30MAR2014
dibattiti

La crisi russo - ucraina

DIBATTITO | di Roberto Spagnoli RADIO - 11:27. Durata: 1 ora 3 min

Player
Partecipano: Benedetto Della Vedova, Danilo Elia, Antonio Stango e Laura Harth.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "La crisi russo - ucraina", registrato domenica 30 marzo 2014 alle ore 11:27.

Sono intervenuti: Antonio Stango (membro del Consiglio generale del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito), Benedetto Della Vedova (sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, Scelta Civica con Monti per l'Italia), Laura Harth (membro dell'Associazione Non c'è Pace Senza Giustizia), Danilo Elia (collaboratore dell'Osservatorio Balcani & Caucaso).

Tra gli
argomenti discussi: Crimea, Democrazia, Diritti Umani, Ebrei, Economia, Energia, Est, Esteri, Europa, Gas, Governo, Guerra, Italia, Kiev, Minoranze, Moldavia, Odessa, Partito Radicale Nonviolento, Politica, Putin, Renzi, Russia, Sanzioni, Secessione, Transnistria, Ucraina, Ue, Usa.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 3 minuti.

leggi tutto

riduci

11:27

Scheda a cura di

Guido Mesiti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Proseguiamo adesso questa mattinata questa seconda parte della nostra mattinata di questo trenta marzo dedicato alla politica internazionale parlando con abbiamo preannunciato di Ucraina
E nello stesso di abbiamo Antonio stando e lavora Marta del Partito Radicale transnazionale buongiorno Antonio buongiorno lavorato un giorno
Allora
Antonio a Stanghella Razzano state un po'di tempo fa in Ucraina proprio nei giorni in cui avveniva un po'il
Chiamiamolo sola la rivoluzione la il cambiamento insomma di
Di del Governo la fuga di Yanukovich d'
Antonio stava è tornato nei giorni scorsi in Ucraina mette rientrato venerdì sera trovato siamo due settimane
Dalla la referendum che ha santità di momento sancito la secessione della della Crimea che ormai sembra pensare
Andata diciamo
Intanto ti chiederei Antonio una un bilancio di questa seconda missione in Ucraina somma che cauto ce l'ha raccontato in questi giorni con molti collegamenti e abbiamo fatto le sommarie assumiamo un po'cosa è successo cosa hai visto che situazioni trovato
Sì intanto devo dire che sono stato in Ucraina insieme con io gli aversi leva
Che di di origine russa e quindi
Che parla la la lingua russa perfettamente oltre ad essere un membro del consiglio direttivo di Nessuno tocchi Caino
E insieme abbiamo visitato sia chi e perché Odessa
Data l'importanza storica geografica di questa città principale porto creino sul Mar Nero ed è ad Odessa che nei giorni scorsi sono arrivate le poche Nardi
Che l'Ucraina riuscita a salvare dagli atti definiti da molti di pirateria con cui le forze armate russe si sono impadronite
Di navi militari ucraine di basi militari ucraine in Crimea
Odessa anche città dove storicamente si sono state presenze forti di in minoranza in particolare quella ebraica
In gran parte sterminata durante gli eventi della seconda guerra mondiale dove esiste una minoranza russofone
E che alcuni temono possa essere uno dei prossimi obiettivi di un'invasione da parte delle forze armate russe
Nell'incontri sia Kiev cioè che a Odessa sono state con le persone di diverse appartenenze politiche alcune delle quali abbiamo già incontrato con laureata nella missione di fine febbraio
Dagli amici di Euromed hanno esso esse e del Centro per le le libertà civili a Mustafa gemiti offre questo deputato
Del parlamento ucraino nonché uno dei massimi leader della minoranza dei Tartari di Crimea che quindi è un po'al centro dell'attenzione in queste settimane che ha parlato
Con me è molto del rischio
Del del suo popolo rete per i primi ad essere nuovamente perseguitati nel loro stesso territorio ho incontrato anche un esponente
Fosse e quello di di primissimo piano della comunità ebraica José Francis nasca il presidente dell'associazione
Delle organizzazioni e delle comunità ebraiche di Ucraina un incontro per me è fondamentale perché uno dei lecco Tito della propaganda putiniana e che a Kiev e ci sarebbero
Al potere nientemeno che dei nazisti antisemitico ora Laura potrà confermare che non abbiamo visto nazisti antisemiti in giro a febbraio e tanto meno se ne vedevano adesso a marzo
Che ebbene il Presidente Dellai Unione delle comunità ebraiche dell'Ucraina
Che che è persona che è stata invece perseguitata all'epoca dell'Unione Sovietica ha detto che non c'è a suo parere nessun rischio
Di antisemitismo in Ucraina con nome Governo che anzi molti esponenti delle comunità ebraiche hanno sostenuto il processo chiamato euro mai D'Anna attivamente
Ha parlato di circa
Trecento episodi di antisemitismo registrati in Ucraina e in un anno
In un
Grande Paese come l'Ucraina e ha detto sono molto meno anche se fenomeno sempre inquietante di quelli che si verificano in Germania o in Francia annualmente a cosa e molto più preoccupante nella stessa Russia
Quindi ho avuto una serie di incontri che ritengo particolarmente significativi e una parte dei quali
Hanno prodotto anche alcune registrazioni che spero
Di potere trasmettere attraverso Radio Radicale nei prossimi giorni
Il dato dire chi ci ascolta se chi volesse intervenire lo può fare attraverso Twitter utilizzato è costretto a stare qui senza filtri scritto tutto attaccato magari può anche essere utile
Per raccogliere magari qualche anche qualche proposto qualche domanda qualche considerazione su quello che andiamo dicendo voglio aprire una parentesi
Un attimo prima di poi magari entrare anche nel nelle nelle ultime notizie delle ultime ore perché Insiel parlato in questi in questi mesi insomma descrivendo parlando della della situazione in Ucraina come di un Paese
Diviso insomma tra una parte del Paese
Pratica le regioni orientali e sud orientali russofone quindi legata alla Russia quindi comunque
Poco interessate all'unità delle dell'Ucraina e il resto è invece relata ma del Paese invece occidentali esatte favorevoli
Alla all'adesione all'Unione europea anche Hussein ora al di là che queste divisioni sono sempre in qualunque situazione mondiale è sempre molto non sono corrispondono alla verità in particolare
Io ho letto da qualche parte che ancora di più invece l'Ucraina una a una situazione
Mi molto complessa in cui qui le cose sono hanno
Cioè non sono così divisa bianca e nera somma al all'Est ci sono attenzionarla l'Occidente all'Ovest si guarda magari anche a la la a quello che ha rimasta dalla Russia è così
Si è molto così anche perché molte famiglie di abitanti dell'Ucraina sono famiglie miste
è normalissimo che ci siano persone di prima lingua ucraina che convivono hanno rapporti familiari diretti compressori prima lingua russa
