08APR2014
dibattiti

Un altro carcere è possibile. Misure alternative e lavoro sono sicurezza

CONVEGNO | Abano Terme - 15:31. Durata: 3 ore 40 min

Player
Convegno "Un altro carcere è possibile. Misure alternative e lavoro sono sicurezza", registrato a Abano Terme martedì 8 aprile 2014 alle ore 15:31.

L'evento è stato organizzato da Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

Sono intervenuti: Giovanni Battista Durante (segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria), Claudio Benatelli (assessore alle Attività Produttive del Comune di Abano Terme), Giovanni Battista Durante (segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), Giovanni Vona (segretario del Sindacato Autonomo Polizia
Penitenziaria del Triveneto), Donato Capece (segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria), Linda Arata (magistrato di sorveglianza presso il Tribunale di Padova), Filippo Berselli (avvocato), Rita Bernardini (segretario, Radicali Italiani), Moioli Mario (direttore del FonARCom), Cosimo Ferri (sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia), Nicola Boscoletto (presidente della Cooperativa Giotto), Luigi Pagano (vice capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria), Salvatore Piroscia (direttore generale del Confsalform), Gianni Trevisan (presidente della Cooperativa Il Cerchio di Venezia), Enrico Sbriglia (provveditore dell'Amministrazione Penitenziaria del Piemonte e della Valle d’Aosta).

Tra gli argomenti discussi: Agenti Di Custodia, Amnistia, Carcere, Comunita' Terapeutiche, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Criminalita', Detenzione Domiciliare, Diritti Umani, Economia, Emergenza, Formazione, Giustizia, Immigrazione, Indulto, Lavoro, Misure Alternative Alla Detenzione, Politica, Regioni, Sappe, Servizi Sociali, Sicurezza, Societa', Stato, Tossicodipendenti.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 3 ore e 40 minuti.

leggi tutto

riduci

15:31

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti grazie per aver accettato il nostro invito
Diamo inizio ai lavori
Abbiamo scelto un tema che riteniamo di di grande attualità un altro carcere possibile noi lo diciamo da sempre che il strutturato non funziona va cambiato
C'è bisogno di un carcere più vivibile più umano ma soprattutto c'è bisogno di un carcere che
Rispetti il dettato costituzionale dell'articolo ventisette
Quindi cioè che recuperi il condannato che restituisca alla società una persona diversa e questo fare appunto rendendo il carcere più vivibile
Attraverso l'utilizzo utilizzo maggiore delle misure alternative alla detenzione quello che abbiamo scritto poi come sottotitolo
Ma soprattutto un carcere che
Offrono delle opportunità di vita diverso i detenuti quindi questo si può fare garantendo formazione lavoro all'interno del carcere perché
Senza il lavoro
Diventa tutto inutile anche questo nuovo modello organizzativo che l'Amministrazione
Sta portando avanti da un paio d'anni cioè di
Aprire gli spazi di lasciare i detenuti aperti alla fine non produce nulla di positivo se queste persone continuano adozione tutto il giorno
Fare
Nulla di concreto sembra non avere dei momenti di offerta maggiore proprio su questa sopra preferisco nato a Roma poi eventualmente lo faranno i relatori che interverranno
Quindi
Io non aggiungo altro iniziamo come sempre con l'inno d'Italia e poi con le relazioni dei relatori
Annuali
Un ruolo
Con un velo
Campagna
A
Alle ultime riunioni
Analoghe valgono
Le
E carcere ci sono tante altre difficoltà che in questo momento riguardano anche il personale di polizia penitenziaria questo sullo sottolineerà poi sicuramente Segretario generale nella sua relazione la mancanza di mezzi di uomini di risorse quant'altro
Quindi io dove ho subito la parola all'assassino all'Assessore alle manifestazione del attività produttiva dottor Claudio Benatelli che rappresenta il Sindaco grazie
Sì intanto buongiorno a tutti
Porto i saluti del Sindaco Luca Claudio che purtroppo
Per un impegno improrogabile a Roma quindi non può essere qui con voi so che gli anni precedenti e c'è sempre è sempre stato presente tardivo e quindi
Mi ricordo che sono tutte insieme l'anno scorso e quindi insomma quest'anno
Siamo qui tempi grazie perviene grazie appunto agli organizzatori perché hanno scelto questa nostra città per noi è un motivo d'orgoglio e siamo veramente fieri che siete qui con noi
Ecco cerco di essere breve Emma sicuramente due parole del vostro lavoro devono essere fatte
Sicuramente è la vostra associazione una sensazione la più importante d'Italia un'associazione sindacale veramente importante e credo che voi avete un compito veramente importante
Un compito fondamentale ma dico anche fondamentale per i valori dell'Italia per i nostri valori della nostra Costituzione
Voi siete un attimino dico
Su un ambiente veramente importante veramente particolare e veramente non invidio il nostro lavoro anche se noi politici insomma siamo sempre in mezzo alla bufera e quindi insomma
Non è modo una vita facile per noi però credo che
Voi siate veramente delle persone importanti che state svolgendo un lavoro veramente importante
Ecco io è un
Guardi un attimino dall'altra parte dove ci sono persone che
Come ho visto scritto qua che
Bloccato la loro vita vengono fermati quindi con una innumerevoli la miriade di problemi e quindi credo che da parte vostra sia veramente difficile lavorare
E questo mi soffermo nell'aspetto umano l'altro aspetto che voglio toccare è quello appunto dove lavorate come ha detto un attimino il dottore
Sicuramente voi dove lavorate avete veramente dei grossi problemi cioè queste carceri che hanno tutte queste problematiche ecco quindi da parte nostra insomma c'è
La sensibilità di essere vicino nel vostro lavoro perché sappiamo che un lavoro importante un lavoro particolare ecco fra virgolette dico particolare
Ecco io non aggiungo altro se non dirvi un buon lavoro continuate con il senso di responsabilità
Che
Ci dai insomma il valore della nostra Costituzione della nostra bandiera ed i nostri valori dell'Italia quindi
Io credo che del vostro lavoro dove tessere anche orgogliosi di quello che fate perché l'ho fatto e per il bene di tutti noi
Per il bene dei cittadini italiani
Ecco io dico ancora grazie a voi che avete scelto questo posto
Chi sa che nel futuro ci rivediamo ancora quindi grazie tutto quello che fate
Con la
Grazie a lei due almeno una lettura di alcuni autorevolissimi messaggi che non ci sono giunti
Primo tra tutti quello del Capo dello Stato in occasione del convegno organizzato dal Sindacato Autonomo Polizia penitenziaria e del venticinquesimo consiglio nazionale che lo segue
Mi è gradito far giungere a lei egregio Segretario generale e a tutti gli intervenuti nel saluto cordiale del Presidente con la Repubblica
Nell'ottica di un ripensamento del sistema sanzionatorio e di una rimodulazione dall'esecuzione della pena indispensabili possa operare alla realtà di degrado cinese e di sofferenza umana
Riscontrabile negli istituti adempiere a precisi obblighi di natura costituzionale
Esprimo un vivo apprezzamento per l'iniziativa di porre al centro del dibattito la necessità di favorire il coinvolgimento dei detonato in progetti lavorativi
L'attivazione di nuovi percorsi di formazione lavoro che possono aiutare il detenuto da questi le professionalità utile al futuro l'inserimento sociale
Costituisce infatti il più valido strumento di emancipazione da situazioni di devianza e criminalità nel rispetto della dignità personale contribuendo a riaffermare la funzione rieducativa della pena
Nella certezza che dal dibattito dal confronto emergeranno proposte costruttive il Presidente della Repubblica rinnova il suo apprezzamento per l'impegno la professionalità con cui le donne gli uomini alla Polizia penitenziaria svolgono la loro delicata funzione
Lo fermerà rimproveri fervidi auguri e buon lavoro firmato nella permarrà Segretario generale Presidente della Repubblica
Presidenza opere pubbliche
Il messaggio del Presidente del
Senato
Egregio dottor Capece la ringrazio per il cortese invito rivolto al Presidente del Senato ad intervenire aumenta il venticinque venticinquesimo consiglio nazionale e convegno nazionale che si terrà ad Abano Terme l'otto nove dieci aprile prossimo
Il signor Presidente mio tramite desidero esprimere la sua partecipazione ideale di istituzionale questa iniziativa che vede riuniti per un costruttivo confronto dialettico autorevoli esponenti del mondo istituzionale del volontariato dell'associazionismo penitenziario
Su tematiche di particolare rilevanza per il nostro Paese
Nell'augurare all'iniziativa la migliore riuscita il signor Presidente noi tramite invita quindi a lei agli illustri relatori alle autorità presenti e a tutti i partecipanti convenuti sono concordate cordiali saluti I quali unisco i miei personali
Gabriella persi
Il messaggio del vice ministro Costa che doveva essere presente ma per impegni istituzionali non è potuto arrivare qui ad Abano
Nel portare il saluto ai partecipanti al convegno va doverosamente sottolineato quale sia oggi più che mai l'importanza delle riflessioni e delle proposte degli operatori del settore nella materia del trattamento penitenziario e delle misure alternative alla detenzione
Si tratta di una sottolineatura necessaria soprattutto in considerazione della centralità assunta dal problema carcerario che in questo specifico momento costituisce uno dei temi principali all'esame dell'attività legislativa
Questo in considerazione dell'emergenza rappresentata la sovraffollamento divenuto ancora più stringente a seguito delle pronunce dalla Corte costituzionale dei diritti dell'uomo
Che ha sottolineato la necessità dell'adozione di rimedi di carattere strutturale ed è un forte richiamo operato dal Presidente della Repubblica nel suo messaggio dello scorso ottobre
Le conseguenti esigenze di risposta da un lato con
Il costituiscono il motivo ispiratore degli interventi finalizzate a limitare al minimo il ricorso alla carcerazione preventiva e a orientare in via generale
Il sistema sanzionatorio persone obiettivo di un diritto penale di carattere minimo esigenze corrispondono provvedimenti legislativi già approvato in via di approvazione
Come quelli in materia di generalizzazione dell'istituto e la messa alla prova di previsione di sanzioni coercitive di tipo alternative alla detenzione di eliminazione della rilevanza penale di numerose fattispecie illecito ed i criteri da porre a base dell'adozione delle misure cautelari
Ma dall'altro si parla sempre maggiore esigenza pure adeguatamente tenuta presente dal legislatore negli ultimi anni di rafforzare l'impianto normativo in materia di misure alternative alla detenzione in favore dei soggetti che abbiano già fatto ingresso nel circuito carcerario
A tale proposito i dati statistici evidenzia perché il riferimento al solo due mila tredici
Per un numero di provvedimenti concessimi di misure alternative superiore ai cinquanta mila la percentuale di revoche stimabile in circa il sei per cento e che le stesse solo per una percentuale di circa l'uno per cento sono dovute episodi di recidiva
Per raggiungere questo fine quindi e pregiudiziale non solo il rispetto delle direttive dalla Corte di Strasburgo sugli spazi di vivibilità all'interno degli istituti di pena
Ma anche un'adeguata attenzione ai temi del trattamento penitenziario in particolare di quelle relative i tempi dedicati a lavori allo studio al fine di attuare la finalità rieducativa e che ci vengono imposte da Carta costituzionale
Temi che necessariamente richiedono il contributo dell'elaborazione delle competenze degli operatori del settore
Conseguentemente è necessario anche adeguare le disposizioni contenute nell'ordinamento penitenziario al fine di consentire un maggiore ricorso alle misure alternative attraverso l'ampliamento dei presupposti per l'ammissione al lavoro esterno all'affidamento in prova al servizio sociale
Nella consapevolezza che un'adeguata opera di reinserimento e anche in grado di prevenire il pericolo di reiterazione di condotte criminose di soddisfare l'esigenza di sicurezza e la collettività nell'assicurare che lei delle proposte elaborate da questo convegno saranno oggetto della necessaria attenzione vi auguro buon lavoro
Ora il saluto del Segretario generale della CONFSAL Marco Paoloni G
Colleghi collega amici e amiche sono onorato di portare a voi tutto il mio saluto personale e della CONFSAL era mia intenzione essere presente all'importante evento ma impegni improrogabili a me non me lo hanno consentito
Il convegno cade in un momento politico in cui si percepisce un cambio di passo da parte del Governo della Repubblica anche la più alta carica dello Stato al Presidente Giorgio Napolitano ha indicato la strada da seguire per rendere dignitosa la limitazione della pena
La stessa Unione europea ha chiesto l'intervento dello Stato italiano per rendere le carceri più umane funzionale al recupero dei detenuti la Confsal come è noto ha sempre condiviso le articolate e motivate proposte politico sindacali del Sappe
Finalizzate a rendere più umane formativa la detenzione in tutte le sue forme meno gravoso lo svolgimento della funzione del personale penitenziario in relazione all'attuale difficile condizione ambientale
Edilizia carceraria organici del personale penitenziario costituiscono ormai da tempo due gravi emergenze da affrontare in tempi brevi
Pertanto il Governo è chiamato oltre ad assicurare gli indispensabili provvedimenti contingenti a risolvere le annose questioni strutturali che rendono particolarmente difficile condizioni carcerarie italiane
Bravo semente disallineate con le legittime aspettative dell'Unione europea l'auspicio e l'impegno della confezione del Sappe sono il tema del convegno sia un altro carcere possibile non potrà mancare ulteriormente l'impegno del Governo così come sapete CONFSAL dovranno intensifica lavorazione politico sindacale e buon lavoro a tutti
A questo punto do la parola al Segretario regionale del Veneto Giovanni vola
Buon pomeriggio a tutti qual è il rappresentante nazionale sapete il coordinamento dell'attività sindacale il Triveneto rivolgo un doveroso e facevano saluto da parte del
La somma di Polizia penitenziaria in servizio nel Triveneto
A tutte le autorità presenti il tema odierno che vogliono del PIL dall'odierno convegno aperti un altro carcere possibile misure alternative e lavoro garantiscono più sicurezza
La popolazione carcerarie del Triveneto si aggira intorno a quattro mila detenuti circa per una capienza recettizio a naturale che si attesta intorno alla metà dei minuti tenuti presenti
Ovvero intorno a un numero di posti pari a circa due mila due mila e cinquecento posti
L'aspetto di più peculiari di questi dati che più condizione l'organizzazione della qualità detentiva degli stessi istituti e che il settanta per cento
Di detti in degli enti e tenuti ivi presenti e di origine extracomunitaria
Principalmente est Europa e nordafricani
In alcuni istituti penitenziario del Veneto vi è una concentrazione di detenuti stranieri che sfiora anche il novanta per cento
Cosa comporta tutto questo comporta che i detenuti che possono fruire di misure alternative alla pena come ad esempio
Da detenzione domiciliare affidamento in prova al servizio sociale affidamento in prova in casi particolari sospensione condizionata dell'esecuzione della pena detentiva sospensione dell'esecuzione della pena per tossicodipendenti semilibertà
Lavoro esterno libertà controllata eccetera eccetera sono misure di difficile attuazione
Linea di massima i presupposti richiesti per godere di detti strumenti alternativi sono
Che non vi sia il pericolo di fuga che non vi sia il rischio che si possa nuovamente commettere altri reati aver un domicilio aver unito un lavoro eccetera eccetera
Ecco ne consegue che i detenuti extracomunitari ossia il numero
Maggiore degli attuali occupanti gli istituti penitenziari Triveneto non avrebbero la possibilità di beneficiare di dette misurazioni attive alla detenzione
Quindi
Cosa diversa sarebbe se come misura alternativa alla detenzione si potesse applicare all'espulsione del detenuto straniero ossia
Prevedere la possibilità di poter far scontare parte o tutta o tutta la pena detentiva presso i loro Paesi di origine
Che in alcuni casi si tratterebbe di Paesi che fanno parte o faranno parte a breve della Comunità europea
Inutile dire che ciò se ciò si realizzasse le condizione attuale degli istituti penitenziari del Triveneto cambierebbero Radadi radicalmente
Tanto da
Da un po'per sfruttare già esistente potenziale e risorse
In termini di attività trattamentale e lavoro intra murales che in alcuni casi rappresentano vere e proprie eccellenze
Mi è Padova la reclusione di Padova un esempio conosciuto in tutto il mondo sportivo
Vero è però che in quasi sempre queste realtà funzionano grazie all'iniziativa al sedici umano che ha senso imprenditoriale del singolo imprenditore o benefattore e no perché il lavoro è considerato un utile strumento
Insieme al significato più ampio dell'attività trattamentale rieducativa
Del condannato quale finalità stesse della pena detentiva
In conclusione un altro carcere è possibile a parere mio sì è possibile e ciò può realizzarsi sicuramente rimodulando il concetto stesso della pena
Che non può prescindere da un ampliamento sia delle misure alternative alla pena che del lavoro nelle carceri ovviamente tutto ciò all'interno di parametri legislativi previsti
Maggiore è la qualità di vita all'interno degli istituti penitenziari migliore sono le condizioni di operatività da parte della Polizia penitenziaria a poter garantire la sicurezza sia si attiva che passiva degli istituti penitenziari
E di chi ovviamente si trova dentro
Nel non rubare altro tempo ha più autorevoli interventi sul tema in argomento
Specificando che la mia esposizione il solo uno il punto di visto pratico che politico giuridico dell'argomento concludo augurando buon lavoro a tutti
Grazie
Io intanto voglio ringraziare l'ampio l'Associazione nazionale Polizia penitenziaria
Che
Assicurato l'ordine pubblico per la manifestazione
Sezioni che sono presenti Rovigo Venezia vicenza Padova Trieste e spero di non dimenticarne altri
A questo punto entriamo nel vivo del
Va beh mi dicono anche Niscemi dalla Sicilia
Quando si citano singolarmente si rischia sempre di dimenticarne qualcuna
Dicevo entriamo nel vivo del convegno è do la parola alla Segretario generale Donato Capece che illustrerà la sua relazione
Rivolgo mio più cordiale saluto tutti i presenti intervenute l'odierno convegno
La cui tematica estreme estremamente significativa il per il particolare momento storico che sta attraversando sistema penitenziario un grazie particolare consentitemelo ma tutti
I miei colleghi consiglieri nazionali che da tutta Italia sono presenti qui per celebrare domani domani quattro un'altra pagina di storia di questo sindacato che il venticinquesimo Consiglio nazionale del prima più grande sindacato della Polizia penitenziaria
I conclamato collasso del sistema penitenziario infatti renting inevitabile l'interrogativo sempre quindi più incessante
Se è un altro carcere sia possibile dal momento che quello attuale non è più in grado o non è mai stato in grado di concretizzare e far divenire effettivi i principi costituzionali ed ordinamentali
Per rispondere ormai esclusivamente ad una
Nefasta segregazione detentiva
Il carcere è sempre più un luogo di dell'assenza
Assente di diritti di umanità di prospettive di senso
Uomini e donne ammassati luoghi sempre più stretti ed angusti affrontino capienza complessiva delle carceri italiane di quarantasei mila posti ce ne sono attualmente circa sessanta mila
Gli stanziamenti per la manutenzione ordinaria e straordinari quasi del tutto assenti il personale della Polizia penitenziaria sotto organico di diverse migliaia di unità oggi contiamo circa otto mila agenti di Polizia penitenziaria in meno
Si lavora al di sotto dei livelli minimi di sicurezza
Questa
è la realtà delle carceri italiane oggi
Dove il tema della difesa della tutela i diritti fondamentali dell'uomo e prioritario rispetto a quasi voglio esigenza dove la dimensione segregati IVA e ampiamente prevalente su quella inclusive riabilitati riabilitativa
Luogo dove si contendono fasce di povertà
Di marginalità ed esclusione sociale dove la dignità la civiltà e il decoro si sono fermati
Una vera e propria discarica sociale in cui lo vessare le contraddizioni più complesse spigolo osé per la nostra vita sociale e di relazioni
Se come diceva Voltaire la democrazia e la qualità di un Paese si valutano dal grado di civiltà delle sue istituzioni totali vuol dire grazie la tenuta democratica dei nostri istituzione fortemente a rischio
Se nel nostro immaginario si insinua l'idea che possano esistere luoghi con diritti soggettivi attenuati o ridotti si rischia di mettersi in un tunnel pericolosi e preoccupante
