07APR2014
rubriche

Rassegna stampa su carcere e giustizia

RUBRICA | di Alessio Falconio RADIO - 10:18. Durata: 41 min 23 sec

Player
A cura di Francesco Morelli ed in collaborazione con la redazione di Ristretti Orizzonti.

Puntata di "Rassegna stampa su carcere e giustizia" di lunedì 7 aprile 2014 condotta da Alessio Falconio con gli interventi di Francesco Morelli (redattore di Ristretti Orizzonti).

Tra gli argomenti discussi: Amnistia, Bernardini, Campania, Carcere, Digiuno, Diritti Umani, Droga, Emergenza, Giustizia, Governo, Indulto, Informazione, Napolitano, Ospedali, Partito Democratico, Presidenza Della Repubblica, Psichiatria, Radicali Italiani, Rassegna Stampa, Stampa, Tossicodipendenti.

La registrazione audio di
questa puntata ha una durata di 41 minuti.

leggi tutto

riduci

10:18

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Noi adesso però come ogni lunedì seppur con una qualche minuto d'anticipo rispetto all'orario solito dieci e trenta ci colleghiamo
Con Francesco Francesco Morelli che con noi detiene questa rassegna stampa dal carcere e salutiamo buongiorno Francesco Morelli Boniolo voglio lavori allora ne parliamo oggi di carcere nel momento in cui
Ritarde Nardini sta portando avanti uno sciopero della fame dallo scorso ventisette febbraio diciamo il titolo di questa iniziativa e siamo abbiamo contato gli anni stiamo
Contando do i i giorni ma i giorni sono sono davvero tali ti Francesco possiamo forse partire da qua nella tua rassegna stampa di oggi perché
Si moltiplicavano al abbiamo sentito questa mattina per esempio Laura Coccia depurare il PD le voci dei singoli deputati che
Dicono quel che invece il magari il rispettivo Gruppo di appartenenza tanto più del PD
Non ha il coraggio di dire cioè che servono amnistia indulto e non ci sono alternative in vista del prossimo ventotto maggio che cosa ha raccontato rassegna oggi Francesco perché
Partiamo appunto con un complimento che ho riassunto più che altro rispetto a questa questa protesta che informa avanti Rita Bernardini
Non protesta mi raccomando l'iniziativa non violenta di proposta
Senta l'onere e l'ultima a dichiaro con il comico di gruppi sono ruotati intorno alla capiente dalle carceri capiente che tra dichiarata
Di addirittura di cinquanta mila persone è da parte del Ministro della giustizia quando si è recato a Strasburgo per spiegare
Alla alla Corte europea dei diritti umani le azioni che stanno intraprendendo il Governo per deve risolvere
Una situazione che ha determinato appunto Quetta questa condanna sospendiamo fino ad allora prossimo ventotto maggio con successivamente appunto righe in particolare
A ottenuto dal DAP i dati reali sulla capienza delle carceri che non sono cinquanta miliardi
Ma quarantatré mila perché quelli ufficiali
Intanto sarebbero quarantasette mila e qualcosa però alcune migliaia di posti non sono utilizzabili perché sono conteggiati anche quelli
Ricompresi igiene strutture inagibili in strutture obsolete che è quello di ristrutturazione o che troppe insomma non sono utilizzate
E quindi hanno constatato che questi posti per far numero per far vedere che
La differenza tra quanto i detenuti ci sono e quanti postille Capriano disposizioni non è poi così ampia io vi chiedo la
La differente è molto ampio e siamo quasi a venti mila persone di troppo quindi
Non è che l'Italia abbia molte altre soluzioni anche perché proprio ieri per il Clarin ribatterà notizie dal
Garante dei detenuti del Lazio
Che gli effetti del cosiddetto molto cosiddetto decreto vuota Capecchi ruota cattolici sono praticamente esaurite
Tanto che nell'ultimo mese addirittura delle carceri del Lazio il numero di detenuti è aumentato ecco quindi
E
Praticamente con questo decreto che i suoi effetti li ha dispiegati aree è riuscito a
Pardini di alcune migliaia alcune poche migliaia il numero dei detenuti
Ora davvero anche secondo noi non ci sono altre soluzioni fino all'amnistia e indulto per rientrare nelle condizioni di legalità quindi
Pienamente siamo d'accordo conoscibilità
Trentanove giorni di sciopero della fame dicevi tu in un risultato è arrivato un buon risultato è arrivato poi come sempre quando c'è un'iniziativa non violenta che appunto non è mai di protesta ma è di proposta e di lotta per la verità un pezzo di verità magari non