E in misura diversa con rappresentanti di altre minoranze che possono essere trattare a a Odessa per esempio abbiamo incontrato
Alcuni rappresentanti di uno dei partiti centristi piuttosto affine diciamo alla Democrazia Cristiana tedesca anche se
Incomparabilmente più piccolo nelle dimensioni
Che fra loro c'era una una signora molto attiva di etnia baschi Ra
Che si schierava con con il Governo di Kiev e con l'idea sancita peraltro diritto internazionale di una Ucraina unità non non aveva
Nessuna contrapposizione etnica così come in generale ad Odessa
Sono secoli
Che non ci sono contrapposizioni etniche ci furono soprattutto intorno al mille novecentocinque all'epoca della della rivoluzione del mille novecentocinque
I pogrom canti ebraici e poi ci fu la sullo sterminio degli ebrei sotto l'occupazione rumena innanzi sta intorno al mille novecentoquaranta quarantuno quarantadue che ma questi sono stati due episodi storici ma
Normalmente le varie
E trine convivono nel modo più pacifico a Odessa in particolare per mese ci sono state in una piazza
Manifestazioni e tende che erano collegati idealmente con l'euro mai da me dichiarazione e in un'altra piazza all'altro capo della città c'era quella che viene definita l'anti mai D'Anna
Che
Non si sono avuti scontri fra i due grandi
Oggi adesso è prevista tra l'altro una manifestazione dei pro euro ma i dati
Sì ma tra l'altro dovremmo riuscire ad avere un fra un po'una perché intorno a mezzogiorno diamo se ce la facciamo un in collegamento telefonico
Con non donne a schede dovete si si sta svolgendo una manifestazione invece pro russa danni a Sky lo dico perché ci ascolta nel nell'est del Paese
E quindi vedremo magari anche se riusciamo a fare questo collegamento che cosa sta succedendo in quella in quella piazza non so se no vuole aggiungere qualcosa vedevo che assentiva hanno parlava Antonio
Sì stavo ascoltando le differenze anche quello che diceva Antonio tra le famiglie dove ci sono i concorsi dico ucraini credo che
Non so però non so per quanto può essere generalizzato però parlando prima con gli un gli appena tornata mi sembrava comunque è un fatto che si sente più spesso
E le differenze di posizione tra le generazioni dove si vede spesso che i giovani anche dentro le le stesse famiglie sono molto a favore dei valori europei finiti dell'Unione europea mentre magari
Vi generazione più più vecchie non sostituirsi pulire i costi eh
Non sono per forza può ossia ma neanche
Può Unione Europea magari si trovano più un'Opposizione di mezzo
Chiedo Antonio non non so se si può generalizzare ma mi ricordo quando c'eravamo noi che ha un po'questo fatto mi mi è rimasto a
Sì la differenza tra le generazioni
No è una una certa differenza nel senso che vi sono alcuni rappresentanti della generazione che era giovane nel tempo
Del del Massimo
Splendore per così dire ed era uno splendore realtà con tante ombre come sappiamo dell'Unione Sovietica
Che hanno una certa nostalgia dico all'epoca ora qualcuno ha scritto
Che di russi di Crimea che hanno votato sì all'annessione alla Russia l'hanno votato pensando di ritrovarsi nell'Unione Sovietica degli anni Settanta
E magari di ritornare giovani in realtà si sono trovati nella Russia di Putin
Che che ha come giustificazione ideologica
Soprattutto negli ultimi mesi un nazionalismo sciovinista che si richiama in parte addirittura allo stalinismo ma che non è nessun ideale come quelli che i comunisti potevano a vere negli anni settanta
è una situazione insomma molto diversa da quella di allora l'Unione Sovietica con la sua ideologia non può tornare mentre c'è l'ideologia del potere cioè lo strumento
Della della menzogna più spudorata c'è questa questione del dei nazisti al potere a chi R. esattamente una disinformazione scientifica
Con cui tutti i canali televisivi russi che sono assolutamente legati a Putin me e ai suoi associati e inondano le famiglie russe da mesi
No questo non avevo aperto questa parentesi perché
Importante secondo me perché è facile quando si parla di zone così lontane che vengono raccontate magari solamente quando c'è la notizia di cronaca col fatto insomma
è facile scadere nel raccontare che tanto sono delle situazioni complicate quel pensando al cavo casacca coso per certi versi anche più complicato dei Balcani per capire
Però non è detto che una complessità culturale etnica o storica generi di per sé anche un conflitto non è non è assolutamente detto
E mi interessava insomma spiegare che non siamo di fronte a una situazione credo di guerra civile o di guerre etniche o di posto che nei Balcani
Le guerre degli anni Novanta siano nate per motivi etnici e non per altri motivi che hanno sfruttato poi le componenti atti che manca andremo su tutt'altra cosa invece no vorrei venire su sul sull'oggi perché oggi sui giornali si parla appunto di questa
Apertura di via possibilità di dialogo tra a questo punto la Russia e Stati Uniti Occidente oggi previsto a Parigi un incontro tra il
Ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e il Segretario di Stato americano John Kerry
La Repubblica titola per esempio Obama cede sulla Crimea qualcun altro giornale parla di apertura di Putin
Prendo proprio dal dall'articolo di Federico Rampini questa bozza che potrebbe costituire
E la la la base per la devi escalation allora la Russia negli Stati Uniti chiedono che la Russia ritiri le sue truppe e non commento ulteriore violazione dell'integrità sovranità Ucraina
E poi ancora i costi degli Obama spiega nei dettagli cosa questo significhi e ritorno nelle proprie basi delle truppe russe impegnati in cosiddette esercitazioni militari vicino alla frontiera invio di ispettori internazionali
Dell'OSCE per vigilare sul rispetto dei diritti delle minoranze dialogo diretto Mosca chi aveva preliminare un pieno riconoscimento di legittimità del Governo ucraino
Facilitato dalla comunità internazionale cioè OSCE e ONU un'accettazione delle prossime elezioni presidenziali ucraine da parte di Mosca
Siamo davvero situate Antonio cioè si sta cercando di ricucire in qualche modo anche perché
Qualche altro commento e dice
Che il Presidente Putin ha pagato questo questa
Le ultime settimane con un isolamento internazionale ore in qualche modo deve uscirne deve pagare il prezzo il prezzo potrebbe essere questa
Questa trattativa sono tanta l'altro sul piatto c'è la proposta della Russia o quantomeno di Putin l'idea russa dice quelle della sera Ucraina federale neutrale somma separate all'interno di tutte queste formule proposte viale così c'è la possibilità di trovare una soluzione posto che non credo che nessuno voglia poi un conflitto sulla via Scala
Nessuno vuole compiuto su larga scala questo senz'altro l'idea che un qualunque
Stato e tanto più uno stato di quarantacinque milioni di abitanti grande più dalla Francia come l'Ucraina debba fare la Costituzione dettata
