01APR2014
intervista

L'Italia dell'illegalità e della corruzione, le inchieste della magistratura su tangentopoli, la partitocrazia, il regime, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 12:12. Durata: 1 ora 55 min

Player
Pannella 15 marzo 1993 Pannella, De Nicola 13 ottobre 1993 Della Valle, Borrelli 13 ottobre 1995.

Puntata di "L'Italia dell'illegalità e della corruzione, le inchieste della magistratura su tangentopoli, la partitocrazia, il regime, i radicali" di martedì 1 aprile 2014 , condotta da Aurelio Aversa .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Arresto, Borrelli, Corruzione, Democrazia, Diritto, Italia, Magistratura, Mani Pulite, Partiti, Partitocrazia, Politica, Radicali Italiani, Stato, Storia.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 1 ora e 55 minuti.
12:12

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

L'odierno programma realizzato con documenti d'archivio che stavolta vi farà riascoltare la registrazione della primavera ottobre novantatré dell'autunno novantacinque con le quali riporteremo al dibattito che si svolse durante la stagione
Prima inchiesta della magistratura in particolare di quella di Milano guidata dal procuratore
Borrelli sanitaria dell'illegalità della corruzione che porto in breve al crollo dei principali partiti colpiti da un'ondata di arresti agli avvisi di garanzia
E dell'analisi radicale su quella particolare periodo storico politico e sull'operato dalla magistratura li ascolterete innanzitutto quanto dista Marco Pannella Genova il quindici marzo
Novantatré nel corso di un dibattito dal tema la Repubblica dopo Tangentopoli ad ascolterete Marco Pannella
Ribadire anche in quella circostanza le critiche radicali a quella magistratura che per decenni aveva ignorato qua lasciato cadere nel nulla da varie denunce radicali presentate
In ogni sede sulle conseguenze di un sistema partitocratico che distruggeva legalità e democrazia concetti ulteriormente ampliati
Nella registrazione che cari ascolterete a seguire la data tredici ottobre novantatré quando Marco Pannella si confronto sui temi avvocati
Con un magistrato ricorda in coda in quel momento procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale di Pescara in conclusione vi ascolterete invece la sintesi di un dibattito svoltosi a Milano
Due anni dopo dal tema i nemici della giustizia organizzato dalla rivista Micromega e vi riproporremo quanto dissero in quella sede l'avvocato Raffaele Della Valle è uno dei difensori di Enzo Tortora
Nelle novantacinque parlamentare di Forza Italia Francesco Saverio a Borrelli Procuratore della Repubblica
A Milano fin quando
Tangentopoli
Toccherà
Pressoché esclusivamente
Il ceto politico
E in parte
Certo imprenditoriale della misura in cui probabilmente è necessario per colpire il ceto politico
Io
Passerò all'opposizione anche di questa vicenda cioè per otto mesi con prudenza
Ho sostenuto Di Pietro dovere difficile sostenerlo per otto mesi cioè fin quando adesso sono dei potenti dei potentissimi devo dire io non ho mai
Fatto il mestiere di mestiere mosca cocchiera delle grandi carrozza del potere Borrelli convoca a casa sua no
Se l'avesse convocato a casa sua non avrei avuto nessun problema
Ma ha convocato come se fosse a casa sua le sei Rete televisivi per dettare un proclama giacobino anche nella forma
Trovo che questo
Non corrisponda al decoro dell'esercizio del funzione di un magistrato
Rappresenta uno straripamento quand'anche fosse non lo è solamente stilistico la cosa non mi va e l'amico
Dico anche però un'altra cosa
E che
In troppi
Si consente l'arbitrio da Borrelli esse costringe Di Pietro annegato nel pool all'arbitrio
Non è immaginabile che la fattispecie giuridica che qualsiasi studente di giurisprudenza e conoscere come essere quella che appena si vedono le vicende dei fatti
Corrisponde alla realtà della previsione teorica del codice l'associazione per delinquere non venga contestata all'inizio l'ho detto sapendo che c'era una spiegazione se no
La Procura della Repubblica di Roma si beve l'istruttoria questo ad aprire
A maggio dell'anno scorso
Dopodiché basta e non è che tutti voi non applicare la legge
Non applicare una legge in un in un Paese nel quale
Per volontà
Di questa corporazione di regime che l'ordine giudiziario italiano
Corporazione indegna della democrazia dello stato di diritto se il ceto politico è indegno di questo
Se
Se ognuno indegno indegno anche all'altro
Perché hanno rappresentato le facce della stessa medaglia è un militante della
Non violenza e quindi del diritto liberale e quindi per lo Stato di diritto
Quale sono stato penso in tutta la mia esistenza è stato bloccato in qualche misura liquidato non tanto del ceto politico quanto dal quello giudiziario
L'istigazione a delinquere
In questo trentennio venuto da tutte quelle procure della Repubblica e da tutte quelle magistrature di merito per tutti quei periodi della Corte di Cassazione nelle quale li migliaia di denunce che ci sono state che c'erano
Contro gli abusi di ogni tipo ad ogni livello sul millenni sull'Agip noi abbiamo presentato denunce nel mille novecentosessantaquattro sessantacinque a tutte le procure generali e le procure
Fino al mille novecentottantasette noi non abbiamo assistito all'apertura
Della lavori parlamentari perché eravamo in tutte le procure generali
Della Repubblica per denunciare le elezioni che erano si erano tenute come frutto
Del furto di verità di illegalità e di danaro che veniva da questo regime con la complicità dei procuratori della Repubblica perciò eravamo andati e quei testi che sono lì gravi
Non ci sarebbe stata questa Italia spaccata
Fra il privilegio
Dei più nel non pagare le tasse e i salariati e doverle pagare
Se non ci fosse stata una magistratura praticamente unanime nel non perseguire quei reati fiscali
Che ci sono sempre stati e gridavano vendetta dinanzi agli occhi degli italiani non solo dal tempo del miracolo economico agli anni Sessanta ma anche prima
Non ci sarebbe stata il degrado la cementificazione infima poi Aliprandi nate
Ma c'era una altro che le prime Linate Cerro grandinata di cose peggiori Agrigento tutte le altre questioni la distruzione di Napoli di Genova delle nostre coste della nostra vita
Se i procuratori generali procuratori della Repubblica i procuratori i sostituti procuratori magistrati che viaggiavano con le loro macchine poi con le loro scorte in tutta Italia non avessero fatto finta di non vedere
Città di trenta quaranta cinquanta mila abitanti che nascevano interamente abusiva
Avessero fatto finta di non vedere il non sapere quello che nel novanta per cento delle procure della Repubblica italiana si sapeva su come venivano condotte gli appalti o come veniva condotto il governo delle città o delle regioni
Perché non vorrei che fossimo illuminati da Dio quando noi già all'inizio degli anni Settanta denunciavamo che le regioni gli enti locali iper protetti ferocemente dalla sinistra
E dalla sinistra del PC in modo particolare IBAR protetti erano divenuti luoghi anziché luoghi federaliste
No l'anziché luoghi regionali visti di come la Costituzione la legge prevedeva di creazione legislativa di produzione legislativa ma organi dello sperpero
E della dilapidazione del denaro pubblico al di fuori dei controlli Corte dei conti se
Non l'avessimo detto già allora che il Coreco erano il sì erano rientro in quelle istituzioni
Che venivano appunto create le proposte fatte come estremo oltraggio al momento nel controllo del diritto
Perché erano i ladri che designerà designa designava no i rappresentanti del Coreco nel novanta per cento dei casi e via via conforto incidenze anche regionale se tutto questo
Praticamente non si fosse saputo capisco ma si sapeva e ha creduto
E quindi personalmente ritengo
Che Tangentopoli rischia
Di consentire adesso
Come dire il protrarsi dell'affermarsi definitivo della partitocrazia state certe
State attenti questo devo aggiungere nuovo strano sforzato tutto questo invece estremamente saggio ed è sotto i nostri occhi
La riforma della partitocrazia del sistema partitocratico voi lo sapete sul piano tecnico provvederemo sul piano politico c'è un solo modo per realizzarlo il Parma questo diciamo che questo era quanto quindici anni
Il passaggio ad un sistema anglosassone secco magari per cinque anni
Perché in questi casi tutti gli attuali partiti a cominciare dalla DC del venti per cento nessuno potrebbe
Riproporre la proprietà propria sigla in queste elezioni
Proprio ufficialmente si deve semplicemente sarebbero maggio
Che la menzogna rende alla verità attraverso l'ipocrisia di sigle che scompaiono e poi il potere ma non lo so questo può anche darsi quello che sono e che la riforma
Per la quale
Si può continuare a pensare ad una vita pubblica in qualche misura se non finanziata sostenuta e poi
è che non vada a questi partiti ebbene cosa avete adesso scatenato il PDS
Che sembra
Che il problema dell'ente gli eredi sembra che il problema di regime sia quello il regime Amato
E non loro inclusi nella dialettica fra di loro e D'Amato
Arrivano le messe lì ed e avete visto poi Vittorio Feltri IVA
Al congresso alla manifestazione ad Adriano delle mense che dice che e lo dice dall'MSI all'MSI
Che il no il referendum la libertà debba scusami e la difesa del diritto ed escluda dei beni non lo può dire Feltrinelli Adriano confini
Poi se invece lo dice Orlando con Ingrao Garavini diventa vero
è vero non è vero
Ed è vero che questo regime attraverso il combinato disposto
Delle alto difese ma vi è stato leale e chi ha detto mi pare sta tornando non mi ricordo chi
Sì che ha detto ma scusatemi perché volete pretendere
Dal cappone dal tecnico di fare venire le feste di Natale
è questa legittimo perché devono chiudere anche loro parti
La DC PDS tutti ma anche loro e a questo punto l'estrema astuzie della storia a favore di questi partiti
Tanto che ho letto adesso che anche i Verdi nel Piemonte non so che cosa avete fatto ma l'assemblea del Piemonte ieri quarantotto comunque gli assemblee
Al solito molto intense quarantotto contro ventidue
Ha stabilito non so se c'era Edo Ronchi o chi c'era insomma ha stabilito ventidue euro cravatte di i nervi sono per il no ora non so dubbi escludo che Francesco ribelli e spero che anche Gianni Mattioli
Non faccia anche lui le contorsioni dalla dalla coda del serpente come ha fatto Orlando aveva firmato lo fanno parte del patto io non ne faccio parte
No
Ma chi l'aveva già fatto se non si fa ma devo dire questo è il problema vero e che è durato chi non si può affermare proseguire il regime dei partiti questo sistema dei partiti naturalmente in nome della democrazia cristiana del PCI
Lo si fa il nome degli altri partiti della proporzionale
E sono loro che salvò la baracca perché se
Il sistema resta questo partito unico e pluralistico proporzionalisti dico semestre questo avremo certo lo dico però sarà diverso
Perché la DC avrà solo il venti per cento in ordine alle tre magari AREMOL quaranta
Perché ha avuto tutta gente che si illude davvero di essere loro onesti e nemici doversi
Disonesti quello che la tolleranza qui sì posso dire radicale ha compreso come forza politica
Perché sono le scelte giuste che fanno gli onesti ordini disoneste nel tempo e della durata
