03APR2014
stampa

Ventidue senatori del PD presentano di un Disegno di legge di riforma del Senato

CONFERENZA STAMPA | Roma - 12:06. Durata: 41 min 24 sec

Player
Viene presentato il disegno di legge costituzionale n.1420: "Istituzione di un Senato delle Autonomie e delle Garanzie e dimezzamento del numero dei parlamentari".

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Ventidue senatori del PD presentano di un Disegno di legge di riforma del Senato" che si è tenuta a Roma giovedì 3 aprile 2014 alle 12:06.

Con Vannino Chiti (senatore, Partito Democratico), Felice Casson (senatore, Partito Democratico), Maria Grazia Gatti (senatore, Partito Democratico), Massimo Mucchetti (senatore, Partito Democratico), Corradino Mineo (senatore, Partito
Democratico).

La conferenza stampa è stata organizzata da Partito Democratico.

Tra gli argomenti discussi: Accordi Internazionali, Affari Costituzionali, Associazioni, Bioetica, Camera, Consiglio Di Stato, Corte Costituzionale, Corte Dei Conti, Costi, Costituzione, Csm, Democrazia, Diritti Civili, Donna, Enti Locali, Europa, Fiducia, Giornalismo, Governo, Informazione, Istituzioni, Legge, Legge Elettorale, Pari Opportunita', Parlamento, Partiti, Partito Democratico, Politica, Premier, Premio Di Maggioranza, Primarie, Proporzionale, Regioni, Riforme, Roma, Scelta Civica, Senato, Sindaci, Testamento Biologico, Ue, Uninominale, Unioni Di Fatto.

Questa conferenza stampa ha una durata di 41 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

12:06

Organizzatori

Partito Democratico

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Possiamo iniziare
Bene iniziamo
Giudice oggi facciamo diciamo
No aspettiamo aspettiamo aspettiamo
Allora dico due parole io poiché
Altri le vostre domande per il tutto buongiorno grazie per per aver accolto il nostro invito
Volevo capire prima di tutto
Perché abbiamo presentato questo disegno di legge che è firmato tra il nove da ventidue colleghi
Sulla riforma del Senato vuole essere un nostro contributo
Non per frenare
Verso il nostro contributo per fare bene per fare rapidamente le riforme di cui il Paese ha bisogno
Ci sono riforme in cui ha
Ha bisogno il Paese quindi non si tratta semplicemente
Di lealtà di sostegni a un Governo di qui il PD fa parte che è guidato
Dal segretario del PD il Paese ha bisogno di queste riforme di cui dà tanto si parla quindi vogliamo che queste riforme
Ci siano dirò quali e che siano anche realizzate bene e rapidamente
Nessuno di noi
Fa tratta lo strappo linee di solito quelli che fanno trappole lo fanno nelle nel in modo scuro insomma Noè abbiamo presentato un disegno di legge alla luce del sole quindi questo è
Il segno della nostra volontà di dare un contributo
Il Paese ha bisogno di una riforma del Parlamento non soltanto di una riforma del Senato bisogna riformare Parlamento della Camera e del Senato
Ha bisogno di una buona legge elettorale o di buone leggi elettorali al plurale ha bisogno
Di far funzionare della spetti che riguarda i conti del Governo un Governo che un governo parlamentare per questo nella nostra proposta di legge nel poniamo il tema
Di una riduzione del numero dei parlamentari di un dimezzamento e più
Trecentoquindici proponiamo trecentoquindici deputati centosei senatori di cui sei eletti nel collegio estero
La sola Camera dei deputati deve anche per noi avere un rapporto di fiducia con il Governo quindi
Il futuro Presidente del Consiglio non andrà alla Camera e al Senato andrà alla Camera deputati per avere la fiducia e
La Camera deputati deve avere l'ultima parola su una gran parte delle leggi quelli che riguardano l'attività di Governo
Questo riguarda il campo fondamentale campo principale dell'azione dei Governi non vogliamo
Che quando ci sono le elezioni ci sia chi vince serve con il voto dei cittadini e vogliamo
Che
Il Governo per i suoi progetti per le sue proposte possa vere anche un percorso che delimitato nel tempo per alcuni provvedimenti in cui si possa avere il voto finale
Pensiamo
Al tempo stesso che il bicameralismo paritario debba
Rimanere
Sulle modifiche alla Costituzione
Sugli ordinamenti dell'Unione europea sulle ratifiche dei trattati internazionali sulle leggi elettorali e sui diritti civili e politici fondamentali
Ieri