Se lo stesso Presidente La Repubblica più volte pubblicamente denunciato questa condizione vuol dire che si avverte il pericolo di un rischio IB niente gli affetti
Si tratta di Pristina ripristinare
Le condizioni diritto di umanità di dignità le nostre carceri di cogliere di realizzare lo spinello inciviltà di progresso che nel quadro normativo attuale
Di dar vita insomma ad un radicale rinnovamento ad una profonda trasformazione rivoluzione sul piano culturale se limitazione della libertà significa rispetto della dignità umana alloro altro carcere deve essere possibile
Consegnare definitivamente al passato la vecchia Amministrazione
E far nasce la nuova qua abbiamo ripetuto ieri nell'incontro avuto con il ministro guardasigilli guardando all'avvenire
Vuol dire soprattutto cancellare la vecchia cultura penitenziaria con una cultura nuova del tutto diversa sostituire e cioè la cultura della incomunicabilità
Del conflitto non componibile la cultura del dialogo della comunicazione della ragione che prevale sulla forza e del rispetto fra tutti
Ma rinnovamento culturale significa rinnovamento delle coscienza delle mentalità del modo di gestire le proprie responsabilità
Tale processo
Di costruzione del nuovo
è così complesso che richiede l'impegno la collaborazione il contributo di tutti coloro che lavorano nell'amministrazione o comunque per l'Amministrazione
La nuova cultura
La nuova gestione debole esprimo un'amministrazione efficiente funzionale capace di programmare di progettare di sottrarsi
All'obbligo all'improvvisazione e alla quotidianità di decisioni ed iniziative dettate dall'impulso del momento e dalla contingente disposizione di chi li assume
La risposta a questo che sto
Leggendo nella mia relazione e l'assenza oggi qui
Del vertice dell'amministrazione penitenziaria questa notte improvvisamente tutti sono accaduti ammalato
è stato probabilmente qualche virus di Roma che ha consentito al vice capo per altri dopo l'incontro ricco avuto ieri col ministro dove è stato chiesto loro vicenda avendo stanotte socio di chi male Pinuccio venuti probabilmente sui primi caldi li patiscono
Tutto ciò
Nella consapevolezza che l'Amministrazione non si occupa di pratiche di fascicoli ma si occupa invece di uomini e donne e dei loro problemi degli atti operatori penitenziari una parte
E dei detenuti e di Terna dell'altra e si occupa
Per gli uni e per gli altri dei loro bisogni dello esigenze che spesso sono disagi tensioni dolori e sofferenze anche molto grande capaci di incidere sensibilmente sulla vita delle persone e delle relative famiglie
I problemi umani impongono
Dunque
In maniera categorica e sollecita la soluzione più adeguata o quanto meno una risposta ricca di attenzione di sensibilità e di partecipazione
Iniziative di indirizzo di governo quindi per contrastare l'emergenza del sovraffollamento della popolazione detenuta finora guidate da necessità e da urgenza impongono adesso una programmazione più duratura ed efficace dei risultati
La gravità della situazione emergente dei recenti eventi verificatisi suicidi evasione aggressioni è sintomatica di un clima che necessari interventi decisi che facciano sentire la presenza fattiva dell'amministrazione penitenziaria
Per giungere ad un rinnovamento culturale oltre che a organizzative e programmatico
Il piano straordinario penitenziario
Fondato sui tre pilastri
L'aumento della capienza delle strutture penitenziarie dell'incremento della dotazione del personale del Corpo di Polizia penitenziaria e dell'estensione delle misure alternative la detenzione per effetto dell'entrata in vigore della legge centonovantanove due mila dieci
Cosiddetta sfollati carceri Alfano
Si è rivelata nei fatti insoddisfacente in quanto il settore delle viti delizia penitenziaria
Sia impantanato le lungaggini costruttive e sopraggiunte contrazioni finanziaria l'incremento delle dotazioni organiche ha dovuto fare i conti col insormontabile spending review
Che ha condizionato limitato il turnover annuale incidendo ulteriormente sulle carenze organiche mentre
L'estensione delle misure alternative non ha dato i risultati sperati tanto da richiedere successivi interventi normativi
Con la legge novantotto dove le undici cosiddetta svuota carceri Severino e da ultimo
Con la legge dieci due mila quattordici così detto svuota carceri cancellieri anche soprattutto
Perfetto della sentenza la Corte di Strasburgo dell'otto gennaio due mila tredici Torregiani ed altri contro l'Italia
In particolare si rammenta che la legge centonovantanove del due mila dieci la prima svuota carceri prevedeva nella sua formulazione iniziale la sospensione del processo con la messa in prova presso i servizi sociali
Per gli imputati di reati minori punite con la pena pecuniaria con pene detentive non supera i tre anni misura già applicata da più di vent'anni ai minori e che ha registrato in tale ambito apprezzabili risultati in termini deflattivi rispetto al numero
Dei procedimenti penali
Purtroppo
Tale previsione non ha trovato attuazione in quanto oggetto di stralcio poiché
Si è deciso di rimandare un prossimo futuro valore la novella normativa
Parimenti l'ultimo provvedimento sul sistema carcere modifica tra l'altro il Codice di procedura penale sull'aspetto specifico i criteri per il ricorso al cosiddetto braccialetto elettronico che diviene la regola non più l'eccezione in precedenza infatti
Nel disporre domiciliare i giudici di preti prescriveva solo se necessari Dorin poi dovrà prescrive lì in ogni caso abbiamo avuto le scuole dal due mila primo gennaio due mila dodici duemila braccetto elettronici
Con tante innovazioni siamo riusciti a
Probabile tutta Italia ad applicarle solamente cinquanta o sessanta
Probabilmente può essere tanto rispetto a quando
Abbia hanno applicato nel negli anni due mila uno due mila undici dove hanno speso centodieci milioni di euro per sette braccialetti elettronici
Occorre quindi creare le condizioni per un trattamento penitenziario conforme ad umanità dignità ponendo come punto focale
La centralità della persona detenuta e la garanzia dei diritti fondamentali affinché i principi costituzionali negativa la presunzione di non colpevolezza degli imputati è di finalizzazione della penale educazione del condannato possono trova
Beh adeguata realizzazione
Principi costituzionali dal PD
Ha la presunzione di non colpevolezza degli invitati di finalizzazione della pena all'educazione del condannato possono trovare adeguata realizzazione è un obiettivo questo
Verso cui devono convergere interventi tutti gli operatori penitenziari secondo le rispettive competenze professionali in un'ottica di integrazione di collaborazione i concetti di sicurezza trattamento
Non hanno ne potrebbero avere logiche divergenti essendo la prima condizione necessaria affinché le attività di inserimento sociale
Possono svilupparsi mente dimostrato che l'incremento delle seconde contribuisce a stabilizzare l'ordine la e la disciplina interna
Quelli che a nostro avviso serve per affrontare e superare
La costante situazione di criticità sono vere riforme strutturale sull'esecuzione della pena ridisegnando un carcere diverso due prevalga la detenzione per reati gravi è una maggiore dei carceri d'azione per i LEA
Dei reati che hanno un modesto allarme sociale il sovraffollamento penitenziario rispetto al resto dell'Europa costringe i poliziotti penitenziari a gravoso in condizione di lavoro
I poliziotti alle poliziotti penitenziari intervengono quotidianamente per sventare tentativi di suicidio di detenuti per impedire atti di autolesionismo che potrebbero degenerare ed avere ulteriori gravi conseguenze per fronteggiare giornalmente episodi di aggressione di violenze
Il Sappe ha fatto proprie le osservazioni del Capo dello Stato
Sempre molto sensibile alle criticità penitenziarie sottolineando l'imbarbarimento del nostre carceri che evidenziano un spesso gravemente negativo di oscillanti ed in certe scelte politiche
E legislative con un crescente ricorso alla custodia cautelare abnorme estensione della carcerazione preventiva
Peraltro
Una conferma di tale ondivaga di tale scelta ondivaga si registra nell'impedimenti espresso al ministro guardasigilli a Strasburgo dove si è recata per rassicurare i partner europei circa l'impegno dell'Italia a mitigare l'attenzione detentiva in proposito
Ha rappresentato e del Piano Carcere Governo prevederebbe sconti di pena è un indennizzo di venti euro al giorno i detenuti che scontano la pena in condizioni disumane quali risarcimento
Mi sa per non può fare a meno di esprimere un parere IP Palese dissenso per l'opzione che si presenta ancora una volta preda della contingenza dell'emergenza
Non sottovalutando come tale scelta prescinda da una serie nazionale politica criminale ma si fondi su uno mero calcolo economico ad avviso del Sappe si dovrebbero
Potenziare il ricorso emesso alternativa alla detenzione
Introdurre lavoro durante la detenzione con il duplice obiettivo di imparare un mestiere che potrebbero essere utile successivamente per uscire da un percorso di legalità
Nella colte Porlezza di una maggiore responsabilizzazione del danno causato espellere i detenuti stranieri
Per far scontare la pena e nei Paesi di provenienza almeno per quelle tecniche più numerose previo accordi bilaterali
Riorganizzare gli istituti in modo da creare almeno tre livelli in ambito regionale massima sicurezza media sicurezza e custodia attenuata
Altro che vigilanza dinamiche
Permettendo Sico dipendenti più del venti per cento
Di espiare la pena nelle comunità di recupero
Non crediamo che l'amnistia da sola possa essere provvedimenti in grado di porre soluzioni alle criticità nel settore
Crediamo che sia davvero giunto allora che la classe politica intervenga con urgenza per deflazionare il sistema carcere Catti media rischia ogni giorno di implodere
Non riteniamo che la vige la dinamica peraltro non accettata degli stessi reclusi possa attenuare le tensioni detentiva dal momento che esulta applicabile solamente a pochi istituti penitenziari
Il personale di polizia penitenziaria è stato ed è spesso lasciato da solo a gestire moltissimo moltissime situazioni di disagio sociale di conflittualità
Anche per le palesi ed evidenti capacità dell'amministrazione penitenziaria che Petri stemperare le criticità solamente mediante fumose fantomatici patti di responsabilità con i reclusi
Efficienza dei misure esterne garanzia della funzioni di recupero fuori dal carcere potranno far sì che cresca la considerazione della pubblica opinione su queste misure
Che nella considerazione pubblica non vengono attualmente viste come vera e propria pene concludo
Una fase di
Nelson Mandela recentemente scomparso emblema della lotta all'apartheid che meglio Dio meglio di ogni altra considerazione esprime l'idea di un carcere
Di che è un carcere possa e debba essere possibile
Una nazione dovrebbe essere giudicata da come tratta non i cittadini più prestigiosi ma i cittadini più grazie
Abbiamo ora la parola al magistrato di sorveglianza di padovano dottoressa Linda varato
Innanzitutto buongiorno a tutti e un ringraziamento all'invito che mi è stato rivolto
Dottor Capece condannare mail che spiegato i contenuti e le ragioni di questo convegno
Contenuti ragioni di questo convegno che non possono che trovare adesione da parte della magistratura di sorveglianza un convegno che pone l'attenzione sulle misure alternative
Nessuno sui contenuti effettivi
Chi è il trattamento penitenziario
Nella assegnando ai
Nella forma del lavoro
E poi null'altro aspetto che mi è così ha reso gradito questo accogliere questo invito
è stato quello della scelta degli interlocutori buoni interlocutori quindi di un confronto in confronto dialettico da parti anche diverse e opposte divari ripari provenienza
Confrontò che io ho inteso come nello spirito di un arricchimento e di di in una cornice
Diciamo discussione comune per valutare proposte che possono essere simili o comunque per verificare le esperienze
Quello che io vi vorrei trasmettere oggi
Mi impongo dei limiti secondo come quanta stabilito sono alcune modeste riflessioni che derivano dall'applicazione quotidiana del delle misure alternative
E del lavoro
Diciamo
La la valutazione del percorso dei detenuti che effettua un'attività lavorativa
Io mi occupo nella mia funzione come magistrato di sorveglianza di Padova
Di una parte dei dei di un terzo circa dei detenuti della Casa di reclusione di Padova e di un picco istituto completamente diverso che la casa circondariale di Rovigo
In cui si stanno facendo insomma dei dei progetti molto interessanti
Ma prima di rifare alcune modeste considerazioni sui temi specifici del convegno
Voglio sottolineare il l'importanza
Del dell'apporto dato dal dal Corpo di Polizia penitenziaria nel trattamento
Nell'osservazione dei detenuti e mi spiego e questo non lo dico per piaggeria di Stella le dimensioni del convegno perché non non non appartiene alla mia stilemi personalità
Ma per averlo riscontrato nel caso concreto
Nelle sintesi delle osservazioni dei detenuti che vengo a leggere spesso mi rendo conto
Che
La continuità
Dell'osservazione
Del detenuto nel tempo più che tutti gli altri operatori penitenziari l'hanno avuta
Gli agenti di sezione e il Corpo di Polizia penitenziaria gli stadi sono per situazioni contingente turn-over degli educatori
E mi cambiamenti mutamenti per cui
La riflessione
Sull'evoluzione della della condotta della personalità della persona del detenuto che magari non eccede a significative attività trattamentali io nella sintesi la trovo
Nella parte
Di quanto detto dal da rappresentante della Polizia penitenziaria le cui valutazioni sono importante
Nell'ambito della sintesi delle osservazioni
E
Seconda considerazione
Io faccio normalmente avevamo così una media di trecento colloqui con i detenuti hanno i
E
E spesso una parte di questi colloqui sono su richiesta una parte
Dopo aver esaminato gli eventi critici che ogni quindici giorni
E ci tengo vengono degnano segnalati e ieri cerco di individuare i detenuti di mia competenza quindi i chiedo fisso d'ufficio i colloqui con
I detenuti che in particolare
Hanno avuto
Delle problematiche importanti o di tipo autolesionistico scioperi della fame o comunque delle
Dei
Hanno avuto dei rilievi disciplinari importanti soprattutto correlati a particolari condizioni di disagio psichico patologico
Ora nel colloquio con questi detenuti io chiedo sempre ha visto un medico con chi ha parlato il medico quasi sempre l'hanno visto ma quando chiedo con chi ha parlato del suo disagi nell'immediatezza del fatto
Nella maggior parte dei casi mi viene riferito un colloquio con la gente di sezione
Con il comandante o con
Personale della Polizia penitenziaria non si parla di educatori non si parla tanto meno di psicologi non non parliamo nemmeno di psichiatri
Quindi
In questo senso dirò cose banali ma s'è la mia esperienza di vita quotidiana
Quando mi sono avvicinata al mondo della sorveglianza e ho studiato
In linea teorica
I vari soggetti che operavano all'interno del carcere ho anche letto la modifica ordinamentale delle
Del Corpo di Polizia penitenziaria e avevo letto la frase con la legge di riforma anche la Polizia penitenziaria fa parte del trattamento
Francamente prima di lavorare e di esercitare questa funzione non avevo capito di che cosa si trattava ora l'ho capito
Perché questi esempi che vi ho dato danno conto di come
Il a voi e demandato non solo
Il compito della sicurezza ma un ben altro sono di fatto svolti e di e svolti bene ben altri compiti questa è la premessa dalla mia esperienza concreta
Che non voleva essere una mera ovviamente
Queste economie non non voglio tirare inutili l'accondiscendenza di degli uditori le riflessioni sulle misure alternative
Non parlo del contesto storico che stiamo vivendo e e perché è già stato accennato l'inutile ripetere il contesto importantissima DOP per presupposto lo sfondo
E in cui stiamo operando negli istituti
Perché che ignora di una situazione
Di sovraffollamento che rende difficile il vostro lavoro ma anche quello dei ma della magistratura di sorveglianza
I il e quindi
Questo è lo sfondo delle riflessioni riflessioni che ha voglio nave dare due contenuti un contenuto positivo
Quando le cose vanno bene è un contenuto negativo per valutare le criticità
Perché quello che viene auspicato è l'ampliamento delle misure alternative e non non non possiamo che trovare adesione
Però quali misure alternative e qui comincio a indicare
Un tema di riflessione
Già il segretario generale a evidenziato come
La con la l'espiazione della pena al domicilio io non la chiamo svuota carceri perché così non è espiazione della pena domicilio leggi centonovantanove del due mila e dieci
L'intervento dei legislatori sicuramente ha avuto una finalità in parte deflattiva però è stato nella scelta di privilegiare misure alternative
Tipo la detenzione domiciliare solo ampliandola I recidivi reiterati prima della nuova modifica legislativa che ha tolto le che finalmente
Quasi tutte le preclusioni che riguardavano queste categorie di detenuti
Quindi una scelta del legislatore verso una misura alternativa contenitiva
E qui esprimo
Una
Una palude una perplessità ma non per
Come critica ma come spunto di riflessione
E si è già e nel in uno degli argomenti delle messaggi letti da parte del vice ministro Costa si indicavano dei
Delle misure è un po'generi dei dei numeri generali comunque
Linea di grandezze cinquanta mila circa misure alternative sei per cento di revoche quindi comunque stiamo parlando di una percentuale di revoche
Assolutamente marginale però in queste revoche la maggior parte riguarda due misure alternative
La detenzione domiciliare o anche nella forma dell'espiazione della pena al domicilio e gli affidamenti in prova di Caracol programma ambulatoriale
Per quale motivo secondo la mia modesta riflessione perché queste la prima misura le misure di tipo contenitivo detenzione domiciliare e affini
Sono misure
Che hanno una modesta portata rieducativa perché
Perché nei fatti c'è una formale presi in carico da parte dell'UEPE dell'ufficio dell'esecuzione penale esterna
Ma in realtà
L'ufficio ma non per colpa ma non ha la possibilità in concreto in molte sedi come di quella di cui mi occupo di occuparsi anche della gestione dei detenuti domiciliari
Quindi
Meno per le quindi ricco
Radici a è una misura che si snoda con un controllo con la semplice vigilanza della polizia giudiziaria del luogo quindi la stazione carabinieri o questura direi che si tratta
E in pratica risolve quei minori risolve poco certo far scarcerare una misura che si svolge fuori dal carcere ma
A pochi contenuti Ristuccia Lizzani uti
In questo senso se uno aveva un domicilio riferimenti familiari la possibilità in futuro di riprendere il lavoro tutto va bene anche questa misura può essere adeguata ma se uno questi strumenti non li ha non aiuta a trovarli
Mi esprimo in maniera semplice ma questa è la realtà la seconda criticità è nelle affidamento in prova terapeutico di carattere ambulatoriale e questo
è apre un grande problema
Allora la nostra una legislazione molto avanzata per quanto riguarda le misure alternative per chi ha problematiche di dipendenza
Articolo novantaquattro della legge sulla droga ha previsto una pena fino a sei anni nei casi di reati diverso dal quattro bis per questa misura alternativa e c'è un favore
Ma qual è il problema
Il problema è che
Non ci sono risorse
Io realtà molti affidamenti con programma ambulatoriale che significa tu paghi a casa il sei seguito dal sette per i colloqui perché ovviamente il monitoraggio tossicologico ovviamente
E per colloqui anche i familiari
Non sono alla valutazione di idoneità per la cura del paziente viene fatta solo perché non ci sono immensi per pagare le comunità
Dove invece questa persona dovrebbe andare il problema è il SerT della residenza di provenienza del detenuto che deve pagare le comunità
Che hanno listed attese liste d'attesa che
Giustamente privilegino magari i minorenni oppure i giovani adulti liste d'attesa che comprendono anche i detenuti mai minore secondo una diciamo suddivisione delle risorse
Che viene fatta a livello territoriale e in misura a cui non possono accedere per moltissimi SerT
Direi la prevalenza però non tutti li stranieri che hanno problematiche di dipendenza e che sono irregolari oppure anche italiani ma che sono privi di fissa dimora
Quindi
Misura importante e e ed indispensabile quelle dell'affidamento in prova terapeutico perché evidentemente
Che in questi casi la pericolosità sociale e il pericolo di recidiva è collegato alla problematiche di dipendenza però la criticità deriva proprio dalla
Carenza delle risorse adesso finora parlato delle criticità vorrei parlare degli aspetti adesso positivi di quella che
Come magistratura di sorveglianza e personalmente ritengo la vera misura alternativa
Io non so se il messaggio del vice ministro parlava di un potenziamento dell'articolo ventuno e dell'affidamento in prova di questo non ho notizia comunque
