08APR2014
dibattiti

Default Lazio - Presentazione del libro di Massimiliano Iervolino (Infinito Edizioni)

DIBATTITO | di Giuseppe Di Leo Radio - 14:00. Durata: 44 min 59 sec

Player
Trasmissione per la presentazione del libro "Default Lazio.

La bancarotta economica e morale di una Regione, un modello di fallimento per l’intera Italia" di Massimiliano Iervolino con prefazione di Paolo Mondani e postfazione di Rocco Berardo (Infinito Edizioni).

Conduce Giuseppe De Leo.

Con l'autore ne parla Valter Vecellio.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Default Lazio - Presentazione del libro di Massimiliano Iervolino (Infinito Edizioni)", registrato martedì 8 aprile 2014 alle 14:00.

Sono intervenuti: Valter Vecellio (direttore di Notizie Radicali, membro della Direzione
Nazionale, Radicali Italiani), Massimiliano Iervolino (membro della Direzione, Radicali Italiani).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Crisi, Deficit, Economia, Fiorito, Iervolino, Italia, Lazio, Libro, Maruccio, Polverini, Radicali Italiani, Regioni, Roma, Rossodivita, Scandali.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 44 minuti.

leggi tutto

riduci

14:00

Scheda a cura di

Delfina Steri Iva Radicev
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale un saluto da Giuseppe Di Leo quest'oggi parliamo della Regione Lazio o più precisamente delle disavventure della Regione Lazio disavventure al punto tale
Che e
RU uscito un mio libro dal titolo Bellomo papale papale Defoe Lazio una bancarotta economica e morale di una Regione un modello di fallimento
Per l'Inter moda un modello ma di fallimento per l'intera Italia
L'autore di questo volumetto che un po'esclusivo e poi vedremo perché
E il nostro amico compagno Massimiliano Iervolino benvenuto Massimiliano giorno buongiorno a tutti da due sculture grazie dell'invito una figurati tu sei salernitano
Sì dato Salerno nel mille novecentosettantacinque nella città di don Vincenzo De Luca
Cioè sì
Essersi istituzione però come si dice il cosiddetto Vicenzo Fontana e pene chiamato così perché a Salerno da quando
Governa lui ci sono parecchie fontane quindi hanno visto quello che gli hanno messo questo soprannome
Se ma non solo Fontanella Salerno e no pertanto altro solleva una bellissima città
Più o meno contestato un i lavori sono ha fatto molti lavori cominciati pochissimi portati a termine per ragioni comunque vedi la metro la metropolitana dovuti a
A scontri con
Con il Presidente della Regione che è una delle cause poi dell'anche del default che l'Italia accerta perché ognuno poi se la canta e se la suona modulata sulla posizione di funzioni infatti infatti allora per discutere di questo volume che si avvale anche nella prefazione di Paolo Mondani e di una postfazione
Nell'ex consigliere regionale Rocco Berardo tra l'altro questo libro e pubblicato dalla casa editrice infinito
Piccola casa editrice di dove moderna Modena ma la distribuzione importanti uccisa in tutta Italia quindi principali librerie si trovasse ecco per discutere di questo
Di questa fatica
Che non è solo letteraria ma esistenziale di Massimiliano Iervolino perché per chi lo conosci sappiamo bene che non non sono tematiche che affronta da ieri con grande piacere che ho in collegamento telefonico Valter Vecellio ciao l'altezza
Favorire buongiorno a tutti gli ascoltatori bentornato bentornato alta
No
Grazie
Essi si centra in poi quando dite bentornato poiché bisogna
Ma insomma bentornata ho avuto un accidente sono stato ricoverato in ospedale provo ancora adesso in un ospedale
Quelli perché una
Eh sì bentornato fra Noemi dibattiti per quanto mi riguarda il mio dibattiti che tu sai io ti cerco sempre perché sei un lettore
Accanito intelligente e non potevo o farmi sfuggire l'occasione appena tu mi hai paventato la possibilità non probabilità ma solo la possibilità di tufo si presente
Non me la sono lasciata non me la sono lasciata sfuggire perché in fondo tu sei
Nato cresciuto qui nella Regione Lazio a Roma e quindi dal tuo anche osservatorio privilegiato che è quello di
Giornalista del TG due nonché poi di direttori Notizie Radicali quindi in questa
Veste duplice oltre che di
Membro storico nella direzione del Comitato di radicali italiana
Allora Massimiliano qual è la tesi
Centrale qua c'è uno filo rosso c'è un fulmine rosso non la copertina anche rossa nero rosso e bianco c'è un rosso che fa da sfondo qual è il fil rouge di questo tuo con un libro
