranto quando c'era il fatto veniva eccetera no allora avete mai sentito discutere questa proposta
Ma non avete mai sentito discuto vedendo nell'ottantuno
Portavamo a livello parlamentare non solo politico il problema del debito pubblico come il problema centrale dicevamo siamo trecentomila arriveremo milioni
Soli ma il dibattito mai dibattito vero sull'eutanasia perché io avrei detto per me delego tutto anche l'elemento di cultura morale al rientro finché c'è
Perché lo è quelle scelte le faceva per il suo essere liberale ma allora vi do un'informazione
Un mese fa uno due mesi fa
Ho visto alla Camera perché l'ho cercato io
Silvio Berlusconi
E ci siamo visti quasi di nascosto perché in effetti comunque bisognava vedersi
Ed è che il gol quarta voi avete appoggiato allora l'indulto e amnistia perché era quello disegno anche del
Del Ministro della Giustizia
Mastella
E
Il Presidente della Repubblica a Natale aveva marciato con gli obiettivi che abbiamo dato al venticinque aprile al posto delle altre già il libro azione della liberazione era
Amnistia
Diritto
Ho rifornito giustizia e libertà su quello avevano marciato
Quello lo abbiamo confermato e allora voglio dire senza
La decisione dell'amnistia immediatamente è già una riforma
Perché
Perché da quel momento quello che ci chiede ufficialmente il Comitato dei Ministri della giurisdizione europea
Quanto quanto tempo in quanto erano da eccetera e automatico se doveva mi si chiedeva il Veneto vedere tutte le cinque milioni di pratiche
Della amnistia
E nessuno scrivetelo che con l'amnistia
La vittima
Ah dai dire un'ultima parola fino all'ultimo secondo
Con le duecentomila prescrizioni che già nel settantotto in Parlamento rimproveravo con lo sdegno e la provocazione la
L'imbarazzo della provare a presidente Nilde Iotti rimproverava i compagni comunisti e non so che cosa chi me lo diceva
Nel settantotto abbiamo dato alle dune calice voi compagni comunisti siete disposti a giocare la carta della infame amnistia di classe
Cadeva eccetera pur di non fare delle prescrizioni adesso noi abbiamo duecento mila prescrizioni l'anno con quello come hanno fatto per esempio parlo di un
Magistrato importante pugliese
Loro erano cinque sostituti procuratori quattro sono parlamentare e uno del Sindaco candidato alla Presidenza della Corte
Normale
Ma perché doveva essere come Maritati uno di questi rivendica dopo che io però ho denunciato un fatto che un certo punto lo riceveva è uno dei processi di Mani pulite
E c'erano Pinuccio Tatarella noto come uno le più decenti esponenti di quella
Schieramento e Massimino darne D'Alema pugliese eccetera
Cosa hanno fatto hanno derubricato
L'imputazione e immediatamente quindi sono caduti nella prescrizione
Ufficiale lo sto ripetendo rami mandare un esempio che non era mai riprendono sono il problema che non è vero che il testo di sinistra sono uguali
Ma è vera un'altra cosa sono
Come dire antropologicamente soci diverso non sono uguali sembra non servirebbero
Nelle loro diversità
Un partito democratico che si pronuncia contro l'amnistia quando sicuramente a elementi di classe perché noi abbiamo
Nelle nostre carceri non solo gli ultimi degli oppressi
Del nostro Paese ma di ventun'altri Paesi
Che non hanno nemmeno il diritto di fare le telefonate nulla eccetera e allora questi ancora ieri no mentre vorrei sottolineare
Non so se monsignor Crociata o un altro di quelli importanti ieri si è pronunciato per l'amnistia abbiamo il vicepresidente della CEI
Dal signor superbo che si è pronunciato per l'amnistia abbiamo la maggioranza dei cappellani militari cattolico dei capitali penitenziario bene credo che sono per l'amnistia
Abbiamo
Data e sempre di più perché perché sta accadendo questo
Noi siamo sempre stati ma credo che anche tu Alfredo
Control concordati con
No si faceva una mosca si presero rivali e ma Bettini non ha voluto fare l'ultimo è diciamo quello ero lateranensi
Invece poi insomma da me insieme al
Ma
In realtà in cui il concordato ci sono due Stati che si uniscono per il bene di tale io di istituto ma scusate
Se uno crede in Gesù veder Vangelo eccetera
Oppure non vece come magari leghisti o altri
Non frega dei nulla del bene dell'Italia è un elemento
No legittimo di opinione no no no no e allora il mio intervento allora dissi alla Camera ma che c'entra allora oggi dico
è oggi fra i due colleghi San Pietro non è ancora
Fra
San Pietro e il criminale
San Pietro lo Stato non Chiesa
Si era fatto il concordato con uno Stato con quella Costituzione
