08APR2014

Corte Costituzionale: udienza pubblica sulla regolamentazione della fecondazione assistita (Legge 40/2004) - Divieto di fecondazione eterologa

UDIENZA | CORTE COSTITUZIONALE - 09:33. Durata: 1 ora 12 min

Player
Registrazione audio di "Corte Costituzionale: udienza pubblica sulla regolamentazione della fecondazione assistita (Legge 40/2004) - Divieto di fecondazione eterologa", registrato a Corte Costituzionale martedì 8 aprile 2014 alle 09:33.

L'evento è stato organizzato da Corte Costituzionale della Repubblica Italiana.

Sono intervenuti: Giuseppe Tesauro (giudice della Corte costituzionale), Filomena Gallo (avvocato, segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Gianni Baldini (avvocato), Gaetano Silvestri (presidente della Corte Costituzionale), Marilisa
D'Amico (avvocato), Maria Paola Costantini (avvocato), Massimo Clara (avvocato, membro del Comitato Direttivo dell'Associazione Radicale "Certi Diritti"), Gabriella Palmieri (avvocato dello Stato).

Tra gli argomenti discussi: Bioetica, Costituzione, Diritti Civili, Famiglia, Fecondazione Assistita, Legge, Medicina, Procreazione, Proibizionismo, Ricerca, Salute, Scienza.

La registrazione audio ha una durata di 1 ora e 12 minuti.

leggi tutto

riduci

09:33

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Entra la Corte
L'udienza è aperta
Che è la forza lavoro
Ordinanza centotrentacinque duecentotredici e duecentoquarantadue mila tredici ordinanza otto aprile due mila tredici Tribunale di Milano
Ieri MM conto può ordinanza
Ventinove marzo due mila tredici Tribunale di Firenze Biesse ed altri controlli emerga S.r.l. ordinanza del sei aprile due mila tredici del tribunale di Catania CP R.G. associazioni che era
Colluso conto unità di Medicina dell'introduzione Società cooperativa a.r.l.
Perché MM per Vuarnet percepì Reggi avvocati Marilisa D'Amico Massimo Clara Sebastiano Papandrea Maria Paola Costantini
Rita di medicina della riproduzione Società Cooperativa a r.l. avvocati Massimo Barra Selvazzano Papandrea Maria Paola Costantini avvocato stato Gabriella Palmieri
Associazione boxer osservazioni italiano sui diritti intervenienti ad adiuvandum avvocati Massimo garanzie passano formalità Maria Paola Costantini
L'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica ed altri interveniente ad uso adiuvandum avvocati Giandomenico Caiazza Filomena Gallo Gianni Baldini
Giudice del Sauro pregato svolge la relazione
Le questioni sollevate sono state sollevate da
Tre ordinanze Tribunale di Milano di Firenze di Catania
I tre rimettente in dubitano della legittimità costituzionale dell'articolo quattro comma tre
Della legge numero quaranta del due mila quattro
Che predice il ricorso a tecniche di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo
Il tribunale di Catania e Milano censurano inoltre anche l'articolo nove commi uno e tre nelle parte in cui disciplinano l'azione di disconoscimento è la relazione giuridica parentale tra il donatore di nato
Limitatamente alla locuzione tra virgolette in violazione del divieto di cui all'articolo quattro comma tre
Non che l'articolo dodici comma uno che prevede una sanzione amministrativa carico di chiunque a qualsiasi titolo utilizza affini pro creativi gameti di soggetti estranei alla coppia richiede
Tutte le questioni sono state sollevate nel corso di giudizi cautelari
Promossi nei confronti di centri di spesa specialistici ovvero di un medico e non casa
Da tre coppie di coniugi le quali versano nell'impossibilità di procreare ed hanno richiesto i convenuti di effettuare la fecondazione eterologa ottenendone un rifiuto
Motivato con l'esistenza del divieto
I ricorrenti nei giudizi principali hanno chiesto che si è accertato e il loro diritto a ricorrere alla fecondazione assistita utilizzando materiale genetico di un terzo donatore anonimo
Ovvero che ammette femminile Donato nel giudizio promosso dal tribunale di Catania
Infatti
Nei casi oggetto delle ordinanze del Tribunale di Firenze di Milano i partner maschi e nel caso oggetto dell'ordinanza del tribunale di Catania il partner donna sono affetti
Dai infertilità patologica non emendabile mediante terapie mediche
La sola possibilità di avere figli per i ricorrenti è costituita dal ricorso
Alla cosiddetta fecondazione eterologa infine attenti identifica non nelle norme censurate l'ostacolo all'accoglimento delle domande con modalità diverse approfondiscono anche la sussistenza del periculum in mora
E degli ulteriori requisiti stabiliti dalla legge quaranta per la procreazione medicalmente assistita
E motivano sulla rilevanza delle questioni
Tutti e tre le ordinanze ripropongono le questioni già sollevate negli stessi giudizi e decisa da questa Corte con l'ordinanza centocinquanta del due mila dodici
Tale provvedimento ha rilevato che le questioni erano state sollevate essenzialmente valorizzando la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo del primo aprile due mila dieci
Contro l'Austria constatato che la Grande Camera di detta Corte nel frattempo con sentenza tre novembre due mila undici si era pronunciata diversamente sul principio enunciato dalla prima sentenza
Quindi la Corte nel rispetto
Rigoroso
Della del meccanismo della dell'incidente di costituzionalità
E per sentire l'opinione
E in base allo ius che si era nel frattempo arricchito di una nuova sentenza
Ha ordinato la respirazione agli atti affinché dimezza enti il giudice rimettente procedessero ad un rinnovato esame dei termini delle questioni
Perché i rimettente hanno proceduto a rinnovato esame
E di tribunali di Catania e Firenze non hanno più proposto censura in riferimento al centodiciassette comma primo nella Costituzione ed agli articoli otto e quattro e quattordici della scena
Mantenuta invece questa doglianza firmando al Tribunale di Milano
Secondo il Tribunale di Milano le norme censurate violerebbero gli articoli due ventinove e trentuno della Costituzione poiché non garantiscono alle coppie affette da fare sterilità o infertilità irreversibile
E il diritto fondamentale alla piena realizzazione della vita privata familiare e il diritto di autodeterminazione in ordine alla medesima
Tenuto conto che l'articolo due costituzione tutela anche il diritto alla formazione di una famiglia riconosciuto altresì dall'articolo ventinove
Inoltre se contrasterebbe ero con gli articoli tre e trentuno della Costituzione poiché anche secondo il tribunale di Catania alla luce della finalità della legge quaranta
Di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dall'infertilità infertilità della coppia il divieto avrebbe natura discriminatoria
E realizzerà ebbe un'irragionevole differente trattamento di coppie le quali si diversi Fichera ebbero solo per il tipo di patologia che le ha colpite anzi
Sostiene il tribunale di Catania il divieto discriminerebbe proprio la coppia affetta dalla patologia più grave
Si è fatto profilo di censura in relazione all'articolo tre ed è dovuto anche dal Tribunale di Firenze
Sarebbero lesi anche gli articoli tre e trentadue poiché il divieto non tutela l'integrità fisica e psichica nelle coppie in cui uno dei due componenti non presenta gameti idonei a concepire un embrione
Mentre in materia di pratica terapeutica la regola di fondo dovrebbe essere l'autonomia e la responsabilità del medico che con il consenso del paziente opera le necessarie scelte professionali
Inoltre ad avviso del tribunale di Catania le tecniche di procreazione medicalmente assistita costituiscono rimedi terapeutici e quindi il divieto impedirebbe il ragionevolmente
La cura della patologia dalla quale affetto alla coppia
Il tribunale di Catania deduce che sarebbe violato l'articolo due poiché la decisione da parte delle coppie sterili o infertili di ricorrere alla PNA riguarda la sfera più intima della persona
E le norme in esame impedirebbero alle stesse di costruire liberamente la propria vita ed esistenza
Secondo questo rimettente sussisterebbe altresì la lesione degli articoli due e trentuno
In quanto la soluzione dei problemi riproduttivi della coppia è riconducibile al diritto fondamentale alla maternità paternità e sarebbe stato i irragionevolmente realizzato
Il bilanciamento tra diritto alla salute della madre biologica e della madre genetica e il diritto costituzionalmente protetto alla creazione di una famiglia e i diritti del nascituro alla consapevolezza della propria provenienza genetica
