25MAR2014
stampa

Presentazione del simbolo per le prossime elezioni europee di Scelta Civica per l'Italia

CONFERENZA STAMPA | ROMA - 14:30. Durata: 31 min 47 sec

Player
Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Presentazione del simbolo per le prossime elezioni europee di Scelta Civica per l'Italia" che si è tenuta a Roma martedì 25 marzo 2014 alle ore 14:30.

Con Stefania Giannini (ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Andrea Romano (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Gianluca Susta (senatore, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Renato Balduzzi (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Pietro Ichino (senatore, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Alberto
Pera (fondatore del Club per l'Economia di Mercato), Gianfranco Librandi (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Mariano Rabino (deputato, Scelta Civica con Monti per l'Italia).

La conferenza stampa è stata organizzata da Scelta Civica per l'Italia.

Tra gli argomenti discussi: Amministrative, Austerita', Commissione Ue, Costituzione, Crisi, Economia, Elezioni, Europa, Europee 2014, Flessibilita', Francia, Giovani, Italia, Lavoro, Le Pen, Liberaldemocratici, Liberalismo, Nazionalismo, Pace, Politica, Scelta Civica, Simbolo, Spinelli, Sviluppo, Ue, Voto.

Questa conferenza stampa ha una durata di 31 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

14:30

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Te
Siamo qui come
Questi cartelli indicano per
Presentare un impegno importante per il nostro partito che l'impegno di presentarci alle prossime elezioni europee
Facendo che cosa lanciando un messaggio guardate
Che stamattina fa una domanda e radio mi è venuto di dire in questo modo che lo ripropongo
Guardare l'Europa come la guardano i ragazzi di vent'anni come la guarda la generazione Erasmus come la guardano tutti coloro che la ritengo una condizione necessaria e sicuramente non sufficiente ma assolutamente necessario perché questa parte del mondo
Ritrovi la sua centralità
Possa avere il peso che merita della sua storia e per il futuro nello scenario globale
Guardate la con i ragazzi con gli altri ragazzi di vent'anni anche perché dall'Europa ci si aspetta futuro non ci si aspetta
Una ostilità che ha finora sì da sola e non accompagnata da misure per la crescita per l'occupazione per l'istruzione per lo sviluppo
Un destino sicuramente di aridità un destino di declino
Nostro partito bene non poteva non fare questa scelta siamo un partito che ha aperti scusate il bisticcio lessicale
è avviato il suo percorso dà l'idea della scelta cioè dall'idea di un atto volontario di una parte della società civile italiana che ha lasciato temporaneamente le proprie posizioni e le propria storia le proprie vite per dare un contributo al Paese
E ora questo stesso atto volitivo la vogliamo portare in Europa vogliamo far sì che
Il nostro sia io mi auguro il più possibile solido il più possibile robusto anche in termini quantitativi
Il contributo a quella parte dell'Europa che spera che il Parlamento europeo futuro quello che ho uscita dalle urne il ventitré venticinque di maggio
Sia per lo più in ampia in ampia maggioranza popolato da coloro che ci credono nel contesto europeo ma che non ci credono passivamente che ci credono per cambiarlo che ci chiedono per ricondurlo
Alla dimensione di cui c'è bisogno per dare un futuro anche i singoli Stati nazionali alle generazioni attuali a quelle future
Ecco credo che la scelta di questo simbolo se la più semplice che si potesse fare il trasferimento del nostro messaggio del nostro spirito della nostra volontà che è contenuta in questo termine
Il contesto più ampio che ripeto è una condizione per noi è necessaria
E non inevitabile voluta e che ci impegniamo a trasformare ora i miei colleghi faranno anche parte Andrea una breve presentazione perché insomma abbiamo anche
Delle idee non è solo una lista non sarà su una lista di candidati
La convention la faremo il dodici di aprile a Milano e in quell'occasione saremo in grado insomma di dire
