31MAR2014
dibattiti

Quale futuro per il Senato della Repubblica?

DIBATTITO | Roma - 15:18. Durata: 3 ore 23 min

Player
Seminario organizzato dalla Sezione di Diritto pubblico del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Quale futuro per il Senato della Repubblica?", registrato a Roma lunedì 31 marzo 2014 alle ore 15:18.

Dibattito organizzato da Associazione "Salviamo la Costituzione: aggiornarla non demolirla" e Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

Sono intervenuti: Alessandro Pace (presidente dell'Associazione "Salviamo la Costituzione: aggiornarla non demolirla"), Raffaele Bifulco (professore), Antonio
D'Antena (professore), Andrea Manzella (professore), Cesare Pinelli (professore), Umberto Allegretti (professore), Adele Anzon (professoressa), Giovanni Ferrara (professore), Augusto Cerri (professore), Pietro Adami (avvocato), Lorenzo Campanella (studente), Elio Ginesi, Francesco Pardi (professore), Luigi Galloni (avvocato), Raniero La Valle (giornalista e scrittore).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Austria, Autonomia, Berlusconi, Camera, Comuni, Corte Costituzionale, Costituzione, D'alema, Democrazia, Destra, Diritti Civili, Enti Locali, Federalismo, Fiera Del Levante, Fiera Di Milano, Germania, Governo, Istituzioni, Italia, Legge, Legge Elettorale, Parlamento, Partiti, Polemiche, Politica, Premier, Premio Di Maggioranza, Presidenza Della Repubblica, Primarie, Proporzionale, Regioni, Renzi, Riforme, Senato, Sindaci, Sinistra, Societa', Stato, Storia, Sussidiarieta', Territorio, Uninominale, Violante.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 3 ore e 23 minuti.

leggi tutto

riduci

15:18

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora
Sono
è un criterio credo questo bene microfono che è sempre
Fondo come
Finisce la al settimanale
Questo
Questo incontro cade
Al momento giusto
Forse essere
Fosse senso dove
Acqua
Se
Possa però forse una settimana fa sarebbe stato meglio perché forse avremmo potuto
Influire anche se
Non è che poi fanno tutto
Perché
Io
Le mie riflessione
A proposito di questa modifica della Costituzione si innestano su un tema ancora più generale e cioè questo Parlamento poteva fare una revisione costituzionale
Ci sono dei limiti nella sentenza numero uno del quattordici sull'agibilità di questo
Parlamento
Direi che ci sono
Perché guardate questa
Una fattispecie non è mai successa è un Parlamento dichiarato incostituzionale
La Corte costituzionale mediante una tecnica risaputa anche per procedimenti incidentali affatto Salvi
Cioè ha neutralizzato la naturale efficacia retroattiva della sentenza
Quindi
Tutto quello che è stato fatto prima anche se
Basato sulle leggi costituzionali è stato perdonato
Ma per il futuro
Per il futuro
No aprioristicamente perdonato soltanto
La legge elettorale
Quindi
Dire come far Renzi
Il mio Governo finalmente a due mila diciotto a mio modo di vedere
Determina una
L'emissione della una menomazione delle attribuzioni della Corte costituzionale nel senso che
è evidente impedisce
Allo spiegamento normale dell'efficacia della incostituzionalità della legge
E il fatto che
Quindi
Discutiamo della
Della
Legge elettorale leggi elettorali avrebbero dovuto essere due
Per poter funzionare se ne sceglie una
E
Non viene
Non vengono quindi
Approvate tutte e due ma se ne approva una nella ipotesi che lo Senato vada via che è una mera ipotesi ottiche determina un altro
Chiara inadempimento perché non c'è e subito l'approvazione ma si passa attraversa un prima per essere approvato in Senato e più lascio alla vostra riflessione se
Se ci fosse la Corte dei conti io non sono una cosa che mi interessa che ci son dei senatori attualità
Il controllo del Bilancio che come sapete alla Corte costituzionale negò che potesse essere esercitato dalla Corte dei conti
Ci sarà esercitato da qualche organo interno
C'è un dies a quo acquagym
Per ciò che riguarda l'attività legittima dopodiché i senatori non dovrebbero percepire lo stipendio
Perché questa è l'effetto dell'incostituzionalità della legge cioè
è la perdita del titolo di legittimazione cade l'olio usato ufficio
Cioè
Qualcuno di Ravel queste cartesiano è certo ma perché in Italia noi non siamo più alto a dire che le norme sono regole ma sono soltanto principi tutte anche centotrentotto è sempre il principio perché lo può bilanciare
Mentre noi sappiamo e centotrentotto una regola ossi o no
Per quanto riguarda il cuore di questo discorso di oggi affascinante che affascina
Il nostro Presidente del Consiglio dice bisogna togliere trecentoquindici
Allora
Prima di togliere trecentoquindici togliendo cento al senatore cento alla Camera così servizi fatto ugualmente marciare
Due
Corpi elettivi perché se questo corpo elettivo che si chiama Senato deve partecipare
Come detto nel disegno alla revisione della Costituzione ma voi far fare alle
La revisione la Costituzione da un insieme di Sindaci Presidenti del
Dei Comuni
Che che Renzi è di
Cioè
Data qual è la ricaduta suo atto sulla costituzione di questa menomazione del Senato
E poi non ci si rende conto che un sistema Kibaki bicameralismo imperfetto determina dei grossi problemi per ciò che riguarda
Lei
Easy bagni che possono sempre intercorre ci sia quante volte alla legge intessuto Berlusconi quante leggi si sono salvate procedura penale eccetera perché l'altro ramo accende
E allora non basta bisognerebbe introdurre quanto meno un ricorso diretto alla Corte costituzionale da parte della minoranza parlamentare per bloccare quella legge che è approvata cioè
Qualche cosa
Credo di aver parlato molto di più del necessario ed è l'ultima parola rammento
Presidente quanto tempo quindici minuti la prima giro e dieci il secondo giro
Tra il primo al secondo giro questo poi
No alla fine ci saranno dopo il secondo giro ci saranno anche interventi ripeto
Identico
E allora che devo fare
Ma
Scusi
Ma
Da
Bene
Buonasera a tutti vado vado subito allora
Nel mezzo diciamo
Al centro dell'argomento che io mi occuperò in particolare del
Della bozza di disegno di legge del Senato intero su questo aspetto
Non prima di aver fatto alcune considerazioni di carattere
Generale innanzitutto
A la bozza del dodici marzo è una bozza che
Per quanto di Chiari ovviamente di avere a che fare di di occuparsi di superamento del bicameralismo paritario riduzione del numero dei parlamentari soppressione del CNEL e revisione del Titolo quinto ha una doppia incidenza molto profonda a una
Prima incidenza sulla forma di governo
E vedremo perché c'è questa incidenza molto chiara
E atto una incidenza sulla forma di Stato
Dunque
Fatta questa premessa le tre considerazioni di carattere generale prima di guardare alcuni aspetti diciamo più specifici questa bozza di disegno di legge
Tocca in profondità per come
Allo Stato in cui è tocca in profondità regionalismo italiano
Operando una profonda ristrutturazione della potestà legislativa
E ponendo le basi per una drastica riduzione delle e competenze legislative regionali
Vedremo se ci sarà il tempo quali sono le tecniche in particolare utilizzati
Personalmente questa direzione della della riduzione delle competenze legislative del tentativo di trasformare le Regioni in enti di ritornare al in parte al disegno originario
Di tratte di fare delle Regioni enti di programmazione mi trova tendenzialmente favorevole
A condizione che questo disegno e qui c'è secondo me invece un difetto al momento della bozza a condizione che questo disegno
Sia compensato da una partecipazione delle Regioni alle diciamo alla formazione della volontà statale
Seconda considerazione altrettanto radicale lo abbiamo sentito e la trasformazione del bicameralismo
L'Assemblea delle autonomie questo il nome è chiamata a rappresentare non solo tutte le Regioni ma tutti gli enti territoriali
Informativa l'altro come dire e qui ordinata sia dal punto di vista Inter
Regionale tra le Regioni per primo che all'interno della singola Regione
Si tratta di una scelta che non ha
Confronti nel panorama
Comparato degli stati composti soprattutto diciamo degli Stati federali infine terza considerazione nell'orgia anche scippata e che per come configurato al momento il procedimento legislativo
Beh mi sembra non compensare la perdita netta diciamo di
Potere tra virgolette delle Regioni
Vengo dunque la mia sensazione generale e che pur andando in una direzione che personalmente
Mi riferisco alla diciamo alla superamento del bicameralismo perfetto mi trova favorevole
Per come e ora la bozza rischia di creare degli scompensi nell'organizzazione complessiva dello Stato
Vorrei provare ad argomentare quello credo finora detto innanzitutto lo farei guardando alle
Partendo dalle funzioni dell'Assemblea
Che tutti tutti quelli che hanno
Potuto dare un occhio al alla bozza hanno presenti chiaramente sostanzialmente
La della bozza fatte l'assemblea delle autonomie
Attribuisce a questa Assemblea quattro funzioni quattro compiti
Concorso alla funzione legislativa attenzione qui alle parole secondo funziona il raccordo tra Stato regioni città
Comuni le Province sono soppresse
Terza funzione partecipazione alle decisioni dirette alla formazione e all'attuazione degli atti della dell'Unione europea e infine una interessante nuova funzione
Una quarta funzione attività di verifica dell'attuazione delle leggi dello Stato
E di valutazione dell'impatto delle politiche pubbliche sul territorio peccato che non possiamo esprimere giudizi su questa funzione perché la bozza
La norma diciamo l'articolato rinvia ai regolamenti parlamentari
Per lo sviluppo l'attuazione di questa
Funzione
Dicevo attenziona le parole perché qui pesano diciamo come macigni no ruolo incinta in loco cinquantacinque dice concorre l'Assemblea concorre alla funzione legislativa
Il pensiero ovviamente corre
Io qui riprendo cose che ho avuto già una piccola nota nella uscita già il ventuno marzo
Il pensiero corre alla Germania perché come tutti voi sapete la seconda carne nella Costituzione tedesca la si dice che la seconda Camera il Bundesrat
Mitili di scritto collabora penso che la traduzione più corretta sia questa collabora alla legittimazione
Altro aspetto
Il ruolo di raccordo lo abbiamo ascoltato la seconda funzione
Beh quindi la funzione di raccordo che pure comune alle seconde Camerini gli stati composti in particolare in quelli federali qui a una sua
Ugo è un unicum perché il raccordo riguarda non solo il livello regionale
Ma anche i livelli infra regionali come composta questa Assemblea
Ci sono sostanzialmente tre tipologie di di componenti
Una prima deriva dall'Ente regionale una seconda è quindi di Trento tali come sappiamo due consiglieri regionali più il Presidente
Una seconda composta dai degli enti da tre Sindaci eletti da un'Assemblea e una terza come vogliamo chiamarla una testa componente che dovrebbe esprimere la società civile
Qualche notazione sul punto innanzitutto i differenti mandati
Di queste diciamo di queste tipologie perché perché mentre i rappresentanti regionali legano il proprio mandato a quello dell'istituzione regionale di riferimento
I rappresentanti locali
Quindi mi quelli eletti dai Sindaci dall'assemblea dei Sindaci e quelli della società civile hanno mandati sfalsati differenti rispettivamente cinque sette anni
Qui si annida anche un rischio o almeno per
Per come
Allo stato attuale della bozza non è chiaro una cosa quando i rappresentanti regionali vanno h quando la Regione va a casa viene sciolta succede un evento
Che né interrompe il mandato vanno a casa anche chiamiamoli senatori di provenienza regionale siamo ancora questo termine perché non sembra che accada la stessa cosa per i sindaci
Ove un sindaco si dimetta
Per esempio
Altre criticità
La più
Me la più evidente quella che credo sia stata sottolineata anche da molti giornalisti ma insomma è la presenza di questi sapienti
Nella
Nell'assemblea delle autonomie
Qual è la ratio della loro presenza persa a me personalmente sfugge
Anche perché attenzione i nomi questa Assemblea si chiama assemblea delle autonomie dunque ventuno nominati da parte del Presidente da parte della Repubblica non la
La motivazione non è chiara
Tra l'altro una presenza che non è né minima
Siamo un settimo della composizione totale diciamo della seconda Camera quindi non è proprio una composizione di
Scarso rilievo e non non è come non è neppure congruente ripeto con la funzione di questa seconda Camera
E poi perché ventuno
La questione riguarda un po'quella che i professori di diritto costituzionale quel problema che devono spiegare i propri io dico diritto costituzionale quando spiegano perché viene integrata la Corte Costituzionale in i giudizi di accusano con sedici perché sedici lì
Però la cifra ha una razzio profondissima
Qui e il ventuno e più cui difficilmente la ratio è più difficilmente intuibile fosse appunto ricco ricalca il numero delle Regioni più
Uno per regione
E questo veramente
Appunto su questo cale regni un velo perché se il criterio deve essere che bisogna
Scegliere col bilancino un rappresenta un sapiente per ogni regione
Insomma mi fermerei qua
Come vengono pagati come vengono retribuiti visto che una delle motivazioni forti di questa riforma è la riduzione del costo della politica su questo non mi pare che la bozza si pronunci
Secondo aspetto di critici di criticità anche se su questo diciamo personalmente
Noto la novità ma non la ritengo
Qualcosa che si pone in contrasto con i principi generali e cioè
Le
Il Senato viene composto secondo cui il cosiddetto principio aritmetico piuttosto che
Secondo il principio geometrico
Sono i due principi che governano la composizione delle seconde camere negli Stati federali semplicemente voglio dire che seguendo il principio arretramenti con la bozza
Da un eguale rappresentanza tutte le Regioni indipendentemente e dall'estensione del territorio e dal numero lo diciamo degli abitanti
è una scelta
Legittima fatta anche in atti a in altri notoriamente in altri Stati federali noto solo
Che
è una tendenza non è una regola noto che gli Stati federali che utilizzano il principio aritmetico normalmente
Mandano
Nella seconda Camera rappresentanti eletti piuttosto che
Nominati dall'esterno
E poi ovviamente c'è una questione tutta politica e cioè si riusciranno a superare le opposizioni di una regione come la Lombardia che conta nel quasi dieci milioni rispetto che ne so al Molise che ne conta tre trecentotredici mila
Sicuramente è un principio fortemente se mi permettete il termine fortemente federale insomma che può essere eletto come fortemente favorevole al principio federale
E infine la compresenza di Regioni e Comuni
All'interno di questo Senato certo il peso e la tradizione comune diciamo della tradizione italiana
Il peso della della lobby dei Comuni in Italia su questo CAI evidentemente inciso non so se anche la
Il precedente diciamo la precedente funzione dell'attuale Presidente del Consiglio
Le obiezioni su
Diciamo il ragionamento su questo verrà sicuramente sviluppato da chi mi seguirà le le i rilievi possono essere diversi
Qual è
Il motivo per cui vengono inclusi appunto sindaci visto che come
Tutti noi anch'io ho avuto modo di notare negli anni precedenti i Comuni sono privi di funzione legislativa perché inserirli in una Camera che dovrebbe avere precipuamente una funzione di collaborazione e la funzione legislativa
E poi attenzione i forti di te hai forti rischi di
Come dire divaricazione degli interessi all'interno della chiamiamo la delegazione regionale
Pensiamo solo a cosa potrebbe accadere in questo momento a bocce ferme
Se informi il Senato se la seconda Camera funzionasse così pensiamo alla delegazione dalla Regione Campania
Guardiamo un po'come composta la Regione ha come i grandi sinti di sindaci nelle principali città la colorazione delle politica dei Sindaci le prime città evidentemente questo aumenta i rischi di schieramenti non legati agli interessi dei territori
Ma logiche partitiche
O peggio legati a questioni come dire molto oserei dire provinciali
Se
Le Province esistessero ancora
E qui prima di passare la parola a chi mi segue
Io
Dopo aver notato diciamo
Da un punto di vista generale queste incongruenze devo aggiungere anche che però
La la scelta
Sulla composizione della
Del Senato ha una sua corrente coerenza
Perché l'obiettivo e la ripeto e la estromissione delle autonomie
Dalla formazione sostanzialmente dalla formazione della volontà legislativa dello Stato
E questo lo dico a ragion veduta l'ho già scritto in questo Notre la del ventuno marzo perché perché è vero che la la ebbero guardando il procedimento legislativo
Lì ci accorgiamo
Che sostanzialmente questo in questa seconda Camera e
Viene prima di qualsiasi potere l'articolo settanta
Dice che l'Assemblea delle autonomie o chiamare assi qualsiasi disegno di legge per esaminarlo ma su qualsiasi disegno di legge sì si limiterà a esprimere un parere
Anche qui il termine diciamo ha una sua pregnanza
Che poi la Camera deputati libera di scegliere allora uno dice
A avvezzo a studiare questi meccanismi soprattutto negli Stati federali sicuramente però su altre materie invece la seconda Camera avrà dei poteri
E in effetti leggiamo con interesse il quarto comma del nuovo articolo settanta e apprendiamo che su certe materie la Camera la seconda Camera est esprime un po'parete
Che se negativo parzialmente negativo la Camera dei deputati o superare
Dice la bozza a maggioranza assoluta permettetemi di dire che si tratta di un aggravamento procedurale che rischia di essere assolutamente inconsistente
Laddove si dovesse arrivare a una legge elettorale diciamo tendenza maggioritaria
In un sistema proporzionale potrebbe avere un suo senso per come per quello che abbiamo già ascoltato sul braccio il tutto mi sembra piuttosto
Piuttosto debole e allora
Ecco perché
Io questo l'ho scritta era il loro voto titolato il Senato che verrà Assemblea legislativa o Conferenza camuffata la mia sensazione
E che percorro per lo stadio attuale della bozza lì l'idea di fondo sia stata quella di
Trasportare all'interno della seconda Camera il le le grandi linee il funzionamento della conferenza
Stato
Regioni citata Conferenza Unificata
Sarebbe necessario un rafforzamento
Almeno dal punto di vista procedurale
Della posizione di questa seconda Assemblea
Sul modello per esempio un modello possibile
E protette ed è probabile che di questo si discuterà insomma nei prossimi giorni un modello possibile potrebbe essere quello tedesco
In cui
La seconda Camera può richiamare il Progetto e quando e e e quando si esprime su questo Progetto
Con una maggioranza alta quella maggioranza deve essere superata diciamo dalla prima Camera cioè voglio dire viene approvato a maggioranza dei due terzi un parere negativo
A de per superare quel parere negativo la prima Camera deve poterlo superare con la stessa identica maggioranza di questo mi sembra molto importante per dare
Un minimo di contenuto a questa Assemblea altrimenti veramente
E la paura e insomma la sensazione di che parliamo Presidenti e non voglio rubare altro tempo perché mi sa che ho sforato
E quindi sul Titolo quinto lascerei
Allora prendo proprio un minuto per una notazione sul Titolo quinto per chiudere il discorso
Quindi c'è un principio ispiratore che ho già provato a ad accennare e cioè una drastica riduzione della potestà legislativa delle Regioni per trasformarle in enti di programmazione di amministrazione
Di nuovo riparto della funzione legislativa se avete letto il la bozza è chiarissimo mila a cosa
