09APR2014
stampa

Pedofilia clericale: tra linee guida della Conferenza Episcopale Italiana, Commissione vaticana e indagine ONU

CONFERENZA STAMPA | Roma - 09:52. Durata: 49 min 19 sec

Player
Intervengono: Giorgio Dalla Bernardina e Marco Lodi Rizzini (presidente e portavoce dell'Associazione ex allievi Istituto per sordomuti Antonio Provolo di Verona), Giuseppe Rossodivita (avvocato), Maurizio Turco (tesoriere del Partito Radicale, già deputato radicale).

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Pedofilia clericale: tra linee guida della Conferenza Episcopale Italiana, Commissione vaticana e indagine ONU" che si è tenuta a Roma mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 09:52.

Con Maurizio Turco (tesoriere del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito),
Marco Lodi Rizzini (portavoce dell'associazione ex allievi Istituto per sordomuti Antonio Provolo di Verona), Giorgio Dalla Bernardina (presidente dell'associazione ex allievi Istituto per sordomuti Antonio Provolo di Verona), Giuseppe Rossodivita (avvocato e segretario del Comitato Radicale per la Giustizia Piero Calamandrei), Marco Lodi Rizzini (presidente e portavoce dell'associazione ex allievi Istituto per sordomuti Antonio Provolo di Verona).

La conferenza stampa è stata organizzata da Associazione ex allievi dell'Istituto Provolo di Verona e Radicali Italiani.

Tra gli argomenti discussi: Cattolicesimo, Cei, Chiesa, Diritti Civili, Giustizia, Minori, Onu, Pedofilia, Radicali Italiani, Sacerdozio, Sessualita', Vaticano, Verona, Violenza.

Questa conferenza stampa ha una durata di 49 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

09:52

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Bene iniziamo questa conferenza stampa per fare il punto della situazione delle risposte che la Conferenza episcopale italiana ha deciso di dare
Alla questione della pedofilia
Clericale
è di tutta una serie di iniziative che soprattutto l'Associazione sordi Antonio Provolo di Verona ha portato avanti in questi anni a cominciare da un tentativo di interlocuzione con la Conferenza episcopale italiana nel quale
Abbiamo chiesto che vi fosse una
Commissione d'inchiesta indipendente sui fatti accaduti e che accadono come vediamo ora dalle cronache in Italia
E rispetto alla quale
La risposta è stata quella non solo di non
Dare vita con la Commissione d'inchiesta indipendente come è stato fatto in tanti altri Paesi dagli Stati Uniti d'America al Belgio all'Irlanda
Per citarne alcuni ma nelle linee guida
Abbiamo visto che
è stato deciso di deresponsabilizzare i vescovi
Che non saranno tenuti a denunciare
Fatti
Di violenze sessuali compiute sui minori da membri del clero
Devo dire in continuità che un quelle che sono state delle disposizioni tassative segrete che sin dall'inizio del Novecento con
Un
Particolare precisione
Attraverso un documento del mille novecentosessantadue
Con il quale
La Santa Sede dalla disposizione appunto tassative da conservare negli archivi segreti delle diocesi
E in cui il vescovo era tenuto apporre il segreto su questi fatti oggi
Con una formula più blanda
Più conformista terzo il concetto viene viene ribadito
Siamo quindi qui per fare il punto sulla situazione su questo per fare il punto della situazione sull'iniziativa che le nazioni hanno uniti hanno preso nei confronti dello Stato Città del Vaticano per le sue politiche
Nei confronti
Dei diritti dei bambini di una convenzione internazionale firmata anche dal Vaticano ma
Come è stato appurato
Non essere
Rispettata anzi deve essere
Violata in cui
Continuiamo ma a chiedere
Che vi sia
Anche nei confronti del Vaticano come viene confronti di qualsiasi altro Paese
Un approccio offrono come dire legale cioè un approccio rispondente a quelle che sono le disposizioni della convenzione le sanzioni previste dalla convenzione per quei Paesi che violano la convenzione
La Convenzione stessa
Faremo infine il punto della situazione
Sulla Commissione d'indagine
Che il Vaticano accettato di
Istituire a seguito delle richieste dell'istituto Provolo su quello che è accaduto a Verona sulle conseguenze
Le
