07APR2014
intervista

Intervista a Stefano Ruvolo sulla proposta del salario minimo

INTERVISTA | di Stefano Imbruglia RADIO - 17:46. Durata: 8 min 37 sec

Player
Stefano Ruvolo - presidente di Confimprenditori - parla della tassazione in Italia e della necessità di estendere la platea dei beneficiari delle misure di allegerimento fiscale anche agli imprenditori.

"Intervista a Stefano Ruvolo sulla proposta del salario minimo" realizzata da Stefano Imbruglia con Stefano Ruvolo (presidente di Confimprenditori).

L'intervista è stata registrata lunedì 7 aprile 2014 alle ore 17:46.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Crisi, Dipendenti, Economia, Finanza Pubblica, Finanze, Fisco, Governo, Imprenditori, Impresa, Lavoro, Politica,
Reddito, Riforme, Salario, Tasse.

La registrazione audio ha una durata di 8 minuti.

leggi tutto

riduci

17:46

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo di economia nello specifico di una delle misure che probabilmente sarà presa nei prossimi giorni al Governo sia l'istituzione del salario minimo e noi cerchiamo un po'di capire come cosa ne pensano come arrivano questa innovazione gli imprenditori lo facciamo parlandone con il Presidente di Confimprese di Torre ti che Stefano ruolo che collegato telefonicamente con noi benvenuto ruolo
Buonasera buonasera a tutti voi allora insomma
Cosa ne pensa del salario minimo eccetera d'accordo oppure pensate come qualche imprenditore che rischi di mettere fuori gioco diciamo insomma le piccole imprese
Segretario minimo
Prima ancora di parlare di salario minimo dobbiamo un attimino ripetere
Quelli che sono e con le condizioni e le agevolazioni
Che
Fino adesso I piccoli e medi imprenditori sono stati medicati
Parliamo sempre di agevolazione
Ma non solo
Peggy
Dimenticando quelli che sono le realtà che oggi soffrono più di tutti
E sono i piccoli imprenditori
Coloro che per noi sono definiti eroi
Eroi che giornalmente accettano le sfide quotidiane
E allora forse è bene
Che a loro va data veramente maggiore attenzione
E circa la Rimini mici debbono essere dobbiamo anche riconoscere dei benefici a tutti coloro
Che investono
E che garantiscono quella ed anche vengano occupazione la garantiscono
Quindi lei dice praticamente bisognerebbe estendere anche agli piccoli imprenditori però c'è un problema di coperta corta articoli fondamentalmente il problema è che mancano le coperture quindi non si può
Lei dice bene la coperta è corta e allora dobbiamo iniziare un attimino a rivedere io sprechi che giornalmente in Italia ci sono
E diamo e valorizziamo e diamo certezze anche gli imprenditori
Io se voi io vi posso anche dilungare uscire fuori quella che era la sua di domanda imprenditori sono sempre coloro
Che non bastano mai che non pagano le carte e che sono riconosciuti come evasori ma non sappiamo che il quarantatré per il quarantatré per cento degli autonomi non riescono a pagare i propri contributi
Quindi c'è una un dieci per cento che alla chiusura e si ritrova scelta ammortizzatori sociali dopo avere investito tutto il proprio patrimonio
E che rimane senza nulla ma anche l'imprenditoria famiglia anche l'imprenditore deve avere riconosciuto quel diritto che fino ad oggi gli è stato negato
Quindi lei però appunto prove però una risposta al problema cioè la domanda fondamentalmente stupisce fermo restando che immagino che siamo tutti d'accordo compreso il Presidente Renzi insomma immagino su una cosa del genere cioè come si fa ad allargare a tutti
La rete di protezione
La rete di protezione bisognerebbe un attimino io voglio rispondere alla sua domanda che interessante bisognerebbe rivedere
Però l'ordine grato tutti gli sprechi che giornalmente
è quello cioè un po'lì ci sono in Italia il lavoro del commissario Cottarelli insomma che lo sta facendo in qualche modo sta cercando quanto meno si sta lavorando quindi si presume che aggiorni vedremo insomma quindi quello si sta facendo però non credo che sarà sufficiente quello per

