28MAR2014
dibattiti

Sapienza e libertà - Presentazione del saggio di Renato Guarini (Donzelli Editore) con prefazione di Walter Veltroni

DIBATTITO | Roma - 16:30. Durata: 1 ora 41 min

Player
Presentazione del saggio di Renato Guarini (Donzelli Editore) con la prefazione di Walter Veltroni.

Il volume contiene un ampio e documentato resoconto sulla mancata visita di Benedetto XVI all'Università di Roma all'inaugurazione dell'anno accademico 2007-2008.

Inoltre nel librio sono presenti una lunga intervista al Presidente della Fondazione Roma Sapienza e rettore emerito Renato Guarini, curata da Pier Luigi De Lauro e il testo del discorso di Benedetto XVI che non venne letto dal Papa, oltre ai contributi di altri protagonisti della vicenda (padre Vincenzo D'Adamo, cappellano della
Sapienza, Carlo Cosmelli, uno dei docenti che contestarono la presenza del Papa, Gianluca Senatore, allora responsabile dell'organizzazione più rappresentativa degli studenti.

leggi tutto

riduci

16:30

Organizzatori

Fondazione Roma Sapienza

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Si pensi alle
Radio
Questo
Anche per
Diciamo
Professionali
Si
Oggi non è la volta buona ma in generale io sono un po'strano
Mostrata la mappa nomina
Devono essere d'accordo
Accredito terapia
Condannate nella memoria va bene signori buonasera
Con la
Rispettato
Quarto d'ora accademico
Iniziamo i lavori io lo sono affatto catapultato a questa Presidenza
Dal professore quelli
Se il professor Guarini ordina noi guidiamo buoni soldatini
Ma
Lo ringrazio anche perché evita l'occasione di
Sentirei strettamente
Tutti gli interventi che ci saranno nella presentazione di questo volume che
Qualche molto raccolti
Una vicenda raccontava la vicenda simile verificate in questo Ateneo che all'epoca in cui anche una certa
Come dire risonanza
L'intera favorevoli o contrari qualche modo senza adesso stabilire le percentuali favorevoli dei contrari ma in realtà il volume
è un volume di scopo
Spesso è una storia nel tempo recente
Consentono una storia di un accadimento
Che
Coinvolto questo Ateneo quindi io credo che la riflessione che verrà abolita dai presentatori sia
Utile forse anticipo incrociare ordina il guardare al futuro inquina molto diverso
Ovviamente c'è ma questo volume
C'è una
La prefazione dibattito elettroniche territorio esprimere anche
Sentimento dei
E gli autori del volume nel ringraziarlo così come
Giornalista grazie dell'auto diciamo hanno contribuito
Presente in questa
Pubblicazione ovviamente
Diversamente dagli odori ma questo lo vedremo come dire alla fine dopo la presentazione
Diciamo in genere
Redigere un testo sempre
Attuativa
Occorrono conosciuto in questi giorni di riflessione
Bisogna discuterne eccetera quindi
Comunque
Quando un lavoro cresce ecco sempre un dato positivo poi ovviamente ognuno farà le sue considerazioni
Che risponde perdere
Come si suol dire chiarisco passerei la parola laddove sono Cellini con l'impegno a rispettare i quindici minuti
Pena nell'altro quarto d'ora accademico insomma penale non so che cosa con qualche prima ci sarà
Grazie fino ad essere l'ascensore
Vale a dire a spostare una va bene così
Omaggio a Radio Radicale
Ci può stare stasera allora
La mia è una recensione quindi
Per quanto sia un ci sia un po'di astuzia ritira questa frase perché ne siamo di fronte al fatto che stasera potremmo parlare dei fatti
Che questo
Libro ci stimola a rievocare discutere a stressare e addirittura ritardi quelle che abbiamo detto a suo tempo
Oppure
Limitarci all'improvviso prove però eccezionalmente in grado di
Cioè vaste libro per poter dire qualche più e quindi io fino
Alla questo curioso episodio di autorialità collettiva anche se
Dovrei dire che si capisce che tuttora l'impresa è stata pensata progettata e voi
Perché pezzetto di questo progetto credo di averlo condiviso anche con Vincenzo D'Amuri sono credo che il Ruocco un senatore
Oltre che con il Rettore Guarini però e interessante la dimensione corale di questo rito direi che soprattutto interessante il coraggio di aver
Chiamato in causa il Sindaco che all'epoca va beh lui
Il la prefazione eccezionale ma
Di un buonismo che non potrebbe essere più tautologico nel senso che
Nella sua conclusione ripeto ho detto che una delle migliori prestazioni con mai letto di un libro quindi accurata rigorosa interessante sul concetto di
Continuità nel tempo delle nostro opinioni quindi non solo coerenza lì
Ma possibilmente la proiezione a quello che abbiamo pensato e detto anche nelle sedi pubbliche molti di noi in quel momento era nel Senato Accademico e quindi abbiamo dovuto dire cosa che ancora riposavano i verbali quindi
Qualche esercizio di verifica della coerenza la si può fare
Ma mi piace dire subito sono perché o rinunciato un po'troppo uno con il rigore non va mai bene quando forse non lo fa
Prendo le distanze dall'ultima frase e proprio l'importanza e la complessità dei grandi temi che la modernità ci pone di fronte frase assolutamente decisiva per le cose che sto per dire
E per le cose che il libro a fronte affronta arrendere essenziale l'attenzione verso una laicità eticamente esigente bellissimo ridire ovviamente
Vi chiedo di pensare quante volte l'avete contrada nella nostra vita però noi siamo abituati a sapere che
Non viviamo all'altezza dei nostri ideali degli sappiamo che
Alcune cose le diciamo in modo teleologico saluto l'ingegner
L'una l'attenzione verso un'analisi pateticamente esigente una laicità che sappia sostituire il paradigma della ottavo tutto
Anzi al paradigma dell'aut aut quello dell'ex e sembra proprio il Veltroni delle campagne elettorali del ma anche non so se ve lo ricordate
Detto questo uno maggio perché qualche volta ho trovato una recinzione
Che ha sinto inizialmente capito le le ragioni del progetto di Guarini che infatti è l'interlocutore essenziale di questa prefazione
Ho detto che continuavano a una Sezione detto anche che si tratta di un libro ad autorialità collettiva non era facile il lavoro di un giornalista che sarà uno dei bersagli
Il giornalismo non il giornalista perché
Dobbiamo saper distinguere tra mercato e peccatori dove c'è stato anche il signor Presidenti
Ma devo dire che anche la ricostruzione storica che fa Pier Luigi Di Lauro UPG dell'altro come effetto segreto lo chiama il prestatore ineccepibile aprendo io fare una recensione prendendo
Di ogni autore quello che mi sembra più utile per costruire un giudizio abbreviato su quell'evento e quindi implicitamente riconoscendo che questo libro si è letto non come è successo per il Papa
Se il letto può metterci co ridurre le distanze dall'abilità sempreché ovviamente la verità sia quella a cui siamo abituati numeri
Piccole verità verità provvisorio in verità senza la V maiuscola diciamo verità alla portata degli uomini non non quelle rivelate che ovviamente dipendono dalle scelte di ognuno di noi
Del giornalista prendo la a conclusione del suo dire perché introduce anche un pezzo di Cosma Illy
Coraggiosissimo io non conosco Cosmeri non credo credo di aver avuto con lui in una diatriba all'epoca toppato organizzavamo attività culturali quando la Sapienza ancora si organizzavano Attività culturali che mi giro verso il prorettore vicario
Ma la polemica perché mi pare io lo disturbasse rompo gli studenti che facevano casino io quando ho letto questo libro e quando ho letto alcune mail che durante la vicenda si è scambiato con alcuni
Ho
Scoperto una personalità sconvolgente capace di dire la verità anche quando apparentemente quella verità era minoritaria marginali tanto di cappello ma
Ho promesso di stare sulla l'esenzione quindi riprendo dall'ultimo pezzetto del capitolo introduttivo dalla ricostruzione storica
Fatta tutta sul filo dei pezzi quindi anche qui emerge un ritratto del giornalismo italiano che dico solo questa frase è quello che
Tutta questa vicenda il libro non esisterebbero se il giornalismo italiano avesse ma tendenza alla qualità
Degna della parola giornalismo e quindi già poteri capire quale sarà
Il punto della mia recensione
Allora nelle ultime due paginette
Il giornalista ricostruisce il clima d'opinione quello che il prorettore un attimo diceva non c'è stata anche qualche dibattito altrove qualche dibattito il dice il diciassette che porta sempre spiega infatti
Giorno dal rettore c'è stata quasi cento pezzi di giornali su questo tema io non dico che il tema non meritasse dico che il giornalismo italiano cento pezzi sull'università
Su come l'Università funziona ogni giorno oppure se le riforme didattico oppure su quelle che
Stupidamente vengono chiamate riforme sono invece una un modo per inibire la vita il lavoro scientifico di tutti noi non gli ha dedicato neanche dieci pezzi arriva
Un enigma di pensione che io non esito a definire una burla comunicativa cinicamente inventata il progettata non penso solo dei giornalisti perché i giornalisti da soli non se la cavano mai sempre c'è qualcuno
Molte volte si parlava di queste cose si parlava di area di contiguità io oggi ho deciso di essere assolutamente brutale quindi anche un paragone
Così irrispettoso non mi spaventa
Quindi cento articoli di giornali uno si aspetterebbe si era se questa roba così importante
In America si salvarono adesso che la tematizzazione cioè se è un evento importante tutto capisci dalla continuità di copertura giornalistica di un evento no dopo due giorni come con singolare capacità autocritica
Che ci vuole un bel coraggio a fare
Una storia attraverso i giornali significa ovviamente ambientali a quel livello deve dire del narrare che per molti versi
Non è informazione storica Herling costruzione di storia
Più che in altri Paesi giornalismo italiano è
Una specie di cattiva Sociologia narrativa
Io spero che voi avrete poi la forza sulla base di quello che sto dicendo di andare a rivedere qualche pezzo anche magari dei giornali chiamate