Considerazioni finali di questa
Commissione
E infine
Una conclusione che se ne trae da quello che è accaduto nel corso di questi anni
Abbiamo tentato
L'interlocuzione abbiamo tentato
In tutti i modi che
Vi fosse un dibattito allora come dire civile
Nell'ambito
Di un rapporto che
Chiedevamo fosse paritario tra le vittime i mandanti dei carnefici così non è stato
Quindi
Da oggi le nostre
Proposizioni alla luce di quelle che sono state delle decisioni del Vaticano cambiano completamente abbiamo tentato sinora dite evitare
Che vi fosse una politica dei risarcimenti così come è stata portata avanti in America ma evidentemente
E l'unica politica è l'unico linguaggio che li porta a ragionare e come dire a più miti consigli
Ripetere abbiamo evitato in questi anni in tutti i modi
Di
Fare l'accesso alla giustizia
Per chiedere
Subito i danni come politica proprio
E questo ha comportato evidentemente da parte dei nostri da quelli che sono i nostri naturali
Limite interlocutori in senso di
Controparte apportare evidentemente a credere che nostro fosse un atto di
Debolezze non invece di fiducia
In una prospettiva diversa da quella che si sta
Che si sta aprendo sono passati due anni
A questo nostro
Tentativo la risposta e quella che ci ha dato la Conferenza episcopale italiana
Parte un caso di cui
Ci parlerà l'avvocato Rossodivita evidente
Che
Il nostro luogo
La dove poter ottenere giustizia
Conoscenza verità dei fatti
è innanzitutto il luogo delle giurisdizioni internazionali
Logo del della Corte europea dei diritti dell'uomo del Consiglio d'Europa delle Nazioni Unite
Adesso la parola a Marco notizie che portavoce dell'associazione sordi
Antonio proporlo fra di Verona associazione che
è stata audita dalla
Dal rapporto dell'ONU
Nell'ambito della sua inchieste
Sì microfono
Nel febbraio
Mi pare il venti febbraio siamo stati contattati del due mila dodici siamo stati contattati direttamente all'ONU di Ginevra
E chi è stato chiesto di poter
Conferire parlare con la dottoressa lasci demanio che era uno speciale portano dell'ONU che da tre anni stava girando il mondo si interessava di pedofilia di violenza sulle donne
Per la prima volta era in Italia invitata dal Governo italiano e quindi era un'occasione ottimale per parlarle
Dato anche che mi avermi eravamo state richieste di quanto era successo
Hai avuto un incontro alla presso nell'università dalla BBC tocca di Milano
Le abbiamo esposto insieme ad altre tre quattro stazioni e il caso
E la dottoressa Poli fatto rapporto tutto il suo lavoro quindi compreso anche
Il nostro colloquio sia al lordo di Ginevra che all'olio di New York
E naturalmente poi è scaturita quella che si è conclusa cominciamo rischio con il sedici gennaio di quelle dell'idea di quest'anno in cui l'ONU ha chiesto al Vaticano ed è successo per la prima volta
Di rendere conto di quanto stava accadendo parlando nella fattispecie di sentina di migliaia di bambini nel mondo abusati
Quindi era ha fatto una reprimenda direi molto molto forte il Vaticano per contro si era difeso dicendo
Che è di essere responsabile unicamente per quanto accadeva entro le mura del Vaticano
E quindi è una diatriba che sta sta andando avanzano davanti e quindi chiederemo con le altre organizzazioni internazionali come
Sarà portato avanti eccome andrà a finire
Quindi io devo devo dire personalmente non abbiamo cominciato quattro anni e mezzo fa questa battaglia sapevamo che sarebbe stata una battaglia molto Turra perché sapevamo
Che eravamo in Italia il Vaticano era in Italia
E però devo dire che
Siamo stati abbastanza soddisfatti di quanto siamo riusciti anche con il supporto sia di Maurizio che
Gallarate l'avvocato Rossodivita per quello che stiamo stiamo stiamo tenendo finalmente si è cominciato a parlare fattivamente non solo all'estero ma anche qui da noi
Adesso vorrei vorrebbe dire due parole Giorgio che è il Presidente della associazione Provolo
Mi
Maggio
La mappa
Due punto mancano pagarlo chiudo dagli utili che apre il giorno dopo il giorno intuito domanda ora Nokia educato poi all'Agenzia in ordine alle le
Va bene poi glielo leggo leggo io perché
