31MAR2014
dibattiti

Le conseguenze di Francesco

DIBATTITO | Roma - 18:02. Durata: 1 ora 32 min

Player
Presentazione del nuovo numero della rivista italiana di geopolitica Limes.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Le conseguenze di Francesco", registrato a Roma lunedì 31 marzo 2014 alle 18:02.

Dibattito organizzato da Limes Club Oltretevere.

Sono intervenuti: Liberio Andreatta (sacerdote), Piero Schiavazzi (presidente del Limes Club Oltretevere), Antonio Spadaro (sacerdote), Vincenzo Paglia (arcivescovo), Laura Boldrini (presidente della Camera dei Deputati, Sinistra Ecologia Libertà), Lucio Caracciolo (direttore della Rivista di Geopolitica Limes).

Tra gli argomenti discussi:
Cattolicesimo, Chiesa, Clandestinita', Corruzione, Cristianesimo, Diritti Civili, Diritti Umani, Divorzio, Famiglia, Francesco, Gesuiti, Immigrazione, Lampedusa, Limes, Omosessualita', Parlamento, Periodici, Politica, Sicurezza.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 32 minuti.

leggi tutto

riduci

18:02

Organizzatori

Limes Club Oltretevere

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buonasera a tutti diamo inizio
A questa manifestazione straordinaria straordinaria per
Molte ragioni
Sia perché
Da persone di cui si parla è una persona straordinaria
Sia perché i relatori cominciando dal presidente della Camera sono personaggi di primo piano
E anche per il luogo dove ci troviamo qui possiamo dire di essere alle periferie del Vaticano
Questo è previsto che è di moda parlare di periferie voi sapete che è lo Stato della Città del Vaticano e composta dalla città che il cuore di San Pietro e poi una serie di immobili che sono
Periferia dello Stato e della città che siamo nera
Extraterritorialità quindi siamo nel luogo più adatto per
Parlare di un tema di un argomento
Che
A soprattutto nella fantasia Dipierro schiamazzi una serie di sfaccettature
Poliedrica che
Geometri e che
Di
Cerchio triangolo eccetera se chi segue un po'
Dei suoi interventi di rimessa è abituato a
Conoscere il linguaggio di Piero bene benvenuti nel Palazzo ma Sky Marescotti
Già Palazzo del Vicariato di Roma
Fin dai primi anni del Novecento Pio decimo venendo da Venezia volle creare alla sua Curia diocesana
E
Quindi nacque qui il vicariato rimase fino agli anni Cinquanta quanto un altro Patriarca di Venezia Giovanni dicessimo terzo Roncalli lo ha trasferito prima nel palazzo
Delle Congregazioni e a Trastevere poi definitivamente nel Palazzo lateranense a San Giovanni che indeboliamo oro
Credo buona serata
Allora
Visto che il Papa dice che le periferia devono essere belle questa una bella periferia per rimanere in tema con quello che ci ha appena detto monsignor
Andreatta
Prima che i relatori ci parlino delle conseguenze di Francesco una prima conseguenza ce l'abbiamo già tutti sotto gli occhi ed è nella rapidità con cui da quando abbiamo cominciato pochi giorni fa diffondere l'invito
Questa sala sia riempita costringendoci a duplicare poi a troppi precari gli spazi mi scuso
Del disagio che questo può valere
Arrecato del resto Time quando ha consacrato Francesco uomo dell'anno ha detto che ciò che più colpisce è la velocità con cui cattura l'attenzione noi questa sera come aggravante
Oltre alla velocità e la capacità di catturare l'attenzione
La fascinazione di Bergoglio abbiamo l'aggravante o il valore aggiunto la ricordato monsignore dei relatori
Dei quali è
Uno in particolare è anche autore di Limes e mi riferisco al padre Spadaro del resto se Bergoglio dice che i gesuiti devono essere uomini del Limes tra uomini di frontiera
Come fa un gesuita sottrarsi all'invito che gli ha fatto molto Caracciolo di scrivere di lasciare
Una intervista ma quella che più
Quella che è più un rileva in questo caso è invece l'intervista che l'ha reso famoso in tutto il mondo e che il diciannove settembre Francesco ha rilasciato all'Hui perché in questa intervista il Papa
E in un clima ed enuncia una sua teoria del Limes le frontiere dice Francesco non sia domestica ma è una tentazione che la Chiesa spesso la convegnistica
Ecclesiale e piena di frontiere
Addomesticate quando sette anni fa abbiamo fondato con Lucio Caracciolo il Limes club Oltretevere ci siamo dati come regola che fossero incontri sulle Limes
Al confine come questo palazzo vicinissima alle istituzioni ma Vaticano al confine non tra due Stati perché il confine tra Italia e vaticane di più è un confine tra due mondi
E fossero incontri sulla Limes e cioè sui temi
Sollevati con molta verità storiche giornalistica dalla rivista italiana
Di geopolitica voi sapete che Bergoglio un chimico è diplomato in chimica la condizione perché questa formula funzioni e di avere dei buoni reagenti cioè che i relatori ecclesiali siano
Dei religiosi coraggiosi siano degli ecclesiastici veraci
Da autentici stasera abbiamo una buona coppia a questo tavolo monsignor Paglia e padre Spadaro il quale
Proprio per essere verace alla domanda di Lucio Caracciolo
Qual è il Progetto di Bergoglio risponde con molta franchezza credo che non lo sappia testuale se avete letto credo che lo sappia nemmeno il Papa che per uno che viene visto dal mondo intere in questo momento come la guida non è molto rassicurante
Questa risposta che
Però debbo testimoniare fu la stessa impressione che il cardinale Bergoglio fece a me undici anni fa stasera ci sono molti diplomatici della Farnesina quando la Farnesina l'incarico di organizzare a Buenos Aires restituita gli hanno di cultura
Un meeting sulla dottrina sociale della Chiesa io assegna il tema al cardinale Bergoglio scegliendo un titolo geopolitico io la porto sempre con me
è un inedito questa relazione che mi consegnò all'arrivo Buenos Aires il cardinale Bergoglio che allora io chiamavo Gregorio adesso possiamo tornare a chiamarlo all'italiana
E mi sorprese perché quando io rivolgendomi a Luino Assemblea presenta come stasera
Dissi che sia di buon auspicio per monsignor Paglia dissi Eminenza Duc in altum dove può andare nel terzo millennio spinta dai venti di Buenos Aires dal venalità dove può andare dottrina sociale della Chiesa
Lui mi risponde
Mi rispose la cosa mi colpì molto
Quasi assumendo una dose omeopatica di relativismo sa per un cristiano la storia relativa
Mi rispose con una professione di fede nel relativismo che oggi stiamo soluzione di dose omeopatica nel metodo non nei contenuti
Però questo non ci esime mi disse da prendere il largo do la parola padre Spadaro chiedendo allora a questo punto sulla base di queste premesse
Se è vero come tu scrivi e dici che le conseguenze a Francesco le conseguenze del si aggira servono per riflettere capire poi come deve proseguire e delle conseguenze esposte in questo libro quali spunti da queste conseguenze possono venire
Per suggerire a Papa Francesco quindi quale può essere il ruolo attivo di questo volume di Limes per suggerire
I prossimi passi
Domanda impegnativa
Ma devo dire il tema il titolo di questa di questa di questo libro di questa rivista libero è un tema estremamente impegnativo perché in realtà la domanda che mi sono posto è la e quali sono le conseguenze per me
Io penso che sia impossibile riflettere sulle conseguenze di Francesco come delle conseguenze oggettive no distanti non coinvolgenti
E quindi mi son detto che cosa quest'uomo ha prodotto in me
E io non ho la risposta ancora definitiva ci sto pensando ne riparleremo magari più in là però posso dire che ha avviato un processo cioè sta cambiando una sensibilità
Quello che posso dirvi è che nel colloquio che ho avuto con lui in occasione della intervista ho capito che la chiave del pensiero di Papa Francesco
Non è nella seconda parte di questa intervista come molti giornali hanno scritto mai nella prima quando parla dei Gesuiti perché parlando dei Gesuiti parla disse
E lui mi ha detto il gesuita deve essere una persona dal pensiero incompleto dal pensiero aperto il gesuita pensa sempre in continuazione guardando l'orizzonte verso il quale deve andare avendo Cristo al centro
Quindi un uomo dal pensiero incompleto
è un un uomo dal pensiero aperti tono che prudenza sempre in continuazione guardando l'orizzonte quindi questo è il modo di pensare due io stent in
Di Papa Francesco
Quindi il Papa ha un orizzonte non ha un punto di arrivo
Per lui l'intelligenza e sempre storica
Vive di una dialettica intensa con la storia quindi il Papa Francesco non ha un progetto come dicevo lo confermo
Non ha delle idee chiare e distinte quindi non vive su un piano di teorie da applicare alla storia un piano di idee che devono plasmare la storia stessa ma al contrario semmai a un disegno
