11APR2014
dibattiti

Assemblea Costituente del Nuovo Centrodestra (1ª giornata)

ASSEMBLEA | Roma - 17:09. Durata: 2 ore 42 min

Player
In programma dall'11 al 13 aprile 2014.

Registrazione video dell'assemblea "Assemblea Costituente del Nuovo Centrodestra (1ª giornata)", svoltasi a Roma venerdì 11 aprile 2014 alle ore 17:09.

L'evento è stato organizzato da Nuovo Centrodestra.

Sono intervenuti: Renato Schifani (senatore, Presidente del Comitato Promotore, Nuovo Centrodestra), Barbara Saltamartini (portavoce nazionale, Nuovo Centrodestra), Mario David (parlamentare europeo, Partito Popolare Europeo), Maurizio Sacconi (senatore, Nuovo Centrodestra), Raffaele Bonanni (segretario generale, Confederazione Italiana Sindacati
Lavoratori), Alberto Baban (presidente della Piccola Industria di Confindustria), Marina Calderone (presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro), Francesco Rivolta (direttore generale della Confcommercio), Brunetto Boco (segretario generale della UILTUCS, Unione Italiana del Lavoro), Giorgio Merletti (presidente di Confartigianato Imprese), Giacomo Milillo (presidente della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale), Giovanni Faverin (segretario generale per la Funzione Pubblica, Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), Mauro Tonello (vicepresidente della Coldiretti), Massimiliano Giansanti (presidente della Confagricoltura di Roma), Gaetano Quagliariello (senatore, coordinatore nazionale, Nuovo Centrodestra), Angelino Alfano (leader del Nuovo Centrodestra).

La registrazione video dell'assemblea ha una durata di 2 ore e 42 minuti.

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Agricoltura, Alimentazione, Ammortizzatori Sociali, Apprendistato, Artigianato, Austerita', Berlusconi, Burocrazia, Carabinieri, Centro, Cisl, Coldiretti, Concorrenza, Confindustria, Consumi, Costituzione, Crisi, Decessi, Democrazia, Destra, Dipendenti, Disastri, Disoccupazione, Doll, Economia, Elezioni, Euro, Europa, Europee 2014, Famiglia, Finanza, Fisco, Fornero, Forza Italia, Funzione Pubblica, Giovani, Governo, Guerra, Immigrazione, Importazione, Imprenditori, Impresa, Industria, Istituzioni, Italia, Lampedusa, Lavoro, Legge, Legge Elettorale, Letta, Libera Professione, Mediterraneo, Mercato, Nuovo Centrodestra, Ordini Professionali, Pace, Parlamento Europeo, Partiti, Partito Democratico, Politica, Polizia, Popolo Della Liberta', Ppe, Produzione, Renzi, Riforme, Scuola, Sicurezza, Sindacato, Sinistra, Societa', Sondaggi, Spesa Pubblica, Stato, Stipendi, Stragi, Sussidiarieta', Sviluppo, Tasse, Ue.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

17:09

Organizzatori

Nuovo Centrodestra

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Quindi
Giusto al
Problemi
Già
Le loro
Presso
Grazie
Prima
O
Allora apriamo i nostri lavori invito
A salire sul palco il Presidente
Del comitato promotore del nuovo centrodestra il senatore Renato Schifani
Amici
Do lettura del messaggio
Che ci ha rivolto il Presidente La Repubblica
Illustre senatore indirizzato al nostro coordinatore Gaetano Quagliariello
La ringrazio per avermi informato la prossima apertura dei lavori dell'Assemblea costituente del nuovo centro destra
Ogni formazione che voglia affermarsi sulla scena politica nazionale
Deve porsi l'obiettivo prioritario di ricercare risposte adeguate e gravi ed urgenti problemi che il Paese si trova ad affrontare
Elaborando proposte innovative sostenibili
Indicando le possibili intese per realizzarle anteponendo sempre l'interesse generale a quello di parte
Nel momento in cui si presentano segnali benché ancor deboli di possibile uscita dalla grave crisi finanziaria economica e sociale degli ultimi decenni
Occorre
Da parte di tutte le forze politiche un impegno il più possibile condiviso
Per individuare politiche pubbliche
Che consentano all'Italia
Di riprendere un cammino di sviluppo e benessere
Nello spirito del grande sforzo collettivo seguito alla conclusione della seconda guerra mondiale
Nel medesimo quadro si colloca l'esigenza di pervenire a riforme istituzionali
Che da un lato rendano il nostro ordinamento più idoneo a rispondere alle sfide poste dalla competizione globale e dall'altro favoriscano riavvicinamento alla politica da parte dei cittadini
I contenuti della lettera da lei inviata né in particolare l'intendimento di fare della nuova formazione politica un mattone della costruzione di una nuova Italia
Mi rafforzano nella fiducia che dalla vostra assemblea costituente potranno emergere orientamenti ed impegni corrispondenti a tali esigenze
In tale spirito invio a lei
E a tutti i partecipanti un cordiale saluto e un augurio di buon lavoro Giorgio Napolitano
Amici
Un brevissimo excursus consentitemi
Di tutti i passaggi dei momenti storici dei momenti politici che hanno
Segnato
La nostra storia le nostre dinamiche personali e politiche di questi ultimi mesi
Sino ad approdare oggi finalmente alla formazione non più che politica giuridiche strutturale del nuovo partito oggi nasce il nuovo centro destra come partito e di questo non possiamo essere orgogliosi
Quell'ont hanno venticinque ottobre
Dell'anno scorso ricordate
Siamo tutti un po'figli del Popolo della Libertà
E di forze tale veniamo D'Alì
Si teneva con l'Ufficio di Presidenza che sanciva il ritorno a Forza Italia
Si passava da un partito del popolo e libertà voluto da tanti noi che aveva una struttura politica aveva un segretario politico alla figura di Angelino Alfano un presidenze Silvio Berlusconi
Si deciderà
In maniera non condivisa da alcuni di noi di convocare un Ufficio di Presidenza al quale io mi assunsi la capogruppo la per la personale responsabilità di non andare si decideva di tra
Trasmettere
Un messaggio
Dal Popolo della Libertà a Forza Italia un partito monocratico dove veniva decapitato il delfino politico di Silvio Berlusconi e la persona di Angelino Alfano
Io mi assunsi quella responsabilità
Sapevo bene
Quello che comportava per me in termini di messaggio ma ero stato sempre leale conti nero essere umanamente vicino anche in questi momenti
Alle tratte dalle
Diversi dalle differenze alle
Anomalie che si sono verificate in passato e che ci hanno portato
Ad essere correnti gonne stessi restare dove ce l'ha portato Silvio Berlusconi e l'interesse del Paese guidarlo in un momento di grande difficoltà al di là invece di scelte che potevano portare uno stesso Paese alla bancarotta economica
Iniziamo un percorso
Il quindici di novembre all'albergo Santa Chiara Angelino Alfano denunziava l'inizio di un nuovo percorso una nuova vita nasceva una nuova realtà nasceva un nuovo partito
Il sedici novembre alla stampa estera Angelino Alfano annunziava la nascita di nuovi gruppi del nuovo centro destra trenta senatori ventinove deputati sette europarlamentari che con coraggio
Decidevano di segnare nel solco della responsabilità nell'interesse del Paese dell'Italia
Il cinque dicembre veniva presentato il simbolo al Tempio di Adriano
E lo stesso giorno il sottoscritto aveva
La acquisiva la responsabilità da parte dei Gruppi congiunti da parte dei fondatori definiti così da Angelino
Del nuovo centrodestra di seguire presiedere e coordinare un Comitato provvisorio che avrebbe portato alla data odierna un comitato che avrebbe guidato questa realtà in fieri a diventare partito
Abbiamo lavorato abbiamo lavorato tanto e vorrei
Con ciò alla fine del mio breve intervento ringraziare tante
Ma
Noi come dimenticare quel sette dicembre a Roma bellissimo studios De Palo dispone di studio De Paolis a Roma
Dove più di dieci mila italiani sono venuti ad applaudire al nostro progetto venendo da tutte le parti d'Italia e a dire noi ci siamo vogliamo tornare a fare politica perché sta nascendo una nuova realtà che parte dal basso abbiamo ripreso l'entusiasmo a fare politica
Quella è stata una giornata più importante dove veramente si è fondato politicamente nostro partito
Abbiamo girato
Siamo stati a Milano a Bari a Roseto a Salerno a Cagliari a Torino a Rimini a Teramo a Bologna Reggio Calabria Prato a Catania a Palermo
A Pesaro abbiamo incontrato i nostri splendidi giovani all'hotel meri otto di Roma abbiamo incontrato i nostri amministratori
Abbiamo insediato una classe dirigente provvisoriamente i coordinatori regionali che saranno brevi sostituiti da quelli eletti perché la nostra filosofia è legittimazione dal basso incompatibilità di doppie cariche chi fa politica non può occupare le istituzioni
Abbiamo
Circa duemila amministratori che hanno deciso con coraggio di abbracciare il nostro progetto il nostro percorso
E il successo dei circoli questo vorrei dare un pubblico ringraziamento al nostro Peppe Scopelliti che si occupa templi ma persona di guidare questa attività
Hanno lavorato alcune Commissioni composte da parlamentari Commissione lo Statuto del programma degli enti locali delle iniziative dei Circoli
Oggi
Oggi celebriamo la nostra nascita ufficiale
Ma
Un grazie a tutti grazie a coloro i quali hanno collaborato in prima persona occupandosi di tutto e di tutti
Dimenticando i loro pregressi ruoli dimenticando i ruoli di governo il ruolo di Capogruppo che avevano svolto fino a qualche minuto frate fa
Perché hanno buttato il cuore oltre la siepe hanno indossato la Baglietto e maglietta di militante e son tornati travolgente tra voi per fare politica per risvegliare l'orgoglio di tanti italiani che avevano perso la fiducia nei confronti di tutta quella politica che aveva dato risposte fallendo negli obiettivi
E allora
Io parlerò domani però volevo dare questa cronistoria perché mi sembrava doveroso da Presidente di un comitato promotore del partito che oggi si scioglie
Oggi ritiene di avere raggiunto il proprio percorso e consegna al nostro leader ad Angelino Alfano quello che
Il nostro sacrificio la nostra volontà è lo sta entusiasmo lo spirito di abnegazione il nostro coraggio che abbiamo avuto a cantate quando abbiamo deciso sul tuo indirizzo sulla tua guida
Sulla tu a volontà di seguirti in questo progetto nell'interesse di quelli che credono in un'Aula politica una nuova molto politica moderna innovativa che guarda ai giovani perché dobbiamo dare speranze ai nostri figli in un'Italia migliore
Allora
Icone rendimenti congressuali
Vediamo
Approvato ieri una bozza di Statuto che sottoporremo poi al Comitato per lo Statuto e dovrà domenica voteremo
Seguiremo tutte le procedure delle fasi emendative
Oggi inseriamo un Ufficio di Presidenza che deve gestire un attimo l'andamento dei lavori
Nella composto da Dorina Bianchi Laura Bianconi Valentina casta Aldini Fabrizio Cicchitto Luigi Compagna Nunzia Di Girolamo Gaetano Quagliariello genero cella Maurizio Sacconi Barbara s'alta Martini Giuseppe Scopelliti sottoscritto Guerino testa Simona Vicari Marino Zorzato Vito Bonsignore Dore Misuraca vi chiedo di condividere questa scelta con un vostro applauso eventualmente
Alterneranno naturalmente nei turni di Presidenza non saranno sempre loro seduti perché lavoreremo tanto
Poi vorrei dare lettura scusate alcuni adempimenti congressuali corredare nel veloce lettura del Regolamento di questa Assemblea costituente che comunque risulta pubblicato già nel nostro sito internet però occorre darne lettura per una sua approvazione sono le regole del nostro lavoro di viaggio
Ciascuna candidatura alla Presidenza del partito deve essere supportata dalla presentazione di quattrocento firme a supporto la votazione dei candidati alla Presidenza avverrà con voto palese domenica tredici aprile dalle alle dieci e quarantacinque
Votazione lo Statuto la bozza dello Statuto lavorata la Commissione Statuto verrà consegnato a tutti i delegati entro le diciassette di sabato dodici aprile gli emendamenti potranno essere presentati consegnando in versione cartacea presso la Commissione Statuto entro le ore otto di domenica tredici aprile
Ciascuna proposta emendativa dovrà essere sottoscritta da almeno cinquanta delegati
La votazione le proposte emendative dal testo allo Statuto verrà con voto palese sabato dodici aprile alle ore ventuno la votazione al testo finale lo Statuto avverrà con voto palese domenica tredici aprile alle ore dieci
Lezione all'Assemblea nazionale
Il voto per l'Assemblea nazionale si svolgerà con voto segreto sabato dodici aprile dalle ore diciassette e trenta alle ore venti e trenta
Al fine di garantire un'effettiva rappresentatività degli eletti si è stabilito che per avere lezione di tutti i rappresentanti previsto nello schema allegato
Dovranno prendere parte al voto almeno il settanta per cento degli elettori ponderati sulla base teorica l'ultima colonna e la tabella alla quale vi darò cenno adesso
Se parteciperà al voto numero di delegati compreso tra il trenta il settanta per cento degli elettori ponderati allora il numero dei rappresentanti eletti verrà ridotto del trenta per cento
Se parteciperà al voto un numero di delegati minore del trenta per cento degli elettori ponderati allora il numero dei rappresentanti eletti verrà ridotto del cinquanta per cento i seggi non assegnati non verranno distribuiti
Sono membri di diritto l'Assemblea nazionali fondatore nuovo centrodestra i deputati i senatori i membri del Governo non parlamentari gli europarlamentari consigliere regionali assessori non così
Eri i Presidenti Regione di Consiglio regionale i sindaci di comuni superiore a quindici mila abitanti i presidenti di provincia che hanno aderito detenevano il titolo al venti del tre novembre due mila tredici data di nascita del nostro partito
E poi una tabella che prevede l'assegnazione dei delegati l'Abruzzo centosettanta Basilicata se dieci Calabria quattrocentocinquanta Campania ottocentottanta Emilia Romagna settanta
Friuli ben trenta Lazio seicentoventi Liguria venti Lombardia duecentonovanta Marche venti Molise dieci centonovanta Piemonte Puglia trecentoquaranta Sardegna cinque seicentosessantacinque Sicilia questi sono i dati ponderati
E comunque i seggi attribuiti effettivamente secondo quelli che sono stati
Attribuiti sono quelli pubblicati nei nostri siti
Allora amici do la parola adesso non senza emozione alla nostra amica Barbara Saltamartini
Ecco mi arriva indiretta
Indiretta un
Un gradito messaggio del nostro Presidente del Consiglio
Caro Angelino
Cari amici del nuovo centrodestra di mando il mio saluto dal treno per Milano dove sto andando con il Ministro Lupi che conoscete bene il ministro Martino al sottosegretario rio
Saremo a Milano per dare un segno forte su Expo e sulle realtà produttive del Paese che si aspettano da noi dal nostro impegno comune non annunci ma lavoro lavoro lavoro
Una squadra compatta determinata giovane con un obiettivo quello di cambiare questo nostro Paese
Insieme
Insieme ecco qui il Presidente del Consiglio in Consiglio ci copia e non sa stare
Il nostro motto insieme
E c'eravamo in tanti assieme ad Angelino al Tempio di Adriano quando abbiamo sottoscritto quel pannello contanti tanti di noi
In una responsabilità condivisa con il nuovo centrodestra Angelino e con una spinta riformatrice un'energia che sta già dando i suoi debiti frutti come ha dimostrato il destro
L'impegno sugli ottanta euro in busta paga l'attenzione per la riduzione delle tasse le riforme istituzionali Titolo quinto e Senato il taglio e le Province l'importanza della scuola degli edifici nei quali studio dei nostri figli
Ci lega un progetto condiviso una sfida che ognuno di noi sente come una priorità
Quella di un'Italia orgogliosa responsabile capace nuova per questo caro Angelino vi auguro buon lavoro Matteo Renzi