Perché qui le delusioni sono documentabili non è l'unico caso in cui il giornalismo non ce l'ha fatta
Perché quasi sempre sui temi delicati e sensibili in Italia il giornalismo ha difficoltà sulle malattie
Sulla costruzione
Delle delle mitologie con cui ci si salva qui
Non lo sapete ma i giornali italiani hanno responsabilità impressionanti dollaro nel non aver mai preso le misure
I ciarlatani che promettevano l'ANICA la salvezza
Poiché sono prontissimi il mese dopo ad attaccare quelli come personaggi
Impresentabili del nostro dei nostri salotti collettivi
Che cosa ci dice il nostro giornalista che il giorno dopo solo e Police giornale per il quale le povero editorialista
Ha il coraggio di mettere nel titolo questo concetto la visita del Papa alla Sapienza che era diventata il genere cioè non era più una notizia da quello che si chiama un genere letterario roba in cui il nostro giornalismo in questo caso con tanto di cappello perché è un bel colpo per è un bel modo di tematizzare l'attenzione
Quindi era
Chiamiamolo occhiello noi ci capiamo che cosa significa in giornalisti e sotto il vero titolo è presto i docenti due punti la lettera fu fraintesa
Signori il giorno dopo
Cioè quando ormai la frittata è fatta quando
Ci forse voleva costruire un alimento
Per mettere in difficoltà la Sapienza la politica italiana il Governo italiano ma soprattutto per chi voleva stressare i due chiediamo i termini del titolo di questo libro sapienza in libertà perché in quell'occasione
Io non dico che
Forse abbiamo patito una condizione
Dice misura mi sembra un po'troppo ma certamente c'è stata in libertà nel clima culturale collettivo e c'è stata una differita
Inutile fondata sulla presentazione
Di alterità che sono diverse
Da quelle che sono state raccontate in questi giorni il libro al merito di restituirci fondamenti di questa alterità
Sentire perché dice così bene perché non so spruzzi propria fa paura fare in tempo per andare a vedere il suo pezzo allora
In modo
Lottizzatore io Cencelli hanno avevo pensato di dargli una frase che mi capita a Roma non sono sicuro dove la camorra il quarto d'ora concesso mi non c'era nessun appello così scrive Cosmeri pensate
Badate all'UE
Dal punto di vista del
Del dello scopo nell'anno dell'Agcom gli conveniva largamente essere lo stratega comunicativo voi sapete che in quei giorni i giornali allo scritto almeno di dieci persone che era un'idea in ispiratori
Della visita del Papa ispiratori
Ora immaginatevi se quest'anno Barone caricatura
No non c'è nessun appello per noi sentire questa frase dopo che il trenta novembre il Rettore ci comunicò la venuta del Papa
Qui ci sono molti riconoscimenti alla correttezza istituzionale e alla responsabilità istituzionale di quella fase sottoscrivemmo la lettera il perno voi la questione era chiusa trenta novembre pensate in un Paese normale
Una comunità scientifica che ha tutti i motivi per dissentire sia chiaro quello che ho detto finora
Non lede soprattutto di fronte alla persona con il magistero di Bernardini agli altri nessuno di noi pensa di
Mettere in discussione le ragioni di un parere all'epoca apparentemente diverso forse oggi
Forse ci potremmo trovare più avanti nella conciliazione diversi pareri
Ma
è
Come questa
Apparente divergenza politica e culturale è stata se mi sono impossessati in media e in particolare un milione
Repubblica
In particolare un medium non possiamo anche se
Diciamo il giornalismo italiano va attaccato nel suo insieme ma
In questo caso ce ne sono prove documentarie che senza quell'articolo di Repubblica che per molti versi è
Rischia di essere
Se non un falso giornalistico non so se stiamo registrando
Almeno un pezzo che ha due gravissimi
Missioni giornalistica che io ho documenterò
Noi oggi non saremmo qui a discutere di un di quella che comunque è stata una ferita per la Sapienza e che è stata rappresentata come tale
Senza che noi non ce la facessimo a difendere le buone ragioni di un evento che invece
Ci poteva stare nella storia di un grande ateneo che ha avuto ovviamente anche visite importanti di parte
La questione era chiusa salto questionari sentire tra l'altro pezzo e poi il dieci gennaio
E parliamo sempre di giornalismo badate se era una questione d'attualità perché non lavorarla dicembre quando era
Avevano in mano la lettera
Il dieci gennaio circa un mese dopo e dal punto di vista psicologico molto tempo dopo perché sembrava che la cosa ci fosse
Qualche modo traumatizzato qualcuno così scrive
Questo straordinario fisico che non conosco quindi pensate il fatto che stiamo parlando tra
Persone di cui non conosco il viso si è divertito si limita a dire il Consiglio
Sarà stato un po'più pesante a tirarla fuori e pubblicarla senza intestazione cioè prendono una roba e tolgono il target
Signori
Grazie a un testo gli togli insediata quindi Rizzato ne cambi il senso e il valore e quindi fai un'operazione
Di ridimensionamento della verità
Ponendo a come un appello pubblico un ulteriore salto quando
Grande Pansa nell'epoca in cui poteva scrivere di queste cose perché faceva parte di quella cultura parlava di quel giornale come quasi partito
Poi si capisce perché qui si dice trasformandola in un appello pubblico e questo è
La situazione che prendo dal pezzo di
Del giornalista non so quanti minuti mi residuano così
A parta non posso ovviamente saltare Vincenzo Todaro che è uno dei miei interlocutori principali
Per fortuna anche su questioni di comunicazione ci occupiamo di bombe carta e cose di questo genere bombe carta
Sentire che ci dice lui perché
Questo libro ad un altro grande vantaggio in questo di nuovo la prefazione di Veltroni
Di una precisione quasi chirurgica quella di
Dimostrarci quanto questa nuvola semantica questa BO altra Bulla più che comunicativa culturale nel dibattito pubblico che è quella che va sotto il nome e un po'impreciso di rapporti tra scienza e fede e quindi più esattamente
Sul valore riconosciuto all'esperienza religiosa della modernità perché di questo si tratta rapporto senza fede non è una questione che attenga dei all'Accademia nei ovviamente unilateralmente sono alla religione sentite come
La legge Collina sobrio e lì laicità se posso dirlo sperando che il mio amico non si offenda la questione Vincenzo D'Adamo
Da questo cono d'ombra ne segue che il discorso è la prova che vede l'ho letto tutto all'esenzione dimostrativa
Il cono d'ombra
Il discorso teologico di quella chiesa è portatrice e rigettato come inaffidabile inappropriato
Rispetto allo sviluppo sociale libero autonomo democratico cioè lui fa conduce un sofisticato ragionamento su quali sono i nemici della libertà scientifica
Ora sono passati un po'di anni da quell'evento noi ormai abbiamo chiaro che lì c'è stata una rappresentazione carente caricaturale della posizione e sappiamo anche dalle cose che ha studiato analiticamente quasi filologica dente senatori che le posizioni del Papa erano tutt'altre da quelle che venivano rappresentate nel terreno pubblico barca
Ha ragione degli autori decide dei famosi fisici ammetto che in quel momento non erano solo loro io ricordo una dichiarazione di Ferrotti che oggi mi sembra Sven tantissima
Ci sono tanti modi di invecchiare nelle università
Se voi leggete la ricostruzione che senatore Fathellah della filologia degli interventi del Papa per esempio sul problema della natura o del rispetto nei confronti di Galileo la
Rappresentazione di quel personaggio riesce il diametralmente opposta alle caricatura del dibattito culturale negli anni di quei giorni significa che anche lì ma i professori né i giornalisti se non l'ho fatta a restituirci la densità
La profondità la statura
A volte anche gigantesca dei personaggi prese derubricata semplicemente perché nel cambio dalla comunicazione tutti diventano uguali un altro dei grandi torti che fa la comunicazione
Non posso saltare una frase di Padre Vincenzo D'Adamo è probabile che nell'Italia odierna i pericoli intorno alla libertà e responsabilità della ricerca scientifica e delle sue finalità per il bene comune un lessico
Che ci acchiappa tutti anche che fa finta
Di di pensare che lui pensa ad altre cose in ogni caso se ne stiamo all'università una delle cose che facciamo è quella
La nostra rivista la nostra appartenenza vengano da altrove
Pio penso a quanti ministri hanno lavorato contro la libertà scientifica se volete vi faccio anche nomi e chiederei anche un minuto di silenzio per qualche ministro che ha
Ridimensionato la qualità della nostra vita nella nostra nelle università
Anche all'interno delle armi ricercatori soggetti anche siccome tutti a interessi non sempre altruistici anche qui sappiamo che purtroppo questa circostanze tutt'altro che polemica
So che mi devo avviare a chiudere perché non c'ho l'orologio ma
Conosco da docente Weaver nel tempo anzi quello conosco per altri motivi
Velocemente adesso così belli che ho tanto esaltato
Su questo scrive lui che stiamo pagina ottantasei bisogna essere chiari ora sono lui scrive quasi un lessico giornalisti perché è un'intervista quindi è chiaro che
Non c'è la profondità
Chi e la struttura semantica illogica del congiuntivo che è un'altra cosa rispetto alla
All'abbreviazione dei linguaggi del giornalismo italiano che ormai ingiuntivo lo hanno licenziato
Ma su questa frase è un messaggio per tutti noi su questo bisogna essere chiari è vero che essere chiari a distanza di tempo non risolve tutti i problemi
Deontologici che abbiamo ma forse un po'più di verità noi dobbiamo dirle come io lo sto dicendo a mio giudizio sul giornalismo anche perché troppo spesso il docente di comunicazione
Il nostro Paese hanno fatto parte del
Del trionfo dei vincitori invece che essere un esercito un punto di esercizio critico contro la
Contro gli eccessi dalla comunicazione