Chi sta con noi perché questa è una lista aperta una lista che parte la scelta civica ma io mi auguro e ne ho la certezza che raccoglierà già sta avvenendo anche altri movimenti soprattutto ispirati ad una visione liberale del del del Paese e quindi anche dell'Europa quindi una società più aperta una società semplificata una società che
Risponda alla modernità
Ecco dice una tentazione da parte di Andrea Romano lo ringrazio anche per il lavoro che ha svolto finora e poi gli interventi dei colleghi che completeranno questo quadro
Stefania
Volevo potuto cogliere questa occasione per trasmette di quelle che saranno alcuni dei messaggi con i quali noi caratterizza diremo la nostra partecipazione alla campagna elettorale per le europee oggi diciamo questi certo civile per l'Italia
Partito radicato in tutto il territorio due gruppi parlamentari una forza di maggioranza
Da domani inizia un percorso che ci porterà a quello che noi consideriamo un appuntamento decisivo per l'Italia oltre che per l'Europa ovvero le elezioni europee che per la prima volta davvero vedranno in questo Paese
Svolgersi una battaglia tra chi vuole portare l'Italia fuori dall'Europa e per la prima volta sono tanti sono tanti movimenti
In Italia non eravamo abituati in può dare per scontato l'europeismo eravamo tutti europeisti un po'come volevamo bene tutta la mamma questa volta non è più così vediamo da più parti destra sinistra
I Grillini movimenti populisti sostenere una cosa molto forte che l'Italia sarebbe meglio fuori dall'Europa le consideriamo questo
Consigliere Remo questa una catastrofe e per questo ci schiere dei momenti
In queste elezioni europee con coloro che invece vogliono che l'Italia resti in Europa si è ancora più forte in Europa e porti Italia ancora più Europa da tutti i punti di vista perché l'Italia secondo noi non può che crescere se conta di più nell'Unione europea
Per questo non è come dicevo ci schieriamo con i tantissimi italiani
Che pensa una cosa molto semplice che l'Italia ad avere più Europa da tutti i punti di vista più Standard europei e ora ne vedremo alcuni esempi
Perché noi dobbiamo essere appunto più autorevoli in Europa e dobbiamo prendere più florido il futuro dei nostri figli e dei nostri concittadini soltanto se porteremo più Europa in Italia tutti vista economia diritti civili servizi pubblici
E per questo le elezioni europee sarà un appuntamento decisivo lo si dice sempre alle prossime elezioni saranno appuntamenti fisico però davvero per la prima volta in questo caso si svolgerà una un conflitto molto forte molto aspro tra gli anni europee e i file europee e scelta civica sarà
Il partito che con più nettezza e più trasparenza si schiera per l'Europa tra i tanti che dicono sì vorremmo anche avere un'Europa diverso e vorremmo fare questo però fare questo no l'Europa naturalmente non ci va bene così come né vogliamo anche noi cambiarla però al punto da cui partire
L'Europa fuori dall'Europa per l'Italia ci sarebbe solo un destino di distruzione di declino e di miseria
Quindi ne chiediamo agli italiani di fare una scelta di fare una scelta
Così come l'hanno fatta nell'elezione del febbraio quando lo diceva Stefania John in un attimo fanno ci siamo presentati come scelta civica chiamando gli italiani a scegliere questa volta la scelta da fare è una scelta per l'Europa
Quindi il principale messaggio che vorremmo trasmettere questa campagna elettorale sarà questo che vedete qui Scelli l'Europa contro tutti coloro che invece vogliono scegliere riportare l'Italia fuori dall'euro
Questo l'abbiamo già visto poco fa è il nostro simbolo lo diceva se fare o voglio sottolineare con due parole in più sopra vedete
Sopra la definizione discetta civica avete tre parole liberali democratici riformatori non sono parole messe lì a caso sono parole
Che indicano una direzione di marcia della quale ne vogliamo muoverci e pacifiche nata già nel febbraio scorso con un soggetto plurale aveva all'interno esponenti della tradizione popolare qui seduto al nostro tavolo Renato Balduzzi sia uno degli esponenti il prestigio di questa tradizione aveva esponenti di una tradizione liberale che esponenti di nessuna tradizione politica persone che fino al quelle lezioni non facevano politica come dire non avevano niente da rimproverarsi