Pensa di aver difficoltà ad essere capito Giorgio
Io sono il Presidente dell'Associazione APROL sordi Provolo di Verona
I nostri sforzi per portare a conoscenza della pubblica opinione
Gli abusi clericali subiti dai bambini sordi all'Istituto Provolo e dopo che il Vaticano tramite un'indagine dallo stesso voluta ha riconosciuto
Che detti abusi ci sono stati
Devo dire purtroppo che praticamente poco è cambiato
I preti riconosciuti colpevoli sono ancora al loro posto e continuano
A dire messa
I preti invita sono ancora dodici quelli coinvolti negli abusi ridicolo tranquillamente sia in istituto a Verona che al Provolo in Argentina
Uno di questi addirittura parroco di una parrocchia del Lazio
L'altro galleria di cui voleva portare conoscenza Giorgio era che nella tenuta Cervi di San Siro di montagna lasciata per testamento dal conte Bonoris sei bambini sordi
Resta ancora nella disponibilità dell'istituto e addirittura si tengono colonie per bambini colonia estiva per bambini
E sono frequentate i preti ed è proprio questa questa tenuta
A questo punto viene visto che non abbiamo assolutamente avuto giustizia è nostra ferma intenzione chiedere
Il giacimento danni che pur non cancellando assolutamente quanto purtroppo venuto posso almeno a distanza di tanto tempo legni erezione cara di lenire le sofferenze patite
Richiamo che finisca la soluzione perfetto
Come una delle conseguenze
Queste
Iniziative
Detestato appunto una
Denuncia di cui fino ad adesso l'avvocato Giuseppe Rossodivita
Grazie Maurizio
Sì molto brevemente
Per ripercorrere più che altro anche un po'le tappe di di questa vicenda che poi hanno portato
A questa iniziativa nei confronti del quotidiano della della CEI
Come ricorderete nel due mila nove
Appunto per il tramite del periodico L'Espresso
Furono per la prima volta raccontate all'opinione pubblica non per la prima volta ovviamente
Coloro
Che ne erano al dentro le vicende che avevano appunto interessato di pedofilia che avevano interessato nel corso degli anni precedenti i bambini sordomuti diciamo che avrebbero dovuto essere accuditi presso
Appunto la il provolone e ricorderete pure che
Nella
In Regione nel giorno in giorno immediatamente successivo alla pubblicazione di questi articoli ci fu una affollatissima conferenza stampa
Tenuta dalla vescovo di Verona
Dove il Vescovo di Verona
Sostanzialmente reagì in modo molto duro lanciando un accuse
Sulla credibilità dei denuncianti che i giornali tutti i il giorno successivo
Non ebbero difficoltà ad interpretare in termini di calunnia e quindi di accuse di calunnie che il venti
Ugo lanciava appunto nei confronti
Degli allievi del proprio luogo ed in particolar modo della Presidente Giorgio Della Bernardina dalla Bernardina
Per questa per queste affermazioni noi proponemmo una querela in sede penale nei confronti del vescovo che successivamente fu ritirata
Proprio perché ci furono delle scuse pubbliche da parte del vescovo e un impegno
A costituire una Commissione indipendente
Finalizzata a verificare e quindi ad andare ad accertare i fatti denunciati appunto dalle pagine dell'Espresso
In questo contesto sì inseriscono
Diciamo delle pubblicazioni che si sono succedute per ben tre giorni dalle pagine dell'avvenire
E diciamo sono state paginate dedicate dall'Avvenire con richiami in prima pagina alla questione del Provolo secondo
Un percorso
Seguito nella narrazione di queste
Di queste vicende sostanzialmente l'avvenire
Era partito il primo giorno replicando le accuse del vescovo in termini
Appunto finalizzati a screditare tanto il prologo tanto gli allievi che avevano effettuato le denunce quanto il presidente della Bernardina
Proseguì dal giorno successivo con una
Serie di articoli dove si andavano ad intervistare per esempio non meglio identificati ex allievi del Provolo che avrebbero smentito
Quanto denunciato invece dagli ex allievi del del Provolo
E appunto conclusasi poi con una certezza data ai lettori della giornale l'avvenire certezza consistente consistita nella
Nell'aver secondo appunto queste
Questi racconti dell'avvenire accertato che insomma agli allievi al Provolo ENEL Giorgio La Bernardina non erano altro che calunniatori e quindi si ponevano poi pure la domanda