Inoltre sebbene diritti del concepito meritino tutela non esisterebbe equivalenza tra il diritto di chi è già persona come la madre ed i diritti di chi ancora deve divenire persona buon fine
Il rispetto del preteso diritto del nascituro alla consapevolezza della propria permanenza genetica imporrebbe di considerare sia il carattere ipotetico della sofferenza psicologica conseguente all'ignoranza di tale provenienza
Sia la vigenza di un istituto quale l'adozione che ammette la possibilità di relazioni parentali atipiche
E quindi pure può comportare una situazione di disagio psicologico dell'adottato a causa della divergenza tra maternità biologica oltre che ovviamente genetica
Maternità affettiva
Il Tribunale di Milano ha inoltre dedotto che le norme in esame violerebbero anche l'articolo centodiciassette primo comma in relazione agli articoli otto e quattordici della cento
A suo avviso la sentenza dalla Grande Camera
Della Corte di Strasburgo non avrebbe infatti contraddetto il principio enunciato dalla sentenza del due mila dieci in estrema sintesi secondo il rimettente la Corte europea si sarebbe limitato ad esprimere un giudizio
Ora per allora e quindi limitato nel tempo non verificando la compatibilità delle norme scrutinate con la convenzione alla luce dell'evoluzione della scienza medica e del consenso sociale
Nel giudizio promosso dal Tribunale di Milano si sono costituiti ricorrenti nel processo principale del medico nello stesso convenuto chiedendo l'accoglimento
Nel giudizio promosso al Tribunale di Firenze non vi è stata la costituzione delle parti
Nel giudizio promosso al tribunale di Catania si sono costituiti ricorrente nel giudizio principale nella società o M. R. convenuta nello stesso chiedendo l'accoglimento della questione
In questo giudizio sono altresì intervenuti l'Associazione box osservatorio italiana sui diritti che non è parte nel giudizio principale
Quattro associazioni deducendo di essere stati ammesse nel giudizio promosso dal Tribunale ordinario di Firenze nel quale è stata sollevata la questione di legittimità costituzionale
E deducono che per intervenuta separazione personale dei coniugi non hanno depositato costituzione del procedimento originato l'ordinanza di rimessione pronunciata da quel giudice
Per intervenire piano tutte chiesto l'accoglimento della questione
Le parti negli atti di costituzione nelle memorie depositate in prossimità dell'udienza hanno fatto proprie le argomentazioni dei rimettere
Ti esponendo ulteriori argomenti a conforto delle sensibilità violazione dei parametri costituzionali sopra richiamati e tra l'altro
Hanno sostenuto che le eccezioni di inammissibilità per mancata rivalutazione delle questioni proposte sono infondate perché le ordinanze di rimessione dimostrano ad averlo effettuata e altre eccezioni
Vengono respinte tutte e tre il giudizio è intervenuto il Presidente del Consiglio dei Ministri
Eccependo l'inammissibilità l'infondatezza delle questioni con argomentazioni sviluppate anche nelle memorie depositate in prossimità delle udienze che avranno modo di precisare ancora in questa udienza
Questo è tutto
Grazie collega Tesauro prima di passare al merito
Sono due intervenienti ad adiuvandum che non erano quel che non sono parte nel processo principale
Quindi se lo chiedono nuova parola
Ora l'avvocato Gallio e all'avvocato Boldini solo in un punto di ammissibilità vocato Gallo
Ma
Diamo grazie Presidente grazie presidente signori giudici della Corte
Nel pieno rispetto della Corte consapevoli della giurisprudenza in materia di ammissibilità degli interventi con il collega Baldini formuliamo brevi osservazioni
Siamo entrambi i difensori dei signori S. B. e di F. ricorrenti nel procedimento dinanzi al Tribunale di Firenze
Che ha sollevato dubbio di legittimità costituzionale con ordinanza duecentotredici riferimento all'articolo quattro comma tre
Legge quaranta del due mila e quattro per contrasto con l'articolo tre della Carta costituzionale per cui per l'udienza odierna
Nel giudizio dinanzi al Tribunale di Firenze in qualità di soggetti portatori di un interesse giuridicamente qualificato sono state ammesse le associazioni Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica cerco un bimbo
Amica Cicogna e liberi di decidere
Nell'ordinanza duecentotredici del due mila tredici al nostro esame oggi qui come ha dire appena menzionato le parti non sono costituite per intervenuta separazione personale dei coniugi
Coniugi affetti da sterilità maschile dal due mila e nove che cercavano di avere un figlio ma che a causa del divieto dell'applicazione di tecniche eterologa
E imposto dalla legge quaranta non visto minare l'Unione
Coniugale e familiare signor Presidente
Per etica professionale processuale e il rispetto della Corte non c'è stata Costituzione nel procedimento duecentotredici né della coppia né delle associazioni ammesse nel giudizio
Riteniamo che le associazioni intervenienti come già confermato nell'ordinanza duecentotredici del Tribunale di Firenze
Siano portatrici di interesse giuridicamente qualificati e per le ragioni evidenziate rafforzate nel giudizio oggi in esame solo per tale motivo ribadisco
Nel pieno rispetto della Corte che abbiamo depositato intervento nell'ordinanza duecentoquaranta del tribunale di Catania
Affinché gli elementi evidenziati tutti in memoria possono essere esaminati in riferimento al dubbio di legittimità costituzionale oggi al vostro esame nel rimetterci la vostra decisione
Chiediamo dichiararsi la missione dell'intervento e passo la parola al collega Baldini a completamento delle motivazioni possibili sull'ammissibilità grazie
Avvocato Baldini
La centesima Corte senza aggiungere senza dilungarmi sulle questioni sollevate dalla collega
Mi limito semplicemente ad evidenziare come
L'interesse delle associazioni costituite in questo caso ad adiuvandum risulti un interesse rafforzato e forse meritevole di attenzione anche in punto di merito
Le nostre questioni le questioni di sollevate nelle memorie comunque depositate sono sinteticamente sommessamente indi duale abili in una questione di sproporzione alita a nostro avviso del divieto generalizzato di eterologa
E in una questione di ragionevolezza del medesimo divieto per le ragioni ivi riportate nelle memorie
Pispola porzione alita perché innanzi a queste fattispecie poste dallo sviluppo tecnologico scientifico la tecnica del divieto generalizzato a nostro avviso si configura come inadeguata ex se a bilanciare e il sagrato questo è il merito parli solo in punto di ammissibilità la prego dunque irragionevolezza e e pertanto riteniamo che proprio data la specificità del caso concreto ovvero l'impossibilità di costituirsi per intervenuta separazione legale fra i coniugi
Ma a fronte tuttavia di una costituzione da parte delle associazioni anche nel merito
Di quel procedimento
La successiva costituzione nell'ordinanza del tribunale di Catania debba essere comunque Presa in considerazione grazie
La Corte si ritira per deliberare
Vorrei rassicurare
Fanno
L'udienza riprende
La Corte
Rilevato che nel giudizio promosso dal Tribunale ordinario di Catania sono intervenute l'Associazione vox osservatorio italiano sui diritti
E l'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica
E secondo la costante giurisprudenza di questa Corte sono ammessi ad intervenire nel giudizio incidentale di legittimità costituzionale
Le sole parti del giudizio principale e di terzi portatore di un interesse qualificato immediatamente inerente al rapporto sostanziale del lotto in giudizio e non semplicemente regolato al pari di ogni altro dalla norma o dalle norme o certo di censura mentre la circostanza che un soggetto si o parte in un giudizio diverso da quell'oggetto dall'ordinanza di rimessione quale sia stata sollevata analoga questione di legittimità costituzionale neppure sufficiente a rendere ammissibili all'intervento
Che alla luce di detti principi poiché le su indicate associazioni non sono parte nel giudizio principale per cui corso il Tribunale ordinario di Catania ha sollevato le questioni
Di legittimità costituzionale oggetto dell'ordinanza