Il grosso problema toccato la Repubblica questo dice le cose come stanno signori e lo scrive di Bonate attaccare Repubblica in questo Paese non è una cosa così trascurabile molti non osano farlo
Pubblicando da gennaio ad una lettera personale indirizzata al rettore non era un nostro appello agli italiani poi più avanti ma anche c'era dietro la frase che anche qualcuno prima
Non lo so e credo che non lo sapremo mai pensate che è sconfortante ammissione a un uomo di questo livello di profondità e costretto ammettere come incipit della sua risposta non lo so e credo che non sapremo mai
Più avanti ricordiamoci che la lettera e del Governo pubblica nel gennaio
è stata fatta una cosa scorretta dal punto di vista giornalistico perché fu taglia
Una
Cresce l'opzione che si inoltra sulle specifiche competenza dimenticati i giornalisti e nessuno ha mai pensato di fare un minimo di Cassino in quell'occasione mi a Repubblica né agli altri giornali che non hanno certamente aiutato
A costruire la verità
Devo avviarli a chiudere tanto senatore lo ha già trattato corrispondere
Io
Me la sono cavata
Pigliando ma con i giornalisti ma vi domando se sia una vera forma di coraggio perché ce ne sono pochi e quello che sta qui stasera e tutta la parte dei professori ha scritto con lui
Che dalla parte della deontologia giornalistica lì i problemi sono impressionanti quello che sta facendo in Italia la comunicazione di giornalismo
Cioè il modo in cui sono stati all'origine del populismo italiano perché la vicenda di questi di cui parliamo non si spiega se non
Dentro i limiti del dibattito politico e culturale
Insite nella società italiana non risanata dal Ventennio che stiamo
Considerando le nostre spalle
Che cos'è il populismo un non è quello che qualcuno forse qui dentro si illude ripensare il berlusconismo
Anche perché quello se n'è andato dopo e noi confidiamo sarà la parola quindi ci sarà il significato in questo sappiamo che lui abbia dato una bella mano ma non era solo
Non era solo non è stato solo quando
Hanno fatto le politiche universitarie c'erano illustri docenti che sembravano venire dai santuari della
Sinistra facevano consulenti i consiglieri in rete sono venuto qui per dirvi esattamente quello che penso di quel clima culturale
E e certamente il giornalismo la comunicazione sono un problema perché il populismo e una riduzione di della capacità di arrivare alla verità perché un modo di semplificare i discorsi di ridurre la portata di eliminare la sequenza logica che è un discorso e l'altro che
Lo stesso modo che i media ci hanno insegnato a a utilizzare come se fossi il ragionamento dei moderni un ragionamento sbrigativo
Spesso senza senso pensate a quanto
Al tempo dell'alluvione della comunicazione si è persa la forza dei contenuti della comunicazione quanto c'era
La comunicazione non c'è più la forza politica mobili tante anche pedagogica se volete che ha fatto la forza della comunicazione del nostro tempo la comunicazione
Insiste in un Paese e guadagna il suo fare se è un passo avanti rispetto alla società quando costruisce il populismo e di retroguardia
Ma
Quindi il problema però non me lo possa gravare con questo chiudo dicendo è solo colpa di Repubblica UE è colpa del cattivo giornalismo italiano perché nella mia percezione meglio
Ho fatto un'analisi anche di altre testate mi sembrava troppo ingenerosa affidando ad un giornale nel quale tra l'altro scrivono
Molti miei amici e qualcuno dei presenti di conoscere
Dove allora un salto più autentico verso la verità
Nel fatto di dire che l'università
In questi venti anni avuto otto
Posti raramente il coraggio di dire quello che pensava
Sperando che almeno qualcosa lo pensasse
Da come ha parlato in pubblico non si capisce
Su tutte le grandi crisi su tutti i passaggi epocali disastrosi
Nella nostra vita civile riforma dell'università cosiddette riforme poi controriforma eccetera
Riforma dell'istruzione ma io potrei citarvi altre cose altri provvedimenti
I professori sono stati
Quando va bene e reticenti spesso silenti
Non tutti perché per esempio il culo un po'di verità le ha dette ma la linguistica del CUN viene giudicata curiale
Perché ci sono molti modi con cui noi ci proteggiamo dal fatto di
Non essere non sentirci costretti a dire la verità allora io dico a tutti voi
Se tutto questo è successo e il libro ci documenta che poteva non succedere che questa ferita almeno ce la potevamo risparmi perché quando noi
Ci dividiamo siamo inevitabilmente più deboli e pensate quanto il significato quella vicenda
In tanti termini persino politico elettorali
Persino
Politico elettorali
Noi per questi venti anni abbiamo scelto la maniere educata di stare zitti fare un po'di dichiarazioni
Parlare nei salotti e nelle ceneri siamo spiegati soprattutto se possiamo parlar male di un nostro simile
Che il collega famosa frase sul collega
In questi venti anni ce la siamo cavata così e non è andata bene non stiamo meglio di vent'anni fa
è seccante dirlo perché può sembrare che lo diciamo solo perché siamo un po'invecchiato e quindi un trattino in Trentino avviati verso il tramonto io ancora non mi sento
Neanche lui guardare l'orologio
Non è quello fra l'altro
Chiudo se in questi venti anni abbiamo parlato poco chi ce lo fa fare di non puntare approvare nel fare il contrario far casino dire la verità
Esprimere la diversità dello spirito dell'Università rispetto alle riforme rispetto all'insensatezza di mercanti ritmo
Del
Della retorica della valutazione senza senso fatta da docenti che hanno cambiato atteggiamento cognitivo immorale il giorno stesso che diventano funzionari cioè c'è letteratura anche su questo
Se in passato abbiamo tentato la carta educata di stare zitti e vedere se potevano influire sui processi io dico a tutti voi che forse è venuto il momento di influire sui processi facendoci sentire grazie
Ecco adesso bravo Presidente avrebbe un commento a tutto questo
No no no siccome prime corporali o perché è uno slavo mista eccezionale per voi
Poi magari
Privato discutiamo scappano mettono il perché avvicinamento la paura
No grazie della fattura
Ma
Siamo stati zitti perché
Perché avevamo per occultare
Molte molte responsabilità in tasca per questo
E non negli ultimi vent'anni da un po'prima se se vogliamo insomma quindi problema
Del del silenzio che dove nasca da questo comunque noi abbiamo necessità di cominciare a farlo adesso la parola al professor De Bernardinis quindi passo il microfono
Grazie erogati
A brevissimo sarebbero vediamo anche perché e
Devo dire la verità quando
Mi aveva dato delle Bettino gentilmente
Fatto decapitare dal nemico gratuitamente
La mia reazione è stata
Sono
Meridionale
è la mia relazione è stata molto napoletana o presto librettino mi son detto dentro a tavola
Perché
Mi sembrava che ne avessimo avuto già abbastanza di questo
Di questa vicenda e a me è sempre sembrata un equivoco
Un grosso equivoco
Perché è vero che
Io sono strettamente laico non sopporto le introduzione nel fondamentalismi di qualunque di qualunque natura siciliano
Però
Quei tutto era bloccato sulle parole eccessive che accompagnavano quel territorio per me la parola lealtà e la
La la definizione eccessiva era quella di
Lectio magistralis Mashkova lectio magistralis dentro l'università
è molto più pesante che è una lectio magistralis al mercato
è un'altra cosa
Vuol dire che deve lasciare un segno nella storia nazionale se un magistrato in seno
Non può essere così un'occasione ai consiglieri e qualcuno ci ha inventato
Se ho capito bene
Qualcuno nell'ufficio stampa dell'università sia inventata questa impressione lectio magistralis
Che non figurano in alcuno dei documenti ufficiali elargito caso quello cioè di sulla sacralità
Delle affermazioni che sarebbero state portate di fronte a quelli che sono la nostra riserva di futuro che sono i giovani
C'è come sin da quando
Ero bambino nella lontana ma civilissima devo dire Lecce dove l'ho fatto tutti gli studi inferiori ligio compreso
Apparteneva a una famiglia in cui
La laicità era un valore
Molto stretto che andava difeso quei denti perché eravamo circondati
Dai soldati ente delle teologi e delle
I preti dice diceva mio padre in famiglia per farla corta ma insomma
Forse detto così è una cosa è una cosa eccessiva però bombardati a scuola nel nei discorsi pubblici né nei rapporti
Con con le persone della cultura dalla cultura locale io avevo concepito una in sofferenza
Per questa
Sa come dire questa
Non
Non non rispetto al non rispetto di una laicità stretta che permettesse alla gente di pensare
Cose che andavano contro le dottrine la e l'altra parola su cui si giocava tutto il
Il panorama culturale vera la parola dottrina io non ho mai sopportato l'idea che qualcuno mi mista mettetemi comunicazione delle dottrine
Sono nato fenomenologico non non è chiusa
Stornato fenomenologico nel senso che
Uso del fatti per ricavarne una rappresentazione del mondo
Quindi le dottrine per me sono una modalità insopportabile di propagazione
Della cultura a beneficio dei di qualcuno che ma sempre identificato non dico di no ma se non ci fosse sarebbe tanto di guadagnato
A questo punto questo tra l'altro con questo libretto che è pieno di
Come dire d'ordine possono essere interessanti in particolare per chi li ha vissuti direttamente
La parte più vistosa in quella che sarebbe a detta prima
Cioè quella che riguarda lutto improprio fatto dalla stampa di questo evento come un evento che in qualche modo creasse scandalo
Nel senso tra virgolette scandalo nel senso culturale no
E non
Norme cultura strutture nazionali di pensiero proposte per il futuro mentre erano una rendita devo
Noi c'era questa richiesta che era doveva essere sfruttata in qualche modo
Al mondo giornalistico che era un modo incipiente perché adesso stiamo molto peggio di allora per una quantità di altre cose non vedo perché prendersela tanto comunque cercato di un fondo piccolo dato marginale