Dire a nome di tutti voi a Matteo Renzi prima di dare la parola Barbara Saltamartini allo sta porta a voce che noi non deluderemo Matteo Renzi ma principalmente non deluderemo il nostro Paese
Devo dire che per me è un onore questa sera in questa
Stalla
Davanti ad Angelino Alfano prendere per la prima volta la parola è un'Assemblea da
Da portavoce di questo grande grandissimo partito e ringrazio veramente di cuore tutti voi ringrazio
Relatore ringrazio Gaetano soprattutto Angelino per avermi voluto dare
L'onore e l'onere di rappresentare
All'esterno di questa sala il nuovo centrodestra c'è una nuova Italia qui c'è un nuovo centro destra e da questo noi stiamo partendo per concretizzare quella speranza che abbiamo rappresentato a novembre quando abbiamo deciso tutti insieme corna i nostri parlamentari con i nostri Consiglieri regionali con i fondatori di questo partito di muovere
La nave di cui parlammo in quella fantastica occasione che ricordava Renato di prendere il largo e di prendere il largo per andare a rappresentare gli interessi
E i bisogni delle famiglie delle imprese italiane per farsi
Che oggi
Ci fosse veramente una nuova grande occasione per Porto amara rappresentare i moderati quei cittadini che hanno voglia di credere che c'è la possibilità di cambiare che soprattutto hanno creduto in noi perché noi siamo la forza di questo cambiamento
E allora
Prima di
Passare a salutare le delegazioni dei partiti nazionali
E internazionali che hanno voluto essere qui con e questa sera io voglio insediare il primo ufficio di presidenza del primo turno dell'Ufficio di Presidenza e quindi chiamare qui sul palco Dore Misuraca
Nunzia De Girolamo Fabrizio Cicchitto Simona vicari Giuseppe Scopelliti e Gaetano Quagliariello che io chiamo ad accomodarsi al nostro tavolo di Presidenza bene
In questa importantissima occasione hanno voluto essere con noi importanti rappresentanti di partiti che guardano al nostro partito con grande appena signore li voglio ringraziare ed è per me è un onore salutare le delegazioni estere soprattutto che sono qui questa sera con Mario Davide preso Presidente del parco del PPE
Erba da voi
Consigliere diplomatico del Presidente
Nell'UE Ampelio Gian François Copé
Real lacrime e deputato del Wham per responsabile della campagna elettorale e Christian carne il Segretario internazionale del CSV a cui rivolgo un caloroso benvenuto a un applauso ringraziamento per essere qui con noi oggi
Saluto poi
Le delegazioni dei partiti italiani che hanno
Che saranno pone questi tre giorni la delegazione del Partito Democratico con il senatore Luigi Zanda il Presidente del gruppo del Pd al Senato con l'onorevole Michela Campa Alagna alla Camera per il Partito Democratico la delegazione del dell'UDC che qui con noi con il Segretario nazionale Lorenzo serva con
I colleghi De Mita
Quali libere Sacconi e Gargani i Popolari per l'Italia con una un amico il Presidente Senatore Mario Mauro Francesco Schietroma responsabile della Segreteria né
Ale del PSI e poi il professor Michele Boldrin del movimento fare per fermare il declino l'onorevole Bono sorte l'onorevole Proietti rappresentanza della destra
E in ultimo ma non ovviamente per importanza Manfredi Ravetto Segretario nazionale del movimento della nuova Repubblica tutti voi un grazie anche da voi un caloroso benvenuto
E applauso
Io
Ovviamente anch'io mi mi riserverò di fare domani l'intervento politico ma intanto dando il via e i nostri lavori chiamo qui sul palco accanto a me il nostro Capogruppo al Senato il nostro presidente al Senato
Il senatore Maurizio Sacconi
Ne
A
Coordinare un'impennata
Tranne nel momento
Della nostra manifestazione dedicato a una delle dei tempi
Ho fatto la mia prima gaffe da portavoce chiedo venia
Chiedo venia o no ho fatto una gaffe imperdonabile e spero
Non me ne vorrà
Non solo il Presidente del Gruppo dei senatori che però credo sia importante sia qui insieme a me per salutare il nostro ospite
David il nostro rappresentante del PPE che invito
A salire vicepresidente del PPE per invito
Valere
Mai
Vengo al bar sui
Il suo saluto il suo contributo
Resta ora vorrebbe emergere di nuove perdonare una
Non tanto più giovani ragazze
Caro Angelino cari colleghi cari amici
Prima di tutto permettetemi di esprimere in quanto vicepresidente del Partito Popolare Europeo
E anche a nome del presidente del Pepe Joseph d'olio la nostra gratitudine per averci invitati a partecipare all'Assemblea Costituente del nuovo sentono destra
Vi devo inoltre chiedere di scusarmi per osare esprimermi in italiano una lingua che purtroppo
Lei diceva che è una lingua che purtroppo non padrone leggio ma che considero la più bella del mondo in realtà
La capisco Manola parlo
è sempre veramente piacevole essere a Roma e ancor più quando si possono incontrare i così tanti amici come nel caso per mille per me qui questo pomeriggio
Inoltre
è veramente un privilegio poter essere testimone di questo momento storico
Perché la verità è
Che senza volere esagerare voi siete qui in questo weekend prescrivere una ulteriori i decisiva pagina della storia italiana contemporanea
Siamo qui perché confidiamo gli stessi valori
Mi consento e consenti di essere umano libertà
Dignità
Uguaglianza responsabilità giusti sia fondamentale solidarietà sussidiarietà diversità tolleranza
Rispetto dell'ambiente economia sociale di mercato e i diritti e l'eredità comuni che ci viene dal nostro le radici giudaicocristiane i di Greco romane
Sappiamo che la nascita del nuovo se entro destra contribuirà a ad arricchire questo progetto comuni contiamo su di voi così comunque sapere tutti di potere contare su di noi
La prima sfida storica questo politica
Che vi troverete ad affrontare sono le elezioni europee del venticinque maggio
Assieme nella famiglia del Pepe
Vinceremo questa elezione perché l'Europa
Ha più che mai bisogno di noi nel prossimo futuro
Siamo
Dopo il nostro Comune il progetto europeo ha avuto inizio Grassia personaggi
Visionari Como Alcide De Gasperi al quale non renderemmo omaggio avrebbe
Siamo fieri del contributo decisivo del Pepe alla costruzione dell'Unione europea
I populisti vogliono far credere che l'Europa e responsabile dell'attuale crisi che stiamo per superare ma si abbia in chiaro che non è l'Europa chi ha creato
Denis i libri di bilancio insostenibile un eccessivo debito pubblico in privato anni però a livello nazionale o il fallimento del sistema Inacio è di controllo finanziario i casi di comportamento criminali sono mercati finanziari non è l'Europa che ha fallito l'introduzione delle riforme necessarie
Porta Antonio alla perdita di portando alla perdita di competitività delle nostre industrie gli alle tremende perdite di posti di lavoro
Sono stati alcuno Governo locale regionale nazionale mai è stata l'Europa sotto la guida del Pepe
Che ha fornito il salvataggio che le soluzioni a questa crisi
L'estorsione sono state a volte molte dolorose ma con responsabilità
Disciplina i soldi da Rita abbiamo evitate scenari
Chi si sarebbero rivelato denti aggi onori per ognuno di noi
Ma abbiamo approfittato di questo triste momento per dotare l'Unione europea dire le forme radicale chi erano inimmaginabile fino qui a pochi anni fa
I paesi
Compro così come tutti noi comuni cittadini hanno intera imparato che vivere al di là dei propri mezzi il sviluppare cattivi via abitudini porta alla crisi economica finanziaria il sociale
Oggi possiamo dire con orgoglio di fiducia che siamo di nuovo sulla retta via
Grazia alla solidarietà di tutti il nostro partner nessuno dei nostri Paesi ha lasciato la moneta unica gli abbiamo persino accolto dei nuovi membri nella zona euro
Non stante ciò che possono dire i popoli Stedile estremisti a destra Como a sinistra la recessione e alle nostre spalle e la ripresa è già cominciata
Come sapete le previsioni annunciano una crescita dei uno virgola cinque per cento del PIL quest'anno
I del due per cento l'anno prossimo i tassi di interesse sono scesi investitore Como consumatori ritrovano fiducia speranza di sicurezza
Di questo porterà alle creazioni di diversi posti di lavoro
Per tutti noi la disoccupazione e il problema più grave perché in questo ambito non abbiamo a che fare con dei numeri
Ogni disoccupato è una tragedia umana un disastro familiare
Per questo la creazione di lavoro di debbo dire che i posti di lavoro e la nostra priorità numero uno una parola che viviamo quindi cancellare della prossima campagna elettorale eh
Pessimismo
è troppo facile prevedere il giorno bui
I populisti
Como Beppe Grillo vivono della paura i dell'odio che istigano ma non non non hanno mai creato un posto di lavoro non ho mai creato la ricchezza indispensabilità della Stream Gueli
Al più vulnerabile
Cari
Amici
Questi valori questo progetto di diversità culturali di condivisioni volontaria della sovranità dove vivevano finti otto ventotto nazioni e cinque sento milioni di persone
Non può è essere così male si continue a attrarre altri popoli e altre nazioni i è copiato in tutti i continenti
Sono questo valore chissà cittadini Giovanni i meno giovani
In Ucraina hanno difeso in condizioni di freddo disumano i di frontiera a fogli proiettili sotto la loro bandiera e sotto la bandiera dell'Unione europea
Questa tragedia di cui siamo quotidianamente testimone
Prova che dobbiamo incrementare la capacità europea in materia di politica estera di sicurezza ITT ascesa
Migliorare la nostra capacità d'azione sia nel mondo che nel ci persuasione
E il venti Cinco maggiore decideremo di quale Europa vogliamo in futuro non vogliamo un'Europa centralizzata ma vogliamo un'Europa più forte più semplici in meno burocratica
E in cui le nostre istituzioni si conosce entrino su specifiche questioni prioritarie
Abbiamo fiducia nell'euro la seconda moneta al mondo una moneta
Affidabile che si rende più competitiva in questa epoca globalizzata gli assicura stabilità politica
Ma abbiamo bisogno di una zona euro più integrata dal punto di vista politico
Vogliamo a frontiere
I principi dell'economia sociale di mercato realizzando riforme nel sistema pieni pensionistici della sanità
Del sistema fiscali i del mercato del lavoro
Non risolviamo il problema commi socialiste annegandoli sotto i soldi dei contribuenti indebitando le generazioni future
Dobbiamo aiutare le e i
Con lavorare come il settore privato stimolare l'imprenditoria la produzione industriale e l'innovazione
Il tutto CIO nel rispetto dell'ambiente con lunedì l'Unione Europea Como campione delle tecnologia a zero emissione di carbonio
Rafforzeremo il diritto alla
Privacy di ogni cittadino attraverso la protezione dei dati personali combatteremo e il crimine organizzato e al terrorismo la corruzione il riciclaggio
Questi sono solo alcuni esempi
Vecchio che difenderemo né alle prossime elezioni
Impegni presi pubblicamente i da tutti i partiti in membro del Partito Popolare Europeo
Consacrato nel consacrati nel manifesto politico del nostro Comune o candidato alla presidenza della Commissione europea è il primo ministro Jean-Claude Giunta
Un candidato scelto attraverso una competizione aperta i democratica i nostri avversari a mano tanto parlare di democrazia noi preferiamo applicarla concretamente
Non vogliamo vincere le elezioni non solo per il gusto della vittoria
Quando un elettore chi affida il suo voto
Quando un cittadino europeo FOTA per un candidato Del Prete lo fa come dice il primo il ministro June cari perché e in quali do partito del governo responsabile siamo determinati a portare l'Europa fuori della crisi e creare la foro in crescita
Attraverso riforme investimenti intelligente conservando e al tempo stesso la coesione sociale e un buon tenori di vita per tutti
Io ero pay
Non di mantenimenti chiare
Non dimentichiamo chi sono i nostri avversari i populista del Movimento cinque Stella i in questa elezione il Partito Democratico
Una per la famiglia deve saper superare le divergenze di vedute e mostrare un folto unito di fronti a
Ad ogni sfida
Gli al Pepe
Con tutti i suoi membri e prima di tutto una famiglia
Nel Pepe sappiamo che tutti i nostri partiti fratelli unitaria vinceranno queste lesioni contribuendo così in modo decisivo alla vittoria del Pepe
Auguri a tutti voi un gran sospeso
Vinceremo grazie per la vostra
Grazie ancora al rappresentante del Partito Popolare Europeo bensì David
E
Do inizio alla prima sessione dedicata
Al lavoro a Stanga prima il lavoro la sezione
Viene introdotta da una affermazione di principi del nuovo centrodestra cui seguiranno alcune proposte
Che saranno commentate con poche ma sentite parole dai rappresentanti di alcune grandi organizzazioni sociali
O del sistema ordinistico delle professioni
Il nuovo centrodestra Sisti ispira la propria azione politica alla centralità della persona alla sua vocazione comunitaria al primato della società sullo Stato
Esso riconosce quindi la fondamentale utilità sociale dei corpi intermedi che si collocano tra la persona e lo Stato in quanto libere associazioni di tutela e rappresentanza di interessi legittimi
Le istituzioni hanno il dovere di ascoltare le ragioni dei segmenti sociali e di decidere poi in piena autonomia da essi
Molte funzioni pubbliche possono essere delegate ai corpi sociali in quanto garanti di semplicità ed efficacia
Vediamo alla prima proposta
Il nuovo centro destra propone uno statuto dei lavori
Limitato alle norme comunitarie inderogabili rinviando ogni altro eventuale contenuto del rapporto di lavoro alla contrattazione in azienda a o dai territori attraverso la quale il lavoratore deve essere remunerato in relazione alla maggiore efficienza e produttività
Commenta questa nostra proposta Raffaele Bonanni il Segretario generale della CISL la
Grazie per questo invito e auguri per il vostro congresso ma grazie per aver invitato le parti sociali
E per le affermazioni che fate all'inizio del Congresso
L'Italia prospera con partiti partecipati e comparti sociali che si prendono le loro responsabilità nella gestione delle vicende del lavoro
E io spero che questo sentimento appunto
Ci accompagni nella risalita
Dalla crisi
Per quel che mi riguarda
Mi batterò in ogni modo acché questi aspetti possano
A vere
Prevalenza
In senso culturale nella nostra comunità nazionale
Devo dire che le parti sociali sulla vostra formazione hanno già
Dimostrato
Di sapersi prendere
Le proprie responsabilità intanto hanno costruito norme nuove come mai era accaduto nell'ultimo quinquennio seppellendo vada l'antagonismo
E seppellendo l'idea
Che lavoratore è stata una parte e l'azienda
E il proprio contrari
E non a caso
Che in questi anni
Se c'è stata una realtà stabile
Se c'è stata una realtà che ha cooperato
E non all'immigrato sono proprio le parti sociali la formazione che fate
E al centro degli accordi costruiti con tutte le associazioni imprenditoriali non è stato facile abbiamo avuto dei problemi serissimi
Nel sindacato stesso e anche con il sistema dei partiti con pezzi di sistema di partiti ma noi
Ce l'abbiamo fatto anche grazie lo devo dire a molte persone impegnate in politica che sono qui dentro
Gli accordi fatti si muovono secondo uno schema davvero diverso dal passato
E lo sa testimoniare il fatto dicevo dall'accordo tra di loro a difesa delle proprie aziende
è prevalsa la cultura che l'azienda è un bene di tutti
E in crisi bisogna presidiarla
Gli accordi aziendali sono il meglio di questa cultura
Perché dove si costruisce ricchezza
Dove si costruisce insieme ricchezza si può programmare la
Divisione di ciò che si realizza
La distribuzione
E solo con un sistema del genere si può preparare
E io spero che il vostro partito ci sostenga
Nella richiesta