Cioè ha un'esperienza spirituale vissuta che prende forma per gradi
E che si traduce in termini concreti in azioni a volte molto rapide a volte molto lente
Ma c'è una differenza radicale tra Progetto e disegno e visione
Quindi non ha una visione a priori che fa riferimento a concetti chiarite ma un vissuto che fa riferimento a tempi luoghi e persone quando parlo di tempi luoghi persone
Dico una triade di elementi che sono di Sant'Ignazio l'espressione del sua
Tempi luoghi azioni
E dunque non astrazioni ideologiche il Papa una persona radicalmente anti-ideologica
Una persona che non è neanche lontanamente sfiorata dalla ideologia proprio perché a questo rapporto viscerale con la storia
Quindi questa visione interiore non si impone sulla storia con quello che vorrei comunicarvi questa sera cosa molto semplice il modo di pensare di vergogna
Quindi
Poi su questo si può ragionare sulle conseguenze no e quindi la questo che mi affascina poi realtà
E che mi sta cambiando
Quindi non si impone una visione che non si impone sulla storia cercando di organizzarla secondo le proprie coordinate ma si inserisce nella storia concreta degli uomini si svolge nel tempo
E ci sono due momenti in cui lui vive due due luoghi
In cui lui vive questa dimensione la preghiera che apre sostanzialmente chiude la giornata
E il col dialogo quindi lui vive a Santa Marta non per povertà detto più volte l'ha detto nell'intervista ma perché a Santa Marta incontra la gente Po chiedere può
Può telefonare può incontrare persone prendendo un caffè sceglie le persone con cui sedersi a tavola pranzo e cena quindi a una libertà di movimento che gli permette il confronto
E a un certo punto lo anche provocato durante l'intervista ne abbiamo parlato in Gesù ditemi se non abbiamo parlato nell'italiano nello spagnolo ne ho parlato una lingua
Che che permette di capirci
è un certo punto gli ho detto ma lei prende le sue decisioni secondo il terzo tempo chiaramente nessuno ha capito solo questo
Cosa voglio dire ma per Sant'Ignazio il testo del terzo tempo direzione consiste nel ponderare ponderare gli elementi razionalmente
Ebbene fare così quel bene fare così allora lui mi ha risposto subito immaginavo questo assolutamente no secondo il secondo tempo
E che cos'è questo secondo tempo dice Sant'Ignazio gli esercizi spirituali numero centosettantasei
Quando si acquista molta chiarezza e conoscenza mediante l'esperienza di consolazioni e desolazione e per esperienza del discernimento degli spiriti cioè quella che l'arida dicono sì niente uno
Che viene da una relazione profonda con il signore che si traduce
In delle mozioni affettive cioè il modo di decidere del papà non è freddamente razionale teorico astratto
Macché fare direttamente con le mozioni spirituali cioè a che fare con la spiritualità quindi da un punto di vista direi di coerenza intellettuale se non sia fede non si può capire come agisce quest'uomo
Mi spiego cioè possiamo dedurre delle teorie a posteriori però se ci poniamo fuori da un'ottica di fede possiamo fare più di ruote perché non ne comprendiamo non ne comprendiamo i passi la direzione
E questo quindi rende estremamente complessa la valutazione del pontificato di Papa Francesco
Quindi la ragione che sceglie
E piena di affetto e si interroga sugli affetti per esempio Papa Francesco ha molto colpito questo me lo me lo ha detto un paio di volte forse addirittura di più da la logica della paura
A volte mi ha detto ma di cosa hanno paura
Questa espressione cioè lui ritiene che a volte noi prendiamo delle decisioni importanti non sulla base della libertà interiore ma sulla base di una paura
E
E quindi ci spostiamo più sulla logica della necessità e della sicurezza piuttosto che sulla logica della libertà
Durante l'omelia della Messa di Santa Marta del dodici giugno scorso queste omelie così strana
Ma così precise in fondo la fucina del suo pontificato sono le omelie di Santa Marta
Lui ha detto l'ora del controllo c'è l'ora del compimento della legge l'ora in cui la legge arriva la sua maturità
E la legge dello spirito questo andare avanti su questa strada e un po'rischioso ma è l'unica strada della maturità per uscire da i tempi nei quali non siamo maturi
In questa strada verso la maturità della legge che viene
Proprio con la predicazione di Gesù c'è sempre timore timore della libertà che c'
Cita lo spirito e incredibile questa cosa
Dice noi siamo giocati dalla paura la legge dello spirito ci fa liberi e questa libertà ci dà
Paura perché abbiamo paura di confondere la libertà dello spirito con un'altra libertà umana
E
Hai parlamentari durante la Messa del ventisette marzo non lo scorso a proposito dei dottori della legge
Ha detto questi hanno sbagliato strada hanno fatto resistenza alla salvezza di amore del Signore e così sono scivolati dalla fede da una tipologia differente a una teologia del dovere
Dovete fare questo questo e questo e Gesù dice loro quell'aggettivo tanto brutto ipocriti
Tanti pezzi si ricorda esatto
Tanti Besio prime enti legati sulle spalle del popolo e voi nemmeno con un dito ritoccate ipocriti
E qui importante hanno rifiutato la mole del Signore e questo rifiuto ha fatto sì che loro fossero su una strada
Che non era quella della dialettica della libertà che offriva il signore ma quella della logica della necessità dove non c'è posto per il signore
Dentro queste parole c'è un contenuto fortissimo perché in realtà qui fa riferimento i suoi ampi studi emiliani
Perché il Papa anche un grande filosofo ma questa
Questa cosa si conosce poco
Quindi poi apriremo gli scrigni della sua conoscenza e in maniera così semplice e diretta ci fa capire come la logica del Vangelo scardina la logica della necessità che Diana
Ma propone un altro approccio alla realtà che una logica di libertà che impedisce di costruire delle frodi Max
In questo senso non scritte a priori il cammino camminando saprà il cammino il cammino si apre camminando quindi qualcuno mi chiedeva facendo delle brevi interviste prima di questo incontro quali sono le conseguenze di Papa Francesco
L'unica conseguenza che io posso nominare e l'apertura di processi
E tutto aperto un cantiere aperto
Quindi l'unica conseguenza veramente registrabile e questa
E il Papa ma fare questo perché appresta aprendo una serie di discorsi non chiudendo lì
E quindi in altri contesti per esempio quello statunitense dove so sono molto abituato i alla chiarezza alla normano alla precisione questo viene a volte interpretato come inconcludenza o confusione
Ma il Papa genera volontariamente questa confusione diciamo perché apre discorsi senza chiuderli
Per esempio evangelica o di un lui parla di conversione del papato
La enuncia ma non dice che cosa consiste oppure parla della disciplina dei sacramenti
Voi sapete in Argentina adesso ci sarà un battesimo se ne sta parlando un po'sui giornali
Di una di un bambino di una coppia lei spiccano proprio omosessuale e quindi questa cosa dicevano non sarebbe stata così facile
Se non ci fosse stato il magistero di Papa Francesco alle spalle che ritiene il battesimo sacramento fondamentale che non si può rifiutare fino al momento in cui la persona chiede per suo figlio il battesimo
Questa è la cosa non rifiuta abile ma quando parla quindi della disciplina dei sacramenti si fonda sui pali della Chiesa troppo e non dice concretamente che cosa
O ancora il ruolo della donna ne parliamo punto centoquattro dove appare
Proprio una prospettiva di visione ma non dice le conseguenze concrete perché questo ecco la conseguenza di Francesco
Perché le vuole mettere in moto una dinamica in tre ecclesiale non solo ecclesiale ma certamente intercluse Aleppo e diventa contagiosa come stiamo vedendo
E
Di dialettica di dibattito quindi stiamo assistendo per esempio a cardinali che espongono tesi diametralmente opposte senza problemi di fatto
Senza problemi problemi ci sono evidentemente però nel momento in cui si esprimono tesi opposte i problemi ci sono
Però intendo intendo dire che e questo avviene e questo a suo modo è una ricchezza perché c'è una
C'è un confronto che arricchisce il dibattito ecclesiale
Allora
Il Papa stesso ritiene che interessante questo aveva giudicato di uno bloccate mi quando il mio tempo ovviamente finisce e a governare
In questo cammino di dare il Papa ritiene che esso stesso magistero non possa essere questo lo dice lui una parola definitiva e completa su tutte le questioni che riguardano la Chiesa il mondo evangelica o di un numero sedici