In confronto
Tutto quello che abbiamo subito
Nella propagazione della cultura contemporanea
Dopo
Dopo quella peraltro la la sedazione peggiorata enormemente
Cambiando anche di settore non non soltanto dal punto di vista dei rapporti con la religione dal punto di vista dei rapporti
Con l'economia coi problemi del bene pubblico del del privato del del del pubblico e del privato insomma nel pianto dette di tutti i colori
Siamo stati rasi al suolo da una quantità di idee che riguardano l'economia finanziaria
Che largamente superiore
Beni di cui si parla di in qualche caso addirittura non esistono mentre invece dovremmo occuparcene un pochino di più in questo Paese non sento mai parlare di risorse di problema energetico
Di collaborazione di economie di scala livello europeo diviene cose
Che hanno una qualche sostanza mentre invece il Paese completamente aperto
Ma il discorso è più incredibili che vanno su le l'astratto
Rotolare DD
Dividendi beni culturali che non è che non hanno nessun riscontro né nei beni pubblici
Mi fermo paiono hanno
Non sento di avere altro da dire vi ringrazio della pazienza per venticinque minuti o un fatto perdere ma
L'unica cosa che mi sento di dire a questo punto piantiamo parliamo di corte segreti
Basta con queste divagazioni che fanno tanto piacere ai giornalisti alla stampa a un certo tipo di intellettuali che si sta diffondendo sempre di più
Cosa volete che vi dica allora lasciatemi fare un commento che aggiorna un po'le cose
Il giornale la Repubblica
Cui se non si è pensato molto affezionato
L'altro giorno ha detto siamo cambiando tutto esce dalla nuova veste e così via voi vi siete accorti di un cambiamento di giorno
Io non ho detto nulla esattamente come prima
Anche conseguente ormai l'impiego
L'ennesimo giochetto per vendere
Perché
Tutto quello che vediamo
Giochetti emergenza
Grazie sposato
Grazie qualcosa è cambiato garantisce la più piccola oasi eccetera
Almeno dodici
Ricordiamo
Grazie risolvere Garavini
Stamattina in questa azioni
Scorporare
Io sovrano non c'entravo nulla insomma l'ARPA si sono questo problema quindi proprio però detto questo così abbiamo sentito
Eppure
Adesso il professor Lucisano
Non
E nessuno
Argomentare
Nell'esposto
Il libro prestato abbastanza
Commenta
Nel primo intervento io
In realtà rispetto a quell'episodio e anche alla spiegazione dei motivi
Dell'accanimento di Repubblica utilizzerei
Un'analisi di quello che è successo dopo per capire
Perché
Per successo
Avevamo
Assunto in quel momento fu
C'era una guida della Sapienza collegiale faticosa ma collegiale con un Progetto abbastanza ambizioso con l'idea che la Sapienza si esprimesse il processo di cultura non soltanto attraverso l'attività
Tradizionale avevamo iniziato una serie di attività estive una serie di dibattiti che hanno visto anche dibattiti scomodi è molto partecipati all'interno della Sapienza avevamo fatto un'agenda in cui si ricordavano
I dodici e che non avevano giurato fedeltà al fascismo
Tra cui uno merita ricordare qui perché qui ha insegnato Buonaiuto che non ho avuto neanche la possibilità di insegnare dopo il fascismo perché
Era modernista
Utile a non avere giurato fedeltà al fascismo
Dunque
E
Nella spinta di queste cose avevamo passato un inverno a discutere della pena di morte pensato che fosse possibile per la Sapienza
Proporsi all'esterno della Sapienza come un'università che si rivolge alle altre Università la fabbrica della conoscenza che chiama le altre fabbriche della conoscenza pronunciarsi per una moratoria sulla pena di morte
E l'occasione dell'idea che il Papa volesse venire alla Sapienza anche il Papa avesse manifestato piacere pervenire la Sapienza che quindi non l'avessimo invitato fosse un'occasione per confrontare
Ragione e fede sul tema della pena di morte
E per uscire fuori perché se quei
Se quelle centinaia di articoli fossero stati la Sapienza chiede alle altre Università del mondo una moratoria sulla pena di morte e il Papa si pronuncia su questo tema
Debbo dire forse neanche con chiarezza l'ho mai Espresso
Il Rettore tra le preoccupazioni ma
Che dal mondo cattolico mi vennero
La alcune pressioni di prudenza non si può chiedere al Papa di esprimersi sulla pena di morte è un tema anche per il mondo cattolico e difficile
Perché spacca il mondo cattolico Spacca una parte dell'ingresso e che quindi per il Papa su un argomento difficile
Dico questo perché è un pezzo del contesto nel quale avvenuta tutta questa cosa e dico questo perché
Ricevendo il libro con una certa pignoleria mi sono andato a rileggere tutto l'intervento del Papa
E all'argomento a vanvera lectio magistralis che era quella affidata Caravà in cui si parlava della pena di morte non c'è un cenno è abbastanza curioso perché invita per parlare
In un contesto in cui il sistema fondamentale era quello della pena di morte fa alla pena di morte non c'è un cenno un problema di coraggio debbo dire siccome tutto l'intervento del Papa e poi su questa sfida
Tre aziende ragioni a chi ha il coraggio della verità io ho l'impressione che poi questa cosa di fede e ragione sia un falso problema se non si confronta con i problemi
E quindi la sfida era che effetti ha ragione si confrontassero sulla moratoria
Per la pena di morte
E non si sono confrontati su questo abbiamo parlato di laicità
E di scienza ci siamo rimessi a parlare
Fuori
Dal problema della verità checché scienza e ragione si debbono confrontare sui fatti
è normale sulle ragioni della scienza
Le ragioni della sede questo
Anche a che fare con quello che è successo dopo
Perché in quel momento la sfida è chiede di fronte alle grandi difficoltà che sta affrontando l'università
La nostra società all'università avesse una parola invece l'università ha completamente perso la parola c'è stata anche più tolta dopo
Da università capace di lanciare una sfida sulla società che vogliamo costruire dobbiamo costruire
è diventato un condominio in cui si dedica per un assegno di ricerca e in cui siamo afflitti da una dieta appunti per vedere chi è più bravo a costruire cosa
Io mi occupo di educazione ma l'idea che nello Statuto del dell'INVALSI che l'ente che si occupa di contrazione della scuola c'è scritto per lo scopo dell'in base alla valorizzazione del capitale umano
Siamo diventati una sede di produzione di capitale umano altamente qualificato e accettiamo queste ed accettiamo questo come pietra
Non siamo più in grado noi
E l'accanimento di Repubblica l'accanimento di Repubblica rispetto alla Sapienza c'è stato da prima
E e c'è stato e non si capiva perché
C'è stato dapprima e non si capirebbe
O si capisce perché o l'attacco e all'idea che ci sia
Una libera grandi università pubblica il cui scopo è formare
Giovani dalla schiena dritta e non ubbidienti questa è il senso
Di quello
Che questa vicenda poiché è stata il coagulo
Di una
Di un passaggio che ci hanno visto poi progressivamente dividerci tra molti di quelli che son qui e che abbiano costruito
Per un tempo insieme poi siamo arrivati dividerci tant'è che forse non
Non esiste più un luogo in cui il programma costruire un'identità
E ci ha visto diciamo perdere progressivamente smalto e poi succubi completamente di tutti i provvedimenti incredibilmente gli organi che siamo costretti a subire dalla mattina alla sera
Non facendo costruzione di conoscenza non facendo
Diversità
Assenti dalla scena politica io voglio dire l'università più grande d'Europa assente
E eventualmente pronta inseguire qualsiasi
Cioè quasi nell'atteggiamento di dire che se un ministro scemo ci chiede di fare una cosa esce ma noi diciamo siamo i primi
Debbo dirlo
Questo evento auto un elemento di responsabilità in questa vicenda costruito su un equivoco costruito fuori
Quello che poteva succedere ma anche
Io credo ci siano delle responsabilità di paura di alcune delle persone che sono stati attori di questo evento
Lo dico con
Con rispetto
Ma certamente il Papa sarebbe potuto ben mirata sapienza
Certamente sarebbe potuto venire avrebbe potuto parlare avrebbe potuto ricondurre il dibattito su quello
Perché era la sua origine certamente non è forse
Siamo stati presi dal panico subito dopo e non abbiamo rialzato il tiro su quello che era il tema
Del nostro ragionamento così come tutti i politici intervenuti perché
Il modo in cui i media hanno spostato il fuoco di quello che andavamo a discutere apportato pronti a discutere di qualcos'altro
E ci siamo ritrovati un po'come stiamo
Il tema del dell'Unità del ruolo che possiamo avere all'interno della nostra società è un tema grande prima Morcellini diceva
Dobbiamo cominciare a parlare forse dobbiamo cominciare a parlarci
In modo un po'più chiaro tra di noi forse abbiamo anche delle occasioni o prossime per immaginare ci debba essere una strategia di costruzione più
Unitaria del sapere della nostra università e poi forse dobbiamo imparare a scegliere dei temi sui quali confrontarci
Per dire la nostra
In questo libro si
Ricostruisce abbastanza correttamente tutto quello che è stato il percorso l'impressione che in questo percorso ma quinto una mia impressione il Papa non sia stato del tutto libero nelle sue decisioni
E pur se nelle sue scelte successive possiamo leggere anche qualche elemento di questa sofferenza accompagnato
Questo suo vissuto ma certamente non era riservato ma non siamo stati capaci di
E e qualcuno invece di quelli che tirano decine di queste vicende si è dimostrato travolte molto brutale
Uccisa
Quest'altro
Messo in luce quest'altro aspetto io prima di passare la parola al professor Vanni
E non voglio la risposta
Voglio fare una domanda
Mario Morcellini ma perché i numeri si disastrato dovrebbe avere una stampa eccezionale ma non voglio la risposta che si vada
Lucisano quando ha mai parlato l'università nel
Quattrocento cinquecento seicento negli ultimi due secoli di un opuscolo non ha mai parlato non ha mai parlato di Santa