Ma il fil rouge di questo mio libro
La bancarotta
La bancarotta non solo economica ma anche quella morale e democratica
Questo libro ripercorre un po'gli anni che vanno dal due mila dieci al due mila tredici cioè gli anni in cui io ho vissuto in prima persona
Quello che accadeva in Regione Lazio inizialmente grazie
Alla candidatura di Emma più di Emma Bonino alla Presidenza della Regione e poi successivamente grazie al lavoro
Che ho potuto fare insieme ai Consiglieri Regionali Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo all'interno di via della Pisana
Ebbene questi tre anni mi hanno portato a scrivere questo libro per cercare di rendere pubblico quello che sono le mie idee e i miei pensieri rispetto a qualcosa
Che in questa Regione non va
Tutti hanno potuto vedere magari dopo ne parleremo in modo più approfondito hanno potuto sentire quello che è accaduto
Nella nostra regione durante
La legislatura Polverini quindi scandali Fiorito Maruccio il PdL il Partito Democratico e tant'altro
Però o ci sono varie questioni che in quei giorni in cui scoppiava lo scandalo Fiorito Maruccio non venivano altrettanto sottolineare
Che la bancarotta democratica di questa Regione dove esiste un Consiglio regionale
Che
Non serve quasi a nulla ed era ed è un radere quando radicale dice una cosa del genere vuol dire che gli strumenti
Che dovrebbero essere utilizzati dei consiglieri regionali o non vengono utilizzati oppure vengono mai passati in più c'è la questione delle questioni che quella economica
La bancarotta economica si può tranquillamente sintetizzare tramite i tre milioni di euro al giorno che tutti i cittadini del Lazio a loro insaputa
Padano per pagare per ripianare i debiti e quindi i prestiti a delle banche
Gli interessi
Tu hai parlato di bancarotta economica però prima mi ha colpito questo fatto della bancarotta democratica
Sì perché tra l'altro nell'introduzione naturalmente accompagna il lettore prima di infilarsi
Nella sporcizia nella monnezza e in senso non solo metaforico ti riferisci alcune figure calibro di Ernesto Rossi Panfilo Gentile Giuseppe Marini e Marco Pannella

Ma la bancarotta democratica che poiché molto collegata a quella che è la bancarotta morale e dovuto al fatto che io ho assistito
A
Il lavoro
Di circa settanta consiglieri
Laddove
Molto probabilmente a parte qualcuno compreso i nostri due ex consiglieri regionali quegli altri sessantotto o per essere buoni quegli altri sessanta
Non sfruttavano minimamente
Lato investitura che era stata data a loro dai cittadini ma pensavano a tutt'altro
Il problema è che a cosa pensavano molto probabilmente a mio avviso pensavano a ripianare i debiti delle passate
Delle passate campagne elettorali
E iniziare ad organizzare anche economicamente le future campagna elettorale perché se non
Si comprende questo è anche difficile comprendere che cosa è accaduto sui fondi ai gruppi regionali
Se non si comprende questo non si può dare neanche una risposta a quello che accade durante tutte le elezioni regionali cioè vedere illustri sconosciuti che non sono mai finiti su un giornale né
Sono passati attraverso un servizio televisivo che prendono quindici mila venti mila preferenze
Allora uno a quel punto si deve poco e si deve chiedere che cosa succede
Non solo all'interno del Consiglio regionale ma ecco che cosa succede intorno
Ad un candidato che poi molto abilmente molto probabilmente diventerà
Consigliere regionale
Durante durante le elezioni ecco questo è un punto centrale perché non capire questo vuol dire niente ognuno vuol dire non comprendere che cosa oggi
è un Consiglio regionale quali sono le funzioni di un Consigliere regionali e qui cosa potrebbe fare con consigliere regionale in realtà quello che fa cioè quasi nulla
Walter tu avrai sicuramente sicurissimamente letto il
Il libero di Massimiliano Iervolino
E ti chiedo come che valutazione date di questo volume un volume di Sociologia politica un volume di economia politica ove un volume addirittura di antropologia culturale
Franca ahimè l'ho letto e quando dico ahimè perché ogni pagina mi veniva un aspetto cuore
Io
E della Regione Lazio che conoscevo però leggendo il libro di Massimiliano ognuno ogni pagina non accoltellata scoppio
E nel senso in cui dicevate voi nel prendere atto che che c'è un deficit di democrazia che
Veramente notevole quanto alla definizione è un ritmo di fatti così motivati un libro
