07APR2014
dibattiti

Il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti tra presente e futuro

CONVEGNO | Roma - 16:30. Durata: 2 ore 52 min

Player
Convegno "Il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti tra presente e futuro", registrato a Roma lunedì 7 aprile 2014 alle 16:30.

L'evento è stato organizzato da MoVimento 5 Stelle.

Sono intervenuti: Sebastiano Barbanti (deputato, MoVimento 5 Stelle), Antonio Tricarico (coordinatore della Campagna per la Riforma della Banca Mondiale), Mario Nuzzo (consigliere di Amministrazione dell'Associazione delle Casse di Risparmio Italiane), Daniele Pesco (deputato, MoVimento 5 Stelle), Marco Pierani (membro dell'Associazione Altroconsumo), Giovanni Paglia (deputato, Sinistra Ecologia Libertà), Livio Martini
(vice sindaco del Comune di Corchiano), Marco Bersani (componente del Coordinamento Nazionale del Forum dei Movimenti italiani per l'acqua), Francesco Boccia (deputato, Partito Democratico), Gianni Pietro Girotto, Domenico Falconieri (attivista, MoVimento 5 Stelle), Giancarlo Albertoni (consulente per l'internazionalizzazione delle imprese).

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Banche, Cassa Depositi E Prestiti, Crisi, Economia, Finanza Pubblica, Finanziamento Pubblico, Fondazioni, Impresa, Investimenti, Movimento 5 Stelle, Parlamento, Politica, Riforme, Stato.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 2 ore e 52 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

16:30

Organizzatori

MoVimento 5 Stelle

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Per se ci siamo con mezzoretta di
Storari io iniziamo
Innanzitutto grazie a tutti quelli che sono intervenuti qua grazie a hai più numerosi e ci servono
In screening ormai la tecnologia ci aiuta anche in questo
Allora qui parliamo Cassa depositi e prestiti tra presente e futuro
La questa diciamo chiamiamolo convegno chiamiamolo dibattito piace di più come termine
Si struttura era con una prima relazione da parte dei nostri relatori che poi passiamo in rassegna dopodiché ci sarà spazio per un dibattito anche interno con i presenti in sala
Questo per cercare di vivacizzare anche il dibattito cercare anche di chiarire alcuni punti che possono essere rimasto scuri durante diciamo tutta la l'esposizione
Uno dei fini anche di questa di questo convegno è quello di strutturare un documentino che poi
Ci proporremo di portare anche all'attenzione della Commissione Finanza sottoforma magari di
Risoluzione per cercare di indirizzare il Governo da condividere con le altre forze politiche ovviamente così come di prassi e indirizzare il Governo e l'operatività di Cassa depositi e prestiti
Scopo principale e quello di portare un po'a conoscenza di levare questa cortina fumogena che cento a Cassa depositi e prestiti da una parte fondazioni in quanto diciamo azioniste privati di Cassa depositi e prestiti dall'altro e capire un po'meglio
Qual è la gestione dei soldi pubblici soprattutto perché molta parte di del del funding fatta attraverso
I famosi libretti di di Liboni fruttiferi preti risparmio postale
E qual è l'operatività che casse ma sempre si sta facendo e può fare a sostegno dell'economia in un momento così delicato in cui dovremo agganciare la ripresa economica
Alcuni li abbiamo visti abbiamo visto il plafond per la casa
Che sta consentendo di erogare mutui per l'acquisto della prima abitazione per la ristrutturazione abbiamo visto il plafond per le PMI l'accordo con con l'ABI per la fornitura in questo caso anche di liquidità per prestiti a piccole e medie imprese
Abbiamo visto anche la la cosiddetta Sabatini per la finanziamento di strumenti di macchinari
Abbiamo visto anche l'acquisto di cartolarizzazioni che ora è consentito per rilanciare anche eventualmente il mercato dei cosiddetti mini bond
Adesso le chiamate in causa anche per quanto riguarda i debiti della pubblica amministrazione al pagamento
Soprattutto sotto forma di Muti con enti locali e poi ancora c'è questo punto interrogativo dell'acquisto da parte delle banche dalla da parte delle banche con la garanzia di Stato è una cosa di cui si è parlato chiaramente ancora non è stata concretizzata aspettiamo gli ultimi sviluppi
Abbiamo visto anche la Cassa depositi e prestiti che alle partecipazioni
Partecipazioni importanti Nenni in Terna e Snam Fintecna SACE è tutto ciò che ne consegue in termini anche di compravendite di queste partecipazioni di privatizzazione quindi un ruolo anche nella privatizzazione
è due dossi era aperti ma smentiti voi ufficialmente che son quelli di Postel Telecom soprattutto
Quindi anche qua una prima domanda è sembrerebbe ricalca il modello ieri vero non è vero questo poi lo vedremo casomai anche durante lo svolgimento del convegno
Finalità sociali abbiamo visto soprattutto con il finanziamento per il social housing
E quindi andremo anche a capire qual è
Un modello di riferimento per CTP
E la Cassa depositi e prestiti testi la temi da biomasse è una banca di investimenti pubblici stile Francesca o e la nostra Cassa depositi e prestiti che è un modello di riferimento per le altre
Diciamo Cassa depositi e prestiti di altre nazioni
Ovviamente il tutto si gioca in un delicato equilibrio tra investimento di questo funding è
Remunerazione di questi investimenti
E salvaguarda nello stesso tempo di quello che il patrimonio che i risparmiatori mettono a disposizione la Cassa depositi e prestiti quindi investimenti soprattutto non molto rischiosi perché
L'abbiamo capito soprattutto negli ultimi tempi il mercato non offre pasti gratis a Rendina arrischi alti corrispondono rendimenti alti e viceversa e questo ci ha insegnato anche la crisi
Purtroppo ahimè della Lehman Brothers dove alcuni sono lasciati diciamo un po'ingannare da rendimenti così elevati apparentemente a rischio zero
Con noi dobbiamo ringraziare abbiamo Antonio Tricarico Marco Bersani aver saranno purtroppo non può essere con noi Ferdinando Aiello come per la Commissione la Cassa depositi e prestiti ha avuto degli imprevisti all'ultimo momento
Abbiamo il dottor Mario Russo Presidente della Fondazione Tercas consigliere di amministrazione la Cassa depositi e prestiti abbiamo il dottor Livio Martini Sindaco dei Comuni virtuosi
Cioè giungeranno a breve anche Francesco Boccia che il Presidente della Commissione bilancio qui alla Camera fa parte dell'intergruppo parlamentare finanza sostenibile e dovrebbe raggiungerci in sostituzione di Giulio Marcon dovrebbe raggiungerci l'onorevole paglia che è un collega anche di partito per cui non vi tedio più entriamo subito nel vivo del discorso lascio la parola in questo caso a D'Antona Tricarico grazie
Grazie a dal Movimento cinque Stelle intanto per l'invito
La ritengo un'occasione importante mi auguro che sia
Il primo passo per affrontare di petto una questione complessiva della
Della forma e la Cassa depositi e prestiti dal momento che nel Parlamento italiano
Sempre a pezzi e bocconi viene affrontata provvedimento per provvedimento la questione di Cassa depositi e prestiti ma mai in maniera autistica complessiva
Il sottolineerei che in ogni caso tutti i cambiamenti che sono avvenuti nella forma societaria nello Statuto della casa sono avvenuti tramite
Legislazione cambia la legislazione quindi
è importante che è veramente che un progetto di riforma senso e lo spazio più naturale per discutere questo il Parlamento italiano
Cercherò di in quattro punti di sollevare quelle che noi riteniamo sono state le criticità negli ultimi dieci anni particolare da quando
La Cassa è stata trasformata in società per azioni
E nel fare questo farò anche riferimento alcuni dei
Degli omologhi menzionati francesi tedeschi rispetto e modelli cercherò di distillare per ciascuno dei quattro punti
Di principi chiamiamoli possono servire per una riforma o quanto meno delle domande aperti chiarimento a voi tutti soprattutto ovviamente un processo parlamentare
La prima questione e la relazione della Cassa con gli enti locali che è una relazione storica
La cassa nasceva come
Detto brutalmente la banca pubblica che finanziava i soggetti pubblici cioè un soggetto fuori di mercato che finanzia chi è fuori mercato
Questo è un meccanismo che esistito in qualsiasi forma di Stato nazione per chi si è potuto permettere
E chiaramente negli ultimi vent'anni abbiamo avuto una trasformazione legislativa rispetto alla redazione degli enti locali con lo Stato centrale e la finanza pubblica in particolare nella relazione enti locali
Con quelli che emergeva la confisca di capitale privato mercati finanziari in senso lato cioè per farla breve la casa così prassi è stata messa in competizione
Con il sistema bancario tradizionale i comuni sono stati invogliati di rivolgersi al sistema bancario privatizzato in particolare negli anni Novanta
E ci siamo trovati in una situazione in cui quello che era lo strumento principe dell'azione della Cassa
Cioè mutui di lunga durata a tassi altamente agevolati fuori mercato è diventato uno strumento quasi di mercato se non di mercato non entrambe le tecnicalità ma che sostanzialmente un ente locale
Salvo alcune sfumature concernenti la durata dei mutui si può trovare all'incirca offerto da un sistema bancario privato
Chiaramente in epoca di credit crunch di problema di accesso al credito la cassa può anche avere più forza delle altre banche private ma il su quella questione che il prodotto finanziario per l'ente locale fra il mutuo di lunga gittata per gli investimenti
Per rendere possibile quello che un ciclo librerie non permette
Viene a mancare questo e mancato strutturalmente
Il motivo principale per cui in Italia si sono fatti pochi investimenti quelli che tutti vorrebbero in maniera anticiclica
Venendo al dunque della questione di oggi e che nel momento in cui agli enti locali sono stati messi sotto la morsa mortale del patto di stabilità concili internamente in maniera ancora più svantaggiose anche in altri Paesi
Ci si è trovato in una situazione in cui lo strumento
Che avrebbe potuto nonostante alcuni vincoli del patto di stabilità dare linfa vitale comuni degli Investimenti ha risposto dicendo io agisco secondo parametri di mercato
Cosa voglio dire e che in una prospettiva di riforma ci sono due Stati
C'è una riforma della Cassa che addirittura nello stesso gioco del patto di stabilità interno
Potrebbe facilmente con un atto semplicissimo probabilmente neanche necessario a livello parlamentare ma un atto di indirizzo rispetto all'operato della Cassa dare linfa vitale comuni come
Semplicemente reinvestendo non danno dividendi ricorderei Cassa depositi e prestiti ha sfondato quota due miliardi di euro già da un paio d'anni
Quindi non dare interamente destinando l'utile a sussidiare quelli che sono i mutui
E in questo modo tornare abbassare drasticamente i tassi aggiungo più si potrebbe anche aprire negoziato rispetto abitassimo preesistenti per abbassare questo sarebbe davvero anticiclico questo darebbe linfa vitale
Lo Stato centrale non dovrebbe incassare
Con meno di un miliardo di dividendo ma sarebbe anche dei gameti giusto di dire nella relazione è stato centrale i Comuni e questo già nell'esistente
Permetterebbe penso soprattutto ai Comuni virtuosi dal punto di vista finanziario di muovere qualcosa basterebbe no penso di no
E a valle di questo una logica di riforma richiede due cose cioè uno chiaramente che bisogna capire come cambiare
Ridurre il gioco del patto di stabilità interno per gli enti locali ma soprattutto la Cassa dovrebbe più strutturalmente tornare a svolgere quella sua
Funzione originaria quindi
Questa relazione dovrebbe tornare centrali ma dovrebbe centrale tornare centrale secondo una logica a mio giudizio fuori dal meccanismo di mercato altrimenti la ragion dentro
Potrei dire dalle sonde della cassa viene a mancare c'è un attore puramente di mercato ne abbiamo tanti che vediamo anche come falliscono
Il secondo punto riguarda la vera riforme avvenuta nella cassa oltre quella dopo quella società ha reso il fatto che Cassa depositi e prestiti ha deciso di prestare al settore privato in particolarità anche il sistema bancario
Questa è stata l'unica vera operazione anticiclica del Governo Berlusconi Tremonti
Intervento decisivo nella crisi cioè per finanziare le famigerate piccole e medie imprese dare dei plafond alle banche che avrebbero dovuto prestare
Questa logica ramo ritrovata nel piano casa l'abbiamo ritrovata progressivamente in vari strumenti
Fermo restando che viene da chiedersi perché dopo tutta la liquidità della Banca centrale europea alle banche ancora le banche non prestano l'impiantistica da ridire sulla dal convento
Credo che esiste un punto nodale di questa questione cioè Cassa depositi e prestiti e la sua trasformazione in S.p.A. volutamente contrariamente al modello tedesco ma lì si è voluta dare
Una piena licenza bancaria
Che ricorderete e capace di impiego in Germania addirittura può prestare alle singole famiglie per le rinnovabili e l'efficienza energetica quindi si è scelta la strada di non dare quella strada
La gestione separata non deve rispettare i criteri di Basilea cedere c'erano in cui si è tali comunque noi ci troviamo di fronte quella scelta nel momento in cui
Si è detto non diamo la licenza bancaria è chiaro che a quel punto si vuole raggiungere il settore privato bisogna farla passare sa nel sistema bancario
Penso che questo punto richiede una riflessione profonda
Perché c'è una profonda mancanza di trasparenza e bisogna capire in ultima istanza a quando i tassi dopo Commissioni eccetera arrivano i testi delle piccole e medie imprese del capitale se così è prassi
E soprattutto a quali condizioni cioè io penso che ci troviamo sostanzialmente
Di fronte una situazione in cui gli stessi soggetti penso molte anche notizie degli ultimi giorni lo dimostrano soggetti che hanno già accesso al credito contano averlo e non mi sembra che questo abbia davvero un impatto anticiclico per il discorso d'accesso al credito
è una prospettiva di riforma aperta nel giudizio da domandarsi assenso
Che una cassa si appoggi acquisì intermediari finanziari o meglio o se invece la Cassa si deve pensare essa stessa un intermediario finanziario che o decide di prestare direttamente
E questo apre tutti scenari o o devi capire come secondo una logica di sussidiarietà appoggiarsi a strutture a un livello più basso che eventualmente devono essere dotate
Questi stessi di licenza bancaria o di agire come intermediari finanziari per poter
Prestare il loro direttamente a livello locale a quell'impresa e che rispondono a dei criteri soprattutto dei piani di sviluppo territoriale
Quindi
Questa oggi una questione centrale e non mi meraviglierei nel rispondere anche al punto che veniva sollevata in apertura
Che il modello non è quello dell'IRI modello della queste cose per essere un modello che i tre più da Lehman Brothers altamente finanziarizzazione
è un modello che dà una risposta di leva sul mercato di capitale
Che sostanzialmente dà una risposta per esempio nell'evoluzione del premio Piano casa dicendo signori delle banche di aiuto a coprire la cartolarizzazione dei vostri feriti per riaprire spazio
Mentre
Questa è una scelta voluta diciamo di sostegno al mercato di capitale privato mezzi potrebbero dare delle scelte
Beh differenti ma di questo secolo contro il terzo punto riguardare i partecipazione cosiddetto equity
In cui sempre più la cassa ci entra anche tramite la gestione ordinaria ora qui c'è un punto fondante io penso che il legislatore cioè oggi di fatto cassa depositi e prestiti è diventato l'unico atto
In Italia fa politica industriale
Senza un mandato
Il mandato che la Cassa avuto che alcuni suoi interventi sono dei pezzi e bocconi
Ho diciamo un imprinting politico che non è stato davvero discusso penso soprattutto i tempi e la trasformazione S.p.A.