E probabilmente io valori medi quozienti e porte e
Come dire potenzialità di disonestà
Di molto maggiori a molti invece di quelli che oggi sono
In galera
Problema le scelte che noi abbiamo fatto non ce l'hanno sconfitti do questo ci hanno seconda ATO invece il nostro modo di vivere in un altro modo
E quindi
Questo mi pare
Di dover sottolineare la Repubblica per cambiare non solo deve passare attraverso
La Vittorino avessi al referendum
Sì nel caso avevamo fatto dieci firme per muovere ferramenta
E le prime duecentocinquanta mila firme in Italia tutta roba quelle che hanno consentito poi gli altri apparati agli altri di arrivare quelli coi soldi della Confindustria parliamoci chiaro ad arrivare a raccogliere le loro può arrivare al milione e via dicendo
Ebbene sono stati al solito
Sto miracolo della risposta di strade del marciapiede
Radicale che per l'ultima volta con quel termine non era il Comitato del Partito radicale ma del Comitato radicale per il nove referendum le dieci firme era per un progetto di legge iniziativa popolare perché anche alla Camera dei deputati ci fosse
La stessa riforma del Senato molto rapidamente anche se io poi sono convinto che bisogna andare ad una
Sono convinto che il diciotto aprile se va benissimo diventa la penultima delle battaglie
Per me fin quando non c'è luminare secco non c'è
Non si verifichi una delle condizioni più favorevoli per avere un'alternativa democratica del nostro regime quindi lo ripeto
Dopo Tangentopoli
C'è anche un problema di
Rispetto delle regole
Allora guardate mi sfogo brevissimamente io c'ho tre episodi in questi giorni
Che sono lo stesso uno ma non sono travolti
Ecco perché penso
Credo
Cesario anche appunto l'organizzarci ferocemente e proprio l'altro verso
Lavorare insieme
Attraverso alleanze a livello nazionale anche come in movimento dei Club Pannella
Perché non ci accorgiamo di alcuni
La partitocrazia è l'affermazione della necessità
Che le leggi che rispetti i rapporti di forza e di potere in un certo momento
La moralità della partitocrazia c'era ed è quello di dire
Ci sono due legalità quella scritta e quell'altro
Che è una moralità
Ebbene
C'è un piccolo episodio
Se vedete pagheremo chiara solo le sue detto una parola
Abbiamo Giorgetto lama poverino così chiaro così onesto così dimissionario eccetera
No diciamo è stato messo un momentino
In disparte come dire un momento di una riserva della Repubblica come leader degli onesti no
Il nodo di aumentare il suo carisma vittima di una fesseria Rollo Ruocco trentine
Giorgio La Malfa
E come è noto colui che avendo una cultura comune
Una condizione che per motivi di famiglia non tutti possono avere
Ha proposto credo che Benedetto Croce ad a Guglielmo Giannini ricordava essere puramente e semplicemente espressione della testardaggine degli imbecilli
Cioè il governo degli onesti
Per lui la propone perché il piede che va bene
Allora Giannini non diceva dei tecnici perché voi cioè i tecnici gli esperti competenti
Giannini Franco attraverso il buonsenso assolva quotidiano tra la proposta degli onesti e del competente
Quindi e don Benedetto in quella occasione ma comunque appunto il Governo degli onesti e
è una disonestà intellettuale o peggio ancora è una imbecillità completa
Perché l'onestà e una capacità che sia
Se l'onestà non ci sono gli onesti
Perché questo punto sono gli onesti si onesti del Presidente cosa mi pare un tempo allora in questo dato che sono gli oneri
Ma se noi non può più una visione imbecille del umanitaria non è una cosa che
Culturalmente non si può sopportare tutto e dire io l'ho avuto la battuta una volta e il Governo degli innocenti rispetto ad una strada
Rispetto ad un evento ha già un significato diverso non di chi è innocente per definizione
No
Allora comunque
Un'altra cosa che il Giorgio La Malfa appunto oltre questo me ne aveva un altro nel suo partito si era stabilito che non appena arrivasse l'avviso di garanzia ci si auto sospendeva dal partito
Del Pennino autosospeso senza nemmeno una parola come dire di solidarietà da parte del proprio partito
Tuttavia
Mi pare nove parlamentari repubblicani hanno risposto a questa regola
Io glielo ho detto l'ho detto a tutti ma quando arriverete come cosa fare
E arriva dolori e tutto il Salento propongono signor dimesso come si è dimesso
Dico si è autosospeso dappertutto si è dimesso dal Segretario no lui si è dimesso del Segretario da un partito che non gli è certa le sue dimissioni detiene a bagno Maria noi mette questo dolcissimo il fascinoso così
Di
Voglio dire Giorgio Bogi insomma è un lavoro che è un'audizione fascinosa per quarantadue avviene attraverso una voce saltata Giorgio tutta la voce
E mi fa adesso
Basta fare il bis in attesa che lui torni
Bene voglio dire questo è un esempio
Nel Partito repubblicano vige la regola che se arrivano
Una regola barbara e incivile
Che se arriva l'avviso di garanzia non la condanna
Ci si autosospende cioè si è sospesi dal partito
Quindi non si partecipa quindi non si spiega quindi non ci hanno il dovere nel diritto di andare dei propri amici o compagni di partito a spiegare che cosa c'è dietro quella
Quell'avviso non c'è quel diritto
Ora l'imbecille politicamente parlando
Che ha fatto passare questa norma nel suo partito che la esatta
Che ha sempre detto ma come sembrava queste due miliardi più visti
Chiese vedono magari son graffiti egiziano di Pompei una cosa lì oltre ma come se non hanno mai visto
E lui uno dico partito Repubblica Necci perché poi giornalini c'è un altro di avere qua cioè il quoziente di Tangentopoli presunta
Del partito repubblicano investito specifico e di molto maggiore rispetto a tutte quante via
Niente questo sa buona
L'UE ed da adesso allergie io vedo che l'Italia si è commossa
Intanto ha potuto parlare un'ora
Essere commosso commuove deve dire
Va beh non si elegge nulla e nessuno di nuovo c'è Giorgio Bogi pieni fin qua dopo torno io
Gli altri e quindi ho potuto spiegarsi ora le torri io torno a dire ecco questo è un sintomo
Nel profondo non è cambiato nulla se possibile che senza scandalo accade un episodio di questo genere in cui siccome uno segretario del partito e vagliato unto dal Signore e al di sopra della legge che l'unica imposta
Che lui ha dato al partito vuol dire che non si capisce nulla e questo fa il paio con la signorile tolleranza e la grande solidarietà coraggiosamente coraggiosa volevo dire Indro Montanelli
Bel coraggio di essere solidale con Maruccio lì
E su tutti i sogni poverino fra tutti solidali
L'altra è successa una disgrazia l'ultimo fatto tanto bene
E come si può infierire nel momento della disgrazia
Personalmente vorrei dire e allora quei poveri ragazzi che hanno ammazzato con l'altro ragazzo e si debba essere ancora più solidale con quei poveri ragazzi che hanno ammazzato con l'altro ragazzo perché anche a loro che è successo la disgrazia
Aiuti cosa c'è
C'è profonda c'è la regola di non ammazzare
A meno che
Ecco La Malfa si autosospende ma almeno che
Mozioni non doveva farlo a meno che
Ora se questo vuol dire che è responsabile di un delitto
E doveroso
Opporre la legge le sanzioni della legge ma non è tollerabile la criminalizzazione
Di quell'individuo di quella persona alto essere colpevoli rei di un fatto
Altro essere considerati criminali
Però alla fine c'è arrivata e perfino la chiesa cattolica grazie a Giovanni Paolo grazie a Giovanni ventitreesimo no Concilio Vaticano II era chiara anche la formula Leporello Errani
Cosa che
Ha unificato come molte cose dunque il punto è ritirato la grande cultura laica e cristiana della tolleranza
Della tolleranza attiva dell'aria che i presupposti della democrazia e della non violenza
Allora
Questa seconda cosa è un'altra cosa vedete la cultura che affiora e poi la cultura
La stessa
Quella per la quale bisogna turarsi il naso professor spiegato Penice SIGO devo scegliere fra il valore dell'adolescente un ladro
Mi pare abbia detto Indro Montanelli di recente per giustificare il fatto che lui ha dato questa ammaestramento all'Italia
Che bisogna turarsi nato naso votare per la merda
Ed è quello che di cui va anche fare ecco io credo che
Sì che
Il problema sarà di scegliere fra boia ladri e con questa visione delle cose
E non costruire
Da posizioni di minoranza di solitudine o dai Governi
Costruire maggiore Gibilterra maggiore rispetto della legge in per regole migliori e regole più capace di servire laicamente nella concretezza dei problemi che oggi abbiamo che non sono più il divorzio non sono più l'aborto
Che non è nemmeno più quello quell'accento tant'è che
Prego il Segretario verso basare l'elenco piazzato a morte con voi perché voi non volevate persegue preferendo piacere che ora prematura la cosa proprio quella cosa avvenne va perché se andiamo a scalare
Anche le cose che si raccontano le se non sono nemmeno perché abbiamo la responsabilità di avere fatto
Anche cose che si ignora totalmente e meno in questo momento dopo Tangentopoli cari amici dopo Tangentopoli
Il trionfo della partitocrazia se non ci siete e sempre partitocrazia intendiamo l'essenza di quel regime
Perché appunto questo regime può protrarsi se in Nola come capro espiatorio
Ma uno diciamo una delle sue parti perché le altre maggioranze questa unione sacra di puri
Che sono tanti gruppi di magistrati e più o meno Retini
Più o meno Paul cioè la riserva si espone non sono proprio retini sono Violanti anni vada Violante
Fra tutta questa cosa
Io Orlando e dei Prodi no
No non parlo di quell'altro esperto in seduta spiritica che vorrebbero Occhetto e D'Alema vado a con la Presidente del Consiglio il Romano Prodi piccole incisive e noto alle storie giudiziarie parlamentari italiane che se voi lo sapete ma è interessante perché il candidato di Occhetto ricandidato di D'Alema nelle cosiddette coulisse che vuol dire solo corridoi non vuol dire altri programmi
No e questo Prodi e il modo perché
In pieno
Assassinio in corso di Moro in pieno sequestro Moro a un certo punto arriva un capo di polizia la notizia
Che Moro è tenuto a Gradoli via via Gradoli dalla Gradoli
Alla fine si va a vedere perché e come si è saputo SS vuote perché nel corso della seduta spiritica a Bologna facendo il tavolo mettendo le mani così il tavolo aveva detto Gradoli
E quindi naturalmente è uno dei quattro che fa o dei cinque che faceva soffro molto esperto il professor Romano Prodi e da allora l'intento è divenuto persona molto
Molto importante molto crede devo dire che prima era un brillante conferenziere un brillante professore
No non è vero ma comunque non importa potevano anche essere va bene Franco non cambiava nulla perché l'impatto quindi
Ecco oppure un piccolo inciso di quel trionfo la partitocrazia e questo appunto accedono doverli e la Camera dei deputati italiana
Con la
Finanze il PDS Berlinguer leale stabilisce che vennero che l'indicazione esatta di via Gradoli che poi non fu seguita veniva da un tavolo spediti dicono Prodi come
Sì si va a mandare una graduale invece che abbia grande via via Gradoli c'andarono con le sirene spiegate cioè vuole tutte cose che quando la grande confessione di Cossiga no
è stato detto l'altro trionfo dal partito grazie che voleva autopompe se c'è la grande coprire comincia confessa articolo se non si confessa guardate vanno in galera