Stabile il perché ed è vero ci sono le opinioni di Massimiliano con voi suo modo di vedere le cose però ci sono delle cifre ci sono le
Fitti situazioni e quelle non non sono discutibili non sono opinabili queste sono materia di l'inchiesta penale punto e basta speriamo anche di sanzione io credo che sia un tempo prezioso
Che si conquista un posto importante nella biblioteca radicale radicali
Ultimamente hanno prodotto un buon numero di i testi
Su tanti argomenti varrebbe la pena o no e metterli in fila e si scoprirebbe che hanno regalato a questo Paese altra conoscenza
Se io fossi un responsabile
I radicali Roma cresce credo non aspetterei molto mi aspetterei subito apprendere un consistente stock di questi titoli
Nel maggio agli iscritti o archivi da un consistente contributo quote di traffico
Che dire
Occupa
Dico a tutti racconto concreto di quello che è accaduto
La gestione
Nella passata Presidente della Regione Lazio Polverini dopo letto questo libro uno si domanda ma con che faccia di Tolla questa Siniora ancora si presenta davanti alle telecamere
E ci viene a fare la morale e ci viene insegnare commistione governare come si dovrebbe amministrare come dovrebbe essere utilizzato del denaro pubblico cioè quel come mai
è che intatta e confermai ancora si presenta davanti ai cittadini in un Paese civile è un personaggio come la Polverini
Certamente certa calci in culo nel
Più profondo delle buche di questo Paese
Specie lei e i suoi compagni sono ancora qui che che fanno politica ancorarci nessun Governo
Non è solo la questione dalla Polverini perché
Bene come giustamente ha rilevato
Massimiliano è una questione questa della Regione Lazio che intanto possiamo prendere come paradigmatica anche di altre Regioni non c'è motivo di credere che altre Regioni possano essere
Possono trovarci in una situazione differente per quella della noi lo sappiamo quello che è accaduto il Lazio grazie alla presente alla denuncia all'azione di due consiglieri regionali
In realtà erano scientifica Rocco Berardo
Che per una serie di motivi che sarebbe anche interessante che Massimiliano c'è ricordarselo sono riusciti ad abbassare la pietra da cui poi abbiamo scoperto benzinaio esistente
Però
Affonda le radici in questa situazione anche nelle passate giunte
Storace Marrazzo questo per dire che ci troviamo in una situazione dovete esserci mista pari sono e anche
Durante la gestione Polverini l'opposizione
Faceva parte faceva insomma e a parte della spazi sta in Asia
Si spartiva esattamente la le fette di torta e le
Vede nel Gustavo alle mangiava degli ingegneri IVA esattamente come la maggioranza
Il guaio poi oltretutto è che costoro sono stati pure premianti per aver fatto quello che hanno fatto perché pur non essendo stati più i candidati
Tra
Come si chiama San Gallicano
Dati in dialetti
Sono stati tutti e comunque collocati Lo Moro o i loro parenti
Da qualche parte chi al Senato chiaro dal Sindaco di qualche Paese
Vicino Roma somma non ce n'è uno che sia stato mandato a casa
E questa è una beffa che non meritiamo che non doveva
Qui ci porta alla alla conoscenza probabilmente tutto ciò accade
Perché sappiamo poco o non sappiamo nulla però insomma ecco adesso però fatta anche troppo lunga ma no ma in riferimento alla conoscenza anche un tema
Casa radicale non solo che riguarda gli enti locali ma si sposta a livello nazionale può a livello europeo internazionali è un tema
Un fulcro importante da questo punto di vista la responsabilità Massimiliano anche dei mass media no
Sappiamo bene la candidatura di della Polverini dove è nata certe nato a Ballarò
E quindi anche che
Anche lì c'è una responsabilità degli organi di informazione
Rossa anche perché poi dopo che è successo come diceva giustamente Walter dopo che è accaduto tutto questo scandalo io ho continuato a vedere
Renata Polverini non solo tra i banchi del Parlamento ma anche in televisione
Mentre come ci dice Gianni detto tutti i lunedì da questa
Da Radio Radicale Emma Bonino oltre il centesimo posto delle persone che vengono invitate
Nei talk show e questo deve far riflettere sicuramente e poi tu citi anche
A un certo punto uno dei grandi elettori della Polverini cardinale Angelo Bagnasco sebbene lui non abbia votato a Roma però è chiaro che le gerarchie ecclesiastiche hanno appoggiato la Polverini hanno no Giordano occidentali hanno tolto anche
L'appoggio durante dello scandalo Fiorito quando negli ultimi giorni proprio di quella di quella storia quindi siamo noi siamo nel due mila dodici