Ne risultano essere titolare di un interesse qualificato inerente in modo diretto immediato al rapporto sostanziale dossi in giudizio di interventi dalle stesse proposte vanno dichiarati in armi sibila per questi motivi la Corte Costituzionale dichiarati inammissibili gli interventi dell'associazione vox osservatori italiano dei diritti dell'associazione Luca Coscioni per la libera
Per la libertà di ricerca scientifica dall'Associazione Amica Cicogna on line e dall'Associazione cerco un bimbo e dell'Associazione liberi di decidere nel giudizio introdotto dal Tribunale ordinario di Catania
Torniamo al merito
Avvocato D'Amico prego
Signor presidente signori giudici della Corte
La questione oggi al vostro esame riguarda una norma simbolo della legge quaranta quella che sancisce il divieto assoluto della così detta fecondazione eterologa e cioè la fecondazione ottenuta con il ricorso ad Ahmeti esterni alla coppia
Una norma che nell'iter legislativo è stato oggetto di grande discussione di volta in volta inserita ed eliminata a seconda dei diversi progetti un iter sofferto molto simile
Da questo punto di vista a quello dell'articolo quattordici contenente per la fecondazione omologa il limite dei tre embrioni divieto di conservazione
L'articolo quattordici che è stato modificato ricondotto ragionevolezza nella vostra fondamentale decisione centocinquantuno del due mila nove
Fin dall'entrata in vigore della disciplina il divieto assoluto della fecondazione eterologa è subito apparso come profondamente ingiusto e discriminatorio nei confronti delle copie ammessa la fecondazione ai sensi dell'articolo cinque comma uno
E cioè le coppie eterosessuali maggiorenni sposati o conviventi in età potenzialmente fertile entrambi evidenti
Tanto che all'indomani delle dell'entrata in vigore della legge ci furono addirittura proposte legislative per eliminarlo e lo stesso articolo è stato oggetto di richiesta referendaria
Ricordo una richiesta messa da questa eccellentissima Corte che quindi fin dal due mila e cinque nella sentenza numero quarantanove ha ritenuto non sussistente l'argomento di una possibile carenza di tutela nei confronti di beni giuridici assoluti tutelati dal divieto
Se dunque la norma è apparsa subito come lesiva di molti princìpi costituzionali i profili agli argomenti sulla lesione del principio di uguaglianza di ragionevolezza sono diventati fortissimi alla luce della decisione centocinquantuno del due mila e no ove nella quale coraggiosamente giustamente avete affrontato e corretto il problema dei limiti e ragionevoli alla disciplina della fecondazione omologa quello ottenibile con i gameti della coppia attraverso una fecondazione in provetta
Nella decisione centocinquantuno sinteticamente ovviamente avete giustamente ricondotta ragionevolezza un aspetto della disciplina
Modificando anche la tecnica della legge quaranta con un cambiamento della norma e dopo la vostra decisione la legge ora consegna al medico e alla scienza la scelta responsabile sul numero degli embrioni necessari
Nella stessa decisione avete giustamente affermato che la legge quaranta come dovrebbe fare qualsiasi legge in uno Stato costituzionale laico
Non può promuovere un solo valore ma deve bilanciare principi e che in questo caso la posizione dell'embrione deve essere bilanciata con le giuste esigenze della procreazione
Voglio ricordare che giuste esigenze della procreazione è un principio di fatto enucleato tratto dalla vostra giurisprudenza che non va banalizzato come diritto a diventare genitori ma semplicemente come possibilità di esserlo con l'aiuto della scienza
Dopo la vostra decisione finita per le coppie che possono superare i problemi di sterilità con la fecondazione in provetta cosiddetto omologa l'umiliante per molti inaccessibile gli ho procreativo quelle coppie oggi hanno diritto a provare ad avere un bambino nel proprio Paese con tutte le garanzie la possibilità di accesso anche per le coppie meno abbienti
Dopo la vostra decisione emerge in modo prepotente la discriminazione totale e assoluta fra due categorie di coppie che si trova in una condizione analoga
Dal punto di vista medico per i medici e non è speriamo di aver fornito tutta la documentazione scientifica necessarie sicuramente ne avrete acquisita tantissima anche voi è assolutamente pacifico che si tratta di copie in condizioni mediche identiche
Si parla di fertilità e sterilità in entrambi i casi il bambino avrà origine in una provetta livello di tecnicismo e di aiuto della scienza identico
Le coppie che ha hanno avuto il coraggio di affrontare questo lungo giudizio per provare riuscirà a diventare genitori Italia sono casi comuni per i medici
Nel caso di Catania la moglie affetta da menopausa precoce
è un altro caso quello di Milano il marito affetto da infertilità assoluta con atto però zoster via completa parole che per noi giuristi sono difficili da comprendere ma per i medici appunto si tratta di questioni banali cioè banali purtroppo non banali ma comuni
E tante altre copie che abbiamo conosciuto sono cotti apparentemente stranissima e che nel loro passato per un motivo appunto anche banale sono diventati sterili per un uomo una partita per una donna ma per un intervento di appendicite eseguito male ci sarebbero tantissimi altri casi
Fra cui soprattutto quello di giovani uomini e donne guariti da tumori tutte circostanze molto comuni che davvero rendono vinco
Sibila perché essi discriminano cittadini che magari sono più fragili e hanno più sofferto da questo punto di vista nell'ordinanza e come già ricordato
Precisamente dal giudice relatore si fa riferimento proprio di articoli due e tre della Costituzione
Sono gli stessi medici a cui avete consegnato giustamente ruolo centrale nella scelta del metodo più corretto che ritengono che si tratti di coppia in condizioni identiche e quindi giustamente discriminate
Vorrei sottolineare
Che questa questione
è sollevata dal giudice sull'articolo quattro comma tre pacco di riflessi sulle norme diciamo che prevedono sanzioni ma alla luce anche della rilevanza e chiara ente limitata alla possibilità di accesso la fecondazione eterologa all'interno dei limiti di principi saldi principio sanciti dalla legge quaranta
E cioè quello di coppie maggiorenni eterosessuali sposati o conviventi in età potenzialmente fertile entrambe viventi
Scelte che non tutti nella nostra società condurvi dono ma che non sono messe in discussione dalle ordinanze di rimessione e dagli stessi centri medici che sono intervenuti per quali in assenza della legge quaranta il requisito di stabilità della coppia era indispensabile per accedere a qualunque tipo di percorso di fecondazione
In alcune H in alcuni casi soprattutto nei centri pubblici non sia mettevano cotti fu conviventi ma solo regolarmente sposate
L'articolo tre della Costituzione è violato anche sotto il profilo della sua irragionevolezza interna ed esterna
Interna perché come la Corte ha già deciso nella sentenza centocinquantuno e irragionevole una disciplina che ha come sua finalità all'articolo uno comma uno quella di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla infertilità umana e che specifica al comma due dello stesso articolo che il ricorso alla procreazione medicalmente assistita
E consentito qualora non vi siano altri metodi terapeutici efficaci per rimuovere le cause di sterilità attribuite in sterili infertilità ma impedisce con il divieto assoluto della fecondazione eterologa di raggiungere le finalità previste dalla legge
In casi nei quali non ci sono altri metodi efficaci per rimuovere tali cause
Come messo in luce però nell'ordinanza di rimessione l'irragionevolezza e anche sterno soprattutto il rapporto in particolare alla disciplina dell'adozione
I profili dagli ragionevolezza esterna si rafforzano moltissimo a nostro avviso soprattutto alla luce delle recenti scelte scelte del legislatore che con la legge duecentodiciannove del due mila dodici a pagina gestiti decreti legislativi di attuazione
In coerenza però quella tendenza legislativa e giurisprudenziale
A partire dalla legge sull'adozione che voi avete in tanti casi corretto e migliorato
Ecco nelle ultime scelte legislative si dà piena attuazione ai principi costituzionali in tema di filiazione equiparando totalmente i figli legittimi a quelli naturali