Credo tutti gli altri magistrati della propria
Credo che anche i presidenti delle Camere dell'epoca qualche guaio ce lo possono avere
A cominciare da Pietro Ingrao perché gli attentati alla Costituzione sono fatte uno dopo l'altro cioè il colpo di stato c'è stato un permanente contro la legalità
Crede che confessi vedete
I rischi che dopo Tangentopoli se non c'è rincalzi diamo se non chiediamo che ci sia o delle regole chiare
Che dopo centrando in Topolino sarà il regime spesso le forze di quel regime ma la filosofia la doppia verità la regola materiale la legge materiale la Costituzione materiale in questa logica
Sulla colpevoli che si confessano
E i giustizieri che per la bella blu che per la salvezza dell'anima anche di coloro che si confessa non sono quelle questa sceneggiata
Che va appunto fra il giustiziere magistrati o rettilineo derivate da una parte no e dall'altra tutti questi che si
Pento nove confesso l'ho sempre di più ma sempre più
Come se fossero strabici no
Cioè vedono sempre un po'a destra vedono meno dall'altra parte insomma
Loro confessione non so perché come mai e i consiglieri non servono stiamo attenti noi qui diamo la pelle dell'orso già per ammazzata
Il regime ammazzato la Tangentopoli invece noi rischiamo di
Avere dinanzi dopo il trionfo della morte ma il trionfo della morte come sia nella storia
Attraverso la realtà il trionfo di quelle cose che sono morte forse nelle nostre coscienze
Ho la coscienza di una certa cultura di una cultura un certo numero di cultura incerta e che invece non sono meri fantasmi del partner passato ma sono candidati
Esercitare sempre più duramente il potere nel presente nell'avvenire Pino Antonio presente per Milano
Bisogna perché bisogna tener presente il fatto che questa contraddizione va spezzato io non la sopportano a lungo
Come l'inizio del suo
Eccolo l'unico socio nel mondo unica degli uffici e democratici che hanno visto il secolo l'hanno previsto sono state abbattute
Erano
Di internazionali
Penso che noi adesso non
Ci impone se io stesso non mi porrò al potere di poter far più spesso parte di riunioni del Partito Radicale
Piuttosto che dell'immobile il quale ho la libertà e di libertà apparentemente maggiore
Di chi rappresenta la lista o il movimento Lista Pannella
Ecco se non
Comunque strano questo staremmo tutti quanti edificando sulla Sardegna
E questo è uno sport o al quale
Quelle musulmane delicato
Non vorrei cominciare adesso
Era il e quindici marzo novantatré così Marco Pannella interveniva Genova durante un dibattito
Dal tema la Repubblica dopo Tangentopoli la prossima registrazione invece dalle tredici ottobre di quell'anno quando sui temi evocati Marco Pannella si confronto
Con l'allora procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale di Pescara
Enrico De Nicola
Guardate io credo che
Su Tangentopoli ormai
Da qualche anno
Ogni giorno ci sarà tutto ed il contrario di tutto
è
Assolutamente la attualità
Nella vita del nostro Paese dei nostri giornali tutti i giorni
Anche se
La valutazione che io avanzo
Che
Al massimo
Abbiamo un trenta per cento
Delle
Nelle varie sedi giudiziarie
Di
Ordine giudiziario che si muova
Meno è come
Niente io per gentilezza
Allora aumentato pochettino quindi prima caratteristica
Noi abbiamo quindi un appeal con una minoranza
Una piccola minoranza
Delle procure della Repubblica e due
Delle dare qualche
Si stanno muovendo e partecipano
A
Tangentopoli
Questa cosa da tenere presente un anno e mezzo fa
A più riprese quando avevamo Milano epoca altro
Io dissi badate
Che
Sta venendo alla luce finalmente
Un sistema che è stato sistema ufficiale
Direi GM fondato oltretutto sulla giurisprudenza in gran parte dell'ordine del giudice
E qui
Sarò gentile ma
Soggettive con lei perché lei lo sa tanto bene
Non solo delle l'ha detto
Ma lei era con una specie di radicale l'ordine giudiziario come io nell'ordine politico
Lei peggiori
Iniquità che hanno messo lo Stato e lei istituzioni letteralmente in senso tecnico giuridico fuori legge
Come
In tutte le sedi
Ufficiali parlamentare
Civili cittadine
Giudiziaria
Almeno dalla
Mille novecentosessantatré sessantaquattro siamo venuti
Sostenendo
Quanto
In assoluta solitudine politica
I fatti e non lo dicono ancora
Noi
Ci siamo
Venuti a trovare
In ragione ancora aperta fino al sessantacinque sessantasei sessantasette
Gli anni in cui riuscimmo a sfondare contro il ceto politico
Imponendo le grandi battaglie sui diritti civili
Eravamo quattro gatti
Male o durante
Gli inglesi straccioni
Riuscimmo
A fare i conti con una situazione
Che si rivelò aperta
Politicamente
Ha delle battaglie di straordinario vigore di grande minoranza ma perché esprimeva una realtà
In realtà anche della coscienza
Ma anche europea del nostro Paese anche mondiale grazie all'immigrazione sue ritorno
Dove comincia in un modo
Scientificamente
La promozione
Della
Illegalità
Protervia
E quando
Nel mille novecentosessantacinque
Noi passiamo a denunciare con strumenti formali di denuncia
Alle procure e poi le procure generali con una certa improprietà ma di deliberatamente
Ferri
Istituzione
L'Agip Leni
La RAI TV

Per due anni e mezzo
Vi fu il terrore nello stesso anno fu arrestato su una campagna nostra di questo genere anziani Amerigo Petrucci
Signore o c'era un assieme dei nostri
Ed era lo scandalo
Diciamo dell'ammenda già allora diciamo della sanità
Nella realtà ospedaliere lì riuscimmo poi le aspirazioni che alcuni davano e che a Roma andreottiani
E Petrucciani all'accordo che quindi qualche magistrato aveva finito per sentire quello che ricevono operatore giustiziata
Per amore di uso della giustizia inseguirlo non so se è vero certo fumare un passo dell'arresto di Consiglio varate le cose
Il monsignor Fiorenzo Angelini di suolo sulla dieta avventura
Quindi di un certo ambiente allora
Ma cosa accade
Durante la
Mentre stavamo per farcela degli stessi pochissimo
Che agivano non per odio ideologico
Non per sfasciare la baracca
Ma per affermare con la vittoria diretto al diritto alla vita un po'del nostro Paese è una sua modernità
Si cominciano a
Ha creato
Gli atti preliminari
E si inventano in quel momento diventano mille pagine dati preliminare hanno un'altra cosa
Occorre sessantanove sei costarono quei magistrati
Cioè no ma noi siamo arrivati non ci siamo arrivati al sessantanove del due mila otto di rovescio altre cose no no
No no ma io vado chiedo scusa se faccio un po'di puntualità nelle radici del fenomeno
A questo punto abbiamo
Atti preliminari un fatto anomalo cioè in modo da non aprire da non comunicare non fare
Sulle nostre denunce
Si accumulano migliaia di pezzi diciamo passano anni si distribuiscono si sostituiscono un sostituto l'altro
Ma senza atti formali
Si arriva ben presto poi invece itinerario accelerati e la risposta
A quel punto era in genere quando abbiamo avuto risposte non dovizia procedere
Perché non poteva essere ricondotta
Hanno ormai riguardanti le funzioni pubbliche o ad esse
Omologabili
Melilli millenni nelle relativo
Nulla
Perché sempre all'Agip c'erano zero settantacinque per cento di azioni private erano invece una finanziaria
In tale
E in base a quello e lo stesso sulla RAI TV
Lo stesso sulle
Lo stesso
Proprio attenti sull'INPS malizia arriviamo sessantanove Colangelo porci e un'altra questione quindi c'è un gruppetto di persone che in Italia
Vedo che operano
Come sul divorzio sui diritti civili
Risposta
Che spiega esperta una risposta di promozione di illegalità Cagliari
Se una volta nominato
Avesse preso tutto il pacco pregresso
Di illegalità secondo
La non giurisprudenza ma secondo comunque oggi le interpretazioni inquirente e requirente di oggi
Non avrebbe potuto farlo perché era se
Perché tutto questo di sarebbe in teoria in base alla giurisprudenza stato rispedito indietro perché doveva rispondere il problema è la società per azioni
Dei problemi diritti private lì comincia
La promozione della Procura in una situazione nella quale
In Pontiggia Lorin pochissimi
Tant'è vero che ci allarmiamo e con Mario Barone Ottorino pesce poche altre
Promuoviamo la prima esecuzione referendaria sui dei reati di opinione c'era perché volevamo raggiungemmo solo centododici mila
Lo so centododici mila firme ricordo a Napoli Palermo Roma credo andammo quindi l'esistenti
Perché aveva qualcosa ma nel frattempo
Questo
Vorrei dirlo proprio
Dal procuratore
Dico accade un'altra cosa sulla quale ancora il ceto politico oggi l'Italia
è inconsapevole
E
Agisce
Devo dire con una sindrome di Stoccolma voi sapete ha seguito come quella che lega il torturatore torturatore il sequestrato il sequestratore nei confronti dell'ordine giudiziario
E le sue procuratore sa che io uso i termini
Non dico di magistrati
Dico l'ordine giudiziario per non dire al potere
No io dico no ma dico una cosa specifica emergono dicono temi all'ordine
C'è
Dico all'ordine giudiziario non è il pezzo storico l'ordine giudiziario sono suscettibili di vilipendio per intenderci se dico i magistrati non
E vado avanti da molti anni
Ho fatto quel salto
E come accade una cosa allucinante
Il ceto politico legifera
In termini insulti
Sui problemi sul
Per fiscale sulla fiscalità legiferare
Legge urbana sull'urbanistica e sul territorio
Leggi in genere corporative e consociative brutte ma leggi
Non c'è stato in quegli anni un solo arresto per motivi fiscali un solo al resto ad eccezione di Agrigento che scoppio in un certo modo
Per motivi
Legati alle legislazione sul territorio
Urbanistica non un arresti
In quale Paese al mondo del ceto politico
E il primo il secondo punto
Che fine faranno legge vuole ovviamente ma si trovano uno Stato nel quale la legge eh sistematicamente in termini tecnico-giuridici dico intervenissi sistematici
Quindi giurisprudenziali per omissione
Ma giurisprudenziali
Quindi come fonte legislativa assoluta
Si trova a non avere queste leggi vigenti non vengono
Questo ceto politico
Oggi
Questo non lo dice
La supplenza
Si è verificata è in Abruzzo o si è verificata
Proprio
Da parte del ceto politico nei confronti dell'ordine giudiziario di regime che produceva a regime
Perché qualsiasi cosa si potesse non vigeva
Ecco quindi d'origine
Dobbiamo
Pur dirle e a questo punto è cominciata un intreccio nella quale leggi vigenti e nuove leggi non scritte
Ed erano le leggi di una promozione del centodieci aria di quello giornalistico omogeneo culturalmente non parlo del Governo
Omogeneo culturalmente alla doppia verità la doppia legalità una legalità mera di potere
Che è divorziata totalmente dalla legalità
Sia dalla Costituzione e poi abbiamo infatti insiste germe una Corte costituzionale
No che
All'inizio
Quindi con Branca eccetera opera
Per
Contenga i codici fascisti vigente in cui anche il PCC mobilità perché non venga toccato alle nostre per
Metti perché perché ciascuno c'aveva riterrà ma se io vi do il potere poi più bisogno del Codice Rocco avete
E noi
Quindi
E no ma interpretato un calcolo un riflesso prematura la Corte costituzionale all'inizio tocca
No islamici troppo in quali paesi sono stati toccati intaccati non dall'attività legislativa non da quella giurisprudenziale ordinaria ma da quella della Corte ma ben presto come è logico la Corte costituzionale