Noi però poi perché crediamo che le elezioni europee sarà un appuntamento decisivo vogliamo anche segnalare un percorso che cominciamo con le elezioni europee un percorso che si rivolge esplicitamente a quell'opinione pubblica
Liberal democratica e popolare oltre che popolare che in Italia non ha una rappresentanza i liberaldemocratici in Italia non hanno alcuna rappresentanza organizzato meglio ce l'hanno molto frastagliata
Non vantiamo alcun come dire diritto di primogenitura volta alcun complesso di superiorità
Però vogliamo dare ospitalità attraverso questa operazione politica e attraverso quelli che succede critiche ne seguiranno a tutti coloro che condividono con noi un orizzonte di grande
O che non è un'ideologia rigida ma è l'idea che appunto l'Italia possa crescere ottanta facendo quelle operazioni liberalizzazioni crescita economica trasformazione e mercato del lavoro
Che connotano concretamente un'opinione libera democratica ed è poi come dire si identifica con qualche concretamente scelta civica fatto in questi mesi in Parlamento e al Governo
Quindi il nostro luogo
Alcuni esempi di quanto a cosa che cosa intendiamo quando diciamo
Scegli l'Europa sceglie l'Europa perché solo attraverso la scelta dell'Europa possiamo liberare italiani da un peso ormai insostenibile del debito pubblico
Perché soltanto attraverso un conto un'agile rigorosissima dei conti pubblici si può appunto ridi minorile il peso del debito pubbliche quindi avvicinare l'Italia l'Europa naturalmente l'austerità a quella parola che ci ha perseguitato per tanto tempo non può essere una religione non può essere un credo indiscutibile ma soltanto attraverso politiche di crescita e di liberalizzazione possiamo superare le politiche di austerità
Ed è questo tra l'altro l'approccio con il quale scelta civiche nata nel febbraio scorso non tanto sposando la religione della ferita ma volendo introdurre nella politica italiana quelle politiche coraggiose di riforma che nessuno fino ad allora aveva saputo fare
E attraverso
Una gestione più rigorosa della spesa pubblica sarà possibile solo attraverso questo una riduzione del carico fiscale che anche in questo caso per l'Italia è troppo eccessivo chi pretende di portare l'Italia fuori dall'Europa sarò molto rapido
Non dice la verità perché la verità sarebbe come hanno dimostrato altri Paesi che sono usciti dai contesti internazionali uscire contesti internazionali significa moltiplicare la pressione fiscale significa svago dare la ricchezza delle popolazioni il caso dell'Argentina è un caso di specie chi chi pretenderebbe di importare in Italia hanno dall'argentino rinegoziando il debito pubblico PIL delle frontiere valutarie
Non sa ma dovrebbe dire agli italiani che attraverso questa operazione si colpisce la ricchezza benessere il futuro dell'Italia
Inoltre
Intendiamo scegliere l'Europa per una trasparenza totale dell'amministrazione pubblica che questo è uno Standard europeo in altri Paesi europei esiste un criterio di trasparenza e tutto quello che fanno gli amministratori pubblici che in Italia ancora non abbiamo una parte magagne
Vengono denunciate ogni giorno per la scarsa trasparenza delle amministrazioni pubbliche sceglie l'Europa vuol dire fare questo vuol dire importare in Italia trasparenza totale nelle amministrazioni pubbliche
Infine vi abbiamo Pietro Ichino che
Si è allontanato spero sono momentaneamente e quindi
Chi meglio di lui come dire può testimoniare questo concetto semplice mirata straordinariamente coraggioso per l'Italia quindi
Una riforma del mercato del lavoro che renda finalmente il mercato del lavoro facili flessibile sicuro come al mercato di lavoro in altri Paesi europei nella gran parte dei paesi comparabile a quello italiano ma non lo è ancora in Italia quindi scegli d'Europa anche per rendere più facile flessibile sicuro il mercato del lavoro
So tagliando da rapidamente andando alla conclusione
Naturalmente il tema delle liberalizzazioni
Infine è un tema che deve essere posto anche questa discussione quello dei diritti diritti civili
Diritti civili che non sono tema di battaglia ideologica ma sono anche qui un elemento di europeizzazione perché sul tema dei diritti civili
