02APR2014
istituzioni

Assemblea Regionale Siciliana (145ª seduta)

CONSIGLIO REGIONALE | Palermo - 17:02. Durata: 2 ore 22 min

Player
Presidenza del Vicepresidente Antonio Venturino, indi del Presidente Giovanni Ardizzone.

Registrazione video di "Assemblea Regionale Siciliana (145ª seduta)", registrato a Palermo mercoledì 2 aprile 2014 alle 17:02.

L'evento è stato organizzato da Assemblea Regionale Siciliana.

Sono intervenuti: Antonio Venturino (Vice Presidente Vicario dell'Assemblea Regionale Siciliana, Misto), Salvatore Lo Giudice (segretario facente funzioni, Democratici Riformisti Per La Sicilia), Giovanni Ardizzone (presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di
Centro), Michele Cimino, Salvatore Cordaro, Nello Musumeci, Francesco Cappello, Antonino D'asero, Vincenzo Figuccia, Giovanni Greco, Filippo Panarello, Vincenzo Vinciullo, Giuseppe Gianni, Pietro Alongi, Giovanni Di Giacinto.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Ars, Costituzione, Enti Locali, Istituzioni, Politica, Provincia, Regioni, Riforme, Sicilia.

La registrazione video ha una durata di 2 ore e 12 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

17:02

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

E
L'assemblea aperta invito il deputato segretario a dare lettura del verbale precedente
La seduta inizia alle ore sedici e undici
Il deputato segretario onorevole Lannutti e della lettura del processo verbale della seduta precedente che non sorgendo osservazioni si intende approvato Ai sensi l'articolo centoventisette comma nove del Regolamento interno
Il Presidente dà il preavviso di trenta minuti al fine di eventuali votazioni mediante procedimento elettronico che dovessero avere luogo nel corso della seduta
Ricordo altresì che la richiesta di verifica del numero legale articolo ottantacinque ovvero la domanda di scrutinio nominale o di scrutinio segreto articolo centoventisette sono effettuate mediante procedimento elettronico
Comunica che gli onorevoli vinciullo
Milazzo amici che hanno chiesto congedo per oggi l'Assemblea ne prende atto il Presidente comune dell'onorevole Jesi autorizzato a recarsi in missione a Roma
Il ventisei ventisette marzo due mila e quattordici l'Assemblea ne prende atto comunica che sono state presentate le seguenti interrogazioni con richiesta di risposta orale la numero mille seicentottantotto la numero mille settecento la mille settecentotre
E avverte dell'interrogazione desse annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno comunica che sono state presentate le seguenti interrogazioni con richiesta di risposta in Commissione numero mille seicentonovantanove numero
Mille seicento ottantanove numero mille seicentonovanta numero mille seicentonovantuno
Assessorato Beni culturali vendita sociale
Numero mille seicentonovantadue numero mille seicentonovantatré numero mille seicentonovantaquattro numero mille seicentonovantacinque numero mille trecento novantasei
Mille seicentonovantasette mille seicentonovantotto millesettecento uno
Mille settecentouno millesettecento due mille settecentocinque mila settecentosei
Mille settecentosette mila settecentotto mille settecentonove mila settecentodieci avverte che le interrogazioni testé annunziate
Saranno inviate al Governo comunica che sono state presentate le seguenti interpellanze numero mille numero centosessantasei numero centosessantasette numero centosessantotto
Per consentire la Commissione Bilancio riunirsi per dare copertura finanziaria al disegno di legge trecentottantuno tre trecentosei trecentoquarantasei barra il Presidente sospende la seduta avvertendo
Riprenderà alle ore diciassette e trenta la seduta sospesa e riprende alle sedici e ventuno e riprende alle ventuno e riprende alle ore diciotto e cinquantatré si passa al secondo punto all'ordine del giorno discussione del disegno di legge
Si procede conseguito la discussione disegni di legge norme per la tutela della salute del territorio il rischio derivanti dall'amianto numero trecentottantuno tredici trecentotre trecentoquaranta segna
Posto al numero uno il Presidente ricorda che erano rimasti accantonati gli articoli tre e tredici e sedici
Si passa quindi all'articolo tre il Presidente comunica che sono state presentate dalla Commissione l'emendamento tre comma sostitutivo all'articolo tre che è posto in votazione col parere favore del Governo è approvato pertanto
Decadono tutti gli emendamenti all'articolo tre si passa all'articolo sedici il presidente comune sono stati presentati dal Governo i seguenti emendamenti
Sedici uno belga sedici uno sedici quattro bimbi
Sostitutivo del comma quattro articolo sedici l'emendamento sedici uno prima parte è sostituito dall'emendamento sedici punto uno bibliche posto in votazione col parere favorevole della Commissione ha approvato
L'onorevole Falcone lamenta l'assenza in Aula del Governo l'emendamento sedici punto uno seconda parte del Governo posto in votazione il parere favorevole della Commissione ha approvato
Interverrò vorrete Vizzino si passa
Si passa all'emendamento tredici punto due
Degli onorevoli utilizzino ferro CT Zito che riceve pare contare al governo della Commissione euro Idrizzi non chiede che la votazione avvenga per scrutinio palese nominale il Presidente invita a procedere alla verifica dei richiedenti
La richiesta risulta appoggiata il Presidente con lei onorevole assenza forse essere Ferreri Gucciardi ad Zafarana hanno chiesto congedo per oggi l'Assemblea ne prende atto
Riprende l'esame disegno di legge il Presidente
Invita a ripetere la verifica dei richiedenti
Essendo la richiesta appoggiata a termini regolamento gli onorevoli bandiera cancelleria eccetera
Il Presidente indice la votazione per scrutinio palese nominale e ne proclama l'esito presenti qua cinquantaquattro votanti cinquantatré maggioranza dice ventisette favorevoli quindici contrari trentacinque astenuti tre
Non è approvato l'emendamento sette sedici punto quattro bis del Governo posto in votazione col parere favorevole della Commissione ha approvato e pertanto sono preclusi gli emendamenti sedici punto uno terza parte
Nel Governo e sedici punto quattro e la Commissione articolo sedici nel testo risultante e posto in votazione è approvato si passa quindi all'esame dell'articolo tredici sub subemendamento tredici punto uno punto uno della Commissione posto in votazione con parere favorevole del Governo è approvato
Il Presidente comunica che sono state presentate
Dagli onorevoli Zito ed altri
Il subemendamento tredici punto uno punto due su richiesta dell'orrore cancelliere il Presidente sospende brevemente la seduta la seduta sospesa alle ore diciannove punto zero nove e riprende alle ore diciannove e ventitré
Il Presidente comune sono state presentate agli onorevoli Misiti attrezzino e altri il sub emendamento tredici punto tredici sostitutivo del comma due dell'emendamento tredici punto uno il subemendamento
Tredici punto uno punto tre poste in votazione copre favorendo perno e della Commissione è approvato l'emendamento tredici punto uno e gli onorevoli Ferreri Foti utilizzino Palmeri eccetera sono
Con l'emendamento posto in votazione per favore del governo della Commissione ha approvato l'articolo tredici nel testo risultante e posto in votazione è approvato il Presidente informa
Che sono sempre andati due emendamenti aggiuntivi dagli onorevoli D'Asaro conta la chiama e che sono entrambi immessi dire invitare favorevole Fontana per quanto riguarda il registro regionale
Mesoteliomi a trasformarlo in ordine del giorno
L'onorevole Fontana si dichiara d'accordo
E pertanto il suo emendamento aggiuntivo viene trasformato in ordine del giorno
Si dà lettura
L'articolo diciassette senza discussione posto in votazione l'approvato si passa quindi all'ordine del giorno presente comune che sono stati presentati due ordine del giorno il numero duecentocinquanta al numero duecentocinquantuno
Al riguardo intervengo io onorevole Falcone ed altri onorevoli
Il Presidente informa che domani non si terrà seduta Paola
Comunica quindi che sono stati presentati i seguenti ordine del giorno numero duecentocinquantadue numero duecentocinquantatré
Gli ordini del giorno posti separatamente in votazione con parere favorevole all'assessore per il territorio l'ambiente con delega del Presidente della Regione sono approvati il presidente comune sono se le prenda dalla Commissione emendamenti già seicentodiciassette punto uno che
Posto in votazione col parere è favorevole al Governo è approvato
Si passa
Si passa alla votazione finale disegni di legge norme per la tutela la della salute del territorio ai rischi derivanti dall'amianto il Presidente indice la votazione per scrutinio nominale e ne proclama l'esito
Presenti cinquantasette votanti cinquantasei maggioranza ventinove parole ventisette l'Assemblea approva
Si passa quindi alla terzo punto all'ordine del giorno votazione finale del disegno di legge disposizione per la riqualifica dei beni immobili confiscati alla criminalità
Il Presidente indice la votazione per scrutinio nominale e ne proclama l'esito presenti cinquantatré votanti cinquantadue maggioranza ventisette favorevoli cinquantadue
L'Assemblea approva il Presidente informa che l'onorevole Alongi
Ha votato favorevolmente ma che per un molti un malfunzionamento il sistema elettronico di votazione il suo voto otto non risulta registrato comunica quindi che io notevoli Formica gli oppone Musumeci hanno chiesto congedo per oggi
L'Assemblea ne prende atto onorevole Ciancio
Fa rilevare la Presidenza che nelle due votazioni finali e disegni di legge in Aula risulta tra i favorevoli in quello che volete Panepinto che non è in da un lato il Presidente rinvia infine la seduta mercoledì a due aprile due mila quattordici alle ore sedici dopo la lettura e l'ordine del giorno a seduta è tolta alle nove e trentanove
Letto approvato e sottoscritto nella seduta centoquarantacinque del due aprile due mila quattordici
Non sorgendo osservazione il presente verbale si intende approvato
Allora prima di passare alle comunicazioni do il benvenuto questo questo pomeriggio che in assemblea all'Istituto comprensivo Parini di Catania qui devo dire degnamente rappresentato dal Consiglio dalla Giunta dal Sindaco dei ragazzi quindi un saluto a nome di tutta l'Assemblea
Grazie per essere presente ecco l'al Sindaco che si è alzato buona sera signor Sindaco buonasera a tutti i componenti della Giunta grazie ancora per essere qui presenti
è sempre spiacevole per una bella ventata di freschezza l'interno dei Sala d'Ercole grazie ancora
Allora andiamo avanti
Ai sensi del comma nove dell'articolo centoventisette regolamento interno do il preavviso di trenta minuti al fine dell'eventuale votazione mediante procedimento elettronico che dovessero aver luogo nel corso tra presente seduta invito pertanto deputati a munirsi per tempo dalla tessera personale di voto
Ricordo che anche la richiesta di verifica del numero legale ovvero la domanda di scrutinio nominale di scrutinio segreto sono effettuate mediante procedimento elettronico
Comunico che hanno chiesto congedo gli onorevoli Ciaccio Grasso Cancellieri Trissino Fazio correnti però oggi l'Assemblea ne prende atto
Invito il deputato segretario a dare lettura delle risposte scritte ad interrogazioni pervenute
Numero cinquecentotrentotto tanta Assessorato Attività Produttive numero cinquecentottantacinque firmata da i deputati cinque stelle
Al Assessore ben Assessorato Beni culturali vendita siciliana numero cento mille centonovantacinque numero mille quattrocento novantasette
Numero mille cinquecentodiciassette numero
Mille cinquecentottantasei Assessore alla alla salute mille quattrocentocinquantaquattro mille cinquecentoquarantaquattro
Le risposte scritte o non sia pesano pubblicata in allegato al resoconto della seduta odierna
Invito il deputato segretario a dare lettura dei disegni di legge presentati
Norme per la tutela e permanente l'attività sociale didattiche ed educative presso le strutture turistiche ricettive numero settecento ventisei d'iniziativa parlamentare
Presentata onorevole fiducia disposizione gente magari prevenzione del rischio sicurezza del patrimonio edilizio esistente se c'è nel fascicolo del fabbricato
Di iniziativa parlamentare pesata gli onorevoli La Rocca e gli altri cinque stelle modifica articolo trentaquattro legge regionale ventotto gennaio due mila quattordici numero settecentoventotto e onorevole Greco Di Mauro Fiorenza fedeli che Lo Sciuto
Norme per il riordino della pianta organica la Missa si era già numero settecentoventinove di iniziativa parlamentare gli onorevoli Anselmo e altri deputati di articolo quattro
Invito il deputato segretario a dare lettura dei disegni di legge inviati alle competenti Commissioni affari istituzionali
Numero settecentoventi d'iniziativa parlamentare Attività Produttive numero settecentoventi ventidue di iniziativa parlamentare
Ambiente e territorio numero settecentodieci d'iniziativa parlamentare cultura formazione lavoro numero settecentodiciassette d'iniziativa parlamentare