Diventa come io continua a dire la Corte continuano agli ambienti sarebbe io dico è la grande cupola
Del diritto di leggi
Fornendo la sempre di più con appunto una che altruistica
In tema anche di Tangentopoli in termini magari di legislazione anche dei Governi abbiamo la per la la follia
Giuridica la Corte Costituzione che dice questa cosa illegale ma diamo al governo
Un anno e mezzo al Parlamento ma in realtà per mantenere illegalità perché Introna qui
Eh lo so la strage
Da un certo
E tende
Voi dovete bevete questo contesto
L'ordine giudiziario non ha mai attivato
La parte centrale per una democrazia
In realtà i politici in senso tecnico giuridiche i reati associativi applicato al bene della libertà e del diritto e non solo quello del danaro
Ma
Noi abbiamo avuto durante il caso Moro sicurissimamente
Alto tradimento attentato alla Puglia e che cos'era la RAI TV ma badate proprio fatto sempre denuncia denuncia denuncia denunce formali ufficiali
Attentato ai diritti civili e politici dei cittadini lo sappiamo no la RAI TV la partizione troppo ma lo si diceva poco spazio
Si son messi cioè l'adulterazione del conoscere per deliberato strutturale
L'ordine giudiziario mai a attivato l'attentato I derivato fatta per questo
L'attentato i diritti civili e politiche sistematico accostamento le forze politiche a farsi concorrenza attraverso anche gli attentati
Ai diritti civili il primo è il diritto ad una giustizia relativa e certa
Veniva negato attraverso ma qui probabilmente dalla terribile letteralmente su questo guarda su quello che viene dopo attuabile dopo grazie al grande mito della obbligatorietà dell'azione penale
Dell'ordine giudiziario italiano unico al mondo
Vaghe
Così può assicurare giustizia mentre invece assicura solo l'arbitrio assoluto grazie alla copertura storico perché non fa tutte qui astrazione ideologica
Storica e procuratori quando arrivo sono arrivati per decenni le denunce del povero cittadino
Solo
C'era l'ingorgo della tutti
O c'era la calunnia che veniva fatto quando c'erano
Invece altri libri ritenuta quelli gravi
Non ci sono turbati fino a consentire io dico che comunque vi dico subito dato parla chiaro
E quello che è un po'a Perugia il GP Perugia fatto probabilmente la realtà di Sulmona
Tanto è vero non andarvene letta e quando uno cioè quei dossier cioè l'esempio di Di Pietro io poi
Non solo sospetto di una giusta domare
Dissi quello che dissi struttura Ignone
Abbiamo buttato mi assunsi la responsabilità come qualcuno deve fare per forza no assumersi responsabilità degli atti
Infatti mi hanno dato ampiamente amplissimamente ragione
Su quello quindi non voglio retate giustizia sommaria ma quando a Perugia cioè sono quelle cose che ci sono sul Sulmona egizia Ranza per fare intervenire le vacanze
E far passare venti settimane significa evidentemente la giustizia come l'abbiamo vista Teramo Chieti Pescara sempre
E ora d'un tratto
I responsabili
Sono i politici
Termino dicendo a Tangentopoli a Milano Borrelli
Non ha voluto contesta lì non si contesta
L'associazione il reato associativo
Mentre ictu oculi
Improprio
Il reato associativo perché riveste per mi correggo
Sbaglia
Perché rivesta caratteristiche processuali tali
Invitato associativo
Per cui per associazione vengono anche
Alla luce le valide anche i reati omissivi nell'ambito
Del reato associativo e non c'è la possibilità di quelle soluzioni politiche che si ammiccano Borromini
O con altri in quella sede
Ecco sul reato associativo e invece niente si continua a non
Par e i processi poi tarderanno quindi scusate sono stato un po'lungo però siccome Tangentopoli
Bene che il contesto
Quale viene evocato parzialità
Appassionata da ciascun ma il dovere
Di cercare di comprendere
Non le radici e la realtà
Ecco perché ho sempre detto se
Il ceto politico deve dare
Il tuo tributo anche di carcerazioni preventive non usate come sono state usate proposte
Ai fini
Impropria ed anticostituzionale
No nelle dinamiche progetti creano
Se questo ma io ritengo
E qui me perché voglio infondo assicurare a lei
Una vendetta che non le interessa ma che sicuramente avrebbe diritto ad avere Grigo tutti i procuratori la Repubblica di Roma
Cerchio dal cinquanta al novanta il loro avviso quasi troppe leggi
Dovrebbero avere perché chi è stato a Roma procuratore la revoca al cinquanta a novanta
Sapeva
Di non esercitare il diritto e giustizia sui dossier più spaventosi
Che avevamo nel nostro Paese dei reati politici a tutti quelli che oggi
Sono ricondotti a Tangentopoli se ne esce come
Con un'affermazione dello stato di diritto
Della certezza del diritto ma anche senza tabù
Questa storia della obbligatorietà
Adesso o magari qualchedun altro
Ma io lo contesta che interpreterà
Quindici ne parlavo con Mario Barone con gli altri
Non mi convince l'avanguardia l'obbligatorietà dell'azione penale perché è stato il luogo
Attraverso il quale l'arbitrio assoluto si è affermato senza controllo eccetera
Non mi convince americano come sono volete fare ma anche un po'francese eccetera occidentale ecco ne sono pochi millimetri americano col K eccetera
Non mi ha mai convinto il mito
Della indipendenza del pm
Perché lei
L'indipendenza il contenuto per lei nella sua indipendenza Stati indipendenti
No per quarant'anni no il contenuto dell'indipendenza che genera leda riempita di indipendenza e
Infatti è stato emarginato
Per contenuto storico no allora parlo di allora voleva
Mutano naturalmente gliele hanno ponte
Onorevole Pannella vediamo che
La vendita di merci a volte cioè gli ampliamenti e nuove
Più
L'ordine
Il programma oppure le procure della Repubblica e questo garante quarantennio hanno dato come contenuto all'argomento e ponderata il selvaggio
E la promozione di immagine
La ringrazio
Interviene
Intermedio in termine giornalistico ha fondato un pochino
Io devo ringraziare anzitutto gli organizzatori che mi hanno dato l'opportunità
Di rivedere parlare discutere con l'onorevole Pannella che mi ha ricordato momenti in cui eravamo giovani facevamo delle battaglie e in cui eravamo uniti
In certe battaglie
Luigi sul piano politico io come attivo membro dell'Associazione nazionale magistrati
E abbiamo e mi ha ricordato quando abbiamo denunciato insieme
Tutto quello che lei lui ha denunciato e a
Concordo con lui per quanto riguarda i tanti van bordo con lui per le responsabilità che ha avuto anche la magistratura
Concordo con lui per quanto concerne quella giurisprudenza che faceva sì che l'ENI era un ente pubblico ma l'Agip e le società dell'ENI non erano tempi concordo con lui sul fatto
Della
Fiscalità che non veniva la l'evasione fiscale che non veniva pulita ma c'era la pregiudiziale tributaria
Concordo con lui sul fatto che ci sono state responsabilità per omissioni da parte della magistratura concordo con lui
Che molti gravi
Problemi dipendono dal fatto dalla
Che la magistratura è stata omissiva soprattutto pubblici ministeri nei momenti chiave e in relazione a certi reati
Ma da cui a dire che questa situazione
Dipende da
Soprattutto
Dalla magistratura e che debba essere colpita la magistratura per questo ce ne corre e devo reagire col lo spesso di colore
Anche se non ho le stesse capacità dell'onorevole Barbi
Quando
Quando perché perché facciamo le analisi come
Perseguiamo nell'analisi storica quello che ha detto l'onorevole Pannella e vediamo veramente che cosa è accaduto
E accaduto che noi ci siamo trovati di fronte a una illegalità diffusa
Che partiva dal
Centro dal Governo e per li rami Andamane i capi militari della
Società
Attraverso forme assistenziali che erano invalidità pensioni di invalidità fasulle
Lavoro nero
Evasione fiscale in modo che si aveva il consenso sull'illegalità da parte dei cittadini e della stessa società ci
In una situazione di questo genere che cos'è avvenuto e questo è stato è stato fatto dai politici onorevole Pannella
E non dai magistrati
Che è
L'ordinamento giuridico che doveva essere al centro del sistema
In uno stato di diritto sociale come quello prefigurato dalla Costituzione dalla nostra Costituzione che è la migliore del mondo e tutti dal punto di vista della forma ed è la sostanza dei valori
Ebbene
Quell'ordinamento giuridico
è stato strumentalizzato è stato reso fervente
Ai centri di potere economici e politici del Paese
Di qui una situazione di fatto perché noi dobbiamo analizzare la realtà per la quale
Un magistrato qualsiasi magistrato
Dovendo andasse ad applicare la legge determinava diventava un sovvertito corre del sistema
Vi do dei dati
In un Paese in cui
La legge di bilancio che rappresenta la legge
Fondamentale del sistema economico per quanto riguarda l'economia
A
Si fonda su un prodotto interno lordo
Che è rappresentato non onorevole Pannella dal cinque o sei per cento che può essere che io fisiologico di economia sommersa come negli altri Paesi occidentali
Ma è rappresentato da un trenta quaranta per cento di economia sommersa
Cosa accade
Accade che
Il magistrato che vada applicare la legge diventa sovvertito rendersi
Diventa sovvertito ore determina delle reazioni che sono le azioni di fronte alle quali
Non
C'è
Tutta una società che si ribella
Per cui
C'è una situazione formale di Stato di diritto
E sostanziale
Vistato
Costituito da questa da quella
E Luigi amava partitocrazia che una volta faceva contro cui una volta ribatterà
Che rappresentava il nucleo centrale del sistema
E allora
Questi soldi direi che i magistrati che la colpa è dei magistrati che non si muovevano e che invece perché quando invece era una situazione di questo tipo che era voluta e determinata da coloro che
Sui magistrati potevano
In incidere
Per evitare che si muove essere guai al magistrato che si muoveva ce ne corre
Non possiamo rovesciare le cause degli affetti facendo diventare spetti le cause
è
Le cause tetti perché in questo modo si dicono cose anche nell'analisi storica che non Soresa
Lei ha detto
A un certo punto come cosa che andasse
Che andava anzi
Negli se ci siamo trovati legislazione al quale se non applicavamo il diritto saremo stati risolversi
Ma il vostro compito è contro l'ordine costituito e può essere sovversivi
Il vostro compito fra l'ordine e la legge scegliere la legge contro l'ordine costituito allora uno si dimette uno fa la Resistenza o no ma infatti c'era questo
C'era noi veniamo sommersi dolori ma io dico sovvertito ore in nome del diritto della giustizia occorreva essere
Mentre il CSM ha rappresentato in realtà la organizzazione storica di un modo così vivente all'interno del regime sì che
Il ceto né magistrati
è il ceto che si andiamo analizzare essere faremo un giorno la Commissione
Per i profitti di regime e il ceto che in assoluto a più profittatori questo regime per condizioni di capire in termini di diritto comparato
Per condizioni di remunerazione interni diritto comparato per condizioni di privilegio sul piano delle responsabilità in termini di diritto comparato perché non non non non dalla parametri teorici di diritto come la
Con
No ma ecco questo già il come con il fatto che i deputati e i parlamentari hanno dovuto staccare gli stipendi e Ferrari deve oltre nove violenti Chiatti
Ecco che cosa siano lievitano perché seguivano gli stipendi dei magistrati si è tagliato il cordone ombelicale con gli altri continuano a volare ma di quello già giornale che parlo mentre dall'interno abbiamo qua e