Cioè la sua parola il Papa dice che la sua parola non può necessariamente essere definitiva o completa su tutte le questioni che riguardano la Chiesa
E il mondo intero una cosa che mi ha colpito questa esperienza biografica il Papa incontrato i superiori generali degli ordini religiosi maschili
E papà mi ha telefonato due giorni e due giorni prima dicendo riguarda non ho alcuna intenzione
Di fare discorsi né di ascoltare discorsi vorrei facessero delle domande vorrei rispondere a queste domande ci puoi venire per prendere delle note cosa che ho fatto e poi sono state pubblicate su Civiltà Cattolica bene
A un certo punto un un superiore generale mi pose una domanda non ricordo più esattamente quale ha sì la domanda era che senso ha che
Il settanta per cento dei religiosi oggi proviene da Asia e Africa
E lui disse innanzitutto questo fatto è molto importante e quindi non capisco perché a Roma i luoghi in cui le congregazioni degli ordini vengono gestiti
Abbiamo un personale cioè religiosi per la maggioranza provenienti da Europa il Nord America quindi se invece il settanta per cento idee d'Africa e Asia
Secondo perché dice lei mi fa la domanda perché la mia risposta è non lo so
Allora io sul momento ha detto il Papa ha risposto dicendo non lo so allora questo coraggio di dire non lo so
E innesca un processo
Cioè non è un muro di fronte al quale e poi bisogna fermarsi ma innesca un processo di riflessione che interroga i religiosi stessi e la Chiesa stessa capire qual è il senso
In positivo e negativo se vogliamo
E
Come anche e consapevole il Papa che la Chiesa evangelica o di duecentoquarantuno non dispone di soluzioni per tutte le questioni particolari
Allora le conseguenze quali sono le conseguenze sono che abbiamo davanti un pontificato profetico drammatico e poliedrico queste sono le tre caratteristiche che mi sentirei di enumerare
Questa questa sera con voi quello profetico
In Congar dice che
Il il profeta e colui che conferisce al movimento del tempo il suo rapporto con Dio
Colui che conferisce al movimento del tempo il suo rapporto trascendente il suo rapporto con Dio
In questo senso appunto Papa Francesco vuole il Po il pontificato il Papa Francesco vuole essere profetico perché ancorato alla storia
Non al Concetta i concetti del cristianesimo ma suo sviluppo storico ponendo le direttamente grazie al discernimento in relazione con Dio
Quindi è un altro
Sono stato negli Stati Uniti da poco il mio atto c'è una splendida mostra Buchanan sul futurismo
Guardando questi guardi ho pensato al Papa Francesco perché perché avevo davanti un Picasso data istante e poi un Marinetti
Futurista mi son detto vedi un po'il Pontificato di Francesco e così
Accoglie la ricchezza e la molteplicità del reale
Come di fatto fanno sia i i cubisti no
Con i futuristi entrambe colgono lampo la la sta le sfaccettature della realtà solo che
Nel primo caso nel caso della del comunismo la visione statica
Quindi era visione statica della molteplicità del reale invece nel Futurismo la dimensione poli edificati menzione sfaccettata è data dal movimento
Ecco il Papa e attratto dal movimento
Infatti dice il tempo è superiore allo spazio
Quindi la sua architettura l'architettura di tempi non è un'architettura geometrica di spazi
E quindi lui coglie in questo movimento l'azione di Dio
E
Quindi incontrando i padri della della Civiltà Cattolica non intervista ma nell'udienza che abbiamo avuto con lui a giugno
Ci ha raccomandato di abitare appunto le frontiere come è stato ricordato si deve andare verso le frontiere e non portare le frontiere a casa per verniciarlo le è un po'addomesticabile
Quindi il nostro compito ha detto e di accompagnare che poi il compito della Chiesa è quello di accompagnare i processi culturali e sociali
E quanti stanno vivendo transizione difficili facendosi carico anche dei conflitti questa un'altra cosa molto importante cioè il Papa una visione estremamente complessa della realtà umane dinamica
Quindi si rende conto che voi dite di tensioni di desideri di proiezioni tutto questo per lui rientra nella sua riflessione su una vita
E quindi non è mai come dicevo statica la domanda che lo muove è semplice come annunciare il Vangelo a chiunque
Come annunciare il Vangelo alle persone al di là cioè a prescindere dalla loro condizione esistenziale nonché questa non sia importante
Ma significa che non c'è alcuna condizione umana che possa porre ostacoli all'annuncio del Vangelo
E quindi il Papa non vede davanti a sé problemi ma sfide
E c'è una grossa differenza tra il problema da affrontare che la sfida da affrontare
Quindi va marcato a vista le categorie del vaticani sul nuovo tradizionale sembrano ormai vecchie obsolete incapaci sono delle conchiglie vuote
E questo l'ho vissuto personalmente in fondo Bergoglio mi ha colpito prima ancora dell'intervista di tutto il resto mi ha colpito perché il mio segni Chiello era troppo piccole troppo inutile
Per andar dietro il pensiero di quest'uomo poi rapidamente profetico drammatico tutti ritengono che siccome il Papa parla di misericordia parla di bontà parla di no di apertura
Sia il Pontificato di Bergoglio c'è un pontificato dolce
E come Bergodi risponderebbe come ha detto ad Assisi
E che spesso i cristiani sono viste da pasticceria perché sono così dolci dolci ecco
Dal pontificato di Bergoglio non è affatto dolce e lui è dolce ma se ascoltiamo le sue parole ci rendiamo conto che invece al contrario la sua visione molto agonica e agonistica
Che per lui il la vita è un ring c'è una lotta di pugilato tra il principe di questo mondo e il signore della storia questo gli deriva dalla sua
Formazione Ignazia Anna la vita cristiana per lui è una lotta sommelier questa parola lotta ritorna spesso
L'undici ottobre a a Santa Marta citato la potente margine di San Pietro il demonio che come
Un leone feroce che gira intorno a noi al detto ma anche il rapporto con Dio venti maggio due mila tredici
è una lotta con Dio
Rapporto con Dio è una lotta
No questo è un corpo a corpo che imprime nell'anima il rapporto con il signore quindi non è affatto un pontificato Dole c'è un pontificato drammatico che coglie la dialettica
Per rapporto tra il principe di questo mondo e il signore della storia
All'interno delle dinamiche delle vicende storiche dell'anima personale infine
E con questo concludo a un pontificato poliedrico
Il Papa detesta l'immagine della sfera
Perché la sfera ha un rapporto uguale no ogni che il centro della sfera un rapporto uguale con ogni punto della superficie dello specchio
E questo per lui è inconcepibile perché la realtà e poliedrica
Questo significa che
L'unità si mantiene soltanto salvaguardando le differenze e le originalità
Per cui e naturalmente attento che alla laicità dello Stato per lo Stato deve essere laico
Perché deve essere laico perché in questo modo tutti hanno
Alla possibilità di contribuire all'opera comune al progetto comune secondo le proprie differenza
Nella società tutti sono chiamati a collaborare all'interno di un orizzonte condiviso
Ciascuno è portatore di un valore e qui il Papa sottolinea soprattutto l'importanza del valore tenda
Degli scarti
Quindi da chi ha scartato anche a livello diciamo direi proprio biografico di età cioè quindi i bambini giovani e gli anziani
Che lui definisce come il futuro e la memoria Energia e la saggezza
Una volta parlò della società come una sorta di giardino in cui ci sono persone che camminano ma soprattutto anziani seduti che guardano bambini che giocano
Che immagine molto se volete simpatica domestica ma che contiene un'armonia di relazione
Quindi
è impossibile per lo immaginare un futuro per la società senza un forte contributo di energie morali
E specialmente all'interno di una società no quindi per la democrazia non è l'equilibrio di rappresentanze di interessi costituiti ma la costruzione di un progetto comune da qui la sua idea di dialogo
Che è molto singolare
Il Papa non ama il dialogo
No adesso
Cioè ama il dialogo però bisogna capire bisogna intendersi per lui il dialogo non è quello a cui noi siamo abituati a pensare cioè dialogo di idee
La pensano in maniera diversa ci diamo un tavolo e parliamo delle nostre idee per l'dialogo si fa con i fatti cioè si lavora insieme e quindi ci si incontra
Su un terreno comune quindi solo se si costruisce insieme la società e possibile dialogare
Ma non c'è non c'è un dialogo non è vero dialogo quello che si confronta solo sulle idee bisogna fare qualcosa bisogna raggiungere anzi insieme un obiettivo