Si vorrei
Diciamo siamo stati sempre Contigiani
Silenzio il documento intellettuali sono stati i cortigiani del POR attestanti precedente agli ultimi duecento in verità
Quindi questa questione che Università non ha parlato prego ma non perché non aveva mai parlato nemmeno questo ovvero se però pensiamo avviene dopo no assecondiamo ci
Per aggiungere una piccola
Consob fanno insomma
Attimo che sposta questo
Grazie grazie a voi garanzia quelli che hanno parlato prima di me
Non ripeto le cose che già sono state dette perché così risparmiamo tempo
Dunque anch'io ho letto il libro letto con interesse da un lato appare l'amarezza per un
Incontro mancato dall'altro però devo dire che c'è una serenità e una chiarezza chiedi
Che fa onore a chi ha preparato il titolo a chi l'ha scritto
Una cosa mi ha colpito nel libro ed è
La finale Gianluca Senatore
Il quale
Anzitempo della mancata visita era studente rappresentante degli studenti
E la visita è stato un'occasione per andarsi a leggere
Gli iscritti dinanzi inc
E alla fine ha concluso questo la cosa che più mi ha meravigliato positive ci sono tante cose belle ma questo mi ha meravigliato quindi altre cioè che
Alla Cina questo studenti oggi ricercato riscopre
Che Ratzinger voleva dire le stesse cose con la stessa passione con la stessa attenzione con cui il professor Marcello Cini protestata in quell'occasione via un po'sorpreso però ho detto guarda
Cioè un'utilità c'è qualche cosa che è venuto fuori
Ed è stato chiesto di fare un cenno a Galileo non voglio parlare del caso Galileo
Anche perché voi non lo volete sentire però per dove gli eventi chiarezza e di onestà ecco Galileo viene fuori due volte in tutta la vicenda
Professor ciniglia accenna e dice Anna personalmente la condanna di Galileo ha separato l'Accademia Dalla Chiesa
Invece nella letterati sessantasette professori cioè una frase un po'grossa in cui si attribuisce a Ratzinger qualche cosa che lui non voleva dire
Si dice che il processo contro per rilevo fu ragionevole e giusto mentre lui voleva dire esattamente il contrario bastava leggere qualche ritardo
Il professor Guarini marito di fare questo cenno a Galileo lo faccio volentieri mi chiedo che cosa ci insegni in questa vicenda Galileo che forse l'unica cosa che può essere utile in questo contesto
Dove Galileo ci insegna varie cose
La prima in termini e la grandezza di Galileo nell'aver scoperto l'autonomia del metodo scientifico
Cioè la scienza ha un suo ambito e questo ambito va rispettato quale che sia il campo con cui si muove e questo vale anche per l'archeologia non solo per la scienza per tutte le mattine
La seconda cosa che mi colpisce nella vicenda di Galileo proprio il fatto
Che Galileo quando il bel vino di nota
Ma Thuram dimostrazione della terra gira intorno al Sole normalità
Galileo si mette in discussione
Questo questo atteggiamento del personaggio che di fronte a un'obiezione vera
Fatta da un peritale però era ben obiezione lui si ripete in discussione
E qui ci sono tante altre cose che si potrebbero dire
A me quello che mi ha colpito quando ho sentito quella frase che io ero presente
Nel mille novecentonovanta quando Ratzinger parlo all'altro Sapienza che l'università non a Parma come è stato scritto
E mi ricordavo anche che era stata registrata quella conversazione qui con una studentessa che qui tra l'altro presente
Ci siamo messi a cercare la cassetta ed abbiamo trovato
E qui non li Bristol siamo riportato le parole che ha detto prima Ratzinger e che appunto erano esattamente il contrario
Quella sera però mentre assistevo alla Conferenza notavo che fuori
Alle diciannove di sera
Di solito c'è un grande silenzio all'università in quell'ora c'era uno strano bruciare
E alla fine la Conferenza ne sono andato fuori a vedere
C'era un gruppo di persone peraltro un po'avanzate in età che improvvisano un luogo per una strega
E cercavano di bruciare questa strega fatta di Phantom di distrarci e la polizia che cercava di impedire loro di fare questo luogo fuori della
Della università
Questo fatto miei ritornato quando due o tre anni fa sono stato invitato a Ratisbona recano svolga un convegno di storia del cristianesimo fa parlare
Io ho parlato non era in questo volevo accennare però quando un docente ha saputo che io venivo da Roma
Improvvisamente ha dato la stura
Una serie di proteste contestazioni contro Ratzinger e con mia grande sorpresa ho scoperto che Ratzinger in Germania
Non è amato tutto qua
Non solo non è affatto ma Malan
Addirittura parlano di lui come il pastore tedesco ovviamente alludendo al cane ARPA e parlano di rottweiler cioè quello che è sovrana le persone forse questa immagine e piuttosto ingiusta
Però
Quando un certo giorno Benedetto ha dato le dimissioni
Ecco io che non avevo grandi simpatia
Scusate la mia professione nei suoi confronti quel giorno lo apprezza
Dire qualcosa di più gli ho voluto bene
Perché quello era un gesto profetico ed anche un gesto eroico
Emendamento però da pensare a un altro gesto che lui ha fatto nel non venire qui all'università
Mi chiedevo e mi chiedo ve lo chiedo anche a voi è una mia interpretazione discutibile quanto volete se non è stato un gesto di attenzione forse nei nostri confronti
La sua presenza forse non era gradita da tutti forse creato nei contrasti non so che cosa e lui si è tirato indietro con molta semplicità
Ci vuole del coraggio a tirarsi indietro e quella
Quella occasione in quella vicenda lui si è tirato indietro
Che cosa ci insegna allora il caso Galileo
Ci insegna che dobbiamo stare attenti alla storia
Che dobbiamo stare attenti all'insegnamento
Il rigore scientifico lume insita nell'insegnamento il fatto di dire ciò che veramente documentato oppure no
Perché poi Galileo alla fine della sua vita proprio sul dialogo dei massimi sistemi del mondo scrive avvertite teologi che forse verrà un giorno in cui condanne Rete dire sia che dice che la terra sta afferma
E si muove il nuovo del sole
Se voi non lo sapete ma nell'anno del Signore mille ottocentoventi
All'università la Sapienza insegna il professor Giuseppe settanta insegna Fisica un canonico quindi un sacerdote non c'era ancora venuto in mille ottocentosessanta vicende ottocentoventi
E questo canonico chiede l'imprimatur per il libro tutti ottica l'esistenza degli studenti l'imprimatur che viene dato
L'anno seguente lui pubblica il libro di fisica o meglio un po'repubblicani fisica astronomica l'imprimatur gli viene negato
Perché era vigente ancora il decreto su Galileo in cui si condannava chi
Voleva sostenere come è vero il copernicane esimo perché racconto la Sacra scrittura controllabili
Insomma per farla breve c'è voluto un intervento dell'Inquisizione per costringere questo maestro nel sacco Palazzo a mettersi da parte e a dare l'imprimatur per quello che era necessario per la pubblicazione è pericoloso di questo centro all'università
Concludo concludo dicendo quello che Galileo obietta poi dopo in quello armeno dice che se
La scrittura viene da Dio anche la natura viene da dire
Quindi non ci può essere contraddizione fra l'uno nell'altro
Solamente che mentre la scrittura è scritta in un linguaggio umano perché le persone possano capire
La natura è scritto con un linguaggio inesorabile immutabile
E siamo noi dobbiamo capire il linguaggio della natura che poi linguaggio matematico
Insomma Galileo volevo semplicemente dire che c'è un ambito scientifico è un ambito scritto riscritto non ci porta alla scrittura apportare un argomento per ciò che concerne
La scienza
Sono due ambiti separati del resto la scrittura non si interessa affatto di astronomia non è un libro di fisica non parla di pianeti solo che le persone quando vogliono contrastare Galileo
Adducono una serie di argomenti che non stanno né in cielo né in terra
I piani che non possono essere più di sette perché i candelabri del Tempio di Gerusalemme hanno sette braccio
Che c'entra nulla
Quando si accorgono che non c'è nessun argomento da obiettare contro Galileo si tira in ballo la scrittura la scrittura parola di Dio dunque ha ragione sì la parola al rinvio ha ragione quando tratta della salvezza dell'anima e della fede nove quando tratta di fisica
Volevo concludere ringraziando il professor Guarini che mi ha invitato fare questo intervento
E trovo che il libro e rasserenante e questo è una cosa importante per la storia dell'università per questa pagina difficile di storia dell'università
Grazie
Grazie
Credo che dobbiamo tutti essere grati sia i relatori perché
Affrontando aspetti diversi come dire ci hanno indotto nostra volta riflette ma soprattutto
Coloro che hanno dato vita a questo volume c'è forse il volume non saremmo qui a discuterne e quindi di fatto
Professor Guarini ma Gianluca
Dell'auto
Cosmeri D'Adamo sono tutte persone che vanno Veltroni che ha fatto la prefazione vanno ringraziarvi perché appunto
è una pagina
E ha detto giustamente
Rasserenante quindi su una ricerca probabilmente severi cominciassimo a discutere non so forse quanto sarebbe diciamo serena la questione però penso al di là della battuta io so che c'è un intervento professor Fara
E
Qualche altro limitare l'intervento lo possiamo concedere io guardo il professor Guarini perché in realtà due elementi
Deve dare delle
Quindi era stato riservate forensi c'è qualcun altro qualche breve precisazione poi sentiremo il dottor
Se qualcuno vuole aggiungere qualche cosa
Abbiamo fatto di dodici
Ma sette minuti haitiani pongono minoranze senza montana così
Sono passati sette minuti
Io non sapevo che
Peraltro quelli venia andrebbe coinvolto a fare l'intervento perché in Commissione che
Quella vicenda lo discuto assieme a voi
Debbo dire immediatamente che
C'è una discrasia notevole distanza notevole tra la serenità
Con cui
Gli eventi sono stati presentati
Del libero tranquillo sereno
Senza alcun punto utili
