31MAR2014
intervista

Visita alla casa circondariale di Siano. Intervista a Giuseppe Candido

INTERVISTA | di Ada Pagliarulo RADIO - 14:19. Durata: 12 min 57 sec

Player
Le condizioni della casa circondariale di Siano in provincia di Catanzaro.

Migliorate, rispetto ad una ispezione precedente del 2008, le condizioni della struttura e l'assistenza sanitaria.

Resta grave il problema del sovraffollamento in una struttura in cui, su 484 detenuti, 235 sono in attesa di giudizio.

"Visita alla casa circondariale di Siano. Intervista a Giuseppe Candido" realizzata da Ada Pagliarulo con Giuseppe Candido (membro del Direttivo dell'Associazione Radicale Calabrese Aboliamo la Povertà, Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata lunedì 31 marzo 2014 alle 14:19.

Nel
corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Assistenza, Carcere, Catanzaro, Custodia Cautelare, Diritti Umani, Radicali Italiani, Sanita'.

La registrazione audio ha una durata di 12 minuti.

leggi tutto

riduci

14:19

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Una visita alla casa circondariale di Siano in provincia di Catanzaro l'ha fatta Giuseppe Candido militante radicale in Calabria allora ti chiederei Giuseppe com'è andata questa visita con chi perché abbiamo visto che non eri solo in questa digitale perché c'è stato bisogno di questa è un'ispezione esattamente oppure proprio una visita diciamo
Allora come tu sicuramente calda io innanzitutto ti ringrazio per questa opportunità che ci dà e dopo aver fatto l'ha visto stamattina di poterne parlare tramite Radio Radicale
In carcere alle alla casa circondariale di Siciliano nel comune di Catanzaro siamo entrati insieme ad Antonio Giglio
Che è consigliere comunale presso il comune di Catanzaro e che di recente
Inteso pure prendere la testa del Partito Radicale lui diesel Sinistra ecologia Libertà però ha inteso prendere questa festa del Partito Radicale Nonviolento
Proprio per sostenere questa iniziativa sulle carceri alla quale Kelsen già dimostrato molto sensibile anche quest'estate ci aveva dato una mano come autentici attore delle firme
Per la raccolta delle firme propone di carcere di Fiano
E integralmente venuta anche Giovanna la professoressa Giovanna cani dura
Che adesso è dovuta tornare subito a scuola alle quattro nella un consiglio di classe con la quale nel due mila otto eravamo entrati nel carcere insieme a De Rita Bernardini avevamo rilevato le situazioni di allora veramente di far parte
Diciamo che dal punto di vista strutturale la struttura
Oggi
Parecchio migliorata soprattutto all'interno i padiglioni sono stati di pitturati tutto quello che vogliamo
Però ancora il dato che diciamo tra paura che ci fa rendere conto dell'illegalità in cui con cui la piena viene somministrata viene isolata
è il dato ufficiale perché loro dichiarano anche sul sito internet del dato oltre che M averlo messo qua quei dati seicentodiciassette posti come capienza regolamentare però questi posti
Viene compreso anche un padiglione di duecentottanta posti
Che in realtà non è stato ancora collaudato e quindi non ci si può neanche entrare a visitarlo solo da lontano perché ci sono diciamo ancora i sigilli perché le imprese non hanno dato la non hanno fatto la consegna dei lavori e quindi inutilizzabile
E quindi in pratica rimangono o è un po'come lo di trecentotrenta posti duecentoventinove posti
Nel quale mi sono stipati quattrocentottanta oltre a quattro detenuti che ci sono aggiunti quindi arriviamo quattrocentottantaquattro che si sono aggiunti dopo la chiusura venerdì
Del carcere di Lamezia Terme quindi un solo l'approva con un sovraffollamento che diciamo
Sfiorare il centocinquanta per cento della capienza regolamentare ma soprattutto la cosa un'altra dato che veramente ci fa rabbrividire e il numero dei detenuti in attesa di giudizio
Duecentotrentacinque di quattrocentottanta quindi stiamo parlando del cinquanta per cento in attesa di giudizio e centocinquantaquattro
Di questo duecentotrentacinque non sono mai stati processati
E quindi condannati sono solamente incompatibili atti quindi sono in come si dice in custodia cautelare
E quindi la situazione che abbiamo rilevato è questa del sovraffollamento