Adesso c'è uno Stato che da trent'anni e in condizione di flagranza sui diritti umani ma io spero che
Il Vaticano al nome di quel concordato che non possiamo ancora
Abrogare perché era con la Suprema Corte della mafiosità partitocratica detta così Corte costituzionale ci ha impedito di farlo ha vinto anche quello no
Ebbene
Abbiamo une situazioni nelle quali in nome di quello che mi auguro che ascoltando i credenti
Più che di ore le altre cose
Ma
Sia
E questo Papa che faccia quello che aveva fatto Giovanni Paolo secondo ci ama voi non volete che
Si occupa di politica poi quando gli fa comodo scelto quando ci fa avevamo richiesto se noi abbiamo un senza dare lo Stato
Che crea le catacombe perché le carceri sono l'equivalente delle catacombe nelle catacombe riuscivano perché la tecnologia di controllo di allora era diversa a sopravvivere
Nelle nostre carceri rispetto
A educare i ragazzi al rispetto della legge quando sappiamo che noi siamo da trent'anni
Perché non facciamo la riforma della giustizia se noi facciamo l'amnistia tutte le energie finanziarie personali e professionali e anche parlamentari
Le possiamo tubetto destinare alla riforma la l'attrezzatura anche
Tecnica per rimuovere la situazione delle delle cause civili
Torno a dire su cinque milioni
Allora questo non siamo mai riusciti a spiegarlo la voce ma siamo mai riusciti una volta a spiegare perché
Le norme cattoliche
Come d'altra parte quelle autenticamente comuniste quarant'anni fa hanno capito che il divorzio era un elemento che garantiva l'amore piuttosto che
Ai carabinieri chissà che cosa no e ancora
E lo è per esempio lui un miracolato perché c'è il divorzio ma
Sua moglie non
Lei non era con
Che non è sposato quindi non può
Lo sento no perché lo sanno
Ma perché sanno che anche su questo in Italia per avere il divorzio dicevano cinque sei sette anni e quindi
Lo il perno rischiare quella santa donna della moglie possa e quindi va beh eccola qua
No no
I valori della
Accorpata benone Proto quindi ho concluso mai con questa cosa almeno non è vero chiede la gente interpellata
Compreso il divorzio come sull'aborto come se la professionalizzazione dell'esercito il trentacinque per cento vogliamo fare il servizio alternativo
Vogliamo appunto investire metà dei soldi immensi del Ministero della giustizia
Liberato da tre milioni dei processi sui quattro e quattro e mezzo e quindi potranno sul penale andare subito e loro dicono non è strutturale no
L'unica Strollo so strutturale che cinque milioni diventano due milioni con lo stessa forza umana professionale finanziaria eccetera era poi trasferire sull'altra
Io sono certa guardate che è all'ottanta per cento la gente perché la gente anche di sinistra a Milano poi in fondo stava ponendo perché questo è vero io l'ho vissuta
Eravamo da liberali adesso sapete perché
Silvio Gianni e mi dispiace ma io
Ho avuto un criterio la trasparenza proprio con gli alleati con gli amici con i degli avversari quello che
Detto guardate volevate prese quella posizione amnistia eccetera
Adesso è una follia
Ce lo chiede la giurisdizione europea
Siamo in uno stato di flagranza e quindi Tokyo cioè avuto riflesso umano
Allora grazie mamma Rosa che detta a Veronica
Aveva capito
Dicono entro domani dobbiamo dovete dire
Voi sono cinico agli altri dovete dire voi per primi percezione del precedente no amnistia oggi
L'indomani mattina alle ore undici
Di quel parlamentare Giacomoni faccio proprio nel dettaglio
Mi telefono la parte di Silvio e di Gianni
è accaduto qualcosa per cui non
Ma loro pensavo dice darci il tempo no la sera darci il tempo stanotte domani mattina diaria decisione cos'era successo
C'è un signore
Che pretende che nel novantatré novantaquattro
Non è che ci fosse la invito per cui
Silvio schermo tutti i nostri referendum
Umberto Bossi firmo i nostri referendum la riforma americana la depenalizzazione del consumo di droga
Tutte lei firmarono loro stettero con noi esse l'urgenza in campagna elettorale
Ma per esempio come Ministro degli esteri andrebbe bene Marco Pannella io ma aziende o non lo trovai Magenta inserito a cosa poi Nenni Martino no come fa
Non è né Martino mandò al Presidente quello con il Presidente a Repubblica da Scalfaro
Con lei né qui siete la mia vita lo ripeto sempre e difficile quello se c'è
Mi perdoni ma una cosa sicuramente non perdona di avere nominato Presidente a Repubblica quello là che dicevo quelle mariuolo dorme mariuolo
Chi è al disastro che è stato no e allora tornando ad adesso a quello che si deve fare io mi auguro che è quello che diceva Giovanni Paolo II scatenato
