28MAR2014
intervista

Intervista a Sergio Pizzolante sulla sua visita alla Casa Circondariale di Rimini e sulla richiesta di istituzione del garante per le persone private della libertà nel Comune di Rimini

INTERVISTA | di Emiliano Silvestri RIMINI - 14:23. Durata: 6 min 22 sec

Player
"Intervista a Sergio Pizzolante sulla sua visita alla Casa Circondariale di Rimini e sulla richiesta di istituzione del garante per le persone private della libertà nel Comune di Rimini" realizzata da Emiliano Silvestri con Sergio Pizzolante (deputato, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata venerdì 28 marzo 2014 alle ore 14:23.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amnistia, Carcere, Comuni, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Custodia Cautelare, Depenalizzazione, Digiuno, Diritti Umani, Garante Detenuti, Giustizia, Immigrazione, Indulto, Italia,
Parlamento, Poverta', Presidenza Della Repubblica, Radicali Italiani, Rimini, Stato, Torreggiani.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

14:23

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Sergio Pizzolante
Deputato dell'Emilia Romagna
Vicepresidente della gruppo del nuovo centrodestra allo chiediamo intanto visto che ci ha detto di aver visitato il carcere di Rimini recentemente quali sono le condizioni attuali di questa casa di reclusione
Beh sono le condizioni come dire solite di di tutti
Carceri italiani di sovraffollamento su centoventi circa posti disponibili ci sono centottanta
Detenuti anche se
Io visitato più volte il carcere di Rimini è in fase di miglioramento perché negli anni passati si era sempre sopra le duecento persone
Da punto di vista strutturale ci sono
Dei miglioramenti perché ci sono alcuni rami del carcere che sono in fase di
Di qualificazione di ristrutturazione e stanno facendo un ottimo lavoro
Sia i detenuti che le guardie carcerarie
Dal punto di vista diciamo socio
Sociale la situazione drammatica come due realtà in tutte da altri carceri perché più del cinquanta per cento dei detenuti
Sono in attesa del primo giudizio
E cioè alcuni di questi addirittura lo sono entrati in un processo
Sono numeri pazzesche perché
Come sappiamo le statistiche ci dicono che il cinquanta per cento di questi sono
Innocenti quindi stiamo parlando di
Circa una cinquantina di persone capaci di Rimini che sicuramente sono innocenti
Le condizioni sociali
Di queste persone di gran parte di queste persone sono terrificanti qui c'è un fenomeno a Rimini ma penso in tutte le carceri italiane
Che che che allarma molto noi abbiamo sono ho calcolato soltanto Mecacci Rimini ci sono cinquanta persone che hanno zero capacità di spesa ce lo sposo nemmeno comprarsi unno pacchetto di sigarette
Sono figli di nessuno cioè sono cittadini stranieri
Che però non avendo i documenti non possono essere estradati in altri Paesi perché i Paesi d'origine non li riconoscono non li vogliono siccome non hanno altra residenza non possono che stare in carcere
Quindi sono in carcere perché poveri perché soli perché rifiutati da tutti e che questo corrisponda un circo
Dal circa un terzo la popolazione del carcere di Rimini è un fatto assolutamente allarmante
Ricordiamo i numeri la capienza dichiarata è gli centoventitré posti e
è vero che c'è stato un periodo nel quale superavano i duecento
Le presenze in questa casa di reclusione ma oggi sono comunque centottantatré rispetto al centro del TG tre normale
Queste le condizioni che lei ci ricordava rimandano la sentenza Torregiani qualcuno perde i diritti dell'uomo rimandano
Al messaggio del Presidente della Repubblica rimandano Satyagraha che i radicali a partire dalla segretaria dica italiani Rita Bernardini stanno
Portando avanti per
Ricordare un Parlamento che pare
Questo non lo voglia sentire
Che
Il ventotto di maggio c'è una scadenza e che
Presenta Repubblica parlava di amnistia parlava di indulto oltre che della del carcere esazione
Penalizzazioni le che dice del Parlamento perché dice di questa situazione
Io penso che sono assolutamente favorevole alla ministri era
Io penso che
In Parlamento è uno Stato che permette
Che la popolazione nel carceraria sia fatta per un cinquanta per cento da persone in attesa del primo giudizio
E quindi da un venticinque persone di per un per cento di persone innocenti
Non posso fare lo schizzi roso sulla questione della amnistia c'è il problema del sovraffollamento è un problema serio perché non funziona la giustizia in Italia perché in Italia c'è il carcere facile
E questo è il fatto incivile e indecente
Allora se darsi giustizia non funziona non bisogna
Fare di poc'anzi necessario adesso un gesto
Che anche il capo allo Stato invocato che è quello dell'amnistia un atto
Che metta lo Stato nelle
Nelle condizioni di
Comprendere sino in fondo che se non lo si fa con di strumenti classici di una giustizia giusta che funziona
Un Paese civile non può permettere uno sovraffollamento di persone innocenti in carcere quindi l'amnistia assolutamente indispensabile
Veniamo
Alla istituzione che chiedete della garante delle persone private della libertà personale qui a Rimini
Cosa può garantire un garante e quali sono le funzioni che potrebbe avere
A c'è una Commissione il carcere condizione di isolamento dalla realtà sociale politica istituzionale economica
Riminese ci sono appunto persone come ho detto prima ha capacità di spesa zero delle persone che vi sono come dire sconosciuto al proprio Paese d'origine che non hanno più rapporti con la propria famiglia che non ho più rapporti con nessuno
C'è un problema di
Scollegamento fra il carcere il tessuto economico imprenditoriale Cutty adeguata appunto la possibilità di avere un'attività in carcere di solidarietà di assistenza deve era anche la possibilità di portare in carcere
Del lavoro per tenere occupate le persone ecco un garante può essere l'anello di congiunzione fra il calcio nel tessuto economico nel sociale e politico della città
Grazie ringraziamo Sergio Pizzolante che vice presidente del gruppo del nuovo centrodestra alla Camera dei deputati