Comunico che gli onorevoli Ferreri Cancellieri la Rocca cappello Ciaccio Ciancio Foti Mangiacavallo Palmeri Siracusa per creditizi cosa farà nel sito con il protocollo con nota Prot numero tre
Tre tre otto tre barra S GI punto dieci punto BG punto diciannove marzo
Due mila quattordici hanno chiesto di apporre la propria firma disegno di legge numero seicentodue
Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici
Invito il deputato segretario a dare lettura delle comunicazioni arriva alla situazione di cassa della Regione Siciliana
Comuni comunico che l'assessore e l'Assessorato regionale economia Dipartimento bilancette sola trasmesse da diciannove marzo due mila e quattro di una previsione situazione trimestrali cassette storie tesoreria e tesoriere la Regione del alla data trentuno dicembre due mila tredici
In attuazione articolo dodici comma cinque della legge regionale tre maggio due mila uno numero sei
Si comunica altresì che l'ha copiato precisa documentazione è stata trasmessa alla Seconda commissione parlamentare
Invito il deputato segretario a dare lettura dell'interrogazione con richiesta di risposta orale presentata
Numero mille settecentodiciotto vinciullo Vincenzo numero mille settecento venti alloro Mario Barbagallo e Raia numero mille settecentoventicinque
Vinciullo Vincenzo numero mille seicentoventisette vinciullo Vincenzo numero mila centoventotto vinciullo Vincenzo numero mille settecentoventinove vinciullo Vincenzo mille settecentoquarantuno mila trecentoquarantatré mille settecentoquarantaquattro
Mille settecentoquarantacinque vinciullo Vincenzo mille settecentoquarantasei
Mille settecentoquarantasette mille settecentoquarantanove mille settecentocinquanta a mille settecento cinquantuno tutte dell'onorevole a firmerò lavora vinciullo
Le interrogazioni annunziate saranno iscritte all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno
Invito il deputato segretario a dare lettura dell'interrogazione con richiesta di risposta in Commissione numero mille settecentotredici
A firma del Rolex Cascio Francesco di altri deputati
Le interrogazioni annunziate saranno trasmesse al Governo e dalle competenti Commissioni
Invito il deputato segretario a dare lettura dell'interrogazione con richiesta di risposta scritta presentata
Numero mille settecento undici Siracusa Salvatore altri cinque stelle mille settecentododici Siragusa Salvatore altri cinque stelle mille settecentoquattordici
Tancredi Serge altri deputati e cinque stelle mille settecentoquindici arancio Giuseppe concetto mille settecento
Sede
E centodiciannove quote en
Trentuno Cimino
Ventidue cappello Francesca
Prego cappello Francesco al
Ventiquattro cappello Francesca
Intanto
Cappello
Uno Ciaccio Giorgi alta
Antonella
Mi
Sei gli opportuni
Tre sito Stefan
Ho trentotto Gilbert
Serie mi
No la Rocca Claudia
Palme
I centoquarantotto vinciullo Vincenzo
Vanno inviate al Governo
Invito il deputato segretario a dare lettura delle mozioni presentate
Duecento
E
CIACE aggio
Numero dieci
Può Girone a loro le mozioni testé
Non siate saranno demandati a norma dell'articolo centocinquantatré del Regolamento interno alla Conferenza dei Presidenti dei Gruppi parlamentari per la determinazione della relativa rata di discussione invito il deputato segretario
Interpellanza presentata
Numero cento
Santa Rovezzano
Senta
Trascorsi tre giorni dall'odierno annunzio senza che il Governo abbia fatto alcuna dichiara
Interpellanze si intende
Iscritta all'ordine del giorno per essere svolte al loro turno comunico che con in
E marzo delle quattordici l'onorevole D'Asaro di
Do trentaquattro in quanto di identico contenuto nel nome
Uno tra i due a sua firma con la metà
E due mila quattordici onorevole vinciullo perché
Cioè in quanto di identico contenuto alla lume
Le settecentodiciotto sua firma l'Assemblea ne prende atto
Ok comunico che con nota
Due mila quattordici Vedovato numero tre mila trecentocinquantotto aula PG del due aprile successivo onorevole Carlo Savona dichiarato di aderire al gruppo parlamentare forza Italia pertanto decorre dal prevedibile quattordici lo stesso deputato cioè seconde sono
Il gruppo parlamentare misto l'Assemblea ne prende atto dopo le tue
Era nota da
Come le quattordici protocollata numero
Do cinquantanove barra una PG del dubbio e successivo
Dimissioni dalla
è una gruppo parlamentare la sottoscritta onorevole Luigi
Ieri con la pre
Al gruppo parlamentare articolo quattro cessando contemporaneamente
Cantiere popolare verso Forza Italia di Cindy soldi propri per le quattordici pertanto a decorrere dal
Due mila quattordici dove
Mantiene cessando di far parte del gruppo parlamentare che Sud PD cantiere popolare verso Forza Italia decade automaticamente
Ricca di deputato segreta
All'articolo quattro comma otto Regolamento
Sembra regionale siciliane in quanto il gruppo parlamentare articolo quattro al quale l'onorevole dire aderito risulti
In seno al Consiglio di Presidenza per quanto concerne infine il gruppo parlamentare che sud PD cantiere popolare per
Sono i numeri che si è ridotta a tre deputati lo stesso rimane temporaneamente indica secondo la prassi di questa sembrerà e di quella vigente alla Camera dei deputati fino a quando il Consiglio di se avrà deliberato al riguardo l'assemblea
Prende atto
Invito il deputato segreta
Come le quattordici poi è venuto in
E uno
Ad
Sia del dottor Luca Bianchi dal
Frane ad interim
E la Regione l'Assemblea ne prende atto
Arti
Dottor Luca Bianchi
Emissioni di cui sopra che vengono accolte cessa dalla carica
La mia
Articolo
Ciriani palle
Il quattordici allora
L'Assemblea ne prende atto onorevoli colleghi se lavora in corso o
Coinvolto anche il presidente sospendo Laura fino alle ore diciotto
è ben sapete per perfezionare una risoluzione
In tutti in quasi tutti o almeno Cosimi risulta i Consigli regionali d'Italia si sta discutendo qualche Consiglio già votato in ordine alla proposta del
Il Governo nazionale di riformata della costituzione in alcune parti che interessano anche le regioni soprattutto le regioni
Sapete che è stato presentato un disegno di legge
è stato perfezionato fino adesso sembrerebbe che c'è quindi un'errata corrige ieri in corso che sia stata operata ma che per noi
E la regione a statuto speciale speciale obiettivamente fondamentale io voglio credere certamente alla buona fede
Comunque prendiamo atto che c'è stata una modifica all'articolo trentatré comma tredici in ordine all'applicazione delle disposizioni contenute nell'articolo quattro anche al regione a Statuto speciale anzi io dico della non applicazione alle Regioni a Statuto speciale a differenza di come
Risultava in precedenze almeno fino a ieri
Ho il dovere di riferirvi ma è già a conoscenza gran parte di voi ho avuto modo di riferirlo in in Conferenza dei capigruppo che ci sono state tantissime riunioni
In sede di Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative d'Italia
Co e anche in sede
Di conferenze tra i Presidenti delle Regioni d'Italia ci sono state una serie di incontri anche fra i rappresentanti delle due conferenze ad uno di questi incontri ho partecipato
Anch'io che si è pervenuti ad una sorta di documento che è stato trasmesso quindi al Governo nazionali alle ministro boschi e al
Presidente Renzi
Una sorta di documento di carattere generale di condivisione della necessità che si proceda ad una riforma
Del Senato e che comunque si superi il
Bicameralismo il disse che in questo documento di lavoro che viene quindi sottoposto all'attenzione di di tutti i Consigli regionale quindi all'attenzione di questa Assemblea dieci è stato distribuito
Quindi può essere oggetto di un avvio di dibattito di discussione
è importante così come si è convenuto in Conferenza dei capigruppo e mi fa piacere che tutti i Gruppi abbiano
Sottoscritto una risoluzione che si può potrà votare spero
Questa sera ritengo all'unanimità considerate di tutti i Gruppi l'anno
Sottoscritta in ordine alla necessità di mantenere ferma la specialità del nostro Statuto e chiaramente questo non può essere un capriccio tutt'altro
Ma è un'esigenza di ordine costituzionale non solo
Formale ben sapendo che la specialità va esaltata non in termini di rivendicazione ma in termini di maggiore responsabilità ecco siamo chiamati
A questo io mi permetto di leggere
Innanzitutto il documento di lavoro che porta la firma di Vasco Errani quale Presidente della Conferenza delle Regioni delle Province autonome e di Eros Brega
Coordinatore della Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni delle Province autonome
Le Regioni valutata la bozza di disegno di legge costituzionale proposta dal Governo ritengono certamente positiva la scelta di trattare in un unico contesto di riforma in un unico testo normativo la trasformazione del Senato
E la riscrittura del Titolo quinto
In questo spirito le Regioni intendono ribadire ESP aspetti essenziali per il sistema regionale di cui la riforma deve tener conto garantendo l'effettiva partecipazione dei territori alla legislazione nazionale
Il presente documento rappresenta le linee fondamentali che le istituzioni regionali intendono fornire come contributo al Governo sulla proposta di riforma costituzionale
Si riservano nella fase successiva di declinarla in proposte puntuali
Sulla composizione del Senato le Regioni concordano sull'opportunità di conservare il nome di Senato delle Regioni e delle autonomia
Sulla previsione di una partecipazione di diritto di rappresentanti delle Regioni e delle autonomie locali Presidenti di Regioni e sindaci dei capoluoghi di regione
E di componenti eletti dai Consigli regionali tra i propri componenti e dal collegio dei sindaci
Nella prima stesura non era prevista la partecipazione dei consiglieri regionali
E questa è stata un'indicazione forte a che pervenuta da parte della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative
I rappresentanti dei Consigli regionali saranno individuati gli eletti dai Consigli secondo le procedure di legge
Sull'opportunità che la ripartizione dei seggi sia parametrata alla popolazione delle Regioni garantendo per tutte le Regioni anche le più piccole la componente eletta nei Consigli regionali al proprio interno e dal collegio dei sindaci
Occorre un chiarimento anche a questo proposito rispetto ad una proposta che praticamente data iniziale un il numero pari in tutte le Regioni con un numero massimo di due rappresentanti per regioni non si teneva conto della popolazione pensate voi che il Molise che ha meno di trecento mila abitanti era pari alla Lombardia o alla stessa Sicilia
Ho Sardegna
Sulla quota paritaria di eletti dai Consigli regionale dei collegi dei sindaci sulla previsione che il mandato degli eletti sia agganciata alla da Ruud alla durata degli organi e quale appartengono
Sulla non condivisione dell'integrazione del Senato con membri nominati sapete perfettamente che c'era stata una proposta
Iniziale ma per fortuna è stata superata che
Il Senato doveva essere composto da ventuno nominati direttamente dal Presidente della Repubblica il numero elevato di senatori nominati peraltro per gli altri meriti nel campo scientifico artistiche sociale non solo è stridente
Con la nuova conformazione del Senato ma potrebbe alterare la formazione delle maggioranze zero la Camera alta
Anche in considerazione della composizione numerica ridotta
Sulle competenze del Senato
Le regioni ritengono indispensabile condividono il superamento del bicameralismo paritario tuttavia al fine di rafforzare le competenze del Senato
Occorre consentire che eserciti concreti funzioni di riequilibrio tra le competenze dello Stato e delle Regioni anche allo scopo di superare il conflitto costituzionale che ha caratterizzato questi anni che la stessa proposta del Governo gli assegna
Si dovrebbe prevedere
La maggioranza assoluta della Camera per tutti i disegni di legge nel sesto necessaria per superare il dissenso espresso dal Senato
La previsione di una legge bicamerale avente ad oggetto la definizione del contenuto specifico delle materie delle funzioni sul modello di altri ordinamenti che praticano modelli costituzionali federali
Regionalizzati e ho
Autonomistici definendo tempi certi che garantiscono un iter celere del procedimento legislativo le quali lo sforzo di identificazione delle sfere di competenza propria dello Stato e delle Regioni
E pervenuto ad un notevole livello di specificazione
Io gradirei che si prestasse molta attenzione a questo aspetto noi siamo passati da uno Stato regionale qual è per definizione lo stato nostro che è uno Stato unitario ma uno Stato regionale
Ad uno Stato che doveva essere federale in base alla riforma del due mila e uno
Ma con tutto quello che sta succedendo e sta avvenendo è sotto gli occhi di tutti si vada addirittura di un accentramento dei poteri in capo allo sta
Nato quindi facendo venire meno le funzioni in capo alle regioni quindi quindi questo rappresenta in ordine alle funzioni
Uno dei punti cruciali della riforma sui quali bisogna stare molto attenti