L'onorevole Calderisi ha fatto un'osservazione che voglio prendere che noi prenderemo in considerazione detto guardate che se formulate
Così la vostra proposta ci può essere un campo
Estensivo non vogliamo un campo estensivo vogliamo che sia diritti civili e politici fondamentali del resto come quello che hanno che che sono stati richiamati ieri
In una proposta diversa dalla nostra ma che mantiene su questi aspetti un bicameralismo paritario che è stata presentata
Dal
Presidente Monti ed a scelta ed ha scelto accipicchia
Voi sapete ultima considerazione che voglio fare che in questo periodo si parla
Dei quattro pilastri che il Governo pone per le riforme costituzionali e allora voglio prendere per concludere in
Diciamo mettere il rapporto la nostra proposta di legge con questi quattro pilastri ecco o di quattro pilastri senza fare altre considerazioni
Rapporto con il Governo di fiducia con il Governo rapporto fiduciario con il Governo solo della Camera deputati
Anche noi quindi questo pilastro diciamo corrispondono
Voglio sottolineare che noi lo miglioriamo grazie anche un contributo che ha dato il senatore Micheloni lo miglioriamo perché
Perché una volta che rapporto di fiducia e solo con la Camera dei deputati è giusto che
Quelli che sono eletti nel Collegio estero non siano nella Camera deputati che dalla fiducia al Governo ma siano nel Senato della Repubblica del Senato
Delle delle delle autonomie delle garanzie che altri compiti quelli che ho detto
Oltre al richiamo delle leggi
Secondo aspetto superamento del bicameralismo paritario già detto
Noi superiamo anche noi nella nostra impostazione bicameralismo quali paritarie quindi un pilastro migliorato un pilastro conferma
Problema dell'indennità qui bisogna fare un discorso serio
Credo
Che si debba ridurre
Le indennità e quindi i costi complessivi della politica cioè non è che si tratta di fare un'operazione per cui
I senatori avranno rimborso spese perché vengono da territori
I deputati non lo so se poi aumentano le spese delle Regioni o dei comuni noi vogliamo che i costi della politica sì riducano
Io personalmente qui non non so se su tutte le cose abbiamo la stessa penso di sì impostazioni che personalmente ritengo intanto che fin da ora fin da questa legislatura fin da ieri possibilmente fin da ieri l'altro
I le indennità dei deputati dei senatori siano equiparate a quelle del sindaco della capitale d'Italia per un discorso di responsabilità seconda considerazione
Qui potete fare dei calcoli se volete
Se noi
Sindaco della capitale si perché come si dice che consegnano prego termica Anzasca come si dice che giustamente io condivido letta anche Presidente del Consiglio che i Consiglieri Regionali prendono quanto il Sindaco della capoluogo di regione
Il
I i deputati e senatori prenda quanto il Sindaco della Capitale di fare un'equiparazione di responsabilità però a proposito di cose la politica allora vi propongo un piccolo calcolo che ognuno di voi può fare
Nella nostra proposta ci sono quattrocentoventuno parlamentare
Sono trecentoquindici deputati e centosei senatori
Nella proposta del Governo a parte rimborsi spesse del dei dei consiglieri regionali eccetera ci sono seicentotrenta deputati che rimangono seicentotrenta penso che una camera e seicentotrenta funzioni male con qualsiasi legge ma questa è una valutazione mia
Mettiamo fatto un calcolo semplice supponiamo che l'indennità sia cinque mila euro quindi quella di domani
Che dovrà essere ieri moltiplicate cinque mila per trecentotrenta o cinque mila per quattrocentoventuno avrete due cifre diverse
Questa cifra diverso a fate la sottrazione vedete quanto e risparmi ogni mese o moltiplicate un per dodici carrette risparmio che c'è in un anno quindi rispetto al terzo come ho detto prima
Il pilastro della Camera solo che alla fiducia si conferme si migliora
Superamento del bicameralismo paritario
Si conferma i costi della politica con la nostra proposta si riducono
C'è una differenza però
Qual è la differenza su quattro pilastri
La il quarto pilastro c'è una differenza che
è bene dire
è la differenza di sostanza vera che c'è tra la proposta del Governo su cui vogliamo confrontarci ripeto noi spingiamo perché le riforme si realizzino ne ha bisogno di Italia e la nostra eh
La la elezione dei senatori
Qui
Nella proposta del Governo l'elezione dei senatori la riassumo così