Anche da questo punto di vista l'Italia deve essere euro Pizzata no perché siamo appunto un club di laicisti per carità sarà persone con la più articolata come dire offerta di
Convinzioni e di rispetto di rispetto verso chi la pensa come noi però da pirati da questo punto di possiamo
E dobbiamo avvicinarci all'euro infine il tema dei servizi pubblici
E infine il tema naturalmente gli investimenti stranieri con il quale con con il quale concludo perché è chiaro che
Per un
Investitore straniero è più facile venire in Italia soltanto se saprà che in Italia con un contesto simile a quello degli altri Paesi europei
Con questo concludo e dare la parola Gianluca giusta che coordinerà la campagna per le europee grazie sì grazie Andrea io voglio solo aggiungere questo
Troppi stanno impostando la campagna elettorale su un'ambiguità di fondo
Che è quella con l'Europa si ma non questa Europa un'altra Europa ecco noi sappiamo una cosa che questa Europa è una grande incompiuta
Ma è un'incompiuta perché i Governi nazionali dei ventisette Paesi ma soprattutto alcuni anche dei grandi Paesi incominciare dall'Italia in questi ultimi anni a parte la parentesi
Di Monti una breve parentesi dopo l'elezione di quest'anno non ha
Portato su di sé quella che era la bandiera del completamento del disegno dell'Europa che l'integrazione politica che l'unione politica insieme all'Unione fiscale all'Unione economica all'Unione bancaria
Che sono elementi fondamentali per poter portare l'Europa e la competizione globale ad essere ancora protagonista e non essere solo la prima economia del mondo il più grande spazio di libertà e di giustizia al mondo tuttavia
Ma deve diventare anche un nuovo protagonismo guardate noi abbiamo davanti
Alcuni problemi che sono la lotta al terrorismo la lotta alla contraffazione che è un grande tema rispetto al nostro era al nostro sistema della piccola e media impresa la lotta alla povertà al cambiamento climatico
La necessità di avere più salute più istruzione in questo mondo queste sono sfide che noi ore vinciamo attraverso l'unità europea e una più forte un tappo europea o noi saremo nel necessariamente spinti indietro
Ecco io credo che noi dobbiamo ricordare che tra alcuni anni non ci sarà più nessun Paese europeo che siederà nel G otto nel G venti ma che solo l'Unione europea in quanto tale può vivere questa sfida
Allora quello che è stato una grande storia di stop and go deve avere invece un grande and go nei prossimi anni noi siamo il cuore di queste in questo Paese siamo quelli che sono europeisti senza se e senza ma
Che hanno l'idea di una federazione europea nella testa e non di un sistema solo intergovernativo che va avanti per impulso di qualche capo del Governo
Non vogliamo rimettere al centro il Parlamento europeo e vogliamo rimettere al centro la Commissione europea
Come soggetto promotore così come è stata pensata fin dalla ceca e in tutti gli sviluppi successivi nella costruire l'architettura europea e nella costruzione europea quindi
Due grandi momenti il primo momento il semestre europeo che deve mettere in campo le politiche per la crescita ma deve anche gettare le basi per rafforzare la democrazia europea
Che vuole dire immaginare una nuova convenzione che prenda atto che anche il Trattato di Lisbona che pure è recente perché a soli
Cinque anni praticamente dalla sua approvazione del tratto in vigore nel gennaio del due mila dieci è già insufficiente rispetto ai temi che la vicenda europea di questi anni ha portato all'attenzione dei cinquecento milioni di europei
E in secondo luogo affrontare la legislatura nuova del Parlamento europeo come una vera legislatura costituente una vera legislatura costituente
Che risponda alla domanda dei cittadini europei che si stanno rifugiandosi per paura
Soprattutto nell'antieuropeismo o nell'euroscetticismo ma che invece devono essere ripresi per mano
Dando un'anima all'Europa senza la quale l'Europa regredisce a uno Stato che noi abbiamo purtroppo già conosciuto nel secolo ventesimo diciannovesimo già
L'Europa ha vissuto grandissimi tragedia del diciannovesimo e ventesimo secolo perché è il tarlo del nazionalismo ha preso possesso rispetto al sogno