Anche noi un po'né qui stasera perché notoriamente mi e ci voleva bene
Notoriamente
Quanto al pubblico al Corriere della Sera una foto in cui eravamo ricevuti Emma ed io
E col papà sulla sterminio per fame nel mondo no
Il quella sera che non è che mi amasse particolarmente almeno in quel momento la svolte in primo pagine al centro come è successo era successa una cosa che il polacco era anche astuto ci aveva cominciato a conoscere i romani
Insomma e allora si era preoccupato di chiamare irresponsabili ma il fotografo fatemi vedere le foto
Perché mai lo voglio vedere le foto di oggi
Accetto contro Pitelli chiama e mi pare che chiese che tempo aveva
Per poi interferire sui giornali ed è un rettore sette ritrovato anche aveva e disse questa ed era quella nella quale c'era la sua foto e per come era emerso siccome so più alto
A un certo punto però sembrava quasi del nulli
Presentasse
Segue MTM lui aveva scelto quello
No di fanno dare e infatti il Corriere della Sera giornalisticamente non rinunciamo per dire
Quello polacco la poi non capiva che quest'altro preparava altre cose eccetera ma devo dire che io spero
Questo voglio dire
Voi sapete che io sono anticlericale c'è chi dice come tutti i religiosi di vera no diverrà religiosità contro le degenerazioni mondane delle istituzioni e via dicendo
Lui ha ma in nome di una religiosità quella per la quale a Radio Radicale guarda caso se uno vuol riconoscere la ci sono nel requiem
Se quella musicali noi potevamo avere dati AATO Vasco i nostri compagni abbiamo scelto quello ma cosa c'era mezzo resoconto dopo il fatto che da diciottenne
Don Benedetto croce aveva scritto l'anno prima euro emozionato
All'Internazionale liberale oggi direi con rispetto parlando ma Loredana quella che
Tornava a riunirsi dopo
La vittoria contro le dittature
E disse io non posso venire in realtà dice previsto poco bene la verità no che già casa croce
Vigeva il matriarcato come adesso al partito radicale e la signora dice notturni cioè voi andasse troppo vecchio insomma no e Louilt però scrisse questo se io fossi qui
Fra di voi e ci sono spiritualmente
Mi augurerei che noi iniziassimo i nostri lavori intonando il Veneto creato lo spirito
La religiosità
Don Benedetto Croce
Quello dei distinti e non degli opposti con cui ci rompono i coglioni gli opposti
I distinti e questo legandosi poi alla cultura successiva è diversa anglosassoni invece di quella più continentale
Tedesca romantica qui poi c'è Angelo Angiolo Bandinelli Carpisa domani quante cose dirà a Marco
Queste cose so io tumorali sai insomma va bene ma menomale dato sul foglio e devo dire
è vero che sul foglio del Giuliano né
Che ad un problema se chi deve uccidere il padre
Siccome io mi permetto di dire che Maurizio insomma
Uccidere operate
Suo nonno era Mario Ferraro illiberale della ridurre settimana rossa di Ancona
Illiberale Sinistra liberale scrivere cose favolose sempre e a mio avviso gli ho detto a Juliette degli a Mazar norma
Perché quello è troppo erano attualità di Mario Ferrario e che lo chiede e allora devo riconoscere dire oggi non sono io perché e vero che
La Stone sia l'ironia della storia
Oggi se c'è qualcosa sociologicamente che si avvicina agli amici del mondo sul piano sociologico conoscevo bene le due sedi che abbiamo avuto e proprio con il Foglio di Giuliano Ferrara
Dove lui poveretto pensava che il prodotto potesse essere finire di ammazzare quell'ingombro del nonno liberale loro le cose liberali ma no all'ottimismo stronzo no
Liberale sulla bontà umana cosa e quindi lui quando vede finalmente qualcuno che pecche ai ruba
Queste la vita i moralisti credo del condannato no però
Gioia devo dire con tutto il corpo norme no lo stai fu facendo rivivere tu perché Angelino Alfano è l'unico in Italia che a un certo punto ha raccontato che nel novantaquattro
Quando ha raggiunto
Berlusconi in quel momento l'ordine del dice io democristiano torna con la
Ma guarda allora era che cosa il partito liberale di massa
Era la rivoluzione liberale era questo costitutivo il povero Silvio fino al novantasei ci ha provato con una che abito più niente mamma Rosa noi abbassata mamma Rosa io ero stupito
Gli diceva e Loi nero diceva
Guarda che Celli Celli sono dico e il testo unico amico che ci aiuta
Guardate e la sia suora che poi è morta
Lui mi disse non è d'accordo con te li ha sostituito con Ruby però
Si
Debba appunto appunto appunto Maccora sul testo su questo c'è una grossa cosa psicanalitica
Tu mette sull'altare
Qualcosa
E poi così facendo la nella vita la trovi in eccesso nei casi