Di continuare l'esperienza la pratica così importante di salari di produttività dei passati fortemente che come sapete negli ultimi tempi ha avuto qualche difficoltà
A
Essere sostenuta
Dividersi il frutto del lavoro insieme
Realizzato in quantità e in qualità ha un valore che va molto oltre anche le vicende economiche
Infatti la persona i lavoratori che si realizza esprime tutto i suoi talenti la sua intelligenza esprime la sua personalità
Ed ecco perché in un ambiente partecipativo e e un ambiente responsabile non solo cresce l'economia ma cresce anche la democrazia che pale se c'è ognuno che ha responsabilità
Nell'ambito
Della comunità e dei vari versanti che lo vedono impegna
Quindi io credo
Che questa affermazione sia importante noi tanto ci siamo riconosciuti che abbiamo ci siamo battuti con contrasti non di poco conto
Ma devo dire
Quell'affermazione che fate
Va in controtendenza ecco alcune discussioni che io sento e non sono d'accordo in questi ultimi tempi
Il salario minimo non ero stato
Che lo stabilisce
Il salario minimo lo stabiliscono le parti sociali
Questo
Per impegnarle responsabilmente nel definire i loro percorsi economici e i loro parti
E sbagliato
Il populismo richiede salari minimi Sabbi liti dallo Stato
Oggi si fa a Cuba ieri si faceva in Unione sovietica
Quindi è
Lo scambio a livello territoriale
E lo scambio a livello aziendale
La vera essenza
Dell'azione delle parti sociali
E io quindi nel ringraziarvi per l'invito e nell'augurarvi
Buon lavoro vi chiedo ancora di sostenerci in questa battaglia
Nella battaglia
Di conservare
Le parti sociali
Quali appunto elementi
Che possono dare un contributo all'economia e alla democrazia nella loro
Autonomia
E nella loro capacità di agibilità
Le realtà comunitarie volute complesse possono solo prosperare in una collaborazione dinamica tra partiti partecipati
E parti sociali responsabilizzate grazie buon congresso
Grazie Raffaele Bonanni la seconda proposta il nuovo centrodestra propone il recepimento delle direttive europee senza complicazioni aggiuntive
E dunque un seguente programma nazionale di ripulitura e semplificazione di tutte le norme con me
Tutta questa nostra proposta Alberto Baban Presidente del Comitato Piccola industria di Confindustria
Anch'io mi unisco a quello che ha detto Bonanni grazie per averci invitato grazie per averci considerato
Grazie per aver capito che la ripresa del Paese passa solo attraverso
La concertazione la discussione le proposte Illy la rappresentanza confindustriale oggi vi rappresenta un Paese che è cambiato
Io ho sentito questa parola cambiamento nelle parole di Schifani poi sono state ripreso anche dal vostro segretario Alfano questa parola molto forte cambiamento cambiare
Io vi racconto una parte d'Italia che è già cambiata
Però il cambiamento non lo ha voluto lo ha subito e la parte del popolo dell'impresa sono tante sono milioni in Italia
Lo ha subito con un mercato che dal due mila e sette in poi è stato micidiale nel cambiamento nella velocità della forza della pressione
Di questo cambiamento
E allora quello che io vi chiedo
E se è giusto che un Paese non eserciti un'idea di politica industriale
Che riesca ad arginare il cambiamento dovuto solo alla competitività internazionale
Il nostro Paese non è competitivo
Il nostro Paese
Non è stato capace di reagire con la stessa velocità con la quale hanno reagito i mercati
E allora
La risposta a questa vostra proposta sta che la semplificazione
Non è solo un aspetto procedurale
è un aspetto che sta a significare quanto le imprese
Debbano stare al passo CONI i mercati e quando un Governo
Nell'elaborazione di una nuova legge
Che non può superare una direttiva europea e qui sottolineo quanto importante sia l'Europa quanto voi parlamentari dobbiate mandare persone competenti in Europa che sappiano dialogare perché
Nell'espressione della capacità
Di quello che succede nelle direttive europee e quelle cose non si cambiano più incidono per il sessanta settanta per cento delle nostre leggi nazionali
Qua è lì che va fatto il lavoro dicevo
La direttiva europea il limite massimo poi scende nel nostro Paese e la discussione ricomincia questa non è semplificazione
Questa è una logica per ridurre quella burocrazia che ammazza la velocità di cambiamento
Questo non possiamo più permettercelo abbiamo già pagato cento mila imprese in meno anche l'anno scorso trecentosessanta mila dipendenti in meno questo le imprese non possono tollerabile perché sapete quando chiude un'impresa
Non chiude solo l'interesse dell'imprenditore
Nella presentiamo come sindacato d'impresa noi siamo il sindacato che protegge la cultura di impresa quando chiude un'impresa
Chiude una scuola chiude una scuola di competenze da voi non potete consentire
Che il Paese ritorni al passato non possiamo essere indifferenti al fatto che abbiamo perso venticinque per cento di produttività
Non possiamo essere indifferenti che abbiamo perso nove punti di PIL e che abbiamo un corso un costo unitario di
Del del lavoro il trentacinque punti
In meno
Rispetto
A quello della Germania
Non è possibile che ci possiamo confrontare con i Paesi nostro che è il benchmark
Ancora con questo difetto di competitività allora io racchiudo con questa
Mia volontario rappresentarvi una difficoltà
Che non può lasciare sole l'impresa
Voi non potete pensare
Che esistano due mondi il mondo del pubblico gestito dal sistema della burocrazia il mondo della politica
E il mondo del privato attraverso
La sua eccezione delle impresa e non è così il nostro Paese basato sul lavoro
E lavoro si crea e si fa impresa
Dovete istituire un sistema di difesa dell'impresa perché così che si riprenderà ad avere di nuovo lavoro perché questa è la dignità del nostro Paese
La semplificazione
E
La dignità minima che dobbiamo tenere allora io vi chiedo abbiamo un'opportunità si chiama delega fiscale
è un decreto e generi a stato approvato dal Parlamento poi il Governo avete l'opportunità di semplificare è già scritto lì
Questa un'azione questa quello che qui vogliamo trasmettere la burocrazia l'eliminazione della burocrazia aiuterà il lavoro grazie
Grazie Presidente anche l'articolo diciotto dello Statuto dei lavoratori non è in nessuna direttiva europea
Il nuovo centrodestra terza proposta propone il trasferimento di molte funzioni pubbliche alle professioni ordinistiche delle quali riconosce la terzietà
In modo da semplificare i tempi e i modi degli adempimenti burocratici delle persone e delle imprese commenta questa proposta Marina Calderone presidente del Comitato unitario delle professioni
Vera buona sera a tutti grazie ad Angelino Alfano tutti quanti voi per aver voluto mettere al centro anche
Delle vostre riflessioni il tema
Della sussidiarietà prima si è parlato di lavoro poi si è parlato di semplificazione
Adesso di sussidiarietà attraverso un ruolo delle professioni ordinistiche italiane uniti per il lavoro è il vostro asta che io dico lavo loro vuol dire medesima dignità laddove
Si parla di lavoro subordinato di lavoro autonomo i professionisti italiani iscritti agli ordini sono
Due milioni e trecento mila professionisti che gestiscono però un indotto di quattro milioni di soggetti che oggi sono pronti ad assumersi anche
Un ruolo sussidiario nei confronti dello Stato laddove questo ruolo di
Sussidiario però
Voglia anche dire
Attenzione per quelle che sono le competenze e le specificità
Professionali io credo che il nostro Paese abbia bisogno di recuperare l'efficienza della macchina pubblica che si debba fare la semplificazione
Quella vera quella che passa attraverso quei processi che non portano a sopprimere dieci leggi e farne tredici contemporaneamente
Ma invece che portano alla consapevolezza che è importante coinvolgere quel sapere intellettuale che è rappresentato dalle professioni italiane
Oggi parlare di sussidiarietà vuol dire essere una costola importante dello Stato
In funzioni che poi sono strategiche la giustizia il lavoro la categoria che io presiedo si è occupata di importanti azioni di sussidiarietà attraverso la sottoscrizione di protocolli importanti come a Rizzo Sacconi Ministro del lavoro abbiamo dato corpo alla certificazione dei contratti ma soprattutto a quell'azione che voleva dire cercare di
Non appesantire ulteriormente la giustizia ma invece cercare di dare una risposta consapevole a quella che era l'importante è necessità di deflazione del contenzioso
Io credo che tutte le professioni per le loro specificità possano invece costituire un'importante interlocutore per lo Stato per le imprese per i cittadini noi siamo quella cerniera importante
Che fa sì che allo stato venga raccontato da un intermediario qualificato quelle che sono poi le esigenze della gente della gente delle persone e al ora io credo di poter
Chiudere dicendo impegniamoci per la vera semplificazione quella buona impegniamoci per un affidamento fiduciario
Ma esso soprattutto e questo lo devo chiedere ad Angelino Alfano impegniamoci e impegnatevi affinché venga riconfermata la dignità del ceto medio intellettuale italiano quello che paga le tasse quello che dà lavoro e che lavora duramente grazie
Grazie Marina
L'ulteriore nostra proposta
Riconosce il nuovo centrodestra riconosce la funzione insostituibile dei degli enti bilaterali
Per i quali propone incentivi fiscali alla gestione di tutte le attività inerenti il mercato del lavoro e l'organizzazione di un Welfare integrativo
Commentano questa nostra proposta Francesco Rivolta direttore generale della Confcommercio e insieme a voi Brunetto Boco Segretario generale della UIL turismo commercio e servizi
Grazie per l'invito
Certamente però non l'avevano alcune valutazioni sulla bilateralità
Tema che Maurizio ci ha assegnato ma solo dopo aver detto caro Segretario
Con quale stato d'animo io sono qui a partecipare
Ad un evento fondativo ad un'assemblea costituente
E sono venuto qui
Con la curiosità di capire se c'è ancora qualcuno in questo Paese che come noi pensa che la politica può nel contempo essere sede dell'ascolto
E delle decisioni del confronto e delle rate di scelte
Se c'è qualcuno che come noi pensa ancora
Che non è vero
Che da soli si decide più in fretta e che il confronto è un orpello del Novecento
Sono qui per capire
Caro Segretario Alfano se c'è qualcuno che come noi pensa che spending review
Si traduce in riduzione disfarsi del pubblico non della democrazia
E sono qui anche per capire se c'è qualcuno che come noi è ancora un affezionato all'idea che una società plurale ha bisogno di più soggetti che la possano interpretare
E che al Governo compete il ruolo e la difficile responsabilità di assumere decisioni che siano il frutto di una sintesi alta fra gli interessi diversi
Credo che questa
Che questo sia il posto giusto e il momento giusto per porre queste domande le prime risposte mi soddisfano
Come credo che questo sia il momento giusto per cercare di rimettere al centro della politica la persona la comunità come luogo e strumento della sua formazione identitaria e della sua piena realizzazione
è il tempo giusto perché il processo di riforma dello Stato avviato dal Governo
Di cui il vostro partito è parte costitutiva deve avere uno sguardo alto e l'obiettivo di assegnare il primato alla società
E quindi riacquistare la consapevolezza che la politica ma anche le imprese le banche gli ospedali la scuola le organizzazioni di rappresentanza i sindacati
Sono strumento al servizio dalla persona delle famiglie della comunità
E che ad essi devono rispondere della qualità e dell'efficienza della propria azione in questa fase nessuno può chiamarsi fuori ma però nessuno deve essere escluso
Perché insieme possiamo concorrere a portare a compimento questa transizione chiede Meduna da vent'anni e nel corso degli ultimi anni
Si è posto a con sempre maggiore forza la questione della bilateralità come forma di solidarietà si sussidiarietà
Pienamente idonea a dare corpo a questa transizione faccio questo accostamento perché non c'è dubbio che la bilateralità nasce a fronte di un cedimento delle garanzie dello Stato
Delle garanzie di tutela del pubblico nei confronti del cittadino
I fondi di assistenza sanitaria di previdenza gli enti bilaterali territoriali sono stanti il frutto buono di buone e costruttive relazioni sindacali
Sono uno spaccato di realizzato e praticato di quel concetto di sussidiarietà che prima ho evocato
A noi interessa costruire una rete di tutele di attività e di servizi utili alle persone
Che alimentino la coesione sociale e siano l'esempio di una società solidale
Ma buone relazioni sindacali ed efficienti i criteri di gestione non bastano occorre che la politica realizzi questi strumenti troppo ignorati
Allo stato non chiediamo regole la sussidiarietà non va regolata
Va accompagnata favorita attraverso politiche fiscali di sostegno e di incentivazioni più marcate
Bene dunque
La decisione che avete assunto di interpretare e sostenere la bilateralità in un'ottica
Di sussidiarietà e come sto mento che può essere utile a governare il mercato del lavoro da parte di una forza politica che ne condivide le ragioni ideali
E
Ne sa valutare il valore e il ruolo sociale
Il confronto è una ricchezza abusate né
E consentitemi dica
Chiudere dicendomi che noi apprezziamo molto
Il ritmo che il Presidente del Consiglio sta dando al Governo al Parlamento all'intera classe politica la velocità è importante ma la rotta lo è ancora di più
Noi ci auguriamo
Come ci ha detto stamane Sacconi in una sua intervista che voi possiate ritenere saldo in mano il timone
Grazie
Grazie rivolta e Brunetto Boco segretario della UIL del commercio turismo servizi
Onorato
E grazie dell'invito
Mi si permetta di dire che questa è una bella giornata
Il Presidente Renzo Di col suo Partito Democratico prima e oggi segretario Alfano queste sono le migliori risposte dei rischi di disgregazione politica del Paese
Io
Partecipò
Volentieri
E ringrazio Maurizio che è uno dei
Più grandi amici del sistemi bilaterali le sue iniziative quando erano Ministro del lavoro ne hanno rafforzato
La diffusione e gli scopi
Un sistema bilaterale può esistere se esiste il contratto nazionale non è possibile una bilateralità disgregata e diffusa sui territori
Vi porto alcuni esempi
Oggi esiste un fondo sanitario che si chiama Hearst perché a un milione duecento mila iscritti e cinquecento mila persone in un anno usano le prestazioni di questo fondo
Questo è stato possibile perché c'è un milione duecento mila iscritti
Quindi
Una bilateralità efficace è frutto
Di una capacità di raccogliere
Tante adesioni e quindi si possono dare buone prestazioni
C'è una bilateralità delle assistenze c'è una bilateralità che io definisco di servizio
Cioè quella che deve
Occuparsi di sistema di relazioni sindacali e favorire l'incontro tra imprenditori
E organizzazioni sindacali
Quella che
In una situazione come questa deve dare risposte sulla
Necessità
Di
Dare servizi che permettano alle persone di trovare lavoro cioè fare incontrare la domanda lei con l'offerta di lavoro
C'è una bilateralità che deve nei territori sviluppare la conoscenza e quindi
Permettere alle persone che sono alla ricerca di lavoro
Dia vere formazione per potersi inserire
Nelle aziende le vostre proposte e credono nella bilateralità e quindi avrete sicuramente noi come interlocutori grazie Segretario grazie congressisti grazie Maurizio
Grazie
Ed in bocca al lupo
Per il contratto di lavoro che state negoziando
La nostra ulteriore proposta
Recita il nuovo centrodestra propone la diffusione dei saperi pratici attraverso la promozione dell'apprendistato