L'introduzione di una Commissione bicamerale da prevedere già nella stessa Carta costituzionale in sede redigente che opere nel cuore del procedimento legislativo definendo tempi certi e celeri
L'ampliamento della competenza anche alle funzioni ispettive poteri di interpellanza e interrogazioni organizzazione dal Senato
Per le Regioni indispensabile corrispondere agli obiettivi che lo stesso Governo intende realizzare attribuendo al Senato il ruolo di Assemblea di rappresentanza dei territori e di raccordo tra tutte le istituzioni e rappresentative
Una volta garantito che il Senato si articolerà per gruppi di rappresentanza delle comunità regionali sarà il Regolamento del Senato ad individuare gli specifici casi di voto unitario
Il bilanciamento degli equilibri alla tipologia di decisioni per le quali sarà indispensabile ricorrere a tale modalità di voto
Sarà necessario inoltre modificare la proposta del Governo prevedendo la figura del Presidente demandando al regolamento la disciplina delle modalità di elezione e la durata
Sulla riforma del Titolo quinto
Le Regioni nella convinzione che una leggo di materie concorrenti sia necessario per l'esercizio coordinato delle diverse competenze legislative
Ritengono possibile
Accedere alla proposta del Governo di superare la legislazione concorrente prevedendo tuttavia un rafforzamento delle controgaranzia
Nel merito sarà indispensabile ridefinire le competenze esclusive statali del comma secondo dell'articolo centodiciassette in particolare con riguardo all'urbanistica l'ordinamento degli enti locali
Al procedimento amministrativo e la Protezione civile nonché al coordinamento della finanza pubblica richiamando una competenza statale circoscritta alla definizione di una disciplina generale
Prevedere una elencazione di massima della legislazione residuale regionale che tra le altre tra le altre richiami la competenza in materia di finanza locale di mercato e di politiche del lavoro di organizzazione dei servizi scolastici
Di istruzione e formazione professionale di protezione civile di governo del territorio urbanistica di pianificazione del territorio coordinamento la finanza locale e competenza sugli enti intermedi e forme associative dei Comuni
Procedimentalizzare la clausola di salvaguardia con un voto favorevole preventivo del Senato
Prevedere anche l'iniziativa della Regione per l'attribuzione di materia o funzioni di competenza statale nella prima fase era la Camera
Quella che risulterà a seguito della riforma che attraverso una forma di devoluzione soft di volta in volta trasferiva le competenze alle Regioni
Prevedere che nelle materie di cui alla lettera p ed M del centodiciassette secondo comma la potestà regolamentare è esercitata previa intesa con il Senato
Adesso do lettura di una parte inserita per espressa volontà delle
Regioni a statuto speciale
Con riferimento alle regioni a statuto speciale e alle Province autonome di Trento e Bolzano si condivide il rispetto di quanto previsto negli statuti speciali
Più specificatamente opportuno che la riforma sia corredata di una clausola di salvaguardia della specialità
Che faccia espressamente salve le materie di competenza primaria concorrente e di integrativo attuative numerate dagli statuti speciali estendendo alle autonomie speciali sono le norme di maggior favore come fu fatto con la riforma del Titolo quinto
Del due mila uno firmato Vasco Errani presidente della Conferenza delle Regioni delle Province autonome Eros Brega coordinatore della Conferenza delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonomi
Ho il dovere di divi di riferirvi che la sensazione che ho ricavato da questi incontri e che le Regioni a statuto ordinario
Hanno tutta la necessità e l'esigenza che venga mantenuta la specialità delle regioni delle cinque Regioni che già questa specialità
L'hanno riconosciuta dalla dalla nostra Costituzione perché è chiaro che il fatto stesso che dovesse chiede venisse meno il
La specialità per una di queste regioni per la Sicilia per la Sardegna Sardegna non ha importanza è chiaro che a cascata verrebbe messa in discussione la stesso
Ordinamento delle Regioni a Statuto ordinario
Ecco il
Riferisco ancora che
Ho chiesto espressamente al Presidente del Senato di incontrarlo mille con un'apposita delegazione
Per rappresentargli l'esigenza di incardinare il disegno di legge che quest'Aula all'unanimità vota ATO e che riguarda la riforma dell'articolo trentasei dal nostro Statuto il secondo comma
Aspetto ancora che il Presidente del Senato ho avviato anche per le vie diplomatiche la necessità di questo incontro
Sono fiducioso che da siciliano il presidente dal Senato
Il l'onorevole pieno Piero Grasso possa nel più breve tempo possibile dare riscontro a questa nostra più che legittima richiesta
Comunico altresì che su mia iniziativa incontreremo il Presidente della Corte costituzionale chiaramente non per andare a sindacare il questioni già esitate in ma per evidenziare quello che il ruolo è quello che è stato il ruolo delle regioni a statuto speciale nel corso di questi anni e anzi dobbiamo dare atto che nella
Assenza volte del istituzione della politica proprio se guardiamo a qualche sentenza della Corte Costituzionale per carità non mi ricordo non mi riferisco alla prima chi ha visto sopprimere l'Alta Corte
Nella regione siciliana ma in seguito soprattutto in materia di blog tributaria già la Corte Costituzionale in qualche modo è intervenuta a difesa
Della specialità degli Statuti è un incontro che terremo il sette aprile con il professore Gaetano Silvestri che ha
Andrà ritengo al di là della cordialità dell'incontro e si approfondiranno
Terminati i temi
Che riguardano proprio l'essenza stessa della specialità delle
Regioni che
Esistono in Italia che a mio avviso hanno tutt'ha la necessità a resistere nonostante questa ondata continua di antipolitica che riguarda
Le regioni stesse ha chiesto di parlare sulla risoluzione anche per avviare il
Dibattito l'onorevole
Cimino e qua conclusione onorevole Cimino mentre lei si appresta
Apprendere
Possesso del odio per intervenire che il giorno quattordici
I capigruppo saranno i a Roma in delegazione insieme ai capigruppo del dei Consigli regionali dal resto d'Italia
Per un confronto serrato e spero convinto in ordine a queste le tematiche perché dico i capigruppo perché c'è stata l'esigenza di avere una rappresentanza politica perché non sono questioni che appartengono solo alla parte ma che appartengono a tutta l'Assemblea e quindi
A tutti i gruppi politici che tipo sta assemblea ne fanno parte è stato depositato quindi con la firma
Di tutti i gruppi
Un una risoluzione
Che penso vorrà spiegare l'onorevole Michele Cimino
Presidente
Presidente più che spiegare la risoluzione io voi io ringraziarla per
Il lavoro che dista
Facendo a livello nazionale come assemblee legislative con
Questo documento che è stato firmato da tanti parlamentari regionali e sicuramente avrà un voto unanime
Ma io voglio intervenire l'onorevole Presidente perché secondo me
Questo dibattito in in corso o di riforma del Titolo quinto della Costituzione che vede anche messe in discussione le autonomie
Legislative
Del
Del del nostro Paese le regioni a statuto speciale
Deve poter essere per la Sicilia
Non soltanto un momento per rivendicare il ruolo
Del nostro Statuto ma soprattutto per fare una volte per tutta una vera operazione verità un'operazione verità un'operazione
Trasparenza proprio oggi oggi leggevo le considerazioni del professore Costa che è un noto economista della nostra dalla nostra Regione su alcune trasmissioni televisive sempre a livello nazionale che degni grano e non
Apprezza no il ruolo
Del
E della nostra della nostra Regione e della delle attività della nostra Assemblea
Molte volte facendo confusione sulle competenze di questa
Regione rispetto alle competenze delle regioni a statuto ordinario e allora
Visto che abbiamo l'opportunità che il tema
Delle riforme costituzionali delle riforme delle regioni sta diventando un tema attuale
Dobbiamo creare le condizioni perché si lanciò l'operazione verità anche sulla Sicilia ed è un tema questo interessante soprattutto quando in Veneto vi sono delle ma i tre stazioni ed è il referendum e per la secessione quando qui a Palermo si celebrano interessanti manifestazioni per l'indipendenza siciliana e avere uno Statuto che di fatto è ingessato che hanno il regalai del Commissario dello Stato ma non l'Alta Corte che non dà la possibilità alle Presidente della Regione
Di partecipare alle riunioni del Consiglio dei Ministri che guarda caso impone alla Sicilia di versare
Le imposte di produzione del bilancio dello Stato non
Nel bilancio della della Regione queste tanta altra cosa devono portarci un attimino a dire a bene
Se è
Deve essere questa autonomia soltanto uno specchietto per le allodole bene allora eliminarla diventare una regione a statuto ordinario come le altre
Tanto le altre Regioni di fatto probabilmente riescono ad assumere e ad avere maggiore opportunità rispetto ad una Regione che di autonomia speciale ormai ne ha
Abbia ben poca io
Voglio anche di poter
Sottolineare come in un
Il momento in un momento come questo alla Regione Siciliana mancano
Diverse risorse queste risorse
Mancano perché non si tiene conto dell'attualità di alcune normative parlo ad esempio della guardo il taxi
Con il Governo nazionale con il Presidente della Commissione Bilancio l'onorevole Boccia ha sponsorizzato l'idea è il provvedimento della cura dei taxi e adesso noi all'articolo trentasette dello Statuto non vogliamo che di fatto ristretto agli anni e dello Statuto stesso non venga arrendersi pienamente operativo l'articolo trentasette
Che non è altro che lo stesso principio della guardia taxi che si vuole portare avanti a livello nazionale alle imprese che operano in Sicilia ma non hanno sede legale in Sicilia devono poter pagare lei imposta nel nostro territorio e allora non capisco perché in quanto un problema riguarda guarda guarda caso
L'economia nazionale viene preso con interesse e anche
Viene apprezzato se è un tema è stato invece attende vado dai padri costituenti di questa nostra Regione e vuole da noi a essere valorizzato allora viene considerato soltanto come becero rivendicazionismo o sembra richiesta di soldi la Sicilia non ha necessita di un
Risorse aggiuntive era di girare necessità di avere apprezzate LEA le proprie norme secondo le risorse che
Le sono proprie e nel documento che proprio oggi leggevo del professore costa ho notato che questi calcoli sono molto molto serie che possono essere ben valorizzati anche la nostra attività grazie
Grazie onorevole Cirino lei mi dà lo spunto per fare una considerazione è stato detto che il debito della Regione Siciliana sia pari a cinque miliardi
Di euro
Ma
Non merita commento questa dichiarazione detta più volte nella divulgazione alé questo la dice lunga su qual è il motivo i voti all'attacco concentrico nei confronti delle Regioni non dico altro siccome è una notizia assolutamente infondata falsa
Priva di sostegno di sostanza e ringrazio il professore costa che non ho il piacere di conoscere
Personalmente gli ha voluto evidenziare la grande confusione che spesso si fa sui numeri prego onorevole Gottardo
Sì presidente Conti Vito integralmente l'intervento del collega onorevole Michele Cimino
Il quale peraltro o si è fatto promotore di una battaglia che questo Parlamento ritengo anzi sono certo intende sostenere
Circa la piena attuazione di quegli articoli dello Statuto siciliano appunto gli articoli trentasei trentasette trentotto che finiscono
In una prospettiva di chiarezza per essere fondamentali per il futuro della nostra Regione per il futuro della istituzione ma nello stesso tempo per il futuro della gente di Sicilia e allora
Io sarò breve perché voglio focalizzare alcuni punti assai veloci trattare
Di questo tema il tema della tutela del principio di specialità della Regione Siciliana in un'Aula che è data
In un palazzo in un'Aula che datano mille centoquarantasette in un Parlamento che il Parlamento più antico d'Europa
E chi rappresenta una storia
Non significa a mio parere cercare uno sterile la tutela di uno sterile campanilismo ma significa spiegare intanto a chi ci ascolta che volere tutelare il principio di specialità
Non vuole determinare la ricerca di un vantaggio non vuole tutelare o non vuole andare appunto alla ricerca di privilegi ma vuole intanto partire da un dato storico oggettivo questo Parlamento
è a mio parere è lo Statuto siciliano è la forma più compiuta dello stesso regionalismo e in quanto tale
Già di per sé andrebbe tutelato
Presidente io
Colgo l'occasione e credo che siamo in tema per compiacermi con lei per la bella cerimonia di ieri per il novantesimo compleanno del senatore Macaluso
Vede ieri è stata
Un'occasione che ci ha ricordato che cosa significa il principio di specialità che cosa significa confronta democratico che cosa significa Statuto siciliano
Ed è stato bello ascoltare nell'uomo
Seppur illuminato Comerio seppur comunista certamente illuminato
Parlare per oltre venti minuti del Primo Presidente alla Regione Giuseppe Alessi
