27MAR2014
intervista

Servizio sulla seduta aperta del Consiglio Comunale di Cesara in provincia di Verbania per l'istituzione del registro del testamento biologico

SERVIZIO | di Emiliano Silvestri CESARA - 00:00. Durata: 16 min 34 sec

Player
Registrazione audio di "Servizio sulla seduta aperta del Consiglio Comunale di Cesara in provincia di Verbania per l'istituzione del registro del testamento biologico", registrato a Cesara giovedì 27 marzo 2014 alle 00:00.

Sono intervenuti: Erika Bonfanti (sindaco del Comune di Cesara), Mina Welby (copresidente dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Venerando Cardillo (medico).

Tra gli argomenti discussi: Bioetica, Comuni, Cure Palliative, Diritti Civili, Eutanasia, Italia, Legge, Malattia, Medicina, Parlamento, Politica, Salute, Sanita', Testamento
Biologico.

La registrazione audio ha una durata di 16 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale questa sera ventisette marzo
A Cesara un piccolo comune piemontese a addosso della lago d'Orta
Questa sera Consiglio comunale appena letto ha istituito
Il
Registro per i testamenti biologici ne parliamo con Erika Bonfanti che Sindaco
Di questo Comune
Sindaco
Particolarmente sensibile alla questione perché ricordiamo che il ventitré maggio
Dell'anno scorso
Il Comune il Cesare in allora
L'attuale Sindaco era vice Sindaco di questo Comune aveva patrocinato primo comune in Italia una manifestazione per la raccolta di firme sulla proposta di legge d'iniziativa popolare per le tre sia legale e il testamento
Biologico quindi un interresse una sensibilità che
Si conferma con il l'iniziativa di questa sera perché dette
Voluto tenere un Consiglio comunale ha perso
Abbiamo voluto tenere un Consiglio comunale aperto per un gesto istituzionale
Riteniamo che condividere con la popolazione
La scelta del Consiglio comunale quindi dei consiglieri comunali che rappresenta hanno la popolazione aprirlo al pubblico e condividerlo con loro
Sia un gesto un atto di indirizzo e di anche un significato pieno istituzionale per quello che è nel potere del Comune rispetto a questa iniziativa
Dall'esperienza dell'anno scorso dall'incontro con Mina Welby dell'anno scorso la testimonianza della della sua storia sicuramente non ha fatto altro che consolidare
Quella che la nostra intenzione di dibattere di dibattere in maniera di mera sulle tematiche del fine vita
Quindi riteniamo per pertanto un gesto naturale anche doveroso
Pubblicizzare farci testimoni
Della del testamento biologico e dell'apertura appunto di questo registro era una promessa già che facemmo allora e quindi passato il tempo amministrativo e le elezioni ora
Non facciamo altro che mantenere la promessa adatta
Era una promessa fatta in campagna elettorale perché qualche settimana dopo quell'appuntamento
Qui in questo Comune si è votato questo
Possiamo dire significa che
I cittadini Cesarano apprezzato questa scelta questa sensibilità rispetto
Alle scelte di fine vita alla rispetto delle scelte degli individui sulla loro
Condizioni
Speriamo di sì
Certo le promesse elettorali che normalmente si fanno in campagna elettorale sono certamente diverse
Questa importantissima perché è una
Promessa sui diritti né con questo gesto col Consiglio comunale aperto se pure abbiamo consapevolezza di non avere potere legale
In questi termini fintanto che è una legge non
Ci spalleggia era in in questa scelta lo facciamo con forza lo facciamo con veemenza
Siamo contenti di avere cittadini che si appoggiano sulla tematica dei diritti sappiamo che le tematiche dei diritti non portano voti
Ma per noi sono stesso stanziali rappresentano un po'anche la nostra essenza e del
Del mandato elettorale del nostro lavoro amministrativo e per riparlare di questi temi
Questa sera
Un dibattito
Con Mina Welby che appunto era venuta qui già l'anno scorso
E la dottor venerando Cardillo che è responsabile terapia del dolore della ASL di Novara e Greta Moretti che coordinatrice della Consulta laica della Verbano Cusio Ossola
Avete voluto nuovamente discutere di queste
Ad opporci anche dopo la scelta per dare forza a un atto istituzionale che quella dell'istituzione del registro
Istituiremo registro approveremo anche il Regolamento che disciplina l'utilizzo del registro per cui
Da domani approvando già questa sera il Regolamento
I nostri cittadini potranno avere a disposizione il registro e quindi depositare le loro dichiarazioni
In merito appunto alla alla scelta dei dei trattamenti sanitari bene grazie tanti auguri
Fa
Teorica
Bonfante che Sindaco devo al comune di Cesaro
Grazie a voi arrivederci
Mina Welby che come avete sentito
Interverrà questa sera sul tema della del registro
Dei testamenti
Biologici un'iniziativa che va avanti da anni e che
Ormai
In tutta Italia comincia ad avere un numero consistente di
Comuni che hanno approvato questo registro
A che punto siano