Che obbediva determinate relazioni politiche ma che in realtà di fatto ci dà uno strumento potente fuori bilancio che di recente l'agire con mercati di capitale in maniera diversa che lo Stato centrale
Che decide di fare interventi compartecipazioni significative secondo una logica questa è l'unica cosa che il Governo a messo al centro cioè che tutti gli interventi debbano essere economicamente e finanziariamente fattibili secondo logiche di mercato gessista
C'è una logica di investimento anche in puro sostanzialmente
Viene da chiedersi perché lo faccia io sono molto dubbioso rispetto a tutta questa logica difendere l'italianità delle imprese eccetera perché francamente anche nei criteri simpatia al Ministero l'economia e negli interventi che sono fatti ne vediamo una logica rango
L'intervento dica così questi sue atte a quanto capisco non è stato neanche sborsato è stato un intervento che obbediva semplicemente una le a una logica di facilitare alcuni aggregazioni nel settore privato italiano a scapito di altri
Questi sono interventi pesanti nel mercato vi ubbidiscono solo alcuni interessi che non obbediscono a una logica di interesse generale
La bandierina italiana nel suo queste cose la trovo molto molto fuorviante analogamente le richieste continua la casa di gestire pezzi del patrimonio sono anche questioni problematiche
Nel senso vorrei capire che lì dove la cassa del patrimonio se ci dovessero essere dei criteri di cosa destinare un uso sociale cosa far fruttare chi stabilirebbe secondo una logica industriale per esempio questo sarebbe
Una domanda molto aperta
E quindi di fatto in un progetto di riforma penso che l'elemento centrale della partecipazione come equity rimane profondamente problematico cioè il punto da mettere al centro chissà e lo Stato vuole entrare nel patrimonio d'impresa e deve obbedire una logica che non è semplicemente quella di strade profitti perse
Era è una società che si finanzia benissimo la City di Londra con un debito duecento per cento se vuole continuare a fare i prodotti strutturati rifacesse si prendesse rischi e perché li deve scaricare sullo Stato centrale
Quindi questo rimane un punto problematico la quarta questione a mio giudizio in conclusione eh
Generale cioè io mi porrei la questione
In questo mi permetto di elementi di
Di
Qualificare quando ne diciamo un'istituzione che agisce nell'interesse pubblico chi gestisce i fondi pubblici
Perché in realtà ricordiamoci a questa istituzione e gestisce le risorse ricchezza privata
Che i cittadini collettivamente o meglio i risparmiatori vogliono tra l'altro delle si medio bassa in Italia e decidono di destinare all'alba di un pubblico di gestione
Che non è da poco e centrale e probabilmente l'unica logica davvero anticiclica nel lungo termine a mio giudizio
Se prendiamo seriamente il significato di questo io ho due grosse domande che riguardano proprio i proprietari di cassa così presidio oggi la prima sono le fondazioni bancarie cioè mi permetto nel pieno rispetto delle istituzioni
Di dissentire con quanto il Consiglio di Stato ha una sua opinione nel contesto della conversione delle azioni privilegiate in ordinarie
Ha detto cioè che le fondazioni avevano bisogno anche loro all'anno il diritto di ogni riqualificato quel valore perché le fondazioni in questi dieci anni hanno contribuito all'aumento del valore di capitale la cassa
Fermo restando che un valore teoricamente ambientali dei numeri
Mi vorrei chiedere apertamente anche a chi è in sala cioè vorrei capire in in cosa fattivamente le fondazioni hanno contribuito a questo aumento di valore della Cassa
Io personalmente non ne ho trovato molto molto traccia e la seconda questione riguarda lo Stato stesso lo Stato centrale
Nel senso ricordiamoci casa protetta si fa un grossissimo favore al Ministero dell'economia
Comprando con i telefonini pronti contro termine eccetera ben centotrenta e rotti miliardi del debito pubblico a breve termine anche su questo c'è pochissima trasparenza non si riesce a capire se poi la Cassa circa un minimo guadagno che condizioni
Come sistema deve con funzione ha quanti sono strutturati con i derivati non entriamo nel dettaglio di questo
Però anche qui la logica di dire se avviene questo favore punto primo perché non si informano esprimo il costali e per fare cosa cioè se noi continuiamo a sostenere l'indebitamento dove la qualificazione di questo grande favore che fanno i risparmi per illustrarli
Perché sollevo questi due punti perché il modello francese e tedesco probabilmente nessuno dei due la seguite giusto trovare un modello molto più avanzato italiano
Ma l'unico elemento centrale è che la proprietà e del cento per cento pubblicamente cambi Parisi
E penso che difficilmente il Governo di Visco e il Governo francesi pensando e nella proprietà di terzi Davide dice di sì
Che di tipo in considerazione
E questo ci dovrebbe far molto riflettere specialmente rispetta indiscrezioni di stampa che parla del tema dell'idea di vendere un'altra quota di Cdp voi addirittura Cdp reti
Cioè ritorno su questo punto si lo Stato a sostanzialmente una piena capita e controllo rispetto soprattutto a quelle che sono questioni nevralgiche del funzionamento pubblico penso alla questione delle reti
E centrale che ci sia nel giudizio
Una piena proprietà pubblica secondo una logica ovviamente di
Di il maggior controllo che è ben chiaro al movimento Cinque Stelle questo inevitabilmente solleva la domanda del perché poi lo Stato dovrebbe a vivere una cassa di così presi con una forma secondo cui poi vuole anche che la Cassa estragga profitto
E via dividendo
A suo vantaggio
Quindi ricca ricapitolando questi sono i quattro punti centrali tornare una missione originaria di relazione nei confronti degli enti locali specialmente una logica anticiclica partendo da
Di qualcosa si può fare subito Gianni all'interno del vincolo del patto e cambiando il fatto molto di più
Cercare di svincolarsi da questa idea che semplicemente prestando le banche le banche di presteranno cioè o ci si prende la responsabilità direttamente o si capisce come a un livello più basso creare i propri intermediari
Rivedere la
Profondamente la logica dell'equity delle partecipazioni che a mio giudizio per lo Stato non deve essere un'estrazione di ricchezza ma deve essere l'opposto deve essere in garanzia
Che determinate questioni come le reti vengano gestite all'interesse pubblico e quarta e ultima questione porsi davvero una
La domanda si probabilmente dobbiamo andare a rivedere secondo una logica di ripubblicizzazione risocializzazione
La struttura societaria della stessa Cassa grazie
Ringraziamo
Antonio Tricarico passerei la parola al
Professor Mario Nuzzo
Che viene rappresentanza dell'Associazione delle Casse di risparmio italiane
E poi ed anche il ruolo della consigli amministrazione della Cassa depositi e prestiti
Quindi ci piacerebbe avere una sua opinione e soprattutto se come ha fatto Antoni Tricarico potrà essere accortezze alla fine fare una sintesi della sua
Magari l'idea di un eventuale riforma della cassa grazie anche se ha un po'sappiamo che un po'anche alcune domande grazie
Grazie
Grazie grazie di avermi invitato
Come è stato detto io qui sono la qualità di consigliere di amministrazione del
Dell'Acri e quindi rappresento sostanzialmente
Le fondazioni bancarie che sono soci socie di CTP
Credo che aveva avevo cosa più interessante sia quella di
Ripercorrere questi stessi punti dal punto di vista degli azionisti fondazioni bancarie
Intanto una premessa
Perché le fondazioni sono entrate in Cassa depositi e prestiti come ci sono entrate
Ci sono le entrate nel
Dopo che nell'operazione di privatizzazione già avvenuta
Hanno acquistato dal
Ministero dell'economia
Una
Parte allora il trenta per cento complessivamente delle partecipazioni che il Ministero aveva
Totalità dall'operazione di Costituzione della
Cassa depositi e prestiti come società per azioni
Nella percezione di delle fondazioni bancarie il senso di questa operazione di questo posso essere testimoni
Non è stata quella di un'operazione finanziaria sì
Le fondazioni bancarie all'inizio erano fortemente preoccupate degli esiti finanziari di questa operazione e questo spiega la Regione per cui inizialmente reazioni che acquistarono furono azioni
Leggiate perché non c'era una previsione su quello che sarebbero stati i risultati invece
La partecipazione fu determinata dall'idea di poter contribuire
Sia attraverso
L'apporto di capitale sia attraverso
La loro presenza in Cassa depositi e prestiti
Agli da
Una
A interventi di Cassa depositi e prestiti più aderenti alle esigenze del territorio che recassero perché le fondazioni rappresentano cioè di delle fondazioni era
Di potere essere
Nei territori nei quali erano presenti il momento di snodo fra le esigenze del territorio e la presenza
Di Cassa depositi e prestiti vista proprio in chiave strumentale alla sviluppo economico dei
Rispettivi
Territori delle casse questa strada l'idea che le fondazioni hanno sempre cercato di perseguire anche attraverso la loro partecipazione agli organi di Cassa depositi e prestiti
Dal Comitato di supporto degli azionisti di minoranza e che peraltro ha una funzione come sapete prevalentemente di garanzie di controllo più che
Di di Rizzo
E attraverso la presenza
Della minoranza dei consiglieri di amministrazione i Cassa depositi e prestiti
Ovviamente la maggioranza proporzionale al
Capitale sottoscritto e del Ministero dell'economia
I in questa prospettiva le fondazioni hanno seguito degli sviluppi della l'attività di Cassa depositi e prestiti
Che come è stato detto peraltro
Sono sviluppi che sono stati indirizzati da un lato
Da una ricca frequente attività legislativa che inciso sugli spazi di operatività di Cassa depositi e prestiti e per un'altra parte
Gli indirizzi del Governo avrà verso il Ministero dell'economia
Invece il Governo che ovviamente si sono
Si possono esprimere
Attraverso vere e proprie atti di indirizzo ma che nella realtà operativa quotidiana si esprimono attraverso l'indirizzo della maggioranza dei consiglieri di amministrazione di cassa
Che fanno direttamente capo al Ministero
Della economia
In questa configurazione come voi si è operato nei settori
A cui si è fatto riferimento primo corpo e nel rapporto con gli enti
Locali
Per
Quanto
Si può percepire dall'angolo di visuale delle fondazioni comunque dei soci di minoranza diciamo meglio dei soci di minoranza
L'attività
Nei confronti dell'attività di di sostegno delle degli enti locali è sempre stata una attività ritenuta centrale nell'attività delle casse e su questo
Sia i soci di minoranza sia i rappresentanti degli enti locali che come sapete sono presenti nel consiglio di amministrazione
Della Cassa depositi e prestiti quando si decide sulla questione relativa alla gestione separata
Hanno sempre richiamato l'attenzione spinto la attività di cassa deposita verità è che
La
Attività di sostegno nei confronti
Degli enti locali è quantitativamente divinità
Per i vincoli europei evinco disabilità che non hanno consentito l'accesso ma fatto interessante che probabilmente avete visto
Che nella diminuzione della quantità già interventi è un'entrata in percentuale la quantità degli interventi sostenuti da casa
Cioè il la la presenza di Fassa nel sostegno degli enti locali è percentualmente aumentata nonostante la diminuzione che vuol dire che il settore privato si è progressivamente evitato e si è potuto fare
Affidamento su questo
Ma
Nel ragionamento che è stato fatto ripeto sia dei soci di minoranza ma immagino anche da casa nel suo insieme
Il sistema degli interventi se sono stati indicati come interventi finanziari sono nati con l'idea di creare un supporto alla realizzazione di quelle opere pubbliche
Le scuole gli ospedali delle infrastrutture quant'altro
Che non si potevano più realizzare attraverso ovunque carico dell'ente pubblico proprio per i vincoli e quindi si è cercato di attivare un sistema
Sostanzialmente vicino al project financing in cui il finanziamento su interventi di i
Interesse pubblico o di
Occorre asiatica nel quadro di un progetto elaborato dagli enti pubblici
Dicevo in cui gli interventi potessero realizzarsi sulle imprese in modo da consentire alle imprese la realizzazione dell'opera attraverso un meccanismo di finanziamento che non cinese né sul patto di stabilità infatti
Io credo che se si va a vedere quali sono gli spostamenti che si verificano nei finanziamenti di Cassa depositi e prestiti si vede
Che la riduzione che si è realizzata nel finanziamento diretto degli enti pubblici attraverso meccanismi di mutui è stata recuperata anzi superata attraverso questi meccanismi di finanziamento indiretto
Sempre raccontando quella che è stata la prospettiva con la quale
Il i soci
Hanno lavorato
Per la fase attuale di euro di sviluppo deve strategie di Cassa depositi e persi devo dire che
In questa stessa logica si sono collegati anche
I finanziamenti alle piccole e medie imprese tramite il sistema bancario e anche i finanziamenti alle famiglie tramite sempre il
Frammentario
Qual è questa la logica sulla logica principale è quella che è stato detto Lagarce cassa non aveva la possibilità tecnica di effettuare
Finanziamenti diretti volte a questo Celli riesce anche questo fatto
La in paragone anche a paragone delle altre consorelle tedesca ed europea
Cassa depositi e prestiti a una struttura estremamente ridotta estremamente ridotto
Cassa depositi e prestiti opera come società con un numero di dipendenti però che oscillano interessi cinquecento cinquecentocinquanta comunque inferiore
A seicento dipendenti
Il che la rende del tutto inidonea ad l'analisi di un merito del credito che strippato sull'intero territorio
E del meccanismo di finanziamento indiretto è quello per cui Cassa depositi prende il rischio banca e la banca prende il rischio evidente
Si può fare meglio su questo rispondo certamente si può fare meglio va fatto in un quadro complessivo io sono molto d'accordo sull'idea
Che
Una politica economica io sono un giurista non sono economista ma
Sono completamente col fatto che una politica economica e sicuramente gas soggetto della politica economica del Paese non si può fare con interventi puntuali su singole emergenze
Non l'ha fatta avendo un disegno complessivo all'interno del quale
Questi interventi si collocano questa sicuramente la prima cosa su cui si può fare meglio
Si può fare meglio anche con un controllo intenso fisso su una
Meccanismi di utilizzo da parte del sistema bancario delle risorse che sono messe a disposizione
Da cassa depositi e prestiti toni che voglio intendere sia il completo utilizzo di queste risorse per il fine per il quale sono destinate anche se essendo
Risorse che arrivano le banche con un vincolo di destinazione dovrei ritenere che poi vengano effettivamente utilizzate sono sensibile ha un rilievo colletto anche
Nel documento che è stato dato che potrebbero esserci ritardi nel finanziamento Coaltin mal funzionamenti
Che possono incidere e questo deve essere un tema di grande attenzione perché è un passaggio effetti intricato che poi
Sensi fatto funzionare male può incidere sull'efficienza complessiva di questa operazione che è un'operazione
Invece
Oggettivamente importante credo come alimento di un sistema che non riesce a funzionare
Io vado Prescott ma anche l'idea distrarre da di utilizzare i finanziamenti alle famiglie
Prevalentemente nel settore nell'acquisto del telefoni della casa sponda non solo l'esigenza sociale che è quella di me di dare la possibilità dell'accesso
Ma risponde anche a un'altra esigenza quella per cui se non riusciamo
A ri far partire
Il sistema dell'industria edilizia creiamo dei problemi generali che non sono soltanto quelli
Della crisi dell'industria e della sua difficoltà che poi ha una ricaduta sull'economia generale del Paese anche attraverso l'indotto
Ma
Creiamo anche il problema che c'è che le garanzie immobiliari sono in questo momento delle garanzie iper sottovaluta di
Nel senso che tra
La situazione dell'invenduto la situazione del non finito ciò che ritorna sul mercato per l'incapacità di rimborso dei finanziamenti delle banche
E Leo l'operazione di smobilizzo da parte del patrimonio della
Gli enti locali e offrire dello Stato c'era un
Vi sia rilevante
Che i valori di mercato degli immobili sinistro in maniera significativa che è la ragione poi per cui oggi
Gli immobili sono consegnati difficilmente vendibili anche senza tanto più in sede di esecuzioni immobiliari in caso di mancato pagamento e quindi non vengono ritenuti
Una garanzia
Il sentiva idonea anche tenendo conto del fatto cresce anche qui un vincolo
Dei parametri europei su Basilea tre c'è un vincolo
Particolarmente soffocante stringente che soffoca
Questo diciamo comprende anche il discorso sulla
Gestione di fondi pubblici per quanto riguarda le intenzioni perlomeno coi quelli sono i risultati
Di questa gestione era una cosa che dobbiamo valutare insieme chi analizza a valle fuori
Suo quale può dare un contributo estremamente importante
Per quanto riguarda i tassi che vengono fatti pagare da cassa depositi e prestiti
Beh questo è un problema che riguarda proprio le finalità di funzionamento di Cassa depositi e prestiti sul quale io o una difficoltà oggettiva anche proprio per mancanza di competenza altre entrare
Ho però questa impressione il problemi di cassa sono da un lato i problemi oggettivi e direi
Comuni nel senso
Forse non superabili sono da un lato di remunerare il risparmio postale qui su questo non può che farci attraverso un meccanismo di tassi che siano idonei a questo assorbendo anche
Una percentuale di rischio che si va sempre più manifestando anche l'efficienza e amento degli enti locali
Questo è un'altra cosa che pure la tenuto i conti cui era tenuto conto che
Il tasso assorbe anche una parte dell'assunzione di rischio
Che
Che poi
Tese
Rafforzare il patrimonio
Questa è una
Esigenza intanto viene corrisponde alla possibilità di impieghi meno
Meno
Rilevante il patrimonio cassa più cassa
Impiega meno un può inviare in futuro se non attraverso un miglioramento dei suoi Precious lessico realizzabile attraverso mentori organizzati perciò
Questa è la regione nella quale come avete visto cassa
Destina tra il settanta e ottanta per cento del
Ricavato al rafforzamento del patrimonio ma questo
Non è un intervento in giro il preside nere come
Perlomeno questa è la percezione che hanno i soci comunque voler tenere in cassa
Qualcosa che si potrebbe distribuire avevano esigenza appunto di mantenimento delle commissioni che poi consento di continuare hard impiegare
Potremmo e
Grazie anche delle esigenze
Tarata non si applicano sì questo riguarda siti non c'è una no sulla gestione della norma gestione separata
Per le ragioni che abbiamo detto adesso rappresenta solo una parte che insieme un fine che non si sblocca no
I problemi che nascono dal patto di stabilità e vincoli europei destinata a non crescere anzi
Probabilmente a ridursi non perché non c'è la disponibilità finanziaria anzi tutto sommato il finanziamento agli enti pubblici realizza al massimo la funzione di cassa l'interesse
Dei soci di minoranza e
La tranquillità dell'investimento e quindi anche la protezione
Della posizione del risparmio postale quindi sicuramente l'area
