04APR2014
dibattiti

L'Europa della solidarietà contro la crisi - Convegno internazionale

CONVEGNO | Roma - 10:10. Durata: 6 ore 58 min

Player
Convegno internazionale promosso da Network per il Socialismo Europeo e Laboratorio Politico per la Sinistra con la collaborazione della Fondazione Friedrich Ebert Stiftung - Italia.

Convegno "L'Europa della solidarietà contro la crisi - Convegno internazionale", registrato a Roma venerdì 4 aprile 2014 alle ore 10:10.

L'evento è stato organizzato da Laboratorio Politico per la Sinistra e Network per il Socialismo Europeo.

Sono intervenuti: Michael Braun (direttore della Fondazione Friedrich Ebert Stiftung), Lanfranco Turci (portavoce nazionale del "Network per il Socialismo Europeo"), Carlo
D'Ippoliti (ricercatore universitario presso la Facoltà di Scienze Statistiche della Sapienza Università di Roma), Ernst Hillebrand (studioso della “Ebert Stitfung” (SPD)), Sandro Scocco (economista), Stefano Fassina (deputato, responsabile nazionale del Dipartimento Economia e Lavoro, Partito Democratico), Danilo Barbi (segretario confederale, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Luigi Angeletti (segrretario generale, Unione Italiana del Lavoro), Laura Pennacchi (direttore de La Scuola per la Buona Politica presso la Fondazione Lelio e Lisli Basso), Roberto Gualtieri (parlamentare europeo e coordinatore del Gruppo S&D in Commissione Affari Costituzionale, Partito Democratico), Vannino Chiti (presidente della Commissione Politiche dell'Unione Europea del Senato della Repubblica, Partito Democratico), Franco Lotito (presidente del Network Sinistra Riformista), Nicola Cacace (presidente della società di business intelligence Onesis di Roma), Alberto Benzoni (presidente dell'Associazione Culturale Roma Nuovo Secolo), Felice Besostri (membro della Direzione Nazionale del PSI, avvocato), Paolo Borioni (storico, PhD all'Università di Copenaghen, membro della fondazione Giacomo Brodolini), Henning Meyer, Aldo Tortorella (presidente onorario dell'Associazione per il Rinnovamento della Sinistra), Pietro Folena (presidente dell'Associazione Metamorfosi).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Banche, Crisi, Economia, Europa, Europee 2014, Fisco, Integrazione, Mercato, Politica, Riforme, Sinistra, Solidarieta', Storia, Ue, Ventotene.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 6 ore e 3 minuti.

leggi tutto

riduci

10:10

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buone in Kurt Morgan
Iniziamo i lavori con
Cinque minuti di ritardo
Sulla tabella di marcia
Io farò un'apertura brevissima intanto vi do il benvenuto brevissima perché poi sul contenuto del convengo sulla struttura ci diano a qualcosa Lanfranco
Io voglio far solo due brevissime considerazioni
Un po'più generiche la prima è che non ci facciamo neanche più caso ma l'Europa non viene più neanche festeggiata celebrata non vengono più ricordati le date
Europee per esempio il primo gennaio
Ricorrevano i quindici anni
Dall'introduzione delle horror non come nel
Moneta nel portamonete ma comunità verrà
Ancora usavamo il marco la Lear Rama già Ralli euro dal novantanove
Nessuno ci ha pensato a ricordare questa data
Proprio
Non ci sembra più una cosa da festeggiare anzi meglio se non ne parliamo che magari qualcuno potrebbe aver
Da ridire dare fare osservazioni magari poco carine quindi
E
Caduto perfettamente nel dimenticatoio questo
Fatto quel giorno non festeggiamo neanche più quando un nuovo Paese entra nell'Unione europea
Anche questo passa praticamente o sotto il silenzio come l'anno scorso quando siamo diventati Unione a ventotto china parlato chi l'ha festeggiato se penso ai festeggiamenti invece
Quando Cerra l'euro nel due mila due proprio come moneta sonante contante
Feste in tutta Europa celebrazioni e venti i fuochi d'artificio ma proprio nel senso della parola c'erano i fuochi d'artificio non se ne parla più non si festeggia più non si ricorda più
Silenzio tombale questa è la prima considerazione la seconda invece
Il nuovo su tutt'altro campo quando Renzi il Premier italiano è andato
A Berlino
Pochi giorni fa a poche settimane fa
Sì uno guardava questa visita dai due Paesi poteva accorgersi di una perfetta assimetria
Assimetria in primis nella
Attenzione e nella reazione di media io quel giorno seguivo invidia sia italiani che i tedeschi per quelli italiani la notizia del giorno la notizia maggiore
La stessa sera guardo il TG più importanti e Tedesco che prima in forma per venti minuti buoni sulla crisi in Ucraina
Poi parla della crisi in sé delle elezioni in Serbia trenta secondi poi dedica I PRIN pronta secondi alla visita di Renzi a Berlino
Vado sui siti internet della Franca portale che mai né per esempio lì c'è una pagina Unione europea l'ho pensato di magari un po'una notizia visto che sulla pagina di apertura sulla un patch non c'era nulla
Neanche una parola parlo sull'unghia
Pagina Unione europea il vero
Notizia elezioni comunali in Baviera
Questo per dirvi invece niente su Renzi a Berlino il seguiti scorsi che avranno fatto sull'Unione Europea una perfetta assimetria che si
Rispecchia anche
Nei conti inutili cioè se guardiamo poi i titoli che i giornali italiani
Tu giornali direttamente identici la stampa e Repubblica la Merkel promuove Renzi non
Non abbiamo neanche più un sussulto a leggere questi titoli
E non pensiamo neanche come si può con
Potrebbe essere un titolo Renzi promuove la Merkel
Non sappiamo perfettamente l'abbiamo internalizzato che c'è questa assimetria anche nei contenuti nei rapporti di forza
Cioè
Renzi si presenta dalla Merkel la Merkel sia già preparata con le slide di Renzi vite la sua conferenza stampa
Ma nessuno chiede le slide alla Merkel nessuno che dice Carra Merkel quale la tua politica quali sono le misure del Governo tedesco per
Per rimettere in carreggiata all'Europa per me rimettere in carreggiata magari la domanda interna della Germania Renzi che alza il ditino e dice non fatta abbastanza
Anche lì troviamo uno spostamento un cambio della situazione
Che ci dà un po'l'idea
Dove sta andando dove è andata all'Europa in questi ultimi anni e sono due riflessioni che volevo semplicemente lanciare qui che saranno sicuramente in un modo o in un altro anche
Fra i temi centrali
Del nostro dibattito di oggi con questo io mi fermo do la parola Lanfranco però permettetemi un ultimo appello
Siamo tante persone che oggi
Prenderanno la parola
E
Per dare l'occasione a tutti quelli iscritti a parlare poi di parlare davvero
Quindi
La
Sentita preghiera di rispettare i tempi di esserne stringati noi useremo anche il cartellino giallo e nel cartellino giorno rosso quando e se dovesse esterne Cesario
Grazie
Io innanzitutto ringrazio
Mica è il
Brown perché
è già entrato in media sedersi con questa breve considerazione sul clima
Che
Ad oggi le discussioni o le non discussioni sull'Europa valorizzato soprattutto perché senza il contributo decisivo della Fondazione Berthe non avremmo potuto organizzare questo incontro e non avremmo potuto avere
Tale importanti ospiti stranieri che interverrà nel nostro dibattito nel corso della giornata e che sono Hennig meglio della che dirige
Giornale visto social Europe da Londra
Stelle branda della Fondazione Berté di Berlino e Scocco Sandro denti di avvenne che un tenute anche di studi vicino al sindacato svedese non negando il cognome italiano perché
Svedese davvero
Insieme laboratorio politico quindi Pietro Folena che qui lo rappresenta e il nel conto del socialismo europeo abbiamo organizzato questo incontro
I raccogliendo la decisione nella promozione di numerose sigle che trovate citate nella locandina dell'invito ma anche credo
Qui e nel nel programma che appare sullo schermo numerose sigle di associazioni
E poi gli enti dall'area della sinistra socialista della sinistra cattolica della sinistra del PD e quindi insomma c'è
Diciamo un universo interforze intellettuali
E politiche che si colloca con chiarezza nella sinistra e diciamo pure ci dicono con chiarezza verso sinistra con un atteggiamento critico con un atteggiamento propositivo ma anche
Con la volontà di innovazione
Io cominciare con una considerazione che abbastanza
Possibile fastidio lo togliamo che abbastanza simile a quella che ha fatto ora mica stavo notando che siamo a meno di due mesi dalla dalle elezioni europee ma praticamente nel dibattito pubblico
Nazionale di patio Publitalia mettimelo ma ancora non è decollato
Nonostante badate che in questi anni dal punto di vista per il dibattito scientifico del dibattito culturale critico
Ci sia stato uno sviluppo enorme sia a livello nazionale che a livello internazionale
Le posizioni anche di formiche sono confrontate nelle sulla stampa internazionale sui media sulle riviste di ricerca scientifica e nelle università sono state veramente enormi
E tuttavia e tuttavia neve questo non si traduce ancora
In una dibattito a livello politico che abbia una struttura adeguata voglio ricordare che dibattito critico è arrivato investire i santuari del Fondo monetario internazionale una volta la culla dell'ortodossia la quota del pensiero unico
In Italia al momento in questa fase iniziale campagna elettorale le uniche voci che si sentono saperi usare un aggettivo pesante ma solo le voci sgangherate
E degli europeisti più duri piuttosto i cioè il la lega l'americana a novembre oppure in movimento oppure in movimento di critico sugli altri versanti al momento domina relativo silenzio quasi come che
Se desse per scontato che anche dopo le elezioni l'Europa deve continuare con sedici assegno misurazione deve continuare secondo i binari su cui ha marciato in questi anni
Si delinea ancora una volta il nostro Paese quello che è successo in altre campagne elettorali per l'Europa negli anni passati e cioè un uso improprio
Della campagna elettorale europea la campagna elettorale opera come una sorta di
Elezioni Mitterrand mettere misurare la popolarità il livello di consenso delle forze politiche specificamente su temi d'attualità della vita politica italiana
Cosicché in qualche modo paradossalmente si potrebbe pensare che da parte qualcuno si intenda misurare il prossimo esultato europee più per misurare il gradimento di questo
Fatemelo chiamare impetuoso corso riformista lì impetuoso neanche un po'ironico ma comunque di questo impietoso corso riformista sulle istituzioni che si è messo in moto
Negli ultimi due mesi nel nostro Paese piuttosto che perché a pire come le principali forze politiche come anche il Governo
Intendono far pesare i a loro voce nella costruzione di un programma e soprattutto di una prospettiva di nuovo politica di nuovo politica in Europa
La sfida con il rischio caspita il momento più forte che si vede e quella diciamo fra governa il Partito Democratico e il Movimento cinque Stelle
Che verosimilmente sono anche io credo i due protagonisti più importanti la prossima campagna
Tuttavia al momento sembra più una casa su chi più capace di interpretare l'onda
Di rivolta antipolitica che sicuramente dominante nell'opinione pubblica italiana piuttosto che di misurarci tra ciò che Grillo pensa dell'Europa e ciò che invece è pensabile il Governo può pensionate potessi visto in particolare il Partito Democratico questo è un rischio che bisogna assolutamente evitare che dobbiamo correggere diciamo se ce la facciamo nel corso della campagna elettorale
Così come
Anche i pronunciamenti seppure appunto parziali che finora si sono sentiti anche da parte del Governo sono ancora abbastanza ambigui cioè quando
Per riprendere alcune delle ultime
Espressioni usate dal Presidente del Consiglio densi dal mondo da o nei viaggi in Europa di questi giorni si arriva alla formula
Prima sistemiamo le cose in Italia facciamo i nostri compiti a casa poi affrontiamo le cose europee
Io devo dire che si adotta una forma che per quello che mi riguarda credo perché lo dico ad molti di quelli che sono in questa sala non è assolutamente soddisfacente
L'idea dei due tempi è un'idea irrealistica
L'idea che si possa anche facendo al meglio possibile i compiti a casa abbia una svolta poi da fare fruttare in Europa con
Qualche cambiamento politico europee e secondo voi e secondo voi in ultimo soia
In qualche modo non si può pensare
Che
Di affidare ad alte
Compito surrogatorio di ciò che anche noi dovremmo fare per cambiare le politiche europee dato Rato questo convegno
E dedicato espressamente per discutere il livello cui la Giunta la crisi in Europa
Discutere sulla possibilità
Se scopo la possibilità c'è anche chi ritiene che questa possibilità non esista sulla possibilità di cambiare le politiche neoliberiste delle destre che hanno avuto la maggioranza in Europa in questi anni
E interrogarci questa terza sessione su come il socialismo europeo si sta attrezzando a questo fine questi sono i temi che vogliamo oggi approfondire per mero dibattito che non è elettorale buona elettoralistico ma forse l'ambizione
Di fornire al
Prossimo confronto elettorale elementi di riflessione elementi di e valutazione anzi a questo proposito e
Ho l'obbligo di ringraziare radio radicale che mi risulta eccessivo registrando perché come sempre
Poi le registrazioni di Radio Radicale hanno funzione moltiplica felice circolazione di ciò che si discute in occasione dei convegni anche relativamente ristretti come questi
Io credo però che
La premessa tutto questo una sorta di cave Attilio pronuncia del Consiglio
La sinistra vede guardarsi dall'impostare la campagna elettorale unicamente hub meglio prevalentemente sulla contrapposizione europeisti conto antichi europeisti
Se ci facciamo catturare in questo schema la partita è persa in partenza vorrebbe dire lasciare molto spazio agli antieuropeisti ma soprattutto voglio dire compiere il famoso errore
Che raffigurata nella emanerà storia nell'immagine da poco in cui si dice che quando il saggio indica la luna la possono intelligente guarda il dito e non guardano l'un
Cioè in altri termini l'anti europeismo
è
L'espressione della Luna cioè l'espressione di una crisi che ha grande
Profonda sociale politica ideale che attorno che che che che che riguarda l'Europa
E oggi questo dobbiamo discutere non semplicemente da aprile pensiamo che una ricaduta di questa situazione che ha un effetto di questa ricaduta ma se vogliamo discutere di questo
Allora bisogna andavo le campagne tra le chiedo
Poi c'è una netta percezione della differenza fra i programmi della sinistra in primo luogo del socialismo europeo
E i programmi delle destre conservatrici se non c'è questa capacità di condurre su questo terreno la campagna elettorale campani trovare sprecata e anche per tutta
D'altro lato
Il campanello di allarme ed elezioni francesi di domenica dovrebbe dirci qualcosa in proposito
E voi dei civili e molto chiaramente che insomma e fare una politica che in nome della prudenza il nome di presunti rapporti di forza si acconcia seguire l'onda piuttosto che assegnare una lotta diverso non paga non non paga per lo meno le forze di sinistra non ripaga le forze di sinistra
Della loro per obiettivi di quello che dovrebbe essere
Noi abbiamo dato l'atto dei simboli precisi e delle politiche
E finora dominanti pensiamo la politica dello sterilità io
Confronto l'austerità all'immagine del cane che si mangia racconta
Cosa è successo in Italia in questi anni di Governi votate l'ostilità
Di Governi che hanno fatto della famosa lettera adito disse edite Draghi la lettera allora della Banca centrale europea della Banca d'Italia il loro programma pensiamo i Governi Monti e pensiamo al Governo letta
Sono stati Governi sostanzialmente che hanno messo al centro Italia i sacrifici sono stati anche notevoli e sono stati anche pesanti ma il risultato finale che famoso rapporto debito PIL ha continuato deteriorarsi
Perché la velocità con cui il PIL è caduto è stato superiore alla velocità dei tagli che nel frattempo si facevano anche sulla carne viva
Del Paese nato simbolo il fiscal Coppa
Naturalmente sempre da meglio nella prima sessione di questo nostro convegno badate il fiscal compatta
Io penso che sia questo punto
Eh
Dal punto di vista generale una minaccia terribile al futuro dell'Europa nel senso che se
Ci fosse davvero la capacità la volontà di applicare l'ha detto fiscal compatti gran parte dell'Europa diventerebbe secondo me un cimitero sociale
Ma comincio anche a pensare che anche i più duri sostenitore del fiscal compatto comincino a pensare che un bluff
Come diceva bene a me fa venire in mente il fisco e contribuente parliamo tanto ma mi fa venire in mente lo dico
Circolata traduzione per i nostri amici stranieri a quel carro armato Tanco fatto da questi
Pazzi di di di indipendentisti indipendentisti venne Tino della Serenissima
E tuttavia agisca con potere e sul tappeto ed è uno dei temi che dobbiamo discutere io credo che se la sinistra sa impostare le cose in questi termini è possibile alcun dialogo Corradi stralci prassi
Il cui programma lo sottolineo non è un programma ascrivibile al alla all'ambito dell'anti utopistico
è un programma comunque di riforma di questa Europa è un programma che si muove dentro questo Europa da riforma e questo è un punto importante per un dialogo tra forze di sinistra anche fra di loro diverso
Avrei quasi finito certo ventuno che vediamo oggi è evidente anche con le cose che ci ha ricordato quindici anni dall'ingresso dell'euro o nell'euro vediamo anche
La distanza enorme fra le aspettative e i risultati
L'Europa e d'Europa e che è stato pensato i nostri padri e dei nostri progenitori euro dopo dopo se come verranno mondiale d'Europa che volevano rinunciare
La pace e lo so io sa la solidarietà fra i popoli europei la difesa della democrazia e della giustizia sociale
Oggi
Siamo lucernaio che ha radicalmente diverso da quell'aspettativa
E dopo lei ha avuto questi problemi non sono migliorate ma si sono aggravati io devo dire questo opinione del tutto personale
Fatta col senno del poi perché poi se ricordo bene o anche deputato quando abbiamo approvato gli atti relativi all'euro che avere adottato levo senza avere costruito preliminarmente le condizioni di un governo economico
E quindi politico dell'Europa è stato detto a posteriori unito dove questo vuol dire che ci post montate all'euro dopo quindici anni come se fosse un giocattolo fatto con il rito ma non c'è dubbio che bisogna cominciare per il coraggio di uscire
Da una retorica europeista che in Italia domina dai miei che non parla più
Al grosso più l'opinione pubblica per chiamare le cose col loro nome sono abbiamo questo coraggio intellettuale difficilmente siamo anche credibili nell'indicare le condizioni di una svolta e di una alternativa
Abbiamo una banca centrale che non è stata perché è stata rifiutata di pensata sul modello della Fed americana o della Banca Centrale d'Inghilterra e le differenze le misuriamo quotidianamente nero perfetti
La cura che viene ancora proposte quelle che abbiamo ricordato prima che sette tutto questo
Minare la fiducia nell'Europa di ampi strati popolari non ci deve stupire
Noi dobbiamo porci a domanda di come recuperare della fiducia e questi strati popolari non facendolo la predica moralistica sul fatto che
Politicamente non corretto critica d'Europa ma sapendo avendo la capacità di prospettare loro un altro
E infine
Il socialismo europeo
La candidatura di Schulz è una cosa molto significativo non solo per il valore
Della della sua personalità politica ma perché per la prima volta i partiti socialisti progressiste tua pensi per esempio con un candidato unitario
Eletto democraticamente democraticamente relativamente alla struttura dei partiti europei come sono oggi che unifica quindi la battaglia anche simbolicamente la battaglia delle forze assiste in Europa e l'altro punto importante che c'è un programma
C'è un programma del Partito del socialismo europeo approvato nel Congresso fra l'altro il diploma
E ne parleremo nella con con la relazione
Di caldo di polsi che comunque è un punto di partenza molto importante ma attenzione ricordiamoci sempre il socialismo
E intanto
Con il movimento dei lavoratori col movimento dei ceti popolari
O il socialismo non riesce a recuperare questo spirito
Oppure
Se lei sta in qualche modo identificatori non una e dite di classi dirigenti europee
Abbastanza fra di loro muovo che che hanno gli stessi vigili che allo stesso modo di pensare il socialismo col rischio di uno del futuro nel prossimo nel prossimo
Nei prossimi anni io credo anche se molto importante ho finito ricordare che
E recentemente il PDA sciolto finalmente il nudo dell'ingresso del Partito Socialista più dopo incertezze titubanza incomprensibili e voglio dire per la storia e per le origini di questo partito ma lascio
Lasciato conoscere taglio sicuramente più spregiudicato degli altri in tutti i sensi più spregiudicato però ha sciolto questo nodo questo comunque è un fatto importante perché dovrebbe indurre
La cultura politica del PD e il dibattito del PD ha un orientamento che si confronti più in modo ravvicinato con ciò che si dice si discute nelle altre e componenti del socialismo all'occhio grazie
Pag due
Allora lo di polizia diamo la parola
Carlo di politica per l'introduzione della prima sessione dall'austerity al social competenti
In seguito parleranno anzi celebrante si va da Berlino e sanno Scocco
Tale Stoccolma
Dalla Svezia e poi di nuovo una voce italiana con Stefano Fassina questo per cominciare
L'inizio della sessione prego Carlo
Buongiorno a tutti a Napoli è stato chiesto di preparare la presentazione che non contenesse grafici o numeri quindi solo una volta trasferito a questa regola lascerò il palcoscenico
Presentato di stranieri ben più bravi di me
Nel frattempo penso l'avete visto c'è un documento in distribuzione chiamato l'Europa della cooperazione contro la crisi che è quello come della solidarietà scusate
E che è quello che cercherei brevemente a di presentare ora purtroppo non è stato mi credo distribuito interruzione Peroni esistenti
Esiste anche traduzione ok
E mi permetto di fare alcune commi conclusioni finali in cui vorrei confrontare questo documento derivato da una serie di associazioni quelli che
Sono scritte lì più le altre scritte nel programma con il programma il manifesto
Il Partito socialista europeo per le elezioni che sta arrivando dunque il punto di partenza del nostro documento è la crisi nonostante sentiamo quotidianamente parlare
Di ripresa perfino la BCE ieri ammesso che qualche problemino c'è qui mi sembrava così evidente l'argomento che non è qualche affatto l'eccezione di non mettere i nomi dei grafici
Basti dire che per esempio in Italia secondo le più ottimistiche stime torneremo i livelli disoccupazione il due mila sette che già non erano positivi non prima del due mila ventitré quindi non stiamo parlando di una generazione perduta parliamo almeno di due generazioni per tutte
A
Questo a delle parlato delle ricadute anche negli Stati Uniti e nel resto d'Europa ma
Ci arrivo tra qualche minuto
Ora a fronte della crisi come sappiamo la ricetta europee a è stata fondata principalmente da tre per i tre pilastri sì
Cellulare
Tre pilastri dunque ufficiali
E uno ufficioso a a quelli dichiarati sono come è noto l'austerità
Le riforme strutturali cosiddetti compiti a casa a cui ha fatto riferimento non Franco quello ufficioso al fatto che quando la situazione sta sempre d'arrivare un punto di rottura viva la ci è ci mette una pezza a volte anche si tira chi andò un po'quelli che sarebbero i limiti giuridici previsti dal suo statuto e meno male che che questo adesso gli è permesso
Normalmente da sinistra la critica a questa strategia è non funziona ad esempio vedete l'austerità vorrebbe ridurre il debito pubblico e invece a livello europeo i debiti pubblici coazione a salire
Questa critica secondo me è mal posta perché l'obiettivo vero dei nostri tampone necessariamente ridurre il debito pubblico e aumentare la disoccupazione
Detto così può sembrare una frase eccessiva ma ha una sua logica economica molto precisa
L'Europa al questo momento un problema di domanda come direbbero gli economisti cioè le imprese fanno fatica a vendere i loro beni è pronto servizi a un prezzo che garantisca un certo livello minimo di profitto
Ha purtroppo va beh c'è un problema con la freccetta
La risposta che dalla politica e dal lato dell'offerta ovvero si cerca di creare le condizioni appunto principalmente tramite la disoccupazione ma non solo la flessibilità del lavoro i compiti a casa
Le condizioni perché i salari si riducano sia in termini reali sia in termini nominali soprattutto nei Paesi cosiddetti in crisi
Perché l'idea è coalizioni salari le imprese potranno recuperare un po'di margini di profitto auspicabilmente ridurre i prezzi e quindi reputo e competitività in questa maniera dovrebbero accrescere le esportazioni ed ecco che torna quindi la domanda per i beni prodotti dall'impresa e quindi una politica dal lato di offerta perché indirettamente dovrebbe produrre domanda
è la ricetta non particolarmente scandalosa che hanno adottato tantissimi Paesi anche europei inclusa l'Italia indizi fasi dell'lo sviluppo non ci sarebbe niente di male
è quello che gli economisti chiamano la strategia di una piccola economia aperta senonché l'Europa non è piccola non aperta questo è uno dei problemi fondamentali anzitutto
Sì grandissima parte del commercio internazionale dei Paesi europei è fatto con altri Paesi europei
Quindi nel complesso l'Unione europea
Le le esportazioni nell'Unione Europea giocano un ruolo economico molto minore di quanto giorno per ogni singolo Paese
è che la compone spesso che cosa significa significa che la competitività di cui parlavamo è un modo con cui i Paesi europei fanno concorrenza a se stessi
Si fanno concorrenza tra di loro e questo ci conduce al primo problema normalmente il modo con cui gli economisti contano misurano la competitività è chiamato
Costo del lavoro per unità di prodotto non non entro troppo nei dettagli tecnici
è una sorta di tasso di cambio perché dico questa metafora e importante perché il tasso di cambio è sempre rispetto a un altro Paese il dollaro rispetto all'euro per esempio ora se tutti i Paesi europei
Contemporaneamente fanno la stessa politica di riduzione dei salari nessuno migliora il suo tasso di cambio rispetto a qualcun altro i rapporti relativi tra di loro rimangono più o meno gli stessi
Non non ho qui i dati ma la Grecia ha ridotto i salari porto dando tesserati la Spagna ha ridotto i salari quindi il miglioramento di competitività che può essere solo relativo
è necessariamente molto minore se tutti fanno contemporaneamente la stessa cosa abbiamo qui un ospite svedese penso ci parlerà anche
Del dei casi di successo che è stato costituito dalla dalla crisi che la Svezia passato inizi anni novanta
Beh
Un conto è quando un solo Paese fa una certa cosa e vedrete che egli ha funzionato un conto è quando tutti pensiero pay cercò di fare contemporaneamente la stessa cosa
Quale l'altro problema che dicevo non solo le complesso ed europea
Non ha non è così tanto fondata sull'esportazione in quanto i singoli Paesi ma anche il problema che le Unione europea e la più grande economia del mondo nonostante ogni tanto ce ne dimentichiamo se non a sorte di sindrome da Peter Pan
Tra gli europei il resto del mondo non produce sufficiente domanda per permettere all'Europa tutta insieme
Di crescere esportando verso qualcun altro c'è la famosa metafora di Krugman e sulle esportazioni verso Marte che è inutile anche ripeterla perché è stata addetta ormai fin troppe volte
Ora quale sono le conseguenze di questa
Linea politica che quindi è chiaramente fallimentare già dal principio
Ho citato la disoccupazione l'unico dato su cui appunto faccio un'eccezione alla regola che mi sono dato è quello sui cosiddetti vuoti in pulsa persone che lavorano ciò nonostante sono povere
Siamo arrivati al dieci all'undici per cento in Italia al nove per cento sia in Europa che nell'eurozona ora se perfino lavorare non è più un modo per uscire dalla povertà questo è veramente un disastro
Perché dovete spiegarmi allora come può qualcuno fare qualcosa per migliorare la propria condizione
Ora di fronte a questo è del tutto evidente che non si può come diceva non Franco aprioristicamente condannare e non comprendere quali sono le cause delle spinte populiste nazionalistiche che sono fortissime e certamente non sono in Francia
Mi permetto di dire che qui in Italia ne sappiamo qualcosa e anche le prossime elezioni europee molto probabilmente potrebbero dare qualche esito di questo genere
Sono d'accordo anche con la posizione seppe spessore Lanfranco che il nemico non è quello non è il populismo in sé e ma è le politiche sbagliate che CIPE penso insomma capirne brevemente accennato austerità compiti a casa riforme strutturali
Che hanno generato questa sofferenza Casson volta genera populismo
Di fronte a questo
è evidente però che le risposte populistiche non bastano non sono una soluzione sia nelle versioni cosiddette estreme noi ad esempio nel netto che per il socialismo europeo non abbiamo necessariamente a
A priori come viene fatto
Anche per ragioni realtà molto seria economiche rifiutato di immaginare degli scenari estremi di crisi tipo uscita dall'euro che è è un un tabù dovunque giustamente perché se si fa non si deve annunciare prima
Però al
Anche prima solo di pensarci
è evidente da qualsiasi analisi economica che uno scenario di quel tipo non si può fare senza enormi sofferenze per le classi lavoratrici e per le classi medie
Quindi prima di arrivare a una cosa del genere si deve cercare per un imperativo qualche altra soluzione
Allo stesso tempo le cosiddette ipotesi diciamo moderate quindi la rottura dei dei vincoli per esempio l'OPEC riguarda il deficit soprattutto per Paesi come l'Italia c'è soprattutto per quelli che avrebbero più bisogno di farlo è praticamente impossibile da delle regole attuali
Sia perché senza protezione di una banca centrale efficiente come diceva Franco i mercati finanziari non lo permetterebbero e sia perché il nostro vincolo estero e molto stringente che significa significa che non appena la domanda di partisse un po'in Italia
Ricorderemo subito avere un deficit dei conti con l'estero quindi
è evidente che anche le ipotesi
Tardi politiche moderate perché rompere le regole dove non è che sarà più moderato a livello nazionale sono molto problematiche alienazione c'è molto poco che sinceramente un Paese in crisi come Italia può fare
Per questo importantissimo sottolineare la necessità di una svolta a livello europeo
Questo è il senso del nostro appello che sostanzialmente si basa su tre pilastri il primo è la necessità di una grande politica di rilancio della domanda a livello europeo chiamateli come
Chiamata di progetti Ponzo chiamateli come volete ma senza qualcosa del genere che badate
Troppo spesso viene scambiato come un'ipotetica solidarietà da parte di Paesi forti verso i Paesi deboli non c'è nessuno bisogno ciò accada sono stati senza parere quali tecnici sono stati più e più volte proposti negli schemi secondo cui è possibile ad esempio
Immaginare dei programmi d'investimento finanziati o volo con indebitamento a livello rompere un po'con risorse proprie dell'Unione europea che non implichi erano necessarie necessariamente una redistribuzione tra i Paesi quindi non si sta parlando di solidarietà si sta parlando di uscire da una situazione che è chiaramente insostenibile
Perché
Non compagnie le prospettive politiche saranno saranno stabilire aspetti veri che si vadano a tre sessioni ma è evidente che l'Europa sta diventando da la più grande economia del mondo un angolo di mondo marginalizzato i in pieno declino
A una prospettiva di tentativo di rilancio che non preveda discuti Potì si distruttive con grandi sofferenze delle classi locatrice medie come dicevo prima il secondo pilastro l'abbiamo chiamato socio PACS
è una cosa in realtà molto approfondita anche abbastanza approfondita anche nel manifesto del Partito Socialista Europeo quindici ritorno da poco adesso vorrei falle solo una battuta poi chi è più interessato ovviamente letto il documento solo una battuta per far capire di che si sta parlando
Come è stato possibile salvare con fondi europei l'Irlanda senza in cambio pretendere la fine alla concorrenza sleale che l'Irlanda fa riguarda ad esempio tassazione delle multinazionali e delle imprese
Come è possibile utilizzare i soldi italiani e poi vedere
Verso per salvare che giustamente lo si è fatto e nonché
Per salvare le banche irlandesi che avevano dei delle ovvie difficoltà e Conte prete non porre nessuna condizione che cercasse un minimo di ristabilire una concorrenza leale
Questo antica azioni non è una questione di principio faccio solo una battuta ripeto poi chi vuole legge documento
Quando parliamo della crisi di Alitalia non possiamo dimenticare ad esempio che in uno dei concorrenti di Alitalia Ryanair
Che ha una tassazione di grande favore da parte dell'Irlanda e quindi evidentemente molto competitiva sei Salia le avesse accesso da stazione probabilmente avrebbe meno problemi
Terzo pilastro manifesto una riforma della finanza
Di questo in realtà e forse l'argomento su cui più si è parlato anche sulla scorta dell'origine della crisi che nasce negli Stati Uniti
è veramente necessario che investire nell'economia reale ritorni ad essere più profittevole che investire dei mercati finanziari se non si raggiunge cui esso i problemi siti creeranno
Ciclicamente e anche molto più più spesso di quanto si possa ritenere
Ora queste sono tre misure da attuare della nell'immediato
è evidente che nessuna singola misura singola spesa da sola può far uscire l'Europa da una crisi che come è stato più volte detto
Probabilmente la più grande del secolo forse la seconda solo dopo la crisi e la grande depressione degli anni trenta
Serve necessariamente più di una politica a bacchetta magica non esiste
All'interno di questo mix è necessario ci sono alcuni passaggi ulteriori che necessariamente richiederanno un po'più tempo di questo ne siamo ben coscienti
Questo può essere la modifica delle regole fiscali per quanto a lire definita a livello europeo quindi si può parlare di golden rule per gli Investimenti come ha detto Lanfranco il fiscal compatte sostanzialmente è un bluff
Nel senso che se veramente l'Italia dovesse ridurre di quaranta cinquanta miliardi all'anno il debito pubblico
Probabilmente sì si deciderebbe per una delle famose misure estreme che ho citato prima
Le le politiche industriali della concorrenza europee sono un problema cui non abbiamo fatto in tempo a citare il impatto transatlantico di commercio
Ma il problema vero su cui veramente si spera che Martin Schulz futuro Presidente della Commissione europea possa avere una qualche influenza e anche la procedura degli squilibri macroeconomici e in questo momento dobbiamo pensare ai singoli Stati europei come una squadra di calcio in cui ci sono undici portieri o undici attaccante cioè l'idea di coordinamento è che tutti debbono fare la stessa cosa contemporaneamente
è evidente che così o prendiamo un sacco di bolla oppure gioca in maggio chiamo in maniera molto zemaniano permettetemi questa
Questa metafora zemaniano
Un atto un vero coordinamento deve prevedere che chi ha bisogno di fare un certo tipo di politica possa farlo chi ha bisogno di fare un altro tipo di politica possa farlo faccio riferimento in particolare come è stato già accennato
Da Brown prima è evidente che i Paesi in sunto se devo rilanciare la la loro domanda ma di nuovo non per fare un favore a noi in quanto in quella maniera auspicabilmente aumenteranno un pollo le importazioni e le nostre imprese
Respirano un po'ma per loro stessi non è che in Germania manchino problemi di povertà di distribuzione del reddito di vuoti impulso a cui ha fatto riferimento prima un vero coordinamento non può prevedere undici portieri o undici attaccanti
Ora come confrontare le nostre proposte libero sono saltate tutte le immagina
Come confrontarle né queste proposte con quanto è previsto nel manifesto del PSE
Il manifesto che se è inutile nascondersi dietro un dito è un compromesso sia tra interessi nazionali parzialmente divergenti sia tra visioni ideologiche parzialmente diverse in questo senso va letto come un minimo comun denominatore
Di quello che più o meno dovrebbe far parte della piattaforma di
Politica elettorale di ogni
Partito aderente al PSI in
A livello nazionale per questo forse più interessante le poche volte in cui in questo documento che
Inevitabilmente un po'generico diventa più esplicito e andare a vedere cui
Che cosa in quali casi si è deciso
Di specificare alcune singole proposte in maniera più chiara dunque il primo passaggio sulle politiche fiscali è uno di quelli che veramente
