11APR2014
dibattiti

Manuale dei diritti fondamentali e desiderabili - Presentazione del libro a cura di Paola Severini Melograni (Editore Mondadori)

DIBATTITO | Roma - 17:16. Durata: 1 ora 53 min

Player
Presentazione del libro a cura di Paola Severini Melograni (Editore Mondadori).

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Manuale dei diritti fondamentali e desiderabili - Presentazione del libro a cura di Paola Severini Melograni (Editore Mondadori)", registrato a Roma venerdì 11 aprile 2014 alle ore 17:16.

Dibattito organizzato da Angeli Press e Società Dante Alighieri.

Sono intervenuti: Paola Severini Melograni (scrittrice e conduttrice radiofonica), Ilaria Borletti Buitoni (sottosegretario di Stato al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Scelta Civica con Monti per
l'Italia), Alessandro Rossi (giornalista), Giuseppe Di Leo (giornalista vaticanista di Radio Radicale), Anna Foa, Marco Ravaglioli (giornalista), Filippo La Mantia (chef), Ilaria Borletti Buitoni (sottosegretario di Stato al Ministero per i Beni e le Attività Culturali), Antonio Catricalà (presidente onorario dell'Associazione ItaliaCamp), Marzia Masiello (rappresentante Associazione Ai.Bi. (Associazione Amici dei Bambini)), Patrizia Filetici (biologa molecolare, genetista, Consiglio Nazionale delle Ricerche), Paolo Falessi (artista), Aldo Morrone (direttore generale dell'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini di Roma), Cesare Romiti (già Amministratore delegato e Presidente Fiat).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Alimentazione, Alimenti, Ambiente, Carcere, Cultura, Diritti Umani, Diritto, Disabili, Foa', Giustizia, Istruzione, Libro, Religione, Riforme, Scuola, Societa', Storia.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 53 minuti.

leggi tutto

riduci

17:16

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Intanto ben arrivati
Aspettiamo qualche altro minuto gli altri amici e soprattutto gli altri scrittori voi sapete che questo è
Un lavoro collettivo a cui noi teniamo moltissimo
Che partito lo scorso anno è una specie di Turra abbiamo già girato tante città qui ci sono alcuni dei settanta scrittori in realtà oggi sessantasei perché
Ci abbiamo messo quattro anni per farlo in questi quattro anni qualcuno se n'è andato ci ha lasciato e per esempio in rappresentanza di Arnoldo Foà qui ci sono
Due mogli posso dire quando addirittura due mogli ed è figlia mi piace che bel siete molto carina però ecco è questo stile così
Va beh la cosa lo si vede che l'uomo proprio meritava e in rappresentanza di Giulio Andreotti c'è Marcora gli oli
E poi io sono in rappresentanza di mio marito che non c'è più d'purtroppo luce nella Cafagna non è potuta venire ma insomma sono i quattro Luciano Cafagna Giulio Andreotti Piero Melograni Arnoldo Foà
Che come può come succede in fattura essendo settanta i redattori di questo manuale dei diritti ora sono rimasti in sessantasei
E alcuni sono qui oggi con noi e qui c'è Ilaria Borletti Buitoni alla mia sinistra che nel frattempo noi abbiamo cominciato il libro quattro anni fa e nel frattempo lei è diventata sottosegretario ai Beni culturali sia
Del Governo
Letta che
Del Governo attuale Renzi e ne siamo molto contenti poi c'è Cesare Romiti Giuseppe Di Leo Filippo la Mantia Alessandro Rossi
E Marzia Masiello che vedo la giù
E
Il nostro Paolo Scalisi che era presente ladri di carrozzelle e poi una sorpresa nel senso che
In realtà la sorpresa l'avevamo già anticipata i giornali ieri alla zanzare Radio Radicale Alexia Santino Spinelli
Che il suo diritto non lode che la mera ma allora canterà e quindi vi chiedo di restare perché Alexe Ana oltre ad essere
Non soltanto uno straordinario ambasciatore del popolo Romeo un docente universitario
Guardate io l'ho sentito varie volte però garantisco un musicista di musica zigana veramente imperdibile imperdibile e attraverso la musica si possono raccontare tante cose
Io vedo in questo parterre anche dei vecchi cari amici come Grazia Francescato
Che è venuto quasi con una squadra di ridire per di lo possiamo dire come Elena Malagodi che a cui fa questo lavoro magnifico approfitto per dirlo perché lo stiamo registrando
A questa onlus in Senegal che si occupa di donne di bambini io la segnalo sempre quando
Quando si può bisogna segnalarla perché lei fa un lavoro veramente straordinario pace Aldo forbice che si è sempre occupato di diritti oggi mi ha fatto l'onore di venirmi a trovare
E c'è Monica mondo che è una grande amica che si occupa di mondo cattolico ho paura di aver dimenticato qualcuno che faccio brutta figurarsi mi date ancora cinque minuti c'è anche la figlia di Arnoldo Alzetta
Poi cominciamo perché stiamo aspettando radio radicale perché andiamo anche a Radio Radicale e poi
Abbiamo l'amico di Striscia la notizia che riprenderà delle cose per cui a un certo momento io chiederò dovrebbe essere qui fra pochi minuti anche Paolo Messa I nostri redattori qui di oggi di unirci un attimo insieme perché facciamo un flash per Striscia
Dicevo che il Tour dei diritti è cominciato da Reggio Emilia la città della bandiera e ci fa piacere a Roma invece cominciarlo dalla Dante Alighieri per ovvi motivi perché rappresenta gli italiani nel mondo
A Reggio attento a Torino a Firenze a Perugia
Noi abbiamo detto che questo libro dovrebbe essere un pochino utilizzato da tutti addirittura a Trento due settimane fa la scuola laica Alex Langer
Che è stata una cosa molto commovente perché voi tutti che siete come posso dire assolutamente accorti sapete c'è anche regista Giulio Farnese entra Giulio per favore entro e non aver paura di entrare
Che ha diretto Arnoldo Foà nella sua ultima performances al teatro quindi magari poi gli chiediamo anche una battuta
E
Stavo dicendo della scuola Alexander Marco Boato ha detto una cosa molto bella che mi ha davvero commosso ha detto noi come Provincia di Trento proponiamo che questo libro ossia utilizzato per le scuole e questa è una cosa che ci ha riempito di gioia noi che l'abbiamo fatto perché abbiamo avuto grande pazienza per farlo
Allora se siamo pronti io chiederei
Un attimo ancora di pazienza per la radio
Intanto accendiamo questo
Ha la nostra Ilaria di cominciare a dire due parole perché rappresenta il Governo e noi siamo molto contenti ne abbiamo due perché in questo libro c'è anche Graziano Delrio
Però Ilaria è quella che ci sta sempre vicino quindi non è che vogliamo fare bene un all'altro però Ilaria c'è qui con noi oggi grazie hanno magari verrà un'altra volta insomma siamo molto fieri di lei poi lei due due Governi
Se non facciamo adesso il borsino degli affetti sono poi dobbiamo pagare noi infatti vogliamo perdere dunque intanto io
Vorrei dire un'libera una parola sul perché ho trovato questo operazione questi idea di fare un libro sui diritti molto giusta
Perché se si ha la coscienza dei propri diritti ci si indigna quando i diritti vengono violati
E questo è un punto abbastanza fondamentale da ribadire perché molto spesso nel nostro Paese questa coscienza non c'è e qui vengo all'ambito che io molto brevemente tratto
E quando parlo del del mio diritto diciamo di quello di cui ho scritto per questo libro
Il diritto alla tutela del patrimonio culturale il diritto al paesaggio il diritto al fatto che il nostro patrimonio identitario venga conservato
è un diritto inviolabile che viene continuamente violato questo però non provoca come dovrebbe essere quel senso di indignazione
Che farebbe sì che poi possa partire anche qualcosa di più concreto che sono la voce dell'indignazione per cercare di fermare
Quello che ha violato questo diritto io ho voluto scrivere del paesaggio uno può dire ma cosa c'entra il paesaggio quei diritti perché il paesaggio è un bene collettivo è l'espressione della nostra identità
Ed è qualche cosa che in Italia viene costantemente violentato dalla politica dall'incuria dall'indifferenza delle leggi io me ne sono accorta arrivando al Ministero mi ero detta adesso finalmente potrò
Così proteggere il Paese adesso vedo che Grazia Francescato ride mi sono ritrovata in un dedalo di leggi assolutamente folli
Che purtroppo servono tutto ma la cosa a cui serve un di più a far diventare pazzi nostri poveri sovrintendenti che io difendo contrariamente al fatto che oggi è abbastanza di moda invece Demi crearli
Quindi questo diritto di voler dire ma insomma un bene collettivo che quindi è mio e tuo e di chiunque delle generazioni che verranno e di quelle che sono state
Che diritto sia di distruggerlo che diritto sia di abbandonarlo che diritto sia di Muti tarlo in un mondo che non rispetti un linguaggio che è il linguaggio proprio di quel posto
Ecco questa domanda che a cui bisognerebbe dare una risposta forte una risposta che appunto nasce da un senso di
Di indignazione io ho voluto trasferirla in un libro che parla di diritti perché credo e sono d'accordo su questo che se questo libro fosse distribuito nelle scuole
Darebbe proprie ragazzi di oggi nel senso che
La protesta non è mai valida se non parte dalla consapevolezza di un diritto violato
Tante volte arrivano sulla mia scrivania delle denunce di danni paesaggistici di monumenti che sono stati abbandonati o di una situazione che riguarda i beni culturali particolarmente per inibire
Però mi rendo qualche volta conto che sotto tutto questo più che
Una denuncia così polemica magari un po'politica magari perché la Giunta di quel comune di un tipo e non è di quell'altro non c'è quel senso di indignazione profondo che si dovrebbe avviare quando
Appunto si tratta di un diritto violato ecco perché l'aspetto direi educativo di un libro di questo genere e qui parlo sempre dell'ambito che mi compete
è un aspetto importante quando in Italia finalmente soprattutto le generazioni più giovani capiranno che quello che si fa e guardate lo si continua a fare
Perché nonostante l'opposizione degli ambientalisti nonostante
Il coraggio di molte piccole comunità locali che si ritrovano attorno a queste battaglie io non so perché l'Italia il Paese col tutt'altro alto tasso di abusivismo
Col più alto tasso di cementificazione col più alto tasso di tutto quindi evidentemente abbiamo in questo senso la consapevolezza che tutto questo non sia un diritto
Non sia un diritto avere il proprio patrimonio culturale naturalistico paesaggistico tutelato
Quindi è importante non dico la mia pagina che si riferisce a questo argomento ma importanti il concetto cioè che abbiamo inserito l'argomento del patrimonio culturale e del paesaggio e della sua tutela come un diritto
Un diritto anche dei cittadini di partecipare a questo percorso di tutela per qualche ragione va bene siamo il Paese dei Montecchi e Capuleti dei rossi dei neri questo lo si sa
Ma quando si parla di tutela cioè lo Stato da una parte ci sono le associazioni da quell'altra c'è la politica dalla terza
Cioè di nuovo non siamo uniti da questo concetto che hai difendiamo il nostro diritto quando molto spesso se fossimo uniti
Il frutto di questa unione sarebbe molto più efficace gli effetti della tutela adesso io sto cercando ci ho messo solo otto mesi questo e per dire che cosa è la burocrazia di un Ministero come il nostro
Di convocare questo Osservatorio sul paesaggio in cui far confluire le associazioni e anche come dire la rappresentanza civile di di sorveglianza sul paesaggio
Appunto c'ho messo solo otto mesi pensate che un organo gratuito quindi con nessuna grazie per lo Stato ma questa è la burocrazia
Proprio perché voglio tentare portando avanti l'idea del diritto alla tutela
Di dire mettiamoci insieme perché insieme forse lo possiamo fare in un modo più efficace