Questo è un fatto psicanalitico ad allora ter ho terminato qui però è urgente
Col Presidente che ha scritto tutti hanno letto ha scritto varate dell'amnistia si vuole cambiare la Costituzione tanto so cinque mesi di vita quattro mesi li abbiamo impossibile
Siccome tutti si devono inclinare
No e l'inchino a destra il Presidente ha detto che ci vuole la metà è perché
Perché
Le agenzie professionalmente
Quando dice clemenza retto battano Totaro meglio capire il valore hanno messo nei titoli l'azienda
Berlusconi le amicizie materie riflesso giornalistico aggio demenza che
è Berlusconi sì di Berlusconi
Napolitano per l'amnistia mentre lui aveva scritto niente amnistia dobbiamo pensare ma i due terzi eroghiamo cambiare la Costituzione però lui non è che ha precisato
E continua ora la situazione e questa
Leccarsi ed italiani
Oggi
Sono il luogo della Resistenza ed uno Stato tecnicamente criminale
Guardate gli eroi che
Gli ergastolani ostativi che le hanno viste tutte spiegano ma è vero se noi quindi
Quanto sarebbe umanamente comprensibile
Facciamo come in passato casino Cirio voltiamo eccetera perdiamo e stanno loro a vigilare
Che i giovani più giovani lo capisco e devo dirvi
Chi come noi
Riterrà e tanti altri noi viviamo nelle piazze
I
Africani
Rumeni albanesi
Tutti quanti su questo
Poi lo dicono stanno a sentire imparano
Quando torniamo da noi Sud è infatti poi le notizie che arrivano sulle carceri altrove
Abbiamo trovato l'altro giorno un racconto di familiari che nel deserto
In Iran non era come ho letto erano manifestarle il disastro per la liberazione per i processi di revisione
E per denunciare le condizioni inumane
Delle loro Carzeri questo è un fatto prego nazionale antropologico devo dire che
Bisogna vedere come riusciamo difenderci e a difendere
Davvero Feltri
Chi ha avuto la bontà all'amicizia ma forse anche l'onestà
Di lire son d'accordo con Marco
No eccetera bene allora devo dire che io son d'accordo con lui e dobbiamo capire come per sapere questo mistero apparentemente sia la gente uno gli spiega
Come ho detto al ragazzo uno cattivo e l'altro buono sono diversi sono uguali o sono diversissimi imbrogliano ma no il problema principale non è avere regole da rispettare né a destra né a sinistra
Quel povero sindaco di Firenze
Pur di non fare
Rischiare la sapiente fanno no non basta che tu vada
A dare una una lira è una cosa e voti per il PD per la cosa si de rien ma a la domenica precedente
Chiederei scrive con la carta da bollo dell'importanza del triplicato elettorale e poi ci torneremo è evidente che l'unico modo per impedire il pieno
Di votanti alle elezioni primarie e quanto meno
Diciamo sono
Letto e che migliori le presenze della gente non dei
Gli organizzati che sono niente tanto più possono sperare che come è scritto nel regime anche quello finiamola diretta la politica una sorpresa
Dovrebbero
Dire la politica bisogna dire il regime politico questo ma è il regime non c'è la politica perché altrimenti è vero viene fuori che siamo tutti apolitica io sulla politica
Come come ha ben
Ciani ed anzi è vero ma del regime politico con noi che cosa un altro concetto che ti offre l'alternativa nel più alcuna alternativa contro i nazisti liberali
No per il resto è andata bene che fatto gode infatti Fausto
Con pudore tace
No dall'altra parte Rita sta ottenendo in Parlamento che norme dell'altro mondo hanno perfino già voto ma il Governo ieri non so se l'avete già segnalato era passato una proposta di Rita nostra per la quale
I magistrati dopo cinque anni disservizi amministrative e via dicendo loro ricominciata non doveroso orgogliosa di cinque anni
A questo punto
Tutta la sua la Presidente della Repubblica ci ha sempre avuto per dieci quindici vent'anni
Dei magistrati distaccati li altri distaccati alla giustizia e via dicendo la Iannini e tutti quanti
C'è stata rivolta pure al Quirinale ma come allora devo rinuncia accolti come faccio e cioè e
Naturalmente il Governo ha sentito l'influenza per sopravvivere
Di di
Di quelli che non sono uguali ma dei soci e l'Angelino Alfano che appunto aveva avuto la forza di impedire a Silvio e qua mi si identifica io sto dicendo una cosa
Ausilio a Gianni Letta di pronunciarci come speravano
Per diversi tutto con Ciano sull'amnistia come riforma
No e non come
Per legalizzare il carcere
E
Il carcere tu fai un accenno sul quale non credo di essere d'accordo mensile dell'indulto no perché è vero l'indulto risponde al fatto carcerario
Mentre l'amnistia risponde al fatto giustizia alle cause resta il fatto che noi siamo incriminati per il fatto giustizia