Non è ancora tutta ma un pezzo di verità Rita un bel pezzo un pezzo importante come ricordavi tu lo ha ottenuto i i giornali di oggi i giornali anzi che oggi ci racconti dicevamo
Hanno in qualche modo
Tengono conto di questa di questa iniziativa oppure c'è quel che purtroppo registriamo da tempo perché
Un ormai leader politica un segretario di radicali italiani che da quaranta giorni praticamente non mangiare una notizia
Anche se noi giornali mi spiace anche una folta confermarlo varie restano praticamente ignorando appunto
L'affidabilità e le notizie che io adesso ho riassunto sono multipli che tutt'al più sono arrivati sulle agenzie redditività vanno fatte il loro lavoro è i giornali non hanno ripreso nemmeno che gli sarebbe costato ben poco pratica dato che
Buona parte delle notizie non vengono realmente scritte dai giornalisti provengono proprio ripresentare qualità se acquisire
Comunque il giornalino hanno ripreso manco quelle quindi c'è una scelta editoriale non è un problema di dividi mancanza di notizie diciamo però temo proprio che sia una scelta editoriale e allora raccontaci la rassegna
D'accordo la notte io mi dispiace di non avere di non avere qui ereditiamo curino ticket su quello che abbiamo detto finora ma non dipende da Atene fortuna continua riassunto imbarazzate
Ecco i giornali si sono occupati molto per esempio della mancata chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari è un altro tema importante nel dibattito sulle carceri italiane
Il primo di aprile quindi relativa alla scorsa scadeva il termine che ha prorogato di un anno per la dimissione per la chiusura degli ospedali psichiatriche
Giudiziarie i cosiddetti manicomi criminali volta così venivano chiamati
Solo che con un decreto di urgenza come appunto la natura di decreti
Il Governo ha prorogato di un ulteriore anno chiusura perché lei le Regioni che dovevano attrezzarsi che dovevano
Reperire le strutture alternative per le persone dimesse dagli ospedali psichiatrici giudiziari non l'ha fatto ecco leggo questo articolo e Dario Stefàno dell'Aquila
Che rappresentate di Antigone per la Campania oltre in un'ora un'attività molto
Molto bravo per quanto riguarda la campagna per la chiusura degli appunto degli uffici
Ospedali psichiatrici giudiziari la proroga della vergogna titolare il manifesto articolo di Dario Stefàno a L'Aquila il Governo rinvia di nuovo la chiusura al primo aprile due mila e quindici
Il Presidente Giorgio Napolitano tra virgolette ho firmato con estremo Ratta rammarico il decreto legge
Con queste parole affidato ad una nota ufficiale del Quirinale ieri perché gli enti della Repubblica Giorgio Napolitano ha comunicato il suo disappunto Vic calde al mancato rispetto del termine da prorogato lo scorso anno fissato per la chiusura di quelli che venivano chiamati i manicomi criminali
Con decreto legge approvato due giorni fa dal Consiglio dei Ministri infatti il Governo Rete annunciato di per prorogato su proposta
O dei titolari dei dicasteri della salute dalla giustizia Beatrice Lorenzin e Andrea Orlando i termini per il superamento degli OPG
Spostarlo avanti di un anno al primo aprile due mila e quindici
Per il Governo la proroga si è resa necessaria poiché il termine iniziale non risulta accolgo per completare definitivamente superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari
Soprattutto in ragione della complessità della procedura per la realizzazione delle strutture destinate ad accogliere le persone in cui sono applicate le misure di sicurezza
Serve un maggior lasso di tempo per concludere i lavori di realizzazione di riconversione delle strutture le cosiddette RR
Che sostituiranno negli OPG
Per le quali sono stanziati oltre che settantatré milioni di Euro e la cui realizzazione è affidata alle Regioni un provvedimento atteso richiesto dalle Regioni tetti e per fortuna
Però è più ridotto rispetto alle voci iniziali
Si farà si parlava addirittura di una proroga sino al mille al due mila e diciassette
Delle ore che hanno preceduto la redazione del decreto il Sindaco di Roma Ignazio Marino
Che da Presidente della Commissione di inchiesta sul servizio sanitario nazionale
Cifre che promotore della legge che ha fissato lo Pirlo degli OPG al trentuno marzo due mila tredici aveva rivolto un appello al Presidente del Consiglio al Capo dello Stato perché si procedesse subito la chiusura