Non abbassiamo la guardia perché purtroppo nonostante i miliardi telefonini una tecnologia che ha contagiato qualunque cittadino italiano che ci può far pensare che siamo il Paese più avanzato del mondo
Quando si parla di diritto alla tutela del patrimonio collettivo
Siamo certamente in Europa purtroppo l'ultima ruota del carro grazie
Non sono molto contenti di avere una donna coraggiosa al Ministero dei beni culturali
Al turismo io vorrei che intervenisse subito Alessandro Rossi che è stato chiamato in causa perché lui ha fatto il diritto ad internet
E mai come in questo momento guardate non perché l'abbiamo fatto noi ma qui ci si trova tuttora scherzavamo sempre con Marco Boato perché c'è
Un diritto per ogni domanda Alessandro poi venire per favore io ve lo presento
E come tutte le persone che si occupano di questo tema una specie di genio ha sempre una risposta per le cose più difficili e soprattutto una squadra di giovani di giovanissimi
Che non dobbiamo chiamare ATER ma che in realtà
Che dobbiamo dire sono i soli studenti diciamo così che sono molto di darci in tutti i sensi io
Buona sera io mi sono occupato nel manuale della voce il diritto a internet mammina aggancia quello che è stato detto pocanzi perché mi ha molto colpito
Due riferimenti in particolare l'indignazione
E la tecnologia senza cultura che poi un riferimento che io vedo molto spesso nel nostro mondo
Il diritto a internet non postato non come diritto all'accesso a internet cioè il cavo fibra ottica che arriva nelle case di tutti i giovani studenti e bellissimi mezzi Terenzio acceda miliardi di informazioni
In tempo reale ma il diritto a comprendere a riuscire inquadrare questo incredibile mare di informazioni
In una griglia che ti permette ad usare queste informazioni per costruire qualcosa di utile
Per comprendere quali sono gli altri diritti che hai faccio qualche esempio privacy ho il diritto al paesaggio perché esiste anche un paesaggio di informazione se vogliamo che va preservato sia del paesaggio l'informazione io intendo
Capire che cosa ci stanno dicendo in media i nuovi media e un potere utilizzare per cambiare o conservare il nostro mondo
Come lo vogliamo Catania che la vecchietta iniziazione la digitalizzazione è un esempio spendere miliardi vi era una digitalizzazione senza uno schema culturale alle spalle
Crea massa di banche dati che sono inutilizzabili dall'uomo
E se io tantissimi come faccio l'esempio
Classico che faccio quando sono in una conferenza con dei manager delle aziende dove faccio consulenze
E come avere quel giochino per bambini dove ci sono la Settimana enigmistica per esempio tantissimi puntini coi numeri etico scritto unici punti da uno a dieci attivi la figura ora ne siamo in un mondo dove ci sono tantissimi puntini e non ci sono i numeretti
Lì uno ci vede quello che vuole la cultura esattamente la capacità di mettere i numeretti sui puntini e dare la possibilità a chi ha le competenze la conoscenza di tirare fuori una figura che abbia un senso
Altrimenti siamo il paesaggio che completamente manipolabili perché ogni cosa al valore dell'altra cancellare un monumento come l'Ara Pacis o distruggere Pompei o anche
Fare una villa al centro la più antica non ha nessuna differenza che fare
Che ne so un piccolo bagno in più nella mia casetta perché tutto lo stesso valore l'antico e moderno e tutto confuso
L'informazione
Viene utilizzata nette che in un anno ottica di Tecnopolis
Come manipolazione
Qui deve intervenire la scuola ed è
Una buona idea secondo me diffondere un manuale come questo le scuole non tanto perché
Mio contributo poi personalissimo e anche molto veloce una paginetta scarna e molte volte l'anno ha fatto nata in molte banalità anche io non sono un genio come
Uno se semplice osservatore è un operaio della tecnologia però Matteo un operaio tecnologia che viene da una cultura tipografica io Sonate mense libri
Amo i libri sento profumo dei libri amo anche la tecnologia perché mi dà il permesso di approfondire
Apro dentro griglie culturali concettuali che ho che sono saldamente trapiantate una visione del mondo che ho per il resto alla tecnologia e di potermi fare l'idea di quel che è giusto è sbagliato
Oggi accendo la televisione e viene tutto presentato lo stesso modo l'opinione di un grande intellettuale vincitori prima novelle ridicolizzato a volte anche dall'opinione di una persona che magari
Stimabilissima dal punto di vista umano ma non lo stesso dal punto di vista culturale
Che ironizza addirittura prende in giro cultura e società e queste fattibile solo perché non c'è un valore dietro l'informazione tutta appiattito
E questo è importante secondo me anche nel senso del paesaggio perché il paesaggio rientra in questo
Non ha senso preservare il paesaggio la tecnologia se c'è il paesaggio è malato e la tecnologia lo possano fare quindi basta il veto l'acciaio la fibra ottica internet e si risolve i problemi se fosse vero questo
In molti Paesi dove esiste internet il tasso di mortalità sarebbe più basso
Il tasso l'appetito azione sarebbe più basso medicine sarebbero diffuse ma non è così da tecnologia non è una medicina è uno strumento ci vuole un medico competente che abbia un valore morale un diritto essa pecore che il diritto alla vita è un diritto
No no un oggetto tecnologico che può essere multato questo il mio punto di vista specifico sull'argomento
Voi avete capito al quale è stato manca il filo conduttore e io chiederei a Giuseppe Di Leo di legare il sia quello che ha detto ma restate fate un po'come volete siamo siamo a tre amici entra
Tra l'altro tutti noi abbiamo degli impegni di comunicazione per cui Giuseppe oltre a essere un brevissimo vaticanista è il vaticanista di Radio RAI
Ale quindi molti di voi certamente lo avranno ascoltato e la domenica mattina e lui ha fatto il diritto alla spiritualità alla religione Giuseppe
Tu Paola
Ci inviti a essere
Collegati non Monaldi
L'uno con l'altro è
San Benedetto
Che di cultura se ne intende
Alla domanda ma che cos'è la cultura
Rispondeva
Non leggere multa sente leggere muli sotto un mare
Questa
è culturale capacità
Di sintesi e poi a Sant'Ignazio
Fondatore dei Gesuiti si faceva la stessa domanda
Quasi un millennio dopo ma apposito cos'è la cultura
E lui diceva la cultura e capacità di comparazione
Beh
La sintesi e la comparazione
è una caratteristica di questo pontificato
Un pontificato di un pontefice che a uno stile di vita francescano ma una forma mentis gesuita ancora
E parlando poc'anzi inattesa dell'inizio col dottor Cesare Romiti
Abbiamo rievocato l'incontro che Papa Francesco ha avuto qualche settimana fa precisamente il ventisette marzo con il Presidente degli Stati Uniti d'America
Io così mi è sembrato ma anche nella inietta di Giannelli sul Corriere della Sera l'incontro tra il la il vescovo di Roma e un giovanotto che sta per fare l'esame neanche di cresima di prima comunione
Però
Però importante questo incontro del ventisette marzo perché
Tra i due temi all'ordine del giorno
Nell'incontro con Fabio papà vescovo io e Barack Obama c'è stato il tema della libertà religiosa
Tema che io affronto perché Paola ha voluto fortemente senza insistere naturalmente anche perché io so che lei quando vuole peggio di Vittorio Alfieri e bisogna farlo
Tutti imbarcati marca come fu rimarcava Gianni Rivera o di allora oboe unici pelle per cui o non segnalarvi oppure tenne uscivi dal campo in barella
Siccome io
Non solo corsi masochista o ma fu fatto e l'ho fatto anche con piacere perché qui nulla bisogna dire di quello che sarà guadagnato speriamo che
Le scuole italiane seguano anche perché anche perché nelle scuole italiane siamo nella Dante Alighieri non si insegna più fra le altre cose si segna più la geografia neanche più la storia matematica perché si dice che alle nozionismo e reazionario
Tensione civica
No non si sentiva più siamo la Dante Alighieri la grammatica e la sintassi della lingua italiana e io leggendo i contributi devo dire che a parte i temi che sono
E però capiti l'uno rispetto all'altro
Ma la qualità della scrittura un libro scritto benissimo lo posso dire qui nel tempio del non l'ho scritto io l'hanno scritto loro quindi adesso arrivato anche Tonino Catricalà l'hanno scritto tutti questi amici che hanno voluto
Dare questo segnale scritto un libro quindi da apportare nelle scuole perché i ragazzi riprendano a dormire dimestichezza con la più bella lingua italiana e il secondo punto che voglio dire in maniera molto
Sintetica sinteticissimo e che se il tema della libertà religiosa e il tema la grande sfida del ventunesimo secolo qui c'è un soggetto politico che è assente
Il soggetto politico che è assente l'Europa
L'Europa nel Mediterraneo potrebbe giocare un grandissimo ruolo
E purtroppo purtroppo
C'è da assegnare la latitanza
è
Proprio con il dottor cioè essere uniti si parlava della difficoltà in quanto CIVES attivi di poter esplicare il diritto dovere di voto per le prossime elezioni europee perché non c'è questo afflato europeisti col
E noi io vengo da una da una regione che ha dato i natali a uno che è stato protagonista dell'Atto Unico Europeo lucano Emilio Colombo che tra l'altro
Cui tra l'altro l'ambasciatore Presidente dell'Accademia della recava il Milan Bruno Bottai ha lavorato a stretto giro di ma l'Italia ha dato sull'Europa
In sul tema dell'Europa
Giganti come Alcide De Gasperi
Ma anche Francesco Saverio Nitti iscritti di Nitti sull'Europa su illuminanti e naturalmente
Da giornalista di Radio Radicale non posso esimermi dal ricordare anche la figura di Altiero Altiero Spinelli
Paola io ti ringrazio moltissimo per questa occasione pericolo hai parlato del Papa che era esattamente quella che quello che volevo però non non ci lasciamo adesso io vorrei una battuta da ognuno di voi
E poi riprendiamo anche gli altri temi invece c'è un sui sei quello che sai resta maldicenza innovare avesse la Caremar segretezza ricordo noi somministrati a Zimella
Allora io vorrei che ci raccontasse il suo diritto prima gruppo FUA perché qui c'è questa cosa meravigliosa dicevamo prima che abbiamo ben due mogli
Anch'io sono una terza moglie voi lo sapete quindi però
Non ho questi rapporti meravigliosi con le precedenti e una figlia e Anna è già avvenuta Perugia con Cesare Romiti abbiamo raccontato di Arnoldo che ha scritto il diritto al teatro
Chi di voi chi di voi previamente o Anna
Qua non soltanto è stato un grande attore ma è stato un grande uomo dicevamo perché sia giunta l'ora perché ha saputo anche mantenere questo rapporto bellissimo nella sua famiglia nel nelle sue varie famiglie che non è proprio una cosa così semplice
Allora
Innanzitutto uno io sono un po'emozionata perché oggi alla Cina oggi è undici di aprile
Arnoldo se n'è andato all'undici di gennaio quindi sono esattamente tre mesi dalla
Dalla sua scomparsa
Ringrazio sempre Paola per il sostegno e per la possibilità di di ricordare Arnoldo anche oggi qui
Arnoldo nella nel suo intervento e ed era ed era stato molto felice dell'invito di Paola aveva parlato del del diritto al Théâtre però diritto non solo usufruire del teatro da parte del pubblico ma diritto proprio da vere un teatro fisico perché per lui era un
Il il teatro era un luogo di di aggregazione importantissimo per una comunità per un territorio
Il tema di diritto al Teatro povero estendeva al diritto di poter mettere in scena liberamente da parte degli degli artisti
Ha
Condizionamenti esterni perché ce ne sono stati in passato a volte ce ne sono tuttora speriamo che non ce ne possano essere in futuro
Ma teatro anche come luogo di di lavoro
E di artisti per le maestranze che forse è sicuro è assolutamente dignitoso