Attenderemo
L'affidamento in prova e la vera misura alternativa perché a mio modo di vedere a due capisaldi importanti
Il lavoro e la prescrizione riparatoria
Allora il lavoro eh necessario
E
Durante la misura incarichi alternativa e poi parliamo dei lavori in carcere è necessario per dare un contenuto diciamo noi nelle nostre ordinanze alla misura alternativa
Per dare modo al soggetto ovviamente di recuperare delle risorse ma anche per misurare la sua condotta altrimenti senso lavoro è una misura vuota glam un affidamento che diventa una detenzione domiciliare di fatto
Con libertà di movimento ma non ha un contenuto
E quindi
Il favore che deve essere dato a tutte le
I provvedimenti normativi i che
Sostengono l'assunzione e anche attraverso gli prego

Sì sì
Sì sì ma so che lei l'ha letto perché me l'ero annotato e siccome non accennava le altre misure ma c'è nata questa mi sono illuminata e quindi è un aspetto importante per i motivi che che sta dicendo che si avevo fatto per l'appunto quando lei aveva letto
Allora dicevo il favore
Che deve essere dato e implementato a tutte le misure legislative che diano sgravi fiscali
A chi ai lavoratori I condannati in misura alternativa come agli ex detenuti oltre che ovviamente
Al lavoro delle dei detenuti perché senza questa risorsa e i impensabile anche per una situazione in situazioni di disagio non condannata e non ex detenuto figuriamoci
Per i soggetti in questa situazione
Senza contare che
Per quanto riguarda il lavoro circolari del DAP ancora del mille novecentonovantatré recepiscono circolari del Ministero del lavoro di pari data che consentono anche agli stranieri
I veri irregolari noi quindi sprovvisti di permesso di soggiorno di accedere a una forma regolare di lavoro perché è lo Stato che concedendo la misura alternativa nei casi in cui succede
E impone al soggetto di rimanere nello Stato e impone di lavorare
Un accenno
Beh agli stranieri dopo completerò dopo
Il secondo caposaldo dove si gioca la misura dell'affidamento in prova e che e poco no e poco conosciuto e sottovalutato è quello della prescrizione riparatoria
E invece è invece la prescrizione su cui si misura e su cui io vado a vedere
Quando faccio la camorra di Consiglio per la dichiarazione d'estinzione della pena sei quella misura alternativa è andata bene o no
E se il tribunale di sorveglianza dice che non è andata bene il soggetto tutto il periodo dell'affidamento in prova lo deve fare obbligatoriamente in carcere quindi
Che una delle motivazioni proprie Mian più pregnanti che è sottesa al buon andamento dell'affidamento dell'affidamento in prova
Prescrizione riparatore non significa solo risarcimento del danno alla persona offesa che comunque già una buona cosa sia essa costituito meno parte civile ma significa in molti casi soprattutto nei casi di indigenza e anche soprattutto nei casi di risarcimenti per cifre davvero importanti penso ai casi di
Lesioni di beni giuridici importanti
Significa prestazioni di lavori di pubblica utilità un'attività di volontariato e guardate che questa non è una prescrizione che rimane solo sulla carta perché che pretendiamo unanime
Innanzitutto l'Uepe stanno facendo dei lavori pregevoli nell'individuare
Le associazioni ove svolge le questa attività che e ne svolta obbligatoriamente costantemente viene considerata una violazione delle prescrizioni e una inottemperanza in tale senso
E e viene svolta in centri spesso in
E centri che in comunità che si occupano di disabili di anziani in spero ho visto ultimamente molti affidati
Che collaborano con una tipo Croce Verde comunque con associazioni che collaborano con il cento diciotto e per
Accedere a queste attività
Gratuite devono frequentare corsi aggiornarsi studiare passare degli esami e l'impegno che profusi in questa attività in un contesto della Società migliore la società che si impegna nel volontariato
è davvero la misura più importante personalmente
Che
Ti siamo alle misure di un po'per verificare le affetto
O Ristuccia Lizzani te o meno della misura alternativa in moltissimi casi nelle relazioni finali di queste del referente dell'associazione dove viene svolta l'attività di volontariato
E relazione che noi vediamo
Circa senesi nove mesi dopo la fine
Dell'affidamento in prova anche volutamente viene riferito che il soggetto anche dopo l'affidato le ha
La l'espiazione della pena quindi cessata la Pina ha continuato apprestare l'attività di volontariato
Quindi un soggetto che prima ha commesso dei reati che sicuramente ha violato il patto sociale che anche anche in taluni casi anche per reati gravi si è reinserito attraverso la parte buona della società
Prescrizione riparatoria cioè poco conosciuta poco nota e che invece
Eh accanto al lavoro l'elemento fondante la parte positiva e importante dell'affidamento in prova
Affidamento in prova che sicuramente deve essere potenziato tra l'altro nel
L'entità di faccia decine perché mi sto attenendo non non voglio mai abusare tenute
Sì e
Affidamenti in prova che ha avuto una così una riforma legislativa
Che non riesco onestamente a comprendere
Cioè nell'ultima legge la nell'ultimo provvedimento alla legge dieci del due mila quattordici che recepito all'ultimo decreto legge
Del centoquarantasei del due mila tredici è consentita l'affidamento in prova per chi è detenuto anche per un residuo pena di quattro anni e non di tre
Sempre che nell'ultimo anno l'osservazione sia stata positiva
Stessa cosa che non è consentita i soggetti liberi
Questa norma non è stato armonizzata con
La l'ordine di esecuzione del pubblico ministero che è in presenza di una condanna a tre anni e mezzo quattro
Deve obbligatoriamente emette l'ordine di carcerazione e qui davvero mi sfugge io capisco la l'esigenza deflattiva quindi di far uscire più questi le persone al carcere ma non capisco
Perché non consentirà chiede tenuto
A chi è libero le stesse cose di chi è detenuto
Cioè è davvero e quindi a questo punto prendiamo il coraggio diciamo che la pena può essere socio no l'appello la carcerazione l'ordine di carcerazione se cinque sei comma quinto del Codice penale procedura penale
Può essere sospese fino a quattro anni non fino a tre come succede ordinari stiamo parlando sempre di reati diverso dall'articolo quattro bis ovviamente
Ma anche per i liberi e decidiamo eventualmente dell'affidamento in prova invece c'è questa ecco su questo davvero
Un orientamento di favor per lo sfoltimento delle
Diciamo sicuramente lucida e case ma che è poco comprensibile soprattutto di fronte all'esecuzione dei una condanna per un soggetto libero magari anche a distanza di molti anni scusi dal fatto reato quindi una sentenza divenuta irrevocabile a distanza di molto tempo
Ultime le mie considerazioni finali il
Sul lavoro ma avevo lasciato ombra una un piccolo spazio per il discorso degli stranieri
Sicuramente il nell'accogliere la proposta comunque l'indicazione
E di una potenziamento della misura alternativa alla detenzione costituita dalla espulsione che già c'è nel nostro ordinamento e l'articolo sedici oltre l'espulsione amministrativa
C'è questa misura che può essere adottata al magistrato di sorveglianza e che è stata implementata dal legislatore questo bisogna darne atto mi è stato aumentato l'ambito di applicazione
Sicuramente questo va potenziato va potenziato soprattutto
Vanno dire rivisti i tempi di emanazione di questo provvedimento
Perché che può essere adottato per gli ultimi anni due anni della pena perché è inutile farlo quando scadono pochi mesi della pena ma bisogna farlo limite insomma in modo da consentire una vera deflazione
Però ci sono altre situazioni ci sono stranieri pure sprovvisti di permesso di soggiorno irregolari
E che hanno dei riferimenti stabili nel territorio italiano oggettivamente li hanno mi riferisco soprattutto ai minimi agli stranieri ai genitori di figli minori residenti in Italia integrati in Italia
E che sono in genere quei soggetti a cui il magistrato di sorveglianza ricorrendone tutti i presupposti
Il concede di magistrato al Tribunale seconda della competenza monocratico collegiale concede le misure alternative
Per e sono spesso i soggetti che già titolari di permesso di soggiorno poiché revocato proprio in occasione del fatto reato
Quindi ai e sono quei soggetti che possono beneficiare di quella normativa e di favore di poter lavorare anche se non muniti di permesso di soggiorno
Ovviamente tutto questo sistema delle misure alternative e soprattutto l'affidamento in prova
Può funzionare è evidente se vengono implementati gli uffici dell'esecuzione penale esterna e questo non
Non ci sono
Insomma è una considerazione banale ma anche perché adesso anche la legge delega al Governo con i principi che sicuramente condivido sanzioni alternative diverse dalla reclusione messa alla prova
Sono
Tutte e situazioni che dovranno essere gestite e forme di esecuzione e e sanzioni gestito dal giudice della cognizione ma sempre con il supporto
Di uffici degli uffici ed esecuzione penale esterna
Che vedranno ulteriormente a aggravate il loro lavoro e che quindi saranno con quelle risorse attualmente disposizioni
Proprio probabilmente impossibilitati a farlo così come auspicato da tutti e dal legislatore
Il
Il tema del lavoro i lavori in carcere come parte del trattamento qui abbiamo sottobosco letto che poi
Parlerà non sottraggo a lui nessuna delle
Delle sue sì insomma delle cose in cui crede fermamente lavorando
Presso la casa di reclusione di Padova e con i detenuti a contatto con la magistratura di sorveglianza
Io vi dico che nei colloqui che ho io faccio con i detenuti
La lamentela detenuti della Casa di reclusione di Padova e Rovigo la lamentela principale
Prima ancora della salute e onestamente nella nostra realtà prima ancora del sovraffollamento è quella non no un lavoro
Non ha la possibilità di lavorare non solo per la mancanza di un guadagno di un introito che possa Galli antichi anche
Di accedere a ad acquistare beni insomma a mantenersi durante la detenzione
Ma per
A vedere ma è la mancanza di una
Possibilità di sentirsi persone
Non è solo occupare il tempo
è recuperare io ruolo all'interno della famiglia di origine io figlio marito o padre
Posso dare una minima somma Mallardo tutti mese alla mia famiglia per contribuire alla fatica della delle donne perché le donne dei detenuti sono
Un mondo
Davvero
Davvero a parte che
Si fanno carico di
Insomma di problematiche importanti ovviamente mi riferisco alle donne non conniventi con con congiunti
E
E quello che vedo nei colloqui lettere e anche nelle
Risultati delle osservazioni dei detenuti che questa fortuna ce l'hanno quella di avere un lavoro
Sono davvero delle persone che si trasformano anche nell'arco di pochi mesi
I si trasformano fisicamente non si sentono più dei numeri
Anche se sono spaventati anche se i fatti calano a confrontarsi con una dimensione imprenditoriale
Quanti detenuti mi dicono la difficoltà di seguire i tempi dei lucidi lavorazioni di ricominciare ad organizzare il lavoro la mente del tempo perché
E soprattutto i detenuti con pene lunghe che accedono al lavoro dopo molto tempo perché i teli neri ci sono delle graduatorie comunque l'offerta non è molta
Hanno queste difficoltà importanti iniziali ma la soddisfazione di superare queste difficoltà nonostante la fatica
E quindi insomma l'importanza come elemento del trattamento
Mi sembra mi sembra fondamentale lavoro così come
La partecipazione
A a corsi di formazione scolastica ad attività di volontariato comunque ad attività che diano contenuto ovvero alla trattamento al trattamento
Un ultimo accenno la
La distinzione lavoro interno lavoro esterno al carcere articolo venti articolo ventuno ripianamento penitenziario
è stato implementato di una
Qual è modifiche Rachel più recenti e dell'anno scorso di un'importante novità
Che è la possibilità della bora sterno per accedere ai lavori di pubblica utilità per
Ma che comunque
è qualcosa di diverso è un'attività gratuita nell'ambito di progetti di pubblica utilità
Che comunque qualcosa che rientra nel trattamento dei detenuti non è la sanzione prevista per i nuovi reati della guida in stato di ebbrezza e qualcosa di diverso che
Fa parte del trattamento qualcosa che io vedo comunque positivamente però non è lavoro remunerato
è qualcosa che riempie di contenuti che può dare un inizio di professionalità ma non è il lavoro distinguiamo tra il lavoro remunerato sia esso nelle forme interno esterno al carcere tra e l'attività
Gratuito a favore della collettività che comunque importante mio già degno già ho già parlato della sua importanza per le affidati ma è qualcosa di diverso
Io
Mi
Concluderei qui vista
Spettanti a meno senza
Toccare questo convegno volevamo
Maccacaro
Un altro carcere possibili misure alternative lavoro garantiscono più sicurezza idea proposta versate Polizia penitenziaria valuterei l'otto aprile due mila quattordici appunto
Perché grazie
Ringraziamo la dottoressa per il suo intervento
E
Volevo comunicare che
Il convegno ha ricevuto il patrocinio del Ministero della giustizia del Corpo di Polizia Penitenziaria del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria della Regione Veneto Provincia di Padova e Comune di Abano Terme ed è stato organizzato in collaborazione con
Compresa la forma telefono al comma
A questo punto darei la parola all'onorevole Berselli che rappresenta il nuovo centrodestra partito all'interno del quale all'incarico di responsabile nazionale per la sicurezza
Lo ringrazio vivamente per aver accettato il nostro invito
Garofalo scusi volevo dirvi che tanto il convegno è in streaming mi stanno mandando i messaggi i vari colleghi che sono
Appena finito di lavorare stanno seguendo in streaming e tutto il convegno giusto come tra l'altro e trasmesso anche
Da Radio radicale che sta registrando tutto il convegno grazie allora bisogna stare attento a quello che diceva
Caro Donato caro Giovanni amici del sindacato autonomo dalla Polizia penitenziaria che siete notoriamente il sindacato maggiormente rapido
Per quel tipo della Polizia penitenziaria
E io ho avuto
Negli anni in cui sono stato Presidente la Commissione giustizia del Senato
La massima collaborazione
Dell'Unione dei Consigli dell'ordine del Triveneto precedute l'avvocato Antonio rosa di Verona sia mirato sempre assistenza e consigli per quanto riguardava la politica giudiziaria
E da parte del sindacato autonomo dalla Polizia penitenziaria per quanto riguardava
La politica carceraria
Noi continuiamo a fare questi convegni
Come tutti direi senza però arrivare a una soluzione positiva
Si parla sempre i provvedimenti legislativi alternativi alla detenzione e notizie di pochissimi giorni fa
Il Parlamento ne ha approvati in via definitiva legale
Abbiamo troppi detenuti il nostro Paese
Però se vogliamo ricordare com'era la situazione Italia cinquant'anni fa
Beh ce n'erano molti meno
Perché il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti ancora non aveva certamente assunto la direzione che ha assunto oggi
Il problema dell'immigrazione
Il regolare non esisteva
E non mi riferisco al reato di immigrazione clandestina che adesso a seguito della sentenza la Corte quel piano è stato depenalizzato ma parlo dei reati commessi dagli immigrati irregolari nel nostro Paese
Non mi interessa è reato di immigrazione clandestina interesse nemici i tanti reati
Che venivano e vengono e verranno commessi dagli regolari i quali non posso lasciarsi morire agli incroci
Delle strade non hanno assistenza sociale e non hanno assistenza sanitaria non hanno salari non ho casa
E inevitabilmente non dico sono porta sono costretti ma sono indotti aderì
Poi noi avevamo cinquant'anni fa
Questa enorme produzione legislativa che vede al centro delle tante leggi in materia penale il carcere
Periodicamente vengono approvate nuove leggi che prevedono prevedevano prevedono nuovi reati sanzionati anch'essi con il carcere
Troppi detenuti aggiungo poche centri dalla Polizia penitenziaria
Perché
Parliamo spesso e anche a ragione delle condizioni disumane in cui vivono i detenuti però non parliamo mai
Delle condizioni altrettanto non umane in cui siccome sono costretti a operare i poliziotti e le poliziotti la Polizia penitenziaria questa è la verità unica fattura demagogia o della captatio benevolentiae per la verità
Bisogna fatta a Carceri
Ma con quali soldi facciamo più carcere quali sono le risorse destinate al comparto che ci consentono di prevedere seriamente la possibilità
Di realizzare interventi massicci inc tema di edilizia penitenziaria non ci sono
E poi bisogna anche ricordare perché anche un grossissimo a trovare le risorse per fare nuove carceri dovremmo trovare anche le risorse però montare il numero
Del dei poliziotti delle poliziotti penitenziari
Però possiamo pensare a Torre S. del primo dei carceri lasciando incustodita
Sono due i problemi che a mio avviso
Distinguono un Paese di democrazia avanzata
E in cui è saldo il principio dello stato di diritto nei Paesi che questi principi propria
Il primo e principale il garantismo
Cioè assicurare in tutte le garanzie possibili e immaginabili a coloro che vengono
In qualche modo col punti
Da un'iniziativa giudiziaria penale
C'è un principio
Chiunque per volesse previsto dalla nostra Carta costituzionale che viene costantemente disattesi
Se vediamo un numero spropositato molti quaranta per cento
Detenuti che si trova nelle nostre carceri non colpiti non colpiti da provvedimenti di condanna definitivi ci rendiamo conto come questo principio di non colpevolezza venga disatteso quotidiani
Calpestato il riso
Poi l'altro principio e quello della certezza del diritto
Perché è uno Stato serio
Bisogna garantire
Tutte le cautele possibili immaginabili prima l'indagato e poi al condannato non ancora definitivo per i quali vige la presunzione di non colpevolezza la produzione di Provenzano vige soltanto
Per i tanti milioni italiani che non sono mai stati coinvolti in un'indagine penale e dice per coloro che sono stati coinvolti indagine penale
Che magari sono indagati come quel film di Alberto Sordi le attese di giudizio e finisco in galera o quelle che sono state magari tra emanati in primo grado ma non ho ancora in appello un appello ma non occorre in Cassazione che parimenti solidale
Però una sorta di anticipazione
Inaccettabile della pena poiché molte volte il nostro Paese almeno in passato comunisti e indulti e provvedimenti vari con prescrizioni ricorrenti alla fine poi chi delinque in galera non ci dà
Allora c'è il malvezzo di Rabei tanto tra faccio scontare prima perché poi alla fine questa pena non la struttura
E allora la certezza della pena è un altro caposaldo
Sento garantisce
Al cittadino tutti i diritti possibile immaginare
Prima che la sentenza diventi definitiva B allora se tenete definitiva quella pieno tre totale
Perché se no lui centri interessiamo sempre e giustamente dei detenuti e mai ci interessiamo di coloro che sono le vittime dei reati che sono commessi da coloro che verso gli altri dalle persone offese
Anche questo uno strano Paese parliamo sempre di diritti nobile condivida le dette i detenuti e quasi mai e quasi mai e quasi mai dei diritti che sono vittime de di coloro che ha detto attualmente si trova in incarichi
Quindi certezza del diritto
Benissimo i provvedimenti
Alternativi al carcere
Il Parlamento e approvati recentissimamente i provvedimenti che sono incisivi come quello degli arresti domiciliari
Obbligatori per i reati con pena fino a tre anni facoltativi per i reati da tre a cinque anni
Però questo progetto con Vancini dove sulla questione che avevo detto prima della produzione dire un colpevole non va a incidere sulla certezza della pena affronta un altro problema
E per la redazione
Dei cosiddetti reati di Miori contravvenzionali compimmo minime non parlo della depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina e che questo è una questione appare
Giustissimo io personalmente e da tantissimi anni che sostengono l'attività di depenalizzare i così detti reati bagatellari
Che non
Rappresentano nessun mutamento di dissuasione i confronti coloro che vogliono delinquere
Ma vanno a interessare i nostri gli uffici giudiziari alle volte anche ed efficace
Messa alla prova
Siamo al limite dall'amnistia
Siamo all'inizio l'amnistia perché
Il nostro
Diritto minorile conosce già
Istituto la messa alla prova che da ha dato ottimi risultati però è evidente che il l'imputato che viene messa alla prova della travagli esce
Alla fine
Si ritrova con un reato che prescritto
Pressioni reato mi fa ricordare l'amnistia va bene anche questo
Abbiamo avuto anche il provvedimento che è aumentato sia pure provvisoriamente il Palio delle delazioni anticipata
Da quarantacinque giorni a semestre a settantacinque giorni premesse da tre mesi grosso modo poco più giorno meno all'anno a cinque mesi giorno più giorno meno all'anno
Tutte cose che io condivido Martinelli che non affronto il tema di fondo che dicevo prima
Della presunzione di non colpevolezza e dell'incertezza
