03APR2014
intervista

Intervista a Luigi Compagna sulla riforma del Senato che non prevede l'immunità parlamentare

INTERVISTA | di Claudio Landi Roma - 00:00. Durata: 3 min 4 sec

Player
"Intervista a Luigi Compagna sulla riforma del Senato che non prevede l'immunità parlamentare" realizzata da Claudio Landi con Luigi Compagna (senatore, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata giovedì 3 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Democrazia, Governo, Immunita', Intercettazioni, Istituzioni, Riforme, Senato.

La registrazione audio ha una durata di 3 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con noi Luigi Compagna senatore del nuovo centrodestra senatore leggendo le schede le borse del testo di riforma del Senato sembra di capire che l'immunità parlamentare tra impropriamente viene detto l'immunità parlamentare cioè
E i regimi di guarentigie per i parlamentari circa le autorizzazioni e per la intercettazioni gli arresti di atti limitativi della libertà personale Gattolin di quote contrattualmente colleghi parlamentari non varrebbe più reperimento delle prossimo del futuro Senato riformato ci sarebbe solo ci sarebbero solo delle garanzie delle guarentigie per gli atti di ebrei riguardanti la libertà d'espressione lei che ne pensa
Ma il punto sul quale lei mi rivolge la domanda e sul quale io spero che già nei prossimi giorni in Commissione
Si è in grado di grande una risposta chiara e nitida ho l'impressione che
Collega il cuore
Perché
La proposta
è sgrammaticato ca in una sintassi sbagliata troviamo usare questo linguaggio attualmente qualche notizia che rimane
Arresto intercettazioni della originaria immunità parlamentare
Dei padri costituenti
Lo avevo ben
Soltanto alla Camera dei deputati
Mentre invece il Senato che poi e altro ramo del Parlamento quando si tratta di eleggere
Per esempio i membri del CSM o i membri della Corte costituzionale
Non ha questo diritto
E
La gentile e cortese ministra boschi meno produttive senatore lo presenti non mancherà il parere favorevole del Governo ma a questo punto andiamo nella pochade perché se il Governo tavoli dove additare ad alcuni Sindaci ad alcuni esponenti delle Regioni ad alcuni esponenti della società civile
Questa garanzia
Vuol dire che questa garanzia
Non è più un privilegio
Per lasciarlo solo soltanto ai membri della
Una volta detta Camera bassa significa
Esso può
Il Parlamento
Alla protervia
Di alcuni arresti
O ancora peggio
Al bersaglio quotidiano dell'opinione pubblica in quanto i teatri dileggiato
Se nel momento costituzionale una democrazia liberale
Appannata o peggio cancella quello che distingue il privilegio dalla garanzia siamo fuori da ogni costituzionalismo possibile ringraziamo il senatore Luigi Company nuovo centrodestra come sempre un saluto da Radio Radicale