Da dalla Russia mi sembra improponibile cioè è assolutamente vergognoso pensare che in campo di relazioni internazionali il Ministro degli esteri di una potenza
Che peraltro si è ammessa al di fuori del diritto internazionale una Regione di un altro Stato possa anche dettare le condizioni della Costituzione
E detto questo
Se si arriverà all'accordo nei termini che tu adesso è appena letto implicitamente ci sarà un'accettazione da parte degli Stati Uniti in generale della comunità internazionale
Del dato di fatto che la Crimea sia occupata connessa dalla Russia
Non in termini di diritto abbiamo visto anche il risultato del voto l'assemblea generale dell'ONU dove solo Stati come la Corea del Nord Cuba e il Venezuela o il Sudan hanno votato dalla parte del Federazione Russa
Quindi è un
è una trattativa molto delicata certo e comunque preferibile che non si arrivi all'invasione di altre parti del territorio Crema ma non è a mio parere accettabili idea
Che la Russia possa dettare quel tipo di condizione così come il il Governo provvisorio ucraino e i candidati
Principali per le elezioni presidenziali venticinque maggio hanno dichiarato essere inaccettabile
E con l'assetto costituzionale deciso a Mosca per l'Ucraina
Ci sono però nel frattempo segnali che la guerra realtà possa esserci per una serie di motivazioni strategiche purtroppo anche ideologiche bene da parte di chi detiene il potere al Cremlino
Dal lato che fa propendere alla non intervento militare russa in altre regioni c'è la disastrosa conseguenza per l'economia russa che questo significa
Abbiamo già visto no anche perché l'ordine del giorno ecco anche perché tu sto questa operazione Crimea non ma non ha portato bene né a rublo né alla Borsa di di Mosca negli investimenti
Nei
Questo è uno a mio parere dei motivi più seri per cui la Russia può comunque arrivare a trattative con li Stati di democrazia liberale occidentale
Dall'altro ci sono considerazioni di di mera strategia militare per cui ad esempio
Le i più importanti fabbriche di armamenti e di alta tecnologia militare nel settore missilistico nel settore della motoristica delle aree da combattimento
Che USA la Russia si trovano in territorio ucraino
Si trovano nell'est dell'Ucraina cioè proprio le regioni che sono facilmente aggredibili dalle forze armate Ucraina allora in previsione
Di un ipotetico conflitto fra qualche mese Putin potrebbe decidere di invadere subito quelle regioni per impossessarsi intanto di quelle fabbriche
Questa è una delle considerazioni e le strategie che sono state avanzate
Poi c'è la possibilità di un attacco invece da nord direttamente su chi era che avrebbe però conseguenze di di guerra partigiana notevoli e poi c'è la questione della trasmissione Ovest
Insomma è una situazione complessa è veramente molto pericolosa rispetto a una possibile escalation del conflitto
Ieri leggevo un un articolo credo se non ricordo male di ammazzasse solo sul foglio che diceva appunto come praticamente l'ottanta per cento al al momento l'ottanta per cento della dei missili Cendon Mandel della dell'apparato missilistico Russo
Di fatto la manutenzione in mano all'Ucraina
E appunto come ricordavi tu delle il poi le fabbriche e sono dislocate nella regione del sta apro un attimo la la la parentesi Transnistria perché
Se già la gente non sa bene dove si trova dove si trovano questi Paesi quando si parla di Transnistria SEPA si parlasse di Marte probabilmente avanzate saprete meglio localizzarlo ma comprensibile d'altra parte la Transnistria
è una sottile se striscia di territorio che sta appunto a est del fiume Mestre
Ed è la è un atto che la parte orientale della Moldova che è un piccolo paese proprio schiacciato tra la Romania e l'Ucraina la Transnistria più di vent'anni fa a dichiarato la all'indipendenza dalla dalla Moldova
Che ha soporoso volta faceva queste aree le conseguenze della fine dell'Unione Sovietica
è un Paese che nessuno ha mai ricevuto riconosciuto almeno Cipro nord è riconosciuta la Turchia amata svista non riconosce nessuno riconosciuto solo da altri non Stati come la bocca si è voluto senza del se è vero è vero Fermana correggermi che non solo dei non statico di fatto è diventato un ed è diventato de facto un protettorato russo e si sa che in praticamente la una delle più grande lavanderie di di di denaro sporco del mondo non zone di di traffici di ogni tipo proprio perché di fatto non esiste una una un assetto istituzionale ricco internazionalmente riconosciuto
Questa è diciamo così più che una è una un'altra spina nel fianco tu la città che adesso la questione della Transnistria rispetto anche poi alla l'integrazione europea della Moldova che accelerato in questi in queste ultime settimane
Sì sì né fra l'altro io vorrei fare un piccolo passo indietro storico e poi chiedere per una cosa all'aura passo indietro storico ci porta mille novecentotrentanove
Al ventitré agosto del mille novecentotrentanove al patto Molotov Frida entro una settimana prima dello scoppio esattamente alla guerra esattamente quando la propaganda putiniana che viene Taranto Presa alla lettera e magari anche accentuare ad alcuni articoli che ho letto in Italia ad esempio sul fatto quotidiano
La propaganda putiniana dice che lì chi ebbe sotto il potere di fascisti nazisti eccetera che e si rifà all'idea di un'Unione Sovietica buona che combatte vince contro il fascismo
Dimenticate quel tipo di propaganda di dire
Che la seconda guerra mondiale come tu Roberto dicevi poco fa è scoppiata una settimana dopo il patto Molotov ripeto ovvero è scoppiata grazie al fatto che Stalin d'accordo con i tre ha deciso la spartizione
Dalle economie la Polonia servirà baltici e
De di prendere la Moldova sostanzialmente Cocco Pando per la Bessarabia e altre zone
Per cui poi non fu sorpreso perché nel nell'estate del quarantuno la Germania nazista in base l'Unione Sovietica ma di fatto Stalin è stato uno dei maggiori responsabili dell'inizio della seconda guerra mondiale
Mentre invece io vorrei chiedere servono consenti a Savona
Perché so che lavora è stata insieme con Marco Pannella Matteo Angioli
Anche a Londra nei giorni scorsi ha avuto una serie di
Incontri importanti per le prospettive del Partito Radicale se lei crede che in quanto partito radicale
Possiamo svolgere un un ruolo
Rispetto alla situazione l'Ucraina fondo quello che abbiamo cercato anche con l'aura quando sono stati la prima volta chiede infine bravi o di spiegare e che oltre all'approccio non violento
Abbiamo anche un approccio federalista europeo so io credo che ci sia la possibilità
Di di svolgere un ruolo positivo in questa circostanza
Sì credo assolutamente che
Come ci è anche stato un po'richiesto durante i nostri incontri a chi effettua prima volta un mese fa credo che ci siamo andati