Per la qualifica professionale il diploma nell'ambito dell'offerta educativa a partire dal quattordicesimo anno di età
Commenta questa proposta Giorgio merletti Presidente di Confartigianato imprese
Mille
Una sera
Guardo l'onorevole Alfano
Sembra quasi pensionati prima Milano adesso Roma
Okay siamo qui mi mi è stata chiesta e poche sentite parole mi sembra d'aver la già sentito è una citazione forse l'ho fatta io
Cercherò di essere sintetico
Consapevole dell'importanza che mi è stata data parliamo di apprendistato quindi parliamo di giovani
Io vorrei partire
Non è molto bello darlo però do i numeri nel senso buono del termine
Voi sapete che non voglio disoccupati in Italia è di tre milioni trecento mila lavora persone pari al tredici per cento della popolazione attiva
Sì centosettantotto mila nella fascia sono i disoccupati dei quindici e ventiquattro anni cioè il quarantadue virgola tre per cento
Di questa fascia di età
Poi c'è un problema rispetto
Al tasso di abbandono prematuro dei percorsi di istruzione che in Italia e del diciassette virgola uno
Concento ottantadue mila e duecento un termine non mi piace sono fallimenti scolastici
E sono questi in più rispetto alla media europea per l'Italia poi c'è ancora da aggiungere
Uno punto uno milioni di inerti giovani che non studiano non lavoro ne sono in cerca di un lavoro nella fascia fine venticinque anni che diventa due virgola cinque nella fascia fino
A ventinove anni
L'anno scorso le assunzioni nel con contratto di apprendistato sono stato d'sono state del dell'otto virgola sette per cento vuol dire che sono stati veramente poche certo
La riforma Fornero colpito colpito pesantemente c'è stata la diminuzione in un solo anno del trentatré per cento
Comunque l'undici virgola cinque sono l'artigianato mo'questo punto la domanda che ci dobbiamo porci noi ce lo poniamo come sistema associativo cosa possiamo fare noi
La domanda seconde funzione all'apprendistato in Italia poi vi dirò dell'arte numeri che fanno riflettere
Funziona bene il sistema della formazione professionale
E poi cosa posso cosa può fare la politica
Vedi Sacconi noi come piccole imprese
Al dobbiamo imparare darci del noi
Ma
Posso assicurarvi che siamo stufi di dare del voi alla politica dobbiamo darci del noi anche con la politica perché questi problemi se non l'affrontiamo assieme
Andiamo Fossò conto tutti come Paese
E adesso vi dirò dei dati dove dobbiamo guardare siamo alle soglie delle quote delle delle elezioni europee e forse lì che dobbiamo trovare qualche ispirazione
I Paesi d'Europa e nel quale tasso di disoccupazione giovanile e più basso sono quelli nei quali e più utilizzato l'apprendistato per i giovani ad esempio in Germania
Nell'ottantacinque nell'ottanta per cento dei casi riguarda
I giovani al di sotto dei venti anni e addirittura il sessanta per cento sotto i diciotto anni ma qui
Scatta la riflessione perché in Italia più del venticinque per cento degli apprendisti sono giovani al di sopra dei venticinque anni poi c'è una grande fascia pari ASP circa alla al settanta per cento
Che
Prendi giovani oltre i dei venti venticinque anni
E purtroppo la fascia al di sotto di diciotto anni i giovani quelli che abbandonano
Sono poco meno dello zero cinque dal cinque per cento
Quindi l'apprendistato qui c'è la stortura purtroppo italiana l'apprendistato a storica ha storicamente un forte legame con l'artigianato perché l'apprendistato è lo strumento principale che consente di alimentare e tramandare i giovani i mestieri
I saperi
E il contratto che valorizza pieno al valore formativo del lavoro e la diffusione di saperi pratici
E queste fondamentale forse non lo si era capito
E non lo si è capito perché si pensa che l'apprendistato
Nell'artigianato cerca di ridurre i costi non è così
Mi danno e l'apprendistato c'è sempre stato ve lo porto come testimonianza anche nell'impresa mia che era di mio padre
La per con l'apprendistato si investe nel futuro non dico che ha un costo è un investimento
L'apprendistato inoltre deve diventare qui si guarda all'Europa
Lo strumento principale per l'acquisizione di titoli di studio di valore legale per tutti quei giovani
Che vogliono con per i propri studi in modo diverso dei tradizionali canali educativi
Al pari dei loro coetanei francesi e tedeschi
Che ormai da tempo hanno queste possibilità alternativo rispetti tradizionali percorsi di tipo scolastico e formativo
Bisogna
Invertiti in voi investire nella cultura duale che include un reale sistema duale di alternanza scuola lavoro
Che sappia integrare scuola formazione e lavoro io ho partecipato l'anno scorso il mese di giugno a Bruxelles
A un incontro nel quale essi parlava di Rinascimento industriale europeo che punta portale dal quindici virgola due per cento del manifatturiero sul PIL al venti per cento entro il due mila venti
Io ho lanciato una proposta
Lanciamo lo e possiamo farlo assieme lanciamo lo Statuto europeo dell'apprendistato e nel prossimo oltre il semestre italiano di Presidenza nella Commissione europea noi siamo pronti a farlo lo stiamo facendo con i colleghi tedeschi e francesi
Se possiamo confrontarci siamo pronti perché non si può scherzare sui giovani se scherzato fra intoppo grazie
Grazie Presidente per lette grazie
Al all'artigianato
La notte la nostra proporgli l'uovo centrodestra propone lo sviluppo h ventiquattro dei servizi di assistenza e cura primaria
Nell'ambito del nuovo Patto per la salute attraverso la fondamentale attività associata dei medici di famiglia liberi professionisti incaricati di una funzione di pubblico interesse
Commenta questa proposta Giacomo Milillo segretario nazionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale
Grazie
Grazie per la vostra proposta grazie per l'invito ma grazie per la vostra proposta perché questa è assolutamente indispensabile
A garantire la sostenibilità del servizio sanitario nazionale
E a garantire
Un bene prezioso un traguardo cibi civiltà tutti i cittadini italiani
Grazie perché non è solo una proposta un impegno in cui siete già
Di state già confrontando attraverso
Il ministro Lorenzin
Che sta lavorando al Patto per la salute
E vi assicuro essendo un addetto ai lavori
So quanto sia difficile so quanto sia difficile però so anche quanto sia determinata e quindi
Io faccio il tifo per lei
So sappiamo i medici di medicina generale sanno di avere il sostegno del ministro il ministro deve sapere che avrà il sostegno dei medici di medicina generale
Io rappresento i medici di medicina generale l'assistenza territoriale
Va sviluppata
Fino adesso sul territorio c'era non solo i medici di medicina generale i farmacisti
Fino adesso ce la siamo cavata da soli adesso serve un cambiamento serve organizzare meglio le cose le nostre categorie da anni sostengono la necessità del cambiamento
E fra l'altro approfitto per ringraziare Maurizio Sacconi che nel momento in cui
Fu Ministro della salute e per quel breve periodo inseriti questo cambiamento e questa proposta di cambiamento nel Libro bianco de allora
Noi siamo pronti a la categoria è pronta sia i farmacisti mi permetto di provare anche a nome dei farmacisti perché lavoriamo talmente insieme che
Qualche volta io la dottoressa Harakat ci confondiamo un po'
Se non fossimo di sesso diverso potremmo avere qualche problema
Noi siamo pronti
Siamo pronti a garantire le ventiquattro ore siamo pronti a lavorare nelle comunità come abbiamo sempre
Lavorato attenzione però ci dovete aiutare
Oggi è cominciata la trattativa per il rinnovo della convenzione quella che deve cambiare tutto ci dovete aiutare perché noi
Abbiamo da combattere contro un'ideologia
Che vuole trasformare l'assistenza sanitaria in una catena di montaggio in cui i professionisti sono manovali della sanità
In cui l'individuo il suo valore i suoi affetti le sue reali esigenze sono messe da parte
Noi combatteremo contro questo sappiamo di avervi vicini speriamo che ci stiate sempre vicini
E noi ricordiamo lo ricordo per
Per esperienza professionale che i cittadini
Si comportano decidono in base
Agli affetti alle mozioni e ai valori
Grazie
Ulteriore proposta ci avviamo alla conclusione
Il nuovo centrodestra propone la rivalutazione del lavoro pubblico
Attraverso la condivisione di progetti di riorganizzazione delle funzioni pubbliche
La mobilità necessaria una nuova struttura della retribuzione collegata I risultati commenta questa proposta Giovanni Fava Erin Segretario generale della CISL funzione pubblica
Dall'assessorato
Si era arrivati autonome analoga nulla credo che la bontà opportunamente
Grazie Maurizio grazie dell'opportunità di raccontare soprattutto del fatto che
Quello del pubblico e del lavoro pubblico è un problema garante e organizzativo
Lo statalismo municipalismo regionalismo hanno fatto precipitare molte attività in una incomprensibile fra
Mentre azione delle competenze serve una nuova architettura delle istituzioni
Come ministro Quagliarello aveva iniziato a fare nel precedente Governo serve una rivalutazione innovazione del lavoro pubblico quanto vale
Quanto serve quanto costa cioè
Un lavoro pubblico che è possibile costruire con meno enti meno società meno dirigenti meno costi meno ritardi
E quindi la possibilità di avere enti aziende locali e centrali da isole a Rete innovativa dove si tolga la normativa e la legificazione
Venga dato spazio alle competenze e delle persone quelle che servono all'impresa che alle famiglie alla comunità è un grande lavoro quello che può fare questo Governo per costruire reti disservizi e competenze in Rete veloci
Professionali a persone anziani più sole più povere più malate disoccupati disoccupate serve un'integrazione tra servizi in maniera sussidiaria
E la riorganizzazione non spaventa i professionisti competenti del lavoro pubblico anzi toglie la normazione delle inefficienze
Costruisce Eda vigore alla rete delle competenze professionali nell'ente trainante
Costruire una coerenza tra servizi pubblici di domani e sistema produttivo togliere la simmetria tra sistema pubblico pensata prelievi e per don mani e quindi da questo punto di vista farle diventare il driver della crescita come sa bene Angelino Alfano che nel Ministero dell'interno ha
Costruito un cambiamento organizzativo non facile che fatto dalle persone senza paura di togliere locazioni e interessi spingendo professionalità eccome visto l'esempio che ha fatto
Il collega rappresentante dei mezzi di medicina generale come ha fatto bene Maurizio Sacconi nel ministero del Welfare
E come sta continuando a fare molto bene Beatrice Lorenzin
Con coraggio e fiducia senza paura
Pelli interessi e dei localismi e dei personalismi mettendo al centro persona processo servizio qualità diminuzione dei costi
è di queste innovazione che le persone che credono e hanno competenze nel lavoro pubblico non hanno sicuramente paura quindi meno contratto nazionale
Più contratto aziendale dove nel posto in quella comunità si misura il dissesto dell'ente e la qualità delle risorse la produttività la misurazione da posto fisso
I dati carriera giuridica a valutazione delle competenze e misurazione di premi di risultato questa è la strada che noi dobbiamo portare avanti e credo che da questo punto di vista
Proprio per citare il Ministero della salute che è una piattaforma utile agli altri ministeri molto utile
Dove
Le persone che hanno una competenza sono disponibile a fare un grande salto di qualità io credo che
Il contratto pubblico
Possa essere rinnovato
Risparmiando riorganizzando gli enti senza aumentare le tasse i cittadini e alle imprese è una sfida organizzativa e professionale che tocca a chi vuole innovare questo Paese far costare meno l'attività di accompagnamento allo sviluppo all'impresa è e alla comunità grazie
Grazie alla nostra attività
Chiamo infine Mauro Tonello vice presidente di Coldiretti e Massimiliano Giansanti di Confagricoltura per commentare l'ultima proposta
Il nuovo centrodestra propone la maggiore redditività delle imprese agricole
Attraverso il riconoscimento del made in Italy fondato sulla esaltazione
Della distintività dei prodotti alimentari
La distintività pretende l'etichettatura obbligatoria dell'origine geografica dei prodotti
Quale strumento per il contrasto della contraffazione della pirateria che si è realizzato in danno del nostro patrimonio agro alimentare Mauro Tonello Coldiretti
Grazie grazie a tutti grazie per l'invito
Non v'è dubbio che non possiamo che essere d'accordo su un concetto di distintività
E nel mio breve intervento cercherò di farmi capire di rendere più chiaro che il nostro non è un affatto unno alle importazioni dei proprio sì la distintività passa per un valore aggiunto del nostro Paese noi siamo riconosciuti del mondo per il nostro saper fare per il nostro ma dei militari
E
Chiaro ormai a tutti che sessanta miliardi di
Truffe sull'agroalimentare sono danno per questo Paese la distintività passa attraverso però a un poter comunicare al consumatore finale e va visto come un valore aggiunto
Il fatto di poter rendere chiaro in etichettatura l'origine delle nostre produzioni solo così ci sarà un vero potere di comunicazione per la nostra di Steve di vita è un valore aggiunto anche per i nostri posti di lavoro per le nostre occorre economie anche noi gli OGM che noi permettiamo è un valore aggiunto
Sulla distintività
Il nostro Paese che è un grande Paese in troppi però dimenticano che il fatto di colline di montagne e se guardate su un mappamondo le nostre pianure sono molto piccole qualcuno prima parlava di non competitività noi non saremo mai
Competitivi e sulla quantità ma potiamo possiamo essere altamente competitivi se verrà resa chiara l'origine così come nella vostra proposta sulle nostre produzioni il nostro saper fare e la quella etichettatura così chiara non aprirà le porte al delle con le delocalizzazione delle imprese agroalimentare Marco alle manterrà qui nel nostro Paese mantenendo un valore aggiunto
A appunto al nostro Paese grazie a tutti quanti
Massimiliano Giansanti
Grazie grazie dell'invito e grazie soprattutto per aver voluto mettere al centro dei vostri lavori
Anche l'agricoltura un settore importante fondamentale e strategico per la nostra economia e grazie soprattutto perché volete portare alla nostra attenzione alla vostra attenzione all'attenzione dei cittadini il tema del made in Italy
Un tema che rende forte la nostra nazione fuori dai nostri confini
Ecco io credo che
Siamo conosciuti per i nostri cibi per i nostri prodotti dell'agricoltura e su questo noi oggi dobbiamo raccogliere una grande sfida che la sfida dei mercati mondiali dei mercati globali
Noi oggi abbiamo una grande forza che quella del nostro nome tutti ce lo riconoscono
E dobbiamo avere però una forza unitaria e qui la sfida che vogliamo lanciare insieme a voi a voi del nuovo centro destra che avete
Dentro di voi i valori delle tradizioni che sono fortemente radicate noi agricoltori ecco la sfida è quella di far sistema insieme a noi per far sì che si possa sempre più portare il made in Italy in giro nel mondo
Perché oggi la sfida
è la sfida del mercato globale solamente uniti possiamo farcela e son convinto che nelle prossime elezioni europee attraverso la scelta di bravi amministratori anche voi si ci potete dare un grande aiuto grazie ancora
Grazie a tutti coloro che sono intervenuti rappresentando
Interessi organizzati corpi sociali nei quali noi riponiamo
Grande fiducia e con i quali abbiamo registrato oggi grande sintonia per costruire un'Italia migliore
Loro il Congresso va avanti e tre ore all'intervento introduttivo di questi lavori che verrà pronunziato da
Angelino Alfano va per introdurlo i ragazzi