Eliminare le competenze con che concorrenti
Puntare sul principio di separazione competenze esclusive dello Stato e competenze residuali delle Regioni
Su sul titolo sul Titolo quinto si potrebbero dire diamo dire fare molte ulteriori votazioni per tutti gli aspetti che non sono toccati che invece andavano toccati
Uno per tutti il centodiciotto
Ma
Ma un aspetto vorrei sottolineare un'altra criticità possibili criticità siamo proprio sicuri che s'così sono state eliminate le competenze concorrenti
Io ho qualche dubbio ce lo perché se andiamo a leggere con attenzione il nuovo centodiciassette secondo comma tra aspetti positivi sicuramente si è cercato di rimediare alle incongruenze del precedente titolo quinto
Si è prevista
Diciamo sì accanto al criteri delle materie è previsto il criterio delle funzioni insomma altri aspetti sono senz'altro positivi ma
Il centodiciassette secondo comma pullula di
Attribuzioni non tanto di materia quanto di attribuzione della competenza apporre principi generali norme generali
Ed
Mi pare chiaro che su questo si aprirà
Una futura secco il tutto dovesse andare in porto si dovrà si riproporrà quel contenzioso al quale siamo stati abituati in questi dodici anni dodici tredici anni
Perché
è chiaro che le Regioni cominceranno a a a questionare sul sul limite delle delle norme generali
Questa
Tecnica di normazione può anche avere gli aspetti positivi non è escluso che abbia degli aspetti positivi però è cui proprio che tocchiamo con mano che manca la compensazione cioè
La la possibilità di evitare il contenzioso il conflitto che da tanti giudici costituzionali desidero che viene espresso tanti giudici costituzionali ancora in carica
Beh dipende dalla creazione di una compensazione di un organismo politico che sappia compensare su queste materie la seconda Camera non mette bocca
Non mette non non non non ha diritto di parola
Dunque
Tutto di nuovo si scatenerà si scaricherà sul contenzioso costituzionale
La previsione della clausola di supremazia
Ben venga personalmente colma ritengo che possa colmare una lacuna ma anche qui attenzione
Si ripropone il problema precedente e cioè
La seconda Camera può esprimere un parere
Facilmente superabile con la maggioranza assoluta in conclusione la bozza stiamo attenti tocca proprio in grammi fondamentali
Dell'organizzazione dello Stato richiede e credo che richieda molta attenzione molto approfondimento molta discussione con una consapevolezza di fondo
E cioè che tutti gli stati composti più composti sono più
Funzionano con
Con difficoltà cioè gli Stati federali sono una macchina delicata sono nonché il nostro si stia trasformando in uno Stato federale ma diciamo accentuare la presenza religione all'interno dello Stato tramite una seconda Camera rigide molta attenzione
Valutando attentamente vantaggi e svantaggi di ogni scelta su su queste su queste tematiche di fondo vi ringrazio
No
Però
Nel
Forse
No no
Perché
Devo introdurre se non
Ringrazio professor Bifulco per il suo intervento al passo immediatamente la parola al professor D'Atena
Grazie grazie professor Pace
Nell'anno di grazia due mila sei esattamente nell'ottobre di quell'anno chi vi parla voluto la presunzione di scrivere un pezzettino intitolato così sette tesi per il riavvio delle riforme costituzionali
Per il riavvio delle riforme costituzionali ora non vi aggiunge però ricordandovi tutte le tesi che sostegni allora anche perché è cambiato il contesto però le prime tre vorrei ricordarle perché mi sembrano abbastanza appropriate
Prima vi do i titoli
Deporre la pretesa della grande riforma costituzionale io sono stato sono danni un fautore della manutenzione della costituzione di interventi mirati e misurati che risolvano i problemi che concretamente si pongono
Considerando che la grande riforma oltre ad essere difficilmente gestibile
Rischia di diventare una riforma ideologica e non pragmatica ecco io penso che una delle elezioni delle esperienze federali sia quello del pragmatismo in materia di riforme
A un certo punto in Svizzera si fa una riforma costituzionale per dare alla Federazione anziché I Cantoni
La competenza regolare i cani pericolosi come i pit bull ecco spot sembrare molto prosa ma poi le norme servano a migliorare la qualità dell'esistenza
Secondo punto affrontare preliminarmente LEA riforma del procedimento di revisione della Costituzione dopo l'introduzione del sistema elettorale maggioritario
Il tutti i numeri previsti dalla Costituzione sono rivelati inadeguati
A cominciare dalla maggioranza assoluta ma anche la maggioranza dei due terzi quindi l'esigenza che avvertivo e consideravo all'epoca prioritarie che si mettesse in sicurezza la disciplina costituzionale sottraendo la disponibilità della maggioranza politica
Terzo punto ed è quello che ci interessa per questa sera
Prendere realisticamente atto che certe riforme vedi Senato sono impraticabili
Fatta la premessa oggi parliamo della riforma del Senato io
Vi dico subito che personalmente ritengo che la riforma del Senato sia necessaria
In secondo luogo molti dubbi che si possa fare bene e che è banalissimo insomma il famoso paradosso sulle riforme che va sotto il nome di paradosso Zagrebelsky
Qualcuno dice che risaliva di natura i tempi di Weimar Frank
Secondo cui gli organi che deliberano riforme sono piuttosto insomma piuttosto refrattari a modificare radicalmente se stessi
La fondatezza peraltro di questa
Di questa osservazione è confermata da tutti i tentativi che dalla tredicesima legislatura in poi si sono avvicendati di modificazione della seconda Camera
Che sono tentativi tutti ha un carattere elusivo rispetto all'esigenza di una reale modifica della seconda Camera ricordo qualche nome
Beh bicamerale D'Alema primo progetto il Senato si diceva con strapuntino perché poi c'era una Commissione consultiva buono esponenti regionali e si potrebbe continuare
Se debbo esprimere la mia la mia valutazione la sola la sola alla sola riforma corrispondente al modello che secondo me e utile
Senato riformato è stata la bozza Violante
Del della quattordici della quindicesima legislatura che era un Bundesrat non non non orecchiato ecco più bassa Anza consistente tra un mix tra Bundesrat ostili acque Bundesrat tedesco rispettivamente per l'organizzazione per le funzioni
Quali sono stati i punti che spesso nel dibattito il bisogno politico fino a questo momento
Sono stati considerati non negoziabili due uno l'elezione diretta dei senatori e vedo che anche in questa fase il tema dell'elezione diretta viene viene riportato con energia
Nell'altro un'articolazione delle rappresentanze fondamentalmente proporzionale alla consistenza demografica delle Regioni ecco quindi
Secondo modelli che sono tipici di una Camera politica non di una seconda Camera che voglia essere la Camera delle autonomie
Io non so se ci siano le posizioni si siano venute meno quelle condizioni ostative che fino a questo momento hanno impedito di fare la riforma
Del della della della seconda Camera quello quello che posso dire ecco perché io la ritengo fuori necessaria
Anzitutto perché è cambiato il contesto originario cioè la seconda Camera
E vissuta nel contesto di quella di quella fase che con l'espressione che a me non piace ma comunque serve a capirsi era quella della Prima Repubblica
E poi la riforma del Titolo quinto della Costituzione ora nel corso della prima Repubblica le due Camere erano praticamente due fotocopie la fotocopia l'uno dell'altra
E questo bicameralismo non portava problemi anzi poteva presentare un valore aggiunto non portava problemi sul versante del rapporto fiduciario
Un valore aggiunto sul versante della legislazione una Camera una crociera una seconda lettura con una possibilità di riflessione di miglioramento miglioramenti sono stati anche successivamente questo non possiamo dimenticarlo tuttavia
Allora rientrava nella logica del sistema poi c'era una una valutazione avanzata da un segretario generale del Senato Franco Bezzi
Secondo cui l'avere un bicameralismo perfetto in quei termini
Aumentava la produttività del legislatore dal momento che normalmente la Camera che si pronunzia va per seconda aveva bisogno di meno tempo di quella che si pronunzia aver prima quindi utilizzando saggiamente le due Camere si poteva aumentare la produzione legislativa non so che questo sia un bene comunque questo è un dato
Ora che cos'è che è cambiato
è cambiata è cambiata la è cambiato il quadro il quadro generale il sistema i sistemi elettorali sono maggioritari fino a questo momento sommerse maggioritari
è caduta la conventio ad excludendum che la tipica di quel periodo quindi non ci sono forze politiche escluse da Palazzo Chigi
In questo come in questo contesto il bicameralismo previsto dalla Costituzione dal luogo a problemi sia sul versante del rapporto fiduciario questo noi lo abbiamo visto basti pensare al secondo governo Prodi con difficoltà quotidiane
Sia sul versante della legislazione dal momento che chiaro è chiaro con due Camere che hanno due
Diverse composizioni la la alla la possibilità di arrivare a delle decisioni condivise è una poi è una possibilità
Che si riduce
A questo punto quindi questo bicameralismo diventa un peso tanto che qualcuno addirittura
Ipotizzare la sua soppressione Mumolo cameratismo eliminando una Camera che sarebbe soltanto di appesantimento io non la penso così
Ritengo che questo sia un giudizio troppo drastico perché abbiamo bisogno di una seconda Camera
Però una seconda Camera con delle funzioni specifiche e qui viene in considerazione la riforma del Titolo quinto
Alla quale è mancata la riforma del del Senato mancata riforma della seconda canna noi oggi basta che scorriamo la giurisprudenza della Corte costituzionale
Per toccare con mano che l'idea che le competenze tra centro e periferia e questo vale anche per le ipotesi che si stanno avanzando in questi ultimi tempi
Con un taglio netto
Che escluda qualsiasi contenzioso è un'illusione vi sono dei casi in cui il confine non tiene
E questi casi sono casi che sono affiorati ripetutamente nella giurisprudenza dalla Corte costituzionale
Pensate per esempio alle tutele all'alle competenze dette trasversali quando lo Stato il nome di uso titolo competenziale questa resterebbero tra l'altro penetra in un ambito
Diverso diverso da quello proprio perché sono ambiti competenziale individuati in termini finalisti ICI
Si pensi all'attrazione in sussidiarietà si pensi agli oggetti a imputazioni molti tracciò gestione dei rifiuti ambiente e paesaggio urbanistica Igiene e Sanità eccoci abbiamo tanti esempi di questo tipo porre in questi casi
La Corte costituzionale molto frequentemente si affida l'unico strumento cooperativo che il sistema offre ed è rappresentato dalle conferenze
Quindi in questa materia intervengono che sono i casi in cui la Corte ritiene che non basti il sillogismo giudiziario per arrivare alla decisione ridà e ridà la parola alla politica che trova delle soluzioni delle soluzioni che sono in qualche misura transattive
Ora le conferenze hanno un limite cioè sono organi degli esecutivi
E io per quanto riguarda le competenze legislative ho sempre trovato inappropriato che organi rappresentativi degli esecutivi
Siano siano chiamati a sciogliere questioni che poi incidono sul confine tra le competenze legislativa è questa la ragione per la quale
Personalmente ritengo che sarebbe necessaria una camera diversa dalla Camera politica una camera diversa come si trovano nei sistemi federali
In genere sono camere rappresentative delle istituzioni non delle popolazioni quindi una logica diversa da quella della che costitutiva di una Camera politica uno degli elementi per esempio che in la rappresentanza delle delle entità su statali non è una rappresentanza
Ispirata fondamentalmente a un criterio proporzionale ha una rappresentanza invece che da voce anche alle piccole entità in misura non proporzionale alla Roccon si stanza demografica abbiamo tanti
Tanti esempi nell'esperienza è finita e l'altra tecnica è quella di avere la Camera di secondo grado che la tecnica originaria con esponenti eletti dai Parlamenti degli degli Stati membri un caso a sé
E il Bundesrat tedesco che viene secondo me abbastanza a sproposito chiamato in causa con riferimento con riferimento a ipotesi a ipotesi attuali
Il quale Bundesrat tedesco ecco io vorrei soffermarmi su due aspetti di quel sistema che ci consentono di ambientare lo
Primo aspetto è vero che il Bundesrat rappresentativo dei governi è l'unico esempio al mondo di seconda Camera sull'OPA neanche seconda Camera quel rappresentativa dei Governi
Però nei Laender c'è la forma di governo parlamentare quindi questa rappresentanza dei Governi si lega ad un rapporto fiduciario nei confronti dei Parlamenti cioè il correttivo del voto unitario da parte
Da parte degli dei rappresentanti di uno stesso Lante quindi
C'è questo questo elemento non ecco trapianta bile non sarebbe trapianta bile questo modello evitare questa persona di questo non si parla oggi però oggi i
Da di alla un po'di tempo fa si avanzava da parte di qualche collega l'ipotesi
Di non pensare più alla seconda Camera affidare tutto alle conferenze ora i governatori sono tre
Sono delle istituzioni onnipotenti che hanno abbastanza emarginato dato il loro ruolo la posizione dei Consigli quindi non non si può invocare il Bundesrat per giustificare queste
Queste
Queste riforme in secondo luogo un altro elemento e che in Germania c'è un federalismo di esecuzione cioè in Germania
Le leggi della della Federazione sono normalmente eseguite dai dai Laender e il ruolo della vera è quello di portare il know how in relazione all'esecuzione al legislatore
Tanto che un'attività che si svolge con estrema intensità nell'ambito del Bundesrat tedesca oltre l'attività
Collegiale plenarie l'attività delle Commissioni
Che sanno in mano quel per per la funzione che non è insomma non è di parere una richiesta di riesame di obiezione
Anch'io pur di cui si va quella per la funzione esercitata con un'attività molto uno scrupolosi simula coro sulla legislazione provoco sì però dal punto di vista tecnico non è una sede di grandi dibattiti politici una sede dei grandi riscontri tecnici sulla qualità della legislazione
Ora per quanto per quanto riguarda per quanto riguarda l'Italia insomma sono state avanzate diverse ipotesi io non
Non considero
Non non considero delle cose che penso abbiano perso di attualità anche né in questa
In questa legislatura ci sono delle
Delle riforme delle proposte di legge costituzionale di riforma della seconda Camera è da ritenere che tutto allo Stato sia assorbito
Da questa da questa riforma che non conosciamo nella sua versione definitiva conosciamo in una versione precedente quindi sulla versione precedente possiamo fare qualche osservazione
Alla per quanto riguarda la composizione ecco io far propri direi qualche cosa sulla composizione spetta e poi sulle funzioni per quanto riguarda
La
La composizione personalmente non vedo non vedo con sfavore il fatto che sia una camera di secondo grado però ci sono tante cose che mi lasciano molto perplessi
Per esempio la rappresentanza paritaria in una esperienza come la nostra mi sembra una forzatura eccessiva
Quindi meglio prevedere secondo me una una escursione tra un minimo o massimo che può essere tre sei come in Germania tre tre dodici come in Austria ecco però
Immaginare che la Valle d'Aosta e la Lombardia abbiano la stessa rappresentanza mi sembra eccezioni forzare eccessivamente quindi ricalibratura delle rappresentanze
Trovo eccessiva la componente dei sindaci ve l'ha detto l'ha detto anche Bifulco se
Se i Comuni non hanno competenza legislativa francamente che ecco che in uno Stato come l'Italia in cui le autonomie locali hanno hanno una una una grande tradizione di identificare no
Delle identità collettive forti io capisco che ci possa essere una presenza anche dell'autonomia e locali ma non ha presenza
Paritaria come quella come quella e qui prevista
Per quanto riguarda i nominati la quota nominati francamente
Francamente non la capisco atta
Al cioè quei casi sono due ma non è il modello il modello che io proporrei però ecco
Il luogo denominati e si vuol fare una Camera rappresentativa diciamo del pluralismo del sistema la prima e riferimenti alle autonomie funzionali ad altre autonomia noi non soltanto alle autonomia territoriale
Le funzioni ecco ha detto benissimo
Bifulco insomma questo concorso questo metto circonda alla legislazione insomma è un concorso molto debole combinando
La il riesame a maggioranza assoluta quando c'è l'agrario con il sistema elettorale maggioritario né nessun senso reale
In casi diversi anni debbono richiedere quantomeno una maggioranza qualificata se no io capisco che insomma e che diventa fastidioso perché ha la maggioranza politica dove le fa ricovero insomma noi a cominciare da Montesquieu ciò abbiamo appreso che ci che ci deve essere un certo equilibrio tra tra i poteri
O io però aumenterete il numero delle leggi bicamerali
E a questo punto anzitutto oltre le leggi costituzionali poi ci sono tutte quelle leggi che spostano la linea di confine nel riparto tra le competenze legislative ella ci vuole la seconda Camera penso per esempio
Le compete alle competenze finalisti che all'attrazione in sussidiarietà d'altra parte non dobbiamo dimenticare una cosa in molti di questi casi la Corte costituzionale richiede l'accordo in Conferenza quindi non è un fatto scandaloso che sono meglio una sede una sede ancorata nell'ambito del Parlamento ancora le leggi sulle variazioni territoriali ex articolo centotrentadue secondo comma della Costituzione
Le leggi adottate nelle e con l'esercizio del potere sostitutivo e qui ci sarebbe da fare qualcos'altro o e poi qua veniamo
Al collegamento perché il Senato a cui pensiamo deve raccordarsi alle funzioni ora le funzioni in questa materia al Senato ecco rappresentativo delle
Autonomia soprattutto territoriali al quale penso io si raccorda la riforma del Titolo quinto e qui e qui ci sono alcuni elementi di questa riforma che
Francamente mi lasciano mi lasciano
Fortissime perplessità anzitutto
Questa questa clausola di supremazia
Ora questa clausola di supremazia assomiglia a quella che una volta mutuando una felice espressione di Umberto Romagnoli chiamavo la clausola vampiro
Cioè si fa un riparto delle competenze fra un certo punto c'è una clausola che consente allo Stato di entrare no se la clausola diventa questo
Non è che noi ritorniamo al primo regionalismo mandiamo anche indietro rispetto al primo regionalismo perché nel primo regionalismo le Regioni avevano competenza salvo che per i principi in quelle materie
Qui invece tutte le competenze sarebbero esposte alla spada di Damocle di un intervento unilaterale
Del dello Stato il quale potrebbe scoprì are la competenza regionale
Quindi queste questa francamente
La espresse o messi in pochi perché qua si dice ma questo è come in Germania equa sempre la Germania il generico in Germania in Germania questa clausola vale per uno per materie numerata che vale a trecentosessanta gradi
No
Allora cosa si dovrebbe fare o prevedere in materia certe materie cioè lo Stato in certe materie può far questo o comunque prevedere una partecipazione in questo che so della seconda Camera anche con una anche go o legge bicamerale non è necessario che sia una legge bicamerali il senso che noi intendiamo può esserci anche l'assenso come in Germania