Federalista che si era sviluppato precedentemente negli anni Cinquanta si è voltata pagina noi non dobbiamo regredire rispetto a quello
Allora le ambiguità che noi notiamo nella destra della sinistra rispetto
A al posizionamento nei confronti del sogno
Europa e ove nel concentrarci invece sugli aspetti negativi dell'esistente sono le cose che noi vogliamo superare
Prendere la bandiera europea senza superficialità
Senza una retorica europeista che non ha più senso
Ma cercando di ancorarla a quelle che sono le esigenze concrete le politiche di crescita
Le politiche di sviluppo un utilizzo migliore dei fondi strutturali delle politiche della ricerca della politica agricola comune per avere l'autosufficienza alimentare
E anche strumento per poter avere più occupazione più lavoro il controllo del debito pubblico europeo e quello che serve
Per evitare che la tassa sui poveri Cary infrazione generi ulteriore povertà questo è quello che noi dobbiamo fare in questa fase questo all'impegno di una scelta civica che sceglie l'euro
Grazie Stefania
Europeista dopo tanti anni fa credo Spinelli diceva che un politico
Deve essere giudicato da come sono agire in un tempo senza speranza e questo è forse un tempo
Senza speranza almeno per quanto riguarda l'Europa e d'altra parte Robert Schuman per cui è in corso la causa di beatificazione quindi insomma
Al di sopra di ogni sospetto diceva che
Europa non si farà d'un colpo solo ma si farà appunto a a tappe
Statte vuol dire però andando avanti che non c'è una tappa che porta indietro
Ed ecco perché noi diciamo no a questa strana competizione che si stava aprendo tra quelli che dicono no all'Europa e quelli che dicono sì ma e dopo quel ma ci sono tante di quelle cose che sembra quasi che diano ragione chi dice no noi diciamo
Sia l'Europa e a più Europa cioè il nostro ma è
Perché è ancora insufficiente occorrono altre tappe come diceva Schuman e chi ce lo dice questo sono poi in fondo i nostri giovani ecco
Perché loro sono naturalmente europei e alcune di queste discussioni della politica
E di una politica gridata contro l'Europa non la capiscono ecco scelta civica non ha nessuna difficoltà a
Proseguire lungo queste tappe perché forse è l'unica formazione politica che riesce
Perché addestrata a suo tempo da Mario Monti e da quanti hanno condiviso non solo l'esperienza di Governo ma anche la fondazione di un movimento politico riesce a a parlare di problemi italiani partendo da quelli europei ecco perché
Scegli l'Europa è davvero un motto per noi importante
Pietra si rapidamente
Solo per dire che in questa idea centrale nella del programma Michel Taccini calcione la riforma europea dell'Italia l'integrazione dell'Italia in Europa come unico modo per uscire
In avanti alla crisi largamente tu direi totalmente condivisa
Da quella ampia parte bella un'opinione pubblica liberaldemocratica italiana
E che oggi stenta ad essere rappresentata nel nostro nel
Nel nostro Parlamento e in sede
Di Parlamento europeo
Per questo scelta civica unisce i propri il proprio impegno la propria iniziativa con quella di tanti movimenti gruppi associazioni dell'area liberaldemocratica
E di cui uno è alleanza liberaldemocratica per l'Europa di cui abbiamo qui Alberto Pera che a cui cedo il microfono per una parola perché se forzatamente breve ma avremo tutta la campagna elettorale per
Sviluppare meglio questo discorso
Grazie
Buonasera buona sera tirarsi indietro grazie Segretario anzi Ministro Presidente
Io alleanza avremo occasione alleanza liberaldemocratiche un movimento che è nato per unire liberamente
Un movimento non partitico e quindi a cui partecipano liberale di tutti i partiti tra l'altro molto in licenza civica
Pietro Ichino il nostro Presidente quindi non potrebbe ma ci sono ritardi altre l'idea di mettere insieme le forze liberali per una presenza in Italia e in Europa
Direi che del simbolo che presentate oggi liberali democratici e riformatori un punto molto importante perché è un richiamo per
Perché questa è una piattaforma che dichiaratamente mila unire forse che vedono l'Europa come al centro di come in uno strumento per un sistema politico economico-sociale liberale
Da questo punto di vista non spendo più di una parola perché