In cui la rielezione di questa attività il problema è che se non riusciamo a modificare
Lì avvenimenti della
Impiega vita in quel
Settore ci troveremo di fronte anche
Il progressivamente alla riduzione di ciò che si può investire quel settore e se vogliamo mantenere una equilibrio complessivo probabilmente ad un ulteriore allargamento di ciò che si finanzia
In modo diverso per il quale però risolvere questo problema
Ho riorganizzazione di cassa su
Basile
Locale diciamo
Dunque questo e
Sicuramente un'opzione possibile
Io personalmente sono un convinto sostenitore della sussidiarietà e quindi tutto quello che si porta vicino al il luogo nel quale poi
Si deve operare lo ritengo una cosa positiva
E anche questo però fa parte di un disegno complessivo perché questo significa ancora una volta una
Di organizzazione complessiva di cassa significa una valutazione dei costi benefici
Di questa operazione perché è evidente che dovrebbero
Significa anche una valutazione di efficienza
Devo dire che nella idea iniziale dei soci di minoranza
Un po'questa come ho detto proprio all'inizio un po'questa funzione di raccordo fra il territorio
E cassa avrebbero potuto o dovuto svolgerla le fondazioni bancarie sul territorio nel senso che le fondazioni bancarie a loro volta ripeto il problema è una cosa nota ma lo dico perché poi serve per costruire il sistema le fondazioni bancarie le quali a loro volta sono amministrati da soggetti
Che nella maggioranza sono niente taglienti locali
E quindi questo senso sono hanno collegamento diretto anche operativo con gli enti locali
Dovrebbero essere avrebbero potuto essere o potrebbero essere i soggetti che
Sanno da momento di coordinamento e anche dal momento di prima selezione
Delle richieste degli enti locali concordandole con gli enti locali e cassa un anello di trasmissione che potrebbe portarci e non comporterebbe un aumento dei costi operativi
Di cassa e a certe condizioni con una analisi
Dell'immobile quali questo potrebbe essere reso anche efficiente potrebbero dare una contributo importante
La mia impressione
Anche proprio nell'operatività concreta con il territorio che gli enti locali quindi
Comunica anche c'erano le province ossia che ci saranno le Province la Regione
Sono in contatto talmente prese
Da una serie di problemi di gestione complessiva del loro territorio che la loro attenzione
Su o problemi sui problemi legati alle modalità con le quali si potrebbe operare sul territorio attraverso tutti gli strumenti che abbiamo detto
E anche attraverso
Lo strumento dell'housing sociale
Statica ma molto a decollare penultimo rigo dell'housing sociale che poi era un altro meccanismo che come finanziamento alle famiglie
Per l'acquisto dell'abitazione avrebbe dovuto avere a cuore o a una doppia valenza l'accesso alla disponibilità della casa in locazione piego Enna
Acquisto prezzi inferiori significativamente inferiori ai prezzi dei canoni di mercato da una parte e dall'altro un po'di rilancio dell'industria edilizia la quale sarà ovviamente interessata alla realizzazione di industriale del costruzioni o delle ristrutturazioni dell'esistente anche alla gestione
Questo questi progetti
Sono partiti ma hanno difficoltà ad arrivare perché si scontrano con una serie di vincoli
Vincoli edilizi vincoli di pianificazione del
Viale
Che evidentemente per i comuni per gli altri enti del territorio rappresentano problemi di difficile
Gestione questa è un'altra reso quasi come bisognerebbe lavorare molto per cercare di rimuovere
Gli ostacoli sia dal punto di vista normativo che dal punto di vista organizzativo perché sono convinto
Che se come sempre la riorganizzazione nel momento in cui si fa è un peso
è un peso perché assorbe risorse non solo risorse economiche anche risorse di personale di riqualificazione del personale c'è tutto un
Problema intorno però una volta che questo
Meccanismi si attivano riescono a
Realizzare
Direi di di efficienza e di operatività che sicuramente
Migliorano rivolto quindi
La la mia impressione da questo dalla prospettiva particolare
Dalla quale ho parlato è che tutto quello che è stato detto costituisce sicuramente
Un oggetto di riflessione importante ne costituiscono ricercare nelle quali si può lavorare
Che non si può fare un lavoro efficiente senza una visione e c'è una visione complessiva all'interno della quale tutto questo
Si colloca è importante anche
Una chiara rappresentazione di quelli che sono
Le modalità dell'azione le finalità dell'azione e risultati e questo vale per tutti perché se un elemento di valutazione estremamente importante credo quindi che siano tutti i punti sui quali
Si vedeva lavorare con molta
Apertura mentale per cercare di trovare soprattutto del presunzione possibili quelli che possono avere interesse comune risultato più efficiente
Grazie
Ringraziando il professor Mario Nuzzo
Non può non notare che comunque
Mi è sempre stato un un maggior intervento
O meglio un'azione private nei confronti della Cassa depositi e prestiti
Non solo dalla riforma del due mila tre ma anche lei già appunto ricordato come appunto i finanziamenti per le opere pubbliche non hanno più direttamente agli enti locali non passa attraverso il finanziamento indiretto
Perché non possono contare purtroppo però questa politica cosa avvantaggiata già il fatto che tutte le opere ormai da una stretta tra con con la logica del profitto e purtroppo però spesso ci si renda conto che questa logica magari lontano dal lontana dalle esigenze
Dei cittadini
Ho sofferto
Così complesso e difficile no non concordare faccio però presente che questo mi sembrerebbe un problema non risolve idea nemmeno a livello di legislazione nazionale questo
è una prospettiva che va concordata con l'Europa dovrà fare parte del pacchetto che si discute in Europa per ottenere condizioni che consentano bisogna ripartire queste attività
Questo è veramente un obiettivo
In un altro
Scusi vorrei anche magari dare la possibilità all'archivio pubblico a chi vuole intervenire parecchie domande generatori prima di passare a alla parola al dottore lesionati
Iglio pardon Martini che rappresenta il i
I Comuni virtuosi
Volevo però Parlamento faccia approfitto dell'acquisizione per parlare di edilizia quindi ha detto che l'housing sociale ha fatto ha avuto difficoltà a ripartire soprattutto per problemi legati alla pianificazione territoriale e dico mai in qualche modo
Un pochino e siamo contenti perché probabilmente forse si è andati incontro all'esigenza di ridurre il più possibile la cementificazione i nostri territori
Certo
Un altro passaggio importante
Poi
I in realtà guardate che il la parte maggiore di housing sociale non si fa costruendo nuovo ma si fa recuperando immobili esistenti perché poi il meccanismo sostanziale
è questo per una ragione anche pratica costa di meno
E quindi siccome il problema della housing sociale riuscire
A realizzare una contenimento dei costi di realizzazione che poi consente
Di praticare canoni e presieduta dal sociali
Diventa fondamentale riduzione normalmente all'esterno e non è l'esperienza che io direttamente ho avuto modo di vedere il meccanismo è questo
Un ente territoriale
Fornisce gli immobili che ha
Nel suo
Patrimonio e che non riesce che non può utilizzare diversamente
Le fondazioni del territorio intervengono finanziariamente con un contributo mettendo a disposizione di vita che consente la realizzazione
Dell'opera Cassa depositi e prestiti interviene in maniera importante per fornire altro invita penalizzazione dell'opera
Da questo insieme nasce
La realizzazione del progetto di housing
Che poi per questa ragione e perché la
Remunerazione dell'investimento è o inesistente a seconda delle classi
Di partecipanti o è il nulla perché
Di interesse è quello di attuare il fine sociale o
Minima come avviene per la Cassa depositi e prestiti dicevo questo consente poi appunto la messa sul
Sul mercato di queste perlomeno verso un mercato perché questi sono anche attribuiti a fasce di soggetti che sono particolarmente bisognosi
Di protezione insomma
Consente di praticare carne presente
Perciò
Anche qui sarebbe interessante io non ho il dato su quello che la proiezione nazionale del tipo di interventi però
Tutti quelli che ho visto sorpresa in questo modo e in genere
La meno conferimento di aree per la realizzazione di housing sociale introduce elementi difficoltà che rendono quell'operazione difficilmente praticabile perché costo di costruzione di ESA troppo alto quindi
Il diciamo
Ovviamente le condizioni possono essere diverse da regione a regione delle zone del territorio si potrebbe fare una mappatura però credo da mappatura emergerebbe se non tutto quanto meno grande parte allora
Grazie mille
Grazie mille
Chiedo al pubblico se qualcuno vuol fare alcun intervento grazie
Sì grazie Presidente si sono Marco Pirani Altroconsumo Associazione consumatori
Son venuto perché mi interessava il tema e anche noi vogliamo ancora approfondire rispetto a questa relazione Cassa depositi e prestiti e qual è qual è stato ancora sarà il futuro quali sono lei tende a mettere in campo
Mi interessava proprio il profilo del fatto che in questo Paese è uno la Cassa depositi e prestiti
Uno dei pochi soggetti che fa politica industriale cioè rispetto a una carenza a volte proprio al bar abbastanza
Percepibile di politica industriale in settori importanti che ci mette a volte fare stare indietro ad altri ma ad altri Paesi
Questo non soprattutto ecco un altro punto che è stato toccato della politica industriale
Chi a nostro avviso dovrebbe dare
Sul profilo dell'interesse generale no che non è sempre l'interesse nazionale l'interesse generale
Proprio per la consistenze della della Cassa depositi e prestiti dovrebbe essere l'interesse del cittadino quindi l'interesse nazionale a volte viene invece visto più con quello dei campioni nazionali uno
Campioni nazionali non sono quelli che necessariamente per mandato fanno gli interessi dei cittadini quindi
Posto queste due considerazioni secondo me il punto dove invito anche a riflettere
Sicuramente lo faremo anche noi ma è un punto secondo me da approfondire
E quanto sia sufficiente la trasparenza delle decisioni della Cassa depositi e prestiti in questo momento in questo Paese visto che è l'unico soggetto che fa politica industriale
E quanto lo sta facendo nella giusta direzione perché sostanzialmente noi stiamo un po'perdendo forse una parte del della democrazia alla quale forse certo dovremmo tenere
In maniera soprattutto in questo momento di crisi economica queste scelte sono
Ma a maggior ragione importanti
Quindi la carenza di trasparenza sulle decisioni della Cassa depositi e prestiti diventa ulteriormente un problema a nostro avviso non c'è sufficiente
Trasparenza sulle scelte non vado sulle scelte perché per esempio noi eravamo andati
Su un punto per esempio c'eravamo interessati delle c'è stato tutta la disperso prendo questo esempio
Quando c'è stata tutta la discussione che ancora si trascina
Francamente non sono bene dove arrivata sull'utilizzo pensò di Cassa depositi e prestiti per quanto riguarda nella rete di nuova generazione o la società delle reti
Francamente è stato molto difficile da cittadino capire quali sono state le scelte a che punto è stata la trattativa
Siccome son politiche quando si parla di scelte di politica industriale se le intendiamo nell'interesse del cittadino e ribadisco spirito dovrebbe essere mandato a casa depositi e prestiti ha messo soldi dei cittadini
Il dibattito che c'è stato francamente è stato difficilmente interpretabile da parte del cittadino quindi se c'è un dibattito molto a sviluppare una Cassa depositi e prestiti in futuro possa essere
Più trasparente
Penso che questo debba essere un punto fondamentale perché se quello è il mandato chi è dall'altra parte perlomeno lo dico da parte mia che forse sono un cittadino un po'più evoluto visto che mi occupo di queste cose professionalmente
Non ho capito bene in che modo sono state prese delle decisioni o non sono state prese grazie
Chi vuole capite con la domanda nel senso secondo me
Manca proprio una vera politica industriale nazionale così come manca un
Un piano energetico nazionale
Ci sono seconda misure che sono palliative o o parziali purtroppo manca un vero indirizzo secondo me della da parte del nostro Parlamento del nostro Governo anche perché il Governo insomma sono un centro gratuito
Poco io vorrei piacerebbe proseguire sulla stessa se della stessa opinione sono il relatore della parlata oppure altri relatori grazie
Ma io concordo pienamente con con quanto lei ha detto dal rappresentante di Altroconsumo ma
Avrei anche oltre cioè né ci troviamo al Governo centrale
Che in nome dell'agire della Cassa fuori bilancio
Di fatto deroga continuamente il caso per caso alla sua responsabilità di sviluppare una politica industriale
Noi l'unica discussione un po'più pubblica che abbiamo avuto tanto per cambiare i su Alitalia che è stato l'unico caso in cui la cassa ha fatto il gran rifiuto e lo Stato centrale e si è inventata la formula delle Poste
Che è stato l'unico caso però è paradossale che semplicemente qualche mese prima di fronte al dibattito sull'italianità di Telecom che ci si ricorda attivi eccetera e ci hanno entriamo nella vicenda Telecom
E e passato sotto traccia non c'è stato un vero dibattito su tutta la questione del sì o no scorporare la rinite se metterlo in Cdp diritti
Nel momento in cui il Governo per difendere l'italianità diceva quello allo stesso tempo pensava di mettere nella lista delle svendite un pezzo di Cdp reti
Questo era il paradosso e mi sono parlava del fatto che CTP continua tramite il Fondo F due I a sostenere metro Web
Per creare una parte di reti di fibra che non arriva mai nonostante tutti i soldi questi che vanno e i addirittura con la col fatto che i due attori che dovrebbe essere in competizione per fare meglio la rete nessuna dei due lo fa
CPP di fatto si sta in entrambi a dedurre me dovrebbe a mio giudizio con un palese conflitto di interessi non riesco a dire che non venga sollevato in Parlamento dove
Il presidente Meta guardo il Presidente Cdp eccetera quindi questo perché avviene
Perché è venuto questo avviene semplicemente perché c'è un Governo che tormenti incapace vero ma non solo quel cioè problema sono stati tutti i Governi precedenti ma che allo stesso tempo noi con questo atto di
Lasciare andare non pretendendo alcuna trasparenza cioè io ricorderei sono parlamentare in quest'Aula che nel caso del piano casa si è cercato di introdurre con grande difficoltà fallendo
Con l'opposizione del Governo emendamenti che dicessero almeno a quali banche sono lì beneficiari
Dei soldi del piano casa come funzionano questi meccanismi analogamente gas aiuti beneficiari cioè
C'è una volontà politica estremamente bassa da parte dei Governi di consentire quella trasparenza che inevitabilmente aprirebbe un grandissimo dibattito sul perché la gallina dalle uova d'oro oggi viene gestito in questo modo
Perché c'è questo perché è come al solito il Governo vedi la cassa come è fuori bilancio mi dà anche qualche dividendo e detto brutalmente ci se ne frega ora finché c'è questo atteggiamento noi andiamo verso quello che l'inglese richiama a sequestri quindi
Cioè
Di fatto le cose funzionano così ma funzionano fino a un certo punto perché come veniva detto
Quando la Cassa sarà spinta fino a un certo limite a quel punto diventerà ancora più discrezionali il tipo di investimento e ancora di più non rispondere a Napoli industriale quindi c'è bisogno a quelli industriali ma c'è bisogno anche
Di un Governo che si prende la responsabilità di giocare un ruolo pubblico nella casa e non di giocare il ruolo da privato dentro la cassa
Professor bazzecole aggiungere qualcosa grazie
Devo dire che
In gran parte sono d'accordo cioè nel senso
Che nel senso che
Allora cinque
Distinguerei due diversi profili
Da un lato
Può essere che ci sia
Un difetto di comunicazione o una
Non sufficiente comunicazione anche
Da parte di cassa devo dire questo è un problema fortemente il titolo di soci di minoranza ma in generale avvertito e c'è una spinta
A aumentare e migliorare sotto questo profilo il livello di comunicazione sotto altro profilo invece
Voglio dire questo
Quando noi parliamo della politica industriale di cassa dica se poi il museo non è che c'è una politica industriale di cassa c'è una politica industriale del Governo che nell'ambito della sua politica industriale utilizza cassa
Abbiamo detto prima le scelte che riguardano l'operatività di cassa sono fatte in parte con le leggi le quali hanno progressivamente modificato l'ambito di operatività del nella casa assegnando
Obiettivi di investimento vincolanti essendo per legge
Da una parte e dall'altro anche le scelte operative sono scelte operative che vengono
Prese certo non non direttamente dal Governo vada soggetti
Che costituiscono la maggioranza degli amministratori che sono direttamente riferibili al governo quindi quello che noi siamo
Lamentando secondo me sul quale io mi ritrovo non è tanto il problema che la cassa ma una una politica industriale trasparente quanto il fatto che c'è una carenza a monte
Nel disegno di politica industriale all'interno del quale uno degli strumenti
Cassa uno degli strumenti a casa se noi non riusciamo se voi qui non riuscite sia da forze politiche
Non riescono a
Realizzare questo obiettivo in cui radici muoviamo con sulla base della emergenza come abbiamo fatto negli ultimi vent'anni di più
Ma sulla base di una visione nella quale diciamo che cosa vogliamo fare per la società per il nostro Paese nel futuro ci troveremo altri fare questi discorsi
Sempre perché ci saranno sempre delle risposte parziali
Di emergenza in perciò necessariamente insoddisfacenti comunque conglobati fuori da una visione complessiva e questo perpetua le cose di cui stiamo parlando
Grazie mille
Prina di lasciare la parola a De Martini chiedere l'intervento del due onorevoli viva l'Italia che fa parte del gruppo i propri interparlamentare per la finanza spendibile
Grazie a una
E che interviene soprattutto in sostituzione della
Natura Giulio ma sono anche
Mi ha chiesto di essere qui al posto suo fratello un problema di partecipazione no io sarò molto rapido anche perché non no diciamo l'abitudine di arrivare a dibattito interne iniziato sì
E dare semplicemente la mia opinione ma purtroppo
Oggi è capitato perché prima ero al Ministero dello Sviluppo economico per la vertenza l'ex USL questo potreste così potrà essere
Ho perdonato alcune cose vorrei dirle però io credo questo noi abbiamo rispetto a caso le cose però esteso il resto pensare a un orizzonte diverso diciamo da quello presente
E anche per gli interventi che ho avuto modo di ascoltare fino a qui alcuni problemi che proverò a sintetizzare il primo prova di governance
Cioè io credo che in Italia ne abbiamo vale per la Cassa depositi e prestiti ma vale anche per altre aziende
Di natura pubblico palla pubblica un problema di questa natura dobbiamo un azionariato a maggioranza pubblica in alcuni casi anche
Assolve piante maggioranza pubblica come questo
In quell'ottanta per cento a quota Senato deriva stesso
Quindi una compagine anche azionare che in teoria permetterebbe comunque all'azionista di riferimento in questo caso lo Stato il Governo di esercitare al di là della forma diciamo di S.p.A.
