02APR2014
intervista

Intervista a Linda Lanzillotta sulla riforma del Senato proposta dal Governo Renzi e sull'emergenza carceraria

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 6 min 25 sec

Player
"Intervista a Linda Lanzillotta sulla riforma del Senato proposta dal Governo Renzi e sull'emergenza carceraria" realizzata da Claudio Landi con Linda Lanzillotta (vice presidente del Senato della Repubblica, Scelta Civica con Monti per l'Italia).

L'intervista è stata registrata mercoledì 2 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amnistia, Camera, Carcere, Costituzione, Custodia Cautelare, Depenalizzazione, Diritti Umani, Edilizia, Enti Locali, Europa, Fiducia, Giustizia, Governo, Istituzioni, Italia, Parlamento, Regioni, Renzi, Riforme,
Scelta Civica, Senato, Societa', Territorio.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui di fronte a noi Linda Lanzillotta vicepresidente del Senato appena presentato insieme col presidente Monti una proposta di riforma del Senato anzi
La proposta di riforma organica della Costituzione perché non riguarda solo insieme b riguarda essenzialmente il signor la forma parlamentare
E il bicameralismo allorché riteniamo debba essere corretta per essere reso più efficiente e più funzionale riguardarli funzioni della nuovo Senato
Riguarda i rapporti con le Regioni e il trattamento e Troja adegua anche a questa nuova forma una serie di maggioranze che oggi
Sono ancora quelli della vecchia costruzione che non tengono conto della passaggio a un sistema maggioritario e che quindi quelle che erano maggioranza di garanzia
Dopo il maggioritario non lo sono più
Ma il punto cuore della proposta riguarda la modifica del Senato e delle funzioni dei diversi rami del Parlamento o di lei anche la modifica delle due Camere perché noi partiamo dall'idea che bisogna assicurare efficienza al sistema parlamentare e quindi il numero dei componenti del Parlamento per ridotto sia al Senato
Sia alla Camera dove tutti gli studi tattili darla Bozzi dalle Commissioni paziente poi hanno sempre sottolineato
L'esigenza di ridurre il numero dei deputati e perché in seicentotrenta un Parlamento una Camera dei deputati non faccio anche perché poi si riducono i numeri sono tutto il sito produttivo è proprio questo l'equilibrio durante voi reputate ottico assolutamente ma soprattutto perché bisogna avere il scienza tutte e due rami del Parlamento l'altro punto è le funzioni del Senato che deve essere una camera di raccordo tra i livelli istituzionali quindi di raccordo con le norme europee e con la legislazione del Nale di cui deve dare i principi i criteri direttivi e avevi delle funzioni di garanzia perché essendo un'Assemblea diciamo che non esprime una maggioranza politica
è maggiormente in grado di esprimersi sulla qualità la competenza
Dei membri per esempio delle Autorità di garanzia che devono essere terzi e indipendenti e che fino adesso sono state valutate sempre non sempre ma molto spesso con una logica di maggioranza
E
Il punto è anche la composizione e noi non riteniamo
Che
I territori cioè la base regionale che è richiamata la Costituzione e quarantotto possa esaurirsi nella Ispra Simone di ceto politico perché il più riteniamo che
Il Consigliere giornalisti all'interno del sistema politico
Italiano la classe meno qualificata
Che esistente lo abbiamo visto lo abbiamo visto negli ultimi anni insomma che cosa è stato
Ha espresso da quella ceto politico allora noi diciamo che
I territori debbono Cherie gliele i loro rappresentanti all'interno di un elettorato o al passivo che rappresenti attivo e passivo che rappresenti anche tutti gli esponenti della Società cd lo dico al territorio la parte più dinamica economica ma anche universitaria scientifica tecnologica cioè che un territorio esprima le sue peculiarità e le sue capacità senza lasciare ai ventuno senatori identificati apre
Senta Repubblica con un'operazione mi sembra un po'hardware ti cistiti all'individuazione di queste
Personalità mi pare il termine come voi stessi avete detto avete speculativi da cui tutto osservare i quattro paletti del possibile presidente del Consiglio che appartengono a questa questione davvero il tuo perché avete dei porti stare all'interno di quest'opera ma intanto perché riteniamo che bisogna sopportare Presidente del Consiglio nel suo sforzo riformatore nella sua
Velocità ma poi c'è un punto
Rocco situazionale e cioè che una Camera eletta direttamente difficilmente si può perdere un carattere Pio politico e quindi non esprimere la fiducia al Governo allora siccome invece la riforma De bicameralismo richiede che l'indirizzo politico la fiducia sia in una sola Camera che abbia una sola maggioranza peso dei beh essere mantenuto con una Senato di secondo grado diciamo così e quindi questo che il punto chiave della proposta della del Presidente del Consiglio noi la condividiamo e quindi non siamo d'accordo per esempio al su proposte che emergono dall'interno del PD per un Senato elettiva chiarisco secondo lei questo interpello il commercialista abbastanza veloce
Noi ci auguriamo cioè vediamo che si taccia però presto e bene perché ricordo che l'ultima volta che si è deciso che bisognava approvare la Costituzione comunque fosse perché arrivavano le elezioni era il due mila e abbiamo approvato il Titolo quinto
A
Oggi identifichiamo come una delle cause dei problemi che abbiamo avuto nell'ultimo quindicennio misto seta Presidente un altro argomento le carceri e la situazione dei carceri tenendo presente che alla fine di maggio
Scadono diciamo così gli ultimatum delle istituzioni europee secondo me il Governo si sta preparando adeguatamente questa questa scadenza ma nello spread italiano
E io mi auguro e mi auguro naturalmente quello che è un problema
Ah strutturale che è quello della costruzione di nuove carceri e ha visto i tempi non capisco come mai ogni cinque anni approviamo procedure accelerate per la costruzione di nuove carceri e poi
Non si realizzano male nel senso che presentano problemi provvedimento di clemenza che deflazione guardi io sono allora non voglio pronunciarmi ricordo però che anche l'ultima amnistia
Che io ho votato nel due mila sei era stata fatta per lo stesso motivo mi domando come mai in sette anni non si è provveduto come invece sì e ci si era impegnati a stare a realizzare quelle carceri che avrebbero dovuto risolvere a regime
Problema credo che molto utili sia per i provvedimenti che abbiamo anche
Votato in questi mesi cioè per quello per ridurre
L'uso delle
Carcere Siena carcerazione preventiva cosa che essa sia per una serie di reati minori nel ringraziamento la pregheremmo vicepresidente del Senato Linda Lanzillotta ma l'ascolto da Radio Radicale