E soprattutto quello che lui
Intendeva per far rispettare per cui si è battuto sempre sin dagli anni Sessanta con grandissimi txt come
Gassman Manfredi ed altri
Il diritto a fa affare del del lavoro del teatrante un lavoro vero e proprio cioè ad essere rispettato come lavoratore esattamente come tutti gli altri sin dagli anni Sessanta dunque loro si sono battuti moltissimo per la nascita del sai che era il Sindacato attori italiano
Piatto italiani
Ne hanno fatto battaglie molto sostare battaglia molto dura e ci sono stati scioperi molti artisti hanno avuto anche delle conseguenze pesanti Louis per esempio è stato estromesso dalla RAI per
Per diversi anni ancora oggi il lavoro dell'attore od comunque dell'artista non è considerato esattamente come gli altri
Leggevo qualche giorno fa in un posto su su Facebook di un attore anche di un regista anche abbastanza conosciuto che diceva sono andato
Nel mio nella mia circoscrizione il dovevo fare un documento do la delle come si chiama l'impiegato non trovi usciva trovare la parola al regista perché non era contemplata
E quindi dagli anni Sessanta oggi qualcosa è cambiato ma ancora tutto non è cambiato e quindi questa era la suo intento
La cosa che H quindi teneva di più era il fatto che il teatro come luogo fisico come luogo di lavoro come luogo di diffusione tra cultura fosse
Un elemento fondante importantissimo del tessuto sociale di una comunità questa era una cosa a cui teneva di più e che ha voluto intendere in questo suo
Intervento nel nel libro di Paola Di Paola e poi volevo anche bravi gran pochi soldi tutti noi volevo solo dire un'ultima cosa ho regalato pochi giorni fa ad un'amica una psicologa intellettuale questo libro e lei mi ha detto l'idea geniale e quindi te lo volevo riferire qui fanno accontenta grazie a voi
Io vedo che è arrivata un'altra delle nostre magnifiche redattrice che Patrizia filetti c'è una professoressa che si occupa
Di biologia che ha fatto il diritto la diversità è un diritto molto bello quello che lei ha scritto tra l'altro è anche uno stile poetico straordinario
Però siccome vorrei proprio tenere viva la giornata di oggi e passare da un argomento diciamo serio come quello di ricordare Arnoldo io voglio anche dire questo che secondo me
La RAI approfittiamo di questa occasione perché siamo in radio in questo momento
No mi Radio RAI Med Radio Radicale
La RAI Nona ricordato quello che ha deve ad Arnoldo Foà come doveva io il giorno in cui c'è stata la commemorazione laica in Campidoglio ci sono stati ben tre sindaci
E io ero anche onoratissimo di stare insieme a questi nostri tre Sindaci perché erano Rutelli Veltroni l'attuale Marino e io e il Presidente dà la comunità ebraica
E non c'entra la RAI non c'era la RAI io lo dico a due colleghi RAI che sono qui davanti a me
Entrambi pensionati entrambe dove due colleghe straordinari e a questo punto vorrei che Marcora eventuali venisse perché siccome
Non a parlare di RAI ma parlare del professor Cerreto a parlare di Giulio Andreotti
Che come raccontavo avendo noi messo quattro anni a fare questo libero lo dico per chi è venuto ora per Tonino Catricalà per Patrizia fila etici
Abbiamo perso per strada quattro dei nostri magnifici redattori e Giulio
Credo che questa sia la sua ultima intervista l'ha fatta con me io sono onorata di aver avuto per quarant'anni l'amicizia detto suocero
E che mi ha permesso anche di fare tutta una serie di cose tra cui la biografia di sua moglie di tua sono certa
E e lui ha fatto il diritto alla felicità perché io mi sono chiesta come mai nella Costituzione italiana il diritto alla felicità non c'è e in quella americana si e qui ora
Il microfono e tu Marco in due parole maglio frantumazione degli spunti di risposta dell'ultimo che colgo al volo
Se tutto è riuscito a fare una biografia piglio Andreotti sa di un malato
Dalla mamma
Hai fatto al fatto un articolo di una lista di cui parla il giglio Andreotti trattandosi di un prezzo
Maggio come è noto ora sta molto male poverina di una discrezione e di un lo profani come dicono quelli che parlano difficile davvero esemplare e vorrei dire e vorrei dire che
Mettete la permesso lei perché in questo oltre a tutto era una donna di grande forza e di grande
Temperamento non si faceva certo imporre dal marito certe scelte
Dico però
Che anche in questo esemplare
Come ritengo fosse Giulio Andreotti di una classe politica lui e di un mondo lei
Basato su valori di discrezione di civiltà di educazione di rispetto umano
Che oggi mi sembrano un tantino
Invece desuetudine per così dire o però stavo notando una cosa sfogliando il libro
Che
Appone Andreotti hai tirato un po'un bidone nel senso che
A tutti gli altri protagonisti
Sono state richiesti interventi su grandi temi l'ambiente il verde
Il rapporto che impegnerà la il diritto come si dice il la la televisione pubblica ma basta sfogliare a casa le tecnologie informatiche a questo poveraccio che gli vai a chiedere il diritto alla felicità
Ma
Ovviamente Andreotti per quanto ormai molto anziano
Non è uno che si tira indietro le non era uno che si tira indietro rispetto a certe sfide intellettuali e se l'è cavata brillantemente di trascurando però un dato
La Costituzione americana non parla del diritto alla felicità
Parla del diritto a ricercare la felicità
Che non è la stessa cosa io non ho il diritto di fronte alla collettività di essere felice devo avere il diritto
Di essere messi in condizione di raggiungere la mia felicità cosa che per esempio non era consentita e ancora adesso con qualche problema c'è vanno avanti
A popolo ma parte dalla popolazione americana che per il fatto che nasce con la pelle scura ma poteva arrivare a certe cose
E
Come pure altro tema per lui scabroso
Leggo il titolo del delle domande cioè articolo due veri e diritti paradossali
Diritto alla felicità e va be'lui se la cava dicendo c'è una cosa interessante
Va beh non trovo il punto ma il concetto è felicità
A discapito di chi
Perché
Da voi vedete perché provengono da Andreotti diceva le cose serie spesso venivano prese per battuta come
E spesso le sue battute erano molto seri ma
A discapito di chi chiede che cosa vuol dire lui è convinto che comunque
La condizione umana sia gravata da una serie di pesi inevitabili
Che qualcuno deve accollarsi allora se uno è completamente felice ci vuole qualcun altro che quei Paesi se li accolli e qui
Riflesse evidentemente
Lei mi contraddica se sbaglio evidentemente un'impostazione cattolica che vede nella
Peccato originale la presenza del male nella condizione umana
Ma
Diritto alla felicità
E alla passione politica
E questa è la seconda cosa che voglio dire e la penultima
Lui se la cava
Dicendo
Credo che una via di mezzo ci sia da un lato bisogna avere un po'di calore per evitare che il freddo ghiacci tutto dall'altra parte bisogna evitare di farsi guidare solo dagli entusiasmi
Perché è un entusiasmo caccia l'altro e non ci sarebbe mai più un punto d'arrivo
Va beh non ha risposto che anche alla domanda perché probabilmente per lui sarebbe stato imbarazzante rispondere come certamente avrebbe
Fatto se avesse potuto a questo è il diritto alla passione politica
Ma se è vero che il diritto all'ambiente
E al rispetto dell'ambiente un diritto violato credo che il diritto alla passione politica il diritto a soddisfare Lanzi all'ente Pito
Di tante persone occuparsi di politica oggi sia un veramente mortificato in grande misura
Dare un immagine
Adesso no senza fare qualunquista
Ma vi parla uno che molto modestamente vent'anni fa usciva in gloriosamente dal Parlamento della Repubblica con la fine della prima Repubblica avendo avuto l'idea di candidarsi per il terzo polo figurate con poche ma è successa
Candidata al Parlamento contro un signore che si chiama Francesco Storace
I soci verdi sono ceneri nel caso suo e
Quindi un diritto conculcato violentemente dà un'immagine della politica fornita da tanti
Certamente dai politici ma altrettanto certamente diciamolo da certa stampa che descrive una politica che andrebbe forse considerati in altra maniera e permettetemelo
Da una parte anche di settori di poteri alternativi a quello esecutivo
Mi riferisco a quello giudiziario che probabilmente
Debordano
Dalla dalle loro competenze e hanno tutto questo complesso di cosa stravolto un po'una
Situazione che
è che adesso dobbiamo recuperare
Dobbiamo recuperare con impegno collettivo del nostro della nostra società e con una riflessione collettiva su quelli che sono i diritti e il libro curato
Da Paola CEI aiuta certamente a farlo ma terza e ultima cosa che voglio dire qui non c'entra Andreotti probabilmente avrebbe l'avrebbe pensato come anche lui così non l'avrebbe detto perché sono un po'bacchettone quello che sto per dire
Prossimo libro Paola facciamolo insieme e facciamo il libro dei doveri perché per ogni diritto che stiamo pronunciando di questa opera e parlando questa sera cioè
La faccia del dovere è vero che abbiamo il diritto all'ambiente ma abbiamo il dovere
Dell'ambiente perché l'abusivismo che impegna ma voi avete fatto mai caso avete mai parlato con vostri amici dei divieti del decreto fissati dalle leggi urbanistiche
Io rimango sconvolto quando sento i discorsi nei salotti per cui di fronte al divieto non ci si pone l'atteggiamento di chi dice bene
No no il primo problema è come lo aggiriamo ho comprato la casa al mare non mi faccio un bagno nuovo dice ma poi va bene troviamo il modo
Troviamo dalla dalla il tecnico comprare compiacente
Per non parlare di peggio allora un bel libro
Dei doveri questo vale anche per la politica la passione alla politica un diritto vederlo soddisfatto ma io trovo che sia anche e soprattutto oggi dovrebbe essere un dovere un obbligo morale sentito dai cittadini italiani
Di occuparsi di nuovo concretamente e fattivamente seriamente onestamente idealistica mente
Della cosa pubblica col che ho detto la mia l'ho fatto il mio fare volino moralistica Andreotti non l'avrebbe mai fatto ma qui non c'è e ha trovato un impegno sostituto grazie
Io sta tentando di di fare perché siamo tutti ad un livello alto però dovremmo anche rasserenare c'è un po'
Dobbiamo essere Nacci un po'e per rasserenare c'è un po'io vorrei il mio amico ferie preventiva
Che ha fatto un diritto che ci piace proprio a tutti che è il diritto a mangiare venne
Pensi lei fare alle teorie Dante ammasso
Il panel era sei acqua il pane e panelle
Panetta e nel male pagare il
Nome morto mettemmo mai nessuno di Pavel Panarello
Dunque innanzitutto grazie di avermi invitato di avermi coinvolto in questa bellissima situazione punti
Che un cuoche sempre disse in un'altra maniera anche se ormai ci mettono dovunque dappertutto ormai sapete esageratamente perché il cuoco da versare molto in cucina poco in giro diciamo però dato che il cibo oggi è comunicato ed è
Comunicazione i cuochi sanno in televisione e radio i convegni siamo praticamente dovunque a raccontare appunto le nostre storie le nostre esperienze intorno al cibo
Però vorrei iniziare in questo momento che con una cifra settantotto chili di scippo sprecato ogni anno da ogni singolo
Essere umano nel mondo
Quindi io vuol dire che praticamente viviamo in una società dove lo spreco praticamente la fa da padrona
Quindi qualsiasi alchimia conteggio il risparmio equazione intorno alla spesa praticamente viene buttato nei sacchi dell'immondizia da tutti noi giornalmente pensando che ci sono in giro
Migliaia e migliaia di bambini che purtroppo non possono accedere al cibo
Quindi il diritto fondamentale di nutrire tutti quello praticamente di darsi è di contribuire a sprecare meno
