02APR2014
intervista

Intervista a Luciano Violante sulla riforma del Senato e sulla situazione delle carceri

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 11 min 45 sec

Player
"Intervista a Luciano Violante sulla riforma del Senato e sulla situazione delle carceri" realizzata da Giovanna Reanda con Luciano Violante (professore).

L'intervista è stata registrata mercoledì 2 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Amnistia, Camera, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Delrio, Democrazia, Diritti Umani, Giustizia, Governo, Gran Bretagna, Grasso, Indulto, Iniziativa Popolare, Istituzioni, Legge Elettorale, Orlando, Parlamento, Partiti, Regioni, Renzi, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una
durata di 11 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Presidente Violante parliamo
Di riforme partendo da quello che lei diceva in un articolo ieri in un'intervista di tesi e contrappesi voi oggi nel suo Delrio ha confermato che sicuramente c'è da parte della maggioranza l'intenzione di di avere un'attenzione particolare rispetto a questo però che rischi si corrono lei diceva poi un partito che ha il trenta per cento della maggioranza fa un po'da assi pigliatutto
Ma io dico questo innanzitutto una la democrazia è fatta di tutti
Che non devono essere paralizzanti ma devono evitare lo strapotere su di un
Di un soggetto di un'istituzione rispetto ad altre
Allora se mettiamo insieme il sistema di riforma del Senato
E e di bicameralismo e la legge elettorale vediamo che è necessario costruire alcuni contrappesi
Al potere della maggioranza che si creano nella camera perché
Se la legge elettorale resterà né sul carattere fondamentali quella ne avremo la possibilità che un partito con trenta per cento ventotto entro il trenta per cento
Ricerca e del cinquantacinque per cento dei seggi quindi quindi a raddoppiare quasi
La propria rappresentanza parlamentare
Aggiungo che partiti oggi sono sempre meno organizzazioni politiche
Che sempre più forme di
Come dire di che di stalli
Per il leader e quindi questo vorrebbe dire consegnare o una persona voci col settori persone un potere enorme
E poiché squilibrato il rapporto tra Camera e Senato seicentotrenta
Deputati centocinquanta senatori il fuori che le grandi decisioni pure essendo pensi a Camere congiunta Parlamento in seduta comune evidentemente sono prese per parlamentare e da quella maggioranza
E parlamentare mi permetto solo sottolineare che i cinquantacinque per cento della Camera
è superiore a tutto il Senato certe quindi quella maggioranza di Governo riuscirebbe a vedere poteri costituenti acredini di particolare significato penso allora
Io credo che sia necessario individuare delle forme di contrappeso il Senato non può essere contrappeso rispetto alla Camera non è di questo però
Io penso appunto l'altro giorno in un'intervista citava la possibilità del ricorso da parte di minoranze qualificate alla Corte costituzionale e confronti di leggi approvate dalla maggioranza prima che siano promulgate
Questa può essere una via la seconda via potrebbe essere quella di riconosce un peso particolare alle proposte di iniziativa popolare
Quando innanzitutto stabilendo che queste proposte devono essere presi in esame della Camera entro mettiamo sessanta giorni saltano Conacem occorra oggi non vengono prese in esame cassa cosa che spettano alle Regioni a trasmettere proposta tra Regioni
Secondo aspetto
Qualora queste proposta nuova respinte o cambiate
Tutto da sola stravolto il loro contenuto un numero elevato di cittadini milione un milione e mezzo può chiedere un referendum propositivo su quale proposta
E che siano i cittadini a decidere se poi quelle quelle
Quelle regole devono diventare legge o meno
Naturalmente sarebbero escluse da questa materia dei diritti civili fondamentali che questo indica tre fiscale tributario copertura finanziaria
Io credo che meccanismo però voglio dire che
Soltanto questo meccanismi di questo genere possa aiutare a ricostruire un equilibrio all'interno del sistema politico italiano
Perché per quando stima e squilibrato che in genere accade sbarra
Da una terza quattro quale mi permetto di insistere e sono punti relativi al rafforzamento del Governo
Nella Comitato una Commissione costituita dalla Presidente letta dobbiamo individuato la sfiducia costruttiva per un verso
Il potere del Presidente del Consiglio di chiedere lo scioglimento della Camera e di ottenerlo se la Camera entro x giorni
Non l'avesse eletto il nuovo Presidente del Consiglio mi pare che strumenti di questo genere siano con assolutamente necessarie perché vede un problema italiano che la transitorietà dei Governi
Governi che dura un anno un anno e mezzo non sono in grado di fare nessuna riforma strategica e questo ci penalizzano eletto Obama incontrato credo quattro Presidente del Consiglio italiano sono cinque da mettere in contatti quattro insomma non non
Non possiamo avere nessuna reputazione con Governi che durano così poco quella differenza che nella Prima Repubblica i Governi cambiavano ma la linea politica è stata la stessa qui cambiano governi linea politica quindi
C'è una grande confusione al quale bisogna mettere un argine fermo con
Interventi di questo genere perciò io penso che
Vicende integrare con
Due o tre disposizioni ferme
Che era forse del Governatore ecco che e tornando all'intervista del ministro del rio ma secondo lei dove verrà fatto questa questo rafforzamento eventuale perché sembrava esserci un'apertura ma i
Alle sostanze contro discutendo al Senato benissimo pensassi Senato si siano questa mia opinione può darsi che non coincida con quella del del Governo quindi
Vale quello che vale
Però io mi permetto richiamare l'attenzione su questi punti bisogna rendere un governo stabile è forte in un Parlamento forte
