25MAR2014
intervista

Intervista a Doris Lo Moro sulla proposta di legge per l'abolizione delle provincie

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 3 min 45 sec

Player
"Intervista a Doris Lo Moro sulla proposta di legge per l'abolizione delle provincie" realizzata da Claudio Landi con Doris Lo Moro (senatrice, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata martedì 25 marzo 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Comuni, Costituzione, Elezioni, Enti Locali, Governo, Istituzioni, Provincia, Renzi, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 3 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con voi dovete Doris Lo Moro del Pinti senatrice la Commissione ha finalmente licenziato come si usa dire cioè approvato il disegno di legge che diciamo così riorganizza l'attività delle Province
Sì oggi l'abbiamo licenziato come Commissione oggi stesso alle quindici dai in Aura quindi diciamo
Effettivamente c'è stata una lunga discussione mere prevedibile e non era scontato neanche che si riuscisse a quadrare il cerchio perché si tratta di un argomento molto discusso ma quali erano i temi insomma il più controverso
Il tema controverso è che le Province e l'eliminazione delle province richiede una legge costituzionale Regioni strafalcioni giusto intanto e noi abbiamo proceduto arriva di organizzazione delle trovi c'è intanto comincerei con la con l'obiettivo di arrivare a una legge costituzionale quindi varato in tempi brevi però a questo provvedimento si muove già in quel solco quindi dobbiamo vincere e intanto incide
Sulla vita conto delle Province devi Tarantelli niente e che ci siano catture lezioni quindi il primo punto è che non ci saranno elezioni di proprio organismo elettiva non ci sono e come viene opponendum prelievo civile e organizzate in modo con l'elezione di sette do livello e comunque le Province e Comuni nelle Province commissariate non si voterà e non si voterà neanche nelle Province che via via andranno a scadenza l'altro argomento che sicuramente complesso e quello delle aree metropolitane
Però il tema per cui era molto urgente varare questo provvedimento è che le Province appunto il commissariamento rischiava e gli diciamo a ridosso di una scadenza importante quindi bisognava intervenire preciso insomma uno qualche norma rischiamo di povertà
L'avete enti locali devono essere abolite insomma si e questo sarebbe stato anche diciamo un disastro complessivamente non tanto per questo Governo ma per tutto il lavoro che si sta protraendo anni
Da anni dalla scorsa legislatura di ricordiamo che alla base di tutto c'è una norma che è stata dichiarata incostituzionale taglie in poi tocca chi cosa ripercorrere trovare appunto una strada
Maestra e poi l'altro tema è quello dei Comuni perché quel con questo provvedimento si consento una serie siediti e ridisegna no i Consigli comunali le giunte dei piccoli Comuni si consente il terzo mandato per i Comuni impediva di vini che hanno un numero di abitanti in crete mila euro e tre mila abitanti grazie nelle e quindi questo Icrea un'ansia sul territorio perché le sappiamo tutti che i termini in scadenza sono immediati entro il sette aprile quest'provvedimento dovrà avere il sì definitivo non solo del Senato ma anche dalla Camera oggi vedremo come va al Senato entro domani mercoledì ventisei e dovremmo portarlo al Senato che mi passerà alla grande ecco le sono previste anche forme consortili tra i Comuni morosi sì sì ma questo è e la cosa più
E più semplice più nemmeno faticosa del provvedimento perché il concetto di unione di Comuni di e indirizzi e i e la tendenza anche dei Comuni soprattutto dei piccoli Comuni
A consorziarsi telefono in questo ma non si rischia di di creare le Province con un diverso nome
No perché le Province sono un'altra cosa
E i Comuni tatto che comunisti consorzi né si uniscano e gli acconti insieme impedite ma dei dei servizi pubblici per esempio non solo non crea complicazioni
Ad esempio etica perché riduce e le lei di appalti e quindi negare e poi anche crea economie di scala va beh
Bene la ringraziamo ringraziamo Doris Lo Moro delle PD membro qui in Senato componenti pensionato della Commissione affari costituzionali buon ascolto come sempre da Radio Radicale