Bisogna dire che dal punto di vista dell'assistenza sanitaria le cose rispetto al due mila otto sono anche migliorata Pecci dicono dall'area sanitaria abbiamo parlato con il dottore Tavano che pure per quanto riguarda i tempi di attesa per esempio di un'ecografia e intorno ai quattro cinque giorni
E a dei parenti io conosco l'ospedale di Catanzaro prima di un mese e mezzo monarchia dei mezzi di prenotazione quindi dal punto di vista
Dell'assistenza sanitaria di ricevono cure e hanno otto medici per la copertura h ventiquattro l'intera giornata a tutti i giorni anche la domenica
E sicuramente ci hanno un laboratorio dentistico attrezzato di un'unica poltrona l'abbiamo potuto vedere
Laboratorio diciamo non all'avanguardia ma neanche obsoleto quindi da questo punto di vista devo dire che molte cose sono cambiate dal punto di vista la struttura
Per esempio un particolare che nel due mila otto con la decimo con De Rita Bernardini l'abc tentenna Giovanna cani dura avevamo constatato che i colloqui c'era il famoso un muretto divisorio nobili
Comune tu divisorio che finalmente nel due mila undici è stato abbattuto e adesso ve l'abbiamo visto delle tale colloquio tutto la mente rinnovate
Diciamo degne di questo nome però rimane il dato del sovraffollamento
E il dato della carenza di organico
Della Polizia penitenziaria duecentoquarantadue effettivamente in servizio dei trecentodue che dovrebbero esserci rende bene l'idea del fatto che non possono diciamo
Dare tutta la possibilità di fare le ore d'aria come dodici sarebbero uccello vi sappiamo nelle celle dovrebbero essere dei luoghi di pernottamento dove ci ci si dovrebbe fare otto dieci ore
O nel carcere di Fiano oggi ci sta intorno alle tredici ore perché otto ore loro riescono a fare delle a chi
Vita trattamentali rieducative opuscolo altri che eccetera eccetera questo era l'accento quarantadue sono gli agenti anziché trecentodue
E perché e alcuni sono in pianta organica farebbero duecentootto moglie gli assegnati trecentodue però poi ci sono
Quelli che sono diciamo
Assegnarli ma che hanno avuto un'altra assegnazione per l'anno in corso e Bindi che risultano la pianta organica dei trecento-due ma che effettivamente hanno stanno prestando servizio oggi all'istituto penitenziario un po'come quei famosi posti
Che ci sono virtualmente quando aprirà questo nuovo padiglione
Ma che oggi non ci sono e che quindi rendono le condizioni di di sovraffollamento inumane degradanti perché quando abbiamo quattrocentottantaquattro persone stipate in dei posti
Che dovrebbero essere persone centotrenta Massimo trecentoquaranta potremmo arrivare a una capienza tollerabile aumentando questo del dieci per cento ma siamo sempre o tre o la capienza tollerabile non quella dichiarata attenzione perché loro come dichiarato danno seicento diciassette posti e una capienza tollerabile
Di ottocentocinquantadue per cui quattrocentottanta spaventare sembrerebbe la metà della capienza tollerabile in realtà questo è un dato
Fasullo lotti Chahir dichiarato sul sito internet del DAP è ufficiale ma cita ufficialmente che ancora quello di centottanta oltre posti del nuovo padiglione
Non sono disponibili per trattare detenuti per detenere persone di conseguenza a tutti stanno sovraffollati devo dire che il sovraffollamento che abbiamo visto nel carcere con Rita Di Bernardini con le carceri Reggio Calabria
Non ha nulla a che vedere diciamo la situazione di Catanzaro anche dal punto di vista delle celle che abbiamo potuto visitare
Solo diciamo quando non c'era il detenuto perché un particolare della visita io questo lo vorrei segnalare anche a Radio Radicale io non conosco bene la normativa il problema che non avessimo il parlamentare
Ha fatto sì che la dottoressa apparati la direttrice per la casa circondariale sci ovvietà sedici c'ha raccomandato di non parlare con i detenuti neanche
Delle condizioni generali tant'è che io poi un certo punto non ce l'ho fatta più grazie io sono abituato a fare le visite a parlare a prendere il carattere con i detenuti
Quando abbiamo fatto la DC decorre vita non solo siamo entrati nelle celle ma abbiamo preso il caffè chiacchierato tende ovviamente
Parlando dei temi generali delle condizioni di vita e mai dei singoli progetti
Qua invece è stato completamente impedito di colloquiare colloquiare con dei detenuti tant'è che quando ho provato a dire guarda che siamo dei Radicali ci sono i moduli del