Che lavorano al due Rettore che lavorano a produrre le notizie a diffonderle hanno cercato di tradurre in immagini
Quello che
Il nostro Presidente del Comitato provvisorio ci ha raccontato la storia
Di questi cinque mesi
Vediamo questo contributo e poi
Il discorso introduttivo di Angelino Alfano
C'è un momento molto particolare tutta la serietà e quindi non dare risposte
Ministro sia nazifascisti ogni abbiamo Adige abbiamo veramente esperito questo tentativo con il Presidente di fare l'Ufficio di Presidenza lui era d'accordo e poi purtroppo come avete visto sono intervenuti e allora ci può dividere aspettavate si aspetta no non mi ascolta
Pubblico
Rescissione definitiva e la formazione di gruppi autonomi imparino innanzitutto e la formazione di gruppi autonomia e con
Gran le sofferenze grande dispiacere che l'abbiamo fatto perché fino all'ultimo abbiamo cercato di lavorare anche solo qualche ora fa per l'unità del nostro partito parliamo
Della costituzione di gruppi parlamentari autonomi nella prospettiva di costruire un soggetto politico nuovo che rimane
Rigorosamente nell'ambito del centrodestra
E
Tre settimane guardate cosa abbiamo messo in piedi
Guardate cosa abbiamo fatto in tre settimane in venti giorni
Siamo già un movimento politico che in milioni di italiani sono pronti a votare
Per cambiare l'Italia per dare un destino
Per dare una speranza i moderati e riformisti e liberali
A coloro i quali non si rassegna a noi
Che in italiano oggi sia più la possibilità di un riscatto
Non si rassegnano
Al declino non si rassegnano
Mi sento veramente non
Commosso da voi dalla vostra presenza
Dal vostro entusiasmo
Che era quello nel quale il Paese aveva bisogno un partito che guarda a domani
E non ad oggi
Questo lo possiamo fare siamo tanti ci crediamo Angelino andiamo avanti
Il tema italiana Villanova centrodestra
Io non credevo che saremmo stati così tant'
E quando il ventitré
Di novembre
Ho visto

Sessanta parlamentari
Oltre sette deputati al Parlamento europeo circa cento consiglieri regionali è oggi mille duecento amministratori locali ho capito che la parola chiave era insieme
Perché insieme noi abbiamo fatto questa scommessa
Insieme la vinceremo insieme cambieremo l'Italia insieme condurremo il centrodestra
Verso un nuovo successo l'insieme
Avevamo
Ebbene
Comunico l'onorevole
Grazie
Grazie davvero
Grazie a Dio davvero di essere qui a giocare tutti insieme la più grande scommessa della nostra vita politica
Grazie
Davvero di essere qui
A costruire
A ricostruire
Tutti insieme una nuova speranza per i moderati italiani
Io sono
Commosso e
Permettetemi di dirvelo sono
Non sono commosso ma anche
Orgoglioso di vedervi qui
Sono orgoglioso di questa splendida sala
Sono orgoglioso
Permettetemi di dirvelo di non avere sbagliato scommessa noi non abbiamo sbagliato scommessa se siamo qui oggi e perché
Abbiamo indovinata
E vorrei anche
Ringraziare
Di cuore il Presidente della Repubblica per il messaggio che ci ha inviato
Il
Il Presidente
Il Presidente del Consiglio per le parole che ci ha rivolto
Il
Presidente
Raccogli che ha mandato uno splendido messaggio che vi sarà letto il
Presidente Mario David le delegazioni straniere ringrazio l'UE impegni francese la CSU la sede un ringraziamento
Il
Partito Popolare europeo ringrazio le delegazioni italiane che sono qui a testimoniare RIS detto nei confronti di una matricola esordiente che speriamo anzi siamo certi potrà essere la rivelazione alle prossime elezioni europee
Grazie
Grazie
Grazie a tutti loro per essere qui grazie di cuore grazie
Di un qualcosa
Che vale più di ogni altra parola da parte di tutte le persone
Le istituzioni e i movimenti politici che ho citato e cioè il rispetto nei nostri confronti
Vuol dire che abbiamo meritato questo rispetto in questi mesi vuol dire che abbiamo conquistato un giudizio rispettoso questo per noi il molto importante perché siamo brava gente siamo gente seria che credeva di meritare il rispetto e avendolo ottenuto oggi lo segnala come un traguardo già raggiunto
Noi
Noi siamo
Mi scuserete e con enfasi da congresso costitutivo da assemblea costituente Gaetano ha detto poc'anzi che
Che
Terrò la relazione introduttiva però la relazione introduttiva e mi scuserete se
Non ho un testo scritto ma ho degli appunti che sono
Gli appunti di questi nostri mezzi
Sono gli appunti delle ragioni che ci portano a stare insieme
Perché se ci troviamo insieme dopo un gesto
Coraggioso sofferto doloroso ma bellissimo e perché abbiamo
Tante cose che rappresentano gli appunti della nostra vita gli appunti i dei nostri valori gli appunti di ciò che insieme abbiamo pensato di ciò che insieme abbiamo vissuto di ciò che insieme abbiamo provato di ciò che insieme abbiamo deciso
Dunque la mia relazione vorrei che fosse un appunto comune
Di un itinerario di una strada e lo dico
Perché
Se abbiamo chiaro
Il traguardo
Avremo chiaro il tragitto
E il nostro traguardo e ricostruire questo nostro Paese
E insieme adesso ricostruire una grande area moderata liberale e riformatrice popolare nel nostro Paese una grande area di centrodestra che si rifà all'esperienza del Partito Popolare Europeo
Che unisce
Tutti centrodestra
L'Europa
Quello è il traguardo l'Italia è il nuovo grande movimento politico dei moderati italiani
E questo
Che sto per provare a raccontare a voi e il tragitto che ci poniamo innanzi
La prima cosa che voglio dirvi e che l'impegno è stato mantenuto in quei giorni che sono stati splendidamente raccontati nel filmato che mi ha preceduto abbiamo detto che avremmo fondato insieme un partito abbiamo detto che avremmo
I insieme
Assunto le decisioni sulle regole che insieme
Avremmo stabilito
Cosa fare
Del nostro destino politico oggi
Noi celebriamo il nostro battesimo Lai oggi noi lasciamo ci diamo forma giuridica approviamo il nostro Statuto stabiliamo come sia in ora nel nuovo centrodestra chi ne fa parte come
Come si conquistano le leadership i nostri valori
E i nostri ideali
Noi abbiamo
Avuto un grande
Compagno e il grande compagno in questi mesi è stato il nostro coraggio
Il
Il nostro coraggio
è stato
Il compagno di questi nostri mesi
Perché non ci ha
Impaurito magre sessione non ci ha impaurito l'insulto non ci ha impaurito il silenzio di troppi siamo stati più coraggiosi
Degli insulti siamo stati più coraggiosi del silenzio siamo stati più coraggiosi delle aggressioni che abbiamo subito
E questo perché abbiamo avuto dalla nostra parte il coraggio assistito dalla buona coscienza di chi sa dentro di sé quanto sia profondo il forte il nostro lo legame con l'Italia perché senza troppi giri di parole noi siamo quelli
Che al bivio tra Alitalia e Forza Italia hanno scelto l'Italia
Siamo quelli
Che
Hanno scelto l'Italia
Per un profondo amore nei confronti
Di un qualcosa che spesso sia troppo pudore a nominare di un qualcosa che spesso sia troppo Dore accettare di un qualcosa che rappresenta però la nostra SI San troppo logica la nostra storia il nostro destino il nostro passato il nostro futuro e la cosa che più amiamo sogni sopra ogni altra e la patria il nostro amore di patria quello è
L'elemento che ci ha guidato e che ci ha spinto
E proprio in onore di questa nostra Patria noi ad apertura dell'Assemblea costi
Inter
Vorremmo dedicare
Un abbraccio caloroso e affettuoso a due ragazzi italiani ancora ingiustamente detenuti in India
I due ragazzi
Che servono con la divisa il nostro Paese chi è che noi vogliamo liberi
E metteremo tra le tesi di questo congresso
Tra le tesi dell'Assemblea costituente la liberazione del due marzo
Nel merito siamo pronti
A difendere in ogni sede chiedendo e accettando l'esito di un arbitrato internazionale chiedendo
E accettando l'eventuale esito
Di un processo in Italia ma li vogliamo vedere tornare liberi
Perché
Come le donne gli uomini che ogni giorno indivisa servono al nostro Paese come le donne e gli uomini
Che ogni giorno servono la patria noi nella loro divisa vediamo la nostra storia
Noi nella loro divisa vediamo il senso di un'appartenenza ad una comunità nazionale e internazionale che non può accettare che due ragazzi inviati lì per una missione antipirateria siano ancora
Preclusi
Abbiamo
Sentito dalle parole introduttive di Renato Schifani poi da questo video
Il come che ci troviamo qui
Noi ci troviamo qui perché a cui il bivio tra la patria
E il partito abbiamo scelto la patria
Ci troviamo qui perché abbiamo creduto nella scorsa primavera
Che fare un Governo con i nostri avversari di sempre fosse la cosa giusta per l'Italia
Perché abbiamo creduto che fare un Governo insieme al Partito Democratico sostenendo le nostre ragioni e sostenendo i nostri valori fosse stata un'intuizione giusta di Silvio Berlusconi
Abbiamo
Scelto nella scorsa primavera di sostenere un Governo eccezionale
Che non aveva precedenti
Di partecipazione dei partiti ad una vicenda Comune non aveva precedenti nella storia repubblicana e lo abbiamo fatto perché
Ci abbiamo creduto
Ad un certo momento
Ad un certo momento ci è stato detto
Che quell'esperienza dove va a finire ma non perché
Aspettasse
L'Italia
Un destino migliore
Non perché aspettasse il Popolo della Libertà un destino migliore non perché
Aspettasse la neonata Forza Italia o la nascituro a Forza Italia un destino migliore
Ma anzi ci è stato spiegato che dovevamo fare cadere il Governo avendo innanzi a noi due prospettive o la prospettiva di un'alleanza della sinistra italiana con reca con
Fuoriusciti Grilli mi è con Vendola oppure elezioni immediate con una legge incostituzionale e sconfitta certa del centro destra Colin Candy abita peraltro già maturata del leader storico del centrodestra italiano cioè del Presidente Silvio Berlusconi due prospettive disastrose per l'Italia
Per
Il centrodestra per il Popolo della Libertà e anche per la persona stessa del leader del Popolo della Libertà era un momento in cui il Popolo della Libertà viaggiava a settembre lo potete trovare su internet viaggiava albe l'otto per cento nei sondaggi con un ruolo di responsabilità di spinta riformatrice di affermazione della diminuzione fiscale della diminuzione della pressione fiscale di avviamento delle riforme con
Un governo che godeva di molti consensi nel Paese certamente maggioritari è un rapporto parlamentare anche con le forze con cui eravamo stati storicamente avversari leale corretto per il bene del Paese
Abbiamo scelto
E abbiamo deciso di dire di no
E lo abbiamo fatto perché non abbiamo voluto precipitare l'Italia in una crisi al buio
Non abbiamo voluto precipitare il cento o destra verso una disfatta sicura non abbiamo voluto partecipare alla nascita di un movimento politico nella sua fase bis
Che nasceva con l'esatto contrario della sua prima fase nella prima fase nel mille novecentonovantaquattro Forza Italia nacque
Su un sogno d'amore e quello del cambiamento dell'Italia non abbiamo accettato che il Forza Italia nella sua versione bis nascesse con un intento distruttivo di un Governo con una crisi al buio e con una volontà che non aveva nulla di costruttivo
Erano i due segni opposti tra il mille novecentonovantaquattro il due mila tredici non abbiamo accettato tutto questo
E oggi
Che il leader
Di Forza Italia e il leader storico del centrodestra italiano
Attraversa un momento difficile noi vogliamo dirgli con tutta la schiettezza di cui disponiamo e con tutti il calore di cui disponiamo che continuiamo ad avere grande affetto e profondo rispetto nei suoi confronti e che vorremmo
Facesse campagna elettorale perché vogliamo sentire la sua voce in campagna elettorale
Anche per dissentire anche per spiegare le nostre ragioni ma la vorremmo sentire perché pensiamo che sia un elemento utile alla democrazia ascoltare anche la voce del leader storico del centrodestra italiano
Con questo o definitivamente detto quello che c'era da dire
Da oggi non è più tempo di voltarsi indietro
Da oggi non c'è tempo per
Recriminazioni e neanche
Per ragioni da fare valere oggi
Noi siamo qui a dire con grande chiarezza che la nostra missione che la missione che ci diamo
è quella di ricostruire il nostro Paese abbiamo cominciato a farlo
Abbiamo cominciato a farlo
Con
Il Governo
E abbiamo
Cominciato a farlo con il nostro movimento politico
E lo abbiamo fatto
Con
Dei no eclatanti lo abbiamo fatto con dei no eclatanti abbiamo detto io vorrei ricordarlo abbiamo detto meno alla patrimoniale
Abbiamo detto no
Alla tassazione dei bottoni abbiamo detto no ad un'alleanza
Per la nascita del Governo di Matteo Renzi che prevedesse uno spostamento a sinistra dell'alleanza con la partecipazione di Vendola e con la partecipazione delle forze estreme della sinistra abbiamo detto di
Ho
A leggi che smontano la famiglia abbiamo detto di no a tutto questo e i nostri no
Sono stati determinanti per il percorso di nascita del Governo e per il futuro dell'Italia
Abbiamo
Abbiamo detto dei sì
Abbiamo detto dei sia la diminuzione delle tasse abbiamo detto dei siti
Che riguardano la riduzione della spesa abbiamo detto di sì ad un disegno di legge e ad un decreto legge che smontava la legge Fornero eliminando negli aspetti più odiosi
Abbiamo detto di sì
Ad una riforma a costo
I tutsi o Nale che fosse una riforma costituzionale capace di superare il Senato come per decenni è stato conosciuto e capace di superare la riforma del o quinto quel disordine nel rapporto tra Stato e Regioni che è stata alla base dell'incremento della spesa pubblica del contenzioso e anche del rallentamento delle decisioni
E abbiamo scelto di farlo sostenendo un Governo nel quale c'è tanto di centrodestra
C'è tanto delle nostre ricette economiche e c'è tanto tantissimo dei nostri ideali e delle nostre speranze per il futuro lo abbiamo fatto con una grande convinzione l'abbiamo fatto quando il Partito Democratico
Ha deciso che era giunto il momento di cambiare Presidente del Consiglio noi abbiamo
Chiesto e ottenuto che non cambiasse la maggioranza
E rispetto a questa decisione noi abbiamo vinto e abbiamo ottenuto che la maggioranza fosse la stessa siamo oggi
In quel Governo a rivendicare la correttezza delle scelte fatte in questi primi quarantacinque giorni e siamo in quel Governo a dire che ancora tanto c'è da fare
E siamo in quel Governo a dire sono molto molto soddisfatto del messaggio che Matteo Renzi ha lasciato
Pubblicare qui in questo congresso che ha
Dedicato a questi nostri lavori sono molto contento di condividere una sfida di cambiamento di condividere una sfida di rilancio dell'economia di condividere una sfida di velocità di condividere una sfida per le riforme e lo faremo
Con
Il nostro
Coraggio lo faremo con la nostra voglia di cambiamento e lo faremo con il nuovo centrodestra
Quando abbiamo scelto
Di fondare un movimento politico
Abbiamo deciso di fare un movimento politico nuovo abbiamo deciso di
Adottare un criterio di democrazia interna
Niente più nominati dall'alto tutti derivi genti provinciali tutti i dirigenti regionali tutti i dirigenti nazionali dovranno essere eletti dal basso
Abbiamo deciso di seguire la strada della partecipazione la partecipazione per noi significa che questi circoli i dodici mila circoli che abbiamo
Visto nascere devono costruire l'elemento basilare l'elemento basico attraverso cui si realizza la partecipazione dei nostri iscritti
Abbiamo deciso di costruire un movimento in cui gli amministratori locali fossero veramente determinanti nella porto con i territori e che questi territori possono davvero rappresentati dagli amministratori locali anche nelle sedi nazionali e per cui io sono davvero felice di potere
Dire a voi che nella
In prossimità di questo congresso abbiamo censito R.G.