Quindi senza che ci sia che ci sia ecco gli emendamenti a fare fare un assenso che può essere concesso o negato e quindi aprendo una dialettica su questa su questa base
Quindi o individuando rimane comunque introducendo questo correttivo procedimentale aggiungo aggiungo
Che dovendo fare una riforma del Titolo quinto col volendo fare riforme se uno ancora ci sono delle cose che non abbiamo constatato non andar bene che meritava quindi a questo punto approfitterei anche per questo
Non so voi ricorderete tutti che quando siamo trovati di fronte alla stagione statutaria c'è stato un ritardo nell'approvazione degli statuti perché i Consigli regionali non vige Riva non la previsione
Che il venir meno per qualsiasi causa del Presidente della Regione determinasse l'azzeramento degli organi regionali e la necessità del ricorso a nuove elezioni anche il caso di morte anche l'impedimento permanente basi facevano anche ipotesi più pittoresche
Io ne faccio una più castigata cioè la crisi spirituale del Presidente della Regione che decide di farsi frate tra pista comunque in tutte perché azzerare se non se se se la misura non è una misura carattere politico
E quindi forse si potrebbe pensare qui riflettere un momento e introdurre in certe ipotesi almeno un istituto di vice Presidenza che consenta di arrivare alla fine della legislatura
Ho riparto delle competenze c'erano dei vuoti io una fissazione che quella della circolazione stradale che ha una competenza che andrebbe al centro e mi pare che questa bozza se ne dimentica di fianco
Tra le varie cose questo questo lo fare un'altra un'altra esigenza che c'era
E quella di prevedere che il potere sostitutivo potesse essere citato anche in via legislativa oggi l'articolo centoventi comma due prevede che sia il Governo a sostituirsi quindi in via legislativa non è
Salvo che il decreto legge ma nei casi in cui il decreto legge si può usare Benita prevedere dentro lo Stato un piccolo emendamento che mi che da anni di viene suggerito
Voi un'altra
Un'altra cosa dove si dovrebbe intervenire la gestione commissariale delle Regioni
La vecchia Costituzione prevedeva che in caso di in caso di intervento sul
Di scioglimento anticipato quindi cedimento sanzionatorio che il Consiglio regionale
Ci fosse un commissariamento il quale portasse alle nuove elezioni ora questa fase del commissariamento non è disciplinata dalla Costituzione il chiasso ha creato una serie di problemi
C'è chi dice che debbono essere gli statuti la Corte dice che deve essere legislatore statale forse più un chiarimento già sono piccole cose
Poi
Se ne riparlato in questi giorni e a proposito dei referendum dei referendum
Per la indipendenza e il l'articolo centodiciassette comma otto prevede
E queste intese tra il trust tra il tra le Regioni e creazione di organi comuni sia detto sì ma sono intensi amministrative sarà così ma è nella norma sulla sulla legislazione forse il caso di precisare che siamo intesa amministrative
E non si possa creare le più un organismo parlamentare
Comune
Altre piccole cose no però c'è un ultimo punto sul quale vorrei sempre come e come
Spia spia del della
Della degradazione della legislazione regionale
Si introduce una clausola finalistica quindi non si dice soltanto le Regioni legiferano nelle altre materie
E poi in queste altre materie lo Stato può intervenire con la clausola Dan Piro si dice qualcosa di più quando legiferano le Regioni
Salvaguardano l'interesse nazione giornale alla pianificazione alla dotazione infrastrutturale del territorio regionale alla mobilità del suo interno l'organizzazione se vi eccetera eccetera eccetera tutta una serie di scopi allora
Se questi scopi sono retorica Otranto io non sono riuscito a confessa capire per intero il senso di questa proposizione
Vedo che annuisce anche l'Iran subito un solo perché hanno certe da uno se preoccupati Ortisi il principio però però ecco
E se se si prende sul serio simile quando la Regione legifera voi l'aborto in teoria può pure a verificare se legiferando si sia mai mantenuta in aderenza con quegli scopi che ulteriormente indebolisce quindi qui la proposta che mi permetterei sommessamente di fare di cancellarla
E farla cadere a questo punto noi perciò controllo del tempo vedo che il Presidente mi ha lasciato parlare e mi taccio
Ringraziarvi rammento il professor D'Atena preciso intervento passo la parola dopo la parola
Questa è inevitabile
In un giorno come questo
Che vede incertezze financo nel Consiglio dei Ministri le ultime
Come dire conoscete trapelano di Calusco recitano rinvii cartucce quindi è inevitabile che ci sia
Questo dei nostri interventi questo mix
Di commenti a quello che si suppone un testo non dico consolidato ma
Provvisoriamente fermo e
L'approccio che ognuno singolarmente preferirebbe
Ma perciò io
Cercheremo grazie di muovere da una riflessione un po'più un po'più generale proprio
Cioè io dico il punto di partenza nostro e la doppia natura del Senato almeno dal nostro ordinamento il senatore un'istituzione
Politica chiamato a dare una prestazione essenziale ed è quello di integrazione della rappresentanza politica generale
Questa integrazione poi si vede si vede retto la seconda caratteristica natura dei dal Senato è e il Senato come istituzione di garanzia
Cioè riservate alla Camera che si oppone all'assolutismo parlamentare dell'altro ramo del parlamento come momento di riflessione e appunto di contropotere poco fa
Sì Riano cava
Lombardi molto rischioso
E oneri rispetto a queste due funzioni essenziali
Questa rottura binaria del Senato che si deve vedere come
Misurare come va come la composizione eccome sono le funzioni
Le
Domande
E allora sordo per esercitare funzioni di garanzia ed integrazione è meglio l'elezione di retta oppure l'elezione di secondo grado
A doppio mandato a part-time
Per esercitare le funzioni di integrazione della rappresentanza quali attribuzioni sono
Da
Da dare da dare al Senato in campo politico cioè
Campo legislativo in capo al controllo in campo del coordinamento costituzionale ad abitare che questo sia
La cornice da cui impartire così impostata la questione si possono dare
Ragionevoli motivazioni alle avere
Alle domande
E le conseguenti risposte ecco elezione diretta o indiretta per quanto riguarda l'integrazione della rappresentazione ora chiunque legge gli atti dell'Assemblea
Costituente lontana non solo ma che stai zitto
Capisce che
Il riferimento alle Regioni fu soltanto come un punto
Di geografia politica intesa come il contenitori
Di quello che porta ad richiamava i mondi vitali le forze molteplici del pluralismo sociale quelle che chiamava appunto
Delle le piccole comunità differenziate
Ecco
Cioè non è che
Il punto di riferimento da viola costituente fu le Regioni come organizzazione istituzionale fu lei vincitori Kobe come recinto come contenitore di di forze vive della nazione è
Mortati accetto il
Il a basse regionale proprio perché divario adesso non mi ricordo la formula casuale dice suscettibile di variazioni le variazioni del futuro ecco questo
E allora
Possono emissioni indirette
Di secondo grado part-time
Rispecchiare
Questo intento o fondamentali
Dare vita
A al
A questo tipo di rappresentanza così profondamente radicata nel
Nel corpo sociale a me sembra di no
Ammesse meglio la rappresentanza di secondo grado come così come configurata e
è una rappresentanza a circuito chiuso
è un circuito chiuso proprio circuito ce l'ho sopra quindi chimica mamma ci sono questi e il cui di chiusi chimiche i ricchi autoreferenziale dominata dalla logica partitica
E posto politica
Intenda debba della rappresentanza politica generale perché se noi vediamo che cosa sono da noi le elezioni regionali non riteniamo che solo
Una sottospecie delle elezioni politiche bensì spinte
Dalle elezioni amministrative proprio questo insomma
Come dire una coscienza comune noi vediamo che le elezioni regionali sono elezioni elezioni politiche di un di un certo tipo di fare il servizio dal Ministero gli ordinamenti gestionale personalistici
Sono
Prevalenti
Con
Quindi
Il sistema ha bisogno di questo tipo di rappresentanza riferita
A
Organizzazioni istituzionali oppure ha bisogno di qualche
Di
Di di fare affiorare ecco di fare affiorare
Chiamiamola così la Società del rifiuto quella società così piena di
Di tensioni e così
Appunto che rifiuti canali politici tradizionali tant'è vero che
Le nuove forme politica e che sono centralistiche avvertì gesti che al centro però poi per sopravvivere vanno alla ricerca di intercettare i movimenti i movimenti di base
Siano o o non siano
Aiutato catalizzate dalla Rete che
Secondo me almeno l'esperienza Italia per la vostra
E quello che io chiamo definirei un fallimento di successo
Un fallimento
E ora
Se questa è la considerazione
Da qui il nuovo meglio pensare ad un'elezione dirette
Di candidati che abbiano un forte insediamento territoriale ma guarito magari con requisiti qualitativi di eleggibilità che viene viene richiesta
Da tanti centri culturali questo momento che in un certo senso agiscano anche da contrappunto dialettico da contrappunto dialettico i Governi ai governi regionali
Alle burocrazie degli apparati istituzionali di Governo locale prudente la dialettica non non è una
O una ora cosa urbani e di comune
Il Comune conoscenza no quello esperienza americana certo non trasportabile evitare predica referee arbitro centotredici Cetraro i Senatori venivano eletti dalle assemblee statali
Dico
Dalla corruttela alla vampirizzato azione nelle assemblee statali
Da parte e della del fine dalla nomina dei senatori e quindi delle lotte per politiche per nel cercare di in
Guadagnarsi la maggiorazione assemblee statali per essere propria del senatore a questo punto il mobile novecentotredici diciassettesimo emendamento alla Costituzione americana disse basta
E allora
In serata americano direttore quello che il signor D'America
è se voi chiedete a un qualunque cittadino io avevo chiesto vanno eminenti
Costituzionalisti ma
Diciamo qualsiasi signori americano se li chiedete ma c'è conflittualità tra ICE col due senatori eletti dallo Stato ai governatori
No non c'è e non c'è neppure letteratura perché perché e
Il Governatore assicura la buona gestione dello Stato e due senatori rappresentano lo Stato
A
O Washington
Allora
Questa mi parrebbe ripeto in questa fase fluida
Matematica in cui insomma uno può dire insomma un certo senso accantonare il il mestiere del giurista però la civetta cresce di sapere quanto tutte ex idonee non è
Non è non è definito nulla del Consiglio dismettere
Sì ma insomma ecco il fatto di fare delle opzioni insomma
E non andare
Scarpe giurista commentatori giurista tecnico è un po'oppure in penombra in questo
E allora
E ci dobbiamo chiedere ma dell'altro profilo dal Senato il profilo garantista vale più la lezione dirette
O le azioni dirette
Quindi diventano diverrebbero secondo il testo del Governo membri del parlamento
Ma invece al Parlamento e quindi
Possiamo richiamare alla famosa distinzione
Della dalla Corte costituzionale tra Parlamento e Consigli regionali c'è uno un'assonanza eccole assonanza sì sulla distinzione sui dati si sospende venderebbero membri del Parlamento appunto dato
Corriere va bene
Gente
Essa da queste missioni di secondo grado dal Consiglio regionale se chiedete a qualsiasi consigliere regionale così ripartito
Vi dirà Benicio perché ha che se fossimo chiamati veramente ad eleggere i senatori compromesso sarebbe un compromesso al ribasso cioè non è che
Emergerebbe il migliore disegno di noi deve
Fare così sarda un compromesso e l'Italia nel sangue e e questi
Dovrebbero
E partendo in tarda abbiamo visto l'ho detto ossia Bifulco che dalla terra partecipare al
Processo di revisione costituzionale leggi costituzionali alle procedure europee all'elezione del Presidente della Repubblica
è
Scioccante delle bizzarrie di questo di questo
Bozzola e che e
Questi
Elettivi secondo grado partecipanti a questi processi essenziali nella vita della Repubblica
Però farebbero uno status deteriore rispetta quello dei deputati
Cioè sarebbero passibili di detenzione dei privazione di libertà personale sarebbero possibili di intercettazione
Ma la cosa più bella
E che sono dei nazionalizzare atti se voi vedete l'articolo sessantasette cambiato i membri del Parlamento Lovelli
Sì i membri del Parlamento esercitarlo
Elevato rappresenta la nazione esercire loro funzioni senza vincolo di mandato cioè questi qui non rappresentano più
La nazione
Ora
No non sono solo non solo sono
Non sono solo per per erogativi pulita privilegi dei dei singoli è chiaro che o l'Assemblea deprivata di vividi immunità ed è privata del
Della rappresentanza
Nazionale
Viene viene ad essere deprivata nello stesso momento anche come Assemblea della sua totalità di della del possibilità di funzione di garanzia e questo
E quando si dice lo diceva poco fa
Grazie del
Quando poi si vede che
Che articolo sessantaquattro
Ve la caverete Bonati approva a maggioranza assoluta ma aderisce la maggioranza assoluta
Ce l'hai generi momento in cui il dottor Pagnoncelli si presenti televisioni ci ha vinto quest'ambito quello non è che di che stiamo parlando se non c'è questa
A proposizione questa
Questa quel questo
Innalzamento dal quorum Governo maggioranza
Ecco sì proprio così tu pure
Nella
Nei giudizi di di
Di Bebe cioè tutto quello che la carriera
Fa iure proprio e iure proprio nel senso del comma in caso di garanzia si riverbera come duplicazione di mancanza di garanzia dell'altro la Val Parlamento e questo il
Il problema e quindi lo squilibrio e viene
La messa in sicurezza della Costituzione e non
Non c'è
E quindi
Analogo esercizio si può fare questo abbiamo fatto per quanto riguarda la composizione per quanto riguarda le attribuzioni qua corposi un'attribuzione Risolo legate a filo a filo doppio cioè ai fini dell'integrazione rappresentativa quando noi affidiamo alla
Assetato
I compiti di composizione preventiva poi giustamente sostanze feriti come questa composizione preventiva dei conflitti tra Stato e Regioni usi si va ove lasciamo a dare
Mettiamo ammettiamo che sia può quindi composizione preventiva dei conflitti fra Stato e Regione con possibile titolarità della clausola di
Di supremazia
La la
Con revisori leggi con la processi costituzionali organi profili di sussidiarietà di proporzionalità nella
Nella normativa europea
Il potere di richiamo anche di richiamo vestito diciamo di richiamo
Per per emendamenti materiale albero spero che che sia così riguardanti beh
Queste sono prestazioni di unità repubblicana tutti quanti sono presenze eccome
E come come può una Assemblea de nazionalizzato a fare queste fare queste cose alla procura
Un'Assemblea che non
Che non rappresenta
Ecco
E
Per quanto riguarda
Le attribuzioni affida e di garanzia a me colpisce almeno nella bozza spero che il loro con la corretta perché cala ripeto
Siccome insomma
Per natura come dire
Afro dei margini all'ottimismo spero che pareva corregga il fatto che ci ha dato non può fare i inchieste parlamentari
Siccome non può fare e che se veramente all'inchiesta parlamentare il massimo
Strumento dice indiscrezione intendiamoci tant'è vero che tutta la trentuno dicembre risultata richiesta parlamentari di per sé non costituisce una sanzione
Per il come non è un controllo politico avremo il controllo Bonisolo altre cose nel momento in cui dodici che Lino dalla fiducia quindi le escludi dal
Dal circuito fiduciario politico ebbe allora gli vuoi dare vivibile l'inchiesta l'inchiesta parlamentare gli voi dare ecco e quindi non è scritto più io spera pulite che so la
La longa Barroso sull'ufficio parlamentare di
E di bilancio che
Non l'approvazione leggi bilancio li posso capire che lì c'è il rapporto fiduciario ma l'ufficio parlo vantare il Bilancio è quello deputata per più meno ma il discorso qui si apre sul di posizione europea per
Per dire che che cosa che cosa
Come vanno i conti
I conti pubblici e poi l'inchiesta parlamentare e ritorniamo
Dal punto di prima vedo i poteri dell'autorità giudiziaria
E come eccome dei membri cosiddetti qualificati
Beh qualificati per le ragioni che ho detto così così con uno status deteriore possono avere gli stessi poteri delle autorità
Dell'autorità
Io vi sia
Ecco questi mi paiono
I punti
Su cui volevo richiamare la vostra attenzione
Naturalmente lascio da parte perché occorrerebbe io spero che il nostro Presidente lo faccio un altro compendio questo all'articolo settantadue che introdurrebbe il voto bloccato
Cioè
Il cambio vero dalla formale della forma di governo di voto bloccato
Senza che ci sia un minimo contrappeso quello che in tutti i Parlamenti europei nient'altro dal ricorso di bilancio e parlamentare alla Corte alla Corte Costituzionale con queste sono
Le ragioni
Che mi inducono qualche riserva sul sul sul disegno iscriverli non ho
Non l'ho acceduto alla presenza del nostro Presidente perché lì
Magari si
Se quella storiella che vi pare che circolava il proprietario di casa che viene chiamato dall'inquilino perché ci sono delle crepe
Dario va ad ispezionare lì l'appartamento trova l'inquilino con un pesce guizzante in mano
Dice vede addirittura trovato questo pesce allora il proprio dice io sono venuto per le crepe dell'umidità parliamo dopo
Grazie Andrea Manzella solo la parola al professor Cesare
Grazie io credo che
Sul Senato
Dobbiamo dirci un po'la verità
In Senato è sempre stato un problema sempre
A se uno legge gli atti della Costituente si accorge che il Senato
è stato uno dei maggiori temi di discussione discussioni estenuanti fra i costituenti
Il Progetto licenziato dalla Commissione dei settantacinque prevedeva un Senato composto per metà da rappresentanti delle Regioni e per metà
Di rappresentanti degli interessi delle Camere delle delle professioni
Questo era una compromesso fra repubblicani e laici da una parte sostenitore Laganà regioni e i cattolici sostenitori
Della di una impostazione più corporativa diciamo di un atto di una di un Senato corporativo
Non nel senso fascista né nel senso della
Dottrina sociale della Chiesa naturalmente ma in ogni caso questa duplice
Questa convivenza molto difficile fra queste due spiegazioni porto al fallimento della soluzione
E a uno scivolamento del dibattito tra i costituenti verso il bicameralismo perfetto
Perché bicameralismo perfetto come sapete e l'esito di un compromesso alla fine con le sinistre che invece erano per il mono cameratismo
E quindi tra quella soluzione praticamente ingestibile che era uscita dalla progetto di Costituzione e il mono Camera lirismo si sceglie il bicameralismo perfetto che
Direi fra figli i frutti dell'attività della Costituente si potrebbe definire il frutto di un compromesso al ribasso
Al contrario di quanto possiamo dire della prima parte della Costituzione
Al contrario di quanto possiamo dire anche della seconda parte della Costituzione laddove il compromesso avviene tra i fautori di una
Impostazione sostanzialmente giacobina
Della della della forma di Governo e della
E e della insomma una una chi puntava sinistra soltanto sulla rappresentanza politica della Camera e chi invece riteneva che l'organizzazione costituzionale si dovesse anche
Ispirare un pluralismo istituzionale quindi Corte Costituzionale referente le Regioni quindi litri compreso fu Arias al Senato no non fu così
E quando e e non è neanche vero che stiamo parlando del Senato soltanto a parte la Costituente soltanto da trent'anni perché nel mille novecentosettantotto
Non è neanche vero che siamo non c'è più di trent'anni
Perché nel mille nove centosettantotto non a caso dopo che il decreto seicentosedici viene approvato e quindi c'è la prima regionalizzazione che viene completata