Ci sono dei sindaci che con il loro voto e leggeranno alcuni sindaci come senatori
Ci sono dei consiglieri regionali che con il loro voto eleggeranno alcuni consiglieri regionali come senatori
Ci sono i Presidenti delle giunte regionali e i Sindaci delle città capoluogo di regione di diritto
Ecco noi pensiamo
Che invece
In generale
Ma tanto più in un momento come questo dove c'è fortissima sfiducia che va ricostruita tra cittadini e istituzioni
Non convenga giocare sulle deleghe ma che sia bene che siano i cittadini direttamente con il loro voto che scelgono che fa non soltanto il deputato
Ma chi fa anche il senatore perché il Senato
Avrà
Un rapporto
Con le autonomie con i territori ma anche una funzione di garanzia di autorità si elegge il Presidente della Repubblica si controllano le Autority si nomina il CSM la Corte costituzionale insieme alla Camera quindi
Noi insistiamo che ci sia il voto cittadini io francamente non capisco neppure alcuni costituzionalisti che dicono bene
Se non c'è la fiducia non ci può essere l'elezione diretta dei cittadini e chi l'ha detto
Se si scrive in Costituzione che non c'è la fiducia la fiducia non c'è se si scrive in Costituzione che tutte le leggi non si affrontano questo non si affronta ma perché si deve togliere i cittadini
Il diritto
Di decidere con il loro voto
De dei senatori
Seconda questione
Questo è il punto principale penso avete su questo insisto che penso il punto principale
Sia che la democrazia regge se c'è la sovranità dei cittadini
è una virtù è una virtù della democrazia se non si cumulano o se non si fa sovrapposizioni di incarichi tra l'altro paradossalmente
La Francia la Repubblica francese che aveva sindaci presidenti di regione che facevano l'una e l'altra anche parlamentari approvato una legge che crea
L'incompatibilità noi che abbiamo le incompatibilità andremo un senso contare penso che sia una virtù che ognuno abbia un incarico in democrazie lo faccia bene e la sovranità dei cittadini
Due altre questioni ho terminato l'equilibrio dicendo
Qui ci sono delle
Dei paradossi strani e sono un partito che fa dell'equilibrio di genere un punto vitale della democrazia
Allora
Come si garantisce l'equilibrio di genere
In un Senato in cui
Ci sono Sindaci dei Comuni capoluogo di regione presidenti delle giunte regionali consiglieri regionali che leggono senatore alcuni consiglieri e Sindaci che leggono senatori alcuni sindaci
In questo momento nelle città capoluogo di regione fate conto di quanto siano le donne sindaco
E
Presidenti delle giunte regionali sono due dell'Urbe del Friuli-Venezia Giulia allora l'equilibrio di genere è un valore o no oltre al problema della sovranità dei cittadini ultima questione e la rappresentanza dei tre io penso
Che quando si affronta la riforma
Del
Del Senato una
Bisogna avere una visione d'insieme cosa succede alla Camera cosa succede al Senato qual è la legge elettorale
Se la legge elettorale con cui si è legge la Camera
Giustamente ha una base maggioritaria lo si può discutere se il trentasette ossia il quaranta qui scatta il premio maggioranza ma questo non
Diciamo esula da questo punto ma se
La Camera vede come ritengo io sia giusto
Avere una legge pone un'impronta maggioritaria perché ci deve essere un Governo
E ci deve essere una maggioranza e non l'instabilità
Il Senato che ha una funzione di garanzia
E che ha una funzione di raccordo con i territori deve anche lui anche il Senato anche queste istituzioni ridurre la rappresentanza ho ampliato
Io penso che il Senato per queste caratteristiche ebbe esser letto da cittadini con una legge proporzionale e quando si svolgono le elezioni regionali
Perché se si applica invece quell'altro meccanismo su cui ripeto vogliamo discutere io penso che che che ci sia una ragionevolezza tra tra le forze politiche per riflettere B
Se alla Camera ci saranno cinque gruppi azionato ce ne saranno tre se va bene forse due
Che
Paradossalmente cioè che chi deve affrontare le questioni de dette della costituzione delle leggi elettorali dell'ordinamento non quelle in prima persona dell'azione di governo e su cui ha voce la Camera e l'ultima opera la Camera ha una rappresentanza minore perché se voi guardate
Queste l'equilibrio oggi per esempio si votasse domani con queste forme che sarebbe