Chiariscono che cosa intendo quando parlo di un documento un po'generico gestire i debiti pubblici con nuovi strumenti è una delle richieste previste nel manifesto
Così come ridurre i deficit in maniera sostenibile ed equa e mutualità le responsabilità i diritti
Chi vuole leggere qui gli eurobond può farlo chi non vuole leggerli può farlo questo è
Del tutto evidente
Più interessante secondo me e che sono citati effettivamente i pronte Ponza
Nel manifesto il problema è che sono citati solo in connessione come al necessita di stimolare le energie rinnovabili e la cosiddetta green economy si parla inoltre di buoni investimenti io non so bene che cosa possa significare rispetto agli
Cattivi investimenti
Il resto si dice andrebbe messo nello Ius garantire la garanzia di giovani quella possiamo dircelo chiaramente è una delle famose misure dal lato dell'offerta
Si immagina che semplicemente aumentando le proprie competenze facendo esperienze di
Formazione professionale o distruzione il disoccupato possa trovare lavoro come sa disoccupazione fosse un problema individuale del singolo a cui manca qualcosa e non problema dell'economia nel suo complesso che non genera sufficiente domanda di lavoro
Si parla molto e bene della regolazione e la finanza per fortuna si parla del settore bancario la necessità di porre degli adeguati separazioni tra banche commerciali e banche di investimento
Si parla anche del social dumping cioè la concorrenza sleale
In campo soprattutto di diritto del lavoro e di politiche sociali
Per fortuna viene richiesto un salario minimo si parla di standards minimi a livello europeo sui diritti sindacali antidiscriminatorie e si parla di un coordinamento delle politiche nazionali tra virgolette vero
Se vogliamo veramente spaccare il capello in quattro il problema è che del coordinamento delle politiche ma che economiche si intende vero in termini di valutare le conseguenze sociali delle politiche economiche
E già è un grandissimo passo avanti rispetto all'attuale Europa le nostre Rita si parla molto meno delle conseguenze tra partite vive tra Paesi diversi quindi ripeto il fatto che se la Germania ha sei Paesi surplus aumentassero può loro domanda sarebbe bene anche per tutti gli altri Paesi
Sostanzialmente il punto qual è non c'è una bacchetta magica magica come ho detto prima il Partito socialista europeo ci sono vari canta menti è importante cercare di soprattutto per un Paese nella situazione
Italiana di spostare un po'il baricentro di queste lentamente in opposizione
Più progressista di quanto potrebbe essere siamo ben coscienti che non basterà la Commissione europea chiaramente certamente guidata da Martin Schulz servono il Consiglio europeo
Qui possiamo anche dirlo chiaramente
Secondo me c'è un grosso rischio c'è un grosso problema di coordinamento non solo come viene a volte rappresentato
Da una faceva riferimento ai rapporti tra militare la Germania Renzi è Merkel ma gli stessi Paesi in crisi a non evidente problema di coordinamento quando la Francia
Continua a far finta di non fa parte del Club dei pixel quando la Spagna ripete noi non siamo la Grecia e l'Italia dice noi siamo la seconda
Manifattura d'Europa è evidente che
Il pericolo
Reputazionale no il danno di immagine che i Paesi pensavo di soffrire sui mercati finanziarie
Se si mettessero insieme a riconoscendo che siamo più o meno delle condizioni della Grecia
Viene percepito come incolmabile troppo forte questo e nel e un grosso
Ostacolo a un vero coordinamento che sarebbe necessario purtroppo le regole europee sono tali che senza anche il Consiglio europeo non si fa praticamente da nessuna parte però si deve da qualche parte iniziare importante che il siero pay mandino messaggio
Chiaro perché a livello nazionale purtroppo le strade possibili per un Paese intesi come della sono poche
Quello che serve è una svolta europea l'alternativa come scritto prima e la frammentazione dell'Europa o sociale con la difesa le di desertificazione in molti Paesi sia industriale che in termini di povertà
Come ricadrà cui citava Laffranco oggi o grafica questo
E l'altra alternativa dirompenti che di cui si parla poco per fortuna secondo me io sono un europeista ma questo non significa non denunciare
Come è stato detto nell'introduzione che il vero nemico sono le attuali politiche europee non sono i nazionalismi populisti quelli sono conseguenza
Grazie Carlo adesso ha la parola anzi le banche faccio presente che l'UE essendo di Berlino essendo stato in molti Paesi
Mannoni in Italia come rappresentante dell'ai reperti potrebbe parlare in spagnolo in francese
Parlerà inglese
Quindi chi segue l'inglese benissimo gli altri sono pregati di munirsi
Di di supporto tecnico
Grazie
Forte
Gli accresciuto attacca
Fresca ma presenta i cimiteri
Se
Fuori sorpresi
Prima di cominciare la mia presentazione
Vorrei fare alcune osservazioni prima di tutto vi ringrazio dell'invito è sempre bello essere in Italia è un Paese stupendo quindi grazie del vostro invito e poi ovviamente
Fornire vorrei rappresentare ciò di cui parlerò non parlerò della prospettiva tedesca
Della attuale le situazioni di crisi europea
Eletti come il Governo tedesco
Del Trattato di coalizione fra le le spie del sette uno ritiene che questa crisi dovrebbe essere risolta e affrontata
E quindi il ruolo della Germania nella crisi quindi per unna socialdemocratico ovviamente non è piacevole dover parlare di
Ciò perché
Se ho capito bene l'intera idea dell'Unione europea
Era proprio che nessun Paese in
Europa dovesse più essere pubblicato dal pensiero tedesco a fare qualcosa ad attuare una politica o o non attuarla quindi questo era un po'lo spirito la creazione della
Per un europea
Però per un gioco perverso della storia
Con chiamato euro noi questo ci troviamo di nuovo in una situazione in cui gran parte dell'Europa deve orientare la propria politica
E le proprie politiche verso
Ciò che i Governi tedeschi o l'industria tedesca le élites tedesca ritiene sia giusto questa Breast non è mai stata l'idea
Fondante dell'Unione europea e quindi non è un piacere do per
Fare questa presentazione perché noi socialdemocratici non vorremmo avere questa situazione
Ne
E quindi nonna ci piace vivere in questa situazione ma la realtà e che l'Unione europea di oggi
Il pensiero le concezioni economiche e politiche tedesche sono estremamente importanti per tutto il resto dell'Europa che vi piaccia o no e questo è motivo per cui
Adesso vi comincerà la mia presentazione
Ecco chic
E questa è una
Caricaturale di un
Un un giornale che l'Europa del sud quindi vi parlerò della discussione in Germania fra l'Europa sociale e contro austerità questo
E quindi il dibattito attualmente in presente in Germania quali sono le le interpretazioni tedesca della crisi dell'eurozona prima di tutto penso che la maggior parte dei tedeschi e ritengono che non ci sia una crisi dell'euro zona ma ci sono diverse crisi nazionali diversi Paesi
E queste crisi sono fondamentalmente l'espressione di
Cocktail di crisi nazionale quindi c'è l'Irlanda la Spagna ne ha
C'è la la la bolla immobiliare che poi è scoppiato nel due mila otto con la crisi finanziaria in Francia in Italia c'è un declino della competitività
Industriale che è il motivo principale della crisi di questi Paesi
Mentre per esempio nel Regno Unito cella l'ipertrofia del settore finanziario quindi la crisi finanziaria del due mila otto e della del settore bancario nella recessione che e ne è conseguita quindi comprendere la crisi e dell'euro zona non è non è semplice perlomeno quando si parla con d'élite economiche perché
Si ritiene che ci sia una diversificazione una diversità di critica si nazionali ma c'è un denominatore comune
La maggior parte di queste crisi e quindi lo sviluppo che ha portato alle crisi appunto all'introduzione dell'euro
Quindi l'euro che quindi poi a avuto delle de un'influenza sulla consumo privato
E quindi di investimenti produttivi che in realtà non sono per cresciuti perché sono rimasti assolutamente non allo stesso livello
Per un decennio quindi c'è stato un afflusso ridere di denaro c'è stato uno aumento di consumi ma non di investimenti produttivi quindi in Germania si ritiene che questa sia una crisi delle dei modelli economici e e quindi una crisi del debito pubblico inguinale generalizzata quindi ne parliamo spesso e ad quindi al centro del dibattito pubblico Rossini questo ha considerato un effetto secondario della crisi dei modelli economici nei paesi appunto che vivono situazioni di crisi quindi
Quando parliamo di questi problemi ecco abbiamo un diagramma di questo genere quindi l'evoluzione del costo del lavoro unitario si può vedere quindi qui abbiamo la Germania con la diminuzione del costo del lavoro unitario
Vedo rimasto stabile più o meno per un decennio mentre invece nei paesi e in crisi vediamo che questa curva cresce rapidamente è cresciuto negli ultimi dieci anni e questa considera una prova della insostenibilità dei modelli economici scelti da questi Paesi stanno perdendo competitività in modo
Drammatico
Al nei mercati inc
Dubbi interni ed esterni
Quindi quale sono le proposte nel dibattito pubblico tedesco come combattere la crisi fondamentalmente c'è un consenso
Le politiche di a sostenere Dio Stedile gli adeguamenti strutturali sono inevitabili quindi non c'è alternativa occorre attuare dei gli adeguamenti strutturali ECURIE cambiare ciò che non va nei Paesi in crisi quindi c'è un'impressione che le strutture economiche sono deformate gravemente per esempio in Grecia in Spagna
Invece a questa ipertrofia del settore immobiliare per esempio che nel lungo termine non è sostenibile in ogni caso
E
Il i livelli di indebitamento pubblico e privato in questi paesi non sono assolutamente sostenibili quindi occorre fare qualcosa poi
Si ritiene che
La maggior parte del della logica dell'austerità delle politiche della vostra vita non ci sono
Dire impostate dalla dalla Commissione dei mercati finanziari solo i mercati finanziari che hanno messo sotto pressione
Per cui lei misure di austerità atti e che sono state anche abbastanza stupide per esempio quando ho tagliato eccessivamente sistemi di voi di welfare e quindi si queste misure sono state imposte più o meno dall'ortodossia dei mercati finanziari
E poi ovviamente nelle precisi in Germania CEI che c'è una fissazione se vogliamo ci si fissa
Sulla questione della competitività internazionale quindi l'idea e che i Paesi in crisi devono assolutamente ristabilire la propria competitività internazionale perché
Hanno degli obblighi per il servizio del debito molto alti e quindi devono essere in grado di rispettare questi obblighi in futuro e per questo motivo devono
Registrare de un surplus per poter far ciò quindi quale l'Ampera il fattore limitante e l'Euro PA niente
Perché dal punto di vista storico la maggior parte dei Paesi adesso in crisi hanno operato delle sparuta azioni non effettuato svalutazioni per poter
Riconquistare una competitività ciclicamente sui mercati domestici interni l'euro che metta distrutto questo strumento tradizionale di che veniva attuato per riconquistare
Competitività adesso non c'è più un'alternativa occorre attuare delle
Riforme strutturali
Questo è un po'l'idea tedesca quindici c'è un dibattito sulle alternative all'austerità B in realtà si tratta di un dibattito molto debole c'era una comprensione sempre più diffusa che l'austerità da sola non può risolvere la crisi e siccome capisce sempre più che gli investimenti orientati alla crescita devono essere ora accompagnati la politica di adeguamento ma allo stesso tempo c'è anche un sino scetticismo generalizzato per quanto riguarda l'impatto e l'utilità a breve termine di questi programmi di investimento quindi
Quindi questi corridori di trasporto pubblici in Europa sappiamo che dalla fa sentire pianificazione alla fase di realizzazione dei per esempio di linea Alta velocità ferroviaria ci vogliano quindici anni quindi non sono qualora quanto ci vorrà verrebbero in Italia per avere l'alta allo Stato e dal mio né a Torino quindi parliamo comunque di periodi molto lunghi molto molto lunghi quindi questi tipi di programmi di investimento nelle infrastrutture
Ecco il problema e quindi questi programmi dei contesti nazionali ma anche nei contesti internazionali e che le persone sono scettiche non pensano che questo porterà poi a delle dei vantaggi nell'immediato
Quindi ci sono
Interi con concetti molto pochi concetti si parla forse di un Piano Marshall per all'Europa per esempio da parte dei sindacati tedeschi ecco vediamo il Piano Marshall per l'Europa è stata promossa dal sindacato de che bene e quindi ha un programma di sviluppo per l'Europa
Paola e quindi una programma di investimenti di sussidi
E del valore di circa duecentosessanta miliardi di euro all'anno e l'idea fondamentale quindi concentrare gli investimenti in sei aree centrali in sei settori centrali è ovviamente un pensiero molto tedesco
Nella sua impianto perché quindi centocinquanta miliardi di euro dovrebbe essere concentrati per trasformare il settore energetico
E questo forse sembra lei né chi vende la svolta energetica ovviamente più grande programma di investimento attuato in Germania negli ultimi cinquant'anni penso
Quindi il rendere verde la la prova la produzione energetica questo tipo di di programmi ma si parla anche di infrastrutture trasporti la banda larga e comunicazione dati infrastrutture telematiche politiche industriali
La motorizzazione della tessuto industriale eccetera però questo molto importante anche interessante
Quinti si parla anche della sede invecchiamento della Società per cui c'è bisogno di nuove in infrastrutture si parla anche di formazione di istruzione ma forse e anche la più interessante della dimensione dell'investimento l'idea di come finanziare questi investimenti quindi l'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie che
Secondo una visione o una stima molto ottimistica del del del sindacato dei che bene dovrebbe portare ha grandi risorse
E quindi questo poi tutto più interessante e quindi una patrimoniale del tre per cento per i grandi patrimoni che
Dovrete portare centocinquanta miliardi di euro all'anno
E che esser formerebbe un po'la la la base capitale del capitale per questi fondi europei che poi ad una volta essere quindi ci sarebbe possibile poi avere degli eurobond con acquistati dagli investitori e quindi di interesse che l'interesse che noi paghiamo su questi ponti su questi titoli sarà generato
Dai affinata detassazione finanzia le tasse sulle transazioni finanziarie qui questo un po'all'idea utilizzare i bond
Per appunto poi effettuare gli investimenti
Questi secondo le stime della dei che bene cash ci sarà anche un effetto moltiplicatore molto interessante di questi programmi per quanto riguarda gli Stati nazionali circa quattrocento
Milioni di investimenti privati quindici neonati da questi investimenti pubblici e quindi
Inoltre ottanta miliardi tira gettito fiscale a disposizione dei Paesi quindi
Questo è l'unico programma che io ho letto
Top
Che a un
Che ha delle delle delle stime dei calcoli perché in genere si parla di idee molto generali di piano Marshall eccetera questo è l'unico programma a mia conoscenza che veramente certa anti mettere nero su bianco delle cifre
E delle proposte finanziarie molto concrete ma
Siamo seri è un programma a buona un programma sicuramente positivo ma non è discusso molto seriamente nella dibattito pubblico tedesco
Quindi essi è sul tavolo però non è che la società tedesca stia discutendo accanitamente di questo piano a Napoli dea comunque
Quindi
Adesso
Per riassumere ovviamente la Germania è un attore fondamentale in Europa
Dopo molti anni di ignoranza dei redditi il la Germania comincia a comprendere
Che cui Clelia il dell'eccedenza non arrenderti lancia commerciale imminente europea è un problema molto serio dopo
Aver sentito per anni anni che questo surplus un l'ha subita dal punto di vista economico
Ma chiaramente non ci si faceva molti amici con questa posizione quindi dopo questo punto patteggiamento non soltanto nelle ne metti conservatori ma anche fra i socialdemocratici al CNEL
Nel sindacato ecco questo discorso adesso viene fatto anche a livello di Commissione europea anche con gli americani quindi le élites tedesche finalmente hanno accettato stanno cominciando ad accettare che questo surplus cosa eccedenza
Strutturale è un problema serio che deve essere affrontata in qualche maniera
E poi ovviamente della i paesi più indebitati hanno bisogno di deve dire il surplus a lungo termine e quindi hanno bisogno di tempo per poter risollevarsi questo ormai viene accettato
E
Insieme a ciò c'è anche un consenso crescente per cui la Germania
Anche un delle importazioni piuttosto basse e quindi
Che anche la domanda interna è un po'al palo qualcosa deve essere fatto per questo
Problema quindi completamente vediamo adesso cosa il Governo farà questo Governo farà per ridurre i surplus ad le espressioni per aumentare le importazioni e per avere una dinamica migliore della domanda interna ecco
Questo è quello che ho cercato di esaminare nel trattato particolare trattato che la coalizione e non non mi aspetto molto veramente ma il con il trattato tra coalizione un ultimo documento molto
Otto convenzionale e l'interpretazione della crisi anche molto convenzionale Elides la spiegazione che si trova in questo testo e che fondamentalmente nella
Crisi la conseguenza della insufficiente
Te competitività dei Paesi che versa in uno stato di crisi che la crisi di bilancio ha soltanto un effetto
Secondario di questo problema più profondo e quindi occorre Rita conquistare una competitività internazionale da parte di cui sì Paesi in crisi quindi e per riassumere quindi sempre la Santa medicina per il paziente non Teo quindi
Questo cito
A riforme strutturali per rafforzare la competitività
Politiche di consolidamento di bilancio di rilancio e rivestimenti questi sono e la triade ed è che viene sempre proposta per risolvere la crisi dell'euro zona
Quindi si tratta di un l'approccio economico ed ecco economico molto tradizionale quindi questa fissazione sulla prima aumento di competitività
Non norme non va trascurato perché questo
Il filo rosso o
Delle élite tra econometria economiche tedesche e che pensa non sempre e in termini di competitività a mirare a livello globale questa l'unica cosa che interessa loro quindi non tanto l'Europa
L'élite e vogliono essere sicuri che in un'economia globalizzata globalizzata quindi questi nove miliardi che vivono al di fuori dell'Europa ecco
Questi sono i saranno Illy parte più importanti e quindi la Germania vuole competere in questo nuovo scenario mondiale quindi questo la fissazione strategica a lungo termine della Germania
Quindi
Secondo loro il ruolo della Germania abbastanza limitato nel ruolo per risolvere la crisi ovviamente la la Germania è sempre pronto ad aiutare a dare una manovra anche dal punto di vista tecnologico
Per riconquistare la competitività vedete si tratta sempre di una uno filo conduttore quindi non
Chiaramente non viene mai si parla mai la Germania come me prestatore di ultima istanza si parla sempre di competitività mondi alle economia globalizzata quindi la Germania continua ad affidarsi ai suoi modelli degli ultimi venticinque anni quindi ESP forte esportazioni se guardiamo le cifre
Vediamo che essi abbiamo le cifre molto limitate per quanto riguarda gli investimenti quindi sei miliardi di
Investimento zero virgola sei per cento del PIL parliamo quindi di una di un pacchetto di stimoli veramente molto limitata molto scarso quindi che ruolo dell'Unione europea
Nel testo si
Si trova
Sempre riferimento a fiscal fiscal compatta quindi migliore coordinamento delle politiche macroeconomiche
Allo scopo di aumentare la competitività attraverso riforme strutturali e ridurre latente disoccupazione non non si parla di Coco in tv ritenzione dei debiti quindi come gestire il debito
Quindi si parla sempre veci di un principio di cauto responsabilità
Per il punto i debiti sovrani ci dovrebbe essere questo accordo contrattuale diciamo fra la coalizione e gli Stati e la che è la precondizione per ottenere aiuti da Bruxelles
E quindi per le call politiche di consolidamento e
Non c'è non ci sono nuovi strumenti finanziari che sono pianificati programmatiche imputo nel Trattato di coalizione idea utilizzare
I fondi esistenti io da a livello europeo della banca la ricostruzione dello sviluppo per i programmi di sviluppo a lungo termine o per altri programmi e che saranno messi in campo
Quindi
Quali sono le prospettive per i prossimi quattro anni dobbiamo essere molto chiari la Germania manterrà il proprio orientamento Tosi su una crescita trainata dall'esportazione e su questo concentrazione sulla competitività nell'economia globale quindi
La signora Merkel ci continua a ripetere
La
L'Europa al quattro per cento della popolazione mondiale venticinque per cento della produzione del PIL mondiale eccetera cinquanta per cento della spesa sociale
Quindi
Questo è il suo modo di di parlare degli squilibri in questa situazione devi di economia globalizzata quindi disse non riusciamo
Ha quindi ad affrontare questa economia globalizzata allora ci i problemi saranno molto gravi e quel pezzo per la sua opinione sia condivisa grandemente nell'opinione pubblica tedesca quinti non un
Quindi non ci sono cambiamenti i fondamentali per quanto riguarda il consolidamento di bilancio e le regole politiche Comito strutturale alle in
Perno dell'Unione e ci sarà questa forza notizia positiva uno stimolo della domanda interna tedesca ci sarà una partecipazione alla Germania i programmi di investimento dell'Unione
Comunque sulla base delle strutture finanziarie esistenti e quindi si poggia vedere niente il salario minimo è stato introdotto proprio per stimolare la domanda Inter
In Germania abbiamo visto anche
Inermi delle posizioni salariali del settore pubblico con un aumento abbastanza riportante dei salari
E questo ovviamente porterà anche a dei cambiamenti dei miglioramenti nel settore privato quindi penso che ci sia un'idea abbastanza diffusa nelle élite tedesche che occorre far qualcosa per
Tra
Dinamico segnalare e stimolare il mercato interno e soprattutto al TAR l'importazione dall'Europa zona quindi se in breve
Perché la situazione eh quella che perché c'è questo approccio così mio paese preservare da parte dell'opinione pubblica tedesca innanzi tutto la la gli umori politici in Germania sono i seguenti non abbiano regionali a terno torto nuovi abbiamo effettuato i nostri cambiamenti strutturali diamo stretto la cinghia
Abbiamo veramente fatto uno sta riforme per l'Agenda due mila dieci noi veramente abbiamo avuto una Conte di un mi mentre i salari per vent'anni in Germania
è quindi
Quindi noi abbiamo ragione
Ma ce l'abbiamo fatta e i surplus esportazioni indicano che noi siamo un'economia competitiva quegli atti devono seguire il nostro modello c'è anche un aumento dello scetticismo o diciamo che comunque la Germania rimane una se
Pro Paese ma è proprio europeista rispetto a ritardi tale di oggi per esempio tuttavia
E c'era un certo scetticismo crescente nell'opinione pubblica tedesca poi ovviamente c'è questo assunto fondamentale molto forte che si tratta di una crisi nazionale
Una di una crisi europea che è lì che la crisi eh il risultato di politiche sbagliate nei Paesi e quindi questi Paesi devono fare i loro conti che devono aggiustare le cose al proprio interno
E quindi non c'è una scorciatoia europea agli e aggiustamenti agli adeguamenti strutturali nei Paesi che versano in uno stato di crisi
E poi la situazione economica e sociale in Germania e abbastanza positiva tuttavia
Il tedesco perché non ha beneficiato in modo considerevole di questa situazione economica positiva c'è stata una stagnazione dei se vari per gli ultimi vent'anni rispetto ad altri e agli altri Paesi occidentali perché il il reddito medio del ed esponenti io
Quindi inferiore ecco dei Paesi dell'Est se guardiamo le famiglie
DEI raggio le famiglie abbiamo sicuramente m n è inferiore rispetto ad altri Paesi e quindi la gente non pensa di essere ricca la gente non pensano si sente di aver soldi da spendere per i vicini europei per esempio
Dopo appunto questo di questi dieci anni di pacchia di soldi facili euro facili perché e i tedeschi non pensano di avere questi soldi Igea i tedeschi non
Investono infrastrutture una senza strutture fanno schifo
E quindi il se idi tedeschi pensano che dopo dieci anni dopo anzi più di dieci anni di tirare la cinghia
Ecco noi vogliamo adesso assumerci la responsabilità per il comportamento sconsiderato di altri Paesi quindi fondamentalmente ecco questo e che tutto quello che vi volevo dire sulla
Sull'atteggiamento tedesco su come pensano i tedeschi mi dispiace sono stato un poco pessimista però ecco diciamo questo quello che volevo dirvi anche sulla base della situazione attuale del Trattato ricognizione grazie
Grazie
Come mi fanno in
Fondo del
Cuore
L'ultimo occhio ministri due visto il predetto sull'orlo Pucci fu conosciuto Chiurchiù
Per il film di
Grazie per questo quadro si è nonna ottimista senza altro realista che adesso ci dalla possibilità di vedere il quadro europeo con ma una maggiore conoscenza dei fatti e della prospettiva tedesca adesso vorrei dare la parola Sandro Scopco
Forma
Cultura di inciviltà ragione per cui
Mi capisce però parlava in inglese ovvero
Street privazione
La parola più
Il microfono
Si sa bene che io sia di origine italiana mio padrino infatti è
Di Roma dopo aver studiato architettura e si è trasferito a Stoccolma
Giusto
Era rimasto ma sto colma
Quindi era un momento in cui vi era una grande lavoro edilizio e Stoccolma
E quindi
Insomma a mio padre è rimasto lì dove ha potuto esercitare la professione di architetto adesso la mia presentazione a forse d'Italia è leggermente diverso
Ciò che vediamo o forse dovrei dare qualche informazione io sono un economista svedese il lavoro e da economista per diversi agenzia
Sono stato consulente per il Ministero delle democrazie Ortelle Bhiniss utero dell'industria del commercio
Quindi o buona
Formazione di economista politico ha lavorato a stretto contatto con il governo socialdemocratico
Come abbiamo detto precedentemente adesso il Governo
Di destra della Svezia più o meno una visione analoga a quella del Governo tedesco
Ma forse
La mia presentazione sarà leggermente diversa forse
Ciò che vediamo anche innanzitutto stiamo tornando a crescere e Svezia
Dopo una crisi importante abbiamo visto tutti i Paesi sono passati attraverso la crisi anche gli Stati Uniti a cui abbiamo la zona dell'euro
Ciò che è diverso fondamentalmente vediamo che nella zona dell'euro
Abbiamo tutta una sorta
Abbiamo delle riprese
Credo
Quindi dopo una crescita zero c'è stata una ripresa e la Svezia insieme agli Stati Uniti
In qualche modo a nonna hanno mostrato una buona risultato ma ha mantenuto una crescita circa del due per cento
Quindi forse uno dei temi interrogativi che dovremmo porci
Tre per quale motivo la zona dell'euro si trova così
Di pessima forma oggi
Pezzi abbiamo parlato della cosiddetta e con la mia della tigre svedese perché improvvisamente ci siamo trovati con una crescita del sei per cento
Ed il problema è che forse dovremmo vedere anche che cosa è accaduto primari questa crescita del sei per cento e questi è una slide in cui vediamo un vindice delle cento vediamo i Paesi scandinavi e possiamo notare su questa slide
Che ad eccezione della Norvegia armi e della Svezia tutte le altre economie ieri sono più piccole rispetto al periodo precedente alla crisi questo significa che siamo cresciuti ma è vero anche che irriso stato di queste economie hanno non ha sono così positive perché siamo comunque più piccoli rispetto al periodo pre-crisi le questo è vero anche per la Norvegia
Lo
Si discute molto
Del fatto che ci sia una bolla immobiliare
E negli altri paesi questa bolle immobiliari ancora non è scoppiata quindi forse ci aspettano cattive notizie
Quindi è facile parlare di crescita quando non è ancora scoppiata la bolla del settore immobiliare è molto importate tenere a mente questo no concetto che cos'è accaduto qui e perché innanzi accresciuti abbastanza ho qui una slide
Vediamo
Inadempimento la disoccupazione
E
Di basso vediamo li debitamente ordini del giorno che cosa è accaduto
L'indebitamento netto
Può in qualche modo si può dare l'economia
Ma ciò che vediamo anche che gli Stati Uniti sono andati meglio per quanto riguarda l'indebitamento netto ma allo stesso tempo questo è stato accompagnato da una migliore risultato sul mercato del lavoro
Quindi c'è stato una certa crescita ed anche una crescita dell'occupazione né naturalmente a questo porta ad una prestazione migliore dal punto di vista del gettito fiscale se è vero vediamo l'Europa analizziamo la situazione europea vediamo che abbiamo migliorato la posizione fiscale di bilancio ma al contempo lo abbiamo fatto in un momento in cui
C'è abbastanza crescita la disoccupazione crei
Cita
Russo
Ovviamente adesso si tratta di una situazione prociclica
Potremmo che affermare che questo peggioramento è positivo perché porta a dei miglioramenti in altri campi ma si tratta ovviamente di una politica prociclica
Che questo può parte spiegare indicative risultati per la zona euro
Quindi abbiamo questi Budget ma di una giornalista
Americano si dice l'economia americana non va bene abbiamo bisogno di maggiore a
Austerità c'è chi dice abbiamo bisogno di più stimoli c'è chi dice il marco sale e scende ma non è un po'talché si scende a poi salirà
Io vorrei dire che questa argomentazione che è stata utilizzata moltissimo a livello internazionale ormai è stato definito un'importante economista del fondo ponete rete Nazionale ha detto parte ci siamo sbagliati così i calcoli su un moltiplicatore ma deve essere zero virgola cinque forse il moltiplicatore deve essere da uno virgola cinque a due
E questo potrebbe sembrare un piccolo dettaglio nel quadro generale ben abbiamo cambiato semplicemente una cifra da zero virgola cinque a uno virgola cinque ma ciò
Quello che significa veramente
è che
Possibile aggiustare il deficit di bilancio semplicemente tramite dei tagli perché poi ci si ritrova in una situazione in cui aumenta il debito invece di di vi devo dire
Lo vediamo in Grecia l'abbiamo visto in altri Paesi e naturalmente lo vediamo nella maggior parte dei Paesi dell'Europa America tale quindi credo che in questo dibattito sia più che altro intellettuale bassi anche finito
Però dal punto di vista delle politiche
Dal punto le prescrizioni non sono ancora finite
Potremmo dire che ancora stiamo
Subendo queste politiche anche se sappiamo che siano sbagliate ma sappiamo quali sono le alternative per cui se vogliamo una lezione importante da prendere sappiamo che stiamo sbagliando ma che cosa dobbiamo fare adesso Tec credo che molti politici si stanno ponendo questo interrogativo
Qual è la l'esperienza vedere se anche
E l'oratore precedente ha sottolineato che la Germania non automa metto dei salari reali
A seguito di un grande programma di ristrutturazione aumentato la concorrenzialità grazie una valorizzazione
Interna
E ha ed è ha potuto mia e per i beni Piccin abbiamo visto le scelte valutare del novantuno quando si è deciso di utilizzare il Marco
Mestre Ovest uno a uno
Ha portato queste conseguenze è stato anche detto che nella Germania occidentale non volevano deprezzare il Marco ad no ancorato il valore del bar voi in questo modo sono riusciti ad avere una valuta sopravalutata
E naturalmente
Questo a portato ad una situazione dj etici cioè
Per la prima volta nella storia tedesca o comunque come è stato sottolineato la Germania ha svalutato internamente per un periodo di vent'anni e questo ha portato dei risultati dal punto di vista di grandi archivi dei grandi surplus altri Paesi abbiamo
Chiudo delle scelte analoghe è uno dei
Paese che ha fatto una scelta analoga è stata proprio la Spezia non l'abbiamo fatto però negli anni novanta
Dopo una crisi importantissima degli anni Novanta abbiamo cambiato la nostra politica e abbiamo deciso
Di
Di dopo uno shock della disoccupazione siamo passati addirittura ad un sedici per cento di disoccupazione quindi abbiamo deciso di lavorare moltissimo sull'identità di disoccupazione a livello legislativo
A favore del lavoro quindi abbiamo cambiato in maniera drastica la nostra politica
Che abbiamo a che iniziato produrrete grandi surplus credo che il problema principale e che in Svezia questi come in Germania la politica venga percepito come una politica di grande successo forse l'unico problema è che si tratta di Paesi sì produttori sia la Svezia che la Germania sono dei Paesi produttori abbiamo altri pare Paesi produttori come la Danimarca o come l'Austria ma dove sono i consumatori
Ecco quali sono i consumatori e la Spagna e Portogallo l'Italia
E la crescita
Quindi il discorso oggi che vediamo
Che novanta è abbastanza rafforzare le esportazioni e fare dipinto de relato ma da
Per risolvere il problema delle partite correnti per l'Europa meridionale e naturalmente questo significa diminuire l'altro domanda in Germania
E se vogliamo questa è la spiegazione della scarsa crescita della Germania visto che dipende molto dall'esportazione quei forse dovremmo chiederci
Questa è una buona politica
Se guardiamo questa slide alla quale tornerò
è ovvio che c'è qualcun altro che consuma
Dal momento che l'Europa meridionale non Corso Marche un
E io avevo la stessa slide però la stessa slide dell'oratore precedente
Adesso forse le però le interpreteremo maniera diversa tutti i Paesi che si trovano sopra questa linea
Hanno assistito ad un eccessivo aumento dei salari
Sto parlando della Spagna la Grecia e così via tuttavia se guardiamo alla Francia per esempio
Sia registrato un aumento del salari molto più alto rispetto a quello della Germania ma è vero anche che è possibile a vere uno sviluppo del costo del lavoro vicari uguale a zero nel momento in cui esiste l'inflazione necessario
Che più o meno quelle questi due valori si equivalgono quindi di i l'unità del costo del lavoro però deve aumentare necessariamente rispetto all'inflazione diciamo all'incirca del due per cento nella zona euro
Per cui
Se vogliamo l'aspetto negativo ma è proprio quello della Germania il cattivo per così dire è stata la Jamaa perché no less è stato all'altezza dell'inflazione
Anche la Francia ma un problema di competitività rispetto alla Germania
Anche se l'aumento dei salari è stato semplicemente linea coda l'inflazione dell'eurozona rende questa una SLAI presa dalla JP Morgan
Quando il dibattito era molto acceso rispetto alla prossima all'eventualità del crollo dell'euro
Si era più interessanti in realtà
All'allineamento tra le diverse valute la lire ai Marco e così via ed è stato prodotto questo grafico in cui vediamo
C'è da nel novantanove come linea di base
Qui abbiamo alla formazione dei salari
Nei diversi Paesi e vediamo che la Germania a una sotto prestazione del novanta per cento
Abbiamo le diverse percentuali per i diversi Paesi prendiamo il Portogallo più diciassette
Dirla da
La Grecia
Ecco questo è l'elemento che non manca nel dibattito e non è possibile risolvere il problema europeo concentrandoci solamente su metà del problema e da fino adesso ci siamo qua
C'è tratti solamente su metà del problema ovvero coloro che hanno aumentato moltissimo i salari ma se facciamo questo alla fine ci troviamo ad Europa con inflazione zero
E non è un'ottima idea se vogliamo
Diminuire la disoccupazione quei dubbi
Se posso essere un po'scortese nei confronti dei nostri ospiti
Lumi io direi che la Germania forse il Paese più squilibrato in Europa se consideriamo i calcoli della JP Morgan una
E
Il secondo elemento è quello del Portogallo il Portogallo si trovò completamente dall'altra parte dello spettro quindi si tratta veramente delle grande problema Daris o il bere nell'eurozona ovvero come poter formare il salario perché si è lì che ancora dell'inflazione del due per cento col targhette l'inflazione del tuo per certo e credo che sia l'elemento veramente mancate del dibattito quindi che cosa sta accadendo gli scarsi risultati dell'Europa
Do credo che l'Europa a dei risultati molto scarsi in realtà
Nel complesso
L'Europa Stern molto concorrenziale e
Ci sarà sempre una maggiore con
Ora in salita dell'Europa qui possiamo vedere
L'est asiatico l'euro zona tra gli Stati Uniti
Leggiamo che vediamo a questa slide
Che le politiche
Perseguite al momento
Sono delle
Le politiche della Svezia le politiche della Germania le politiche dell'Austria che stiamo perseguendo ormai da circa vent'anni
Ovvero delle politiche rispetto a dei surplus piuttosto importanti e adesso stiamo spingendo tutta l'eurozona
Verso questi surplus
Delle partite correnti vediamo anche l'est asiatico su questo SLAI Ida Bachelet est asiatico persegue delle politiche