E adesso chi ripagherà la
Immagine la reputazione dell'istituto Provolo del vescovo calunniato e diffamato e dei preti calunniati e diffamati queste sono le informazioni
Che sono state
Appunto dato in pasto agli ignari poverini lettori del dell'avvenire e per questa situazione
Appunto abbiamo intentato una azione civile di risarcimento danni nei confronti dell'avvenire azione civile che attualmente ancora in corso
E che ci vede impegnati davanti alla tribunale di Milano perché poi
Quelle accuse contrariamente a quanto
Affermato appunto dalle pagine dell'avvenire
Hanno avuto un un riscontro quindi erano accuse vere
E così sono state sostanzialmente
Indicate a seguito
Della esame da parte di questa Commissione indipendente
Delle denunce e quindi dei fatti denunciati
Una Commissione indipendente che unico caso in Italia almeno così
Vantare la Curia
Che è stata voluta dalla direttamente dalla Santa Sede su sollecitazione del Vescovo di Verona e su sollecitazione del Vescovo di Verona
Appunto questa Commissione è stata preceduta da una persona estranea agli organismi ecclesiastici e questo viene rivendicato come un unico caso in Italia e cioè è stata preceduta dal dottor Mario Sannite
Che era appunto già il Presidente del Tribunale di Verona in quiescenza e che ha svolto questi accertamenti accertamenti che come dicevo hanno portato
Alla
Verificabili molti dei fatti i denuncianti dagli ex allievi
E mi sembra
Indicativo di questa di questa circostanza riportare solo
Una parte ma davvero una parte iniziale
Di questa lettera dove
Si dice il sentimento che prevale di fronte a questa triste vicenda innanzitutto di profonda solidarietà nei confronti delle vittime di abuso che anche in ragione della loro particolare condizione
Hanno portato dentro di sé per lunghi anni
Una
Sofferenza difficilmente descrivi bile
Al loro e alle loro famiglie va una unire richiesta dipendono
La vicenda suscita nello stesso tempo una grande amarezza alcuni di coloro che erano chiamati a custodire proteggere dei ragazzi particolarmente provati dalla vita ne hanno debbo diversamente abusato
Evidentemente a questo percorso
Si è giunti diciamo accolta al termine di questo percorso si è giunti
Dovendo forzare la mano
Con con appunto azioni legali che può hanno portato
A all'istituzione di questa Commissione che altrimenti non c'è da dire che non ci sarebbe ma è stata se ci fossimo evidentemente fermati
Alla denuncia sull'Espresso ci saremmo semplicemente presi lessi effettive
Del vescovo con la stampa appunto unità come fosse un solo uomo dietro le parole del vescovo e e anche questa storia sarebbe sarebbe finita in modo diverso
Ora ci sono appunto altre iniziative da intraprendere i provvedimenti tra virgolette sanzionatorie assunti da questa Commissione nei confronti
Delle persone che pure sono state individuate responsabili
Sono provvedimenti non
Come o li possiamo definire insomma non particolarmente forti
è anche vero che si tratta di
Ecclesiastici in in molti casi con unità molto avanzata in alcuni casi anche rispetto a persone decedute però quello che mi premeva
E concludo
Evidenziare in questa sede
Come dire quell'attività
Di cui si è reso partecipe anche l'avvenire finalizzata appunto a screditare ovviamente i denuncianti questi fatti dicendo
Tutti questi fatti ed è stata anche la prima linea di difesa e di attacco diciamo del vescovo
Alla all'epoca nel due mila nove questi fatti non sono provati non ci sono prove ci sono solo le accuse denuncianti
Ecco io vorrei ricordare innanzitutto a me stesso
Perché questa è una linea di difesa che per intenderci l'avvenire a anche riassunto nell'ambito della causa civile
Vorrei ricordare innanzitutto a me stesso che per questi tipi di fatti in particolar modo in relazione a questi tipi di fatti la giurisprudenza
Penale processuale processuale penalistica che è quella che pure evidentemente va ad individuare le maggiori garanzie
In termini sia di formazione
Della prova che nei riguardi evidentemente di chi viene accusato
Ammette consente e sostanzialmente valida