Nel quale gli confessava essere stato acerrimo nemico politico seppur nel rispetto delle reciproche testi è bene rispetto a questi valori i valori del confronto della democrazia
Che hanno fatto parlare alcuni presenti di Alessi e di Macaluso come costruttori della democrazia in Italia ce se ne saranno stati certamente anche a destra oltre che a sinistra e al centro di quello che era ed è più arco costituzionale io voglio dire che certamente
Prima di archiviare una battaglia che ha visto i nostri padri costituenti in porsi sullo scenario nazionale e perché no anche di una costituenda Unione europea io credo che dovremmo avere il buonsenso tutti soprattutto chi a Roma
Fa facile demagogia di studiare meglio la storia e di guardare meglio la prospettiva di questa terra e di questa isola
Io sono
Semplicemente convinto
Che
Sapendo
Che da parte nostra questa riflessione va accolta come spunto anche per fare chiarezza
Di alcuni principi di alcuni criteri e perché no di alcuni valori che si sono annacquati nel tempo ma avendo qualche dubbio sulla buona fede Biki tanto semplicisticamente a Roma sta proponendo
Una modifica costituzionale che certamente non è sentita nel Paese
O meglio che certamente non è sentite in questo modo ecco sono convinto
Che il dibattito vada approfondito è per questo
Ho convintamente firmato la risoluzione che si affida
Pienamente al Presidente dell'Assemblea regionale perché nei consessi opportuni voglia tutelare
Il principio di specialità attraverso quello che lei correttamente ritengo abbia definito una clausola di salvaguardia che è il consesso che mette insieme appunto i Consigli regionali
Delle Regioni d'Italia ha voluto
In maniera precisa evidenziare
è il momento di parlare di competenze è il momento di aprire un dibattito serio e serrato
Con il Parlamento nazionale è certamente il momento di fare chiarezza sulle fonti e sulle prerogative sono convinto che tutto questo potrà accadere sono cento che da parte nostra e da parte sua Presidente che ci rappresenta tutto questo non mancherà
E per questo il gruppo grande sordo piede cantiere popolare
Forza Italia voterà convintamente la risoluzione che lei ha sottoposto all'Aula
Grazie onorevole Cordaro ha chiesto di parlare l'onorevole Musumeci
Grazie signor Presidente
Colleghi deputati
Condividiamo
Il
L'iniziativa assunta
Dal
Capo del Governo
Per
Il superamento
Delle
Bicameralismo perfetto
Essendo questo un cavallo di battaglia della destra politica italiana
Propugnato ormai da diversi decenni
Con lo stesso spirito apprezziamo l'iniziativa e il fermo richiamo
Con me grande determinazione
Del presidente dell'Assemblea regionale siciliana
Al rispetto
Della clausola di salvaguardia della specialità statutaria della nostra Regione
Anche per questo non ho esitato a firmare in rappresentanza
Del
Capogruppo foto Formica
Il documento che lei fra poco metterà al voto di questa Assemblea
E tuttavia
Presidente mi consenta di evidenziare come
Questa
Nostra presa di posizione
Non possa
E non debba bastare a liquidare
Un tema
Che
Come giustamente lei ha ricordato riconduce ad una strategia
Che io dico abile definisco abile e cinica
Come quella di operare
Un attacco concentrico nei confronti del regionalismo in generale
E delle Regioni
A statuto speciale
In modo particolare
Ma non serve
Non serve
E non basta
Noi non possiamo vivere di rendita
Pensando che il nostro come opportunamente
Ha richiamato il collega Cordaro
E il più antico Parlamento d'Europa
Non possiamo vivere di rendita
Senza chiederci
Che cosa serve per riaffermare
Il primato della specificità
Che cosa serve
Perché ci si renda conto che gli attacchi al regionalismo
Motivati alcuni motivati altri
Non debbono
Essere subiti ma
Debbono essere rinforzati con la logica di proposte serie e concrete
Con una condotta diversa rispetto a quella che finora
Il Parlamento siciliano adottato
Inutile nascondere
Un'amara verità l'autonomia siciliana e la grande ammalati
C'è uno stato patologico che si manifesta sotto diverse forme
E questo Stato patologico acconsentito l'uso distorto dell'autonomia siciliana ad alcune logiche politiche
Che vanno condannate senza appello
Ed ha consentito alle stesse logiche politiche di utilizzare l'autonomia come alibi come comodo alibi
Per
Dar vita
Alle lunghe
Stagioni di clientelismo spregiudicato e irriducibili
Noi abbiamo il dovere signor Presidente colleghi deputati
Di avviare
Una seria stagione delle riforme
Una stagione serena
E intensa che ci consenta di capire
Che cosa va modificato dello Statuto siciliano
Dopo quasi settant'anni è lei cito chiedersi se
Le norme concepite volute dai Padri costituzionalisti siciliani
Ed è stato ricordato il presidente Alessi è stato ricordato il comunista Macaluso verso il quale io non posso che
Nutrire
Rispetto pur nella
Diversità delle opinioni come non ricordare lo spirito autonomistico di uomo di destra come Dino Grammatico come Vito Cusimano il mio maestro
Come Pippo Tricoli solo per fare alcuni nomi ecco proprio per questa ragione per questo retaggio solido glorioso
Degno di rispetto
Io credo Presidente che noi dobbiamo questa stagione delle riforme aprirla seriamente senza pregiudizi senza rancori senza alcuna ingiustificata e ingiustificabile gelosia
Abbiamo il dovere di chiederci quali ragioni obiettive oggi determinano e suggeriscono la opportunità
Di una revisione
Perché lo Statuto non può essere più guardato con l'alterazione e con la sacralizzazione
Che finora è stata ostentata da alcuni gruppi politici
E allora
A lei il compito signor Presidente
Lei è un convinto autonomista
Lei si abbeverato alla cultura
Autonomista della scuola Sturzo Diana lei ha tutte le carte in regole anche per la qualità
Del ruolo che ricopre
Di intestarsi questo compito
Io credo che vada nominata una Commissione io credo che vada interessata la Conferenza dei capigruppo io credo che l'Assemblea
Debba in questa legislatura aprire un nel grande dibattito
Affinché l'attacco concentrico cui lei faceva richiamo al regionalismo in generale regionalismo autonomistico in particolare
Non possa essere soltanto oggetto e stimolo per un richiamo alla responsabilità come lei ha giustamente sottolineato
Ma deve anche consentirci
Di modificare
Quanto Obama modificato nella nostra Carta costituzionale regionale per fare della Sicilia il riferimento non solo geografico
Ma anche politico come modello di efficienza e di efficacia
Di tutto il bacino mediterraneo e una sfida e una grande sfida ma proprio per queste ragioni lei ha il dovere di lanciarla e noi deputati abbiamo il dovere di raccoglierle grazie
Grazie onorevole Musumeci ha chiesto di parlare l'onorevole cappello
Presidente assessore onorevoli colleghi oggi con il disegno di legge costituzionale
Stiamo assistendo adibiti ad un attacco a trecentosessanta gradi all'ordinamento democratico repubblicano uscito dalla guerra e dalla Resistenza
Si è già detto e non ci compete ricordarlo adesso come l'abolizione del Senato si serva del pretesto del cosiddetto risparmio dei costi della politica in realtà è irrisorio
Quando in realtà è preordinato ad affidare ad una minoranza attraverso gli yes-man nominati della Camera di assentire disciplinati alle leggi imposte da due o tre persone su mandato dell'élite finanziare che oggi ci strangola uno
In questo quadro non potevano mancare di passaggio un disegno neo centralista volto a spegnere tutte le forme di autonomia di democrazia decentrate
Proprio perché meno controllabili dall'alto e in particolare quelle speciali più di altre liste come fumo negli occhi e potenziale pericolo per il nuovo ordine mondiale di cui alcuni pupazzi sono chiamate a farne le veci
Non possiamo in questo momento tacere come questo attacco riguardi soprattutto la Sicilia già laboratorio privilegiato per le politiche di austerity e ora designata vittima sacrificale
Quasi che l'aver dato origine lo stesso concetto di un'OPA insieme alla Grecia sia il più grave dei peccati originali
L'autonomia speciale io tengo della Sicilia non si tocca
Per ragioni storiche geografiche economiche politiche sociali
Essa è un diritto che i siciliani non ha avuto concesso da alcuno che si sono conquistati con le loro lotte frutto di un evento plurisecolare all'autogoverno e le cui disfunzioni se mai
Dovrebbero ritorcersi contro la classe politica di parassiti e subalterni e poteri forti nazionali ed internazionali da sostituire e non contro il popolo siciliano che questi diritti possiede per diritto politico quanto naturale
Perché la Sicilia oggi gode di questa autonomia almeno sulla carta
La Sicilia fa certo parte dell'Italia almeno da quando centocinquantuno hanno solo i suoi leader politici
Hanno accettato di ammainare una storia di un'azione propria antica quanto la stessa civiltà europea è una storia di stavo proprio di Parlamento proprio che nessuna regione italiana poteva vantare forte di circa otto secoli di storia
Il Governo legittimo siciliano di allora per mezzo del Consiglio straordinario di Stato
Riconosciuto come statuale legittimo dei principali Governi del mondo pose come condizione per l'adesione all'Italia un patto confederale tra lo Stato siciliane quello italiano sancirà un Parlamento siciliano liberamente eletto
La monarchia veri italiana non volle tenerne conto occupò il Paese e rispose con un plebiscito farsa quattro Stati di assedio l'aperto sostegno alla malavita che non a caso proprio da quel momento come giustamente disse Rocco Chinnici
Diventò la mafia che conosciamo impossibile senza l'apporto attivo dello Stato italiano
Leggi discriminatorie liberticida e soprattutto con un ferro colonialismo interno che le impediva ogni forma di sviluppo moderno e che tocco il culmine durante il fascismo quando la nostra terra umiliata rango di granaio dell'interno
Dopo la sconfitta dell'Italia della seconda guerra mondiale la Sicilia stava per essere perduta quasi conquistata ad una causa indipendentista
Gli alleati la riconsegnano Alitalia insieme ad un progetto radicale di autogoverno a patto implicito quindi
Che l'Italia ne avrebbe tutelato le tradizioni secolare di autogoverno una clausola del trattato di pace di Parigi poi disattesa purtroppo le confermo Luzzati socio-politico speciale imponendo né la smilitarizzazione
L'Italia come è noto concesse subito le forme di quell'autonomia
Ma quasi settanta anni di distanza si è ben guardata da rispettare quei patti
Persistendo il mio atteggiamento sleale continuando con la pratica del colonialismo interno ora mitigato dalla politica in durata dell'assistenzialismo al quale fu snaturato l'istituto autonomistico
La Sicilia ora esportatrice di voti in cambio di un'elemosina appena maggiore rispetto a quelle del Mezzogiorno continentale e peraltro tratta dallo stesso gettito tributario di siciliani
Eppure quell'autonomia nei primi dieci anni di vita gli unici in cui in qualche modo funzionò pose la Sicilia dal feudalesimo porto l'asfalto e la luce della maggior parte dei comuni siciliani
Dopo la Sicilia di strade di aeroporti bene o male cifra che Tor finalmente della modernità
Dal mille novecentocinquantasette purtroppo non a caso dalla soppressione mano militare dell'Alta Corte se ne è stato un lento processo di svilimento di decadimento delle istituzioni regionali e dell'autonomia che forse in questi ultimi anni sta toccando il fondo
Si dirà questo il passato adesso dobbiamo guardare oltre ma è anche il presente e il futuro che impongono le ragioni di una Sicilia autonoma
Intanto perché è una comunità etnica e storica di secoli con identità e istituzioni proprie non si cancella con un disegno di legge costituzionale
Ancora oggi l'emigrato nel mondo prima si dice di essere siciliane poi di essere italiano ma poiché la condizione di Regioni insulare garantita anche dei trattati europei che richiede già in quanto tale un'Amministrazione Speciale
Vi era strutturale distanza dei più importanti centri decisionali del Paese che impone una difficile continuità territoriale e al contempo una dimensione geografica e demografica
Pari a quella di un'azione media europea
Vi è poi soprattutto la condizione strutturale di contrapposizione di interessi
Tra l'economia regionale siciliana e quella nazionale finanche la diversa struttura economica di base paese di fonte di energia e di materie prime la Sicilia
Vocata ad un'industria di trasformazione agroalimentare e ad un turismo che non hanno ancora sperimentato il loro decollo mentre l'Italia è sempre vista come una grande economia industriale con un turismo che visto in termini competitivi nei confronti di quello siciliano
La Sicilia e dunque dotata di interessi propri quasi nazionali
Che possono essere conciliati con quelli nazionali solo se esiste una sede in cui questi interessi possono essere con efficacia governati un'autonomia indifferenziata in queste condizioni si tradurrebbe fatalmente
In un'estrema pericolosità e marginalità
Come si traduce attualmente dei fatti per la mancata attuazione dello Statuto
Senza l'autonomia e siciliani saremo sempre cittadini di serie B non saranno mai veramente italiano veramente europei