Strato quattromila adesioni di amministratori locali al nuovo centrodestra io oltre quattrocento Sindaci
Oltre quattrocento Sindaci hanno aderito al nuovo
Il centrodestra questa è stata la nostra scommessa questo è stata la nostra sfida che si abbina ad un'altra sfida che è quella della meritocrazia una meritocrazia che per noi vuol dire
Che deve vincere il migliore che nel nostro assetto di partito deve vincere chi ha più voti deve fare carriera che ha consenso deve salire in alto chi ha i voti chi ascolta la gente
è che è in grado di sostenere
Da Roma o dal capoluogo di regione
La voce del proprio territorio
Abbiamo fatto una scelta che è quella di promuovere i territori facendo sì
Che tutte le decisioni locali abbiano a modello un'idea di partito federale un partito federale significa che in questo nostro giorno di Assemblea costituente ciascuno
Voterà i delegati all'Assemblea nazionale del nuovo centro destra espressione della propria regione
Il nostro organismo Massimo e cioè l'Assemblea nazionale sarà costituito da rappresentanti regionali
E questo significherà per noi che a livello locale ciascuno potrà decidere in proprio una linea territoriale le battaglie locali la linea politica senza un'interferenza da Roma
A meno che non si facciano voglio dire del dei delle cose che sono contro i nostri valori è contro i nostri principi questa è la grande scelta che abbiamo voluto compiere e l'abbiamo voluta compiere sapendo che la di me zione organizzativa di un partito non è mai la dimensione organizzativa di un qualche cosa che può risolvere da sola la esistenza in vita di un movimento politico
E proprio in questo momento fondativo
Permettetemi di dire
A ciascuno di voi e a me stesso e a ciascuno degli osservatori che ci guarda attraverso la stampa io ringrazio
Ringrazio davvero lette le visioni che stanno trasmettendo indiretta questa nostra Assemblea costituente che
Rappresentano per noi un veicolo di rapporto con l'opinione pubblica nazionale ringrazio la stampa
Numerosissima accreditata a questo evento noi oggi siamo qui a dire che senza valori non si costruisce un programma e che quindi parlare di programma senza parlare di valori senza dire tra di noi qual è il senso del nostro stare insieme sarebbe come tentare di edificare sulla sabbia
E siccome ci è stato insegnato al catechismo che meglio provare a edificare sulla roccia noi crediamo che la nostra roccia siano i nostri valori e allora dobbiamo dire con grande chiarezza
Quali sono i nostri valori
E allora noi crediamo nella vita e crediamo che la vita vada difesa e pensiamo che ogni mamma ogni papà ogni donna ogni uomo che abbia avuto la fortuna il dono di ascoltare con le bob grafo il battito di un cuore nel grembo di una mamma abbia capito e abbia saputo che quel cuore che batte e il cuore di un bambino e noi quel bambino lì intendiamo difendere anche se non lo vedono gli altri ed è nel grembo della mamma
E sappiamo anche
Che la vita qualcuno la dà e qualcuno la toglie e quel qualcuno non è il Parlamento
è che quando
Perché qualcuno l'ha da e qualcuno la toglie e quel qualcuno non è il Parlamento e mi sia permesso di dire non è neanche la Corte costituzionale se non è il Parlamento
Non è neanche la Corte costituzionale
Noi crediamo nella persona crediamo nella persona come elemento fondativo della società e siamo convinti che se anche Robinson prosegue fosse rimasto da solo nell'isola deserta Luigi
Anche se in sei consociati anche senza altri Luigi sarebbe stato titolare di diritti che sono i diritti che vengono
Dal diritto naturale per il fatto stesso di essere sotto questo cielo per il fatto stesso di essere sotto questa terra sopra questa terra
La persona della sua insopprimibile originalità per noi è l'elemento che anche unisce l'Occidente del mondo la centralità della persona
Perché noi pensiamo
Che l'Occidente non sia duplice non ci sia l'Occidente americano e l'Occidente europeo c'è un solo che
Grande occidente unito dalla centralità della persona e dal valore della democrazia e della sua e della libertà della persona umana
Noi
Crediamo nella vita crediamo nella persona
Crediamo nella famiglia
E pensiamo
Che la famiglia sia l'entità sociale
Che va difesa fino allo stremo perché pensiamo
Che la famiglia sia in essenza la radice della tenuta della nostra società
E pensiamo
E pensiamo
Che la famiglia sia quella composta da un uomo e da una donna che ambiscono ad avere figli e a procreare noi pensiamo che quella sia la famiglia
è quella famiglia noi intendiamo difendere in Parlamento e nel Paese
Noi vogliamo
Noi vogliamo difendere
La famiglia
E non accettiamo accuse di oscurantismo o accuse che
Ci vedrebbero come retrogrado i
E siccome viviamo in questo nostro tempo
Noi siamo pronti a intervenire sul Codice civile per assicurare una tutela patrimoniale delle coppie non sposate
Anche intervenendo nel Codice civile ma a condizione che non si smonti la famiglia come unità composta da un uomo e da una donna
E difendiamo anche
E difendiamo anche la famiglia italiana come mi sia permesso come elemento di politica economica perché io chiedo a ciascuno di voi qui oggi qui questa sera
Se conoscete una famiglia italiana che non si sia fatta carico
Del peso della crisi sostenendo in casa un giovane o un anziano
Chiedo a ciascuno di voi se conoscete una famiglia italiana che non abbia in casa un giovane al quale il papà e la mamma anche dopo il diploma o dopo la laurea dicono figlio mio noti scoraggiare vai avanti vai avanti che ce la puoi fare può va papà mamma ti sostengono
E ditemi voi ditemi voi se conoscete una famiglia italiana che non abbia avuto o non abbia tuttora in casa un anziano che non abbia in caso un anziano un anziano Muzzi una nonna un nonno
Che ha voluto bene a quel figlio a quel nipote a quella figlia quella nipote e questo anziano che oggi magari non sta molto bene e accudito dalla famiglia sì
La famiglia se lo tiene in casa la famiglia se lo tiene in casa senza badare
All'indennità di accompagnamento
Senza badare
A quanto prende dallo Stato per assistere quell'anziano quell'anziano in casa
Se la tiene in casa
Per un qualcosa che rappresenta la forza del nostro Paese la forza dell'amore delle famiglie italiane della difesa del giovane della difesa dell'anziano in casa
Noi vogliamo difendere la famiglia
Anche come unità di politica economica e ci batteremo fino alla fine per la difesa
Delle nostre famiglie e del valore delle famiglie numerose e dei figli a carico delle famiglie italiane questa deve essere
Una
Una visione della nostra società
E noi
Crediamo anche
Nella
Comunità italiana nella comunità italiana io ringrazio davvero ringrazio davvero i rappresentanti
Dei sindacati delle associazioni di categoria degli ATO delle associazioni professionali che oggi ci hanno dato questo segno di grande guardo partecipando a questo nostro pomeriggio fondativo del nuovo centrodestra grazie davvero perché noi
Vogliamo parlare a voi con il linguaggio della chiarezza e con il linguaggio dell'amicizia perché noi pensiamo
Che questo nostro Paese abbia
Un grande bisogno
Un bisogno di un passo indietro dello Stato e di un passo avanti della società italiana
Passo indietro dello Stato per noi significa come hanno detto alcune delle tesi che erano qui passo indietro dello Stato vuol dire che tante funzioni possono essere svolte dalle Associazioni di categoria che tante funzioni possono essere svolte
Da qui milioni di volontari italiani che io oggi qui voglio ringraziare quelle italiane quegli italiani che lavorano nelle organizza Rino profit che lavorano nelle Caritas nelle organizzazioni di volontariato nelle nostre Misericordia che vanno a trovare gli ammalati o i carcerati
Che servono alla mensa dei poveri e che fanno grande il nostro Paese
è un Paese che si è nutrito e che è diventato grande
Della loro forza e grazie alla loro forza è un Paese
Il nostro che è stato grande perché milioni e milioni di Italia mani hanno avuto la loro gratificazione interiore non dà un assegno non dà uno stipendio ma dal darsi a chi ha bisogno
Noi difendiamo questa società e pensiamo lo diciamo con grande
Con grande amicizia proprio perché
Ciò che sto per dire positivo e pensiamo
Che il compito dei cosiddetti corpi intermedi il compito delle organizzazioni di categoria delle organizzazioni anche di volontariato del no profit del
Delle organizzazioni che rappresentano gli interessi dei professionisti italiani tutti questi corpi intermedi queste organizzazioni non hanno esaurito la loro funzione
è per noi sarà molto importante lo dico con una parola chiara difenderli e difendere la loro funzione e i loro compiti e il loro ruolo nella società italiana
è questa la dimensione anche
Comunitaria e questa anche la dimensione comunitaria del nostro movimento politico è una dimensione comunitaria che ha fatto sì
Che noi sposassimo dentro il nostro movimento politico
Una scelta
Quella di chiamarci NC di il nuovo centro destra e abbiamo voluto mettere la di con quel carattere blu per riconoscere che quella dimensione che è presente in tutti i partiti moderati d'Europa di una destra democratica e moderna che ha una visione comunitaria della società e che è in grado di portare all'attenzione dell'opinione pubblica temi che vengono fuori dalla identità nazionale dalla storia e dalla tradizione italiana ha rappresentato una straordinaria mente positiva mescolanza nell'esperienza del PdL del popolo e la libertà che noi abbiamo voluto riproporre dentro il
Nuovo centro destra è questa una scelta della quale noi siamo
Molto contenti e della quale noi siamo molto orgogliosi e che ovviamente andrà avanti
In questo nostro cammino di questi nostri mesi noi abbiamo operato delle scelte insieme a degli amici
Degli amici che fanno parte
Del Governo incarica come facevano parte del Governo di Enrico Letta
Degli amici che condividono la difesa della vita la difesa della persona
La difesa della famiglia la difesa della Società italiana nella sua dimensione comunitaria la difesa
Di una
Idea di società che ha la necessità di una spinta riformatrice senza una spinta distruttiva
Sono degli amici che stanno insieme a noi al Governo e noi insieme a loro al Governo sono degli amici che hanno
Detto che la prospettiva nell'acqua
Si muovono per il domani politico italiano è la prospettiva della costruzione di un'area popolare moderata riformatrice alternativa alla sinistra sono degli amici che stanno insieme a noi nel Partito popolare europea
Ci siamo guardati in faccia e ci siamo detti ma allora perché marciare divisi
Tanto vale unirci in un grande progetto che non sarà la Lista in Comune ma sarà il primo passo per la grande aggregazione dei moderati italiani queste un grande progetto
E quindi io ringrazio
Gli amici dell'UDC qui presenti che so hanno fatto una scommessa importante anche loro la scommessa di un congresso nazionale
Centrato sull'opzione politica che prevedeva
La unione dei moderati italiani e su questa scommessa politica il loro segretario Lorenzo Cesa ha vinto il congresso io lo ringrazio per essere qui
E qui
E qui anche presente un altro amico con cui abbiamo fatto un tratto di strada insieme
Ed è
Un tratto lungo fatto insieme sotto le insegne del Partito Popolare Europeo sotto le insegne del Popolo della Libertà sotto le insegne di Forza Italia e che siamo davvero contenti esse e qui oggi
E per il contributo che darà Lulli ed altri amici non tutto il suo movimento politico ma già lo ringraziamo perché l'avviamento e positivo Mario Mauro che è qui presente insieme a noi
In
In prima fila
Come
Avrete
Colto da queste mie riflessioni noi abbiamo tanto da costruire e questo percorso che insieme abbiamo avviato lo dicevo poco fa non si può risolvere con liste comuni
Non si può risolvere con liste comuni deve essere l'avvio di una grande grandissima avventura politica che deve riunire
I moderati italiani coloro i quali venendo dall'Area popolare si collocano in una posizione in una prospettiva
Alternativa alla sinistra dobbiamo unire i Gruppi parlamentari dobbiamo fare delle scelte coraggiose perché noi abbiamo il coraggio sufficiente e necessario per portare avanti questo progetto
Perché
Basta che voi guardiate a cosa sta accadendo in Piemonte per rendervi conto di cosa è successo nel centrodestra una volta c'era Forza Italia o il Popolo della Libertà
Che erano la grande calamità che produceva alleanze la grande calamità attorno alla quale tutti gli altri andavano a sposarsi per costruire le alleanze
Oggi
La calamità si è smagnetizzati da
Ed essendo sisma ghettizzata la calamità il centrodestra non è più in grado di stare unito e allora io non so quanto ci vorrà per riunirlo
Il privilegio nostro e di fare la prima battaglia per le elezioni europee che non prevedono una coalizione quindi noi andremo avanti per la nostra strada insieme agli amici dello Scudocrociato che campeggia anch'esso nel simbolo insieme a tutti gli amici
Della destra democratica italiana che insieme a noi hanno scelto di fondare il nuovo centrodestra
Per una
Grande battaglia che sarà
La battaglia dell'affermazione di una squadra
La nostra che insieme
Ha un grande obiettivo
Abbiamo
Cominciato a cambiare l'Italia ricostruendo il centrodestra
E facendo una scommessa che è quella di cui ho appena parlato che era quella di cominciare a riunire quante divisioni quante divisioni ci sono state in questi anni
Quante separazioni
Quanti divorzi di fronte a tutte queste separazioni a tutti questi divorzi oggi noi riuniamo
Siamo i primi che rimettono insieme pezzi dell'area moderata per tornare a vincere e costruire una prospettiva di successo nel centro destra italiana
Questo è
Il nostro compito ed è un compito
Ed è un compito
Che si deve accompagnare ad un compito più grande che è quello non di costruire o di ricostruire il nostro movimento politico o il l'area moderata il centrodestra italiano