E i che perseguono devi il surplus delle partite correnti chi a quelli
E gli Stati Uniti sono il consumatore dell'ultima spiaggia
E credo che sarebbe catastrofi o per l'economia mondiale nel mondo
Se
Gli Stati Uniti decidessero di non essere più i consumatori di ultima spiaggia di ultima istanza perché a questo punto tutti cercherebbero
Di ottenere un surplus delle partite correnti e a questo punto l'economia entrerebbero in stato di default tutto
Quindi il vero problema per la discussione che dovremo portare avanti è come potere di qui liberare l'Europa in modo da potere al era un equilibrio tra il nord del sud e un equilibrio nei confronti del resto del mondo un'economia di mezzo milione di persone
Che rappresenta una fetta importante dell'economia mondiale non può aspettarsi di essere un'economia basata sulle esportazioni la Svezia può aspettarsi di basarsi sulle esportazioni essendo un p colo paese che quindi può
Fare affidamento sui consumi delle altre forze la Germania può essere un'economia dell'esportazione ma l'euro zona senz'altro non può essere un'economia tre data all'esportazione è assolutamente possibile
Ciò di cui dobbiamo parlare veramente eccome arrivare ad allineare i bigliettini con i passivi surplus con i deficit e per essere chiari notare si tratta di un'argomentazione molto popolare molto gradita in Svezia così come in Germania ma la Svezia la Germania l'Austria devono necessaria è aumentare l'inflazione è necessario ridurre la nostra competitività e allinearci
Al la competitività europea e questo significa che voi nella parte settentrionale dell'Europa e appesi cui esistente una attivo dobbiamo dividi ieri i consumatori di ultima istanza per l'Europa senza doverci affidare
Agli Stati Uniti da svolgono questo ruolo e io credo che si tratti veramente di un problema enorme per l'Europa perché questo corpo sperava il modo di gestire le agenzie la legislazione sull'occupazione come gestire il bilancio come gestire gli investimenti e così via
Credo cui le che dovremo adottare una prospettiva estremamente olistica
E se dobbiamo essere franchi
Se continuare le politiche ormai perseguite dagli atti tartare
E questa è una cosa che potrebbe avere delle ripercussioni anche nel nord e ho parlato proprio la scorsa settimana con e il sindacato dei la Confindustria diciamo della nostra Confindustria
Si rende conto che necessaria maggiore concorrenzialità nei confronti della Confindustria quindi se noi dicessimo alla nostra Confindustria che ne esce come pare i salari e senz'altro la Confindustria svedese ci direbbe che non esiste una soluzione di questo tipo
E la risposta viene detto forse se la Germania lo facesse potremmo anche non prendere in considerazione a questo punto inizia una gioco di scaricabarile o comunque un gioco di non volere assumersi le proprie responsabilità discorso invece come ad hoc tare questa prospettiva olistica sull'Europa e qui di come mettere insieme i Paesi che si trovano in situazione di atti coloro che si trovano in situazione di deficit senza questo approccio olistico io non credo li potrete oggi è la soluzione mi scuso se anche non sono stato molto utile sta
Grazie Sandro
L'ottimismo occupa ovverossia spazia normali perché speriamo che il singolo pranzo
Adesso Stefano Fassina
Terra la svolta il dibattito Stefano
Leggibili
Temo che non migliore però il tasso di ottimismo della nostra
Della nostra
Discussione confesso un nel duplice sentimento nel nell'ascoltare le tre eccellenti relazioni che hanno aperto
Il nostro dibattito da un lato ho avvertito un grande conforto nel senso che ho ritrovato o una analisi una linea interpretativa di quello che avviene in Europa
Che ho provato a a seguire in questi anni e che purtroppo
Come ricordava qualcuno all'inizio non è molto diffusa negli ambienti del policy making dove ancora domina la linea interpretativa opposta a quella che
Che i dottori le brande ha ricordato essere prevalente in Germania cioè è una linea che guarda soltanto ai problemi specifici
Di ogni
Gli ogni Paese senza sentimento lato sentimento che ho provato però è di accresciuta preoccupazione
Ed è da da questo che
Che voglio partire mi pare che in questa sede
Ci sia sia stato spiegato bene quindi non ci perdo tempo sul fatto che
Siamo abbiamo certamente tutti i Paesi europei hanno certamente problemi specifici e anche gli italiani mia ritardi da
Recuperare
E tuttavia
Siamo di fronte a problemi sistemici che se non affrontiamo sul piano
Sistemico corrisposte sistemiche
Temo che quella nave che è stata mostrata andare a fondo ci vada anche piuttosto velocemente
è stato ricordato appunto che è un
Che la linea mercanti vista che seguiamo nell'eurozona da tanto tempo non non può funzionare per le ragioni che venivano appena ricordate perché l'euro zona nonostante tutto è troppo grande troppo ricca per poter
Sperare di avere una crescita
Significativa e cioè in grado di ridurre del la disoccupazione attraverso l'esportazione seguire questa linea
Che non è solo di austerità e anche di valutazione del lavoro perché quello che stiamo facendo in questi anni non andrebbe non andrebbe come dire posta al margine della discussione è austerità ma sostanzialmente svaluta azione del lavoro perché poi la sterilità si ripercuote innanzitutto sull'Vuelta sulle spese sociali quindi una svalutazione diretta del lavoro attraverso lei ha il
L'indebolimento ulteriore la capacità negoziale dei sindacati dei lavoratori e a te indiretta attraverso il welfare il punto è che
Quando
Cerchi appunto di crescere attraverso le esportazioni e dei primi sistematicamente la domanda interna può il debito pubblico come intende evitabile diciamo è un è un'equazione non è
Un non è un'opinione
Ed è quello che avviene
Nel
Dottor di poli di mi pare ricordava il professor di polli ricordava
Che
Che non è
L'obiettivo vero non è il debito pubblico la riduzione debito pubblico l'obiettivo vero delle politiche di austerità però così ci viene raccontato e io credo che noi
Dovremmo innanzitutto sfidare su questo punto no
Non è più cioè noi siamo cultori della stabilità vogliamo la stabilità di cui alla riduzione del debito pubblico dire
A chi ci ha
Accusa di lassismo che le politiche che stiamo seguendo oltre i danni economici e sociali aumentano il debito pubblico anzi lo portano su rotte insostenibili
Questo a mio avviso deve essere chiaro la dinamica eh insostenibile con una inflazione che est che va verso lo zero
Che va verso lo zero e condizioni manco l'economia che che non consentono di poter prevedere nel dinamica reale delle economie
Come dire superiore all'uno per cento i debiti pubblici di tanti Paesi europei non solo della Grecia del Portogallo dell'Italia o della dell'Irlanda sono sono su rotte in è insostenibile ora
Io non entro nel merito dell'analisi economica mi pare larghissimamente condivisa anche il che fare
è sostanzialmente condiviso tra di noi cito solo qualche titolo è rinviabile una politica monetaria molto aggressiva
Sarà stato un caso ma ho notato che il presidente della Bundesbank due giorni dopo delle delle elezioni francesi aperto alquanto adibire ISIN
Fino all'ora era un tabù probabilmente una coincidenza però credo
Una coincidenza significativa questo è il oggi la leva fondamentale sulla quale
Intervenire una politica monetaria aggressiva con strumenti non convenzionali
Poi c'è l'Unione bancaria
Nonostante qualche Passavanti ottenuto grazie al braccio di ferro con il Parlamento europeo e il risultato finale raggiunto è ancora molto debole e faccio notare che
La l'accelerazione
Della mutualità azione del fondo per la risoluzione delle crisi bancarie viene affidata non viene affidata a un trattato anche una volta un trattato intergovernativo sottraendo questo punto
Poi ci sono gli altri aspetti che sono stati ricordati io ne voglio aggiungere un dune voglio aggiungere solo come titolo il primo
Una politica di regolazione degli scambi commerciali e finanziari chi abbia riferimento Standard ambientali e sociali lo so che è un grande tabù questo
Perché appunto si vede accusati di protezionismo ma è un non penso che possiamo andare avanti
A parlare di competizione fare con Paesi che non rispettano i diritti sindacali minimi che non rispettano standard ambientali minimi questo punto primo poi andrà posto e va posto in particolare
Nel Trattato commerciale con gli Stati Uniti e l'altro grande Trapp tabù
Credo sia quello del ristrutturazione dei debiti pubblici cioè non possiamo far finta che risolviamo il problema di debiti pubblici così elevati attraverso misure ordinarie come gli avanzi cui ampia avanzi primari
Del dei bilanci pubblici ci sono alcuni Paesi che necessitano di ristrutturare il loro debito pubblico allora
Chiudo rapidamente il punto politico che mi interessa fare perché a differenza di chi è intervenuto prima approvato diciamo l'onere di
Stare in un partito in un Parlamento e quindi
Davvero fare i conti anche con con scelte politiche e non so fino a che punto nuovi possiamo limitarci a dire che c'è bisogno di un altro
Io sono convinto che c'è bisogno di un altro Europa sono profondamente europeista ma la discussione che anche qua è stata fatta mi portano a dire che le condizioni politiche per un'altra Europa
Sono piuttosto lontani
E non sono sicuro che la sofferenza economica e sociale in tanti Paesi
Può attendere i tempi della maturazione delle condizioni politiche che oggi sono così lontane
L'ASP sono affermazioni pesanti per uno che convintamente europeista però
Non può
Far finta che diciamo quest'altra Europa sia la portata di mano
E so bene che ogni via Nazionale è una via regressiva non mi illudo
Che ci possono essere a livello nazionale vie progressive
E tuttavia
Siamo un punto dove forze dobbiamo incominciare a a prendere in considerazione
Due scenari entrambi negativi uno però più negativo dell'altro dobbiamo andare lungo una rottura regressiva cavalcata dei populismi
Ho
Possiamo provare a
In qualche modo a governare una diciamo il movimento lungo una via regressiva
Fino a un anno fa prima di un anno e mezzo fa prima delle elezioni in Francia prima delle elezioni in Germania tutti noi
Auspicavamo una maturazione
O comunque un avanzamento un miglioramento delle condizioni politiche
Oggi
Siamo di fronte a un quadro piuttosto diverso da quello che aspetta una meno alcuni di noi lo aspettavano
In Francia mi pare che da Orlando e non venga nessun segnale di capacità di incidere nel senso qua indicato mi pare che ci sia una rassegnazione rispetto a quella rotta mercantili stava che che
Che abbiamo detto non funzioni e anche in Germania c'è stato autorevolmente ricordato
Come come ecco che cosa contiene l'accordo di coalizione qual è il clima nell'opinione nell'opinione pubblica
Allora da bere con grande preoccupazione
Credo che la la Presidenza italiana nel secondo semestre dell'anno dopo le elezioni europee e la scossa che arriverà la scossa populista che arriverà
Speriamo possa essere l'occasione per me un profondo ripensamento è un cambiamento significativo da Agenda credo che sia l'ultima
Opportunità rilevante che abbiamo per poter verificare una qualche evoluzione rispetto alle condizioni politiche per l'altra Europa
Però realisticamente io credo che noi
Dobbiamo incominciare anche a
A mettere sul tavolo altri una un altro scenario
Io credo che non possiamo non possiamo date le condizioni economiche e sociali
Gravi in cui siamo in cui siamo anche noi come Italia abbiamo perso dieci punti di PIL in cinque anni
Con tassi di disoccupazione giovanile che arrivano quasi al cinquanta per cento e certamente non sarà Giobatta oppure
Qualche
Qualche gli ottanta euro a
Coperti attraverso tagli di spesa dare ossigeno all'economia io credo che noi dovremmo almeno questa è la mia posizione
Non solo la mia ma certamente
La mia già nel Documento di economia e finanza che il Governo presente settimana prossima in Parlamento segnare
Una qualche discontinuità credo che ne dobbiamo rivedere gli obiettivi di deficit che abbiamo fissato lo scorso anno sono obiettivi irraggiungibili data la condizione dell'economia reale dobbiamo dobbiamo quindi avere
Più spazio per fare una spesa di investimento nei prossimi anni per provare a dare un po'd'ossigeno all'economia per provare a
Dare un una qualche risposta a a condizioni di povertà estreme che sono raddoppiate nel corso degli ultimi due anni la povertà estrema è passata dal sei per cento a quasi il quattordici per cento in Italia
Quindi
Avere una politica di bilancio
Meno rigida e meno irrealistica perché vorrei sottolineare che noi continuiamo a darci questi obiettivi
Che sistema sistema se qualcuno guardasse quello che è avvenuto nel due mila dodici dopo la manovra
D. Monti e dopo quella di Berlusconi fatta prima di Monti una manovra complessiva che in ragione d'anno valeva cinquanta miliardi siamo partiti da un'ipotesi di deficit del poco superiore al tre per cento siamo finiti dopo cinquanta miliardi di manovra due mila dodici al tre per cento di indebitamento in percentuale del PIL con un debito che ovviamente ne in quel frangente causa
La contrazione dell'economia aumentato di sette otto punti
Quindi non si tratta qua di chi di chi ha rigoroso
E di chi ha meno rigoroso si tratta di essere realisti realisti io insisto su questo si tratta di esseri darvi sfoci l'austerità aggrava le condizioni dell'economia reale e della finanza pubblica quindi credo che dal prossimo de affatto
Vada dato un segnale
Di cambiamento serio con uno spazio serio per fare una politica anticiclica poi le reazioni di Bruxelles le vedremo credo che non siamo gli unici
E dovremmo cominciare a mettere in conto anche ipotesi più
Più le
Come dire più seri più impegnative più più radicali se volete
E che vanno fino alla
A rivedere lecco diciamo il nostro programma sul debito pubblico perché credo che purtroppo ripeto purtroppo
Purtroppo le condizioni politiche per quell'altra Europa sono intervenuti interlocutori stranieri assolutamente di credo disinteressati rispetto alle questioni specifiche verità è che le condizioni politiche sono quelle che sono
E la sinistra devo uscire questo è l'ultimo punto
Dalla subalternità culturale che la segnata nell'ultimo quarto di secolo perché ne siamo a queste condizioni e i populisti sono così forti
Perché la sinistra è stata culturalmente subalterna nel due mila e uno quando non mi ricordo undici sul tredici dodici su quindici paesi europei erano presieduti da leader di centrosinistra
Quel hanno espresso una cultura politica assolutamente subalterni
Ne non possiamo continuare a subire gli eventi
Dobbiamo avere un momento di discontinuità in cui recuperiamo autonomia politica facendo anche una forzatura rispetto al al all'al nostro diciamo tracciato al nostro
In a nostro percorso alle nostre esperienze da una politica istituzionale perché altrimenti veniamo travolti cioè siamo al margine facciamo tutti la fine del Pasok cioè questo è il
è la prospettiva realistica che abbiamo di fronte una sinistra assolutamente marginale schiacciata da poco una tecnocrazia che in realtà sono forze conservatrici che chiesi utilizzano questa modalità di Fini di presentazione e dall'altro e poi per i populismi regressivi
E io credo che il tempo per una reazione autonoma sia assolutamente breve e quindi dobbiamo mettere in campo una risposta all'altezza di una fase storica inedita mi rendo conto perché non siamo abituati
Non solo la mia generazione ma anche le generazioni prima della mia sono stati abituati in cui a un contesto in cui l'Europa era giustamente il vincolo esterno ecco oggi quell'Europa non c'è più
O noi per compiere riusciamo Ivo appunto per un sussulto di
A a per costruire le condizioni politiche europee la cui probabilità mi sembra molto bassa oppure dobbiamo fare scelte in disco continuità se vogliamo avere un ruolo politico e non limitarci a commentare una situazione che ci sfugge completamente di mano
Grazie Stefano con queste ultime
Riflessioni sui destini passo che cioè terrà
Posso dirlo non hai deluso quanto ventata di ottimismo POR grazie pur adesso i prossimi entro interventi saranno Barbi Angeletti i pennacchi quindi la parola Barbi prego
Questa
Occasione di riflessione
Veramente perché mi è venuto da pensare che
Se ne avessimo di più in Italia più o meno fatto su questo stampo
Forse non saremo messi meglio
Però sapremo meglio cosa sta succedendo diciamo così
Ecco
Questo è un ringraziamento vero trovo molto interessante le cose dette e
Prova dire solo tre cose dico solo tre cose perché è parlerei tantissimo diciamo dagli stimoli dovuto che somma dei
E invece questo non vorrei farlo allora provo a dire tre cose
La prima è la citazione di un discorso che ha molto a che fare
Con la alla presentazione dell'opinione pubblica tedesca e qui è stata fatta
Vorrei citare
Un discorso che
Keynes fa al Parlamento inglese in preparazione del suo programma per Bretton Woods
è la fine del quarantadue
Londra è ancora sotto qualche
Più ora sporadico bombardamento
E mi farò dal Parlamento inglese che è in Sfarra della virtù in economia
La virtù in economia dice che cos'è una virtù
Viceversa semplice lo capisce chiunque l'apertura è una cosa che può essere presa come un riferimento
Cioè a Modena
La verità è un modello
In economia quindi qual è il modello
Il
L'equilibrio della delle partite correnti
Perché
Eh sì tutti non possono essere in avanzo commerciale per definizione
E se quindi l'obiettivo degli Stati
è
Quello di essere in avanzo
C'è in corso una guerra mondiale che parla di questa
E per uscire dalla guerra ma costruire la pace
La vecchia sua il diciamo
Annunzio della pace perenne il discorso di canti e dintorni il tema è che l'obiettivo dell'economia della sua sostenibilità è l'equilibrio
è l'equilibrio
Perché è il Paese che esporta ha bisogno
Mi
Qualcuno che faccio una domanda di ultima istanza diciamo
Cioè dipendente dagli altri
Non è sovraordinato agli altri Paesi
Ha bisogno che qualcuno li consumi prodotti che produce il surplus
Ecco c'è una discussione sull'economia
A sinistra che deve partire da questo punto qua
Cos'è la virtù in economia
C'è la virtù nel condominio
Perché come giustamente ha detto l'amico svedese il mondo l'economia attuale
L'Europa più o meno detto che
Il motore ultimo devono fare i cinesi e che che gli americani devono essere i consumatori di ultima istanza peccato che l'abbia detto
Quella parte del mondo che è la più ricca relativamente parlando
Scusami capital discute di questo con i cinesi
Visto che imparo insomma ma ho capito dobbiamo studiarli meglio diciamo così
Per loro non hanno l'imbarazzo dell'illuminismo e quindi diciamo questi via che con la libertà economica agisce arrivi la libertà politica è una cosa nostra temo in c'è un vero modello che batte il colpo nel mondo e si chiama il capitalismo di Stato
Che funziona
Che ha portato la disoccupazione al quattro per cento e che ha una politica internazionale che al nome l'armonia che fatti uno basta andare in giro per l'Africa per il Sud America vede come sono diciamo i cinesi sono rispettati sin da tutti
Perché leggi che mandarglieli multinazionali rimando di governo
Fa gli accordi commerciali
Mi fanno accordi commerciali interessanti
Ma ritorno a noi e al secondo discorso
L'Europa e ancora il posto più ricco del mondo in termini di vita consumi qualità della vita capacità di produrre di consumare anche
Nel suo complesso
E certo sì un'immagine all'Europa come unità totalmente competitiva allora certo la domanda diventa perché dobbiamo avere una moneta unica guardate che è inevitabile
Io voglio qui dirlo anche per la libertà non seminario
è inevitabile che la domanda diventa finale diventa questa legge
Perché se tutto è competizione interna come spesso viene detto dall'opinione pubblica di io ho molti amici sindacalisti tedeschi con cui discuto parlo
E so che una pare delle cose dette sono vere ma il problema è un altro con quella mentalità lì possiamo avere dopo lo dirò una moneta unica è molto dubbio guardate molto dubbio veramente doppio
Quindi secondo discorso che voglio fare
La costruzione dell'Europa dell'euro ha un difetto originario che ormai evidente dalla storia lo dice anche qua
Come Stefano un europeista convintissima
Come
Come avere diciamo un figlio drogato lì voi bene ma bisognerebbe che che smettesse con le cattive abitudini diciamo così non so come posso dire
Allora
La cattiva abitudine originaria
E la discussione che abbia a discutere un questo con chi era Presidente del Consiglio quando sul progetto l'unione delle euro qui parlo perché è evidente che c'è un legame profondissimo fra il mercato comune e la creazione dell'euro
Mi capita di escluderlo Giuliano Amato che fu il Presidente del Consiglio in qualche modo la crisi degli anni Novanta preparò l'allestimento europeo su cui andammo che oggi ammette apertamente che cosa
Che noi diamo costruito la struttura economica dell'Europa invia squisitamente politica cioè con un pensiero economico assurdo
Assurdo ancor prima che è sbagliato
Perché perché il timore fin dall'inizio era
La costruzione della Germania unità
E questa era l'ossessione
Del governo francese a cui aderì anche il Governo italiano
Questa è la verità storica abbiamo costruito l'euro così
Per prendere per la coda l'unificazione tedesca e per gli spetterebbe la cui lunga guerra civile europea
Gli spettri della lunga guerra civile europea letture guerre mondiali
Così facendo abbiamo costruito una cosa che nella fase iniziale mentre c'era ancora non una crisi mondiale e non una diversa ripartizione della produzione industriale nel mondo ha funzionato
Ma quell'involucro e andati in crisi con la grande crisi del due mila sette il due mila otto
Perché
Perché è un'unità competitiva
Quaranta c'è un dettaglio che
Parla da solo sapete qual è
A proposito del prossimo Pisicchio compatta il sessanta per cento
Perché il sessanta per cento del debito
Nessuno si è mai ma neanche Milton Friedman se mai azzardato dire una roba così
è vero
Cioè non è una teoria economica sbagliata è una non Sivori economica ed i fatti perché al sessanta per cento lo sappiamo qual è la risposta vero l'amico Tedesco lo sa
Perché era la porta della Germania quale abbiam deciso l'euro
Cioè noi diamo ad una mescolanza all'eccellenza assoluta
Chiediamo alla carenza di esportare prodotti industriali come la Germania guardate che nel prossimo biennio non succederà questo e
No vorrei comunicarlo riusciamo
Cioè le esportazioni industriale della Grecia non sarà mai come quella della Germania poli proporzione tra abitanti
Mai
Non sa come posso dirlo
Tanta parte scusate ma
L'Oregon alla stessa produttività della California
Forse
Mica
Però non la stessa moneta
Ma davvero
E hanno una banca di Udine istanza per tutti gli Stati e
Poi abbiamo una banca che fino all'altro giorno
Controlla
Gli Stati e presto soldi alle banche
Questo fa la Banca europea dovrebbe fare Pepe come ha detto qualcuno la cosa però qual è
Che non funziona così
E quindi stiamo avendo e qui arrivo al terzo discorso voglio fare su quale chiudere che riguarda la politica e la cultura politica
E il problema che oggi per me è rappresentato dalla vicenda della sinistra europea
Dalla sua insufficienza
Come ha detto alla fine Stefano
Perché guardate anche il manifesto il PSI rispetto alla crisi sociali di e occupazionale che
è la sintesi due cose impossibili non si può fare una politica espansiva restrittiva allo stesso tempo diciamo così queste natura umana non è affidato ancora non puoi fare una politica dei guai dylan contemporaneamente
Non puoi tagliare le spese home dagli investimenti
Poi spostare gli investimenti poi spostare le spese
Ma è un'altra politica
Se l'opinione
Io ho sentito discussioni so che ci rappresenta una verità del pensiero anche popolare anche operaio in Germania
Ma questo devo dire per quanto mi riguarda aggrava il problema è
Sì non è una giustificazione della soluzione
Perché la crisi in quell'interpretazione è una crisi di offerta mete dati tutti tutte le evidenze empiriche ci dicono che la crisi domanda
Se però di gambe che la crisi in Europa come avvisi di offerta
è chiaro che
Ok ma non è una crisi di offerta
è innanzitutto una crisi domanda dentro al quale do varie anche trasformare l'offerta
Ma non riceversi ora
I dati e il Fondo monetario c'erano evidenti
Ma anche quando ci voleva per la sinistra europea secondo me qui il dramma dell'insufficienza la sinistra UPEA ce lo deve spiegare il Fondo monetario
Che a tagliare il modello sociale europeo si produce un effetto depressivo maggiore di quello che si produceva tagliando del sud-est asiatico in Cina
Ma chi ha costruito il modello sociale europeo sono l'azionista europea e ce lo doveva spiegare qualcuno al Fondo monetario che a tagliare qua ha un effetto depressivo maggiore
A
E che
Che invenzione sociale straordinaria scusate non
E stabiliamo ante
è ovvio che qua quel software che aveva il Fondo monetario che era stato creato delle crisi finanziarie nel Paesi in via di sviluppo funziona diversamente è ovvio che qua
Se tagli dell'un per cento del PIL anche una comunale una riduzione più dell'un per cento
Nel PIL reale
Perché ma proprio perché siamo in Europa qui quel punto però qui uso
Questo è il punto sulla quale onestamente trovo molto interessante discussione di oggi e francamente non posso definirla con un punto interrogativo perché
Perché io capisco il ragionamento che si gioca
Però veramente guardate che io penso che noi siamo molto vicini a un punto di esaurimento di una discussione
Io penso che ci vuole un soprassalto della sinistra europea
Perché allo stato
Va bene
Se pure dentro la sinistra europea ci sono le idee giuste in buone pare che la sinistra europea c'è ancora una debolezza culti cultura politica
E norme per la quale non ci si candida come forza alternativa
Ma semplicemente come forza correttiva di un unico modello di economico
E si pensa che la riduzione del modello sociale europeo è inevitabile e invece di fare questo è un nuovo paradigma mondiale ci fa rovesci
Questo è il punto
Questo è il punto di fondo e invece io penso che le idee storiche certo conforme rinnovate certo costolette rinnovati ma il vero problema di fondo è quello lì
Creare domanda trasformando l'offerta e fare di questo cioè dell'are più forte del mondo l'Europa un paradigma per il mondo e non a rovescio se la sinistra europea non farà così noi finiremo come dice Stefano
Salito lato
Tra una forma timida di neoliberismo che non riusciamo più a rappresentare e non si può certo rappresentare pure alla fine dalla sinistra picchia parliamoci chiaro la posare quando gli fa onore ma non si fa ma ancora presentato alla sinistra
è un nuovo populismo che a quel punto sarà però attenzione di nuovo la politica del sangue della terra la politica delle identità e la politica del nazionalismo
Siccome i nazionalismi italiano non sarà un mia
Un'alternativa di fatto abbiamo inventato Grillo perché noi abbiamo una creatività notevole
Però quando si muove il Fronte nazionale in Francia allora le campane per l'Europa cominciano a suonare profonde
Faccia un momento il punto sui tempi che stiamo sviluppando un dibattito mi pare interessanti sono sarebbe anche dall'attenzione di tutti noi
Ne abbiamo un problema che dobbiamo dare la parola
Un certo punto per per suoi impegni esterni
A oberato quartiere per la relazione solo seconda sessione per cui faremo ancora due interventi su questa sessione poi invece di chiudere questo sessione della parola Gualtieri per introdurre la sessione sull'aspetto istituzionali
Della politica europea poi chiuderemo e poi facciamo il buffet
Beve e continueremo intensamente perché veramente
Ci sono otto iscritti eppure e nessuno intervento sta tenuti perché vuol dire che abbiamo scelto per il allora
Avevamo detto Angeletti io poi anche agenti di stare nei dieci minuti
Poi Laura Pennacchi e poi dopo facciamo la la
Facciamo questo e autoritari apertura anticipato sulla seconda sessione
Da allora voglio fare una considerazione iniziale tutta politica la sinistra a europea
Ha commesso una grave errore di rappresentazione
Cioè ha rappresentato un matrimonio d'amore quello che in realtà era un matrimonio di interesse tutti gli europei compresi lettorato di sinistra
La a
Visto nell'euro perché questa è l'Europa che conta quella che sta nell'euro perché i vincoli sono seri
Come atto tipici di un matrimonio più che un di un fidanzamento
Come un matrimoni di interesse staremo tutti meglio più bene
Noi italiani guadagneremmo in una forma di amministrazione più corretta più lineare più normale
Diventi e siamo già in grado di guadagnare soldi avendo l'Amministrazione migliore eviteremmo come dire
Guadagneremmo i vantaggi dei dischi
Con la fantasia e all'immaginazione l'imprenditorialità italiana
Non immaginabili rischia abbiano pensato che
Loro hanno troppo piccoli per compete mondo e quindi mettendosi insieme agli altri europei avrebbero così penso che abbiamo pensato gli stessi francesi
Insieme staremo tutti meglio quando è accaduto e siccome invece la rappresentazione è stata
Che ci vogliamo bene
Caro ma debole d'amore diventavo cittadini europei appena le ragioni fondamentali degli elettori son venute meno cioè non siamo più tutti bene
Il risultato politico è stato che l'elettorato dalla sinistra e la sinistra nel suo
Si è aperto
Tra coloro che hanno detto ormai abbiamo fatto un matrimonio il rompere un matrimonio è una cosa molto costosa
Non possiamo più uscire da questo dall'euro perché i costi sono più
Elevati di arrestare
E ovviamente siccome però restare la coppia litiga non è proprio un matrimonio diventato via ci vuole su tra coloro che ti dico no guarda la soluzione siccome
Prego siamo realistici non si può avere una moneta unica per persone che vivono in maniera Gallo stili di vita così complicati di e così diversi rompiamo il matrimonio
è questa la trappola politica dentro quale sarà la sinistra
Siccome devo convivere ovviamente
C'è una verità
Cioè anzi una via d'uscita perché io sono d'accordo prego penso che questa sia la verità
E lo dico agli i nostri ospiti non italiani perché i regali lo capiscono al volo eccome l'Italia
Senza
Un Governo nazionale che opera trasferimenti dal nord a sud di ricchezza
Io non so se il limite lo Stato italiano sarebbe sopravvissuto
A ignoro a caso quando del la di trasferimenti o solo dopo prego percepiti come troppo come troppo pochi nascono tensioni nella capacità di vedere insieme i Paesi immaginiamo
Cosa è cosa può capitarci in Europa
C'è una via d'uscita la prima riguarda la sinistra la cosa che mi interessa di più
La sinistra Danny fare una cosa che non ha mai fatto smettere di pensare che la sua missione sia quella di distribuire la ricchezza che il capitalismo ha creato
Perché questo un mondo che non c'è più
Il fine della giustizia sociale si realizza se vogliamo essere se non vogliamo uscire dalla storia
Si realizza attraverso la capacità di a vere una teoria economica che produca maggiore ricchezza
Altrimenti ci noi verremo scippati da una parte dalla destra o
Più o meno intelligenti e più o meno liberale
E dall'altra la nostra base sarà preda del populismo
Mi sembra un quadro pool purtroppo politicamente va bene già ben delineato
Dobbiamo lo dico in maniera brutale dobbiamo Pent di smettere di parlare di uguaglianza e dobbiamo parlare di giustizia sociale non solo la stessa cosa
L'uguaglianza è una tendenza all'auto verso la quale si può tendere si deve tendere attraverso la creazione di benessere e quindi di ricchezza
E la distribuzione della ricchezza è
Un problema di giustizia sociale ma nel mondo del ventunesimo secolo e ancor prima un problema di efficienza economica
La distribuzione della ricchezza la ricchezza delle sedi distribuite al secondo criteri di efficienza se la gru la ricchezza si concentra la messa non cresce se si distribuisce cresce
Ma non è detto che come si distribuisce funzionale sia uguale non è vero
Sì stessi secondo un criterio diverso di distribuzione la ricchezza
Essa a e diventa funzionale alla crescita
Seconda questione non è vero che tutta l'ostilità è un allo stesso segno si possono a vere effettivo diversi
Se
Si aumentar le tasse piuttosto che tagliare la spesa
L'Italia
E
Non lo so però sto dicendo negli ultimi due anni avendo proseguì avendo scelto la strada di di aumentare le tasse abbiamo
Distrutto un milione di posti lavoro
Bisogna vedere bisogna vedere quali sarebbero stati gli effetti del contrario
No però abbiamo davanti a noi la medicina cioè abbiamo avuto gli effetti della medicina che è stata applicata
L'ultima questione Cipo pagine può uscire
Allora evitando di pensare che di che il divorzio sia la l'unica soluzione
Che cosa può fare
Realisticamente la sinistra in Europa senza che sia velleitario
Può a spiegare all'editoria che esistano che bisogna siccome già competere con il mondo dietro il
La politica delle stabilisce vedete Visco c'è un altro ragionamento veramente come dire del proprio destino
Chi è questo
Noi dobbiamo competere con il mondo
Non vogliamo diventare
Una specie di piccola secondi grande Svizzera
Il mondo in mano ai cinesi ai cultura gli ideali e valori de
Dei cinesi perché il attraverso l'esportazione loro in esporta l'hanno pure il loro stile di vita
Noi non vogliamo fare quella fine noi vogliamo es noi esportare nel esportare nel mondo significa esportare non solo le automobili ma anche cubo degli culturali ed è una cosa fondata
Quello che
Bisogna rompere è l'idea
Che questa OP come dire che questa competizione globale
Sia la raggiungibile alle regole attuali
Forse bisognerà renderci conto
Che
Non bisogna solo liberalizzare il commercio ma imporre delle condizioni rivedere i trattati del WTO
E quindi non si può competere competere con Paesi che violano sistematicamente non solo per motivi morali ma anche per motivi economici sistematicamente tutte le
Le regole secondo che c'è una grande differenza fra aumentare la quantità di denaro per investimenti e aumentare la quantità di raro che bisognerà aumentare nella la da parte in Europa cioè per superare la politica dell'austerity
Se questi soldi vengono solo come dire
Tesi a essere a spendersi no
La abbiamo bisogno di cambiare la politica monetaria
Siamo il Paese il continente più cretino
Quindi cambiare la politica monetaria è necessario bisogna convincere
Una cosa ragionevole soprattutto la Germania perché sono d'accordo che è quello il problema
Bisogna convincere la Germania che fare una politica di aumento dell'Aula ma quantità monetaria per investimenti è una scelta non contraddittoria con la competitività dell'Europa
Grazie
Luigi Angeletti adesso la parola Laura Pennacchi
Io mi sento molto in sintonia
Con tutta
L'argomentazione il corpo di argomentazioni che viene messo in gioco in questo seminario in particolare
Sono molto d'accordo sull'idea che ha esposto Lanfranco Turci all'inizio e poi è stata ripresa da tutti i relatori
E cioè che l'antieuropeismo il populismo antieuropeiste a con caratteristiche anche di xenofobia
Di nazionalismo molto deteriore che sta prendendo corpo in tutta Europa anche questo antieuropeismo siano una conseguenza
Della dissoluzione dell'idea di Europa dell'idea di Europa che è stato il sogno europeo
è che era stato proposto
Nelle secondo dopoguerra ai cittadini europei per l'appunto e qui sono anche d'accordo sulla sottolineatura che è stata fatta molto anche da alcuni intervenuti che le responsabilità
Del socialismo europeo in questa dissoluzione sono enormi
So come sono enormi
Nel senso la sua insufficienza è stata una delle ragioni che ha determinato
Questa
Dissoluzione dell'idea di Europa
E sono però altrettanto enormi le responsabilità della sinistra del socialismo europeo europeo oggi per tentare di porre un argine a questa dissoluzione quindi per tentare strade nuove e che poi hanno profonde implicazioni a livello dei singoli Paesi come per esempio in Italia
Il soprassalto di cui parlava Stefano Fassina
C'è bisogno di cui parlava il soprassalto della sinistra a livello teorico a livello analitico a livello culturale profondo eh
Di livello altissimo questo soprassalto
Che ci dovrebbe essere per fronteggiare la
La il Brera il vero e proprio vuoto di pensiero con cui
La sinistra il socialismo europeo sta fronteggiando
Una TAC
Easy
Ecco lunghissima siamo entrati in rete oggi nel settimo anno della crisi la crisi più grave
Era al cui confronto per per alcune caratteristiche che riguardano per esempio la disoccupazione
Che i democratici americani non esito ma definire Giotto catastrofali vorrei che anche i socialisti europei usassero parole così forti così così gravi
Siamo
In uno in una situazione terribile io penso che questo soprassalto di cui abbiamo bisogno debba
Superare tanti tabù mettere in gioco parole grandi come
La necessità l'attualizzazione di una riforma del capitalismo noi siamo di fronte alla necessità di riprodurre