Il paradosso è proprio quello che il maggior centralismo anziché unire come l'esperienza dimostra finisce per dividere ancora più nel nostro Paese unitario solo sulla carta
E la vostra autonomia si basa su due pilastri entrambi oggi violati menta militari
Per la nostra società e per il nostro futuro l'autonomia legislativa
Con la quale siamo padroni del nostro destino e l'autonomia finanziaria con la quale la Regione sfruttata come la nostra non dovrà finanziare debiti fatti da altri
Per altri interessi questi argini noi abbiamo il diritto e il dovere di difenderli contro ogni attacco strumentale
Che parta da questo dissennato neo centralismo
Ma cosa c'è dietro cosa c'è dietro tutto ciò
In realtà combattendo la nostra autonomia per la nostra combattendo nostra autonomia lo Stato che già praticamente non ha più alcun trasferimento servizio da Pagliara la Sicilia giacché questa pensa quasi a tutto l'asse
Vuole mettere ancora più direttamente mano sulle nostre già magre risorse tributarie per riversarle nel calderone impagabile del debito pubblico è finito
La vera contese di carattere tributario e finanziario
Vuole mettere definitivamente mano sulle nostre fonti di energia una delle nostre poche ricchezze più di quanto già non faccia ora vuole mettere a tacere ogni forma di iniziativa legislativa che non è indicata al passo in modo che la troika abbia a che fare solo con camerieri di un livello a Roma senza che questi potrebbero negoziare ogni cosa Oliveri democrazia più vicina al territorio come Regioni e i Comuni
Le autonomie locali sono oggi un ostacolo per il processo di svuotamento delle sovranità nazionali
Per queste devono essere combattute distrutte nel disegno autoritario è normale che si svuotino le autonomie regionali del disegno autoritario è normale che l'autonomia eccezionale quasi confederale dell'antica Sicilia
Si ha la piena vittima sacrificale una ragione in più per difenderla non dimentichiamo che i nostri padri industriali dell'antichità nel Vespro in mille miglia di volte nel mille ottocentododici il mille ottocentoquarantotto del dopoguerra
Dietro i loro sangue per difendere il diritto all'autogoverno dei siciliani e per non farsi derubare dal conquistatore di turno noi non saremo di meno e impediremo con questo e con ogni mezzo questo colpo di Stato strisciante
E per questo che abbiamo sottoscritto questo ordine del giorno è che lo potremo grazie
Grazie onorevole cappella chiesti con l'onorevole Di Pasquale
Come
Rinuncia onorevole darsi
Signor presidente onorevoli colleghi io ritengo che questa
Possa essere considerata per la nostra per il nostro Parlamento regionale siciliano come un'occasione di serio confronto
Un'occasione che vede
Come
Sostanzialmente da quello che era il potere conferito da un punto di vista costituzionale
Con
Il la la
Possibilità di legiferare quindi il potere
Appunto normativo che vuole coi avere una refluenza verrà capacità appunto di essere statuto speciale
Gestione
Autonomas o perlomeno la capacità appunto di dimostrare una autonomia attraverso
L'impegno legislativo e anche alla sua articolazione di vari aspetti come è sicuramente le refluenze che si determinano sotto il profilo economico istituzionale amministrativo burocratico
Un momento di grande possibilità di crescita per la nostra isola
Stato detto che sicuramente forse lo Statuto speciale oggi merita un momento di
Approfondimento e ci sono delle disfunzioni probabilmente delle problematiche che vanno affrontate approfondite corrette perché no probabilmente qualche patologia allora io ritengo che per quello che deve essere Los spirito di una e l'impegno di una classe dirigente che nel avere individuato nell'individuare i problemi deve avere la capacità di migliorarne le condizione allora per questo dicevo forse oggi è arrivato il momento attraverso questo grande scossone che viene
A determinarsi con la ipotesi
Malaugurata che che noi respingiamo decisamente di volere tout-court tranciare tagliare
Togliere questa possibilità o questa capacità appunto di Statuto Speciale fra virgolette allora
Io dico che
Probabilmente c'è una grande necessità è stato detto che
Le refluenze di carattere economico
Viste essenzialmente con l'articolo trentasei trentasette trentotto dello Statuto che hanno visto una grande battaglia che in parte a ha dato qualche risultato ma che ancora oggi aperta in quest'Aula ad esempio una mozione sull'articolo trenta sette signor Presidente dove
L'allora assessore Bianchi si era impegnato dopo un confronto con
Il Governo nazionale a Port dare un risultato di questo confronto perché sicuramente il principio importante che di fatto poi determina una grande ricaduta profilo sotto il profilo economico
Per le aziende che operano in Sicilia ma che hanno sede legale fuori dalla Sicilia e che di fatto non pagano le imposte in Sicilia diventa per noi un grande momento di come dire possibile risultato positivo
Così come anche
Sul
Discorso relativo all'articolo trentasette allora io dico se oggi c'è questa
Situazione di grave anche scontro che vuole
Cancellare
Questa prerogativa che con grande
Determinazione un grande senso oltre che istituzionale ma anche democratico ha rappresentato un impegno per la nostra isola
E che sicuramente porta oggi al nostro anche al nostro impegno di capire alla luce dei delle problematiche sorte con la possa essere una proposta
Perché possa determinare un cambio di rotta una proposta che possa migliorare le condizioni che fino a oggi non hanno consentito
Una reale applicazione dello Statuto speciale
E perché no
Io dico un grande impegno che determini una possibilità di riscatto dalla nostra realtà e la nostra isola in un momento in cui
Le fortemente senz'Vito il bisogno per quelle che sono le problematiche che oggi
Nell'isola vengono da tutti evidenziate denunziate allora
Però io dico
Che noi abbiamo
Ha avuto grandi personaggi Brianti cervelli in Sicilia ma abbiamo avuto forse anche grandi difficoltà acché
Queste capacità di chi poteva dare un contributo determinassero risultati positivi probabilmente oggi e arrivato il momento perché la classe dirigente e quindi anche questo Parlamento avvia una fase seria
Oltre che di confronto anche di proposta su quelle che sono le iniziative che vanno
Negoziate trattate col Governo nazionale le iniziative che vanno da noi formulate perché devono essere le rendo caratterizzate
Caratterizzante del di degno relativo allo Statuto speciale e perché
Attraverso questo tipo di
Il rinnovato capacità di proposta possa innalzarsi un grande e in maniera forte determinante un inno all'impegno perché possa crescere la nostra Sicilia
Grazie onorevole gas perché stimolano l'UNIFIL luccica
Grazie Presidente non possiamo non sottolineare come
In una fase storica come queste in cui questo Parlamento si è più volte a più riprese impegnato su questioni a tutela
Della specificità dello Statuto su questioni a tutela dell'applicazione
Di alcuni articoli l'articolo trentasei dell'articolo trentasette dell'articolo trentotto dello Statuto speciale
Certamente non ci saremmo immaginati che invece il Governo nazionale facesse una battaglia esattamente antitetica a quel genere di proposte presentate dal Parlamento
Un Governo nazionale che evidentemente propone un DDL di riforma costituzionale che cancella davvero le prerogative delle regioni a statuto speciale
Un Governo nazionale il Governo Renzi che all'articolo trentatré ed esattamente al comma tredici dello stesso articolo senza alcun rispetto per tanti anni di storia
Consumati sul suo glorioso sacrificio dei siciliani prevede che le disposizioni della legge costituzionale sia vincono anche alle Regioni a Statuto speciale sino alla del momento Dei rispettivi statuti
Nessun rispetto quindi da parte del
Governo nazionale e d'altra parte come potremmo pretendere il rispetto quando ahimè Talbot da questo stesso Governo regionale malgrado le azioni poste in essere finalmente da questo Parlamento attraverso l'indicazione la giusta intuizione
Del presidente di questa Assemblea regionale di tutti i gruppi parlamentari quando dicevo da parte di questo Governo regionale invece si interloquisce contro Roma senza alcuna autorevolezza e lasciatemi dire davvero con l'atteggiamento di chi a Roma va con il cappello in mano
Lenzi dopo l'abolizione del al Ministero della questione speciale
Dopo aver dimostrato nessuna sensibilità nessuna attenzione al sud
Finalmente mortifica non soltanto le autonomie ma quelle regioni CNEL fu da Statuto speciale avrebbero potuto vantare queste caratteristiche statutarie e quindi avrebbero potuto come è stato fatto in questi mesi in Parlamento avviare delle battaglie
Da Roma dicono che
Crocetta
In qualche modo abbia provato a portare avanti questa battaglia sull'articolo trentasette ci siamo ogni volta
Dopo esserci fidati volesse conto del fatto che è così assolutamente non era
è devi lentamente
A questo punto non possiamo che registrare che quella è una farsa e che quindi
Ovviamente da parte del Governo nazionale ci si prende quasi beffa di noi questo il Parlamento regionale il Parlamento siciliano oggi decisive di non accettare per questo da bar dà vita a questa risoluzione la quale parte da alcune considerazioni la prima lo Statuto speciale che conferisce alla Regione la titolare ita dell'esercizio dei poteri oltre che amministrativi ovviamente anche e soprattutto quelli legislativi la seconda è in corso l'esame di un disegno di legge costituzionale recanti disposizioni per il superamento del dicano era lì in modo
Paritario chiare ovviamente non possiamo che condividere in termini riforma così come non possiamo che condividere
Gli aspetti legati alla riduzione del numero dei parlamentari non possiamo non condividere il contenimento e non condividere il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni e la revisione del Titolo quinto da parte della
Da del Titolo quinto della parte seconda e la Costituzione aspetti tutti condivisibili questi ma che davvero nulla hanno a che fare con la questione dell'autonomia che invece pensiamo vada differenza
Per cui in alcuni
I contenuti e la servitù Luzzi oneri
Che ha e determinano che sia per l'appunto necessario una riforma che confermi la clausola di salvaguardia della specialità già prevista dalla revisione del Titolo quinto già
Nella fase del due mila uno dando pertanto e queste la richiesta che scaturisce dalla risoluzione presentata al Parlamento mandato ovviamente al governo di promuovere ogni opportuna iniziativa volta a salvaguardare la storica specialità della Regione Siciliana
Certo si potrebbe obiettare che tanti errori sono stati commessi in questi anni troppi è vero però certamente non ci si può
Nascondere
Vito qua e sto per cancellare l'identità di un popolo che chiaramente affatto lungo le battaglie per affermare i principi sanciti dallo Statuto
Pensiamo infatti che autonomia significhi
Capacità di pensare con la propria testa
Significhi possibilità di partecipare al processo decisionale senza che il nostro
Futuro
Venga deciso altrove pensiamo infatti che
Il primato della democrazia e della volontà dei cittadini debba essere
Assolutamente affermato con però la dittatura delle banche dei poteri forti pensiamo quindi chi è
Si debba affermare un principio
Di lotta a chi vede la nostra isola come
Una terra da saccheggiare da inquinare da occupare è poi da
Porre in essere azioni
Per tre aste dire le proprie stime chiarezze in altre parti d'Italia per questo ragione noi pensiamo il questo disegno di legge porti ad un appiattimento ad una
Omologazione delle realtà
Che invece devono preservare le loro specificità per questa ragione il Gruppo di Forza Italia si oppone
A questo genere di scelte e per questa ragione decide con convinzione
E determinazione di firmare questa risoluzione che affonda le sue radici profonde né i padri costituzionalisti siciliani è che ovviamente tutto il mio gruppo pertanto condivide con particolare riferimento una nota personale ovviamente alla mia posizione di autonomista convinto perché autonomista
Sono stato autonomista sono autonomista rimango grazie Grazioli fiducia ci stimolano dove Giovanni Greco
Grazie Presidente
Nell'occasione dell'insediamento della sedicesima legislatura
Ricordate tutti che feci cenno
Che è uno dei mali
Che
La nostra Sicilia
A
è quella della non applicazione completa dello Statuto
E precisamente all'articolo trentasei trentasette e trentotto e ho cercato nel mio intervento di fare e dare l'attenzione dovuta
A questo grave problema che noi ancora oggi viviamo
Ecco perché mi trova d'accordo
Per la felicità della dell'Assemblea
Con il Presidente
Che porta avanti questa iniziativa
Mi trova d'accordo perché
In un tempo non sospetto
Feci questo appello all'Assemblea in un momento così importante e così prestigioso
Però
è chiaro che
Chi mi conosce
Non faccio l'intervento per dire delle cose ovvie
Ma vorrei
Fare un appello che in questo provvedimento
Che noi andiamo a contrastare
Con delle iniziative
E
Nostre
E cercare di coinvolgere tutti i deputati nazionali sia a livello di operatori che a livello di deputati del Parlamento
Volevo