Si è prodotto anche il principio di piccolo spaccio
Adesso abbiamo
Abbiamo lo spaccio di identità
Avevamo la modica quantità ci ricordiamo certamente ci deve essere la differenziazione
Perché è evidente che
Pace previsto da curatela da sei a venti anni e Olbia dobbiamo prevedere delle soluzioni delle previsioni deve per ipotesi minori che consentono di mantenere la pena al di sotto i cinque anni
Questo non ci sono dubbi e siccome
Ipotesi diede
Era vittima anche della valutazione delle circostanze attenuanti concorrente o meno e aggravanti adesso si è
Da qui che si legge istituito un reato autonomo
Il piccolo spaccio
Amnistia e indulto
Allora cerchiamo di intenderci
L'amnistia che estingue il reato nuovi soldi poteva dei detenuti nelle carceri italiane sorgono in minima misura perché non sono tanti i detenuti con pene edittali sotto i tre anni
Il problema Space si è risolto in parte
Per quanto riguarda i carico giudiziario certamente se ne occupi giudiziari che sono sommersi data procedimenti per questi reati puniti bagatellari una volta cancellate l'amnistia verrebbero sollevati
Come lavoro e questo qui è ragionevole però non c'entra nulla con il numero dei detenuti venduto sì tributo si ovvio però l'indulto non possiamo pensare che avvenga un indulto
Sopra i tre anni
Per le condanne o residui di pena da scontare perché non credo che possano fare un tutti se cinque o sei anni possono fare di tutto di tre anni
è vero però via un residuo appena di tre anni della dottoressa ce lo insegna per di solito se non alla detenzione domiciliare finisce gli affidamenti in prova se è una persona che si è comportata bene prima
Quindi
Anche questa è una misura
Che e molto di facciata ma di sostanza non ha molto ai la resa dello Stato eventualmente
Lo abbiamo sentito ammezzato di sorveglianza di Padova una
Diciamo
Una illustrazione assolutamente convincente aggiungo qualche cosa
Questo è un terreno provvedimenti legislativi su cui concordo puniscono documentare il lavoro dei tribunali di sorveglianza ed i magistrati di sorveglianza non so come siano gli uffici del più essere avanzare del bene
Ecco perché
Ma immaginavo che renda l'avrebbe detto perché sono così in tutta Italia allora dobbiamo anche renderci conto che prima di fare una legge dobbiamo anche capire quali sono le conseguenze pratiche della legge per coloro che devono applicare
Perché se noi diamo nei tribunali di sorveglianza italiani
Carenza di magistrati
E carenza anche di personale amministrativo perché tu nove non c'è più
Allora a questo punto dobbiamo capire che tutti questi ulteriori provvedimenti che esse dovrebbero servire per
Allentare la pressione carcerarie quindi ridurre il numero dei detenuti
Ma se non rinforziamo cui gli uffici che sono deputati a decidere e sulla riconoscimento meno di questi benefici
E rimaniamo con dei provvedimenti che francamente non so quanto possono essere utili a coloro per i quali
Sono stati approva
Perché è vero quello che lei dice ma gli uffici dell'UEPE
Qui c'è un'esecuzione sterno così come sono congegnati francamente non sono in grado di operare
Ma pur con tutta la buona volontà di coloro che li presidio
Perché non riescono a svolgere funzione per i quali sono stati istituiti
Perché evidente che che si trova in carcere e poi per una corsia preferenziale se si è comportato bene e si ha la possibilità di essere inserito nella società perché questo è il fine della detenzione ci mancherebbe altro
Ma questo fine è compromesso darla impossibilitati due pesi operare come dovrebbero operare ed è compromesso una carenza la morosa i magistrati e direi di personale amministrativo degli uffici
Di sorveglianza e dei tribunali di sorveglianza che per
Non è soltanto il problema del tribunale anche dimezzati sulla via
Io credo che
Nel nostro Paese
Ci sono tante cose da fare
Però
Io credo che dovrebbe
Finire questa mania di provvedimenti tampone
Troppi detenuti si fa un provvedimento e poi non si risolve il problema si fa lo svuota carceri non mi ricordo più quanti bottarga altri derby mi ha fatto abbiamo visto negli ultimi anni ogni anno abbiamo su attaccarci marcato in un supporto
Perché non è sufficiente un provvedimento legislativo Perrotta le carceri bisogna affrontare il tema nella sua complessità
Dando ovvie ovviamente la priorità ad alcuni trafile che finalmente è stato approvato dal Parlamento
Parlo per tutti per la
Depenalizzato dei reati minori che mi trova d'accordo per la messa in prova che ha dato ottimi risultati in campo minorile
Però è evidente che
Coloro che sono gli operatori dovesse aiuta magistrati di sorveglianza mezzadri mai sorveglianza personale imitativo e dite addio personale della
Tendenziale
Perché se lo si affronta questo problema quest'iniziativa purtroppo destinata ammonta raggiunge gli obiettivi assolutamente condivisibili che siano fondate
La targa della convegno in modo che
Nel suo studio
Trattore rosso
Magari con l'adolescenza
Se poi
Non è ottimista
Ringraziamo
Onorevole Berselli
Diamo la parola all'onorevole Rita Bernardini come segretario del Partito Radicale
Grazie innanzitutto vi porto i saluti di Marco Pannella non è escluso che facciamo a scappati da fra domani e dopodomani perché ci tiene molto oggi non poteva
Ad essere presente a questa vostra importante riunione così come vi porto i saluti anche bella presidente di radicali italiani Laura punti
Allora a me sembra
Che
In questa parte di dibattito che è stata veramente molto interessante
Mi ha fatto un accenno devo dire dottor capisce e
Ed è stato detto con chiarezza dal presidente della Repubblica
Ma anch'io un concetto che fondamentale
Il magistrato di sorveglianza che è intervenuto sicuramente sa
Che
Non è possibile esigui linee una piscina illegale
Ci sono stati pronunciamenti anche della Corte costituzionale in materia non è possibile inseguire una piena illegale
E allora invece non ci troviamo nella situazione per la quale in Italia la piscina che viene scontata
Nel novanta per cento delle carceri italiane
è una pena illegale e cioè che non corrisponde
Alle leggi italiane ma anche la alla Costituzione italiana ma anche
Alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo
Che ormai è stata recepita nel nostro ordinamento
Allora noi abbiamo avuto una condanna
Attraverso una sentenza pilota la sentenza Torregiani l'otto gennaio dello scorso anno non che prima non avessimo avuto condanne però
La Corte europea ha deciso di fare una sentenza pilota
Perché
E l'Italia aveva dimostrato di non fare passi in avanti per risolvere questo problema della pena illegale anche perché la Corte europea era stata sommersa
Di ricorsi da parte dei detenuti credo che ce ne siano attualmente sospesi
Perché il sette detenuti di cui tre assistiti da avvocati radicali che hanno ottenuto il risarcimento in sette hanno ottenuto oggi complessivamente a seconda del periodo e di detenzione cento mila Europ
E questi altri l'hanno sospesi rispetto a che cosa rispetto al fatto che hanno dato la Corte europea ha dato una scadenza all'Italia
Secondo la quale entro il ventotto maggio prossimo
Vede uscire da questa situazione di illegalità per la violazione dell'articolo tre della convenzione
Che ha il titolo tortura e poi parla che bella impossibilità di
Praticare nelle nostre carceri nelle carceri tutta Europa trattamenti inumani e degradanti
Guardate la cosa alla storiella dei tre metri quadrati
Che adesso il DAP stalli e poi su questo vi dirò delle cose stalli a fare i conti e
Sì va bene quella è un'altra
Non voglio dire parolacce
La la questione dei tre metri quadrati parassita prestargli appare la divisione vediamo se gli occhi dato tre metri e dieci voterei metri e venti cioè stanno facendo i conti su quello
Ma la Corte europea da questo punto di vista si espresse in un modo chiarissimo
E ha detto
Quando è sotto i tre metri quadrati nemmeno mi limito a discutere di tutti gli altri parametri
Che sono la sanità cioè la salute le condizioni igieniche la possibilità di poter usufruire di Arigliano e luce naturali
Lava il trattamento fatto per i detenuti perché ci sia un percorso di riabilitazione quando è sotto i tre metri quadrati e tortura per cui io ti condanno allora gli ha detto all'Italia
Allora io adesso vi devo dare
Una notizia perché non è apparsa da nessuna parte giusto il mio amico Enrico sbaglia la fa
Ma è
Io sono oggi al trentanovesimo giorno di sciopero della fame quello radicale fatto con i tre cappuccini vicina in macchina buffonata strappa lo sciopero della fame ma perché
Bene pure obiettivi che ho chiesto più con i quali mi sono rivolti al Ministro della giustizia e quindi all'amministrazione penitenziaria e gli ho detto io vorrei sapere
Siccome il ministro Orlando è andato a Bruxelles
E ha detto che i posti sono quarantanove mila siccome il capo del DAP Tamburino l'altro giorno ha sparato che sono cinquanta mila
E allora gli ho detto allora gli ho detto scusate
Obiettivo di cui perché il Satyagraha è una forma di dialogo
è il diritto alla verità che non è solamente il mio di Rita Bernardini mai di voi tutti e di ogni cittadino italiano tra voglio sapere le cose come stanno
E allora il detto Baglio sapere quanti sono effettivamente i posti in carcere si può sapere
Poi
Ho fatto un'altra richiesta perché
Onorevole Berselli lo sanno tutti che l'amnistia incide
Sui procedimenti penali pendenti e in misura
Molto molto residuale sul carcere e che
Per ridurre la popolazione penitenziaria occorre
In tutto
Però
Al Senato per esempio sono in discussione dei provvedimenti presentati i produttori
Delle proposte di amnistia ed indulto presentati da diversi gruppi in Parlamento
Ma lo sapete che
E da anni che sto chiedendo al a tutti i Ministri della giustizia solo a Cancellieri ma ha dato una risposta che però non era molto
Supportata da riscontri
Ho chiesto di sapere
Che cosa accade con una amnistia a tre anni
Che cosa h con la pena edittale massima fino a tre anni che cosa accade con un'amnistia con una pena edittale massima fino a quattro eccetera naturalmente di bisogna sapere
I reati cioè da che cosa è composta questa massa di procedimenti penali
Che nonostante in tutte le inaugurazioni dell'anno giudiziario dicano che sono più di tre milioni e duecento mila e sono in aumento
Quelli pendenti non raggiungono mai che ce ne sono un altro milione e otto che riguardano gli ignoti grava anonimo
Anche quelli nei confronti di ignoti sulle scrivanie di magistrati evidentemente sì
è evidente non se ne può disinteressare il magistrato ecco questo dato che io ho chiesto e sto chiedendo con il mio Satyagraha è impossibile da vedere
La ministra Cancellieri mi diede una risposta che con l'amnistia fino a tre anni sarebbe vero caduti
Il trenta per cento dei procedimenti penali pendenti cioè per quei reati che sono condannati con la fine di tale massimo fino a tre anni
Allora io credo che un Parlamento se
Vuole discutere
Di come sgravare le scrivanie dei magistrati da questa mole imponente che spesso impedisce
Di lavorare i nuovi reati perché si devono occupare di quelli antichi per cui capita e forse
La dottoressa magistrati di sorveglianza mi può dare conferma capita che ci siano Sempre più persone
Che vengono condannate happy condannati per reati risalenti a dieci dodici quindici anni fa
Allora
Voi tutti sapete che l'uomo del
Reato se passano gli anni se ne passano quindici tutti trovi di fronte ad una persona diversa per cui a me è capitato persone
Che dopo una vita di reati eccetera soprattutto nell'età giovanile hanno messo la testa a posto si sono costituiti una famiglia eccetera gli arriva la condanna devono andare in carcere
E quindi dismettono il lavoro i rapporti con i familiari
Eccetera quindi questa questo discorso dell'amnistia e dell'indulto perché non siamo stati condannati nuovi solamente per violazione dell'articolo tre
Noi siamo stati condannati in un modo siriano all'ente
Da trent'anni a questa parte per l'irragionevole durata dei processi tiene la violazione dell'articolo sei della convenzione insomma
Una Frassetto assi ca giustizia ritardata giustizia negata che ri viene riconosciuta in tutti anche nella nostra Costituzione si parla della ragionevole durata dei processi
E allora i nostri hanno come media cinque anni quelli parliamo del settore penale
Ma questo vuol dire che ce ne sono alcuni che si risolvono in genere quelli per i più disgraziati si risolvono rapidamente vengono condannati subito definitivo verbale
Ma insomma ce ne sono molti
è la massa
Che durano oltre cinque anni ma abbondantemente oltre i cinque anni e tutto questo evidentemente ci porta a questa serie di condanne
E per le quali il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa non oggi ma anni fa quando erano di meno in procedimenti penali pendenti diceva
Che in Italia e messo in pericolo lo Stato di diritto allora acquistiamo tanto parlando giustamente certezza della pena
Io direi anche certezza del diritto perché mi sembra
Una cosa che uno Stato di diritto dovrebbe
Dovrebbe garantire ma che cosa vogliamo dire dello Stato italiano
Quanto
A violazioni
Di norme l'ordinamento penitenziario ma della stessa Costituzione
Che cosa vogliamo come lo possiamo rieducare
Questo Stato italiano glielo vogliamo dare l'articolo ventisette ter rieducare uno Stato Chissi comporta come un delinquente professionale non dico abituale
Dico professionale perché taglia i vantaggi da questa situazione di sfascio
Dello stato di diritto che non sono vantaggi per i cittadini ma sono vantaggi per una cerchia ristretta
Che che conosciamo molto bene insomma non c'è bisogno che io
Scendere i dettagli ma guardiamo noi chiamiamo
La comunità penitenziaria è un'espressione che usa Marco Pannella e ancora inventata a luglio e include in questa comunità gli agenti di Polizia penitenziaria
Gli educatori gli psicologi che ormai sono diventati una categoria in via di estinzione
I direttori infatti chi uno Stato deve coste questo
Su questo ebbe una bellissima espressione Enrico Sbriglio perché uno Stato deve costringere
I propri lavoratori sa quelli rappresentano lo Stato
Ad eseguire una pena illegale me infatti sono costretti
Bene io credo che tutto questo si è accettabile ma se andiamo a vedere
La vostra situazione
Dissi intaccato e di
Garanzie dei diritti dei lavoratori
Quante violazioni ci sono stati
Vostro contratto che punto sta
Bene ma questa non è un'illegalità non è uno Stato Chini firma delle carte e poi non mantiene quello che ha scritto
E perché la Polizia penitenziaria non deve essere equiparata a le altre forze di polizia
Dunque questo significa non avvenga e non poter accedere a determinati diritti e poi c'è la scopertura certa otto mila unità meno ci ricordava
Il dottor capisce
Vedete allora parlavo del mio sciopero della fame però una
Primo successo sono riusciti ad ottenerlo
Sì Benson meno undici chili allora fa bene allora vi dico Consiglio però pagate la dieta radicale
Allora che cosa è successo che a forza di insistere facevo comunicati stampa poi comunicati radicale che raramente passano figuriamoci in televisione eccetera che cosa è successo
Che il DAP non c'è già il Ministero della Giustizia un certo punto sa seccato e ha detto che le mie dichiarazioni semplicemente perché chiedevano chiedevo quali erano i numeri veri dei posti disponibili in carcere
Che le mie dichiarazioni erano di
Amatorie
E che non era vero assolutamente quello che io dicevo poi il comunicato stampa finiva con queste parole
Poiché è normale che ci siano delle sezioni chiuse o delle sezioni in ristrutturazione
Oppure delle sezioni che non vengono aperte perché manca il personale
E allora i posti si è vero non sono quarantotto mila e dispari ma sono quarantatré mila e dispari cinquemila in meno
Te lo dico anche perché in quel primo editto quarantasei mila no
Certificato su dichiarazione del date di fronte al fatto che noi siamo rompi coglioni certificato hanno detto che i posti sono poco più di quarantatré mila hanno ammesso
Però Orlando a Bruxelles aveva parlato di quarantotto mila che cosa li Salvia andare a raccontare
Io questo vorrei sapere gli ha dato i dati veri o quelli falsi perché insomma una detenuto che si trova in una cella sopra affollata non è
Che si può sentire allegro perché a distanza c'è un'altra cella vuota che però non può essere utilizzata questa
Quelli in quelle ristrettezze è evidente
Dirò di più questa è un'anticipazione che vi faccio
Secondo dei calcoli che ho fatto a questi quarantatré mila posti del DAP
Bisogna toglierne ancora molti
Io ho fatto un conticino
Sono almeno due mille settecento
Quindi arriviamo a quaranta mila per il sessanta mila detenuti e mancano cinquantuno giorni
Al ventotto maggio
Il conto lo faccio facile perché io sto trentanove
Ne mancano cinque spero di non arrivare al ventotto maggio perché poi
Allora
Sembra
Che delle IPAB il messaggio del Presidente della Repubblica sono contenta che l'abbia richiamato
Donato Capece ma era un messaggio molto chiaro perché siccome CUN uscì
Chi è attento la disastrata situazione italiana
Napolitano sapeva perfettamente
Che nei tempi dati l'Italia non era in grado di
Rientrare nella legalità
Ma non solo ripeto non solo per i tre metri perché sovraffollamento significa poi mancanza di salute mancanza di trattamento
Mancanza di condizioni decenti e umane di vita che cosa aveva prescritto nel suo messaggio aggira ribadito oggi nel messaggio che ha mandato a voi
Ha parlato di Hobbes DD questi i tutsi Unali lui usa questa parola obblighi
Cioè noi non è che possiamo vedere essi Cuper vai eccetera noi siamo invidiati
A uscire dall'illegalità c'è stato data questa scadenza del ventotto maggio il Presidente a Repubblica aveva indicato tutto una serie di riforme che si possono fare e che in parte sono state fatte
Poi dirò una piccola parola su questo
Ma
Aveva detto siccome tutte queste riforme che sono e che
Mirano ad essere strutturali richiedono tempo e sono uso questo termine però futuro
Io chiedo al Parlamento di esaminare con seri è tanta
I provvedimenti di clemenza mi gli ha citati tutte e due perché uno incide sul contenzioso dei procedimenti penali pendenti e l'altro incide
Sull'indulto
Una cosa volevo dire all'onorevole Berselli con l'indulto o del
Due mila e sei del quale ha beneficiato anche Berlusconi lo sapete altrimenti avrebbe dovuto scontare quattro anni invece spunta non solamente nove mesi ma giustamente
Cioè
Quell'indulto continua a produrre spetti essi reati risalgono a prima del due mila sei
Uscirono circa ventisei mila persone perché se andiamo a vedere e io l'ho vista la composizione di coloro che dei sessanta mila che stanno in carcere per esempio
Ce ne sono almeno dieci mila che devono scontare
Meno di un anno che sono sotto i dodici dodici mesi ma che non hanno ha avuto la possibilità di accedere
Per il tipo di reato per le esclusioni eccetera le altre misure che eppure sono state previste
Quanto all'ultimo inopinatamente chiamato svuota carceri
Io voglio sottolineare un dato la messa alla prova che è un uomo lo strumento che ha
Funzionato molto bene e per i minori stare attenti a parte le esclusioni che sono previste
Ma qui è previsto per un da Pina idi totale e non l'ha condannato ma per una pena edittale fino a quattro anni
Ora non è che sono tantissimi i reati per cui si finisce in galera pecco corpi reati con pena edittale male le altre misure perché un'altra misura è
La carcerazione domiciliare come pena
E quella è mi pare a tre anni
Fino a tre anni con la possibilità e quindi altro aggravi o per i magistrati eccetera di arrivare fino a con le pene edittali fino al massimo cinque anni in realtà sulla
Sulla realtà carceraria queste misure per la composizione che c'è oggi dei reati ICI incidono tempo
Allora siccome non la voglio fare troppo lunga però io sono convinta che riuscirò
Riusciremo perché il diritto alla conoscenza e alla verità
Oltre ad essere un diritto fondamentale cioè vogliamo sapere esattamente come stanno le cose ma è fondamentale per chi fa le leggi
Scusate come si fa appare dei provvedimenti ad emanare dei provvedimenti senza sapere qual è effettivamente la realtà con la quale ci confrontiamo sul lavoro
E dai dati di cui io dispongo mi risulta che siano fra che sia fra il quindici e il venti per cento
Ma forse sto eccependo
La popolazione detenuta che ha la possibilità di lavorare
E diciamo
Dieci do quindi molto di meno allora bene mi dice il dieci per cento
A parte coloro che possono usufruire di lavori veri
Di dei quali si parlerà
Il dottor Bosco letto che credo riguardino in tutti i mille trecento detenuti vinto in tutt'Italia quanti
Due mila dieci cioè quindi stiamo parlando proprio di un anno pochissimi detenuti che
Hanno
La possibilità di accedere ad un lavoro qualificato tutti gli altri che cosa fanno
Peraltro a rotazione
Che non vuol dire che fanno sono tutti quelli che lavorano sempre
Cioè fanno a rotazioni con le graduatorie allora questi che fanno gli scopi