Il il dichiarato da parte del denunciante ancorché appunto sia stato vittima del reato come fosse un testimone perché è esattamente chi ha subito
Abusi sessuali è innanzitutto testimone testimone di un fatto così che una volta che sia
Stata verificata la coerenza del racconto la logicità l'assenza di rilevanti contraddizioni e quindi con un
Baglio che si deve attestare sicuramente sunt
Regimi di prudenza nella valutazione del detto però poi può essere più che sufficiente
Per provare nel fatto come quello appunto di aver subito abusi sessuali ovviamente questa è una giurisprudenza
Che è assolutamente costante da decenni in Italia
E che fa riferimento proprio a questo tipo di che nasce proprio su questo tipo di fatti di reato d'altra parte molto spesso le violenze se succede le violenze sessuali normalmente non vedono testimoni
Sono violenze che si perpetrano nelle
Stanze diciamo senza che ci possono essere testimoni che che che che verificano che vedono il fatto
Motivo per il quale appunto poi
Gioco forza bisogna far necessariamente riferimento
Alle parole della vittima di questi fatti
Parole che debbono essere ripeto attentamente scrutinate in termini di coerenza e logicità assenza di contraddizioni ma una volta fatto questo evidentemente quei fatti devono essere approvati
Mentre tanto Monsignor Zenti all'inizio della vicenda quanto appunto a tutt'oggi l'avvenire
Continua a ritenere che forse non so si aspettano dei testimoni rispetto a questi fatti che evidentemente non ci possono essere se non nelle persone delle vittime
Come quotidianamente possiamo vedere purtroppo nelle aule dei tribunali grazie
Ringrazio l'avvocato Rossodivita locale appunto parlando degli scenari il nuovo scenario quale
Nuovo scenario è quello secondo il quale
La Conferenza episcopale italiana ritiene di poter fare
In Italia quello che le altre conferenze episcopali non han potuto fare in altri Paesi di fronte a dei fatti evidenti
E nonostante si dica perché da qualche anno che la Conferenza episcopale italiana sostiene di aver dato disposizioni perché
Ci sia maggiore vigilanza
Vediamo dalle cronache degli ultimi giorni che non solo questi fatti continuano
Ad accadere ma soprattutto
L'ultimo fatto ci dice che
Il
Il prete in questione era già dei precedenti che avrebbero dovuto farlo altri motivi
Farlo a allontanare dalla parrocchia questo per dire che noi chiediamo insieme
Alle Nazioni Unite
L'allontanamento dei preti coinvolti o sospettati
Di abusi
è stato già detto che questo potrebbe essere poco garantista in realtà all'allontanamento di soggetti coinvolti o sospettati
Di abusi sessuali è la prima del
Iniziative la prima delle azioni che vengono presi in in qualsiasi caso il caso emblematico delle ultime ore
E quello di un
Ambasciatore italiano arrestato nelle Filippine che ancor prima
Di sapere
Quali sono realmente i fatti
La Farnesina ha ritenuto di doverlo sospendere dal servizio
E non mi pare ci siano state sollevazioni perché questo sarebbe
Un fatto poco garantista lo si capisce perché sarebbe poco garantista o se invece
Venissero allontanati preti coinvolti
Ho sospettati
Di abusi ripetiamo come richiesto dalla Commissione del Nazioni Unite per i diritti Dei bambini le altre iniziative
Subito dopo o alle elezioni europee
Inizieremo una attività nei confronti dei nuovi parlamentari europei perché la vicenda delle
Violenze sessuali clericali sia posta nuovamente dopo dieci anni all'attenzione del Parlamento europeo perché è questione politica
è questione è che riguarda l'interlocuzione tra l'Unione europea e lo Stato Città del Vaticano barra
Santa Sede aperta parentesi
In pratica nella Santa Sede hanno sempre sostenuto la separazione netta dal punto di vista giuridico tra le due entità Lallo sempre rivendicata
Fa specie dover leggere
Questi ultimi giorni riguardo alla Banca Vaticana la Santa Sede il Vaticano fare confusione tra le due istituzioni ecco noi chiediamo che
Le Nazioni Unite continuino
Non soltanto a chiedere l'allontanamento dei preti coinvolte sospesa gli abusi ma Contini noti in queste
Indagine a appurare se le indicazioni del
Il mille novecentosessantadue