Accennare da dove partono i mali
E non vorrei che con un Governo di sinistra questi male si accentua zero
Perché la prima variazione del Titolo quinto Presidente per piangiamo tutte le conseguenze
Eh attenzione non è che lo possiamo trascurare che nel due mila uno ci hanno dato questo regalo la sinistra
Non vorrei che sanno
Preparando un altro regalo ma però debbo dire
Con tutta la sincerità che voi ve li conoscete troverete delle barricate non vorrei che quello che succede in Veneto succeda qua in Sicilia guardate che non dobbiamo trascurare questi ma
In mente è che
Bisogno di alcune regioni d'Italia
Quindi cerchiamo Presidente
Vele fa questa iniziativa
Bene fa il quattordici a fare questo convegno e spero che questa con meglio
Abbia quella presenza che non siano quelle che abbiamo stasera
La riunione dei capigruppo che lei ha fatto doveva incentivare la presenza dei colleghi stasera in questa sedotta
O no voi cominciamo a pensare diversamente
In modo da dare la garanzia dei nostri figli e per il futuro
O noi passeremo i nostri guai
Quindi io sarò accanto a qualunque
Iniziativa che porti avanti l'autonomia
Tema nostri padri hanno conquistato nessun accenno ad attaccare
E quindi
Anche a spese
Personale
Se lei convoca i capigruppo è come lei sa magari io non ne so niente se ci sono le iniziative ha speso venire
Verrò a Roma e in tutte le sede che occorre
Per dipenderà la nostra autonomia grazie
Grazie onorevole greco ha chiesto di parlare l'onorevole Panarello
Signor presidente onorevoli colleghi
Il gruppo del PD ha sottoscritto l'ordine del giorno con convinzione
Partendo dal presupposto che il necessario disegno di riordino costituzionale allora la in discussione al Parlamento nazionale
Può
Convivere
Con la opportunità di di garantire le forme di autonomia speciale che sono frutto della storia del nostro Paese
E che hanno come nel caso nostro rango costituzionale
Dire questo non significa aderire
Alla retorica dell'autonomia che secondo me non serve
A chi oggi rappresenta le nostre istituzioni a chi oggi governa la Sicilia
L'autonomia è sicuramente stata nella storia dalla Sicilia una conquista ma messo ma ognuno di noi ha il dovere
Di
Ripercorrere
Gli anni che ci separano dalla conquista dell'autonomia anche come dire con spirito critico guardando a alle potenzialità che
Non siamo riusciti a fare emergere
E spesso e dell'uso spesso distorto che se ne è fatto ma il fatto ma naturalmente dire queste cose
No chiama in causa le responsabilità degli uomini che hanno rappresentato le istituzioni ma non mette in discussione i principi e i valori che sono tuttora tuttora
Importanti e validi
L'INPS ma nel sostenere questa questa rivendicazione
Deve dare mandato al Presidente che opportunamente si è fatto promotore di tutte le iniziative che sappiamo e sarà rappresenterà con il nostro mandato pieno
Le esigenze della della delle istituzioni nostre e la tutela dell'autonomia speciale del nelle forme nei modi
Che sono già contenute nell'ordine del giorno
Per noi dovere deve costituire un impegno affinché
Non si ripercorra
Gli errori del passato e si interpreti il l'autonomia speciale così come come M
Come dire nella sua accezione originaria perché i padri fondatori dell'autonomia
Consideravano questo uno strumento per
Superare il distacco dal resto del Paese
Ed emancipare
In in nel senso dello sviluppo e dell'uguaglianza il nostro territorio e
E
E la condizione dei siciliani
Oggi naturalmente le condizioni sono diverse rispetto a sei a al quarantasette
Ma come tu come è noto viviamo un momento
Certo al parimenti difficile ecco perché noi dobbiamo
Votando questo ordine del giorno dando ma
Questo mandato al Presidente difendendo le prerogative che discendono dall'autonomia speciale
Impegnarci a fare in modo
Che quella quella ispirazione viva oggi nelle condizioni attuali nel senso
Di
Una utilizzazione delle nostre delle prerogative
Permetterle veramente al servizio dello sviluppo della Sicilia del miglioramento delle condizioni di vita dei siciliani
Per
Fare in modo che questa nostra scelta sia condivisa
Dai dai nostri M dai nostri concittadini dagli siciliani tutti e non venga percepita come uno strumento per
Tutelare
E tutelare
IPAB il il Parlamento o il Governo della Regione Siciliana dobbiamo fare in modo
Che gli atti che compiamo
Le scelte che voglia che che so è che vogliamo far fare al governo della Regione siano coerenti con questo obiettivo superare gli errori del passato aprire una una nuova pagina
Della vita della Sicilia facendo in modo che l'autonomia sia veramente al servizio dei siciliani grazie
Grazie onorevole Panarello ha chiesto di parlare l'onorevole vinciullo è l'ultimo intervento se non ci sono altri iscritti a parlare onorevole Gianni
Mi scusi onorevole Gianni non l'avevo vista interverrà
Interverrà per ultimo lei onorevole vinciullo
Oltre l'onorevole Gianni
Non ci sono altri iscritti a parlare
Signor presidente onorevoli colleghi
Vedete
Ciò che
è successo in questi giorni a Roma che ha messo
Così per la prima volta a serio rischio autonomia
Siciliana
Alla fine può diventare un fatto estremamente positivo per questo da sempre questa Assemblea
Perché ormai ne eravamo abituati ad avere
Un potere legislativo in Sicilia a cui non davamo la giusta importanza andavamo il giusto peso era un fatto quasi di diritto divino acquisito che nessuno poteva mettere
In discussione
Invece se ci fate caso
Negli ultimi decenni i poteri di questa Assemblea il potere del Governo della Regione Siciliana
è stato ampiamente messo in discussione da tutta una serie di
Provvedimenti legislativi dei Governi nazionali i vari Governi nazionali
Hanno preso
Senza che da questo Parlamento vi fosse la giusta reazione e vi fosse
Il giusto e la giusta prese
Deposizione
Ad iniziare ad esempio dall'abitudine che
Il Governo nazionale ormai aveva preso
Di non poco convocare più Presidente della Regione Siciliana quando si discute uno di argomenti attinente al
Al Governo della regione Sicilia così come per esempio non abbiamo mai voluto impugnare il provvedimento che alla fine ha portato alla soppressione
Dell'Alta Corte di giustizia che era un giudice terzo che si veniva frapporre fra quelle che erano le procure attive costituzionali dello Stato e quelle che erano le prerogative costituzionali della Regione siciliana
Vedete
Non ci chiamiamo Regione Lombardia o regione Veneto ci chiamiamo Regione Siciliana
Perché la nostra storia
Viene da molto lontano qualcuno poco fa
Ha parlato del mille centotrenta qualcuno ha parlato ancora una volta del fatto che stiamo
Il primo Parlamento d'Europa e di conseguenza il primo Parlamento al mondo loro che
Soltanto
Una città dell'Islanda compete con nella Sicilia può aver resto nessuno ha usato in fino ad oggi mettere in discussione quest'le prerogative prerogative
Che come qualcuno poco fa ha ricordato sono
Entrato in vigore nella Costituzione italiana e sono entrate in vigore
Attraverso il regio decreto luogotenenziale le quindici maggio quarantasei numero quattrocentocinquantacinque poi è stato
Fatto convertito
In legge costituzionale il ventisei febbraio quarantotto il numero due cosa prevedeva e con questo Statuto prevedeva tutta una serie di competenze
Che facevano sì che veniva portata a compimento quella che era una
Visti aspirazione del popolo siciliano che era iniziato il trenta marzo del mille duecentottantadue quando vi era stata la famosa
Rivolta Palermo del veste i Vespri in cui i siciliani avevano rivendicato con orgoglio il fatto di essere un'azione diversa
Rispetto al Regno di Napoli e di non voler assolutamente più riconoscergli Angelini come sovrani di questa terra e di volerle in maniera chiara netta
Dimostrare la differenza che c'era fra il popolo siciliano fra la nazione siciliana che ricordo non essere
Inferiore a nessun'altra nazione d'Europa e il resto d'Italia
Era presto lo stesso Dante nel De vulgari Loquenzi a
Aveva dovuto riconoscere suo malgrado che la prima formati DD in italiano di espressi a me letteraria
Il loro gare era avvenuta nella nostra terra una volta che aveva visto più volte il popolo siciliano ribellarsi non accettare
Il
Di soggiacere
A quelle che erano stati vari governi
Che erano stati imposti alla Sicilia e in modo particolare di San giacere
Alla
Vergogna della dominazione borbonica
In Sicilia e prevede in questa terra nel mille ottocentododici
Era nata la prima costituzione
La Costituzione che aveva anticipato di nove anni lo Statuto Albertino e che era stata uno strumento che il popolo siciliano i baroni comunque la classe intellettuale del tempo aveva
Messe in atto per fronteggiare le tendenze mura piane
Chianche
Il nuovo re
Di Sicilia pensava di applicare
Alla Sicilia una Costituzione sul modello inglese
Una Costituzione che anche la forma di questa Assemblea in che non è una forma circolare come quella del resto dei Paesi ma rispecchia quella che era
L'orientamento del Parlamento inglese
Ecco strade stimolare proprio come non devo essere un emiciclo per distinguono posizione
Maggioranza ma le leggi le fa c'è un insieme i Parlamenti che venivano eletti e voi lo sapete il Congresso di Vienna Hill alla Sicilia che perde la propria autonomia ma nel mille ottocentoquarantotto la prima
Regione in Italia ad avere no hanno una Costituzione otto IATA c'è una Costituzione concessa
Ma una Costituzione espressione del popolo è stata la Regione siciliane è stata la nazione siciliana gli anni voi
Del dominio dei Savoia
E sul finire
Del secondo conflitto mondiale
Prende nuovamente piede nella nostra terra l'istanza DS e di avere un'entità parte rispetta al resto del Paese
Rinasce il mito e si diffonde fra i giovani fra gli intellettuali fra la buona borghesia siciliana
Il concetto della Regione siciliana di una nazione che vuole rivendicare la propria autonomia da dalla capitale romana che non aveva amministrato la nostra terra come essa meritava
è per questo sogno di una Sicilia libera e indipendente per la Regione
Che fosse veramente Sicilia Anna fino alla fine
Morirono numerosi giovani e fra questi il professore Canepa dell'Università di Catania
Sotto di quella lotta
Che vive numerosi morti in sotto di quella
Battaglia fu lo Statuto della Regione Siciliana uno Statuto che
I padri costituenti vollero Vollaro
Che venisse promulgata ancora prima della Costituzione e chi ha dato a questo avverrà questo popolo una serie di diritti che gli derivano dalla sua secolare storia
Ed è la sua secolare diversità rispetto al resto del Paese
Era il resto se ci fate caso esenzione attimino leggiamo la Costituzione la Costituzione all'articolo centosedici prevede che il Friuli Venezia Giulia la Sardegna la Sicilia
Il Trentino Alto Adige
Dispongono di forme e condizioni particolare di autonomia secondo i rispettivi Statuti speciali adottate di con legge costituzionale non può
Non può il Governo regionale non può il Governo regionale
Nazionale pensare di limitare o di annullare odio mortificare queste particolari condizioni di autonomia
Che la Costituzione ci ha dato e che il sangue
Dei nostri antenati hanno consolidato in tutti questi anni e se ci fate caso se avrete la bontà questa sera di leggere
Questo
Articolo per sta andando avanti dice possono essere attribuite ad altre regioni con legge dello Stato solo iniziative della Regione interessata sentite degli enti lo cali nel rispetto dei principi di cui all'articolo centodiciannove nuove possibilità e nove materie Rieti di autonomia prevede la Costituzione non prevede assolutamente la possibilità per lo Stato di limitare quelle che sono state l'autonomia
Che sono state concesse semmai prevede esattamente l'opposto cioè la possibilità di
Con riconoscere anche ad altre regioni
Quelle particolare autonomia
Che sono state concesse alle Regioni Sicilia e Sardegna Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige e Valle d'Aosta
E la legge e approvata dalle Camere
A maggioranza assoluta dei componenti sulla base di intesa fra lo Stato e la regione interessata e allora sia occorre coi oggi mento della Regione interessata per potere ampliare le prerogative
Al suo sei a favore
è chiaro che occorre
Ancora di più la
L'intesa con le regioni a statuto speciale affinché vengono limitati i poteri che la Costituzione ci ha concesso
Per questo motivo Presidente anch'io
Insieme ad altri colleghi voteremo il provvedimento che egli ha portato in Aula affinché egli si faccia interprete insieme alle altre Regioni a Statuto speciale di quelle che sono i delle sì sanciti dalla Costituzione di quelle che sono
I doveri che allo stato la nei confronti delle regioni a statuto speciale
Affinché nessuno in questa nazione pensa di mortificare i diritti acquisiti dopo tanti anni di lotta grazie
Grazie onorevole vinciullo onorevole Gianni
Grazie Presidente e colleghi
Non farò la storia
Del
Dello Statuto né degli articoli
Mi soffermerò su alcune
Cose
Dando per ringraziarla perché stasera lei Presidente ci regala
La prossima di ritornare a un termine antico che orgoglio che abbiamo perso da qualche tempo
Abbiamo perso il due mila uno quando abbiamo accettato supinamente la modifica del Titolo quinto