Ma c'è un autonomo a condizione criminale specifica del carcere e l'indulto allora si può giustificare da questo punto di vista e del loro uso ma come si fa a sostenere in dottrina
Da millenni perché questo era nel diritto romano e poi anche c'è nel diritto canonico se tu non hai compattezza temporale
Tra l'evento che accade suscettibili e il giudizio
Quindi il suo dovere storica è impossibile
Che la giustizia veda giusto quindi da insomma dinanzi a questo possiamo anche dire che ci sono pieni di assolti
Per motivi di classe oltre che degli aggettivi
E la grande maggioranza di quelli che stanno lì se non hanno l'indulto non riusciranno mai perché non hanno loro saranno nemmeno i colpevoli e magari innocenti ma li Arcidiano un'altra inchiesta da fare
A tutti questi analfabeti eccetera
Degli avvocati dell'ufficio io denuncio qui che il Tribunale dell'Aquila sicuramente assegnato a
Vedi non italiani
Avvocati dell'ufficio che non si sono fatti mai vedere perché il maresciallo dei Carabinieri diciamola tutta
Era indignato al fatto che sua figlia si era messo con questo un po'troppo Bruno e quindi riuscito ad acchiappare il mandato e questo sta lì non ho mai visto il difensore d'ufficio L'Aquila la nominata
Grazie
Era il cinque ottobre due mila dodici è così dunque Marco Pannella interveniva mila un corso di un dibattito un ingiusto e Italia lo Stato criminale della giustizia nel nostro Paese l'apertura avete ascoltato anche quanto disse in quella sede Vittorio Feltri
Con la prossima registrazione della trentuno ottobre due mila tredici fra invece arriverà un momento
Dal dodicesimo congresso di radicali italiani con corso di una
Tavola rotonda
Svolta sì in apertura di quell'assise
Sulla carità costituzionale dietro le sbarre intervenne tra gli altri dal professor Andrea Pugiotto Ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Ferrara duecento giorni esatti a partire da oggi li ho contati
è questo il fazzoletto di tempo che ci separa dal ventotto maggio due mila quattordici
Da eminenti del quale l'Italia deve porre rimedio all'attuale sovraffollamento carcerario siamo condannati a fare
E presto
Non si tratta di
Un dato tra i tanti è il dato da cui non si può prescindere
In questa partita infatti i tempi non sono nella disponibilità dello Stato italiano
Messo già sotto osservazione speciale dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa
Per cui non a caso
Guardasigilli Cancellieri dovrà riferire a novembre circa le iniziative intraprese dal nostro Paese vere adempiere agli obblighi derivanti da condanne di Strasburgo
Questo dato dunque ipoteca sia l'anno e
Sia il quando circa il che fare
Eppure
Ciò nonostante
E ignorato
Dalle valutazioni delle forze politiche
Eppure novità giuridiche da sentita Torregiani secondo me sono accecanti
Rispetto alla precedente sentenza Sulejmanovic del due mila nove ora i giudici europei esprimo una condanna all'unanimità
E lo fanno con una sentenza pilota cui la Corte di Strasburgo ricorrere quando accerta un problema di natura strutturale che coinvolge norme e prassi statali al di là del caso del singolo ricorrente
Traduco
Da gravissima emergenza qual era la condizione carceraria in Italia si è trasformata in fenomeno di illegalità permanente
E ciò ci Baldini nonostante lo Standard illegale relativo lo spazio detentivo individuale sia progressivamente diminuito
Dai nove metri quadri regolamentari fissati da un decreto ministeriale del settantacinque ai sette metri quadri per le celle di sentite quattro metri quadri precede collettive misure raccomandate dal Comitato europeo di prevenzione della tortura
Fino agli attuali tre metri quadri sotto i quali per la Corte di Strasburgo scatta in automatico la tortura
Perché la violazione accertata chiama infatti in causa non in qualunque articolo della CEDU ma l'articolo tre
Cioè il divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti è un divieto assoluto e inderogabile sia in ambito internazionale sia in ambito europeo
Rispetto al quale
Non c'è spazio per la sovranità statale
Privata di qualunque margine di apprezzamento e segnalo che nella sentenza Torregiani
Non si fa mai distinzione pure concettualmente possibile fra i tre diversi trattamenti dettati dall'articolo tre
Traduco anche qui
Si scrive sovraffollamento si legge tortura di Stato
Queste le istantanee scattata a Strasburgo
Foto rispetto alla quale siamo chiamati a risolvere
Un problema dice la Corte senza indugio
E se invece indugia Shima