Il cardinale Bagnasco dice interviene sul caso Fiorito e quindi sul caso Regione Lazio dicendo
Che era un'indecenza dicendo queste parole l'allora segretario dell'UDC
Grazie a Dio che si Ferdinando Casini
Capi che i suoi che erano in maggioranza dovevano togliere la fiducia a Renata Polverini e così Renata Polverini Polverini si dimise
Meglio tardi che mai meglio dal però però ecco occorre anche dire dando è già stato fatto e non solo si
Una forma di autocritica vera da parte delle gerarchie ecclesiastiche non cessato il suo nuovo assolutamente
Anche se hanno capito che per esempio a Roma i cattolici quelli frequentano le parrocchie volontariato eccetera per la gran parte aveva pur
Attorno la Polverini beh a Roma la Bonino ha vinto appunto e non col voto solo dei musei ma accerti problema è stato in tutto il resto di tutto il resto della regione dove purtroppo
Quella campagna quella la tornata elettorale la perdemmo
è un'altra noi dobbiamo dirlo che hanno potere in quella tornata elettorale
Si è provato acconto uno schieramento di centrodestra ma c'è trovato contro anche buona parte del Partito Democratico eccetto tutte e due hanno lavorato contro Emma Bonino e su questo finché non dico io più che lo dice Massimiliano finché lo dici tu va bene ma questo poi anche l'ex direttore dell'Unità detto
Ne ha spiegato cosa continua
Ieri si riesce a Concita De Gregorio
Esatto in una città missioni ONU dirigente dopo un anno dopo ha avuto ho avuto non so come un sussulto di coscienza e ha spiegato raccontato
Quel dialogo con quell'alto funzionario con quell'altro dirigente del Partito Democratico che gli ha spiegato come
E il Partito Democratico conveniva perdere la Regione Lazio
Sasso che nello stesso libro Massimiliano racconta apprezziamo
Massimiliano tra l'altro questo è un libro in cui si usa spesso il termine anche partitocrazia questo è un esempio classico diciamo di scuola di partitocrazia perché tu
Poi richiamando tutti anche erano che ha sono frasi di Ernesto Rossi
Oltre a Giuseppe Mariani quello che ha studiato la storia del potere in Italia che in un certo senso ancora costruito la storiografia sulla partitocrazia italiana
Questo è un classico esempio di partitocrazia e di spartizione del denaro pubblico ad uso privatissime
Sì anche perché chi si ricorda Grigioni sicuramente non avrà difficoltà
A rammentare come venivano aumentati IFO i fondi ai gruppi regionali dell'azione non lo faceva all'Ufficio di Presidenza
Dove all'interno di questo Ufficio di Presidenza erano rappresentati oltre al PdL la Lista Polverini
Anche l'UDC anche
L'Italia dei Valori e anche il Partito Democratico quindi nel passaggio da un milione di euro
Nel due mila dieci a tredici virgola nove milioni di euro che erano i soldi che venivano divisi
Per i gruppi erano tutti d'accordo
Coloro che stavano all'interno dell'Ufficio di Presidenza votavano all'unanimità queste delibere
Poi queste delibere venivano ratificate sempre con il consenso dei gruppi che stavano all'interno della Commissione di Bilancio anche questi all'unanimità
E poi quindi quando scoppia lo scandalo Fiorito difficile dare spazio e credito questi signori che facevano finta di non sapere nulla molto probabilmente non sapevo nulla di come venivano spesi puntualmente quei soldi che però quei soldi servivano a i gruppi per sfamare
La fame per togliere la fame di denari
Ai Consiglieri Regionali che molto probabilmente durante l'ultima tornata elettorale cioè quella del due mila dieci
Avevano spinte speso centinaia e centinaia di migliaia di euro beh questo era una cosa risaputa da tutti io faccio un esempio nell'introduzione quando
L'ultimo giorno di nel mio lavoro chiamo un mio amico del Partito Democratico per sapere perché non si era candidato questo amico
Mi risponde bene io non ho un milione di euro per candidati B uno che si candida e spera di essere eletto e che deve spendere una campagna elettorale
Un milione di euro la dice lunga di quello che poi farà all'interno del Consiglio regionale
Massimiliano a proposito di quello che si fa nel Consiglio regionale che tua in questo libro messo anche molte tabelle che servono i numeri servono per dare quel cazzotto negli nell'occhio oltre che nello stomaco le parole danno cazzotto nello stomaco a Walter
Ma queste tabelle si viste valutate
La Corte dei Conti danno un cazzotto negli occhi