IMI insomma non mi pare un lavoro molto qualificante perché si e certa un lavoro dignitoso però ti metto la scopa in mano essa è scopare insomma non è che ci vuole la laurea
Il porta ritto pure non mi pare che sia così qualificante devi girare col carrello e porti da mangiare ai detenuti l'unico lavoro minimo qualificante il cuoco
E poi bisogna vedere che cosa cucinano a quei poveri detenuti perché a volte si capita bene a posto anzi capita male cioè se gravida col detenuto che ha esperienza perché ha lavorato fuori qua c'è il barbiere
E lei e anche una rarità insomma trovare quello che salta agli aree capelli e certe volte li vedi questi poi i detenuti che ci hanno dei tagli molto approssimativi ma lo Stato lo Stato
Per me
Più in alto e professionale costantemente ce lo può anche se magari non lo chiama così testimoniare Errico sbrighiamo tagliato
Tutti i fondi MAP costantemente negli anni per le Mercedes
Per cui il direttore
Doveva sempre stare h vedere i turni quante ore parlare per cui può alla fine del mese è intervenuto nemmeno per le sigarette guadagnava
Quel poco
Cioè proprio
Quarantacinque euro sessanta euro solo il più fortunati guadagnavano qualcosa
Quindi tagliati costantemente i fondi destinati alla
Alla possibilità di lavoro seppure non molto qualificante
Ma c'è di più in questi anni sono stati tagliati in un modo veramente privo di alcuna razionalità
I fondi destinati alle ristrutturazioni alla manutenzione ordinaria e alla manutenzione straordinaria
Perché vedete quando parliamo di lavoro in carcere ne dobbiamo fare i i conti anche con gli spazi
Certo il per
Fare lavori ci vogliono spazi
Allora in questa situazione di sovraffollamento in più con le sezioni che cadono a pezzi perché hanno pensato di dover risparmiare su questo
Vito magari mentre si costruiva un carcere nuovo ce n'era uno che dovevano
Che
Che ormai non era più in grado di funzionare per quanto
I fondi erano stati ridotti per manutenzione ordinaria e straordinaria e lì c'è anche la possibilità
Di far lavorare persone
Con lavori che sono importanti all'esterno se parliamo delle ristrutturazioni dell'edilizia della manutenzione ordinaria non ne parliamo qui dentro le carceri che situazione c'è
Quindi
Vere fare dei lavori che veramente consenta hanno poi alla persona di avere una professionalità da poter spendere fuori
è necessario Chiti carceri sia concepito
In misura e in modo totalmente diverso qui ci sono anche
Molti architetti che hanno parlato di questo io credo che voi abbiate dei contatti da questo punto di vista cioè il carcere quello a parte le carceri doloroso e le chiedo parte quelle antiche proprio
Eppure ce ne sono tante ma il carcere e quello che è stato
Costruito a metà degli anni novanta grosso modo ottanta ottanta
Quello è proprio concepito come custodia
Non sono previsti molti
Spazi di socializzazione il le mense per poter mangiare insieme
E lagune previste in un certo modo per poter studiare oppure per poter fare delle lavorazioni
E proprio concepito in un modo diverso quello della
Custodia dentro la cella chiudo a chiave e poiché così tutti gli educhi non sappiamo in base a quale principe
Va bene il discorso sarebbe troppo lungo perché poi e qui è stato detto giustamente noi abbiamo completamente tagliato i fondi
E le possibilità di iniziativa e di gestione Perrella esecuzione esterna della pena e anche qui
Esista cioè non si possono fare le nozze coi fichi secchi ci appaga richiede il cui lo Stato italiano vorrebbe farle
Ma
Nel momento in cui per esempio
Aumenta il carico di lavoro per i magistrati di sorveglianza
Che uno può pensare sì io ti fattu devi fare questo questo e queste questo per il passato più devi fare quest'altro aggiuntivo e inutile ammasso
Nelle stesse situazioni che già erano sotto organico di prima cioè non è possibile si fa così non c'è una gestione
E una amministrazione ma si va per approssimazione
E noi sappiamo che il magistrato di sorveglianza spesso quando si vede deve essere ed è costretto ad essere approvo approssimativo
Nella maggior parte dei casi almeno di quelli che conosco io preferiscono rifiutare
E di poter dare la pena alternativa alla detenzione domiciliare sotto i diciotto mesi eccetera perché non vuole rischiare perché poi dopo subito i giornali sparano
Se succede un minimo fatto perché sappiamo che che i dati sono in realtà molto confortante
Un'ultima cosa volevo dire Sempre
All'onorevole Berselli a proposito delle vittime cioè perché sembra che noi radicali delle vittime non ci occupiamo a parte il fatto
Che occupandoci della giustizia io mi auguro che sia stato firmato
Il referendum che abbiamo fatto quest'estate sulla custodia cautelare in carcere sulla responsabilità civile dei magistrati sulla separazione delle carriere perché li significava occuparci anche di tutte le vittime
Della giustizia italiana Dellai ragionevole durata dei processi però insomma a parte che vittime io ritengo vittime tutta la comunità penitenziaria quindi pure chi non ha commesso reati
Però
Se noi pensiamo
Ad una
Pinna rieducativa che abbia questo
Come prevede la nostra Costituzione
Noi
Facciamo in modo
Chi
Cadano a picco
I nuovi reati e quindi le nuove vittime
Una società moderna deve porsi questo problema di fare in modo che non si ritorni a delinquere
E ed è dimostrato da tutte le ricerche che sono state fatte
Il carcere così come oggi carcere illegali di oggi a causa
Il comportamento violento da parte del nostro Stato non è
è una scuola di delinquenza in molti casi obbligatoriamente perché tratti le persone e le tratti incattivita e quindi non c'è questa possibilità di miglioramento
E allora invece tutti i dati ci dicono che chi accede alle misure alternative chi ha la possibilità
Di di una rieducazione
A it i tassi di recidiva ridotti al minimo applichiamo Bollate
Scusate i tassi di recidiva sono così bassi perché a Bollate si lavorerà cioè c'è tutta è tutta un'organizzazione per avere
In italiano c'abbiamo quasi un unico carcere vediamo
I detenuti vengono selezionati mica ci vanno tutti
Infatti qualcuno furbo prova consegnarsi a Bollate vogliono perché devi andare perché lì cioè una vera possibilità di rieducazione ma tutti duecentocinque istituti penitenziari debbono tendere
Ad essere come Bollate
Ma ripeto e concludo il nostro problema in Italia è un problema
Grazie via in stato di diritto
Di mancato rispetto delle regole il della possibilità dei cittadini di conoscere la realtà per poter poi scegliere questo credo che sia un principio fondamentale della democrazia grazie
Però grazie grazie
Grazie
Do la parola al dottor Mario
Produrre permetterebbe sporco
Grazie buongiorno a tutti
Ringrazio dell'invito che accolgo sempre con un con grande piacere per
Lire rispetto che devo siamo a voi per la funzione sociale che esercitate che è importantissima io conosco poco il mondo del carcere quindi stanno rendendo moltissimo oggi dalla dai relatori in un dibattito veramente molto interessante
Il mio è un contributo molto piccolo vuole dare un piccolo anche segno positivo rappresenta una realtà che si chiama Fondo al clan metri qui Presidente andrà Caffaro neppure intervenire ma
Vi partecipi saluti personali phone al come un fondo di finanziamento dalla formazione dei dipendenti delle aziende italiane
Due elementi vi Dorina in aggiunta diciamo per anche capire perché Von arco sostiene diciamo anche questo vostro incontro innanzitutto forme come creato da due parti sociali rappresentative dei datori di lavoro e dei lavoratori e la parte sindacale commensale quindi voi voi siete tra i costituenti Dini di Foro al comma
E per questo vi ringraziamo
Altro aspetto che cosa fa fondo al con finanza la formazione appunto di dipendenti delle aziende private italiane lo fa svolgendo sostanzialmente una funzione delegata dallo Stato perché folla com'è una realtà privata
Ma che ha chiesto al Ministero del lavoro di poter operare in questo segmenti questo settore utilizzando una quota dei contributi contributivi previdenziali obbligatori che vengono versati
Mensilmente dai datori di lavoro in una posta di questi contributi previdenziali che viene versata all'INPS può essere destinata alla formazione continua cioè la formazione appunto da ENEL del personale che
Inserito in azienda e quel piccolo contributo positivo di Four Comstat proprio voi in questa cosa sta
Già lo possiamo rivolgere più facilmente all'esterno a chi ci ascolta che ci si vede in tv o in radio a quegli imprenditori che decidessero diciamo di di accogliere detenuti e quindi ritorniamo al tema
Poi del del convegno all'all'altra ora all'altro carcere all'altra Alda misure alternative
No al carcere per esempi sedimenti gli lavorativi in aziende che sono disponibili ad accogliere i i detenuti
Ecco da questo punto di vista
Percorso che serve per formare i lavoratori può essere sostenuto appunto da Von Arconte
Può essere sostenuto economicamente quindi gli imprenditori che avessero poi la necessità di formare come è ovvio che sia perché questo è nelle cose
Di formare il personale tra cui sono anche personale chi ha la provenienza
Della casa circondariale
Questo persone può essere formato con un contributo qui c'è una leva pubblica che aiuta
Questo questo tipo i percorsi
Può essere poco o può essere molto perché distratto il l'impatto dalla di questo primo approccio al mondo del lavoro è notevole c'è formare una persona e peraltro mai ogni mansioni banali non ha sentito prima parlare di Dini quegli euro professionalità di di disc di scarsa utilità
Ecco formare personale su competenze anche specialistiche e costa molto
Porta via vedere notevoli risorse
Ecco da questo punto di vista diciamo poi c'è chi fa un po'da da collante c'è chi organizza
Questo tipo di formazione e intercetta finanza mezzo la formazione che noi eroghiamo e sono gli enti di formazione che sono specializzati
Su esperire le pratiche e gestire questo tipo di iniziativa per esempio CONFSAL forma checché qui rappresentata dal dottor Piero professor Piroscia che adesso
Prenderà la parola dopo di me io vi ringrazio a io dire alla prossima perché era io spero di essere evitato anche la prossima volta con grande piacere
Procuratore
Però
Scusa donatore proprio invece sotto Segretario Ferri che vuole fare un saluto
Telefonicamente perché doveva essere presente ma non è poi
Provi
Zitto
La voce
Sì pronto a fare
Sì grazie allora ignaro
Ma sentiamo
Adempiamo ad ogni tanto ben pomeriggio a tutti
Par un saluto affettuoso
A Capece a tutti iscritti a quelli che si impegna ad ogni giorno indossando era divisa della Polizia penitenziaria
E devo dire che i
Ho grande ho grande rispetto grande riconoscenza per il lavoro che svolge la Polizia penitenziaria anche perché
Oggi è proprio dopo voi che nascono le idee nuove
E anche
Le soluzioni da adottare perché voglio dire che all'interno degli istituti
Chieti Brini accogliere è cambiato anche il modo di fare il sindacato è questo e molto positivo una POR do costruttivo anche col Ministero perché proprio da voi molte volte lo testimonia oggi la tavola rotonda di oggi
E anche dal sindacato e quindi da chi opera all'interno
Nascono le idee e l'efficienza
Di nuovi modelli di carcere perché oggi al centro del dibattito non solo in Italia ma in Europa
Sappiamo
E la Corte dei diritti dell'uomo la frequenza Torregiani
E tutti
Richiami che ci vengono dall'Europa
Nel sistema carcerario ed ecco anche l'azienda capovolti coglie questa evidente quindi
Porta avanti non sono battaglie sindacali e giusto mila nello Stato uccise
Nella dignità professionale di ciascuno
Che opera all'interno dell'Amministrazione però anche un nuovo modello di carcere ed è l'esigenza di puntare sulle misure alternative io voglio solo dire che come avere una
Per il ministro quando molto attento alle problematiche del carcere a vivere mese tornerà in Europa ci ha portato
E stiamo agendo su più fronti
E sapete che ci sono vari studi diversi provvedimenti il ministro l'altro giorno ha ricevuto tutti i sindacati via illustrato anche
Le posizioni del ministero elasticità perché abbiamo di fronte è importante perché oggi stiamo intervenendo sulla cui Spada cautelare in carcere e voi sapete quanti sono i detenuti in attesa di giudizio oggi sono dieci mila Pavia vengono già prima secondo
Ed è la prima è che con corredati da più parti ricorderete di secondo grado però su quello si sta cercando di intervenire e è stata approvata la legge sulla messa alla prova
E quindi sulla sospensione del concerto per irreperibili però è stato anche introdotto e questo un altro cambiamento
Che stiamo vivendo è quello della
Cultura della pena una pena diverta nutrono appena come carcere valida perché oggi fino a tre anni si può erogare ripeto irrogare la reclusione
E l'arresto presso il domicilio e da tre a cinque anni il giudice può scegliere percorrere alla reclusione presto il Cal Piero presso il domicilio forse voi sapete meglio di me
Che essendo Pica toglie la pena da zero a tre anni e che oggi fino a quattro anni tutto accettabili misure alternative
E quindi magari non cambierà molto per quanto riguarda i numeri della popolazione della popolazione carceraria
Ma è determinante per quanto ricava guarda quella cultura quel cambiamento della pena che deve vivere anche il giudice non solo il giudice di sorvegliare la
Ma anche il giudice della cognizione quindi ci sono delle sfide importanti si tratta di una legge delega va ora al Ministero poi
Operare e riempire quella delega in maniera corretta partirà tra poco una Commissione che proprio perché la propria libertà e della depenalizzazione e la messa alla prova occorrerà potenziare anche l'aria che dall'eterna e tutto quello che riguarda le misure alternative e dobbiamo davvero pensare di vivere e di
Deve portare il nostro Paese un modello diverso può all'al carcere proprio per educare voi sapete quanto
Sì è importante la rieducazione della pena perché dentro gli istituti ormai notte lo dicono le statistiche e Ellison purtroppo di soli fini civili il tasso di recidiva è sempre più alto mentre per chi accede alle misure alternative
La
Il percorso diverso e inoltre e occorre però nello stesso tempo e intervenire sull'edilizia penitenziaria perché chiaramente
Il l'ambiente di lavoro e la dignità urbana Valva guardate ritenuti va dobbiamo pensare anche a chi lavora dentro gli istituti come voi a chi con sacrificio personale appunto tecnica
Non solo
La la professionalità ma anche
Le proprie
Diciamo il proprietario
Le proprie relazioni dentro perché poi diventano
Appunto dei dieci cui che come dire posso darle
Una una una famiglia e quindi dobbiamo pensare
A dare dignità non solo i detenuti cordialmente anche a chi lavora all'interno e devono far riflettere io voglio ricordare
E tutti quei poliziotti
Purtroppo perché sono tolti la vita dentro le strutture poliziotti che
Hanno perso hanno rischiato la vita
E per garantire la sicurezza all'interno del carcere quindi dei davvero a chi indossa la divisa e ad purtroppo
La critica alto anche la la propria vita quindi la situazione è particolare dobbiamo fare tutti e qualcosa in più io penso che questa sfida
Questo Governo la posta da possa vincere siamo sulla buona strada devo dire che molti provvedimenti nascono
Dal Governo precedente dobbiamo ora dare delle risposte all'Europa è pronto un pacchetto e governativo che stiamo cercando di
Rivedere
Questi giorni per dare delle risposte ancora più concreta ROPPA insieme a quelle che sono state già dato un altro provvedimento importante quello che riguarda di stupefacenti
Sapete che è intervenuta la con la Corte costituzionale che ha inciso sulla Fini-Giovanardi è rimasto il discorso della gli eventi sta che non viene toccato dalla Fini-Giovanardi sapete che la pena col decreto che è stato introdotto dal precedente Governo per la rivendita da uno a cinque anni e che quindi ha più si può applicare la custodia cautelare
Perché con la nuova riforma fino a cinque anni stiamo vedendo se per la rivincita abbassare la pena per non fare ricorso per non ricorrere alla custodia cautelare occorre che anche la carcerazione preventiva
Gli altri cento della politica legislativa perché comunque dobbiamo garantire la certezza della pena la sicure già
Però dobbiamo inventare a far funzionare la giustizia penale perché è giusto che la pena sia scontata ma che sia scontata dopo tutte le garanzie
E con
Contro la pena e definitiva quindi il la custodia cautelare deve comunque rimanere un'extrema ratio e questo consente anche
Perché è vero che negli istituti ci sono poi le decisioni la chi sconta la pena detentiva finale quella custodia cautelare però molti
Strutture poi non sempre
è facile creare dei percorsi diversi come per esempio cosiddetto fenomeno delle porte girevoli di persone che entrano magari fanno pochi giorni che poi vengono scarcerati e però l'impatto con la realtà penitenziaria sempre dure quindi basta una sola ora
Per
Chiaramente essere
Essere segnati quindi
E tanti sono le cose io voglio dire che
Un altro degli obiettivi debba davvero vi ringrazio per l'attenzione è quello del lavoro
Il lavoro dei detenuti e io partecipata divertente iniziative si può fare molto di più e anche questa è la strada e la legge sugli Urali è stata rifinanziata ma possiamo vedere
Anche
A e potenziare creare qualcosa più sinergia con le imprese
Gli enti locali dobbiamo cercare di
Proprio perché è importante nella rieducazione e una progettualità dal punto di vista lavorativo maggiore quindi ringrazio tutti quelli che sono impegnati
Anche nelle
Sviluppare di lavoro dei detenuti che può essere il più all'interno
Dove si può fare molto anche all'interno
E sia all'esterno
E poi potenziando anche le misure alternative sulla messa alla prova con i lavori di pubblica utilità e quindi con una sinergia idee Prot
Colli con gli enti anche territoriali quindi queste respirare sintetizzando quindi vere
Direi che
Gli obiettivi gli obiettivi sono questi e il nostro impegno impegno Cremasco noi che ringraziamo chi come voi
S'impegna quotidianamente e riesce a garantire non solo la sicurezza all'interno degli istituti ma riesce aiutare anche lo Stato
A far capire perché molti di voi ed è il vero con l'aiuto anche degli psicologi ed educatori volontariato e che ha dentro al carcere va molte volte anche molti di voi oltre a garantire la sicurezza e la vigilanza
Aiutano questo percorso e aiutano anche i detenuti a ritrovare certezze a capire
I risparmi che sono stati gli incombenti quindi ci potrà vincere questa battaglia rendere gridare a questo Paese dei carceri civili da quel poneva alla civiltà del nostro Paese solo se lavoriamo tutti nello stesso senso e quindi da parte nostra dobbiamo cercare anche di
Inseguire
E accogliere quelle Dante
Che riguardano
Riassunzioni riguardano la riqualificazione del personale che riguardano lo sbocco di assunzioni voi sulla Polizia penitenziaria abbiamo chiesto sempre
La deroga come è stata ottenuta per le altre forze dell'ordine
Abbiamo sbloccato anche
Il cinquecento preposti ma non bastano anche sul personale dovremmo cercare di fare una politica riempire tutti i vuoti di organico che che ci sono
Io vi ringrazio scusate se non possa essere di
Ma sono impegnato tra l'altro su un altro tema che è importante
Stasera c'è una commistione
Con la Commissione sanità giustizia il limite che riguarda quello degli ospedali psichiatrici giudiziari
C'è un altro tema sapete molto delicato su cui
Purtroppo devo dire ve lo dico io ma l'ha detto in modo più autorevole
Anche il Capo dello Stato abbiamo dovuto prorogare il termine di un anno e quindi proprio con quest'anno davvero fare qualcosa per evitare
Che poi
Vecchi vada di proroga introito richiami Danilo
Come proroga e quindi anche questo è un tema scottante su cui siamo tutti impegnati
Grazie sottosegretario grazie grazie di tutto
Che fa l'applauso della nella sala
E speriamo di incontrarla presto
Grazie e buon lavoro
Grazie grazie a voi un abbraccio a tutti e buon lavoro voi grava grado segretari pur se erano che detta
Da questo punto diamola parola
Dottor Enrico vedo scusate
Dal dottor Nicola Boscolo detto Presidente di officina G otto

Si sente sì
Allora normalmente il massimo dell'attenzione sia entro i venti minuti
Entro i cinquanta si tiene ancora buon livello dopo i cinquanta incominciano a curva discendente per tutti
Voi siete qui da oltre centocinquanta centosessanta minuti
Quindi va bene cercherò intanto è il primo quindi
Primo ringraziamento a voi che avete ancora Energia per ascoltare altri interventi
E è la prima volta
Che ricevo un intuito in venticinque anni da un sindacato di Polizia penitenziaria c'è sempre la prima volta ringrazio in particolare il segretario
Il dottor Donato Capece
Permettetemi un saluto al provveditore ricorsi briglia
Al magistrato la dottoressa Linda rata
Al Senatore Berselli era prima probabilmente è scappato via
A tutti voi che siete qui ma anche a tutti quelli che stanno seguendo indiretta questo un momento di lavoro
E in venticinque anni sono successe tante cose negative
Ma sono successe anche tante cose positive
E questo val la pena ricordarlo perché