La creatività deve nutrirsi di questa sana utopia come la chiama lui chiamato Piano ideologica
Per trovare i mezzi più efficaci all'impegno un impegno che per lui tocca ciascuno di noi riguarda ciascuno di noi questa penso sia la prima grande conseguenza del pontificato di Francesco grazie
Tocca il
Ami scusare la mia responsabilità scusare padre Spadaro nei confronti del Presidente della
Però è di monsignor Paglia perché quando con Lucio Caracciolo l'abbiamo sequestrato alla scaletta dell'aereo sapendo che sarebbe arrivato
Oggi stasera arriva la riunione di redazione noi gli abbiamo chiesto assumendoci poi la responsabilità di scusarci noi
Per lui gli abbiamo permesso
E di dopo una relazione così su cosa di lasciarci in anticipo e dopo aver inguaiato
Il relatore che segue perché ci ha detto padre Spadaro che il Papa apre processi e cantieri a oggi il cantiere più grosso il processo più importante è quello gestito dal dicastero frontaliero
è un presidio di confine di monsignor Paglia il dicastero della famiglia scrive Lucio Caracciolo nel suo editoriale di Limes che la scommessa di Bergoglio si gioca tutto e poi provocatoriamente
Repubblica Lucio Caracciolo anche una cartina che è divertente perché è paradossale
Sesso e famiglia dividono i cattolici dove
Le chiese di più antica tradizione quindi l'Europa e la America latina sono le più progressiste sul tema invece le chiese nuove sono le più conservatrici già questo paradosso fa da cornice a quello che tra poco e ci dirà
Monsignor
Paglia perché dico a un cantiere aperto
Perché su questo sia già riunito a febbraio il Senato della Chiesa Bergoglio il Senato non lo chiude anzi lo rafforza questa è una prima differenza che sul confine
Tra una sponda all'altra del Tevere la possiamo accogliere e sono previste per usare un linguaggio congeniale
E alla Presidente Boldrini sono previste due sessioni parlamentari
Due sino a dire in successione nell'autunno del due mila quattordici nell'autunno del e due mila e quindici uno straordinario un ordinario se vogliamo leggerla diversamente
Due una doppia lettura come si addice ai processi costituzionali quando si discute sui fondamentali
Il Consiglio per la famiglia non è una congregazione non ha giurisdizione sul territorio ma ci ha appena detto padre Spadaro che in geopolitica la tegole la categoria che conta per Oria Mario Bergodi o non è il territorio non è lo spazio ma è il tempo e il tempo monsignor Paglia per rimanere in termini lo sa manovrare con grande tempismo
Martedì scorso a due giorni con quarantotto ore d'anticipo sull'incontro di Obama
E di Papa Francesco
Monsignor Paglia convocato una conferenza stampa per presentare la grande kermesse gli stati generali
Della famiglia che si terranno nel due mila quindici a Filadelfia dal ventidue al ventisette di settembre in concomitanza newyorkese Fabbri pubblica
Con l'Assemblea con l'Assemblea generale dell'ONU
Che compie il suo settantesimo mai sappiamo che evangelica mente settanta e la misura della Misericordia
Quasi offrendo a Papa Francesco una straordinaria opportunità
Se dovesse andare di eleggere la Misericordia il perdona categoria geopolitica e del diritto internazionale nell'emiciclo dell'ONU ma poi vorrei dire di più provocato dal padre Spadaro
Che ha usato una immagine agonica e di uno sport in particolare dell'arringa voi sapete che Filadelfia
Per io ho scritto non me ne voglia monsignor Paglia l'altro giorno scritto sull'innesto detto Caracciolo pubblica invece la pubblicato
Posso dire che a Filadelfia c'è la scalinata per eccellenza cinematografica del trionfo quella dell'Artemisio mascella scalinata che nell'immaginario degli americani e quella dell'ascesa dell'ITO l'americano sull'usato l'immagine del ring del pugilato
Ed è un per prepotenti con del pontificato padre Spadaro io credo che in quell'occasione dopo la copertina di Time di Fortune Bergoglio potrebbe strappare ad Obama anche la corona di peso massimo dell'audience
Interna in casa mi sua ed ho scritto anche Celenza non me ne voglia in questo articolo uscito tre giorni fa e monsignor Paglia ha organizzato a papà Bergoglio qualora il Papa vada
E in America un Super Bowl
Perché chi di voi conosce il football americano sa che la figura principe il quarterback
Il quarterback e quello che scatta in avanti ma non sempre si porta la palla
Lui fa le fughe in avanti la palla la manda indietro con dei passaggi astuti
Voglio dire che tradotto dalla metafora
Il Papa per adesso ha fatto sul tema della famiglia molti scatti in avanti la palla però ancora rimaste indietro però verrà il momento chieda monsignor Paglia in cui
Perché c'è un'aspettativa diffusa generali in tutto il mondo è come se fosse cominciato un Concilio laico sulla famiglia
Dove tutti dal lettore della free press quotidiana al grande fondatore novantenne
Di giornali garante della opinione della morale laica si sentono autorizzati a ingerire nella vita della Chiesa e questa è bellissimo ma anche la sentono come impropria fino a un anno fa tutti leggevano le ingerenze della Chiesa va de retro
Nel loro privato di tutto il mondo ingerisce nelle regole interne della Chiesa e pensa di poter dire la propria tutto questo è estremamente rischioso dovrà quando era il momento di portare anche la palla avanti
Se monsignor Paglia non ha paura al momento in cui il Papa dovrà fare questo tattici da un e dovrà cioè portare la palla oltre la meta grazie eccellenza
Grazie
Dopo questa polpetta
Così delicatamente preparata no io dunque non solo gesuita
Quindi non un
L'unico mio
Il motivo di fondo era
Nella mia giovinezza uno dei modi dei
Accompagnatori quando è nato Limes
Quindi risulta ancora come tra i fondatori e di fronte a questo invito non potevo dir di no e quindi io mi son preparato direi discretamente ovviamente sul volume
Detto questo
Dunque io posso anche mettere da parte dei fogli
Posso dire una cosa però intanto che certamente
La cosa che mi ha impressionato di più e che probabilmente brava Bergoglio degli ultimi pari a quello che ha viaggiato o meno
Però è quello che ad oggi probabilmente ha incontrato di più
Non perché lui è andato in giro ma perché sono tutti venuti qui a Roma
Lucio parla di
Attore geopolitico
Guardando Bergoglio tutto dice no
Vergogna non è mai stato negli Stati Uniti
Conosce l'America latina un po'all'Europa
A sia ricca India
Quasi nulla
Parla ovviamente molto bene il castigliano
L'italiano lo sta imparando anche bene
Non parla inglese
Sul portoghese in Brasile io
Iniziava vedremo in quattro righe poi dopo si gettava in uno spagnolo eccetera
Poi arrivo come
Cioè ammetto avevate in mente sono andato a riprenderlo
Quando Fioretti di San Francesco qui spendo spezzo una lancia per il francescano più che per il gesuita
Quando ad un certo punto fra tema serio
Questo
Discepolo sedere di Francesco al vedere quello che combinava questo Francesco
Perché tutti andavano Daloui e frane Maselli di Lecce
Perché attento tutto il mondo gli indietro e ogni persona pare che desideri di vederti e tutti gli effetti obblighi diritti tu non sei bell'uomo del corto
Tu non sente grande scienza tu non sei nobile donde dunque attesi che tutto il mondo ti venga di rientro
è sembrato di vedere
Piazza San Pietro che io che sono a Roma dal mille novecentocinquantacinque non ho mai visto accadere quello che accade tutti i mercoledì e tutte le domeniche nebbia o pioggia non importa
La risposta di Francesco
In però che quegli occhi Santissimi
Non hanno creduto fra li peccatori in loco villani più insufficiente
Non ho trovato più vile creatura sopra la terra e perciò
Ha eletto me per confondere la nobiltà e la grandine già della Fortezza alla bellezza
E sapienza del mondo a ciò che essi cognome ska Cogne virtù che ogni bene e da Luigi e non dalla creatura
Se noi non avessimo capito di Francesco
è bastato l'altro giorno dove andare a confessare gli altri
E se andate a confessarlo voi
Ora c'è questo legame straordinario di
Papà Francesco con
Francesco d'Assisi che secondo me è particolarmente illuminante della sua azione anche geopolitica
Lascio stare il testo che ho preparato dove accenno al discorso
Che
Era decisivo
Che guardando la storia degli ultimi conclavi dopo che nel settantotto era importante
Andare fuori dell'Italia ma non in un qualsiasi Paese
Andare fuori dell'Italia in un popolo che mostrava una
Potenza vigorosa
Hanno scelto i migliori di quelli
Dei polacchi
E avvenuto
Ometteva
Dopo
Voi chi va
Siamo restati
Ancora in Europa