Subito devo anche dire che accuse io se quando lottava contro la partitocrazia quando l'ottavo
Ma ci sono i potenti ed arroganti di oggi
Quando lottava contro la partitocrazia quando era ancora tempo
Mi si diceva che dovevo lottare contro le cose grigia di fama io contro Andreotti oggi non l'ho appresa dico semplicemente che il diritto funzioni e che il processo si faccia
Perché quando abbiamo tentato e siamo stati sul punto di riuscire
A processare Andreotti lo ha fermato il Partito Comunista Italiano nel nostro Parlamento
L'altro dato nel provato riconosciuto la politica generale quando noi abbiamo avuto
La il massacro anche le istituzioni di diritto in
Né di polizia eccetera il Ministro degli Interni ombra in Italia era Pecchioli sapeva tutto e mandava
Poi gli altri a formarsi Paolo nello esca e oggi
Viene è il moralizzatore e quello che ci dovrebbe assicurare chissà che cosa ma scherziamo io devo lottare contro il potente contro Pecchioli di adesso
Magari contro Luciano Violante se vuole accedere
Un certo punto chi al potente oggi chi è chi ha un Presidente della della Camera napoletana presidente della Bicamerale presidente dell'Antimafia
Presidente
Delle stragi Presidente del controllo dei servizi segreti accolte e sarebbe detto una volta come dire poverine all'opposizione alternativa
Si parla da un parliamo io lì non faccio progettuali peggiori dico semplicemente non so no io a Milano non mi sento di dire che la maggioranza la Procura è quella mi sento di dire un'altra cosa
Che è finito in Procura che meno si muovano sono le più bassa mentre nel resto d'Italia e sono perché sono formati a tutelare l'ordine sociale e non il diritto quello delle regioni rosse con qualche rara eccezione
Questo paralleli
Tangentopoli proprio
Stavo dicendo
Solo infatti
Se non vado quando sono andato lo dico da dieci anni
In Arabia Saudita trovo la CNC o la cosa che si chiama così
I network CCG e veloce vado in Etiopia CCC vario in Somalia CCC varato in Sicilia al centro tra tutti gli atti legittimi a Reggio Calabria c'è c'è c'è
A io continuo a cos'è una cooperativa locali cooperative
Tangenti e non lo so magari non le hanno pagate ma è proprio possibile
Che gli altri due terzi degli altri che sono la FIAT la coda di paglia altri quelli per avere quelle cose avevano preso le tangenti avevano da dare e questi riceveranno semplicemente e nessuno niente nulla questo ecco dei curricula e possibile
Dimenticare che le condizioni complessive di regime
Fanno sì
Che i partiti ladri perché faceva parte dell'ideologia era la legge in vigore
Come ricordava russo in vigore con tanto di crisi ma omissivo e non omissivo del l'ordine giudiziario dell'ordine delle forze di polizia che non potevano indagare
Delle denunce che vengono archiviate tradotto in calunnia richiede anche tutto questo
E quando c'è tutta questa agitazione e il possibile
Credo che oggi
Dobbiamo ignorare un fatto
E che
La DC e il PSI la non merita sono ridotti in braghe di tela per come organizzazione mi fa proprie dovranno andare a mendicare con l'organizzazione perché sono stati cicale
Hanno sciarada benissimo
I comunisti e dintorni invece circa vista dello Stato il corpo
Ma hanno duemila miliardi adesso dopo tutto questo casino hanno circa due mila miliardi di
Proprio dal ma immobiliare in questo regime
Si sono mossi bene
Nascono delle
Tant'è vero che su un punto di aggregazione necessario anche i ricchi ha bisogno
In fondo di nuovo dei potenti
Di domani o di oggi
Per poter realizzare
Vi siamo quel tanto di sicurezza esercitare la propria professione proprie compie
No che può dare semplicemente
Si è dimostrato per esempio nelle regioni rosse
Di garantire perfettamente
Il funzionamento dell'ordine giudiziario perché il contenuto storico dell'indipendenza
Di quell'ordine giudiziario nelle zone rosse appunto la connivenza piena non solo grazie a una connivenza al momento
E l'omologazione lo stessa cultura allo stesso modo di vedere appunto
Del potere che c'è libro cinquanta
Ecco quindi responsabile civile giudice questo lo parlano
Ma quando potremo parlare il suo momento affrontando queste cose le mie ovviamente
Non è l'interpretazione più adatto
Il procuratore De Nicola c'è però da dire
Che
Dire minimi con i magistrati francamente questo mi addolora
Ripeto proposto duecento ricorderò che nell'ottantanove ho proposto come Sindaco Roma Andronico del magistrato Gianfranco
Amendola
O Rutelli no nemico della magistratura così come essa
è omogenea da
Ordinata
Sia quella è infatti
Numero saltata all'inquinamento da perché in quella versione precedente referendum radicali
Tornando al progetto ingenuità avevo provato ad ottenere che il referendum la Corte costituzionale della sua gente che non fossero eletti intercorrente
Il GSM
Tredici anni fa nella fecero fuori con una truffa
Diciamo ideologica dalla Corte costituzionale l'avevamo previsto
Sia perché corresponsabili matematici solo i direttori generali dei ministeri
Che non vedranno la roba
Io riconosco sono magistrati tutti attori ci stanno a fare perché
è importante occupano le funzioni a Napoli Dio santo
Se sente due magistrati collaudatori per lei è uno scandalo per tutte le altre compagnie o amici magistrati era uno scandalo i collaudatori colleghi nono compagnie a no no riguarda io dico amico compagno
Colleghi eccetera intendo dire quello che sia di quelli con i quali
Si vive si fa una lotta solo compagni di classe magari anche di classe in un altro senso ma voglio dire di classe di scuola voglio queste cose vede a Napoli sessanta
Eccetto terremo conto però
Io in quegli anni
Negli era facile dirlo mentre
Esercitavano e chi era allora segretario regionale
Del Partito Comunista nella valenza e due con atti con annessi Almirante grava la gestione del terremoto
E al Segretario Bassolino e coniugazione battello sul caso Tortora dove contro
Battaglia diciamo ideale anche contro Diego Marmo
Voglio sul processo Braibanti controllo Iacono dico gode di bandiera
No no no io dicevo no
Non dodici e due no no
Non stavo parlando Braibanti stavo parlando
Delle requisitorie il lo Iacono e di marmo viventi inciviltà
Di identica violazione del diritto delle norme
Anche nell'andare avanti quindi cosa
Io quello che spero
Perché riusciamo anche in Abruzzo anche qui a costituirci impartito
Della vita del diritto
Per il diritto alla vita
Senza l'uomo mai concepito l'altro
E mi auguro che noi sappiamo qui in Abruzzo mettere al Tesoro come urgente far tesoro
Di un conterraneo
Anche
Oltre a non produrre la Repubblica
Come De Nicola per ascoltarlo
Consentirmi di parlare tutte le sedi che lui ritenga legittima proprio per dare questo valore aggiunto
Di dibattito e di messa in causa
E di esposizione
Non l'ambito di quello che
Le norme
Che regolano la prudenza ambientale
Gli consentono e questo spero quindi che in un futuro non lontano
Potremmo su punti che sono anche però Ricci
Quando lei diceva
Io
Sull'obbligatorietà dell'azione penale
Mi stabilisco io delle priorità
No in un Paese
Democratici
Di certezza del diritto
Non può formarsi
In questa sede
L'equivalente dell'intimo convincimento del giudice
Se non abbiamo un minimo sarà la cronologia sarà un altro lei capirà che questo punto vi è un'incertezza del diritto
Perché sia Pescara mettiamo prima che so io in un periodo normale quello fiscale
Autonomamente alla prima quello che non è
Nell'altro e anche questo è quello che indica nel nostro Paese ad avere dei titolari della politica criminale
Che siano controllati
Se non una
Controllati almeno nella dialettica istituzionale e in modo democratico grazie
Grazie
Era era dai tredici ottobre novantatré la sintesi di un dibattito tra Marco Pannella l'ex procuratore capo della Repubblica presso il Tribunale di Pescara
Enrico
De Nicola l'ultima registrazione creo fardelli ascoltare in questa circostanza
E invece di due anni dopo dell'ottobre novantacinque quando la rivista Micromega organizza a Milano un
Dibattito dal tema alla giustizia i suoi nemici
Protagonisti tra gli altri
L'avvocato Raffaella Della Valle uno dei difensori di Enzo Tortora in quel momento parlamentare di Forza Italia e Francesco Saverio Borrelli più volte evocato negli interventi precedenti procuratore della Repubblica
A Milano per
Accertare
Chi sono i nemici dei giudici a mio giudizio
Bisogna intanto accertare
Chi è l'amico principale del giudice
Perché soltanto attraverso l'identificazione dall'amico principale del giudice si può capire
Dato che parte provengono gli strali verso l'amico principale del giudice
Allora
L'amico principale del giudice e dei giudici intanto la giustizia
E chiaro
Intanto il giudice
è giusto intanto il giudice possa erogare giustizia intanto questo è il suo amico
E allora qual è il nemico numero uno della giustizia
Qual è il nemico numero uno che Mina alla base la giustizia evidente poi tremo cercare perché il discorso articolato metri può fare quattro se vogliamo parlare a fondo
Il nemico numero uno della giustizia del giudice e quindi e quindi
Dispiace che non
Volete che dica le cose che volete voi va bene possiamo dell'allora
Tranquillamente chiudo la tre auto ascoltare voi
Mi sembra mi sembra una cosa estremamente puerile e infantile
Ripeto è la mia idea io non pretendo che voi accettiate la mia idea perlomeno lasciatemelo esprimere viva Dio
Vola come interezza la critica eletto ma
Fate bramino esprimere
Il nemico dell'ammiccanti del giudice giustizia
Evidentemente la politica chiaro
La politica che
Si profila peraltro
Sotto un aspetto estremamente interessante
Estremamente suadente ma come tutte le cose estremamente interessante suadente ahimè
Molto spesso tradiscono e allora la politica
Esercitata dal giudice
Non fa perderà al giudice verosimilmente molto spesso
Non solo la testa
Il che non sarebbe neppure tanto grave ma fa perdere l'amica cioè la giustizia
Sulla base di questo teorema noi dobbiamo discutere
E quindi dobbiamo chiederci perché mai allora chi sono i limiti che sono i nemici
Allora
Primo
Certo che la giustizia e in una situazione estremamente difficile oggi
Ma il nemico numero uno
Sono il complesso di normative
Che il potere politico certamente ha gestito ha promulgato
Un complesso di norme estremamente farraginose non può non essere nemico e avversario del giudice che deve essere un interprete rigoroso della normativa e non c'è dubbio su questo non solo
Ma o nemico del giudice
Niente il concetto che il giudice debba fare la guerra alla criminalità come ha detto giustamente l'avvocato Pecorella
Un nemico del giudice e il concetto che la legge
O meglio che il processo
Venga concepito come uno strumento di guerra anziché uno strumento di regolazione perché il processo è regolazioni e non strumento di guerra
Regolazione e accertamento delle responsabilità penali
E quindi voi capite che se ad inizio io comincio a interpretare il processo non già come una
Lo scontro
Tra la tesi dell'accusa e la tesi della difesa
E una verifica del rispetto delle regole ma invece lo interpreto soltanto ed esclusivamente come un atto di guerra
Certamente comincio a sbilanciare questa situazione processuale e quindi in un certo qual senso comincio a danneggiare quel famoso APQ amica che di cui parlavamo che è la giustizia