Un ruolo di indirizzo forte o se non determinante addirittura all'interno della governance
Di quell'azienda
Questo però non avviene
Perché o almeno si ha l'impressione che non avvenga perché di fatto la forma diciamo di società separata poi giustifica il fatto quantificare il fatto che sulle decisioni strategiche e non solo strategiche in realtà le decisioni vengono demandate altro
Per cui appartengono a quello che è il bordo in questo caso della banca enunciare questo poi determina i locali secondo problema che è quello che la trasparenza di cui si diceva prima
Cioè io credo che proprio Spoleto derivi da qui
Tu avresti bisogno di quello strumento per fare politica industriale in questo Paese
Lo fai in qualche modo socio che su alcuni assenza Cassa depositi e prestiti Invest determina anche diciamo delle posizioni importante in Italia però non è mai chiaro quale sia l'input politico che porti
Apparentemente diventa una scelta tecnica apparentemente diventa una scelta demandata a terzi
E io credo che questo rispetto ad un Paese che ne sarà bisogno di una riflessione di un coordinamento molto forte del POR politiche economiche industriali sia un elemento negativo
Perché se per esempio a casa e poi si presta poca attività ordinaria deve investire pesantemente nel riassetto del multi utilizzando l'Italia cosa che fa
Io credo che questa scelta dovrebbe essere in qualche modo discussa a livello politico determinata a livello politico e in questo caso il
Nel caso specifico anche dagli azionisti che sono i Comuni sono
E non invece assegnata ad una decisione di investimento che apparentemente neutri
Anche perché andare in quella direzione non è semplicemente una scelta
Tecnica ma diventa una scelta politica diventa una scelta di indirizzare azionariato e di conseguenza anche di
Indirizzo di politica molto sensibili per i cittadini riusciamo la gestione anche lì
Parte importante dell'ambiente per esempio in Italia
Che poi vengono anche sulla base di questo se si vanno a scompaginare compagine societaria si va ad intervenire ma lo si fa apparentemente ma senza un controllo pubblico
Noi pensiamo la stessa cosa
Il trenta per cento di ENI non è in capo
A Cassa depositi e prestiti e lì parcheggiata
Dobbiamo pensare che sia veramente case potreste aver preso diciamo il controllo anziché al Governo sappiamo che non è così
Però sono tutti elementi di ambiguità che io credo siano contestabile allora questo si risolve secondo me oltre che dal punto vista dalla trasparenza ma soprattutto se ci fosse la capacità di una maggiore assunzione di responsabilità politica
Da parte del Governo
Cioè che si sappia che dunque anche organizzare diciamo una struttura come a casa e poi si appresta presso una filiazione S.p.A. anche tu sei azionisti ma del resto ha un senso se diciamo poi legame diventa stretto Salsedo che a me non viene demandato
Voi l'altro problema è quello invece dell'attività
Separata delle stanze separate che si fa resteremo qui secondo me questo è un po'più complicata
Perché non è semplicemente in questione il fatto che la Cassa depositi e prestiti Dio non dirà disponibilità ai Comuni piuttosto che allo stato piuttosto che le ragioni fare investimenti che non richiamo necessari noi proponemmo per esempio subito dopo
Il referendum sull'acqua che fosse Cassa depositi e prestiti senso è quel polmone finanziario che in qualche modo rispondeva alle necessità di ammodernamento della rete idrica che questo pesa
Quindi rispetto a chi sono se non ci privato chi c'è non si sa case poteva e può intervenire metto a disposizione di capitale con una remunerazione che sia
Diciamo al minimo di marchi di sostenibilità di mercato quindi molto più bassa di quella che insomma richiedo prende una provvista presso banche private e per quella via si potrebbe operare diciamo
Però lì interviene poi
La diciamo il problema centrale che rimane quello però del patto di stabilità delle regole di finanza pubblica e questo perché da lì non si riesce cioè Tricase cose prestiti dei momenti in cui interviene su dei Comuni fa prescritti
E non è che prendere diciamo soldi afferma presso la Cassa depositi e prestiti o da una banca privata rispetto a quelle che sono le casse del Comune della Regione lo Stato sia diverso
Cioè se tu non hai spazio finanziario perché il patto di stabilità inchiodato usa inchiodato a prescindere dal fatto che tu abbia ampia disponibilità teoricamente utilizzabili presso la Cassa depositi e prestiti io da questo punto di vista
Anche rispetto a pezzi di dibattito che ogni tanto diciamo sembrano adombrare l'idea che ci sia un tesoro a disposizione del pubblico che basterebbe diciamo svincolare con delle regole
Io credo che questa non ce la possiamo raccontare così cioè abbiamo un problema da un'altra parte che come è noto noi saremmo per risolversi punto di vista delle regole di bilancio e in Europa e in Italia ma che si risolve solo lì
Poi una volta risolto le
Che si debba tornare ad una logica per cui gli enti pubblici in questo Paese approvvigionano non attraverso il sistema privato magari facendo dei derivati
Ma si approvvigiona come è successo solo negli ultimi vent'anni ma si accolli sono per la via ordinaria presso uno strumento che deve è a loro disposizione che nasce per essere a loro disposizione e che ha credo anche il dovere
Di prestare denaro a regole che non siano semplicemente quelle di mercato ma sono invece quelle come è stato in passato
Di remunerazione sufficiente di quelli che sono i depositi poi dei
Dei depositanti delle anche questa è l'altra cosa che non va mai dimenticata e chiudo
Noi parliamo di un istituto che non stampa munite sono un anello suonano succursale dalla Banca centrale
è comunque un istituto che si finanzia andando a raccogliere
Denaro da parte di
Del del grande pubblico diciamo così remunerata dolo poco tanto che sia in alcuni momenti come questo poco in altri casi di più a seconda dei costi ma questo punto di vista non è diverso da un altro tipo di emittenti
E io credo che sia interesse pubblico anche
Garantirà diciamo che gli investimenti se non sempre
Sotto il profilo del Rio de qua
Perché anche questo è l'interesse pubblico sa quanto è a che fare con l'istituto che fa grande raccolta da grande pubblico anche frammentato che univa e a che fare col piccolo risparmiatore di anche assicurarti diciamo quindi che gli investimenti e con i fatti questo lo dico perché anche qui quando diciamo
Io ho visto ultimamente o meno poi mi sono posto il problema
Che non ci sia un'eccessiva leggerezza Brancati quando si dice case quote parti può diventare la garanzia di qualsiasi operazione di questo Paese qualsiasi operazione a rischio che coinvolga il sistema bancato nel Maghreb privato
Può essere diciamo superata mettendo a caso le poste Paese come garante dell'operazione con il risultato di un apparato che prende il rischio che attualmente sta sul privato e trasferirlo tout-court su un istituto
Di derivazione pubblica e che comunque gestisce soldi dei cittadini
Quindi anche da questo punto di vista io qualche cautela da terra è prima di dire che quelli sono soldi liberamente utilizzabili per fare qualsiasi cosa sono utilizzabili per fare investimenti a basso profilo di rischio come sono tutti gli investimenti di nastri di matrice
Pubblicistica diciamo che entrasse pubblica remunerate adeguatamente
Se si torna credo alla funzione originaria da un lato appunto il finanziata dagli enti locali dello Stato e dall'altro si ha la capacità di capire a quelli che sono gli asset strategici di interesse pubblico
Quindi collettivo e indirizzare su quello diciamo anche le straordinarie della Cassa io credo che noi faremo un'operazione
Complessivamente positiva anche senza immaginare grandissimi strumenti di riforma diciamo così ma soprattutto puntando a rendere stanno in quella direzione secondo me corretta grazie alla possibilità insomma
Quindi ringraziamo
Giovanni pagina
Raggiungere questo quindi
Se
Abbiamo visto come nel privato ci potrebbe essere magari un po'più di trasparenza sull'operazione di Cassa depositi e prestiti nell'ambito di della gestione ordinaria
Così nel pubblico magari con delle con attività normativa che in grado di andare magari a rivedere in parte il il patto di stabilità laddove magari si vanno a individuare i quali possono essere i gli interventi che grosso dubbio di ufficiali tra i cittadini
Con un aumento di benessere economico di sostenibilità degli interventi ecco e forse magari si riuscirebbe a migliorare sia
Lo l'operato di di Cassa depositi e prestiti sia in ambito privato quindi con un piano industriale anche in questo modo bilancio nazionale vengono indicati i percorsi i più importanti per riuscire a creare dev'essere intervenire in modo sostenibile così anche come per i Comuni potrebbero esserci anche in questo caso delle linee di indirizzo
Dai quali si potrebbe smog mobilitare il smobilitare impara in parte il patti di stabilità riuscire a fare intervenire cui meglio indebitare i Comuni in su quelli su quegli interventi perché no
Adesso io lascerei appunto la la parola Frattini
Che lo ringrazio molto per appunto che ci porterà a testimonianza dei Comuni virtuosità adesso se ne comunico scuse
Grazie grazie a voi tutti grazie al gruppo parlamentare Cinquestelle per questa opportunità per questo momento di condivisione di confronto su un tema invero
Complesso
E direi dirimente fondamentale per le sorti delle politiche della politica economica finanziaria non solo italiana pensi europea perché il punto è proprio questo
Ora
Cassa depositi e prestiti tengo subito a precisare sgombra il campo da qualsiasi equivoco è uno strumento
Uno strumento finanziario uno strumento economico così come sono strumenti le vecchie banche centrali degli Stati nazionali
La Banca centrale europea così come per altri aspetti la munita
La vecchia lira
L'Euro sono strumenti ecco
Questi strumenti debbono
A vere debbono essere caratterizzati da contenuti da visioni da concezioni del mondo e qui chiamiamo in causa la politica professor Nuzzo no
La politica la vera assente al mio nostro modo di vedere ora prima di entrare nel merito
Del rapporto tra enti locali e Cassa depositi e prestiti
Mi preme pile soltanto qualche parola sull'associazione dei Comuni virtuosi prima ecco è stata
Tirata in causa sì rappresento i Comuni virtuosi un'associazione nata nel due mila cinque
Oggi prego chiamo circa ottanta enti locali di piccole e medie dimensioni il comune più grande e cito solo Capannori in Provincia di Lucca
Che intorno a cinquanta cinquantacinque mila abitanti ecco dal nord al sud
Il che cosa fanno i Comuni virtuosi comuni virtuosi attraverso la partecipazione la condivisione delle proposte e quindi la partecipazione attiva dei cittadini dei portatori di interesse diffuso il collettivo delle associazioni
Tentano di
Indicare
Un indirizzo delle prospettive partendo dal basso
Mettendo in pratica delle azioni ecco le cosiddette buone pratiche di sostenibilità
Ambientale e sociale ma per fare questo occorre che il politico in questo caso l'amministratore
Abbia il coraggio di cedere non tanto la sovranità che appartiene
Costituzionalmente parlando al popolo ma
C'era l'autorità e l'autorevolezza per far sentire il cittadino protagonista delle scelte di governo e allora veniamo al punto
La Cassa depositi e prestiti beh
Antonio feriti Tricarico è stato chiarissimo in realtà ha fatto anche la storia
L'analisi lo sviluppo di quello che è successo negli anni allora potremmo sì partire ma state tranquilli non lo farò dal mille ottocentosessantatré nel momento in cui nasce la Cassa depositi e prestiti
Sulla scorta degli assi in più francese per noi la Francia è sempre stato importante
L'esempio principale perché perché quella cassa la nostra cassa riprende proprio dalla Cassa dei depositi e delle consegne giudiziarie
E allora storicamente la cassa dentiere alla funzione di grande banca c'è stato per gli Investimenti per gli enti locali e degli enti locali
Pur non avendo una sua circolazione quindi una circolazione fiduciaria
Passa il tempo questa attività fondamentale di tutela del risparmio è stato detto ecco chi mi ha preceduto ha chiarito
Le grandi opere
In questo Paese le grandi opere sane che hanno portato tengo a precisare sviluppo e civiltà nei territori più remoti
Di paglia dal nord come al sud
Sono stati possibili attraverso il risparmio dei cittadini dei commercianti degli artigiani dei lavoratori delle famiglie italiane
Eh ma le grandi ecco appunto è appunto ore arrivo gli acquedotti le strade
No le strade i ponti no parliamo e l'Italia degli anni cinquanta quaranta cinquanta sessanta
Per arrivare poi al boom economico album dell'edilizia industriale
E allora grazie a quegli investimenti a quei fondi a quei risparmi e le famiglie è stato possibile fare tutto questo
Fino a che
Fino a che
Cambiando i parametri cambiando le politiche economiche
Arriviamo al due mila tre
Hanno della trasformazione della Cassa depositi e prestiti da ente di diritto pubblico a società per azioni
Ora
Professore per certa parte della giurisprudenza la Cassa depositi e prestiti dovrebbe essere definita una S.p.A. di diritto speciale
Per via delle caratteristiche delle sue caratteristiche no perché ci sono aspetti che si compenetrano aspetti privatistici con aspetti
Appunto pubblicistici quindi il controllo della Corte dei conti per quanto concerne il Bilancio
Il potere di indirizzo del Ministero dell'economia e poi la presenza
E la presenza degli amministratori appunto degli enti locali
Ora
Però che cosa è successo nel due mila tre nel due mila tre
Con della diva del con la privatizzazione di fatto
Nel mondo degli enti locali
Che rappresentano voglio precisare l'architrave
Della struttura nazionale gli otto mila cento comuni per non parlare poi di quei Comuni con meno di cinque mila abitanti che sono il settanta per cento
Dell'Italia ecco la vera e propria ossatura amministrativa
Con
Potenzialità
Ritengo che queste comunità di esperienze di memorie di saperi locali che debbono essere valorizzati e non possono essere queste comunità abbandonate al loro destino
Ma prima di entrare nel merito delle proposte e delle difficoltà
Che stanno vivendo i Comuni italiani
Le province
Bisogna dire
Che
Ecco
La cassa
Ad un certo punto
Con la sua privatizzazione divenendo nei fatti una merchant bank a tutti gli effetti e non voglio mettermi dal momento che chi mi ha preceduto ha già
Descritta
In maniera egregia quello che è successo
è subentrata nella finanza locale fino ad ora inaccessibile
La finanza privata
Le banche
Le finanziarie
E allora sono subentrati sono entrati
I prodotti derivati
I fondi comuni di investimento
Poi gli strumenti finanziari atti a risanare
E a ristrutturare questo è il vero termine il debito pubblico contratto dalle purché amministrazioni in particolare dei Comuni
Questo è un capitolo importante che non va sottovalutato
Ora non mi dilungo sulla crisi che poi i prodotti finanziari hanno scatenato ancora di più all'interno dei grandi e meriti comuni italiani
è successo anche
Che a seguito
Di quella
Modo di concepire la finanza
Sono subentrate poi delle regole europee
Di politica economica e finanziaria e con quelli dobbiamo fare i conti
Perché sì è vero noi possiamo fare delle proposte
Ma fino a quando non andremo a toccare
Il cuore del problema che la politica economica di matrice più o meno permettetemi di dire liberista né un liberale
Perché qui parliamo di politica ci sono delle scelte da compiere che possono essere più o meno legittime o condivise
Più mercato meno mercato più pubblico non già più Stato attenzione più pubblico meno pubblico questi sono i quesiti importanti da porci
E allora
Partendo da questo
Noi in realtà oggi dovremmo affrontare il ragionamento in maniera più
Espansiva perché non c'è soltanto la cassa l'ho detto la Cassa è uno strumento cioè il problema del patto di stabilità interno
Il rapporto tra indebitamento per l'appunto netto della pubblica amministrazione e il prodotto interno lordo quindi il tre per cento il sessanta per cento di deficit
Il fisco al comparto attenzione
Non lo dimentichiamo
E soprattutto
Le contraddizioni e le violazioni del fiscal compact
Rispetto agli stessi trattati europei
Che continuano a prevederei il tre per cento dispensa come parametro come la mettiamo allora
Ecco allora che la politica e la grande vera assente
Non c'è una visione di politica economica di politica industriale soprattutto di politica degli enti locali e per gli enti locali che costituiscono i luoghi della democrazia di prossimità
Perché tra i territori
Può nascere tanti
In questo momento il cambiamento è già in atto perché ci sono donne e uomini che con il loro lavoro quotidiano paziente tentano tentano di modificare le sorti della loro vita
Aprendosi alla speranza come mettendosi insieme collaborando ma mettendo insieme soprattutto i Comuni
Posso portare mia piccola esperienza io sono vice Sindaco di un Comune ecco non sono sindaco complice il sindaco di un comune in provincia di Viterbo Corchiano