A
Che la voce degli attivisti per i diritti civili quelle chiede
Vogliono lavorare allo Stato di diritto monitorare anche tutti tutti gli sviluppi i cambiamenti Ammin che si stanno svolgendo all'interno dall'Ucraina ovviamente diventato molto più difficile con la situazione
Attuale
Che
Dobbiamo cercare di di di collaborare con loro e portare la loro voce in Italia
All'Unione europea e che il partito lì può può svolgere un ruolo importante
Come già detto l'abbiamo detto quando siamo tornati anche la prima volta grazie alla Roma ossia tutta l'attenzione spostato sul
Conflitto in Crimea il possibile conflitto ora nelle altre regioni
Che ricordo tra l'altro perché ora ci questa mossa di Putin appunto in negoziati aperti
Che però anche quando c'eravamo noi e mi ricordo perché al Parlamento un giornalino il giorno in cui ci siamo andati mai abbiamo parlato l'intervistato per radio radicale Mustafa Gemina
Eravamo gli unici perché c'erano tutte le grandi attestati i grandi giornali internazionali e nessuno parlava con lui che ricordiamo
Che l'idea dei tardi dei precari della Crimea
E anche lui in questo momento diceva certo la situazione in Crimea sarà difficile per qualche giorno qualche settimane qualche mese però
La prospettiva di un'invasione russa che invece c'è stata neanche lui la pensava possibile a mente
Tre giorni da un po'cominciato tutto avrebbe esserci un grande spargimento di sangue se si dovesse verificare ma sembrava irrazionale disegni ma a volte credo che dobbiamo
Ritardino anche infame singolo
A
Però grazie cioè grazie a questo fatto appunto tutti
Tutto quello che noi abbiamo incontri
Riscontrato quando eravamo lì
A le domande perché il cambiamento le riforme istituzionali le Invest investigazioni su quanto è accaduto in questi giorni diciotto diciannove venti febbraio
Che
Per quanto ho capito il Governo attuale sta frenando sulle investigazioni
I nostri amici che tu tu hai citato di ero mai da nessuna est
Cercano informazioni svolgono campagne di di mobilitazione per capire cosa insuccesso c'era proprio il giorno dei morti esasperato
Però il Governo appunto frena un po'su questi investigazione investigazioni indipendenti tutto questo sono cose su cui uno possiamo assistere
I nostri amici di
E due dobbiamo aiutarli a a portare la loro voce qua e dentro l'Unione Europea M. in in totale perché qua quando si leggono i giornali
Qualche informazione arriva però non è molto
Obiettiva direi
Né in un senso né nell'altro
Io su questo vorrei aggiungere per esempio una delle prime cose che è stata fatta dal Partito radicale insieme con Non c'è pace senza giustizia
Perché proprio il giorno in cui noi visitammo la assistemmo ad una sessione dei lavori del parlamento ucraino
Parlamento creino decise di chiedere alla Corte penale internazionale dell'Aja
Di avviare un procedimento contro Yanukovich contro l'ex Procuratore Capo
Della Repubblica del dell'Ucraina per crimini come quello di strage
E allora notammo subito che in realtà Ucraina non poteva adire la Corte penale internazionale perché non ha ratificato lo Statuto di Roma
E e non si trova in una
In una serie di possibilità tecniche per poterlo fare allora la la nostra proposta era anche quella di
Fare le modifiche costituzionali che sono tecnicamente necessarie
Per ratificare lo Statuto di Roma e procedere in questo senso un contributo che dal punto di vista del diritto internazionale possiamo dare come abbiamo fatto in altri Stati
Per il futuro sviluppo dell'Ucraina
Altre due cose rispetto alla Crimea
Sì lavora giustamente ha citato Mustafà G miglior fora non tutti in Italia conoscono la storia della Crimea
Ma fra le tante cose che se ne possono direi io vorrei citare
Veramente due
Dopo i della letteratura russa della grande letteratura russa per esempio la capitale del Canato di Crimea che oggi e una modesta cittadina dalla quale stanno fuggendo molti trattare inverso
L'Ucraina continentale Bacci sarai
Uno dei più noti poemi letteratura russa la fontana di bar ci sarà di Puska il quale pur Skin fra l'altro fu relegato per un anno ad Odessa
In una momento in cui lo lo zar non gradiva il suo impegno sociale
E quindi c'è una presenza storica ma un altro grande scrittore Russo che è stato in Crimea da giovane ufficiale durante la guerra di Crimea centosessanta anni fa era tasto voi
Allora dita storiche forse qualcuno ha letto i racconti di Sebastopoli e c'è una considerazione
Che io ritengo sia fondamentale che vorrei che l'opinione pubblica russa potesse ricordare in questo periodo che tasto i fa al termine del secondo dei tre racconti di Sebastopoli
Il protagonista del mio racconto che io amo con tutte le forze della animo e che mi sono sforzato di descrivere in tutta la sua bellezza e che sempre stato è e sarà bello è la verità
Cioè tasto e descriveva unicamente la verità di quello che poteva
Anche con una grande drammaticità io raccomando la lettura dei racconti di Sebastopoli da questo punto di vista
E benché fosse allora giovane non aveva ancora maturato il suo approccio alla non violenza che poi sarebbe sta
Tu determinante per la formazione culturale di grandi
Aveva intuito quello che è grande avrebbe definito come l'altra faccia
Della non violenza cioè la verità ecco questa campagna internazionale che soprattutto Marco Pannella
Cerca di condurre con il Partito Radicale gran lavoro di Marte Angeli per il diritto alla verità o almeno semplicemente alla conoscenza secondo me sì innesta perfettamente nella attuale crisi Ucraina
Sì anche perché mentre doganali pensavo conteneva del lavoro di di Di Matteo Angioli su su cui Marco può insiste tanto tempo evidentemente la visione dell'Iraq sono separando era chi sarebbero tutta la verità su su quella guerra su quel conflitto
C'è anche chi contesta quella quella lettura con altrettanti documenti così però
Di fatto di parlarne fare di non parlarne già impedisce di capire come realmente andarono quel quelle cose se hanno ragione radicali hanno ragionato e qui in una situazione per così complicata come quella di quelle zone
Io adesso vediamo se riusciamo ad avere questo collegamento con Daniela Sky intanto volevo tornare su una anche brevemente la questione complicata però ricordare che torna torna periodicamente
La l'obiezione ma che cosa di diverso la Crimea con il Kosovo perché il Kosovo può dichiarare la secessione
E l'adipe anzi l'indipendenza e gli esseri conosciuto e la Crimea invece no a parte il fatto che così come sono andate le cose in Crimea confusa al momento confliggono sia con la Costituzione ucraina che con quella russa ma al di là di questo
Anche la mozione di autodeterminazione dei popoli non è un dogma ma storie proprio storico politicamente più brevemente al TAR perché sono diverse le due storture conosce entrambe