Io da cuoco ho avuto la fortuna in tutti questi anni di incontrare tantissima gente
E ci sono stato molte volte in Africa a cucinare nei villaggi praticamente dovrebbe di cose che non vorrei mai vedere assolutamente
è quindi un pochettino la percezione del cibo per me è cambiato nel senso che il cuoco non deve essere quello che deve mostrare gli ingredienti il ricchi che si trasformano bene
Che gustano praticamente tutti il cuoco deve essere quello che deve trasformare un prodotto contadino stagionale
Comprato a poco prezzo e farlo diventare un prodotto eccezionale perché è ovvio che se il cuoco compra che ne so sto facendo un esempio un caviale un'aragosta che rappresentano il costume mondiale del lusso
Ma non è così il lusso intorno al cibo praticamente dato dalla fantasia la mamma
Manualità altri
Che ha del cuoco quindi che cosa voglio dire voglio dire che se noi praticamente ci rendessimo consapevoli di andare a fare la spesa e riscoprire personaggi che ormai praticamente stanno cadendo nel dimenticatoio che sono quelli appunto del bottegaio del contadino che viene in città e vende quello che ha raccolto il Mattino
Invece con tutto il rispetto parlando di andare negli ipermercati a comprare delle cose già confezionate che non sono stagionali
Che costano di più perché ormai tutti comprano l'insalatina tagli Uzak per ripulita la caro Tina sfilacciata praticamente perché non si vogliono più sporcare le mani con insalata sporca di terra che magari contiene il verme che giusto che sia là dentro perché quella è casa sua
Quindi il rito praticamente del cibo attraverso i cuochi
Credo che tra l'altro noi abbiamo imparata attraverso le mamme e le nonne che si sono nutrita sempre bene e che hanno praticamente Stamate intera famiglie con
Pochissimo cibo
Quindi quello che io voglio dire e concludo perché praticamente che davanti a tali personaggi che stanno parlando sono praticamente l'ultimo del carrozzone vorrei solamente
Sensibilizzare tutti alla riscoperta del relitto in cucina
Quindi praticamente il manuale del diritto fondamentali in cucina è quello di riscoprire l'ingrediente la stagionalità
Che dei prodotti praticamente sponsorizzare ruoli straordinari che per me è quello del
Contadino che il nostro guru esistenziale per me almeno in assemblea grazie
In corso d'opera conosciuta la Comunità di Sant'Egidio e quindi è per questo siamo diventati amici anche perché non è che mi posso permettere di venire a mangiare dove transito dove cucinino
Le
Per atti
Volevo chiamare in causa prima i Tonino Catricalà che si dovrebbe riallacciare anche se non ha sentito a Rossi e se poi venire qui Tonino mi fai un favore
Volevo chiamare in causa
Ilaria perché sa che lei ha avuto una grande polemica con i quattro italiani ma io chiederei legare volevo dirlo perché appena nominata sottosegretario durante un'intervista che ho detto ho l'impressione che la grande lui ride
La grande cucina italiana stia abbandonando le sue radici
Alben poi non so mi piace la cucina che appunto che senta le sue radici negli ingredienti per cui non mi piace più
Apriti cielo si addirittura presentato una delegazione di ufficio che ha detto sottosegretario è bene che lei valuti le dimissioni sembra un po'esagerato dico però se volete aveva avuto
Mi sembra che forse sul su Pompei sarebbe più opportuno comunque tutti i grandi scelsi sono offesi stata coperta di insulti Rueben mi ha travolto dissolti insomma una catastrofe
Tutti mi è che si o quando l'ufficio stampa ha detto la tua carriera è finita insomma ed anche a un certo punto o di tutti questi scelte giustamente offesi ce n'è uno che però si è comportato in un modo devo dire molto intelligente ed è lui
Infatti è che l'Iran grato a mangiare nel nel nel suo ristorante dove intanto mangiato in modo sublime
Però devo dire che ho mangiato dandomi ragione perché quello che lui fa è quello che lui ha detto cioè prende
Di ingredienti e della nostra tradizione di cucina alla nostra tradizione di agricoltura la nostra tradizione di campagna
Li trasforma magistralmente ma quel filo rosso non si interrompe e ce lo siamo mangiati con grande gioia volevo ricordarlo perché la
Allora tornino a Catricalà è stato praticamente fra i primi a darmi il suo intervento perché è un signore molto precisa però siccome è un uomo di non
Tecnici attività quando lui mi ha dato il suo intervento faceva un'altra cosa in questi quattro anni poi ne ha fatte altre tre
Per cui adesso non so come lo volete venti ficcare ma in questo libro lui ha fatto
Un intervento molto importante sui pericoli della tecnologia che credo qualunque cosa poi tu vada fare domani mattina rimarrà sempre un intervento importante eccolo
Ma intanto grazie grazie molte per avermi invitato Paola ma soprattutto per avermi chiesto un contributo in questa o libero che ha tanti autori non so come fatta mettervi insieme che è stato un opera titanica sicuramente di grande pazienza
Il
Quanto scritto il testo non immaginavo che poi sarei stato responsabile sia pure come dice il ministro
Della comunicazione delle comunicazioni della tecnologia su internet e delle nuove tecnologie pensavo però ai pericoli che uno sviluppo nonno
Programmato e non dico controllato perché sarebbe una parola sbagliata ma
Non hanno guardato con attenzione di certe tecnologie avrebbe potuto
Comportare pericoli di vario genere ed è per questo che il il testo che io ho scritto un testo che e di tutela di quella che che il diritto personalissimo forse più
Più importante di una persona l'identità personale cioè c'è il diritto ad essere se stessi il diritto al rispetto della propria reputazione delle cose che sono state fatte
E internet è capace di distruggere in un aggiornata questa un intero patrimonio di esperienze di cultura di cose ben fatte
Internet e tra l'altro è molto più
Più incisivo dei quotidiani dei dei settimanali perché il quotidiano boy è un fatto materiale che
Si deteriora il giorno dopo non c'è più internet resta resta per per decenni il diritto all'oblio
Viene
A sua volta dimenticato
Chi ne soffre di più sono i soggetti più deboli
Io veramente pure essendo un nuovo calabrese che ha visto i bambini nei nelle nei Paesi della Calabria cinquant'anni fa e Sensale scarpe con i Geloni perché Ibra non si compravano le scarpe bambini che avevano il difetto di crescere in fretta e quindi queste scarpe
Sa diventavano immediatamente né desuete inutili vi devo dire che ho ho sempre pensato
Che
Bisogna crearne di nuovi di diritti perché noi siamo ancora legati
Alla
Ah all'allora temi e di di Platone indubbiamente meglio di dell'asfalto il curcuma abbiamo l'idea che un privilegio cioè se c'è
Una legge che lo tutela che se c'è un un qualcosa che prende in considerazione quel diritto e commina una sanzione se qualcuno lo viola
Ovvio abbiamo visto adesso che il diritto di per sé illimitato dalla presenza di un altro diritto ma è limitato alla presenza di un dovere ci deve essere un dovere perché ci sia un diritto tu mi devi rispettare io ho il diritto al tuo rispetto
Non è così
Ne dobbiamo uscire da questa noi dobbiamo pensare non alle vesti giuridica dei diritti ma i beni della vita quali sono i beni della vita
Cioè che cosa dobbiamo tutelare
Un bambino in internet va tutelato di per sé al di là di quelle che sono
Le sue prerogative i suoi riconoscimenti se è così allora ben maggiore un nuovo ordinamento che non è un ordinamento fatto di codici di leggi di regolamenti
è un ordinamento fatto di beni di beni comuni che vanno tutelati
Allora quando si parla di cyber bullismo mi si è detto dovevi fare una legge sul web no era inutile una legge non avrebbe non avrebbe aiutato perché
Su internet non si può intervenire con legge si deve intervenire con l'educazione con la formazione
Si deve intervenire con la convinzione del mio convincere gli stessi contenti di internet che quando oggi parliamo sembrano l'imperatore della Cina se l'opera di con il vice vice vice presidente di cumulo
Vi guarda come se voi foste dei poveracci e Louise il il grande imperatore del Giappone ce ne sono delle delle persone che hanno molto potere sanno purtroppo anche di averlo
Bisogna che essi autoregolamentate bisogna portarli al tavolo al ragionamento bisogna
Farli far vedere loro che c'è un'opinione pubblica chiede vuole certe regole perché sarebbe il bullismo ne sono occupato perché ci sono stati nel mio periodo
Di netti brevissimo di Vice Ministro le comunicazioni tre suicidi ragazzi
E insomma addetto al fine di questa
E è la punta di un iceberg quante umiliazioni e quante frustrazioni ci sono nella società e civile nei nostri giorni negli adolescenti più deboli
Che non hanno la forza di reagire non sa e io ho provato a vedere come
Si può tenere agire non c'è un bottone rosso da prendere non c'è nessuna cui rivolgersi
Anche per togliere una fotografia da fessi buco bisogna scrivere trenta volte io l'ho provato personalmente bisogna ed ero Vice Ministro delle Comunicazioni figuriamoci un bambino figuriamoci una ragazzina
Che vede una foto in cui non si riconosce una foto in cui si sente umiliata pubblicata magari nessuno va a guardare ma lei pensa che tutto il mondo lo va a guardare
E comunque resta e resterà sempre anche quando lei sarà cresciuta ci sarà quella foto con il suo nome
Ecco perché c'è necessità di queste regolamentazioni il Copyright come facciamo a non tutelare il diritto d'autore
Si dice no intensa avesse libro la massima espressione io sono per la libertà in assoluto più il Libro verde ma la libertà significa libertà anche degli altri
Ogni diritto già un altro diritto che viene compresso
Se
Io ho il diritto ad essere informato su tutto
Ho anche il diritto ad essere informato bene di potermi acculturare Martin produce cultura deve ricevere il provento della sua attività perché se non riceve controvento non produrrà più cultura
Quindi il private USA profitta che uccide la stessa persona sulla quale vive perché alla fine lo consuma non ci sarà più interesse a produrre niente né di innovazione
Metti di diritto d'autore
La trasparenza non c'è non c'è trasparenza nelle comunicazioni
Non c'è non sappiamo chi comunica che
Ci stanno questi miti ma è invece l'anonimato figuriamoci ora
L'anonimato in certi Paesi è sacrosanto perché Tumminello di poter protestare su internet ma in Italia perché mi deve aggredirlo hanno un'anima in Cina finanziarie certe richiede
Bisogna poi non è vero che se così è anonimo in
Perché se la Polizia postale vuole lo scopre Chicchirichì di fama chi infanga volendo si può fare però bisogna farlo capire soprattutto ai ragazzi nelle scuole serve
Una campagna
Io spero che chi chi mi mi succederà non so se mi sono state già le deleghe
In quella funzione chiaro io porti avanti questo discorso perché solo con l'autoriciclaggio solo con il convincimento non credo nelle leggi restrittive non credo
Nell'acqua o sibili tardi costringere
Google di costringere fessi buca fare qualcosa non ci riusciremmo
Troverebbero sempre qualche motivo tecnico devono
Essere convinti a farlo
Io volevo convincere la RAI a pubblicare durante le trasmissioni televisive quelle che erano pagate con il cane
Era l'hanno chiamato il bollino blu ricaricare veramente io volevo solo che ci fosse era ma scritta sotto il c'è questa trasmissione è stata realizzata con il contributo di voi cittadini contributo del canone
Si è detta nove rarissimo non c'è nessun altro Paese europeo e saper facciamo allora una cosa buona prima per la prima volta gli altri poi diranno ma sapete in Italia si fa
Quante volte lo diciamo ma in America si fa questo perché non lo facciamo anche noi qualcuno potrà dire di fare in