L'onorevole Romano poc'anzi ha illustrato un programma
A cui in parte abbiamo contribuito alla cui formulazione abbiamo contribuito così come
Abbiamo contribuito al tentativo di
A allorché che scenda civica sta compiendo secondo me sta compiendo con successo per aggregare le forze politiche liberali intorno a questa iniziativa
Quindi
Senza essere pur non essendo ripeto una forza politica appoggeremo per quanto possibile il la lista i suoi rappresentano grazie
Gianfranco Librandi pizzeria dei partiti avvenivano direi
Fondamentale grazie campagna elettorale volevo dire due parole anch'io voglio dire che con tanti partiti che in questo momento costeggia hanno l'operato dell'Europa e attaccano e contenuti
Della proposta europea adesso gli italiani possono scegliere possono scegliere l'isolamento o l'Europa isolamento economico leso l'isolamento politico l'isolamento sociale oppure l'Europa
Questo è quello che farà scelta ciclica certa civica cercherà di focalizzare quali sono veramente i problemi come ha fatto tutto quest'anno il problema del lavoro della crescita cercherà di far ritornare competitive le nostre aziende finalmente le altre forze politiche se ne stanno rendendo conto che sono è un anno che ne parliamo di questo fatto
Della competitività e dopo anche della produttività
Certo è ciclica porterà avanti il discorso dell'evasione delle tasse con il contrasto di interesse cercherà di convincere gli italiani a comprarsi il debito pubblico che è un atto importanti per cercare di ritornare
Di ritornare senza questo carico di debito che
Pesa sui nostri giovani e quindi si focalizzerà sui giovani sulle famiglie sulle nostre imprese per cercare di dare con il lavoro che manca in questo momento di ritornare
Le famiglie a sperare in un futuro migliore ma tale tramite fatti concreti non proteste ma proposte
Grazie mille
Mariani rabbino organizzazione quindi grazie Stefania io solo per ricordare che rilanciamo il nome in scelte a civica perché ancora una volta vogliamo partire dei territori
I territori i gli otto mila comuni italiani l'Italia profonda l'Italia dove l'Europa è già arrivata perché in tantissime realtà
La virtuosità della gestione Daily gli amministratori comunali degli amministratori locali ha già portato l'Europa in Italia vogliamo ripartire da lì
Vogliamo rimovibili tali territori lo faremo incominciando da Milano il dodici aprile prossimo con una convention che aprirà la nostra campagna elettorale
Saremo a Napoli all'inizio di maggio e finiremo a Roma il ventidue maggio
Nel corso della campagna toccheremo i venti capoluoghi regionali di questo Paese mobilitando tutti i territori ritornando
Davvero in qualche misura il futuro di scelta civica ma ritornando alle nostre origini che sono quelle di una scelta
Per mobilitare il civismo il civismo positivo italiano grazie
Ci sarà domani
La stampa per
Buongiorno Eduardo pezzi di formiche guru Ferrari tre domani velocissimi e se voi al limite a tutto il
Il tema degli interventi i formatori delineati il professor Romano siete tesso favorevoli al NOT condivide visti a livello di Parlamento europeo lo sforamento il superamento la messa in discussione il rapporto tre per cento secondo
Se voi sostegni che la candidatura di dissero Ustad alla presidenza della Commissione o per quindi rientra comunque nella prospettiva dell'ambiente
Terzo sulla prospettiva federali federalista dato indicato si entrando nel merito siete favorevoli proprio sequestri insegnamento di Spinelli del manifesto in tot anni
Ha una soluzioni istituzionali politico-istituzionali tipo statunitense nordamericano grazie
Ah sul deficit
L'ordine e sicurezza
Sul rapporto deficit-PIL noi
Come dire siamo
Abbiamo sempre detto che è un vincolo da rispettare e non per una questione dire religiosa ma
Perché finché le regole ci sono vanno rispettate naturalmente rapporteur ripido rapporto che da una parte del deposito Atac del PIL sembra banale ma la voglio ricordare qui noi lavoriamo perché il PIL cresca
Perché cresca Corno tutte quelle liberalizzazione di cui abbiamo parlato ma soprattutto verso cui siamo impegnati in Parlamento