Sì beh sulla sul Kosovo tu sei un grande esperto ma ho letto anche come l'interessante articolo molto chiaro di Marco Perduca sulla Huffington post edizione italiana qualche giorno fa
Le diversità sono enorme lei il corso come sappiamo ed è stato un è stata una Regione dove era in corso prima un una serie di atti di genocidio da parte di forze serbe
E poi una guerra civile e il e il processo di indipendenza del Kosovo è andato avanti per circa vent'anni
E non è ancora completamente formalmente terminato ci sono molti Stati che riconoscono il Kosovo fra quali quasi tutti quelle ogni europea tranne la Spagna nel cinque entra nella Spagna e pochi altri
E ma altri Stati non lo riconosco indipendenza ma soprattutto una serie di procedimenti giudiziari in Kosovo vengono in realtà condotti da istituzioni europee cioè euro lex che un è un organismo stabilito d'intesa con le parità del Kosovo dalla Unione europea che gestisce una parte del sistema giudiziario del Paese le è una parte della polizia giudiziaria è affidata a a Forza internazionale c'è un reggimento di carabinieri italiani in Kosovo
Che gestisce una parte di tutto questo
Per cui un processo nato dati di genocidio e che è tuttora in corso da oltre vent'anni nella stessa in una situazione molto diversa in cui peraltro il Kosovo si è staccato dalla Serbia
Ma non è nel giro di due giorni diventato parte integrante di un altro Stato no alla quale è stato sia poi niente di meno che la Federazione russa quelle le differenze sono davvero molte
Allora adesso abbiamo un collegamento telefonico abbiamo in linea Danilo Elia collaboratore di osservatorio banca nel Caucaso che si trovava a Doniart che nella nell'est della dell'Ucraina dove dovrebbe essere in corso una manifestazione filo pro russe a filorussa così a Danilo
Che buongiorno a tutti ci sono paragonate qui in piazza li hai come ogni domenica ormai
Un
Migliaio di persone vengono bandiera russa in bocca al referendum
E ma un migliaio per farci capire sono tanto sono poche lei allora a mio giudizio sono sono veramente poche c'è da dire che sta facendo molto freddo ma non credo che questa possa essere
La ragione anche per qualcuno qui dati utile come ragione per cui ci sia poca gente che non so non sono tante la piazza è molto grande all'impatto visivo leggibilità ecco perché afferrata vuota
Quali sono i degli slogan insomma le le le le parole d'ordine RIS diremmo noi poi dovremo detto una volta e che prevalenti
Quello che è differente gridare quindi via coloro dalla gente aveva a che fare un referendum Serra
Balconi dicono per l'indipendenza della Regione del Tomba perché la Regione quindi per niente grazie
Secondo altri agricola Pagliuca sulla falsariga di quello piuttosto in Crimea per chiedere formalmente alla Russia rientra pappardella prelazione perché i giorni
Qualcuno degli organizzatori stanche raccogliendo delle PMI totonomine sembrano più che altro atti come dire privi di un di una di una reale efficacia al momento però
Il patrimoniale non è da sottovalutare in ogni caso perché
Qualche mese fa AIM vendite INEA pochi avrebbero scommesso
Nel giro di poco tempo la la la piccola sarebbe pacata dall'Ucraina e fare prima tappa parte della Federazione Russa
Poco fa quindi qui da Studio avrà più lo stesso leader dei dei Tartari qualche settimana fa era ancora abbastanza tranquillo da questo punto di vista
Tuta quanti indenne da quanti giorni sei lì e che altre zone ai pago tutto ha visitato in questa in questi in questo periodo
Ma io sto
In questo momento sto girando appunto l'ex stelle del Paese la Regione
Anche che il grande distretto minerario dell'Ucraina e e lei la Regione che a le caratteristiche più Milone volendo spingere il discorso alle trame conseguente le caratteristiche più idonee per diventare
Un'altra un'altra Crimea
Mi portano nei prossimi giorni per solo per quel Paese proposta astratte cercare di far girare una una linea una
Tra tra le due anime dell'Ucraina Valente l'opera ex
Ecco noi dicevamo poco fa che sì ci sono queste due anime ma in realtà la situazione non è divisa nettamente somala glutea le le le sono mescolate le famiglie le idee le persone le le così
O
Concludo dicendo che era il primo all'ultimo non c'è una una divisione netta come aspetto viene raccontata è però vero che ricca legale cioè
O meglio che due anime coesistono
è è verissimo che convivono hanno convissuto negli ultimi i venti e passa anni
Però ripeto la stessa cosa che abbiamo visto succedere in Crimea anche lì
Una maggioranza Rousseau loro Saponara e anche di Irpinia procura Ussa
Ha convissuto per da due decenni tranquillamente nel nel nel nella dallo Stato ucraino con le altre comunità
E poi qualcosa qualcosa è cambiato è chiaro che esce come dire
C'è qualcosa che che purtroppo sotto sotto pelle non non è impossibile che che che questa chiama venga alimentata magari anche
Anche strumenti genovesi sa come ma mai ma la gente le persone con cui tu sarebbe entrato in contatto attimo ore che
Dire
No non direi non diretti muore per per alcuni
Speranza
Dura
Certo ora mi è difficile rifare una settimana dire
Quanto in realtà quante quante persone possono pensare che potrebbe dare un futuro da dare un futuro migliore alla Regione far parte della Federazione Russa o comunque l'indipendenza data a chi è d'accordo certo è che
Pentimento sentimento diffuso ci sono va detto in realtà una una grossa fetta della
Della della cittadinanza da gente qui e confinata a ritenere che ha ripreso in tante parti dell'Ucraina al di là adesso della anche della appartenenza linguistica
O entità
Ho capito Danilo ti ringraziamo molto anche perché poi verte anche velature su una disponibilità che abbiamo raggiunto ieri sera tardi quindi grazie anche per questo
Buona buona permanenza risentirci grazie e buon proseguimento voi grazie era Danilo Elia che si trova in Ucraina per
Salvatore balcanica o cosa ora scritto parecchi parecchi pezzi queste ultime settimane parlando appunto che dei timori di Moldavia Georgia dopo quanto è venuto in Crimea
Della questione dei Tartari di Crimea che chiedono
Guardano anche la Turchia in qualche modo del del della Moldavia che può mi potrebbe a sua volta avere problemi di
Indipendenza della Gaiga Uzzi al per spero che si pronunci così o della Transnistria in cui il soviet supremo stava vagliando trasmise cui parlavamo prima un in una riunione per la quindi insomma sta seguendo trovate appunto i suoi
Pezzi su balcanica o cosa appunto orga
Prima
Prendo spunto anche da quello che ci diceva Daniele Lia
Seconde Antonioli questa idea ne avevamo cenato prima di un'ucraina federale neutrale questa idea russa cioè è praticabile ma io ritengo che non sia praticabile e soprattutto che
Non lo sia proprio perché D. M.
