07APR2014
intervista

Intervista a Lorenzo Marsili sulla campagna per la libertà di stampa

INTERVISTA | di Michele Lembo RADIO - 16:55. Durata: 6 min 19 sec

Player
"Intervista a Lorenzo Marsili sulla campagna per la libertà di stampa" realizzata da Michele Lembo con Lorenzo Marsili (codirettore di European Alternatives).

L'intervista è stata registrata lunedì 7 aprile 2014 alle ore 16:55.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Commissione Ue, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Giornali, Giornalisti, Informazione, Iniziativa Popolare, Internet, Italia, Politica, Stampa, Turchia, Ue.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
16:55

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale siamo incolonnamento con Lorenzo Marsili direttore di alternative europee che è una organizzazione transnazionale che è presente in
Più di quattordici Paesi verso quei Lorenzo si specificherà appunto la natura anche di questa organizzazione che ha lanciato una nuova campagna sulla libertà di stampa di che cosa Si tratta Lorenzo
Si sa da tutti intanto la cosa importante da dire che questa campagna
è una campagna più di una semplice campagna di opinione usiamo uno strumento che si chiama l'iniziativa dei cittadini europei
Che è una sorta di legge d'iniziativa popolare a livello europeo quindi un milione di cittadini provenienti da tutto il continente
Possono firmare sul cartaceo on line affinché una richiesta di legge venga portata avanti direttamente in seno alle istituzioni europee in questo caso alla Commissione europea
Quello che noi stiamo facendo invertire una campagna in tutta Europa taccuini chiaramente quindi Italia
Per raggiungere questa cifra per motivare un milione di cittadini che l'Europa deve battere un colpo sul diritto ma anche un'informazione libera rurale e sul tema del conflitto di interessi
L'obiettivo ultimo ma di raggiungere questo questo ambizioso anche più milioni di firme
E fare in modo che venga sviluppata una direttiva europea e garantisca un Veneto a tutti i cittadini europei vivere un'informazione non condizionata dal potere politico
Un potere politico non rappresentato dai dai grandi oligarchi dell'informazione come abbiamo visto in Italia ma come vediamo anche in Ungheria Bulgaria e anche nella stessa Gran Bretagna con con Rupert molto che è il controllo che esercita sull'informazione inglese
Ho capito avete lanciato recentemente un'iniziativa che si è vista anche su alcuni siti molto famosi se non sbaglio si chiama
Alfabeti
Sì altro better è una iniziativa interessante intanto perché forza assieme ad alcuni fra i quotidiani più importanti d'Europa Italia il miglior partner la Repubblica
Il concetto molto semplice quando l'informazione viene viziata da un controllo politico da una concentrazione economica
Ciò che viene Espresso viene espresso in una un alfabeto che non corrisponde alla alla realtà le parole che vengono scritte da un'informazione controllata sono parole che non significano ciò che dicono
L'abbiamo preso questo concetto molto letteralmente sviluppando un alfabeto nuovo comma Alberto inventato una forma il Patto di Segni
E chiedendo a questi grandi quotidiani europei di scrivere un articolo sull'importanza della libertà di informazione utilizzando questo alfabeto illeggibile
Per cui un giorno andato su Repubblica punto it che io sulla ha un peso del Gargano sulla homepage debiti quotidiani in Polonia in Germania in Spagna in giro per l'Europa un articolo
Appariva eleggibile applicando sull'articolo chi poteva accedere alla funzione di visti di traduzione
Che detto diceva questo articolo nel linguaggio il linguaggio comprensibile italiano incendio o inglese mandando quindi il messaggio che essi non si sostiene per campare e che soprattutto non si sostiene un'informazione libera l'informazione plurale
Tutto tutti i messaggi che si ricevono potrebbero essere scritto in una Alberto tal quale quello parka passo quel giorno sul perché i quotidiani capito in questi giorni voi peraltro siete impegnati iniziativa che riguarda la Turchia
Sì questo aumento è un grande tempio della del delle motivazioni che ci hanno portato a fare una campagna europea e non nazionale sulla libertà di informazione
Il punto di partenza è che in Europa c'è un effetto domino per cui la mancanza di un'azione delle
Spediti istituzioni europee di fronte a palesi violazioni del diritto dei cittadini ad essere informati sta creando un aspetto domino negativo
Il fatto che la situazione l'anomalia italiana con Berlusconi passasse
Ha convinto urbana in Ungheria a far fare leggi ancora quinquies draconiane sul controllo politico dell'informazione e che ha convinto i governanti di Bulgaria e Romania ad andare in una direzione molto simile
A in della il magnate Murdoch a cercare di acquisire una posizione dominante nel mercato inglese
E anche all'interno dei confini dell'Unione europea il messaggio che si passa è che l'Europa non si occupa di libertà di informazione non so quali diritti fondamentali voi siete quindi voi siete convinti Lorenzo che ad esempio sia stato Berlusconi io ho questo problema
Risale a Rafah
A situazioni pregresse
No ovviamente il problema ce lo portiamo appresso ma adesso alcuna base percorribile da Gutenberg però insomma nel Novecento italiano insomma nel Prima Repubblica il problema non era non era tutt'altro assente
Ora raggiunto una dimensione internazionale per cui abbiamo una situazione in cui Paesi candidati entrare l'Unione europea come la Turchia
Percepiscono il messaggio che si può essere un membro della famiglia europea senza rispettare il diritto a un'informazione libera quello che stiamo vedendo in questi giorni sta in Turchia
Ne ha un esempio chiarissimo un Paese che è un Paese candidato ad entrare all'interno di un europea
Che blocca il diritto di accesso al PIT epoche e ai più per i topi cittadini
Se l'Europa agisce su questo tema non avremo una situazione in cui Stati europei in estate i confini dell'Europa ci poterci potrebbero permettere di fare azioni francamente inaccettabili quali per fare il Governo Erdogan
Benevolenza allora rimandiamo questa vostra iniziativa prezzo sarete presenti davanti all'ambasciata se non mi sbaglio e ti ringraziamo molto se vuole precisare qualcosa sull'iniziativa
Sì martedì otto aprile alle dieci e trenta di mattina ad machina una disciplina di protesta davanti l'ambasciata turca un anche barba clava perché vorrà raggiungerci al mattino
Per chiedere un pronunciamento europeo contro ciò che sta accadendo in Turchia in questi giorni che ho sempre fatto parte del trenta di Ramallah campagne più in generale
E anche chi volete firmare perché formare on line per questa iniziativa di legge popolare lo può fare sul gettito iniziativa media punto it grazie abbiamo sentito Lorenzo Marsili direttore di alternative europee
Grazie nei lavori