Il provvedimento di proroga del Governo contiene alcune novità accolte con sollievo
Da Napolitano decreto conterrebbe disposizioni in merito alla possibilità del giudice del magistrato di sorveglianza disporre misure alternative alla dove alla diventino quindi
Per
Fatiscenti che in realtà già previste dal nostro Codice e soprattutto ipotizzare che acchito del potere sostitutivo del Governo in caso di inadempienza delle Regioni
è stato previsto pertanto che entrasse in meno e queste debbano comunicare al Governo lo stato di avanzamento dei lavori di realizzazione riconversione delle strutture destinate all'accoglienza dei soggetti oggi internati agli odio PG
E tutte le iniziative assunte per garantire il completamento del
Processo di superamento
Il Governo laddove evincersi è che uno o più regioni non fossero in grado di rispettare il nuovo termine
Si riserva di leader citare il potere sostitutivo con la nomina di un commissario ad acta incaricata di concludere i lavori
Novità Quetti accolte o voi dal Comitato sta occupi dieci pur critico con la scelta della proroga
Avevamo detto hanno dichiarato Stefano circoli giovane del giudice che non era accettabile una proroga senza fissare per i figli i vincoli in questo senso il nuovo decreto contiene due importanti novità
Il commissariamento per le Regioni inadempienti e alternative e vie alternative alla detenzione inno PD
Bisognerà capire quanto queste norme siano effettivamente vincolanti ma indubbiamente si tratta i primi passi nella direzione auspicata anche se non bastano
Per il Comitato è necessario comunque introdurre introdurre disposizioni più stringenti come l'obbligo dei progetti di cura e la e di riabilitazione individuali che favoriscono le dimissioni
E misure alternative alla detenzione unico assoluzione per non far diventare le nuove REM essa una specchi di Minio PD
Rimane poi rientra aperta la questione della proroga senza termini della misura di sicurezza detentiva ad oggi vigenti nel nostro Codice penale
Signora si interviene su Quetta il fenomeno di cosiddetti ergastoli Bianchi
Proroghe lunghe decine di anni di internamento è destinato a ripetersi
Bisogna dire che a dispetto delle parole di rammarico e malgrado le novità del provvedimento governativo attribuire ogni responsabilità di questi ritardi alle Regioni è forse eccessivo
In realtà materialmente le risorse sono state tecnicamente disponibili solo alla fine dello scorso anno e considerati i tempi burocratici necessari per realizzare i lavori pubblici
Sembra quasi giocoforza che tra un anno si applicherà un'altra può proroga
Le stime ufficiali indicano i tempi di appaltabilità e realizzazione di queste nuove strutture
In alcuni casi vecchie strutture ospedaliere rimesse a nuovo con capienza di venti posti ciascuna in un intervallo compreso tra i sei venticinque medico
Anche le Regioni più virtuose non avrebbero mai per terminati i lavori in tempo utile
Certo è che questa terra di mezzo tra carcere manicomio che Silvio PD rischia di rimanere ancora
Un lungo abitato da vite dimenticate sospese un inferno degli eventi a cui si è bravi a nessuno
Che nessuno sembra porre fine o rimedio ricco qui si conclude all'articolo di Dario Stefàno dell'Aquila
Io aggiungo un paio di
Di notizie nella prima che per quanto venga detto in sul contenuto di questo decreto il Co commissariamento delle Regioni inadempienti rabbia previsto fatto sta che il Veneto proprio la Regione di da cui vi parlo è già commissariata da alcuni medici
Perché è stata tra le più mentre in Italia ad attivare se non altro nella procedura per l'individuazione delle strutture
Che che dovrebbero sostituire gli occhi ecco quindi non è una novità di questo decreto il commissariamento delle Regioni
La seconda questione è quella che riguarda invece
La possibilità di di assegnare
Diciamo che le persone prosciolti per infermità di mente quindi ex
Non destinate andare in carcere ma andare in Opizzi in strutture alternative rispetto agli occhi gli eccessi anche Quetta come peraltro ricordato Dario Stefàno dell'Aquila
E che ha previste dal Codice penale dove ci sono più
Visti appunto luoghi di custodia di cura ecco eventualità che non è mai stata peraltro davvero utilizzata e quindi anche corretta non è una novità del decreto il decreto sostanzialmente l'unica novità che ha fatto è proprio di prorogare un anno da oggi usano la chiusura degli occhi