Presente come come senatore non solo comunque un equilibrio di genere ma quali partiti potrebbero eleggere
A avere senatore attraverso lo e Consiglio comunque Benigni i sindaci l'assemblea dei Sindaci e Consigli regionali
Funziona una democrazia così io penso che non bisogna smarrire
Una
Preoccupazione che ha corso lungo la storia d'Italia
No la storia della Repubblica italiana storia dall'Unità impone comunque si chiamassero i democratici
Prima dei socialisti dei Popolari comunque si chiamassero Cera un filo conduttore
La democrazia deve avere basilare che
Ci deve essere la possibilità di partecipare di contare di entrare a far parte delle istituzioni
Perché se crea un meccanismo per cui con milioni di voti non sarò mai nelle istituzioni si condanna chi vuol fare una forza nuova politica e non
Una forza politica nuova occhi v o chi vuol fare l'opposizione a essere contro le istituzioni essere anche istituzionale
E questo è un pericolo per la per la democrazia già oggi non
Non semplicemente non semplicemente domani quindi io penso per tutti questi motivi
Che
Fissati quali sono i compiti
Fissate quali sono i compiti e
Stabilito appunto che si supera il bicameralismo perfetto avere una legge elettorale che consente ai cittadini di decidere loro anche
Dei senatori
E e averla su base proporzionale accompagnarla le elezioni regionali dia
Di di a queste di
Forse più efficace comunque sottolineo questa è la differenza più grande che c'è rispetto alla proposta del Governo e su cui vogliamo riflettere discutere perché ripeto sulle altre
Hanno ci sembra di di rappresentarle turche alcuni di rappresentarle anche modo più forte Polesine davvero solo un esempio
A volte boh credo che su questo Palizzi latore casso in modo anche più adeguato
A volte viene detto
Ma
Perché
Diciamo se la caverà legge maggioritaria una forte fiducia con il Governo
Diciamo perché il Senato e quindi anche perché poi
Quella legge elettorale tutto il discorso che facevo rete
Ci sono dei provvedimenti
Quelli che riguardano i diritti civili e politici fondamentali che io penso che non sia bene affidarlo soltanto alla Camera
Se si discute di quanto un Governo dà dei soldi all'informazione e ci che vi può riguardare che importante eccetera eccetera è un'azione di governo si può essere d'accordo o meno ma l'azione di governo ma se si discute di
Leggi che riguardano la libertà di informazione è solo di chi svolge un'azione di governo o il tema libertà di informazione è un tema su cui
Devono intervenire anche una Camera che abbia queste funzioni di garanzia e di autorevolezza
E l'ultima se si discute di leggi cosiddette della bioetica parte si può avere posizioni diverse
Uno può essere d'accordo corpo una soluzione per la fecondazione eterologa altri per avere l'opposizione posizioni contrarie alcuni possono ritenere che ci vuole il testamento biologico fatto in un modo altri che non ci vuole ho anche fatto un altro modo si può continuare con questi esempi
Comunque si pensi su questo o succo o su leggi che non sono legate alla bioetica le coppie di fatto comunque si pensi su questi provvedimenti qualunque posizione sabbia anche la più lontana dalla mia
è giusto che siano sciolte da chi ha la maggioranza assoluta alla Camera perché è stato votato con una legge che deve assicurare a un Governo di andare avanti e di avere un pro ma o questi temi essendo temi fondamentali di diritti di cittadinanza e tutti i cittadini è giusto che ci sia anche un'altra Camera esprime il proprio parere la propria valutazione
E contribuisce a trovare la soluzione più giusta perché altrimenti si determina quello che negli anni da perché io ho fatto le speranze parlamentare abbiamo sempre tenuto e in qualche modo abbiamo evitato un qualche difficoltà
Se voi sostituiti dalle maggioranze di governo le maggioranze Checcucci corrispondono questo Paese non conta dell'avventura
Non è che rafforza e rinnova la detrazione rischia di mettere a rischio
Può metterla rischio rischia di stravolgere può mettere a rischio
Attilio eccessive a casa di riposo no no ma credo che si senta
Sono
Proprio alcune considerazioni un po'più specifiche proprio partendo
Da quello che ha detto
Però la Vannino Chiti
La
Glielo diceva
è
Autonomo
Allora finiamo sempre
L'obiettivo fondamentale come diceva Vannino è quello del superamento di questo bicameralismo perfetto però partiamo da un equilibrio costituzionale
