07APR2014
intervista

Intervista a Franco Giordano sulle riforme del Governo Renzi, sulla riforma del lavoro e sulle prossime elezioni europee

INTERVISTA | di Giovanna Reanda ROMA - 00:00. Durata: 19 min 4 sec

Player
"Intervista a Franco Giordano sulle riforme del Governo Renzi, sulla riforma del lavoro e sulle prossime elezioni europee" realizzata da Giovanna Reanda con Franco Giordano (componente della Direzione Nazionale, Sinistra Ecologia Libertà).

L'intervista è stata registrata lunedì 7 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Aerei, Berlusconi, Costi, Democrazia, Diritti Sociali, Economia, Elezioni, Europee 2014, Finanza Pubblica, Forze Armate, Governo, Grecia, Grillo, Impresa, Infrastrutture, Istituzioni, Lavoro, Legge Elettorale, Movimenti, Movimento
5 Stelle, Occupazione, Partiti, Partito Democratico, Politica, Precari, Presidenza Della Repubblica, Renzi, Riforme, Rodota', Senato, Sinistra, Sinistra Ecologia Liberta', Spesa Pubblica, Stipendi, Tsipras, Ue, Zagrebelsky.

La registrazione audio ha una durata di 19 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con la Franco Giordano parliamo dell'Assemblea Nazionale del Sella questa tenuta in questo fine settimana in un momento in cui
Presentazione delle liste per le europee situazione di riforme in atto insomma
Clima politico abbastanza movimentato no tra l'altro in settimana ci sarà anche
La definitiva ordinaria come dire condanna del Presidente Berlusconi che si vedrà sembra identici diario oppure ai servizi sociali insomma
Momento un momento cruciale
Sì è un momento cruciale però
Forse giunto o anche il momento di fare un bilancio sugli annunci di Renzi
E questo Governo
Francamente sono annunci che finora
Da un punto di vista istituzionale producono effetti
Inaccettabili perché c'è una riduzione drastica degli spazi di democrazia
Che viene alimentata dal fatto che si riducono i costi una politica per carità io sono favorevolissimo a ridurre i costi la politica non a ridurre i costi la democrazia
Certo che c'è un'onda popolare
Giustamente Fabio Mussi ha avuto modo di dire che se si mettesse un referendum o si facesse un sondaggio se abolire tutto il Parlamento temo che che sarebbe maggioritario
Il
Il punto che questo inquietante alla cattiva prova della politica a
Messo però un orientamento molto inquietante diciamo sul futuro del Paese
Se uno fa
Da un giudizio di sistema sulle riforme proposte da Renzi
Andassero tutte a regime noi avremmo un Senato fatto a nominati di cui diciamo ventitré da presentare pubblica che immagino conoscendo Giorgio Napolitano da tanti anni non abbia tutta questa voglia di
Di di nominare così tanti senatori
Più di quanti ne nomine nemmeno minerebbe la Lombardia e il Piemonte messi insieme
La Val d'Aosta avrebbe gli stessi senatori della Lombardia
Poi abbiamo le Province con tutti nominati perché non sono state notoriamente abolite quelle invece andrebbero abolite
Abbiamo la legge elettorale fatta di Nieri di nominativi per maggioritaria con uno sbarramento che esiste solo i turchi e in Russia in Europa non mi paiono modelli da seguire
E diciamo quindi con un aspetto da un certo punto di vista drammatico per la la democrazia italiana questo dal punto di vista delle istituzioni democratiche dal punto di vista concreto
Delle politiche economiche io faccio vedere perché passato fa presentazione dell'alternanza mamma ma poi siamo di fronte anche noi
Velocità lo stabile starci giusto
Bene il Paese ha bisogno
Però ogni volta se manca un appuntamento e se ne aggiunge subito un altro
Si dovevano tagliare gli ATO e trentacinque qualcuno sa più nulla di che cosa bisogna stare sugli altri trentacinque mi sa che gli F trentacinque non si tagliano si dovevano tagliare le grandi opere inutili mi sacche quelle rimangono tutti in alterate
Si doveva cambiare la politica economica dell'Europa io ricordo carenze aveva detto fosse inenarrabili contro l'Europa è andato in in Francia è andato in Germania
Soru per gli ascoltatori dall'idea di carcasse d'ascolto degli esperti e attenti
Si è detto che è stato un successo faccio notare sfido chiunque a discutere di questo successo
Che in Francia la notizia dell'incontro tra Hollande per Renzi non è stata manco dato nel giornale non c'era
Aveva le prime pagine sui giornali italiani che non c'era sui giornali francesi
L'incontro con la Merkel il giornale e più