Per quanto riguarda le strutture a me non risulta che in tutta Italia ci sia in programma la costruzione di una nuova struttura sono tutti vecchi è ospedali vecchie case
Di ricovero per anziani sono tutte strutture già utilizzate con altri scopi
Diciamo così di tipo cd di accoglienza che devono essere riconvertite per fare questo escludere Troiani
Nel frattempo e qui chiudo al convento nel frattempo
Internati no quindi hanno ripreso ad aumentare ecco sono stati proprio come si riesce dorica all'incirca mille cinquecento persone
Per tanti anni poi invierà previsione della quindi del chiusura dei degli UPG quei negli ultimi due anni
Essi sono diminuiti a ottocento ecco che abbiamo raggiunto il toccato il minimo storico alcuni mesi fa di ottocento attualmente sono tornati a mille
Quindi questa idea che le proroghe purtroppo
Ne arriveranno altri che la chiusura ci allontana da comunicare in tutti gli altri MO eletta facendo sì che anche vengono disposti nuovi interna vi i appunto è questo il dato
Che ricava dall'aumento da ottocento a mille esso le persone si trova in ospedale psichiatrico giudiziario e quindi
Non mi pare ci sia una buona dice
L'olio buoni scuola provocante la rassegna dei ristretti Orizzonti poiché stiamo al carcere procedere proprio procede con un altro articolo invece che parla di
Di tossico dipendenti racconti
Ecco anche queste io ho cercato di selezionare vediamo un po'più di tempo ho cercato di selezionare penultimi un attimo tra i meno conosciuti ecco perché
Negli ultimi mesi sul carcere non si fa che scrive nel decreto cui vota carceri del distretto di queste ecco qua che ci sono argomenti che che penso tutti gli ascoltatori hanno sentito e sono un po'anche stanchi di sentire quindi ha cercato di selezionare delle cose
Un po'nuove quadri detenuti tossicodipendenti è un articolo comparso sul fatto quotidiano il due aprile firmato da Francesco Sanna
Secondo uno studio dice Scianna Belpietro europea di monitoraggio del nostro Paese spende lo zero virgola zero otto del PIL di poco sopra l'Olanda per il recupero dei tossicodipendenti
Ma il report precisa che i piani di azione sono sempre Budget
E quindi si apre un po'un mistero militari è il primo Paese per la spesa pubblica designate i detenuti per reati di droga siamo sicure
Corte impietoso operativo Isoradio ha recentemente pubblicato legittime sulla spesa pubblica annuale
Che i Paesi dell'Unione europea dedicata ai detenuti per reati di droga dal traffico al piccolo spaccio nel decennio due mila e due mila dieci ri l'Italia risulta il primo con la cifra record allo zero virgola derogato del PIL
è il dato medio due mila e due mila dieci di poco sopra l'Olanda e controllo che contro la media e dell'Unione europea dello zero virgola zero cinque
Considerato che nel periodo analizzato il PID annuale italiano viaggiamo intorno ai mille cinquecento miliardi di euro stiamo parlando di circa un miliardo e duecento trentanove milioni di euro
Specie per vitto alloggio ed eventuale trasporto detenuti spesi per le forze dell'ordine deputati alla custodia Polizia penitenziaria
Spero che per il personale dell'aria socio psico pedagogica e per i dirigenti altri costi come ad esempio i progetti educativi e lavorativi
Eppure nei dipartimenti e le associazioni che si occupano di dipendente patologico il sottofondo e permanente chi valgono i soldi
Davvero spendiamo tutti questi soldi e che si
Intento di spending review e tagli suo sontuosi è così complesso corde sì che questo tipo di spesa e figlio di un impianto normativo vetro
Ma non solo l'Italia appare virtuoso solo perché ha fornito dati sbagliati
I dati sui detenuti per reati legati alla droga
Secondo il report i paesi con elevate percentuali di detenzioni per custodia accoltellare sorte
Costruiscono il dato principalmente Cividati difficili dei reati legati alla droga del centro Italia
Nel solo due mila dieci aveva il quarantacinque virgola otto per cento la popolazione carceraria in custodia cautelare di qui quasi un terzo otto minuti centoventisette persone
Per il solo reato di spaccio e detenzione di stop sostanze stupefacenti
Le storie di ad un bambino al dobbiam Rino Stefano Cucchi per capirci nasconderli