E vogliamo ricordare qui l'importanza del ruolo assolto da Rocco Berardo Giuseppe Rossodivita e due consiglieri regionali radicali che hanno scoperchiato un po'ma è un'importanza sulla
Storica
Perché fino a quel momento nessun gruppo
Nessun Consigliere che stava all'interno del Consiglio aveva mai
Denunciato
Quello che accadeva
Rocco Berardo Giuseppe Rossodivita hanno avuto il merito di pubblicare quella prima volta on line il Bilancio del gruppo
Questo Bilancio del gruppo che è stato poi ripreso nell'agosto del due mila dodici da un articolo sul Corriere della Sera di Sergio Rizzo
Questa azione
Insieme a quello che era accaduto o poche settimane prima e cioè lo scontro all'interno del PdL tra gli ex di Forza Italia e gli ex di An
Il combinato disposto di queste due
Azioni e reazioni fa scoppiare lo scandalo Fiorito perché a quel punto quando Sergio Rizzo sulle colonne nazionali del Corriere della Sera iniziative guardate chi i gruppi alla Regione Lazio guadagno otto otto otto otto otto otto
Quando Fiorito manda a suon di minacce una lettera a tutti i componenti del PdL della Luna P.D.L. dicendo attenzione perché se mi fate fuori dal Capogruppo
Io non faccio altro che mettere a conoscenza delle persone tutte le fatture quindi faccio più faccio sapere alla gente come voi spende risolti
Ecco il combinato disposto di queste due questioni fa iniziare a chiedere e non solo all'opinione pubblica ma anche i giornalisti ma di cosa parlano questi perché prima di allora nessuno sapeva o meglio
La gran parte di persone non sapevano che c'erano questi fondi e i gruppi regionali colture vilmente qualche addetto ai lavori sapeva ma faceva finta di nulla etica dei così
Che poi scavando scavando scavando si apprese che c'erano circa tredici virgola nove milioni di euro che dovevano essere utilizzati per due cose la prima e
Per
Far sì che i gruppi regionali
Potessero assumere dei consulenti la seconda è e che i gruppi regionali potessero attraverso quei soldi fare pubblicità allora alla loro attività politica nel momento in cui
La Guardia di Finanza iniziata a fare ingresso iniziare a fare ingresso via della Pisana significhi tutti si sono resi conto che la stragrande maggioranza di cui i consiglieri regionali di quella legislatura usavano quei fondi per tutt'altro è da lì
E dal caso Lazio e quindi dall'azione di Giuseppe Rossodivita e di Rocco Berardo che poi
Scoppia scoppiano i casi delle altre religioni
La Campania ma anche altre regioni del nord Italia proprio per questo l'importanza che poi
In campagna elettorale mi riferisco alla campagna elettorale non non non è stata riconosciuta Aimi
L'importanza storica che non è stata riconosciuta mamma siano forse il caso di incominciare fare anche un'analisi di questo allora innanzitutto non è stata riconosciuta perché noi di abbiamo dovuto subire
Un veto pesantissimo che è quello di che è stato quello di Nicola Zingaretti attuale crisi l'attuale Presidente della Regione Lazio quando
Ha detto chiaramente radicali
Potete alle arti con voi
Al
A patto che Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo
Resterò fuori restino fuori lessi lo fuori dalla Lista Bonino Pannella
Un'altra questione questo è innegabile
Perché a mio avviso noi siamo partiti troppo tardi con la campagna elettorale abbiamo fatto
Tutti insieme degli errori grossolani
Però questo ciò non toglie che a mio avviso Nicola Zingaretti e tutto il Partito Democratico su questa questione sulla candidatura di Berardo e Rossodivita
Hanno fatto un affatto Nicola Zingaretti un errore enorme
Perché fare fuori
Quei due consiglieri regionali ha voluto dire a mio avviso
Disconoscere non solo la storia
Di coloro che hanno fatto saltare fuori lo scandalo dei fondi della Regione Lazio ma disconoscere tutta una storia radicale
Che per oltre quarant'anni non è stato altro che trasparenza legalità è stato di diritto riconoscimento che invece una parte della destra storica cui almeno a Roma e nell'ANCI era pronta riconosce
Era pronta riconosce molto preminente tuffa riferimento
A tutto quello che accadde con la questione tutto quello che accade con la questione Storace io come la vedi quella questione ma io sono stato sempre convinto che Marco Pannella per l'ennesima volta
Abbia giocato
La Carta del vogliamo il valore reale estraiamo ricordare agli ascoltatori questa vicenda con Storace che cosa si necessariamente dopo il vedo dopo il veto insegnare zingare ittica un certo punto c'è stato un mezzo accordo
Tra Marco Pannella Francesco Storace allora
