09APR2014
rubriche

Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione

RUBRICA | di Andrea Billau RADIO - 16:48. Durata: 33 min 33 sec

Player
Trasmissione a cura di Shukri Said e Andrea Billau.

Puntata di "Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione" di mercoledì 9 aprile 2014 condotta da Andrea Billau .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Alfano, Clandestinita', Diritti Civili, Diritti Umani, Forze Armate, Immigrazione, Integrazione, Mass Media, Navi, Politica, Razzismo, Sicilia, Societa', Ue.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 33 minuti.
16:48

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno degli ascoltatori di Radio Radicale benvenuti alla nuova puntata di radio migrante quest'oggi questa mattina
Non ci sarà con noi come di consueto su questa idea che in missione internazionale allora affrontiamo subito i temi in agenda i dunque da Andrea villa un saluto cominciando
Dalla questione delle degli sbarchi agenzia di ieri
Ci diceva che sono oltre un migliaio gli immigrati che in poche ore sono stati soccorsi da unità navali della Marina militare italiana nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum
Riferisce la stessa Marina in una nota dove si parla di tre natanti in difficoltà provenienti dalle coste del nord Africa avvistati dall'elicottero della fregata maestrale da un telone dell'Aeronautica militare italiana i soccorsi
Tra l'altro ieri pomeriggio e ieri
Notte tra il mille quarantanove migranti portati in salvo ci sono cento ci conto uno donne novantuno minori di cui tre neonati
Ecco questo è un dato ma nella giornata del tre a perire come ci riferisce Alessandra Turrisi sull'avvenire
Il ministro dell'interno Alfano ha aspre lanciato un allarme effettivamente molto
Importante da trecento mila seicento mila persone in questo momento si trovano sul costo del nordafricano intenzioni di attraversare il Mediterraneo e il calcolo è per difetto le stime del Ministro dell'interno
Prefigurano un nuovo tsunami umano che dimostra come non siamo in condizioni di emergenza ma di immanenza
Questi anni saranno ricordati nella storia come tempo delle grande immigrazioni dal sud al nord del mondo non è una questione solo italiana ci batteremo perché questa frontiera venga difesa c'è lo strumento si chiama Frontex va potenziato
Ma la replica distanza ma gli replica a distanza di otto del Consiglio italiano per i rifugiati Christopher a in
Che bolla questi numeri come stile senza base reale e una l'attivismo che non aiuta bisogna riconoscere riflette a in
Che si sta registrando un aumento effettivo degli arrivi via mare negli ultimi mesi
Dal primo gennaio sono arrivati sulle nostre coste circa undici mila uomini ma attenzioni agli allarmismi di Alfano
Ha parlato a Palermo durante un pomeriggio di analisi studio riflessione sul tema una politica di immigrazione comune per l'Europa organizzato dall'Assemblea Regionale Siciliana della Conferenza dei presidenti dei Parlamenti regionali nel giorno in cui ricorrono i sei mesi dall'ultimo
Terribile naufragio largo di Lampedusa
Info corpi recuperati furono trecentosessantasei anzi trecentosessantasette ricorda la giornalista in via terra nuova perché uno Donato appena partorito fu trovato sott'acqua ancora attaccato alla madre con il cordone ombelicale
Scorrono le immagini della tragedia dei soccorsi si tenta di fare il punto sulle strategie messe in campo dall'Italia dall'Europa in vista del semestre di presidenza italiana dell'Unione e all'indomani della depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina
E e quindi c'è la dichiarazione di Alfano che abbiamo
Letto prima che ha poi aggiunto bisogna chiedersi
E se in quei luoghi la cooperazione internazionale sta funzionando bisogna avviare una cooperazione giudiziaria per portare avanti le inchieste aperte in Italia contro i mercanti di morte l'Italia campione del mondo di soccorso in mare di accoglienza lo dimostra l'operazione Mare Nostrum
Ma chiediamo la modifica del Trattato di Dublino perché l'Italia non può essere la prigione dichiarino in Italia e invece vuole andare da un'altra