Grandi schemi di formatori e riformisti come quelli che furono generati negli anni trenta e furono generati Pedrini in
Iniziativa straordinaria di tipo intellettuale di carenze di e di altri grandi intellettuali come miglior dal socialdemocratico
Lo svedese
E e tutto l'apporto della socialdemocrazia scandinava fu enorme in quegli anni fu enorme l'apporto del laburismo
Inglese che introiti atto grandi elementi da dall'evoluzione
Democratica del pensiero liberale per esempio di beve regge e tutta l'enorme iniziativa di di Roosevelt e del New Deal di Roosevelt noi dovremmo orientare di produrci
Riprodurre una creatività
Intellettuale culturale di quel livello e io penso che dentro una riproduzione di questo genere ci starebbero benissimo ci stanno benissimo del le questioni alcune delle questioni di cui parlava
Angeletti poco fa io penso davvero che la sinistra
Non possa più concepibile i problemi dell'allocazione distinti da quelli della
Redistribuzione la sinistra
Noi non è peraltro non è mai stata non lo fu negli anni trenta e non lo fu negli anni cinquanta e sessanta all'epoca del compromesso keynesiano non è soltanto redistribuzione sia occupata pesantemente di problemi di accumulazione di produzione
E noi oggi dovremmo generare un nuovo modello di sviluppo proporre un nuovo modello di sviluppo che è lo l'unica cosa con cui si combatte davvero non è un mercantile lirismo perché con un nuovo modello di sviluppo più basato su una domanda interna che non su le esportazioni più basato sul consumi collettivi che non sul consumi individuali un voto più basato sui rapporti tra domanda e offerta
Perché abbiamo bisogno di carenze ma abbiamo bisogno anche di Schumpeter e perfino del recupero del marzo né
Meno marxista dei manoscritti economico filosofici che parlava dei bisogni e dei desideri
Ricostruirci di più su cui su una visione dell'essere umano
Che ci che ci porti anche alla possibilità di un nuovo umanesimo recuperando le componenti ecologiche le componenti delle pensiero dell'evoluzione del femminismo del pensiero della differenza eccetera
Io penso che ci dovremmo attrezzare a collocare a questo livello e badate non è un livello astratto perché per esempio collocandoci a questo livello e chiudo
Anche a livello interno anche nei singoli Stati potremmo adottare politiche più coraggiose
Se è vera una delle cose che ci ha esposto di Polito stamattina e io penso che sia vera e che ha dobbiamo avere il coraggio di cominciare a dirlo apertamente
E cioè che queste politiche di austerità fanno fallimento nel senso che non riducono nemmeno il debito come e anzi Nomentano comincia ricordato Fassina
è anche vero che questi
Che queste politiche hanno l'intenzionalità fondi combattere la disoccupazione ma di crearne disoccupazione come è stato fatto in Spagna in Grecia in Spagna la disoccupazione è andata oltre il ventisei per cento la Grecia
Abbia vi abbiamo inflitto un olocausto un vero e proprio lo cauto
E anche in Italia si vuole
Fare così quindi siamo all'opposto altro che creare occupazione qui si vuole creare più disoccupazione perché con creando più disoccupazione sia basso ulteriormente i salari un Paese cassa lari
Mediamente molto bassi come l'Italia deve abbassare il secondo questa visione Labaro la visione della valutazione interna
Dell'austerità delle delle riforme strutturali eccetera li deve a passare ulteriormente a loro una politica opposta a questa anche a comunque
Anche senza indebitarsi io penso che dovremmo assolutamente recuperare la visione di Cancer del debito buono che finanzia investimenti del debito cattivo che finanzia spesa corrente ma anche senza indebitarsi
Abbiamo calcolato o con il Libro bianco che ha accompagnato il per il lancio del piano del lavoro che la CGIL ha fatto già più di un anno fa
E mi Libro bianco significativamente intitolato tra crisi e di grande trasformazione riprendendo le parole di campo Langley trasforma esce un perché questa è la la situazione abbiamo qualcun lato che con cinque miliardi di euro
E il Governo Renzi stadi sta discutendo ha promesso dieci miliardi di euro
Il picco come beneficio fiscale distribuito nove milioni di lavoratori
Con cinque miliardi di euro si possono creare quattrocento mila posti di lavoro usando anche la riattivazione del servizio civile come era nell'idea per esempio di Ernesto Rossi che nel quarantasei
Lancio il programma dell'esercito del lavoro
Io penso che bisognerebbe
Adottate concezioni innovativi di questo genere creare direttamente lavoro
Usare anche l'immagine che del resto anche quella che iniziano a dello Stato come un però gli aeromobili last resort se davvero
La job catastrofe ci angoscia fino al punto che
Per vogliamo appunto invertire invertire tutti meccanismi da questo tipo di inversione
Non generate che la crescita per poi avere il lavoro
Maggi riguarda il lavoro perché questo far ripartire la crescita e al tempo stesso siccome questa generazione di lavoro dovrebbe avvenire nei campi nuovi che se attendono tutti di fronte a noi però progetti
Con la creatività per l'appunto che fu degno dei al pensate ai territoriale risanamento del territorio e la riqualificazione delle città l'edilizia all'edilizia scolastica
La
Non
Risistemazione complessiva dette dei tessuti urbani
Pensate beni culturali pensate alla cultura quanti progetti si potrebbero fare e perché non si fanno io questo domando la vera domanda che mi sono fatta in tutti questi mesi
Come mai una cosa che a metà appare così lampante non si fa
Ecco la risposta oggi qui c'è stata data non si fa perché non si vuole fare perché si vuole ottenere l'esatto contrario aumentarla la disoccupazione quindi
E APPA dotare politiche che fanno l'esatto contrario
Vi riempite ci rendiamo conto di quale inclusività rispetto ha è uno è un obiettivo che vera veramente a questo punto rivoluzionario quello di lì rilanciare la piene buone comparazione di creare direttamente il lavoro per giovani e donne
Bene allora facciamo a qualche
Eccezione al programma anche perché poi in missioni tracciati naturalmente non sono sessioni che tali trattino questioni così diverse fra di loro diamo la parola lodata loro oberato quartieri
Per introdurre sui temi le istituzioni annuncio che
Questa sessione non ce l'ha chiusa da da come avevamo inizialmente programmato da Chiti
Perché avendo l'e-mail per il pomeriggio pagarvi stesso prima del buffet confermo e mandarci verso mezzo qui dicono che non sente reti prima uno e mezzo e poi riprendiamo dopo rapido buffet che si consuma qui
I lavori
Prego vuol dire
Okay tutti ma io penso che il tema che mi è stato assegnato quello della dimensione della questione democratica e della dimensione istituzionale
Della crisi e delle prospettive dell'Europa sia molto collegato al alla sessione quindi realtà io entro in questa sessione e ed introduco una prospettiva un punto di osservazione più che diverso vorrei dire
Complementare perché
Io penso che la questione democratiche la dimensione istituzionale si hanno una componente centrale della discussione che si è svolta
E se non si affronta questo aspetto non si capisce me perché quella nave modellate riprendere la vignetta finale di una relazione sembra andare così inesorabilmente verso il basso
Ne
Come
E su facendo leva su cosa si può approvare a investirne il corso e la rotta e la rotta
Io vorrei dire che
Il problema storico della democrazia europea e della democrazia in Europa cioè della democrazia delle istituzioni dell'Unione europea da una parte e della crisi più generale della democrazia in Europa nei suoi diversi
Livelli istituzionali
è allo stesso tempo e tetto dirà crisi e del fatto che sia prevalsa come Stato
Chiaramente spiegato nella relazione mi hanno preceduto una specifica e molto chiara visione politico politico economica
Formatasi negli anni Ottanta e che è stata Cornacchia coerentemente ispirato alle politiche economiche di questi anni e che soprattutto a partire dal due mila dieci due mila undici ha prodotto quella
Quella differenziazione che è stata bene indicata migrati ci tra la performances
Del dell'economia europea e quella dell'euro zona è quella degli Stati Uniti e quindi naturalmente
Questa
Assai deficitaria per usare un termine output legittimarsi questa assai deficitaria performances non può che essere è una delle cause della crisi della democrazia dell'insofferenza dei cittadini
Del del voto per i partiti populisti e di tutte cose che sappiamo bene che osserviamo con attenzione come anche preoccupazione in vista delle prossime elezioni europee
Ma in realtà questa
Queste queste politiche queste queste
Questo sette di impostazione politico culturale ed economico e di politica economica e concrete sono anche
Le setto
Del modo con cui si è posto è configurato il problema storico della democrazia in questi anni cioè la mia tesi e che queste politiche
Siano state realizzate per il prevalere di una visione conservatrice
Ma anche perfetto del modo con cui
Si configura oggi la questione democratiche in Europa in un momento di transizione molto delicato
Tra crisi della democrazia nazionale e costruzione faticosa democrazia europea soprattutto nel momento in cui è stata compiuta la scelta assai rilevante che ha introdotto una discontinuità molto profonda
Con ciò che è stata storicamente l'Unione europea
Al di là della della del del sogno dei dei fondatori della visione ambiziosa ma chiaramente la scelta di introdurre la moneta unica di costo di unione monetaria ecco ha introdotto una discontinuità profonda
Nel nel ruolo dello del
Della costruzione europea rispetto alle democrazie nazionali a e quindi ha aperto una fase
Di crisi e transizione
Della democrazia una fase che potremmo dire e di crisi organica insomma la democrazia europea non c'è ancora la democrazia nazionale non c'è più perché non ci può essere più compiuta compiutamente nel momento in cui
Lo Stato nazione rinuncia alla competenza sulla politica e monetaria e noi ci troviamo oggi in questo in questo
In questa complessa transizione ma quello che io volevo argomentare e che
In questo in questa transizione il nesso tra i due elementi la democrazia europea
Che non c'è ancora la democrazia nazionale che non c'è più compiutamente o meglio opera a mio giudizio in un modo diverso Dacome
Opera secondo l'altra impostazione che trova la sua espressione più forte massima nella nella nella Corte Costituzionale tedesca nel Bundestag Fasson Gary cioè in una logica dicotomica
Di trasferimento della sovranità in cui esiste un sovrano
E nel momento in cui ce n'è un altro non ci può essere il primo è allora la corte di spiega che se
Non si può andare oltre perché
Se no si mina la sovranità assoluta del
Del popolo tedesco espressa nella democrazia rappresentativa e nelle forme della Costituzione e se sì e se si va
Se si trasforma il Parlamento europeo che secondo loro non è un vero Parlamento
Mai
In un vero Parlamento allora non ci può ecco allora qualora il bond essa non è più vero Parlangeli può essere solo uno i sovrano quindi è una logica diciamo che o o o c'è la democrazia nazionale compiuta o c'è la democrazia europea compiuta
E quello che si toglie a uno va dato all'altro
Ecco in realtà quello che sta avvenendo è che questo nesso tra democrazie nazionale europee date come azione azionare democrazia europea opere in una forma assai più complessa
E questo a un re nesso molto stretto con le cose che sono state discusse fino adesso a mio giudizio
Cioè con il sul prevalere di una determinato modello di politica economica e sul fatto che sia molto di
Vicino è molto complicato uscire soprattutto perché l'altro problema è che si concorda forse
Non non dappertutto ma
Come è stato giustamente detto ormai alcuni assunti analitici sono abbastanza solidi e forti sui limiti di una determinata
Visione macroeconomica e tuttavia è molto complicato non si riesce a capire in che misura l'Unione europea può concretamente
è realizzare promuovere una politica economica diversa perché ciò richiede appunto
Una
Dotazione di competenze e risorse tale nella misura in cui si SIMS rimane dentro una un'unione monetaria che è molto complicata
Da costruire da costruito un percorso effettivo di transizione che
Che consenta di
Di dotare realmente l'Unione dico di quelle competenze quelle risorse che permettano a sua volta all'Unione
Di avere una politica diversa da quella attuale
Quindi la questione democratica e
E centrale
Ed è centrale perché appunto la tesi che voglio esprimere diciamo e che
Questa questa questa linea la linea dell'austerità la linea né a me mercantili sta la linea della valutazione del lavoro la linea di dire tu non regge la competitività allora Ribechi la recessione finché non riduce il costo del lavoro non può e si valuta ricambio svaluta tutte le cose che ormai sono chiarissime sono state dette da vari punti di vista con una organicità che non richiede di tornarci tornarci sopra perché è una diciamo una lettura analisi analiticamente assolutamente corretta
è assolutamente convincente hanno anche a mio giudizio un altro
Fattore che le spiega e le ed è quello appunto della
Volontà di mantenere una sette una distribuzione di competenze dell'Unione economica e monetaria
Coerente con l'impostazione che adesso è stata data al momento della sua istituzione del Trattato di Maastricht e cioè appunto distribuzione di competenze che lasciano
Per competenza la politica economica a livello nazionale attribuisce quella che la politica monetaria come competenza esclusiva
A livello a livello euro europeo e tuttavia e qui il problema il paradosso in realtà
Le tetto
Di queste politiche non è stato solo quello di di determinare una recessione una seconda recessione quando essa si sarebbe potuto evitare di determinare questi livelli disoccupazione di replicare questo livello di sfiducia
Che si ripete verso l'Europa ma si riverbera anche verso la democrazia nazionale se si guarda l'eurobarometro
Il tasso di fiducia verso i Governi i Parlamenti nazionali e ancora più basso di quello verso il Parlamento le istituzioni europee che pure ecco declinati in misura preoccupante quindi appunto anche qui non c'è questo
Questo rapporto le le due democrazie vanno giù insieme o possono rilanciarsi rigenerarsi vittime in modo
In modo in modo congiunto
Salvaguardare cosa salvaguardare questo modello asimmetrico che
Che si rischi si è dato a Maastricht perché i trattati successivi non hanno modificato e non hanno intaccato alla base c'era una visione in realtà della soprattutto delle élite francese che che sono stati gli architetti della moneta unica soprattutto i giuristi francesi
Beltrame Banca di Francia e
Diciamo così il Consiglio di Stato sono stati un po'gli architetti che ho riciti questa visione che si potesse
Condividere una moneta salvaguardando la politica economica comune e questo poi per un incrocio diciamo così di dinamiche politiche istituzionali in un momento in cui per ragioni più storico politiche che economiche
Strettamente si è deciso di fare il salto verso la moneta unica ciò ha determinato questa configurazione che conoscete e che quindi posso solo richiamare che non è data solo dalla asimmetria nella distribuzione di competenze tra il pilastro economico quello monetario ma è data anche da alcune norme molto stringenti che è quella distribuzione tendevano a fissare e arrendere
Insuperabile appunto il centoventitré che dice che la Banca centrale non può essere un prestatore di ultima istanza il centoventicinque che dice che
Che non poiché la novello cosa che non si possono intervenire a sostegno salvataggio gli Stati membri una procedura di bilancio
Fondata sulla regola dell'unanimità che quindi inchioda oggettivamente la costruzione di risorse proprie e la definizione
Quantitativa delle risorse a disposizione del bilancio dell'Unione al al al denominatore più basso minimo comune essendoci L'Unità e quindi è alla base alla radice del fatto
Che abbiamo
L'un per cento dipinta di bilancio
Cosa
Vinte insufficiente ha sostenuto a sostenere polmonite è questo una mole io che questo era il disegno originario
Il paradosso è che la crisi da un lato ha messo in discussione questa distribuzione di competenze
E ha richiesto oggettivamente di andare oltre essa
Per cui tutte queste norme sono di fatto state superate e centoventitré lo è stato superato perché di fatto l'abbia la BCE ha fatto Pillon Terme Cananzi Cooperation il centoventicinque è stato aggirato perché abbiamo fatto il meccanismo europeo di stabilità
Eccetera e cioè e la Elena il e la funzione di semplice coordinamento delle politiche economiche realtà è diventata molto più inclusiva perché oggi lo sappiamo bene la voce in capitolo della Commissione su di esse su di esse è assai più
Forte dimettiti condizionante di quanto lo è stata negli anni precedenti in cui ci si è attenuti alla lettera alla lettera del trattato i regolamenti che sono stati
Realizzati sulla base basi giuridiche molto fragili realtà sono andati assai oltre quelle basi giuridiche quindi hanno confidato hanno configurato un meccanismo di governance che inefficace ma che è assai inclusivo rispetto
Rispetto alla alla
Alla democrazia nazionale e quindi e tuttavia questa allo stesso tempo se questo è stato inevitabile la bussola la bussola che ha orientato la costruzione di questo meccanismo di governance rafforzato post crisi
è stata in realtà quello di cercare di rimanere il più possibile fedeli a quella distribuzione di competenze a salvaguardare il più possibile
E le competenze nazionali proprio nel momento in cui realtà o in oggettivamente qui sta il paradosso è qui l'insostenibilità del momento del del modello Bundeswehr passo Gary
Della o o democrazie nazionale o demolizione OPA in realtà proprio quel colpì il paradosso è che proprio quella governance orientata dal principio di salvaguardare il più possibile la cui competenze nazionali di politica economica di politica di bilanci realtà finito con risultare
Paradossalmente più inclusiva
Rispetto le competenze quindi la la dimensione democratica nazionale di quanto sarebbero stati altri altri altri altri strumenti anche più costosa insomma alla fine paradossalmente i consiglieri incontro accetto a Bruxelles si insomma
Si ricordava il fatto che che sarebbe costato molto meno
Una gestione comune dei debiti di quanto alla fine è costato Lelli SM all'otto per cento del PIL della Germania il sette e la Germania e l'otto per cento della d'Italia
Lì ha garantito sul di SM basterebbe meno dell'otto per cento del PIL per avere una quindi e anche inefficiente e inclusiva e costosa ma anche
Ma anche
Ma anche inefficiente in che modo questa questo questo modello di governo sa
Ha cercato di mantenere
Rimanere coerente al principio della salvaguardia della della competenza nazionale sulla politica economica le molto chiaro se la si guarda ad esempio quella che nel
Miglior libro a mio giudizio sulla crisi quello di Carlo basta sin
Della Brookings Institution lui definisce la strategia dell'incertezza
Cioè il fatto che Mammano che in questo non
Diciamo circolo per
Precipitare della crisi tra l'altro al maggio due mila dieci e mesi successivi
Nel momento in particolare con la scelta sciagurata di Deauville è quella che ha posto messo in campo il public sector cioè corrente ma insomma in generale il fatto che si sia ma non sia mai scelto finché non ci ha pensato la BCE per altra via è oggi ancora sub iudice questo questo questa questa scelta il fatto che si sia scelta di non arrivare mai
Ha una garanzia completa a una garanzia
Perché era assicurasse fino in fondo i mercati non è stato solo dovuto allo al tentativo di risparmiare il voto Statuto spiega basta asina
Molto quella che lei definisce strategia dell'incertezza cioè l'idea che alla fine il compito di dare la disciplina gli Stati membri dov'è stretta mantenuto al mercato
E quindi la concezione di comporta la concezione dei compiti a casa
Significa che io faccio qualcosa per evitare per per salvaguardare come si dice non salvare il singolo Paese malato
La stabilità dell'euro zona come tale la formula che è stata di compromesso che è stata scelta dal Consiglio europeo indicativa appunto
E tuttavia io non ti do mai la garanzia completa perché tu devi sentire il la forza il vincolo del del giudizio dei mercati e deve orientare di politica economica in base all'inizio e questo da una quindi è stato una una congiunzione potremmo dire di mercatismo da una parte cioè l'idea che solo la disciplina che dà il mercato
è efficiente efficiente non una orientamento vincolante dato da delle istituzioni pubbliche in qualche modo
Questo è stato l'altra faccia del del del dell'idea che appunto non si doveva e non si poteva andare oltre un certo livello di attribuzione di competenze di risorse a livello delle istituzioni dell'Unione perché ciò avrebbe
Minato la salvaguardia
Sempre più svuotate in realtà sempre più formale anche se in modo differenziato da Paese a Paese naturalmente
Della sovranità nazionale sulla politica economica sulla gestione delle risorse e quindi le risorse comuni dei dei fondi salva Stati non sono risorse dell'Unione ma sono risorse degli Stati membri che mettono pro quota che i Parlamenti nazionali
Derivi quali i parlamenti nazionali sono sovrani
E la Corte Costituzione tedesca ha chiarito che che che che lesse M. legittimo della misura in cui la sua garanzia è quantitativamente determinate decisa sovranamente dal Bundestag e quindi proprio questa il paradosso è che proprio questo elemento
Diciamo questi confini e questi limite vengono hanno reso meno credibile la garanzia e quindi hanno determinato quel circo Lucio della crisi che ha costretto ad aumentare di volta in volta la garanzia
Il paradosso di questa apparente sovranità dei Parlamenti del Bundestag di dire quanto io metto ma lo decide io quanto ma realtà siccome la crisi andava avanti bisognava aumentare o mentale loro alla fine dovevano solo ratificare quindi è stata una salvaguardia di sovranità solo apparente
E non sostanziale
E che ha prodotto un sistema inefficace e inefficiente proprio perché una delle ragioni che l'orientamento oltre all'altra diciamo impostazione sociale politica culturale ed economica che abbiamo già analizzato precedentemente era proprio quella di salvaguardare
Questa prerogativa degli dei degli Stati membri questo ha innescato appunto
Un meno un modello di governance puntato su due pilastri
La garanzia assistenza finanziaria da parte di scatole intergovernative governate dagli Stati membri di risorse degli Stati membri la riforma il Trattato Lisbona passata dice
Gli Stati membri possono stabilire un meccanismo che o di stabilità non l'Unione noi l'emendamento che abbiamo redatto il relatore tono l'Unione può stabilire un meccanismo però di stabilità no quello ed è stato proprio il punto fondamentale devono essere gli Stati membri
Per le ragioni per le ragioni che sopra di te quindi garanzie degli Stati dagli Stati membri e dall'altra parte un meccanismo
Di governance rafforzata impostato però sulle regole e non sul sul potere di governo di UNIFIL della Commissione appunto quindi non un Governo europeo ma una governance europea
E una governance fondata sulle regole
Da far rispettare e non su una capacità discrezionale di fare politica economica come tutte le entità diciamo così statuali sovrani nel resto del mondo e possono permettersi di fare
E quindi questo doppio meccanismo questo scambio che poi a sua volta e uno scambio politico io trovo il consenso nazionale Melania platea di leggi nazioni nazionale perché il momento in cui decide un organismo intergovernativo il leader risponde al suo elettorato nazionale non all'elettorato io
Per come faccio a ottenere il consenso il mio elettorato di mettere l'otto per cento del PIL la garanzia degli altri lo faccio perché vi dico però vi faccio rispettare delle regole dure severe severissime
E quindi è molto complicato uscire da non basta neanche dimostrare politicamente e questo e dal punto di vista di politica economica questo meccanismo non funziona perché determina dei comportamenti prociclicità
E inefficiente dal punto di vista economico e qui ci può essere una dialettica tra destra sinistra
Ma ma ma ma qualora anche noi convincessimo in vincessimo dal punto di vista egemonico etiche quelle un modello di voli o inefficace
Per consentire all'Unione
Di fare una politica diversa occorre uscire da questo circolo vizioso
Che che nel momento in cui pretende di salvaguardare una compiuta sovranità dello Stato sulla politica economica sulla gestione di risorse in realtà non Pons te di costruire un governo economico europeo democratico e allo stesso tempo svuota di fatto persino in Germania c'è nel Paese che più di tutti
è è diciamo ha un tasso di sovranità superiore agli altri del suo Parlamento perché gli altri Parlamenti europei ormai contro chi nulla è chiaro persino la Germania
è sottoposto a e esternalità e a vincoli interdipendenza che in realtà che minano quella stessa pro veritate quell'impostazione sito prefiggeva di
Di conservare e di
E di e di salvaguardare questo appunto se si guarda come la dinamica proprio
Della crisi dal dal due dal dal maggio due mila dieci si è che quando appunto le due curve Europa e Stati Uniti si sono differenziate
In quel modo è evidente la centralità di questo fattore politico oltre al fatto che c'è una maggioranza di centrodestra che hanno fatto la politica ostilità eccetera evidente si vede proprio come le le le decisioni si sono sul susseguite come si è la prima scelta
Sulla Grecia non ha rassicurati mercati allora serve un surplus di Ostia allora facciamo il sì Spacca e per ottenere che aumentiamo le risorse alle FS F però non basta quindi dobbiamo mentali ancora allora però dobbiamo fa
Fiscal compatta e cioè un un inseguimento tra un continuo aumento dell'impegno a garanzia ma insufficiente e quindi che i mezzi dividevano insufficiente quindi a facevano sa chi lo spread è questo mi rendeva necessario aumentare le risorse questo però per avere il consenso mettere risorse a renderla necessario
Per fare prima il sex pacche poi fiscal compatte poiché un qualche poi un'interpretazione dei medesimi ottusa mente
Diciamo prociclica quando persino quegli strumenti anche grazie a un po'al lavoro che ha fatto il Parlamento e sono stati resi un minimamente flessibili quindi una una dinamica
Di ca pessima output legittimatio e diciamo performances economica fortemente condizionata anche da una dinamica politico istituzionale allora il punto
Il punto politico fondamentale eh se questo è se questo meccanismo e quella nave quindi che che affonda
Determina questa dinamica non solo per il prevalere di un orientamento
Politico economico e neanche per il prevalere di uno Stato su un altro io sarei molto prudente quando si dà una lettura tutta in termini quasi geopolitici allora la Germania contro Francia qui no è e ma anche per una dinamica
E diciamo politico istituzionale e democratica per una sorta di circolo vizioso in cui siamo
E che produce il fatto che una governance diverso una linea diversa richiederebbe
Un'Unione Europea con risorse competenze maggiori ma proprio perché quell'attuale a questi testi risultati non c'è il consenso
Per dare all'Unione risorse competenze maggiori per cui se oggi uno dice no facciamo abbiamo cambiamo il centro di trecentoventicinque facciamo una competenza
Con concorrente in politica economica ma superiamo l'unanimità per aderente le risorse proprie per i cose ragionevoli ma non c'è il consenso non cioè non c'è il consenso
Per fare cosa dicono i trattati perché perché non c'è così allora di cittadini tra i tra i Governi perché non c'è il consenso dei cittadini e consenso né cioè i cittadini c'è
Anche per effetto delle politiche che sono state fatte per non modificare questa distribuzione di competenze allora siamo
Siamo in un circolo vizioso e non solo economico ma democratico e istituzionale dal quale il problema e come si esce naturalmente perché poi
E qui in politica ci non ci si può limitare a un'analisi ma occorre anche sapendo che non si torna indietro ecco da questo punto di vista non è incredibili ponti sono bruciati
Io ritengo che in ogni caso ad esempio un Paese come l'Italia e non avrebbe
Non sarebbe stato in condizioni di Reggio una politica di cambi flessibili in assenza di un controllo delle valutario come c'era prima degli anni ottanta e non ci sono le condizioni per tornare a quel mondo quindi diciamo
è un non c'è non esiste
In questo senso il piano B c'è solo ma ma come si fa appare piano a perché a oggi appunto che come si esce da questa da questo circolo circolo vizioso io penso che occorre individuare quali sono le leve
Per per per superare questo stallo e io penso che la leva fondamentale sia
Il processo la dinamica invece che si è innescata soprattutto dopo Lisbona
Di graduale costruzione di una democrazia europea pur nei limiti di un'attribuzione di competenze dico illimitati
Del Parlamento perché si è aperta una dinamica di transizione su sulla quale forse non c'è ancora una sufficiente consapevolezza dei contemporanei per la famosa logica per cui la nottola di Minerva vola al tramonto e quindi realtà forse
Se non ci rendiamo conto che se è vero da un lato dettare la la lettura più critica
E la democrazia nazionale morte quella democrazia europea non c'è ancora ma realtà non siamo semplicemente in una situazione di crisi organico in cui non c'è l'una né l'altra cosa forse siamo una situazione di transizione in cui sta nascendo qualcos'altro faticosamente
Vero le saremmo non è
Il massimo ma se si guarda come è stato cambiato il Senghore solution meccanismi dal Parlamento europeo e quello che nella dimensione intergovernativa sembrava impossibile raggiungere e e pasta pare a sciogliere
Di andare un muova un processo di mutualità azione del fondo di garanzia e consentirgli di di indebitarsi sui mercati finanziarsi sui mercati sembrava una cosa irrealistica
Se si rimaneva nello schema intergovernativo dell'unanimità si è andati in procedura legislativa ordinaria e questa cosa è passata
Ed è passata trasversalmente in un voto che non ha visto i tedeschi che vota una cosa i greci votano l'altra ma visto
Invece una una una dinamica positiva di una istituzione parlamentare
è stata
Facendo leva sulle sue competenze e sulla sua natura nuova di rapidi istituzione che rappresenta i cittadini sta
Conquistando un terreno uno spazio per la democrazia europea che è l'unico elemento che può rompere questo circolo vizioso da questo punto di vista la leva fondamentale a mio giudizio è proprio la sfida la scommessa che abbiamo lanciato
Per l'elezione del Presidente della Commissione che ieri ha trovato cioè di pieno interpretazione della nuova
Del del diciassette sette nuovo che dice che il Parlamento elegge non conferma che il Consiglio europeo propone che non nomina il Presidente della Commissione sulla base di tutto ad elezioni europee e il fatto che il PSE abbia
Per uscire liberarsi dalla sciagurata sconfitta quando il PPE ha promosso Barroso peraltro persino prima delle elezioni anche se una riconferma di un leader scelto sulla base di un meccanismo intergovernativo e ha spaccato IP è se una parte
Adesso che se
A Praga deciso no creiamo questa procedura inedita e perché questo questo gioco
Complicato ancora imperfetto sta funzionando concludo davvero la ieri abbiamo raggiunto un accordo tra i gruppi politici in cui si è scelto una procedura che il gruppo che perché era di
Di regge presente di formare una maggioranza a quello che era avuto più voti quindi si è scelto una linea
La maggioranza relativa è è col consenso di tutti i Gruppi questo significa che il Parlamento si presenterà unito davanti al Consiglio europeo nel pretendere il rispetto della procedura parlamentare e se ciò funzionerà se questo primo esempio
Significa che noi avremo per la prima volta politicizzato la Commissione europea
Euro pensato il dei il dibattito politico la dinamica politica elettorale aprendo le condizioni per un circolo virtuoso democratico in cui
Si costruisca un livello di legittimazione delle istituzioni europee
Tale da da da costruire consenso perché ad esse vengano date anche competenze e risorse superiori questo il primo corno l'altro corno
è legato naturalmente al tipo di Commissione che avremo è una correzione immediata almeno di cose che si possono correggere la prospettiva è quella
Sono stato così lungo che non potrò fare la pars construens sì quello che andrebbe fatto un governo economico democratico e quindi cosa quale articoli andrebbero IFO abbiamo scritto trattato col gruppo Spinelli è molto chiaro in realtà quello che andrebbe fatto si sa abbastanza
Quello che andrebbe fatto in termini di costruzione di un governo economico dell'Euro primo grafico il problema è come innescare il processo per rendere realistico quell'unanimità per la riforma di quegli articoli trattato che oggi non c'è
Ecco io penso che le due elementi siano la costruzione di un circolo virtuoso della democrazia e la democratizzazione
Della della del del delle della Commissione della europeizzazione del del dibattito politico europeo attraverso questo mi messo tra Lecce europea elezione Presidente la Commissione e dall'altro lato anche facendo leva su una Commissione diversa di una correzione
Anche nel breve periodo di un'interpretazione delle regole del patto di stabilità che la Commissione attuale ha svolto con una rigidezza e con una ottusità burocratica davvero superiore diplomi
A Roma ogni aspettativa e questo è competenza della Commissione non del Consiglio europeo non è che Matteo Renzi lo della vera Consiglio europeo consenso e la Commissione
E si è visto che quando
Il metodo comunitario che è l'unico che può
Mettere invitare i vecchi di singoli Stati quindi da questo punto di vista anche superare quest'idea di una riforma l'euro zona Traverso il metro dell'Unione il metodo fa con cui prima il consenso unanime
Da parte del del delle degli sherpa dei Primi Ministri poi la Commissione che fa la proposta la no noi dobbiamo partire da una Commissione io lo chiamo un metodo comunitario due punto zero una Commissione rafforzate legittimata
Anche con
Sovranità appunto che non siano quelle
Come quella di Barroso che possa aprire una dinamica costruttiva evolutiva presentare proposte legislative anche a trattati costanti
Che correggano e rafforzino la governance e determino quindi un circolo di virtuoso che magari poi anche in presenza di condizioni nuove
La posizione inglese la necessità di concordare un riassetto del modello molti TIR diciamo così dell'asse del della governance del dentista mi succedono però possa consentire anche di di affrontare questa grande sfida della riforma dei trattati per il contenuto della quale le proposte già esistono mio rapporto voluta raccolti
Più fatto da metà positivi sono le proposte nel nella nel trattato il gruppo Spinelli è molto chiaro quello che occorre fare ma possa soprattutto innescare
La dinamica istituzionale e politica e spezzando questo circolo vizioso tra crisi della democrazia nazionale e assenza della democrazia europea possa in realtà costruendo l'una se al bar e l'altra e e costruire un'Europa della democrazia e dei Parlamenti e dei cittadini e non un'Europa del medio di un criterio intergovernativo e delle regole tecnocrati perché alla fine poi si impernia
Su una centralità del mercato che non è in grado di di governare una munita che della quale abbiamo bisogno e io penso come diceva il filosofo che l'umanità si pompa si pone i compiti
Ai quali può dare risposta quindi se se oggi
Su questi compiti Sisic innanzi catalizza un'attenzione è una ripetizione un'elaborazione io penso che la sfida di uscire
Da questo circolo vizioso può essere vinta e che le prossime elezioni possono essere il primo passo avanti di un'effettiva transizione federale
Che consenta anche il superamento delle politiche di austerità e la
Costruzione di quel diverso modello di sviluppo a cui anche Laura Pennacchi faceva riferimento grazie
Requisiti Daniele
Vannino Chiti
La corsa alla
Risulta sì sì sì
No quello no perché avevamo annunciato che tutori palare mattinata che poi già nel primo pomeriggio cambiamo col Polo Holding
Ha sì le voglio fare tre o quattro considerazioni
Partendo da questa credo anch'io è stato detto mi pare da vari interventi che ci sia una subalternità ci sia stata in questi anni una subalternità della sinistra
Questa subalternità della sinistra però non credo sarebbe semplicistico dire che c'è stata perché era debole la volontà politica di questo di quello
C'è stata una subalternità politica della sinistra perché è stata subalterno alla cultura della sinistra perché non siamo stati in grado
Di
Di a vere un'analisi della situazione del mondo in cui ci troviamo di vedere quali erano gli obiettivi che non possono che essere confermati per una forza di sinistra quali di strumenti che dovevano cambiare