Che deve comunque essere garantito perché si tratta di salvaguardare le istituzioni nel loro insieme
E i diritti fondamentali dei cittadini
Noi abbiamo presentato come senatori questo disegno di legge non certo per motivi di scontro o di contrapposizione ma per portare un contributo concreto su materie molto importanti come quelli che toccano la Costituzione
Fino ad ora è stato firmato da ventidue senatori del Partito Democratico
Ieri sera abbiamo girato questo disegno di legge costituzionale a tutti gli altri senatori di tutti i Gruppi e sono arrivati immediatamente tre sottoscrizioni di tre senatori di tre Gruppi diversi
Fino ad ora questo per dare indicazioni di un interesse certamente più ampio perché non è certamente soltanto un problema del Partito Democratico
Vado velocemente poi arrivo alla conclusione sul le funzioni e le competenze della
Del nuovo Senato
Che è stato chiamato Senato per quanto ci riguarda dell'autonomia delle garanzie perché vogliamo garantire il funzionamento dell'ordinamento costituzionale e garantire i singoli cittadini
Quindi
Arrivando a delimitare le competenze per quanto riguarda la Camera e per quanto riguarda il Senato
La doppia lettura come si diceva il doppio passaggio previsto soltanto per un certo numero per un certa tipologia di leggi
Che sono quelle costituzionali essenzialmente
I sistemi elettorali i trattati internazionali
E una serie di articoli della Costituzione che fa riferimento a materie specifiche che abbiamo indicato che sono quelle che riguardano più da vicino le questioni e diritti fondamentali delle persone
Faccio alcuni esempi per essere molto chiaro
Fatti che si sono anche verificati nella passata e nera
Ultime penultima legislatura
Sono state ad esempio in materia di libertà di stampa
E in materia di intercettazioni telefoniche
Due provvedimenti che sono stati approvati da una Camera tra l'altro in materia di libertà di stampa ricordo con quella legge venire alla mente messo il bavaglio alla stampa che però e passato alla Camera soltanto con sette astensioni
Legge che è stata bloccata in Senato
Garantendo un approfondimento una valutazione e tra l'altro a margine fuor del Senato c'è stata una sollevazione generale non soltanto di giornalistico interessati in modo diretto la libertà di stampa ma anche di cittadini associazioni
Fino al Presidente della Repubblica
Altri temi fondamentali sui quali chiediamo una doppia lettura quelli che riguardano
La libertà personale delle persone quelle che riguarda ad esempio le condizioni giuridiche dello straniero
Abbiamo già avuto modo di vedere come dei passaggi una singola Camera abbiano determinato in prima lettura delle limitazioni fortissime ai diritti delle persone I diritti dello straniero alla libertà
Delle persone
E allora proprio il doppio passaggio ha consentito e consentirebbe ancora approfondimenti e valutazioni che anche correzioni di rotta
Tutto l'insieme poi delle garanzie del nostro sistema quello che ha a che fare
Comunque il Consiglio Superiore la magistratura con il Consiglio di Stato con la Corte dei conti direi che per definizione la Corte costituzionale deve essere una materia che deve essere valutata dall'insieme del Parlamento
Proprio per evitare colpi di mano colpi di mano che è facile che possano essere fatti per di più con una legge elettorale quali quelle in questo momento è passata in un solo ramo del Parlamento
Quindi la preoccupazione fortissima tizia spinto
A stringere i tempi sulla formulazione presentazione di questo disegno di legge
Questa è maturata proprio successivamente il passaggio di questa proposta elettorale che ci ha fortemente preoccupato quindi cerchiamo dealer ragionare in un'ottica equilibrio equilibrio costituzionale ordinamentale
Un'ultima cosa specifica sulle indicazione che sono state date da Vannino Chiti
La possibilità
Che siano
In futuro
O membri del Senato comunque venga denominato Presidenti della Regione o rappresentanti delle istituzioni delle altre istituzioni territoriali
E a nostro modo di vedere preoccupato
Per il motivo che riteniamo che una persona deve svolgere per bene fino in fondo un solo incarico
è impensabile che un Presidente di Regione un sindaco di una media grande città possa anche fare il senatore cui funzioni