Cattiveria c'è soltanto un passaggio quando si riferisce a Scalfari ma il resto è tutto tranquillo e il garante che lui ha vissuto
E che in parte mi ha fatto così
Certo la nostra amicizia il vecchio
Inoltre sessanta
E non siamo stati ma
Pur avendo fatto la stessa carriera colleghi buono dell'altro
I normali ci siano
Quindi sapevo che mi avrebbe coinvolto così come mi ha coinvolto essendo vivo già fuori ruolo nel tempo
A vivere il suo programma
E il suo dramma si
Sintetizza nell'interrogativo che si poneva dove ho sbagliato
Per chi questo attacco violento
Io ho invitato massima autorità spirituale
Per venire
Alla Sapienza a parlare di un argomento sulla pena di morte che interessa
Perché questo attacco
Ho sentito i vari interventi
Carrubbelle Martini
Civica faceva dico sì sì
Mi sono permesso di affrontare
Che significa parlare di cose serie quando davanti ad un evento di quella portata
Primo Massimo autorità spirituale che viene alla Sapienza
Abbiamo cambiato parla
Hai scopre il suo tempo centro di Kourou pure la Sapienza
HT in qualunque
Hanno
Adesso lettera
Dobbiamo molte delle cose più in generale
Vedete
Se voi mi autorizzate attentamente
Dominici viviamo
Così come
Foglio uno che
Si firma s'intende approvato i problemi viviamo in una realtà virtuale
Caro
Giusto Pinardi
Ti ricordo che nel mille novecentosessantatré
La realtà virtuale che è stato costruiti intorno a felici porto
Che cosa faceva felici porto
Stanno facendo una ricerca una ricerca di fonti alternative di energia in un Paese privo di energie
Come delitto Carlo Bernardini è stato creato il caso che andava se non ricordo male con un aborto con uno in campagna commentato inglese cocaina è statisticamente
Risultato parliamo di cose serie perché Carlo del partito non può felici poi non parlava di cose serie andati in camera
E finita la ricerca la storia d'Italia per quanto riguarda le fonti di energia alternativa è finito
Perché si sono bloccate a quel tempo visto sulle fonti di energie alternative
Faccio un altro esempio
Come cambia la storia d'Italia attraverso i casi che si creano e la realtà virtuale che si costruisce nel Paese
C'è
Siamo nel
Marzo del mille novecentosettantotto
Rapiscono bocca
Ha ucciso un uomo
Ma siamo già nel
Giugno del mille novecentosettantotto nel
Siamo nel maggio del mille novecentosettantotto
Tra maggio e giugno si crea il caso Giovanni leone
Com'è stato creato una realtà virtuale
Perché poi si è visto che non era vero il motivo per cui
Giovane leone ceduto ottime
Vado avanti centouno autorimesse
Il Paese è stato vitigni permessi anni
Intorno a un bacio
Il bacio impatto vantare occhielli
Un uno indica alcune Andreotti che aveva
Per l'avversione sentiti i testi dare anche alla mano perché
Non voleva contatti PdRC
Dopo intorno a quel bacio è stato cambiato
Risolta del tema
Come è stato creato il caso di
Del Parma molto semplice
Al forse Barrios cioè viene al tetto
No stato molto semplice fare creare il caso virtuale è stato tagliato l'intestazione della lettera e che voi avete firma
è stata presentata come appello
Diciamo anche se registrato alle cose diciamo chiamiamole cominciamo almeno in questa pianta Jabbar è stato costruito su un falso come su un falso erano stati costruiti in vari casi che hanno cambiato la storia del Paese
E stato manipolato il caso
è stato creato il caso politico il Papa non mancano otto il gioco è fatto
Come negli altri casi
Allora
Se gli sconfitti di questa vicenda
E che gli sconfitti di queste vicende sono stati i fisici
Che sono stati strumentalizzati
è stata
La cultura siamo stati noi tutti
Perché
Abbiamo scoperto
Che poi tutti con questa stampa con queste informazioni con il silenzio dei colleghi universitari dappertutto
Abbiamo scoperto che contiamo che continuiamo a vivere come gli schiavi che vivono il mito della caverna di Platone
Siamo costretti
A leggere la realtà così come guardando soltanto le ombre
Le ombre che vengono
Da una luce che hanno civile assecondarle pro rinvenienze le proprie convenienze accettano
è minore leggiamo la realtà attraverso le
Personalmente quando Guerrini disse posti il problema quel tempo lì insomma
Cesto che tempo farà in che misura serve coordinato e se il mio consiglio è stato anche perché avremo l'esperienza Vella avvenuto e di quanto fa il tiro e quindi quando
Abbiamo
Organizzato un evento di Papa Wojtyla obiettivo Vendola sui concetti Tecce che allora Rettore quindi ha avuto un po'di esperienza il mio pensiero è stato bisogna andare avanti
Perché omogenei tutto prendevano Valducci
E non
E sospendere la seduta
Siamo la sconfitta totale bisogna andare avanti perché prima o poi la verità permanga
E quando si è posto il problema della
Lettura della relazione di Parma
Sa che ha mandato Santo Padre se ricorda e mi sono offerto io ormai può mi sono fatte via fax alla lettura poi abbiamo trovato infiniti infine il settore
è ed è stata letta perché allontanati
Che sono intervenuto si incomincia a capire indirettamente a determinati a fare capire e a discutere di verità che ringrazio per avere fatture tanto XE forse di averlo scritto di aver avuto il coraggio
Perché finalmente c'è stato qualcuno che assumono uno forti dico
Più
Netta e chiara nei confronti di questa stampa che attraverso il falso crea
Questa
Realtà virtuale dalla quale non sappiamo non abbiamo la forza non l'abbiamo lavori di uscire ed alla quale se vogliamo cominciare altare speranze al futuro dicendoci grazie
Grazie
Io continua ad essere quel presieduta la vicenda
Perché gli organi
Come professore come capolista
Perché se non miliardi da molti Patriarca ortodosso accelerazione
Consente sono tutte autorità spirituali anche quelle somme allora
Io
Sono convinto che ci sono indicate come Capo di Stato va benissimo mica
Mustaf preordinate anche gli anni di attesa però non voleva parte ci sono altri interventi ma questa è una cosa importante
Anche a commento di quello
Al mondo
Cioè
Infatti
E
Ovvero
Sì Peppe
Sette dagli atti
Cioè senza
No no
Richiama
Dunque
Buonasera si chiedevo se potessi perché di fronte a maestri dare rilievo con semplice studente
Insomma sente un minimo di timore reverenziale tratto constato con
Con importi di delusione
Non so se sono l'unico studente ma
Credo che
Che siamo vicini anche questo magari da
Palestinese di storia di Sociologia del futuro meriterà un'altrettanta spiegazioni adesso ammalato insomma
Perdonate chiaramente l'imbarazzo di chi non è abituato a parlare in pubblico devo premettere in tutta onestà studia teologia il libro compra appena esco dunque ancora vivo del collegio sullo quando ho visto una settimana fa
La notizia della
Della presentazione del libro ho rispolverato insomma gli articoli che conservava
Facevo l'ultimo anno mi diceva all'epoca ripeto un po'la situazione e
Fino a
A poche settimane fa scrivendo su un giornale la prima cosa che mi sono chiesto io alla quale mi risponderò
Perché avrà effetti e tre ragiono
Anche
Insieme
Al professor Carlo Bernardini
Ah del quale
Effettivamente la colla cogliere volentieri l'invito a parlare di cose se non sei mai più serie
Mi son chiesto la ragione
Tutto alzo rispondermi del perché in questo momento ha sei anni di distanza dagli e dagli accadimenti di cui abbiamo parlato esce ora
Questo libro che in realtà saluto con
Con favore perché è una bella occasione per ricapitolare anche a
A bocce ferme la nella vicenda per farla più voci ripeto leggerò leggerò con interesse e molto volentieri
Parlo del libro in base a quel poco che
Che so è che ho sentito dai dagli interventi veri dei relatori che che ringrazio secco il clima di serenità se vogliamo di conciliazione di composizione che caratterizza
Il libro che è stato sottolineato
Facilmente contrappone Imperia clima di tensione Presidente quei giorni ecco
Visto da me stona perché perché fattivamente a nell'essere
Partigiani dire una cosa abusata e anche avere un po'di Cervone
Piace chiedo ovviamente non significa inneggiare a fanatismi di sorta ma a me il clima in cui poi ma
L'eccessiva serenità
Arriva assegnati una definizione che fino a spingere la dialettica ecco non piace non convince ora è peraltro io
Ripeto sempre basandomi sugli interventi dei dei relatori che avevamo che ho sentito
Proprio sa da dove forse nel
Nel libro che dovrà comunque regge
Non so sosta rimesse rilievo alcuni aspetti o comunque non sono stati messi in rilievo negli interventi alcuni aspetti di quei giorni ora
A cominciare dalla
Questione della lectio magistralis che certo può sembrare un cavillo ecco
A quanto mi consta
Rispolverato un vecchio numeri Micromega monografico dedicato
Nella
Nel verbale della seduta
Del
Del ventitré
Esatto scusi del Senato Accademico del ventidue ottobre due mila sette
Effettivamente risultano le parole che
Insomma credo che non siano stati smentiti dalle ore undici è previsto l'arrivo di bandito sedicesimo lettera una lezione magistrale
Traduzione agevolissimo agordino lezioni magistrali is eccetera eccetera che dunque
Almeno in prima battuta sembra
Esse ci effettivamente è stata poi c'è stato un
Passi indietro un cambiamento di programma che a mio avviso non migliora la situazione che
Per come la vedo io rende
Va beh io motivato condivisibile
Questo spetterà squilibri la lettera del professor Ciniero lettera dei famosi sessantasette parata sessantasette se sommabili erano alcuni in Borsa
Che
Perché perché la lectio magistralis viene convertita leggo questa agenzia Apcom sarà convertita in una visita pastorale che
Francamente se
Se posso trovo ancor meno appropriato
Mezzi magistrale se nella sede del dell'inaugurazione del demarca dei
Ora ripeto non serve a nulla se anche istanza rinfocolare vecchie polemiche
è bene che siano spenti ripeto ha ragione permette il professor Carlo Bernardini abbiamo altro che parlare di fronte all'economia di essi