Idem
Dati i galloni Olivier altri della Democrazia Cristiana propongono un disegno di legge costituzionale del trasformato in Senato in Camera delle Regioni e questo disegno costitutivi legge costituzionale calde
Quindi il problema cioè sempre stato e questo problema ha sempre trovato diciamo una duplice
La necessità di combinare due esigenze fondamentali la prima diciamo così negativa che è abbastanza facile
E cioè quella di dire che il Senato non vota la fiducia in Senato non è camera di rappresentanza politica in Senato non votare leggi di bilancio e così via e invece la quella l'esigenza positiva di rifornire il Senato di una giustificazione costituzionale nuova che consiste sì nel fatto di rappresentare le autonomie
Ma la rappresentanza delle autonomie in Italia è particolarmente difficile
Questi sono difficoltà oggettive che ci sono nel nostro ordinamento che è l'unico sistema nel quale per ragioni storiche e anche per la forza dei Comuni
Noi abbiamo quello che è stato chiamato una specie di
Federalismo a tre punte anziché a due insomma con i Comuni che hanno una forza incomparabile rispetto a quello che possono dire in Germania o in altri Paesi con una grande difficoltà anche di
Del garantire un accorpamento tra i piccoli Comuni che non ce la fanno
A svolge le loro funzioni e non vogliono accorparsi nello stesso tempo quindi questi sono problemi
Sono sono problemi che ci sono indipendentemente dal Senato ed è evidente però
Che nel momento in cui noi immaginiamo in Senato rappresentanti delle autonomie territoriali
Tutti questi problemi vengono fuori
E infatti si vede erano venuti fuori
Nella prima
E
Scusate il MAG inguardabile
Proposta che per fortuna non non abbiamo neanche pura abbia voluto parlare anche di guardare in un testo perché l'idea di cento otto sindaci che rappresenta acqua calda Zoli
Insomma che dovevano legiferare su battelli Stato Regioni centoduesimo francamente a vedere una cosa dell'altra volta è chiaro che qui questo testo ci ha messo le mani qualcuno che è un po'di
Che un po'di più ci capisce insomma ecco questo evidente che qualche mano cessata però siamo ancora un po'indietro diciamo così e siamo ancora un po'indietro allora io dico perché peraltro condivido
Moltissime delle cose che sono state dette soprattutto proposito della rappresentanza paritaria chiaro noi non ci troviamo
Insomma rappresentanza paritaria di delle delle Regioni
E corrisponde alla rappresentanza paritaria degli Stati e negli Stati Uniti ecco la differenza che lì il saggio di piccoli Stati eh dissero voi se non faticosi non la convenzione di Philadelphia
Non ve l'approviamo proprio quindi voi ci dovete dare questa cosa i piccoli vogliono alla stessa rappresentazione non mi sembra che il Molise e la Basilicata si trovino nel due mila quattordici nella condizione del Connecticut conta
Del mille settecento tante non mi sembra
Allora non è non è non è questo evidente che le le ragioni di proporzionalità ragionata secondo me anche utilizzando l'articolo cinquantasette per quello che già dice è una cosa sensata semplicemente abbassando i numeri
Abbate creare un criterio di proporzionalità decrescente con un minimo e poi per le regioni più
Popolose aumentare un po'il numero come avviene in Germania come avviene in altri Paesi insomma questo mi sembra una cosa abbastanza abbastanza semplice
Molto più complicato e la questione per le ragioni che ho detto prima e anche perché diciamoci la verità la derivazione non solo del Presidente del Consiglio ma anche del sottosegretario mi sembra che la Presidenza del Consiglio che ancora più
Sa al segretario dell'ANCI insomma no allora qui se considerate questa cosa più quello che dicevo prima è che un Vice un dato strutturale cioè il peso dei Comuni è evidente che questi recarci brano a fare una cosa che a noi penso pare sensata cioè
Se il Senato deve rappresentare il non solo genericamente le autonomie ma deve
Assicurare una composizione delle esigenze soprattutto fra Stato e Regioni in modo da evitare
Il contenzioso costituzionale che si è creato non solo
Per via del vigente testo del Titolo quinto ma anche perché se pure fosse riformato un contenzioso costituzionale sarebbe comunque forte perché lei materia e sono da una parte necessarie negli Stati
Chi dice che le materie non sono necessarie che si può andare solo del funzione dicendo le cose che è una forma non è informato perché la lista che magari c'è anche tutti tutti gli Stati hanno avvisato di Madeleine saranno vecchie
Negli Stati Uniti Tanduo centocinquant'anni però ci stanno non c'è niente da fare queste però sono soggette a obsolescenza interpretazione quindi controversie
Allora è chiaro che una Camera che a questa funzione effettivamente svolge però allora e tra gli enti
Territoriali che legiferano che legiferano allora lo Stato e le Regioni i Comuni potranno essere rappresentante ma in minoranza non nella stessa
Non è la stessa proporzione quindi questo è un problema un secondo problema riguarda lo stato è stato già detto io vorrei solo precisare questo per quanto mi in mi
Mi sembra necessario cioè non si può dire
Che i i rappresentanti del Senato ai rappresentanti del Senato si applica il divieto di mandato imperativo ma non rappresenta la nazione è questo non si può dire
O tutto ogni divieto di mandato imperativo per loro per loro c'è
Loro non non hanno mandato imperativo però non rappresenta e che giustificazioni costituzionali non c'è
Non c'è giustificazione allora coerenza vorrebbe di non dare al loro non assicurare al loro questa prerogativa e farne veramente dei rappresentanti delle delle Regioni dei Comuni e tipo e quindi sono irrevocabili sono revocabili
E naturalmente siderale si tratterebbe di trovare una soluzione
Per quanto riguarda il Sindaco e per quanto riguarda il Presidente della Regione ma qui c'è un'altra i criteri
Innovazione che secondo me si dovrebbe fare per ragioni pratiche però si dovrebbe fare cioè quella di prevedere un delegato perché altrimenti questi non ci vengono
Cioè una cosa molto molto pratica non ci vengono a Roma che vengono a fare
Stanno tanto da fare la non sono pagati scusate ma
Usiamo proprio
Terra terra diciamola tutta
E diciamola tutta è così non ci vengono
Non hanno il tempo ci hanno dato tante cose da fare la e allora è allora mettete un delegato e allora allora sì un delegato che significa però allora effettivamente
è revocabile e allora ci sarebbe un minimo dico ovvia come ovviamente quanto di delegati che quindi ci sarebbe un minimo un minimo di armonia altra questione è quella della
Del procedimento legislativo qui l'uso del termine barriere e francamente
Insomma proprio non sta in piedi
Ditemi voi che parere può essere un atto avverso il quale bisogna che la Camera almeno per alcune materie deve
Raggiungere la maggioranza assoluta e che prevede questa è una deliberazione
Che non si vuole
Apre la quale non si vuole usare questo nome
Perché se si vuole depotenziare il Senato questa è una deliberazione contro la quale si si può esercitare appunto la Camera può
Opporsi che vincere diciamo nella contrapposizione a maggioranza assoluta ma non è un parere parere come tale Nona gran che
Senso ma io direi CUP mettere questo termine che io direi che qui c'è un problema è stato anche toccato in parte da Bifulco
Cioè
C'è una sproporzione tra il il modo con cui ed è inevitabile eccetto si affrontano i problemi relativi all'esercizio della funzione legislativa perché si tratta di disciplina il procedimento quindi in questo il testo è abbastanza diffuso
E
La
Pura e semplice enunciazione di teste di capitolo per quanto riguarda le altre funzioni
Altre funzioni non possono essere lasciati così cioè le funzioni di raccordo tra Stato e autonomie territoriali
Le funzioni di raccordo con l'Unione europea e soprattutto il controllo sulla attuazione
Delle politiche pubbliche
Queste non sono funzioni che possono essere lasciate sono enunciate soltanto
E non è vero che si deve c'è necessità di rimandarlo I regolamenti parlamentari non avverrà regolarmente non è vero per niente queste vanno ci sono delle specificazioni che vanno apportate anche e soprattutto per quanto i dati riguardo i rapporti con altri organi costituzionali a cominciare
Dalla Corte dei conti per esempio per quanto riguarda l'attuazione delle politiche pubbliche a cominciare dai rapporti stessi con con l'Unione insomma ci sono altri passaggi altri elementi che si dovrebbero inserire per far comprendere il senso di un Senato che oltre a ad a vere quella funzione di composizione
Dei contrasti tra Stato e Regioni sul piano della legislazione sia anche in grado di esercitare una funzione di raccordo tra Stato regioni e Unione europea questo non c'è niente
Ed è un silenzio che potrebbe essere colmato io dubito molto che lo sarà nella bozza nel testo che sarà licenziato dal Consiglio dei Ministri perché i problemi mi sembra che sono di altro tipo sono
Soprattutto si cerca di difendere
La questa impostazione dal tentativo che però sarebbe davvero infelice a mio giudizio di mettere insieme i rappresentanti eletti e rappresentanti espressione di rappresentanze territoriali
Gli organi misti non funzionano e lo dimostra il Senato spagnolo in Spagna hanno problemi molto simili a quelli che abbiamo noi dal Senato
Dal mille novecentosettantotto c'è un Senato che funziona male anche perché misto
Quindi questa è un'esperienza non è un'esperienza di un paese vicino con quindi
Abbiamo molte analogiche anche sotto questo profilo specifico e quindi possiamo dirlo insomma sul piano comparatistico è così
Quindi per concludere io credo che questo sia un testo che
Abbiamo una ispirazione giustificata
Giustificata era tutto quello che ho detto credo che sia giustificata credo però che alcuni passaggi sia procedurali sia strutturali vadano sostanzialmente corretti e in soprattutto ci siano delle integrazioni da fare grazie
Grazie professor Pinelli tre nel secondo giro vorrei rilanciare la mia provocazione
Però per adesso non aveva avuto nessuna risposta
Come
Ma dopo dopo il secondo
Così
Ah va bene allora perfetto però posso parlare
Allora io
Vi avevo Walter
Allora
Cambiamo l'ordine prima gli interventi e poi così lontano il mare
Credo
Vantaggioso
Per cosa è successo
Mi alzo il nono
Bensì bella sede avvenga Raffaele
è molto diffuso
Allora
Qui abbiamo avuto tante critiche nel merito da tutti quanti di questa
Istituzione di questo modificato dal Senato io quello che vi ho chiesto all'inizio ma questo Parlamento
Delegittimato dalla sentenza numero uno del quattordici
Può
Disciplinare questa può disciplinare il Senato pompa modificare cioè perché tecnicamente lo ripeto a quelli che erano assenti tecnicamente
C'è stata una dichiarazione di incostituzionalità che la Corte Costituzionale ha privato dell'effetto retroattivo ma non attivato anche all'effetto ultra attivo
Per il futuro l'unica cosa che ha concesso è
La legge elettorale per cui a stretto rigore
Fatto questo si dovrebbe sciogliere dico di più
Nella logica della sentenza tutto ciò che
Ritarda l'approvazione della legge
Elettorale potrebbe essere considerato un elusione del giudicato costituzionale
E quindi
A parte le critiche intrinseche sulla
Sulla disciplina di questo Senato assemblea dall'autonomia eccetera eccetera il fatto che venga attinse Pato cui è una violazione
Del
Della sentenza della Corte vale a dire è una menomazione in cui per esempio
La dichiarazione dell'altro giorno di agenzie che veniva fino al due mila e diciotto ancora è
Una messaggio
Che va contro la sentenza siccome voi sapete si sono
Anche
Per quanto riguarda i conflitti d'attribuzione del precedere il conflitto può essere virtuale viene dopo comportamento quindi ci sarebbe
è ovviamente questo lo dico non perché immagino che la Corte costituzionale si metta a far fare queste cose ma nello scenario si deve tener conto perché passato un certo tempo
I senatori vengono retribuiti
Su base di cosa
Il nulla perché la legge incostituzionale dovrebbe andar via
Va bene
Però allora chi interviene allora va bene allora scusate ma non ho presentato nessuno scusate un attimo solo
Allora contemporaneamente
No no no
Allora
Qui vedo
Vedo lotte
Anzi risulti
Ferrara
O società
Cioè
Per primo
Allegretti per primo prezzo decreti
No non con cui lei si chiama
Adami mi dispiace non ricorda
Allora
Aggiorna già scritta lei
Campanella
Io
G
Jim mesi
Benissimo
Allora leggo l'ordine degli interventi Allegretti anzi donna Gianni Ferrara Azzariti Cerri ad ammicca Ciampa
Algerina permanente detto Azzariti qualcuno ma
A
Non appesi
Galleria
Allora
Noi
No non sono stato io
A scambiare aviatore l'unica non chiedono forme di concorrenza
Ma
Per noi è molto
Abbiamo convissuto dentro la stessa stanza a Cagliari per cinque anni
Allora ad ammiccante Pannella e
G mezzi bene
Allora
Umberto
Dove
Vado via io
Organico
Guarda non ho fatto vivere io apprezzo
Tende
Tuttavia
Allora va io sono fra quelli
Sono fra quelli che in linea di principio sono favorevole alla Camera territoriale vede da tanti anni che scavalca una camera territoriale c'era un Senato che sia espressione
Diretta e credo che sia espressione dei territori ritengo che il fatto che
La rappresentanza passi attraverso nomine fatte dalle giunte dei Consigli regionali non diminuisca
La presenza della su come dire la nell'esercizio della sovranità nazionale sarà semplicemente che
Coloro che votano per la Regione e che esercitano un pezzo di sovranità nazionale sia pure a livello
Territoriale sanno già è terranno conto presumibilmente
Che alcuni di loro eletti andranno a rappresentare gli enti regionali a a Roma anzi al Senato quindi non mi sembra che l'obiezione diffusa co
Che qui derogare ma la sovranità nazionale e che stima circolato se oggi qui non è stato detto diversamente
Ma anche la tua formula si avvicinava anche se dal più sottile
Che Carlo mi pare che possa essere accettata naturalmente una volta ha detto questo c'è si aprono occasioni abbiamo quindi problemi su cui voi avete
Chiaramente detto molte cose condivisibili sono l'intervento rapido che un po'
Ripetere e non può neanche motivare pienamente le poche cose che può dire
Posso solo che affermare che io ho sempre dubitato e dubito tuttora che la rappresentanza di Comuni sia opportuna la mancanza di poter Ciardi potestà legislativa
Li differenzia radicalmente dalla Regione però mi rendo conto in linea il fegato porta unità che è difficile
Lei parla totalmente ma allora va diminuita perché come avete detto molti di voi questo numero paritario rispetto a quello delle Regioni appare veramente eccessivo a parte altri problemi
Per esempio potrebbero essere resi piuttosto dei così come altre volte è stato detto dai consiglieri delle autonomie locali in seno alle singole Regioni e non da sempre di sindaci che sono un nuovo
Una nuova istanza di cui non è chiara
Probabilmente la natura
Quindi se si devono mettere va bene qualche qualche transazione si faccia su questo ma mi pare che l'Algeria vocazione sia
La alla rappresentanza delle Regioni la presenza delle Regioni che non mi pare anche se siamo d'accordo su queste cose Raffaele
Formazione del Senato che non mi pare sostituisca in maniera così troppo debole e la la Conferenza Stato Regioni e si ha quasi la Conferenza Stato-Regioni si tutela il detto Salvatore
Semmai si
Ecco no le competenze ci o due cose da dire secondo me la prima è che
La Conferenza Stato-Regioni non è idonea
A realizzare davvero un rapporto legislativo fra Stato e Regioni
Non solo perché è formata dai Governi
Ma perché è debole il suo atto è ancora perché è opaca come organo non sappiamo neanche come seguire i suoi lavori solo chi è
Proprio dentro dei meccanismi istituzionali riesce a seguirlo e su alcune materie non su altre sono organi nettamente diversi
Secondo me la commisura Conferenza Stato-Regioni che quindi può rimanere se si vuole essere anche costituzionalizzato gamma essenzialmente nella sostanza e la sera amministrativa
Alta di alta amministrazione se volete e invece il Senato che compartecipa alla funzione legislativa
Ora certo è debole le leggo delle competenze e secondo me
Del del Senato perché per esempio
Le leggi che riguardano i fatti i livelli essenziali delle prestazioni e altre leggi di questo tipo
Questo te queste norme generali di Tonino Tatò sono troppe in materia di sanità di urbanistica eccetera se ci sono e e e se si ritiene che debbano rimanere
Solo un naturale terreno di espressione del Senato anche direi con legge bicamerale
Nel senso che tale il voto del Senato come vale quello dalla Camera
Per il resto il Senato ha indetto sospensivo soltanto è quello può essere rafforzato nei vari modi
Che avete detto e insomma è un problema in un punto su cui ci si può trovare un po'più in disaccordo l'ultima cosa che voglio dire che aderisco alla tesi che la rappresentanza delle Regioni Fadda graduata come in Germania
Fra un minimo e un massimo per categorie di popolazione
Altrimenti effettivamente quasi del ridicolo che alcuni piccolissime e regioni abbiano senza rappresentanza delle grandi regioni e così potremmo dire altre cose ma credo che pochi minuti
Siano concessi rifugi usufruito oggi

Due speriamo restiamo visto alcune cose capzioso su alcune cose
Passo
Ma
Adele anzi proprio
Dunque io vorrei iniziare con rispondere all'osservazione a quesiti che ci ha sottoposto il professor Pace
Cioè a rispondere al quesito se l'attuale Parlamento posso alcun possa pare questa riforma tutti e due sono i microfoni
Così va bene si Santaniello
Sessanta meglio così
Dunque innanzitutto la prima cosa secondo il professor Pace Parlamento attuale sarebbe non solo
Invalido
Delegittimato diciamo così giuridicamente non ha seguito dalla sentenza della Corte ma sarebbe anche delegittimato politicamente
Ora quanto al primo punto a me non pare che la sentenza della Corte produca questo affetto
Per
Anche per il futuro cioè blocchi il Parlamento che non possa fare altro semmai
La legge elettorale
Infatti la sentenza della Corte
Esatta espressamente dice che per gli atti la per la sentenza non tocca in alcun modo gli atti posti in essere e ma nemmeno agli atti che
Gli atti che le Camere adotteranno prima che si snodano nuove consultazioni elettorali quindi fino alle prossime elezioni
La sentenza capisco che
Esposizione degli affetti rappresentanza che è abbastanza perché rara forse però forse non unica
Comunque la Corte questo dice Salvador non impedisce che prima delle prossime consultazioni elettorali se il Parlamento possa funzionare
Legittimamente poi se ne può fare una legge elettorale se è poco
Diminuite le il numero dei parlamentari legge costituzionale perché non può fare altre riforme
Io sono convinta che
Il Parlamento attuale possa fare delle riforme quindi sono non sono
D'accordo diciamo ogni con i dubbi espressi dal proprio il professor Pace appunto stando anche a una
Al testo della sentenza
Adesso di non si
Cercherà di essere brevissima quanto alla composizione del nuovo Senato
L'assetto
Come
Hanno detto credo tutti i relatori
Sembra preferibile
Questa la soluzione prescelta cioè dell'elezione di secondo grado e non dell'elezione diretta
Perché è meglio si lega alla rappresentanza dei territori su questo siamo credo tutti d'accordo anch'io preferisco la tesi della rappresentanza differenziata in proporzione alla dimensione delle singole regioni
Mi pare no non sbagliata l'idea quinti
Scegliere diciamo sia
Eletti rappresentanti delle giunte sia rappresentanti dei Consigli