Ruoli di competenze che vengono date non soltanto dal nostro di disegni di legge ma financo da quello proposto dal Governo
Perché questo imporrebbe se si trattasse di rappresentanti degli enti territoriali imporrebbe agli enti territoriali quindi tutte le Regioni
Tutti i Sindaci i vari interessati di creare al loro interno un ufficio per il Senato con competenze costituzionali finanziare legislativa eccetera
Vuol dire una aumento considerevole di costi di personale che anziché ridurre ci sarebbe questo più mento
Ultimo punto davvero è quello della volontà di eliminare possibili conflitti di interesse e contrapposizioni
E confusioni che vengono fatte tra quella che la potestà chiamiamola così legislativa e quella che la potestà di governo perché si governa
Ed è una cosa si legifera ed è un'altra cosa e non è possibile che ci siano persone che legiferano sulle stesse loro materie comunque problemi
Di confusione competenze che sono facilmente immaginabili ecco noi ovviamente siamo deve disponibili ad approfondimenti la sollecitazione da parte vostra e qui mi sentiamo
Credo che
Integrazione se c'è appunto certamente
Solo posizioni c'è qualcuno che
Tanto venissero assegni
è
Insomma due domande
La
Sì sì mantiene
Qualcosa
Ricordo invece vieni qui
Sempre apprezzato sedici la conferenza stampa
E non
Allora
Ancora non hanno
Ma
Malgrado quattro non
Vediamo
Però stanno arrivando ieri sera
Come in movimento
Work in progress
Non
Giotto domande anche rapide quando si parla
Ma
No fare
Perché lei dice no
Parlamento le
Allora
La procedura
La procedura di qualsiasi disegno di legge si
Ma cosa pensi che metta la fiducia sul decreto sul disegno di legge costituzionale non penso proprio
Chiederà magari
Quello che succederà foto può succedere che in Commissione già Affari costituzionali si riesamini prima
Il disegno di legge del Governo si farà gli emendamenti ma proprio perché la discussione si tratta di materia costituzionale Vannino correggimi se sbaglio fosse ordinata
Lo abbiamo depositato in modo che
La ratio della posizione sia chiara perché sei con gli emendamenti poi veramente si mettono bastoni fra le ruote guardate che la presentazione del disegno di legge
è la dimostrazione che non vogliamo mettere i bastoni tra le ruote
Poi completiamo completiamo allora Peroni ogni disegno di legge ordinaria e costituzionale passa all'esame della Commissione di merito competente
In questo caso ci sono già almeno sette otto disegni di legge costituzionale
E altri se ne saranno qual è la procedura
Vengono posti in discussione generale tutti i disegni di legge alla fine della discussione generale viene individuato un testo unificato un testo base
Che può essere votato può essere che i relatori vogliono farlo loro che la Commissione di calo fanno i relatori testo base
Il testo base serve per fare gli emendamenti a quel punto gli emendamenti vengono illustrati valutati e si votano quindi la procedura è questa qua
Per tutti i disegni di legge
Conferenza stampa
Però
Quattro
Qualcosa
Grazie
Con un punto di vista
Poco se questo
Quella riserva non può essere
La legge elettorale non si questa proposta che arriva dal Senato non si preoccupa del Senato
Il primo momento l'insediamento possano essere in Costituzione e non possono essere costrizione chiariamo che intendevano esaurita
Secondo me prima
Abbiamo
La
L'uomo
Il voto
No
Che al
Riscontri
O
Solidale
Nella
Loro
Quindi
Credo che probabilmente caro perché il ruolo
E io
Mai
Bene
Allora nell'immediato conferme
Pari o inferiore
Io
Retrocedendo fanalino
All'inizio
L'anno
Iniziativa del Governo
Soltanto un primo firmatario
Automatico
Avviene aperto alto eventualmente il discorso
Parte da due esigenza di fondo la prima
Di a vere un sistema di Governo del Paese di
Di
Definizione della legge e quant'altro più efficace di quello attuale la seconda
Di
Dire
All'opinione pubblica guardate noi
Tagliamo i costi della politica e diamo l'esempio
Giusto
Allora da questo punto di vista
L'esemplificazione che faceva Vannino Chiti era addirittura
Un po'prudente
Perché se voi leggerete il il disegno di legge e vedrete che i senatori avranno sì un'indennità ma
Ogni regione diminuirà il numero dei propri consiglieri
In proporzione al numero de
Senatori che esprime quindi in realtà per il bilancio pubblico il saldo è zero quindi rispetto ad oggi