Candidato alla Regione Lazio per il centrodestra
A dove Storace diceva Zingaretti non vuole i radicali i radicali
Li prendo io nella mia coalizione poi qualora venissero eletti
Potrebbero fare quello che vogliono e quello che hanno quello vanno sempre quello che hanno sempre fatto in merito quella questione di ore aggiunto anche un'altra cosa mi sento garantito disse in seno alla presenza dei due medicali perché così io devo stare attento su quello che faccio
Certo
Io in merito a quella storia un'idea abbastanza chiara nel senso che
Ho avuto sempre questo opinione ciò che Marco Pannella per l'ennesima volta
Volesse fare il cosiddetto volesse fare uscire fuori il cosiddetto scandalo scandalo radicale ma perché perché attraverso questo o cosiddetto scandalo radicale lumi Marco
Potesse spiegare poteva spiegare agli italiani in questo caso
Ai cittadini elettori della Regione Lazio che cosa era accaduto Rocco Nicola Zingaretti
Cioè trovare una sponda
Da Storace per dire attenzione qui c'è uno che viene considerato fascista
E chi invece
Accoglie i radicali e C uno che invece viene considerato democratico che mette il veto su coloro che hanno fatto scoppiare lo scandalo in Regione Lazio questo purtroppo voi alla fine per vari motivi che stalle qui ad elencare
Servirebbe servirebbero tre quattro ore non è riuscito quello scandalo molto probabilmente come ho detto prima non è stato non è stato capito anche perché
A mio avviso
Forse Marco troppe volte
Da troppo credito non tanto a Storace ma la gente che dovrebbe seguirlo
Cioè far capire alle persone normali questa questo concetto che su cui io sono completamente d'accordo non è così semplice in una società
Due tutti i messaggi politici sono
Banalizzati
Walter talk come la legge di questa vicenda la questione è la chiave di lettura offerta da Massimiliano ti persuade ti convince
Infondo Storace anche da Presidente della Commissione vigilanza RAI aveva parlato di una tentativo quasi non so se ne è stato il termine generico culturale ora la rilettura usando un termine
Alla frazione oggi è tipica di Pannella più che di di Storace sebbene Storace stime molto Pannella
Quella relativa
Grazie a un personaggio un po'anomalo nel panorama
La molto politico di destra e quindi neanche Berlusconi lo è
Sì però spora cerca che anche Berlusconi al in alcuni momenti lo è stato Storace un visto nel giudizio di spregiudicatezza di furbizia
Pronto voi è stato per anni il l'ufficio stampa di Gianfranco Fini quando c'era ancora il Movimento Sociale
E il Movimento Sociale non era quella forza politica che poi
Bene sdoganata da Berlusconi era ancora un partito nel ghetto nel momento in cui Almirante promotori Fini aveva raccolto l'eredità
E tutti i giorni Storace facendo i salti mortali bensì inventato i fuochi d'artificio consentire che
Le prese di posizione che Gianfranco Fini
Venissero in qualche modo il Paese
Tra giornali e televisioni quindi
Anche è un giornalista e anche il gusto giornalistico il senso della notizia la capacità di vederla
Quindi c'è questo visto da una parte non metto in dubbio che possa anche convinto di talune cose che ha detto
Ma c'è anche il gusto di cogliere in un modo diverso la stessa cosa rispetto ad altri
Attori della scena politica prende la palla al balzo mettiamola così e quindi questo mix credo abbia
Rapportato Storace alle varie prese di posizione che poi ha preso
Sì però al di là di Storace
Quello che evidenzia questo libro è interamente la mancanza se vogliamo di democrazia che Terme ha un po'tutto aveva l'Italia perché scusate
Mi ripeto un po'quello che ha detto Massimiliano a pagina trentasette del turismo
Gli accordi sull'ammontare dei finanziamenti venivano raggiunti in Commissione bilancio e ratificati attraverso delibere votati all'unanimità
Dall'Ufficio di Presidenza dove erano presenti con diritto di voto i consiglieri regionali Mario Abruzzese
Raffaele D'Ambrosio Gianfranco Gatti Isabella Rauti Claudio Bucci e Bruno Astorre in rappresentanza di PdL UDC
Lista Polverini Italia dei Valori il Partito Democratico tutte delibere rendevo tempestivamente comunicate alla Giunta si può dunque affermare che l'Esecutivo Polverini non poteva non esserne a conoscenza e stiamo parlando di un qualcosa che a pagina trentasei viene così riassunto
C'è da dire che in due anni e mezzo i fondi e i gruppi consiliari aumentato ben quattordici volte passando da uno a tredici virgola nove miliardi di euro questi sono dei laterizi