Se non bastasse del restante cinquantaquattro virgola due per cento di persone detenute cui invece state inflitte una condanna
Il trentotto virgola quattro la doveva crimini legati alla droga risultato che ci si vedeva secondi solo alla Grecia dov'è qua anche questi rappresentano il cinquantadue virgola tre per cento del totale
Questi dati soltanto più significativi e commisurati sia alla media europea dove il settantasette virgola sette per cento dei detenuti concorda con condanna
è solo il diciotto per cento dentro per droga sia i Paesi più virtuosi che vedono la popolazione carceraria legata alla droga incidere sotto il cinque per cento del totale dei condannati
Lituania e l'uno per cento l'Ungheria il tre per cento euro pari al quattro virgola tre
Ma ancor di più impongono riflessioni serie gli associati allo stato delle carceri italiane dove ci Santa sei mila detenuti che affollano dissipati pensati per quarantaquattro mila e quindi un'incidenza
Dai quasi trenta mila
Dentro le carceri reati legati alla droga assume un significato ben più pesante
Poi seguita didattico nel lungo periodo di riassumerlo
Tedesco saranno al seguito descrivendo due con le leggi italiane per quanto riguarda chi la repressione e la penalizzazione dei reati legati alla droga
Ecco ma veniamo alla parte finale
Il centro è ha usato i dati forniti dall'Italia dati sbagliati
Come è possibile che in Italia dal due mila due mila dieci si siano spesi media mentre un mio Beard duecento milioni annui di soldi pubblici per i suoi detenuti in carcere per droga quando persino il Centro studi di ripercorrendo undici cambia o i ma
Non abbiamo alcun merito sui dati del Ministero dell'economia e delle finanze associavo all'intero sistema di tentativo
Nel due mila dieci a un massimo di quattrocento milioni
Il verificatore forti del report si può leggere che in Italia i piani di azione sulla droga l'associato Badia e non ci sono recessioni sull'esperite votive elettive per l'esperienza correlati al tema sono molto limitate
Ma soprattutto uno studio recente il Rapporto annuale due mila undici del dipartimento antidroga
Che mirava a stimare i costi sociali del consumo di droga ha incluso la schivarli della spesa pubblica Valona dettagliato la metodologia utilizzata tradotto dall'abbiamo fornito dati attendibili
Ma lei è l'unico CdA ha dovuto usare questi per elaborare le sue stime siamo i primi quindi Valsecchi trattasse direzioni sarebbero da invalidare per vizi di forma ecco
Ho letto l'articolo merita un commento
Il convento a questo
Da dove spesso convocati queste cifre
Di quello pubblico miliardo
E duecento milioni i soldi pubblici destinati tossicodipendenti semplicemente in questa maniera Acquette e la metà esatta
Quadri lamentai tassa di tutti i soldi stanziati principino penitenziario italiano
Quindi le carceri la sorveglianza Mantini i detenuti
Il il mantenimento delle strutture e dei pensieri cattedrali e quindi degli obblighi le carceri e quant'altro costano all'Italia due miliardi seicento milioni l'anno
Hanno fatto il conto che i tossicodipendenti sono poco meno della metà quindi dividendo perduto questa cifra vedete che che arrivo miliardo duecento milioni
Quindi non sono soldi destinati ai tossicodipendenti sono descritti i soldi destinati al mantenimento dell'intero sistema penitenziario
Il cui la metà circa
è rivolta ai detenuti che sono circolate tali detenuti tossicodipendenti che sono circa la metà di tutti i detenuti praticamente
In soldi specifici per la la custodia per la riabilitazione per
Lascio
L'affinamento alle comunità esterne al carcere
Per i tossicodipendenti che ne del pochi pochissimi
I saldi sono sempre gli stessi e che solo che finiscono anche anche figurano spesi ecco però per cose diverse
Che io dica che non è un errore che ed ecco una furbata scusate vigna non sono scuole quindi fate voi no
Quella la si situano diciamo poi la
In proposito di carceri ne approfittiamo anche di di questa di questo spazio per ricordare un altro punto tutto che stava guardando sulle agenzie dista da prima appena data la notizia che però è già nel nostro
Da qui non degli appuntamenti quella cioè del Sappe chiesti riunita in questi giorni Addabbo per me per
Discutere in particolare della