La proposta del Governo dice trecentoquindici indennità in meno la proposta ora che noi abbiamo presentato dice
Trecentoquindici indennità in meno di fatto no come consolidato al Senato e altrettanto alla Camera quindi i nostri risparmi quali che proponiamo sono esattamente il doppio di quelli proposti dal Governo
Secondariamente qual è l'affetto della riduzione del numero dei
Dei deputati e del numero dei senatori
E quello
Di costringere i partiti
A selezionare nelle forme che ciascuno crede con le primarie essere prima ognuno poi si regola come crede
I candidati migliori perché quando tu devi mandare mille persone in una Rena in mille persone passa dentro di tutto
Se le persone sono di meno e bisogna che sceglie quelle che sono in grado effettivamente no quindi c'è
Una Obiettivo stimolo ad innalzare la qualità
E quindi ha da venire non solo un processo legislativo più rapido ma anche
Si suppone migliore
Questo il senso la proposta
O l'ora è
Io non credo che bisogna ragionare in termini di paletti oggi c'è uno lo può anche dire ed è giusto che lo dica
Per
Stimolare come dire per non perdere tempo e quant'altro però poi bisogna anche che ci si dica nel merito perché questo è sbagliato cioè perché
Risparmiare il doppio di quello che dice a Palazzo Chigi è sbagliato
Perché vogliamo spendere di più questo non me lo deve spiegare no
Perché devolvere un battaglione di rappresentanti del popolo che l'esperienza ci dice che quanto più è grande tanto meno ha qualificato
Il Senato americano che rappresenta un Paese di trecentotrenta milioni di abitanti e fatto di cento persone e funziona bene
Un ultimo punto e mi tra i rilievi di compiti dal Senato è molto importante il compito di richiamo delle leggi
Cioè
Secondo diciamo così procedure prudenti qui non è che tutte le mattine uno si alza e richiamo no
Nei casi importanti il Senato può richiamare delle leggi
Rideterminare e rimandate alla Camera con le opportune correzioni
Questo avviene
Nel Paese di più antica democrazia del mondo che il Regno Unito dove la Camera dei Lord fa esattamente questo lavoro con la Camera dei Comuni
E la Camera dei Comuni quando si vede arrivare le osservazioni alla Camera dei Lord ne tiene sempre conto
No
Includeva
Non
Ma
Novantanove
No
Apriamo un confronto no io su questa cosa sulla domanda che pone all'attenzione
Un altro giornalista dire questo guardate che non è tutto così un significato
La senatrice rigido
Oggi ha fatto
Un'intervista in cui c'era l'unica sono degli elementi molto dialoganti anche
è una collaboratrice stretta Firenze e guardate
Lascio il ruolo del Parlamento
Delle militari
Comunque valutato
Casa
Componente
Comunque tenete conto guardate
Posso dire
Possa dire posso dire solo una cosa
Laura che in realtà Renzi ha detto o si fa la riforma home grado
Non ha detto o dice non voglio
E
E non ha neanche preso in considerazione una riforma più radicata nella sua insegnanti ulteriori momenti di patrimonio
Volevo anche con le altre forze politiche è questo allora mi pare debba coprire degli alberi di fico io sono socialista all'epoca il fatto che miliardi obiettivo nella sua direzione politica
Un certo tipo di impostazione deve fare confrontarle corretto che il Parlamento
Farle rilevare una forte avvertire il compagno abissale la questione
Demandiamo ai consiglieri che i corruzione ulteriore elemento fondamentale anche delle regole di base
Ora
Un sistema democratico non può permettersi di avere in una facoltà cioè un'istanza quarta
Senza una rappresentanza uguale tecnicamente invece il Senato dei sindacati e le Regioni
Tecnicamente vuole soltanto la rappresentante di una sola forza politica
Ecco allora solo da questo punto di vista l'elezione di secondo grado non può essere accettata l'altra questione che noi rivolgiamo una Repubblica federale univoco
La Repubblica Federale Tedesca altri al secondo grado per quanto riguarda
L'altra Camera Siena disaggregato dai parlamentari sarà
Delle i Consigli regionali
Sono i Parlamenti degli Stati regionali
Tra l'altro c'è il bilancio almeno nell'operare parlamentare cioè come dicevi dice il bilanciamento dei poteri c'è il Bundesrat che volta per la vernice
Vota praticamente con la linea del Governo del proprio Länder ma c'è il Bundestag che eletto con la legge proporzionale avete visto la Merkel
Un'altra domanda Pocetti timore di una consulenza importante