E chi labili devono stare in galera non ce n'è uno che stia in galera
Questa è la mancanza di democrazia di questo Paese e non per cena e non perché le carceri sono sovraffollate
Ha certamente massime e noi vediamo questo commistione tra maggioranza e opposizione se è un regime partitocratico ma è anche un regime si partitocratico perché dove c'è una torta se la mangiano tutti
La cosa grave Walter e Massimiliano e che non solo c'è uno storno di fondo illecito ma questo storno non è fatto non c'è una non c'è dietro una visione di un programma per quello io
Invece di fare la scuola storno e faccio una strada magari che anche abusiva e contro il patrimonio archeologico
No non c'è neanche la strada costruita sul patrimonio archeologico non c'è c'è il deserto una totale assenza di visione partitico divisione di programmazione
A breve termine
Beh una Regione dovrebbe
Programma fare due cose programmare e controllare
Abbiamo visto che non solo con la Polverini ma anche con Storace Presidente con Marrazzo Presidente queste due cose
Non sono mai state fatte
In più c'è un
Potere
Della Giunta rispetto al Consiglio enorme
Laddove come ho detto prima i consiglieri regionali la quasi totalità dei consiglieri regionali non fanno altro che farsi gli affari propri quindi a
Continuare a pensare al proprio bacino elettorale e quindi c'è una Giunta ci sono state delle giunte che hanno fatto il loro buono e cattivo tempo io faccio sempre l'esempio
Che va dal due mila due mila cinque quando è stato questa Regione è stata governata
Da Francesco Storace quando è scoppiato lo scandalo di Mediaset
Anche lì la Regione sulla questione sanitaria
Dovrebbe controllare tutto dagli ospedali alle ASL a tutto quello che accade rispetto a questa materia invece abbiamo visto
Che non controllava nulla io mi ricordo che in quegli anni c'erano addirittura delle ASL perché non presentavano i bilanci qualcosa Grillini da terzo mondo anzi a Quarto e Quinto Mondo ma segnano ma il caso
Della
Del Lazio un caso paradigmatico vale per tutti oppure oppure ogni Regione in Italia presenta una sua peculiarità
Di partitocrazia di malgoverno ben diciamo che un
Molto dipende da che Regione parliamo però è chiaro che è chiaro che
Non solo
Chi le linea rossa che unisce tutto il Paese anche perché non lo vediamo e quale vogliamo sottile linea quale il Comune di Rimini il minimo almeno comun denominatori non ma
Tutta questa si è visto dolce vistoso sicuramente si è visto dopo che è scattato lo scandalo in Regione Lazio che si è allargato inno parecchie altre regioni italiane
Che era quello siamo all'azionamento che quello del funzionamento di consigli che quello della vita
Non politica di consiglieri regionali
Che nella stragrande maggioranza dei casi non fa altro che cercare di
Allargare il proprio bacino elettorale
E lo fa attraverso diversi strumenti nel caso del Lazio attraverso i fondi dei gruppi regionali in altri nelle altre regioni si potrebbero
Elencare
Altre altri tecnicismi con cui loro
Allora con il loro potere le nomine dei direttori generali delle AASSLL le famose repubbliche autonome
Delle Società partecipate che non si sa su cui non si sa quasi nulla nel Lazio ma anche ma anche in altre regioni quelli sono posti di lavoro con il controllo lei con i consiglieri di amministrazione è quello il controllo di voti poi ritorna da quello che ho detto prima uno si dà una spiegazione di perché spesso perfetti con sconosciuti prendono quindicimila ventimila preferenza non dimentichiamo
Che lo stesso Fiorito prese finti ventisette mila preferenze quindi non proprio cioè gli squilli a quisquiglie
Senta probabilmente eccessiva ad Anagni Fiorito ancora popolare molto popolare molto prova antisemitismo erano
Erano molto attenti alla politica di questo signore perché questo signore sapeva accontentare chilo votava e quindi questo è uno dei grossi problemi della non del della non democrazia italiana
E Walter negli anni settanta quando ci furono le Regioni
Era un
Veniva letto come una chiave di riforma del sistema politico amministrativo italiano
Te la senti di due minuti due minuti di dire se secondo te questo libro di Massimiliano Iervolino confermati idea che le Regioni su un salto una grande delusione
Oppure oppure il problema non è
Nella istituzione delle Regioni ma è stata un'altra parte
Io non sono convinto che l'istituzione Regione sia
Sia stata una cosa utile o comunque una utile intuizione
So come dire