Abbiamo creato in due anni attraverso la condivisione e la collaborazione tra
Cose importanti gli amministratori i Comuni cosa impensabile fino a qualche tempo fa
Non solo abbiamo messo insieme gli agricoltori
I trasformatori dei prodotti gli artigiani ecco i portatori di interesse diffuso alle associazioni di promozione sociale e culturale su un disegno
Su un'idea di sviluppo ma un'idea di sviluppo che parte da pratiche concrete che possono essere già oggi
Replicabili replicate
Perché sono dimostrabili sperimentali
E allora abbiamo creato addirittura un bivio distretto
Partendo dall'agricoltura biologica
Ma l'agricoltura biologica e lavoro della terra vuole essere soltanto
Un pretesto un pretesto per andare oltre per andare verso un modello economico nuovo comunitario un modello di sviluppo sostenibile e compatibile come le vocazioni del territorio integrando quel principio di sussidiarietà
E allora la Cassa depositi e prestiti per i Comuni
Che ruolo potrebbe avere
Un ruolo straordinario
Efficace proprio per rilanciare
Un modello nuovo di economia e perché no di democrazia
Perché quando manca
La partecipazione dei cittadini dei produttori
Attorno ad un'idea viene meno la democrazia
E di questo
Assistiamo tutti i giorni
Attraverso
Decreti attraverso leggi gli atteggiamenti i comportamenti che tenta no tendo sempre però dalle politiche economiche comunitarie che tentano di allontanare sempre più i centri della decisione politica
Dal basso verso l'alto ma un alto indistinto
Un alto che non ha presentato neanche lo Stato
è con lo Stato centralista magari no non c'è è qualcosa di più e qualcosa di più dilatato no fumoso fumoso appunto e allora ci sono delle logiche bene noi facciamo delle proposte
Perché
Perché viviamo la pubblica amministrazione tutti i giorni
Abbiamo bisogno di opere necessarie utili
Proprio per lanciare quel modello di cui parlavo quel modello di società nuovo
E allora
Investire sì investire fortemente
Nel campo delle opere pubbliche nelle grandi opere normato hai ragione
Nelle piccole e grandi opere nelle piccole e grandi opere
Che sono la cura la manutenzione del suolo dei rischi idrogeologici
La ristrutturazione
La riqualificazione del patrimonio edilizio esistente
Pensiamo tutto quel patrimonio abbandonato dismesso le caserme
Per gli ospedali non solo il patrimonio privato i capannoni industriali che potrebbero essere di riconvertiti a patto che ci siano però le risorse necessarie
Non solo
La raccolta differenziata porta a porta vinta in tutti i Comuni
Creare una rete seria capillare
Di
Un industriale
Un'industria del al recupero degli oli di uso del riciclo dei materiali strettamente collegata alla differenziata altrimenti domandiamo
E tutte queste piccole grandi operazioni potrebbero creare
Prima di tutto garantire sana occupazione del poi crearne dimora potrei continuare
Mobilità sostenibile
Ecco il trasporto pubblico locale integrato il bike sharing il car sharing il Piedibus perché no
E allora il car pooling
L'efficientamento energetico
Quindi l'edilizia che torna ma non l'edilizia del consumo di suolo che ha fatto già tanti danni in questo Paese
Ma un'edilizia chiare sostenibile
Attenta
Alle esigenze delle persone non dimentichiamo che le case debbono essere vissuti abitate da uomini e donne
Allora
Questi per minori per i Comuni per me sono le opere necessarie fondamentali per far accrescere
Prima che
Materialmente
Culturalmente questo Paese
Per far questo o
Porre
Una Cassa depositi e prestiti
Che torni perlomeno
Alla sua funzione originaria
Ma soprattutto
Abbiamo bisogno di una tassa che sappia essere
L'interlocutore principale
Luogo di sintesi degli interessi delle idee delle comunità
Per questo per questo occorre una cassa pubblica sociale territoriale e soprattutto per finanziare anche pena annui caro
Lo dico adesso
Tutto il tema dei servizi pubblici locali di interesse generale perché lì
Possiamo creare davvero lavoro occupazione
E soprattutto ricucire il patto sociale tra cittadini istituzioni rappresentative quindi investimenti forti nei confronti del servizio pubblico dell'acqua beni comuni per eccellenza il bene comune più comuni di tutti per tutti
Rifiuti per l'appunto Energia ci metto anche l'energia il gas il trasporto pubblico locale grazie
Aggiungere questo che probabilmente abbiamo una politica un po'mio perché accettiamo conto di come gli strumenti e azioni da fare gli azioni da fare ci sono già perché sono già state fatte da molti Comuni
E forse mancano credo che quell'indirizzo politico capace di andare a fare delle scelte giuste quelle di cui però prima quella della modifica del patto di stabilità interno perché ricordiamo abbiamo un patto di stabilità europeo che c'è stato calato dall'alto ma stabilità interno è tutta sono tutte scelte italiane
Quindi queste scelte potrebbero essere potrebbe venire modificate andando a vantaggio di uno sviluppo sostenibile con azioni concrete tra l'altro già realizzate
E quindi perché no quindi speriamo noi ce ne andiamo tutti a ogni giorno però dovremmo avere anche il consenso di altre forze politiche in questo
Quindi lascerei ora la la parola a Marco Bersani per capire cosa ne pensa Louisiana sull'operato e sulla gestione Cassa depositi e prestiti visto che da molti anni se ne occupati grazie
Sì grazie a voi dell'invito e nell'occasione
Ma diciamo io molte cose le ho sentite
La gran parte le condivido
Proverò però
Diciamo a rendere un po'più scoperta la partita perché ho l'impressione che
Quando si fanno un po'questi incontri
Allora se si ascolta le fondazioni bancarie colpa del Governo se si ascolta il Governo ha colto dell'Europa se sconta l'Europa è colpa
Della crisi globale c'è c'è sempre qualcosa che
Un passo più nulla e che quindi sostanzialmente serve
Diciamo a piegare l'impossibilità di potere fare delle cose
Allora cominciamo intanto dire questo non è vero che le fondazioni bancarie sono arrivata alla Cassa depositi e prestiti
Assumendosi chissà quale carico e solo quindi
Grazie al fatto di aver ottenuto alcune possibilità hanno portato il loro contributo
Chiunque si ricorda la storia nel due mila e tre sa esattamente che il Governo Tremonti per poter privatizzare Cassa depositi e prestiti a espressamente richiesto l'ingresso alle fondazioni bancarie
E lo ha talmente caldeggiato da
Diciamo aprire la strada grazie al fatto di dare azioni privilegiate
A soggetto appunto delle fondazioni bancarie che nell'arco di dieci anni hanno portato a casa più soldi di quelli che hanno investito
Ore undici e certo ci mancherebbe
Un'operazione profittevole sì infatti è un'operazione profittevole legittima non è un
Diciamo non è un reato
Che c'entra con l'interesse generale ecco questo il problema
Cioè il problema è
Capire il perché
Tutto questo accade
Per qual è la filosofia che sta dietro queste cose
Perché è buffo pensare che le fondazioni bancarie entro la Cassa depositi e prestiti all'azione bancarie sono
Diciamo il legame con il territorio e da quando entrano in cassa depositi e prestiti illegali medica secoli presto il territorio si affievolisce
Progressivamente
Fino all'intervista di qualche mese fa dell'amministratore delegato Gorno Tempini che rivendica il fatto che da quando lui ammiratore delegato i finanziamenti e gli enti locali sono stati ridotti a un di un quarto
E questo lo considera
Una strategia di politica della Cassa
Come dire che prima la casa era una sorta di
Carrozzone clientelare degli enti locali finalmente arriva l'impronta manageriale e gli enti locali progressivamente si dovranno scordare interventi della Cassa depositi e prestiti
Peccato che era nata esattamente per quello la Cassa depositi e prestiti
Case vuote perché nata semplicemente per garantire da una parte del risparmio postale dei cittadini dall'altra utilizzare quel risparmio per permettere gli investimenti degli enti locali a tassi agevolati
Mi ha fatto così percento quarant'anni
Allora la politica è assente e miope no la politica a
Scientemente e deciso ha scelto
Di non occuparsi di queste cose delle ghiandole
A S.p.A. in questo caso la Cassa depositi e prestiti
Per sostanzialmente
Modificare il proprio ruolo di
Garante dell'erogazione della fruizione universale di servizi
In
Ruolo di facilitatore per l'
L'espansione della sfera di influenza dei mercati finanziari sull'intera società
Ma
Dopo anni di politiche alternative sui rifiuti
Di
Strategia Rifiuti zero
Di comuni dove si sperimenta dal basso un altro modo di gestire i rifiuti
Come mai Cassa depositi e prestiti due mesi fa presento con uno studio il cui titolo è obiettivo discariche zero
E se uno lo legge significa tutto negli inceneritori che la Cassa depositi terzi si propone
Come soggetto finanziario per rilanciare le grandi multiutility territoriali sul tema
Della strategia legata all'incenerimento
Dopo un referendum di ventisette milioni di cittadini che hanno votato contro la privatizzazione dell'acqua Cassa depositi e prestiti attraverso il Fondo strategico italiano
Entra nel capitale di Hera
E riunisce le grandi multiutility dicendo servono tre quattro campioni nazionali collocati in Borsa che gestiscono la quei servizi e io mi propongo
Come la leva finanziaria che consenta a questo
Neanche la politica assente la politica ha deciso questo ha deciso di delegare
Questa parte
Diciamocela chiara politica industriale di questo Paese la fama Salini
Neanche assente la politica ha deciso che non è fare Bassanini
E Bassanini ha fatto essendo
Il Presidente di una
S.p.A. che ha come obiettivo l'atto la produzione di utili per i propri azionista
Tra l'altro Bassanini
Nominato dalle fondazioni bancarie le fondazioni bancarie sul ruolo talmente
Costretto il piccolino dentro casa e così i prestiti che nomina il Presidente
Però diciamolo chiaro
Negli anni Novanta
C'era un intero settore da cui il sistema bancario era escluso ed era il mercato degli investimenti degli enti locali
Allora si sono messe in atto una serie
Di normative
Liberalizzazione mercati finanziari privatizzazione sistema bancario eccetera eccetera
Per rendere finanza decentrata
Per rendere possibile l'ingresso delle banche nel mercato e rivestimenti identica
Che cosa mancava quel punto non rendere più conveniente Cassa depositi e prestiti e come lo si è fatto facendo ad una S.p.A. facendo entrare le fondazioni bancarie
Dandola permettendo la parola fine agli finanziamenti a tassi agevolati per gli enti locali
Tensione cassa depositerete ancora oggi fa dei finanziamenti a tassi agevolati
Per esempio le grandi autostrade la Lombardia
La BreBeMi è stata finanziata a tassi agevolati
Chi gliel'ha chiesto quale interesse generale c'era dietro questa cosa
Non sappiamo però è stata finanziata a tasso agevolato
Allora il problema è il profilo
Che la cassa alti lo scopo a cui deve servire
Su questa cosa non ne usciamo se la Cassa depositi perché rimane una S.p.A.
Strutturalmente i suoi interventi devono essere unicamente finalizzati alla produzione di redditività finanziario
Non è un crimine ma non c'entra nulla con l'interesse generale
Allora la prima cosa che va fatta
Riportare la Cassa depositi e prestiti
Nell'alveo del diritto pubblico
Vuol dire salutare le fondazioni bancarie
Che se hanno dato la ringraziamo se non hanno dato che anche
Nove rimpiangeremo
Ma occorre che la Cassa depositi perché torni a essere un ente di diritto pubblico
Condizione necessaria ma non sufficiente
Non so quanti di voi si sentano tutelati se la Cassa è così perché interamente del Ministero del Tesoro io non mi sento tutelato quindi è condizione necessaria ma assolutamente insufficiente
Qual è l'altro pezzo l'altro pezzo
è che siccome stiamo parlando del risparmio dei cittadini che lo affidano perché è garantito dallo Stato
Occorre che proviamo a ripensare la Cassa depositi e prestiti
Progressivamente sempre più vicina alle istanze delle comunità territoriale
Allora dobbiamo pensarla in termini decentrati dobbiamo pensare al suo interno forme di partecipazione delle comunità locali
Dobbiamo anche immaginare che i progetti
Che gli enti locali che gli enti locali sui quali gli enti locali chiedono gli investimenti i finanziamenti
Debbano avere pensate attraverso un percorso partecipativo dei cittadini del territorio
Sembra una cosa complicatissima in parte lo è
Però o faccia o costruiamo quella strada lì
Oppure è inutile che discutiamo ma il Governo non fa il suo mestiere dentro la governance della Cassa depositi e prestiti
Ma se così presto attraverso il Fondo strategico italiano sta cercando di entrare
Nella capitale sociale di Fini per
Un soggetto della grande distribuzione
Cento milioni
Se quei cento milioni invece che metterli in un'operazione che serve solo ad aumentare l'accentramento dei grandi colossi della distribuzione alimentare
Fossero distribuiti un milione a Provincia
Per progetti di reinvestimento dell'occupazione giovanile in agricoltura
Anche solo con quei cento milioni che messi lì
Servono solo alla grande distribuzione
Messi sul territorio produrrebbero qualche migliaio di posti lavoro un po'più di agricoltura pulita
Un minimo di ragionamento sul chilometro zero tra
Cibo consumo eccetera eccetera
Allora noi dobbiamo ragionare su
Visto che ci dicono che era la crisi e di tutti
Noi sappiamo che non è esattamente così ma non è questo il tema di oggi
E se la crisi e di tutti allora i soldi che sono che provengono sostanzialmente da la grande maggioranza dei cittadini questo Paese dobbiamo decidere tutti insieme in che direzione devono andare
Perché se fino al due mila e tre la casa e così presti aveva un uno scopo univoco e quindi c'era una sorta di tacito consenso da parte dei cittadini risparmiatori
Se oggi la Cassa depositi e prestiti fa joint venture con il fondo del Qatar per investire sul turismo in Sardegna
Io che un libretto di risparmio incassa in
Alle Poste quindi gestito la Cassa depositi e prestiti
Avrà diritto ad avere voce in capitolo se i miei soldi devono essere utilizzati per progetti di investimento del fondo del Qatar nel turismo in Sardegna
Io credo di sì
Cioè io credo che i risparmiatori debbano cominciare a da avere diritto
A ragionare su libretti di risparmio vincolati
Cioè dove io mentre altro libretto risparmio dallo stesso contratto
Posso indicare
Qual è la destinazione che vorrei dell'dell'utilizzo dei miei soldi
Gli enti locali devono avere voce in capitolo rispetto
Alla Cassa depositi e prestiti eccetera eccetera eccetera cioè il problema
E che non ne usciamo se immaginiamo che il tutto possa essere fatto con piccoli ritocchi con maggiori attenzioni o con questo richiamo alla politica che non c'è io lo ripeto la politica c'è
Ha scelto di non occuparsi
è una scelta consapevole questa
Allora se non se ne occupa la politica nel senso del livello più alto della governance se ne devono occupare i cittadini gli enti locali istanze della società perché perché sono i nostri soldi
Buona sostanza
E soprattutto perché noi abbiamo in mente che abbiamo diritto a un futuro in questo Paese
E allora tutta questa partita
Va giocata fino in fondo anche qui dicendo c'era molto chiaro
Non se ne esce dalla questione
Che la Cassa depositi e prestiti ogni intervento che fa serve al mantenimento l'attuale situazione del sistema bancario
Perché se io quando dico che aiuti i terremotati in realtà presto a tassi di mercato alle banche
Le quali prendono i soldi e a tasso di mercato forbice più alta prestano
Alle popolazioni colpite dal terremoto
Non stiamo dicendo che stiamo aiutando le persone colpite dal terremoto stiamo dicendo che stiamo aiutando il sistema bancario
Le banche chiudono i rubinetti del credito ma perché dovrebbero riaprirla
Se io quando arrivano le piccole e medie imprese e gli dico che non li presto nulla
Le piccole e medie imprese ovviamente si arrabbiano protestano il Governo a quel punto cosa dice Cassa depositi e prestiti dai sui soldi alle banche che li danno le piccole e medie imprese
In questa che è un'operazione è una partita di giro le banche guadagnano
Perché domani dovrebbero riaprire il credito sostanzialmente non facendo nulla
Portano a casa un guadagno
Quale migliore incentivo a proseguire in quella direzione cioè a tenere chiusi i rubinetti del credito perché tanto
E la relazione con gli enti locali
Ma possibile che la Cassa depositi e prestiti oggi si presenti agli enti locali
In buona sostanza
Proponendo sì come il partner ideale per la svendita del patrimonio pubblico immobiliare
Tra l'altro con un'efficienza del pubblico perché
Poi si dice nel pubblico non funzione
Nel mese di dicembre due mila tredici questo Paese è riuscito a fare un'operazione di un'efficienza gigantesca
Il trenta di novembre è stato approvato una legge
Che dice
Che
I Comuni che
Divenuti diciamo proprietari di immobili del demanio pubblico avessero voluto porle in vendita diretta
Lo potevano fare
Attraverso la vendita Cassa depositi e prestiti c'è il tutto fosse avvenuto entro il ventisette di dicembre due mila tredici
La legge viene pubblicata il tre dicembre in Gazzetta