Parte
Infatti è l'Europa la grande incriminata al semestre di presidenza
Del Consiglio dell'Unione europea è un'occasione fondamentale per il nostro Paese affinché all'ordine del giorno non ci siano solo il rigore e i conti a ritmo etici della spesa ma si parli di sviluppo di crescita e di immigrazione
Sottolinea il presidente e la coesione affari esteri del Senato Pier Ferdinando
Casini bisogna mettere al centro la politica di buon vicinato nei confronti del Mediterraneo ma avverte sino a quando il tema dei l'operazione sarà al centro delle campagne elettorali noi non riusciremo mai a dare un contributo serio una soluzione di questo
Problema per a distanza ha risposto il Presidente del Consiglio dell'Unione Armanda non più di quella dell'immigrazione è stata una delle questioni chiave affrontato dal vertice dell'Unione europea con l'Africa
Annunciando una dichiarazione congiunta in cinque punti una road map per impedire il ripetersi tragedie come quella avvenuta a Lampedusa o quella nel deserto
Della
Nigeria ma nel dibattito arriva anche la stoccata del Presidente da associazioni Migrantes e Arcivescovo di Agrigento Francesco Montenegro
L'Europa si regge non sui volti degli uomini ma sull'economia il rischio quando si parla di immigrati che diventino statistiche e fino a qualche tempo fa anche criminali invece che buoni e donne che hanno voglia di vivere mi chiedo perché bisogna morire affinché al fenomeno migratorio sia data attenzione la dura presa di posizione anche sulle strutture in cui tenere i migranti CIE non dovrebbero esistere perché non consente una vita dignitosa
Lampedusa il simbolo della fallimentare politica in tema di America immigrazione portata avanti
Dal al nostro
Paese
Il suo rilievo per l'abolizione del reato di clandestinità serpeggia tra le istituzioni presenti era ora commenta il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone e il Procuratore capo di Agrigento Renato Di Natale ricorda
Chi sono gli uffici nel due mila tredici erano stati costretti ad aprire sedici mila fascicoli
Per via dei continui sbarchi la depenalizzazione comporterà una deflazione del carico giudiziario per tutti gli uffici in particolare
Per quelli di Agrigento intasati da migliaia di procedimenti avrà l'effetto di ridurre
Le spese e consistere e consentirà di fare un in una migliore lotta agli scafisti perché il migrante potrà essere sentito come semplice testimone e sarà portato a dire con maggiore severità quello che essa
E quindi abbiamo visto come i temi poi si intrecciano e questo dato che l'altra notizia della settimana
Dell'abolizione nell'ambito del disegno di legge sulla depenalizzazioni carcerarie
Della del reato di clandestinità sia stato un altro evento
Importante della settimana allora se vogliamo continuare a occuparci
Di sbarchi perché abbiamo intervistato una ricercatore della Fondazione Moressa che ci dà dei dati che nascono appunto dallo studio dei numeri di questi ultimi anni
Radio radicale ci occupiamo di sbarchi di emigranti e di domande di asilo
Mentre appunto vengono dati dei lanciati degli allarmi in particolare dalla ministra interno Alfano sulla possibilità di sbarchi di centinaia di migliaia di persone
Naturalmente di bisogna insomma fare un po'il punto della situazione con dati certi che per esempio la Fondazione leone Moressa nel come di consueto che
Fa
Studi in particolare sui fenomeni migratori a diramato infatti
Noi siamo in collegamento telefonico con Enrico Di Pasquale ricercatore della Fondazione Moressa e che salutiamo nuovamente salve
Buongiorno
Allora volevo vedere questi dati su o questi sbarchi in effetti in aumento e anche sul dato
Della situazione delle domande di asilo cominciano dagli sbarchi
Intendo dire che l'allarme lanciato dal Ministro degli Interni sicuramente non è infondato nel senso che
Osservando il gli sbarchi nei primi tre mesi del due mila quattordici confrontati con lo stesso periodo dell'anno precedente
Siamo passati da circa ottocento sbarchi a oltre ma quasi undici mila quindi un aumento di tredici volte