Necessità di dare più lavoro per i detenuti in un convegno che vedrà tra gli altri ospiti anche Rita Bernardini e Marco Pannella ieri in qualche modo ENEA accennato nel corso della conversazione settimanale quindi
Anche questo è un appuntamento che inseriamo giocoforza in questa
In questa rassegna che invece voi Francesco prosegue con un articolo di Luigi Manconi e Valentina Brinis non parliamo della
Dette nanizzati Sirone della immigrazione irregolare che per gli autori dell'articolo è stata
Deve essere una scelta di civiltà
E sicuramente fatta una scelta di civiltà e quindi L'Unità del tre aprile riporta questo articolo di Luigi Manconi Valentina Brini che andiamo a leggere
Finalmente è stato approvato alla Camera il disegno di legge sulle pene alternative che prevede tra le altre cose anche la depenalizzazione della fattispecie di Nicola ce n'è regolare ciò significa che il Governo dovrà entro diciotto mesi di trasformare in illecito amministrativo l'attuale reato di immigrazione clandestina
Previsto dall'articolo dieci bis del Testo Unico rendendo penalmente rilevante solo il reingresso in Italia in violazione di una precedente di un precedente provvedimento di espulsione
Il reato voluto dalla lega Nord e del PdL era stato introdotto nel due mila nove e prevedeva una sanzione pecuniaria
Tuttavia non veniva mai erogata in quanto l'espulsione determinava il procedimento in questi anni quel reato ha portato la criminalizzazione di numerosissimi stranieri
Solo ad Agrigento degli ultimi dodici mesi ne sono stati indagati migliaia e migliaia
è questo che costituisce in particolare nella percezione dell'opinione pubblica la giustificazione dell'esistente dei centri di identificazione ed espulsione
Se lo straniero rappresenta una minaccia sociale è un pericolo per l'incolumità la sicurezza dei cittadini esso va contenuto classificato come criminale recluso nei CIE
Eppure nonostante che ci siano stati avviati numerosi progetti quell'illecito l'auto le cosiddette dissuadere dall'ingresso irregolare quanti intendevano intendono venire in Italia
Ciò significa che il miglior modo per affrontare questo fenomeno non è quello di criminalizzare punire ma quello di agevolare e rendere più conveniente per tutti italiani stranieri ingresso regolare
Ecco perché
Sarebbe opportuno introdurre il visto di ingresso per ricerca di occupazione al fine di favorire un incontro tra domanda e offerta di lavoro nel nostro Paese contribuendo a regolarizzare una quota notevole degli ingressi dei soggiorni non regolari
Il sistema attuale decreto flussi
Quote
Chiamata nominativa si basa sull'ipotesi rivelato di del tutto irrealistica che offerta e domanda di lavoro si incontrano e si incontrino nei paesi di emigrazione
Con il visto di ingresso per ricerca di occupazione chi voglio venire in Italia io rivoglio al consolato italiano del nel suo Paese li rilascia copia del passaporto impronte
Se non vi sono precedenti nativi gli verrà riconosciuto visto per cercare lavoro in Italia tempo sei mesi sei o dodici mesi sì non trova lavoro stipula un contratto chiede il permesso di soggiorno
Che oltretutto scorra direi dei rapporti di lavoro in nero
Se non trovo l'occupazione deve tornare al suo Paese
Salvo concedere io futuro un'altra cena
Per concludere il reato di immigrazione irregolare accertamenti influito sul modo di intendere la Presidente stranieri in Italia
Ha fatto sì che la categoria dei migranti venisse assimilata secondo una concezione giuridica precedente lo stato di diritto a quello di una classe pericolosa
Da perseguire non per i reati commessi va
La sua terza condizione esistenziale non perché o che si fa ma perché o che sia il Parlamento la sua parte l'ha fatta ora spetta al Governo non essere di meno perché ricordiamo che queste l'approvazione di una
Di una legge delega quindi adesso toccherà al Governo dargli forma e dargli le gambe insomma aperta
Questa nuova normativa certe poi quel che dicevamo all'inizio il sovraffollamento delle carceri è un po'il balletto delle cifre che la iniziativa non violenta di Rita Bernardini a in qualche modo chiarito va chiarito anzi per quanto possibile lo inseriamo violentava ancora
Aspetteremo quel che succederà il
Ventotto di maggio tour nella tua rassegna citi un articolo di Andrea Spinelli per dire
Sì serva lui sul poi politico turbolente ecco devo dire che i vari quell'opera hanno invecchia ripreso le agenzie hanno ripreso