Che si fa sempre più finanza questione del genere gli sia pari spegne sì però ecco visto che abbiamo anche parlato di storia di ricostruzione forse è bene mettere i puntini sulle i e forse
E anche bene se posso ecco ho sentito parlare
L'ultimo né l'ultimo intervento del dramma vissuto da allora dalla loro aperture sicuramente sul piano umano sarà stato dare però ecco
Io metterei l'accento su un dramma dei
Dei professori che peraltro erano sessantasette nella lettera che poi nei giorni seguenti hanno avuto l'appoggio
Di migliaia di ricercatori di studiosi italiani senza parlare dell'appoggio usare un termine scontano della società civile dunque
Era sessanta sette erano diventare un po'più mamma e costoro sono stati etichettati a quanto ricordo
Da
Mura anche dal Rettore come cattivi maestri c'è stato allora abbiamo parlato male meritatamente della stampa ma abbiamo avuto politici e ministri che hanno proposto di licenziarli
Professore scusate io non ricordo bene il nome il professor Mariani che era tra i firmatari
Ha rischiato
Di
Non
Insomma ha visto la sua presidenza del del CNR assunta da poco ha rischiato di
Di non diventare Presidente perché l'onorevole Carlucci membro debutto rispetto dalla comunità scientifica internazionale
Ha messo in dubbio
Le sue competenza comunque
Io non so se nel libro per esempio questi aspetti ed altri è ammissibile o meno il clima così conciliante
La fa fa interrogare intermediario perché ha tanti anni di distanza facciamo questa bella colate di cemento che spiana anni fa di presentare accendere il cinico ma sullo stesso piano
Io
Ripetono le mie posizioni possono essere
Serra sentirli
Le stesse cose non partono dallo stesso presupposto fanno fanno mestieri diversi e su questo vorrei
Insomma
Vorrei potrebbe veder discutere lo preferisco rispetto ad una conciliazione rose e fiori come pure un lavoro storico sarebbe bene che ricostruisca contestualizziamo vicenda del della mancata visita questa chiamato del Papa nel nel contesto globale della caduta del Governo Prodi e dire che questo è stato come disse il
Il prelato
Che di via Manzoni capito sulle scale delle sarebbe stato l'inizio della fine di di quel Governo ora ripeto scusate se mi sono dilungato la Bindi ma mancava bisognerà parlare in pubblico ha fatto sì che la mia sintassi insomma fosse davvero pericolante per
Prego
Comunque adesso se ti interessa sapere oggi la chimica si discuteva con degli esperti sulle istruzione degli arsenali chimici
Io immaginavo che sarebbe stato strano da dircelo non oltre i tre studenti Guido noti impressionare se non ci sono
Pure accoglimento all'interno
Comunque
Il testo grazie che ho letto anch'io
Ieri
è stato il mio l'unico mio un quarto d'ora di celebrità nella mia vita in mondovisione
Ho sentito parlare di realtà virtuale enti altre cose io ho vissuto accanto a Renato quella vicenza
Che vorrei dire
Una cosa sola
Non stava succedendo assolutamente nullità
C'era stata
Un
Un tentativo di manifestazione che non li abbiamo visto dalle finestre del rettorato
E
Siccome io sono ingegnere
Sono portato i numeri li ho contati sono arrivata quarantacinque
Forse erano quarantotto
E questa manifestazione naturalmente offensiva
Ma
Non era stata seguita
Praticamente da nessuno è stato l'unico episodio fuori linea diciamo
Ora che
Un'autorità come
Il Papa
E il Vaticano
Nettis dica un appuntamento di quella fatta
Per
Una situazione nella quale ripeto non stava succedendo assolutamente nulla
Inspiegabile
E
Non penso che il Vaticano non si è abituato
A campagne di stampa
E non penso nemmeno che le campagne di stampa si facciano senza che qualcuno le orchestre il mondo
E quindi mi domando chi l'orchestra
è stato un colpo di teatro niente male
Grazie
Riconosciamo
E i collaboratori del Polo
Tutti i programmi attuativi
Fiat ormai hanno fatto le regole sono andato
Verso senza ecco
Si rivolgono
Materie
Una cosa luogo abbastanza bene
Dato che ne abbiamo parlato non avrei
Comunque degli strumenti utilizzati per i media nell'orchestrare questa cosa insieme l'eccitazione e la criminalizzazione della protesta degli studenti
Nel senso che
Una quota dei nostri studenti protestava e debbo dire
Quando sono stato Rettore per gli studenti non me ne vorrà senatore perché volevo bene a tutti una certa passione per i contenuti di ce l'ho sempre avuto e
E debbo dire che
Questi collettivi protestavano e avevamo anche concordato un piano di proteste con con il Rettore Non deciso ed essere estromessi da una parte protestare
Cioè
Più di dire
Che etniche poiché stiamo il ruolo di civiltà
Voglio dire che che paura c'è di questa protesta però che pur dire che
Tutto questo nelle rappresentazioni dei giornali è stato tale da far diventare la Sapienza un accampamento dirgli
Enti militari quel giorno ed era un aspetto preoccupante io non so perché ma mi ricordo che
Per un periodo dell'isola
Militari alla Sapienza non ce la polizia la Sapienza non c'entra ma questa è un'abitudine che
Che nel tempo si è persa e qui vorrei rispondere a quello che dice che forse non abbiamo mai avuto la capacità di esprimere con coraggio nelle cose che pensiamo su alcuni argomenti della distruzione delle armi chimiche
Però io
Penso che ci sia un sacco di argomenti su cui con coraggio da dall'archeologo al pedagogista allo studioso di letteratura al fisico potremmo dire
Alcune cose che la ragione che ci aiuta considerare rilevanti insomma siccome in questi
Giorni ci si celebra Alberto Manzi non è mai troppo tardi
Chi vuole
Di
Dovrà coordinare abbattuto Sabina
Siamo
Ci sono anch'io ve l'ho citato perché
No veramente grazie per questa occasione
Ritornare su questa vicenda di ritornare
Parere con il tono giusto
Sia dal punto di vista civile culturale soprattutto dal punto di vista
Università e mi riconosco veramente imponenti aspetti chiavette sottolineato in modo particolare per quanto riguarda una riflessione critica primario su quella vicenda perché veramente
Anche questa sera a ripensare ciò che ho vissuto tanti dentro dell'università BA dall'osservatorio della cappella persi più coinvolto congiuntamente grazie
Al lavoro comune con ecco Renato
E veramente io vedevo rappresentato una realtà non era quello che vivevo ma soprattutto un'attenzione siano ormai vissuto delle università
Pur avendo anch'io
Una particolare simpatia per il collettivo
Ottelli efficiente bellissimo che mi porto dentro perché vivendo dalla mattina alla sera all'interno dell'università spesso di notte
Mi è capitato di rientrare di incontrare dei ragazzi poi valuterà il ciclo
E oltre le scene bellissime
Di ragazzi aggiungi esce dalla terra che una seria incrociato mi hanno detto allora andiamo tutti cappello a pregare arrivo oltre i compagni seduti a fumare bere birra sulle scale detto ma se volete
Più organizza una liturgia anch'io subito qui sulle scale eterna
Di scienza della terra per diritto di simpatia di cordialità che io ho sempre sperimentato
Anche i momenti in cui magari l'espressione erano più che goliardica poteva essere anche un popolo toni accesi controffensive
Anche in quei giorni in cui magari c'erano dei cartelli di manifesti bruciamo la cappella
Ma ci sta all'interno di un contesto in cui anche il confronto poco conto giovanili si portano avanti quindi veniva rappresentato una realtà da quando io non mi riconoscevano mi trova
Ho vissuto con voi sette anni situazioni completamente diverse
Per di più in un momento storico coincidente con
Libera del Governo di Renato con cui il clima in cui gli intenti di collaborazione e di apertura nel nostro piccolo per carità
Esattamente nello spirito di tornare indietro ha parlato
Veramente
Con quella tonalità di collaborazione data tutta una sala studio abbiamo vissuto insieme le notti bianche
Onestà ho trascorso delle statine intere
Bevendo birra ascoltando musica partecipando al cinema discuteremo con i ragazzi eccetera quindi un clima di apertura e di confronto assolutamente attivabili steccati e delle tipologie delle dottrine
Per me come cappellano prete
Chiarissimo sempre che bisogna condividere il fine dell'università formativo ed è questo senza alcun intento anzi correttivi di privilegio di partecipare di essere presente
All'interno di una realtà formativa come nell'università come la Sapienza
E anche il confronto
Con toni talvolta un po'accesi anche con con dei docenti leggi fisiche non solo è stato molto proficuo molto molto bene
Possa insomma
Conte negli allegati del anche molto differenziati io ricordo l'intervento che ci fu sul verso l'Osservatore Romano il giorno dopo da parte più storico nella scienza e della matematica
Che si chiamava
RAI Israele Giorgio
Esattamente proprio Giorgio
Vorrei ricordare che fece
Ed una presa di posizione molto forte
Ma poi mi ricordo anche che la domenica successiva ad ascoltare Bernardini
E così bene che si trova al
A Corso Vittorio Emanuele si ricorda l'incontro e per gli echi io
E
Eccetera
E ce ne quest'incontro in cui appunto il turco intenda
Della relazione era
Era di tutt'altro tipo poi con Carlo abbiamo fatto degli incontri
Delle conferenze
Insomma una rappresentazione della realtà è un'esperienza
Tutt'altro ordine quello che ho vissuto
Per me la cosa che mi ha creato veramente più sofferenza
Era una parte vedere che la realtà dell'università troppo maltrattata e veniva ormai rappresenta
Dall'altra parte però devo dirvi anche interprete che ho scoperto degli atteggiamenti clericali ed ecclesiali non sempre trasparenti e non sempre
Comprensibili in questo vi ritrovo con l'intervento di Pietro non sempre comprensibili
Per cui lei cita talmente ma nei due sensi
Vi è la salvaguardia salvaguardare la laicità anche rispetto di interessi non proprio muri di realtà anche cattoliche all'interno dell'università
Diciamo questa esperienza per quanto mi riguarda mi ha fatto maturare volto ma soprattutto il mio legato moltissimo alla Sapienza per questo vi ringrazio