Terzo punto un grandissimo nemico del giudice attualmente consiste nella ipertrofia del controllo penale
Mi spiego
Se continuiamo per cui è colpa delle gelato al potere perché il discorso è lungo dato possiamo tocca Pino le otto otto e mezza credono perché non dobbiamo non dobbiamo correre non dobbiamo non dobbiamo scusate non dobbiamo
Cadere nell'errore in cui scade la televisione che in venti minuti per farci capire tutto di problemi enormi quanti sono grossi problemi che vanno affrontati vanno dibattuti vanno studiati PAC ripeto e quindi possiamo stare qui
Un altro nemico
è la ipertrofia del controllo penale e cioè
Da tempo a questa parte si continua
Ma proliferare in campo di legislazione
La proliferazione di iniziative giudiziarie
è un effetto
Ovviamente naturale
Della nuova società che si va sviluppando una nuova società che date nuove prospettazioni che quindi necessariamente deve approntare nuove problematiche
Basti pensare all'ambiente che poteva nel lontano mille novecentosessantacinque o mille novecentosessantasei ipotizzare reati in tema di ambiente
La mutata società cheta agricole diventati industriale poi post-industriale apporto al legislatore una serie di problematiche
è una serie di quesiti è una serie di temi che doveva approntare in particolare ha posto la problematica se
Alcuni atteggiamenti
Che il cittadino ottiene nei confronti di queste problematiche
Possono configurare gli estremi del reato se viceversa sono sanzionabili con sanzioni amministrative per esempio
Se compreso spiragli un panettiere
Non mette il cappello in testa nel momento in cui offre il prodotto al cittadino
Questo comportamento che contravviene un Regolamento dice nel sanitario deve essere penalmente sanzionato può deve rimanere soltanto nella sfera del diritto amministrativo della sanzione amministrativa
Voi capite che in sé
Il legislatore come ha fatto anche questo piccolo comportamento che ha un disvalore sociale minimo viene penalizzato crea un grosso ingolfamento un grosso intasamento quindi una una strozzatura nell'apparato giudiziario e quindi è un nemico del giudice perché il giudice di fronte a tanti procedimenti penali non potrà con compiutezza non potrà con celerità e la celerità e amica del giudice
Ma c'è di più
C'è quel fenomeno famoso della politicizzazione del giudice
E qui è il punto dolens e qui è il punto che vi farà gridare per l'amor del cielo io me lo immagino però io siccome sono abituato dire le cose come penso e devo dire
Quando Scarpinato dice
Che finalmente
Ma guardate che è un'affermazione di una gravità estrema mio giudizio che finalmente
In questi ultimi anni mille novecentonovantaquattro mille novecentonovantacinque la magistratura
Perché è caduto il potere politico riesce a ad acquistare la propria indipendenza io sono fortemente preoccupato di questa affermazione
Sono fortemente preoccupato di questa affermazione
Quando mi si dice che
A conferma di questo quando mi si dice
Che del resto il dato oggettivo è vero perché ormai è risaputo che a Roma di era il porto delle nebbie sono altrettanto preoccupato
Domande perché
E perché sono preoccupato
Migliori perché
Ma io mi chiedo
è vero
Che il potere politico quindi
Agiva sulla magistratura fino al punto di evitare che la magistratura intraprendesse le azioni penali
E allora evidentemente è vero che tra il corso degli anni Ottanta e Novanta anche qui a Milano
Vi era un sistema di corruttela e di corruzione ma che evidentemente non poteva emergere perché il potere politico gravava sull'autorità giudiziaria
Che io
Che io mi preoccupo di questo
Allora che allora
Che allora
E allora signori
Seppur Census via da fare
Se i calzini insidiano da rivoltare
Io vi faccio solo un esempio
Un giorno io sono a letto nel mille novecentonovantatré
Sto male
Arriva il medico e mi dice metastasi non c'è più nulla da fare
Argomenti io sono stato in cura dieci anni dal medico questo diceva che stava bene non avevo mai nulla
No guardi mi spiace il medico ha sbagliato non so se per imprudenza non so per negligenza non so se per imperizia non so se perdono certo è che il medico non ha controllato lei caro signore auto more metastasi
Ah io dovrei stare tranquillo dire va beh non è successo niente dei dieci anni prima Liberatore prendere con l'ultimo medico allora io dico che evidentemente
è allarmante il fatto che per dieci anni o dodici
Il potere politico atti aggravato prepotentemente sulla
Ordinamento giudiziario
E l'ordinamento giudiziario salvo qualche raro sporto processo triple ardo ed altri non sia riuscito a sfondare le maglie idea identificare il responsabile perché se io ricorderete anche da piccoli paesi
Tutti noi sapevamo che c'erano i signori cinque per cento nelle varie nostre città d'Italia io mi chiedo dov'erano i controlli
E tenete troppo faccia allora cominciamo da oggi partono i controlli
Sono un po'preoccupato perché non vorrei che adesso appunto i nuovi controlli coincidessero con delle nuove prospettazione politiche perché io mi chiedo per esempio perché mai e ancora Scarpinato risponde
Perché mai Tangentopoli scoppia o meglio la giustizia esplode o meglio la giustizia riacquista la sua indipendenza e la sua libertà proprio a Milano e a Palermo podi lo dico perché mai
E
Quindi iniziano queste grande indagine
E perché invece
Da Piacenza al Volturno tutto tra che
E o lo dovete spiegare io credo che in questa corruzione ambientale che grava tutto su tutta l'Italia ci sia
Ci siano tre o quattro regioni dove tutto è tranquillo
Scarpinato che evidentemente risponde sarà vecchia ma dobbiamo anche ringiovanire la Scarpinato che risponde e rispondo anche io perché evidentemente giustamente qui i magistrati sono riuscite ad affrancarsi dal potere politico quando il potere politico è crollato anche sotto i colpi parliamoci chiaro e la lega nel mille novecentonovantadue e quindi ha riacquistato la sua libertà quella sua indipendente ha potuto con estrema tranquillità e viva Dio finalmente
Procedere nei confronti dei quegli autori che da tempo si sapeva che da tempo si sapeva che da tempo si sapeva essere quanto meno signori sospetti
E allora io dico
E allora io dico dovute allora io dico
E invece la cartina di tornasole guarda caso
Laddove il potere politico è ancora forte
C'era il signor pensa e nonostante lo sport encomiabile dei magistrati ancora non si riesce assecondare quel statica
E allora signori sarà anche vecchia mai e sempre radio attualità e allora signori
Del resto è di avvio alla prima conclusione sul punto del redatto
Che l'affermazione di Oscar Pinato riportata dal nostro moderatore non sia vera
La somma di incide anche sui soltanto andiamo vedere i lavori preparatori della Costituzione perché la realtà di fondo è che il potere politico e qui
Spezzo una lancia a favore della magistratura che ha il potere politico non ha mai avuto fiducia della Magistratura questo il problema di fondo
Non a caso il legislatore costituente del mille novecentoquarantotto nata predisposto tutta una serie di accorgimenti di natura tecnica tendenti comunque e in ogni modo e in ogni maniera e in qualsiasi in qualsivoglia tipo
Influire
Influire nell'attività giudiziaria intanto cominciamo col dire
Che da un punto di vista nominalistico o lessicale ha cominciato dirgli il potere politico alla al potere giudiziario turno cioè il potere
Guarda caso usato il termine ordinamento giudiziario prima cosa
Secondo
Fa imposto nel momento in cui viene creato il C.S.M. una quota fissa di esponenti che vengono eletti dal potere politico e non è di poco conto
Terzo
Da al Ministro di Grazia e Giustizia
Quei poteri che oggi non è accettabile egli dalla Costituzione il potere di sorveglianza e del sindacato mica se lo inventa il Ministro di Grazia e Giustizia questo a conferma e per ribadire che effetti effettivamente ma del resto è la storia nel quarantotto e c'era diffidenza nei confronti della magistratura ma sapete perché perché uscivamo dal fascismo perché uscivamo da una magistratura che era stata signora compromessa in quel momento e che quindi si temeva che può e se ancora ancora avere delle delle situazioni di incrostazioni rispetto al vecchio passato regime ripeto perché quindi c'era stata tutta questa cautela
E allora ben venga l'indipendenza e allora ben venga l'autonomia e allora ben venga le azioni politica trito e dei magistrati ci mancherebbe altro che non non plaude stimo a queste cose
L'importante però è questo e ho concluso e questa sera siamo non tanto per vedere quello che ci separa io credo almeno se vogliamo apportare qualcosa di vero di nuovo nel nostro Paese ma siamo qui per vedere quello che qui
Congiunge quello che ci unisce per vedere di fare qualcosa affinché nel due mila non si verifichi ma o nel due mila dieci nominalistiche magari quel nuovo fenomeno di una
Riscoperta di Tangentopoli che non si poteva però scoprire negli anni Novanta centonovantotto perché ancora il potere politico gravava sul potere giudiziario questo il problema
Ringrazio
Ringrazio
Ringrazio l'onorevole condotte tranquilla ringrazio l'onorevole Della Valle
Naturalmente
Ci interrompere questo nuovo mondo torello dovrebbe sapere perfettamente fa semplicemente degli
Autogol darsi fuoco a un qualcosa che urge però fa degli autogol
Io ho molto apprezzato
Quello che l'avvocato Della Valle ha detto a proposito
Dei magistrati che hanno
Corrotto la cappa di un potere politico prevaricatore io
E però mi permetto allora di
Sottolineare due piccole contraddizioni che spero non riguardino lui personalmente ma certamente la parte politica di cui è autorevolissima esponente quindi spero che nel secondo giro che avremmo potrà anche
Risponderete cioè
Se è vero come io credo sia vero di come
Della Valle ha detto che sono meritorie le procure che hanno cominciato ad attuarle le indagini e che non sono solo Milano e Palermo
E se quella di Milano ha potuto operare di fronte a un potere politico indebolito quelle di Palermo hanno operato quando i poteri politici erano tutt'altro che indeboliti ma ve ne sono altre vi è stata quella di Torino quella di Napoli in giù prima
Quella di Venezia
Che
Casson
Quella
Che lei ricorderà il Procuratore di Napoli Cordova che prima era a Locri mi sembra e che appunto in cui sta
A Palmi a Palmi e che in questa piccolissima Pretura credo abbia avuto sei ispezioni mandate al ministro Martelli ecco
Allora quello che lei dice è giusto perché
Non è pensabile non è pensabile che la corruzione l'illegalità c'è solo a Milano a Palermo a Napoli e a Palmi e così via ci sarà anche
A Bari io ho o altrove
Forse forse io non lo
Leccesi si anche
Figuriamoci forse sì forse pari forse Bologna borse Genova ovunque
Allora le risulterà paradossale che il Ministro della Giustizia Mancuso
Che da alcune settimane è una sorta di eroi di Forza Italia
Perché in nessun altro modo si può o si può capire se no le continue affermazioni di Berlusconi in elogio sperticato di questo ministro
Presto Ministro che manda in continuazione ispezioni non le manda nelle procure
Dove le indagini non si fanno male manda sole sistematicamente dove le indagini si fa
Che
Che se no se non ho letto male i giornali di ieri e di oggi ne sta mandando un anche a Bologna ma perché stanno facendo le indagini sulla Uno bianca quindi mi sembra che questo ministro