Dal tre dicembre al venti di dicembre
I Comuni approvano in Consiglio congiunta in Consiglio comunale piani di vendita dismissione del patrimonio pubblico
Alcuni devono ritornare in Consiglio in Giunta perché è perché nel frattempo Cassa depositi e prestiti ha dovuto diciamo aprire un comparto speciale
Per questa operazione e siccome nelle delibere vanno scritte invece che l'altro comparto ha dovuto rifare il Consiglio comunale per camper fare la modifica delle delibere società farle tutte dentro il venti di dicembre
La gran parte di questi immobili era sottoposto a vincoli ambientali ebbene dei dei beni culturali
E tra il venti e il ventisei di dicembre sono avvenute tutte le autorizzazioni per immaginate no mentre si brinda regalo aumentino
Ministero dei beni culturali a visionati i progetti e dato le autorizzazioni e il ventisette di dicembre Cassa depositi e prestiti ha preso quarantaquattro immobili tra cui due isole della laguna di Venezia
L'arco di un mese si è fatto tutto perfetto cioè il pubblico quando deve
Spogliare le comunità locali e perfetto funziona che
Manco in Germania se la sogna un'efficienza così
Allora il problema è ma Cassa depositi e prestiti questo diventare
Case così prescrivesse quella che si presenta agli enti locali dicendo ti vedo un po'di sofferenza devi vendere il patrimonio so che fare fatica che aiuto io vendo lo valorizzo cioè gli do un prezzo
Poi se tu riesce a venderlo di più è fatto un affare in sé non riesce a vendono te lo compro io quel presso il polo petrolio sul mercato
Ma qualcuno discute se quel patrimonio va bene che sia venduto può essere riutilizzato socialmente può diventare
Quella per la progettazione rispetto a queste cose nulla
Allora la partita di questo tipo
Cioè noi possiamo continuare a immaginare che risparmio postale dei cittadini che una risorsa gigantesca di questo Paese
Debba essere indirizzato a scelte dei decise da un'élite politico manageriale chiara come unico scopo favorire l'espansione dei grandi interessi finanziari privati sulla società mi sull'intero Paese
Questa è la partita
Io credo di no
Io credo che noi dobbiamo sottrarre quelle quelle risorse ai grandi interessi finanziari privati per metterli a disposizione di una nuova economia sociale e territoriale promossa a livello locale territoriale dagli enti locali
Che mettano in campo anche i soggetti privati del territorio non è una questione di pubblico-privati sostrato ideologico
Agli enti locali devono essere il centro di questo percorso di questo processo
E guardate di lavori da fare ce ne sono diceva prima prima Martini
Certo è un problema finanziare duecento piccoli interventi sul riassetto idrogeologico del Paese meglio a finanziare una grande autostrada
è chiaro così
è complicato finanziare una reticolare età di politica dei rifiuti basata sulla raccolta porta a porta Teglio finanziare grandi inceneritori
è questa la scelta che abbiamo di fronte
Vogliamo che il modello sia quello lì
Allora continuiamo la Cassa depositi prestiti va bene fa utili perfetta dove il problema
Ma se vogliamo ragionare come come facciamo uscire dalla crisi dobbiamo riappropriarci di quella ricchezza sociale
Le appropriarci vuol dire mettere a servizio di un altro modello
Che trova davvero uscire dalla crisi
E però la davvero superare quell'idea strana per cui la crisi sembra sempre una cosa temporale
Ogni all'inizio del prossimo anno c'è la ripresina sono sette anni che lo sentiamo
Allora forse
Per non sentirla più occorre mettere in campo cose vere
Che producono lavoro socialmente e ambientalmente utile
E che permettono davvero alle comunità di rimettere in campo un altro modo di pensare
Anche sul patto di stabilità ma perché l'Europa dobbiamo aspettare
Il Governo ammette di mettere i finanziamenti per le grandi opere fuori dal patto di stabilità
E il Governo lo sa che il patto di stabilità si può modificare
Quando ne parliamo noi sembra che purtroppo andiamo in Europa non possiamo modificare o perché non cominciamo a dire
E tutti gli investimenti degli enti locali
Rivolge i beni comuni al welfare territoriale devono uscire dal patto di stabilità
Perché non chiediamo ogni ente locale di cominciare approvare ordini del giorno in questa direzione e su questi aprire un contenzioso con il Governo
Dicendo molto chiaramente che se gli enti locali sono i luoghi di prossimità dei cittadini e i cittadini sono rimasto condizione sociale drammatica
Gli enti locali devono essere messi nelle condizioni di poter intervenire e allora gli interventi che riguardano i servizi pubblici locali welfare locale devono essere tolti immediatamente dei conteggi per il patto di stabilità
E la Cassa depositi e prestiti ricominciare tornare a finanziare appassita agevolati
Alcune cose le può fare anche subito e
Non è che per finanziare a tassi agevolati bisogna uscire
Da tutto quanto basterebbe fare tassi del due per cento invece che del cinque per cento
La Cassa depositi e prestiti non intacca il patrimonio certo non produce utili
Ogni tanto toccare anche a qualcun altro sacrificarsi no
è questa la partita
Ci sono centinaia di Comuni che hanno ancora attivi Muti dalla Cassa depositi e prestiti a tassi del nove dieci undici per cento
Sono i vecchi tassi agevolati perché allora l'inflazione era sedici diciotto venti per cento alla cassa depositati prestava i Comuni al al nove dieci undici per cento
Oggi sono tassi da usura
Perché i sindaci non si ribellano su questa cosa e non chiedono tutti a casa dei voti espressi la ristrutturazione di questi mutui
E Cassa depositi e prestiti deve rispondere con l'idea che la sua missione e la produzione
Massima di dividendi
O cominciamo a ragionare che quelli sono quella ricchezza sociale deve essere messa al servizio
Spesso le partite che abbiamo di fronte
Devo dire
A al merito del momento a cinque stelle la prima volta è una forza politica ne vuole discutere fino in fondo quindi io
Su questo sono contento e vi ringrazio e spero che questa diventi un lavoro lavoro che prosegue nel tempo no cioè
Il tema è complesso le sfaccettature sono molte quindi dovremmo anch'ancora lavorarci su questa cosa qua però una strada che si intraprende importante perché perché altrimenti tutti noi siamo sempre costretti a intervenire a valle dei problemi
Il monte sempre in mano agli altri
Diciamo discutere a monte le risorse come vengono destinate per quali finalità questo ente
E forse riusciamo per una volta
Anche a recuperare quella politica che oggi sembra assente sembra mio per o che secondo come la vedo io consapevolmente si nasconde
Perché poi la politica in realtà sono siamo noi sono gli interessi di tutti e questa cosa che dobbiamo rimettere al centro grazie
Nel ringraziare Marco Bersani fine cercare diceva con quel
Non sembra possibile intervento mi preme evidenziare due aspetti fondamentali
Uno sulle cose che ha detto Marco appunto sul fatto che
Veramente tra ente pubblico che andava bene somma che andava bene che faceva molte cose pure per il pubblico
Per i cittadini e chiede un certo punto è diventato in parte privato
E consigliere come RAI perché è un ente se funziona bene ed essere per forza privatizzato cassa cosa sta succedendo adesso con la svendita di di alcune partite le azioni di alcune
Di alcuni enti
Totale proprietà pubblico come ad esempio le poste di pochi giorni fa la notizia che appunto la Commissione trasporti ha approvato con lo schema di decreto legge col col quale si vuole appunto vendere una parte di questi italiani purtroppo
Purtroppo l'interrogativo ce lo poniamo spesso perché deve se necessario vendere ai privati cosa che vanno bene funzionano bene perché
E purtroppo le risposte sembrano si assenti sappiamo benissimo con quel Cassa depositi e premi Cassa depositi e prestiti comunque fa una
Tra una per per i propri risparmiato eccetera
Per rispondere delle Poste fa un lavoro egregio nel senso che assicura il fatto che comunque
I soldi diano i soldi investiti risparmi investiti
Vi hanno comunque un certo ritorno sappiamo che Cassa depositi e prestiti per fare un investimento quanto meno controlli si assicura che c'è un rendimento sottopasso che vi sia un rendimento
Quindi da questo punto di vista non si può nulla non si può torni su un osservazione
Però
Chi dovrebbe essere un occhio in più per cui faceva prima cioè prestare i soldi agli enti pubblici dalla possibilità agli enti pubblici di spenderli su questo non serve solo l'incarico se così si presti ma serve anche l'impegno della della politica
Su questo quell'interrogativo sull'impegno della politica lascio la parola l'onorevole Francesco Boccia che non ha bisogno di di grandi presentazioni in quanto Presidente insomma della
Della Commissione Bilancio della Camera deputati
E vorrei chiedervi questo quindi quale secondo lei visto che ha una coscienza magari anche più ampio della nostra come
Come forza politica quale potrebbe essere
Quindi la possibilità di un di una modifica del patto di stabilità interno nel della nostra
Dall'assegnazione
In più sollecito ancora il pubblico magari a un a un ciclo finali di di domande a tutti i relatori e poiché se riusciamo proviamo a scrivere qualche punto da inserire un documento di
Così Documento programmatico per magari per un prossimo incontro grazie
La ringrazio
Pesco Sebastian Barbanti insomma i colleghi
Commissione
Finanza dello venticinque sterline
Promotori di questa
Credo sia opportuno seminario
Non non penso di saperne di più
Dico con grande franchezza penso di poter dare un contributo questo discussione molto molto concreta
Però restando al tema del dibattito cioè quale ruolo comunicasse sentito
Molte valutazioni
Di natura politica legittime ma di natura politica
Monte analisi anche su
Sulla politica economica che il
Che nel nostro Paese è stata fatta
Giudizi assolutamente legittimi alcuni molto condivisibili altri opinabili
Ma che ci porterebbero su un altro campo che imporrebbero me intervento diciamo
Lungo che non ha intenzione di fare nel senso che arresto
Diciamo cc partecipo molto dura docente universitario questo segnale tutti
Che da deputato del Partito Democratico trovando dare un contributo anche perché il tema mi sta particolarmente a cuore io sono tra quei
Ricercatori
Che nel due mila tre contestare una riforma Tremonti senso che non ho mai condiviso è agli atti quello che dico
L'ho mai condiviso trasformazione Spada Cassa depositi e prestiti
Perché vengo da un'esperienza
Culturale personale legata
Aldo vuoto della finanza pubblica
E degli enti locali come dire che a Roma antica
Ma che torna d'attualità soprattutto di alcuni
Da alcuni interventi
è emersa ancora quando in stato di aree
Finanza degli enti locali insomma specializzato su questi temi scottanti analisi comparate
In Europa e in giro per il mondo
L'Italia aveva degli enti locali italiani avevano come unico polmone finanziario la Cassa depositi e prestiti
Si indebitavano in maniera elementare ma comprensibile cioè a tasso fisso potrò nemmeno scegliendo il tasso fisso tasso variabile si indebitavano tasso fisso
E si indebitavano a vent'anni
Quindi potete immaginare la complessità però responsabile della ragioneria mente Consip sulla semplicemente preparare prestampato perché poi la cassa di allora
Non c'era internet
Forniva il prestampati moduli ai ragionieri compilarlo vent'anni
Tasso fisso deciso allora
Come oggi con meccanismi diversi dalla
Tesoro
Perché bisogna mantenere in
In equilibrio
I conti commessi ai risultati che anche allora la cassa polmone finanziario richiamato doveva far quadrare perché
Prendeva risorsa risparmio postale le reimpiegare a condizioni
Che le consentiva di pagare le spese generali di avere dei margini ci consentirà all'Istituto stesso vivere e i nostri enti locali per la verità su questo sono cresciuti e devo dire con
Con alcune controindicazioni che erano figlie del modello di finanza derivata in cui vivevamo no nel senso che
Quegli amministratori pubblici
Poi finiti male diciamo dentro Tangentopoli
Erano abituati ad uno Stato che gli diceva
Come fare e cosa fare a quali condizioni Edolo facendo non si chiede ora meno perché e il confronto culturale tra gli amministratori locali e quelli
Quelli regionali e tra loro del legislatore
Era tutto basato
Su
Quanto riesco a spillare di spesa pubblica in più e in funzione del rapporto che io se sono un sindaco con il mio capo partito o se sono un alto funzionario di partito con i vertici del mio partito
Erano i tempi della finanza derivata
Ed è la cassa che finanziava
Con un meccanismo molto elementare tutti gli enti locali italiani tutti coloro che ne facciano richiesta protetto nessun ente locale era possibile
Reperire risorse in maniera alternativa e quando è stato possibile la nostra storia è stato possibile appreso decreti straordinari e per
Vicende specifiche
Questa è stata l'Italia fino all'inizio degli anni Novanta finanza derivata caso depositato depose presidi come unico polmone finanziario queste mandato in crisi
Non ho mai difeso la finanza derivata perché sono stato uno dei sostenitori della necessità di avvicinare i meccanismi di reperimento delle risorse finanziarie
Al luogo di prossimità e quindi agli enti locali
Tant'è che la trasformazione degli anni Novanta che c'è stata
Nel passaggio diciamo tra la cosiddetta finanza derivata alla cosiddetta dico così detto perché sarebbe lungo da fare spiega diciamo entrare nel merito delle delle distinzioni
Cultura scientifica e le cose che ci stiamo dicendo alla cosiddetta finanza autonoma
Questo meccanismo ha impattato culturalmente sul nostro persino generica nel senso che
Le classi dirigenti e degli anni novanta del due mila e quelle di oggi sono cresciute non dicendo sì tra di loro quanto riesco apportare oggi dire risorse in più nel mio Comune rispetto a spesa storica
Il tre per cento in più quattrocentododici procedibile si sono
Addestrate
Generazioni e generazioni uomini e donne di politici in Italia in questo modo
Quella roba non esiste più
Voi pensate mentre
Nel mille novecentonovanta novantuno
Fatto cento la parte corrente di un bilancio di ente locale il novantacinque per cento al tre per cento erano trasferimenti dello Stato
L'altro cinquanta per cento
Oggi
Mentre io sto parlando questo rapporto
Nei comuni più virtuosi perché hanno magari entrate extratributarie
Maggiori penso al Comune di Brescia
Perché hanno digitalizzate di consenso come dire di portare
Gli utili e dividendi tra le entrate extratributarie quindi alla parte corrente del bilancio ci sono comuni oggi che hanno trasferimenti dello Stato che toccano
Il venti venticinque trenta per cento e comunque nessun Comune italiano a i trasferimenti dello Stato che superano
Il quarantacinque quarantasei quarantasette per cento c'è questo significa che in quei vent'anni si è trasformata la finanza degli enti locali in Italia e e gli amministratori pubblici hanno imparato quelli che hanno imparato da cui non ho mai insultato hanno imparato
A reperire autonomamente le risorse costruendo un rapporto completamente nuovo anche con
E i cittadini contribuenti
Allora dovuto metterci la faccia quando hanno in qualche modo chiesto delle imposte aggiuntive o delle imposte connesse diciamo a momenti straordinari
Questo passaggio a mio avviso che è un passaggio storico è chiara interpretato correttamente soprattutto all'inizio degli anni novanta l'ammissione
Diciamo dell'Europa delle Regioni che
Sì presentata al tempo vi parlo di un tempo che il mille novecentottantanove
Che coincide con l'intero quadro comunitario di sostegno
Nel mille novecentottantanove l'amministrazione pubblica italiana scopro che per ogni ECU perché all'epoca l'unità di misura Cuper ogni che si dice riusciva a portare a casa dove l'investimento pubblico bisognava trovare una lira e quindi
Il concetto che passa è un concetto molto elementare molto semplice
Pure reperire in maniera
Autonomo e le risorse sia i dei progetti sostenibili sia di progetti che in qualche modo consentono di fare che cosa
Quello che
Gli economisti chiamano
Cotti consentono di
Stimolare output certi fanno aumentare grazie al valore dell'investimento il PIL locale perché misurabile più locale
Se sono investimenti che sono in grado di
Creare occupazione ci sono investimenti che sono in grado di stimolare investire privati perché quella degli investimenti pubblici se non sono investimenti che tu devi fare per evitare
Delle tragedie e cioè per prevenire calamità naturali oppose mette a posto una strada perché sa che ci sono degli incidenti mortali e lì non fare la valutazione di impatto economico di quella strada file basta
Ma in tutti gli altri gli investimenti pubblici cioè la la misurabilità che ne abbiamo imparato
A
Maneggiare grazie all'Europa delle Regioni la misurabilità celai se l'investimento pubblico consente uno mentre l'output e cioè del PIL locale anche su scala locale anche su scala comunale
Un aumento di investimenti privati un aumento di occupazione
Questa cultura ed è questa la seconda parte del giuramento a mio avviso noi l'avremmo interpretata meglio se avessimo avuto una casa d'uso e prestiti così come