A parlare di cose solo nove aprile ci impedisce anche per deprimersi no
Siccome io ho fatto anch'io un anno da venticinque anni che lavori in questo settore
E l'anno scorso in modo particolare per alcuni incarichi e compiti che ho ricevuto dal Ministero
Fatto
No
Quasi hanno tutte le settimane a Roma
E vi devo dire che tornavo sembra Casargo maldipancia no però non voglio concentrarmi su tutte queste cose insomma
Voglio dire quando una cosa funds
Una quando una cosa va bene e portati i buoni risultati non è mai merito di una persona di un gruppo di persone ma di tutti
In ambito lavorativo perché di questo che stiamo parlando
Buona parte dei successi e merito anche di alcuni di voi
Quindi la prima cosa che io voglio fare per sgomberare qualsiasi equivoco anche rispetto a quello che dirò successivamente la prima cosa che voglio fare e prendere al balzo questa occasione
Per ringraziarvi ufficialmente per tutto quello che i in tutta Italia avete reso possibile
Un in grazia amento particolare permettetemi di farlo agli agenti di Polizia penitenziaria di Padova
Che hanno
Assieme a noi e a tanti altri la magistratura la direzione il Provveditorato gli educatori il territorio gli enti pubblici e privati
Reso possibile i risultati che tutti conosciamo
Quando
Si parla di carcere anche quando ci si dà un tema si parla di tutto è un universo no
Neanche oggi avete visto come pur avendo un tema
Ma questo
è sempre ormai sono anni e anni che partecipò partecipo mare che iniziative
Proprio per la complessità e difficile cercare
Di restare concentrati su un particolare per magari alla fine almeno di una cosa
Sancire una
Una strada un'idea una proposta
Ci sono venticinque anni che lavoro nello specifico settore dell'inserimento lavorativo
Ora vi do alcuni dati che conosciamo tutti ma che vale la pena val la pena ripetere
E vale la pena dire
Che l'Italia oggi nel panorama europeo nel panorama mondiale
Non è sicuramente tra i peggiori a dei dati negativi
Ma
Il problema delle carceri oggi una piaga mondiale piovuto
La fortuna di seguire anche recentemente tre settimane fa il sedici ore sedicesimo congresso europeo sulle prigioni con venticinque Paesi
Sono stato in Argentina in Brasile che qui spostati invitato parecchi iniziative e vi devo dire il problema delle carceri è un problema
Globale ed è una piaga in tutto il mondo in tutto il mondo abbiamo una recidiva che va dal settanta al novanta novantacinque per cento
Ora a volte qualcuno fa un po'il sottile sudisti i dati sono veri non sono veri ma guardate oggi quando uno non ha una possibilità soprattutto se è arrivato a determinate situazioni
Non occorre fare tante indagini per capire che cosa potrà fare se Nucci se non ha nessuna possibilità reale
No
E e in tutto il mondo in tutto il mondo in tutta Europa in tutto il mondo il costanti sono elevatissimi
In alcuni casi sono più bassi dei nostri solo perfetto di un numero spropositato di detenuti pensiamo all'America l'America civilizzata del nord non l'America del sud
Che ha tre milioni di detenuti
Tra cui seicento mila minori no quindi si fa presto ma anche noi in Italia per fare il costo del detenuto
Giochiamo con la formuletta
Di dare il costo in base al numero di detenuti se sono sessantasettemila fai due milioni due miliardi otto diviso sessantasette improvvisa costa costa centodiciassette euro se lo fai al numero regolamentare costa centonovanta euro
Però mi sembrano tutti
Giochetti che non servono a niente tenuto conto che poi i dati sui costi giusto perché se ne parla sempre
Quelli che vengono dati sono solo i costi relativi al DAP al cittadino interessa il costo complessivo
Che i soli costi del DAP siano due miliardi e ottocento mila non vuol dire che questi sono i costi complessivi del detenuto alla per la collettività
Perché abbiamo la sanità che sotto la sanità l'istruzione che sotto l'istruzione l'edilizia che è sotto demanio Ministero delle infrastrutture eccetera la tecnologia in parte magari sotto il Ministero degli Interni vedersi braccialetti elettronici cioè
Voglio dire
è
Sono no degno ben oltre i due miliardi e otto di cui si parla e il costo
Più o meno per difetto sappiamo tutti che circa duecentocinquanta euro al giorno
Senza considerare
Tutti quelli che sono i costi indiretti
Cioè il costi del detenuto non recuperato cresce io porto sempre questo esempio ma ne potremmo fare un'infinità detenuto esce chic Scippa la vecchietta la vecchietta cade si rompe il femore spese sanitarie
La polizia i carabinieri lo arrestano specie di sicurezza
Lo portano in tribunale un altro fascicolo i nove milioni nove milione uno sospese di giustizia e poi viene messo in carcere
Quindi
Voglio dire ormai da questo punto di vista sappiamo tutti che il sistema nel suo complesso
è andato in corto circuito
Abbiamo delle piccole esperienze in tutto il mondo ci sono buone
Qualcuno spero non sia stato del vostro sindacato di polizia
Ah dai in un articolo ha deriso un'esperienza brasiliana
No perché di piccoli numeri rispetto i grandi numeri ma in tutto il mondo
Le esperienze positive oggi hanno numeri piccolissime sono dei lumi vicini che sono rimasti accesi ad indicare una strada ad indicare che si può fare
L'Italia tra questi Paesi europei e mondiali e quella
A cui è invidiato in via assoluta il sistema
Le norme la Costituzione il sistema che ne è derivato del recupero attraverso il pilastro del trattamento che è il lavoro
Ora dicendo che il pilastro del trattamento e lavoro
Succede spesso che poi uno dice no ma importante anche questo anche questo anche quell'altro è importante il tutto cioè dicendo questo noi non diciamo più una cosa più un'altra però
Oggi a ciascuno di voi e a ciascuno dei milioni di persone che sono fuori in Italia in Europa nel mondo
E che non hanno una puro e non riescono a vivere
Qual è l'emergenza
è l'emergenza lavoro quindi non è che noi scopriamo l'acqua calda non è che la Costituzione alle normative vigenti ci sono imposte questi pilastri a caso
Non a caso le tre cose fondamentali obbligatorie di base previste sono il lavoro l'istruzione e la religione ok
Sì se non si è d'accordo magari che siano queste si possono
Demo tra democraticamente cambiare ma queste sono quelle che sono suggerite
Cosa succede
Quando
Si divide una normalità
Cioè quando dico la normalità dico si applicano la Costituzione le normative che ne derivano in materia di trattamento attraverso il lavoro
Lavorando durante la detenzione invece di ossia aree lavorando in misura alternativa arrivando al fine pena la recidiva scende all'uno due per cento
Ora questa è un'evidenza ormai diciamo non solo italiana ma internazionale
Perché che sia altri Paesi europei o che siano altri Paesi nordamericani sudamericani eccetera laddove c'è questa impostazione la recidiva scende sotto il dieci per cento
Quindi
Su da questo punto di vista ormai
Si sa tutto tutti sanno tutto e i dati sono un'evidenza no
A questo però
Rispetto al discorso e quindi lancio una provocazione
Dicendo che la vera emergenza oggi non è l'emergenza sovraffollamento
è una necessità
A cui bisogna rispondere anche perché siamo di fronte a un richiamo ha un obbligo quindi non fraintendetemi ok
Ma come accennava prima il magistrato di sorveglianza
Quello di cui chiedono e hanno bisogno è un lavoro
Ma firmano mille carte per rimanere in tre in sella invece che in uno pur di avere un lavoro
Perché con il lavoro
Touré cui pari dignità la tua persona recupera dignità tubi torni uomo padre
Marito figlio
E voi sapete cosa vuol dire umiliarsi a domandare dei soldi a casa quando già
Hai messo in una situazione qualcuno
Che che che nonché Nola sicuramente cercata che magari ti voleva bene o che magari anche
Tu volevi bene
Quindi l'aspetto del valore dello scopo
è legato a questo
Io credo che è talmente evidente io l'ho detto per sanare far funzionare bene il carcere basterebbe mandare
Alla Ministero economia delle finanze e alla Ragioneria dello Stato quattro cinque bambini di quarta e quinta elementare che sanno fare bene più meno per diviso
Mi dai due compitini semplici e loro ti risolvono il problema
Quindi
Se è così evidente come mai non si riesce
E dieci milioni per tutta Italia per la legge Smuraglia sembra una conquista di e di essere andati su Marte di persona non con una sonda
Vuol dire che che non è sufficiente che manca qualcosa cos'è che manca
Mancherà
Che ognuno di noi singolarmente e collettivamente come società civile attraverso la responsabilità che ciascuno di noi via
Riacquisti il valore di ciò
Che fa gli acquisti il valore del proprio lavoro riacquisti AMIU in valore lo scopo il fine del carcere
No io credo che questo sia fondamentale e ve lo porto con un esempio al contrario
Paesi nordici citati come quelli che hanno i sistemi più avanzati Norvegia Svezia Danimarca
Sono carceri in cui danno tutto la famosa isola dove c'è il detenuto Brajdic eccetera
Vi danno la cella in appartamento la tv la cultura il lavoro il tempo libero i cavalli la spiaggia la Chiesa alle c'è tutto costano mediamente tredici mila cinquecento euro al mese
Ok
Sapete a quanto scendeva recidiva
Quaranta punte del trenta per cento con quattordici mila euro al mese
E tutto quello metri quadri io colgo servizi cultura scuola biblioteca lavoro tempo libero pet-therapy qualsiasi cosa
Questo apre una domanda perché con tutte quelle cose lì e con quattordici mila euro al mese in Italia non so cosa faremo
Non avremo più neanche un detenuto
No quindi dobbiamo fare una riflessione aggiungiamo un altro dato che in questi Paesi che a volte vengono additati come modelli a cui qualcosa di positivo abbiamo sicuramente da imparare in
Il tasso di suicidi nel fine pena dopo cioè quando la campa quando vengono tirati fuori dalla campana retro dove sono messi sono superi R superiore alla media degli altri Paesi
Quindi vuol dire
Che
Di che cosa dobbiamo riempire che cosa manca e di che cosa dobbiamo riempire
No questo ci deve portare assolutamente
A delle riflessioni
E adesso per concludere non mi soffermo su tutto quello che fa facciamo siamo conosciuti noi in Italia ho dato da prima i dati
Su sessanta mila oggi detenuti che lavorano con un lavoro vero sono poco più di ottocento all'interno delle carceri
In articolo ventuno sono circa quattrocento cinque
Quattrocentocinquanta in semilibertà a sono circa ottocentottanta numeri variabili
In base al periodo la somma fasti due mila duecento e rotti che su sessanta mila vuol dire che oggi abbiamo un tasso di disoccupazione dal novantasei per cento
Perché smettiamola di dare il dato dell'occupazione penitenziaria dei detenuti al venti per cento se vogliamo prenderci in giro diciamolo
Ma agli undici mila detenuti che a rotazione lavorarono facendo scoppino spesi non portavitto tutte
Che lavorano un mese ogni trilioni sei una settimana ogni sei metri uomo hanno un lavoro non arrivano neanche al due mila
è diventato un sussidio diseducativo incidenza sulla recidiva pari a zero
Mettiamo che dopo dieci anni è arrivata la prima sentenza anche su questo
E per cui il fatto che
Non è lavoro
Ma costa poco non costerà più poco perché la sentenza dopo dieci anni è uscita e ha detto che l'emersione di ancorate
Hai contratti del mille novecentonovantatré devono essere aggiornate per legge all'anno in corso al due mila quattordici
Quindi adesso arriveranno
No riterranno ci sono già migliaia e migliaia di di ricorsi interni
Se ne aggiungeranno altri e vediamo se dopo la partita del sovraffollamento di cinquanta cento milioni di Euro che pagheremo eviteremo se ne se saranno altri cinquanta o cento che pagheremo eviteremo
Per il mancato rispetto di un altro diritto fondamentale che il lavoro
Dieci milioni di Euro
Con con dieci milioni di Euro sembra ma che venga dato chi sa che cosa per una normativa che abbatte la recidiva dal settanta novanta per cento all'un per cento
Qual è la provocazione la riflessione che voglio lanciare
Rischio lo so
E sarò per alcuni impopolare e spero almeno per
Qualcuno
Utile no
Le cose
Non cambiano se cambiano gli altri anche
Ma se cambio io
Non si capisce perché in Italia quando qualcosa non va
è sempre colpa degli altri
Se la mia azienda fallisce
La colpa e all'interno c'è un perimetro
Ci saranno responsabilità esterne questo è fuori discussione ma discuteremo in che proporzione
No
Allora mi aiuto usando un esempio
Familiare a tutti l'ultimo la vertenza dell'Electrolux no allora diciamo la verità di chi è la comunità
Un terzo e lo dico per dividerà macro spanne per farmi capire un terzo dello Stato
è fuori discussione
Un terzo e dell'impresa e anche questo è fuori discussione perché quando non persegue in maniera corretta
Gli obiettivi il profitto tutto quanto ai ceti compromessi che alla lunga li paghi un terzo è colpa dei la fu oratori
è colpa nostra
E riporto tre tre tre banali esempi
Qual è quella curatore dell'electro uso ma potremmo dire x aziende pubbliche e private che sapendo che quel lavoro che gli è stato affidato invece di otto ore lo può fare in sei ore
E magari fatto bene
Quale mosca bianca quella che va a dire al titolare guardi questo lavoro si potrebbe fare bene emissione invece che otto
Prevale il discorso dopo rischio che mille Cultraro ci decurtando al part-time oppure facendo sempre quella lavorazione dopo anni scopre che facendo incerto
Percorso della lavorazione produce dieci cose
In nello stesso tempo in cui ne produceva cinque
Allora va dal titolare dal caporeparto ICE guardarci noi facciamo così
Ci mettiamo metà tempo produrre quello che produciamo Gino che è che va a dire una cosa del genere mosche bianche pericolo dopo magari tutti a part-time poi diamo lavoro
O quando succede ti arriva la busta paga con cento euro in meno al mese
La prima cosa
Mi vuole fregare sindacato appalto a casa il commercialista sbagliato aspetta un attimo vediamo no
E quando invece ti trovi per un errore del commercialista duecento euro in busta paga di più cosa dici vai dal sindacato di raggiungerlo
Vito cresce la va dritta sto mese ciò primo duecento euro in più antichi era colpa
Ognuno
Se noi non incominciamo a fare un'auto
Riflessione
E e andiamo a vedere quel nostro terzo quel trentatré quel dieci quel cinquanta che sarà pari io da persona persona da azienda azienda da ente a ente
Capite cioè noi parliamo di un universo che non cambia mai ma chi chi cambia le cose le normative e le riforme no
Lei i cambiamenti arrivano dal basso da persone cambiate che contattano e cambiano altre persone più facciamo così inutili non c'è solo il discorso
Di guadagno lo stipendio il fare così inutili disumani Nizza rende la persona che fa cose inutili
Meno umana perde di dignità perché facendo cose utili che l'uomo diventa grande e riesce ad acquistare anche più soldi in termini economici io ho sempre detto a tutti gli agenti con cui un rapporto
Non chiedete più agenti non chiedete più agenti chiedete più soldi
Chiedete più soldi voi riconoscimento a voi dimostrando
Attraverso i risultati e quello che si fa
E quel carcere che provoca una recidiva complessiva più bassa della media
Che venga riconosciuto un incremento non il premio produttività indiscriminato non siamo tutti uguali io quando ringrazio tutti gli agenti i magistrati gli educatori io ringrazio persone
Non ringrazio la collettività generale perché non è così
Dappertutto c'è il bravo che ti aiutati difende ti sostiene dappertutto c'è quello che non ha voglia lavorare che non ti sostiene e fa di tutto perché non cambi niente perché se cambia qualcosa magari può oggi tocca anche a lavorare
Sapete cosa ha detto a livelli ministeriali quando c'è stato l'incremento della legge Smuraglia la quattro milioni e sei a dieci milioni e cento
Ho porca miseria adesso ci toccherà anche a lavorare
Allora queste l'azienda
E qual è la risorsa umana il capitale umano dell'azienda i dipendenti i cinquantacinque mila i quarantatré mila agenti di Polizia penitenziaria
Sulla carta dopo bisogna andare a vedere dove sono quanti sono questo si apre un altro commento ma non è il tema del lavoro e non voglio assolutamente entrare in merito però ad esempio
La Spagna con settanta mila detenuti
A ventidue mila dipendenti la Francia con sessantacinque mila detenuti
A trentacinque mila dipendenti di cui ventisei mila agenti nove mila trecento o altro personale quattromila del rovescia
Il Regno Unito con ottantadue mila detenuti a cinquantasette mila
Dipendenti di cui ventotto mila agenti ventinove mila altro personale sedici mila personali di su cui credo che esecuzione penale esterna vedete che già questi tre Stati
Se noi mettiamo in relazione
A numeri in proporzione diverso si terrà quindi già ci sarebbe da discutere
Detti questi dati io non li dico per sostenere la proporzione detenuti perché bisogna andare a vedere cosa si fa che risultati si ottengono che qualità c'è
Ci sono duecento carte Dio ce ne sono cento
Perché se ne sentisse ce ne sono cento e diverso che duecento piccole unità ma poi quando vai chiude una piccola unità cioè
Allora detto questo il lavoro
Il lavoro
Sì sì no no attenti io non ho la soluzione io ho detto che lancio solo ed esclusivamente dell'ICI uniti perché noi quando abbiamo cominciato a costruire le biciclette in carcere
Con trenta persone in un giorno facevamo quaranta biciclette e sembrava non fosse possibile fare di più
Vi tralascio tre anni di percorso oggi con ventitré detenuti facciamo duecento biciclette
Allora è per dire
Che
Io non
Io Prato quando c'è da fare il momento di denunciare denuncio su un bravo mi gioco le mie carte faccio tutto quello che posso fare no
Però poi il mondo si divide tra chi dice cosa serve fare e chi fa
Tra una responsabilità personale
Allora premiamo detenuto
Io detenuto oggi che gli sono lesi tantissimi diritti gli riconosco che sono lesi i diritti ma li dico
Chi è che ti vieta di non buttare i generi alimentari anche buoni fuori dalla finestra c'è quel c'è la legge
Che ti obbliga buttati fuori no chi è che ti impedisce di trattati bene vestiti bene là c'è la tua tenerla come una casa insieme al tuo compagno senza ricattato lo chi è che ti impedisce di creare una relazione nella sessione
In modo tale che ci sia rispetto non ci sia droga telefonini ricatti pestaggi gioco a soldi chi è che ti dieta tutte ste cose nessuno
Quindi
Son d'accordo con te è faccio la battaglia per i diritti ma c'è qualcosa che responsabilmente tutto e di fare e nessuno ti vieta di fare la stessa cosa vale per tutti come posso educare io non buttare la sigaretta per terra
Sì sono io per primo a buttarla come posso educare una una mole al lavoro si sono io il primo che non ho amore al lavoro
Come si può educare uno uno a rispettare a rispettarsi se per primo io non rispetto questo allora
Io lo dico sempre l'altra cosa che dico hai miei amici di Polizia penitenziaria no
Avete fatto un'impresa veramente aldilà a cambiare il vostro slogan arrivate prima vigilando redimere
Siete passati a dei spendere spende munus nostrum
Infondere dare speranza è nostro compito perché dico che vi siete complicati la vita
Era più facile il primo un pochino anche se secondo me l'altra riflessione che Didone perché quello è stato tradito nell'evoluzione confondendo sostanza conforma
E restando concentrati sulla forma rispetto alla sostanza ed io spiego perché dopo
Perché vi siete complicati la vita perché
Per dare una cosa prima di tutto bisogna
Averla se tu non ce l'hai come fai a darlo
Quindi
Siccome siamo nel campo in cui la materia su cui si lavora è l'umano l'uomo
Tutto era dare speranza a un altro per infondere speranza un altro da di averla una speranza
E attenti non è ancora sufficiente
Perché oltre averla dedicarla
Perché è una cosa attiva non è una cosa passiva no Cap
Ritorno al vigilando redimere e qual è il mio pensiero che quello che ha lanciato in
Conclusione di mandato la ministra Paolo sederino
Quando ci fu la visita e la lavanda dei piedi il giovedì santo di Papa Francesco c'era ancora in chiusura sederino giusto
Alle carceri e di Casal del Marmo
Dove il Papa G tempi affidò un compito
No
PSR
Custodi
Di questi figli di queste persone che sono figlie di qualcuno e
Non sono figlie
Di un ente due in entità estratta sono figlie DTT magari anche amici nostri no
Di essere custodi padri recuperando quel vino siglando
Che aveva tutta un'accezione positiva vigilare un studi RAI sorvegliare come un padre una madre infici la sorveglia custodisce sul proprio figlio
Certo son passati sessant'anni
E le cose sono cambiate ma il cuore dell'uomo rimane sempre quello lì
E in modo cambia quando trova qualcosa
Che soddisfa il suo cuore che trova un bene e il male e vinto solo dal bene
Quindi l'aspetto di sicurezza dal momento in cui
Sono messi in carcere queste persone finisce
Finisce comincia l'aspetto
Che è un diritto del processo penale che vede la condanna dell'esecuzione penale
Ok che la prima parte senza la seconda è un fallimento
No
E quindi
è finita la funzione di polizia di sicurezza
Inizia la funzione della custodia della redenzione della rieducazione che è il cuore e più importante e più bello del compito