Abbiamo perso quando dal dell'articolo trentotto l'abbiamo avuta più notizia che era quella sorta di compensazione che avrebbe dovuto darci lo Stato in ordine a quello che però alla Sicilia
L'abbiamo perso quando nel tempo nostri colleghi
Hanno due interessi diversi anziché quelli di occuparsi
Di questo autonomia
Abbiamo perso l'orgoglio l'autonomia l'economia le finanze e stasera possiamo riparlare
Io presente rispetto a quello che è accaduto devo dire con estrema franchezza
Che mi è piaciuto il Presidente del Senato
La democrazia ha un costo preserva libertà ha un costo
E non è azzerando il Senato o mettendoli alcuni amici che magari seguendo qualche panino
Bisogna andare gratis devono quindi rispettare questo imbuto virgola demagogia che ci sta salendo e sta mortificando sempre di più una classe politica e non riesce a reagire
Il Senato è un organo importante
Potevano ridurli
Si potevano mettere in moto meccanismi di quale si dava una certa
Impostazione per evitare che ci fosse
Questo questa questa paritarie che non serviva a niente o che se gli a perdere tempo lì sono d'accordo con le imprese del Senato Grasso
Avrebbero potuto eliminare
Delle migliaia di aziende che costoro ma risolve chiari nelle quali si parla da
Da decenni ma se ne parla senza togliere
Magari un po'con gli amici amici degli amici se ne sarebbero tornati a casa contenti di evitare di contribuire a sperperare denaro pubblico
Tutto questo non è accaduto
E cogliamo agganciare
Sull'onda della demagogia
Però devo dire una estrema franchezza la tristezza
Che mi assale quando penso alla legge sulle Province regionale nazionale così come il Senato
Anziché cominciare
A togliere tutti quei rami secchi che sono queste agenzie queste cose si è cominciato da quello che ha colpito di più l'immaginario collettivo
Anziché magari gli stipendi e da quello che dice oggi il Renzi fa parte di alcune linee emendamenti fatti tre anni fa
Il taglio dallo stipendio
Chiedo il massimo lo stupendo dovesse quello del
Presenta la cassazione della Corte costituzionale un mio emendamento il taglio delle pensioni emendando due anni fa sono contento che lo abbia ripreso
E spero che
Chi c'è dietro questi giochetti la possa smettere
E da presidente l'articolo trentasei e trentasette
Che poi sono insieme al trentotto sono proprio l'asse portante delle dell'autonomia
è molto esitato da tanto tempo
Del prodotto l'abbiamo più notizie da almeno quindici anni
Il trentasette fa parte di una demagogia continua
Vendola continua a pagare il quarantanove virgola dodici per cento della concorrenza la spesa sanitaria come più volte ho avuto modo di ripetere quindi
Tutte le altre Regioni pagano poco o niente
Le simmetria che sono degli elementi sono dei termini rocamboleschi che devono servire a non farci fare nulla
Così come il decreto e che il direttore generale del ministro all'Economia e Finanza emanato il ventiquattro dicembre
In cui ci preannuncia che il primo gennaio due mila sedici potevo forse
Attuare
L'articolo trentasette che risale a ben
Cinque sessanta anni fa non mi ricordo quando torna mi fa
Una operazione
Non di ingegneria finanziaria per Ingegneria di termini di parole vuote che servono solo a morte spiegarci
Ora
Non mi
Soffermerò allungo presente perché
è vergognoso
è vergognoso come
Questi Governi che si sono succeduti
Non abbiamo dovuto conto che
Il continuo prelievo che
E oltre trentasette mila e trentasette miliardi di euro l'anno
In tutta la Sicilia
Che coinvolge non soltanto
Le sedi industriali
Che ci hanno inquinato che hanno assassinato i nostri ai lavoratori il nostro ambiente verso il mare nostre le nostre acque quello che vediamo è continuamente facciamo ricorso ad una
Come dire ad un quadro che è veramente incredibile da un lato ci prendono queste risorse dall'ATO dall'altro lato non ci danno
Quello che ci spetta attraverso la presenza di banche che vengono qui prelevano tutto con la che possono prelevare vanno via i soldati ospiti e quando gli chiediamo un qualsiasi prestito
Non ce lo danno e poi con i nostri
Imprenditori partecipi
Le assicurazioni
La grande distribuzione
Tutte
Operazioni
Che vengono
Dal nord per i nostri amici leghisti che hanno anche la voglia di parlare
Senza ricordare quando hanno prelevato e quando è servito il nostro sacrificio degli ultimi settant'anni
Consentire contribuire
Allo sviluppo del nord del nostro Paese continua ad inserire così come ora Presidente
Va beh ora in un momento delicato in cui c'è
Un
Sul mani di immigrati
Si prevede che nei prossimi anni sa da almeno due milioni
Di persone che era l'Africa verranno verso la Sicilia non so quante se ne fermeranno non c'è la capacità di trovare
Un qualunque rimedio
E nemmeno un contributo economico visto il costo che abbiamo per mantenere queste persone che purtroppo stanno male a casa loro e e tendono ritrovare
Un Paese per vivere un problema
Presidente io chiedo
Le chiedo di negli ingombre fa dire spingere con fermezza la demagogia il tentativo
Del di completare l'affossamento di questa nostra terra mi verrebbe da dire
Giù le mani dalla Sicilia
So che non abbiamo sbagliato come politica in questi
Cinquanta
Molto spesso e molte volte siamo stati superficiale
Siamo stati perso per sontuosi supponente e arrogante
Ma abbiamo anche lavorato per mantenere su del Paese
Abbiamo contribuito all'economia dallo Stato
Abbiamo assorbito ci siamo sorbiti
La presenza di petrolchimici pesanti che non hanno modo nel resto del Paese che hanno distrutto coste Ambiente e quant'altro hanno decimato centinaia di famiglie
Abbiamo contribuito e su questo Presidente
Nei prossimi giorni e torno a parlare dei siti contaminati interesse nazionale
Che hanno contribuito allo sviluppo dell'Europa e quindi
Che hanno dato una forte
Risorsa
Al Paese all'Europa
Io le chiedo Presidente
Di essere fermo e deciso
Nel difendere
Quello che è nostro
Nell'evitare
Di essere aggredito e di subire
Prepotenze arroganze come quelle che abbiamo subìto in questi anni non è
Neonato indolore
Ne è un atto di ascarismo ma un tentativo di
Che con forza le voglio trasferire
Perché ciò che non c'è bisogno ma sono anche
Che purtroppo troppe lotti troppi
Troppi personaggi in cerca un nuovo di autore tendano disperatamente di mettere le mani in questa nostra disgraziata e martoriata terra
Grazie onorevole Gianni io con un errore l'impegno che questa una lista conferendo all'unanimità
Convintamente
Vedete non è
Un impegno formare l'impegno sostanziale lo posso fare grazie al mandato dell'Aula io l'ho fatto nelle sedi opportune perché già investito da tutti voi con la mia elezione questo non bastava
Di questo di questa risoluzione di questo ordine del giorno mi sento gratificato come Presidente dell'Assemblea perché guardati tutti ci guardano con rispetto e con invidia sono stato qualche giorno fa a Bruxelles
Nella
Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative l'Unione europea
E il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia avuto modo di precisare che in effetti l'unico Consiglio regionale che Parlamento
E il Parlamento siciliano qui rappresentato ebbe a dire dall'onorevole Giovanni Ardizzone
Noi abbiamo il dovere di difendere la nostra autonomia non per un
Principio di sacralità come è stato detto in in questa aula molto bene o di venerazione
Ne solo per un attaccamento ad una identità storica
Lo dobbiamo fare non solo per rispetto di tutti coloro che ci hanno creduto fino in fondo si richiamava l'intervento di ieri appassionato di un giovane che risponde al nome di Emanuele Macaluso
E ci ha ricordato anche i momenti difficili ma esaltanti dal Governo Milazzo
E ci ha ricordato qual è stato il ruolo in quel momento di un altro grande che ha fatto dell'autonomia un suo cavallo di battaglia mettendo anche a rischio
La sua professione la sua identità e mi riferisco animi la Camera
Nel senso che c'è stata gente che
Si è contrapposta anche ai poteri forti di cui al momento onorevole Gianni
E mi riferisco queste storia a Confindustria degli a e cinquanta e noi parliamo dal momento in cui
Gli Agnelli Montedison Nenni cercavano di fare investimenti nella nostra terra ecco
Abbiamo questa consapevolezza in questo momento io credo di sì e ce l'abbiamo con queste ordine del giorno
Guardate io
L'ho detto all'inizio lo voglio ribadire se non sono stato chiaro noi come per incanto ci siamo ritrovati con un'errata corrige
Perché è quell'articolo trentatre
Comma lei
Sorride onorevole Musumeci è proprio così ma lo abbiamo voluto riportate stamattina c'è stato un grande dibattito debbo dire nel Friuli Venezia Giulia
E
Alla fine ci siamo ritrovati con questa correzione Nieri mi avevano assicurato dopo le mie dichiarazioni che si era trattato di un refuso io ribadisco voglio credere nella buona fede
Ma l'impegno che mi viene dato
E lo farò immediatamente e quello a mia volta di sollecitare e lo faremo fino in fondo i nostri rappresentanti al Parlamento nazionale
Questo diventa fondamentale perché non può essere una battaglia solo nostra allora e lo faremo fino in fondo il nostro compito
Onorevole Gianni lei ha richiamato gli articoli trentasei trentasette trentotto dello Statuto
Io sono per un'iniziativa forte l'abolizione dell'articolo trentotto dello Statuto perché è una finzione perché ha rispetto al novantasette miliardi di dire che ci venivano trasferiti
Per anno le prime cinque anni perché ogni volta venivano rinegoziati negli anni cinquanta in poi ci siamo ridotti a un impegno di venti milioni di euro l'anno
Ho avuto modo di dire in interventi pubblici che c'è certamente una carenza della nostra classe dirigente c'è stata nel corso di questi anni perché ci siamo cullati
Sul trasferimento sulla base dell'articolo trentotto dello Statuto perché non avevamo bisogno di altri fondi e ci siamo dimenticati dall'articolo trentasei e trentasette
Perché in Sicilia arriva solo il gettito sulle imposte di consumo ma quale consumo il consumo previsto dall'articolo dalle norme di attuazione dell'articolo sessantacinque
E sa di cosa fa l'onorevole Alice Anzelmo che siamo stati protagonisti di un incontro l'università Kore di Enna
Quando abbiamo evidenziato e non è una provocazione né una battuta che in Sicilia arriva il gettito pensate bene del consumo del caffè del cacao quota del consumo di banane fresco di banane sette
Perché tutta l'arresto arriva allo Stato viene la rabbia quando giornali
Che hanno tiratura nazionale continuano a dire che i dieci decimi dal gettito viene incassato per rimane
Nelle casse della Regione Siciliana sapendo che non è vero De Seta sapendo che è una falsità perché non è vero che l'IVA rimane nelle nostre casse viva
Con la Finanziaria serve
A compensare il debito pubblico nazionale e ancora assistiamo
Da vittime
A questi insulti perché è un insulta un insulto non solo alla nostra intelligenza ma è come se si ci può indifferenti rispetto anche alle informazioni ci trattano da ignoranti e questo Non è ammesso e non è più possibile ribadisco un concetto ha fatto bene l'onorevole Cimino ad pensiamo
Fino all'altro giorno Venco aggettivo nazionale è stata evidenziata occhielli la Sicilia era come la Grecia perché c'era un debito di cinquecento miliardi è semplicemente vergognoso
Andare indietro a queste falsità lo tipo occorra
Con la massima convinzione perché sono supportato da studio su questo che noi ci troveremo confrontare
Quindi vi ringrazio di questo mandato che mi viene dato ma con la stessa chiarezza voglio dire che noi è stato detto in tutti gli interventi abbiamo le nostre responsabilità
Ce l'abbiamo fino in fondo e ce li dobbiamo assumere non è che noi ci liberiamo la coscienza ci laviamo la coscienza dicendo queste cose
Noi però dobbiamo differenziare la responsabilità della classe dirigente rispetto alle potenzialità che
Che possono essere date dallo Statuto
è arrivato il momento per la sua piena attuazione per la sua applicazione lo può fare lo può fare questua Parlamento non aspettando input da parte di nessun altro
E allora
Detto questo o alcune
Comunicazioni da fare innanzitutto che la Commissione speciale d'inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia ha presentato ai sensi dell'articolo sette della legge regionale quattordici
Gennaio novantuno numero quattro la prima relazione annuale approvata dalla Commissione nella seduta del ventidue gennaio
Due mila e quattordici verrà data copia a tutti i parlamentari mi raccordano con l'onorevole Musumeci e la qualità di Presidente della Commissione antimafia
Sull'opportunità sentì dei capigruppo di svolgere una seduta
Dedicata proprio all'illustrazione di questa relazione comunico altresì che l'onorevole Giuseppe Picciolo ha chiesto di considerare in congedo loro l'onorevole da Major l'Assemblea ne prende atto quindi passiamo alla votazione della risoluzione
Che impegna
Dà mandato al Presidente dell'Assemblea regionale siciliana di promuovere anche in raccordo con il Presidente della Regione ogni opportuna iniziativa volta a far sì che il Parlamento nazionale
Si adoperi per salvaguardare la storica specialità della Regione Siciliana nell'ambito dell'ordinamento regionale differenziato riconosciute garantito dalla Costituzione