Quali
Anche i valori nuovi che dovevamo introdurre
E
Questo riguarda secondo me riguarda sia i temi dello sviluppo per questo si intrecciano sia i temi della democrazia se temi dello sviluppo che i temi della democrazia
In fondo sullo sviluppo una controffensiva della destra che
Liberalizzare la x e protetto e produceva un disastro sociale x più uno
La sinistra diceva attendiamo atteniamo i mali atteniamo il disastro alle conseguenze ben stava attenti perché sulla democrazia si sta facendo la stessa cosa si rischia di fare la stessa cosa
Secondo me quello che dobbiamo avere almeno per me
Che dovrebbe essere chiaro è che questa fase che viviamo della globalizzazione
Non semplicemente ha creato una subalternità
Alla finanza dell'economia reale e del lavoro ma sta creando e ha creato non sta creando ha creato una subalternità anche della politica e una subalternità del democrazia
La democrazia essi data nel ventunesimo secolo
Non più da totalitarismi di destra e di sinistra come è stata sfidato a vincendo nel ventesimo secolo ma essi data non soltanto dal terrorismo dal fanatismo che sono più individuabili e anche spietata
Dalle procedure dello sviluppo delle regole dello sviluppo
Dalla globalizzazione
Del del della finanza e di un tipo di economia a cui
La democrazia non ha per ora gli strumenti sufficienti per per rispondere e rischia da questo punto di vista anche da punto di avere una subalternità di nuovo una subalternità culturale della sinistra
La crisi economica che c'è in Europa
Io cito sempre perché mi ha fatto impressione sinceramente l'articolo di Barbara Spinelli
Dico è l'articolo di Barbara Spinelli sulle pubblica perché i dati che ci dà senza citare lei mi fanno tremare i polsi mi verrebbe da dire ma sono verità veri davvero invece sono veri no quand'dice che in Grecia la cura che è stata imposta ha prodotto il fatto che sono aumentata la mortalità dei bambini durante il parto ma ma basta questo
Appunto ma basta questo no
Cioè la Comuna delle grandi conquiste che ha fatto il nostro Paese
è il fatto
Che
Rispetta la mortalità dei bambini abbiamo raggiunto la Svezia a proposito di un servizio sanitario che che era un po'ci sono di segua gli anzi
Per cui un bambino che nasce in toscano che nasce a trenta più possibilità del bambino che nasce in Calabria e questa il problema nostro dell'Uefa da riformare ma è una grande conquista tornare indietro rispetto a questo queste la crisi economica
è quello di cui è stato discusso la crisi della democrazia è che la democrazia se non riesce
In questa fase che viviamo a diventare
Democrazia globale anche i diritti non solo la finanza e l'economia devono essere globali quindi come fa la democrazia diventare globale
Che è il grande tema di come si riflette perché non è utopismo ma è concretezza di una politica che guardi lontano già oggi l'ONU come si organizza e quali competenze non cento sarebbe complicato
Come si fa avanzare il funziona democrazie
è la democrazia sovranazionale in Europa la somma di questi due aspetti crisi che ci ha colpito è che dura più
Ormai che la seconda guerra mondiale e la risposta di un'austerità senza senza sviluppo gli aspetti che già sono stati sottolineati
Contemporaneamente il deficit di funzionamento democratico dell'Unione europea
Ha portato non semplicemente anche qui vediamo la realtà per come si chiama non ha portato semplicemente a un dilagare dei populismi e De populismi antieuropei
Ha portato insieme a populismi perché a volte il populismo tipo anche creare una critica di partecipazioni di non risposta di cui tutti ENI conto per far corrispondere meglio il funzionamento della democrazia
Anche qui si si tratta di di analizzare distingue ma quello che si sta scatenando in Europa si chiama una parte almeno una gran parte si chiama populismo reazionario
Il venire il suo il venire avanti di forze reazionario di destra il Governo dell'Ungheria come lo definite voi
All'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa gli interventi dei parlamentari ungheresi
Si muovono su questa linea
Nei confronti dei diversi diversi degli immigrati e così via non si colpisce così al fondo la democrazia non nasce su su diritti di cittadinanza senza di cui diventerebbe soltanto delle regole delle tecniche che non stanno in piedi
E e e e e i parlamentari olandesi del terzo partito cioè il la la novità non è che ci sono forze reazionarie in Europa
E anche le forze reazionarie che ci sono in Europa alimentate da Coco da un po'da un populismo di tipo reazionario sono al Governo in Ungheria
Sono
Il terzo partito in
Olanda sono tra i primi quattro-cinque partiti molti Paesi europei e rischia di diventare il primo partito in Francia
Rispetto a questo cerchiamo anche di ancorare il nostro dibattito il nostro di socialiste progressisti italiani e anche europei
Quando danno si discute che tipo di partito
Legge erano leggero si discute al tra l'altro di partiti che non ci sono a me sembra che sia una discussione come quelli che stanno andando Trento dentro un uragano e discutono se prendono un Parassole come si chiama un ombrellino da solo oppure no ecco
Stiamo scelte
Cerchiamo di far corrispondere le analisi e gli strumenti alle intemperie che stiamo vivendo vedendo scelto le potenze Rita che ancora ci sono ma vedendo anche le temperie che si avvicinano ecco su cui con i quali ci dovremo misurare
Io penso
Penultima considerazione
Che
In Europa il deficit democratico più grande insieme alle risposte alla crisi che si sta vivendo e che il metodo intergovernativo si è sovrapposto e ha dominato al metodo rispetto al metodo comunitario
Ci sono delle competenze che già oggi sono europea e la politica estera e di sicurezza sono europee c'è l'Alto Commissario per la sicurezza e la politica estera è un punto che è dentro il Trattato di Lisbona non è sufficiente certo ne soffice non è sufficiente che il Trattato di Lisbona ma come è stata gestita la politica estera di sicurezza con il metodo intergovernativo e infatti l'Europa è stata presente di fronte alle crisi arabe alle prime vere arabe di fronte a problemi dell'est con l'Ucraina o o è stata
E incredibilmente assente è stata incredibilmente assente
Oggi quando voi pensate all'Europa il Governo dell'Europa viene in mente vi viene in mente la Commissione come prima ci veniva in mente o vi viene in mente il Consiglio europeo
Ci viene in mente il Consiglio europeo perché le decisioni politiche si prendano nel Consiglio europeo la Commissione è ridotta rango di uno strumento operativo tecnico e e e qui si vede che il metodo comunitario sta arretrando dopodiché e
è chiaro che succede quello che in qualche riceva si prendono delle misure le le più anche negative con i metodi Inter native poi la responsabilità eh del dell'Unione europea in quei Governi hanno preso quelle quelle decisioni io penso allora
Che noi bisognerebbe porsi questo problema e poi vedere che cosa si può fare nella
Nella
Nel nostro semestre di presidenza
Dovremmo lanciare l'obiettivo di una costruzione di una democrazia sovranazionale vera gli Stati Uniti d'Europa
Domanda ma socialisti europei ci sono tutti su questo obiettivo
Ecco appunto lo so ad una domanda retorica
Al comma questa grande problema perché se i socialisti europei
In quanto tali non sono tutti sull'obiettivo di costruzione degli Stati Uniti d'Europa beh su questo facciamo un confronto culturale forte perché se non siamo su questo obiettivo è inutile dire quali saranno passi per arrivarci ma finché non siamo su questo obiettivo non siamo una grande forza continentale e non si risponde alle sfide che la democrazia in questo in questa fase non riesce ad andare oltre le istanze non riesce andare oltre gli Stati signor ali si impoverisce e infatti si sta impoverendo se già impoverita la democrazia si sta impoverendo negli Stati nazionali e al deficit a livello europeo
Se essi segna il punto si deve costruire gli Stati Uniti d'Europa allora si può ragionare quali sono i passi per arrivarci
Se non ci diamo l'obiettivo davvero nei prossimi dieci anni gli Stati Uniti ed Europa quali sono i passi da
Con cui arrivarci e come possiamo giocare il semestre di presidenza italiana alle un primo passo secondo me e porre all'ordine del giorno che il Parlamento europeo la prossima volta si elegge con un'unica legge elettorali perché se il Parlamento europeo non viene eletto con un'unica legge elettorale non ha una base di rappresentanza dell'
Ca e la volta che il Parlamento europeo contando porrà una questione ma quella questione non va bene alla Polonia non dica la Germania
Verrà fuori il fatto che Malta o Cipro o un altro paese piccolo tesa a livello di raggruppamenti parlamentari in proporzione più dei grandi Paesi e non funziona così l'abbiamo siano la la democrazia funziona se c'è una testa un voto quindi il problema di una legge unica per
Peppe per l'elezione del Parlamento europeo un punto decisivo è l'abbiccì
Dopodiché
I rapporti tra Parlamento europeo e Parlamenti nazionali il peso che dobbiamo
Andare al Parlamento nazionale seconda questione restituire ora che si elegge
Che il Parlamento eleggere al Presidente la Commissione europea e quindi sulla base dei risultati politici delle elezioni e delle alleanze perché nessuno avrà cinquanta più uno per cento sono portato a immaginare
Però la politica determinerà chi presiede la Commissione
Il metodo comunitario
Il metodo comunitario sia quello
Allora il metodo comunitario sia quello con cui si affrontano intanto la politica estera e di sicurezza e in cui si pongono alcune questioni di ruolo dell'Europa sul temi grandi dello sviluppo dell'Energia e del clima di indirizzo
Politico come dice nel documento che ho apprezzato ho letto apprezzate commentato del dei delitti rispetto rispetto al
Alla alla BCE e infine davvero ma questo è una battuta su cui però
Dobbiamo poi riflettere anche per l'Italia
A me pare di assistere un paradosso cioè noi viviamo un tempo
In cui
In Italia come negli altri Paesi europei il distacco dalle istituzioni è sovrana è questo il nostro grande rischio che cos'è questo grande rischia questo cioè da una parte c'è una una sfiducia nei confronti delle istituzioni della democrazia
E dall'altro c'è una voglia di contare di partecipare stanno insieme questi due aspetti
Sistemi si sta dentro la Rete si può contare di più personalmente c'è sfiducia nelle istituzioni della democrazia che cosa deve fare la sinistra
Avvicina questi due momenti e dice che la democrazia rappresentativa deve riuscire a servizi anche a far diventare complementare per arricchirsi la voglia di partecipare direttamente
Oppure la democrazia segue le spinte della destra che dicono
Ci vuole poca partecipazione perché siccome appunto la finanza e l'economia mondiale devono farla da padrona meno meno partecipazione meno i Piccio democratico ciò prima prima faccio il primo e prima funzionano le logiche dei mercati così come sono e senza indirizza mercati
Attenzione perché se su questo ne facciamo come abbiamo fatto negli ultimi anni
La destra vuole ridurre di cento non siamo più bravi si riduce di sessantadue o di quarantotto il risultato sarà che l'impedimento della democrazia giunge a compimento
Che la democrazia come non l'abbiamo conosciuta non ci sarà più e nel migliore dei casi ci sarà una democrazia elitaria
Che vive anche attraverso la rete io non penso che le forze progressiste socialisti possono attestarsi su questo e sinceramente non penso neanche che il
L'antipolitica si vinca scimmiottando l'antipolitica
L'antipolitica si vince se c'è una cultura dei valori una forza dei partiti robusti
Che l'affronta no e la battono con le risposte che danno alla democrazia con le risposte che danno allo sviluppo e per questo per esempio siccome la crisi riguarda tutti
Anche sui sindacati su cui ho molti aspetti critici
Ma
Una cosa sugli aspetti critici è una cosa sono la delegittimazione del sindacato
Perché partiti che non esistano sindacati che si delegittimano nell'uragano che si deve affrontare stiamo attenti perché sì rischiamo di essere proprio senza nessuno strumento e allora non si colgono le potenzialità per andare avanti ma si viene ricacciato indietro
Grazie
Ottimo intento e la mattinata dottor Franco Lotito preciso Colavolpe dopo questo ora più buffa è che si sta allestendo
Ci sarà ancora credo un intervento in qualche modo legato al
Alla prima sessione ma poi continuerà soprattutto l'intervento è suo secondo l'altro su questo abbiamo già i relatori presenti e poi paghiamo sulla lo Stato il socialismo europeo diciamo
Franco Lotito
Lasciatemi dire
Animo ragazzi
Non è sul lettino dello psicanalista che noi risolviamo i problemi del
Della sinistra europea
Comunque
Anche io vorrei
Sottolineare i nodi politici che sottostanno all'analisi del fallimento delle politiche di austerity ma soprattutto alla straordinaria difficoltà della sinistra europea
Di allestire una risposta convincente
E allora lasciatemi dire che noi tutti dobbiamo considerare le elezioni nel prossimo Parlamento europeo come l'occasione imprescindibile
Forse l'ultima disponibile
Per salvare l'euro per
Dall'euroscetticismo e dell'antieuropeismo dilagante e del neo liberismo imperante
L'uno all'altro sembra che si guardino in cagnesco
Ma in realtà non è così
è stato già detto quindi lo ripeto lo ha detto stamattina
Innanzitutto Lanfranco nella sua introduzione la verità è che il primo
E il figlio legittimo del secondo
Come un padre premuroso il neoliberismo fornisce di conti continuo alimento da tutti i movimenti che vogliono abbattere revocare la prospettiva dell'Unione europea
Lo sa bene Marin le penne
Che nelle amministrative francesi di tre settimane fa
è passata all'incasso di un cospicuo dividendo elettorale
In effetti con successo e sono l'ultima manifestazione di questa euro
Impronta e solerte
Come ha sottolineato di politico quando si tratta di salvare le banche ma allevando ore
Di fronte alla responsabilità dei gravissimi errori che esse stesse sconsiderato a mente
Hanno compiuto
Ma lenta ed accidiosa nel promuovere crescite occupazione e coesione sociale e persino arcigna
Verso i Paesi con maggiori difficoltà ce lo ricordava un attimo fa
Anche Vannino Chiti nel suo intervento basta guardare a ciò che è stata capace di fare in un paese della comunità la Grecia dove appunto ci sono questi i dati disastrosi indecenti
Sugli effetti di quelle politiche in termini di arretramento verso parametri da terzo mondo delle condizioni sociali delle
Delle persone
E purtroppo qualcosa di simile sta accadendo anche nel nostro Paese dove la forbice della delle diseguaglianze serve questa parola
Si è allargata ormai oltre la soglia della decenza
L'aria dalla povertà reale ormai abitata da milioni di persone lo stato sociale viene progressivamente impoverito
Minacciando sempre più da vicino la certezza dei diritti di cittadinanza
Detto in termini di estrema sintesi a me pare del tutto evidente che c'è un solo modo per contrastare efficacemente l'euroscetticismo
Ed è quello di costruire da subito le condizioni della sconfitta del neo liberismo si bisogna porla in questi termini
Altrimenti non ci capiamo
E soprattutto non ci faremo capire dalla gente
Questo è certamente un problema che attiene alle alla scienza economica
Ma è soprattutto un problema di forza e di volontà politica
L'efficacia delle risposte all'ora dipende da tante cose dai contenuti ma dipende anche da un altro ingrediente dalla chiarezza del linguaggio
Allora cominciamo con il dire chiaro e semplice
Che il patto di stabilità non sono le tavole della legge
E che Bruxelles
Non è la sede apostolica di un sacerdozio
Al quale è affidato alla custodia di verità religiose
Tanto per dire
Beh le dimensioni ormai gigantesche del debito pubblico del nostro Paese sono certamente un problema serissimo
E dove nostro preciso dovere affrontarlo per risolverlo ma pretendere
Pensare possibile che la sua riduzione sei con una specie di percorso di guerra che lo porti dalle attuali infette al di sotto della soglia massima del sessanta per cento e un'autentica assurdità
Tanto più manifesta se si considera che la media del debito pubblico dei Paesi membri pare ormai superato il tetto la soglia del novanta per cento
Fissare il vincolo che il programma di rientro deve essere compiuto nell'arco dei prossimi venti anni è tutt'altro che una manifestazione di benevola attenzione verso le difficoltà del presente
Lanfranco ha parlato di blocco
A questo riguardo
Io aggiungerei che
Può essere il modo più il questa può essere la strada il modo più sicuro per consegnare il Paese e i Paesi membri al venti annidi austerity e di discriminazione sociale che politica
Fissare il vincolo del raggiungimento del pareggio di bilancio nell'arco del prossimo triennio vuol dire o scommettere sulla ulteriore proponga mento della fase di stagnazione da una domanda di caduta degli investimenti
E di ulteriore degrado del tessuto economico è stato detto ridetto Emma
Fissiamo hanno come punto
Mi chiedo per questo
Se non sia giunto il momento
In cui occorre denunciare
Insieme alla incapacità delle ricette di austerity
Di affrontare i nodi della crisi della crisi denunciare anche il fatto denunciare anche la loro intrinseca stupidità
Il problema che si pone dunque squisitamente politico
E non sta certo nella possibilità di strappare ad olio venne nella disponibilità di qualche zero virgola in più di flessibilità nella gestione dei conti
Il nodo vero da apporre chiaramente e con la determinazione necessaria e quello della rinegoziazione
Dei parametri negli obiettivi e dei tempi del patto di stabilità
Se Matteo Renzi vuole dare un senso vero al semestre di presidenza italiana
Deve porre questo obiettivo
E deve farne non solo uno strumento di comunicazione mediatica
Ma anche e soprattutto un punto di tenuta politica
Nel confronto con gli altri interlocutori europei
Bisogna guardare negli occhi interlocutorio
Con forza e con chiarezza sapendo che cosa si vuole
L'adozione dell'euro è stato un grande fatto che in frantoio uno delle barriere più potenti che proteggevano il reticolo di né dei nazionalismi dei Paesi europei
Ora quei nazionalismi tornano all'attacco e pongono apertamente una questione di fiducia nei confronti della moneta unica
Ciò accade evidentemente perché l'euro ha dovuto svolgere una funzione
Di integrazione ha dovuto allegare la sua funzione agli imperativi dei mercati finanziari
Ad una visione autoreferenziale
E dalle logiche di una dimensione meramente monetari Istat quindi mercantili sta
Così la moneta unica è apparsa complice
Delle politiche anti sociali e di rigore volute dagli organi comunitari
La seconda Ando
Insieme alla recessione l'aumento della disoccupazione delle diseguaglianze e del disagio sociale
Di fronte a questo quadro non basta la denuncia per vibrata che sia delle dissennate Tse contenute nella predicazione anti euro
Per mettere in sicurezza il futuro della moneta unica
Per questo occorre che l'euro prenda finalmente le distanze dal ricettario neoliberista diventando strumento di sostegno esso stesso strumento di sostegno alla crescita
Ci deve riconoscere alla BCE di essere allo Stato l'istituzione europea più forte strutturata e il merito certo di avere assicurato la sopravvivenza del Unione europea
Nel pieno della tempesta finanziaria che ha sconvolto le economie dei paesi di capitalismo maturo nel corso degli ultimi anni ma ora
Alla vigilia di un appuntamento elettorale che rafforzerà
Aprirà processo di rafforzamento del connotato democratico
Rappresentativo delle istituzioni europee
La BCE deve sentirsi sempre più responsabile delle sue decisioni di fronte al Parlamento e dalla Commissione europea
Ha ragione Fassino ha quando sollecita politiche monetarie aggressive
Per questo non c'è dubbio che occorra anche portare a compimento il processo di trasferimento dei poteri
In modo tale che la BCE sia compiutamente un istituto di garanzia di ultima istanza delle scelte di politica monetaria ed europea
E poi insieme alla riforma dalla bici è necessario che l'Europa promuova politiche per la crescita e l'occupazione e la coesione sociale
Il gli elementi contenuti nel documento che è stato distribuito sono la base sulla quale
Noi riteniamo sia indispensabile lavorare ed in questo senso
Noi riteniamo rendiamo esplicito
Il nostro impegno politico
Ma sostenere la vittoria delle liste del socialismo europeo e la candidatura di Martin Schulz alla guida del futuro Parlamento
Se queste se quest'oggi egli fosse stato qui con noi avremmo avuto modo non solo di verificare con lui i contenuti delle proposte politiche che emergono dei nostri lavori
Ma anche la necessità di dare nuovo slancio all'iniziativa politica della sinistra europea dotandola
Di quel tanto di passione che la renda accettabile non solo alle cancellerie europee
Ma riconoscibile di fronte ai cittadini europei soprattutto quelli che pagano il prezzo maggiore della crisi economica sì
Anche capacità di comunicare una passione nuova
Perché come faceva notare qualche giorno fa Beppe Severgnini dalle colonne del Corriere della Sera
è un vero paradosso
Che gli unici che parlano compassione dell'Europa sono i nemici dell'Europa
Siamo così è un punto importante del nostro ragionamento
Il compito dei socialisti europei deve essere certo quello di mettere in campo una piattaforma forte e credibile di cambiamento
Ma e deve essere anche quello di mobilitare tutte le forze disponibili
Le forze moderate sono ingenti né ingenti e la vittoria elettorale del Partito socialista europeo non è a portata di mano
Per questo sarebbe necessario
Che ma il pesce U.L.S.S.
E il Partito Socialista Europeo lancia sono qualcosa di più efficace del programma discusso e Roma
Per esempio un appello
Rivolto a tutti i cittadini europei alle forze sociali
Ai movimenti ecologisti all'associazionismo
Un appello capace di restituire
Una speranza nel futuro dell'Europa e per dire che il tempo del neoliberismo è finito
C'è poi un problema di rapporti di forza nel futuro Parlamento europeo che per questo si pone il problema di costruire un SIS schema di alleanze con tutte le forze disponibili per rimettere in movimento il progetto di un'Europa a base federale
Sociale e democratica
In questo senso credo sia indispensabile prospettare fin d'ora
Gli elementi di un dialogo aperti sui contenuti politici con il programma di Alexis si presso
L'Europa deve tornare ad essere pienamente la nostra comunità di destino capace per questo di restituire una nuova speranza i popoli
Che la compongono ed alle nuove generazioni intrappolate nella disoccupazione nel precariato nella marginalità sociale
Di questo parlavano i padri costituenti
Quando scrissero nell'articolo due del Trattato di Roma che la Comunità europea
Al compito di promuovere lo sviluppo economico equilibrato e sostenibile un elevato livello di occupazione di protezione sociale la parità tra uomini e donne un elevato livello di protezione dell'ambiente
Il miglioramento della qualità della vita e la coesione economica sociale e la solidarietà
Non più tardi di dieci anni fa Jeremy Rifkin scrisse un libro molto bello sull'Europa
Quel libro chiude il capitolo dedicato i caratteri che dovranno connotare gli Stati Uniti d'Europa con una sottolineatura davvero straordinaria che recita così
La Costituzione europea egli scrive è un fatto nuovo nella storia dell'uomo
Per quanto sia farraginosa ed a tratti goffa e non Lambrino abbia l'eloquenza per esempio di quella francese un'americana
E il primo documento del genere ad elevarsi ad un livello di consapevolezza globale
Individuando diritti le responsabilità che riguardano la tutta l'Italia degli uomini sulla terra
La totalità degli uomini sulla terra
Insomma un edificio grandioso
Costruito sui valori della pace e della democrazia dell'umanesimo e della solidarietà
Come si intitolava quel libro quel libro si intitola il sogno europeo
Questa è la scommessa che ci sta davanti grazie
Bene allora chiudiamo qua la sessione della mattina
Buffet già qua dentro quindi non perdiamo tempo conto bruscitt noi cominceremo abbastanza presto quindi se qualcuno vuol uscire sappia che contiamo di ripartire tutto e quarti d'ora se qualcuno sta dentro uno ha bisogno di essere chiamato e faccio il punto per il pomeriggio
Perché
Sulla base dei programmi che avevamo fatto
Testo mi scritti
Che fai parlare prima della dell'ultima sessione Nicola Cacace Pia Locatelli Besostri ed Astori cuori
Hanno mobilizzato i tunisini quattro chiedo scusa
Ben capito è tesa esenzioni che mi sono dimenticato
Avevo capito niente Martinelli quattro
Ti faccio presente
Io parlo Marinosci pubblico
C'è stato uno
C'è stato un equivoco dell'assessore
Signor diversi doveva essere così ma come dispone economia ciascuno di voi
Tesoro DOP è sicuro pensionato Veneto hanno facciamo uno stampo paga adesso
Tagliamo
O no perché c'è stato c'è stato gentilissimo ti devo ringraziare
Precettato Bendoni già fatta tant'è che non aveva i suoi collegamenti
Firmato
Nato perché ne faremo un piccolo volumetto di atti
Mandano
Però vada scucito perché lo scuso personalmente perché perché è una carta che non
Non avrei voluto no relatore una voce che interessante autorevole in questo contesto
Capirlo
Confermino
Chiamarvi in sala che continuiamo
Prego di prendere posto
Per continuiamo con sessione pomeridiana
Bene allora riprendiamo questa
Prima fase della stessa deprimente pomeridiana terminiamo gli interventi mescolati delle due sessioni precedenti cominciando da Nicola Cacace poi Pia Locatelli
La sfida che
Che l'Europa
Si possa avvicinare ai valori e allo spirito del Trattato di Roma
Mille novecentocinquantasette
Può essere vinta solo comma conto le mosse radicali io non credo che bastino che bastino dei dei semplici apprenda
Verso i tedeschi
Versi socialisti di tutti i Paesi che ci hanno fatto mancare in questi cinquantasette anni loro contributo ricordo gli dettagli inglesi Keynes bellici gli svedesi mila dal
Dell'ordine francesi
I e anche di italiani cioè sono mancati i contributi di questi socialisti autorevoli
Per poter riavvicinare per cercare di di di restringere divario che sette si è creato tra
Dall'Europa di Maastricht credo del patto di stabilità e l'Europa del trattato del Trattato di Roma
Franco ha già ricordato stamattina i primi due articoli del Trattato di Roma quelli quelli più fondate quelli fondamentale didattico del dei degli obiettivi e delle azioni di voi io voglio rileggerlo perché
Perché in implicita l'idea di come ci siamo allontanati da questi obiettivi e quindi e e
Tutti gli europei devono sapere che noi non abbiamo costruito l'Europa Dio noi abbiamo costruito un'Europa che arriva come obiettivi un elevato livello di occupazione di protezione sociale la parità tra uomini e donne
Un elevato livello un un
La questione sociale la che sarebbe la riduzione delle distanze darà Area aree ricche e aree povere la solidarietà la lì
E poi
Articolo tre questi erano gli obiettivi quindi parità uomo-donna elevato
E Crivelli o di occupo di occupazione preziosa sociale e poi l'articolo tre gli azioni principali c'era la libera circolazione di uomini merce capitale c'è la libera concorrenza che il pilastro che è rimasto che poi
è finito per diventare quasi esclusivo
De dell'Europa di oggi
E una politica sociale Comune per la costituzione del fondo sociale europeo il rafforzamento della coesione cioè la riduzione delle distanze tra regioni ricche e povere cioè
E il contrario di quello che abbiamo fatto nel modo come abbiamo risolto la crisi
La la crisi greca
Per punire qualche migliaio di Greci ladroni abbiamo condannato undici milioni di cittadini euro pay al ritorno a a parametri del terzo mondo noi dovremo vergognarci questo che che che i il risultato
Del dell'Europa di oggi
è chiaro che prima Spinelli col manifesto di Ventotene poi Adenauer De Gasperi Schuman Monnet Spacca
Ecco volevo un attimo tutta ecco però pre che evitasse i drammi della de dei dei del
Del diciannovesimo secolo due quelle sociali quaranta milioni di morti fascismo nazismo ma soprattutto una roba dei popoli in cui benessere soli e solidarietà
Fossero breve Rizzato e con politiche economiche rigorose ma anche inclusive
Noi dobbiamo
Punto fare politiche e decoro amiche rigorose ma che siano inclusive non
Politiche economiche che perché che siano esclusive come quello che solo passi sono che abbiamo visto al Trattato di massima soprattutto dal patto di stabilità che sarebbe già ha negato nel ridicolo
I grandi Paesi europei Germania e Francia si rifiutarono di pagare la loro
E e infrazione del tre per cento se non fosse usate oggi come come cavava come modello per Hungary are Paesi in crisi come l'Italia
Quindi il successo voglio dire per poter quali sono gli ostacoli per tornare noi dobbiamo rendere consapevoli i cittadini europei che che che l'Europa che oggi funziona
è distante anni luce dall'Europa che costruire nuovi i grandi padri appunto di Adenauer spacca Degasperi eccetera
E qui e quindi se ne vogliamo che questo Europa non fallisca
Io ho sentito Fassina stamattina molto sconsolata membri diciamo abbiamo due strade davanti a noi
O in bocca per potere siccome questa Europa non riusciamo a difendere l'arco con la povertà crescente dei nostri paesi con la disoccupazione crescente co questi vincoli
Questi vincoli appunto assumervi del del del deficit zero deficit tre per cento o addirittura del fisco accompagnato il quale bisca Coppa se non ci sarà inflazione nessun Paese potrà neanche Paesi ma l'indebita Dino voi potranno
Potranno assolvere agli Hobbit il fisco accoppa chiude è calcolato su sul PIL nominale quindi se il PIL nominale
Non cresce un po'siccome la crescita reale potrà esterno per cento una mezzo per cento quindi se il PIL nominale se non c'è
Un minimo se la deflazione non finisce noi non potremo mai assolve perché
Se il PIL nostro faccio l'esempio il PIL nominale restasse l'anno prossimo lo stesso
Anche col e se il sense il debito non così non crescesse noi due noi dovremo pagare quaranta cinquanta miliardi che sono chiaramente cifre quindi quindi voglio dire e e come si fa per
Convincere cioè noi non vogliamo essere tra i populisti antieuropee c'è ma come si fa a difendere questa euro e questo Europa se non mettendosi intorno a un tavolo duramente io medico io ho assistito una volta venti anni fa
A una trattativa tra tra il sindacato pezzi magari americano dell'auto e tra tra
Tra la la General Motors che era più grande dell'inizio albi
A un certo punto mi ricorda il sindacalista mise il suo libretto degli assegni lo mise sul tavolo ICE guardi
Noi cioè dodici abbiamo c'abbiamo le risorse per per per pagare due mesi
Di indennizzo per gli operai in sciopero
E chi è che voi ci avete due mesi ci avete la la capacità finanziaria di stare due mesi sciopero senza produrre
L'accordo si concluse nel giro di ventiquattro ore voglio dire nasce non è che noi corno
Qui non si amici tedeschi che possiamo non abbiamo oggi nessun'arma se non quella di dire che se essi continuano su questa strada si sì
Rischiano l'isolamento come ai tempi come è successo già
C'è più volte nella storia perché un'Europa così costruita checché che di me che
Che e i applica centouno per cento il pilastro del di della libera concorrenza
Della del
Deliberi e che ignora completamente l'altro parametro il parametro sociale che era un altro dei Parlamenti fonte dei pilastri fondamentali della Costituzione
Una roba di questo genere no è indifendibile questo lo dobbiamo cercare di di farlo capire anche soprattutto i nostri compagni socialisti
Socialisti tedeschi che ha che hanno fatto il massimo nella nel
Nel nel nello spira chiare
Il programma per cercare di non allontanarsi troppo da quello che è naturalmente la la la la
Il il il il si il feeling più diffuso attualmente in Germania che è quello che è giusto che greci italiani spagnoli irlandesi siano condannabili siano Consip siano costretti a diventare virtuosi
Mentre il sarebbe ingiusto che Cigoli CCC caricarsi modi
Progetti Bond di un
Di un di una riforma finanziare che lo dicesse
Le distanze di scale
Le AASSLL a è stato già citato il caso delle banche irlandesi abbiamo Salvatore
Le banche irlandesi senza senza dire un'acca senza muovere UNC un un ciglio le niente sul sul sul regime fiscale di grande vantaggio che ci hanno gli irlandesi una quindi non è possibile fare politiche che siano che siano diciamo orientate verso un solo parametro che è quello dell'Autorità e del rigore monetario
Queste politiche porto
Porteranno l'Europa a fallimento al fallimento perché l'idea dell'Europa non era assolutamente che questa
Noi questo dobbiamo farlo capire soprattutto ai nostri amici prima i nostri compagni tedeschi
E poi ai nostri amici tedeschi dobbiamo far capire che questo questa insistenza nel nel nel nel dimenticare completamente uno dei due pilastri su cui è nata è nata l'Europa
Ci porterà al disastro Godot porterà porterà al fallimento dell'Europa c'è vuol dire che torneremo agli stadi questa
Agli Stati nazionali senza senza senza nessun'altra cosa quindi noi io chiudo non c'ho molto altro dire io penso che noi il compito più difficile c'abbiamo cercare di di scuotere
Le P.O. le forze progressiste europee
Da quelle del nord Europa quelle inglesi anche che ci hanno da adesso grosse difficoltà
Prime fra i separatismi scissioni minacciate tra
Invece la pressione di industriale finanzieri che spingono Cameron a restare nell'evoluzione dunque questo è il dramma di Ciano questo Paese
Per cercare di di cercare di tornare I due pilastri costitutivi dell'Europa di cui uno è stato completamente dimenticato e questa Europa senza il pilastro della solidarietà il pilastro allora il pilastro degli obiettivi sociali pieno occupazione per quelli che erano chiaramente elencati nell'articolo due del Trattato di Roma non andrà molto lontano grazie
Grazie Nicola che Alberto Benzoni
Va bene
Quindi salvo
Io vorrei
Molto modestamente
Cercare di tornare alle ragioni
Che avrebbe ter determinata questa nostra iniziativa
E cioè quella di
Porre
A partire dal fatto che c'è un candidato socialista la presenza e la Commissione
Alcune questioni
All'Europa e a ma anche soprattutto noi stessi
In che modo possiamo e dobbiamo utilizzare questa occasione in cui per la prima volta la molto tempo
Nella sostanza l'Europa diventa materia di una discussione politica
E
Lo dico al molto tempo vorrei mi viene in mente una fotografia che
Mi è rimasto impresso la ferrovia del sulle sul mondo dei primi anni Cinquanta
Si vedeva e questa fotografia un gruppo di giovani ben intenzionati
Che abbatte Evola barriere doganali e la frontiera tra Italia Francia
Però sullo sfondo cioè Sassari venti trenta sullo sfondo c'è una cinquantina i doganieri di fondi poliziotti che applaudivano a questa iniziativa
Questo per dire che
In quel momento di sancire il principio che l'Europa poteva essere costruita solo dagli Stati
E che compito del movimento federalista o dei loro Paesi in generale era quello di più spingere gli Stati o i dirigenti di alcuni Stati a fare certe cose per portare avanti il processo
Questa realtà che in qualche modo
Va avanti da
Da dieci o di anni
E che oggi è giunta a una
Prova una specifica Polina
Il primo capolinea in prospettiva che un'Europa degli Stati non consentirà Maya lo Stato federale
Compensare che l'Europa degli Stati possa trasformarsi in provvidamente Europa delle nazioni o dei popoli comunque Europa federale mi pare una pia illusione
La seconda però che l'Europa degli Stati
è giunta al capolinea nel suo tentativo di costruzione Europa oggi un'Europa che voglia procederà oltre basandosi sui o sugli cui sui rapporti di forza sugli equilibri degli Stati sono oggi gli Stati nazionali
Rischi di andare indietro anziché andare avanti
In questo senso solo in questo senso si apre la strada alla politica
Ricordo che qualche anno fa il Fischer
Ex ministro degli esteri
Dice liberi bellici delle armi
Disse badate bene oggi oggi
Parla partiva da crisi greca e quasi certa l'Europa nei suoi meccanismi non sarà in grado di affronta la crisi anzi la prebenda contribuirà a peggiorare nel corpo nel corso del tempo
E quindi occorre un forte monito quindi per ripartire però non si può ripartire
Dagli equilibri esistenti o con una forza la grande forza politica che
In qualche modo ponga colleghi molto fortemente IReR
Rapporto fra futuri Europa e natura dell'Europa
Cioè non essere per l'Europa fine a se stesse aperta a tutti esse per
Essere prono pareri in tempi in prospettiva federale perché questo proprio in prospettiva federale
Era in grado di affrontare e risolvere questioni
E questioni di sostanza e questo in linea politica questioni sociali ed economiche che non poteva più essere risolto il quadro nazionale