Di di ciascuno di noi di ciascuno di voi è un pochino indirettamente anche di tutti quelli che lavorano all'interno del carcere
Portando attività lavorative come lo facciamo noi
Ecco io non so
Questo ci fa pian pianino venticinque anni sono dovuti passare venticinque anni per vedere alcuni risultati e magari non venivano neanche potevano tardare le Apa che in Brasile
Hanno un'esperienza di quarant'anni
Okay adesso incominciano over uno sviluppo
E stanno facendo un po'più politica di Stato
Mettendo in cantiere la costruzione nel giro di due tre anni di altri quaranta cinquanta e sessanta istituti di recupero come le ha fatte e che hanno quarant'anni di storia di una recidiva del dell'otto per cento contro il novanta novantacinque per cento del Brasile no
Allora
E io quando dico questo pensando a Padova
Io dico che se non trovavo degli agenti di Polizia penitenziaria
Che hanno condiviso disteso in maniera più intelligente di quanto noi potessimo farlo perché non conoscevamo tutte le dinamiche io oggi non sarei qui a parlare
Quindi
è il valore che noi dobbiamo recuperare l'utilità e lo scopo di ciò che facciamo così magari facendo un po'dall'alto per carità di Dio è un po'dal basso vediamo se riusciamo
Ma illudersi che cambiamenti arrivano da riforme dall'alto questo vi assicuro è un errore è una illusione
Nella storia dell'uomo mai e poi mai tutti i diritti sono stati rispettati non c'è un momento storico
Abbiamo vissuto momenti in cui si viveva meglio in cui si rivelò peggio noi dobbiamo cercare di capire come mai in certi momenti della storia si era meglio e se andiamo a vedere scopriremo perché c'erano tante persone
Che hanno deciso di vivere la propria vita cercando uno scopo un senso che riusciamo a capire soprattutto se noi pensiamo ai nostri figli lì quando pensiamo i nostri figli riusciamo ancora un pochino
A a fare entrare nel nostro cuore questo questo messaggio
Ringrazio vi ringrazio di cuore è la prima volta in venticinque anni l'ho usata tutta come ho potuto grazie
Grazie
Una battuta però me la deve consentire dottor Bosco netto e
No no niente replica alla fine non poi così prego no così allora la borsa per tutti accosti più bassi in Germania i detenuti lavorano tutti
A due euro allora e si pagano il mantenimento in carcere in questo Paese gli diamo le tariffe sindacali e lo paga niente nessuno
Solo
Si specifica precisa no no no no questa è una linea e una linea che io spero sia minoritaria
In quanto la dignità il lavoro alle sue regole
Che noi al detenuto che ha sbagliato
Di facciamo per ad esempio le spese di Sopra Vito sono ancora ferme all'era del Marco Caco dicono in Veneto e cioè a un euro e sessantaquattro una e l'ottantanove colazione pranzo e cena pernottamento le isole eccetera
Allora se vogliamo educarli veramente
Chi ha un lavoro è una busta regolare
Paga i duecento Euro i duecentocinquanta euro al mese ove impara che una quota di quello stipendio domani quando uscirà
Dovrà spenderle per mangiare per dormire
Paga il suo quinto di trattenuta nonché del carcere ma di legge per pagare le multe alle spese processuali e le vittime se le cose non si fanno sul serio la recidiva come in Germania
Che lavorano tutti rimane a settanta l'ottanta per cento perché il lavoro oneri educativo se è punitivo non porta da nessuna parte
E dopo l'ultimo dato anche per chi ascolta ogni milione di euro investito nel trattamento attraverso il lavoro se ne risparmiano nove di milioni di euro
Quindi non vogliamo dare un milione di Euro agli ESU dati alla sanità agli anziani alle scuole
Ma vogliamo darne otto ottanta ottocento di milioni di Euro e bisogna fare le cose utili fatte deve secondo la natura di ogni strumento
Altrimenti le abbiamo già litigato in televisione io Donato Capece ATC convinti quattro altrimenti tutti andiamo a due euro
Non fare all'altro quello che
Vorresti fosse fatto a te
O parliamo di uomini di rieducazione
Ho se dobbiamo parlare siccome c'è una crisi economica bisogna costano troppo
Bisogna farli lavorare quasi gratis
Il farli lavorare quasi gratis provoca una recidiva per settanta novanta per cento per cui poi dico costano di più di quanto non darli lo stipendio che quando tornano fuori pagano le tasse da un problema per la società diventa un contributo
Su questo
Dobbiamo
Fare un lavoro supportato da dati da statistiche in maniera scientifica ma anche leale e rispettosa
Grazie grazie al Parlamento grazie fuori linea il vice capo dell'amministrazione penitenziaria il dottor
Pagano che
Vuole porgere il suo saluto a tutti i presenti
Euro
Dalla
Si è iniziata la voce si sente più
Allora
Nordico
Come problema
Paolo qualche problema
Al giorno
Lapecorella
Mila euro allora la vuole
Cui Bolzonella dei prelievi o meno che
Le formule
Dopo il veramente onorevole Tondo possibile
Avanti magari
Ognuno di voi molto alto e credo che riusciremo dove ancorché Landi raccomandando l'amministrazione perché generali non lo approviamo tra persone che quest'Amministrazione no al di là dei
Bei concetti al di là delle parole abbia l'aggrediscono e credo anche che gli scontri quando le persone della leale
Come e com'è com'è non è come credo e mi astengo anch'io
Imponibile riprovevole e poi c'era il indagato più rappresentativa tentativo rimandiamo alla lettura
Grazie
Grazie riteniamo grazie
Grazie ritengo davvero
Grazie grazie
No
è arrivato anche il messaggio del provvedimento dottor potrebbero fare quando si scusa per non essere potuto
Per non essere presente perché aveva un impegno
A Bologna
Comunque ci fa sapere che condivido l'impostazione da convegno il tema tutto quello che ne consegue
A questo punto do la parola
Dottor ricoprivano Schelkin il diritto di Conza Salerno

Sì sì o no devo portare qualcosa di più concreto perché non voglio teorizzare sui processi di produzione sentite tante oggi però una riflessione
Da sindacalista me la dovete consentire
Io oggi ho capito una cosa visto che il nemico compito è quello di
Offrire la formazione ai lavoratori perché il sindacali nostro sindacato fa questo io capito soltanto una cosa oggettive se non
Diamo lavoro a quel trentacinque per cento di disoccupati che ci sta in giro io rischioso dietro Palmeri
Come studenti lavoratori o detenuti lavoratori quando verranno reclutati dalle mafie e poi verranno in carcere quindi mi sono chiesto veramente se se noi come sindacato
Abbiamo altri compiti perché qui sto in una sede sindacali quindi ho sentito di tutto di più lo compito nostro è quello comunque di salvaguardare posti di lavoro sia che questi sia
In servizio ossia che questi siano i posti di lavoro in entrata nel mercato nel mercato del lavoro ecco sotto questo aspetto
Non si finisce mai di imparare e vi ringrazio per avermi invitato
Ovvero ovviamente
Che
E soprattutto vinti riporto anche diciamo i saluti di Marco Paolo dice di compensare ed un pezzettino permettimi di dire che cosa fa CONFSAL in ragione delle attività proprio fedele di
Federazione qual è il rapporto tra
CONFSAL e la federazione cosa facciamo
Ecco una ce li siamo ci ritroviamo
A livello di organizzazione sindacale sindacale a ragionare su tanti tavoli uno dei primi tavoli su cui ragioniamo sui tavoli
Europei dove abbiamo un nostro sindacato Vincenzi con cui le nostre Commissioni dove tutto è parte per la Commissione giustizia io faccio parte
Per la Commerz Commissione forma di formazione riduco come la chiamo nuove posizioni ci sono tante altre cose dove lì andiamo a raccogliere i fabbisogni dell'Europa portiamo i fabbisogni nostri dell'Italia in qualche maniera
Apriamo un confronto e nel confronto cerchiamo di portare a casa quello che serve per migliorare
Le attività
Giornalieri che facciamo di sindacali
Ecco tra le attività non lieve CONFSAL ha cercato di interpretare quelli che sono i fabbisogni di potente le federazioni che noi abbiamo uno quindi abbiamo fede
Cinquantasei Federazione di queste gran parte sono nel pubblico impiego un'altra bella fetta e nel privati impiego di conseguenza
Contrari unisce due esigenze il settore privato e il settore pubblico CONFSAL folla che l'ente di formazione di contesa si occupa sia della formazione
Del del settore pubblico sia della formazione del settore
Privato ecco in questo contesto dovrà essere un po'super partes e qui dobbiamo vedere le cose sotto un profilo vero della fabbisogno dei lavoratori e su questo progetto che
Consult
Che cosa intende offrire al sistema
Allora innanzitutto noi vogliamo offrire come con sale come CONFSAL forma un sostegno concreto alle azioni intraprese da prese dalle federazioni aderenti a CONFSAL l'evento di oggi per esempio è una testimonianza siamo qui
Perché abbiamo avuto l'opportunità di essere
Amministratori di
Un Fondo interprofessionale fondo con molti altri diciamo collaborato all'iniziativa Richard dato la possibilità di portare
La nostra voce e anche nostro progetto che diporto e ditelo subito
Ma la cosa importante non è
Essere presenti ma
Essere presenti costruttivamente essere presenti e portarvi qualcosa che
Possa effettivamente servire ai lavoratori di conseguenza
La
La con saggia da tempo ha fatto una politica di attenzione ai fabbisogni dei lavoratori noi nella con la nostra presenza nei fondi interprofessionali ne abbiamo tre
è vero che siamo soci con i datori di lavoro ma facciamo gli interessi dei lavoratori quindi quando
SIS si distribuiscono denari per la formazione continua dei lavoratori siamo molto attenti
A quello di cui ha bisogno effettivamente lavoratori che non sono soldi in più sullo stipendio che servono ma sono competenze in più e in qualche caso anche competenze
Da rigenerare in quanto molti lavori nel settore deve anche del pubblico impiego
In modo particolare a imprese pubbliche impiego molti lavoratori sono in un soli scienza di competenze
Cioè non hanno più la possibilità di lavorare perché non hanno più le competenze adeguate per accadere dietro per esempio all'innovazione tecnologica agli strumenti degli tendere dell'informazione della comunicazione ci sono mille problemi e su questi problemi
Noi che cosa facciamo cerchiamo di
Realizzare anche progetti
E cerchiamo anche di intercettare linee di finanziamento per trovare i soldi perché parliamoci chiari qui non ci sono soldi per fare la formazione
Tutti parlano
Che dipendenti del pubblico impiego impiego devono essere informati se voi andate a vedere su quale capitolo questi soldi della formazione a distanza non riusciamo a capire dove trovarli
Quindi da una parte serve la formazione e dall'altra non abbiamo i soldi per farla quindi il lavoro che fa
Con sala assieme alle federazioni e quello di reperire le risorse finanziarie ed è per questo che realizziamo progetti
Direttamente con la Comunità europea ed è per questo che partecipiamo ai tavoli deporrà evidente alla programmazione regionale dove in qualche modo facciamo progetti
E il regionali quindi cerchiamo di realizzare attività progettuali che ci portano qualche beneficio di
Denaro per fare la formazione sia al pubblico impiego che al private privato impiego
I fondi interprofessionali per noi sono una risorsa veramente incredibile voi dovete pensare che
So ce ne sono ventisette di fondi interprofessionali Ida in Italia di questi
Soltanto tre sono autonomi nel senso che ci sono soltanto tre fondi che
Sono
Di
Proprietà di un datore di lavoro privato che non è la Confindustria che non è la Confartigianato che non è la Confesercenti eccetera possono strutture minori è di CONFSAL
Quel beneficio considerate che von al comma è il terzo fondo interprofessionali in Italia il primo fondo interprofessionale in Italia e formazione folle ai suoi fondi impresa che è gestito da CGIL CISL e UIL e
Confindustria
Il il forte che che gestito da Confcommercio CGIL CISL e UIL che gestiscono i soldi della formazione dei dipendenti del privato impiego
Cont sarà e ci fa al terzo posto con duecentosettanta milioni di
Ha lavorato
Agli al alle spalle rappresenta il terzo fondo che gestisce il sistema di formazione continua in
In Italia ecco
Ecco perché la presenza di oggi che cosa vogliamo fare e quel fondo il fondo infondo particolari oppure la CONFSAL e molto determinata armi il consiglio di amministrazione quando o
Quando bisogna spendere i denari per noi è un capitale
Formativo che deve andare al lavoratore ecco in questo senso
I lavoratori non ha bisogno soltanto di una formazione tout-court ma ha bisogno quasi sempre di progetti mirati
Per
La crescita professionale e anche economica all'interno delle imprese in cui opera ecco sotto questo aspetto il nostro
Diciamo fondo
Ci ha garantito un progetto quadro all'interno del quale ci sono delle azioni sperimentali che noi possiamo fare
Ecco nelle azioni sperimentali e noi stiamo cercando di fare interagire il privato impiego con il pubblico impiego perché purtroppo il pubblico pubblico impiego non al versamento del contributo zero trenta per cento per la formazione continua quindi non ha i soldi
Allora limita il l'avevamo preannunciato prima il progetto completo che portiamo quale la costituzione di una rete di imprese per la formazione dei detenuti lavoratori
Impegnati nel sistema produttivo aziendale quindi la nostra idea e di raccogliere
Perché in prese
E di portarle all'interno di un progetto che sperimenteremo attraverso il fondo folla con
I destinatari saranno le imprese le imprese in particolare le imprese sociali quelle che versano lo zero trenta per cento per essere precisi e
I penitenziario le casse stesse perché ovviamente il rapporto come sindacato forza
Come confederazione fare noi lo vorremmo con le case penitenziaria non
Con l'impresa e perché il progetto e per loro
I benefici per i beneficiari saranno lavoratori detenuti interni esterni
Mi diceva la dottoressa e lavora però anche i lavoratori di
Della Val della polizia penitenziaria quindi se dobbiamo spendere dei soldi per la fondazione Donato spendiamoli sì per i detenuti
Lavoratori ma cercammo di
Spenderli e di ottimizzarle anche per i lavoratori tuoi iscritti al nostro sindacato perché ovviamente io per loro lavoro
Le sedi saranno le case penitenziarie evidentemente o le imprese che avranno aderito
A farlo formazione invalido
Quell'oggetto l'oggetto della realizzazione di piani formativi per lo sviluppo di competenze dei sistemi di integrazioni impresa
Carceri
Quindi vogliamo cercare di da aggiornare all'interno di questo di questo concetto l'obiettivo è integrazione sociale dei detenuti nella catena del valore
Dell'impresa delle imprese che venivano della Rete quindi è ovvio che dobbiamo inserirle a tutto
Campo nel sistema produttivo perché la motivazione che più grande che può avere un lavoratore e quella che è quella di sentirsi efficace efficiente come diceva lei viene il sistema produttivo allora la Rete
Deve fare questo l'obiettivo deve vere che dobbiamo perseguire questo perché se la buttiamo via soldi
Non ne abbiamo poi neanche da buttar via oltretutto
Lavora lavori ho finito e interna ma è la motivazione sarà l'avallo valorizzazione della persona attraverso una crescita professionale
Mirata all'inserimento assistito nella mondo del lavoro perché ovviamente qui c'è un inserimento da fare quindi probabilmente c'è un lavoro in più e bisogna fare
Quali sono i corsi che vogliamo mettere in piedi attraverso questo progetto
Ecco uno dei corsie
La figura l'istituzione della figura di manager del sistema di iterazione produttiva tra imprese e case penitenziaria cercare di
Dare competenze di management ovviamente a persone che sono
All'interno del un sindacato
E che avranno il compito di essere di fare da trait d'union tra impresa e
Vi è i lavoratori tra impresa informazioni tra i lavoratori e forme e formazione un altro produce un altro corso di formazione all'interno di questo progetto che è presente
Che presentiamo oggi è quello di
Formare dei chiudono aziendali ed è piuttosto interni perché una cosa e formare un tributo all'interno della scuola una cosa e formare un tutto all'interno dell'azienda che accoglie l'apprendistato
Tutt'altra cosa e scontare un fiuto
Che accoglie al detenuto casa soprattutto per quelli esterni di probabilmente bisogna intervenire sulla formazione un po'più specializzata e specialistica infine
Una formazione specialistica per il i lavoratori detenuti sulla base dei fabbisogni che le imprese Cividale
Quindi lo faremo soltanto piani formativi su fabbisogni espressi lealmente da dalle imprese che avevano aderito alla Rete affinché forniamo i lavoratori per le competenze che servono a loro ho finito
Le modalità che prevediamo per questo progetto saranno vista e quindi rafforzeremo di più l'on line interattivo soprattutto per allineare le competenze di base e poi portarli in un'Aula che non può essere un'aura
Di sabbia e basta ma deve essere un laboratorio deve essere un uovo fra voi formale informale e non formale entro cui
Stare lavorare entro cui prendersi le competenze non so la prende le proprie competenze si acquisiscono anche lavorando pura con la maturità soprattutto di abilità
Dentro le carceri e anche fuori per le aziende che vi hanno aderito il risultato finale quale dovrà essere del progetto quello di sperimentare un protocollo di gestione
Visto che è un po'di soldi ce l'abbiamo cerchiamo di stock di fare
Di sperimentare questa cosa qui facciamo che si è che diventi una buona prassi e di conseguenza poi da piazze Remo nel mercato nel giro di un paio di anni ecco questa è l'iniziativa che riporto a questo convegno vi ringrazio
Per avermi invitato e sono a vostra disposizione
Catanzaro grazie
Senza
La
Bene siamo arrivati quasi al termine del convegno mancano ancora due interventi
No no
Precisazione però la vorrei fare non è vero che
Quando il detenuto entra in carcere finisce la sicurezza
Questo lo dico rispetto a un intervento all'intervento che ho sentito prima perché
Se perdiamo di vista il fatto che all'interno del carcere anche all'esterno bisogna fare sicurezza
Abbiamo perso di vista tutto
è vero l'obiettivo fondamentale il recupero del detenuto del condannato perché poi qui dobbiamo anche distinguere ma
Se ci dimentichiamo del ruolo fondamentale della sicurezza
Perdiamo di vista alcun obiettivo importante perché in carcere ci sono nove mila appartenenti alla criminalità organizzata
Questo la dice lunga livello di sicurezza etici che ci deve essere
Quindi non ci dimentichiamo di questo
Per non parlare poi di tutti gli eventi critici che ci sono ogni giorno nelle carceri
Quant'altro
Questo
Ritengo che andasse sottolinea
Altrimenti perdiamo di vista uno degli obiettivi fondamentali dell'esistenza della polizia
Detto questo do la parola al dottor Gianni Trevisan e che Presidente di cooperative il cerchio
Venezia
Anch'io
Ringrazio i sindacati non accettato questo invito in modo spreco positivo perché nella mia vita lavoratori di lavoratore io ho fatto trent'anni sindacati
Ed ero sindacalista
Della Coccinella dunque
Sì operare a Venezia
Negli anni settanta ottanta cioè quaranta mila lavoratori di Porto Marghera un'esperienza
Stupenda perché mi richiamo a questo
Perché fra i miei incarichi mi è stato dato il compito di avere un rapporto con la Polizia di Stato allora non era la polizia penitenziaria per la creazione del sindacato mani interno al pulizia
E non opinioni molto
Come si può dire non lo so da carbonari erario nuvole che nessuno diceva dove eravamo come eravamo è stata un'esperienza favolosa mi ha fatto crescere anche da quel punto di vista
Io voglio soffermarmi sugli aspetti positivi degli ultimi periodi io parlo per per la mia esperienza
Allora primo la settimana scorsa martedì scorso io sono stato in Irlanda visitare un cartellino al mese
Lì non c'è il sopra Foppolo Armento lei c'è le istanze che sono tre metri per due
Entrare in una cosa del genere era agghiaccianti
Senza servizi senza servizi igienici praticamente era l'isolamento da dalle strade della gente
Dunque
Come che dicevi anch'io condivido che dobbiamo vedere le cose più positive in casa nostra e capire che anche fuori ce ne sono molto più negativo
Io non voglio fare polemica non c'è nessun rapporto tra il lavoro e i tre tre euro i due euro dei tedeschi di quello che fanno in Germania non si vende nulla
Ed è un lavoro profondamente ripetitivo che non serve al
Riabilitazione dal punto di vista della
Punto
No e questo la mia posizione lei
La
Allora questi non sono all'interno del carcere
Lavorano per le PMI
Questa
Marina
Guardi
Comunque
Io io le dico una cosa sono io vivo adesso la mia esperienza relativo
La mia esperienza è questa
Il carcere femminile di Venezia ci sono settantasette
Persone erano cento negli ultimi due anni c'è stato anche un discorso di meno affollamento
Santa Maria Maggiore erano trecentocinquanta ed era veramente in carcere incivile
Incivile
E non non c'era alcuna possibilità di lavoro oggi sono duecentocinquanta attraverso
Una serie di interventi che sono aventi in questi due anni
Intravediamo per gli aspetti estremamente
Il lavoro
Da
Cinque mila cinque milioni che era nell'interno del dieci correggimi se sbaglio perché glielo