Con le quali
Dalla Santa Sede partiva una
Fermissima indicazione di tenere segreti tutti questi fatti siano fatti sia un fatto
Che denuncia di per sé
L'il coinvolgimento della Santa Sede in quanto accaduto sappiamo che
In America
Autorità giudiziarie hanno scagionato ma la Santa Sede in quanto tale però sappiamo anche che fa fronte di questo disarmo assalti
Risarcimenti miliardari cioè vi è stato un bilanciamento di interessi nel cercare di
Tenere fuori
E da tutto quello che è accaduto la Santa Sede in
In quanto tale
L'ultima cosa riguardo più strettamente quelle che sono le iniziative della associazione Provolo la
Ferma richiesta
Nei confronti di coloro che sono morti
Il tenutario della tenuta cervi cioè di coloro che dovrebbero fare allora rispettare le disposizioni testamentarie
Di chi ha voluto lasciare la tenuta a disposizione dei bambini sordomuti perché questa tenuta torni nel Magni della fondazione
Perché
Sia
Effettivamente concesso ai bambini sordomuti di poterla
Utilizzare e non invece
Lasciata nelle mani
Di coloro che i bambini sordomuti hanno hanno violato peraltro
Di trovo lo si occupa sempre meno
Di
Fornire il proprio supporto
Rampini sordomuti perché sempre più dedicato altre attività di formazione professionale
Che poco hanno a che fare con
L'istituzione istituzione primitiva quindi
Anche su questo ci sarà in ulteriore un'ulteriore azione ma
Quello che è importante oggi sottolineare che vie un cambio di
In cambio nella nell'approccio che abbiamo tenuto sino ad oggi era un approccio volto alla sedersi a un tavolo e cercare di
Affrontare la questione per evitare che si ripetessero gli errori del passato tutto questo è stato disatteso abbiamo avuto
Rare ha una pazienza che avvolte poteva
Apparire come
Una momento di
Sconforto e rassegnazione di FERS di fronte ai fatti ma questo
Me
Non è affatto vero
Oggi siamo qui per ribadire
Quello che abbiamo sempre detto utilizzando dei mezzi diversi
Il dialogo non è evidentemente nelle corde dichiara queste gravi responsabilità e quindi
Noi continueremo
Aggraveremo la nostra iniziativa
In
Ambito internazionale
Cercheremo di incardinare attività giudiziarie anche nell'ambito nazionale perché
Si arrivi alla conoscenza di quali dell'accaduto
Si arrivi alla conoscenza di quanto accaduto e
E si eviti il perpetuarsi di quello che nel passato è stata una storia e non semplicemente
L'apprendimento di qualche caso è stata una una storia molto chiara una storia scritta in documenti in ufficiali in cui
Il perdono or
Che si chiede non può essere semplicemente
Un per Toro che cancelli il passato ecco questo è non può essere
Accertato non può essere la condizione del perdono
Semmai la condizione del perdono e quella che passa attraverso il riconoscimento
Nelle proprie responsabilità il riconoscimento pieno delle proprie responsabilità
E non
Il
Tentativo anzi arrendere le proprie responsabilità qualcosa di
Assolutamente non non voluto quando i fatti dicono altro
Marco io volevo solo dire una cosa
Che c'è nello slang non è noi abbiamo sottoscritto una lettera appalto Francesco il trentuno dodici
Con e di grande aiuto dell'amico dal professor nonché Rolli nelle nelle quali abbiamo dato la nostra disponibilità
A parlare con lui
Nulla
Ci e ritorno
Quindi aspettiamo fiduciosi
Procedo io pensavo fosse questo
Dove ci sono domande sì
Sulla stessa tratta si sommano Natoli dell'agenzia Ansa
Volevo chiedere
Io diciamo conosco poco il caso mi sono documentata un po'in questi giorni
Ma se siamo di fronte dei reati ci sono dei procedimenti penali e civili in corso perché al di là del problema del generale l'ONU il Papa c'è
Se sono reati si è proceduto quante sono le vittime
Cioè sapere qualche cosa di più quello
Appunto perché al di là dell'allontanamento mi sembra una cosa molto blanda rispetto a uno che ha commesso un reato e che quindi dovrebbe andare in carcere si sa tutto
Cioè

Allora su questo corrisponde l'avvocato Rossodivita si sa tutto e tutto negli archivi segreti delle diocesi
Hanno della giustizia italiana noi ora guardi leggina agli nasce sì non è che mette in carcere a mia