Non direi che sono molti perché centoventiquattro su otto mila e cinquecento mi sembra che sia dei Comuni d'Italia non sono tanti
Ma
Oggi sono particolarmente contenta e felice perché uno dei Comuni più piccoli d'Italia e fra qualche giorno ci sarà l'Assemblea cittadina
Del Comune più importante più grande dell'Italia che a Roma e quindi e di anche lì si parlerà del registro
E oggi qui non solo si parlerà del regista ma si
Spiegherà le persone che costa il testamento biologico come fare per
Fare le dichiarazioni e come funzionerà qui il registro
Ora in Italia come funziona io credo che niente è un po'a macchiata di leopardo in particolare funziona nella
Nell'Emilia Romagna hanno
Molto forte e la Provincia di Modena
Modera se non ricordo male è stato il primo comunque approvando il registro non non esattamente il primo Comune a fare il regista cioè
Municipio è stata il decimo di Roma
Poi c'è stata anzi no prima ancora del ventesimo Municipio era Calenzano
Nella Toscana un piccolo comune
E poi sono cresciuti un pò come funghi anche
Pisana recita di Pisa e la Provincia di Pisa addirittura poi c'è la provincia di Cagliari e poi sono i comuni più grandi Milano-Torino
Si a Roma ai solo due municipi possono raccogliere di tutta la città però è disagevole per le persone che abitano lontano perché persone anziane che non possono fare tutta la città
Il tutto il tragitto sarebbero più contenti di averlo
Vicino a casa loro degli al proprio Municipio quindi si chiederà il Sindaco di Roma
Di
Di approvare che ad in tutti i diritti municipi ci siano i registri
Io ora italiane sono un po'resti a fare testamento biologico forse anche in questi ultimi anni non è stato data la giusta spiegazione
Pubblica sui giornali ed erano un po'spaventati con tutte queste
Varie situazioni
Non si può rifiutare il sondino nasogastrico non si può fare questo non si può dire quello alla fine il medico ha ragione sempre
E quindi
Con la proposta di legge Calabro tutto quanto poteva andare veramente alla malora si potrebbe dire quindi non sarebbero nemmeno serviti testamenti biologici
Io credo che però si fanno nuovi tassi migliori
In particolare la raccolta firme per i testamenti biologici
Non solo male sulla proposta di legge
Col proposito tutt'oggi ritagliata sempre continui anche adesso gira l'Italia
E lo hai fatto anche mentre si raccoglievano le firme per l'interesse legale che il testamento biologico
Qual è la risposta degli italiani perché dice l'Eurispes dice che la maggioranza degli italiani
è d'accordo sulla scelta dell'eutanasia
Comunque in generale sull'attività di scelta dell'individuo
Tu cosa percepisce girando l'Italia quali sono
Degli umori della gente che dico no
Tutte le persone che incontro e che vengano ai tavoli io son venuti ai tavoli ok che mi incontrano mi riconoscono mi dicono sì e i fatti lei fa bene e andate avanti con queste
Con queste proposte
Perché nessuno di noi vuole soffrire non voglio soffrire inutilmente alla fine della vita e l'eutanasia e io sono a favore quindi
Tante volte
Queste eutanasia loro a non la concepiscono come eutanasia attiva come
Che è in Olanda ma
Come buona morte come o la morte dignitosa
è vero oppure di non essere attaccati al respiratore automatico non avere un sondino
Certo il respiratore automatico il poeta ed è anche salvare la vita tanto poi il il buon qualcosa alla con la si può di nuove chiudere quindi è reversibile e può di nuovo dare una vita normale dopo poiché non può continuare a vivere normalmente
Quando si sono però malattie neurodegenerative
Dove la respirazione non
Prot un produttore di salute e di miglioramento del della vita ma è un inflitte un'emissione di nuove sofferenze perché avere questo tubo attaccata al collo
E vivere in queste situazioni libera essere la persona che sceglie e deve poter scegliere fin da principio se farsi attaccare
Oppure se poi
Ci voglia di pensare che il medico sia d'accordo con con questa persona
Di addormentare la e di farlo
Lasciarla morire proprio per la sua propria malattia come ha potuto fare Piergiorgio Welby e questo può
Fare soltanto
Efficacemente una legge dove noi abbiamo detto lei terapie devono essere possibili essere rifiutati