Tutti questi personaggi che poi andranno
Al al Senato sono comunque personaggi eletti e quindi non si può dire che sono nominati scelti arbitrariamente sono comunque letto in ogni anno
Per via di questa rappresentanza disse di questa elezione di secondo grado hanno una
Una legittimazione anche politica elettorale a partecipare al Senato
Sono d'accordo sulla diminuzione comunque dei sindaci dato che non si possono escludere sono perplesso anch'io sulla sui ventuno saggi
Se si vuole però a far partecipare alla società civile non so bene a che titolo una Camera per la rappresentanza territoriale è meglio che si tratti di saggi allora se proprio vogliamo far partecipare la società civile esponenti insomma ti
Interessi
Anche culturali che che credo a un certo livello nella società
Quindi
Credo comunque
Il problema della composizione
Forse si avvierà
Non diciamo non
Non accoglierà le le istanze di coloro forse anche il Presidente Grasso che invece procuravano elezione diretta
Dei senatori
Sembra non so le opinioni che ho che
Si sono si possono registrare in materia da parte di quelli che hanno commentato specificamente a questo testo che adesso abbiamo a disposizione sono tutte a vantaggio della
Dell'eletto della composizione attuale più o meno con variazioni di vario tipo voterebbe il Senato
Comunque il potere al Senato uno alta alcuni poteri nel procedimento legislativo altri poteri in altri settori che
Di cui si potrà anche accennare dopo
Potete che esplica il Senato nel procedimento legislativo ma non parlo soltanto
Modesti
Il fatto di potere esprimere pareri indirizzi
Non è una cosa totalmente insignificante
Se poi diciamo rispetto a questi pareri che si
Si distinguono però assentare ieri
Diciamo così deboli e pareri forti Assotabacco Roversi due espressioni per semplicità anche se non sono corrette pareri forse sono quelli superabili con la maggioranza assoluta
Non mi sembra che sia con un
Una partecipazione troppo debole
Dispiace forse che pratica la prevalenza la Camera polizia cara presentati o direttamente dal popolo concreto
Se prevale la Camera rappresenta il popolo non vedo che cosa ci sia di male in questo anzi
E quindi mi sembra che il tra l'altro con i poteri forti sono previsti
Una serie di legge che riguardano al proprio i rapporti tra Stato e Regione
Quindi tutto sommato non mi sembrano si potrebbe certo tornare rito
Mario sopra singole uno
Se è una questione di terminologica che non è esatto
Ma dicevo una questione di terminologia la parola pareri in sede è un po'discutibile non quello che i giudici un sentiamo c'è un'altra maratona a
Questo tipo di partecipazione
A me tutto sommato pare non insignificante
Oltre a questa partecipazione al procedimento di formazione della legge frazionata conserva altri poteri per esempio
Nel
Non si riesce a niente perché ancora ci Presidente fare quell'attività quel coordinamento a cui rinvia questo testo che abbiamo
Poteri dal Senato nell'elezione
Del Capo dello Stato a non essere stato d'accusa
Il mantiene il Senato
Poiché elezione dei membri del CSM mantiene quel sepolto impotente elezione al Senato
Di questo ancora qui non si parla
Non mi pare marce come non si dice nulla si pensi può pensare che Alemanno specifici si può pensare però
Siccome c'è poi il famoso coordinamento finale
Quindi invece quanta agli altri poteri diversi da quello legislativo che attribuisce la stessa processo il disegno di legge
Effettivamente concordo con chi dice che sia il potere di raccordo ossia il potere di verifica dell'impatto delle politiche pubbliche
Saranno i poteri che
Non si sa bene come definire
Pur mantenendo le distinti ha un potere legislativo
E poi si sono espressi in formule troppo generiche come giudice faceva notare giustamente il professor finali non si capisce bene come si devono concretizzare
Per esempio credo proprio nella Costituzione spagnola il potere di coordinamento sono specificati zona articolati
Penso in un modo ma non ricordo sono articolate non sono rilasciati
Così nel nel nel Total nella terra che è stato tale
Quindi queste specificazione
Ho è l'ultima cosa che volevo dire a proposito dei poteri legislativi che del Titolo quinto
Mi volevo soffermare sul sulla clausola di supremazia e sulla
Nuova distribuzione delle competenze tra Stato e Regioni
Tanto questa nuova distribuzione a riacquisito allo Stato con una serie di poteri che prima non aveva diciamo una serie di materia che prima non aveva
E che erano state riacquisito dallo Stato
Da sentenza dalla Corte costituzionale anche condiviso con qualche forzatura forse
Quindi questo già esigiamo c'è questo lo Stato ha riacquisito c'è una serie di poteri per cui
Si pensa siccome gli anni acquisisce la competenza esclusiva qui non si eserciterà nessuna non ci sarà più bisogno per questa materia di esercitare una clausola di supremazia dello Stato sarà
Per rinvia permanente competente
Ho invece
Mi lascia piuttosto incerta quindi non sono affatto contrari a questa causa la che pure è rimasta
Perché perché è stata aggiunta questa caro sarà a favore delle Regioni che non si capisce bene che cosa significa allora sì la cosa sarà a favore delle Regioni
Sono indicato una serie di Fini che le Regioni possono perseguire
In materia non non parlare in materia cercherà di assicurare l'ordinata gestione del territorio adesso non ricordo bene le parole
E allora cosa vuol dire questa questa indicazione dei fini specifici
In riferimento ad argomenti vuol dire che si vuole assicurare in questo modo che alcune materie resti pur
Chiaramente affidata alla potestà regionale esclusiva perché menzionati questi fini
Oppure vuol dire che pur essendo esclusiva la competenza regionale deve essere esercitata solo in vista di questi figli
è una causa molta molta generica che
è stata
Forse deve essere meglio meditata
Non aggiungo altro grazie
Due operazioni da fare
Dei dirigenti
Sono
Sono oggetto della
Ed ero venuto qui per dove sono venuto qui per due ragioni
Ambrogio legge doveroso da parte mia
La prima ragione è la seguente
Che io ho dal giorno
Cinque del mese di dicembre di quest'dall'anno scorso
Credo al soprattutto dal tredici di gennaio
Io sono andato dicendo in giro dopo aver scritto a mano meglio due o tre volte insistendo
Su qualche
Giornale non propriamente
Di radiodiffusione non mi accogliere
Sono vado vicende che
Questo Paese sta dimostrando
Deve essere un Paese dei assoluta di assoluta deficienza
Costituzionale politica morale crimine
Per la ragione molto semplice che ha un altro sembra rappresentativo ai insomma
Un qualche cosa che dovrebbe essere
Dovrebbe essere rappresentativo della
Laccioli italiane che ed è legittimato dichiarato come incostituzionale
è il fatto che
Invece che provvedere allo scioglimento a mio giudizio atto politico avendo dovuto in quella circostanza
Questo Paese
Si contenta di avere un Parlamento deve legittimare otto costituzionalmente non accettabile che poi si mette a fare le leggi a riformare la Costituzione
Io credo che i costituzionalisti abbiano il dovere di vigilare di gridare
E si è di fronte a una situazione francamente insostenibile dal punto di vista politico civile e umana
E infatti le cose a cui si vedono
La seconda rivelazione arrivo seguente io devo confessare di essere stato
Di essere stato ok
Correttezza
Nel mille novecento
Ottantacinque ventinove anni fa che ha presentato alla Camera il deputato un progetto di legge di revisione costituzionale
Volto asseverare anzi
Ora sottolineo
Il bicameralismo
Sostituire il bicameralismo con
Un Parlamento monocamerale
Dovrei essere soddisfatto contento oggi
Che si pone questo problema no
Mille novecentottantacinque in Italia i partiti c'erano
E i partiti erano anche rappresentate come tali in Parlamento generazione
Assolutamente una contro Po una contropotere
Nei confronti del potere ha saputo trovare
Ci troviamo di fronte invece ha un partiti preesistenti e ci troviamo di fronte a una forma di governo che dalla legge elettorale
Che dalla legge elettorale dei menta per la legge elettorale che è stata proposta che fa approvato alla Camera di mente
Il Rettore forma di governo assolutistica
Lo sentiamo
Governo del Primo Ministro da parte di una
Se certa in Commissione
Che fu istituita l'anno scorso un problema Governo del parlamentare del Primo Ministro
Dimenticando ma incostituzionali sterili forse non Mollaro ricordarsene che quello aveva fondi bolle al governo del primo ministro può esattamente alla forma
Che fu usata
Vedi Bigiaretti ed in Umbria
Scusate appelli
Indicare
La forma di governo per farci unitario
Poter che ha fatto così
Forma di governo del Primo Ministro
Il fascicolo
E loro e noi abbiamo
Con
Credo di legge approvato dalla Camera ci eravamo di fronte a una situazione di questo tipo è inconcepibile
A questo mondo che si possa riformulare
Il
Il sistema
Il sistema
Parlamentare
Privando con le due Camere qualunque tipo qualunque tipo di freno nei confronti di un regime autoritario credo di no
Se fosse un muro cioè tutti trovassimo di fronte a una
Democrazia parlamentare garantita incredibile elettorale non avrei difficoltà a riprendere quel discorso che trent'anni fa facemmo in quella situazione storica
Situazione storica completamente diversa
Opposta a quella nella quale ci troviamo
Ma siamo invece una situazione di questo tipo qua
Perché insomma
Che significa eliminare il Senato
Come organo che abbia un cioè
Rivolgerti volendo giudizio politico che abbia un minimo di controllo
Quando la legge elettorale vara un potere al Presidente del Consiglio che è un potere assolutamente assolutamente incredibile tanto più
Che sarebbe un potere politico fondato magari
Sul trentacinque ossia tra le sette per cento dei voti DVD popolare
E moltiplicate primo moltiplicati che ancora per il doppio per ottenere la maggioranza assoluta alla Camera paga Brescia che è l'unico organo di fronte a questa questione
Che è di grande
Di gravità assoluta
Ci avviamo noi possiamo fare avviarci vecchio un regime autoritario
Verso veramente il governo di un uomo solo
Senza controlli
Senza possibilità
Di a fare di fermare
O di comunque di poter in qualche modo assicurare un minimo di garanzia politica giuridica agli italiani io penso di no
E penso che sia dovere stabilito un po'doveroso dichiarare pubblicamente che siamo tutti oli emergente gravissima
Di fronte a un Canton di fronte a un
Parlamento non legittimato che non viene risolto
Che non viene sciolto
E potrebbero esserlo sicuro perché in effetti come la Corte
Assoluto operare
Una legge regionale
Potrebbe benissimo eleggere un Parlamento il quale
Avrebbe tutto dalla legittimazione possibile anche
Per procedere a una revisione costituzionale consistente questo non c'è
Non accade
Continuo ma continuerà
Questo andazzo continuerà questi elusione continua della costituzione del sistema nel sistema costituzionale con
A mio giudizio conseguenze gravissime per questo Paese questa rivelazione io pensavo pensavo di doverlo fare in questa sede
Un segno di costituzionalmente vent'anni e la faccio molto molto volentieri ma anche con molta angoscia
Non voglio
Senza riserve
Do la parola al professor centri
Sono
Centri
E chi si era opposto
Molto sintetico perché poche cose ecco la pregiudiziale pace la pregiudiziale pace interessata dentro due Inter innanzitutto la sentenza della Corte con sentenza pro futuro o anche
Paolo deve essere interpretata in quel senso che dice Paceco Lanzone del sostiene con buoni argomenti che non deve essere interpretata in quel modo però aggiungere qualche altra cosa e una sentenza persuasivo imperativa
Ecco già il fatto torto che non reca in dispositivo alcun segno delle operazioni che che sostiene in motivazione significa che è persuasiva idonei interpretativa sembrerebbe
Nessuna sentenza pro futuro
Della Corte è stata tale senza recare il dispositivo qualche segno
Ma poi avrebbe il potere la Corte di escludere la
Efficacia pro futuro delle sue sette sentenze probabilmente no Silvestri stesso pure scritto sul tema ENI e proprio questo ha escluso
Come come tutto avvenga proprio a a proposito delle sentenze pro futuro ma pro futuro fino a un certo punto mai si può escludere la diciamo culla ultrattività della sentenza della Corte
Il tempo si potrebbe anche osservare prima di arrivare all'argomento conclusivo che in sostanza qui poi c'è anche un una
Tela di
Penelope perché qui si dice informo le desse vera il sistema delle elezioni ma questi si lega al Senato e dunque
Ma lasciamo perdere questo persuasiva di chi ecco questo è il punto
Per sua de ma probabilmente persuade ecco questa è la è la verità cioè io sostengo la intrinseche retroattività delle decisioni sulla verifica dei poteri prenderne perché
Fino a che la del veri il rappresentante esercitate il suo mandato tutti gli atti compiuti sono validi se
è vero fosse retroattiva nessuna
Legge ma si salverebbe perché
Le Camere un collegio perfetto si parla di collegio perfetto in questa enfasi nel senso che debbono far fare che debbono che c'è un unico una coincidenza fra il quorum funzionale e quorum strutturale si parla di collegio perfetto
In un settore debole nel senso cioè che si discute oltre che decidere
Ma in entrambi i casi
Il vizio di
Composizione vizia tutti gli atti se vizio di composizione fosse retroattivo
Faccio osservare che gli stessi problemi si presentano in maniera ancor più accentuata per le elezioni amministrative dove non c'è la verifica dei poteri delle Camere ma c'è un giudice che il giudice amministrativo sull'operazione
Ma si è sia sia detto che per il fatto che viene annullata la elezione di un
Consigliere comunale eccetera eccetera provinciale il verbale perché sono ci sono più propone con una croce o regionale dunque non mai si è detto che per il fatto che avevate questa elezione gli atti del Consiglio sono invalidi ab origine
Ammette ed è perché appunto anche questi consigli sono collegi perfetti e dunque discutono
E dunque i se non si ammette che in sostanza
La la verifica dei poteri è intrinsecamente il retroattiva e nel frattempo
Vale l'approvazione non si arriva a conclusioni con furbi alla vita stessa
Del sistema insomma questo dire
Quindi io su questo direi così
O una una critica radicale non me la sento di fare perché forse
In passato ho suggerito di elevare la Conferenza Stato Regioni a livello legislativo ciò che la giurisprudenza della Corte abbia detto che non era possibile così risolvendo una qualche
Difetto di federalismo
Qualche deficit federalistico del nostro sì sistema
Sulla legge sono breve alcune critiche a stare che sono queste cioè e c'è c'è indubbiamente questo riconoscimento del delle delle birre Valutazione impatto regolazione
Però e sembra strano che non si
Collega ad inchieste che poche le inchieste sono non solo sul sull'esecutivo ma anche sulla società siano stati inchieste sulla miseria sulla mafia soltanto sulla malavita statico ieri
A inchieste ma anche sull'esecutivo anche solo sull'amministrazione anche un controllo sulle nomine ecco questo contropotere va abbastanza
Diciamo poi quanto l'elenco di materia esso tiene conto della giurisprudenza della Corte
E qui in qualche caso mi sembra quasi anche che la rispecchia quando parla di competenze in materia di professionale perché allora di titoli professionali perché la Corte ha detto più in generale per le per le professioni liberali il servizio stanza adibita alquanto quello che avrebbe la Corte
Ciò che non mi convince ancora e
è questa
E
E questa
E non è tanto la clausola di supremazia la sua prima si clausole Bund staccate Brecht fa ma latte stretto tutte cose che che esistono
In un altro senso in altri ordinamenti nei limiti della sovrapposizione delle
Competenze però ecco quello che si smarrisce
In questa clausola è il senso invece del principio di sussidiarietà
Per cui
Ciò che si può curare bene in basso si deve curare bene in basso
E ciò che si può curare meglio in atto si deve curare meglio in alto cioè è un principio di funzionalità del sistema di razionalità non il principio di valore anche un interesse nazionale ecco questo alla fine va detto
Che si che sia suscettibile che che la sede locale sia suscettibile di
Amministrare bene dev'essere amministrato la sede no locale ecco Coco è inutile dire che la Fiera di Bari la fila di via Milano la la la la la
Venezia la Biennale tante altre cose sono
Manifestazione che trascendono niente interesse della Regione ma se queste sono in grado di farlo bene debbono come fa dopo
Laddove invece c'è ce l'ha chiamata in su in sussidiarietà
Sì giustifica al di là del valore del di ciò che si di cui si discute
Su se per l'anno per la maggiori da unità della sede centrale perché ci sono diciamo delle interferenze fra sì delle esternalità negative ossia la Jihad
Non attivate dalla sede locale o perché ancora
Ci sono nonno questo la stessa
Competenza tecnica lo stato in grado di
Il di di
Movimentare competenze tecniche più elevate delle
Regioni no e che io gli avrei chiuso
Il dottore ad anni per favore professore all'ambito insomma
A
Storia tra darmi sono l'avvocato e in questa sede diciamo rappresento anche
Un dibattito che c'è stato
All'interno dei giuristi democratici APPA questo dibattito ha dato luogo a una a una proposta
Che adesso vi esporrò in due in due parole
Però non mi sottraggo alla domanda fatta dal Presidente perché noi né al CNR qualche tempo fa affrontammo il primo dibattito sulla sentenza la Corte costituzionale
E io in due parole dissi che a mio avviso la sentenza la Corte costituzionale vi sono l'avvocato amministrativista
Ed è evidente che diciamo i vizi di sulla
Formazione l'organo non possono riverberarsi in qualche misura anche su quello che poi l'organo fa successivamente
In questo caso io diciamo in una parola che mi si al CNR
Presumibilmente il Parlamento ha evidentemente il potere di continuare a legiferare
Però forse il punto è proprio sulla legiferazione
In materia elettorale perché c'è un rischio che questo vulnus perché
Ah affligge oggi il Parlamento si trasmette al futuro perché perché un nuovo Parlamento eletto con una legge certamente costituzionale vedi quella di risulta
Avrebbe la possibilità anche semplicemente tacendo di politicamente si intende ratificare tutti i provvedimenti legislativi assunti nelle more
Viceversa se un organismo eletto in maniera viziata
Diciamo riproduce una norma si può sulla formazione dell'organismo c'è il rischio che poi qualcuno possa dire come sta avvenendo anche in questo momento che innova lamento il nuovo sistema sarebbe
Diciamo viziato dal vizio originario sulla formazione di questo Parlamento quindi questa era la mia idea all'epoca ovviamente a chi abbiamo prima parlato dell'annullamento lezioni
Delle elezioni amministrative dico pure che largamente elezioni amministrative e porta poi a nuove elezioni quindi in questo senso e professor Ferrara dice così però qui
Il non è che vanno avanti per
Per fino alla fine della della consiliatura
Comunque questo diciamo perché per un dovere proprio di
Di risposta al al Presidente di questo
Di questo incontro o voglio dire una cosa nel il dibattito dell'Associazione per la democrazia costituzionale
Di questi anni e quindi parliamo degli anni del del Governo diciamo del centrodestra aveva io mi mi permettevo di dire che insomma si evidenziava comunque
Una debolezza costituzionale cioè la Costituzione non aveva una forte tenuta rispetto a quella che poteva essere che sarà definito da qualcuno la dittatura della maggioranza