Che è chiaramente se il trend ci conferma per tutto l'anno avremmo sicuramente il record di sbarchi in assoluto in Italia certamente è presto per fare per fare delle previsioni bisogna considerare molti fattori tra cui le condizioni climatiche molti fattori le o politici però osservando questi primi tre mesi il dato è sicuramente
Significativo
Ecco e infatti diciamo vedrò voi oltre ai primi mesi invii quest'anno
Voi avete analizzato o un triennio tra il due mila undici e il due mila e tredici suocere poi parlare
Quindi sicuramente il due mila undici ha fatto l'anno record per quanto riguarda gli sbarchi sulle coste italiane e a causa delle primavere arabe dei vari conflitti nelle coste del Mediterraneo
Nel due mila dodici del
Fatto una un ridimensionamento
Per poi tornare a crescere nel due mila tredici quindi possiamo dire che la situazione piuttosto instabile e altalenante e dipende molto dalle
Dalle crisi che si alterano i Paesi prevalentemente dell'Africa e questo è dimostrato anche dei Paesi di provenienza delle dei migranti che sbarcano sulle nostre coste
E sì perché diciamo appunto io nel come voi rilevate nel rapporto i conflitti aumentano il numero dei migranti non a caso no se si va a guardare i Paesi di origine per esempio c'è o no una prevalenza di siriani cioè poi parlare
Finiti i siriani sono stati l'anno scorso nel due mila tredici e la la nazionalità più
Più frequente tra gli sbarchi seguiti dai Eritrea e Somalia mentre nei primi mesi del due mila quattordici c'è stato un po'di un piccolo invece di alcuni Paesi dell'Africa subsahariana
Come mali Gambia e anche Eritrea e Somalia quindi
Direi che non è non è più solo
Di Mediterraneo a spingere verso l'Italia ma anche Paesi dell'Africa dell'Africa centrale
Ecco da questo punto di vista poi bisogna insomma affrontare anche come avete fatto giustamente la questione dell'asino perché appunto
Monti molti tra quelli che sbarcano
Nel nostro Paese sulle nostre coste nel Mediterraneo in realtà non sono più definibili come migranti economici ma
Per lo più come profughi e quindi
Come molto spesso succede richiedenti di protezione internazionale vogliamo capire medio questa situazione
Sì per assolutamente
La maggioranza delle dei migranti che arrivano via mare non o nominando per motivazioni economiche
Ma sono persone che fuggono da situazioni di
Di conflitti o di o di pericolo e questo ripeto è testimoniato dalle nazionalità quindi siriani Malliani
Eritrei e somali ad esempio però il dato interessante riguardo fine alle richieste di asilo è che l'Italia pur essendo la porta d'Europa per quanto riguarda gli sbarchi
è invece nelle ultime posizioni per quanto riguarda le richieste d'asilo e che può significare che non tutti gli stranieri che chiedono asilo in Europa arrivano via mare
E infatti in Germania in Francia addirittura in tecnica abbiamo numeri molto più alti rispetto all'Italia
Eh sì insomma diciamo che d'Italia con ventotto mila richieste se pensiamo
La Germania il primo Paese centoventisette mila sono le richieste quindi effettivamente no oppure la Francia come seconda sessantacinque mila insomma
La Svezia cinquantaquattro mila ecco come e e tra l'altro c'è anche un altro dato no che
Il numero dei richiedenti asilo in rapporto al numero di stranieri
Residenti fa registrare per l'Italia l'incidenza percentuale più bassa no di di
Di asilanti
Esatto Italia Regno Unito sono i due Paesi con la più bassa incidenza di richiedenti asilo rispetto alla ed elementi stranieri
E siamo molto lontani a Paesi come ad esempio la Polonia che al venticinque per cento o l'Ungheria che al tredici per cento o l'altezza con l'otto per cento
E siamo comunque anche al di sotto della media europea che è del del due per cento
Ecco infatti poi tra l'altro all'ultima parte del del di questo vostro rapporto fate
Una un confronto appunto tra le richiesta insomma
In Europa impari che mettete in risalto proprio come l'aspetto del della richiesta asilo della Siria sia preponderante poi la situazione in particolare nord dell'Italia giusto
Infine in Europa sicuramente i siriani sono fatti è stata la nazionalità