Il Movimento federativo il movimento che Fischer auspicava non si è mal in alcun modo materializzato e questo un altro dato
E quindi ho vedo oggi facciamo una in qualche modo partecipiamo
Se la cosa un senso a un'operazione costituente
Di che tipo
Io personalmente ho vi faccio molte illusioni
Sulla di sulla storia della dalla dalla Presidenza e la Commissione
E non solo perché la logica delle cose degli equilibri esistenti spingerà fatalmente verso un accordo tra Stati
Che poi hai nelle diciamo così nel quadro anche istituzionale col corrispondendo quali istituzionale che conosciamo ma anche perché il risultato elezioni europee sarà tutto meno che decisiva questo punto di vista
Noi avremo su tre grandi blocchi socialista conservatore e euroscettico diciamo così
Più o meno di eguale forza e in più una una una una un o non lo ha un'aria di sinistra è un'area di tipo liberale maggioranze precostituite non ce ne sono o meglio
Cioè potrebbe essere diverse
Io non credo che col così stando le cose
I socialisti europei
Avranno faranno appello a una sola sorta di coalizione di sinistra di nuovo Fronte popolare per così dire per in qualche modo
Mutare il segno economica sociale la costruzione europea
Temo e quindi anche credo però che molto più più facilmente prevarrà
Diciamo come voi la forza di inerzia prevarrà la necessità di costi confronto delle forti europeista a fronte di populisti brani eccetera eccetera eccetera per cui vedo
Molto probabile allo stato delle cose
Un accordo tra socialisti e popolari che ripeto ha sostanzialmente
La il tran tran precedente che si fa questo accordo sarà passerà per soli Stati o attraverso i partiti e il cambia forse Moba stanza punto vista politico me risultato rimane identico
Qui noi qui facciamo siccome si apre non si chiude non non si farà niente di risolutivo quindi nel corso di questi mesi qui inizia qualche cosa
Lo dobbiamo sapere perché iniziamo qualche cosa
Cioè iniziamo apporre I socialisti europei
Il problema dello renderlo natura
Non dimentichiamoci che
Quando è stato mandato al massacro Andrea Papandreu Uma crogiolo Papandreu scattava il Presidente l'Internazionale socialista nessuno se n'è accorto
Né quelli che non ha affossato né quelli che l'ha difeso
Non dimentichiamo che ora i commissari europei che Vanin gira predicare virtù ci sono anche i socialisti
Quindi ecco
Disponibile per invertire la tendenza e voglia meste realisti ma fare un grande sforzo
C'è una grande consapevolezza politica
E poi a porsi qualche poco quali che però c'è anche un'opportunità
L'opportunità è questa
Io credo che
Ormai non mi Micco mi colpisce il fatto per esempio che
La partecipazione al voto elezione europea e tende a decrescere corso degli anni
è amatissima quando loro però praticamente non esisteva
Non esisteva soltanto in input dico negli anni settanta è scesa progressivamente proprio quando il Parlamento europeo contava di più
Questo perché
Perché
L'Europa la politica europea appare ai cittadini o qualcosa di
A schemi nascosto qualcosa di di equivoco non vedono con chiarezza e la
Loro la noi non pare non basta più dire vogliamo più Europa
Lo riceve minore entità e altre cose digerire poi una diversa rompono più Orofalo e l'uomo è sempre Capa e barbuto Baule captare no nelle gli umori dell'opinione
Noi vogliamo sapere i cittadini lavoratori agente reali povera gente di sinistra il popolo o chiamata come volete vuole sapere i punti in nome di che
Chiediamo più Europa e dobbiamo collegare fortemente
Un dato che è oggettivo che se vogliamo
Un maggiore maggiore e più Rocco pianificazione maggiori intervento maggiore capacità di orientare l'economia
Maggiore superamento del del De tendenze liberiste questo coincida con il maggior al perché l'accrescimento dei poteri e la democrazia e la loro opera dobbiamo con legare strettamente
Questi tre dati
La democrazia
Come come aperto come di parte apertura di un dibattito libero aperto a livello europeo
La crescita dei poteri
Bindi Rizzo
E di Governo a livello sovranazionale con
Il conseguimento di nuovi diritti di nuove possibilità di sviluppo per le persone per i gruppi
Che popolano l'Europa ecco questo collegamento deve venire fuori con forza perché adesso adesso non c'è
Noi dobbiamo essere in grado e questo è il senso perché così il saggio un processo che inizia qui dispiegare a partire da questa campagna elettorale
Che se vogliamo un'Europa maggiormente
Maggiormente attenta aerea esigenti cittadini poi due o volere più
Democrazia a livello europeo se vogliamo roba che cambi
Di cui gli orientamenti diciamo così qui siamo stati subalterni scuse non aggiungo niente perché è stato detto in più oggi stamattina oggi pomeriggio e l'unica forza politica che i sociali che poi e è disponibile la sinistra i socialisti questo il punto
Naturalmente le possibilità
Non sono automatica avanti automaticamente raccolti vuoti non si riempiano
Mi ricordo sempre più d'una battuta scherzosa
Il mio vecchio amico socialista gli anni quando quando Italia agli albori delle regioni che diceva il Lazio manca di un'industria siderurgica quindi già questo industria siderurgica
Io credo che da da ad di quello che mancano navi quello quel dal vuoto nasce il pieno ma se ci mettiamo a che punto qualcosa di nostro forse la cosa è possibile
Grazie innestare che piano capelli sia in sala e do la parola felice
Besostri eccolo interamente di felice
Concludiamo
Diciamo
Queste prime due parti e poi passerei la parola
Paolo Borioni che introdurrà
La fase conclusiva
Prego
Ora il mio intervento si collegherà con quello di Benzoni per l'attenzione che si deve indicare alle istituzioni e in modo particolare alle leggi elettorali
Tra l'altro c'è l'occasione che stamattina non ho potuto essere qui perché in Corte di Cassazione
L'atto finale in relazione all'annullamento della legge elettorale conosciuto come come porcellum
Dove c'è stato un tentativo
Dell'Avvocatura dello Stato di dire che con la sentenza della Corte costituzionale cessata la materia del contendere cioè non emettere nessuna sentenza
Che invece la sentenza che noi chiediamo e quello di accertare il diritto dei cittadini italiani di votare secondo Costituzione
Il
Collegio non sia ancora espresso ma anche stavolta la Procura generale è stata più avanzata
Della dell'Avvocatura dello Stato ha detto Miccichè il ricorso deve essere accolto la sentenza della Corte costituzionale non esaurisce la domanda che si era fatta come cittadini di votare secondo Costituzione
Perché parlo di questo perché davanti tribunali italiani c'è la questione dell'impugnazione della legge elettorale con cui noi stiamo votando
Ed è una legge elettorale che presenta in
Per le europee sì
Slobodan perché era qualcuno non non è ancora vitali come no stiamo tra
Portiamo da fra un po'ci sarà anche quello lì non è poco
Non so come
Una
La Spinelli l'ha chiamato l'Europa orticello ma
Non è forse non è non è esatto
E questo perché alcuni rilievi che abbiamo fatto sono strettamente collegati
Ha una data importante cioè l'entrata in vigore il primo dicembre del due mila e nove del Trattato di Lisbona e della Carta dei diritti fondamentali nell'UE
Sono documenti come certa ok certi approvazioni principio c'erano già nel trattato del mille novecentocinquantasette però non è indifferente che ci siano delle affermazioni
Nella Costituzione dell'Europa che sono i trattati e la Carta fondamentale dei diritti che proprio Lisbona
Ha dato ai diritti fondamentali tra cui c'è quello dello sviluppo dell'uguaglianza e tutto il resto lo stesso valore delle norme di trattati per l'articolo sei del Trattato di Lisbona
Ma qui cos'è cambiato soprattutto e la natura del Parlamento europeo
L'articolo centottantanove del Trattato sulle comunità europee definiva al Parlamento europeo come il rappresentante dei popoli degli Stati membri
Questo in un certo senso lasciava agli Stati membri una
Ampio margine discrezionale nel decidere come far rappresentare i propri popoli nel Parlamento europeo
Dal primo dicembre del novantanove invece articolo dieci i cittadini dell'UE che sono come categoria è stato introdotto successivamente sono direttamente rappresentati nel Parlamento europeo
Non è la stessa cosa
Con questo cambiamento cosa succede che non può essere un singolo Stato nazionale a decidere quali dei cittadini dell'UE e possono essere rappresentati nel Parlamento europeo
Questo in primo luogo un primo motivo del ricorso e che perciò le soglie di accesso che erano pure previsto in una regolamentazione europea ma erano previste regolamentazione europea del due mila due
Quando c'era un'altra definizione di Parlamento di Parlamento europeo
Perciò da questo momento cessa ogni possibilità
Ci sono altre cose secondari redatti i diritti che noi per esempio riconosciamo soltanto la minoranza francese dalla Val d'Aosta tedesca della Provincia di Bolzano slovena del Friuli Venezia Giulia
Con delle norme di particolare vantaggio perché appena saranno depositate le liste
Per le prossime elezioni europee io vi posso fare la fotografia di uno che parlamentare europeo senza bisogno di di fare le elezioni
Nel senso che il capolista della Südtiroler Volkspartei
Basta che prenda cinquanta mila voti di preferenza cosa che
E sicuramente alla portata del
Del capolista lui e anche se non Falcucci ente
Lui ha diritto di entrare al posto dell'ultimo eletto della lista italiana chiamano così con la quale si è collegato
La differenza e cioè che nel mille novecentonovantanove e noi abbiamo riconosciuto dodici minoranze linguistiche in Italia di cui due quella friulana e quella sarda
Friulani seicentocinquanta mila i sardi un milione e mezzo sono molti di più
Delle minoranze che non sono soggette alla soglia del quattro per cento possono fare coalizioni mentre non si possono fare coalizioni tra partiti e perciò questa è la questione di cui stiamo stiamo discutendo
E da
La sua importanza il ruolo del Parlamento
Perché di fronte alla ed è questo il collegamento che c'è tra lo sviluppo dell'economia verso la fine annunciazione
Che porta con sé il rafforzamento degli esecutivi che sono preferiti come interlocutori di chi prende delle decisioni
La finanza che si ripercuotono immediatamente su tutti gli Stati indipendentemente
Da quello della politica economica che ogni singolo Stato ha portato davanti all'attenzione degli elettori e sul quale avuto anche un consenso perché gli elettori votano ogni
Tanti anni mentre invece c'è un voto che viene dato costantemente che quello che conta molto di più ed è il voto che danno le agenzie di rating sul
Valore del debito pubblico di ogni singolo Stato è chiaro che quelli un voto tesi declassificati un titolo pubblico comporta il l'aumento
Del degli interessi sul debito perciò quello che si dedica a ripagare il debito non può essere certo dedicato né alle politiche sociali nei alle politiche delle infrastrutture ne ha quasi se il tipo di politica
Che si ritenesse necessario anche per creare lo sviluppo
In un certo senso è importante come passo in avanti perché partecipano i cittadini avere individuato
Sotto certe condizioni che il Presidente della Commissione europea deve essere eletto dai cittadini o perlomeno indicato dai cittadini
Rientra comunque in questa questione del rafforzamento degli esecutivi rispetto all'intera organizzazione letti ivi rappresentativi cioè quelli scelti direttamente dai cittadini
E questa questione alla sua importanza lo vediamo anche adesso nelle discussioni sull'Eataly con dove si obietta ma di fronte alla crisi economica la gente non è interessata a discutere di sistemi elettorali
Però se il sistema elettorale e tale che
Pone degli ostacoli alla rappresentanza di interessi
è chiaro che
Secchi conta di meno chi è più povero a meno potere non ha la possibilità di eleggere e scegliere partitica
Che fanno delle politiche nei suoi interessi
Non ci saranno politiche nell'interesse
Di questi strati che tra l'altro sono quelli che vanno di meno votare cioè la dal in tutti gli Stati sia nelle cose nazionali che in quelle
Troppe la diminuzione di partecipazione al voto Ettore particolarmente elevata dei giovani
E nelle classi popolari allora se questi non partecipano al voto per di più ci sono dei sistemi che creiamo delle maggioranze artificiali
Se non c'è rappresentanza di determinati interessi difficilmente possiamo chiedere che l'Europa faccio una politica diversa da quella che fa
Ecco questo quello che volevo dire nel senso che dobbiamo temere legati il problema delle riforme istituzionali e in questo momento c'è una sola cosa da fare rafforzare il ruolo del Parlamento
Rispetto alla Commissione o anche altri tipi di rafforzamento perché il Parlamento eletto
Però
Viene eletto in alcuni Stati come il nostro con delle leggi che sono in contraddizione con la nuovo valore del dipendente il Parlamento
Si può scegliere una soglia di accesso che varia dallo zero cinque al cinque che è il massimo però questa che viene lasciata nel vecchio ordinamento alla scelta dei singoli Stati nazionali
Chi ha fatto questa norma non ha tenuto conto che il numero dei parlamentari
Non è direttamente rapportato alla popolazione perché c'è la così detta proporzionalità decrescente cioè per far rappresentare i
Gli Stati più piccoli agli Stati più grandi vengono dati in rapporto alla popolazione meno rappresentanti
Se proprio negli Stati
Più popolati introduciamo le soglie di accesso più elevate abbiamo come risultato che le popolazioni degli Stati
Più popolati come il nostro hanno ancora meno possibilità di essere rappresentati nel Parlamento europeo
Quando del Trattato orticolo dieci dice che
E il Parlamento europeo rappresenta direttamente i cittadini dell'UE
Perciò questa è una questione non giuridica è una questione politica come spesso le questioni giuridiche sono questioni politiche e su questo
I candidati alla campi alla presidenza della Commissione dovrebbero dire qualcosa perché
Da questo dipende anche che tipo di mandato avranno loro una volta che sono Presidenti della Commissione europea
Allora
Abbiamo chiuso i discorsi diciamo sul
Sulle questioni istituzionali della integrazione europea e apriamo l'ultima sessione
Chiede dedicata alle prospettive invece le forze socialiste sociale democratiche in Europa
Senz'altro anche in vista di queste elezioni che si avvicinano però solo e non soltanto e non in primis come discorso diciamo
Corsi contingente il PIL con un orizzonte di sei sette settimane hanno vogliamo riflettere un po'più a profondo
Dove
Si sta andando giù si può andare tra la parola a
Paolo Borioni ripreso nella relazione introduttiva poi avrà la parola e né in Meyer
Tra Londra tedesco di Londra
Per darci
La sua
Visione della sua vista assoluto
Le forze del socialista e socialdemocratica in Europa prego Paolo
Sì grazie Miguel tirando in parola facendo questo diciamo
Assieme diciamo alla mia
Natura di di socialdemocratico europeo
Fin dalla dall'adolescenza
Cosa allora quei tempi rara come sa benissimo sempre Pietro fortemente da che era un leader dei commenti giovanili allora
Passa accanto a questo si noterà la mia il mio mestiere di storico diciamo
E
Cercando proprio di di dare una respiro
Diciamo ampio a
A questa sessione
Perché anche quello che che che si merita quello che
Insomma forse non
Non anzi non non non sono del tutto all'altezza di quello che si merita questa sessione comunque
Parto da una constatazione cioè chi è a mio avviso dobbiamo partire da questa azione di a nulla serve leggerò da alcuni appunti
Ripetere che la socialdemocrazia appartiene al secolo passato e muore
Con esso quando nessun'altra realtà nessun'altra cultura politica progressista nemmeno si approssima a poter immaginare di sostituirla
Basta vedere la presenza su sporadica e parziale dei Verdi dei sociali Benalì
E su questo ci sono anche vari studi anche quello che a mio avviso è senza dubbio il fallimento sostanziale dell'ipotesi blairiana
L'ultimo degli studi che ho letto su questo è molto interessante ve lo dico Sisifo share King legale se sono due studiosi francesi chiamate new labour ex premiante credo
Che non so se a Bossi e sia se circoli Renna ancora in me Gran Bretagna ma insomma
Le indicazioni sono abbastanza netta
Di fronte a questo ciò che preoccupa è un'espansione delle forze populiste è stato più volte ricordato
Alcuni sondaggi che danno al trenta trentacinque per cento non so dalle prossime elezioni europee forse non sarà così ma se non sarà così è perché
è difficile
C'è un'incoerenza politica nello sparare a zero sul lavoro sulla Unione europea e poi portare votare tutto il dissenso così suscitato proprio alle elezioni che eleggono il Parlamento europeo
Da questo punto di vista sociale l'Europa ha pubblicato un interessante osservazionale Siviglia Marino spia SMA socialdemocratico olandese che conosce bene queste cose che dice che i da questo punto i seri il problema sarà chi è
Di queste di questo periodi questo tornata storico non di queste elezioni che le le le le forze sociali serve si lascino sospingere
In un fronte unico unico unico o di quelli che semplicemente di fare difendo l'Unione europea per se stessa contro chi l'attacca così non differenziando l'offerta politica e il contenuto critico chi è che che si intende
Aggiungere o togliere da come è l'Unione europea
Questo non può che favorire le forze le forze
Le forze
Appunto del del populismo europeo del nazional populismo ecco populismo sono varie declinazioni
Andando un po'nei casi specifici nazionali sei a Marino sic et tra l'altro uno che sa di cosa parla
Perché da olandese Sacchi
Quanto contano quanto sono io che cosa quando hanno occupato il centro della vita politico politica forse come perfetti di Kerviel verso o lavoro un lavoro il partito alla alla sinistra del PPA
Che in realtà il meno populista andando a vedere di ciò che si dice ma insomma per il momento lasciamo lasciamo andare
E i Paesi Bassi vivono e questa condizione anche perché una grande coalizione fra socialdemocratico laburisti e libera liberisti fa sprofondare la popolarità dei due partiti di tutti e due i partiti
Va notato che in questa condizione di grande coalizione sono almeno sette i Paesi europei Belgio Olanda Finlandia Italia Germania Austria Grecia
Il che conferma che se la socialdemocrazia in crisi certo spessissimo i liberal conservatori hanno problemi simili tanto più che laddove Governo da soli come nel Regno Unito in Spagna sono in grave difficoltà
B questo ci dice però per arrivare a delle osservazioni ancora più specifiche sulla socialdemocrazia
Che molte socialdemocrazie questo spinge molte socialdemocrazie ad una nuova natura di POR partiti coalizione Ali anziché di grandi
Forse spazza Allende il lavoro salari iato dipendente come erano un tempo
è il caso dalle spedite dei rischia alla sua seconda grosse coalizioni in pochi anni e come ha visto del peso ITEA ugandese ma per introdurre un caso nordico anche della socialdemocrazia finlandese ridotta a meno del venti per cento di voti
Ciò significa qualcosa di semplice
Proponendo pur con alcune varianti da non trascurare come il ruolo pubblico nel promuovere la competitività che è diverso dal suo ricorda un presentino reaganiano
E del mondo anglosassone il modello dettato dall'orto che essi europea si perdono come socialdemocrazie il dieci quindici per cento di voti se non di più
Così la socialdemocrazia piombano al venticinque per cento o meno esattamente quanto tenuta finlandesi prevedeva espediente pesca
A questo punto la socialdemocrazia diviene almeno per la fase incorse non più un partito che può fare eccezionalmente anche le grandi coalizioni ma quello che sempre più spesso non può fare altro
Il che
E ha di nuovo a sua volta conseguenze elettorali negative anche sul centrodestra ma spesso ci occupiamo del centrosinistra e positive per le parti per per i partiti
Evidentemente populista
Paradossalmente la differenza è resa al meglio dalla socialdemocrazia danese che ufficialmente non è in una grande coalizione ma appunto ha preso il venticinque per cento alle ultime elezioni del due mila undici
Questo ha come innescato un meccanismo perverso
In cui essendo i liberali conservatori all'opposizione i socialdemocrazia Alpi dice Duccio procedersi al democratici al Governo con i suddetti sociali bravi non si è in una grande coalizione vera e propria
Ma lo schieramento di forze fa sì che si attui come un meccanismo
La magra vittoria del due mila e undici e oggi l'uscita sinistra del governo dei socialisti del popolo fa sì che ci si ritrovi in un Governo di minoranza assieme sociali Beraki e propri sociali Beraki più liberali che sociali
Spingono a fare accordi con i conservatori come dicono loro
Attraverso il centro con i conservatori e i liberali quindi un risultato che porta scomodi è fisiologicamente verso
Verso una una coalizione una grande coalizione di fatto
Risultato pochissimo peraltro a parte progressista dei sociali Benalì costa soprattutto di un cospicuo europeismo e di una notevole apertura nei confronti dell'immigrazione consensi ovviamente ottime
Il risultato però che c'è pochissima questione sociale e molto progressismo cosmopolita la combinazione ideale per favorire il populismo di destra dal dance qualche pazzi della migrazione lo almeno il consolidamento di voto operaio verso di esso
La socialdemocrazia era qualcosa di diverso l'egemonia sul mondo del lavoro organizzato innescato un circuito
La parità fra capitale e lavoro costruiva la forza del salario da cui le due di cui il welfare un pezzo pubblico il partito un pezzo politico il sindacato un segmento sociale
La forza del salario a sua volta costringeva il capitalismo alla competizione attraverso l'innovazione più che attraverso lo sfruttamento Della forza lavoro sopra i consentiva un reinvestimento della domanda interna di tipo egemonico forte
Perché l'innovazione impediva che la domanda interna di ministri incontrollabile in termini di inflazione o di passività di bilancia dei pagamenti
La domanda interna poi sosteneva a sua volta ancora la parità capitale e lavoro alto occupazione resterete zone di bassi salari eccetera e quindi il circuito di spinta all'innovazione si manteneva
Anche questo quindi è in questione la spinta della parità verso l'innovazione quindi la competitività europea si si continua a quest'ora ISTUD Bottin questa corsa verso il mondo il fondo dei diritti e dei salari
Quindi anche il contenuto innovativo della socialdemocrazia può andare in cui in me in in diciamo nel lungo periodo in in crisi
Ciò che era l'area errato e nella narrazione favolistico per cui la socialdemocrazia sia morta nel Novecento che l'Europa vive solo se ricomincia ad adottare anzi ad estendere anche al Mediterraneo questo schema per quanto come Obinna mo in modo rinnovato ci tornerò fra poco
Ciò come detto non significa non ammettere che la socialdemocrazia non eclisse come dice Giuseppe Berta nel suo libretto
Bellissimo libretto libro libretto in senso di sono quelli e quantitativo
E la ragione che dagli anni Milano centosettanta sempre meno ogni singolo Paese europeo ha potuto contare sul fatto che la parte innovativa della parità capitale lavoro potesse essere anche completata con la sua parte restricted redistributiva
E quindi con la domanda interna di altri Paesi che bilanciarsi periodi di passivo commerciale io pubblico della propria
Ciò si dovette prima le conseguenze del post mille novecentosettantatré e poi al al modello fatto che c'è stata una egemonia sul modello ordo libera dell'ordo Libra liberalismo sul sul modo in cui si è costruita
L'euro e diciamo le regole interne allego alla all'economia integrato europea
Il problema e che interrompere questo circuito cioè il circuito socialdemocratico di chi chiede che di cui parlavo proprio significa interrompere anche l'egemonia socialdemocratica in diversi modi
Per esempio quello della parità capitale al lavoro che diviene a sua volta anche elettorale
Quindi parità elettorale si ridistribuisce in salari adeguati in tutti i settori e la produttività realizzata alla fine la parità come cercavo di dire se non si fa questo l'aprire la parità PAI capitale lavoro viene minata
Questo mina sua volta la socialdemocrazia in due modi intanto elettoralmente perché categoria di lavoro dipendente scontento emigrano verso il populismo l'astensione o le estreme
Ma poi anche i ci Monica mente perché la prevista socialdemocratica sulla società nel suo insieme decresce per ragioni sia di forza elettorale sia di minore impatto sulla controparte liberal conservatrice capitalista
Ecco cosa significa che le socialdemocrazie divengono molto più sopra strutturali ce lo dicevo prima riprendo il discorso di prima cioè partito di coalizione anziché Volkspartei del lavoro cioè il circuito sostanzialmente si chiude così
Faccio un paio di esempi ritorna la Danimarca
Socialdemocrazia al Governo il Ministro delle Finanze cori da un po'questo costruisce il surplus danese più o meno in questo modo o diciamo perpetua surplus danese costruito
In questi quelle lustri Rimini in questo modo ha preteso dagli insegnanti faccio un esempio di una vertenza sindacale fortissima l'anno scorso BT di nicchia che ha lacerato il sindacato vicino socialdemocrazia
Dagli insegnanti dell'obbligo un maggiore orario di insegnamento un maggiore una maggiore disponibilità piegarsi all'indicazione di presidi a parità di salario questo perché secondo lui in fondo servono meno
Ore di preparazione che erano incluse nel contratto nel dire nella
Quindi una retribuzione degli insegnanti implicito nel lavoro e riconosciute nel contratto di lavoro appunto scusate la ripetizione
L'idea di fondo che così ragazzi rimangono a scuola più a lungo e i genitori possono offrire più lavoro abbassando i costi di reperibilità
L'effetto sul voto di questo tipico segmento del voto di sinistra cioè il corpo insegnante e in tutti i sondaggi che danno la socialdemocrazia in crisi nera
Altro modo tipico di agire di corridoi del Ministro delle Finanze socialdemocratico danese della Presidenza il Conde la Presidente del Consiglio elettronici milizie è l'idea che la Danimarca debba competere abbassando le tasse sulle imprese
Ne parlavamo ieri con Sando cena
L'obiezione per esempio ha detto intenti e di centrosinistra come severa e abbaio breve nel senso che se e Vasco in in
In Danimarca e che questo mina le risorse per il welfare e crea una competizione al ribasso facilissima mente imitabili dagli altri
Laddove il problema dell'economia danese invece la sempre più assente domanda interna
Ecco come nasce il mercante Lisma indotto dei parametri europei per misurarne la conseguenza l'effetto basta seguire l'evoluzione della disuguaglianza
Sebbene i nordici rimangono paesi con eguaglianza relativa comparativamente elevata dal due mila e otto la Danimarca e fra i cinque Paesi Europa in cui la disuguaglianza e avanzata di più
Non completare il circuito socialdemocratico parità produttività con la domanda interna infallibile mente questi aspetti misurabili per quanti socialisti del popolo per questo i socialisti del popolo non potevano presto o tardi che
Uscire dal Governo anche aiutati dall'affare della della vendita alla Goldman Sachs del del gigante trovare relativo alla Danimarca somma del del forte attore energetico pubblico se mi pubblico della donna e né chi
Arriviamo a la Spezia il surplus svedese che comincia ad illustrato stamattina sanno Scocco più elevato ancora di quello di quello tedesco se non vado errato
Invece pare superata all'epoca in cui della seconda sconfitta di seguire delle leadership contestate di instabili della socialdemocrazia cosa insolita per un partito che ebbe solo cinque leader
Nel ventesimo secolo credo che ci siano stati Cielo ci costa di più papi che leader socialdemocratici svedesi niente esclusa
Pare insomma superate le eroga più buia del partito più vincente nella storia oggi la coalizione può vinceremo ce la coalizione di centrosinistra può vincere pare possa vincere
A indebolire il governo questo il punto indebolire il governo liberal conservatore dirà anche del del dell'eccentrico ministro ANAS boria
Il fallimento e c'è il fallimento nel ridurre la disoccupazione sulla base della dottrina della il tanfo scappa cioè della esclusione o simili
Secondo tale dottrina causare al disoccupazione sarebbero le garanzie del welfare gente cioè le casse della disoccupazione gestito dal sindacato e le casse malattia che permettono troppo lunghi congelati
Ora le riduzioni di questi benefici non hanno condotto a una corrispettiva riduzione della disoccupazione
Per quanto poi riguarda le casse del sistema che ente sia aumentata la contribuzione in base alla probabilità di rimanere disoccupati
Secondo una logica assicurative anziché egualitaria per cui ai salari più bassi andava a parità di contribuzione una percentuale maggiore di sostituzione del reddito in Casino di perdita del lavoro questo in un sistema che Antoni girare paga di più
No prima no cioè allo studio c'è i redditi più bassi avevano una maggiore e il la la il TAR come dire il tasso di sostituzione del dell'indennità era Ampera molto vicino al salario a parità di prezzo ok
L'aspetto quando questo viene manomesso le fette che le categorie più sicure pagano di meno sostanzialmente
Pagano meno contributi mentre le più povere precari e ne pagano di più elevati
Ciò significa la diminuzione di assicurati nelle casse sindacali l'indebolimento del sindacato la mancanza di sussidi per fasce sempre più elevate disoccupazione quindi la creazione di una zona di bassi salari
Finora sconosciuta con una notevole questa è una caso storico novero Sandra una notevole immigrazione dal degli svedesi verso la Norvegia tanto che perché toccherà assolutamente impensabile fino a pochi anni fa
Questo crea un surplus maggiore che in Germania una volta che chiaramente si è accumulato in decenni invece una forte capacità innovativa no che perché era dovuta invece al all'al rapporto di parità capitale e lavoro
Sostanzialmente il vantaggio del centrosinistra di cinquanta per cento al trentanove per cento nei sondaggi
Il sindacato il loro tutta via da sempre alleato organico dei dei socialdemocratici e di gran lunga il più potente fra le confederazioni richiede soprattutto uno sforzo per la piena occupazione basato su criteri giusto opposti a quelli liberal conservatori
Forti investimenti nelle infrastrutture nelle politiche attive del lavoro politiche attive del lavoro che una volta con il centro della strada ci ha socialdemocratica specialmente nordica in quanto innovazione lavoro e nella scuola
Su quest'ultimo punto il sindacato e più netto del partito di riferimento il pauroso arretramento in qualità nell'istruzione svedese ne parlava e abbiamo parlato molto questi giorni
Si deve all'eccesso di privatizzazione che consente a compagnie private sostenute da fondi di investimento di estrarre profitto dai voucher scolastici che gli svedesi possono usare in qualunque scuola
Quindi c'è sostanzialmente un finanziamento del
Da parte di di risorse pubbliche del del del profitto privato
Per questo là e lo richiede che vengono ridotti o eliminati i profitti conferiti ai Comuni molti più fondi per gestire scuole pubbliche e imposti ad ogni istituto limiti elevati di personale qualità e strutture
C'è sintonia in qualche modo con la socialdemocrazia come è ovvio che tuttavia una posizione più morbida che lascia i Comuni la decisione se accogliere o meno nuovi istituti privati sul proprio territorio
Concludo questo quadro con la la evento più recente cioè
Collante e poi
Un una piccola osservazione una di conservazione su alcune
Idee organizzative su come ritrovare la via della propria base sociale o come rivitalizzare o come il rivitalizzare con solo due esempi uno tedesco uno norvegese
Il rapporto con la base gli scritti diverso dall'ipotesi primaria d'accordo
Allora
Riassumo un attimo appariva Holland
Insomma la crescita di primi decenni del dopoguerra nonostante possano esserci delle congiunture sfavorevoli faceva sì che le quell'equilibrio fra pressi cui mentre della produttività e perseguimento dalla domanda da salari alla fine riportava la crescita un po'ovunque
Nessuno se non per brevi congiunture faceva quello che le regole e lei di Luigi imperanti impongono oggi a tutti contemporaneamente acquisire alta produttività per esportare pagare poco i propri lavoratori
Per non importare quello del socialismo europeo era un internazionalismo di fatto allora
C'è un riformismo praticato in parte anche concordato informalmente anche se meno proclamato di quello comunista da cui in qualche modo quella che di fatto è un po'una leggenda del del sociale della socialdemocrazia nazionale invece pratichiamo appunto questo internazionalismo di fatto
Il limite però della cultura socialdemocrazia che oggi per molte ragioni questo internazione medesimo di fatto manca
Eppure per i motivi di importi integrazione del mercato europeo servirebbe molto di più proprio proprio in virtù appunto di di quello che appena letto l'integrazione dei mercati europei
Collante
Ha deluso le attese perché la sua generazione non è cresciuta praticando la giusta dose di equilibrio e decisione del passato che ancora un equilibrio fa distinzione
Nella sinistra cioè di interessi rappresentati divisioni reali di ricette da proporre e compromesso ovviamente con l'impresa alle altre forze politiche le istituzioni europee
Se non c'è il G la giusta misura fra distinzione compromesso ci sono i problemi che abbiamo detto sopra
Certo la fase della distinzione cioè detto banalmente della differenza fra destra e sinistra è stata utilmente richiamata da Wall onde in campagna elettorale e ha prodotto la vittoria questa è una capacità diciamo del socialismo latino francese quello di essere
Forte nel diciamo nell'attività ciò vuol dire poi di propagande tribù Nizzi accetta poi se la mancanza di insediamento sociale lo rende meno debiti quella che la storia del socialismo
Germanico e nord dicono di realizzare quella parità sistematica di cui parlavamo prima che però oggi non c'è più
Si può dire che questa capacità nella campagna elettorale di Orlando e sia sia stato un effetto della crisi in fondo
Fino ad un decennio fa la distinzione destra sinistra non era nemmeno più quasi evocata mentre poi il fallimento clamoroso del capitalismo finanzia Rizzato che ha sostituito il compromesso socialdemocratico ha imposto di farlo
Ma in politica non basta evocare bisogna rappresentare che realizzare e detto per inciso proprio Orlando ha dimostrato che il Pear distinguersi efficacemente questo è un insegnamento diretti non basta certo il sistema maggioritario
Questa è una tendenza che invece imperante imitare da dieci vent'anni come se il sistema oggi evitare Titti i salti TT sa mentre invece una pressione di cultura politica di insediamento
Mentre è invece la socialdemocrazia diciamo più fattiva è praticata non solo in Paesi dove c'è il il proporzionale ma do in Paesi dove non c'è dove non necessariamente c'è nemmeno
Il voto di fiducia cioè il Presidente il parlamentarismo negativo adesso sarebbe lungo spiegarlo nei paesi nei Paesi nordici qui che rende possibile reggere i così hanno fatto spesso le sue alla democrazia anche con Governi di minoranza
Un'altra volta magari ci torniamo
Hollande è divenuto politico quando fu chiaro che il Governo socialista di mite fa non sarebbe stato seguito dagli altri europei nella sua politica di espansione economica e di crescita interna cioè ha sbattuto il muso sull'impossibilità
Questo provoca una grave crisi economica in Francia e blocco l'impulso socialista da allora gli prese ad adattarsi pur con una certa grandezza di commetterà
A stagioni sempre diverse da mutua AP moderato Fabius allora più moderata poiché sta diventando più radicale
Poi la complicazione con il Governo di centrodestra poi scegliendo Primi Ministri sempre diversi fino a bere congrua che consuma unitari smonto dosso fu il segno dei tempi
Mi terrà insomma si accontentò come è stato ricordato non ci ritorno lungamente la Germania unità all'Europa dell'euro ma dovette cedere sulle regole
Hollande rischia seriamente di imitare in peggio Mitterrand
Con meno grandezza illudendosi che l'immagine il più giovane falsa con la fama di duro verso il crimine possa richiamare i voti perduti spoglio sia preso che in realtà la redistribuzione interna al al Governo salvaguarda anche la sinistra c'era quindi qui
Baba un po'
Insomma bisogna vedere esattamente cosa in testa vedrete ci tiene aperti più possibilità insomma si parla comunque di un di un
Di un
Di un politico di primo piano chiaramente anzi di uno statista di primo piano
Tuttavia la realtà ritornando a questa ipotesi su vaste negativa diciamo così tra virgolette Renzi a non porre iniziano a su Valdes valse non è l'immagine il punto è che Orlando non ha saputo riproporre il ruolo del socialismo della Francia per cambiare