E sancendo in modo definitivo il principio in base al quale i figli sono tutti uguali a prescindere dall'età medio logico o anche dalla situazione legale dei propri genitori
Le nuove norme in tema di parentela che responsabilità genitoriale dimostrano in modo inequivocabile che il legislatore diverso da quelli della forma legale dell'identità biologica
Sostituendoli con l'attenzione all'uguale dignità di tutti gli esseri umani e alla sostanza dei rapporti famigliari
Ma se oggi la legge rende tutti i bambini uguali a maggior ragione appare ragionevole una norma che vieta il ricorso in Italia a un metodo scientifico che posso consentire a quell'accoppiati avere un figlio
Legittimo naturale o adottato sono etichette che scompaiono perché dovrebbero rimanere quella di figli in provetta di tipo Morlupo o eterologo
Questa disparità di trattamento si riflette molto pesantemente anche sul diritto alla salute e delle copie tutta la collettività di fatto come dirà
Meglio di me la collega Costantini creando un mercato estero molto pericoloso in molti casi estraneo a qualsiasi regola e di per sé fonte anche di un'odiosa discriminazione economica
Il mercato la possibilità per le copie degli orari la legge è tuttavia messa dal legislatore dal dal dove all'articolo nove stabilisce puntualmente nel caso di violazione della legge il divieto di disconoscimento di paternità dividi anonimato per la madre non che l'assoluta impossibilità per il donatore di acquisirà alcuna relazione giuridico a parentale con il nato né alcun diritto e qui l'incoerenza legislativa a mio a nostro avviso e ad avviso dei giudici rimettente appare totale
Illustri Giudici la questione non arriva oggi per la prima volta ma è frutto di una restituzione degli atti ai giudici a cui i bus per una nuova la valutazione della rilevanza stesura rilevante sui termini della questione alla luce della sopravvenuta sentenza decisione della Grande Chambre nel caso assegnata contro l'Austria
Caso che aveva costituito uno dei presupposti su cui nelle precedenti ordinanze di rimessione gli stessi tribunali ed hanno fondato le proprie censure
Ebbene nell'ordinanza centocinquanta del due mila dodici questa Corte ha dunque inteso come centrale il parametro di quell'articolo centodiciassette comma uno per come appunto viene integrato dalla giurisprudenza della Corte europea
Il Tribunale di Milano ha solo il Tribunale di Milano ha ritenuto che che continua a sussistere alla luce delle argomentazioni della Grande Chambre una violazione di questo parametro dal momento che rientra
Nel diritto alla vita familiare pienamente il ricorso alla procreazione medicalmente assistita
Il Tribunale di Milano intende rinvio al margine di apprezzamento come un rinvio comunque anche alle competenze del giudice costituzionale nel singolo Stato
Mentre valuta che la decisione contraria rispetta i principi enunciati dalla grande dalla Corte europea in primo grado sia dovuto al principio del Times factor
Nella sua ordinanza il Tribunale di Milano valorizza moltissimo alcuni passi della decisione tra Gran Chambre soprattutto laddove la Corte europea sottolinea
Il necessario rapporto di adeguamento della legislazione in questi settori all'evoluzione scientifica
Dalla quale dipendono poi anche le possibilità di scelte da parte dei cittadini e tra l'altro nella tranchant adesione della Gran Ciambetti fa riferimento a una concezione dinamica di questo rapporto
Il parametro dell'articolo centodiciassette a nostro avviso è arricchito anche
E soprattutto dalla decisione della Corte europea che riguarda l'Italia la famosa decisione costa Pavan contro il taglio del ventotto agosto due mila dodici una decisione che non riguarda la fecondazione eterologa Basie l'accesso la dialisi dilettante alla diagnosi pre-impianto
Però la circostanza che la Corte Europea accolga ricorso che la copia italiana stabilendo il diritto della coppia fertile ma malata ad avere accesso la diagnosi pre-impianto unità soprattutto alle considerazioni di principio ossia sulla portata dell'articolo otto della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
Sia sugli aspetti critici della legge quaranta fanno di questa decisione un altro elemento importante
Per giudicare oggi del divieto dell'articolo quattro comma tre
Quello che la Corte europea europea che ribadisce anche nel caso costa padane e che nell'articolo otto della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
Troviamo la tutela del diritto alla vita familiare
è all'interno del quale è contenuta anche la scelta sia dello Stato e poi dei cinque dei singoli cittadini in ordine alla possibilità di accedere alla fecondazione medicalmente assistita
E pur decidendo su una questione diversa dalla nostra
La Corte europea definisce comunque la legge quaranta un sistema legislativo incoerente in quel caso perché a discriminare Citra cittadini nel senso che da un lato impedirebbe la diagnosi pre-impianto ma dall'a
Consentirebbe l'interruzione volontaria della gravidanza
Mutatis mutandis un'incoerenza che ritroviamo
Nell'articolo quattro comma tre quando stabilisce un divieto assoluto di ricorso alla fecondazione eterologa e nell'articolo nove però disciplina il rapporto di filiazione sorto a seguito della violazione dello stesso divieto
La Corte europea ritiene anche inammissibile che permanga una soluzione in cui soltanto tre dei trentadue Stati europei contengano il divieto
Una situazione analoga a quella del divieto assoluto della fecondazione eterologa vigente su un'Italia più sia e Lituania e sottolineata questa situazione comunque di di studi di Fiorenza fra Paesi anche nella nella nella decisione della Corte Europea scontro l'Austria
Concludo un'osservazione
Su questa norma più che su altre si sono concentrate le battaglie ideologiche sui diritti e si tratta anche di un campo in cui i progressi scientifici vanno riconosciuti ma fanno anche paura
E tuttavia il giudice costituzionale ha già saputo in questo come in altri settori soprattutto dinanzi agli errori o i silenzi del legislatore decidere con coerenza e coraggio
E allora mi permetto cori di ricordare un caso deciso davanti alla Corte di giustizia in cui il giudice europeo ebbe molto coraggio si trattò di riconoscere evito del transessuale non essere licenziato a motivo del cambiamento di sesso in virtù della direttiva del settantasei sulla parità di trattamento fra uomo e donna
In quel caso l'avvocato Generale chiede alla Corte di giustizia di essere coraggiosa
E mi sia consentito in questa sede di fare la stessa richiesta parafrasando le parole che servirono in quel caso a convincere altro giudice perché ha profondamente convinta che è qui in gioco un valore universale
Scolpito a carattere indelebili nelle moderne tradizioni giuridiche nelle costituzioni scritte e quello dell'uguaglianza
Ricordando alla Corte come fu fatto allora con profondo rispetto
Che una diversa soluzione suonerebbe come una condanna morale peraltro fuori dal tempo e ciò quando il progresso scientifico e l'evoluzione sociale in materia offro una dimensione del problema che certo trascende quella morale
Per questi motivi insisto sull'accoglimento della questione avente ad oggetto il divieto assoluto dalla fecondazione eterologa ratio coperto da amico avvocato Costantini
Illustre Presidente signori giudici della Corte
Consentitemi qualche parola ancora rispetto a quello che ha illustrato la professoressa D'Amico
Appare con ogni evidenza il vuoto di tutela l'assenza di regolamentazione del nostro Paese di un fenomeno in atto che tocca migliaia di persone
Forse non si è consapevoli del fatto che questo si risolve e una mancata assunzione di responsabilità nei confronti dei propri cittadini nonché del mancato rispetto di principio ormai saldi nel nostro ordinamento
Ci si potrebbe infatti domandare in qualche modo in quale modo il divieto di eterologa risponda non solo
Alla ben nota protezione assicurata dall'articolo otto della Convenzione europea ma anche all'impegno
Posto agli Stati membri alla Carta europea
Dei diritti fondamentali dell'Unione di garantire un alto livello di tutela di porre al centro delle legislazioni nazionali la persona la sua integrità psico-fisica allo sviluppo della sua personalità
Ma soprattutto
Impegno nei confronti della tutela della maternità sancita dall'articolo uno della legge centonovantaquattro del mille novecentosettantotto