Abbia una sorta di mania laddove i giudici fanno le indagini lui manda ispezioni laddove nulla si muove lui fa finta di pensare che davvero quelle siano delle zone dove non alligna
L'illegalità
Sinora
Se vuole anche subito beh e Barrichello no e le faccio di Marsala
E e lei siccome ha detto a proposito del CSM è una cosa
Ne
Che anch'io condivido c'è un elemento di politicizzazione del CSM cioè una quota un terzo del CSM eletto dal Parlamento cioè dei partiti
Lei però sa
Che alcuni autorevolissimi esponenti del suo movimento lecito solo Giuliano Ferrara
Che Giuliano Ferrara piaccia o non piaccia è un autorevolissimo esponente di
Forza Italia
Ha sempre sostenuto esattamente come ha sempre sostenuto Craxi
Che
Le quote politiche
E di magistratura l'interno al CSM andavano capovolte e cioè la tesi del craxismo è stata che quel un terzo
Di
Membri eletti dal Parlamento cioè dei partiti dovrà diventare due terzi i membri eletti dai giudici da due terzi è un terzo evidente che questo era un sistema per mettere
Sotto tutela ora a me sembra che
I sintomi della volontà non già di dare
Più autonomia ai giudici come mi sembra venga fuori dalle sue parole ma
Di
Mettere più briglie Timor da chi è giudici che era il la linea del craxismo di cui Ferrara è stato un non pentito esponente che continua a tutt'oggi
Di
Questa è al di là di quello che lei dice la politica nei fatti ufficiale
Del movimento a cui lei fa riferimento quindi a me fa molto piacere sentire da lei dire cose diverse ahimè questo mi sembra che
Confermi quello che di lei si dice che
Nel movimento è una sorta di colomba
Io ora
Vorrei dare la parola
Francesco Saverio Borrelli le cose
Le cose di cui di cui discutere sono
Di cui discutere sono sono tante e
All'avvocato onorevole Della Valle non farò la domanda con tutte queste cose che ci ha detto
Come può allora stare nello stesso movimento con Berlusconi perché so che mi risponderebbe in modo fantastico
Però
Eccetto che detto con assoluta ingenuità e buonsenso quando uno sente le cose che lei dice e le cose che sono gli stessi temi dice Berlusconi uno pensa che ci sia un'assoluta incompatibilità
Allora
Dottor Borrelli
Le questioni
Sono tante dette che non dette lei può scegliere i temi che ritiene più importanti per una questione che non è
I giudici e i suoi nemici ma la giustizia e i suoi nemici devo dire subito a costo di sembrare scortese assai scortese verso la sala
Che sono fortemente imbarazzante o lo sono stato fin dal primo momento perché credo che a noi magistrati non spetti no applausi e quando gli applausi ci arrivano
Ci creano forte imbarazzo perché investono di una sorta di onda di emotività
Quello che il nostro lavoro quelle che sono i risultati buoni o cattivi che abbiamo conseguito
Laddove il nostro lavoro dovrebbe svolgersi di non clima il più possibile rarefatto e il più possibile esente dalle spinte della emotività sia essa di segno positivo
Cioè di approvazione sia essa di segno negativo cioè il clamore della riprovazione
L'imbarazzo cresciuto quando ho avvertito
Mi si perdoni se dico questo delle note di ostilità o di non altrettanto altrettale gradimento nei confronti dei rappresentanti della classe forense verso i quali invece
Io desidero attestare
Attestare il rispetto quella stima di carattere personale ma quel rispetto di carattere oggettivo presso la loro funzione che ineliminabile ineliminabile dal processo sia esso il processo civile il processo penale
Questo un tema sul quale ricordo di essermi intrattenuto fin dal giorno in cui ho assunto le funzioni di Procuratore della Repubblica ha ottenuto a rendere un omaggio pubblico alla classe dell'avvocatura
Che costituisce il simbolo della libertà perché il simbolo del la ricerca della verità che non può avvenire se non nel contraddittorio
Nel contraddittorio tra le parti e quindi in un clima di libertà detto detto questo e sottolineato che non desidero minimamente parlare di infatti dell'attualità di oggi o di ieri
Ne desidero mischiare mi in discorsi che riguardano singoli personaggi o specifiche vicende
Forse si potrebbe tentare di
Approfondire un attimo il discorso dei rapporti tra la giustizia la politica
Ma
è un discorso estremamente complicato perché è un discorso che dovrebbe essere affrontato disponendo di strumenti di analisi filosofica estremamente raffinati
La a mente fredda la configurazione tradizionale colloca la magistratura in una sorta di limbo neutrale
Già che sarebbe la magistratura avrebbe il compito di provvedere ad una regolazione legale
Autoritativa degli interessi che non risenta minimamente di imposizioni partigiane
E
Soprattutto non sia vincolata alla produzione del consenso
è un argomento ulteriore in questo senso lo si trae dal fatto che la magistratura non ha una legittimazione elettiva
Ma a una legittimazione meramente burocratico culturale
Probabilmente questa concezione tradizionale della giustizia è vero della magistratura non è del tutto esatta e
Quindi è un interessantissimo articolo che è comparso sull'ultimo numero del sociologia del diritto è un articolo di Cazzola emolisi
Nel quale proprio analizzando per i che sono i rapporti tra la giustizia politica
Sì esordisce proprio col mettere in dubbio questo concetto tradizionale della magistratura come ed sulla funzione della magistratura come di qualche cosa che sia totalmente separato dalla politica
Giacché si dice la magistratura se il magistrato è arbitro del confronto tra interessi sia magistrato compete regolare le pretese secondo delle scale di valori che costituiscono proprio la missione giustificativa di un sistema politico
Non può essere chiamato fuori dal policy making proprio dal dalla dall'attività politica naturalmente altrove dire questo
Peraltro è configurare la magistratura
Come e altro è parlare dell'indipendenza della magistratura nel senso della della lontananza della magistratura da etero direzioni da controlli o condizionamenti di autorità occorre o poteri esterni alla magistratura e stessa
O addirittura sottolineare la necessità che la magistratura intesa come corpo non assuma delle posizioni politiche che in qualche modo configurino delle strategie politiche o che confliggano con le strategie politiche
Degli altre istituzioni cui
Demandata la produzione la produzione della politica
Al di là di questo
Che nell'opera della magistratura
In particolare in determinati settori
Ci siano delle valenze di carattere politico delle Valencia oggettive
Di carattere politico credo che sarebbe ipocrita negarlo
E questo naturalmente spiega anche perché da parte di coloro che invece della politica fanno la loro professione
E si tenda a reagire reagire anche con una certa asprezza alla pretesa che poi null'altro che l'assolvimento del proprio compito del magistrato di
Estendere il controllo della legalità non soltanto a quella che è la vita quotidiana del cittadino o del dell'imprenditore o nella vita economica della società civile ma anche a quello che il comportamento delle classi politiche
Sotto questo profilo io credo che
E vorrei gettare un po'di acconti spruzzare un po'd'acqua sul
Sul titolo sulla sulla possibile focolaio che può nasce da un titolo abbastanza manicheo come la giustizia e i suoi nemici
Probabilmente in chi ha creato in chi ha creato questo titolo si intendeva additare come nemici della giustizia coloro che in qualche modo resistono all'attività dei giudici che si oppongono all'attività dei giudici che tentano
Di arginare di arginare questa sorta di momentaneo straripamento che la attività della magistratura ha avuto per effetto di che cosa non per effetto di
Di volontarie espansioni della magistratura ma per effetto dello sgretolamento del indebolimento del quadro istituzionale complessivo
Quando si parla di supplenza della magistratura e se ne parla in questo senso credo che sia
Da respingere ogni addebito mosso la magistratura come di usurpa triste di spazi che non gli competono è una constatazione una constatazione obiettiva
Ecco io credo che mio espansionistiche non abbiamo quindi io non vorrei parlare dei nemici della giustizia additando
Additando al pubblico degli ascoltatori determinate persone o determinati gruppi nemici della giustizia di miseria giustizia sono soltanto coloro che hanno operato delle scelte criminali e che intendono portare avanti condurre
Queste scelte attuarle durante l'arco della propria vita poi non ci sono nemici della giustizia
Ci sono bensì diversi modi
Di approccio ai problemi della giustizia che sono tanti
Sono innumerevoli
Ci sono diversi modi di risolvere i problemi della giustizia ci sono diverse formule diverse equazioni che possono tracciato sì che in qualche modo sono legate all'evoluzione della storia sono legate alle condizioni culturali del momento
E il
Questo
E che impediscono diciamo di
Assolutizzare le scelte e ritenere che vi siano scelte valide per ogni momento per ogni circostanza per ogni ambiente per ogni
Punto del evoluzione della storia
Le passando da questi discorsi di carattere generalissimo ma che vogliono essere dei discorsi di carattere conciliante non
Non nello spirito non è lo spirito del abbracciamoci tutti ma perché
Semplicemente suicida per noi e per le altre categorie di operatori della giustizia
Produrre di fronte alla cittadinanza uno spettacolo uno spettacolo di lacerazioni
Di dissidi di lotte che sono semplicemente lotte fratricide anche quelle che intervengono anche le contrapposizioni che intervengono tra
Magistrato Cristea gli avvocati tra magistrati e avvocati sono delle lotte suicide
Non soltanto fratricide
Bene
Dicevo in questo approccio ai problemi che sono i problemi del momento nella giustizia in particolare i problemi che sono stati evidenziati dagli ultimi anni di indagine sulla criminalità
Ebbene il primo di cui ha parlato
Il professor Pecorella il problema della distinzione tra il pubblico ministero e il giudice
Questo è un argomento molto caldo è un argomento molto caldo ma sul quale io credo che ci siano parecchi equivoci che ci siano delle distinzioni di funzione tra chi sostiene l'accusa e chi deve giudicare è una
Assoluta ovvietà
Che ha questa distinzione di funzioni debba corrispondere anche una distinzione di reclutamento e una distinzione di carriere è una conseguenza che non
E possibile desumere dalla distinzione di funzioni
Perché diversamente rendiamoci conto a parte il fatto che
Nella Costituzione perfino scritto
La categoria degli avvocati ha spesso rivendicato che avvocati con un certo numero di anni di esercizio
Possono
Essere assunti entrare in Cassazione come magistrati di Cassazione
A parte che in moltissimi altri Paesi del mondo in generale nei paesi di tradizione anglosassone
Non c'è una distinzione netta tra la categoria degli avvocati la categoria degli accusatori e la categoria dei giudici essendoci un'osmosi e un passaggio dall'una dall'una all'altra certo certo
Certo
Selettività
Ma
Ma
A parte questo io credo che l'esperienza l'esperienza che è sotto gli occhi anche degli avvocati
E che
Il potere si volgere nell'arco della carriera del magistrato funzioni sia requirenti che funzioni giudicanti e qualche cosa che giova
Alla formazione culturale e all'equilibrio del magistrato stesso noi abbiamo avuto e abbiamo