Proposta in termini impositivi da Mosca
Quindi non non ci può essere questa forma posto sovietica di quella che una volta si chiamava finlandese azione rispetto la nostra forza è questa l'idea che seguì una delle idee che non erano Mosca è questa cioè prendere il più possibile dalla situazione attuale dell'Ucraina
Per farlo tutti i piani sono pronti per per diversi piani da quello dell'occupazione di alcune regioni a quello di arrivare fino a Kiev e così sono piani militari e ci sono piani politici
Ci sono agenti provocatori
Non c'è dubbio la manifestazione di cui ho dato qualche notizia in un collegamento da Kiev e dell'altra sera
Quando uno dei leader regionali e del del prati Sector del settore di destra è stato ucciso allo scontro con la polizia
Per avere in realtà svolto attività criminali che con la politica avevamo ben poco a che fare alcuni del PRA visetto hanno dopo una grande manifestazione in piazza ha mai da me proposto di andare ad occupare il Parlamento poi questo non è avvenuto
E sono andate poche centinaia di persone intorno al Parlamento quella notte
Ma di chi
Potrebbe essere il tornaconto di un'iniziativa del genere se non di chi a Mosca vuole pretendere di salvare l'Ucraina dal fascismo
Poi i sondaggi ci dicono che in realtà il PRA visetto ma in un caso di elezioni non arriverebbe a superare il due virgola cinque per cento chiaro i dati possono cambiare ma si tratta di fenomeni assolutamente marginali
In questo quadro una proposta di neutralizzazione federalizzazione interna dell'Ucraina che venga da Mosca come accennava anche l'inizio
Del nostro dibattito di oggi mi sembra non praticabile lo ha detto fra l'altro anche
Poro Shen copre procuro Sheng Cocche il candidato in testa nei sondaggi
E per le elezioni presidenziali proprio escludendo che questo possa avvenire per ordine di Mosca
Se poi dopo le presidenziali
Ci saranno anche elezioni nuove per il Parlamento anche se la data non è stata fissata si dovesse arrivare a un dibattito interno che proponga questo allora il discorso cambierebbe
Le presenze all'invece si tengono venticinque maggio toccherà protocollo militanza con le elezioni europee e questo ci lega proprio voglio dire qualcosa
Ma Napoli questo ci lega proprio a quell'ora c'è la questione per l'accennava anche Laura carta parlando appunto delle iniziative radicali la questione Unione Europea che ne stiamo parlando oggi c'è l'incontro tra carri e l'altro parliamo di Russia e Stati Uniti ma di mezzo
C'è una cosetta che si chiama Unione Unione europea di Unione europea del sogno del sogno di mai dannato il sogno europeo parla oggi su repubblica slavo Gisec che ha una importanti intellettuale mi dice se io leggo qua le riassunto è quello che fa ovviamente del quotidiano però dice manifestati di mai Dan sono degli eroi ma la sfida comincia ora ed è quella dell'identità del Paese e poi questa quindi c'è un problema interno di capire
Che che Ucraina poi vogliono ma poi anche noi europei che Ucraina vogliamo
E che uno poi andiamo a proporre

Sì più no in è infatti uno credo che
E molto significativo come dici tu
Che oggi si vedono ok Lavdosh gli europei dove sono negli ultimi giorni settimane come accennato prima
La Polonia è molto impegnato nell'Ucraina gli altri Paesi europei
Dove dove sono dove l'Europa dove l'Unione europea hai accennato anche prima non solo all'Ucraina ma
La Moldova alla Turchia
A io mi auguro spero che
E anche
Che possiamo in qualche modo contribuire a questo
Anche col partito che anche dentro l'Unione europea si riapre il dibattito sugli Stati Uniti d'Europa includendo
Anche questi paesi nel futuro e
Che si si apre il dialogo e il dibattito su sull'ignora Unione europea
Politica
Alla
Mi hanno sì anche
A questi Paesi come risposta alle minacce che che ci stanno e non solo a minacce anche alla
Come si dice
Ho Solazzi
Occorre insomma
Opzioni non proseguire obsolescenza nasce a un un'Unione Europea che diventa sì sì sì sì sì insomma se non nomi stranieri cattivo che non ma infatti pensavo mentre mentre per mai pensato che l'Unione europea riempio nella figura anche della del dell'ormai agli ultime settimane di lavoro alto Alto rappresentante catene stonato aperta della politica estera ha svolto un ruolo commerciale
Per l'accordo storico che c'è stato proprio quasi un anno fa aprire tra Belgrado e Pristina per normalizzare la relazione la norma di Kosovo tra Serbia e Kosovo
Perché evidentemente i Balcani in questo momento non sono una nodo cioè non sono in primo piano per quanto riguarda gli equilibri geopolitici allora questa cosa che questa nel cuore dell'Europa possiamo lasciarlo a Bruxelles
Lì dove parliamo di Ucraina reperiamo ricavo quella che quindi dove parliamo a poi
Inviata giacimenti di petrolio passaggio delle eccetera eccetera eccetera
L'Europa veramente non non conta nulla non viene lasciata fuori a cioè si fa sì sì si fa lasciare fuori
Sì fra l'altro questo è un altro punto che tocca la disinformazione putiniana perché si si dice Euromed a me è stata sostenuta sarebbe stata sostenuta secondo l'informazione
Dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea che avrebbero addirittura finanziato i manifestanti ora che qualcuno abbia dato qualche modesto contributo a qualche associazione è del tutto verosimile
Ma in realtà l'Unione europea a mio parere nei primi mesi della protesta ha cercato di tenersi il più possibile fuori
Quasi che
Fosse preferibile
Per alcuni dei responsabili europea che l'Ucraina si allontanasse dalla possibilità di un accordo di associazione che comporta dei costi monetari non indifferenti quindi una auto deresponsabilizzazione e quella che io
Credo di avere visto dell'Unione scusi dei giudizi interrompo lo vediamo anche dalle date se vogliamo perché che l'Ucraina esse scegliendo l'accordo con la rucola Russia piuttosto che l'accordo col non europea si sapeva da settimane da settimane si attendeva
Non ci si aspettavano le proteste solo in quel momento in cui la gente scese in piazza a novembre con le bandiere dell'Unione europea a Bruxelles sia
L'organo che forse le cose non stavano andando nel senso cioè togata c'è stata diciamo una una certa trascuratezza di che cosa poteva significare
La prospettiva di un accordo di associazione con l'Ucraina che è stato ripreso soltanto in queste ultime settimane con la firma da parte del nuovo Governo provvisorio ucraino della parte politica dell'accordo di associazione in attesa che venga