O ancora dalla stessa legge quaranta che pone alcunché come protetto un bene giuridico che c'è la procreazione assistita
E lo pone come principio fondamentale della sua normativa quindi io a tutela dei PIT i soggetti con problemi di infertilità e di sterilità
E poi ne doveri obblighi agli enti statali e regionali nonché agli operatori sanitari sia per favorire l'accesso alle cure sia per garantire la massima protezione della copia del concepito
Nel nostro ordinamento in merito alla maternità e alla salute nell'ambito della riproduzione appare evidente che sussistono obblighi positivi dove gli espliciti nocche garanzie fondate costituzionalmente
Ma queste stesse garanzie responsabilità nel nostro Paese non sono poi esercitate nei confronti delle coppie sterili legittimate sia un progetto genitoriale
Ma di fatto non alla stregua di altre copie e pensiamo delle copie in generale
Che desiderano avere un figlio il sistema sanitario attraverso il cosiddetto percorso nascita consente una gravidanza sicure serena predisponendo personale strutture e mezzi
Per le coppie infertili grazie alla legge quaranta è stato predisposto un percorso guidato sicuro attento anche dal punto di vista psicologico atteso che la normativa assicura per loro l'apporto di uno psicologo il monitoraggio continuo competente in merito alla salute della madre del
Del bambino che nascerà la tracciabilità di tutto il percorso la possibilità di individuare patologie altre problematiche
Al su nascituro acqua sul nato
Questo percorso è garantito dal SISDE al Servizio sanitario nazionale e regionale da norme stringenti sulla qualità e la sicurezza decenti sulla competenza degli operatori
Sul funzionamento dei macchinari e in più c'è un ruolo importantissimo svolto dal registro della procreazione assistita presso l'Istituto superiore di sanità
Che raccoglie i dati monitorizza le nascite ma per le coppie di cui uno dei partner e affetto da sterilità la protezione non esiste nonostante il fatto che la stessa legge quaranta metà tali soggetti sotto la sua protezione
In virtù del divieto dell'articolo quattro comma tre si trovano in una condizione di abbandono che caratterizza tutto il loro percorso per forza di cose che si svolge si svolge
All'estero e quindi nella scelta delle strutture nei centri dove andare nella difficoltà di essere seguite e condotta una maternità è una paternità consapevole responsabile serena
A questo proposito non si richiamano perché ben conosciuti da tutti
Le vicende delle coppie recate sine Paesi dell'Est europeo come l'Ucraina dove non è possibile avere contezza se non tramite siti internet della qualità decente la competenza degli operatori
Né si richiamano storie dolorose di coppie che dopo essere andati a Cipro o in concreta hanno scoperto in qua un secondo momento che i controlli non erano stati eseguiti o che sono
è un sollecito a rintracciare i dati genetici dei
Proprio figlio
Non si richiamava nemmeno le vicende di truffe abusi messi in atto da medici o centri che forniscono prestazioni commerciali illudono e lucrano su donne e uomini
Sussiste un occultamento di persone e G.I.P. dei loro figli che non sono monitorati dalle nostre istituzioni sono costretti a nascondere la propria condizione le modalità di nascita dei loro figli
Il numero di nascite
A frutto di donazione dei gameti non è conosciuto con esattezza non potesse dovrà essere registrato stante il divieto
L'Osservatorio sul turismo procreativo nel due mila e dodici aveva registrato in quattro mila una un dato in difetto le coppie che si sono rivolti a centri esteri e più i due mila cinquecento bambini nati ogni anno
Questi in atti tuttavia non sono nelle statistiche ufficiali
Si rispetta in tal modo la convenzione diritti del fanciullo spesso richiamata per sostenere la legittimità del divieto quale protezione consente loro il nostro indultino amento e quindi la legge la norma
Viene aggirata contiene una norma fittizia e le conseguenze però ricadono sulle persone è questa la dimensione solidaristiche personalistica in cui si fonda la nostra Repubblica
Ci si deve chiedere al contempo se non sussiste anche una esercita una corresponsabilità nei confronti delle donne degli uomini di altri Paesi si tratta di una questione grave
Che deve trovare tutta la nostra attenzione è necessario farlo proprio alla luce in virtù
Della pronuncia della Grande Camera della Corte di Strasburgo dove si pone il rischio della mercificazione in particolare delle donne dopo donatrici
Nel nostro Paese si ritiene di essere esenti dalle responsabilità della possibile mercificazione delle donne e gli altri Paesi perché in fondo ciò non avviene in Italia
Quindi
Noi in qualche maniera siamo fuori da queste responsabilità ma non sarà vero il contrario non è proprio questo divieto che incrementa la mercificazione
Non è forse il divieto di quel del nostro di altri Paesi a creare un mercato degli ovociti non sussiste una responsabilità morale oltre che giuridica
Nell'incentivare questo mercato la risposta attuale è caratterizzata sembrerebbe da una totale indifferenza morale e giuridica come agire il problema non è nostro
I dati pubblicati tendono direttore nel due mila e tredici dall'esce che è la comunità di centri
Europei riferite all'attività complessiva del due mila nove hanno rilevato che in Spagna nel due mila e nove sono stati effettuati cinquantadue mila cicli
Di questi dieci mila di questi dieci mila sono stati quelli con donazione di gameti rappresentando il venti virgola due per cento di tutta l'attività spagnola
E addirittura il sessanta per cento di tutte le donazioni Ugo citare in Europa
E inoltre sempre dei dati risulta che in Spagna il sessantatré per cento dei trattamenti sulle coppie di cosiddetti migranti riproduttivi viene eseguito su coppie italiane in questo Paese è previsto un rimborso
è un rimborso per le donatrici e queste due attrici sono reclutate fra studentesse persone in difficoltà economica
E quindi con un proliferare di un mercato di donazioni il dato sconcertante poi anche quello dei costi per le coppie italiane fino agli otto mila euro per le coppie spagnole quattro mila euro
Ma la situazione più grave a mio parere e quella relativa all'aumento del ricorso del mercato delle donazioni su internet dov'è possibile acquistare senza alcun controllo i gameti necessari
Ma allora non è forse moralmente e giuridicamente più accettabile
Un sistema come quello inglese come quello francese che hanno consentito alle loro copie i poter perseguire una legittima esigenza di procreazione corresponsabilità consapevolezza ma soprattutto senza sfruttare altri esseri umani
L'Italia non è forse impegnata impensati europea ai sensi dell'articolo tre della Carta fondamentale
Dei diritti dell'Unione a rendere effettivo il principio che impone il divieto di fare del corpo umano e delle sue parti una fonte di lucro si tratta di argomenti
Che vengono posti affonda fondamento del divieto dell'articolo quattro ma in realtà è proprio questo divieto a incentivare una situazione del genere
Ignorare quanto avviene fuori dalle nostre frontiere rappresenta allora possiamo domandarci un corretto bilanciamento tra principi fondanti nostro ordinamento
Fuori da schemi ideologici otto avendo di mira i dati di realtà posti peraltro a fondamento della sentenza centocinquantuno del due mila nove occorre allora verificare se nel nostro ordinamento
Ci sia possa esserci una serenità necessaria eliminare il divieto esistente in maniera sintetica mettere in evidenza dopo che la professoressa D'Amico ha delineato accolto la prego davvero in maniera sintetica
Allora e quindi noi abbiamo già con la legge quarantaquattro confini che vengono rispettati
Il divieto verrebbe tolto solo per le coppie dell'articolo cinque all'articolo uno dall'articolo uno si parla di soli soggetti che sono affetti da sterilità e infertilità
Un terzo confine riguarda il fatto e questo è importante perché il sistema francese su questo si è fondato
Solo quando sia accertata l'impossibilità di rimuovere altrimenti le cause impeditive della procreazione
Quindi non si parla di ritorno a far west ma si parla di stabilire un sistema che peraltro già la legge quaranta
Disciplina in modo corretto all'articolo dodici è sanzionata la commercializzazione con cambiamenti questa norma rimane e quindi la donazione di lamenti pulita