Ricorso alla CEDU e per il magistrato di sorveglianza che lasceremo alla direttrice sono stato perfino richiamato dalla direttrice che ci ha accompagnato durante il giro quindi non avete potuto depositare questi moduli per presentare il ricorso alla Corte europea dei diritti umani
Se diciamo che poi io guarda finito in giro ebbi fa alla condizione per cui questi qua non l'hanno saputo da nessuno che noi depositavamo questi moduli
Io ho ritenuto bene di non depositati agli affatto anche perché se vogliono avere scali Calleri dal sito internet frasi semplice Marzucchi tendenza agli scali che sta lì stampa
Perché ho sperato di consegnarli come Poglio patta qualche parente dei detenuti che stavano dentro magari tra di loro la comunicazione arriva un singolo detenuto e poi da uno arriva pure agli altri perché il problema è che e adesso si potrebbe creare il rischio di ingolfare il Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro che già c'hai problemi suoi ci arriva una Rea di ricorsi da i vari istituti penitenziari di Catanzaro che sono più di uno c'è anche quello dei minori è chiaro che il reliquato potrebbe complicato e quindi può darsi che e questo il motivo per cui diciamo hanno evitato di potessimo parlare spiegargli per dei ricorsi e magari lascia alle io mi ero portato due tre copie
Sia del modulo per il il reclamo al tribunale di sorveglianza e sia per il successivo ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo
E niente poi di per quanto riguarda le visite familiari ecco questa è un'altra cosa l'aspetto positivo che della gestione della dottoressa Paola Paramatti
Bisogna
Diciamo tener conto
Il fatto che non solo il muretto dei colloqui è stato abbattuto ma che oggi le visite con i familiari si possono i familiari che possono per sempre notare anche on line e possono andare a trovare i parenti anche la domenica
E non succede più come succedeva prima io quel socio Celmo un poco fatto la domanda specifica la dottoressa Paramatti
Dice che arrivano un po'in ritardo perché vengono fanno viaggi lunghi da altre Regioni per venire a trovare i parenti i detenuti ma poi non è che vi fanno tornare indietro perché hanno c'era stato detto
Dai detenuti che questo accadeva nel due mila otto la dottoressa Paladin ci ha detto che adesso anche da dicono mezzora di ritardo li fanno fare lo stesso però ti ripeto
Questo sono delle informazioni che noi abbiamo ricevuto questa volta non dalle persone detenute con le quali non c'è stato in
Vietato di armare perché dice non è questo il tipo di liste in cui si può parlare io non ero sicuro neanche
Che diciamo la legge poi ci consentisse o meno durante questa rischia quindi quando la dottoressa Ranalli mi ha detto che questa è la normativa io ho fatto spallucce
E tranne in un caso che mi sono liberato per poi ripeto essere richiamato poi ho evitato di tentare di parlare con i detenuti e li fa urtavo soltanto quindi abbassavamo in mezzo i corridoi vedevamo le celle
Non ci sono cioè il quindi hanno saputo che c'eravate che facciate questa visita non ispettiva ma non avete potuto incontrarli e parlarci direttamente
Sì sì sì sì tant'è che molti ci aspettavano qualcuno addirittura gliel'aveva detto insomma
Le ritenuti sapevano ecco qual stavo dicendo prima della discorso della scuola c'è una collega che io poi ho incontrato
All'uscita che lavora una collega Ascoli di scuola una docente che lavora nel carcere e anche la mi sono fatto raccontare un po'la situazione dell'aria diciamo didattica educativa
Beh l'area diciamo non è male perché l'abbiamo pure visitata ci sono i banchi le aule sono un po'piccole però
Ovviamente ci sono delle celle ad alta dall'Aula però diciamo tutto sommato la situazione non è male
La cosa che mi faceva notare la collega è che
Comunque i detenuti con lei filamento non si lamentano del fatto delle condizioni si lamentano della vita che il rende impossibile quindi
Noi questa lamentela diciamo delle condizioni in cui si vede da parte dei detenuti non l'abbiamo potuta ascoltare magari
Certo allora torneremo a parlarne intanto grazie a Giuseppe Candido militante radicale in Calabria con cui abbiamo parlato di questa visita alla casa circondariale di Siano in provincia di Catanzaro