E il nome
Di Benedetto deriva esattamente da questo dall'Europa
Terminato Benedetto come ha terminato e solo lui poteva farlo
Dando avvio lunghi
Ha una prospettiva nuova e sono contento che li crea Limes non si contrappongono così
Facilmente i due pontefici anzi io se vi devo dire la prima volta che siamo incontrati con i cavi dicastero e il Papa dice andate ad fate uscire il Papa Benedetto portato in giro
Noi ovviamente cardinali tutti
Ingessati come si deve
Lo spinge a Luigi e lo ha voluto nell'ultimo Concistoro presento a San Pietro
Bene
Dopo questa l'uscita dall'Italia
Per entrare in Europa oggi era indispensabile
Di fronte alla crisi europea anche
Che continua ancora oggi
Che bisognasse trovare una prospettiva fuori
Dove
In Africa
Queste sono le
I giochetti così che si farà con il domino
Anche le donne bianche invero no negli Stati Uniti bisognava andare a trovare una dimensione di cristianesimo popolare
Vitale che guarda caso corrispondere alla prima grande missione
Della cristianità nella modernità
L'America latina
Era la prima volta
Cioè che si usciva
E l'America latina era il bacino più grande del
Cattolicesimo
E quindi hanno scelto un papà che venisse da questo mondo
Ecco perché la geopolitica è iscritta nella storia della sua elezione
E lui lo sa
è iscritta in un processo che dura da alcuni decenni
Il nostro spavento un romano nel vedere per la prima volta un papà che dalle dimissioni
E nessuno di noi è rimasto
In realtà
Guidato sapientemente
Per chi non crede dalla saggezza della Chiesa
Perché crede da una sapienza più profonda o più alta non importa
Ecco perché Bergoglio non è
Un frutto un fungo che esce fuori all'improvviso
Bergoglio
è uno che sceglie il nome di Francesco perché che gli sta vicino guarda caso di San Paolo del Brasile ricorda dei poveri
Cioè una frase
Che non so chi può dire ma certamente
Non programmata Francesco diviene in questo senso un papà geopolitico
Era
Perché Lu interpreta quello che ha vissuto e che è chiamata a vivere
Ecco perché io credo che viviamo davanti ad un papato straordinario l'Europa l'Europa Papa Francesco dice che è vecchia
Però non ricevano tensione
Dobbiamo fare come famiglia che man mano qua vicino
Da fare come famiglia IP i popoli giovani debbono non lasciarsi bloccare ma neppure dimenticare
Ed ecco quindi questo rapporto virtuoso che lui vorrebbe istituire Roma indubbiamente a questo punto non è più quella di prima
Roma oggi
Non è più
Come dire
Percorsa da quell'ossessione di noi occidentali sulla secolarizzazione eccetera eccetera eccetera eccetera per cui noi ci abbiamo questi occhiali che ci ossessione no
Vengo agli avvenuta a Roma lui dice da voi può essere la secolarizzazione da lui a tutta un'altra cosa e il popolo
è la legge già popolare
Ed ecco la che il cambio a Roma
Quando la sera che Luigi
Esce sulla poi sulla La Loggia chieda al cardinale vicario di accompagnarlo
Non usa nessun titolo salvo questo
Indubbiamente Roma è un po'cambiata
Ora
Io dovrei qui percorrere altre altri per con altre prospettiva ma
Lascio i miei forti
Non c'è dubbio che è un po'singolare
Che
Papa Francesco eletto Papa nella sua prima grande decisione
Non predeterminata
Ma
Presa dopo aver sentito non so se dal primo al secondo al terzo stadio questo non
Non lo so bene però dopo aver sentito
Sicuramente non avendo chiaro tutto ma sapendo per quel corpo al corpo che lui ha vissuto e gli altri glielo hanno ricordato ha scelto la famiglia
Come primo obiettivo
Ha fatto un un
Comune Concistoro
E non è finito
E non è finito ed io IVA chiede a tutti noi di pensare queste prospettive certo all'Hui non interessa riscrivere
Il Trattato della famiglia
A lui interessa
Aiutare le famiglie
Concrete
Se volete un linguaggio un po'da tutti latinorum dei Curia romana quelle che qui o da da ragazzo venivo a lui interessa più che la Salus idea
La Salus animare un
Che all'ultimo articolo del codice di rito canonico
Preso però da San leone Magno
E la Salus animale rom la sua passione
è quel
Miserie o super turbava che lo fa uscire da Nazareth
E a noi dalla Curia dovrebbe
Più che mettersi a discutere come ieri
Chi è andato ammessa al ceco nato vi dicevo che c'ha colpa lui o l'altro
Gesù ha iniziato un processo
Di guarigione
Non magia
Ha impastato a spalmare l'atto vai
Va avanti
Poi ritorna se
Un processo di accompagnamento allora in questo contesto che noi ci troviamo ad affrontare il tema della famiglia ed è mia responsabilità personale
Cercare
Di
Porre su questo tavolo le cose come sono perché secondo me il rischio che stiamo correndo è giù qualche strabismo
Perché il problema che noi stiamo vivendo oggi
L'affermarsi di una cultura
A tal punto individualista
Qualche filosofo francese parla di secondario evoluzione individualista
Todaro parla di
Iper individualismo
Questa cultura individualista che sta
Come dire intaccando quel know gli
Che in passato impastava le nostre culture
Questa seconda rivoluzione individualista
Non solo farli emergere l'antico turismo che sta nel cuore di ognuno di noi che a Roma sarebbe pensa perché
Basta innescando un secondo tipo di individualismo che è quello di piegare a se stessi anche alle strutture anche le istituzioni anche le società
è questo il problema di fondo che tocca la famiglia ma non solo e di questo non se ne parla ed è drammatico perché
Perché io di ripiegamento sul libro porta di conseguenza
Se mia moglie ho i miei figli mi danno fastidio
Io abbandonerò
Il ripiegamento sul listino
Porta ad esempio in Italia a far crescere in maniera esponenziale ormai famiglie con un figlio unico
Se il secondo figlio non arriva non possiamo lamentarci di Lampedusa perché la stessa identica logica
Non possiamo accogliere chi viene da fuori
Se mitico io amo continua non possiamo lamentarci se l'Europa si sgretola se poi in qualche parte del nostro Paese facciamo anche l'inchiesta se vogliamo restare insieme nonno
è anzi il divorzio diventa pure più breve
Non possiamo lamentarci se questa percorso è questa all'IVA alla distanza tra l'Europa e l'Africa voglio dire che il problema della famiglia in realtà incrocia
Una prospettiva culturale enorme perché il problema che oggi non ricevono affronta
è che la cultura della famiglia è in crisi anzi
Se noi
Vediamo delle ricerche di statistiche infatti l'Italia in Francia almeno il settantacinque per cento dei giovani in età del matrimonio vorrebbero sposarsi per tutta la vita con uno stesso con la stessa persona
Questo desiderio è stroncato sul nascere
La cultura non lo permette
Non lo permette perché dice che in quel sempre è impossibile
La cultura lo permette solo sulla propria squadra di calcio
Roma forever si può dire mia moglie forever non lo so
è un problema culturale
Evidentemente qualcosa non funziona infatti che cosa sta accadendo in Europa che sono diminuiti scusate ma degli idiomi avete prorogato sono divisi Marino religiosi
Ma anche quelli civili non sono solo i preti allora per lavoro anche sindaci e gli assessori
Stanno diminuendo le coppie di fatto stabili
Stanno crescendo lecco abitazione a distale abitazione a distanza Enzo a intermittenza
Quello che cresce in Italia dal due mila e uno al due mila undici di due milioni le famiglie mono personali cosa vuol dire che ogni legame
Qualunque esso sia è troppo pesante sto meglio da solo
Ora questa è la cultura e nella quale
Noi ci imbattiamo è chiaro che a questi interno noi abbiamo tutto il problema allora di che cosa vuol dire il matrimonio e la famiglia
Alcune discussioni sono davvero marginali anche se la grande stampa ne fa
Il cuore delle sue preoccupazioni
In realtà è qui che io vorrei
Richiamare la sostanza dell'intervento e quindi in questo senso allora anche le famiglie ferite
Non possiamo noi affrontarle con
Il principio
Astratto
Dobbiamo trovare il modo per stare accanto a loro ma attenzione il problema non è semplicemente dare come si dice oggi la comunione divorziati risposati perché sarebbe un gesto farisaico fatto così
Perché bisogna invece avere la pazienza di stare accanto a loro perché ogni produttore un dramma per tutti
Per i genitori degli sposi per i figli dei genitori per i parenti
E questo va affrontata dalla società
Accompagnarli star loro accanto debole riscoprire poi debbono riscoprire la vita cristiana bisogna aiutarli a fare
Un percorso un processo
Perché altrettanto corpo di Cristo le Ungari stia quanto la comunità cristiana non possiamo dare loro la comunione come una magia se non c'è il tocco del Corpo di Cristo che siamo noi che la comunità