Queste questo quello che è successo a differenti appunto dei giornali che dicevo prima
Né di destra di sinistra un po'tutti i giornali che praticamente hanno ignorato la questione
Citare l'attentato a pena di leggere il ventotto maggio decorre il termine europeo
Il rientro nella legalità sulle carceri e dei processi vengono riforniti all'Europa dal ministro Orlando non sono reali
Ma con solo su cinquantacinque giorni
E qui eravamo il tre aprile la vergogna nazionale di vedersi multare dall'Europa per il mancato rispetto dei diritti umani dei detenuti ed è processati nei tribunali italiani
Un problema prioritario riguarda finire di Andrea Orlando che Strasburgo la scorsa settimana tentato di rassicurare l'Europa sul rispetto dalla scadenza
E sul rientro nella legalità del sistema giudiziario italiano ma che secondo molti viene affrontato sulla base dei dati non reali
Immagino dibattito a mezzo stampa
Il DAP Dipartimento amministrazione penitenziaria e il segretario radicale Rita Bernardini i primi hanno smentito categoricamente ogni opinione opinabilità delle cifre fornite negli ultimi giorni dal ministro Orlando
Salvo tutto Miria confermare quanto denunciato dalla terza Bernardini negli ultimi giorni e cioè che le cifre fornite da Andrea Orlando ed all'amministrazione penitenziaria sulla reale capienza delle carceri italiane chi erano sbagliate
Il numero esatto dei posti detentivi effettivi disponibili
è di quarantatré mila e cinquecento quarantasette
Scrive il dato in una nota
Tuttavia da quando il ministro Andrea Orlando va in giro in Europa a trattare
Impegna europee
Derivati dei diritti delitti commessi dello Stato italiano il dato che viene pubblicizzata un altro circa cinquanta mila posti quindi a fronte di quarantatré mila e cinquecento
Si ripete come un mantra un atteggiamento più provinciale che è doloroso quello va tenuta dal Ministro della Giustizia
Che al momento
E lei dal momento che semplicemente accodato ai provvedimenti pensati varati dal presidente guardati Yilja alla Merry cancellieri pur non garantendo la medesima trasparente sui numeri reali
E vanno a tutti l'amico del problema e di conseguenza la base dalla quale realizzare la riforma della giustizia tanto sbandierata dal Governo rottamatore
Da trentaquattro giorni il Segretario di radicali italiani Rita Bernardini in buona compagnia di altri mille cinquecento persone porta avanti uno sciopero della fame in classico stile radicale
Quello che chiedono i radicali e il rientro nella legalità delle carceri attualmente fuorilegge per il degrado del sovraffollamento e per questo motivo sotto le luci di Strasburgo
E sull'amministrazione della giustizia
Non c'è infatti solo il drammatico sovraffollamento perché la l'orario agli orari più basilari diritti umani di detenuti ad esempio il dipinto il diritto di avere tre metri quadri spazio a testa ma ci sono anche quei dieci milioni di processi pendenti penali e civili che fate in della giustizia italiana la madre del diritto la pecora nera tra quelle europee
E anche qui va aggiunto
Che purtroppo all'opinione pubblica non arriva tutta scrivono ed attraverso Radio Radicale non arriva tutta l'informazione che riguarda
Le sanzioni europee verso l'Italia
Perché si parla solo dal tema sovraffollamento cosa ha detto la alla Corte europea dei diritti umani nella sua ormai storica sentenza
Torregiani ha detto che uno spazio al di sotto dei tre metri quadri a disposizione per ogni detenuto implica automaticamente l'avvio a tre dell'articolo tre quindi la delle dilazione dato inizio ad una tortura di trattamenti inumani degradanti al di sotto dei tre metri quadri
Uno spazio al di sopra dei tre metri quadri non da solo non basta per rendere la situazione dei detentiva conforme all'enorme sul rispetto dei diritti umani
Serve anche garantire alla persona detenuta una serie di condizioni che sono condizioni igienico-sanitarie
è una norma
Il diritto al trattamento per la persona in carcere non solo per essere punita Marte ed essere sottoposta a un trattamento di riabilitazione
In Italia questa e molto trascurato e molto trascurato perché nel corso degli anni ed Edith Cenni non se investito impersonale del trattamento
Faccio solo un esempio
Uno psicologo