E se invece non vi ponessimo rimedio
Allora per rispondere a queste domande l'invito a salire con me sulla macchina del tempo
è viaggiamo fino alle colonne d'Ercole che la Corte di Strasburgo ha fissato per l'Italia cioè se ce la facciamo finta di essere arrivati al ventotto maggio del due mila quattordici
Quel termine cade a ridosso sia delle elezioni del Parlamento europeo sia del semestre di presidenza italiana dell'Unione europea
Arrivarci con lo stigma del Paese che tortura i propri detenuti violando l'articolo tre della CEDU e che non adempia relativo giudicato della Corte Europea violando l'articolo quarantasei della CEDU sarebbe inaudito
Una condizione umiliante sul piano internazionale scrive il Quirinale nessun messaggio alle Camere neri vale l'argomento Causi dico Pericu il Consiglio d'Europa non è l'Unione europea
Perché diventa di tortura vige in entrambi gli ordinamenti semmai se devo dirla tutta in questo contesto la devo dire tutta la realtà è molto più comoda
Se già non fossimo parte del Consiglio d'Europa e dell'Unione europea di cui siamo soci fondatori a oggi non potremmo esservi ammessi
Perché incapaci di soddisfare gli standards di tutela dei diritti umani i cui rispetto è condizione pretesa per il loro allargamento ad altri Stati
Rimaniamo ancora un po'nel futuro che cosa vedremmo mettemmo anche che tutti i corsi individuali congelati a Strasburgo due mila cinque due mila ottocento
Verranno riassunti
E decisi nel senso del loro accoglimento
E altrettanto accadrà perché egli che verranno prevedibilmente copiosi perché sono circa diciotto mila i detenuti oltre la capienza regolamentare delle carceri italiane
I ricorrenti vincendo la causa avranno diritto a una compensazione pecuniaria per il danno morale che hanno subito in violazione dell'articolo tre della CEDU quanti soldi sono
Nei casi e la condanna espressa con la sentenza Torregiani i sette ricorrenti hanno ricevuto il solido una somma pari a cento mila euro
Basta un semplice calcolo per capire che l'inadempimento italiano specie se reiterato nel tempo costerà all'erario quanto una manovra correttiva di Bilancio
La violazione della legalità infatti non è mai a costo zero ricordo che nel solo due mila dodici l'Italia per non aver adeguato legislazione è prassi agli standards il Consiglio d'Europa
è stata complessivamente condannata al pagamento dell'astronomica cifra di quasi centoventi milioni di Euro in risarcimenti
Di più
Rimanendo sempre nel futuro
Il nostro Paese
Già ora è uno dei responsabili maggiori dell'arretrato che grava sulla Corte europea dei diritti
In ragione dell'eccesso di ricorsi pendenti a Strasburgo contro l'Italia per violazione dell'articolo sei della CEDU irragionevole durata del processo
Rischiamo
Il vergognoso bis in ragione della valanga di ricorsi pente presenti e futuri in relazione alla violazione dell'articolo tre della CEDU tortura
Promossi dei reclusi nelle carceri della nostra penisola
Recidivanti è contagiosa
La peste italiana involge fra così il normale funzionamento della Corte europea trasformandola in qualcosa che non è
E cioè una corte di ultima istanza per un sistema giuridico il nostro incapaci di garantire internamente il rispetto dei diritti umani
Ritorniamo del futuro al presidente
Oggi dunque
Mente puniamo un aereo per aver infranto la legge nel contempo noi violiamo la Costituzione la CEDU l'ordinamento penitenziario e regolamento di esecuzione reiteratamente come delinquenti professionali
Questa flagranza di reato va interrotta perché non impedire un reato equivale a cagionarlo
Se le cose stanno così e secondo me così stanno
Le Camere non sono chiamate a un esercizio di buonismo legislativo
Ma a restituire la Repubblica alla sua legalità
Trasformare la crisi della giustizia delle carceri in una opportunità di cambiamento strutturale è per il Parlamento un vero e proprio obbligo costituzionale
Hai importazione che i radicali con Marco Pannella non sempre dato questa battaglia di scopo
è un'impostazione accolta in toto dal Presidente della Repubblica nel suo messaggio dove infatti la parola più ricorrente lo contattai dovere
Spesso qualificato come costituzionale
Ed è una battaglia di scopo finalmente veicolata dal Quirinale in un suo atto formale
Che interpella ufficialmente tutte le forze parlamentari mettendolo in mora e costringendo le ha una risposta costituzionalmente orientata
L'ente il messaggio del Quirinale prospetta una strategia complessiva che prevede cito congiuntamente una serie di interventi