All'articolo nove si corsi consente che il nucleo familiare sia stabile
Per il disconoscimento di paternità sempre all'articolo nove non si acquisisce alcuna relazione giuridica
Parentale colmato e poi e qui concludo noi abbiamo già una disciplina legata decreti legislativi
Cento novantuno e sedici che regolamenta o tutto il settore delle donazioni in maniera specifica consenso informato
Anonimato gratuita eccetera
E quindi a un sistema sotto controllo consentitemi in conclusione di richiamare quanto detto anche autorevoli esponenti la
Prina il fatto che la donazione di gameti e degli ovociti sia vietata non ci toglie dall'imbarazzo che proviamo quando leggiamo notizie
Su in televisione sul mercato dei gameti
Forse una disciplina domestica passata sulla solidarietà la gratuità
Che non lasci spazio al mercato può essere uno dei modi per contrastare questi fenomeni e qui concludo dei veramente non è più il ludibrio risposta in tal senso perché tutti noi siamo consapevoli
Sia della necessità di procedere tenendo conto dell'evoluzione della società ma soprattutto
Della necessità di costruire uno spot se giuridico europeo fondato su valori indivisibili è universali di dignità umana di libertà di uguaglianza e di solidarietà
Grazie avvocato Costantini avvocato Clara
Terzo
Beh signori nella suddivisione dei compiti
Quel dividerci gli argomenti della difesa delle proprie ricorrenti e anche dei medici che hanno dovuto porre un divieto in ragione della legge ma che condividevano la diagnosi e la proposta di terapia
Nella divisione dei commenti mi rimangono solo poche considerazioni dal punto di vista strettamente delle coppie
Le colleghe hanno illustrato molto bene le questioni giuridiche sono negli atti io vi chiedo
Un'attenzione
Particolare
Innanzitutto va un documento che non riguarda strettamente le coppie oggetto dei giudizi che conta ma riguarda una serie di indagini psicologiche fatte su bambini europei sia italiani perché fino al due mila e quattro
La fecondazione eterologa era praticata nel nostro Paese ed ha continuato a essere praticata nella stragrande maggioranza dei Paesi d'Europa come è stato ricordato
Migliaia decine di migliaia di bambini pacificamente nati grazie all'eterologa sono stati seguiti da equipe psicologiche mediche per anni ed anni
Tutti gli studi fatti in Europa non smentiti da alcuna pubblicazione dicono una cosa
Sono bambini normali belli e brutti sani e malati che hanno successi e sconfitte sono bambini di assoluta
Voglio dire banale normalità non sono bambini che per essere inerti con questa procedura medico-scientifica si sono trovati in una condizione inferiore deteriore
Più brutta più triste per loro e cui
Vi chiedo di consentire una riflessione per voi per tutti noi e anche per tutti i giovani colleghi che hanno fatto l'udienza che hanno fatto le ricerche che hanno partecipato i giudizi che oggi qui arrivano allo punto apicale
Una riflessione autobiografica se noi avessimo pensato
Non con certezza ma anche soltanto col dubbio
Di contribuire con quella che crediamo una battaglia per l'affermazione dei valori costituzionali
Ma costruire qualche cosa di peggiore di dannoso
Di cattivo per i bambini noi oggi non saremmo qui perché c'è un dovere morale questa parole riformata già
Nei discorsi delle mie colleghe non casualmente perché c'è un problema di etica che illumina il diritto questa è la prima considerazione la seconda che attiene sempre alle coppie
Riguarda anch'esso un documento un documento che materialmente non è negli atti ma che
Tutti noi benissimo conosciamo perché basta aprire può una videata
Con le parole procreazione assistita interna ci dice tutto le coppie che oggi hanno questo problema appunto con una banalissima videata Sukur che cosa si trovano si trovano una pletora di proposte di contatti di suggerimenti
Ci sono anche tanti ottimi medici e tanti seri clinici
Per esempio quelli che facendo queste battaglie rinunciano alla possibilità di ben più lucrose parcelle perché dicendo l'eterologa in Italia non si può fare ma naturalmente noi abbiamo i canali e contatti possiamo mandarli se i ricchi
In Belgio o in Spagna se meno abbienti in Ucraina o verso altre destinazioni beh allora ci sono tanti medici e centri clinici che purtroppo queste pratiche le fanno appunto lucrando ci assai
Ma le coppie si trovano di fronte a un medico del quale non hanno nessuna garanzia istituzionali di serietà e di correttezza deontologica
Perché le coppie che sanno di essere altro sperma
Ho
Affette come nei nostri casi da menopausa precoce sono copie che sanno di doversi rivolgere tramite un contatto italiano un mercato della illegalità internazionale
è chiaro non si potrà la legge si applica nello Stato vietare
Ciò che avviene al di fuori del nostro Paese ma certamente avere la possibilità per le coppie che sono sterili
Di andare davanti a medici recente che incide italiani con competenze italiane sorvegliate dal nostro Stato e inserire queste proprio percorso di legalità e sottrarle a un mercato che invece
Corrivo insinuante ammiccante che propone le soluzioni che propone anche quei fantasmi che francamente sono lì infima minoranza
Parlo dei figli delle attrici parlo dei figli dei premi Nobel piuttosto che lega antisportivi bambini che vengono presuntamente creati per essere alti belli Biondi e con gli occhi azzurri eccetera eccetera queste sono minoranze ma questo fantasma del bambino creato lo abbiamo
Ecco credo che questa battaglia si anche per cercare di demolire questa cultura perché la pm rimarrebbe rigorosamente nei paletti
Che la collega Costantini appena ricordato
Ulteriore elemento la fecondazione eterologa in Italia sì pratica perché lo dice in campo si pratica semplicemente varcando di confini e varcando li ha costi
Certamente significativi perché parecchie migliaia di euro
Parecchi
Anche decine di migliaia di euro oggi
E cifra considerevole pur tuttavia
Per disperazione indebitandosi non è per nulla retorica la stragrande maggioranza lo fa lo fa con conseguenze giuridiche ma su questo punto tornerò in conclusione ma lo fa serenamente dita che la nostra legge dovrebbe dire la fecondazione eterologa vietata
A condizione che si sia rimasti ancora al di qua del cancello della droga ma da questo punto di vista e quindi nuovo contano i documenti che abbiamo prodotti e quelli delle coppie ad essere immaginate sono proprio le coppie meno abbienti e più malate quelle che non hanno
Quei pochi risparmi per andare all'estero o quelle che
Proprio perché l'infertilità può essere casuale derivare da un'otite come è stato prima ricordato giustamente ma può derivare anche
Da una congerie di patologie che una persona soffre da una serie di affezioni che si accompagna queste che rendono quindi difficile
Il percorso della
Genitorialità da questo punto di vista il divieto dell'eterologa è una discriminazione anche sotto il profilo economico
Da questo punto di vista io credo
Lo abbiamo ribadito un sacco di volte perché questo tutti muove questo fantasma del figlio scelto e
Non solo certamente evitabile in caso di una vostra pronuncia di accoglimento delle nostre tesi ma
Queste regole erano già pacificamente in vigore applicati fino al due mila quattro quando fino al momento in cui fu emanata la legge quaranta che
Il Codice deontologico medico con molto
A presidiare oltre alla normativa che prima la collega Costantini ricordata una situazione che non sarebbe certamente quella di assenza della legge
Due ultimissimi riflessione la prima è quella sull'articolo no se si pensasse tono per un attimo all'argomento con il quale ho iniziato se si pensasse da parte del legislatore
Che ricorre alla fecondazione eterologa farmacie un bambino danneggiato e posto in situazione di inferiorità
Non dico che questo legislatore per coerenza avrebbe dovuto comunque dire che nel momento in cui si fosse identificato un bimbo nato in quel modo lo si sarebbe dovuto porre
Al volo immediatamente in condizione di adottabilità non esageriamo ma certamente si sarebbe dovuto dire si accenda un faro si faccia una verifica i servizi sociali
Diranno un controllo perché è un bambino in cui i genitori per egoismo
Hanno messo al mondo qualcuno che ne nasce male il nostro legislatore invece fa una scelta completamente diversa in una situazione di pacifica falsità tra virgolette biologica