è stato il paradosso di questi anni
Da un lato oggi di parlare un profondo sostenitore della finanza autonoma
Come meccanismo diciamo
Europeo auto alternativo e comunque sostitutivo di una Italia che ha vissuto dalla sua unità fino alla fine degli anni ottanta e non è casuale sia per gli anni ottanta perché ottantanove in poi c'è il primo quadro comunitario di sostegno
Oggi siamo nel due mila quattordici tredici in Commissione bilancio abbiamo nei prossimi giorni le audizioni sull'accordo di partenariato dobbiamo decidere aventi son passati venticinque anni che un periodo significativo per dirci dobbiamo fallito
E anche dove abbiamo fatto le scelte giuste opere significativo per dirci perché
Me nel Mezzogiorno in Italia alcune Regioni non sono mai colmato il gap e altresì
Ed è un periodo significativo per capire soprattutto perché al nord alcuni fondi hanno funzionato più di altri e come gli enti territoriali li hanno intercettati ecco
La Cassa depositi e prestiti che viene fuori però da questa ovviamente vi ho fatto
Una diciamo
Una panoramica perché il tempo che abbiamo ci consente tra il mese di questa dicendo che la vicenda molto complessa ma io ho contestato dominante della trasformazione della Cassa perché in quel momento storico
Gli enti territoriali avevano più bisogno
Di prima del polmone finanziario in grado di accompagnarli verso la strada che poi hanno intrapreso alcuni da solo di alcuni male altri bene poi molto dipende dalle storie connesse agli amministratori locali ed io son passati amministratori
Locali lungimiranti son tanti Comuni quei Comuni hanno cambiato la loro storia dove son passati amministratori
Che hanno saccheggiato necessità quel quel Comune hanno pagato un prezzo molto alto sentimenti in default come nel caso di alcuni
Di alcuni di alcune grandi citava la Cdp
Ci dite che oggi
è stato già richiamato insomma detto in tanti
Ho già un capitale che del MEF dell'ottanta virgola uno per cento delle fondazioni di origine bancaria il diciotto virgola quattro per cento poi ci sono azioni proprie per l'uno punto cinque
Ora se
Gran parte del risparmio nazionale finisce il risparmio postale
Attraverso i buoni fruttiferi e libretti postali
Dobbiamo chiederci dal due mila otto in poi e cioè da quando le potenzialità di utilizzo perché poi tra il due mila quattro due mila otto
Pur essendosi ridotta la quota di risorse che finiva
Agli enti locali soprattutto i piccoli in febbraio nel paradosso che si è capovolto tutto anche la cassa oggi finanze più facilmente i grandi Comuni piccoli comuni quando invece
Meccanismo dovrebbe essere
Ribaltato solide in quei Comuni che hanno bisogno di finanza diciamo pubblica anche perché
Fai fatica si sei responsabile la Ragioneria identico comune ad istruire bilanciamento assessore
Che sia in grado di reperire solamente risorse meno che non sei assessore di Cortina d'Ampezzo sì sì
L'assessore di un comune di quattro mila persone a cinque mila persone
A alla fine do con forza anche oggi l'unico punto di riferimento finanziario resta la Cassa depositi e prestiti
Dal due mila
Diciamo di l'appello la trasformazione ISPA e del
Dicembre due mila tre ed è
E quindi
Nel due mila quattro due mila quattro due mila otto
In realtà c'è una contrazione di mutui agli enti locali ma questa contrazione
Non modifica gli assetti che vengono modificati gradualmente
Dal diciotto in poi e io vi prego di distinguere diciamo gli investimenti pubblici
Dai programmi e sostenere l'economia perché tuttora i mutui ma non fanno impazzire alcune regole però penso che tuttora errore la casa sia fondamentale sugli investimenti pubblici
Facciamo fa
Fa utili perché il dibattito
Non c'è e quindi
Due miliardi e nuove gli utili che fa cassa depositi e prestiti due diverso almeno
Voi rientro due miliardi nove sono del due mila tredici ipotizzabile saranno confermate intenso dagli azionisti
Di qui a breve al dall'approvazione del Bilancio cinquecento milioni sono di
Di di plusvalenze quest'anno quindi diciamo l'utile
Di esercizio effettivo due miliardi quattro insomma un nesso intorno all'azionista e due che utilizza quegli utili
Dentro
I numeri
è di Bilancio che che conoscete attende il tema di fondo è
Assenso e la mia risposta è no
Ve la dico prima così
Il rischio di essere
Interpretato in maniera
Meno corretta
Assenso in questo momento storico
Che
Lo sto maggiore di risparmio nazionale che risparmio postale che tra l'altro l'impegno di crisi aumentati
La verità e non casualmente ma intanto
Perché soprattutto il piccolissimo risparmio denuncia affidato più
Un certo punto ed è
Si è rifugiato
Come
I nostri
Nomi perché alziamo aveva avuto un nonno che aveva librettino apposta insomma non sia italiani se non ho avuto il mondo con libretto postale nei miei ricordi gli ordini e non mi riportano a queste immagini
Dal due mila nove due mila tredici alle spalle possa nel passato centonovanta miliardi duecentoquarantadue
E di duecentoquarantadue miliardi risparmio postale oggi
Con la raccolta netta ed è questo il dato più importante
Che è sempre positiva
Cioè significa che ci sono più sottoscrizione versamenti di rimborsi prelevamenti
E ce ne sono stati maggiormente negli anni della crisi del due mila nove che la centonovantuno veniva anche lui
Prendere in crescita la raccolta non è stato il dodici virgola sei miliardi e nel due mila tredici hanno che deve essere ancora certificato la raccolta netta dovrebbe sullo stato dei tre virgola sei miliardi quindi significa che il meccanismo il sistema
Regge
Condizioni invitando il cui iter superiori ai centotrenta miliardi
E allora
Il tema di fondo è assenso pensare a programmi di sostegno dell'economia così anche come
Così come sono stati richiamati dei colleghi sentito
Ora nel dibattito io lo dico francamente no no e sono rimasto a quella Cassa depositi e prestiti perché se abbiamo un'idea di trasformazione complessi volante di una cosa in sé non si possono fare
Se poi la politica a decidere
Che ci vuole una banca pubblica per fare interventi a sostegno all'economia allora un altro tipo di discussione
So che questa roba fa arrabbiare molti miei amici diciamo del mondo cassa
Come
Quando
Un anno fa mi permisi di dire
Io rispetto a prima dei disegni possono contrario contenzioso ha dichiarato nel senso che anche lì bisogna distinguere i servizi
E la Rete con i servizi di sollecitazione del pubblico risparmio che anche lì imposte ogni tanto vendono prodotti
Ci hanno ai limiti
L'ho detto più volte ho avuto scontri lo sindacato ci siamo capiti sono da fare assemblee in giro perché all'inizio soprattutto i lavoratori pensavano che la mia idea di scorporo fosse
Una cosa diciamo che e in qualche modo mettersi dalla parte degli utili dall'altra le perdite invece continua a pensare che l'unico patrimonio vero di Poste sia la rete
Perché se tu quella rete la metti ha valore e ci fai fare una serie di roba che lo Stato non riesce più a fare dalle pratiche degli immigrati passando per
Il
Il pagamento dei tributi dei Comuni
Quella rete così capillare ha un valore inestimabile perché oggi
Le il trasferimento delle informazioni di oggi non è più cartacce nello spedisco più
Una lettera
Però continuo ad inviare informazioni dati
E e e in qualche modo quella trasmissione immateriale qualcuno deve fare ma io penso che possiamo negli azienda pubblica italiana in grado di farlo
Per il potenziale per il potenziale tecnologico che ha e anche perché è presente in tutte le parti del Paese e una
Parte dei servizi dello Stato possono essere fatte tra il suo posto e con la mia contrarietà
Alla privatizzazione di Postel pensando apposte come azienda del servizio universale ma nella mia testa non c'aveva raccomandato
Perché oggi si possono trasferire
Informazioni i numeri
E penso che debba essere fatta un'azienda pubblica diverso è il tema della sollecitazione al pubblico risparmi
Io non condivido che perché attraverso quella rete vengano venduti alle obbligazioni di doverci fare
Ne dico una casta perché essa
Solidissima
Ma lì in poi la tentazione di mettersi avvenga mi obbligazioni dunque del professor
Su quelli di Martini siamo persone rispettabili ma
Possiamo anche sbagliato la non strutturazione dell'obbligazione
Questi temi
Mentre questa seconda parte io penso che debba essere oggetto della discussione franca che siccome incrocio risparmio postale e incrocia luogo di Cassa depositi e prestiti su questo io penso che il dibattito debba essere aperti senza tabù
Perché io sono
Presto ancora convinto che se non si compie il passaggio dall'il sistema a finanza derivata ad un sistema finanza ottobre quando ha assunto sta diventando un passaggio si è compiuta
Perché guardo Barbanti di altri colleghi di line autobus ancora
Vedo caso
In sovrimpressione cioè di la stiamo discutendo di un decreto sul dagli enti locali e per la una serie di
Norme che incidono ancora suo finanza locale
Ora indipendentemente da chi vota a favore chi vota conclusi diciamo vigili prego
Di diciamo se se il tema nuova Cassa depositi e prestiti evitiamo le casacche dei rispettivi gruppi parlamentari sommiamo sul terreno ancora non ne usciamo più fissare in minoranza diciamo evidente in questa sala
Sono otto decisionista ma non fino al puntualità sul ciglio
Assistito
Però è evidente che quel lavoro che il Parlamento sta facendo oggi con questa maggioranza domani come gli altri ma già il suo valore della sua completato deve essere completato anche in relazione alla trasformazione che c'è in Europa
Io sono per completarlo il passaggio sulla finanza autonoma sulle responsabilità degli amministratori
Sulla discussione molto più serio e molto più semplificata io penso che
Tutt'
Vede alla fine paghiamo le imposte in funzione di quello che deteniamo
Il patrimonio di quello che consumiamo
E di quello che provinciale
Io penso che le imposte connessi a quello che deteniamo devono essere tutte insieme sul territorio tutti dalla prima all'ultima
Poi i meccanismi perequativi ci sono
Come penso che
Sia molto serie ragionare una volta per tutte Susa siccome
Quello che che
Ne incassiamo atroce voto consumiamo deve essere per forza centralizzata perché con quelle risorse
Paghiamo una serie di servizi la discussione deve restano aperte sui redditi siccome quell'impianto
Abbiamo bisogno di completarlo questo
Per questa ragione per queste ragioni io penso che Cassa depositi e prestiti sarebbe stata e potrà ancora essere il punto di riferimento per un Paese che ha chiara questa visione
Di trasformazione del sistema di finanza locale un sistema di finanza sono
Siccome ho sentito nel dibattito
Cioè prima volta l'assenza di politica industriale che bene non c'è
Però guardate se noi pensiamo di trasformare Cassa depositi e prestiti nella banca che si deve occupare i poli industriali andiamo su un altro verbale
Lì non ci sono nel senso che significa tornare alle vinta ai banchi di interesse nazionale le banche pubbliche per l'amor del cielo eh
Una posizione legittima toccando in tanti devo dire anche il Parlamento ci sono gruppi che che l'Aula teorizzano io non sarei d'accordo servo discutere ma che non sia
Perché
Le risorse per sostenere l'economia cinquantanove virgola sette miliardi
Il cinquantatré virgola sette miliardi sono d'accordo anch'io che quando ha quindi iniziato investire nelle imprese
E voi trovare l'impresa sinergica rispetto alla visione industriale del Paese penso che non c'entra nulla o imprese che addirittura solo il simbolo di un potenziale conflitto di interessi tra azionisti amministratori
E non era questa la la la mission non poteva essere questo
Ma
Ribadisco
Lo dico
Sapendo che gli attuali amministratori bisogna dire bravi perché fratello quando mi hanno insegnato questo ve lo dico da azienda liste
Quando l'amministratore se fa suo amministratore nella vita ha sempre fatto in corso giudicabile dal ricorso Shoah solo avvisato se ti porta utili e dividendi dove non sono ancora valide dire bravo
Quella missione e della politica e la politica italiana in questi quindici anni
Io penso senza disegno insomma quindi
Separata da da da Bersani questa valutazione nel senso che io penso sia stata serie non penso sia ad un disegno delle banche partiva anche perché
Le banche italiana hanno sempre vissuto di brevetti
Diciamo
Io grandi complotti grandi disegni al nostro Paese no ma dico purtroppo non le ho mai visti perché se ci fossero stati sarebbe stata davvero una visione di lungo termine
Diciamo in malafede mai volute di lungo termine io penso non ci sono mai stato queste mutazioni
Perché il sistema bancario italiano in una fase di una storia molto lontana
Se ha già fatto sulle privatizzazioni stessi alle banche se sull'accorpamento e su sulle fusioni
E quando è finita quella stagione
Che ha arricchito soprattutto quelli che vendevano
E ha fatto diventare forti e potenti
Sono pochissimi
Di quelli che restavano ma quelli che quasi assomigliavano lo Stato
E poi hanno scoperto che niente che in qualche modo bisogna fare anche margini di contribuzione che non si poteva far margini solo con le plusvalenze perché quando tu compra e vendi comprendenti con proprie e quasi quindici anni di vita così
Guardatevi dietro guardate degli ultimi quindici anni della vita e lo stiamo bancario guardate dei bilanci
Fatti con la plusvalenza
Poi
A questo aggiungeteci la stagione dei derivati allegri
Bloccati sua pubblica amministrazione e lo dico perché quello un successo io rivendico bloccati dobbiamo porcelo battaglia fatta lo sottoscritto Pier Luigi Bersani qui e quando abbiamo iniziato una battaglia
Tremonti ci in ritenga ci diceva che non eravamo moderni che l'avevamo capito la modernità
Nel due mila no del nel due mila otto abbiamo iniziato abbiamo posto il Parlamento questa cosa con la mia prima legislatura un i primi giorni da deputato
La crisi libanese poi aiutato e dal due mila nove sono vietati purtroppo sono identificati personalmente
Sono perdita come sa Barbanti gli altri
Colleghi erano venticinque steso autoritari
Sempre salvo non siano effettivi strumenti copertura ma viviamo in un mondo in cui
Devi farlo girare sette otto volte il sistema per l'Inter
Per dare un senso a quelle coperture
Chiudo dicendo una cosa molto chiara
Io penso per rispondere al tema del dibattito ruolo a casa così e prestiti
Temo di non
Passare per
Per antico o performanti
Debba essere quello di
Un tempo era il polmone finanza degli enti locali deve essere il polmone finanziario per gli investimenti pubblici
E gli investimenti pubblici vengono fatti agli enti locali gli enti territoriali
Ne stupiti infatti gli enti dagli enti territoriali
Tre anni
I grandi investimenti
Definiti strutturati programmati da alcune amministrazioni centrali
Se
La politica e quel confronto è aperto ritiene che ci debbano
Essere risorse pubbliche per
Misure di sostegno all'economia B
Quelle possono essere strutturate due
Mettendoci fondi ad hoc pubblici e che è in grado di spenderli di utilizza e li spende
Oppure mettendo in competizione sistema privato
Intendo in competizione
Pongo a questo punto di vista non mi
Nomi
Meraviglioso
Di un sistema privato che compete endo
Sfido ad un certo punto il Pubblico anche mettendoci in città
Ma è una cosa sganciata dalla gestione del risparmio postale
Una cosa sganciata gestione spaventosa questo la deposizione che
Potete immaginare
Non so se l'opposizione di minoranza
Dall'imitare
Né so se l'opposizione di maggioranza semplicemente perché
Sbaglia chi crede che c'è un
Un disegno risente cessato di amministrazione di questi anni ed è stato quello di fare utili
Egli oggi sono stati fatti
Io penso che alla fine di questa stagione resta sullo sfondo la condizione precaria di piccoli comuni precaria
è
O un una schizofrenia
Generale sugli investimenti alcuni sono
Vic grande qualità altri sono francamente inc
è incomprensibile fino ad arrivare alla grande distribuzione organizzata e francamente non capisco accadesse su questo io penso che la la politica debba assumersi la responsabilità di dire le cose che vanno conferma
Senza trasformare
Le
Singole vicende come quelle ragazze russe prestiti in bandiere perché non sondaggi
Come lo è l'ufficio fondamentale il Bilancio borbonico la vigile valutazioni del primo scrutinio saremmo giovedì io auspico un accordo con
Tutti i Gruppi di opposizione
E vi devo dire francamente tra
Il metodo
L'uomo Movimento cinque Stelle dico nuovo rispetto
Il diciamo a me qui come le azioni nel Senato tocca in qualche modo fa avevamo la la sintesi tra i gruppi parlamentari perché dobbiamo votare
I componenti della del fisica senza d'ufficio come fa il bilancio con i due terzi
Dei componenti
Quindi che ci piacciono per fortuna il legislatore ha previsto che devono essere d'accordo maggioranza e opposizione
Quando
Degli brutali con i due terzi
Le ho fatto uno screening molto serrato ordine sono rimasti sessanta sui profili che sono secondo la Commissione all'unanimità Danny diciamo di essere eletti