Ad adoperarsi presso la deputazione siciliana al Parlamento nazionale affinché nell'interesse superiore dell'autonomia siciliana venga prevista la clausola di salvaguardia del tipo di quella di cui all'articolo dieci della legge costituzionale numero tre
Del due mila uno secondo la quale le modifiche costituzionali in discussioni trovano applicazioni per le Regioni speciale le prove ci ha avuto nomi di Trento e di Bolzano esclusivamente nel caso in cui esse stabiliscono forme di autonomia più ampia
Chi è favorevole resti seduto è contrario si alzi l'Assemblea approva
Allora copia di questo ordine del giorno verrà trasmesso alla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee unitamente al resoconto della seduta a tavola nel quale sono contenuti gli interventi dei colleghi deputati che hanno inteso esprimere la loro opinione
La
Un attimo onorevole vinciullo
E allora
Allora sì prima di dare comunicazione dell'ordine del giorno ha chiesto di intervenire l'onorevole vinciullo ne ha facoltà ai sensi dell'articolo tre
L'ho votato noi l'abbiamo dato
No per alzata e seduta quindi non
L'arte sottoscritto onorevole Di Giacinto l'abbiamo concordato in Conferenza dei capigruppo non è all'unanimità onorevole di Pasqua
Allora
Signor presidente onorevoli colleghi desideravo sottoporle due problemi che riguarda la provincia di Siracusa
Il primo problema dal quindici febbraio di quest'anno dal quindici febbraio quindi da un mese e mezzo inoltrato la Provincia Regionale di Siracusa e senza un commissario
E l'unica Provincia siciliana che a questa sera a qualche ora fa non era ancora il commissario ciò comporta
Delle difficoltà gravissime nell'amministrazione dell'ente non solo per quanto riguarda la
Eventuale programmazione futura ma per quanto riguarda la gestione dell'ordinario
C'è noi ci troviamo di fronte ai lavoratori che non possono percepire gli stipendi alle ditte che non possono essere pagate perché manca il legale rappresentante dell'ente oggi ha presentato ben due interrogazioni parlamentari
Ma nonostante le due interrogazioni parlamentari presentate il Governo continua ad essere oggettivamente latitante c'è assolutamente assente su una vicenda così difficile
Così complessa che riguarda la vita della Provincia Regionale
Di Siracusa
Il secondo problema Presidente e mi rivolgo a lei alla sua sensibilità lei ricorderà che qualche mese fa ha ricevuto undici sindaci della provincia di Siracusa
Io invece si è invece nella provincia di Siracusa e chiedevano l'approvazione di un disegno di legge che desse la possibilità nelle more
Dell'approvazione del disegno di legge definitivo per quanto riguarda il riordino del sistema delle acque in Sicilia che venisse approvato un disegno di legge che è per questo periodo per
Breve
Giorni me e io
Spero che non siano messi desse la possibilità e sintesi di gestirsi servizio idrico
E ciò lo facevamo perché vi era l'oggettiva difficoltà pericolo che la curatela fallimentare della Società sei otto decidesse di emettere in gara
Una parte del servizio idrico e loro vincolare asse
Anche nel gioco nella gestione del
Foto ora
La Commissione territorio ambiente hai seminato il testo
Non c'è alcuna copertura di distesa evidente
E mai quindi Presidente ancora una volta così come ho fatto quindici giorni fa con
Il Presidente facente funzione pendolino le chiedo di portare in Aula di prelevare
Questo disegno di legge anche perché veda quello che noi qua vendevamo è accaduto
Il diciassette marzo la curatela fallimentare ammesso
In affitto per un periodo che ancora non abbiamo capito come né come soprattutto ha fatto ha messo in affitto questa società non solo Marvin colato
La futura eventuale gara che si dovrà fare a una prelazione nei confronti di coloro i quali oggi si aggiudicheranno questo servizio
Parafrasando è più grave
Che ha dato tempo solo dieci giorni per presentarsi per quella gara i n in teoria
è un bando a livello europeo in effetti così non è
E noi rischiamo di rendere avere sempre privata l'acqua in provincia di Siracusa dopo che
La gestione precedente assolutamente fallimentare ha dimostrato come i privati non sono assolutamente nelle condizione di gestire il servizio i dentro integrato
Per questo motivo Presidente mi appello alla sensibilità e alla parola che le ha dato quel giorno che siamo venuti nella
Sua stanza insieme ai sindaci
E insieme deputati della provincia di Siracusa
Affinché
Trattandosi fra altre cose di un disegno di legge con un unico articolo che è stata approvata all'unanimità
Da tutti i deputati è presente
In Commissione lei fosse lo voto possa mettere prelevando mettere all'ordine del giorno già domani in maniera tale che affermiamo
Questo tentativo che stanno facendo i privati di accaparrarsi ancora una volta l'acqua
In provincia di Siracusa e di condizionare per resto degli anni il destino della mia terra
A prescindere dalla legge
Ieri qui a qualche mese andremo ad approvare grazie grazie a lei onorevole vinciullo in ordine alla prima questione da lei posta sarà mia cura trasmettere lo stralcio del suo intervento perché
Se è come dice lei non c'è ragione di dubitare che da un mese e mezzo da oltre un mese e mezzo la provincia di Siracusa e senza commissario è chiaro che non si riesce a garantire neanche l'ordinaria amministrazione
Che l'interlocutore diretto
Il il Governo
Per quanto riguarda la seconda questione sarà mia cura portare alla prima Conferenza dei i capigruppo l'esigenza da lei espresse e se non ci sono difficoltà si può approvare
Nel rispetto delle procedure regolamentare nel più breve tempo possibile il disegno di legge che le ha evidenziato stante l'urgenza da lei stessa
Manifestato
Prego
Onorevole alloggi messi insieme articolo ottantatré
Grazie Presidente
Il mio intervento
Mi dispiace che non c'è nessuno del Governo
Ma un allarme che il lancio
All'assessore all'ambiente sul cui si l'assessore rifiuti
C'è una vicenda particolarmente drammatica che quella che riguarda
Non soltanto l'ex COINRES
Bagheria Bolognetti gli altri Comuni e che poi spiegherò le motivazioni di questa mia affermazione
Che vede in questo minuto un gruppo di lavoratori che sono stati posti licenziati
A casa
Però accadono fatti strani
E non vorremmo che si contrasta piangere morti nelle nostre strade e mi riferisco a un incidente che è accaduto nei giorni scorsi dove un lavoratore di una ditta esterna
A seguito di incidente ad avere via dice farlo
Ha distrutto quattro vite complessivamente
E pongo questa questione per un motivo semplice
Vorremmo capire conoscere
Quante ore questo lavoratore aveva fatto quel giorno
Quanto no no non è una
Perché poi è molto più paga molto semplice Presidente so che forse può sembrare pure l'orologio dicendo lo dico perché
Con la pelle che alcun lavoratore undici gioca
Non possiamo gestire un servizio
In maniera
Inopportuna inadeguata
Cavalcando
E utilizzando strumenti autorizzando aziende private con i noli a caldo in modo particolare
Io sollevo questo problema lo sono davvero nei prossimi giorni direttamente con l'assessore perché dove si è importante che l'Assessore regionale
Apra un'inchiesta complessiva sulla gestione dei rifiuti nel suo complesso affinché ci sia chiarezza
Su quello che sia un servizio adeguato i cittadini
Ma noi andare sulla pelle di alcuni lavoratore questo non lo possiamo consentire a nessuno grazie Presidente grazie
A monte alle ore dieci
Grazie
Io
Presidente grazie ad assicurare
L'opportunità
Ringrazio coloro a oggi per
Per quanto riguarda
Qua questione come secondo adesso nuova prova questione con il gas
Dico chiedo assieme a lui
Perché l'avevo già detto in Commissione lavoro
Qualche tempo fa
Che c'erano dei dipendenti
Che facevano tanto straordinario in in alcuni comuni
E io mi auguro
Che la morte di tutte queste persone non riguarda
Questo personale che ha fatto tanto straordinario ma
Chiedo
Assieme all'onorevole alloggi che questa verifica possa essere fatta in quei comuni dove sono stati licenziati questi lavoratori perché dice che non erano
Necessari all'attività del servizio
Ma che di fatto
Poi hanno
Fatto fa lei comune alcune cose quale tantissimo straordinario fuori dal
Dal normale
Io credo che su questa vicenda
Una soluzione vada trovata
So che l'assessorato all'Energia
In particolare
Il dirigente generale
Più volte a parlato con i lavoratori con Air France sono state fatte anche delle note
Al
Al dirigente del COINRES
Affinché
Imponesse ai Comuni che laddove prendono personale esterno debbano obbligatoriamente a prendere questo personale
Sopra che però con certezza so che i sindaci questo qua hanno fatto
E questo chiaramente da ex sindaco sono fra quelli che ha difeso e mezza come ho difeso questi lavoratori nelle assemblee
Nell'Assemblea dove vi doveva assumere responsabilità nel votare ma non tutti abbiamo fatto la stessa cosa caro collega alloggi lei sa perché era presente con me nell'ultima assemblea dove il dirigente generale ha deciso di licenziare
Sono stato fra quelli ad assumermi la sua responsabilità avevo tale che questo personale rimanesse perché
Non perché dover rimanere perché era
Indispensabile al servizio tant'è vero che adesso in quei Comuni
Nessun comune
Fa più la differenziata
Nessun comune ha il servizio come veneta
Come si deve fare un servizio di raccolta RSU
E questo chiaramente
Non nobili da quei
Quei territori che tanto belli sono ma che tanti sporto tanto sport in questo momento hanno
In mezzo in mezzo alla strada per cui sono d'accordo con lei non la soluzione va trovata
Se lei
Vuole possiamo sottoscrivere
Interrogazioni e mozioni assieme
Perché quel quelle centottanta persone che per sette anni hanno lavorato al core business non un giorno sette anni
Non potevano non possono essere sbattuti fuori da un direttore generale
Che quasi da solo ha deciso
Per quel personale non era
Necessario al servizio di quel territorio grazie Presidente
Grazie onorevole Di Giacinto allora prima di dare lettura dell'ordine del giorno prossimo il dovere di correggere a me stesso perché prima parlando nella foga
Di
Una trasmissione ha fatto diventa cinquecento miliardi in effetti hanno detto una cifra altrettanto grossa cinque miliardi non vorrei essere ripreso
Da questa stessa trasmissione e allora la seduta e rinviata a mercoledì
Mercoledì
Otto
Aprile
Con il seguente ordine del giorno
Martedì martedì
Otto aprile
Scusa c'è una confusione di ordini del giorno
Quello precedente
Ne confusione degli uffici e confusione sto facendo io tramite gara
Allora
La seduta è rinviata a martedì otto aprile due mila e quattordici ore sedici con il seguente ordine del giorno Comunicazione proposte di modifica al regolamento delle pensioni dei deputati
Discussione dei disegni di legge ineleggibilità e incompatibilità modifica la legge regionale venti aprile settantasei Schema di progetto di legge costituzionale norme relative al funzionamento
Della forma di governo regionale alla nomina e la revoca degli assessori modificata osservatorio
Equità e giustizia nelle Fini era agricole e alimentari nuove norme in materia di panificazione norme per la prevenzione delle patologie del cavo orale anagrafe scolastica regionale istituzione degli ecomusei della Sicilia
Modifiche alla legge regionale dieci agosto due mila e dodici numero quarantasette Autorità garante della persona con disabilità nella regione come ben sapete
è stata rinviata su votazione di quest'Aula in secondo la Commissione è stato rinviato il disegno di legge in ordine
Cosiddetto salva impresse stanno per scadere se già non sono scaduti i quindici giorni e quindi invito la Commissione ad accelerare le sane altrimenti ritornerà in a una
Così come già
Era stato esitato
Do altresì comunicazione che domani c'è un importante incontro in Sala gialla
Organizzato alla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee alla presenza
Del presidente della Commissione i esteri del Senato del
Procuratore di Agrigento il dottore Di Natale di monsignor Montenegro di docenti universitari dell'università
Di Palermo chiuderà l'incontro con il ministro degli interni onorevole Alfano sull'importante questione dell'immigrazione
Non è un convegno attenzione e un incontro di studio nell'ambito della preparazione degli incontri del semestre europeo che vedranno l'Italia come pro la conquista in quanto avrà la Presidenza è chiaro che è un invito che estendo a tutti e novanta i parlamentari io domani sarò costretto ve lo farò volentieri viene ARPA rendere un impegno e cioè che l'Aula esiti un disegno di legge sull'immigrazione mi sono stati già depositati tre sia avviata una discussione in nella Commissione e di competenza
Io mi auguro che possiamo essere consequenziali essendo noi proprio la Regione una delle regioni che non si è dotata ancora di una legge omogeneo organica che riguarda
Questa
Materia quindi l'appuntamento a parte che
A martedì nel prossimo otto aprile è dato a tutti voi a domani per per
E partecipare a questo incontro scientifico tecnico possiamo dire in ordine alla questione dell'immigrazione la seduta Ettore