Al massimo li ma avendo non violenti Tokyo anche quel ma io voglio sapere se io mamma di un bambino che ha ricevuto violenze ho fatto una denuncia perseguito o credo nella giustizia italiana
Allora guardi questa vicenda io prima lo ripercorsa quando le denunce diciamo pubbliche furono fatte
Ci sono
Vi sto rispondendo
Quando furono fatte le denunce pubbliche nel due mila nove i fatti tutti i fatti erano già abbondantemente prescritti in sede penale quindi non
Abbiamo potuto provvedere a depositare alcuna denuncia in sede penale
Peraltro ricordo che ovviamente all'epoca nelle questa fu una
Argomentazione molto cavalcata anche da sia dal vescovo che dalla dal giornale stesso l'avvenire da diciamo chi la vede in un certo modo dicendo come mai si sono risolti solo a distanza di tanti anni a a fare queste denunce perché i fatti come raccontava in modo molto chiaro l'Espresso
Si riferivano a molti anni prima quando cioè gli ex allievi appunto della del popolo erano allievi
Hanno ragazzi bambini e oggi sono adulti è solo
Diciamo in quel momento hanno trovato la forza
Di venir fuori rispetto anche a una realtà di provincia qual è quella di Verona di venir fuori a dichiarare a dichiarare queste cose
Rispetto a queste circostanze peraltro la procura di Verona appunto
Da subito espresse anche pubblicamente una posizione
Attraverso i giornali dicendo tutti questi fatti sono prescritti e quindi noi non apriremo neanche un fascicolo per le indagini e ci fu
Di tutta risposta anche attraverso appunto
Qualsiasi mezzo a nostra disposizione l'invito
Siccome lei sa senz'altro che la prescrizione è sempre rinunciabile
L'invito ai diciamo soggetti che furono denunciati di rinunciare alla prescrizione perché una loro rinuncia alla prescrizione avrebbe aperto le strade
Per un accertamento in sede penale davanti ai tribunali italiani
Purtroppo appunto la la la vicenda era anti risalente nel tempo quindi fatti erano prescritti
Cinquantotto inutilizzato
Fino l'ultimo denunciato nel mille novecentottantaquattro
Soddisfatto della risposta
Ho
No se esempio quante vittime voi dite dodici sacerdoti coinvolti ancora al loro posto c'è sembra quasi
O una cosa astratta c'è si può sapere quante persone sono state abusate come mai nessuno di questi
Nel nell'epoca finché era in tempo
A sporto denuncia io ripeto alla magistratura italiana perché se a me succede su una cosa del genere in famiglia
Non andrei dal vescovo c'è non andrei dal vescovo si allora né nelle ad esaminare io le ho spiegato che nel due mila per quanto riguarda nomi cognomi eccetera
Tutte queste cose le abbiamo date per scontate perché in realtà nacquero nel due mila nove se lei fa una ricerca
Semplicemente su Google sul sito dell'Espresso vede numeri persone eccetera eccetera quindi diciamo in questa conferenza stampa che era di
Richiamo di una vicenda nata nel due mila nove abbiamo dato per scontato questi elementi che essi furono pubblicati tutti dall'Espresso nel nel due mila nove
E no che che ASI la il discorso perché poi nel due mila nove io ribadisco si tratta
Innanzitutto all'epoca in cui subirono questi fatti si trattava di bambini sordomuti
Che
Quindi si dovevano come dire rivolgere alle famiglie
Per innanzitutto lamentare queste vicende con le famiglie che dovrebbero poi che avrebbero dovuto oggi senonché in molti di questi bambini erano all'Istituto Provolo proprio perché senza famiglia
è in come ha detto come ha detto come ha detto Marco prima si tratta di fatti che si sono verificati in un periodo che va dagli anni Cinquanta fino agli anni Ottanta
In una realtà come quella italiana degli anni cinquanta sessanta settanta
Oggi lei giustamente dice se io sapessi una cosa del genere mio bambino corro in due secondi in Procura all'epoca con le difficoltà
Proprio abbia esprimersi di questi bambini con l'assenza di famiglie vicino e con una mentalità che era quella italiana degli anni cinquanta sessanta e e anche settanta e la bassa scolarizzazione
Appunto di molti ridiede tutte le persone coinvolte evidentemente arreso ha fatto sì che non ci si rivolgesse