Capaci di fermare la catastrofe e cioè i rimedi straordinari della mistica dell'indulto dell'indulto
Di limitare i danni e cioè l'aumento della capienza complessiva degli istituti penitenziari e di risalire la china le necessarie innovazioni di carattere strutturale
Trovo stupefacente che come in un mondo capovolto si sia praticato con accenti fiorentini il messaggio presidenziale
Invocando il principio di legalità parlando di autogol e di scelte diseducativa
Evidentemente anche per il nuovo che avanza in politica urge un insegnante di sostegno
A mio avviso
Marcus era facile
A mio avviso invece
Il messaggio presidenziale ha una sua struttura sapiente perché è un tempo realistica e lungimirante vorrei fissare l'attenzione su tre punti soltanto perché il tempo che è a disposizione non è moltissimo
Cominciamo col dire che ha ragione il Quirinale quando parla di
Costruzione di nuove carceri
Perché è vero e
Viste la necessità di rinnovare l'edilizia carceraria per il venti per cento è fatta di edifici risalenti fa all'undicesimo quindicesimo secolo per il sessanta per cento è difficile del dopo del diciassettesimo dice nemici Mosaico
E lo spazio
Insieme al tempo è una delle due dimensioni che determinano l'afflittività della pena rendendola più penosa
Se no però se questo è vero non servono nuove carceri mancarci nuove
Cioè pensate come luoghi dove il disegno costituzionale della pena possa davvero realizzarsi
Anche in questo la sentenza Torregiani dice una cosa nuova
Prima di essa
Lo spazio anche il simbolo di nazionalità non integrava da solo la violazione dell'articolo tre della CEDU
Perché entravano in gioco altri elementi di valutazione l'accesso alla luce all'area naturale ai servizi igienici riscaldamento le condizioni sanitarie
Ora dopo la sentenza Torregiani paradigma è capovolto
Perché la mancanza di spazio sotto i tre metri quadri integra automaticamente la violazione dell'articolo tre della CEDU
Sopra i tre metri quadri quella dell'azione non si può escludere si tratterà di guardare
Le condizioni ambientali complessive
Ecco perché la risposta alla condanna europea non può costruirsi solo con il metro la cazzuola il mattone
Il problema di detenuti stipati in celle come pezzi di legno accatastati in una legnaia non nasce perché abbiamo una scarsa cubatura penitenziaria
Ma perché abbiamo troppi detenuti preclusi in pessime condizioni
E basta conoscere la legge dei vasi comunicanti in
Per sapere che
Più carceri corriamo più riempire IMO
Con il risultato di mantenere e se non di peggiorare un tasso di sovraffollamento che ci vede in vetta alla classifica europea secondi solo alla Serbia
Quanto alle riforme strutturali in
Secondo me è il messaggio presidenziale omette un riferimento normativo strategico e che molto ha a che fare con il nostro tema
è il reato di tortura
Crimine contro l'umanità secondo la comunità internazionale
Eppure da noi ancora assente nel Codice penale
è una lacuna grave intendiamoci è perché la Costituzione non si limita a dettare la tortura
Impone con l'articolo tredici quarto comma di punirla con un reato che attendiamo però inutilmente da sessantacinque anni nonostante la dirigente adesione dell'Italia tutti pertinenti trattati in materia
Ebbene io credo che all'indomani dell'introduzione del reato di tortura
Si dovrà guardare anche alle politiche dei tempi potenziare con occhi diversi vediamo perché
Isola affollamento carcerario ci dice la sentenza Torregiani configura gli estremi della tortura
E poiché non impedire un reato equivale a cagionarlo
Ciao costringerà a differire l'esecuzione della pena sia il direttore del carcere che dovrà rifiutarsi di accogliere ulteriori detenuti
Sia il giudice di sorveglianza altrimenti chiamati a rispondere del reato di tortura
Troverà così implementazione informatico da più radicale perché obbligatoria non facoltativa la soluzione normativa tentata dei giudici di sorveglianza di Milano e di Venezia cui facevo riferimento prima il Segretario Staderini
Che hanno tentato di ottenerla dalla Corte costituzionale sono ENI la regola
Per cui non si può eseguire una pedina in condizioni illegali
Quali quelle di un carcere colmo fino all'orlo
C'è dell'altro
L'articolo tre della CEDU applicato al sovraffollamento carcerario ci dice ancora la sentenza Torregiani
Vieta senza soluzione di continuità sia la tortura sia i trattamenti disumani si trattamenti degradanti
Ciò significa che non deve avere più cittadinanza l'ambiguo parametro ministeriale della cosiddetta capienza tollerabile
Parametro che