Posto perché così sono a vantaggio di telecamera come si dice
Società virtuale faccio una battuta
A tutti gli interventi che ho ascoltato ma vi garantisco non dimostrando quindi
Battute ascoltiamo dallo
Qualcuno risulti piace
La prima
Venerdì che se ne sta andando
Non sono così convinto alla prima allo studente ma non voglio perdermi delle ceneri
Dichiarare un punto di discontinuità con
Bernardini non sono assolutamente convinto
Avendo lì
Avendo partecipato a queste vicende e anche ascoltando nella serata di oggi che questo sia un piccolo caso marginale tutt'altro
Dice moltissimo di noi
For certo è più comodo dire questo lo dico senza nessuna polemica perché avrebbe capito che c'è
Un'affezione che Venezia diventi d'urgenza ideologiche ma se voi ci pensate tutte le cose di cui abbiamo parlato se non chiarite non promettono nulla di buono nel ruolo che l'olio nel privilegio
Il fatto di essere e sentirci docenti
Sulla studente mi piace molto il tono del dato vita non sono d'accordo quasi su nulla quindi
Dei cavilli complimenti mi piace anche il fatto che dice che leggere il libro mi piace anche il fatto che sia andato come tale però bisogna vedere come insetti sia documentato perché
Si è visto solo quella vista
Non siamo sulla strada giusta per
Fare pace con la storia
Perché non sono d'accordo con quello che dici per due aspetti almeno
Il primo la visita pastorale che probabilmente è stata fatta per salvare in extremis qui non voglio aprire polemiche ma
Certamente l'incidenza della lezione magistrale è stato
Un incidente
Non trascurabile tra la produzione in quello che è successo forze
Con quell'episodio
Non sarebbe successo un caso altrettanto rigoroso mai successo e la visita pastorale non era all'università e al Senato Accademico comunque non si ha la verità
Ma era
Scusate le battute era alla Cappella universitario quindi francamente difficile la regata un papà e è una cappella non trovo anormale con papà cosa fare una visita
Pastorale altra questione dell'opportunità su cui tu implicitamente interviene
E forse ha ragione non l'hai ragione
Mi dispiace dirlo perché mi piace moltissimo tomo di argomentare altro che studente sembra sempre già possedere tutti gli strumenti per stare in una comunità scientifica
Ma dire che lì c'erano tanti professori tanti ricercatori migliaia e la società civile me questo non è assolutamente vero a meno mettono pensi che la società civile è quella che piace a te
La verità che è stato anche qui l'episodio ha dimostrato invece un arretramento della coscienza collettiva una perdita di
Senza delle proposte politiche e una vittoria
Di politiche che hanno utilizzato anche quell'episodio anche a livello politico nazionale quindi purtroppo anche quelle società civile a ci piaccia o no
Terza osservazione nel caso fa girare l'ho già detto c'è accusato allorché insistenza sui media
Mi piace molto questa cosa che la stessa cosa
Si era detto colpo di teatro alla fine l'amabile pro rettore dell'epoca
Marinetti conferma se era un colpo di teatro significa che stiamo parlando di questioni che agivano su una sfera dell'immaginario ed è vero molta di questa dimensione è stata una dimensione di parole
Ma qui rispondo con una sola battuta la provocazione di Biagini il quale
Ad un cinismo da professore proprio io non trovo altro civismo ovviamente nell'ispirazione buona siamo in una Facoltà di lettere quindi non si può incavolare un riferimento pensate
Mi dispiace dire che lavorano cinismo che è diventata così di moda si ispirano Maracani sta per bene una seccatura terrificante pensare la parola Cavese legata al concetto di civismo
E con questo quindi dichiaro Lettieri istanze ultime quelle
Su ma
Sull'approvazione detto mi fa e che non è
Banale molte pertinente cioè più perché ti aspetti che i media siano diverse dalla società
Perché in media in tutti i tempi in tutte le società nascono benestare all'avanguardia
Nel nostro Paese ammalata innanzi stanno sulla pancia delle persone con i reality e spesso di retroguardia allora dal punto di vista economico industriale non trascurando
In media perdono potere in una società se non riescono a
Spingere una società terza il cambiamento quell'episodio non solo quello non tutti quelli che ha citato Alvaro rientrano in quel paradigma secondo me ma ce ne sono tanti altri sulle scoperte scientifiche sulle scoperte veri in cui si vede che dal punto di vista della capacità di rappresentazione i media italiani non ce la fanno e non ce la fa hanno perché arrivano lì senza studiare senza concorso in cui si incavola per i concorsi provvisori qui ricordo anche a voi Luigia sta scatti dando
Che il venticinque per cento dei giuristi giornalisti italiani è figlio di altri giornalisti poi indicavano un po'di elettori
Non voglio sia l'accordo però insomma bisogna direttori sono cento potranno avere quattro figli aperta so quattrocento persone
Il venticinque per cento è un'altra roba e non troverete mai nei giornali italiani
Scritto che c'è un problema etico all'accesso alla professione giornalistica e quindi e qui mi Santo con l'ultima frase dodici
Dice ma quand'è che abbiamo comunicato io non sono così vero che qualche volta
Certo è vero che qualche volta quando abbiamo comunicato e soprattutto quando abbiamo pensato che comunicare svegliava scendere nelle strade abbiamo fatto un sacco di strozzare lì bisogna ammetterlo
Non ci sono altri modi per raccontarlo
Ma se non parli e se non comunichi se ancora professore
Se
Se non è non conclude il fatto che educare significa comunicare quindi non puoi pensare che la comunicazione lo fai dietro il banco
Che fare con la vita penso che questa è una seccatura venire qui e anche con il fatto che tu devi pensare grato a Praga non sono solo gli studenti casuali che di fronte
Se non lo fa in questo l'università non è più un centro culturale e un centrino
E io non mi rassegno pensare che noi siamo dentro un centrino
Il professor Guarini indimenticabile due parole però non ci posso far passare nella concezione eventuali dell'asta
è una concezione Borsellino alla stampa che
Torinese strani inquisizione bolscevismo in questo caso la stampa è prodotto lo specchio di una società che la società una considerevole così almeno il mosaico e anche la stampa amico mio trovo il rigore del paese dove la stampa è stato anche alla società e pienamente titolare radio prego il professor Guarini se al contrario
Ci facciamo convegni
Sino a farcene
Sia
Dar vita
Cioè
Amministrative
Ma a me è soprattutto spetta ringraziare voglio ringraziare
Coloro che mi hanno aiutato
A preparare presta saggina perché si chiama n saggina
Della soprattutto per lauro per pazientemente ascoltato i miei racconti per rapporti giorni nel mio studio
è tarlo boss meriti ma soprattutto Vincenzo D'Adamo e Gianluca Senatore perché questa è stata anche l'occasione per preparare
Un dossier
Da storico sull'avvenimento da mettere poi
Nell'archivio storico della Sapienza vetture sì abbiamo settecento anni di vita non abbiamo bene un archivio storico molto documentato
Di questo avvenimento si sta preparando un fascicoli dossier
Da
Inserire nell'archivio storico ringrazio evidentemente
Gli amici che hanno commentato
Il questo volume
Volumetto
E
Ho preso nota delle loro osservazioni le condivido in alcuni casi ma soprattutto mi hanno fattori inviterei
Il climatico i giorni
Voglio però fare una rissa può dare una risposta ad alto livello
Perché fu invitato proprio il Papa non è stato invitato perché quello che non è stato evidenziato da nessuno
E Tei noi avevamo iniziato conclusa
La Comunità di Sant'Egidio
Pietro Lucisano tutto quanto un Ra collabora pone con le università di tutto il mondo in preparazione della moratoria per la pena di morte
Che dovrà essere bocciata a dicembre dall'ONU quindi tutto l'avvenimento
Fu preparato super questo tema
Moratoria e pena di morte
Per prende una posizione univoca di tutte quante le università del mondo
O voi
Per
La
L'intervento dei media d'io mi sono trovato
Un altro argomento non più la pena di morte ma che il rapporto fra scienza e fede quindi vedete però questo è importante
E allora è il Vampa doveva intervenire seguendo
Tutto il protocollo previsto per la visita
Giunta Capo di Stato straniero in una università
Lo stesso protocollo era stato seguito a Roma tre
Quando era andato il Papa quindi c'era un non è stata
I una improvvisazione nessun il tema
Né perché proprio il Papa e
Quale protocollo seguito a questo io lo volevo non lo volevo chiarire perché
Questo poi dopo un certo momento
Dopo la lettera invece di parlare di pena di morte infatti Caravale aveva già preparato la relazione
Sulla pena di morte
Ci siamo messi a parlare
Di altre cose cosa eventualmente
Egualmente importanti e poi io voglio ancora sottolineare che questo clima di serenità di oggi non l'abbiamo già incominciato a vivere con i patti cappellani padri gesuiti della Cappella perché subito dopo l'avvenimento è iniziato un percorso comune
Il confronto
Di dialogo tra
Laici e cattolici
Tra
Egli professori delle diverse nelle diverse materie soprattutto infissi cioè noi e i padri gesuiti e quindi è questo il messaggio che poi dopo ne vogliamo
Lasciare con questo libricino cioè
Del necessario creare questo clima di collaborazione di dialogo di confronto diretto perché
Il nostro dovere Bellotti aiutare i giovani alla ricerca della verità
E se non siamo concordi voi stessi non sappiamo dialogare tra di voi evidentemente non
Veniamo meno a una delle delle
Delle maggiori i maggiori compiti intendeva dire un docente quindi quest'anno saggio poi filiale di questo di questa saggina
Io faremo
Prepareremo altri dibattiti ti sull'argomento alte presentazione ma ringrazio molto per essere intervenuti e per aver commentato questa saggina
Ricordo che era uscita solo c'è una distribuzione dei libri
Perché non l'avesse visto
All'uscita del museo