Definita la parte economica anche grazie all'aiuto al fondo meritare internazionale e Delli aiuti minori di alcuni Stati individualmente
Per cui è una processo in cui effettivamente europea un po'latitato vorrei ricordare la grande differenza che c'è con l'allora Comunità europea di venticinque anni fa cioè intorno al mille novecentottantanove al crollo del muro di Berlino la rivoluzione romena alla fine dell'Unione Sovietica alla rivoluzione di velluto nell'allora Cecoslovacchia con Bazzera va bene
C'era un'Unione Europea che era un faro di speranza è un esempio di positività
Dal punto di vista delle libertà economiche dei diritti civili della visione e di prospettiva di Stati Uniti d'Europa delle libertà
Che oggi purtroppo quel faro praticamente spento ci credo ancora e coloro che sto no ama ed hanno e pochi altri
Ecco allora abbiamo in linea adesso proprio e quello che dicevi Antonio ci introduce proprio perché abbiamo in linea Benedetto Della Vedova
Otto Segretario agli esteri buongiorno Benedetto buongiorno Titti Doda il tutti diamo del tu anche fermo più al proprio sarà con lunga conoscenza allora so che questa area solo pochi minuti con noi parlavamo proprio in questo momento della fatto che sostanzialmente in questa apparente disgelo che sembra esserci o comunque
Con sul tavolo una qualche proposta attorno alla quale si può discutere per venire fuori dalla crisi Ucraina
La il l'Unione europea è sostanzialmente assente in questa fase l'Unione europea fatta di ventotto Stati tra cui l'Italia
Noi siamo con lenti volenti poco volenti o nolenti molto coinvolti sono in questa situazione anche se l'Ucraina non sta proprio le nostre frontiere quindi
Che che si dice che ci puoi dire lì dalla Farnesina
Ma guarda io credo che verissimo quello che dice
Questa è una scelta che
Putin a mio avviso alto consapevolmente
Quello di giocare a uno scontro di potenza fra Russia e Stati Uniti sembra solo famoso discorso alla Tuma
Putin quindici giorni fa dieci giorni fa ha volutamente omesso di citare l'Unione europea
Conosciamo a maggior ragione soldi guadagno radicale pleonastico quanto all'Unione europea
Ma anche di soggettività e quindi di protagonismo nel nelle vicende internazionali
Devo dire però che no posto tutto questo in questa fase abbiamo in questa fase proprio sulle prime
Abbiamo
Assistito out piccolo ma significativo passo avanti in termini
I unità
E di voce unica oppure
Nell'Europa anche rispetto
Aumento locuzione allentano dalla partnership con gli Stati Uniti il fatto il mantenere plastica negozia aperto un canale
Il negoziato politico diplomatico con la Russia e speriamo che lì contro
E il Ministro degli attori flusso TIA qualche risultato c'è ma è un'opzione che l'Europa voluto Peter riuscita a ottenere
Mentre si modulare non le sanzioni ricreativi comunque non più per un canale politico diplomatico
Non voglio
Come dire
Cerchiobottista però è tutto vero questa volta abbiamo fatto un passo in avanti è chiaro che
Prospettiva bisognerebbe arrivare finalmente a quello che conosciamo con me
Esigenza cioè un'unione
Diplomatica quanto meno se non mi dettagliata
Certo nome ma non è certo da questi microfoni che possiamo avere posizioni euro euroscettica semmai dobbiamo avere posizioni realistica giustamente che come come dici tu
Il rispetto invece all'Italia per esempio perché maliziosamente si dice se la prima cosa che mi viene in mente però si dice che insomma per capire la politica estera italiana zona guardare quello che fa lei e siccome stiamo parlando di aree dove la questione energetica
Non è non è secondaria
L'Italia in tutti in tutta questa questa sì complessa situazione rispetto anche suoi al fatto di far parte Unione europea come come si colloca al di là del fatto che chiaramente siamo una sola posizionato governa quella di favorire il negoziato
Ma guarda chiaro che l'Italia una vulnerabilità
Genetica comma
Buona parte dei Paesi
Europei come c'era la Germania che dipende in misura analoga forse anche superiore dal gas che viene dalla Russia all'Italia una diversificazione di fonti di approvvigionamento anche numerica tra
è è ovvio che questo non può che segnare
Teresina abbia che la politica
Anche le scelte di politica internazionale però in questa fase aldilà
Che alcuni interessi specifici aziendali non di paese aziendali dell'ENI
Modalità di contratti eccetera al di là di questo io credo che sia emerso chiaramente
Che l'Europa dipendenti agli atti tendono a valutarla
Dall'adozione sul piano economico commerciale sia dal partire fermo condizionamenti energetici ma
Se allora è un anzi dipendenza altrettanto forte dalla Russia dalla
Cantante all'Europa niente purtroppo l'economia russa
A mio avviso accordi conseguenze per le scelte manca ricerca libertà impicci anche oltre più
Arranca si fonda sull'esportazione di gas e petrolio diceva bisognosi clienti richiesti senza porsi il fatto che gli Stati Uniti abbiano
Sterzo in prospettiva dentro il trattato commerciale transatlantico alla possibilità loro che si è aperto a diventare esportatori netti latte adesso esportatori di diritti
I energia di Galasso assieme al Canada abbia aperto la possibilità di portare il gas
In Europa ha indebolito la possiamo spostare non credo che dobbiamo almeno ecco probabilmente Bertozzi non importare Gatta mostra ma perché portarlo come
Da un fornitore
Che non ci metto anche abbiamo collo fornitore come un altro da questo punto in prospettiva non è
Per domani
Che si possa immaginare di sostituire le forniture di Mosca comunque dagli Stati Uniti
Tra in prospettiva è sicuramente un grado di libertà
Il più
Da far valere nei confronti
Da far valere nei confronti anche di Mosca per ottenere posizioni
Chiamiamo le più ragione
Grazie Benedetto grazie di essere stato con noi vuole tutt'altro in quanto meno i campi grazie alla Sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova
Ecco non abbiamo non abbiamo parlato in in questi in questa questa ora però magari possiamo fare se c'era stanno quattro minuti
Magari per per chiudere le
Tirare un po'le fila anche per cioè c'è una leva economica comunque perché giustamente in questi giorni si dice questa settimana la nostra la dipendenza dell'Occidente da Mosca così