Sul tema di ferrosa certamente noi sosterremo la cattura di fare la nostra che a nostro parere il miglior candidato rapido la Commissione certamente migliore da una parte Schulz e dall'altro è cambiato il PPE
Entrambi candidature queste che rappresentano vecchie culture politiche che si sono a nostro parere dimostrate incapaci di rinnovare l'Europa
Sul terzo punto Gianluca è stato già chiarissimo del federalismo europeo e la nostra
Vocazione più forte in Italia anche qui è sempre stato un po'scontato erano tutti Spinelli anni
Salvo poi alla prova dei fatti e questa sarà una prova dei fatti fare uscire più dubbi sull'OPA di quanto invece siano necessari quindi il vero Spinelli ISMU non è quello dei tori come quello che noi proporremo agli italiani
Entrambi
Uno sono state superate però nel caso poi alla fine si andrà a votare in Parlamento ci fosse la divisione tra che
Schulz voi a chi vi sentite più vicini
E ho capito ma un certo punto vale la mia esperienza era votare il Piano è un parlamentare europeo io vorrei capire meglio di quanto lo faccio io come realtà le credo che ci sono prima sono molto diverse e ricadute di posizioni incontri dovrebbero Gianluca
Credo che la battuta che ha fatto Andrea sia assolutamente pertinente
Io non credo che alla fine queste due candidature saranno le vere candidature davanti alla quale ci troveremmo
Nel senso che
Juncker e Schultz is hanno analoghe possibilità
Ma in quel Parlamento europeo occorrerà trovare una figura terza che sappia andare oltre allo scontro di due famiglie che in questi anni non hanno certamente caratterizzato il processo di unificazione europea nella direzione che abbiamo detto prima
E quindi
Anche in termini di euro autorevolezza bisognerà arrivare a un'altra soluzione
Scusate invece per quanto riguarda il panorama italiano né mai avete scelto di andare da soli cioè non c'era nessun'altra forza politica che potesse in qualche modo essere
Vicina comunque condividere questo vasto programma
Abbiamo scelto di partire
Questa si impunta anche quella che è stato detto poco fa il tema
Da Lancet se si arriverà democratica è la prima testimonianza nello dette prima non sette certamente l'unica
Di forte che si aggregano su questa proposta però la proposta è nostra e la proposta deriva
Da una cultura politica che ha avuto un percorso lineare finora e che ora trasferiamo su un altro campo di gioco
Ma scusate scusate un'ultima cosa i candidati ce li potreste fare nell'arco li presenta tende ad essere
Accanto H personale c'era sfuggita renda virtuali
Marco una rappresaglia
Io intervengo in quale liberale tanta ecco mettiamola così per testimoniare la presenza dei liberali a questa conferenza stampa
E devo dire anche
Che i sentimenti con cui mi accingo a partecipare a questa
Questo inizio di un percorso
Primo sentimento di insoddisfazione soddisfazione perché per le cose che sono state dette in particolare per quello che Pietro Ichino ha detto a un intervenire in un'intervista con
Credo Formica
Che
Quella delle elezioni europee deve essere la fase iniziale di costituzione di un nuovo robusto polo libero Aldo
Nato in Italia quindi grande soddisfazione per questa affermazione che poi quella che traspare dagli interventi di tutti quelli che mi hanno preceduto
A cantarlo soddisfazione c'è anche qualche rammarico il rammarico e perché non tutti ancora non tutti in movimento e liberali italiani si riconoscono in questa
Realtà
E poi c'è la speranza
Che consegue alla preoccupazione di prima rammarico di prima e cioè che
Nei giorni che ci separano dalla presentazione delle liste sia possibile che anche altri che in questo momento non hanno ancora deciso cosa fare o hanno deciso di fare cose diverse possono confluire non lo stesso Progetto
Se me lo permettete
La somma algebrica il combinato disposto comunque la somma algebrica
Delle cose che ho detto dei tre sentimenti che vi ho esposto il primo positivo il secondo relativo il persone nutro
Mita la convenzione che attorno
A scelta civica o meglio attorno al simbolo che scelta civica a deciso di mettere a disposizione dei liberali italiani sia possibile creare
Realmente in Italia per il Partito Liberale che è mancato negli ultimi venti anni e che questa e l'occasione per fare nascere grazie grazie
Ecco
Un'ultimissima cosa grazie