L'avete questa lettura maggioranza intera non ce l'abbiamo avuta però vado proprio per est perché abito lì anche perché non c'è mai stato ci sono sempre stati dei Governi certo denso di coabitazione
Cioè il centrodestra venti una lettura prettamente politica questo voglio dire lo confesso senza problemi perché il centrodestra comunque si è trovato su tutto negli anni diciamo di maggiore aggressività sempre di fronte un Presidente della Repubblica ha retto da una maggioranza diversa
Noi abbiamo avuto Scalfaro noto Ciampi nodo Napolitano uno e due quindi
Diciamo non ha avuto non sia mai carrellata una congiunzione astrale che ha permesso le grandi riforme però noi in realtà abbiamo ACU avuto per tutti i tempi della
Della Repubblica prima e seconda una legge elettorale che consentirà comunque la maggioranza con una certa agevolezza di fare anche riforme di porre mano anche delle riforme molto importanti vedi appunto a riformare la legge elettorale
Questo quindi gialli era maturata un po'l'idea di
Comunque agire in qualche modo una messa in sicurezza della
Della Carta costituzionale io non sono mai stato anche dell'idea della Costituzione non si tocca Costituzione si può toccare laddove c'è bisogno di difenderla
Il
Dopo le elezioni politiche quindi ben prima della sentenza la Corte costituzionale di cui parliamo
Io diciamo mi ero permesso di dire guardate che adesso da questa vicenda cioè tre partiti più o meno equivalenti
Non ne escono con la legge elettorale cioè non c'è la legge elettorale che risolva i loro problemi perché perché non c'è la legge elettorale che col trenta per cento di IVA il cinquantuno per cento meglio c'è però non riesce a fare su due Camere
E quindi necessariamente dovranno andare a toccare il
Sistema e dovrà andare a toccare il Senato questo quindi prima ancora del fatto che fosse diciamo necessaria la riforma elettorale a seguito della sentenza la Corte costituzionale
Quindi l'unico modo dico il Senato non lo posso toccare perché c'è la vecchia storia che impedì se vi ricordate quando ai tempi della
Calderoli impedì di fare una legge con un premio di maggioranza a livello nazionale anche sul Senato per il fatto che il Senato ha detto
A base regionale oggi siamo tutte persone che forse
Voi potete
Criticare meglio meglio di me comunque resta il punto che il Senato doveva fondamentalmente saltare questo punto è uscito diciamo dall'armadio
Questo cadavere del del Bundesrat perché trent'per diciamo l'Italia le cose arrivano ma quando già sono come posso dire dei composte
Arrivano e vengono approvate vengono inserite nel sistema mi spiace dirlo insomma diciamo il Senato io lo dico ma non ho nessun problema
Che a vostro dire questo questa proposta
Veramente diciamo tragica se non fosse comica
Il ma no ma senza quel qui non c'è una una lettura una lettura politica io ritengo che proprio
Non non funzioni insomma e quindi qui nascono le mie speranze anche della possibilità di un cambiamento di questa
Di questa proposta allora il
Il sistema bicamerale di camerale perfetto aveva bisogno di una manutenzione probabilmente sì ecco perché mi ricollego alla riflessione fatta durante questi anni
Di messa in sicurezza cioè è evidente che da un lato
E questo però non viene assolutamente mia personale
Ci sono delle esigenze di celerità e di Governo più snello e quindi c'era bisogno di una Camera che lavorasse di più con il Governo
Nello stesso tempo c'era bisogno di una Camera che facesse da Camera delle garanzie da camera di compensazione anche la Camera di riflessione
Però sicuramente una Camera dei dei diritti dei diritti innanzitutto politici e anche dei diritti civili allora c'era bisogno diciamo di di spaccare lato Moccia probabilmente c'è bisogno di spaccare lato nasce da un lato se vogliamo parlare in termini condominiali brevi farà rabbrividire da un lato l'ordinaria amministrazione
Da un lato l'amministrazione straordinaria da un lato qualcosa che potesse essere in qualche modo da una una governabilità della maggioranza maggioranza e qui non non ci dobbiamo
Dimenticare quello che c'è stato detto
E c'è stato ripetuto da tutti i relatori ma soprattutto sotto reato il professor Ferrara cioè non puoi scindere
Questo momento di riforma costituzionale come se fosse in un acquario al di fuori di un contesto
Politico di trasformazione della legge elettorale cioè
La trasformazione costituzionalista insieme alla trasformazione del getto Arale la legge elettorale diventa una iper premio di maggioranza perché a questo punto il premio di maggioranza che già comunque era stato dichiarato
Diciamo molto dubbi di dubbia costituzionalità
Va a dare la maggioranza molto solida in quella che diventa l'unica Camera vera che andrà a governare il Paese non è diciamo non è un diciamo
Le è è è un dato di grandissima forza però sicuramente
Questo sì Nattino ecco diciamolo definito prima con
Con l'amico Luigi Galloni diciamola chi Meli distrazione del Senato
Cioè il Senato diventa un organismo inutile dove si vanno a porre pochi soggetti dove addirittura andranno il per il Presidente della Regione Lazio manderà probabilmente l'autista come suo delegato questo è questo diciamo il punto in cui siamo arrivati
Della democrazia italiana io credo che veramente rispetto a questo anche l'accademia deve dare uno scatto d'orgoglio nel senso va bene assolutamente
Diciamo guardare al Bundesrat ma dobbiamo vedere cosa sono le Regioni italiane dobbiamo capire cosa c'è e qui è stato detto chiaramente cosa c'è nelle regioni italiane come sono lette
Le regioni italiane mi è piaciuto molto qua che è stato detto diciamo
La linea dovrebbe essere completamente diversa al Senato deve essere una Camera alta deve essere un luogo più qualificato
Deve essere un luogo che fa da contraltare rispetto appunto alla gestione dell'ordinario del bilancio della dell'IVA dal ventuno al ventidue per cento
Cioè il Governo deve avere probabilmente oggi in qualche modo questo è lo spirito del tempo e quindi e per questo questa dinamo nostra proposta ha delle difficoltà perché nello spirito del tempo cioè il fatto di consentire al Governo una maggiore velocità nell'assunzione delle decisioni
è vero poi tutti quanti sanno che realtà le leggi dovrebbero rallentare non l'abbiamo avuto poche leggi ne abbiamo avute troppe comunque sia diciamo una camera di compensazione ed ecco perché noi
Ci siamo permessi quindi assumiamo la nostra posizione come giuristi democratici
Nel dire comunque in Senato ovviamente elettivo un Senato in cui si è costituzionalizzato l'elezione col metodo proporzionale che faccia da contraltare alla Camera che invece viene detto questi nuovi sistemi elettorali con il premio di maggioranza
Da un lato la Camera del Governo diciamo
Che dall'altro il Senato che non dà più la fiducia evidentemente che però interviene su una serie di dire di leggi fondamentali non solo quelli
Diciamo motivi costituzionali ma le leggi elettorali le leggi che incidono sul alcuni diritti fondamentali previsti la Costituzione le leggi sull'ordinamento giurisdizionale
Cioè
Le leggi che attengono al cuore della democrazia e che non possono essere
Assunte da una maggioranza raccogli kitsch a che potenzialmente perché questo è il punto oggi la maggioranza con la nuova legge elettorale potrà essere formata da un venticinque trenta per cento dell'elettorato
Questo è il dato essenziale di quella che la riforma elettorale che purtroppo come posso dire ma a malincuore non potrà non essere fatta perché nessuna legge elettorale senza un grande premio di maggioranza
Ti potrà potrà portare qualcuno alla diciamo ad avere la maggioranza da solo come singolo partito
Quindi
Su questa su questa proposta naturalmente noi abbiamo predisposto insomma adesso negli ultimi giorni ci sono state richieste solo se sul campo
Da da circa un anno c'è stato richiesto di preparare un articolato abbiamo preparato questo articolato c'è stato richiesto anche da noi da dal Movimento cinque Stelle perché diciamo piano piano questa cosa per fortuna a un pochino lavorato ora speriamo insomma
Che che piano piano Simone
Grazie grazie
No
Sono Campanella Lorenzo sono studente di questa facoltà dopo tutti questi artisti interventi sembra quasi per il karaoke dopo Frank Sinatra
Però comunque l'ENI il mio intervento si tratta solo di esprimere una piccola perplessità magari qua soddisfatta nel secondo giro degli interventi cioè
Nel senso alla luce di uno sguardo unitario di tutte le riforme annunciate dal Presidente del Consiglio si può diciamo così iniziare a ben vedere un disegno politico che guardi diciamo così un primo passo verso un cambiamento radicale della forma di governo e di Stato
Di questo Paese nel senso di
Fare un primo passo di un presidenzialismo
Diciamo quasi preoccupante ed evitato forse a ragione Anzio ragione dei nostri dei nostri padri costituenti e che mi sembra diciamo che ci sia
Cioè tutte le riforme che si stanno facendo da la riforma del Senato al Titolo quinto
Alla riforma dell'articolo cento alla Costituzione
Ed altri che si sta sì stiamo assistendo veramente ad un accentramento di un potere sempre più radicato che non tiene neanche più conto
Di una rispetto diciamo così se vogliamo chiamare di un galateo istituzionale di una certa attinenza delle ratio magari non ascritte inespresse che hanno sempre diciamo così
Hanno sempre trovato spazio all'interno del dibattito politico italiano fino purtroppo a diciamo così all'inizio degli anni Novanta voi diciamo usa un po'perso ecco questa è la mia grande perplessità sotto il profilo
Grazie
Ci sono Erjon cinesi sono un cittadino di Campobasso nel Molise questa Regione stasera è stata citata due o tre volte mi sembra anche se in poco e insignificante nel contesto generale debbo dire con molto dispiacere
E stamani ho sentito su Radio tre RAI un dibattito interessante proprio su quest'argomento
Mi ha colpito un po'il parere del professore Michele Ainis che a proposito del Senato
Ci vorrebbe conservare però con funzioni differenziate rispetto alla Camera diceva che essendo le due Camere entrambe legittimate dal popolo
Sembrerebbe voler sminuire il valore del Senato rispetto alla Camera se per esempio addivenisse tolto la
Il potere di dare la
Ho fiducia al al Governo o anche di approvare i bilanci perché Max solido cose porti più importanti del del nostro Stato
E
La l'altra correlata con l'altro posso poiché mi a quell'altro
Argomento che mi ha colpito di un altro costituzionalista di cui adesso mi sfugge il nome care affermato che ma ha detto anche qualcuno
Che la TARSU
Chiedo
Sulla terra sulla
Sulla sentenza uno ter la Corte costituzionale di questa
Si diceva che non è vero che avrebbe legittimato solamente la la Consulta avrebbe legittimato il Parlamento solo a fare la nuova legge costituzionale di ma è una legge elettorale ma anche
A a operare fino a che non venga di nuovo eletto
A me sembra che la Corte abbia voluto fare un po'come ciclici salvare capra e cavoli perché se avesse delegittimato il il passato volta rammento avesse delegittimato il futuro saremmo stati veramente di di fronte ovvero colpo di stato gravissimo saremmo non nel caos generale quindi
La Corte ha fatto secondo me un una sentenza molto molto politica
E infine volevo chiedere agli allevatori se viene venisse fatta questa Camera Dei delle rappresentanti
Le rappresentanze locali ovviamente alla conferenza dell'era ingessato Regioni verrebbe soppressa credo perché credo che andrebbe a stento andrebbe sostituita proprio con con questa qui
E lei su questo io invece sono contrario perché abbiamo visto dalle Regioni che cosa è uscito fuori il marcio veramente la tutte le Regioni non se ne salvata nessuna figuriamoci quando queste acquisteranno ancora maggior potere
In una Camera che ha chiesto che sarà costituzionalizzato e quindi io vedove la mettono in futuro nero per la nostra
Italiana grazie e buona sera
Lo dico no no posso dire
Sono faccio guardi
Nella mia esperienza di senatore nella legislatura precedente
Ho perso il conto delle volte in cui
Il Senato che non era una meraviglia
Ha rimediato a delle autentiche schifezze che venivano dalla Camera
Non so se questo è un argomento a favore del bicameralismo però certo che viene da pensare che se si ragionasse davvero con il merito forse dovrebbe essere diminuita la Camera mantenuto il Senato non dico cancellata perché non mi piace questo
Questo piglio decisionista per cui
Si abolisce il Senato si aboliscono le cose si aboliscono le Province poi invece non si aboliscono ma insomma il
Se vale il principio del merito l'esperienza dell'ultima legislatura dovrebbe incide dovrebbe indicarci alla soluzione opposta
Se le motivazioni che Renzi date questa abolizione cancellazione del se riduce Sior del Senato sono triliardi
Perché sono basate essenzialmente sulla
Necessità di ridurre la spesa
è curioso questo fatto che facciamo ingegneria costituzionale riduttiva perché dobbiamo spendere di meno
Se adottassimo lo stesso criterio per esempio nel confronto Province e Regioni
Forse bisognerebbe fare anche qui l'opposto cioè mantenere le Province e cancellare le regioni che sono notoriamente la maggior fonte di dissipazione di risorse pubbliche
A me colpisce degli ultimi giorni nel piglio decisionista di Renzi l'uso spregiudicato dell'antipolitica per motivare la scelta di riduttiva del Senato
Ah ribatte dall'India ha ribadito le ultime volte che ha parlato con un piglio proprio energico
Che i politici devono rendersi conto
Che
Devo fare euro di sacrifici dopo che gli hanno invocati per i cittadini a parte che lui politico da quando si è fatto eleggere nella rappresentanza della scuola media dove stava e non ha più smesso
Ha utilizzato la per aprire la Presidenza della Provincia per saltare a Sindaco da otto utilizzato il posto di Sindaco per trattare a Presidente del Consiglio
Ma a parte questo resta il fatto che
Questa sorta di uso del pensiero antipolitico politici di una legge che lui che così
E non perché perché si deve perché si deve utilizzare un argomento così diciamo così
Volgare per motivare una scelta che dovrebbe essere
Di sistema
Voglio registrare una cosa perché io non posso non norma maestria disciplinare per proporre una soluzione di un diverso Senato
Mi affido alle cose che ho sentito qui oggi e che mi fanno riflettere soprattutto su un punto che mi sembra che se mi costringi a registrare l'abisso di distanza che c'è tra
L'attitudine critica
Disciplinare che è venuta fuori da questo dibattito dove punti di vista anche diversi hanno espresso
Una una profondità di visione e il modo raccogli Tizio i dilettanti esco con cui
Dei non in modo i fatti il carattere card raccoglitrice dilettante SCO di questa proposta
Di modifica del Senato
Nella mia esperienza di senatore ci sono una quantità infinita di discussioni con colleghi molto più esperti che avevano avuto già esperienza delle legislature precedenti
Dominava un
Un tema dominante
Per le riforme costituzionali sappiamo già tutto abbiamo già approvato tutto abbiamo già fatto tutte le audizioni io ogni tanto dicevo timidamente ma su questa cosa non si potrebbe fare un'audizione in più sappiamo già tutto quindi basta solo tirare le somme
Se questa cosa qui e tirare le somme viene da dire che proprio non sappiamo tirare le somme non
Non
Non so più che dire ecco il
Mi auguro soltanto una cosa a questo punto che
Sì si possa decidere a un certo punto che il protagonismo civile
Si senta obbligato a prendere iniziative contro questa cosa è contro eventualmente il cosiddetto premierato forte di cui si sente blaterare
Le stesse iniziative che abbiamo preso tranquillamente quando le stesse cose venivano proposte da Berlusconi Renzi sta attuando il programma politico di Berlusconi colf
Non abbiamo nulla da dire
Ci fermiamo al reperiti i dibattiti sono serissimi importantissimi ma io trovo intollerabile che
Un sindaco che è diventato libere di un partito
Tramite le primarie di un partito che ha vinto il ventotto per cento delle elezioni sia diventato l'arbitro della situazione politica italiana
Con un salto che ha qualche cosa di miracoloso cioè invece in fondo lui è un Sindaco che ha vinto le primarie perché deve essere arbitro con poteri di vita e di morte sul suo partito che gli si è consegnato in capre Tato bisogna agire
E
E e se i sinistri per esempio questa idea della sostituzione
Anche questa è una finta perché voi vi ricordate che Berlusconi
Non è vero che non aveva il potere di sostituire i Ministri mia sostituiti sei se compreso quando vi ad interim a un certo punto si esautorato riformato solo alla
Quindi la possibilità di sostituire inizi c'è lo stesso senza bisogno che sia scritta in Costituzione però questo è un particolare trascurabile
Diciamo registro la devi l'avviso di differenza che c'è dalla maestria di un dibattito disciplinare e l'infinita volgarità delle cose se
Parole da di mistificare la gioventù la velocità il coraggio devono diventare il ritmo su cui si cammina ad ora francamente meglio la vecchiaia la lentezza e la prudenza
Mi chiamo vigili Alloni sono un avvocato faccio parte della
Associazione anch'io dei giuristi democratici volevo
Ma evidenziare un paio di cose tra l'altro ecco mi riallaccio come base del del mio discorso al nulla
Alle Anna alle due
Di all'intervento in particolare del professor Ferrara e diciamo così lo propongo alla base di quel dente un paio di cose che adesso dirò molto molto brevemente
La prima cosa è un problema degli equilibri la nostra Costituzione sappiamo che si reggeva su degli equilibri
Ora questi equilibri sono già saltati con l'approvazione di leggi elettorali che hanno cambiato sostanzialmente la nostra
Struttura costituzionale e questa è la prima cosa sulla quale logicamente va fatta una riflessione dalla quale si deve partire
Per capire che nel momento in cui si è arrivati a una deriva così un
Tragica per cui est è stato necessario l'intervento della Corte Costituzionale per
Riportare
Una legge letterale nell'alveo del
La costituzionalità questo dà modo di capire a che punto si è arrivati
E pertanto qui c'è questo discorso degli equilibri e allora mi viene da dire a che cosa serve a questo punto
Sì si diceva prima si ventilava addirittura l'abolizione poi dopo adesso c'è questa trasformazione Conde per depauperamento dei poteri della del Senato e con
Un'attribuzione di di di una funzione di rappresentanza di quelli che sono degli interessi particolari di delle Regioni delle dei Comuni e così via
E allora un si chiede a che cosa serve come mai
Questi interessi che tradizionalmente con la legge elettorale che
Abbiamo avuto nella cosiddetta primari lega in realtà venivano comunque portati a livello legislativo attraverso chi attraverso i rappresentanti del popolo
Perché i rappresentanti del popolo venivano dei collegi e portavano anche le istanze di questi collegi
Ora
Casualmente almeno da otto anni a questa parte
I nostri rappresentanti non sono eletti sono nominati dalle segreterie dei partiti per cui hanno perso completamente questo questi trovavano rappresentati la rappresentatività del popolo
E quindi è chiaro che
A questo punto ci troviamo in una situazione dove la politica deve mettere delle toppe qua e là per cercare di ritrovare degli equilibri degli equilibri però in che senso
Nel senso di far sì che l'esecutivo possa comunque continuare a governare e comanda ogni hanno detto
Ah spadroneggia are senza necessità che poi ci sia un intervento chiaramente le assemblee legislative che abbia
Che abbiano una loro rappresentatività
Questo che cosa vuol dire che