Le regole e uscire dalla crisi europea la lezione è evidente così il socialismo viene sconfitto
E il ruolo della Francia rischia di essere interpretato dalla dinastia populista le pene in modo
Pericoloso per tutti
Oggi c'è l'Unione all'interazione sono di fatto di un tempo va ed in tempi sistematizzato in altro modo non entro nello specifico e
Arrivo su due punti interessante rispetto alla al rito a ritrovare e attivare Cerri perché chiaramente non sto ne stiamo solo parlando di
Di continuità con la tradizione socialdemocratica
Ho detto che
Il tre nazioni sono di fatto deve diventare sistematico e dice come sempre il vero rinnovamento da Storace come dire
Una discontinuità una dose di discontinuità nel nel nel nella nella continuità nel nelle nella coerenza voglio dire
Stessa cosa vale per
Il modello organizzativo cui sarò breve con solo due esempi il modello organizzativo e la suscita azione dell'Energia della base
Dopo l'interessante esperimento di il del referendum interno alla espediente dei rischia sulla
Sul sulla grosse coalizione che è stata approvata ecco cito una ricerca dell'UDC da dico tigna
è stata approvata questo è evidente per motivi politico strategici diciamo l'accordo sul contenuto
Del del del Governo e molto incerto anzi c'è una minoranza che dice che è da qui di essere d'accordo
Una minoranza che è fatta di un quantità di voti si è di una quantità di una selezione significativa dei circa trecentosettanta mila iscritti su quattrocentottanta mila che hanno votato quindi comunque l'esperimento avuto successo
La cosa interessante è che quando si chiede a questi a questi militanti esperire cosa vogliono realtà di più che faccia lei spedite eh consultarci sulle questioni di contenuto programmatiche
Cioè l'idea di di innovazioni tipo le primarie eccetera e meno perché in realtà molto meno presente di quello che forse dibattiamo tra di noi tra tratta persone in pompa forse un po'malate di di innovazione modellistica eccetera gli appartamenti mi tiro fuori da questo
Il limite che io vedo nell'indicazione da parte del dell'istituto di Gotti India è che però non si pensa meglio un rapporto diciamo più più più organico più aperto con la propria base sociale cioè probabilmente
C'è una via di mezzo tra le primarie aperte
E diciamo il modello tradizionale della socialdemocrazia rappresentato classicamente dai spedì pure la rinnovato con più frequente consultazione con i referendum interni
Vi faccio un esempio uno sono due dove si Puno brevissimo uno sono le primarie per la scelta dell'IRE delle i POR parte che sono però non primaria aperte almeno non ancora ma primaria aperti all'insediamento sociale
Cioè alle associazioni a partire dei sindacati che sono affiliate
Così come la fede Enzo Saito eccetera
Questo compromesso questo con questa via di mezzo tra insediamento rapporto con l'insediamento e e diciamo e neri metodo e metodo
Del delle primarie ma appunto visite vivi rischiando l'insediamento e non semplicemente annullando lo in primarie generiche
Può essere un esempio un altro esempio anche qui leggerò direttamente per essere più il rapito eh il rapporto nuovo chiamato modello Trondheim
Inaugurato dalla socialdemocrazia norvegese
In cui
Sostanzialmente questo deriva da una elezioni vittoriose in una soci la terza città della Norvegia Trondheim Terna ci era tradizionalmente fino al due mila e tre conservatrice
Il modello torna in che trova dall'ora invece il centrosinistra sempre vinto e anche vinto due importanti elezioni negli anni due mila poi perdendo recentemente ma mentre tutti gli altri gli altri le altre sinistre perdevano
Preparando un nuovo tipo di rapporto fra sindacato è partito
Sostanzialmente
Si tratta di questo
L'APPA Pappano
Allora
La e loro
Che i suoi lavori descritti hanno a anziché semplicemente garantire un fine il finanziamento al critico al Partito socialdemocratico hanno chiesto
Ai propri iscritti
Cosa contasse per loro veramente la consultati
Cosa erano disponibili affare in quanto iscritti e lavoratori per aumentare l'efficienza del Welfare State
Però dicendo di no alla alla new public management e al alla privatizzazione al all'approccio un approccio come dire invece seguito della della del del del citato presento prima per le scuole svedesi cioè del della della privatizzazione e del di consentire la prima delle come dice il perché i primi il profitto privato nel welfare
E
E
Ha sostanzialmente
Posto queste condizioni
E ha detto noi sosteniamo i partiti che sono vicini a queste condizioni questo ha funzionato localmente a Trondheim poi acqua ha funzionato
Promuovendo promovendo alla coalizione di sinistra centro chi ha governato Osimo tra il due mila cinque due mila tredici
E soprattutto delinea un
O anche con un compromesso rinnovamento nella continuità a metà tra sindacalismo mi richiamano
E se e e sindacalismo della classe anziché non di classe di vicino alla socialdemocrazia europea
Cioè sostanzialmente accesso cioè sostanzialmente il sindacalismo americano indica
Dei propri obiettivi e fa lobby diciamo avendo chiaramente maggior successo sui democratici
E e facendo pubblicità dei contenuti diciamo che poi indirettamente o o meno direttamente che semplicemente dando un finanziamento a critico classico favoriscono il centrosinistra e democratici
Chiaramente però mantenendo anche una una un'idea di indicazione politica più pregnante cioè dicendo il PIP nei pavimenti benestante non lo fai e mi fai fare se per favore anche una una coalizione di centrosinistra segua il mio appoggio
Questa è l'idea
Questo nuovo approccio si è tradotto nella revisione del finanziamento automatico la socialdemocrazia nell'utilizzo di parte di queste risorse per campagne sindacali indipendenti su temi indicati dagli scritti secondo lo slogan sosteniamo i partiti che sostengono le nostre richieste
Tale approccio peraltro
Può dare basi sociali se coniugato con quello precedente che dicevo del labour Party
All'apertura organizzativa della mobilitazione cognitiva come par di cui parla Fabrizio Barca superando il modello delle primarie del Passante lo dicevo prima da questo punto di vista e qui veramente concludo
Il modello tedesco per ben molto
Da da guadagnare a mio avviso perché
La Fondazione per creare è presente da questo punto di vista potrebbe essere un un un'interazione poche battute ringrazio interessante essendo che la Fondazione perché per definizione a quanto so
Si mantiene grazie alla sua alla Spagna al ballo alla alla alla sua
Come dire
Allo al suo essere Internal sistema della mi decidemmo che sostanzialmente cioè aree ad essere avendo i dati sono sostanze menti rappresentanti sindacali
All'interno del del del dei consigli di sorveglianza dei lavoratori che poi afferiscono fanno Ferilli risorse e quindi il sapere pratico
Dal punto di come si attiene la parità capitale e lavoro all'interno della fondazione
Della Fondazione per la
Ecco atti
Di potenziali ci sarebbero e attivare un più sistematico errori in parte rinnovato in parte in continuità con l'idea
Di mantenere un un riferimento sociale con i partiti socialdemocratici potrebbe aiutare la ritrovare una una retta via Grazia
Do ora la
Fa volare migliaia
Che
Prego prego Perin
Solo per il giorno del primo marzo nel frattempo vorrei ringraziare Michel Paolo
Per avermi invitato a
E presenterò in il lavoro che ho fatto insieme ad un gruppo di studiosi compreso Paolo per
Che aveva un lavoro condotto per molti anni finanziato generosamente dalla finisce per Stilton qua
Quindi sono molto lieto di ripresentare un po'le linee essenziali del lavoro che abbiamo svolto mossi il presentazione favor pompa aperte
Qualcuno conosce la Pasqua
Per trentatré essere chiari riforma
Sì aprile
Entrino
Mercoledì nove in Consiglio
Non sembra che sia Matteo
Oronzo grazie bene
Allora non avremo la presentazione power point nessuno conosce la password
Quindi abbiamo sentito Campari oratori
Che la socialdemocrazia europea nei guai
Questa non è una situazione nuova che cercherò
Oltre ad analizzare i guai diciamo dall'inizio la mia presentazione cercano di essere un po'più positivo e
Illustrare alcune possibile strade risoluzione ecco forse qualcuno conosce la password
Generica sanità ma
Va benissimo
Abbiamo un passepartout
è Croce funziona tutta
Bene
Quinti parlerò di tre aree principali è la terza via la crisi economica globale e perché non c'è stato unna momento democratiche socialdemocratico come risultato che la crisi poi parlerò
Tutti quadro con abbiamo sviluppato abbiamo chiamato la che cozza sai che la buona società la seconda parte della mia presentazione poi alla fine e farò riferimento
Alla dimensione globale della buona società è già stato ha parlato della in tre giorni internazionalizzazione della socialdemocrazia
E quindi
Questo fa parte del Progetto su cui ho lavorato e poi spero che potremo avere il tempo di discutere alcuni di questi aspetti quindi molti si sono chiesti perché dopo la crisi economica non c'è stato un momento socialdemocratico te rimarcano storico di Oxford è stato uno che si è posto questi questa domanda che è successo si è chiesto B fondamentalmente un fallimento del mercato colossale
Che
A
Quindi corroborato la tesi secondo cui i mercati sono instabili e quindi ci sono bisogni di correttivi e inoltre alcuni
Quindi ed erano in questa State
Che è stato sviluppato dai socialdemocratici che ha ha aiutato quindi le persone in Europa e altrove e quindi questa dal momento veramente dei socialdemocratici ma non è stato così perché
Possiamo dire che a distanza di dieci anni il momento socialdemocratico non ha mai avuto luogo quindi non c'è è stata una vittoria sono democratica in tutta Europa
E quindi socio democratici non hanno beneficia beneficia torna comodo della crisi quindi penso che noi dovremmo partire nella nostra discussione ponendo ciò domanda perché questo è avvenuto perché
Non c'è stato un momento socialdemocratico perché non non sia benefico beneficiato di ciò quindi il motivo per me risale nella
Rinnovamento socialdemocratico quindi la mancanza di rinnovamento perché dico così e se pensiamo agli anni Ottanta agli anni Novanta i socialdemocratici in Europa e anche in Germania nel Regno Unito
Quinti hanno perso tutte le elezioni a livello nazionale e quindi perché perché noi abbiamo perso le elezioni
Livello nazionale perché l'abbiamo perse sette sta sempre contro i conservatori crea Cul de conclusioni che questo dibattito sono state che visti
Trovo sul sullo sfondo di un mondo che stava cambiando
L'offerta socialdemocratica era datata era vecchia e quindi i la sulle politiche della socialdemocrazia non
Offrono più quello che la gente vuole e quindi laghi tra programmatica è sbagliata questa è stata la conclusione poi ne sappiamo molto bene cioè quindi come con il mio lei per Corinna io che lei e ai socialdemocratici in Germania anche fuori dall'Europa noi abbiamo visto che la persa strada
A ispirato le riforme Clinton per esempio con i democratici nel pone Toni Blair e ci sono state diverse tra i traiettoria diversi percorsi che sono stati esibiti nei vari Paesi europei tuttavia
C'è stato una neo liberalizzazione della socialdemocrazia a diversi livelli è una economico mi economy l'azione di approvare e la politica come particolare la politica sociale cioè e quindi la
Si parlava di una sorta di
Assicurazione e la politica sociale dovrà assicurare i cittadini contro il rischio vita diciamo quindi contro il rischio legato alla salute e la vecchia agli albi su cooperazione eccetera li economici azione Entella politica sociale ed è venuta palese quando
Sì pensava queste reti con una sorta di trampolino quindi il non si parlava più di diritti mattina funzioni economiche quindi e la le politiche sociali doveva hanno servire a riformare i cittadini inizia prepararli inseriti nella vita economica e quindi
Fondamentalmente o
Si ridefinita di di fino le basi della Quercia State e quindi una funzione di un'agenda economica piuttosto che
Un diritto del cittadino
Quinti anche la EmPULIA diritti la impiega Vilita e quindi incassarlo di questo cambiamento delle basi filosofiche quindi le riforme che sono seguite da questo cambiamento generato una paura sociale per esempio in Germania
ANAS guitto della riforma dell'agenda venti e venti c'è stato andava PACS lo sentirete quindi il i sussidi per la disoccupazione quindi vitello dei contributi
Sono ha diminuito e quindi fondamentalmente
Se si aveva un buon lavoro in dodici mesi
Si poteva
Aprire dei buoni livelli di disse di contributi sociali e quindi si
Trattato quindi c'è stato comunque un declino dei per quanto riguarda i benefici sociali
Ma
Anche dovrà anche dire che la riforma della Terza via è stata avuto molto successo all'inizio Toni Blair ha vinto svariate lezioni quindi è stato forse leader delle vorrei di maggior successo nel Regno Unito però questo va inquadrato in un contesto questo è successo quando la cornea politica era consigliere si corsi pensava funzionasse bene anche se era chiaro che la promessa che tutte quante le barche sarebbero state portate Suta la globalizzazione non era vera
C'era c'è stato un un vantaggio per molte persone per cui quelle quel tende continuato
Quindi questo va considerato quando si
Pensa alla successo elettorale la terza strada qual è stato il prezzo
C'è stato uno il prezzo è stato mal perderà di identità e di differenziazione quindi qual era tratto distintivo della democrazia sociale rispetto ai CONS
Datori ecco questa è la domanda che le divi essi divenuta sempre più difficile da risolvere dare rispondere e quindi i problemi di questo approccio
Quindi alcune delle crepe che hanno cominciato a divenire apparenti quando la crisi è scoppiata e il sistema non funziona più perché la gente comincia la vedere proprio avere problemi economici
Perché fondamentalmente
Villa crisi ha lasciato la socialdemocrazia e sposta su due fronti la crisi e che richiedeva delle alternative politiche per affrontare
Stabilità dei mercati la diffusione del rischio da responsabilità attraverso le società ma
Se
Tutto quello che era stato lui dipende
Ti anni precedenti ha portato a questo per definizione voleva dire che si era trascorsero trascurate le
Alternative quindi Palese chiesta l'alternativa all'ora i socialdemocratici non aveva niente da dire perché negli ultimi vent'anni non avevano sviluppato una
Alternativa ma avevano continuato secondo questo filo conduttore questo ma in scrive poi dal momento che
Il Comune di
Toh inizialmente all'inizio cioè si era avuto un grande successo elettorale le
Politiche
Erano state
Applicate quindi si è pensato che non anzi potesse ci potesse essere un'alternativa politica perché
Inoltre molti passi sono democratici erano stati visti come dei collaboratori di un sistema che aveva fallito
Mi si tengano queste due idee nessun alternativa collaboratori e di collaborazionisti sia così possiamo dire allora Anna capiamo il fallimento
Del oppure la il malessere della della socialdemocrazia quando la situazione è cambiata quindi se consideriamo questo lo sfondo dell'analisi ti
Delle funzioni da se ce lo della socialdemocrazia negli ultimi anni allora la domanda e che cosa possiamo fare per cambiare le fortune della socialdemocrazia e adesso vorrei parlare di quello che noi chiamiamo il progetto della buona società
Il quadro che abbiamo sviluppato quindi la socialdemocrazia deve reinventarsi in tempi molto turbolenti Quintino lo sfondo di una crisi europea in particolare e quindi per fare ciò occorre
Affrontare i problemi della perdita di identità e anche ed errori politici infatti nel passato quindi la senza l'alternativa io ritengo
Che questo possa essere fatto soltanto riesaminando i valori di base della socialdemocrazia la libertà la giustizia la solidarietà
Utilizzandoli come una bussola politica quindi il nucleo della buona società è un nuovo equilibrio fra le relazione fra i terreni aspetti fondamentali la vita pubblica mercati governi e società civile e quindi non c'è
Non parliamo quindi di grande società Della dalle società come la penso Satie del Regno Unito e posso fare una distinzione molto
Né che chiaramente quindi
Quindi il comunismo ha cercato di portare avanti socio ed è fallito poi c'è il il mercato anche ha fallito con il neoliberismo adesso è la società civile era socia civile dovrebbe fare tutto che ci si aspetta molto da essa quindi
L'approccio socialdemocratico ovviamente non è l'uno o l'altro ma avere sull'ambiente e di reciproca collaborazione qui questi tre aspetti collaborare insieme per
Quindi avere un quadro che possa sostenere lo sviluppo quindi col society e il nome la buona società non è una coincidenza
E penso che questo sia molto meglio di altri titoli come nuovo progresso o altro perché qual è il cuore delle politiche socialdemocratica non necessariamente l'economia al primo posto nella società
Quindi l'economia una la uno strumento per promuovere il benessere della società e quindi la società e il cuore della politica
E penso che questo debba tornare al centro dell'attenzione e anche l'aggettivo buono
è importante perché il mondo mostra che un approccio valoriale
Ossia una società che è basata sui valori della socialdemocrazia applicati alle nostre nelle circostanze attuali quindi non è una poi pensa che noi Chiarla teniamo buona società quindi che mostra l'approccio valoriale e quindi sulla sulla società per l'appunto
Quindi come ho già detto da questo punto di vista un'economia dinamica sostenibile non è un fine in semmai è un mezzo per migliorare il benessere di tutti i cittadini non soltanto dei pochi ricchi
E quindi parlerò della sfida della delle disuguaglianze successivamente alcuni punti che sono state sollevati come fare tutto ciò quindi come la socialdemocrazia si deve organizzare
E quelli quali
Ecco di questa nuova approccio partecipativo come movimento piuttosto che tendenza politica è importante e quindi occorre rischio sviluppare le radici comunitari della socialdemocrazia se pensiamo un alla le spese in Germania nel diciannovesimo secolo allora era egli è stato socialdemocratico era un modo di vita non essere membri di una associazione c'ero sportivi c'era tutto una
Associazione quindi la professionalizzazione della socialdemocrazia nella né politiche di partito ecco
Molte di queste radici comunitarie societari sono andate perse dobbiamo ri cominciare da questo le stesse radici del diciannovesimo secolo quindi
Ovviamente non parte possano parliamo più di di squadre di calcio ma occorre trovare dei modi moderni anche perché la società democrazia a verifiche verificato dei cui ed è questa suo radicamento nella società perché
Anche
Si
Se qualcosa non va bene una Società questo veniva trasferito anche al processo politico e quindi questo contatto fra società politica molto importante questo questi legami sono andati persi quindi io penso che una delle strategie fondamentali per
Rinvigorire la socialdemocrazia trovare un equivalente moderno della di queste radici sociali che esistevano appunto nel passato
Adesso parliamo la disuguaglianza e qui questo e sono d'accordo con Barack Obama che recentemente ha detto che la disuguaglianza il ma quindi Martin istintivo dei nostri tempi
E questo è l'unico nel grafico che dimostrano riprometto questo una ricerca rimanesse sarà
E ci mostra lei cifre
Relative a it hai reddito da capitale potete vedere come percentuale della del reddito
E
Esso torniamo all'ERDISU costano tra disuguaglianze della del perito prima della dei dell'anno recessione quindi questi i livelli delle l'andamento delle
Delle plusvalenze e quindi l'impatto che fu tutto ciò alla crisi questo a quindi contribuito a spingere ancora più in giù i livelli salariali
E quindi profitti sono andati altrove e questo penso sia
Uno delle
Degli aspetti distintivi Entella che deve affrontare la socialdemocrazia
Quindi anche mi è stato lo sono stato molto interessato lo colloca detto Porcu non Krugman nel dicembre due mila tredici quindi
Questo perché i dei quattro punti per cui il disuguaglianza una aspetto molto importante e quindi questa sono nove sfiderà la socialdemocrazia e poi
Quest'anno a confronto con lo dico molto interessante dal due mila la il reddito del novanta per cento lo Stato della fascia di novanta per cento della popolazione nella fascia più bassa tra popolazione
Era più bassa dell'otto per cento di quello che sarebbe stato assi le disuguaglianze fossero rimaste invariate quindi già in passato erano elevate ma quindi Ida l'aumento delle disuguaglianze dal due mila negli Stati Uniti è stato più grande dell'impatto economico della crisi finanziaria
E quindi
Si è stato notato perché si tratta di un problema che va avanti e che sta peggiorando anno dopo anno mentre
Il il che apre però di produzione era soltanto del sei per cento quindi a livello qualitativo e ancor peggio
Della della crisi del del capitalismo che siete scoppiata nel due mila otto e quindi non ci sono dei pignoramenti il secondo punto che venete la la propensione al risparmio
Nella fascia più alta più bassa di popolazione era un fattore che contribuito allo sviluppo della crisi economica
Quindi
L'esaurimento se la ricchezza va verso l'alto allora la ricchezza non viene messa sotto accusa Scino sotto il materasso
E questo ha anche un impatto
Ha contribuito anche all'instabilità e poi a questo noi come intenzione di politica economica che è molto importante l'aumento del disuguaglianza corrisponde ad un potere politico maggiore in alto questo può essere l'argomentazione che spiega
Né perché si è scelto la società l'agenda della sterilità dopo la crisi
Quindi qui perché questa politica ancora in piede perché qui è nell'interesse delle persone che forse sarà certo non potere politico troppo eccessivo qui siamo sono differenze fra Europa e America ma c'è anche un meccanismo di finanziamento in America
Che e quindi ho un il potere economico attraverso questi finanziamenti ha un'influenza sul potere politico comunque
La c'è una concentrazione di ricchezza né verso l'alto quindi queste disuguaglianze
Hanno comportato anche a un'erosione della democrazia nel lungo termine quinto quarto punto
Allora alla disuguaglianza alle sue origini complesse sono o non sono comprese molto bene il suo comprese peggio delle della dinamica che de micro delle macro economiche
E comunque tutto ciò può aiutare a cambiare la situazione
Ma chiaramente non né questo né degli non banali negli interessi nell'interesse di coloro che ne sanno traendo beneficio alla momento
E
Quindi
C'è un'erosione della democrazia che non è comunque presa in considerazione quindi risolto i problemi come la disuguaglianza comporta anche un nuovo approccio
Quindi c'è bisogno di un qualcosa di diverso dalla gestione giornaliera pragmatica che abbiamo visto sino ad oggi occorre cambiare la politica
Dita quella che io definirei una politica transazionale persona politica trasformati IVA e
C'è un approccio molto simile anche nel mondo degli affari per esempio Steve Jobs Steve Jobs non amava le ricerca sociale di mercato e
Ma
Di piaceva citare rifornita
Che pare abbia detto
Se se aveste che se ne clienti che cosa volevano e un cavallo più veloce non avrebbero detto forse una macchina
Quindi
Regge questa idea di essere trasforma dire quale sarà il prossimo I von nessuno Crocione fonte ma che fosse lanciato sul mercato qui
Essere trasformati Ivo poteva essere visionario come lui ha detto questo deciderà se l'equivalente politico tuttavia lo stile politico
Della socialdemocrazia è stata molto transazionale e non certo trasformati Ivo quindi abbiamo sempre fatto riferimento e Focus group ai sondaggi d'opinione
Qui sappiamo che le opinioni si può spostare molto rapidamente ma
Siamo abbiamo paura tutti sfidare la percezione anch'essi la percezione sbagliata affida un esempio qui indi del dibattito sulla emigrazione per esempio molto acceso nel nel Regno Unito e Peter Tel
Quindi che è un opinionista
Parere alla BBC a commentato i sondaggi
Quindi i britannici pensano che i i gioielli gli stranieri comunitari hanno tutte delle possibilità di ricevere i benefici sociali ricorrere rispetto ai britannici il problema è che i partiti politici
Si adeguano alle alle percezioni sbagliate della popolazione i politici non tendono a dire questo è sbagliato i fatti sono diversi
E quindi adeguare la politica conseguentemente questo è un ottimo esempio in cui la politica transazionale deve cambiare
Quindi
Noi pensiamo che voi siete di di sapere cosa volete quindi votate per noi perché non sappiamo quello che volete il
L'approccio che viene seguito ma
Questo vuol dire che non si risolvono non si affrontano i problemi
A lungo termine ma si stanno soltanto affrontando i problemi del giorno svedese giornalieri dello status quo e quindi i invece per affrontare problemi di largo respiro come tre sempre i su quegli anzi c'è bisogno di o un altro approccio
Quindi della socialdemocrazia deve essere trasformati ma dobbiamo essere e degli innovatori il concetto trasformati Ivo che può convincerò elettorato
Non è
Sulla politica del momento occorre fare operare questo cambiamento
Quindi
Se ne facciamo pure un'analogia con sogno americano che ha una funzione simile una narrativa politica che ha molta Presa
Un qualcosa a cui si crede io penso
Che
Secolo mela ma il sogno americano più un miraggio che non un sogno noi dobbiamo capire
Bene una visione
Della buona società che la gente possa comprendere e che possa accettare
Quindi
Che adesso che
Che il buona società deve essere una visione pratica è difficile definirla
In termini pratici ma comunque un qualcosa che ci può dare una direzione ci può orientare per creare una società migliore sviluppando delle politiche
Che vanno in quella direzione e questo è uno degli aspetti più importanti della buona società e nutre ecco perché dobbiamo spostarci dalla politica transazionale una politica trasforma stiva
Perché la politica transazionale non funzionerà e sono abbastanza sicuro di questo perché le società diventano sempre più differenziate
Perché Varese diamo questa perciò approccio clienti enterale allora si ci si rivolge sempre a determinati gruppi gruppi sempre più piccoli e con uno delle politiche sempre più dettagliate che non non hanno senso
Sono politiche troppo di troppo piccole e frammentate e quindi H
Sa di questa diversificazione della società non penso che l'approccio transazionale sarà ter pallido perché si finisce in un vicolo cieco et quindi ci sono poche alternative per la socialdemocrazia rispetto a questo approccio che a diverso
Quindi quanto se se chiedete
Qual è l'alternativa politica e Como molte volte non la sa esprimere bene quindi la politica deve cambiare sicuramente
E noi abbiamo anche le linee generali e abbiamo anche i dettagli però è anche lo stile della politica che deve cambiare il contenuto lo stile e anche la forma organizzativa come vogliamo organizzare
E la politica queste tre cose devono cambiare e adesso vorrei parlare della dimensione globale a differenza dei progetti di riforma socialdemocratici come la terza via per esempio la buona società con la Società buona
Non è
Non è fondata sui dieci comandamenti non è una Società buona che deve essere applicata così come i last lo stesso modo Ninni Bulgaria in Italia in Germania è una specie di strumentario
Che quindi diverso dal passato
Perché può essere adeguata a lui e contesti nazionali ed internazionali quindi che cosa offre questo strumentario prima di tutto dei valori fondamentali che di cui ho parlato prima
Offre anche un'analisi basato su questi valori analisi di ciò che non funziona
Per esempio le disuguaglianze offre inoltre UE analisi ISSI oltre l'analisi anche delle buone pratiche quindi la la Società buona in Italia non sarà la stessa del Regno Unito della Germania della Bulgaria occorre anche ad hoc essere flessibili in modo da poter affrontare gli argomenti più o i problemi più pressanti e dare risposte di perse e quindi penso che questo sia molto importante quindi questo strumento offre una grande di flessibilità e anche una possibilità
E di operare a livello internazionale ma d'altro canto
Ci sono dei valori condivisi ci sono c'è un discorso condiviso e
E c'è anche comunque un a fattore comune che tiene insieme questo Progetto quindi abbiamo flessibilità e coerenza questo il grande punto di forza di questo approccio
Che
è anche una delle caratteristiche che
Non rende possibile raggiungere una dimensione più globale
Quindi noi dobbiamo affrontare dei problemi che sono sopranazionali quindi dobbiamo andare al di là dei confini dell'Europa quindi un mio collega il CONI voleva sono andato in Corea del Sud
Pone in Cina l'anno scorso per discutere molte di queste problematiche in con da alcuni esponenti politici progressisti quindi la disuguaglianza e l'ambiente ecco si sono ci sono dei problemi anche lì
Quindi gli approcci sono diversi tuttavia non dobbiamo radici conto con lo Stato di un problema che affligge soltanto l'Europa questi problemi sono globali quindi occorre creare delle reti dei collegamenti con le forze progressiste
A fuori d'Europa per poter affrontare questi problemi perché come si è detto reinserirsi hanno detto noi vogliamo giustizia
Ma non lo facciamo perché o lo vogliamo a famiglie degli adeguamenti non lo possiamo fare perché già i tedeschi ma lo fanno perché i cinesi sono più avanti ecco
Quindi
Ma c'è vedete come funziona questa con un argomento azione l'alternativa possibile rinvigorire rafforzare questi lega
Mi con le forze progressiste ovunque essi si trovino quindi essere aperti fornire questi punti di collegamento
Queste molto importante quindi rivolgersi per esempio anche l'America latina dove c'è una bella tradizione importante
E quindi occorre sviluppare delle grandi con Allasia con l'Africa l'America quindi essere in grado di essere aperti per
Creare delle alleanze e
Delle coalizioni quindi non possiamo soltanto limitarci alla nostra piccola dimensione
E quindi per l'Unione europea noi abbiamo già uno spazio politico ma dobbiamo essere molto più efficaci nell'utilizzare gli strumenti che abbiamo non voglio parlare dei dettagli del manifesto delle prossime elezioni eccetera ma io ne possiamo fare riferimento alla situazione del del nel novanta in cui
Molti paesi erano governati da forze sono democratiche
E e qui dove c'era un'agenda comune che veniva portata avanti cestini risultato è stato piuttosto deludente però
Io spero che
Non penso che se avessimo attualmente questa situazione e venticinque Stati su ventotto rettile stesso democratici non remote risultati meglio migliori occorre essere quindi aperti non soltanto verso all'interno dell'Europa ma anche all'esterno e questo
CIDA anche
Una dimensione globale della socialdemocrazia
La terza via era molto aperta alla retorica pro globalizzazione
E
Ma
Nella nell'ambito di azione comunque era limitato ai Paesi quindi non hanno cercato di utilizzare presente lo spazio politico dell'ambito non europea già esistente come
Aria agone politico per promuovere l'agenda socialdemocratica ma anche a livello globale
La socialdemocrazia dovrebbe appunto promuovere un sistema politico che possa essere accettato anche al di fuori dell'Europa dobbiamo lavorare quindi a livello di non tema anche essere aperti al di là dell'Unione europea a livello globale
Quindi questa è un altro dei settori
Delle aree
Che distingue presenta sulla buona dal più lei dovrà
Che quel che attualmente brulle Borrello slogan ufficiale del del Partito laburista
Quindi qua nation lei però o blu lei probabilmente questo è in linea con i principi della Società buona quindi e fare leva sulla sulla stesso approccio comunitario radici sociali tuttavia
In termini internazionali
La situazione che si vede che c'è una tendenza a essere molto ripiegati né i confini nazionali e a non considerare quello che viene al di fuori dei confini nazionali noi vogliamo invece
In passato quindi si è accettato tutto ciò che veniva dalla globalizzazione si è e poi c'è stato invece una tendenza a condannare in toto la globalizzazione
Tuttavia questa non può essere un buon approccio perché occorre non ci può chiaramente ritirare l'ancora e spostarsi altrove nell'Atlantico
Occorre avere un approccio comune quindi occorre creare una simbiosi una nuova di
Io ho né uno barra dice comunitaria della sua democrazia ma anche considerare l'aspetto cosmopolita della
Globalizzazione quindi non accettare tutto ciò che viene come avveniva nel come è stato per sempre agli anni Novanta per cui si è accettato acriticamente la globalizzazione no se sia un attimo una visione cosmopolita vuol dire che anche lo spazio politico deve essere cosmopolita
Quindi non semplicemente accettare tutto ciò che viene quindi anche qui penso con la società buona potrà
Potrebbe essere un modello
E penso che si tratti anche di una delle sfide più importanti per la società democrazia in conclusione la socialdemocrazia europea estrapola posizione molto difficile
E anche i successi elettorali non possono nascondere questo fatto si è parlato della Francia
Avere una tattica o una strategia a breve termine per vincerle le elezioni ovviamente non è la stessa cosa di governare i al modo positivo quindi scoppia perché vincere le elezioni se non si annulla da applicare
Non ha senso occorre invece cambiare la politica e come ho detto prima occorre mettere primo piano la politica perché anche se si riesce a vincere le elezioni nel lungo termine sia una strategia di successo per vincere le elezioni poi i problemi verranno
I nodi verranno al pettine quando si è al Governo e i per esempio vediamo come sta succedendo Olanda quindi e non c'è
L'abbiamo molto lavoro da fare abbiamo anche delle politiche pratica da sviluppare ma vi volevo mostrare un po'il quadro globale e di quello che può offrire la Società buona penso che possa essere un buon modello pensare quindi co ne rivitalizzare la socialdemocrazia penso che questo possa
Contribuire a a riscatto dei progetti socialdemocratici che potrà anche a vere un risultato positivo il termine di fortuna elettorali
Occorre cominciare perché chi non comincia non lo può neanche vincere e
C'è anche uno scritto
Pubblicato
Su socio minuti al giorno c'è anche una versione più brevemente che è stata pubblicata la novembre e dicembre del forno affairs ma che Senna se volete avere più riferimenti quindi anche gli americani sono interessati
Nell'in ciò che sta cercando di fare la socialdemocrazia
E
Se sono intestati gli americani avrà pensato anche a noi dovremmo interessarci a questo grazie
Grazie Henning adesso abbiamo un prete interventi brevissimi perché ha detto
Allora sono due interventi Aldo Tortorella poi Carlo Ghezzi
Dunque
Innanzitutto ringrazio
Per questo invito che ci ha dato l'occasione di imparare tante cose diciamo
Anche sulla prossima battaglia elettorale europea ma stamattina particolarmente ma anche
Ne fine relazione pomeriggio su un questioni più di fondo diciamo
E ascoltando l'ultimo intervento sulla good society
Mi veniva in mente
Che se fosse ascoltato diciamo
Da uno dei protagonisti del maggiore partito Sunday protagonisti degli artefici attuali del maggiore partito della sinistra italiana
Che
Esprime oggi il Presidente del Consiglio attualmente che noi rispettiamo come è logico
Sai passo l'intervento di una pericoloso estremista diciamo ecco
Perché
La
E
Il precedente oratore usava delle categorie che
Secondo alcune posizioni Cascone teorie che si vanno affermando nella sinistra italiana sarebbe l'opposizione obsolete
Cioè
Applicava alla sua analisi
L'antinomia
Diseguaglianza eguaglianza diseguaglianza troppo grande
Diseguaglianza che sconcerta
Molti e allontana molti dal voto per la socialdemocrazia etc
Nel manifesto scusate se io adesso parlo un po'di cose di provincia ma poi cercherò di uscire dalla Provincia ma insomma mi è venuto in mente di dirlo ascoltando chilowattore nella manifesto diciamo
Che
Il l'attuale
E lì
Segretario del partito maggiore ripeto della sinistra della sinistra insomma democratico italiano
Che è stato posto come appendice a un noto libero di un filosofo
Del diritto italiano su eguaglianza e diseguaglianza destra e sinistra
Destra diseguaglianza sinistra eguaglianza
è stato proposto anzi viene proposto viene affermato che la coppia eguaglianza diseguaglianza non può più essere quella dei giorni nostri
E e perché in questa coppia e in fondo soletta è stata la copia della socialdemocrazia
Ma la socialdemocrazia ha vinto la sua battaglia con l'Uefa State
E di conseguenza a oggi bisogna andare avanti oltre il tema dell'eguaglianza diseguaglianza e le copie nuove
Dovrebbero essere quelle della conservazione o innovazione
Stagnazione o movimento
Oppure anche avanti o indietro non sto scherzando perché queste sono
Sono temi che sono stati enunciati in questo scritto teorico diciamo che funge da postfazione al libro di Norberto Bobbio