Però e abbiamo visto con le loro accennavamo poco fa cosa è successo in queste in queste settimane alla alla in questi ultimi giorni dopo la la vicenda era la creme a cosa è successo la borsa di Mosca non è che voi la Russia sia così potente da poter imporre
Abbastanza dipendente anche poi dalle vendite di di di di gas dai dalle relazioni commerciali
Quindi questo potrebbe essere una una leva economica no andare a fare la leva economica si potrebbe far valere nel nel negoziato
Sì nel nel negoziato credo che sia la leva più importante c'è la questione che credo giustamente viene richiesta dal Governo provvisorio dell'Ucraina come da diversi dei candidati presidenziali
Che intanto oltre al l'aiuto economico all'Ucraina
Per scoraggiare ulteriori mosse negative e di invasive da parte russa sia necessario rafforzare la capacità di difesa anche militare dell'Ucraina
Questa è una cosa sul sulla quale l'Europa alla NATO stessa gli Stati Uniti non intendono investire molto soprattutto hanno annunciato che non invieranno mai proprie truppe per difendere il territorio creino ma possono a mio parere utilmente se vogliono dare speranza al Governo creino di non essere schiacciato
Da ulteriori ingerenze russe rafforzare il meccanismo difensivo con capacità tecnologiche ed altro che viene richiesto si tratta
Essenzialmente di un approccio tecnologico e strategico che è possibile dare senza avere un ruolo diretto della NATO in Ucraina
Questo è richiesto perché perché fare pagare un costo alla Russia di Putin
Vuol dire anche far sapere acuti né che non sarà come
L'occupazione della Crimea l'eventuale annessione di altre Province
E la questione integra quanto tu dicevi cioè l'unica cosa a mio parere che può fermare
La politica di potere di Putin da ulteriori atti regressione contro l'Ucraina e sapere che economicamente
Non reggerebbe a un'invasione
Già come abbiamo accennato prima di diversi crolli della Borsa di Mosca in almeno due circostanze la svalutazione ulteriore del rublo nelle ultime settimane
E sono segnali inquietanti le stesse sanzioni benché ancora molto ridotte solo un primo livello di sanzioni
Ma che hanno colpito l'interessi soprattutto finanziari di alcuni degli oligarchi più vicini appunti in Europa in Nord America sono un altro problema perché parliamo di sanzioni che
Riguardano miliardi di dollari e di euro che sono manovrati da oligarchi della cerchia più ristretta di Putin
Per cui probabilmente queste sono alcune delle delle circostanze che possono frenare le ulteriori mosse aggressive
Della Russia di Putin nel territorio premio e come dicevo qui c'è la questione che ritengo molto importante della informazione e della conoscenza
L'opinione pubblica russa lo accennavamo è stata sommersa dalla macchina propagandistica in una situazione in cui
Circa
Centoquarantacinque milioni
Di abitanti della Federazione Russa ricevano ogni giorno messaggi per cui le
Mya russa sarebbe in pericolo di genocidio i nazisti sarebbe loro potere chi aveva
La la Santa Russia deve difendersi e deve difendere i russi al di fuori dei confini c'è questa macchina propagandistica altera completamente i termini normali logici razionali della questione
Di cittadini elettori della Crimea prescindendo dal fatto che non sono stati certo il novantasette per cento più probabilmente un trentacinque per cento
Ad esprimersi a favore e dell'annessione alla Russia recite della Crimea sono stati posti in pratica dalla propaganda univoca nel loro Paese di fronte all'alternativa stare con la svastica di chi è il vero costare con il felice tricolore Russo e la croce sinteticamente la croce giusto per per aggiungere qualcosa
Ecco il diritto alla conoscenza la verità davvero a mio parere fondamentale insieme al sostegno politico diplomati o che può venire dal dall'Unione Europea ed altri Paesi
Mi fa venire in mente tutto questo quando il Partito Radicale fece la scelta transnazionale
E in quei e scelse proprio l'est Europa come primo Area di azione proprio perché eravamo nell'ottantanove eravamo stava stava cedendo la cortina di ferro stava
Quante quante di quelle cose e poi ancora oggi non solo per quello che è successo nei Balcani ma anche di quello che sta succedendo oggi fare dialogo geopolitico mostrano come quella intuizioni che questo cerco di trasformarsi trasformò anzi
Di uno strumento politico a era fondata proprio sul sul guardare avanti e quello che sarebbe potuto accadere
Si è si tratta di avere una visione cioè di averla come si diceva anche con con Benedetto poco fa di averla come Unione europea nelle sue istituzioni che parere andrebbero rafforzate e di averla anche come forze politiche
Io devo dire che non ho visto non abbiamo visto con Laura quando e siamo stati
Nell'ultima settimana di febbraio non ho visto questa volta in Ucraina nessun politico italiano
Posso sbagliarmi spero di sbagliarmi ma temo di sapere che soltanto i radicali sono stati come politici in Ucraina nelle ultime settimane
Vorrei che ci fosse un'attenzione maggiore e che questa attenzione
Fosse basata sui fatti e non su pregiudiziali ideologiche magari Petro stalinista come ho visto in qualche articolo di giornale in Italia negli ultimi giorni
Allora chiudiamo qui questa trasmissione che abbiamo voluto dedicare a un nuovo approfondimento sulla la situazione in Ucraina e
Sui possibili sviluppi di questa di questa crisi proprio nel giorno in cui l'incontro a Parigi tra il Ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e segretari Stato americano John Kerry
Potrebbe preludere alla la ricerca di una soluzione politica di questa crisi dopo la la secessione l'annessione della della Crimea
Grazie ad Antonio stanche laureata del partito radicale transnazionale che sono state ancora una volta con noi
In questa previsione in cui abbiamo avuto anche abbiamo sentito la Sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova e Danilo Elia corrono i collaboratori di osservatorio balcanica o caso
Con cui si siamo collegati da Daniela sic
Ritroverete naturalmente su questa tradizione sulla delegare punto it adesso ne facciamo qualche istante di pausa ma tra poco proseguiamo continuiamo a parlare di politica internazionale e ci occupiamo delle elezioni che si svolgono oggi in turchi allora qualche istante di musica e qua di nuove indiretta da Radio Radicale