Il dato giusto istituire le istituzioni così come poi dopo
Sono degenerate naturalmente
Meritano tutta la nostra condanna però l'Istituto regionale il decentramento tutto quello che che questo significa permettendo ma
Insomma no non ho la posizione che assunsero trenta quaranta anni fa i liberali di Malagodi per capirci e io credo che la ragione di questa
Degenerazione che poi c'è stata dell'Istituto regionale
Lo si possa individuare le riassumere nelle ultime righe è servito di Massimiliano
Quando dice che all'orizzonte non si vede una classe politica
Capace di invertire la rotta le posizioni di potere precostituito sono ancora accorti intanto i debiti salgono e la gente continua a dover pagare
Proprio perché i tre milioni di euro al giorno quelli della Regione Lazio sono destinati a crescere Massimiliano ci chiede fino a quando
Fino a quando ci sarà una classe politica tra virgolette come quella
Che ci stanno governando e non ci sarà una classe politica degna di questo nome questa classe politica degna di questo nome non c'è
Perché quando si può fino all'orizzonte a qualcuno ma ripeto come Rocco Berardo commi dal punto di vista
La massima il principale preoccupazione è quella di tagliare loro le gambe
Di impedire che vengano riconfermati agli eletti perché Nicola Zingaretti ha detto e i radicali io devo bonificare le liste e per bonificare le liste ho deciso di non ricandidare il più
Quelli uscenti dimenticando piccolo particolare
Che doveva pensare agli uscenti fuori non agli uscenti suoi alleati
Che uscente i suoi alleati tenga che doveva lasciare che ci pensarci euro ma la logica quella invece punire insomma fai il tuo dovere e pagarne le conseguenze
Ecco questo e quello che è accaduto e quello che probabilmente accadrà ancora
E io direi di fermarci qui perché credo che abbiamo dato uno quadro corredo ahimè piuttosto desolante però veritiero di una situazione
E credo dico Massimiliano dico anche a Walter che questo quest'opera di analisi
Sull'operato dei Consigli regionali delle giunte regionali dovrebbe essere ecco una collana di analisi di pubblicazioni per tutte le regioni italiane da parte del dei della galassia radicale credo che questo sia un servizio che
Il Paese che spesso nella società civile si rende spessissimo troppo spesso complici di questo non si governa Mentor dice dice non del cattivo governo ma proprio disco verbalmente o di chi proprio
La volutamente dolosamente non vuole governare credo che sia un un fatto una un dovere civico prima che culturale si possa e si debba intraprendere come lavoro per i prossimi anni
O c'è anche l'idea che ci dovrebbero essere almeno venti Massimiliano Iervolino tra pochi mesi
E e magari anche
Rocco Berardo Giuseppina Rossodivita indizione loquace non ed essere in quarant'devono essere venti Massimiliano Iervolino sparsi spalmati per l'Italia
Che si prendono La Loggia perché immagino che abbia consultato migliaia di pagine di carte senza aver vengono serviti chiariscono cercano di darvi una logica le capiscono perché i documenti poi vanno anche capiti
E poi dopo ne ricavano il succo ripeto uliveti questi venti Massimiliano Iervolino
Palmare gradi targa pensai io in questi ultimi messi o un po'di miopia appuntarsi market col darsi che
Hai fatto la domanda la persona sbagliata nel resto sai spesso contra spenda
è con questo io chiuderei questo nostro
Confronto incontro un grazie
A l'occasione che ci è stata fornita da questo libero e io lo suggerirei la lettura anche agli studenti di Scienze Politiche che si occupano di diritto che gli enti locali per esempio anche
Di riforma degli enti locali di riforma istituzionale Massimiliano Iervolino Defoe Lazio
La bancarotta economica e morale di una Regione un modello di fallimento per l'intera Italia pubblicato dalla casa editrice infinito grazie a Massimiliano che si erano interventi ringrazio voi proseguirà poi
Prosieguo degli anni
Questa analisi è questa osservazione grazie in collegamento particolare un grazie particolare
Walter disegno grazie Walter disgrazia integrati e di ascoltare poi naturalmente grazie a Massimiliano ricordatelo non è il primo libro che cercano di questi criteri
Però qua sì sì
Ed anche gli altri tutti e tutti non di grandissima mole a conferma che Luino la neanche il vizio della grafologia grazie
Grazie all'assistenza tecnica di grande apertura IVA e naturalmente un ringraziamento un saluto da Giuseppe Di Leo agli ascoltatori di Radio Radicale