Della genitorialità dice
Non è esercitabile il disconoscimento di paternità nemmeno quello che può invece esercita e chi conoscendo la falsità Della papà dichiarazione abbia riconosciuto un figlio altrui il che significa che il legislatore ci dice due cose
Non dopo questo bambino una cautela economica che avrei potuto Dalia semplicemente statuendo a suo favore le medesime garanzie
Che
La legge da sempre pone a favore dei figli nel
E fuori della famiglia non so no gli do una famiglia e quella famiglia deve rimanere
E lo lascio e non ha fornito perché lì stabilimenti addirittura
Dice un'altra cosa
In questo caso la biologia non accetta e questo l'ultimo voi tutti il sangue non città quel bambino io legislatore so che non è figlio di quel parli con la madre purtuttavia quel bambino a una genitorialità non disconosce civile
Già questo è sarebbe una contraddizione ordinamentale però
Mi viene in mente
Un'ultima
Considerazione
Parlando di questa legge
Abbiamo tante volte detto una legge ideologica è una legge che proclama mare di gente destinata ad essere come in effetti avvenuto ben poco rispettata
Ma
Questo concetto del sangue in questo concetto del
Cenni
Ci sono due aspetti
L'uno è
Ma il bambino
è figlio di un rapporto di uno Codice di DNA
O è figlio di un affetto e di una volontà di chi lo ha desiderato qual è la vera genitorialità
La seconda considerazione questa
Tra virgolette ancora una volta la più giuridica in realtà il concetto del figlio per sangue il concetto il figlio per
Discendenza è un concetto che ha
Una dignità storiche istituzionali giuridica plurimillenarie
Quella famiglia la famiglia più non casualmente un tempo si chiamava casato perché trasmetteva capitolo e patrimonio e una famiglia che aveva un senso preciso ed alla famiglia della aristocrazia
Dove non contavano scelte responsabilità contava una continuità di potere che non a caso
Da un certo livello in su ma non certo a livello costituzionale aveva anche uno stemma un titolo la famiglia
Arresto pratica è una famiglia che è sempre esistita ce n'è un'altra una famiglia che molto sinteticamente credo che si sostanzi di tre parole l'amore la scelta e la responsabilità
Allora la facesse l'amico che se veramente ci stupisce prima di questa udienza e ci dice sempre il galateo della Corte impone che non si citi appunto alla Corte una giurisprudenza che la Corte conosce bene e io mi atterrò a questo
Giusta indicazione e mi atterrò serenamente per un motivo perché so bene qual è
La famiglia fra cui due modelli che un rapidissimo a mente ricordato prima
Che la nostra Costituzione voleva e vuole
E qual è la famiglia che questa quote in tante sue pronunce ha sempre difeso sostenuto
Consolidato grazie
Lazio avvocato Clare avvocato dello Stato Palmieri
Grazie
Come ricordato anche nella relazione le tre ordinanze di remissione dei giudici del tribunale di Catania di Milano e di Firenze
Derivano dall'ordinanza della Corte numero centocinquanta del due mila dodici
Nella quale erano state tracciate con chiarezza le linee concettuali e giuridiche che sarebbero dovute orientare la successiva eventuale rimessione della questione di costituzionalità
Anche perché come si è osservato in dottrina gli unici a non aver potuto interloquire sulla sentenza della devolution lombarda erano stati proprio i giudici o a quo Acqui Bu posso avendo noi parti costituite in quel giudizio presentato memorie e sviscerato le argomentazioni della sentenza della tranchant
Diciamo che le tre ordinanze sostanzialmente hanno un percorso argomentativo diverso ma che in particolare la numero duecentotredici quella del Tribunale di Firenze
E forse quella più scarna motivata in modo più scarno e che contiene uno sviluppo concettuale meno approfondito delle questioni e diciamo che quella dove sono più palesi profili di inammissibilità e di infondatezza
Questa è l'unica notazione che farò in senso specifico rispetto alle tre ordinanze perché per evidenti ragioni di economia processuale
E per ragioni di unitarietà concettuale e giuridica la mia discussione orale si accentrerà sulle ordinanze unitariamente intese seguendo un percorso logico argomentativo
Alla quale mi atterrò per sostenere la tesi di fondo che permea il nostro atto di intervento e anche le memorie depositate in prossimità dell'udienza che è quella di restituire
Il ruolo centrale del legislatore nella materia in esame
Vediamo quindi che in questa delicata questione dove
Affronto le problematiche sotto un profilo tecnico-giuridico ma con estremo rispetto nei confronti delle situazioni soggettive che ha questa così delicata materia sono sottese e che quindi va esaminata con estremo equilibrio
Si intersecano e si sovrappongono sostanzialmente tre piani giuridico concettuali il piano possiamo dire generale che forma da quattro e da sfondo che quello che riguarda il problema
Della bioetica ed Elvio diritto
Il piano sovranazionale che riguarda il profilo giuridico attinente alle pronunce e ai principi sia della Corte europea diritti dell'uomo sia della convenzione e infine il piano nazionale che riguarda il profilo attinente alle violazioni
Sostenuta nelle ordinanze di emissioni di alcuni articoli da corte della Carta costituzionale il due il tre il trentuno trentadue e Milano l'ordinanza di Milano si sofferma ancora una volta su una violazione dell'articolo centodiciassette primo comma
Tutte violazioni letti nel alla luce degli articoli otto e quattordici della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
Per quanto riguarda il primo profilo che forse
Quello più eticamente possiamo dire tra virgolette sensibile e quello che attiene alla distinzione che ormai
E palesemente riscontrata in dottrina e affermata tra bioetica ed io ho diritto
Come concetto sia logico sia
Proprio di espressione linguistica via bioetica precede il mio diritto e si sofferma su quelle che sono le regole etiche che devono informare la società
Ma il problema fondamentale tradurre queste regole etiche in un sistema legislativo ed ecco che è stato coniato Corco felice espressione il concerto del bio diritto
Dove appunto più nella dottrina fa presente che si confrontano per così dire due posizioni antitetiche ugualmente radicali se vogliamo
Che sono il tacchino scentismo Bellanti tecno scientifico basi al primo tutto ciò che è tecnicamente possibile e anche tecnicamente ricito
In base al secondo diametralmente opposto c'è un attuarli un rigetto totale delle risultanze della scienza almeno sotto il profilo della Locride avanza ai fini della legittimità illecita dei comportamenti
Diciamo che c'è una inevitabile asincronia tre progresso scientifico-tecnologico medico e la traduzione attraverso di me
Ismi se vogliamo essere anche se per il gruppo rigidità il sistema giuridico per cui il difficile rapporto che nel tempo sia in mano mano caratterizzato tra bioetiche abbia diritto è proprio questa possibilità di dover
Tradurre quel progresso scientifico di culture nella sentenza della Caf ombra si fa riferimento nella organizzazione giuridica di sistema
Ed ecco che mano mano sia andata anche affermando che il concetto di bio diritto cosiddetto neutrale
C'è un diritto per cui le problematiche bioetiche non hanno bisogno di essere tradotto in una legislazione ovvero possono essere tra tutto in una legislazione cosiddetta soft debole mite a fronte della quale si afferma una giurisprudenza
Cosiddetta alternativa che prende atto di quello che accade nel mondo giorni al mondo sociale e il mondo del pensiero e lo traduce in pronunce che mano mano
Affermano dei principi ma sono sempre mutevoli possono essere sempre modificate sono pronuncia per usare un
Espressione cara al nostro ordinamento rebus sic stantibus ma sempre modificabili
E allora
Si pone il problema di come superare questa concettualizzazione la cosiddetta bioetica dei tribunali evitare quindi che il legislatore sia completamente superato da questo meccanismo in base al quale la il bio diritto si afferma attraverso pronunce successive
Ed ecco che in questa elaborazione dottrinale stessi comincia a riconoscere sempre un maggiore senso Lorenza che superi questa possiamo dire non dualismo ma questo confronto dialettico tra di reti che abbia diritto è che riconosca alla fine un ruolo importanti al legislatore anche in chiave di dialogo interdisciplinare interculturale interrogo ordinamentale e quindi questo è il primo filo che io tiro