Da una parte il Governo potrà due duettare con la Camera dei deputati che è praticamente la Camera di coloro che sono stati nominati dai partiti stessi
E quindi c'è necessità bisogno tra l'altro visto che
Casualmente anche successo che invece di avere due poli ce ne sono tre dunque questa idea di questo bipolarismo
Che doveva essere un'evoluzione del nostro sistema e che sappiamo invece che tornare indietro a delle logiche ottocentesche
è invece stato scalzato da questo problema è che adesso le forze sono tre e dunque bisogna trovare in qualche modo un artificio per poter riuscire a reggere una maggioranza parlamentare che possa dire sia al Governo quando il Governo propone qualche cosa
Ora chiaramente questa situazione in questa situazione si viene a collocare questa riforma del Senato allora questo punto ritorna la domanda ma che serve questa riforma del Senato
E logicamente qui lascio alla il discorso lo lascio aperto il l'amico ad Amia prospettato questa possibilità nella peggiore delle ipotesi
Sì nel momento in cui si dovesse porre mano in questo modo con questa maggioranza parlamentare con questo Parlamento eletto come si è detto alle riforme costituzionali il Senato rimanga comunque
Una forza
Una una Camera di garanzia di controllo e sia eletto chiaramente con il sistema proporzionale
Questo detto
Questo ringrazia
Sì grazie
Mi chiamò Raniero navale sono contento di parlare dopo che ho sentito anche parlare uno studente
E non solo perché dal momento che stiamo l'università sono contento di vedere che le università non ci sono solo i professori ma anche gli studenti
Ma soprattutto perché il suo intervento ci fa vedere che non c'è poi un divario generazionale su questi temi così gravi e seri
Del destino del nostro Paese il nostro ordinamento tra le generazioni prigioniere quelle
Meno giovane
La ragione per cui intervengo e questa a me sembra che
Dopo la pregiudiziale posta dal professor pagliacci
Ed è per conto del fatto che
Le pregiudiziali sono tali per cui dalla pregiudiziale dipende tutto il resto
Allora sera precisare di pace ha un senso allora una grandissima parte della discussione che abbiamo fatto qui
Oggi dall'assenso perché è chiaro che parliamo d'altro se ha ragione sì assenso quello che ha detto pace cioè collocando
La discussione di oggi e l'iniziativa del Governo dentro il contesto reale e concreto temporale
Della vicenda politica italiana come oggi si sta svolgendo allora gran parte delle discussioni che abbiamo fatto ma io mi sento un po'come
Il pesce della barzelletta di
Di di Mastella c'è insomma un pesce fuor d'acqua insomma
In che senso voglio dire questo voglio dire che la pregiudiziale di pace certamente è stata esposta in termini giuridici c'è un riferimento alla sentenza della Corte
E può darsi che abbia ragione il professor Cerri quando sempre sul piano giuridico a un'altra opinione
Ma la vera realtà è che la pregiudiziale è una pregiudiziale politica
è una precisa le politiche cioè di che cosa stiamo parlando adesso
Se è una pregiudiziale politica cella opportunità la possibilità legittimità che un Parlamento come quello che è insediato ponga mano a una radicale riforma dell'ordinamento dello Stato ponendo mano addirittura
Alla forma
Se parlamentare del bicameralismo se questo ha un senso beh allora diciamo che
Dobbiamo
Dobbiamo
Prende delle posizioni che sono comuni che sono omogenei con questo problema
Con questo problema e intanto domandarci perché oggi noi ci troviamo a discutere della riforma del Senato
Ma salme che avesse discutiamo le riforme del Senato perché ci siamo improvvisamente posti di fronte al problema del buon rapporto in uno stato composito fra le sue diverse parti Stato Regioni eccetera non tutt'altro tutto
Tutt'altro che per questo ma per un'altra ragione
Quando il Presidente del Consiglio Renzi sono c'è bisogno di Freud
Perché per capire che quella del Presidente del Consiglio Renzi dicesse il Senato non va a casa vado a casa io beh qui il problema non è il rapporto tra Stato e Regioni
Quindi è un'altra cosa non c'entra nulla c'entra la prospettiva del come si Governo di come si domina questo Stato
E la questione del Senato nasce esclusivamente da questo nasce dal fatto che il Governo Renzi Berlusconi
Nasce esclusivamente prevalentemente per fare la riforma elettorale portare finalmente in fondo una trasformazione dell'Italia attraverso la reputo una
Una legge elettorale iper maggioritario dove chi vince le elezioni comanda per cinque anni nessuno gli dà fastidio sperando che sia solo per cinque anni e questo è l'altra riforma principe che si doveva fare e d'accordo su qui nasce il Governo
La doppia maggioranza Renzi Berlusconi serve a fare
Quello che è stato
Politicamente definito vitali Cuba
A un certo punto si sono accorti si sono accorti non se ne erano accorti che la legge elettorale non si poteva fare perché guarda un po'c'era di mezzo il Senato
Perché se si faceva una legge elettorale iper maggioritaria come quella che era stata concordata Terrence Berlusconi si faceva una maggioranza alla Camera e non si poteva fare al Senato perché come sappiamo il Senato viene eletto su base regionale
Comprendi differenziate e così via e a quel punto che nasce il problema del Senato
E per quello che entra nell'agenda politica il problema di forma del Senato e a quel punto chi sedici bisogna prima toglie del Senato e poi dopo facciamo la legge elettorale tutto qui
Allora
Io insomma voglio dire e io sono Presidente del dei Comitati Dossetti per la Costituzione quindi sono abituato a ragionare diciamo il in questi termini che non solo i termini immediatamente riferiti al funzionamento delle istituzioni ma la loro salvaguardia e alla loro al loro tasso diciamo di garanzia democratica allora dico è il tema è questo
Oggi di fronte alla e che e capisco allora anche l'intervento di Grasso anche Grasso non credo che voglia dettare legge sui dettagli di come debba essere organizzata
La la la l'Senato ma anche Luigi fa un discorso di garanzia democratica
Quando esce un appello come quello
Che abbiamo letto in questi giorni come intitolato grazie certa no no non no la la la la emergenza democratica Assisi quella che ha firmato anche Grillo anch'io ho firmato non so se
E a e
Dico il tema è questo
Anche noi abbiamo degli delle opinioni su come si dovrebbe fare il Senato questa idea della Camerata c'è un bivio oltre quello che ha detto prima da anni abbiamo fatto anche un elaborato sull'elezione diretta dove per esempio Caldara in compatibilità tra l'essere Presidenti di Regioni Presidente come sindaci ed Egidi Rizzato il Senato proprio per permettere un ingresso al Senato anche di per sé ed è elettivo anche di personale
Bene degli enti locali
E c'è per esempio un progetto molto articolato e molto serio che è stato fatto da dodici anni e da Tocci che prevede il Senato come Camera alta di alta di garanzia di alta legislazione addirittura con una competenza
Privilegiata per i codici per la codificazione introducendo una terza fonte di legislazione che oltre quella costituzionale quella ordinaria quella dei codici
Benissimo questo lo discutiamo e vediamo come lo possiamo fare ma in questo momento il problema è politico problema è politico cioè andiamo avanti con l'abolizione del Senato per permettere dica inviare completamente il sistema elettorale quindi il
Lelli il rapporto tra i poteri di questo bel giorno questo mi pare che sia il problema è
Secondo me il libretto dovremmo prendere atto grazie
Ricondurre
Voglio dare atto
No lo faccio corrispondeva
Allora io ringrazio rigidità
Il suo intervento
Che però si differenzia dal mio perché
Lei parte da una interpretazione letterale della sentenza io
Bonus affinché ne inquadri da una interpretazione sistematica della sempre
Richiamo un una cosa che il mercato dei cinque anni cinquantacinque anni fa ero
Appena laureato in diritto costituzionale mio zio che era un notevole fra
Avvocato penalista bensì se c'era stata una questione di costituzionalità a proposito
Della principio del giudice naturale
Se c'erano dei giudici che venivano
Discrezionalmente
Nominati
Lui dice be Alessandro dove se l'aveva il diritto costituzionale da due mesi proprio non sapevo niente tu che ne pensi sezioni niente
è previsto dalla legge sì allora
Va tutto bene e poi invece las fuori colto ha dichiarato incostituzionale era un'interpretazione letterale della parola legge qui che cosa dice la sentenza dice mi fai leggere
No io ti ringrazio per l'appunto utenti ringrazio utilità però non non son d'accordo allora nessuna incidenza in grado di spiegare la presente decisione neppure con riferimento
Agli atti che le Camere adotteranno prima di nuove consultazioni elettorali quali quelle della scadenza del se se è nato
Questa è controlli contro logica perché allora significherebbe che la sentenza non ha detto niente perché se non vale per il passato non vale per il futuro che cosa ha fatto Anna
E allora questo
Al adotteranno nuove consultazione elettorale sono
Le nuove opere consolazione elettorale che dovranno essere fatte appena possibile ecco perché non regge perciò la mia non è
Una pregiudiziale politica e anche politica ma è soprattutto lo giuridica anche perché caro Raniero
In Italia
Va bene ormai la politica come categoria morale non esiste più e tutto atto appiattito fu giuridico non
Non esiste alla responsabilità politica se non va in galera non te ne ricordo e quindi io
Proprio
In questa logica non ho
Fatto lo citata nel di un altro articolo la responsabilità politica ma mi preoccupo soprattutto abbia la responsabilità giuridica perché se responsabilità giuridica può anche scattare
I quattrino lo stipendio dei
Dei parlamentari qualora fosse vera che qui si sta prendendo in giro il la Corte costituzionale vale a dire ripeto per concluso qui non pone non lo dico per chiarezza per carità poi lo possiamo parlare continuamente
Quando si dice adotteranno prima di nuove consultazioni elettorali sì al quartultimo rigo sistema a dire giacché rinnovo in Corte Consigli
Giovanardi abbiamo perdonato tutti quanti i peccati passati ma adesso per il futuro datevi una mossa perché può il sistema possa funzionare adesso do la parola di nuovo
Allora professor riprendiamo la seduta
Firmo anche ad altri
Sapienza una considerazione a questo microfono valido che io faccio un altro
No
Cinque autonomo
Romana concernono ma non lo lasci e quindi sono io sono
Senatur non ci sono numerosi
Ero io che è umano noi come invece è giustissimo come prima perché
Va bene allora dovrà
Allora
Ritenevo che io sono servo se osservo ormai da essi allora che facciamo se posso
Allora do la parola al professor Bifulco per questo secondo giro di non oltre dieci minuti
Dieci minuti significa altri quaranta tenuto
Veniamo alle
Quarant'
Bene
Allora per prenderò veramente pochi minuti
Iniziando con
Dissentire cortesemente da dalla posizione presso pace per me la sentenza della Corte vedete che appunto di giuristi hanno opinioni differenti da per me la sentenza la Corte abbastanza univoca
Non alle conseguenze
Che
Su legittimamente per carità autorevolmente il professore
Entrare da dal dall'ultimo paragrafo della Corte
Della sentenza Corte
Nessuna incidenza in grado di spiegare la presente decisione neppure con riferimento
Noi come dice
Scusate ho perso il filo
Eppure con riferimento agli atti che le Camere adotteranno prima delle nuove consultazioni elettorali
Io appunto sono attaccato alla interpretazione letterale evidentemente va romano così come non ripercorriamo no no per carità ne
Qual è la tua interpretazione
Cass che non incide su quello che faranno
E cioè
Che bisogna aspettare le consultazioni del due mila dieci cioè
Fino alla scadenza del due mila e diciamo Lorenzi promuoverne are no al fino a domani fino a quando durerà questo Governo però non incide
Questo Parlamento
No non sto dicendo fino al due mila diciotto sta dicendo negli atti che questo Parlamento adotta sono legittimi è un'opinione per carità
Molto discutibile assolutamente minoritarie poco autorevole
Ma
Il punto
Che mi premeva invece sottolineare era tornare brevissimamente su sulla proposta perché di questo che parliamo e su questo sottolineare un punto di merito
Effettivamente
Diciamo e il metodo quello che è il metodo con il quale si sta perseguendo l'obiettivo che lascia molto perplessi
Le parole velocità efficienza la voluta rottura
Con quanto è accaduto fino a qualche mese fa cioè il lavoro dei dieci saggi il lavoro dei trentacinque Sperti
Ecco qui c'è una completa innovazione sul punto
Che va bene per carità però diciamo la sensazione e che
La velocità possa far danni
Il
I
Un senza ritornare sui punti che abbiamo ascoltato la mia
Personale impressione e che questa rischi di essere un'occasione mancata
Fermo restando da parte mia tutto il favore diciamo disponibile verso una riforma del bicameralismo verso una composizione della seconda Camera che tenga conto degli interessi delle Regioni
Questa
Riforma per come
è scritta ora è una riforma fortemente squilibrata per i motivi che ho detto
Su questo non concordo con quello che abbiamo ascoltato in particolare dal presso le sanzioni cioè secondo me quello che concedono alla seconda Camera è davvero poco rimango fermo
Su su quello che abbiamo ci siamo sulle opinioni che ci siamo scambiati
E sottolineo un altro aspetto questo che non ho avuto il modo di che non è stato forse tranne dalla base Sanson sottolineato
Questo su questa seconda Camera
Eppure lo squilibrio è dato dal fatto che continuerà a svolgere delle funzioni di grande rilievo per altro verso e cioè
Contribuisce a eleggere il Presidente La Repubblica
Contribuisce a
Nominare eleggere i i membri del CSM
Incide sulla composizione della Corte costituzionale
Quindi per un altro verso lei fu no io mi riferivo alle funzioni legislative alle funzioni legislative liberamente povero tenete conto che in materia di federalismo fiscale
Beh il Progetto prevede la possibilità per la seconda capace su una dei di punti chiave del federalismo prevede la possibilità di intervenire solo sui commi tre cinque sei del centodiciannove su tutto il resto
Non ci mette bocca la seconda Camera e questo è paradossale quindi a questo punto di vista quello che abbiamo appena ascoltato nel penultimo intervento mi convince fortemente
Ancora una volta nella storia dell'Italia repubblicana le regioni vengono utilizzati in maniera strumentale quando c'è
I un blackout quando c'è un circuito all'interno del processo nazionale info dei del rapporto tra i partiti a livello nazionale spesso
Il la via
La via di fuga è
Sono le Regioni cambiamenti intorno all'autonomia regionale mi fermo qui e passo la parola
L'altro questo date
Ah no scambiamo
Oramai
Ormai affatto
Non una
Da intellettuale poi sulle cose pratiche abbiamo qualche problema allora io sono Antonio D'Atena
Mi ripresento vorrei fare delle considerazioni generali che traggono spunto dal dal dagli interventi che sono che si sono succeduti questa sera innanzitutto la premessa
Io sono assolutamente convinto che la Costituzione licenziato per i nostri padri costituenti nel mille novecentoquarantasette sia una grande Costituzione cioè
Una testimonianza alta del costituzionalismo dal Novecento tratto è un giudizio che non mi vede solitario in giudizio travolta largamente condiviso all'estero uno dei
Degli esempi significativi di costituzione del Novecento e la Costituzione italiana
Tra l'altro tra l'altro dobbiamo anche dire che quello che colpisce
Che è una Costituzione che nasce dall'incontro tra forze politiche diverse ma molto diverse con diversi orientamenti internazionali quindi è il segno che poi anche quando si è portatori di di valori che possono sembrare antagonisti ICI in un momento alto si parlò all'epoca di clima costituente si riesce si riesce a trovare l'accordo con soluzioni felici premesso
Ciò non significa ovviamente che non sia perfetta e soprattutto ciò non significa che il tempo non faccia sentire il suo peso anche sulla Costituzione e direi
Soprattutto dopo la riforma del Titolo quinto perché la riforma del Titolo quinto ha posto sul tappeto dei problemi che richiedevano una soluzione a livello costituzionale
Non a livello altro sia in termini emendativi di quello che si era fatto con la riforma per esempio certe sviste sulle materie erano imperdonabile in certi casi rosso se non lo so lo scritto lo ripeto anche qui
C'erano degli errori di videoscrittura
Perché l'energia nazionale debba essere oggetto di competenza concorrente nasce dal fatto che nasceva con la competenza esclusiva dello Stato poi la sender obbligata e la segretaria che ha provveduto
Non è stata incaricata di togliere il riferimento nazionale che effettivamente e ha creato una serie di problemi alla Corte costituzionale quindi
Questa
Questa è la premessa ora in relazione e sappiamo che l'ha bisogno di integrazioni
L'osservazione che faccio considerando le
Le diverse stagioni di riforma che si sono avvicendate dalla tredicesima legislatura in voi
Che fino alla legislatura scorsa anzi fino alla fine della legislatura scorsa il segno delle riforme era un segno adesso lo dico in maniera molto rozza
A dovrei essere più più federalismo cioè nel senso di rafforzare le autonomie regionali
Anche dotandolo del supporto di una Camera adeguata e la proposta Violante
Della
Del se quindicesima legislatura che nella prima parte della sedicesima legislatura viene ripresa
In modo bypartisan ci sono proposte dire pesce articolo che io seguito a ritenere una proposta equilibrata
Di Senato in uniti in un sistema con autonomia regionali legislative
Nella fase finale la bozza Monti è il segno
è il segno che
è cambiato qualche cosa
Per qualche cosa cos'è stato ricordato in questa sede il discredito delle Regioni
Cioè noi abbiamo abbia ad una serie di cose la casta adesso consideriamo i dati di opinione pubblica che poi influiscono sugli umori anche del legislatore la casta
I costi della politica la riduzione dei costi della politica diventa un tema dominante anche legato alla spending review è qualche pittoresco anche scandalo regionale naturalmente del quale l'opinione pubblica
è stata portata largamente largamente a conoscenza ora
E quindi la tentazione la una idea che comincia a circolare e che in fondo queste Regioni ce le troviamo
Se troviamo sul groppone ma se ce ne potessimo liberare tanto meglio perché io debbo esprimere un punto tanto di disaccordo frontale nei confronti di questa posizione
Perché non possiamo dimenticare
Che le Regioni sono un elemento dell'equilibrio costituzionale essenziale anzitutto c'è il primo dato che è stato ricordato anche anche anche in precedenza
Mi pare da Cerri il quale ha richiamato la sussidiarietà ce ne abbiamo passato abbiamo passato
Anni a celebrare la sussidiarietà in tutte le sue declinazioni orizzontale e verticale eccetera
E lì una cura delle cose non fatte male della riforma del due mila del due mila e e uno era la costruzione sul principio di sussidiarietà dell'allocazione delle funzioni amministrative
E debbo dire considerando anche la giurisprudenza sul punto insomma è un po'è un filone originale che si è sviluppato secondo me e non non con insuccesso e poi c'è un altro elemento
Regioni con potere legislativo sono un elemento essenziale di quella che i tedeschi chiamano la divisione verticale dei poteri
E la divisione verticale dei poteri è una divisione dei poteri che affianca la divisione orizzontale la integra ed ha una funzione di garanzia
Quindi secondo me
è
