07APR2014
intervista

Intervista a Renato Brunetta sulle riforme costituzionali

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 6 min 16 sec

Player
"Intervista a Renato Brunetta sulle riforme costituzionali" realizzata da Giovanna Reanda con Renato Brunetta (deputato, Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente).

L'intervista è stata registrata lunedì 7 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Berlusconi, Boschi, Forza Italia, Giustizia, Governo, Legge Elettorale, Magistratura, Partito Democratico, Politica, Renzi, Riforme, Verdini.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Se i pranzi pensa di avere un rapporto in un contesto contenente si scarica
Grosso non significa d'Alema così mila Capogruppo alla Camera di Forza Italia Renato Brunetta parlando dinanzi
Delle riforme
Soprattutto di riforma elettorale ha detto non è possibile che una riforma che era urgentissima Capo dello Stato chiedeva a tutti i giorni in cattiva organizzazione
Che la Corte Costituzionale ha reso indispensabile hanno cassato il porcellum ribadisco non è possibile dice Brunetta che questa
Risale al metto orario una volta approvata dalla Camera tre settimane fa giace cosa Biancamaria
Se
Forma sentiamo è nato
Proprio sulle
Case maggiorato il mio partito a partire dal Presidente Berlusconi
La pensa esattamente così
Quindi
La linea è questo quella differenza fra la sua posizione è quella di Dini ma scusi le sto dicendo che la posizione di Berlusconi quello che le ho rappresentato
Verdini
Un esponente nel partito che ha concluso
Comprensivi dei patti ma se i patti carenti non vengono mantenuti che colpa ne al povero perdente ma questa è una verità ne è una vittima cosa perché poi la ripresa libero scusi mi scusi mi scusi mi scusi
Scusate voi allora voi state parlando voi state parlando col Presidente dei deputati
Di Forza Italia punto
Presente invece Renzi che dice comunque andiamo avanti insomma con il suo Ministro Bossi che dice non ci serve forse tale meglio se ci stanno ma insomma al primo in allora io ricordo le telefonate del ministro boschi che mi chiedeva
La presenza massiccia in Aula dei nostri deputati durante l'approvazione delle tale comma evidentemente perché non avevano i numeri per farlo approvare
I fatti
Definiscono che alcuni emendamenti sono stati respinti per venti venticinque voti
Il che vuol dire che i franchi tiratori dentro il Pd sono numerosissimi
Alla Camera e sono determinanti al Senato per cui da questo punto di vista
Non c'è trucco non c'è inganno noi vogliamo l'approvazione della riforma elettorale prima di Pasqua questo come segno che Renzi governa anche i gruppi parlamentari
Se non è in grado di farlo ce lo dica ne prenderemo atto lui ne prenderà atto cercherà magari altre alleanze con sei il ogni medico nell'Emilia lordi Massimo D'Alema si accomodi sarebbe il ridicolo
Cioè si accomodi s'accomodi ma guardi non non m'importa di quello che pensa
Gentile bravo Ministro boschi dico solo vuole cambiare maggioranza lo dica ad Alfano lo dica Berlusconi vuole allearsi con i dissidenti Grillini conserva si accomodi pure
Lo faccia pure italiani giudicheranno noi vogliamo che si approvi vitale Como così come uscito dalla Camera prima di Pasqua
è in grado Renzi di dare questa risposta con i fatti
è semplice
Molto semplice parte solo per dire questo il resto poi verrà da solo
Scusi vorrei però la prego presente invece in questo famoso fuori onda ormai diciamo sì a tapparsi abbiamo formati da al bilancio la variazione i fuori onda sono dei cose rubate e chi usa delle cose rubate si chiama ricettatore
Repubblica ricettatori anche tutti voi che ne parlate io non faccio non mi piacciono i ricettatori né mi piacciono le cose Norinko non sarà Renzi Berlusconi primato del dieci vari io penso che tra due leader gli incontri debbano essere all'ordine del giorno tutti i giorni quando vogliono
Attualmente bisogni che ci siano delle cose da dire se Renzi alza le mani e dice Berlusconi scusami tanto ma non posso mantenere gli impegni presi
Starà Berlusconi poi decidere il da farsi
Però nella chiarezza nella chiarezza
Lontani solo non non ci sono più spazi per trucchetti per trucchi e inganni e che Renzi la smetta di fare l'annunciatore cassa perché non ne possiamo più noti e non certo
Sarebbe utile secondo lei l'incontro Renzi Berlusconi ma gli incontri sono utili tutti i giorni
Ma non vedo perché debba essere data tanta enfasi a un incontro tra il leader del Partito Democratico il leader di Forza Italia
Ricordo anche che
Il centrosinistra ha vinto sul centrodestra per lo zero virgola trentasette per cento dei voti centoquaranta mila voti di differenza e le pare che due schieramenti di questo tipo o due forze politiche di questo tipo condivise da così poco
Non si debbano vedere tutti i giorni tre volte il giorno cinque volte al giorno purché abbiano qualcosa da dirsi
Ripeto si evidenzia alza le mani dice non ce la faccio perché i miei senatori
Non mi votano la riforma della legge elettorale ce ne faremo una ragione Presidente pensa
Pensa che la decisione dei giudici giovedì possa pesare sulla relazione anche su questo abbiamo volutamente no lascio ai giustizialisti
Il decidere
La politica da parte dei giudici
La politica si fa con la politica la magistratura faccia il suo corso ci sono i giudici a Berlino che avranno l'ultima parola sulle violenze che Berlusconi ha subito
Anche con il processo Mediaset ma la politica è un'altra cosa dipende giudicherei secche Renzi mantenga gli impegni che evidenzi faccia approvare
La riforma elettorale prima di Pasqua al Senato se ha i numeri se no
Ne tragga le conseguenze ma ne vorrebbe la pubblicazione della assolutamente sì perché così si vede chi bara e chi no
Siccome
Sono convinto
Di sapere chi bara io vorrei la pubblicazione del patto Renzi Berlusconi
Non assumo
Pubblica fatto non solo degli evidentemente vede quando si è corretti quando c'è un accordo
Tutte e due devono essere d'accordo sulla pubblicazione
Creare