Non c'è contraddizione tra Parlamento forte proprio per il governo forte
Senta una domanda che al si fa uscivamo comune della strada ma visti i disastri che hanno come ANCI consiglieri regionali
Sappiamo come hanno speso i soldi denaro pubblico ama ha un senso mandati al Senato beh questo rigore non è un mi permettono l'argomento incostituzionale ma è un argomento da
L'opinione pubblica o con qualche venatura demagogica se mi permette protesi stesso bene che si sta e quindi già prendono in considerazione ma il punto a mio avviso non è di premiare i meritevoli e così via sole si preciso alle istituzioni legislative
Ed è bene che in tutti quanti paesi che hanno una struttura o fortemente regionale o federale
Le Regioni come lender sono presenti in una Camera Nazionale quindi questo ragionamento da fare poi quelli che sbagliando politiche chioccia processi dappertutto e spero che non vengono ricandidati quelli che stanno condannati fermo questo però fermo questo punto
La presenza delle Regioni è importante io penso che sia un po'squilibrato il rapporto Regione i Comuni
Nel senso che non vedo come imparentati merita Regioni e Comuni
Nel Senato credo che le Regioni ad una funzione legislativa e quindi hanno un senso
Chi sono più presenti rispetto ai comuni ma questi sono
Particolari come dire di secondo livello rispetto a quelli che ho messo in evidenza poco fa
Passi e di livelli il fatto che saranno eletti di secondo livello come siccome è stato detto può essere un programma osservando avrebbero astratti dirette ma nella cosiddetto Boso che porta il mio nome Burgio prevedevamo per
Siamo nel due mila
Sette ferito
Prevedevamo quindi sette anni fa che il fosso tutti elettivi secondo grado quindi bus questa nessuno parlo dico
E anzi di appartenenza decoro facemmo delle discussioni presso Astrit la fondazione di Franco Bassanini su questo tema dichiarata Nottola conosce su quello se sul rafforzamento della forma di governo
Secondo l'Aula fa parte sempre se permette se fossero eletti direttamente dai cittadini se vi è un po'difficile spiegare per quale motivo
I cittadini eleggono una persona che capacità Venditti e poter vedere indirizzo politico alla Camera di un'altra con lo stesso metro che non lo può dare insomma francamente a farsi capire
Un'altra questione riguarda più in generale il discorso sulle riforme perché viene posto molto l'accento sull'aspetto del risparmio
E ai cittadini arriva forse un po'meno aspetto della SERIT ritardare l'equilibrio quell'approccio ludico rispettosamente ed è tutto sbagliato
L'approccio un altro che cosa serva sistema politico per funzionare
Quali su quali sono le scelte che si possono fare facciamo una scelta che non comporti costi ulteriori comporti produzione dei costi questo ragionamento giusto peggiorato il dobbiamo risparmiare quindi togliamo via quello a questo punto perché non tagliare anche duecento deputati
Certo abbiano un'anima Piras in Senato facesse sì lavori che faceva la Camera promettere componenti socio quindi questo ragionamento che ci porta guardi terrà conto una cosa
Durante le vacanze di Natale scorso
C'è stata la trasmissione prima pagina con la sua stessa rete
Una signora che è intervenuta dicendo
Ma
Io
Ho visto che il dal Sindaco di Firenze allora sì e Firenze
A proposto vuole fare insieme tanto il Sindaco di Firenze quanto il settore del partito o se è così e questo vuol dire che i Sindaci non sono necessari perché definiamo così risparmiamo un sacco di soldi è chiaro che quell'argomento poi
Andare al disastro anche dittature fare strame un sacco di soldi e più grosso e non c'è parametro c'è il Governo non solo che comanda però mi pare che non sia
Una soluzione adeguata un bisogno ancora
Minimo
Io vede distingue la velocità dalla fretta sono due cose diverse la velocità è assolutamente indispensabile quindi Sabina Renzi insistere su questo punto la fretta è un'altra cosa effetto superficialità la fretta come dire
Qualche volta anche banalità
E quindi io prospero come dire che il Governo si è veloce ma non sia frettoloso nel Trattato
Tutta una questione che riguarda invece il Partito Democratico perché il tutto tutta la discussione e anche la polemica che c'è stata sulla ricerca sulla questione della riforma del Senato è nata dall'intervista del Presidente Grasso
Secondo lei ha creato una sorta di scia
Dietro la quale poi probabilmente si andranno a collocare anche altri senatori che la pensano come lui ci ha in sostanza che situazione ci al Senato a tasso è vero che non ci sono i numeri
Ma quali questo non lo so so essere numeri io so questo che evidente chiunque fosse stato il Presidente del Senato non poteva star zitto su una riforma che riguarda il cambiamento profondo della natura della sua quindi
E assolutamente naturale che Grasso intervenisse poi per quanto riguarda il contenuto io mi sono mai pronunciato nel favore né contro
Dipesi posizioni Presidenti di Camera Presidente Senato né tanto meno Capo dello Stato e non voglio venir meno questo mio principio però inevitabile chiunque avesse preceduto il Senato sarebbe intervenuto
Presidente possiamo parlare di giustizia perché lei gli faceva riferimento l'Europa lasciato circondando abbiamo il ventotto maggio il termine ultimo per l'applicazione della sentenza per reggiani
L'Inghilterra non una strada cittadini dicendo che da noi ci sono trattamenti disumani e degradanti nelle nostre prigioni secondo lei riusciamo ad arrivare a questa o questi limiti che appunto è la data del ventotto maggio senza amnistia e indulto
Ma io spero di sì anche perché non saremo a tempo da applicare alle sedute non ci sono le condizioni
So che misurando le sto dando molto da fare su questo terreno quindi penso che
La soluzione si troverà quanto recarci in crisi io non ho mai visto nessun cittadino inglese arrestato unitaria che questo scontro appena il proprietario