Guardi noi dobbiamo in atti meno intanto andare a capire a capire cosa ci sta facendo
Adesso imprenditori sono stanchi delle parole devono seguire i fatti
Ancora non sappiamo la copertura dell'ottanta euro mensili che verranno dati in busta paga dove vengono presi sassi e allora dobbiamo un attimino prevedere che anche le piccole i piccoli imprenditori
Debbono avere riconosciuto un diritto lo dobbiamo parlare di diritti
Diritti esisteva un fondo nel nel novantanove per la chiusura attività l'intero cava una somma una tantum per chiusura attività questo quando non è mai stata rimpinguato
E allora è bene che cominciamo un attimino ad aree a rivolgere attenzione alle piccole imprese
Se le donne
Cerchiamo tutti insieme che istituisce un tavolo tecnico affinché si possono individuare anche le risorse per gli imprenditori
Questo è il nostro obiettiva e questo è il nostro interesse lo chiamo la voce fuori del coro
Ma noi diciamo quello che pensano gli imprenditori
In territori sono arrivati veramente a un punto tale che non riescono più a sopravvivere
Ma evitiamo questo direi che aprire un confronto un dibattito e facciamo bene al paese
Alla colonna portante dell'economia italiana questo non ce lo possiamo nascondere questo lo dobbiamo dire però fondamentalmente il fatto insomma lei citava parlava degli ottanta euro insomma qui gli ottanta euro
Andranno molto probabilmente insomma
Verrebbe da a vantaggio delle imprese piccole soprattutto perché
Comunque mettendo questi soldi in tasca si presuppone si spera che si trasforma in qualche modo in consumi quindi diciamo i beneficiari potrebbero essere quella Genna non hanno la forza per esportare per esportare quindi sono in qualche modo ne beneficiano anche loro come
Lei vorrebbe fatturato dell'azienda o no sicuramente sì sicuramente sì ma poco eh sino percorriamo rivolgere anche quello che l'attenzione alle piccole interesse
E questo oggi viene meno
Qua soltanto e sono o dei dipendenti Pilieci si parla
Ma diciamoci che anche l'imprenditore
In difficoltà riesce solo a pagare quelli che sono le spettanze dei contributi per i propri dipendenti
Lasciando fuori e non pagando i propri di contributi
Senta l'ultima domanda c'è una dello siamo un po'l'undici cosa ne pensa somma è riuscito in questi giorni diciamo quella geografia quella mappa presentata da l'Agenzia delle Entrate dividendo l'Italia insomma traeva soldi zone più o meno a rischio versione insomma dovete pensare a un atto dovuto di terrorismo demagogia cosa funzioni
Io penso che sia voglio dire oltre e così come ha detto bene lei terrorismo e anche demagogica dobbiamo intanto non generalizzare
Di chi vogliamo parlare di chi di tutti i piccoli imprenditori che giornalmente e non voglio essere ripetitivo investono e portano avanti quelle che la propria imprese la propria azienda
Sto dettati da quelle che sono Cinzia delle entrate da Equitalia abbandonati accertamenti
La banca e le banche hanno insieme voglio dire e creato una rete affinché non possano mai chiedere investire le le imprese che in Italia
Bisognerebbe andare andare a rivedere tutto quello che i benefici che forse non hanno e non avranno mai gli imprenditori
L'unica cosa che oggi chi vuole dire etnica ecco perché chi fa demagogia richiamiamo ridefiniamo evasori
Che percepiscono e dichiarano un reddito inferiore ai propri dipendenti ma vogliamo capire perché succede anche questo
Vogliamo fare un'analisi attenta e corretta una volta per tutte
Avendo una cappella magari l'analisi la faremo un'altra volta che siamo veramente belli lunghi con l'intervista insomma ad avvertire riteniamo si infatti se avremo modo di risentirci in un futuro ringraziamo il presidente di Confimprese Vittori Stefano nugolo dissertato con a grazie grazie ringraziamo telespettatori