Favorevole al
Al nostro
Presidente Renzi e c'era un trafiletto in ottava pagina del credo Frankfurter Allgemeine
Come si vede e siamo di fronte ad un
Una bolla mediatica di proporzioni gigantesche
Alla fine l'Europa fa quello che vuole l'Europa dei tecnocrati mette il pilota automatico e la politica sembra che il tutto ininfluente e irrilevante rispetto i processi economici invece il nodo sta lì per questo
Io temo che ci troviamo di fronte due populismi di segno diverso un orizzonte alle uno verticale
Il populismo
Diciamo qui in tutta Europa sta imperante in Italia c'è
Populismi anche diversi tra di loro contraddittori zoppo questi nazionalistici populisti
Populismi i per xenofobi populismi anti casta populismi molto diversi tra di loro che fronteggiano per uno dei gruppi dirigenti moderati
E lei e che hanno imparato la chiave del populismo undici il look l'immagine hanno imparato a captare il consenso della gente
E e quindi abbiamo come due due due contenitori due vasi comunicanti
Due tipi di populismo uno di tipo moderato che spesso sta al Governo e l'altro dopo oppositivo antisistema diciamo a volte anche crede rozzo
Pericolosissimo
La sostanza e che nessuno dei due influisce sui processi economici e sociali con le istanze i prossimi potremmo provare a rompere questo sistema e ad essere più radicale di contro le politiche di austerity
In Europa e anche più europeisti contemporaneamente perché questa la chiave di volta
Tornando al voi magari faccio un'altra puntata sul sul
Lezioni in Europa tornando in Italia secondo secondo lei l'ipotesi che non regga il patto con Berlusconi
Siamo un diciamo all'inizio un po'giornate cruciali no punto Berlusconi sta aspettando di sapere
Come sarà la sua vita meno nei prossimi mesi
Si dice che dopo aver incontrato il Presidente La Repubblica probabilmente rincontra anche il Presidente del Consiglio per rinsaldare questo patto
Però c'è come quello che è stato chiamato Piano bis anche se la boschivo smentito ha detto non c'è nessun piano mi disse appaltate hanno fatto di
Ma
Insomma secondo secondo lei
Questa ipotesi che non regga il patto ma che può alla fine Ranzi trovati un'altra maggioranza
è possibile est Condon lei chi potrebbe far parte di questa nuova maggioranza
Andiamo con ordine
Questo Paese la memoria corta Massimo D'Alema è stato vituperato
In Italia
Io personalmente o a
A suo tempo
Insieme al mio partito tutti noi abbiamo criticato anche quell'esperimento perché ha fatto una bicamerale
Cioè nel Parlamento italiano nel chiuso delle stanze appena molto forte che non porto molto fortuna Berlusconi fece saltare il tavolo Berlusconi ha fatto più volte questo tentativo oggi addirittura si fa un patto segreto sopra ed extra parlamentare
Quindi è una cosa il Parlamento è una cosa veramente giudice o da un certo punto di vista
Veramente inquietante per la democrazia italiana cioè due persone decidono
Un patto questo patto viene
Teoricamente blindato il Parlamento e chiamato sulla ratifica è una cosa inaccettabile per qualsiasi diciamo ordinamento democratico in Europa a meno che
Non andiamo
A realtà che diciamo esattamente democratiche non so
D'Alema è stato vituperato Renzi adesso di scaduta la situazione francamente un po'singolare io penso
Che Berlusconi abbia un suo interezza è stato un errore molto grave che mettono al centro come se fosse un padre padre una Patria abbia un suo personale interesse diventano il padre della Patria congiunturale per le vicende giudiziarie
Che ama e che penso che sia stato un errore dargli questa parte
Il PD
Rissa disse
Noi siamo pronti a discutere a confrontarci nel merito nel merito istituzionale
Che soprattutto la smettesse di prendersi a Napoli i professori come si adesso scopriamo che Rodotà e il male
Se di tutti questi anni del fatto che non si è potuto
Fare una seria riforma istituzionale il nostro Paese il prezzo che siamo alle sciocchezze pure oltre che il perché diciamo a qualche atteggiamento che andrebbe francamente ridimensionato di superbia di arroganza
Soprattutto verso personalità che hanno speso una vita in difesa della costituzione di processi democratici trascorsi all'entrata tradotta
Se non ricordo esattamente l'anno però ecco
Mi avvio a me non era è stato mandato ordinanze
Lui presenta una proposta di era una coalizione del bicameralismo perfetto all'oppure anche adesso c'è una consapevole