Intanto esso l'Italia euro particolare pensiamo questa televisione che a metà pubblicità in metà canone quindi eppure è giusto che
Io quando guardo la sera e sono un appassionato dei pacchi della
Atti fatti i macchinari
E da vorrei sapere dentro quei pachistani soldi dei cittadini italiani del canone oggi penso che la pubblicità perché cambia completamente atteggiamento perché sono i soldi dei cittadini io tifo per la dottoressa
Se sono i soldi la pubblicità di problemi poveraccio che se li vuole guadagnare senza merito alcuno
Purtroppo questa cosa
Io non sono un politico non ha una forza politica alle spalle era un tecnico convinto sono un tecnico convinto delle proprietà erano portata avanti in maniera
Infatti non sono più viceministro infatti
Il contratto di servizio la prima cosa che appena me ne sono andato gli hanno cancellato e quella perché è chiaro che la forza della RAI è tale che se la cosa non la vuole fare forse avrei dovuto cercare di convincere non di tende del tranello
Del contratto di servizio scadenza la tentazione è stata forte la prossima volta rispettano di più i loro diritti di potenti
Rapina aggravata
Allora io vorrei visto che abbiamo parlato di bambini
E vi ringraziamo Ilaria Borletti che ci lascia perché lei in questo momento continua a stare
Dietro a tutte le sue cose di governo ed è stata un po'il filo conduttore di questa prima parte
E io vorrei che venisse qui a parlare Marzia Masiello e subito dopo appunto Patrizia filetti ci perché vedo un filo conduttore fra le due
Marziane è una persona speciale che si occupa di ai beni e qui parliamo proprio di reti e continuiamo il discorso che abbiamo in qualche modo cominciato
Alexia andò vai a prendere il tuo strumento ci siamo pazzi va
Sì ciao spagnoli
Marzia si occupa di bambini e soprattutto si occupa di reti perché il vero problema di questo Paese e vedo tante persone che avvocati magistrati qui con noi stasera
La confusione assoluta che regna adesso non so visto che il nostro Presidente del Consiglio attuale Renzi ha avocato a sé la delega alle adozioni internazionali non so se le cose
Potranno migliorare lo spero vivamente perché prima per quanto riguarda le adozioni internazionali erano attivi Turetta che i ministeri che se ne occupavano
Quindi Marzia si è occupata niente ha fatto il diritto del del bambino ad avere una vita serena ad avere una famiglia e
Ed è veramente una grande esperta in questo senso
Grazie Paola per far questa bellissima occasione di condivisione anche per voler continuare anche un pochino quello che è l'appello Nobel cammino che stiamo facendo insieme a lavorare in insieme per del diritto del bambino ad essere figlio perché poi
Questo il diritto importante per cui in impegno quotidianamente
Io se mi ha consentito proprio interagire anche con agli interventi che mi hanno preceduto e e se è consentita una piccola parolaccia che però io cito il caso di questo ambiente così alto è una persona educata utilizzando un po'manichea
Internata e quindi richiamando un po'il diritto del bambino ad essere figlio vi volevo
Partecipare un po'quello che è un posto che ho scritto qualche giorno fa
Quando c'era Berlinguer struggente un'umanità così alta che ti rovesciata dentro o fuori
In quelle parole in quei fatti ho ritrovato la confidenza con le lotte di mamma operaia e l'impegno di papà artigiane contadino che senza saperlo con il solo comportamento sotto le campane della chiesa di Onna
Mi hanno avviato niente tre anni in Prussia a Napoli a Roma
All'amore per la scrittura all'impegno civile all'incontro con l'anarchico con la mia ostico con l'intellettuale col Monaco colma fattore con l'entusiasta con l'ingenuo col credente con il domestico e con l'estraneo con la paura e col coraggio
Con il vecchio e col bambino
Mastroianni all'inizio del firma fa una bella citazione che suona più o meno così
Ricorda tutto quello che vivi perché quello che dimentichi torna a soffiare nel vento io mi ricordo tutto di mio padre che il giorno dopo il sei aprile due mila e nove per reazione si mise a preparare la Genziana
E di mia madre e di tutte le operaie che come lei quando superavano i chiedevano soldi solidarietà venivano apostrofati da qualche commerciante del vecchio corso ma che cosa vogliono ma che vogliono ste puttane dicevano
Invece di andare a lavorare creano solo casino
Erano gli anni Novanta e Berlinguer era già morto
Questo lo dico perché perché da professionista ma anche da testimone di vita che fortunata in quanto nonostante le disgrazia del terremoto dell'Aquila nonostante tanti balzelli on da tante situazioni appunto difficili tristemente non tristemente note
Io sono figlia prima di essere una professionista questo non accade per centosessantotto milioni di bambini fuori dalla famiglia nel mondo
è questa un'emergenza umanitaria di cui forse troppo poco si parla
E quindi quanto importante comunicare anche questo diritto sacrosanto del bambino ad essere figlio ad essere figlio significa ricordare significa avere un'identità
Con la IBI noi ci occupiamo proprio della destinazione di questo diritto attraverso l'adozione internazionale attraverso l'affido attraverso la cooperazione il sostegno senza distanza
Si parlava poco fa dell'Europa l'Europa la grande
Assente in qualche modo
E rispetto a questo una delle grandi battaglie che stiamo portando avanti in questa fase proprio quella dei bambini in alto mare che vengono dalla Siria che vengono da Paesi lontani che sono
Sbarcano avverte fortunatamente magari con la le loro madri quando sono invece minori stranieri non accompagnati sono soli
Sono sprovvisti di qualsiasi protezione ma anche lì dove c'è uno Stato che tutela il diritto del del del minore
Noi stiamo chiedendo fortemente che ci possa essere una cabina di regia che possa mettere a sistema il no del privato sociale qualificato delle famiglie che sono una grande risorsa voi pensate
Che nel giro di pochissimo tempo dalla tragedia del tre ottobre
Dello scorso anno hanno risposto mille duecento famiglie a questa questo piano di solidarietà che i bambini amici dei bambini
Ha messo in campo eletto mi sta dicendo che mille duecento famiglie hanno delle Nazioni o però ah ok troppo ancora proprio dalle
Poiché vorrei che lo spiegasse anche loro il punto è proprio questo perché le mille duecento famiglie hanno dato la loro disponibilità a vario titolo
In particolar modo alibi sta facendo proprio anche l'indagine domiciliari per chi vuole prendere in affido questi bambini pur sapendo che poi minori stranieri non accompagnati non solo bambinetti ma sono
Ragazzi quindi grandi quindi si si deve
Esser pronti all'accoglienza di tipo temporaneo e anche molto particolare in questo senso per cui bisogna essere preparati
Quello che appunto le stiamo chiedendo con forza e di far sì che il nostro Governo possa dare una risposta politica e quindi anche inseriti in un contesto euro qual è la prima domanda questo fatto che il Presidente del Consiglio per la prima volta perché se no non è è mai successo adottarlo accantonata se questa delega sull'adozione internazionale noi siamo fortemente speranzosi perché è chiaro che il rischio potrebbe essere quello di magari
Essere una una delega importante appunto perché qua i bambini però poi tra le tante urgenze che poi è chiaro che non è quello insomma e invece non è la sua priorità Harold poiché appunto il presidente
Aveva anche parlato di adozioni sin dal dall'inizio appunto del suo mandato quindi noi vogliamo e ci ci siamo messi a disposizione ci mettiamo a disposizione proprio
Perché ci sia un cambio proprio di rotta in questo senso in quanto l'adozione come l'affido
Sono leggi che hanno fatto un pochino il loro tempo per qui hanno bisogno di essere attualizzate abbia essere di essere riviste di essere cioè non solo modernizzata e per uno snellimento di carattere burocratico ma anche proprio per essere rinforzate
In quelle che possono essere i nuovi tipi di accoglienza ma con una nuova politica forte
Sia interna che è europea ed estera perché non esistano più casi Congo come quello che abbiamo avuto sotto gli occhi per legge vorrebbe un incontro totale per raccontare il caso Congo perché l'idea di dare
Perché ai minori stranieri appunto mal ma a volte è un problema anche di associazioni perché io verso Torre spezzare una lancia rispetto all'AiBi bisogna sceglierle bene le associazioni come ho detto prima l'associazione viene una Malagodi fai
Onlus in Senegal è un'associazione seria loro sono un'associazione seria però in questo mondo è talmente enorme matematico non sono tutte associazioni serie e qui finché non c'è un regolazione è un po'come il discorso che faceva Tonino Catricalà cinque minuti fa mai ci salutammo proprio del tre ottobre con il
Impegno sulla sostegno senza distanza al Senato non sottolinearlo proprio nel prestigiosissima Sala Zuccari l'importanza della trasparenza
Quindi anche della tracciabilità dell'utilizzo di niente non è cambiato da ottobre in una situazione urge e quindi appunto all'aspetto fondamentale
Che richiamo anche in questo momento è l'importanza di narrare bene di raccontare con trasparenza correttezza ma anche le buone notizie perché poi ci sono al di là diciamo di sensazionalismo i tante buone notizie
Di un mondo italiano che ha cambiato passo rispetto magari alla politica che sta stentando ancora è stato non reale molto più generosa e disponibile su questo non ci sono assolutamente dunque che su questo per esempio
O mi piace richiamare l'esperienza che abbiamo fatto recentemente parlo con Cristiana Capotondi ha voluto regalare un proprio Bergoglio appunto in occasione della primo anno del suo pontificato
Linea questa storia bellissima di questo bimbo di di e la poltrona del Papa
è un nostro bimbo Puccini lottato con con amici dei bambini l'avrete visto tutti probabilmente nella giornata delle famiglie sedersi sulla poltrona per cui abbiamo realizzato voi veramente uno piccolo documentario omaggio
E l'aspetto però politico gli veniamo anche dalla relazione nella terza relazione annuale del garante dell'infanzia ed adolescenza che c'è stata
Ieri di fatto il Garante ha
Ha richiamato un aspetto molto importante occorrono i luoghi di sintesi di decisione manca un osservatorio del
Nazionale dell'infanzia e dell'adolescenza in questa fase
Che questo ente
Le adesso speriamo in questo libro realtà dei diritti lo usiamo anche come una specie di cartello di intenti giriamo e poi cerchiamo di dice mandare avanti le nostre battaglie dovunque
Siamo per cena Saglia presidente che mi ricordo quando mi regalò questo suo libro mandi o tace notiamo insomma una sorta di provocazione per dire ma chi ascolta il grido poi del bambino
Abbandonato che è una pietra scartata tra le pietre per rievocare anche un po'la il terreno sul L'Aquila e quindi tante pietre scartate che sono metafora poiché la vita quotidiana
è chiaro che la politica prima si parlava del libro di ieri nel nella dialettica tra doveri e diritti a me piacerebbe che ci fosse il libro dei voleri perché il volere il bene comune sarà il terzo ecco
Graverebbe
Grazie Nazario avvelenata alcolizzati
Verrei
L'Algeria Iran per finalità Krizia non vi preoccupate aperto il passo
Ancora il nastro fallisse sente nascono
Faccia veramente mi aiuta a chiudere perché Gianni aiutata
Per già mi sostiene molto questa idea di poter chiudere con una commercializzare
E mi permetto di leggere l'attacco perché mi piace con settanta ciò grazie al tra attacco
Patrizia telematici a scritto il diritto alla diversità e comincia così
Quando Bulgaria
Non è un bel tra parentesi annotato un pisolino giallo ha pensato
Guarda un po'se quel piselli non fosse stato verde forse la prima legge della genetica sarebbe arrivata più tardi