Con il maggior numero di richiedenti asilo e ma Nolt mentre in Italia le prime nazionalità sono state Nigeria polacchi stamani Somalia
Ma il dato
Più significativo è che mentre in Europa il numero di richieste di asilo è aumentato in maniera direi costante negli ultimi sei anni
In Italia ha subito come il numero degli sbarchi un andamento altalenante con un picco nel due mila undici
E con negli altri anni invece numeri molto variabili
E qui do potrebbe essere dato da una caro fra gestione di questo o di questo fenomeno e uno scarso coordinamento insomma per cui dipendiamo molto dalle crisi che si svolgono nel Mediterraneo
E non siamo in grado invece di gestire questi numeri
In maniera opportuna
Ultima causa sulle detto all'inizio insomma difficile fare previsioni no rispetto appunto le previsioni presenta del Ministro dell'interno ma voi pure però nel vostro
Comunicato insomma fatte qualche previsione no
Fitto era di
E che è appunto il il quadro completo lo si potrà fare solo la fine dell'anno anche perché
Gli sbarchi sono un fenomeno molto incostante dipendono molto ad esempio alle condizioni
Chi ma anche delle condizioni del mare
Però sicuramente un un numero così alto in soli tre mesi non sarà mai registrato e
Sicuramente
Per il due mila quattordici numero degli sbarchi farò sicuramente superiore rispetto all'anno precedente perché siamo già quasi
Solo in tre metri
Siamo da un quarto del totale dell'anno quindi è presumibile che chi si supererà questo questo livello
In conclusione voi traete insomma una considerazione finale nove non alla fine di questo rapporto
Chi che appunto secondo noi invito la differenza tra il trend in Italia e in Europa
Non è più pensabile che l'Italia debba gestire da sola questo fenomeno così come gli altri Paesi
Del dell'Europa meridionale non possono gestire da soli questo fenomeno ma serve una politica comune e un coordinamento tra le varie politiche perché chiaramente
Non è un problema solo italiano ma è un problema europeo
Allora grazie ricco di Pasquale ricercatore della Fondazione Moressa grazie a voi
Ecco abbiamo sentito la formazione Moressa sugli sbarchi e anche sui dati
Dell'asilo e esproprio su queste è stato pubblicato
Il rapporto dell'Alto Commissariato per i rifugiati dell'ONU Asylum prende due mila tredici non sui Paesi industrializzati tra i primi dieci Paesi di origine dei rifiuti dei rifugiati in Siria Afghanistan Eritrea Somalia era che Pakistan
Il quadro che emerge dal rapporto asilo un trend pubblicato a Ginevra segnala che tra i primi dieci Paesi di origine sei sono attualmente teatro di conflitti e violenze diffuse
L'Afghanistan che negli ultimi due anni era stato principale paese di origine dei richiedenti asilo a livello mondiale oggi al terzo posto in termini di nuovi richieste dietro la Siria e la Federazione russa
Nello scorso anno sono state presentate di quarantaquattro Paesi più industrializzati del mondo seicentotredici mila domande di asilo quasi il trenta per cento in più
Rispetto al due mila dodici la mente causato principalmente dalla situazione in Siria la Regione che ha visto il più elevato aumento di richiedenti asilo e l'Europa nel due mila tredici le domande di asilo in Italia e questo ce lo dava anche
Il dato non fu conservò resa sono stati in tutto ventisette
Mila e ottocento e
è invece vediamo
Cosa dice il Centro Astalli
Che si occupa cento dei Gesuiti che si occupa di questo un aumento pari al sessanta per cento è quello fatto registrare dalle richieste di asilo presentate in Italia nel due mila tredici rispetto all'anno precedente in particolare sono state depositate
Ventisette mila ottocentotrenta domande dai rifugiati rispetto ai quarantadue mila novecentoventicinque immigrati sbarcati illegalmente sulle nostre coste
E quel soldato riassuntivo contenuto nel rapporto annuale stilato dal centro Astalli
Per i responsabili del centro fa pensare il significativo scarto tra le persone sbarcate sulle coste italiane
E le richieste di asilo presentate un altro dato che fa riflettere è la differenza fra il numero dei richiedenti asilo siriani in Italia appena seicentonovantacinque e quello registrato in Paesi del nord
Europa
Quindi