La l'esistenza di Regioni con potere legislativo che possono essere governate da maggioranze politiche diverse dalla maggioranza politica centrale a essere in sé un elemento di garanzia
Non è un caso
Che nel lucidissima e politica di smantellamento dello stato di diritto
O operata sul Repubblica di Weimar da Adolf Hitler uno dei primi passi sia stato lo smantellamento del federalismo
Lo smantellamento del federalismo perché poi si è perché dice ormai dopo la rivoluzione nazionalsocialista del popolo tedesco si è fuso fuso schiacci Borsani nona indissolubile unità e quindi è inutile introdurre artificiose articolazione
E non è un caso che dopo la guerra le forze di occupazione in Germania si battano perché venga restaurato il federalismo come si è fatto proprio in funzione di garanzia e una delle ragioni che secondo me va richiamata
Perché per le quali in Assemblea costituente si vide con favore il regionalismo con potere legislativo fa anche questo elemento elemento insomma di
Garanzia ecco di mantenimento di istituzioni
Democratiche in questo quadro si inserisce il tema seconda Camera secondo me
è chiaro in ha ricordato benissimo Cesare Pinelli che in Assemblea costituente insomma il tema seconda Camera è stato un tema
Molto sofferto e si è concluso con una soluzione con una soluzione di compromesso che poi con questa elezione regionale
Pone una serie di problemi tra l'altro dico per inciso
Non è tecnicamente possibile fare contemporaneamente la legge elettorale per entrambe le Camere se si vuole che la legge elettorale garantisca la governabilità perché per un Senato eletto a base regionale non è tecnicamente possibile questo questo è un dato
Quindi o si resta
A quello che
Che amabilmente è stato chiamato il consultare l'ombra cioè la normativa di risulta della Corte costituzionale oppure se si introducono delle istruzioni maggioritario non possono funzionare all'unisono su entrambe le carte comunque
Tema della seconda Camera
Ora la seconda Camera secondo me non è un organo di garanzia perché è un'assemblea politica anche se letta il secondo scaglione assemblea politica
Quindi o per il principio maggioritario qual è l'elemento di garanzia e il bicameralismo il fatto che ci siano due Camere che si bilancino reciprocamente
Ora però
Il problema che che si verifica in questi casi e che il sistema per quanto equilibrato e più vi vi dico la verità per mio temperamento per mia vocazione sono un cultore più delle garanzie che del momento che la decisione democratica
Però debbo anche bisogna anche riconoscere che in un sistema in un sistema poi il motore deve consentire la macchina andare avanti né altri possono essere i freni talmente potenti che gli impediscono di morte
Il CER
Tania
Si era fatta un'esperienza molto significativa in materia in materia di poteri del Bundesrat poteri che sono venuti progressivamente crescendo
è un certo punto ci si è reso conto che questo portava a quello che chiamavano un bloccate federalismo c'è un federalismo di blocco
La riforma del due mila sei ha ridotto i poteri
I poteri del Bundesrat
Allora qual è qual qual è qual è la conclusione naturalmente si deve trovare un equilibrio certo l'equilibrio quindi l'equilibrio non si trova se la situazione la posizione del Senato sia una posizione insomma
Quasi al limite della irrilevanza con alcune competenze dico di codecisione soprattutto questi poteri
Possono essere anche va bene certo pareri non è un'espressione beh comunque si può parlare anche di pareri pareri che richiedono per essere superati
Una
Un un voto o un voto a maggioranza assoluta Michael sepsi se si coniuga ecco se si coniuga
Ridimensionamento delle Regioni
Con la clausola vampiro
Ridimensionamento della seconda Camera e per la composizione e le funzioni
è una forma e lei è un sistema elettorale che rafforza enormemente la maggioranza politica il sistema risulta un se non equilibrato quindi qua Hill il tema è quello di ricercare
Delle delle forme di equilibrio che evitino evitino che si determina insomma
Del del del del delle maggioranze non si parlava nei classici nodi dispotismo della maggioranza tirannia della madre questo è quello che che dobbiamo mante mantenendo una situazione di quelle quindi evitando il blocco e io in precedenza non riprendo
La parola su questo punto qualche proposte Ina sui poteri del Senato ce l'avrei in proprio in relazione al soprattutto al rapporto
Stata Stato-Regioni e ricordando una cosa che adesso nel dibattito si dimentica oggi alla Corte costituzionale a chiedere in molti casi che ci sia l'accordo Stato-Regioni in Conferenza quindi il Senato sarebbe la sede ideale
Non per un accordo perché il Senato si debba essere un organo delle Regioni ma perché le Regioni attraverso il Senato partecipino alla legislazione
Bicamerale occorre o con l'assenso Dini Casini casi più rilevanti o comunque con un parere che se c'è il sistema elettorale maggioritario non può essere superato
Puramente e semplicemente con la maggioranza assoluta tratto molto interessante la proposta che ha fatto Raffaele Bifulco che poi di ispirazione tedesca
Cioè la proposta se c'è una maggioranza alta al Senato ci si deve richiedere la maggioranza alta la Camera
Cioè se io ti faccio la mia AICI proclami obiezione a due terzi tu non la superi con la maggioranza assoluta ma in quel caso degli averi due terzi cioè ci sono tante anti modi per per pesare queste questi incidenza sulla decisione legislativa
Accetto ma anche a quanto è stato ricordato il caso dei LEP e i livelli essenziali delle prestazioni ora sui LEA i Livelli essenziali di assistenza
La Corte Costituzionale chiede l'accordo Stato-Regioni e questa è materia di competenza esclusiva alle tra l'altro ecco questo scusate l'ultima osservazione sarebbe bene insomma quando si fanno le riforme tenere conto dell'esperienza concreta che si è maturata per trarne insegnamento cioè noi ormai abbiamo montagne di sentenze future troppe della
Corte costituzionale che però hanno destini segnato un quadro noi interveniamo su quel quadro non su un quadro astratto rappresentato da poche norme della Costituzione
Scusate adesso abitarci
Grazie
Andrea Manzella ecco dato che
Il nostro Presidente civile
Già tirato sull'umidità allora
Dico che
Questo tentativo questo suo tentativo di
Di detergenti cioè di riconsiderare delegittimato il Parlamento è di per sé come di altri illustri
I giuristi eccetera è di per sé
Bowling discende di malessere istituzionale cioè non è che giustamente
Stimatissima che
Consegnato la sua opera edile
I libri che che tutti abbiamo studiato a un certo punto si alza e dice
Detto questo io ho l'impressione che
E c'è una certa suggestione
A cui non sono insensibile di
E superare il dato letterale con con questa interpretazione teleologica liscia
Dato letterale che peraltro ha una sua
Pesantezza di pietra addirittura la Corte costituzionale ha detto
E al di fuori di ogni ragionevole dubbio cioè ha usato la formula delle sentenze penali al di fuori di ogni ragionevole dubbio dicendo che appunto non
La presente decisione neppure con riferimento
Agli atti che le Camere adotteranno prima di nuova consultazioni elettorale ma io ripeto
Apprezzo questo tentativo di superare
La la formula letterale anche se è così così risalire direzione così forte
Ma allora la sanzione dell'incostituzionalità che come
Dove in sostanza
Non
Come e fatta allora infatti il legislatore non va bene
Va bene va bene questo è uno dei temi
Vogliono avere ragione
Aiutarci ambizione sintetica come recepisce il cervice grave che ha annullato annullato la legge confusa comunque annullando la legge ma sarà una cosa che io sto dicendo che apprezzo questo tentativo di superare un ma così pesante dichiarazione costituzionale dalla Corte costituzionale tra l'altro corroborata anche dalla dichiarazione extra
è questa la certezza del Presidente della Corte
Pino dove io invece incerti spicco e in un altro
E in un'altra considerazione e cioè se noi accettiamo questa interpretazione cioè l'interpretazione per cui il Parlamento è legittimato fino a che
E nei termini in cui fa la legge elettorale questo significa che la Corte costituzionale a
Ora per allora decretato la dissoluzione del Parlamento al momento bella approvazione ad una nuova legge elettorale
Ora amarcord
Amarcord servirebbe Federico Fellini io me lo ricordo nel mille novecentonovantatré che cosa camminano centonovantaquattro che cos'è accaduto quando il buon Presidente Ciampi con cui lavoravo
Perché aveva avuto la
La la fiducia parlamentare
Di però promossa da Marco Marco Pannella ad hoc al cui Rinalda e il Presidente Scalfaro disse no approvata la nuova legge elettorale maggioritaria la sua esperienza di Governo si è conclusa
Ed è venuto a Silvio Berlusconi
Detto questo detto questo non si può dimenticare neppure un dato sostanziale questo Parlamento
E in questo Parlamento il porcellum che cosa distorto abbia storto sostanzialmente la distribuzione dei seggi
Però
Trentadue milioni di elettori alzerà al Senato trentacinque milioni alla Camera hanno votato per questo Parlamento poi il porcellum distorto ha distorto la distribuzione dei seggi però quindi io
Da questo punto di vista alla interpretazione
Diciamo storica chiamiamola così di un ricordo che ancora mi pesa che nelle sue memorie Ciampi il ritornello su questo punto ritorna su questa esperienza troncata dal fatto che c'è una nuova legge elettorale
E io su questo punto
Esprimo come dire le mie riserve sulla interpretazione
Di Alessandro
Detto questo che io vi fu mi trovo in minoranza se nel merito cioè la mia prosecco idea di elezione diretta del proporzionale vedo che
E battute imporre in Brescia da coloro che invece vedono che l'elezione
Di secondo grado esprima più esprima più il l'idea di una integrazione della rappresentanza politica generale attraverso l'interpretazione una in rappresentanza politica
Degli degli enti regionale e quindi
Come dire
Rimango della
Della mia Della Mea cosa però insomma
è e chiaro che che
Che queste cose
Insomma un certo tipo di di ragionamento si dovrà
Si dovrà accettare insomma oggi vedevo che Massimo Luciani e il nostro amico e collega
Tentava un compromesso tra elezione diretta ed elezione indiretta dicendo beh i consiglieri i Consigli regionali invece di eleggere nel proprio seno
I senatori territoriali e le ve lo posso leggere in una lista estenda che
Tentativi compromissoria e credo che questo Telti questi compro call tentativi compromessi ho l'impressione che
Che
Probabilmente nei prossimi giorni dobbiamo andare tutti e qui ecco il mestiere del giurista da seguire sarà chiamato
Impieghi in pieno e diciamo procedendo Perini esse perché siamo in situazioni di crisi ora continuano ad arrivare notizie
Abbastanza
Preoccupanti sul Consiglio dei Ministri in cui insomma ci sarebbe
Una una fortissima una fortissima grazie un
Deserto dei fortissimi dei fortissimo

E e già è già passato
Cento
Tanto vale
A ho capito quindi il cosa è stato centoquarantotto quarantotto senatore quindi queste storie
Uno ventuno di
In
Competere competenze però in materia
C'era nato a Roma entrato riduco quindi al passaggio il disegno e allora
Venti
Nel mondo
Allora uno
Abbiamo
Va be comunque su questo qui è chiaro che ho l'impressione che come qui difficoltà nel Consiglio dei Ministri si produrranno
Se il Procuratore del Senato e quindi e
Ci dobbiamo preparare un po'tutti a a trovare delle soluzioni
Di di compromesso perché non penso che così come con con la posizione di fiducia possa possano possa passare perché sarebbe
Veramente un'espressione di quello che
Si chiama il regime Parlamenti sia tale in cui così
Cui e i cui in cui cadremmo ecco io volevo dire solo queste
Queste cose con un'ultima osservazione beh un disegno di riforma veramente forte e avrebbe dovuto dire qualche cosa sulle regioni a statuto speciale
Il silenzio
Il silenzio e con
E allora
E allora questo
Questo quei
Sicilia e questo crea crea un pesantissimo dubbio su quella che è la forza propulsiva di questo disegni di legge al di là di tutto quello che abbiamo detto grazie
Cioè Serinelli io non parlerò né del Senato al netto delle Regioni nei del procedimento legislativo parlerò
Della di quella che è stato affidato la pregiudiziale del nostro Presidente però se avessimo parlato della pregiudiziale francamente non avremmo parlato del Senato
Che era l'oggetto del nostro incontro dunque mi sembra giusto che merita prima giro abbiamo parlato
Del Senato nel secondo io condivido quello che è stato detto da prima da delle anziane poi da Gusto Cerri
Per quanto riguarda uso Cerri l'argomento che del la distinzione che fa attratte
Efficacia persuasiva e e descrittiva delle decisioni dove evidentemente l'efficace descrittiva farne dispositivo mi sembra un argomento tecnicamente ineccepibile per per dire che appunto non avendo la Corte nel dispositivo detto nulla proposito gli effetti futuri evidentemente vuol dire che restano fatti salvi i poteri del Parlamento attuale
Non c'è dubbio che c'è un non detto però in questa in questa parte
Non a caso subito dopo questo passaggio si fa una specie di inno al principio di continuità degli organi costituzionali
Allora qui c'è un elemento
Mi sembra insomma la sentenza iniziata con un inno i diritti dell'individuo diritto di voto e finisce con un meno al principio di continuità dello Stato dottor
Le due cose non è che sono proprio
Perfette non è che c'è un funzionamento proprio poco
Però il non detto e questo la loro anzi a era chiaramente quella di garantire appunto
Che mai potesse essere
Potesse essere venire meno no la continuità in base a una giurisprudenza costituzionale tutto del tutto consolidata e però si trovavano di fronte
Invece a un annullamento
Questo il problema allora dovuto mettere insieme queste due cose calcare la mano come ecco perché si legge
Fuori da ogni ragionevole dubbio è chiaramente un calcare la mano che dimostra
La la difficoltà a perché quando uno calca la mano vuol dire che è in difficoltà che non si trova a suo agio permettere insieme capra e cavoli perché certamente di lì c'è il problema di mettere insieme l'annullamento
Della della legge che ha avuto applicativa certamente però la Corte sapeva benissimo avremo mentre il cui schema quella sentenza che una legge totalmente proporzionale come quella emersa dalla sua sentenza
Avrebbe diciamo così frustrato qualsiasi di che intento di riforma
Che pure in Parlamento direi in questo caso quasi all'unanimità
Aveva espresso nel corso di tutte le la legislatura pur nella sua totale impotenza questo è il problema
Noi ci siamo trovati di fronte all'impotenza del Parlamento
Che è la causa che causata dall'impotenza il anzi dall'assenza di tutti no in questo allora
Qui credo che noi dobbiamo possiamo posso introdurre un secondo passaggio
Che riguarda gli altri temi che sono stati toccati che sono temi più diciamo così
Possiamo dire di politica costituzionale
Vogliamo usare questa espressione usiamo questa espressione
Allora
Insomma noi non veniamo da un'epoca
In cui la democrazia in Italia a funzionato secondo regole
Consolida anche accettati da tutti in cui soprattutto le visioni della democrazia che abbiamo avuto non sono state in discussione
C'è stata una visione molto semplificatrice della democrazia che non è quella della democrazia costituzionale
Basata sostanzialmente sull'idea che chi vince prende tutto
Questa idea a perso questo veniamo da venti anni in cui questa idea è stata proposta e a
Eccesso
Perché gli organi costituzionali di garanzia il Presidente della Repubblica la Corte costituzionale
I giudici le Regioni e il corpo elettorale nel referendum costituzionale del due mila sei non hanno fatto passanti questa idea noi veniamo da questo
Non veniamo da
Per così dire dalla Svizzera e veniamo da una situazione di questo tipo
Una situazione molto grave perché c'è stata una forte contestazione della democrazia costituzionale in nome di una idea molto semplificata di
Grazie molto semplificata certamente non conforme ai principi costituzionali
E questo è stato un successo
Vogliamo dire un successo nonostante nonostante quello che era successo il vuoto dei partiti
Perché e quest'questo è stato il problema come mettere insieme il vuoto dei partiti
La visione che sembrava raggiungere la maggioranza anche del corpo elettorale in alcuni momenti a favore dell'idea
Di una democrazia
Dittatura della maggioranza sostanzialmente democrazia maggioritaria semplice
E la presenza di una Costituzione che invece diceva tutt'altro evidentemente questa idea della Costituzione avuto sostegni e non soltanto da
Quattro aristocratici mi dispiace non è così avuto il sostegno della maggioranza di emulazione italiana e di tutti gli organi costituzionali che di volta in volta li sono trovati ad applicare la Costituzione
Questa e la nostra storia che
Pare essersi
Conclusa da poco pare essersi conclusa da questa è la situazione ogni speculazione sul futuro relativamente a
Giovanni leader
Sì quali non mi sembra francamente che abbiano minimamente a che fare con questa idea mi sembra un po'prematura
Un po'prematura tutto qui
Allora una brevissima risposta
A
La mia pesare
Perché io come voi sapete
Tante cose dello spirito credo nel costituzionalismo garantista ovvero costituzioni sono positivo per cui un'interpretazione della sentenza che mi fate voi
Non mi va giù perché per me e contraddittoria come Corte costituzionale
Che dichiara una legge ma fa salvi gli effetti sia per il passato per il futuro allora che servì
Dice dice Cesare lì
Non si dice nulla nel dispositivo che ci deve essere il contenuto dispositivo Turner centotrentasei gli effetti vengono dalla Costituzione non vengono meno
Mi sono in alcun nelle sentenze manipolativo eccetera e c'è bisogno di qualche cosa questo non mi preoccupa
Sull'altra tesi proprio ieri ci avevo pensato molto perché
Avevo detto ma ma questo quesito però deus ex machina del principio necessario di continuità
Può salvare tutto
Io
E io scrissi non può essere il succedaneo del difetto di elezioni cioè può servire
Per due mesi per tre mesi per quattro mesi ma quando
Il principio della necessaria in continuità significa che per cinque anni non si fanno elezione
Queste Longo parliamo ente locale
Arrivare o cromo all'avvio
Panel di Honda deve dire fosse chiaro quello che voglio dire
Non è chiaro cioè
Io dico
Voglio dire no voglio dire
Sono d'accordo contente sull'importanza e non poteva non essere così della richiamo del principio della
Continuità del
Ma della doverosa continuità delle istituzioni
Punto Pomponio
Questo e
Diciamo così un meccanismo una stampella concettuale che serve per colmare il vuoto che altrimenti ci sarebbe tra
La
Da Giscard d'azione dell'incostituzionalità e
Il giorno del successive elezione giusto ora
Queste successive elezioni possono anche venire nel due mila diciotto per me no perché allora
Perché
Una stampella concettuale è una cosa che ti serve per un mese per due mesi così come il ma non per sei anni
Se ne va via e la democrazia scusa
L'ha detto bene
Quindi cioè
Non si di fronte ad una sentenza che ha dichiarato l'incostituzionalità dire di una legge che non rispettava la rappresentati vita noi andiamo avanti con senza la rappresentatività florido va bene comunque mi fermo
E chi è eletto
Ma Napolitano
è chiaro ma ma ma ma scusa tanti io non dico che Napolitano
C'è oggi deve essere la premessa e qual è la premessa
Ci deve essere la premessa che è dato come dicevo all'inizio
Dal
Dal
Dall'evitare per esempio fanno la legge sulla
Sul Senato per non fare la legge delle
Come
Se