In seguito Carlo tra parentesi dare quindi antiquato della mutazione la matrice e il fattore promotore dell'evoluzione della specie
Lo strumento che offriva nuove forme di eventi che avrebbero sfidato la selezione naturale
Per secoli naturalisti hanno osservato catalogato riprodotto le forme viventi animali e vegetali classificando nelle caratteristiche e le differenze
A volte differenze morfologiche forniscono vantaggi evolutivi impensabili penso ai segnalati che trasportati dal vento germogli ha una grande distanza dalla pianta madre
Patrizia voleva però parlare delle persone handicappate con questa
Così allora il rapporto insieme due nature intanto ringrazio Paola che mi hanno gettato in un libro come così pesante personalità immodestamente voglio solo portare le mie esperienze di vita io sono una biologa molecolare genetista
Cioè vivo in quella fascia oscura che si chiama università e ricerca in questo Paese
E però cavalcò una rivoluzione culturale senza precedenti gli ultimi venti anni hanno visto l'esplosione nel campo delle biologi molecolari
E ci indicano la strada anche per le riflessioni che vanno oltre la biologia più stretta e mi piace parlare alle persone con degli esempi
Di biologia perché sono le stesse regole che governano la vita allora quest'idea della votazione intesa come strumento che ha usato l'evoluzione
E la selezione per evolvere
Allora senza l'annotazione noi non saremo quelli che siamo
E allora mi sono chiesta ma perché allora una diversità nel nostro mondo
Diventa
Diciamo soprattutto un motivo di assoluta indifferenza perché la diversità che il mondo della disabilità
Assurge ha notizia solo quando costituisce
Un dramma o un'eccezionalità allora parliamo dei campioni olimpionici e pareri impicci o parliamo dei drammi assoluti che purtroppo leggiamo quotidianamente sui giornali
Allora interviene quello che era al sud riflessione sull'ambiente che è stata fatta prima scusate io mescola questi concetti l'ambiente la biologia non esiste solo l'evoluzione
Le scienze più moderni hanno capito che l'interazione delle cellule con l'ambiente le rende quello che sono e determina cosa noi siamo
Allora l'ambiente determina il modo in cui noi riusciamo
A poter vivere in un diritto che è quello della differenza
Una riflessione assolutamente importante
Li hanno chiamati i cittadini invisibili perché di ragazzi disabili ci sono tanti e di tante forme di tanti tipi ognuno particolare c'è come
Qualunque essere evidente ma dove stanno
Roma la città non tanto di AN ma voi vedete io no
Tranne alcuni
E quando questi vanno in giro le persone ben pensanti e intere classi politiche studiamo illusi completamente Sciacca preferiscono
Fa creare un muro di gomma Pierre paura di interferire non si sa bene con cosa allora l'ambiente e la conoscenza dell'ambiente e quindi la conoscenza e
Essere abituati ad una consuetudine nel trattare la diversità
Dove la diversità non deve diventare lo scandalo o il caso da illudere ma deve diventare uno strumento per crescere
Per imparare nuove cose nuovi nuove interazioni personali se questo non c'è non possiamo parlare mi i diritti di tutti nell'i doveri nei confronti
Dei disabili
Come si diceva prima non esiste e legge che tenga
Quando due persone si incontrano non in carrozzina e uno no in genere quello no spiega quanto lui è disabile rispetto all'altro perché lasciava un bollo disabili arancione stampato sulla sua macchina
Allora non c'è unna
La lotta di doveri o di diritti c'è semplicemente un allargare gli orizzonti
E proprio una proposta cioè vivere la differenza anche delle persone disabili come uno strumento di crescita
E come fonte di variabilità
E questo a quello che secondo me manca nel concepire queste persone da compatire o da assistere o da
O da assistere
In realtà non gli si dà spazio
E un'ultima riflessione
Parliamo di inserimento scolastico ma non parliamo di inserimento lavorativo però parliamo di leggi speciali ora queste leggi speciali prevedono l'inserimento di figure di bassissimo livello
Call center
Uscieri portieri
Allora è questo l'inserimento lavorativo che noi ci vogliamo proporrei per una fascia di persone che probabilmente
Deve essere considerata solo diversamente
Ma non certo in modo minoritario rispetto agli altri
E qui vi lascio ma
Se
Alla Ballesi
Tornerei tutti Lattanzi attrezzatura gratis perché venticinque anni
Al privato e quindi questa affermazione straordinaria che suona ladri di carrozzelle
E quindi hai trovato il modo de inserire il mondo della indicata a pieno titolo attraverso la musica
Ma per me è semplicissimo collegarmi perché
Nei quest'anno compiamo venticinque anni è una storia un po'strana perché entro cinque anni fa faceva l'animatore in un villaggio e aveva un gruppo di handicappati si usava questa parola allora non c'è ancora state tutto Leo
Le ditte mentali scusate il termine che poi ci sia stato in Italia e quando hanno proposto di ragionare in modo che le mie il direttore di seconda cosa relativi agli handicappati diciamo detto se li possiamo coinvolgere nell'animazione a me sembrava una pessima idea di una scusa Mandica pari con l'animazione allora il direttore che era furbo dice quattro quelli
Ci parli facilmente a una fesseria diciamo loro che non si può fare perfetto nel bilancio che è arrivato verso questo posto questo bando alle a questo personaggio avvicina ne vedo due in carrozzina gemelli quindi tra metà Cerasa elastica voglia di lavorare sulla
Veggia spezzare l'esaltante mentre invece da questi due stavano litigando l'uno con l'altro una all'altra sia brutta indica apponemmo né altri sette meno San Paolo sulla via di Damasco che attraversa più pazzi dei noi le due settimane in quel villaggio Sallam venticinque anni fa ancora le raccontano perché quello che abbiamo combinato quelli che poi saranno i fondatori della delicatezza del solo che
Foglia ora però deve persone straordinarie che però non è una regola raggruppa tutti quelli con disabilità Asor persone straordinarie persone
Noi venticinque avrebbe avuto più di cinquanta musicisti perché all'inizio purtroppo perché è una patologia progressiva
Quindi persegue la distrofia muscolare adesso sono persone che non ci stanno i giornali sono morti tutte e due nel novantatré sono stati prima morire a ventiquattro anni e sono una cosa che io ancora
Rimanevo di Morimondo e successivamente sono state persone che sono in Salerno per come in tutti i Gruppi ucciso trovate qualcuno abbiamo provoca certo in malo modo qualcuno c'è stato poco perché le persone non ci sono delle dinamiche che funzionano e che non funzionano io mi collego all'ENAC
Intanto un Paese di matti ci mettono aveva sono fattibili perché secondo me il problema brevemente accennato aziende
Accendiamo Santina perciò sarebbe dovuta chiudere quindi sono nel Pantheon quello solido smessi abbia scritto Ayala getta un'ombra salirà contrariamente alle cose che a me l'hanno fatto troppo rido perché la caratteristica della delicatezza l'ancoraggio alla leggerezza agli asili ci succedono cose folle ma ci ridiamo sempre sopra
Provate ad immaginare quando chiamano i ladri di carrozzelle attualmente abbiamo tre quattro ragazzi agli Stati Bergamo dieci versano in carrozzina che apre la delicatezza le fanno lo scivolo cioè facilitano che c'è il parco senza scivolo
E quando arriviamo ci dicono sempre che problema c'è la Liguria così di peso cioè suddiviso sia
Sui pacchi postali nove persone ma la cosa peggiore sia successa l'organizzazione che è un anno ci ha chiamato quando siamo arrivati non c'era lo scivolo
Io e l'altro chitarrista che appare in quel tempo erano gli unici due in piedi abbiamo pesavano scala l'esattezza abbiamo rotto due tavoli due banche non abbiamo fatto lo scivolo cioè il falegname Gavino praticamente
Abbiamo altresì l'anno dopo questo ci ha richiamato nel luglio abbiamo neppure detto dello scivolo perché ci sembrava ovvio
Con l'esame degli lo scivolo non ce l'ha già detto va beh ma l'hanno fatto tanto bene l'anno scorso
Cioè
Qual è il problema culturale pochi mesi fa questa recente ci hanno chiamato ad un convegno sulle barriere architettoniche a raccontare come adesso dei fatti
Facciamo questo convegno parlare in tanti assessori sindaci politici reperire area
Quindi se il convegno di organizzarci parta ristorante provinciale ristoranti saranno quindici scalini
C'è anche un bello sarebbe tuttavia fatto Santinato cioè di niente ostativa che sarà così questo va fatto NASA ma dei piccoli dettagli che ti sfuggono quando organizzi le cose cioè avesse successo pochi mesi fa
Ma la più bella della settimana scorsa abbiamo anche degli agenti che in Italia ci aiutano a trovare incerte tutte Bagella diceva
Questa dall'raccontare qua proposta agganciata alla delicatezza della festa di quartiere in una città di grandi colonna però al quartiere di periferia la proposta al comma Comitato
Il comitato dice vado stimano gli avete ci guarda il quartiere ha già un quartiere che un sacco di problemi aggiungere un'altra piaga sociale non ci sembra il caso
Sarà farseli finanziare la retta nessuno deve decidere
Emersa di ed è la settimana scorsa però le cose che ci hanno fatto è quella che va fatto più vedere assoluto se gran concerto la racconto perché a me ESA per Lospinuso Davide la signora che a fine concerto tra l'altro a fine concerto legga la stampa a parlare o comunque con l'altro in piedi con esiti
Sa in carrozzina non salisse parlare perché volevo da sempre cultura sempre la mentalità pagata se andiamo al bar addizionali un'amica in carrozzina il barista viene da me e mi dice lei cosa vende paramedici e l'UPI cosa prende lo chieda lumi novantanove volte su cento
Comunque una signora stile non certo durano tutta che aveva fatto mi scusi ma ad oggi nella magistratura e
Correlate maestra doveva chiedere e questo è stato attuato anche se c'è stato un altro dove oltre questo non è successo dicono che a fine concerto sempre venuto mi ha fatto Santa scusi ma che senso doveri
Idonea Altadis arrivasse a casa e per l'utenza e falsi invalidi forse li assorbe non so se al e non ha saputo rispondere quando vanno che saltano decies così ma che si avveri nostra dei peluche io ho detto che io
Domanda senza risposta assieme
Ma sapete alla diva serio che non stiamo a Roma Capitale capitale d'Italia allora la stessa dei servizi sociali della Provincia di Roma
Sta al quarto piano secondo cui l'ascensore fino a che piano arriva
Ah c'è stata al terzo esatto allora che
Allora salernitani che io vado in Provincia chiede soldi contribuire alla prima sarà destra dalla sinistra ma adesso va a sinistra l'alta Assessorato ai Servizi Sociali sta al quarto piano
E ancora adesso l'ascensore arrivo al terzo inventano Enzo riuscire a spostare Assessorato
C'è una cosa folle sempre parla male ma non perché la casacca decadono non ce l'abbiamo perché abbiamo suonato una volta all'Auditorium tanto lo sapete tutti che l'ha fatto non lo posso anche non fare che erano degli archetti io famose del Monna Basaglia Sala Sinopoli due volte
Anche se allora vidas sempre non fa nomi brasato l'alternanza Sinopoli tutte d'una volta noto portare le rampe che servono per far salire le ruspe sui cambio perché la Sala Sinopoli come la Didone accessibile dappertutto tranne che sul palco baseremo handicappato usa questa è una cosa che ci ha fatto il palco
Cioè culturale il problema l'abbiamo fatto recentemente un gemellaggio dei ragazzi danesi
E quando approvato io isolare a delinquere troppi anni fa ma si è scordato dovuta alla io ho provato a spiegare in tedesco il problema dei falsi invalidi anche una cosa molto Messenger come quelli che parcheggiano sui posti per disabili non avendo il permesso no