Un'altra domanda
Nel
Ottenuto
Su questa questione
Noi noi ogni parlamentare ha un vincolo di realtà verso il suo partito verso la maggioranza è un vincolo di lealtà verso la sua coscienza cittadini
Non sono iscritto in Costituzione ma
Quando si fa noi le riforme delle costituzioni della Costituzione a questo dobbiamo attenerci Presidente il Consiglio apposto quattro quali
Ho detto che su
Tre siamo oltre o uguali e su non c'è una differenza noi non imponiamo certamente perché non abbiamo i numeri al Parlamento di
Scegliere l'elezione diretta dei senatori facciamo un ragionamento e cerchiamo di convincere
Ci misureremo con chi la pensa in modo diverso ma vi faccio un'ipotesi estrema supponiamo che il Parlamento
La Camera il Senato approvino questa riforma in cui ci sono superamento del bicameralismo perfetto la Camera solo che dalla fiducia riduzione posti
Della vita politica e leggi elettorali per il Senato interferenze diversamente i cittadini con legge regionale condusse elezioni regionali
Secondo voi a referendum confermativo con i cittadini si va dicendo di votare a favore o a votare contro anche da parte del Presidente del Consiglio centottanta su questo aspetto che è decisivo ma è uno si butta a mare una riforma questo varrà per tutti noi
Cioè credo che possiamo fare delle domande
Numero di primo piano il ventidue obiettori volatili gli obiettivi perché le polemiche fa parte
Vede come ha detto ripetutamente di è stato eletto nel PD ma le altre ad aspettare qualche giorno
Tutte quel giorno abbiamo mandato che abbiamo all'altro ieri sera indietro
Ventisei tematiche obblighi
Ovviamente gli atti a Roma applicarsi a livello
Profondissima privatizzare
Con cinque stelle
Allora
Sì ci sono contatti con tutti però siccome la prima cosa
La prima cosa etico il partito di maggioranza relativa cioè il PD
In questo momento intanto bisogna dimostrare a che vogliamo fortissimamente la riforma
No qualcuno va detto alla controriforma ma per la vera controriforma
Bicameralismo superato la vicenda del taglio del dimezzamento dei parlamentari
è un senatori e costi inferiori dove la controriforma quindi vogliamo la riforma ma abbiamo un problema molto grosso di bilanciamento dei poteri
Qui parte un dibattito che avrà un seguito perché io penso che Presidente del Consiglio quelle stesse persone che stanno col nel Governo perciò la senatrice di proponeva di leggere per l'articolo la l'intervista della Di Giorgio L'Unità
Ragionando sul prevale bilanciamento dei poteri dico solo questo atto mette conto della legge Cirielli
Se domani al il Presidente del Consiglio eletto a maggioranza con l'italico fosse un altro no
Potrebbe essere scolpito in Costituzione senza un Senato
Che obietta no non sulle sulla governabilità ma sulle grandi questioni non si dimette tenete conto che oggi c'è un bellissimo titolo volo vorrebbero volevo consigliare lo snobbato a un'intervista no conservare il futuro
Allora non siamo per la riforma e non per la controriforma ma vorremmo conservare il suo dovranno debba fare come rilevanti di identità
Degli alleati contenitori lealmente simpatica
Possiamo andare no
Dice
Ne
Secca che rispondevano di no
No non è quello davanti all'escussione ove
Da oggi si discute noi lavoriamo per quella
E l'autonomia delle riforme che supera il bicameralismo globale che ancora e chiedano l'avvio della fiducia al Governo una sola Camera vadano in porto
Vogliamo trovare le carezze l'equilibrio
Siamo interessati quante più Firenze anzi
Quante lunghe che gli è molto determinato
Ha avuto il merito di aver messo il piede sull'acceleratore siamo però altrettanto determinati le forma da tempo
Il Governo
Quale
Noi vogliamo andare avanti
Quale
Ammazzate qualcosa
Va bene io non
Voglio dire questo perché sì sì ho capito
Si consegnano un nono io penso io penso io penso a presto
Penso che sulla riforma della Costituzione il Governo esprime degli obiettivi degli intendimenti ma poi sono i parlamentari che si decida né che votano e Governi si dimetta perché vede il punto principale
è che la Costituzione né del Governo in carica nette parlamentari in carica ma è dei cittadini italiani e bisogna semplicemente avere in mente quest'ultima perché dobbiamo votare siamo
Chi è che voleva
Basta
Occorra molta
Programmato
Grazie
Grazie
Arrivederci e grazie
No
Riunione