Sarebbe un di nuovo una sorta di deve responsabile di affidare alla legge
Quelle responsabilità che dobbiamo prenderci io queste cose le voglio dire
Come dirò Volvinio manca ma il problema degli anziani
Lo scarto
E il probabile ogni cantiamo trent'anni di più se va bene la Chiesa ha pensato acché come che cosa vuol dire un cristiano
Che vive da vent'anni in più in età anziana
Io quando ero giovane far vedere Trastevere
Una signora anziana ma edizione appena diventato parlo serratura ma perché quando eravamo giovani c'è chiamavate temo che siamo anziani non c'è chiamare più
Cosa vuol dire trent'anni di vita in più come spiritualità dico oltre che come
Aiuto sociale
Ecco il problema dei figli il dramma delle distanze tra generazioni che ne abbiamo
Il problema
Della
Dei malati
I malati di stima
I malati
Difficilmente curabili
Spesso lasciamo le famiglie il sole
Ora questi son problemi che fanno parte del dibattito sinodale
E io so che
Pongo meno dove Dupuis portar via Manzoni
Però in questo senso voglio dire che proprio Francesco ha dato a mio parere una direzione geopolitica enorme lui ha voluto
Che la Chiesa per almeno due volte ponga al centro della sua attenzione la famiglia
L'Italia lo fanno
L'ONU lo farà io andrò il quindici maggio alla giornata delle famiglie alle Nazioni Unite e
In un side avente che faremo dirò
Queste cose
L'economia
Si confronta con il tema della famiglia
Il tema il grande tema delle donne sono qui quanto la Presidente della RAI abbiamo avuto un momento di
Di riflessione
è è è possibile che sia risolto questo problema dalla donna senza porre anche questa tematica ma il problema del diritto
Il problema
Quindi della
Della intera cultura dell'intera società io credo che
Papa Francesco su questo
Mi avvio alla conclusione abbia idee anche chiare
Che bisogna aiutare certamente vuole che tutti i problemi nessuno escluso vengono posti sul tavolo
Ne esce
Uno escluso la questione dei
Delle convivenze non matrimoniali il problema dei degli omosessuali il problema dei bambini su questo
Chi nega il PATI esima bambini Papa Francesco law bolla peggio dei politici o l'altro giorno
Fare i seri
E così oltre in questo senso il Papa danno i vescovi una libertà certamente inusitata
Nei tempi passati alcuni temi erano stati secretati dal Presidente della Camera
Il nostro
Quel giorno
Tendono ad aprirla era per
Per sottolineare quanto la libertà
Della riflessione
Appunto ossia legato in questo mi permettete un'ultima affermazione sia allegata dalla fede profonda
Di Benedetto sedicesimo e di Papa Francesco loro sanno che non sono i capi della Chiesa
Sanno che se dibattiamo tutto non casca la Chiesa
Anzi probabilmente c'è una grande ventata di primavera purché cresca la nostra responsabilità e qui sono dolori grazie
Allora
Ripartiamo da un'annotazione di monsignor Paglia il quale ha sottolineato che questo Papa ed è vero è quello di tutti i suoi tra tutti i suoi predecessori
è quello che ha viaggiato
Di meno la cosa che mi intriga la di più era mettere a confronto quindi il Papa che ha viaggiato di meno con la Presidente della Camera che in assoluta viaggiato di più
Non solo da portavoce dell'Alto Commissariato per i rifugiati dove non si è fatta mancare negli ultimi anni
Nulla
Che poi uno va a guardare è andata in Caucaso andata in Afghanistan è andata in Sudan andate in Iraq andate in Siria
Senza scelte poi lì non è successo niente poi lo sci
Invece diceva c'è la
Però avrà notato avranno dato la mia delicatezza e quando ha citato le metafore sportiva ovviamente i son tenute allargo non ho parlato di corda mi sono tenuto al largo dallo sci
Però entrambi sono accomunati Papa Francesco che non ha viaggiato e la Presidente che non ha fatto che viaggiare sono accomunati dalla passione e dalla propensione andare nei luoghi in crisi
Il primo viaggio internazionale di papà Bergoglio non è la spiaggia di Copacabana ma è lo scoglio di Lampedusa una delle prime conseguenze del pontificato Eccher cade la distinzione
Tra viaggi fuori e viaggio dentro l'Italia
Ad uso dei vaticanisti dette visite pastorali e viaggi apostolici poi risentire sei definire quello di Lampedusa con un viaggio nazionale con l'acqua planetaria
Che ha avuto nel mondo voi vi sentireste il prossimo viaggio appena annunciato a giugno a Cassano allo Jonio di definirlo sulle frontiere della 'ndrangheta
Se è vero che ha liberato la Curia da un orizzonte italiano papà Bergoglio al tempo stesso però ha proiettato l'Italia in un orizzonte planetario e leggendo
Al luogo di simboli scia frontiere universali del suo magistero di luoghi delle periferie italiane e nobili tagliandole
è vero che il barcone che affonda a Lampedusa e la macchina che brucia con un bambino dentro crivellato dei proiettili a Cassano allo Jonio sono stimati italiane stimati italiani del pontificato francescano
Di Tata vergogna ma al tempo stesso sono simboli geopolitici validi
Per il mondo intero questo è successo a Lampedusa e questo è successo a Cassano Iorio sono punti di arrivo di un processo che comincia a vent'anni fa con voi TWA
Allan Pelusa si conclude la rotazione di un asse geopolitico della Chiesa da est-ovest a nord e sud da un muro che non c'è più un fossato che non fa che approfondirsi
Da un papà che depone il piccone con cui aveva battuto al muro a un papà che imbraccia il badile per colmare questo fossato
E
Invece a Cassano allo Jonio si compie si rinnova una dichiarazione di guerra la Valle dei Templi
La Valle dei Templi di Francesco è una chiesa degli anni Cinquanta al posto delle colonne dorica del Cinquecento avanti Cristo
Le colonne i pilastri di cemento degli anni Cinquanta della chiesa di San Gregorio VII dove declinato
I nomi di ottocentoquarantadue Martiri di mafia come fossero le litanie dei santi nella percezione di un Papa immaginifico iscrivendo di seduta stante perché così la recepito l'umanità mediatica nel novero
Dei beati allora io
Chiedo alla Presidente della Camera che ha viaggiato anche prima di fare il portavoce dell'Alto Commissariato per i rifugiati
Perché vedete se oggi I giovani piace andare a vent'anni in un campus
Nordamericano lei invece ha vent'anni andate in un campo sudamericano tre mesi in una risaia del Venezuela
Quindi il suo primo viaggio internazionale questo number paradosso singolare un bell'Osservatorio sul pontificato di voi di Bergoglio è stato il Sudamerica Papi ampia né risalita vedono ambasciatore dell'Honduras è risalita per l'istmo
Costarica Guatemala emessi che poi soltanto dopo arrivata a New York
Allora le chiedo la visione che lei ha oggi Presidente di Bergoglio risente di questi imprinting
Sudamericano oppure istituzionale oppure si mischiano le due cose dallo scranno più alto di Montecitorio
Scusate devo arbitro andare ma grazie grazie dell'ingrato spero poi sentirci tutti assieme
Sì buonasera io intanto la ringrazio
L'Emas per questo invito Lucio Caracciolo che conosco da molti anni grazio le autorità presenti tutti voi
Allora
Anch'io avevo preparato un compitino adesso convertire insomma qui abbiamo deciso di desistere
Ecco va beh intanto diciamo che
Papà cardinale Bergoglio no diventa papà il tredici marzo dell'anno scorso
Tre giorni dopo il Parlamento italiano fresco fresco nomina Presidenti della Camera del dei deputati e del Senato
Quindi io mi trovo a parlare di questo pontificato da un osservatorio che non avrei mai potuto immaginare diventare il mio osservatorio
Perché perché fino a un mese prima
Io appunto
Lavoravo nell'agenzia dell'ONU per i rifugiati che e l'agenzia della frontiera
Chi è un rifugiato e rifugiata è colui che riesce ad attraversare una frontiera perseguitato per motivi politici religiosi per motivi di appartenenza
A un gruppo per motivi
Internazionalità
E quella persona che è perseguitata in quel Paese quando attraversa la frontiera la frontiera diventa rifugiato
Non sempre riesce affronti a fare quel passaggio alla frontiera perché a volte gli Stati chiudono le frontiere respingono indietro
Quindi diciamo che quindici anni della mia vita
Il simbolo principale primario è stata la frontiera come è stato ricordato non solo quella italiana ma molto quella italiana e cioè Lampedusa
Quello scoglio in mezzo al Mediterraneo più vicino alla Tunisia che alla Sicilia
E allora quando
Penso che il primo viaggio di papà
Bergoglio è stato a Lampedusa penso che
Ci sia stata una rivoluzione nel fare questo viaggio
Una scelta geopolitica sì in cui il Papa ha deciso di mettere al centro
Tutto quello che noi non vogliamo vedere