E questo è il tedesco e Monica discolo fatto presente che il mio tedesco il problema degli odori spiegato in inglese che con la lettura di non capisco perché perderebbero impossibile capire che una persona si mette su un posto quando gli cioè
è un problema culturale e poi un'altra cosa che ma rattristato tanto quando si confonde il diritto con il favore lo ha conosciuto una ragazza che finirà in carrozzina per un incidente è un'altra cosa alla quale non si parlava in Italia ogni anno
Centocinquanta mila persone fanno incidenti e di queste
Quindicimila finiscono in carrozzina anzi se ne parla mai perché casa mobili stia
Ovviamente non mi permetto
Se l'alloggio non solo quando escono i dati
Per
Amalgamata qualcuno dicevo
No vada a protestare Zeichen venisse in carrozzina e la rabbia Daniela perché il Sindaco e gli altri atto lo scivolo davanti casa e poi il Sindaco pretendeva in una cerimonia ufficiale che lei ringrazia se davanti a tutti il Sindaco che il fatto lo scivolo quando lei diceva questo mio diritto non è un favore sta cosa al sindaco in testa non rientrava pretendeva
Alla confondere il diritto con il favore anno succede molti cittadini invisibili ma abbiamo aperto da un paio d'anni la delicatezza le iniziamo con disabilità esclusivamente fisica
Da un paio d'anni abbiamo inserito anche persone disabilità mentale di nebbia dei ragazzi autistici ragazzi portatori di consiglierei di danno anche le patologie io l'avevo mai sentito
E abbiamo scoperto l'ingegnere pieno solo stanno chiusi l'anno scorso abbiamo fatto ne facciamo il tour da professionisti marciamo anche il tour sociale cioè
Non lo sa nessuno ci andiamo a sommare nei centri estivi dove ci sono dei volontari straordinarie permettono a questi ragazzi e le famiglie di avere un paio di settimane
Di tranquillità è pieno cioè usa cassa boccale cioè è una cosa Pierre in giro non li dire che questa società dove ancora si tende a nascondere dove ancora c'è chi si vergogna e una cose qua chiudo veramente
C'è culturalmente lanciamo Savarese ancora alcune famiglie quando parlavo dei figli con disabilità dei loro a rischio razzia
La Riviera assentito tante sarà quando c'ho avuto la disgrazia sta causando anche vicino ai figli
C'è una da ragazzino che sento papà e mamma che parla dirmi come la disgrazia a crescere come il cittadino che tutti i diritti di cui insomma avrebbe bisogna queste quanto quindi ecco io sono orgoglioso felice di essere stato
Coinvolte in questa cosa libere bellissima io eleggo uno o due al giorno gergo allora io faccio come media senza come cosa e spero che veramente possa avere un sacco di successo grazie
Fondamento
Francobolli
Potete immaginarvi da queste poche battute e mi spiace chiaramente chi è al Governo in questo momento deve lavorare per cui Ilaria rimasta anche troppo però
Il filo conduttore con Hillary era anche perché lo scorso anno contavano e Carlo Verdone abbiamo inaugurato tutti i percorsi accessibili al favore abbiamo fatto un lavoro veramente molto bello e qui c'è la persona
Che è stata il primo motore che si chiama Maria Grazia filetti sicché la sorella di Patrizia è che è riuscita
A
Progettare questo straordinario l'ascensore che permetterà i favori che sono l'area archeologica più grande al mondo al cui interno al cui interno ci al Colosseo deve essere totalmente accessibile
Visto che parliamo di amministrazione di salute di sanità c'è un grande medico fra noi e si chiama Aldo Morrone è ci aiuta prima della chiusura che sarà fatta da Santino e io dovrei dire due parole
A raccontare il suo diritto
Tutti voi lo conoscete la persona che è riuscita a dare dignità
No
è un grandissimo numero di immigrati e dei barboni a Roma creando un servizio dermatologica eccezionale prefetto tante e tante altre cose nella sua vita ma in questo caso qui a per parlare appunto di diritto alla salute e di quello che lui ha scritto
Pertanto ringrazio Paolo invece che sta dando potrei cosa rimasto molto colpito dominato da questo discorso su dei diversi handicappati adesso diversamente abili io ci lavoro tutti i giorni lo sia tuttora lo quando questi sono anche stranieri senza permesso di soggiorno
No e devo dire che io provengo adesso dall'Asia sono stati in Siria in Libano città e questo può quando lo diciamo
Del
Diritto alla salute realtà ecco il prima e il diritto alla felicità non esisteva esiste il diritto alla ricerca la felicità esiste il diritto alla tutela della salute
D'Alema interessato otto interventi precedenti perché il diritto della salute si può vedere come un diritto individuale l'articolo trenta della Costituzione dice in effetti un diritto fondamentale l'invito ma
Interesse della collettività e cura e garantisce le cure agli indigenti cure gratuite
Valeria gli effetti anch'io ho avuto il privilegio di lì lavorare che fondono ci ha poiché i pazienti che si vede quindi a ciò Barboni zingari tossicodipendenti malati di mente prigionieri detenuti e devo dire è una realtà straordinaria
Devo dire la realtà straordinaria di quello che io faccio fatica a far comprendere che se noi dobbiamo garantire il diritto della salute per tutte le persone soprattutto per quelle più garantito lo dobbiamo partire da queste fasce di popolazione che apparentemente sono più fragili
Perché in realtà rappresento la parte più nobile e più importante più essenziale della nostra società
Quelle persone che apparentemente diventano inutili e che in realtà sono quelli che danno il senso il nostro lavoro io butto lì perché in questi tantissimi anni
Io adesso votato mi occupo di pazienti al pronto soccorso il San Camillo
Quindi voglio dire una realtà ancora più drammatica perché lì il sei il pronto soccorso può come il carcere
è diventata una discarica sociale realtà la maggior parte di persone che vanno a purtroppo son quelle persone che hanno problemi di natura sociale di natura economica natura culturale hanno problemi di natura sanitaria ma l'unica realtà democratica cioè il nostro Paese è pronto soccorso caccia
Drammatico questo ma è vero
E devo dire che del gendarme anch'io i vari interventi oggi partecipando a questo incontro sono veramente affascinato da ITEA e sempre più convinto che se c'è salvezza normalità queste determinata darle
Figure dalle persone dalle realtà degli esseri umani
Ma soprattutto dagli esseri viventi apparentemente più fragili quindi che non contano quasi nulla perché per esempio i miei non votavano
E quindi dal punto di vista politico non c'era nessun tipo di interesse non producono profitto
Non consumano direttore io mi occupo di quel pensionato che ancora attendono il famoso milione
Il famoso milione nasceranno non ce l'hanno ancora di dire ovviamente non c'è ancora perché guadagnano prendono quattrocentosettanta euro
Al mese e co quattrocentosettanta euro al mese non si pagano è che il ticket per farsi gli esami in una cella più i servizi sanitari ne abbiamo già un servizio sanitario proprio per queste fasce di popolazione e non riescono ad entrare per cui la realtà mai
In questi anni straordinari che ho vissuto e che vivo tuttora con queste fasce straordinarie di persone fanno difficoltà a parlare persone che non riescono a esprimersi verbalmente ma che hanno una realtà è una vita straordinaria
Il Codice pieghe soprattutto il servizio sanitario deve essere fatto per le persone che ci debbono hanno necessità di accedervi invece non è adesso curiamo i sani su tutto e di perderli
Nelle scuole profumati non vogliamo imporre persone malate davvero non vogliamo quelle che magari non trasformano dentro l'ospedale io ho sempre problemi perché mi occupo di quelli che hanno
Quelle persone che prima ancora di vedere delle sementi
No anche stanno per arrivare
Molto prima che quella vera e che in realtà va
Credo che sia la parte migliore un ultimo punto io dicevo sempre questa persona soprattutto
Persone che non vogliono fuggire propri paesi ma sono entrati in atti mensili vi accorgerete adesso insidia Damasco c'è un'altra situazione drammatica anche per quelli che riesca a scappare in Libano
Che arrivano in condizioni veramente drammatiche né fingiamo di non accorgerci Honk sappiamo che
Finché non c'è un evento drammatico con molto è quello che già c'è
Non ci interessa ma quello che mi colpisce e che in queste realtà poi
Vivendo tra i bambini dei campi profughi soprattutto alla periferia di Beirut
Che è proprio adesso sostanzo alla confine fra le dico che ciò che è al corrente ed Etiopia cioè in in Etiopia un campo profughi di dodici mila persone
Ma siccome non ci ha di fare sistema richiamerà nessuno lo sa che esiste questo campo profughi
Egli aveva aperto proprio delle un ospedale per queste persone che sono troppo povere per fuggire in Libia poi imbarcarsi su quei balconi che riporto in gran parte annegare nel Mediterraneo per questa uscita ricco critiche
Ipocriti pianti da chissà che
Si poteva evitare qui quelle da nate morti che io ho visto deve a Lampedusa mentre poi sono andato in Eritrea cercare di parlare con le donne le materie di cui i figli che erano morti danno
Ma quello che mi colpisce che se ne prendiamo
Concetto prima che sia detto sull'ambiente vi ho ascoltato ben detto Felicitas tutto va bene il diritto all'alimentazione corretta
E mi piacerebbe mandassimo appunto in questi posti perché il cibo diventa un elemento fondamentale della salute
La diversità ma se non c'è futuro per tutti gli esseri umani non c'è futuro per nessuno ma soprattutto l'altro elemento spesso domando io da solo insieme all'alba tramonto alle piante e fiori agli animali
Il bilancio su dove tutti gli esseri viventi distorte Darwin e soprattutto mente soprattutto la guerra biologica dimostrano dello stesso codice genetico
Quindi homo sapiens demenze ameba piante e fiori hanno lo stesso codice generi oggi al futuro per tutte non c'è futuro per nessuna grazie
Perché non lo sapesse Aldo Morrone ha costruito l'Istituto Nazionale per la promozione della salute dei per la salute delle popolazioni migranti e il contrasto delle malattie alla povertà
E a questo punto siamo arrivati
Ad una riflessione più o meno a tutti di voi per noi con il Corriere della Sera l'altro ieri più Camastra Antonio che è un collega giovane ma molto bravo
Ha commentato la decisione del sindaco Marinotti emanare una circolare che vieti l'uso del termine normate negli atti dell'Amministrazione
Liquidando la come un'astratta circolare da Accademia della Crusca prende
C le parole sono molto molto importanti
Sono importanti e
Noi fino a adesso abbiamo parlato di questa Carta europea che è fatta di parole
E che ha quattordici anni quest'anno abbiamo fatto questo libro di riflessione proprio
Su questo tema dei diritti parlando e usando le parole e Alexia Santino Spinelli sa quanto le parole sono importanti il suo diritto particolare mi ha permesso di scoprire tante cose che non conoscevo
Quanti di noi sanno che evitare aeroporto Charlie Chaplin erano dei Ravenna
Molti parchi lo sanno ma Santina vieni qua racconta ciclo di vita anzi faccio però ascoltare il tuo diritto a Santino è un
Grande musicista un grande docente universitario
Un grande scrittore e adesso anziché parlare di luce gas ascoltare
E faccia sarebbe avvicinarmi che dovremmo chiudere
Questa dialogare tanto i politici non ha mai star vicino comincia a camminare piano piano ai giro percorsi esperta Santino accatastare Cesare così messi insieme
E poi chiudiamo perché questa è stata una presentazione anche una trasmissione per cui siamo stati anche nei tempi radiofonici
Vicino a me
Quando ha finito accendiamo e chiudiamo