Da questo affonda questa valutazione del
Del piano di fondo
Che permea la questione
Altro profilo rilevante in questo caso
è quello sovranazionali particolari come ricordavo qui il problema delle pronunce della Corte ora per i diritti dell'uomo degli articoli otto qua
Vice la Convenzione europea dei diritti dell'uomo e devo dire che qui la dottrina ha molto commentato sia molto soffermata sulla sentenza della Caf ombre
E proprio nel commentare la sentenza del Tribunale di Milano che quella che maggiormente cerca
Di affrontare la questione anche in un'ottica sovranazionale ha sottolineato come in effetti
Non ci sia stato un esercizio pieno
Di quella come possiamo dire valutazione convenzionale che pure l'ordinanza centocinquanta del due mila dodici rimandava al giudice quibus
Perché in realtà da una visione proprio generale della giurisprudenza della Corte europea diritti dell'uomo la dottrina sottolinea come si tratti di una materia molto particolare in realtà la Corte europea come Stato felicemente detto risolve casi concreti risolve casi pratici alle volte non esprime neanche dei principi generali validi per la convenzione risolve quel caso e quindi poi spetta al giudice ordinario compiere una valutazione di quelle che sono le le scelte le pronunce della Corte europea e mediatica attraverso la diciamo la lettura delle nostre norme costituzionali e allora si dice come giustamente che ci sia una sorta di partita tre in questo che passo
Tra il giudice ordinario la CEDU e il profilo costituzionale e quindi de diciamo che il Tribunale di Milano a esageratamente
Enfatizzato il problema del Times Hector cioè a troppo contestualizzato quella pronuncia
Senza preoccuparsi anche forse di analizzare quella che era la legge austriaca proprio sulla procreazione la fa plants medesimi Chiesa ex che avrebbe dovuto essere esaminata per distinguere eventualmente profili rispetto a quello italiana
E quindi il profilo invece rilevante che emerge però per come abbiamo già illustrato nel precedente giudizio di costituzionalità in realtà c'è proprio un'espressione infelice della tranchant perché dice
Indipendentemente dalla contestualizzazione dice non sia ecco ancora
Realizzata inutile Comité divini cioè non si è ancora realizzata negli Stati una chiara un chiaro consenso un chiaro un modo di vedere questa questione tant'è che questo profilo di mancata
Conferma del consenso ha finito per influenzare anche il problema della proporzionalità di cui all'articolo otto della Convenzione europea dei diritti dell'uomo
E quindi diciamo che andava fatta una lettura un po'più calibrata di quella sentenza che comunque ha in ogni caso cancellato quella ha ribaltato l'esito della prima Camera
E al e diciamo anche che in sede di commento si è sottolineato che spesso
Proprio la giurisprudenza della Corte ora pari diritti dell'uomo su questioni anche si è richiamata la corsa papà anche riguarda peraltro una vicenda completamente diversa
Ma che certe volte su alcune questioni analoghe non assente pre un orientamento definito non segue sempre uno stesso percorso
Perché perché la Corte disciplina casi pratici casi concreti il caso concreto non assente dei principi validamente utili
E allora comunque spetta in ogni caso il giudice una valutazione concreta tant'è vero che c'è un'espressione che io trovo molto felice in gioco di specchi riflessi tra le corti sovranazionali e il CUP il giudice
Nazionale
L'ultimo profilo e quello dei e quindi anche qui
Il concetto che si trae
E quello della necessaria migrazioni del legislatore nazionale
L'ultimo profilo sono le le censure di costituzionalità lì ci siamo soffermati nelle memorie nell'atto di intervento quindi non ripeterò quello che ciò che ho detto già
C'è un unico profilo molto delicato ripeto questa è una materia profondamente dedicata e profondamente permeata da sentimenti soggettivi quindi bisogna sempre affrontarla con estremo rispetto mantenendo una
Un equilibrio giuridico per quanto mi riguarda visto che quel vecchio compito
E
Proprio che si è commentata lungo questa sentenza del tribunale di remissione queste ordinanze rimozione del Tribunale di Milano perché fa un raffronto possiamo dire suggestivo con la normativa italiana di A due
Dove pure si darebbe quindi una prevalenza al cosiddetto legame affettivo quindi è una costruzione di famiglia non sulle gambe di sangue o genetico ma sulle gambe affettivo e allora proprio gli stessi commentatori che in qualche misura sarebbero anche quasi favori ad una soppressione del divieto contenuto il terzo comma dell'articolo quattro dice che proprio quest'argomento forse il più debole perché in realtà si tratta di fattispecie molto diverse ma soprattutto con mi consente di mettere in luce
Quello che è un po'un profilo che viene trattato diciamo alla fine del problema cioè venire successivamente cosa accada emerga alta quello che va anche contemperato in questa fase essendo anche l'interesse del minore interesse del nascituro
Tant'è vero che la dottrina proprio quando riflette su queste ordinanze di rimessione fa
Una ragionamento abbastanza profondo e contrappone il cosiddetto PAI do centrismo
Ha la una sorta di Rinascente diritto matti verticale patriarcale alla stirpe e quindi distingue nulla diretto di procreare dalla libertà di procreare
E dice che il primo è un diritto sicuramente riconducibile nell'ambito di una
Esigenza soggettiva ma la libertà di procreare
Ha comunque la libertà pro creativa comunque nei limiti dei modi e dei tempi che spetta al legislatore di individuare
E ancora porta avanti questa
Riflessione immaginando una specie di restaurazione adulto Centrica perché finisce l'asse di attenzione per essere troppo spostato nell'ambito della copia dell'interesse della coppia
E invece non bisogna perdere di vista anche l'altro profilo e si usa questo una fra una espressione inglese molto suggestiva parlando di sdoppiamento di genitori e per la genitorialità
Split fa avremmo Coutts split Faber madre Guzzo che è un'espressione e essere ma mai bello essere papà in bello però come una sorta di
Sdoppiamento nella genitorialità
Peraltro l'articolo due e non devo richiamare a voi la giurisprudenza perché nota tutela
Non i diritti dei singoli all'interno delle formazioni sociali ma le formazioni sociali in quanto tali e l'articolo trentadue per costante interpretazione viene visto come una B univocità
Tra diritto soggettivo interesse legittimo e quindi un po'difficile ha tagliato la fattispecie
Ma in ogni caso anche sotto il profilo della normativa costituzionale sì registra l'importanza di un intervento normativo di sistema
Che spetta al legislatore e allora in conclusione l'armonizzazione il bilanciamento di questi valori così delicati
Chi non può che essere rimessa ad un intervento normativo e mi ricorda questo punto l'immagine molto suggestiva di un autorevole dottrina che parlava i decreti di un grande deserto dei diritti
Quindi la necessità di avere comunque una disciplina di questi diritti così importanti
Dopo un'attività di bilanciamento non può che essere fatta trattandosi di diversi interessi costituzionalmente garantiti e quando che mi diano quindi rispettino la rispettiva portata in tutti fondamentale proprio
Nell'ambito di un'attività legislativa e la legislazione sarà chiamata arrende a recepire le istanze sociali a riempire i vuoti dell'ordinamento
E ha comunque a mantenere ovviamente un dialogo bio giuridico transnazionale proprio per costituire quello che è uno dei maggiori studiosi in materia di bioetica ha definito il ponte verso il futuro ma ridare
Lo spazio al legislatore significa rispettare i principi fondamentali della democrazia
Significa anche in questo momento in cui come si dice la destrutturazione della rappresentanza politica e le
Cartina di tornasole della crisi dei valori dei dei soci delle società degli impianti giuridico sociali conosciuti
Restituire la centralità del suo ruolo al Parlamento significa assicurare uno snodo democratico fondamentale delle quote nell'equilibrio fra i poteri dello Stato grazie
Grazie avvocato Palmieri sarà deciso
Sì tirarglielo rosso numero due
Lorenzo duecentosessantaquattro miliardi così un altro