Che carcerario che lavora quei detenuti a disposizione per ogni suo utente paziente chiamiamolo come volete a disposizione meno di cinque minuti l'anno
Cinque minuti l'anno di trattamento
Certo voi immaginate immaginate quali risultati si possano ottenere ecco Francesco ci rimangono
Pochissimi minuti non so se vogliamo limitarci a citare gli articoli dei pezzi che hai selezionato così non
Non tagliamo nulla oppure se voi concentrati se uno deve io direi che questo rapidamente avvenga per ben cinque minuti e qua e per la Corte di Strasburgo va citata
Perché si collega bene a quanto a quanto abbiamo appena appena letto
Allora dal due mila tredici è usanza ecco anche Quetta sui giornali non ha trovato molto spazio e permettetemi che l'Italia è stata condannata a pagare settantuno milioni
Diego Dalla Corte europea dei diritti umani è il record europeo
L'Italia nel due mila tre righe a causa della situazione dei diritti dei propri cittadini
Riscontrate dalla Corte di Strasburgo è stata condannata a versare in degli indennizzi per più di settantuno milioni di euro la cifra più alta fra tutti i quarantasette Paesi aderenti al Consiglio d'Europa
Lo si legge nel rapporto sull'esecuzione delle sentenze la Corte e il secondo anno consecutivo in base a quanto emerge dal rapporto reso noto oggi per Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa cromo al tre aprile
è che il dato italiano sull'ammontare degli indennizzi spicca per il primato negativo stabilito pur avendo infatti quasi dimezzato l'importo rispetto al due mila dodici quando si raggiunse una cifra record di centoventi milioni di euro
Ma li metto io aggiungo tra parentesi i centoventi milioni di euro comprendevano lettura dei grandi club section di il migliaia di cittadini che per questioni di
Inquinamento del territorio di avvelenamento da parte
Di di tipo industriali importanti io avevo ottenuto da soli circa settanta milioni di euro quindi i risarcimenti individuali detenuti quest'anno sono in linea con quelli dell'anno scorso
Del rapporto approvato oggi conclude l'articolo dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa si richiedeva che il record italiano derivano dalla CUF formulazione del diritto di proprietà dei propri cittadini in particolare dovute agli espropri condotti da diversi comuni italiani e agli ottanta
L'altro dato che emerge dal Rapporto è l'alto numero di sentenze per cui il Governo italiano non è in grado di fornire informazioni sui Parlamenti delle cifre fissate dalla Corte di Strasburgo attivi a titolo di indennizzo
Per l'Italia non risultano pagati gli indiani rilevazione novantaquattro sentenze tra cui la torre Gardini fumosa terrazza intesa Torregiani
La
La decisione con cui giuristi tra spurgo hanno condannato l'Italia per il sovraffollamento delle carceri
Quindi non solo ha il record detiene l'Italia per le multe per le violazioni di diritti umani marcia anche questo ulteriore aspetto che in molte poi anche a volte non vengono pagate
Quindi è veramente una una relazione che mi sembra che mette l'Italia davanti a delle grosse responsabilità certo e poi chiudiamo citando soltanto gli altri articoli che sono
Giustizia o PG della vergogna non sarà l'ultimo rinvio di Andrea Pugiotto manifesto il cinque aprile due mila quattordici e dall'Huffington post del sei aprile del due mila quattordici servire scorsa pur toh giustizia asta inserirsi ASPI asta che
Buche for buco for previsione strinse dire per legge anche in carcere un articolo di
Stefano Anastasia non vuoi con pochi secondi prego ecco
E così
Già
è molto importante perché nelle carceri inglesi con diciamo così con la motivazione
Vi infettive e l'ingresso di droghe in carcere nascoste all'interno delle cooperative i libri
Vietato ai detenuti di richiedere il limite all'esterno dei parenti ed altre persone limitando molto di fatto la possibilità dei detenuti di accedere a a strumenti di cultura ecco quindi iniziativa che in Italia giustamente sta vedendo una buona parte della Rete insomma aderire aderire area questa forma insomma di di di sollecitazione verso il Governo inglese
Ha veramente delle delle basi
Molto forti di diritto cioè che critiche che sono state sottovalutate ecco
Va benissimo grazie allora Francesco Morelli autore della rassegna dal carcere a cura di ristretti orizzonti grazie davvero grazie a voi