Per tempo cioè negli anni cinquanta sessanta settanta ad una magistratura che peraltro se dobbiamo dare un giudizio storico probabilmente in quegli anni non avrebbe fatto molto
Collegato affittanze del condannato il bambino in quegli anni ricordiamoci come era l'Italia
Soprattutto appunto indeterminate realtà
Non stiamo parlando di Milano ma stiamo parlando di di Verona e quindi di una realtà di una provincia
E questo è quanto insomma in buona sostanza poi per da grandi avendo acquisito tutte le consapevolezze essendo stati informati
Avendone discusso come si sa l'unione fa la forza ciascuno si è confrontato con l'altro ma anche a tema anche a me ma anche al tema anche a me ma anche al tema che a me e alla fine si è deciso di riforma
Poi c'è un'ampia letteratura su questo nel senso che la maturazione della convinzione della presa di coscienza dell'aver subito una violenza
Avviene nel tempo perché e specialmente per quanto riguarda gli atti di pedofilia clericale che è una fattispecie ben
Ben precisa
Sinico addirittura con in senso di colpa nel senso che
Colui che ha violentato ha sempre ammantato la violenza invece come un atto quasi di purificazione
Nei confronti di un
Tribune credo di un credo religioso cioè la letteratura da
Questo punto di vista non so le ampie ma si conferma in tutti i luoghi del mondo dove vi sono stati
Processi e inchieste di di questo tipo
Cioè una situazione italiana c'è una situazione italiana che è molto particolare nel senso che ancora oggi
Si ha difficoltà a parlare di di questi temi nei luoghi deputati cioè nei tribunali
Soprattutto
Finché loghi che negli altri Paesi sono stati i luoghi in cui
Si è potuto
Accedere alla conoscenza dei fatti
Mentre le diocesi americane hanno aperto i propri archivi all'aperto le proprie sedi al confronto con le vittime
In Italia si ribadisce ancora una volta e nel due mila quattordici che quelle sedie quegli archivi quella disponibilità non c'è
Quindi
Di fronte a questa che per noi è una
Chiarissima assunzione diritti responsabilità è necessario un supplemento di attività che naturalmente
Voglio dire c'è l'obbligatorietà dell'azione penale in questo Paese
Non mi pare non erano a nostra conoscenza e non vi sono casi di
Azioni giudiziarie su iniziativa della magistratura nel momento in cui
Vi sono stati
Investire un'ampia letteratura giornalistica di denuncia di questi fatti
Non non non si è aperto neanche un
Un fascicolo per appurare com'è accaduto negli altri Paesi se quelle disposizioni del sessantadue che ricordiamolo
Quando noi abbiam tirate fuori nel due mila due
Quando le tiro fuori
L'azienda è un bel prima quando noi in Italia mi ha fatto conferenze stampa nel due mila due
Tirando fuori quel documento facendo venire in Italia gli avvocati americani a commentarlo dal punto di vista giuridico
Non vi è stata alcuna reazione anzi per alcuni anni
Il Vaticano ha disconosciuto quel testo
E Papa Ratzinger poi due anni fa ha deciso invece di pubblicarlo sul sito del del Vaticano quindi tutto questo accomuna sua specificità penale
Nei nei comportamenti che non trova il luogo in cui poterli sanzionare
Parte mi sia consentito anche chiudo dire che purtroppo in Italia
Diciamo al popolo italiano è sempre stato non è mai stato consentito di conoscere affondo di questi fatti anche
Per diciamo la stampa grazie in senso ironico grazie alla stampa italiana
Io avevo allo studio a via della Conciliazione quando negli Stati Uniti scoppiava il
Putiferio relativo alla pedofilia appunto da parte dei
Di personale ecclesiastico in di quel Paese e ricordo perfettamente che via della Conciliazione per mesi e mesi
è stata bloccata
Dai camper delle televisioni di tutto il mondo e non solo degli Stati Uniti per raccontare
In tempo reale a tutti i cittadini del mondo di questo scandalo enorme che stava maturando negli Stati Uniti ovviamente le uniche televisioni che non c'erano
Gli unici giornalistiche non c'erano l'unica stampa che non c'era era quella italiana di talché dalla
Dalla pancia di Roma acquisti da da via della Conciliazione partivano notizie
Per tutto il mondo meno che per gli italiani
Non ci sarà
Se non ci sono altre domande grazie a tutti finisce qui la conferenza stampa