Noi speriamo racconta inviandone Santino perché ti accompagniamo
Caimani con le mani nelle gambe con
Rispondo
Colori globale
Quando
Questo
I
Coinvolga
Ecco io atterrando fraternamente essendo questo saluto che anche una io fa tutti quanti voi batta fastidio
Purtroppo sui diverso non solo ma ci sono tante cose
Che ne fanno parte dell'informazione diciamo così ma chiedo più dell'altro richiede una propaganda e in particolare
Prevede limiti
Fare ascoltare questo varrà come delle tante perle che Romano dato al mondo oggigiorno Occhini
Però facendo questo brano visto il tempo
Non ha dato tanto
Facendo
Un viaggio ideale attraverso gli stili musicali che i Rom hanno donato all'Europa i Rom sono presenti in tutti gli Stati d'Europa dal mille quattrocento quindi non siamo realmente un popolo europea
Quindi
Per cui
Quanto qualche
Fu
Allo
Quello
Qua quindi
In ogni
Riunioni
E
E
Grazie
Riveli quelle
Prodotto
No non volevo morale
Dialettica video che intreccia con la conosceva adeguandoci chart in realtà questa è una
Bocca Nausicaa ancora didattica e questo che lui voleva dire adesso che cita il sentire
Però
Agli atti sempre come oggi giorni ad una
Donna dagli occhi scuri credimi Cinzia
Proprio Paola dei personaggi famosi pochi sanno anche Ibrahimovic rom però
Immaginario collettivo non passano mentale addirittura come svedese
No perché agite anzi tese quindi Consigliere cose positive
Qui a Roma sono sull'altro no o se invece dare addosso a Roma ovviamente devono indicativamente come
Come dire colpa etnica ecco neanche questo
Fa storia e anche questo purtroppo fa parte della nostra realtà
I io dico che è sempre che
Che l'integrazione
E come l'amore
Ce ne parla sempre in due perché altrimenti non è integrazione ben altro oggi c'era né adesso Cinzia che possiamo Cometo parlava prima facciamo bene
Breve beve però facciamo assieme perché la musica terzo livello vale a dire quello dell'ambito familiare dove e non lo sono per se stessi più che per gli altri okay
E condivisione ecco io vi invito a condividere questo momento di interculturalità
Vito per interculturalità deve intendersi vendere un'altra cultura ecco organiche quasi mai il diritto a dir la cultura le mani io vorrei che voi esistita ste questo diritto della suonare assieme a noi partecipando con condividendo con
Calata dello strumento percussivo straordinario va bene diverbio a
Lei anziché oggettivamente a fare da rendere stabile però bene sentire dell'Alleanza Nazionale anche al versante all'università quindi era veramente
Obama bisognerebbe far nascere il progetto è totale Sica leggerne le rispettive siamo arrivati al termine di questa serata
C'era da Cesare Romiti che già hanno aiutato a Perugia ed
Anche io in questo libro alla fine perché lui fa proprio in conclusione di questo libro dei
Concludere perché perché io mi ricordo che questa idea è partita da un'analisi dell'adeguamento della Carta dei diritti cioè di cinquantaquattro articoli divisi in sette capitolino estrazione ne abbiamo toccati solo alcuni
I territori sono dignità libertà uguaglianza solidarietà cittadinanza giustizia e tacere un capitolo di disposizioni generali finali ma in realtà ci siamo resi conto che per duemila oggi sono cambiate tantissime cose
E quindi abbiano fatto le nostre giunte oggi avete sentito questo diritto desiderabile di Filippo la Mantia pareri non avete sentito il diritto all'oblio io avrei voluto rispondere a Tonino Catricalà quando diceva ci vuole è stato scritto con il diritto all'oblio
C'è il parere Cesare Romiti e l'ha fatto una valutazione su ci sono non sono applicati questi diritti e come bisognerebbe trovare siccome lui è un saggio non riesce diamo la parola
Adesso mi pare esagerato allevamenti ringrazio simile da
Cioè una cosa che mi distingue un po'tutti coloro che sono presenti in questa sala io sono certamente il meno giovani di tutti voi
E quindi questo evita in un certo senso quasi lei il diritto di parlargli i parlarvene un attimo riferito da sempre l'argomento del libero di un'ora di partire ricavarlo dalla mia vita
Voglio raccontarvi due cose della mia vita io
Vi ricordo che quando era finita la guerra quarantacinque quarantasei io ero ragazzo e mi ricordo che in un mondo sembrava che
Non avesse fine non ci fosse il mondo fosse sparito che non ci fosse un'udienza del Paese era distrutto erano caduti tutti uniti tutti quelli che uno creato negli anni precedenti da ragazzi
No avevano creato un po'la mia cultura e mi ricordo che sembrava quasi di spaventarci trovarsi di fronte a qualcosa che non ci sarebbe mai potuto modificare
Fu il periodo più bello della mia vita e più Bellucci mi preme abbattuti quelli con meno visto quel periodo furono tutti gli italiani
Perché dal niente dalla distruzione dal tanto che il Paese era praticamente distrutto non c'era più niente
Siamo arrivati in operativamente pochissimi anni a diventare la decima in entrare nei dieci potenze più industriali del mondo a a diventare una vera potenza
Ne abbiamo fatti ricordo di crude abbiamo fatto di chi mestieri abbiamo lavorato in tutte le maniere quello che non c'è mai mancato e salta d'entusiasmo il desiderio la moglie di fare
Dico questo riferisca in tempi di oggi
Perché naturalmente io già meno giovani tutti voi o più diritto a parlare un pochettino in questo senso
E quando vedo che c'è molta
Va vincoli per l'occupazione che che è giusto nei tempi di oggi ma vedo anche novanta poca politica di muovendosi di rifarsi mi ricordo da sempre quello che facevamo noi
A ragazzi ha negli anni del PUC dopoguerra e quello che oggi invece gli altri ragazzi giovani che oggi fanno trovo che evidentemente anche colpa nostra perché non glielo abbiamo insegnato non gli abbiamo detto
E allora mi ricordo che allora sembrava tutti irraggiungibile io allora ero un po'la loro giovani che non è un lavoro non aveva niente
Trenta anni dopo quindi parecchi anni ma non moltissimi ero miserevole delegato della FIAT
E mi ricordo che in quel periodo fra le altre attività ci diamo una che si occupava del campo delle costruzioni ma soprattutto
Della sistemazione dei territori
E mi ricordo che aveva una showgirl avevamo che simulava Impresit nella quale avevamo chiamato a presiedere la Guido Carli il Governatore della Banca d'Italia che aveva lasciato da poco la Banca d'Italia
Che era molto amava molto andare all'estero vivere con gli italiani che lavoravano all'estero
Il Carlin io siamo andati in tanti posti ma quel posto mi ricordo
Alunno porta in Nigeria in una regione che si abbaia colori nel quale avevamo come Impresit costruito strade ma soprattutto irrigazioni avevamo guerrieri una modifica del terreno
E allora portare ad assistere alla nascita
Ida primo documento del primo grano del primo grado era quello che era nato in quella regione
Dara fondazioni della televisione non era mai nato e nacque con noi nate con cui avevamo portato con la l'acqua con lavoro degli italiani è un buon lavoro e le regole
E mi rivolgo all'inaugurazione Carli che non era uno che si muoveva facilmente si commosse e anche con quelle insieme ai dipendenti locali i nigeriani che erano là una festa incredibile
Per nascere domestiche di grano da un daino a terra che non ha neanche non sapeva che esisteva ricreano che esisteva il frumento esisteva la farina esisteva il pane che esistevano gli elementi base della vita
Allora lo dico questo per dire che i problemi in questo libro i diritti fondamentali dopo la guerra e non i diritti fondamentali erano tutti perché non avevamo niente
Trent'anni dopo avevamo fatto questo e mi ricordo la gioia che provammo Carli e Dio io ero più abituato Carli un po'meno perché proveniva dalla Banca d'Italia
A realizzare un fatto del genere veder nascere la prima volta
Dalla nascita della terra darceli primo frumento il primo grado
Secondo episodio doveva raccontare
Paola si viene assegnato dal conteggio
Nel mille novecentottanta euro sempre amministratore delegato della FIAT
E mi faceva molto occuparmi anche di robe non soltanto di automobili o di macchine movimento terra oggi sono attori ma vi ho già avuto alcune famiglie cultura
Ebbene ha proposto il capitolo che prima venduto antisala per essere acquisita da un partito politico Palazzo Grassi a Venezia che tutti voi conoscete certamente
E industria metterci le mani sopra prima ancora che gli altri si muovessero
è un'invenzione di sovvertire il mio Presidente io c'è un Presidente crocicchio valeva un pochino si chiamava Gianni Agnelli felicito da zero a comperare i Palazzo Grassi senza dirgli niente glielo dissi poi ci sicuramente l'analisi dei giorni dopo
Io non pensavo neppure che cosa si vuole riservare di Palazzo Grassi
Ma pensavo che poteva essere nostra in simbolo della FIAT nel mondo non tanto nel campo industriale del quale eravamo fermati allora è molto eravamo fra i protagonisti
Nell'Italia e anche in Europa e nel mondo ma quanto poteva farne un'altra che non potevamo fare per la cultura
In poco tempo li ha mandati regionali adesso purtroppo scomparso deporre la gara e volenti
E riferirne tema posto Palazzo Grassi la medesima prossimo in un anno praticamente un anno nacque quel Palazzo Grassi e poi prendano sulle cronache dei giornali per dignità decenni susseguenti
Ecco dico questo perché mi ricordo che abbiamo di fronte né dalla soprintendente di Venezia
Venti di Venezia mi ricordo ancora bene il nome e alla dottoressa asso che fra l'altro l'abbia un tese io vengo da andavo a Venezia congiuntamente partendo da Torino
La quale era intransigente severa ci fece morire poi naturalmente quella gara volenti due donne si picchiavano comunque metaforicamente si vi sia un'altra ma
Valori di questa donna diversa sovrintendente
Ed è faccia Ricci contribuì a realizzare una cosa che tutto il mondo oggi purtroppo è stata purtroppo venduta Nicola decolla con il desiderio di distruggere tutto quello che del buono nel passato si era fatto ma se invece costruire un qualche cosa ticinese famosi nel mondo nel campo dell'arte nel campo della cultura perché le vostre e le cose che fece Lalla non era facile ma allora
Erano certamente all'avanguardia
Dico questo e lo dico con la signora Borletti
Presento adesso questo Governo che farla dei sovrintendenti in termini di spregiativo di uno due tre volte parlarne fiere ditelo larghi lei
Difatti infatti tentare di dire la smettano che se naturalmente io penso direi concetto il corpo dei sovrintendenti e ciò possa essere qualcuno che non vale può darsi benissimo
Ma lei sopra internet teniamoci elencare
Crediamo per la per la mantenimento dell'ambiente quell'appello per la bellezza come CIC incentivi fino a stamattina
La signora Borletti sono indispensabili quindi bibliche
Prodotto in quest'occasione
Per pregarla le membro del Governo di dire che non facciano sciocchezze facciano le cose che devono fare e non qui di queste cose qua cos'è un errore madornale
Io non è che voglio dirle altro perché avete essendo stati qui da parecchio tempo poi aspettate la croce Lunardi Paola Severini ma io avrei praticamente chiusa che vuole lavorare alla va bene io vorrei ricordare ancora tutto il mio riconosciuta mia riconoscenza credere valori verso libero e popolazioni rinforzi esclusiva e abbiamo credo
Il bilancio
Dalle zone agricole
Intorno alla Siria ma il valore salvifico la pazienza la nuova quindi Paola permetti controlli sia a Perugia anche qui Iardino a Roma
Di fronte aspetti persone quindi un'arma di ringraziarvi ancora evasione cosa ogni fine ed è vero che dovrebbe andare nel suo grazie grazie ancora grazie
Tutti
Grazie a Radio Radicale
Sempre
E continuate a seguirci in questo provvedimento
Avvertita