Anche in quei tant'è che Perseo Scalfari persino Sky non c'è una contrarietà personale al Silvano persino Scalfari
Aveva ascrittogli
Diciamo su
Sul suo editoriale che pure atta a tratti anche molto condivisibile
Pezzino Scalfari ha detto tranne Zagrebelsky Rodotà che non vogliono gli il video che voglio riproporre il bicameralismo perfetto non è
Perché anzi farlo notare Zagrebelsky sono stati i primi a dire che questa cosa non sul ma più i primi a dire che il Senato non deve occuparsi in più di di voto del bilancio che non deve occuparsi più del
Del voto di fiducia che deve essere un'altra Camera par per dare maggiore efficienza democrazia italiana questo il nudo
Così come succede in tutti gli altri Paesi europei
Di questo stiamo parlando allora se Rizza riscontro al PD invece di inseguire Berlusconi decidessero
Di fare una seria riforma il Senato non siamo disponibili per esempio il ventuno e credo si stia allargando senatori del PD
Che hanno deciso di
A ridurre la platea dei parlamentari perché ne va sulla scia poi quello che ha detto Festinante Dharamsala esattamente sette ARDIS quella quella quella è una riforma seria
Una riduzione del numero dei parlamentari alla Camera e al Senato secca
Che parla anche di di riduzione dei costi della politica visto che il tema
Su cui è particolarmente sensibile strumentalmente Renzi forse persino dei
Persino di più
Di quello che che che produrrebbe
E sia un errore perché tra la fine le riforme non è che se devono fare perché i colleghi Cialente consente oggi la risonanza
No devono essere utilità non servirà treni sognare ridurre tutti gli sprechi tutti i privilegi l'unica cosa che non bisogna ridurre la democrazia conosciamo
Nel nostro Paese però si possono ridurre i senatori
Ridurre parlamentare dare nuova funzione al Senato nuove funzioni alla Camera fare una seria riforma istituzionale in sintonia con quello che peraltro non sempre detto prodotta Zagrebelski e tanti altri
Nel nostro Paese perché il patrimonio genetico della sinistra cioè la difesa della democrazia se esista questo mi siamo pronti infatti noi saremo
Apriremo un confronto con il ventuno senatori
Che hanno prospettato questa ipotesi di riforma del Senato perché mi pare quella materia
Interessante per certi versi molto giusta anche con alcuni fuoriusciti dal dottor con chiunque sì magari anche anche cosa è se non fosse così tre narici frutto arroccato in una logica
Privatistica del consenso anche con tutto il gruppo parlamentare del Movimento cinque Stelle perché così si potrebbe riformare effettivamente il Senato senza un dando un
Inoltrate per la democrazia italiana
Il paradosso e insisto su questo punto perché è un punto
Che mi induce a momenti
Col tempo forse riusciremmo Faz fatta passare questa questa marea e questa ondata
Il populismo di Grillo e quello che sta a stare in sella Renzi e siccome tutti i mass-media stanno discutendo esattamente del duello Renzi Grillo quel duello ex fuorviante chiunque vinca perde la popolazione italiana
Senta dicevamo che domani ci sarà la presentazione del bene
Da qui a un momento sicuramente cruciale no anche perché
Per esempio
Alcune delle proposte che Presidente del Consiglio ha detto che andarono cose già fatte devono essere
Previste desta quindi diciamo che per voi psichiatria anche se settima niente ha deciso di mettere in campo non solo
Una riduzione degli fra i famosi ottanta euro insomma stiamo aspettando alla l'individuazione del cuneo fiscale voglia poi al provvedimento che in questo momento servirebbero
Ci sono due questioni uno il Documento di programmazione economica e finanziaria
Il destro
E poi lui c'è l'intervento sul lavoro che peraltro è stato fatto per decreto
Su quest'ultimo punto guardi io sono come sinistra pronta a fare qualsiasi autocritica superlavoro l'unica cosa che non sono disponibile ad accettare nella mia vita
Per cultura per storia per dignità e di dire che Brunetta e Sacconi avevano ragione perché questo è il tempo e il merito del
Del testo rappresentato data
Dal Governo
Tra l'altro
Diciamo ad un testo
Che alimenta la precarietà rende impossibile un contratto a tempo indeterminato
Non non incentiva l'occupazione perché tu l'occupazione non è che
Cioè se al mediatico nella media prossime
Se un'azienda ha bisogno
Di di lavoro allora uno può scendere se il lavoro può essere precario può essere stabile se può avvantaggiare totalmente l'azienda o se deve avvantaggiare anche il lavoratore