Eccellenti pubblici ministeri che provengono dalla giudicante abbiamo avuto e abbiamo eccellenti
Giudici che provengono dal pubblico ministero
Ma portando quella
Esigenza di distinzione di carriere quindi di funzione di fonti di carriere che essi presenzi pretende di desumere della distinzione di funzioni fino al suo estremo bisognerebbe dire allora che
Se si teme che l'appartenenza ad un medesimo ruolo possa porre
Il giudice ad esempio il giudice delle indagini preliminari in una situazione di sudditanza psicologica rispetto al pubblico ministero
E allora bisognerebbe anche far sì che
I giudici giudicanti i giudici delle sezioni e Tribunale fossero di una estrazione diversa dai giudici delle indagini preliminari e che i giudici di appello non appartenessero lo stesso ruolo di giudice di primo grado e così via e giudici di Cassazione
E non è un sofisma non è un sofisma perché se noi se noi temiamo che l'appartenenza allo stesso ruolo possa produrre di quelle dispersioni dico allora bisogna anche condurre il ragionamento fino al suo estremo
D'altronde
Noi temiamo e credo con ragione
Dico noi dovrei dire io temo ma credo di esprimere una valutazione che comune a molti appartenenti al pubblico ministero che una volta distinte le carriere
Inevitabilmente si aggiungerebbe poi alla creazione di uno Statuto differenziato del magistrato del Pubblico Ministero da magistratura giudicante
E la creazione di uno Statuto differenziato potrebbe tradursi in un rafforzamento dei vincoli gerarchici interni ma anche
In una creazione di vincoli verso l'esterno
E allora a questo punto dico che
Se in prospettiva
Si dovesse intravedere al di là dell'ENI nubi del futuro un vincolo del pubblico ministero al potere esecutivo probabilmente a quel punto anche una parte della indipendenza della magistratura giudicante sarebbe perduta
Giacché alla magistratura giudicante nel settore penale giunge ciò che un pubblico ministero indipendente
Le porta un pubblico ministero che fosse in qualche modo legato al carro per l'esecutivo porterebbe probabilmente come materia da giudicare soltanto quella che dall'altro gli viene consentito di portare queste sono le ragioni della nostra della mia ferma opposizione a questa prospettiva
Ti distinzione di carriere
Si è parlato ha parlato ancora il professor Pecorella di lesioni dei diritti individuali
E se ne parla da tanto tempo nella indagine nota come Mani pulite certo
Il
Ci sono molti modi per descrivere ciò che avviene quando una persona viene incarcerato da quando è il primo contatto con il pubblico ministero quando il contatto con il giudice delle indagini preliminari quando viene interrogata
E quando
Racconta ciò che sa o non racconta ciò che sa
Il modo in cui
In questo segmento
Di vicenda viene è stato esposto è stato raccontato dal professor Pecorella
E fa pensare ad una sorta di negoziazione
Ho una tendenza o a episodi di negoziazione per cui
Dico
Entro a determinate rivelazioni in cambio si dalla libertà o si promette la libertà se determinate rivelazione o collaborazioni vengono effettuate c'è anche un altro modo di raccontare tutto ciò
Ed è probabilmente ciò che è avvenuto nella stragrande maggioranza dei casi
C'è una situazione di crisi in cui viene a trovarsi il soggetto che colpito da un provvedimento cautelare che nella vicenda di Mani pulite per lo più era un soggetto
Del tutto estraneo ha esperienze di tipo carcerario ho esperienza di tipo processuale
Sono i tipici reati questi dei cosiddetti colletti bianchi ecco ci sono delle situazioni di crisi e di vacilla mento e di ripensamento di quello che è stato il proprio passato e di quello che è stato il proprio ruolo
Che possono di per sé provocare l'apertura delle cateratte della confessione
Ci possono essere delle domande o delle prospettazioni del magistrato
Che
Inducono
La persona a iniziare ad aprirsi ad iniziare un certo tipo di collaborazione
Ecco che allora l'apertura delle porte del carcere non diventa non è il corrispettivo della rivelazione che è stata fatta ma è la conseguenza inevitabile del venir meno della pericolosità del soggetto
Nelle indagini per fatti di corruzione
Se noi teniamo presente che il mondo della corruzione politico-amministrativa e tra e assicurabile come un fitto intreccio di Maglie nelle quali ci sono una miriade di
Complicità
Di intese di ammiccamenti reciproci
Ecco se noi immaginiamo che una di queste maglie della rette di corruzione cede perché si apre
Perché l'intera in crisi crisi di carattere etico crisi di carattere semplicemente psicologico entra in crisi e comincia a collaborare con il magistrato
A quel punto quella maglia figurativamente quindi quella persona che così si comporta e una persona sulla quale il la restante parte
Della organizzazione della trama corruttiva non può più contare perché è diventato un elemento inaffidabile
Ecco che in questo modo viene meno la pericolosità del soggetto viene meno la possibilità che il soggetto possa reiterare le condotte criminose
E questa è la ragione per cui molti dei nostri indagati
Dopo carcerazioni più o meno lunghe ma vorrei dire più o meno brevi talvolta anche brevissime sono stati rimessi in libertà
Prego
Sono stati rimessi in libertà
Io adesso vediamo che di che cosa di che cos'altro potremmo parlare dei tanti argomenti si è parlato dell'uscita dell'uscita da Tangentopoli questo è un argomento sul quale proprio con Gian Maria Flick
Abbiamo parlato alcuni mesi fa all'Università di Castellanza l'uscita da Tangentopoli l'uscita da Mani pulite
Beh di uscita da Tangentopoli con strumenti che possano in qualche modo assomigliare al colpo di spugna io credo
Che nessuno ne abbia desiderio
Salvo coloro che del colpo di spugna potrebbero fruire sarebbe un'uscita del tutto fittizia perché credo che ben presto ripiombare mo'nello stesso tipo di fenomeno
L'uscita da Tangentopoli intesa come
Un voltar pagina come uscire
Dalla
Dallo scenario
Delle possibili corruzioni
E qualche cosa che realisticamente noi dobbiamo prospettare come una meta lontana lontana nel tempo
Giacché se
Tutto ciò che si è verificato che abbiamo constatato
Su cui abbiamo indagato e su cui tuttora continuiamo a indagare
Potete voi vedete che
Si può dire quotidianamente si aprono nuovi filoni di indagine e nuovi squarci su un mondo nel quale il tasso di corruzione e molto elevato se tutto ciò è potuto accadere
Non è
Noi non possiamo tirarci fuori singolarmente e dire che la colpa la responsabilità è soltanto di coloro che sono stati additati e di coloro nei cui confronti le indagini vengono svolte
Probabilmente
C'è una quota di responsabilità una quota di colpa che di tutti noi
Che
E il sottofondo sottofondo è molto triste dirlo ma siamo fra italiani possiamo dirlo c'è un certo sottofondo della nostra cultura
Un certo modo di porsi nei confronti delle istituzioni che costituisce il terreno l'humus nel quale attecchito l'alta corruzione quella grande corruzione delle grandi opere pubbliche
E della vita degli apparati di partito ma anche quella corruzione di medio livello che riscontriamo a livello funzionari alé quella corruzione di basso è bassissimo livello
Che è fatta di piccoli complicità dei piccoli strizzate d'occhio di piccole mazzette di piccole mance di favori reciproci di raccomandazioni e via dicendo
Tutto ciò ahimè non è estraneo alla nostra indole culturale
Il lavoro di purificazione deve cominciare anzitutto a livello individuale a livello familiare a livello di scuola
E poi deve riflettersi nelle istituzioni giuridiche nella normativa penale nella normativa amministrativa nella normativa civilistica e via dicendo è un lavoro estremamente impegnativo è una prospettiva di lunghissima gittata
Della quale forse potranno fruire i nostri figli i nostri nipoti ma che difficilmente noi o almeno quelli della mia età potranno arrivare a vedere come una meta realisticamente prossima e allora
Per quello che riguarda la normativa penale quale può essere il contributo che sul piano
Sul piano appunto della legge penale si può portare ad una uscita da Tangentopoli
Ecco io
A costo di essere monotono vorrei rifarmi a quella Rocco a quel progetto a quel disegno come chiamarlo a quel suggerimento normativo
Chi fu varato nel settembre del mille novecentonovantaquattro in una
Affollata riunione alla Università Statale di Milano e che era il frutto della riflessione di magistrati di avvocati e di professori universitari
Che portava una semplificazione una drastica semplificazione nel quadro complessivo dei reati contro la pubblica amministrazione
Che annullava la distinzione fra concussione e corruzione colpendo con uguale pesantezza tutti quei fatti di passaggio illecito di denaro tra il privato e il pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio
Ma soprattutto che prevedeva al fine di spezzare la solidarietà omertosa tra il corrotto e il corruttore
Prevedeva un la normativa come si dice nel nostro gergo premiale cioè la possibilità
Di
Ridurre notevolmente la sanzione o addirittura di Dini sottrarsi alla sanzione penale
Per chi in un tempo prestabilito avesse deciso di rivelare il fatto di corruzione alla magistratura
Questo avrebbe permesso con un'opportuna con un'opportuna disposizione transitoria
Quindi consentendo l'applicabilità
Di una nuova normativa di questo tipo anche I fatti pregressi
Avrebbe consentito di accelerare di molto di sgorgare diciamo così
Questi limiti i canali della giustizia penale per quanto riguardava l'accertamento dei fatti
Dei fatti Tremonti
Non so se il nostro suggerimento abbia avuto una qualche eco a livello a livello parlamentare credo di sì che ci sia un disegno di legge che giace da da parecchio tempo
Noi riteniamo che questo potrebbe essere sul versante della legislazione penale un buon contributo
Per l'accelerazione dei processi e per
Tentare di arginare per il futuro il ripetersi di fenomeni di corruzione ma naturalmente tutto ciò non basta occorre occorre
Tutta un'altra serie di interventi di carattere legislativo e di carattere amministrativo sulla su tutti quelli che sono gli aspetti dei conferimenti degli appalti pubblici delle pubbliche forniture
Per quello che riguarda i controlli i controlli di carattere tecnico e non soltanto i controlli di carattere giuridico forma controllo di carattere politico all'interno degli enti pubblici degli enti rappresentativi deve riprendere vigore
Per riprendere vigore rinunziando a quei comportamenti
Di
Di complicità e di risparmio di logica spartitoria che hanno caratterizzato per troppi anni la nostra vita politica
Io per il momento mi fermerei salvo poi ritornare su singoli specifici punti
Però una registrazione andare dal tredici ottobre novantacinque con queste parole di Francesco Saverio Borrelli
Magistrato procuratore capo a Milano uno dei protagonisti
Delle inchieste
Su
D'Italia dell'illegalità della corruzione pronunciato nel corso di un dibattito svoltosi a Milano dal tema alla giustizia i suoi nemici in precedenza avete
Riascoltato anche quanto disse in quella sede Raffaele Della Valle avvocato no dei difensori di Enzo Tortora in quel momento
Parlamentare di Forza Italia concludiamo qui questo spazio di informazione di riflessione realizzato con documenti d'archivio