Anni e anni i tentativi di sensibilizzare sui migranti
Anni anni a dire non minacciano la nostra sicurezza sono loro in pericolo sono loro che chiedono protezione
Anni anni a dire non utilizzate la parola clandestino at the money pregiudizio non rende giustizia perché sono loro le persone che hanno bisogno di protezione
Chiamarli clandestine doppiamente ingiusto perché si nega a loro la condizione di vittima e le si rende minaccia quando loro sono minacciati
Poi
Papà Bergoglio va
All'ampia Tusa
E a quel punto il Papa Bergoglio che rimette tutto al centro
Inverte
L'ordine precostituito
Rimetta al centro i migranti i richiedenti asilo
Che vengono da lontano come dice lui dalla fine del mondo come lui stesso si è definito venire dalla fine del mondo
E allora io
Mi sento a casa non so come dire quel modo di Lampedusa che è stata firme il luogo dove ho passato tantissime ore negli ultimi quindici anni
Diventa
Il centro dell'attenzione del pianeta perché il Papa
Papà Francesco ha deciso che fosse giusto farlo
Quindi
Non so nulla ritengo che Luigi
Abbia
Abbia fatto tutto e l'azione
Operazione straordinaria credo incredibilmente potente
E non ha fatto solo andando Arlas Edusolà fatto andando al Centro Astalli abbracciando i rifugiati al Centro Astalli che cosa c'entra stalli qui forse lo sappiamo tutti ma centro dei Gesuiti che si occupa dei rifugiati dei richiedenti asilo
Cioè l'ha fatto abolendo dire che si ricomincia da lì da lì da quell'umanità lì
Ecco
Io
Mi ricordo quello che disse quel giorno
Lampedusa quando lui disse Caino dove è tuo fratello
E
Dice che ci ha trattato male quando siamo andati alla messa ma
Caino dove tuo fratello
è una domanda che fa venire i brividi Caino dove a tuo fratello
Ecco quindi dicevo che Cambria le priorità
Cambia le priorità venuto il Presidente degli Stati Uniti d'America
Le cronache dicono io non ero presente che ha parlato dei andò Chiomenti
Andò Chiomenti et
Cioè irregolari ha parlato del Traffic cioè le vittime della tratta i nuovi schiavi le nuove schiave
Di cui le nostre strade sono piene
Che facciamo per loro facciamo finta di non vederli e allora papà Bergoglio ce li ricorda
E la vergogna del nostro tempo la schiavitù non esiste più chi l'ha detto
Chi l'ha detto basta parlare con quelle donne e io appunto della mia attività ho avuto tante occasioni di farlo sapere a che cosa sono sottoposte a qualificato
A quale violenza a quale sopraffazione la convinzione
Arrivare alla convinzione di pensare di meritarsi tutto questo perché non può meritare altro nella vita
Cioè
Di questo non si parla e papà Francesco ce lo rimette al centro ci mette al centro la povertà
Che la condizione che oggi fa più paura a tutti tempo di crisi oggi noi che cosa abbiamo più paura di diventare poveri e i poveri ci fanno paura
Non c'entra niente il colore della pelle non c'entra niente da dove proviene quella persona lì è povera
è in mezzo alla strada non la voglio vedere se quella stessa persona anche di un altro colore della pelle fosse ricca saremmo tutti attratti da quella persona se poi fosse anche qualcuno che va in tv staremo lì a fare la fila per l'autografo
Cioè
è impressionante Lalù immette
L'attenzione sulle disfunzioni della nostra società una società che si appaga del censo della ricchezza del consumo che ha perso completamente la bussola come diceva monsignor Paglia su tante altre cose
L'individualismo l'essere solo mantenere questi che a mente quello che stia senza condividerlo neanche nell'ottica di condividerlo con una persona cui si vuole bene perché per volere bene
Devi essere abbastanza generoso e anche questo è un punto interrogativo oggi siamo abbastanza generosità volere bene
Come dimostriamo di volere bene con con quali gesti con quale azioni dimostriamo di volere bene se
Facciamo i conti addirittura per in coppia si fanno i conti su tutto no
Perché cedere qualcosa di materiale eccessivo non ci arrivo a volerti tanto bene da cedere qualcosa di materiale se dividere
Ecco allora lui parla di frontiere
Legali lei nei nostri nei tempi nostri no chi vi parla della strada
E dice che appunto che Gesù stava per strada
Il
Posto disse dove si poteva incontrare Gesù compio figlio facilità erano le strade
Poteva sembrare un senzatetto Gesù
Un senza fissa dimora come lo chiameremmo oggi questo questo dice papà per ricordarlo
Quindi un cambio radicale di prospettiva
Ecco ma
Papà Bertoglio io ho letto alcuni passaggi Limes mi pare che sia padre Giulio albanese che dice che all'interno della Chiesa non tutti sono d'accordo no però
Quando papà Bergoglio va
Negli incontri tutti lo applaudono tutti loro insomma sono fieri di poterlo ascoltare direttamente vogliono un contatto con lui io mi sono chiesta in questi mezzi
Se questo applaudire
Corrisponda veramente a un comprendere il messaggio
Perché
Il messaggio Bergoglio diano
Sulla migrazione scusate se torno ma ritengo che sia sempre più efficace parlare delle cose che si conoscono
In totale
Difformità in antitesi rispetto alle politiche migratorie che questo Paese
Scelto negli ultimi anni
No eppure si applaude si applaude
Papà Bergoglio
Dice che qualsiasi forma di rispingere mento deve essere deve essere allontanata dall'orizzonte umano politico qualsiasi dimensione di esclusione no però non è
Dobbiamo essere onesti anche qui come diceva lei dobbiamo essere onesti abbiamo avuto in questo Paese una politica migratoria che diciamo
è stata basata sulla paura
La paura la paura del migrante il migrante la causa
Per la nostra in sicurezza anche magari la causa della crisi economica il migrante infatti
Ci ruba il lavoro è noto dunque la causa del nostro impoverimento immigrante
Capro espiatorio di ogni male
No tempi in cui si facevano campagne elettorali interamente basate sulla paura eppure audiamo
A Papa Francesco che ce lo ricorda però
Io mi chiedo ma fino a che punto atto si passa però dire quando si è messo in atto un impianto che va esattamente all'opposto
Di quello che lui ci propina di quello che lui ci offre
Dopo
Se esse vero quando si va a messa forse ci sono anche dei motivi per cui essa verrà
Io li vedo questi conti
Certo siamo andati a Messa Dell'Utri non ha fatto sconti alla classe politica
Ha parlato di
Politici che al tempo di Gesù certo al tempo di Gesù
Era non sordi
Ai bisogni e le persone che vivevano tra di loro
Perché era tra di loro che
Avevano come dire gli interessi reciproci perché c'erano le correnti c'erano le fazioni
Erano incapaci di ascoltare il grido di dolore che veniva da fuori erano inclini peccare e anche a essere corrotti
Questo ha detto
Non è piaciuto
Ad alcuni non è piaciuto
Io
Ritengo che questa severità ci stia
Ma
Ma
Ritengo anche che
Io che da un anno sono in questa posizione e ho fatto venticinque anni in altri luoghi
Ritengo che c'è anche
Oggi
In questo nostro Parlamento
Ma anche ieri c'è stato al nostro Parlamento persone ci sono state persone seriamente impegnate
Spontaneamente e anche genuinamente decotte alla al bene pubblico alla collettività
Perché l'attività
Politica se fatta con senso di responsabilità e onestamente è la più nobile del mondo
Allora io quelle parole
I papà Francesco le ho vissute come un incoraggiamento
Proprio perché non possa in alcun modo sentirmi parte in causa
Nessun modo
Non avendo una storia che
Potrebbe metterlo in discussione questo io Leo percepite su di me come un in caccia mento
A non perdere la strada maestra la strada giusta quella di dell'essere a servizio della comunità quella del
Di riuscire ad ascoltare chi sta male fuori a farsi carico a trovare le soluzioni perché Cuesta è l'unica ragione per cui esiste la politica e laddove questo non si fa non è più politica
Allora vedete l'antidoto
A
La sfiducia che oggi i cittadini hanno verso la politica non è l'antipolitica essenzialmente la buona politica ritornare alla valore
Della politica quello originario quello che dovrebbe sempre essere
Solo così credo che noi possiamo avvicinarci allora bisogna uscire uscire come diceva il
Papa Francesco no
L'uscita missionaria trovo qua dice che la Chiesa
Preferisco una chiesa accidentata ferita è sporca per essere uscita per le strade piuttosto che una chiesa malata per la chiusura e la comunità gli atti grappa arsi alle proprie sicurezze
Più della paura di sbagliare spero che ci muova la paura di rinchiuderci nelle strutture che ci danno una falsa protezione né nel norme che ci trasformano in giudici implacabili
Nelle abitudini in cui ci sentiamo tranquilli mentre fuori c'è una moltitudine affamata
Allora io non voglio fare un paragone