Il punto a mettere l'azienda in condizioni di acquisire nuovo lavoro quindi si tratta di politiche di investimenti pubblici di politiche ambientali ma di questo purtroppo non si parla per nulla si parla solo ed esclusivamente sul lato dell'offerta
E io penso che sia totalmente fuorviante Sarzana l'effetto quale sarà
Essendomi occupato per anni di questa vicenda
Che una un'impresa c'era un lavoratore ben pagato contrattualmente apposto con una serie di tutele siccome avrà strumenti molto più vantaggiosi su cui potrà risparmiare licenza quel lavoratore
Per tre anni si tiene
Il nuovo assunto e dopo tre anni licenzierà con lo stesso lavoratore per trovare ulteriore convenienza quindi stiamo
Di fronte al rischio di una probabile meccanismo sostitutivo di forza lavoro buone
Chiusa questa parte Documento di programmazione economica e finanziaria
Ottanta euro in busta paga per ogni lavoratore dipendente sotto una certa somma fatto importante
Utile va riconosciuto positivo in quanto tale come viene finanziato se è una partita di giro siamo a buon prezzo
Se viene finanziato con il taglio della spesa sociale siamo a un break
Cioè se da una parte di evitare che dall'altra invece il dirigevi neghi allora siamo veramente di fronte al gioco delle tre carte diciamo
Classico della della cultura di Governo per per tanti anni e il punto è il
Tra l'altro
Capire
Che cosa effettivamente succede perché adesso che faccio un esempio
Funzione pubblica
Gli impiegati pubblici non parte non non rinnovo del contratto circa quattro anni hanno avuto una perdita secca del loro potere contrattuale
Allora per il finanziare gli ottanta euro magari si blocca il loro ancora di più il contratto cioè per loro quindi
Ed è una buona parte lo Stato il datore di lavoro di questi qui per loro quindi nulla
Insomma vorrei capire vorrei capire dove perché e vorrei capire se questa è una linea diversa redistribuzione oppure se un tentativo di captare il consenso punto e basta
Perché io sono veramente totalmente guardo con occhi disincantati in sé è una linea di distribuzione sarò il primo a dire viva
Perché in Italia c'è troppa diseguaglianza sociale se al contrario e il gioco delle tre carte non saremo pronti a denunciare
Zazie nazionali già presentato a nome di scala sei candidati soddisfatto sì
Sì perché non questa lista
Non glielo dico subito non è una lista che somma singoli partiti vi sarebbe mi sarà
è una lista che viene proposta che ha un mucchio di garantire alcuni intellettuali Barbara Spinelli
O il sostegno di tanta parte omonimo patire il sostegno di tanta parte la sinistra italiana anche di personalità che si sono schierate in per tanto tempo con
Anche con orientamenti di gran lunga più moderati per esempio del minore
Ma è una lista di persone serie costruita tra i movimenti di associazioni marci movimenti per la pace una sessione ambientaliste la soluzione di quindi Comuni la difesa dell'acqua pubblica
Che punta dietro l'immagine di Sipra scrivere
Veramente simbolica da questo punto di vista insomma la Grecia che hanno fatto pagare un prezzo enorme si passa e uno che ha portato la sinistra canalizzato quella protesta in una proposta politica
E la proposta è quella di un altro gruppo
Ma insomma mamma ma voi vi ricordate Renzi quando diceva il tre per cento del rapporto deficit PIL è una cosa insopportabile io avevo alimentato tante speranze
Nei Comuni con quell'affermazione di Renzi è un dato libri in in Europa e nelle uscito neanche apparso mentale dal dal due sei al due ottobre la l'elasticità e la flessibilità che significa che quelli dette delle chiacchiere che si dicono in Italia non sanno che farsene allora ci vuole una fortissima volontà politica e io penso che ci voglia anche la possibilità
Di ricostruire una sinistra larga
In tutta Europa perché
Purtroppo il il
Populismo e anche il populismo quello di destra
Nazionalista quello pericoloso quello fasciste già tante chiamiamolo così quello di Marie le Pen in Francia è alimentato anche
Dal fatto che c'è
Finisca
Che aveva promesso tanto che poi ha mostrato piena fortissima incapacità e anche una grande delusione e si auspica sempre di più uno spostamento a destra questo balzello
Diciamo è uno che cavalca un po'questi temi populisti esattamente come l'Italia però
Alla fine non si risolve nulla
Grazie
Giordano