Questo anche conferma i dati che ci dava a Fondazione Moressa poi il rapporto presenta altre cifre significative di centodue mila seicentosettantacinque ad esempio
Il totale dei passi distribuiti dalla a mensa del sempre nel due mila tredici
Un dato costante rispetto all'anno precedente con una media giornaliera compresa tra i trecentocinquanta e le quattrocento
Unità e però si dice anche si conferma tragicamente l'incapacità del sistema di accoglienza italiano di dare risposte persino ai bisogni più immediati
Ecco adesso invece vogliamo a leggere un articolo di commento dell'abolizione della reato di clandestinità che è stato scritto il giorno dopo
Questa abolizione un commento di Luigi Manconi Valentina Brini su una scelta di civiltà
L'unità il giovedì tre aprile finalmente è stato approvato alla Camera il disegno di legge sulle pene alternative che prevede tra le altre cose anche la delocalizzazione della fattispecie di immigrazione irregolare ciò significa
Il Governo dovrà entro diciotto mesi
Trasformare in illecito amministrativo l'attuale reato di immigrazione clandestina
Previsto dall'articolo dieci bis del Testo Unico rendendo penalmente rilevante solo il reingresso in Italia in violazione di una precedente provvedimento di espulsione
Il reato voluto dalla lega Nord del PdL era stato introdotto il due mila nove e prevedeva una sanzione pecuniaria che tuttavia non veniva mai irrogata in quanto l'espunzione determinava il proscioglimento in questi anni quel reato ha portato alla criminalizzazione
I numerosissimi stranieri solo ad Agrigento negli ultimi dodici mesi ne sono stati indagati migliaia e migliaia è questo che costituisce in particolare nella percezione dell'opinione pubblica la giustificazione
Dell'esistenza dei centri di identificazione ed espulsione se lo straniero rappresenta una minaccia sociale in pericolo per l'incolumità e la sicurezza dei cittadini esso va contenuto classificato come i criminali
Recluso lei e centri di identificazione espulsione eppure nonostante che siano stati avviati numerosi processi
Quell'illecito non ha avuto l'effetto di dissuadere dall'ingresso irregolare quanti intendevano e intendono venire in Italia ciò significa che il miglior modo di affrontare questo fenomeno non è quello di criminalizzare punire ma quello di agevolare e di rendere più conveniente per tutti italiani e stranieri
L'ingresso regolare ecco perché
Sarebbe opportuno
Introdurre il visto di ingresso per ricerca di occupazione al fine di favorire
L'incontro tra offerta e domanda nel nostro Paese contribuendo a regolarizzare
Una quota notevole degli ingressi dei soggiorni non regolari il sistema attuale il decreto flussi
Quote chiamata nominativa si basa sull'ipotesi rivelatasi del tutto irrealistica che offerta e domanda di lavoro si incontrano i paesi di emigrazione con il visto di ingresso per ricerca occupazione
Chi voglia venire in Italia si deve rivolgere al consolato italiano nel suo Paese rilascia copia del passaporto impronte se non vi sono precedenti negativi
Gli verrà riconosciuto un visto per cercare lavoro in Italia tempo sei o dodici mesi se trova lavoro stipula un contratto tiene permesso di soggiorno ciò oltretutto scoraggi erede i rapporti di lavoro in nero
Se non trovano occupazione deve tornare al suo Paese salvo concedere in futuro un'altra chance
Per concludere il reato di immigrazione regolare ha certamente influito sul modo di intendere la presenza straniera in Italia ha fatto sì che la categoria dei migranti venisse assimilata secondo una concezione
Giuridica precedente allo Stato di diritto
A quella di una classe pericolosa da perseguire e non per i reati commessi per ma per la sua stessa condizione esistenziale
Non per ciò che si fa ma perciò che si è il Parlamento la sua parte l'ha fatta ora spetta al Governo non essere da meno così Luigi Manconi e Valentina Brinis
Ma adesso andiamo a occuparci di rom avvierò ma con un ampio servizio sul manifesto di ieri
Su io rom senza luce della Tiburtina l'articolo D Angelo Mastandrea
Non insistere non posso farti entrare perché cosa vuoi che ti dica si sa che le Camere sono senza luce