No delle due parti del Tevere ma come si fa a non vedere un parallelismo in questo come si fa
C'è una moltitudine affamata
E chi non la vede chi non assente non può più rappresentarla non è più degno di rappresentarla per questo io ho detto sì è vero il papà è stato severo ma ci sta
Laddove però
Sarei felice che arrivassero a tanti parlamentari
Di
Giovanni ai tanti che hanno svolto sempre questa attività in modo degno anche l'incoraggiamento di andare avanti con la schiena dritta sapendo che quella moltitudine
Non è più pronta a essere sorda fare sconti e che noi oggi abbiamo il grande compito molto più difficile di dare i risultati
Oggi noi dobbiamo dare risultati per essere credibili una classe politica che non dà risultati non è credibile e per troppi anni sono mancati risultati dunque
Per questo c'è il deficit di credibilità perché sono mancati risultati
Ecco
Io penso che
Per me
Come dire vedere quello che fa il Papa è una fonte di
Di di grande
Incoraggiamento di amore
La scelta di stare a Santa Marta la scelta di sentirsi a disposizione degli altri
è un atteggiamento che tutti noi dovremmo
Mutuare mutuare
Dovremmo mutuare uscire dal Palazzo anche noi anch'io preferisco una politica che sta fuori fuori andare fuori che vada in mezzo alla gente tra le persone e nel mio piccolo
Cerco ogni fine settimana di uscire di andare fuori di ascoltare di farmi carico di rendermi utile e stare al servizio per quello che posso ma certo non sono l'unica sta iniziando questa ondata di
Come voglio dire di consapevolezza che oggi il ceto politico comincia a vedere
Anche grazie alle conseguenze di Francesco quindi non è solo pastorale non è solo
Come diretta
Tra tra religiosi è un messaggio che travalica va oltre è un esempio inconsapevolmente oggi e non le persone ci chiedono di fare come lui inconsapevolmente a volte a volte invece ce lo chiedono
Perché se Papa Francesco lo fanno lo fate pure voi
Quindi diventa una stella polare
Per tutti per tutti coloro che dicono di avere a cuore il destino degli altri la sorte delle persone a non è più scuse sedici questo deve dimostrarlo e sporche la stella polare lì
Ho
Segue quella direzione o vuol dire che non fai sul serio
Ecco quindi
Io che ho
Va girato tanto che
Ho cercato
Appunto mosso i primi passi in America latina in un'azienda di rissa e non affinché aveva rossa
Nel Venezuela dove i campesinos andavano a lavorare
Tutta la settimana dove si moriva con molta facilità perché c'era il
Il serpente Corallo
Tre passi esse morto specchietto e certo non è che gli Chai
Come dire gli antidoti per
Contrastarlo
Che ho visto ho visto ho imparato lì
Che la povertà
è un circolo vizioso
Che si lavora tutta la settimana poi con quella pagassi da
Nel villaggio ci si ubriaca e poi lunedì si ritorna fino al venerdì e poi con quella pagassi ritorno Bri a calarsi
Questo era un circolo da cui
Era difficilissimo uscire
La povertà vaste passata
Va spezzata perché se non la sto pezzi si riproduce le auto poi etico il meccanismo la povertà genera povertà e di nuovo povertà e da lì non si esce più e quelli
Quel circolo millibar spezzato
Allora Papa Francesco da lì viene e ha fatto questo grande percorso e noi credo che
Dobbiamo imparare dalla sua esperienza di vita dal suo messaggio spirituale pastorale anche nell'attività politica
Perché comunque il suo è un messaggio politico fortemente politico e
Molto mirato anche a chi ha la facoltà di
Decidere lo sta facendo grandi scelte per la Chiesa al tempo stesso ci dice
Che oggi con la crisi che c'è a livello internazionale di credibilità delle istituzioni se vogliamo fare grandi scelte grandi cambiamenti noi prima di tutti noi dobbiamo cambiare i nuovi dobbiamo dare noi
Il messaggio Noè l'esempio
Quindi
Penso che
Sia una figura
Di straordinario valore arrivata al momento giusto e non solo per la Chiesa
Io ho visto chiedo solo un attimo vi chiedo solo un attimo siamo in chiusura ho visto Lucio Caracciolo che prendeva appunti voi sapete che l'aurea Boldrini
è anche autore di Limes scritto più volte per Limes e quindi ne abbiamo lo spunto credo
Per un prossimo numero perché è la prima volta che lime sta in un anno due numeri a mezzo su un papà
Quando l'hanno eletto
A metà percorso un mezzo numero sulle utopie
è oggi
Questo numero di primo anno del Pontificato
Vedo che Lucio Caracciolo ha preso appunti e penso che la suggestione di Laura Boldrini sia già un prossimo articolo
Grazie Piero grazie Presidente grazie a tutti voi io vorrei solo sottolineare
Due aspetti
Delle conseguenze di Francesco che questa nostra chiacchierata mi hanno
Portato in evidenza
Francesco dice di sé stesso di essere un un furbo ma che cosa consiste la furbizia di questo Papa
Io credo che consista
Nella sua empatia cioè nella sua capacità
Di mettersi nella testa dei suoi interlocutori
Di cogliere
Negli altri in forma non banalmente dialogica è stato detto dal padre Spadaro
Di cogliere gli altri quello che c'è di potenzialmente buono di potenzialmente positivo e di aiutare gli altri a tirarlo fuori
E sotto questo profilo la sua forza è una incredibile autenticità
Sentendo parlare il Papa ai politici a San Pietro ho capito perché i Kirchner lode prestassero
Perché è un papà che con i politici si toglie guanti
Non usa giri di frase
Non usa circle locuzioni non usa i metodi che i politici usano fra loro quando non sono diciamo di un certo tipo perché ce ne sono anche di altro tipo ma in quel caso non pare le vie o del di autenticità ma di qualche altra cosa
Questo naturalmente non vale solo per i politici come un qualche volta chi non ama la politica io non appartengo a questa categoria pensa purtroppo vale per gran parte di noi stessi
Ed è
Questo
Impulso verso l'autenticità qualche cosa che io credo resterà anche al di là della del papato di Francesco almeno me lo auguro
E poi una cosa più specifica che riguarda la figura di Francesco le sue conseguenze Francesco ha portato la teologia del popolo
In Vaticano
è un impatto mica da niente portare la periferia di Buenos Aires incuria come una collisione fra due mondi
E infatti è uno dei paradossi che ne abbiamo un Papa con un carattere
Piuttosto forte lui stesso si definisce un accentratore che promuove la discussione è la più ampia la più libera la minuta cui Zatta possibile
Quindi è un papà di contraddizioni ma le contraddizioni servono proprio perché attraverso le contraddizioni si cresce
Chi fa finta che le contraddizioni non esistano già un morto dal punto di vista
Complessivo direi
E portare la teologia del popolo in Vaticano che non è su
Vice mentono archeologia ma è anche e soprattutto forse uno stile di vita è uno stile pastorale
Significa forse in questo contesto quello che un
Cardinale gesuita che non amava molto Bergoglio Carlo Maria Martini
Tanto è vero che nel conclave precedente fece una mossa
Decisiva che ne impedisce l'elezione quindi Martini che non amava Bergoglio disse la Chiesa indietro di duecento anni
E quando diceva la Chiesa non si riferiva probabilmente
Alle chiese extra europee ma si riferiva molto specificamente al centro della Chiesa universale
E quindi abbiamo una coalizione una collisione pardon fra due epocale direi quasi non soldo semplicemente fra due tipologie
Fra una chiesa proiettata verso il futuro è una chiesa che pensava di sopravvivere in modo autoreferenziale quasi che il compito della Chiesa fosse di preservare se stesse
Il famoso mistero della Luna che Bergoglio pose al centro del suo intervento prima del conclave era proprio questo la Chiesa non è un fine è un mezzo se pensa di essere il fine è morta
Ecco riuscire a fare questo e governare sicuri hard non dare i turni è un'impresa
Che probabilmente impegnerà nei prossimi anni Francesco ma impegnerà
Tutta la Chiesa e un'impresa della quale credo nessuno di noi vuole essere semplicemente spettatori
Parliamo
Presidente
Presidente Boldrini monsignor Paglia vi ringrazio a nome di tutti perché vedete che fosse un po'trasgressivo sicuramente movimentista padre Spadaro era scontato che non rappresenta un IRS
Tutti Simone pure a un direttore di giornale ma che fossero più trasgressivi di lui e comunque movimenti signori interventi chi rappresenta le due istituzioni fra un dicastero papale
E la Camera dei deputati questa sotto gli occhi di cui tutti questa sera Eminenza e sono le conseguenze sono le conseguenze si Francesco sul Sole con sequenze di Francesco bielorusse
Ma neanch'io andiamocene via perché la prima che sia troppo dando un
Principale rovinare ha deciso