Ora siccome dobbiamo farne dieci dobbiamo votare non sente un concorso cioè la politica deve assumersi la responsabilità di votare dieci persone poi presenti Camera e Senato avrà una responsabilità maggiore perché dovranno scegliere
Chi di questi dieci andrà a garantire i conti dello Stato c'è dirà finalmente
A quanto ammonta il Pilar conta molto disoccupazione a quanto ammonta
La crescita
Io mi auguro crisi
Possa votare all'unanimità così vicino però vi devo dire tra
La proposta lo dico guardate facendo
Già uno strumento che rischia di quello sto dicendo perché se tra due giorni smentisco che collegano venticinque servire non ce ne frega nulla non votiamo
Io resto diciamo con
La mia speranza vanificato
Io preferisco il modello che mi ha proposto una legge in questione in questi giorni e cioè
Noi oggi diciamo dei nomi anche seguire votarle anche loro nel senso che non c'è un nome che il Movimento cinque Stelle predilige rispetto ad un altro
Quanti diciamo alcuni che non sarebbe opportuno votare non per ragioni diciamo di
Al casellario giudiziario
Tutti sconti generalizzati per ragioni di opportunità rispetto a gruppi che vengono con foglietti e dicono o questo o morte
Una un altro meccanismo e la politica
Che però
Ti metto sempre di fronte alla conflitto
Nel senso che
Se tu metti insieme dieci persone che hanno dietro sei sette gruppi parlamentari e ognuno dice o questo morto tunnel dieci ad arrivare i due terzi
Del
Del consenso mi auguro che giovedì
Si arrivi ad una definizione e
Effettive riesca a far passare anche questa proposta che mi è piaciuta del Movimento cinque Stelle assoluta sulla non ci sarà poi magari
Sì sì Rieti non sono sul venticinque persone non sono sul sul venti su diciotto forse anche meno senso
Lo sgradevole terminalista diritti
Però penso che sia più giusto per la politica questo atteggiamento che essa dietro i quali stanno andando dietro altri gruppi parlamentari rispetto alla contrapposizione ecco sulla Cassa depositi e prestiti a me piacerebbe
Discutere di un modello di questo tipo vediamo
Non cosa deve fare cosa non deve fare
Perché se riusciamo a capire tutti insieme cosa non devi fare
Su quello che devo fare io sono sicuro se abbiamo tutti il come stella polare
Quella del sostenne della finanza locale
Alla fine votato ci ritroviamo indipendentemente dalla visione sia di politica industriale e di organizzazione dello Stato che inevitabilmente tra gruppi parlamentari preferiva sarà diverso altrimenti sarebbero tutti in un gruppo parlamentare un partito non sarebbe la democrazia
Se riusciamo a far questo il motivo
Per il quale io auspico che questo seminario un contributo costruttivo secondo me poste riusciamo a lasciare una traccia seria del nostro passaggio viceversa avremo fatto un ottimo esercizio culturale non avremmo inciso più di tanto sussisteva oggi invece ha bisogno
Sì di
Una politica di vicinato grazie
Grazie
All'onorevole Francesco Boccia a terra la sua presentazione
Adesso io darei seguito a delle domande se ve ne sono da parte del pubblico ed eventualmente l'abbiamo provato a fare una sintesi del dell'argomento delle degli argomenti trattati oggi
Se volete possiamo anche vederli insieme
Potrebbe essere una un un inizio di un documento nelle strutturato da vedere magari in un'altra occasione
Nel frattempo darei la parola a Gianni Girotto senatore del Movimento cinque Stelle del municipio stelle che in questi ultimi prevista limitando molto appunto allo studio su l'operato di Cassa depositi e prestiti grazie
Sì grazie in realtà
Sono Capogruppo della Commissione industria commercio e turismo quindi mi permetto solo di dare un paio di indicazioni da nudo non esperto in questo settore
Sicuramente mi interessa la parte di Cassa depositi e prestiti quanto
Titolare del trenta per cento di Agnese mamma che sono naturalmente Società solamente
Importanti dal punto di vista energetico da citare votare il nuovo consiglio di amministrazione
E quindi per noi estremamente importante che ci sia un segnale di rinnovamento
E arrivino forze nuove diciamo che operino operano in maniera nettamente diversa da quella che è stata tenuta finora perché
Sapete benissimo che la nostra posizione sulle fosse di totalmente critica mentre noi vogliamo puntare sull'efficienza energetica sul e sulla sulle rinnovabili
Da questo punto di vista noi accogliamo con grande piacere la
Dichiarazioni di De Vincenti crea appunto dichiarato di voler stabilizzare l'ecobonus
E stiamo lavorando da alcuni mesi per affiancare all'ecobonus sapete la detrazione fiscale gli interventi di efficientamento energetico in edilizia per affiancare l'ecobonus Santomanco prestito
Eco prestito come fanno presente in Francia dal due mila otto
Per lì la ristrutturazione edilizia è stata menzionata da dottor Lucio è stata mia menzionata da altri relatori qui ne abbiamo la possibilità di creare
Centinaia migliaia decine di migliaia di posti di lavoro sul ristrutturazione edilizia quindi non del tutto non deturpare ulteriormente il territorio ma riqualificare quello esistente
E noi pensiamo che anche in questo ambito Cassa depositi e prestiti possa fare la sua la sua parte
E qui termino il mio intervento appunti se nel genetico mi permetto di dire due cose un po'distratti politico generale
Se noi siamo qui ovviamente perché non ci va assolutamente bene quella che è la situazione attuale di Cassa depositi e prestiti quindi questo lo dico soprattutto per coloro che ci seguono i screening occhi ci vedranno nei prossimi giorni con l'invito registrato
Come ha sottolineato Bersani questa è la prima
Occasione in cui un gruppo parlamentare
Punta i riflettori decisamente unicamente sul Cassa depositi e prestiti non PCI sta bene la situazione attuale
Quindi continueremo a lavorare per per riformarla in qualche maniera in maniera che tuteli effettivamente il cittadino e non
Determinate minoranze privatistica
La politica è stato detto più volte da più relatori è
è stata una grande assente non vogliamo più che sia così quindi invitiamo e continueremo invitare né settimane e nei mesi prossimi
Tutti i gruppi parlamentari a dare il loro contributo per riformare Cassa depositi e prestiti
Infine l'invito fa i cittadini soprattutto a loro perché la politica si muove nel momento in cui la cittadinanza a
Fa e esercita una pressione molto molto molto elevata in quel momento la politica deve muoversi
Per
Diciamo così rispondere a quelle che sono le istanze dei cittadini quindi io faccio un appello a tutti quelli che ci seguono streaming
A tutti i cittadini a tutte le associazioni e tutto il mondo del volontariato tutto Lello e mezzi qui abbiamo una rappresentanza con Giacomo con attacca
Così mi lanciano siccome campagna zero zero cinque ci sono moltissimi gruppi sociali che portano interessi del pubblico in questo senso quindi invitiamo li prendiamo il tattici
Aiutateci ad aiutarvi perché noi qui oggi partiamo è un primo tentativo che abbiamo fatto
Così in maniera
A diciamo senza grosse esperienze sapete che il nostro primo mandato per tutti cominciamo false esperienza adesso
Quindi chiediamo a tutti aiutateci hanno la situazione stante così le cose non va bene quindi aiutateci a cambiarla
Grazie
è una cosa farà fatica ringraziare tutti gli intervenuti
Se volete possiamo provare a guardare questo documento di sintesi sulla giornata odierna ho paura che diventi però una cosa difficile forse poco condivisa a tratti quindi non lo so ditemi voi cosa cosa preferite fare
Proviamo
Altre domande da parte del
Del pubblico bene
Sono Domenico Falconieri un attivista del Movimento cinque Stelle vorrei fare semplicemente una
Mi sembra veramente una contestazione professor Nuzzo in quel fermento
Nel suo intervento che nel due mila tre le fondazioni sono intervenute per sostenere finanziariamente Cassa depositi e prestiti in mi sembra questa un'affermazione totalmente contraria a quella che fosse la realtà di Cassa depositi e prestiti che è tutta che era assolutamente in attivo
Quindi questo sostegno e questa necessità di finanziamento non lo pista non la vedo come una una necessità
Posso aver capito male allora a quel punto chiedo una
Una
Rettifica
No non volevo ovviamente dire questo volevo soltanto dire che quando
Caso dei vostri prestiti entrata nel capitare
Quando l'emozione senza nel caso Cassa depositi e prestiti hanno versato per aiutare un miliardo cinquanta e non perché avesse bisogno Cassa depositi e prestiti sommo
Fondi Iverson sono confluiti in genere nell'ambito delle attività pubbliche di quel periodo questo certamente vero cioè salvo l'inverso
Oneroso diciamo non lo so non so se costano troppo nel senso che è stato pagato quello che era il valore che il Governo aveva indicato come valore
Delle partecipazioni in Cassa depositi e prestiti allo stuolo di solo questo la allora avevo capito male io perché la sua affermazione sembrava che invece
La Cassa depositi e prestiti avesse necessità no no svolte dall'assessore d'accordo grazie
Qualche altra domanda
Se Ivano fare una domanda a Marco Bersani debbano chiedere se nel fosse favorevole a la possibilità di intervento per la Cassa depositi e prestiti
Nelle aste primario di titoli dello Stato in maniera tale che dal
Svolgere quel ruolo di contratti dice di ultima istanza che come sappiamo la Banca d'Italia non può svolgere dalla
Dall'ottantuno lavoro divorzio e le volevo chiedere se
Vorrei
Sarebbe d'accordo avvicinare l'opera lirica sale
Cassetta separasse a quello della carta seppur tedesca che è molto più appunto
Incisiva sulle politiche industriali del Paese tanto è vero che la finanza tutto lo sviluppo delle energie rinnovabili
Sì ma molto siamo è un ragionamento da fare in maniera più ampia però
Direi di no entrambe le cose
Nel senso che se dovessimo definire il profilo di Cassa depositi e prestiti io vedrei bene coi spero ci sia occasione di approfondire ma ragionamenti faceva prima il senatore boccia cioè Cassa depositi e prestiti
Deve essere uno strumento al servizio degli enti locali
Sia nel senso dei servizi pubblici promossi direttamente gli stessi sia nel senso nel senso diciamo della
Riorganizzazione di un'economia sociale e territoriale non vedrei cassare potrà effetti sia nella funzione di prestatore di ultima istanza
Rispetto al debito pubblico né diciamo la versione tedesca tanto La sette nasca si finanzia tutta sui mercati di capitale
Quindi realtà
è vero che le diciamo né in Italia abbiamo molti problemi quando troviamo una soluzione cerchiamo di
Concentrarle concentrarla tutta lì io credo che
Case così presti debba avere specificamente questa funzione poi tutto il resto dei problemi posti deve avere altri tipi di strumento che che li risolvono
La fallimento
Comunque sia la cassa compra benissimo termini o meglio finanze a brevissimo termine centotrentacinque miliardi del debito italiano cioè di fatto già
Evita che il MEF vada signor carica vitale aperti internazionali enti diversi effettivamente centotrentacinque miliardi quindi
Ripeto io sono anche critico di come questo avviene perché c'è molta poco trasparenza probabilmente andrebbero informati risparmiatori però ho trovato singolare per esempio nella crisi del debito
C'era chi comprava paginate sul Corriere della Sera dicendo compriamo finito lì
Cinque esso caso diciamo
Molto più generoso sottolineerei questo che
Che una classe medio basso italiana
Si vincola o che sanno stare anche liquido ma poi i dati dimostrano che addirittura segmenti
Meno prelievi c'è chi si vincola generosamente a un due per cento lordo evitando che il MEF salvata a un quattro per cento nel lungo termine nella sua raccolta
Sui mercati capitale quindi
Ed è ragionare molto questo però significa parte diciamo questo aiutino viene già dato però anche lì poi quanto ne potrebbe comprare la casa c'è una raccolta
I duecentoquaranta miliardi che gestisce la Grimani sette due mila cosa cambierebbe per questo condivido Marco cioè ogni strumento e pensato una cosa importante che non venga snaturato altrimenti
Che cosa
No
Insomma per cui si fa via
Mi riferivo come strumento di compra dice di ultima istanza siccome già lo fa appunto sul breve termine
Perché non so se voi conoscete funzione aste dei titoli primari con il meccanismo di del costo marginale cioè seicentotrenta miliardi noi gli ultimi tre miliardi li vendiamo al novantadue poi tutti è certa vengono venduti al novantadue
Quindi la possibilità di comprare qui ultimi tre a novantotto darebbero sedi dallo Stato di risparmiare un cinque per cento c'è soltanto il meccanismo di sapere intanto se non li compra nessuno Cisa comunque un compratore di ultima istanza
Che ottenuta scattare il meccanismo non stava generale permetterebbe di abbassare il gli interessi e di evitare quel mandato diabolico meccanismo dello spread per cui poi si va a fare speculazione sui
Prodi io penso cioè la cosa va approfondita però ripeto c'è tutto un elemento che ne non sappiamo come sono strutturati questi report
Cioè si pronti contro termine passano attraverso via Goito continuamente
E quindi
Per dare una risposta a questo e dice dovremmo anche servire cosa viene drenato in quello però come tutti gli strumenti finanziari non sono neutri vanno vanno consiglieri nel contesto rispetto all'obiettivo quelle Giorgio
Grazie Migliacci ancora fosse spazio per un'ultimissima domanda magari breve
Grazie telegrafica grazie buona sera sono Giancarlo Bertoli sono consulente per l'internazionalizzazione delle imprese
Scusatemi sala ma conoscendo al microfono
è una domanda forse per il professor Nuzzo nel considerando la storia remote anche più recente di Cdp anche però che la stampa ha riportato più o meno recentemente
Come possiamo immaginare il futuro di Simest e SACE nel quadro del piano industriale di dici di Cdp considerando che
Giusto o sbagliato che sia si considera il DRAG dell'internazionalizzazione un po'
La soluzione dei problemi dello sviluppo del sistema imprenditoriale italiano e il bilanciamento necessario fra quanto lo Stato investe per portare le imprese italiane all'estero e quanto dovrebbe estendere per attrarre investimenti selezionati nel nostro Paese
Grazie
Dopo
Posso dare una risposta necessariamente sintetica e quindi approssimativa io l'ho dal punto di vista coi del
Dei so del socio di minoranza
La impressione questa il
Il
Meccanismo
Dell'assicurazione Sace Simest è un meccanismo importante deve fare l'internazionalizzazione perché consente tra l'altro di realizzare dei risultati efficienti anche dal punto di vista
Non soltanto
Dello sviluppo delle attività ma anche dei tassi di interessi che si riescono ad ottenere anche sugli altri mercati il problema è che nella situazione attuale
Un dubbio può nascere dal fatto
Che SACE partecipata al cento per cento vertice operazioni
Del suo controllante quindi di un meccanismo no ma infatti questo è
è ormai un problema noto che rispetto al quale sta lavorando finalmente per
Risolve perché così difficile tenerlo e quindi
Va realizzato una evoluzione di questo sistema che consenta
Di realizzare un sufficiente
Chiedo di separazione del consentire che il
L'insieme
Sia operativo nel sostegno della appunto dell'attività di internazionalizzazione ma senza che
Esistono dei conflitti di interesse i denti
Grazie mi scusi per quanto riguarda l'attività di Siena sta nell'ambito della gruppo CTP
All'attività di simulazione credo che questo debba essere il momento ancora dice per essere un momento di riflessione complessivo perché tenete presente che in tempi brevi anche qui l'arco delle partecipazioni si è modificato in maniera abbastanza evidente in maniera importante con una serie di problemi anche
Di gestione dell'insieme e con una serie di problemi di organizzazione dell'insieme
Nell'ambito del piano come sapete è stata fatta una distinzione fra tre che sono le partecipazioni e si devono ritenere
Partecipazioni strategiche stabili e partecipazioni invece rispetto alle quali si può immaginare
Una possibilità di disporre con una
Sceso aveva presenza dirci di più il problema però non è ancora maturo quindi non uno su questo non sta né in grado di dare una risposta
Che fare
Innanzitutto ringraziare tutti gli ospiti e tutti
Intervenuti e il pubblico associazioni sono intervenute grazie anche a tutti
Una volta di documento che è un salto redigerla
E sarà nostro compito condividerla sia con le situazioni che con le altre forze politiche per vedere se si magari si abbia la possibilità di trovare magari anche un accordo per una mozione una risoluzione nelle sedi competenti quindi con l'assemblea la canoa il Senato pure nelle Commissioni
Magari darci appuntamento a a qualche mese per vedere se qualcosa sta cambiando nella Cassa depositi e prestiti o sono a casa qualcosa sta cambiando interno delle varie forze politiche
E magari chissà riuscire a trovare anche altre esempio altre azioni da riuscire a portare avanti in in questo ambito molto molto difficoltoso come abbiamo visto disperazione di di molti soggetti privati che magari tenuti al profitto e meno dev'essere tutti cittadini
Vi ringrazio tutti a a prestissimo