Oscillando all'interno del divieto dell'articolo tre della CEDU pretende arbitrariamente
Di tracciare una linea di demarcazione traccia anche e cioè che e ciò che non è ancora trattamento vietato
Parlamento operato di cui io non ho mai capito quale sia l'unità di misura sospetto sia l'elastico
E che è responsabile dell'inedito fenomeni italiano di una pena sempre più verticale cioè l'aggiunta di nuovi piani e letti a castello nelle cellule
Infine
Proprio perché il fattore tempo è decisivo condivido la sollecitazione presidenziale ricorso ad atti di clemenza generale
I soli che consentirebbero di adempiere tempestivamente all'obbligo di risultato che ci deriva dalla condanna Strasburgo
Secondo me la fuori bersaglio la critica dottrinale che denuncia la facile seduzione della clemenza pagata però a caro prezzo
Con la rottura dell'eguaglianza la violazione della ordinaria e legalità ed indebolimento della credibilità del sistema
è semmai l'attuale situazione dietro le sbarre e prima ancora nelle aule di giustizia a non garantire uguaglianza legalità e credibilità del sistema
Ed è proprio la Costituzione più bella del mondo a contemplare tra gli strumenti di politica criminale la clemenza generale che sarà un atto contra legem ma non è un atto contra Costituzione me
Il problema dunque dal mio punto di vista non è se
Approvare una legge di clemenza ma come consegnarla
Dovrà innanzitutto essere coerente con la finalità dichiarata che non è di pacificazione o di generalizzata amnesia penale
Se l'obiettivo che abbiamo è deflazionare le patrie galere
E chiudere i rubinetti che producono a getto continuo popolazione carceraria
Dovrà essere una clemenza per il passato coerente con la legalità che godiamo per il futuro
Concretamente cosa vuol dire
Che senso affollamento carcerario è una metastasi ordinamentale
Che deriva da leggi carcere omogenei sull'immigrazione la tossicodipendenza la recidiva qualificata l'abuso di custodia cautelare
Questo deve essere il perimetro di gioco
Da un lato modifiche legislative per il futuro
Dall'altro clemenza pettine sta subendo le conseguenze irragionevoli o da condannato o da imputato
Dovrà inoltre essere una legge non solo di indulto ma anche di amnistia
Perché per cogliere risultato dobbiamo agire sia sul reato sia sulla pena
Perché senza amnistia sarebbe uno sciupio di risorse e di tempo celebrare inutilmente processi destinate a concludersi con la formula di rito pena integralmente condonata
Accadde accade così dopo l'indulto del due mila sei amputato irrazionalmente della necessaria amnistia
Allora ricordo
Fu la stessa magistratura
Attraverso una risoluzione approvata dal plenum del CSM nella seduta del nove novembre due mila sei
A indicare cito nell'adozione di un appropriato intervento legislativo di clemenza l'unica soluzione adeguata a rischio di una giustizia altrimenti in panne
Oggi invece la magistratura associata si dice contrario all'amnistia perché un episodio Pandev palliativo un colpo di spugna un atto di cannibalismo verso processi politicamente di ricatti
Eppure
Le condizioni dietro le sbarre nelle aule di giustizia sono ora come allora allo stremo
Eppure
Ora rispetto ad allora c'è una condanna europea che ha fatto scattare il cronometro
Eppure la clemenza viene pensata da chi la propone come la prima e il non la sola di una serie serrata di contestuali iniziative strutturale
Dell'altro
Dominante interrogativo
Su una così ne beneficerà anzi un attore Berlusconi
Non vorrei parlare per sfinimento per nausea personale neppure si deve
Eppure si deve perché dalla differente risposta a questa domanda parrebbe dipenderà il consenso della destra o della sinistra a misure di clemenza generale oggi indispensabili
è la vittoria per ammissione del berlusconismo che impedisce di cambiare schema di gioco anche quando la posta in palio e lo stoccaggio di sessantacinque mila persone in quarantotto mila celle
Chiudo allora rammentando a tutti i parlamentari di destra e di sinistra dell'una e dell'altra sponda
Che barattare la sorte di tanti in cambio della sorte di uno solo ha un nome proprio rappresaglia uno degli atti più vivi che ci può commettere
Però una registrazione della trentuno ottobre due mila tredici e con questo intervento della professor Andrea Pugiotto Ordinario di Diritto Costituzionale all'Università di Ferrara
Pronunciato al corso di una tavola rotonda svoltasi in apertura dei lavori del dodicesimo congresso dei radicali italiani su legalità costituzionale dietro le sbarre
Concludiamo qui questo spazio di informazione di riflessione