Non non sono molto preparati in questo
Mi è stato comunicato ottime settembre che non potevo soppiatto sopperire gli altri quaranta otto mila euro che avevo ottenuto da defiscalizzazione
E per il lavoro che era che avevo
Fatto lavorare gente non potevo barometri quarantotto
Abbiamo sforato dopo due anni ci sono stati dati allora gli ultimi due Ministri hanno permesso che
Da quattro milioni e cinque come dice lui siamo passati a un anno il tredici a quindici milioni e oggi da cinque milioni e dieci io spero che il nuovo Governo confermi
Tutto quello che c'è stato nel tredici
Cioè parlo del Governo nuovo e cioè Orlando
Mi soffermo sulla mia esperienza
Io sono entrato in carcere nove enti in cinque anni fa ma quindici anni fa
E l'appello Polizia penitenziaria tra quella di allora e la Polizia penitenziaria di oggi
Non separato
Da tutti i punti di vista
è migliorata dal punto di vista della qualificazione del rapporto con la gente dalla porta e poco con i detenuti c'è stato uno sviluppo
Formativo e direi anche culturale di questo settore soprattutto della Polizia penitenziaria che io dico che superiore alle abbia
Componente
Chiaro
Quando che noi siamo stati entrati al femminile e abbiamo aperto la la sanatoria e diamo lavoro a otto persone e abbiamo aperto la lavanderia dove diamo lavoro a diciotto persone
è evidente che c'era un lavoro su suppletivo del dei
Dei degli operatori
Ed è evidente che la vivevano anche consente di problematiche difficoltà
Vi garantisco nel modo più assoluto che oggi proprio per confermare quello che lui diceva sono molto molto più felice di quello che prima lavorano con grande felicità
Perché non è la stessa cosa avere un rapporto di creatività insieme a ed esperienza nove estesa cosa fare del lavoro ripetitivo e per esempio in sanatoria lavorare col Teatro la Fenice
Far sì che ci siano cinquanta questure evidentemente pericolo e non per i primi ma cinquanta costumi imperi
Per De suore il cinquanta per i fatti Virna ventina di cardinali cioè la Traviata c'è i costumi del
Del del carcere femminile
Venezia di questo è orgogliosa perché c'è tutta la città che assieme a tutto questo
Va bene che i prodotti dell'orto escono una volta alla settimana e vengono venduti alla porta del carcere e c'è la Polizia penitenziaria predice che tutto questo avvenga
è un fatto che ci fa crescere tutti assieme nel modo più assoluto
E la lavanderia sapere che noi
Andiamo a stirare finire le le
Le camicie verdi i le lenzuola del uno tre
A sette stelle o
Tovaglioli tovaglie per la risparmi tu cioè dove che chi si tu non puoi sederti perché colga cento e cinquanta è un pasto
Noi lavoriamo da quindici anni
Perché la nostra ormai è un una pronta ma cosa che siamo qualificati preparati non siamo secondi a nessuno
E siamo fortunati che a un certo momento a Venezia centro storico non c'è altre domande sono solo no
A noi abbiamo la pazienza e capire che
Anche la sicurezza come diceva il suo collega no è un fatto molto importante
Noi a volte
Entriamo con la mia zona sporca usciamo con le lenzuola pulite e dobbiamo stare due ore fermi all'angolo perché perché magari c'è
Che portano fuori al tribunale contatti e la detenuta oppure ci sono i parenti che stanno per entrare
E dunque c'è il pericolo che qualcosa vini le illecito entri e noi siamo per primi io per primo non voglio che siano
Il il le ristrette ho i miei collaboratori che aprono il Sacchi del
Dei delle mensola ma pretendo che ci sia uno della Polizia penitenziaria perché non desidero che ci sia
Mai e mai sospetti che da quella strada entra cose di tipo diverso dunque io per primo credo che sia garantita la la
Però tutti noi dobbiamo capire
Che a Venezia diamo lavoro
A
Ormai a centoventi persone
I
Sessanta sono impegna alternative
Ma quello che io sono profondamente orgoglioso sono dei trenta
Detenuti ex detenuti che da dieci otto nove anni lavorano con noi e che sono persone che hanno
Feriti ha conquistato la serenità di costruirsi una famiglia
Questo per me ho già risolto i problemi zitti sono in positivo con la mia vita
Tutto qui volevo dirvi con levo comunicarvelo presso devo andare perché è un incontro a Venezia con il Patriarca e per quello che ero comporta
Grazie
Volevo
Fare una chiosa come si dice in termine giornalistico dottor Bosco letto
Compito istituzionale della Polizia penitenziaria e la mission sulla sicurezza
Complementare e questa è un'altra cosa e trattamento attraverso l'osservazione ma primario il compito di questi nomi di queste donne e garantire sicurezza ai cittadini nel rispetto di quella che la persona detenuta
Voglio precisare perché sembra che
Dagli agenti di custodia Polizia penitenziaria legge riforma abbia cambiato le coscienze o la cultura sì è vero
Rimane come compito prioritario non
Il ribadire vigilando redimere
Ma soprattutto
Cambiare a cambiare aspetto porta aspetto sulle funzioni della polizia penitenziaria che è una mission per garantire sicurezza ecco ho precisato questo
Con questa chiosa
Non me le polemiche Nicola
Questo punto anch'io
Al

Ecco per chiudere questo convegno dopo siamo tutti invitati allo un coffee break che ci attende la parola va alla nostro amico Provincia ore il dottor sveglia un uomo che è sempre così in prima linea per quanto riguarda i diritti di tutti gli appartenenti all'amministrazione penitenziaria inutile che Broccadello presento
L'impiego l'ex
Rappresentante sindacale Segretario generale Dessì di per poi passato ha promosso Provveditore ha lasciato purtroppo ahimè un percorso nuove iniziative sia me che ci potrà portare
A ben altre
Mente ha lasciato giustamente perché il compito la funzione vogliono più Clodio poteva più consentire ma è sempre qui e nella sua nel suo animo alberga lei era sindacalista
Grazie farlo
Parlo in piedi perché così stanco e faccio prima
In verità per impedire a dire in cauda venenum c'è alla fine c'è il veleno insomma la coda
Finiamo questa
Questa questo giro di di di interventi importanti
Che per me sono stati anche edificanti sul piano
Delle
Possibilità che ancora abbiamo di
Forse di migliorare
Ho accettato di buon grado questo invito perché ho vissuto insieme alla Polizia penitenziaria la riforma
Conosco dottor Capece
Da tantissimo tempo da tantissimi anni vedo qua tante persone con le quali ho lavorato gomito a gomito
E quindi mi sembrava giusto doveroso ecco esserci
Un corpo che
Ha subìto in questi anni dei maltrattamenti perché attenzione esistono democrazia nelle carceri nel mondo penitenziario
La democrazia del dolore
La democrazia potrei dire anche della
Deprivazione si toglie a tutti si toglie e detenuti
Si toglie al personale
Si toglie a chiunque in qualche modo incroci il nostro mondo è questa e queste
Si toglie anche alle cooperative
E si fa passare per regalo ciò che sarebbe invece un Governo obbligo
L'altro l'applichiamo neanche le leggi non
Tutto ciò che riguarda
Mondo cooperativo la possibilità di esso di entrare anche all'interno
Di attività
Di carattere economico commerciale all'interno dello Stato che pure è previsto ecco io dalle molte volte in qualche modo
è passato
Cita
A voi è colmato motivo per il quale volevo videopoker perché c'era Rita Bernardini e l'ammetto non è addizione o perché non ci si è mia moglie quindi posso permettermi di dire queste cose no prego ma perché perché perché lo dicevo prima
Io personalmente devo qualche cosa come direttore penitenziario come operatori penitenziari Rita e a quanti come lei
Hanno provato a spiegare la difficoltà del nostro lavoro tutto in un contesto come spesso era facile abitare il colpevole se quella sette l'UDC di sette volte come riferisco al nostro
Era facile additare irresponsabile invita il responsabile c'è guardate voglio fa lezione perché non esclusivo ma
Esistono due parole
Che in qualche modo sono somme molto chiara di ciò che noi viviamo ordo Tung e ottuso sono parole tedesche
Ordinamento
Territorio
Se c'è un posto dove lo Stato e soltanto lunghe può
Metter mano
Dove gestisce in piena libertà ogni passaggio ogni momento della vita della persona
Quello è in carcere
Il problema che non soltanto gestisce la vita delle persone detenute ma gestisce anche la nostra vita alla vostra vita
E allora ogni cosa di buono o di cattivo che accada in quel
In quel mondo ha sempre ha sempre un attore
Una torre c'è sempre
Allora è troppo comodo
Dare la colpa al sistema
Dare largo un po'al fatto che c'è un momento di crisi dare la colpa disseminare le colpe
Ne sappiamo che c'è un colpevole un colpevole che devo dirlo per e anche questo perché per me è un fatto significa significante politico
Voi non siete più il sindacato autonomo di una volta meno non serve più essere cambiate
Quando vi ho conosciuto quando ci
Scontrava amo sempre guardandoci negli occhi il supper il sindacato autonomo della polizia penitenziaria che faceva
Sindacato
Sindacato
Oggi fa politica sindacale e naturalmente
Fa politica sindacale e vuole essere interlocutore nelle politiche di governo
Mica etniche poco prezzo è un passaggio e infatti anche il titolo Tirol del convegno ne è prova è vergognoso scusate e per questo che
Lo dico a me stesso che non si è io come Provveditore
A fare un convegno sul lavoro
All'interno delle carceri
Non è possibile che si vadano a realizzare norme
Senza che ci sia un confronto con quelli che poi l'enorme le dovranno applicare
Sapete a quante cose potremmo far riferimento sì si parlava di Braccialini elettronici
Non solo quanto e quanto fissi
Avremmo potuto finanziare
Il fondo
Per la produttività dalla Polizia penitenziaria con quelle risorse spese in tutti questi anni non lo so e lo so quanti altri risultati migliori avevo avuto era e se avessimo veicolato quelle risorse ad esempio proprio nel mondo della cooperazione
Lì dove la matematica ci dice che c'è un'incidenza
Di recidiva estremamente bassa ma ne siamo fatti strani alle piacciono nella mente e possibilmente arrugginite ecco
Non ci bastano semplicemente nella mente le vogliamo anche che siano vecchi possibilmente
Dicevo voi siete cambiati lo siete più sindacale dunque dei lavori parte questo però è importante e portante anche pericoloso per Roma quando pone delle domande non è ponete più in maniera generica
Avete difetto indicare anche delle soluzioni
Questa sempre è qualcosa che piace ecco perché come dire dicevano Napoli brogli aiutano
In effetti la confusione di non muoversi all'interno di un ragionamento sei più visibile tracciabile come spesso Rita Bernardini pretende lo prevedeva la parlamentare
E non ce l'audience oggi lo pretende da Presidente dei Radicali Italiani
E forse chissà forse in questo momento mi sa mi sembra che c'è maggiore attenzione preparato sono anche questo e paradossale che questo è non va bene così non funziona così
Il carcere
Cioè c'è in campo se vengono filosofo ma dice una cosa importante
Nel carcere parlano gli occhi
Voi lo sapete sto dicendo
Quando entrati l'istituto
Guardate guardate le persone e avete già capito se è una giornata a bordo ragionata cattiva se c'è qualcuno che sappia tagliarsi se c'è o quello che sta per protestare se c'è un morto di fame
è il motivo anche su tante cose proprio sono tanti tanti è vero le quote mantenimento un euro sessanta hanno sessantun è sessantuno centesimi lo sono rimasti mai
è vergognoso ma in effetti diamo un servizio che corrisponda quel prezzo quindi se vogliamo
Siamo laico non è che poi
Cambi tanto
Perché dicevo parano gli occhi
Perché soltanto le persone che stanno dentro l'istituto vedono apprendono e possono posso capirlo puzza io non so dico
Si può fare la legge che preveda che i legislatori quindi fa la norma
Passa una settimana in carcere non si può fare mettano dico è un'altra è una legge possibile oddio fanno di tutto per esserci e questo va detto pure quindi se vogliamo anche questo cioè per certi versi però però dico
Qualche cosa andrebbe fatto perché vedete
Quando ho iniziato a lavorare e
In maniera parallela ricordo erano oltre trentadue anni fa
Si parlava di riformare il Codice penale
C'era la la classica l'Alta Commissione pare che la Commissione non si nega a nessuno ecco la Commissione ministeriale che doveva decidere su come svuotare votare nostro Codice penale
Da allora sono passate molte commissioni
Invece questo codice penale
è diventato una sorta di Nantes ICE
Che anzi la fisarmonica che però produce una musica triste
Si riempie sempre di notte come se lei se non avessimo un un un pianoforte ma volessimo aggiungere un'altra nota un'altra nota però
Abbiamo le braccia corpi io perlomeno non arrivo assommare per voi sia Rivola dimentico tutte le volte che stanno qua e viceversa abbiamo creato un Codice Penale enorme
Pare che risolva problemi soltanto attraverso editti di reati
Non siamo stati capaci di costruire un sistema che
Desse il senso di certezza della pena ma certezza alla pena significa anche tranquillità perché una persona che viene arrestato dopo venticinque anni da quando ha commesso il reato
Ciò cosa dicono non funziona così un sistema logico non funziona così può arrestare il giovane che aveva spinto la vecchietta
E trovo semmai venticinque anni una persona Enza capelli una persona senza denti la persona completamente cambiata è una giustizia ridicola stanco e la giustizia ridicola di cui dobbiamo tutti quanti per Bologna
Al riguardo
Però ecco
Credo che nel senso di questo convegno fosse quello di
Fornire risposte la risposta dell'Europa
E la prima risposta rabberciato e forse la sintonia se vogliamo e questa è la Repubblica fondata poco dice affondata sul lavoro
E allora se la Repubblica è fondata sul lavoro anche sul sistema previdenziale dovrebbe essere fondato sulla certo
Il lavoro deve essere comunque sempre una scelta
Vera
Spontanea io dico di sì anche se difficile
Immaginarla tra le cose
Libere
Perché se dopo per vivere
Se per mandare dei soldi alla mia famiglia se per avere una buona difesa sempre comprami le sigarette devo lavorare in effetti l'acqua che compressione sulla mia volontà c'è mi pare evidente ma questo e nelle regole del gioco non sarebbe scandaloso
Quindi che il lavoro ci debba essere
Importante
Sarebbe stato forse molto più logico immaginare un sistema riduzione di pena che prevedesse guardate a dico forse anche rischiando fischi però ogni giorno che lavori dopo un giorno
Abbiamo cioè ma capivo
Lo capimmo per
Ma noi stiamo da qualche tempo costruendo e sostenibili che per certi versi dura ne parlavo così un mezzo di sorveglianza sono come dire
Incomprensibile non si capiscono tanto ecco anche quei quei non sensi i tre anni operoso su quattro anni sospendo l'ordinario situazione e se se e senza essere detenuto nodo o se siete d'accordo vada
La giustizia dovrebbe essere qualche cosa come un gelato so i gusti acquisto il gelato in maggio Gela
Non è possibile che
Pensi di acquistare un gelato e quindi ad una pizza e li pizze quasi ottanta sono pizze sia in senso
Come dire metaforico che se vogliamo anche in altro senso allora è importante
Cambiare Lecce senza
E questa decifrarli fattori diavolo dovevo di di di riuscire di continuare in questa operazione
Perché
è vero anche la questione di numeri
Non si può rimandare la discussione dicendo adesione è vero si diceva che in altri Paesi la porta le polizie previdenziale o perlomeno quel personale che svolga attività di sorveglianza
Può essere come numero diverso dal nostro addirittura molto più basse
è vero in Francia in Francia il personale che fa vigilanza e ben più basso del nostro così come anche nel Regno Unito così come anche gli Stati Uniti però però c'è un inganno
In Francia la Polizia penitenziaria non deve fare ciò che qua in Italia
Sono stati già come dire privatizzati o meglio sono stati sono stati conferiti al privato
Tutta una serie di servizi che sono considerati come dire indifferenti se vengano fatti in un carcere oppure vengono realizzate all'interno di una scuola ho detto una fabbrica o dell'ospedale ad esempio
Tutto ciò che riguarda le lavanderie la il vitto la mensa aziendale mensa aziendale
Anche in questo siamo molto uguale vero per gli agenti pediatri di cui paghiamo poco per il mantenimento proba simile in giro per le nostre mense
Personale anche la si vede che c'è la democrazia ecco uguaglianza la l'acqua l'uguaglianza si si percepisce immediatamente
Servizi come ad eventuali colloqui i colloqui dicono che vengono realizzati da Dada da sembra dal soggetto perché si considera il colloquio un servizio
Per cui la polizia vigila che tutto avvenga secondo regole
Ma
L'attività burocratica viene assicurata da personale che è un personale
Che
Svolge l'attività
Wim impresa all'interno dei sinti previdenziali pensate ad esempio la Francia vanto sono seduto bene circa centocinquanta istituti di questi oltre la metà sono in gestione a un al privato
Addirittura lo facevo delle ultime novità fuori gli istituti c'è una targa
Che la ben edificazione praticamente vi sono delle società che devono devono accertare che in quel carcere vengano rispettati i diritti umani
Sembra una fesseria noi cofano anche se va in una fabbrica in questa fabbrica si rispettano le regole per la sicurezza ogni anno ogni anno occorre
Che venga certificata
Per quell'istituto la congruità questo sistema all'interno delle regole
Allora
Evidente che se lo vogliamo risparmiare sul personale come numero
Ha messo che vuole si può anche cambiare un po'il modo di idea di di organizzare le nostre carceri significa che altri dovranno subentrare noi altrimenti qualcosa non batte qualcosa non funziona
è un discorso che si può fare è un discorso che si può
L'importante però
E che ciò che riguarda
La sicurezza
Rimanda
Fermamente il mandato Polizia penitenziaria
Perché io che mi so che sono segato se fossi detenuto avrei timore di non vedere un poliziotto penitenziario all'interno delle sedute
Avrei timori di stare in una cella dove sono i topi collegate sono ben più grandi di me
Avrete Imola abitanti timore non so quante sono andarteli Amma come dire a sottolinearlo uno per uno però voi però voi con la vostra esperienza e con la vostra pazienza forse mica
Allora è evidente che per se la polizia e simulato
Di sicurezza
è un simbolo di garanzia perché garantisce il mio diritto utile tenuto a vivere all'interno
In un contesto dove non sempre gli altri sono disponibili ad accettare le regole
Ecco per me è importante e mi basta la telecamera perché non ho mai visto una telecamera separò alle persone che vengano che che vengano alle mani non ho visto malate le capre tagliare la corda dicono che qualificarsi l'ho mai visto la telecamera
Fare le parti giuste nel momento dall'istituzione del Bitto allora
Adesione sicurezza è una parola strana questa questa che non espresso siamo sicurezza
E quindi Polizia
Per me significa la richiamo un pochettino alla significato etimologico
Polizia
L'arte del Governo del buon amministrare
E amministrare la cosa più
Quindi la sicurezza nasce dal bond amministrare la cosa pubblica se
Proposi fosse vorremmo avere il Paese invaso dalle polizie
In base ad occuparsi perché
Sarebbe anche perché diversi preoccupa
Voglio concludere
Ringraziando appunto l'invito ma soprattutto
Ecco chiedendovi di continuare ad avvenire infatti una
Un'attività sindacale che sia di governa mentalità
Cioè la capacità
Sapersi porre come soggetti che vogliono governare le cose
Prego governare le cose pubbliche governare questo corpo di Polizia penitenziaria davo suo fronte il fronte sindacale
E quindi anche vi ringrazio ringrazio per l'attenzione che voi dedicate
Ad esempio all'immagine
So che voi su questo siete maestri nel senso che
Sapere l'arte del comunicato
Non la la comunicazione come l'immagine propalata come l'immagine percepita come l'immagine consumata
Su questo su questo ecco credo che occorra
Forse
Fare di più fare quali
Perché è sconcertante che mentre gli addetti ai lavori sappiano
Apprezzare
Quanto fa la polizia penitenziaria ancora oggi si sia costretti a vedere talvolta
Delle rappresentazioni filmica teatrali letterarie che non fanno giustezza il sacrificio quotidiano dove potrei dire che come ho più visto
Gli agenti salvare le persone
Ricordo il caso
Di un l'ispettore che non ebbe a preoccuparsi nel praticare la respirazione bocca poca ad una detenuta che perdeva sangue
Tutti sono farla senza riuscirci
O di o casi in cui
I nostri agenti
Sono riusciti a riportare non soltanto in vita ma al PPR le persone detenute ebbene fa fa senso mi dispiace quando poi semmai vedi film mettono in televisione
Vedi che è l'immagine che ne esce fuori e sempre soltanto quella delle peggiori e questo non va bene non va bene perché questo fa perdere
Quella anche quella speranza che bensì diceva anche lì si è superato devono avere
Sperare c'è perdere la speranza di sperare e già una grande sconfitta e non possiamo permettercelo
Quindi grazie davvero
Grazie
Grazie anziani
Grazie grazie
Esso vogliamo
Mandiamo
Grazie grazie a tutti ringrazio radio radicale che ancora una volta seguito e trasmesso i lavori
Grazie a tutti per essere intervenuti per aver partecipato a questo importante convegno