Ma il compito il compito di ricostruire il nostro Paese
Io
Ho riflettuto a lungo in questi mesi perché
Lo dico con il sorriso alla capogruppo al Senato del Partito Democratico che ci ha dato
L'onore il piacere di essere qui
Siamo alla pari io credo che per lui con la
Fate fate l'applauso
Al senatore Zanda
Io credo che
Per l'UIC collaborare con noi sia stato decidere di collaborare con noi sia stata
Una scelta un po'complicata dopo lustri anni anni e anni di direi quasi due decenni diritti
Noi loro assicuriamo che per noi è stato uguale collaborare con voi è stato davvero molto c'è la decisione è stata molto complicata ve lo assicuriamo
E ho molto riflettuto su queste
Complicazioni sul fatto che
La collaborazione con l'avversario di sempre
Apro e chiudo parentesi per intuita attori che poi
Contestano le nostre parole la collaborazione la avviata il Presidente Silvio Berlusconi ad aprile non ti Copyright spetta a lui non non a noi poi non l'abbiamo continuata perché la strada abbiamo ritenuto che fosse quella giusta chiusa parentesi poco
A lungo riflettuto
O lungo riflettuto su quello che si è verificato
E alla fine
Sono arrivato alla conclusione che
L'Italia è rimasta profondamente cambiata da questa crisi cioè la crisi italiana che è stata in buona misura la crisi dell'Europa ci ha profondamente cambiati
Ci ha
Impoveriti
Ci ha
Impauriti
Ci ha incattivito
Siamo una società nella quale nessuno si fida più di nessuno siamo una società che ha paura del futuro siamo una società che avendo avuto
Poi dirò perché uso il verbo passa paura del futuro a un impoverimento che dal punto di vista dei consumi anche superiore rispetto a quello reale
Siamo stati cambiati dalla crisi
Ed è una crisi strana
Perché come
Se avesse bombardato la nostra economia con migliaia di aziende aziende chiuse con una paura con un senso di macerie con un senso di macerie
Che è tipico delle guerre
Ma noi abbiamo vissuto una guerra senza il rumore di bombe abbiamo vissuto una guerra che non ha visto solcare gli aerei militari i cieli delle nostre città abbiamo vissuto una guerra che non ci ha fatto vedere sangue per le strade
Ma ci ha fatto vedere sentire le lacrime
Di imprenditori che chiudevano il loro stabilimento di professionisti che licenziavano i loro collaboratori
Di commercianti che abbassavano la loro saracinesca di piccole comunità italiane che si svuotavano dei loro giovani che emigra Avano abbiamo vissuto le
Lacrime abbiamo conosciuto le lacrime di gente che voleva credere nel futuro ma era scoraggiata dà un senso di impotenza
Abbiamo
Vissuto
La disperazione di ragazzi del sud che abbandonavano il nostro Sud non perché volessero lasciarlo ma perché erano costretti ad andar via dalla mancanza di lavoro
Abbiamo visto lo straniamento costa lo straniamento è
Il disorientamento dei ragazzi del nord che avevano cominciato l'università in una prospettiva economica che diceva loro che in pochi mesi dopo la laurea avrebbero trovato il lavoro e non lo hanno più trovato né nel nord-ovest neanche nel nord est
Abbiamo vissuto tutto questo
E abbiamo vissuto tutto questo avendo sempre in mente rifletteteci
Uno schema politico che prevedeva l'esistenza di un nemico
Abbiamo vissuto tutto questo sapendo che le ragioni erano tutte da una parte e i torti erano tutti dall'altra abbiamo vissuto questa crisi se attendo da parte della sinistra italiana che tutte le colpe erano di Berlusconi e di tutto il centrodestra e del centrodestra del Popolo della Libertà del Polo della libertà della Casa della Libertà
Dicendo che dall'altra parte c'era tutto il male
Poi è arrivata la crisi
Bene io o a lungo riflettuto e sono arrivato alla conclusione
Che il nostro avversario politico ha un nome
Che non coincide più con il nome di un partito avverso Dario il nostro avversario ha il nome della conservazione del rifiuto delle riforme del rigetto al cambiamento
Beh la lentezza della lentezza del processo riformatore di chi chiude gli occhi e non vuole cambiare
E a questa conclusione io aggiungo un commento
Cari amici del nuovo centro destra scriviamo ce lo bene e nel cuore prima che nella testa o cambiamo o moriamo
O cambiamo o moriamo noi vogliamo costruire un movimento politico è un'Italia che sia capace di imprimere
Una velocità e una traiettoria al cambiamento che sia quella unica
Che possa restituire la speranza agli italiani è un processo di riforme vere noi non ne possiamo più di istituzioni che rendono inefficienti le decisioni non ne possiamo più di timidezze nelle riforme
è francamente
Non e possiamo più di dire sentir dire cose che poi non si fanno
Siamo al Governo per fare le cose per farle velocemente e per cambiare il nostro Paese ecco perché
A Matteo Renzi noi diciamo con grandissima
Lealtà che
Da parte del nuovo centro destra non troverà mai non troverà mai una timidezza sulle riforme una lentezza sulle riforme bada eventualmente a cercare da qualche altra parte chi l'ostacolo
Noi
Saremo l'acceleratore del cambiamento perché siamo consapevoli di tutto quello che vi ho appena detto e cioè
Che l'Italia un cambio muore e non c'è tempo per aspettare cento c'è sempre la possibilità di cliccare sul cestino della protesta
Sui nostri computer quando un documento non va più bene o non ci serve più e l'abbiamo molto in gol abbiamo molto
In gol fatto il nostro compiuta replichiamo sul cestino
Si può sempre cliccare sul cestino della protesta alle prossime elezioni europee madre chiediamo a quegli italiani che hanno senso della patria che hanno voglia di cambiamento che amano i loro figli di che pensano davvero che il loro paese possa avere
Un futuro chiediamo a tutti loro di non votare per la protesta ma di votare per un nuovo e coraggioso progetto di riforme come quello che noi rappresentiamo
E lo diciamo
Perché
è arrivato il primo indice il primo indice vedete ci sono
Indici che sono premonitori per l'economia e per l'andamento della società
Se le nostre autostrade si riempiono di tiro che viaggiano o i nostri mari sono solo HT da navi commerciali che trasportano i prodotti anche se le statistiche non rilevano un miglioramento della situazione economica
Quegli indici il cammino dei TIR o il cammino delle navi segnala che le cose si muovono e che le cose miglioreranno e che l'economia andrà meglio
Poi c'è un indice molto immateriale che è quello a cui mi riferisco io
E un indice molto immateriale
Che determina le aspettative dei cittadini e che determina la ripresa dei consumi o il rallentamento dei consumi ho visto un sondaggio che mia
Fatto aprire il cuore di gioia ho visto un sondaggio che ha visto impennare l'indice di fiducia sul futuro degli italiani
è un sondaggio di poche settimane fa
Gli italiani hanno ricominciato a credere in un futuro migliore hanno ricominciato a sperare di potercela fare
Hanno forse ricordato nel loro cuore che dopo ogni disastro italiano l'Italia si è messa insieme e ha saputo ricostruire quanti giovani del sud si sono
Precipita in Friuli per la ricostruzione del Friuli quanti ragazzi del nord sono andati a fare i soccorritori in Irpinia dopo il terremoto in Irpinia quanti comunisti ragazzi del movimento sociale sono andati nel Belice
Ad aiutare i soccorritori tutti insieme senza guardare il colore politico questo indice di ripresa della fiducia nel futuro a me fa pensare a me fa pensare
Che ci sia una nuova Italia di fronte i nostri occhi c'è una nuova Italia ed è per questo che serve un nuovo centrodestra
Perché c'è una nuova Italia da governare
C'è un nuovo sogno da coltivare c'è una nuova speranza da accompagnare
E noi lo vogliamo fare
Con tutte le energie che abbiamo lo vogliamo fare sapendo una cosa molto chiara e molto vera che gli italiani hanno energie da liberare che gli italiani a no risorse da investire se saremo capaci di liberare le energie italiane se saremo capaci di liberare la grande forza Raffaele Calabrò il medico ma
Quindi sa benissimo che sto bene anche a distanza
La
Se sapremo se saremo capaci
Di
Rifondare la speranza degli italiani su base nuova
Li abbiamo
Ha avuto una grande limitazione nel nostro Paese è stata la limitazione ideologica che è venuta fuori dopo la Seconda guerra mondiale l'Italia è stata vittima di tre idolatria
L'Italia per un pezzo ha idolatrato lo Stato per un pezzo ha idolatrato il mercato e adesso si è
Per un altro pezzo innamorata di un'altra idolatria che la idolatria della
Della moneta sono tre idolatria che hanno
Fallito come l'idea che a sinistra ci fosse la giustizia sociale e a destra ci fosse una sorta di capitalismo inidoneo a capire i bisogni della povera gente
Noi siamo portatori
Di una ricetta che quella che ha
Illustrato Mario David che è una ricetta vera per l'Italia è la ricetta del meno debito pubblico meno spesa pubblica meno tasse che serve esattamente a liberare il nostro Paese le energie del nostro Paese siamo certi
Che tutto questo ha un nome ed è
L'economia sociale di mercato e la nostra prospettiva economica e l'idea che il mercato è un regolatore
Che può avere dei difetti e che mai bisogna dimenticarsi
Di chi è rimasto indietro e della povera gente soprattutto in un tempo di crisi
Questa è una scelta che noi abbiamo fatto quando abbiamo deciso nel nostro
Paese
Di aderire come forze politiche del centrodestra al nuovo centrodestra sì ma soprattutto al Partito Popolare Europeo
Ed è un partito popolare
Europeo al quale noi guardiamo con grande
Con grande fiducia e con grande attenzione
Siamo consapevoli che il tema dell'Europa
è un tema molto molto difficile molto molto complicato
Però io qui vorrei dire
In questo anno due mila quattordici che l'anno del sessantesimo della morte di Alcide De Gasperi
In questi sessant'anni che per noi
Valgono tanto vorrei dirvi alcune cose sull'Europa che mi sembrano davvero molto importanti
Io
Ho un papà che è nato nel mille novecentotrentasei
E ha conosciuto la guerra quando era bambino
I miei nonni hanno conosciuto la guerra
I miei bisnonni hanno conosciuto le guerre
I papà e le mamme dei miei bisnonni hanno conosciuto altre guerre
Io
Sono nato nel mille novecentosettanta e ho conosciuto solo la pace i miei bambini hanno dodici anni e ho Giovanni e non hanno conosciuto la guerra non solo ha conosciuto la pace
Questa pace ha un nome questa pace si chiama Europa
Questa pace
Ha un nome e si chiama Europa e oggi come mai noi però siamo chiamati
A dare
Un giudizio sull'Europa quella se volete sapere qual è il mio giudizio sull'Europa se volete sapere
Qual è il mio
Giudizio
Sulla Europa di oggi ve lo dico con un'asta
è Bella senz'anima
è bella senz'anima
Perché perché abbiamo costruito un mercato europeo
Abbiamo costruito una moneta europea
Ma non abbiamo costruito un popolo europeo non abbiamo costruito un popolo
Non abbiamo costruito un popolo europeo e allora noi
Siamo contro
L'Europa che si occupa siamo contro l'Europa che si occupa del diamo entro delle angurie o del cocomero
Siamo contro l'Europa che si occupa della modalità di produzione della cioccolata siamo a fa
Gore dell'Europa che si occupa della ripresa economica che si occupa di un cammino di crescita e che lascia
Agli europei la possibilità di credere che non è in mano la nostra Europa ad dei burocrati non eletti dal popolo che fanno del male dei popoli europei perché non è sentono il soffio vitale e non percepiscono la dimensione della crisi economica che sta attraversando tutta l'Europa
Ed è un'Europa
Che deve mettere bene in mente l'idea che o ricomincia a crescere oppure la pace e da sola non sarà in grado più di emozionare
E di suo dura gli europei non li emozione era più e non li sei durerà più perché gli europei sono un popolo che è stato abituato alla libertà
Alla democrazia al benessere
E teme di averlo perso
Io
A proposito di Europa
O
Ho vissuto un'esperienza che mai avrei immaginato di vivere
Io sono stato eletto un ragazzino
In Consiglio Provinciale nella mia terra
In un collegio nel collegio elettorale sono state letto con le preferenze perché lì per le provinciali ci sono le preferenze
In una
In un collegio provinciale di dodici comuni
E uno di questi Comuni era
Un'isola un'isola meravigliosa l'isola della mia prima vacanza con la mia allora fidanzata oggi moglie
è un'isola spettacolare in mezzo al Mediterraneo che io ho sempre amato è mai mi sarei immaginato che quasi vent'anni dopo sarei stato in quell'isola che
Per me ha rappresentato un pezzo della mia vita
E sarei stato lì come Ministro dell'interno della Repubblica italiana a visitare un hangar il freddo hangar dell'aeroporto di Lampedusa
Con dentro
In quel momento novanta morti
Dentro novanta Sacchi
E in un sacco ce n'erano due di morti perché dentro c'era un bambino abbracciato alla mamma
E mai avrei immaginato di prendere la parola al Consiglio di giustizia e affari interni a Bruxelles raccontando
Di questa tragedia di Lampedusa e di cominciare l'intervento dando un numero dei morti e di concludere l'intervento
Dicendo che sul telefonino mi era stato comunicato proprio mentre io parlavo che erano morte altre due persone si trattava di una donna e del suo bambino ancora attaccato al cordone ombelicale
Mai avrei immaginato dividere tutto questo io
Avendo dovuto dire queste cose in Europa
Mi sono chiesto che cosa noi possiamo fare
Che cosa noi dobbiamo fare
Io credo che l'Europa abbia davanti a sé
Una sfida epocale che è capire quello che sta succedendo perché io non accetterò mai più di sentire parlare in sedi europee
Di
Emergenza immigrazione noi non siamo all'emergenza immigrazione siamo di fronte a un flusso di migranti che segnerà la storia di questo nostro tempo e l'Europa o lo accetta per quello che è facendo sane carico per intero
O avrà tradito un pezzo della propria missione
è a
E non smetterò mai