Ecco a proposito di una legge in il Parlamento ha messo da parte fortunatamente perché c'era generici calato
Queste questioni ma ora c'è
Si è espresso il presidente la Repubblica come vedi
Il futuro possibile nelle Camere
Ma per il momento pubblicamente non si dice nulla
Comunque noi siamo in contatto sia con la Presidente della Camera sia quella bici Presidente che la quale ha scritto a noi Presidenti dell'Associazione Luca Coscioni e
Sia appunto proposto e detto che loro boliviano entrare proprio
E prendere in considerazione la lettera del Presidente
Riprende Presidente della Repubblica e poi vorrebbero mettere in calendario tutte le proposte perché non si trattava soltanto della nostra proposta di legge ma sono ben ventisette proposte di legge d'iniziativa popolare
Che noi vorremmo che vengano che vengano proposte alla discussione sia nelle Commissioni che poi in Aula
E spero che
Nei prossimi due anni venga veramente fatto questo
Noi lo speriamo veramente tanto
E che
Poi la nostra anche la nostra del proposta di legge d'iniziativa popolare
Sul cessare la terapia e sulla liceità dell'eutanasia che venga discussa e venga anche approvata
Io anche avuto o poco fa ho parlato con un medico anche lui è a favore di queste scelte
Perché nessuno nessuno sicuramente vorrebbe soltanto scegliere e volevo morire
Ma veramente per non soffrire per non protrarre inutilmente delle sofferenze quando non ci sono più cure palliative non c'è più nulla
Che possa aiutare la persona sofferente
Grazie grazie a Mina Welby
Nel corso del Consiglio comunale aperti più qui a ci sarà è intervenuto il dottor venerando Cardillo che si occupa di terapia del dolore presso l'ASL di Novara qual è esattamente la sua qualifica
Beh terapia del dolore cure palliative io sono il responsabile dell'Unità di cure palliative della strada Novara con servizio che si occupa principalmente attualmente dalla malato oncologico in fase avanzata di malattia
Lei
Ha esordito prendendo a prestito uno slogan radicale dalla corpo dei malati e nel cuore della politica per richiamare il Parlamento Anna su dovere di legiferare
Perché
Queste parole non restino
Solo parole treni certo c'è un vuoto legislativo importante serio pericoloso
Che riguarda il su cosa il testamento biologico che
Lascia il medico ho esposto a delle conseguenze ridare anche anche serie
Per cui si vuole spingere il Parlamento a legiferare in nel senso di dare più garanzia la l'intervento del medico stesso fa
Legata all'attività essere la vita c'è un lato nobile e null'altro ignobile
Difese grazie
Se il lato nobile quello di proteggere la vita da chiunque voglia anche in tarla
Il lato ignobile costringere
A vivere chi non
Non ha più la voglia di farlo perché vive in condizioni non dignitose
In in carenza di risorse senza per quell'assistenza adeguata che ci permetta di vivere quella quella vita che
Luini non vuole acque obbligato e che è obbligata a vivere
Ottenendo questa sera la discussione sulla
Registro dei testamenti biologici venendo
Alla idratazione
All'alimentazione forzata
Lei ha ricordato come la Organizzazione Mondiale della Sanità qualifica questi trattamenti
Seri idratazione della nutrizione non premettere alcuni non sono atti terapeutici quindi e non sono assoggettati a quella consenso seri la paziente può dare per quanto riguarda l'obbligatorietà della della pura io MSA definito idratazione e denutrizione
Un un atto terapeutico una tutto terapeutico Franco insomma e quindi
Assoggettato a villa quella protezione alla protezione della che che offre la Costituzione
Ultimo accenno sulla
Eutanasia clandestini
Beh insomma in uno studio recente la la eutanasia clandestina si pratica è una è una realtà bisogna che le leggi
Impediscano questa questo operare nel nell'ombra occorrono delle città
Diano dei riferimenti certi a cui il medico far riferimento
Grazie grazie dottor Cardinale con questa intervista che diamo un servizio che abbiamo
Ho realizzato a cessare il ventisette marzo in occasione della Seduta pubblica del Consiglio comunale che ha votato e ha istituito il registro per i testamenti biologici
Un saluto agli ascoltatori di radio radicale da Emiliano Silvestri