è del tutto evidente invece che appunto
I problemi della socialdemocrazia attuale ed è un movimento di sinistra in generale dipendono dal fatto
Io credo
Come peraltro è stato giustamente detto dal locatore precedente
Ma anche da tanti bravi economisti come il citato Krugman o Stiglitz o altri
Nel fatto che è prevalso un orientamento culturale
Purtroppo anche all'interno delle sinistre europee come è stato giustamente se
Rinviato poco fa è un orientamento in quale a pensato
Gea appunto
La
La visione cosiddetta neoliberista quella della scuola di Chicago etc
Potessero essere gli strumenti per la soluzione a breve dei problemi che si aprivano nei vari Paesi d'Europa
Questa
Linea
E che adesso
E messe in discussione da una crisi gravissima
E assolutamente risolta non solo in Italia o in Spagna o in Grecia ma irrisolta anche
Nella gran parte dei Paesi d'Europa ed europei perché anche là dove si vede una miglioramento un progresso come le peraltro ha detto
Lo stesso direttore vicepresidente insomma della Banca europea e questo è un progresso questo ripresa molto incerta molto fragile
Molto a macchia di leopardo eccetera anche lì e né si vede che IVA le vecchie ricette non funzionano ma quali sono le nuove ricette
Qua e c'è una difficoltà molto grande e se io convengo che le idee esposte sulla good society sono certamente affascinanti e se mi portano anche a pensare che
Forse in tutti coloro che
Si richiamano alla idee socialisti che in generale
Avrebbero dovrebbero sulla scorta di quello che ormai gli eventi riprendere una discussione culturale
Anche più di fondo diciamo sulla
Sui rapporti che esistono in questo momento nelle società sviluppate
Perché questo è enorme di sviluppo della diseguaglianza per cui si arriva le cose assurde diciamo che
Tutti conosciamo che tutti conoscono in Italia
Per non dire in Europa per non dire negli Stati Uniti ma in Italia che in questo Paese
Così mi servito e i milionari
Nell'ultimo decennio sono aumentati
Sono entrati di cento mila unità
In milionari e quindi c'è qualche cosa ci riesce dice che c'è qualcosa nel fondo che non funziona a me veniva in mente riflettendo su queste cose per anche scrivendo super altri
Per farci scoprire diciamo che oltre a quello di quest'oggi che
Noi siamo nella stessa condizione in realtà
In cui si trovavano Ifi più lontani i nostri ABI
Alla fine dell'Ottocento all'inizio del Novecento
Quando scoppiò il famoso dibattito Bernstein Iberian stai de batte che
E
In fondo orientato violarla la
L'Adr si diciamo la
Scomposizione ecco del movimento socialista tedesco prima europeo poi eccetera ora se non c'è dubbio
Che versa e aveva ragione nella vedere che il capitalismo avrebbe superato messo in crisi e che quindi tutte le dottrine che in quel momento
Puntavano sulla fatale crollo sulla impossibilità di sviluppo e cioè erano dottrine del tutto sbagliate
C'è da chiedersi se
Non ci fosse anche qualche elemento di ragione negli altri in causa ci nella Luxembourg eccetera
Perché
Innanzitutto bisogna rendere giustizia avversa immersa in dunque cento anni dopo la pubblicazione del famoso libro di ben sei
Che tutti conoscete naturalmente
Chiedeva intitolato le premesse diciamo al per ogni politica socialdemocratica degna di questo nome insomma che questa
Non cito letteralmente è uscito il manifesto di di dance per il rinnovamento della socialdemocrazia
Ma mentre inverno a stare in
I temi che sono stati Clear sottolineati per esempio parlando di Good society
Cioè
Il
La condizione dell'economia e il lavoro
La condizione dei lavoratori la condizione della
Del del del dei da dei prestatori d'opera chiamiamo come si dice adesso
Eccetera era no al centro curiosamente se voi gente che l'attenzione il saggio ridi densa sulla de il Manifesto che li proponeva Pelino netta la socialdemocrazia
Di tutti questi temi non c'è più traccia
Perché è il problema è quello di impadronirsi delle finalità ormai immateriali cosa giustissima naturalmente perché
Pone la questione femminile la questione ecologica eccetera tutte cose assolutamente assennate dice Giddens che peraltro
è un pensatore notevolissimo intendiamoci
Ma nello stesso tempo pare
A anche a un uomo così intelligente peraltro però sociologo non è un economista eccetera che la questione diciamo del rapporto capitale lavoro sia un problema ormai alle spalle
Un problema
Già risolto dalla storia e io penso che i
Non non
Non era così non era così neanche per Bernstein però perché io
Ricordo sempre diciamo che
In una delle pagine più belle di quel
Di quel libero
Il
Etc è proprio bello stare né il padre il quale dice
Questa citazione la faccio testuale per non sbagliare
Che
L'antidoto capitalistico alle crisi
Porta in sé i germi
Di un nuovo e aggravato asservimento della classe operaia potrebbe essere detto adesso questo motori Bernart e perché l'antidoto capitalistico che viene messo in campo noi vediamo dappertutto è la precarizzazione del lavoro diciamo
Vero credo che nell'alleanza tra socialdemocratici e i democristiani in Germania c'è un freno vero a questa a questa questione ma per quanto riguarda per esempio l'Italia ma non solo l'Italia la Grecia la Spagna tutti questi Paesi
La flessibilità del lavoro non viene considerata mai sufficiente è vero e si tende ormai a
Considerare un errore grave anche
La a il contratto di lavoro a tempo indeterminato e i contratti nazionali di lavoro eccetera eccetera
Quindi
Ciò che per questo lo dico perché dico che noi siamo in questa condizione ma
Non ve la farò troppo lunga intendiamoci
Per i libri simile a quella perché quando Bernstein dibatte con Causi e con gli altri oppositori ancor più sinistro eccetera
Non c'era nessun socialismo realizzato
Il capitalismo era la forza
Determinante la società capitalistica era da società capitalistica
Che tra l'altro già I tempi ma ci sembrava che avesse vinto in tutto il mondo invece ce ne voleva per vincere di tutto il mondo e adesso chi ha vinto in tutto il mondo compresa la Cina naturalmente cioè
Benissimo
Quindi noi oggi ci troviamo nella condizione non più utili a votare
C'era una speranza però mentre adesso la tragedia del movimento comunista di cui ho fatto parte come credo che si sappia
Etc con la trasformazione della democrazia diretta in burocrazia
Ed è comando burocratico già dal Consiglio ritmo al burocratismo con quella tragedia spaventosa che abbiamo conosciuto naturalmente a determinato uno shock tale
Per cui quelle speranze di chiamiamole pure ingenue
Che è anche bello sa in aveva aprite ben sei parlava del socialismo come il movimento verso una società in cui prevale l'associazione tra gli uomini e non il comando sugli uomini bene
Bene Ethernet Castellanza in genere non ci sono più
E dunque giustamente in questo stesso dibattito si propone il tema del per deve avvenire di come costruire da venire ecco nella costruzione di questo l'avvenire
Dopo che si è dimostrato perché bisogna essere sinceri e franchezza di noi che la via
Democratica
Come peraltro ha detto anche un vecchio comunista diciamo ecco non è la via al socialismo meraviglia del socialismo che per
Fu l'affermazione
Di Berlinguer davanti ai burocrati sovietici quando gli disse che la democrazia era un valore universale facendo così una scomunica Aldo rovescio avevo perché
Poi la democrazia non c'era nell'Unione Sovietica eccetera bene ora che tutti sappiamo che questa e la via del socialismo
E dobbiamo proporci anche se non sia arrivato il momento di
Rompe le certe timidezze
Che in fondo hanno imbrigliato il dibattito
Fondamentalmente questo va detto per colpa nostra
Perché privata
La dogmatica diciamo a cui forse gli italiani non hanno ceduto ma insomma la dogmatica prevalente nel movimento comunista seguito sembrava che avesse risolto tutti i problemi non aver risolto assolutamente nulla
Questa dogmatica impediva un libero dibattito in realtà perché da parte soprattutto della socialdemocrazia bisognava affannarsi a dire no quella è una strada sbagliata perché c'è
Perché c'è la tirannide non c'è la libertà c'era e c'è da e rimaneva in ombra il tema che però è il tema ancora oggi nel meccanismo di funzionamento
Devo modello in cui viviamo non ci sono dei guasti
Diciamo che
Certamente fanno sì che questo modello abbia vinto e stravinto sul terreno della produzione delle merci dell'abbondanza delle merci eccetera eccetera eccetera
Senza secondo
Non ripeto queste ovvietà ma non c'è dentro questa idea dello sviluppo infinito in un mondo finito
Qualche cosa che
Diciamo est Davide con la logica stessa vero e quale altro modello di sviluppo e possibile pensare su questo io credo
Sì la riflessione culturale diciamo culturale
Qui quasi il precedente diciamo il dibattito politico forse dovrebbe andare dovrebbe essere difesa dovrebbe essere ripresa per per garantire per andare avanti verso un avvenire
Una discussione culturale che dovrebbe implicare anche
Io
Diciamo e lo fa i modelli antropologici
Che sono venuti prevalendo
Che sono pervenuti prevalendo senza più alcuna opposizione diciamo così ora ovviamente erano siamo dei sogni vero come lo definiremo adesso quelli dei socialisti
Diciamo dei primordi però il
In Italia per esempio i socialisti
Decreto evangelici si chiamavano Prampolini che andavano nelle campagne cosa ricordo aggiungerei doveva fare il discorso della Montagna eccetera eccetera eccetera
Questi erano diciamo però tenterò questa questa origine del movimento socialista non c'è qualcosa da recuperare
Però per ciò che riguarda diciamo da io le fondamenta etiche
Verrà di una visione socialisti ca moderna come quella deve deve socialdemocrazie
Attuali ecco non c'è qualche cosa era questo è vero il dubbio che io volevo avanzare in questo breve intervento per cui ringrazio coloro che mi hanno
Grazie non avendo tolto Tortorella
Era previsto ancora l'intervento di Carlo Ghezzi che purtroppo però si è già dovuto avviare per altri impegni sindacali e politici quindi precari scusare la sua assenza
Adesso do la parola per le riflessioni conclusive del
Quindi un compito arduo
Su non solo su questa sessione sulla giornata a Pietro Folena prego Pietro
Grazie Micaela ma siamo abbiamo avuto una una giornata finale
E grandissima qualità di grande interesse abbastanza rara
Nel tempo presente non a caso ignorata da diciamo dal
Dei media o da ma è meglio così perché si lavora meglio insomma salvo radio radicale che
Con grande attenzione
Usuale attenzione ci dedica spazio io voglio ringraziare molto perché
Per questa
Giornata prima di tutto la
La Fondazione e libertà indica le Brawn sostegni organizzativo
Finanziario molto importante perché ci aiuta ad avere degli interlocutori
Preziosissimi e che sono stati diciamo determinanti Ray contributi che hanno portato in questa discussione
E insieme a Fondazione e verte tutto associazioni fondazioni avete allunga lista di cui turbine va Franco ha parlato all'inizio e che hanno aderito alcuni
In quanto associazioni e fondazioni altri
Magari con qualche preoccupazione legittima o di troppo che questa fosse un'iniziativa elettorale a favore di questa di quell'altro altri comunque l'ha voluto esserci in quanto
Presidente io rappresentanti di queste
Realtà e poi in particolare il network Socialismo Europeo che insomma è stato il
Il primo motore di questo documento laboratorio politico sulla
Ma di cui io insieme a Franco Lotito Carlo Ghezzi a Emilio Cavaglion Nicola Cacace ad altri che sono qui sono fra diciamo livore gli organizzatori insomma una parola sulla nostra associazione
Noi siamo un'associazione
Di aderenti non aderenti al Partito Democratico la quale si era posto a due anni fa quando era nata due obiettivi prima era che parlammo Crati che entrasse nel socialismo europeo
E questo è successo per le vie più strane insomma politica
Darete le più strane mai ci saremmo immaginati che la guida politica
Di questo partito più lontana dalle nostre aspirazioni dei nostri valori fosse la più determinata addirittura inserire nel simbolo del PREU democratico come abbiamo visto in questi giorni la scritta Partito del socialismo europeo la seconda è la ragione per cui ci stiamo ancora e non ci siamo sciolti
è per me è purtroppo temo che dovremmo esisterà ancora per qualche tempo insieme
Tutti quelli
Che lavorano per questo obiettivo non ultimo
Lo dico perché Aldo Tortorella parlato adesso insomma quello quella fucina di
Idea ed incontri e di lavoro che è stata per vent'anni la situazione del
Laras l'attrazione del momento della sinistra il CRS tantissime altre
Realtà e le strutture lavorare su quei punti di programma di contenuto di idee
Di rinnovamento che diciamo riproponga la grande attualità storica di un pensiero socialista e di sinistra
E qui voglio ringraziare anche quelli che non hanno potuto portare il contributo scusare in particolare Gennaro Migliore volevamo un'interlocuzione anche con lui ma
Gennaro purtroppo è stato colpito da un gravissimo lutto familiare due giorni fa ha perso il Papa
Facciamo tante
Condoglianze il padre che era un vecchio militante operaio comunista della provincia di Napoli non hanno potuto parlare in questa nostra discussione alcune personalità che abbiamo visto questa mattina
Che però insomma in qualche modo sono molto interessata al nostro lavoro partire ed Emanuele Macaluso
Prego da
Che Virgilio D'Astoli da Massimo Luciani da Pia Locatelli
E ai quali chiederemo magari sotto altra forma
Dovremo decidere come nei prossimi giorni di portare il loro contributo a me piacerebbe ma dico esprimo solo una mia
Molto ingenua e naïf così l'intenzione e volontà che questo fosse l'inizio non di un percorso politico correntizio partitico al quale credo che nessuno di noi a alcun interesse
Per quello che mi riguarda o anche abbastanza poco interesse a questa suddivisione iper correntizia della esibissi ma minoranza che è stata travolta ai primi di dicembre
Da questo ciclone da questo uragano Renzi nel Partito Democratico posso solo esprimere dolore
Per questa divisione ma tutto sommato ha un senso questa incapacità di rialzare la testa perché tutta schiacciata solo sulla autoriduzione di un ceto politico
Separato che guarda poco diciamo a un'iniziativa di maggior respiro
Io quello che credo potrebbe essere interessante e l'inizio di un percorso politico culturale e non di breve periodo
E non solo italiano
Da questo punto di vista l'intervento di Henning a Meier
E prima la relazione di Paolo Borioni con le informazioni negli studi molto importanti che lui e poi insomma un gruppo di persone portata avanti nel corso di questi anni
Possono essere diciamo
Dei punti di riferimento molto interessati molto significativi di una diciamo
Al vero di riflessione di una sinistra socialista sinistra socialista
Con forte impianto federalista europeo ma anche cosmopolita e internazionalista di tipo nuovo come giustamente è stato detto
Che si ponga più il problema di essere
Trasforma attivi appunto nodi di
Di innovare
Recuperando il significato autentico direi etimologico il senso delle parole che in questo ubriacatura pazzesca di questo trentenne abbiamo perduto
Specie
Se divertiti lo fa non ho fatto in diverse insomma a ragionare su sull'uso distorto delle parole sul cambiamento del vocabolario che è stato imposto dal pensiero
Unico liberista e dal modo
In cui dopo il crollo del muro di Berlino dopo un grande fatto di liberazione democratica da dalla dal gioco di dittature insopportabili tuttavia la sinistra europea
I latini diciamo le forze progressiste mondiali hanno vissuto sostanzialmente una ubriacatura liberista
Grande cloroformio un grande sogno che l'ha portato a perdere delle occasioni formidabili il proprio ricordato da Stefano Fassina
Da tanti altri insomma cosa fu quella stagione
Seconda metà degli anni Novanta fino alla
I primi anni Duemila
Quando il la soci di socialisti e socialdemocratici governavano larga parte dei Paesi europei
Quando il nostro Presidente del Consiglio che veniva dal nostro partito di allora i Democratici di Sinistra
Organizziamo a Firenze
Un grande evento della sinistra mondiale in cui si doveva celebrare a terza via
Su scala mondiale con la cucina cioè di quella rimasta la cucina di Vissani io ricordo del menù del cuoco Vissani ma non è rimasto molto altrove in questo avveniva qualche mese prima
Che assi atto lei poi a Genova la città lecita venissero messe a ferro e fuoco
Io ho partecipato mie vicissitudini gli errori nelle rare nelle rare
Degli anni Duemila ho partecipato Forum sociali mondiali
Ho seguito quelle linee di pensiero fino poi via
Anche a lasciare che la la la
La principale forza della sinistra italiana un certo punto
Proprio nel momento in cui nasceva la percezione è evidente che occorreva un nuovo pensiero non nuova iniziativa e ancora le grandi forze socialiste europee e
Prima di tutto e con particolare determinazione ostinazione quella italiana per eseguivano una una strada
Diversa
Da un lato quindi una sostanziale su Bartelt subalternità Tortorella
Usato con grandissima efficacia il paragone fra Bernstein
E cento anni dopo Giddens insomma questa perdita assoluta di percezione di che cosa era il lavoro e di come il lavoro Stanca si andava
Trasformando come la sballo orizzontarsi o né del lavoro
In termini economici salariali e in termini morali e culturali diventava
Diciamo la gravi questioni centrale del modello di competitività di cui abbiamo parlato anche ampiamente i
Io ringrazio veramente per per le informazioni e per le
Relazioni su
Specifiche su questi argomenti che sono state per me estremamente istruttiva
Ho imparato ho imparato molto e l'altra pagato aspetto è stato la di cui sono state le dimensioni locali
L'incapacità di pensare a quello che Berlinguer parlava di Governo del mondo negli anni era la fine degli anni Settanta quando
Dell'usato questo termine no
Se invece le uniche forme di governo mondiale che abbiamo conosciuto fra gli anni Novanta gli anni due mila sono stati il Fondo monetario l'organizzazione mondiale del commercio le grandi istituzioni finanziarie poi sottoposti a critica
Da parte di alcuni di coloro che le hanno conosciuto dal di dentro insomma quindi con particolare
Con particolare credibilità e in tutto questo però le le forze socialista e socialdemocratica
Hanno perso come diceva Paolo benissimo quella grande dimensione internazionale universalistica quella istanza universalistica che è nella nella nel DNA spesso del socialista non c'è un'universalità sta
Non sei non sono non sei in un po'come paia batterti per il riscatto del genere umano cosa incredibile se non sei universalista e se lo fai dentro
Una dimensione
Diciamo di di sangue e una dimensione di terra una dimensione di chiusura sulla dimensione localistica
E
E qui io appunto
Io voglio voglio ricordare come
Come tutto questo non era ineluttabile in Italia è stato un po'più a
Accentuato per il modo in cui il cambiamento della sinistra è intervenuto dopo l'ottantanove
Paolo ricordava le nostre comuni
Militanza giovanili io voglio ricordare Tortorella lo ricorda bene che la Federazione giovanile comunista la nuova federazione che si ispirava al pacifismo che chiedeva la caduta del muro di Berlino un documento nel mille novecentottantasette
Eravamo guardati malissimo
Dai responsabile esteri del partito
Che diciamo erano tutori di una idea un po'più
Diciamo
Paludata dei rapporti internazionali tuttavia noi entrammo l'Internazionale socialista come tali
Con l'idea di
Dover cambiare il nome ma non cambiare
Come posso dire natura ha voglia di essere una porta di trasformazione di cambiamento e non vivere
Il proprio cambiamento come un adattamento io lo dico col senno di poi all'epoca quando ci fu la svolta
Del piccino non ero favorevole al fatto che non si discuteva forse fra Colico va benissimo in direzione che numeri dare
Al nuovo partito io ero critico nei confronti dell'idea di chi diceva di dagli nome socialista laburista
Ma col senno di poi dico che almeno avremmo frenato questa corsa che poi ha portato in una
Io in una dimensione riusciamo
Una dimensione di profondità
Non non conditi di diciamo di sprofondamento senza limiti insomma questi innovazione in cui il tema vero è stato solo quello della riforma elettorale pensando che il soggetto politico sarebbe stato riformato per via della legge elettorale che ancora il pensiero che c'è adesso
Che continua ancora adesso questo pensiero
E buttando via le cose buone che venivano non dico dal PG solo no io dica da democrazia cristiana dal Partito Socialista
Dalla dalla tradizione di partecipazione delle grandi tradizioni comunitarie
Che c'erano in un Paese come l'Italia che aveva un tasso di partecipazione politica elevatissimo e non perché ci fosse
Un controllo autoritario ma perché c'era una grande entusiasmo partecipativo no ecco forse in quella
In quella modello c'erano degli aspetti totalizzanti non non più riproducibili ma diciamo questa idea sempre più povera della politica
è testimoniata dall'interviste che proprio che spesso fanno questi
Trasmissioni satiriche davanti al Parlamento di cui protagonisti vent'anni fa erano i nuovi deputati di Forza Italia
Quindici anni fa era nuovi deputati leghisti
Dieci anni fa adesso sono purtroppo anche diciamoci deputati o senatori del Partito Democratico e che dimostrano di avere un rapporto con la storia del nostro Paese e dell'Europa assai
Problematico abbastanza evanescente
Ebbene in tutto questo periodo in tutto questo periodo le ingiustizie
Sono cresciute in un modo gigantesco e questa simmetria clamorosa che si è creata a livello mondiale fra il capitale e lavoro
Ha portato provocatoria diciamo rappresentato un problema di natura completamente nuova e cioè la difficoltà rappresentare politicamente il lavoro
La visibilità mediatica e la rappresentanza democratica e politica del lavoro non parlo del lavoro solo da di tutto il lavoro che si trasforma
Si è via via ridotta a fronte di una concentrazione
Di potere
Ora se noi guardiamo a questa situazione è stato detto veramente molto bene non voglio farla lunga
è chiaro che dopo una crisi come quella di questi ultimi anni sarebbe stato
Non dico immaginabile ma
Diciamo
Quasi naturale insomma e l'ora della sinistra hanno è l'ora di una sinistra nuova invece come è stato detto non è stata allora della sinistra
E non è stata allora della sinistra in cui
Perché purtroppo la sinistra nelle sue diverse espressioni anche in quelle
Meno riformisti che
è stata sostanzialmente subalterna
E non ha espresso un'altra idea non è espresso neanche quegli aspetti di desiderio di sogno di immaginazione di speranza senza i quali la società non
Non non può andare avanti
Se voi vedete il tratto comune di tre
Fatti
Avvenuti nell'ultimo anno è abbastanza impressionante un'elezione del Sindaco di
Gli occhi BIL De Blasio
Che nasce questa elezione diciamo
Avviene fondamentalmente su un discorso legato all'inclusione rispetto agli esclusi e alla lotta alle diseguaglianza agli strumenti ma gli strumenti ma
Vince sulla base di un'idea di questa natura
Secondo nel contesto francese catastrofico di cui Paolo ha parlato prima la vittoria della Hidalgo a Parigi non è la vittoria residuale
Della spinta propulsiva che purtroppo non c'è di prossima o la corda ma e la vittoria di un tentativo
Figlio di immigrati spagnoli e così via di Parma di fare un discorso di giustizia sociale in una città multietnica e da ingiustizia clamorose comma
Come Parigi e come sono tante altre città
E Papa Francesco che diciamo rompendo con i suoi predecessori
Non è che lo voglio iscrivere di forza a nessuna causa ma non c'è dubbio che il modo in cui è declinato il tema dell'eguaglianza e il tema del lavoro ancora nel corso di queste settimane
Dicono con grande chiarezza che è lì che noi dobbiamo
Ricominciare a tessere i figli
E provare a ripartire con un discorso che non sarà di brevissimo periodo
Socialismo si è separato a divorziato sia allontanato dal popolo
Perché diciamo non è più capace di
Rappresentare uno strumento per migliorare per difendere migliorare riscattare cambiare una condizione
Vent'anni fa ci poteva essere l'illusione che la Società ormai fosse in una fase no
C'era l'ideologia perfino la fine della storia
Questa illusione è crollata miseramente quindi oggi il tema
La sinistra ha un grande lavoro da fare e lavora a fare
Provare a migliorare le condizioni di vita delle persone
Di occuparsi del PIL di occuparsi dell'occupazione del lavoro del salario di occuparsi anche del benessere senza fare le retoriche che le linee sul PIL
Tuttavia
Noi abbiamo in Italia degli spread
E delle differenze che ci sono obiettivamente catastrofiche nel futuro se non lo risolveremo siamo il Paese che legge meno liberi
Siamo un Paese in cui i consumi culturali malgrado il fatto che noi abbiamo
Questo diciamo enorme patrimonio questo potenziale sono bassissimi
Siamo un Paese nel quale come Nicola Cacace ricuce ricorda spesso conviene alle imprese
Far fare gli straordinari
Il tutto diciamo va a favore di un aumento della fatica del tempo di lavoro di spread mere spremere spremere e alle persone un discorso in cui ci possa essere
Accanto ha una retribuzione dignitosa anche la possibilità di leggere e di stare bene di di avere un po'di organizzazione sociale non si fa
Le donne sono costrette come tutti gli studi dimostrano catastroficamente a scegliere in assenza di servizi sociali a un certo punto fra
Maternità
E
Possibilità di lavorare quindi
è da lì adesso parlo di noi chiedo scusa i nostri compagni e amici tedeschi e svedesi anglo tedeschi
Ma parlo di noi perché da qui secondo me che noi dobbiamo ripartire da Anna
Se dal popolo da come vive la gente da come la organizzi dal fatto che la sinistra sia vissuta come una comunità capace di difendere delle condizioni di migliorarle
Non solo quando al Governo a livello generale ma anche in un'azione quotidiana e concreta
Vogliamo parlare lo dico perché
Lanfranco è stato descritto letto recentemente anche delle cose belle sull'Emilia che lui ha scritto è stato per tanti anni dentro movimento cooperativo mutualistico di come
La grande idea mutualistica che è uno dei valori
è ICI più importanti che stanno alla base del nostro movimento a un certo punto sia stata abbandonata in favore solo di una logica di un profitto senza valori a proposito di Keynes
Le virtù e di quello che ci diceva stamattina Danilo Danilo Barbi
Bene quindi io credo che un po'su queste cose che bisogna lavorare lavorare con uno spirito
Anche di portare di immaginare delle soluzioni nuove sull'Europa sono state dette le cose molto belle e molto forti i tre punti della relazione che hanno di politico paiono strategici
E su questo io credo che una minima d'iniziativa si possa prendere project bonds sociali compatta e mettere sotto controllo la finanza
Su questi tre punti forse non voi potremmo provare a
Costruire un minimo di appello di iniziativa
Da sottoporre a tutti i candidati di sinistra e progressisti per vincolare lì a un discorso non l'abbiamo detto con una battuta
Non l'abbiamo scritta ma abbiamo detto da sinistra perché ULS
Che non vuol dire contro Sipra se no vuol dire da sinistra verso Monza anzi
Apprezzando il fatto che esista sinistra ne parlo socialismo europeo un movimento che comunque si opporsi mette in un'ottica europeista anche se magari poi gli ha
Aspetti
Programmatici molto confusi
E diciamo non si capisce il suo orizzonte politico ma è dentro questo contesto che occorre lavorare
Così come dentro il contesto in cui attorno alle idee nuove dei beni comuni
Che sono venute dal movimento degli anni due mila dare il movimento di critica alla globalizzazione ci sono delle intuizioni e delle affermazioni che non possono essere fatte proprie da un nuovo movimento socialista
Del cambiamento
Il tema per esempio dell'acqua
Su cui l'opinione pubblica italiana ha espresso chiaramente quando ha avuto la posizione di votare la proprio opinione ha squarciato il modo e è evidente l'errore ideologico di prospettiva che le forze riformiste italiana avevano fatto in tema di servizi pubblici
Il che non vuol dire che vadano bene le vecchie municipalizzate o le vecchie gestioni dei servizi pubblici il tema è un altro e di come tu alcuni grandi beni dei riesci a difendere come beni
Come beni comuni anche col concorso privato io non voglio concludo davvero farla lunga ma nella mia
Recente esperienza di operatore culturale
La guida di un'associazione non realizziamo attività di valorizzazioni giacimenti culturali in Italia nel mondo ho potuto approfondire una parte di questi aspetti ma c'è un dato che è impressionante
Il moltiplicatore in Italia
A proposito delle retoriche che si fanno sul rapporto sulla cultura come nuovo centro eccetera eccetera a cui corrisponde sempre un disinteresse il moltiplicatore in Italia fra intervento investimento pubblico
Il prodotto interno lordo nel settore culturale
Inteso latu senso in senso largo è moltiplicatore più alto d'Europa il modello più alto del mondo è un breve intorno al venti per un euro pubblico che tu investisse ne crea hanno venti
Diciamo privati in Francia in Germania è grossomodo la metà otto dieci
Se noi aderissimo parametri comuni europei sul terreno degli investimenti nella cultura saremmo in grado
E per cultura parliamo di industria dente apparentemente televisione e cinema beni culturali liberi editoria digitale
Contrastare
Il l'input ma il fatto che il vino grandi contenitori mondiali si stanno in padrone endo gratuitamente
Di contenuti che sono di tutti e poi te li fanno pagare in Europa
Senza battere ciglio SIS sono accettate delle cose in Italia pari in particolare a mio modo di vedere inaccettabili beh un cambiamento di registro di passo su questo terreno
Fatto su scala europea sarebbe in grado di creare rapidamente una nuova industria che certa non è la fabbrica che inquina è una nuova industria culturale è una nuova industria dei contenuti che ha potenzialità
Esattamente in linea con i discorsi a volte anche un po'retorici sulla green economy ma che comunque sono importantissimi in continuità con queste prospettive nuove
Ho fino alla al grande tema del Mediterraneo che qui
Stato
Solo
Accennato di sfuggita
Sì e di cui però dovremo tornare a riflettere sul tema del rapporto fra l'Unione europea l'Europa della moneta unica
Lei sta europeo domanda lascio solo dei punti di domanda è stata tutta giusta la politica dell'Unione europea in questi anni
Nei riguardi della vicenda Ucraina io non ho nessuna simpatia per Putin nessuna
Sono
Le violazioni dei diritti e quello che egli si è fatto anche in Crimea va condannato nel modo più netto ma la domanda è se noi abbiamo avuto una visione
A avanzata del processo europeo io rimango della convinzione che anche la Russia no quando eravamo del Movimento per la pace all'inizio degli anni
Novanta ottanta dicevamo un'Europa unita dal Portogallo
Agli Urali no era il grande sogno come

Osservazione
Avendo azione durata dura
Però sul Mediterraneo ancor di più per un Paese come l'Italia per il Mezzogiorno italiano per la Spagna per la Grecia
Per i Paesi dei Balcani il tema della stabilizzazione dello sviluppo della Tunisia della Libia dall'Algeria dell'Egitto
Di quello che sta succedendo in Siria
Di questa
Vicenda turca che è norme di cui ci occupiamo molto poco e strategico non solo perché
Abbiamo interessi economici comuni ma perché fa parte della nostra cultura
Ma l'Italia quanta quanti segni Annella sua tradizione culturale e non può che vengono da tutte queste civiltà
Possiamo veramente non pensare che è una prospettiva di sinistra c'è un discorso anche a euromediterraneo nuovo da fare
E non da declinare solo in chiave nazionalistiche italiana per cui l'Italia diciamo magari un po'o contro la Germania pensa poiché apparendo Flor Pando con
I Paesi
Come fu un po'negli anni ottanta con i Paesi della nord Africa possa ritrovare qualche margine per carità
Nessun nessuna tragedia una prospettiva di questo tipo ma è molto più importante il discorso perché voi a che fare con l'Africa con un rapporto fra Europa e Africa in prospettive future dell'Africa a cifre di crescita molti Paesi
Dell'Africa hanno cifre di crescita
Molto importanti con i quali
Dobbiamo fare
Fare i conti che possono
Essere anche determinanti un domani in una nuova prospettiva ho finito mentre
Concludo
Io quindi credo che la questione diciamo di grande rilievo
Che noi possiamo mettere al centro giovani questa riflessione riguarda
La politica della sinistra e il modo di essere del Partito d'azione
Se abbia ancora Assia dall'ancora senso partiti nazionali
Sei come possa essere indicare interpretata l'internazionale perché arida dall'idea dell'Internazionale delle sezioni dell'Internazionale c'era anche un'idea
No di soprattutto dalla tradizione comunista ma non solo ma c'era anche un'idea
Di di obbedienza no
Queste forze politiche in una dimensione solo nazionale corrispondono poco l'esperienza di vita anche dei nostri figli dico di quelli che hanno avuto la fortuna di fare l'esperienza delle
E che considerano naturale andare a studiare Edimburgo piuttosto che
Che Amsterdam
E che eventualità che vorrebbero avere uno strumento di questo tipo per poter lavorare no esattamente come è stato detto molto bene a caro di polista mattina una squadra di calcio fatta di undici portieri è destinato a non fare un gol
Una frase di calcio fatta di undici attaccanti a subirne
Decine di gol molto probabilmente bene anche così su questo terreno immaginare che l'Europa possa essere interpretata nelle sue vocazioni IMEI in forme diverse che anche le forze politiche
La forza politica europea da costruire progressista
Che non sarà vedi domani mattina capisco ma che è il vero grande tema
In cui la questione democratica non si riduce la scelta del Capo di chi comanda noi in Italia siamo giunti a una specie di
Ossessione primari Istica
Le ultime elezioni per il il Segretario di
Un'analisi del Partito Democratico hanno visto la partecipazione di qualche centinaio di
Poche migliaia
Quindi potevano partecipare tutti i cittadini ha partecipato credo un ben uno il venti per cento degli iscritti se ha partecipato
Per eleggere i Segretari regionali di
Di parti partito mai è evidente che
Questo fatto che tu dice che il programma è solo
L'elezione di una persona la quale poi deciderà cosa fare
è un'anomalia che non mi
Rende questo partito
Fragilissima
Il tema di ripensare radicalmente lo statuto del partito democratico è per me è un problema che non riguarda solo i militanti del Pd
Perché se crolla il PD questo lo sanno tutti anche i più grandi detrattori del PD se canale il PD in questo Paese
Dal punto di vista politico rimane poco
In questo momento
Lettere mi risulta che le tessere dell'ultimo anno non sono state ancora stampante i funzionari sono messi i pochi che rimangono sono messi in mobilità non c'è un'idea di partito e di politiche
Non abbiamo ancora però forse vivissime sindacato
Che a crisi profondissima è
Le altre organizzazioni sociali l'ANCI stessa dovuto interrompere proprio congresso perché si era divisa allora si può fare un ragionamento che rimetta insieme
Forze vive progressiste che hanno insieme valori mutualistici e non voglio fare l'illuse sognare un nuovo mille ottocentonovantadue
In cui una federazione di lega e di associazioni di Società di Mutuo Soccorso di di di
Si mettono insieme e rinasce la sinistra no
Non è così oggi pasta di comunicazione la comunicazione tutto molto più complessa ma abbiamo bisogno di adire una sinistra più sociale un'idea di un partito più sociale Paolo Borioni suggeriva alcune pratiche
Sia di consultazioni referendarie
Sui contenuti come quelle
Che vengono dall'esperienza tedeschi sia ancora più interessanti di un rapporto nuovo fra movimento sindacale i forze politiche mi veniva in mente il discorso che ha fatto Susanna Camusso l'altro giorno a fronte delle uscite
Di ultime del Presidente del Consiglio ha detto cosa dobbiamo fare noi
Senza rappresentanza dobbiamo diventare noi partito diventare la pregnanza politica è una domanda retorica non sapeva ma era messa lì
Ma tuttavia il tema esiste visto che è da lì che deve ripartire poi io non so minimamente dicendo che la CGIL o la UIL non la Cisa quale hanno loro
Il monopolio della rappresentanza sociale sono loro stessi gravemente colpiti
Nella loro capacità di rappresentare tuttavia deve ripartire
Da questi fondamenti allora mi piacerebbe molto che sul tema del partito politico europeo e della sinistra dopo le elezioni europee magari stesse forze né organizzarsi mo'
Un
Un secondo momento ancora più più largo per dare un contributo battersi insieme
Una strada che
Diciamo un raccolga
Le istanze che sono emerse in questa bellissima giornata
Ultimissimo ringraziamento sia allo staff tecnico amministrativo che
La stenotipista alla cabina che ci ha reso al solito possibile questo confronto
E agrario che radicale che Antrona smesso il convegno e lo rende ARRA disponibile anche in futuro grazie