E non smetterò mai di fronte agli errori della lega
Che ha si è battuta per anni fallendo e facendo fallire l'Italia con il cosiddetto Bardane sharing che era dire ai Paesi europei prendetevi un oste un po'di nostri migranti e distribuite lì negli altri Paesi
Sentendosi poi dire ma noi ne abbiamo di più di voi che cosa volete
Di fronte a questi errori che sono stati prodotti dalla lega e che sono stati pagati dall'Italia
Noi oggi abbiamo cambiato strategia è una strategia che io non mollo e che credo potrà ottenere dei successi e la strategia è questa
Non esiste un'unione di Stati non esiste una confederazione di Stati che abbia cancellato le frontiere interne come l'Europa ha fatto con Schengen cancellando tutte le frontiere interne tra i nostri Paesi
Europei e che com'
Tempo Rania mente non abbia disegnato è difeso la frontiera esterna e allora noi diciamo che il mare davanti Lampedusa che il mare mediterraneo non è la frontiera italiana è la frontiera europea
è l'Europa deve prendere in carico asse
La protezione di quella frontiera
La protezione di quella frontiera
Perché
L'Italia e campione del mondo di accoglienza ma noi non possiamo accogliere tutti non possiamo accoglierle centinaia di migliaia di migranti
Che hanno in mente di venire dall'altra parte dell'Africa verso di noi
Noi siamo campioni del mondo di accoglienza abbiamo un cuore grande abbiamo salvato dalla metà di ottobre alla metà di aprile
Dalla metà di ottobre alla metà di aprile abbiamo salvato quindicimila vite in mare e io ringrazio i nostri marinai i nostri soldati i nostri uomini della Guardia costiera
I nostri finanzieri nostri poliziotti i nostri carabinieri
Che hanno fatto questo grande sforzo di salvataggio
Quindici mila vite in più quindicimila vivi sono meglio di quindici mila morti allora caro Salvini sa APPI che noi non Baratta eremo mai un punto percentuale con quindici mila morti sappi lo perché noi
Siamo
L'Italia la grande Italia
Siamo alla grande nazione il sesto Paese del mondo
Che affronterà questa sfida
E la vincerà perché la vincerà in Europa noi regge Remo all'urto delle migrazioni ma non accettiamo l'idea
Che quindici mila morti valgano un punto percentuale di un partito politico questo no questo mai questo mai
Ma non solo perché
Molti di noi sono cattolici
Ma perché
Abbiamo una strategia chiara oggi in tutta Europa si discute di due grandi questioni si discute di economia e si discute di immigrazione e il tema che anima i conservatori inglesi
è il tema che anima in una disputa anche forte la Spagna con l'Unione europea è un tema di tutti i grandi Paesi europei
Ma
I Paesi del sud dell'Europa i Paesi del Mediterraneo dell'Europa
Meritano che questo tema venga affrontato prendendo in mano dal lato della frontiera
Frontex non può vivere con poche decine di milioni di euro perché deve proteggere quella frontiera e poi
Lo diciamo alla comunità internazionale lo diciamo ora per allora qualora si dovesse verificare qualcosa di negativo
Maselli in Africa se li in Africa
Ci sono centinaia di migliaia di persone se li in Libia ci sono centinaia di migliaia di non libici che non sono lì per turismo suppongo suppongono siano lì per fare i turisti la comunità internazionale cosa aspettate andare lì a fare dei campi profughi ad accogliere lì le persone invece di farle partire
Noi facciamo del nostro meglio
Perché combattiamo i mercanti di esseri umani trafficanti di morte perché dietro quei morti di Lampedusa c'è chi ci ha guadagnato il biglietto
C'è chi ha guadagnato il biglietto and poiché stiamo spendendo come Paese trecento mila euro al giorno per salvare vite umane abbiamo tutto il credito il tutto il diritto di dire all'Europa noi vogliamo essere un grande Paese
Ma vogliamo essere un grande Paese di una grande Europa se l'Europa è piccola non può pretendere da noi sforzi immensi e sacrifici grandissimi per il popolo italiano
Che è un popolo
Che merita
Che merita sicurezza che merita sicurezza nelle proprie città e proprio perché merita sicurezza io vorrei dirvi altre due cose e poi mi avvierò alle conclusioni
Le altre due cose sono
La prima
Noi
Stiamo avendo una fase di
Tali li stiamo avendo una fase di cosiddetta spending review bene io voglio dire con grande chiarezza che la posizione del nuovo centrodestra sarà forte sarà chiara
Nessun taglio in materia di sicurezza sempre dalla parte dei nostri poliziotti sempre dalla parte dei nostri carabinieri sempre dalla parte degli uomini in divisa
Che proteggono le nostre città
Ecco siccome noi abbiamo raggiunto e della seconda cosa che io vi dico stando al Governo abbiamo raggiunto dei grandi risultati noi andando in Europa
Dovremo centrare altri risultati
Dovremo centrare
Altri risultati
Noi abbiamo
Un compito dare
A questa bella senz'anima dell'Europa un'anima
Dare nuove speranze al vecchio continente questa è
La battaglia che noi sosterremo in Europa
Dalla
Comunità europea
Alla Europa delle comunità
Per fare nascere davvero un popolo europeo già dalle prossime elezioni alle quali ci presenteremo con un nostro progetto di governo
Se è vero
E chiudo su questo sul progetto di governo
Se è chiaro che il nostro obiettivo è ricostruire l'Italia sente chiaro che il nostro obiettivo è ricostruire l'area dei moderati dei Popolari europei dei riformatori del centrodestra nazionale
è altrettanto vero che noi abbiamo la grande sfida di questo Governo
O in questo Governo noi cambiamo il Paese o saremo messi nella metà campo di chi non è riuscito a cambiare l'Italia e saremo sconfitti
Noi
Proprio per questo vogliamo liberare le energie dell'Italia e per liberare le energie proporremo un grande piano anti burocrazia sarà la grande missione sulla quale ci impegneremo
Una grande piano anti burocrazia troppi imprenditori vogliono investire i propri soldi e hanno un problema di burocrazia
Troppi imprenditori hanno chiesto
Dei permessi per i loro capannoni e poi dopo otto mesi hanno rinunciato e hanno delocalizzato nell'est dell'Europa oppure hanno delocalizzato nel nord dell'Italia sopra il nord dell'Italia sopra i confini settentrionali dell'Italia troppe persone rinunciano al loro sogno perché è una conferenza di servizi non dà la risposta troppe persone rinunciano al proprio investimento perché lo sto Portello unico diventato uno sportello di gomma noi proporremo un grande piano che sarà la vera rivoluzione antiburocratica e cioè
Se è un tuo diritto nasce da una legge
Tu non hai più bisogno di chiedere permessi e autorizzazioni se è un tuo diritto nasce dalla legge dunque cominciare la tua attività economica e lo Stato poi può venire a controllarti ma nessuno potrà affermare il tuo diritto certo potrà infatti dare un certificato di conformità da un libero professionista da un da un iscritto un ordine professionale
Ma quello dovrà essere lo spunto vero che ti potrà consentire dalla legge di realizzare il tuo investimento
Bene
Questa sarà la prossima missione noi abbiamo
Dei compiti parlamentari imminenti dobbiamo urgentemente approvare lo smontaggio della legge forme ero che è stato un nostro grande obiettivo nella prossima settimana realizzeremo il De PRA il decreto di tagli alla spesa pubblica che finanzierà
Dieci miliardi in meno di tasse e abbiamo
Innanzi a noi la sfida della legge elettorale delle riforme costituzionali noi su quella sfida
Intendiamo investire l'intero nostro destino sapendo che
Se realizzeremo il cambiamento saremo noi i campioni del cambiamento se il cambiamento sarà sconfitto nessuno ci darà né le attenuanti generiche nelle attenuanti specifiche
Permettetemi di dire a tutta l'opinione pubblica italiana
Che anche da qui anche da questa sera anche da queste quarantotto ore di nostro congresso parte il cambiamento dell'Italia si liberano le energie degli italiani
Sì avvia la grande battaglia contro ogni conservatorismo contro ogni ottusa difesa dello status quo e allora cari amici
Poiché c'è una nuova Italia e ci vuole un nuovo centro destra questa nuova Italia contribuiamo a ricostruirla insieme il nuovo centrodestra Lori costruiremo insieme la nuova area Popolare Italiana
La ricostruiremo insieme con lo stesso coraggio che ci ha consentito di nascere con la stessa passione che ci ha consentito di arrivare fin qui
Con la stessa tenacia che ci porterà fino alle elezioni europee verso un grande risultato del quale si accorgeranno
Tutti gli italiani grazie
Grazie a voi
Grazie di cuore per questa vostra straordinaria parte l'azione
Vi invito
A proseguire
Dei nostri lavori qui
Perché adesso sarà il turno dei nostri amici dell'UE ve sarà il turno degli altri ospiti stranieri
Turno delle
Tagli al bar
L'ente europeo
Per continuare
Io
Vedo che avete apprezzato la nostra scelta anche un po'copiata
Da quella del Partito Popolare Europeo
Che ha condotto il proprio congresso ha condotto il proprio congresso con dei tavoli che hanno consentito a tutti di prendere appunti di lavorare e di annotare tutto quanto perché siamo incentrati sui contenuti per cui il lavoro continua io starò seduto lì a proseguire in questa straordinaria e bellissima giornata che ci vede tutti insieme grazie ancor
E non andare via dovrà va avanti
Esistono alcune
Importa
Comunicazioni
Cari amici
Se prendiamo posto
Innanzitutto dobbiamo
Dobbiamo
Insediare
Due Commissioni
La Commissione
Statuto e la commissione verifica poteri e uffici o elettorale
La Commissione Statuto
La proposta della Presidenza del congresso e che sia così informata col Presidente
Mi ricorda a scuola
Componenti Antonio Azzollini Laura Bianconi Calogero Bono Vito Bonsignore Raffaele Cattaneo e ricomposta Antonio D'Alì
Giovanni Dima Umberto Di Plinio Roberto Formigoni Vincenzo Garofalo Marco mansueto Dore Misuraca Alessandro Pagano
Giacomo papà Francesco Petrocchi Sergio Pizzolante Gianni Sammarco
Giovanni la via Sabrina De Camillis
La commissione una commissione aperta possono prendervi parte iscriversi
Tutti i delegati che vogliono vorrei però
Che o con un applauso alzando il cartellino ratifica Simo la formazione di questa Commissione
La Commissione si riunirà prendete nota
Domani mattina sabato alle ore dieci alla sala del primo piano del padiglione sei
Il Presidente
Il Presidente
Da Scola consegnerà in quella sede la bozza di Statuto approvata dai fondatori
Passiamo alla commissione verifica poteri ufficio elettorale presieduta da
Ciccio Colucci
Vi fanno parte Daniele Sabatini
Luca Malcotti Alfredo Baldassarre Giuseppe Marzullo Paolo ferrarese Sergio Pizzolante Marcello guardarmi Bruno Mancuso giù sette Giraldi Vincenzo De Girolamo Roberto Rosati Enzo guerra Antonio Lanzillotta Luigi Barone Gaetano popoli e poi Giuseppe Pepe Esposito
La riunione si terrà domani alle ore undici primo piano del padiglione sei
Vorrei dare un'altra importante comunicazione sul lato sinistro c'è un destro
In italiano banchetto dove
Si raccolgono le iscrizioni a parlare per il dibattito che inizierà nella giornata di domani
Ecco
Io vorrei ora
Che
Sempre a quel banchetto possono essere dati i nomi di coloro i quali vogliono prendere parte alle due Commissioni che ripeto sono aperte se riprendiamo posto possiamo andare avanti PON la lettura
Del messaggio che ci arriva dal Presidente del Consiglio spagnolo Mariano trafori
Vi pregherei di riprendere posto un attimo in modo da poter concludere i lavori della serata che si concluderanno entro venti minuti
Allora
Vi leggo
Il messaggio
Caro Angelino è indirizzato ad Angelino Alfano ti scrivo queste poche righe in occasione del Congresso del nuovo centrodestra di Roma
Per congratularmi e ringraziare te e tutti i membri del tuo partito per il forte impegno dimostrato in Italia in Europa fin dall'inizio del cammino cammino intrapreso come partito politico
Angelino il tuo lavoro per l'Italia per l'Europa
Nonché la tu amicizia con il Partito Popolare spagnolo meritano tutto il nostro rispetto al sostegno
In questa nuova fase politica in cui i valori che condividiamo saranno difesi e promossi attraverso il tuo slancio e i tuo impegno spontanei
Indubbiamente potete essere orgogliosi del vostro lavoro che ha messo al primo posto gli interessi dei cittadini
Scommettendo chiaramente sull'Italia
Una grande nazione europea che molto amiamo con la quale ci uniscono tanti legami e con la quale
Condividiamo un percorso comune in seno
All'Unione europea
Vorrei altresì incoraggiare temi e tutto il nuovo centro destra affinché
Continui arte a lavorare con la stessa responsabilità impegno europeista anche in seno
Al Partito Popolare Europeo
La nostra famiglia politica e garanzia di prosperità e di benessere per tutti i cittadini europei
A fronte di un crescente antieuropeismo ideologico
Che
Mira a rallentare il cammino che insieme tutti noi europei abbiamo intrapreso da più di sessant'anni
Genera incertezza approfittando del forte disagio causato dalla crisi economica
Nel Partito popolare europeo abbiamo sempre lavorato con serietà e grande impegno per una maggiore integrazione europea continueremo a farlo in futuro proprio perché crediamo nell'Europa
In questo nuovo cammino che avete intrapreso potete sempre contare sul mio pieno sostegno e sul sostegno del Partito Popolare spagnolo
Sono convinto che insieme costruiremo un'Europa migliore più solidale più prospera più democratica e più in vita
In definitiva costruiremo più Europa Mariano ma poi
Cari amici io credo di interpretare un sentimento
Evidente della sala dichiarando chiusi i lavori di questa sera che riprenderanno domani mattina con l'intervento del segretario dell'un peso
Coppe
E poi torna Honda omaggio ad Alcide De Gasperi nel sessantesimo della sua morte
Quindi si svolgeranno gli interventi degli europarlamentari previsti per questa sera
Io di ringrazio tutti e vi do appuntamento a domani ricordandovi che è possibile cenare nel padiglione che di fronte alla Sala del Congresso grazie