E allora facciamolo sapere al mondo nella Besta uso rom di via fisso a Roma gli zingari temporaneamente ospiti del Comune sono alloggiati in stanze senza finestre
L'unica luce e quella del neo uno per questo la vita si svolge alla riaperta in un cortile circondato da mura di recinzione viviamo come animali dice a più riprese una donna che si avvicina
Quando scopre che un giornalista minuta bussare alla porta del centro altre annuiscono e confermo l'hanno voglia di parlare ma non ho la possibilità di verificare quanto le loro parole si avvicinano al vero di misurare
Se il tasso di teatralità sia direttamente e inversamente proporzionale a quello di realismo il guardiano Cesare un dipendente
Della cooperativa in opera che gestisce il centro ha ricevuto l'ordine di non fare entrare i giornalisti non se la sente di trasgredire ci invita piuttosto a fare un giro nelle diverse occupazioni che ci sono nei dintorni dandoci indicazioni dettagliate
E precisando che anche lui abita in una casa occupata
Qual è il motivo di tanto dissero se sul sito web della struttura si vedono foto distanze pulite gente al lavoro e si legge che la best autonomo dispone di cinquantadue camere da letto
Da letto scusate climatizzate arredate di servizi igienico-sanitari sufficienti per il numero degli ospiti di una mezza con capienza di centotrenta posti di lavanderia un laboratorio ludico didattico un laboratorio di riciclo e una piccola palestra
Perché impedire l'accesso ai media in una struttura comunale d'accoglienza e non detentiva cos'è che non si vuole mostrare Cesare allarga le braccia beh si sa che le Camere sono senza luce
Sono venuta in questa periferia industriale della capitale per verificare le condizioni Deroma dopo il passaggio
Dall'era Alemanno a quella Marino e sapevo fin dalla partenza che difficilmente sarei
Io cito a spuntarla avevo cercato di ottenere un regolare permesso di visitare la struttura accompagnato da un fotografo ma dopo essere rimbalzata da quest'ultima alla sede della cooperativa poi il Campidoglio sino a sfociare
Il in a incocciare in un bel no alla richiesta di ingresso da parte dell'Assessorato alle Politiche Sociali mi sono deciso a presentarmi alla vessatorio Roma di persona la via Tiburtina di Roma
Abbandonato il fermento di San Lorenzo attraversati quartieri formicaio oltre la nuovissima stazione dell'alta velocità assume una veste industriale man mano che ci si spinge verso raccordo anulare
Sale giochi la nomina americani Giannotti eccetera eccetera mandiamo avanti nell'articolo perché poi
è quello che ci interessa effettivamente quello che succeda la destra uso rom alle undici del mattino al cortile ad aver Staso rom affollato un gruppo di uomini gioca a carte le donne fanno capannello tra loro i ragazzi pure
Parlano volentieri snocciolando nutrito cahier de doléances dentro troppo buio si vive meglio in carcere da quando siamo qui ci avvaliamo
Di continuo le visite di parenti amici non sono consentite e alle undici di sera si chiudono i cancelli
Ora anziana signora con il capo velato sostiene di essere arrivata il giorno prima dalla Bosnia per incontrare i figli e nipoti di essere stata costretta a dormire all'addiaccio davanti all'ingresso perché gli stranieri
Per dire strani non c'è posto all'interno
Chiedo a Cesare quanti sono gli ospiti in questo momento circa trecentocinquanta mi risponda Roma bosniaci rumeni che convivono senza particolari attriti
Fanno sei persone Camera senza finestre e alla luce dei neonati e in più tra questi ci sono circa duecento minori
A denunciare in condizione di non di chi ha visto è stata la soluzione ventuno luglio lo scorso febbraio ma il grido di allarme non è stato ascoltato da nessuno i rom non fanno audience e neppure votano in pochi sono disposti a sposarmi la causa per un politico
Il rischio di perdere consenso piuttosto che a trarne Ignazio Marino ha comunque voluto incontrare una decina di giorni fa alcuni esponenti dell'Associazione al termine il Sindaco si è detto convinto che si sia trattato
Dell'inizio di un ottimo cammino che faremo insieme per migliorare
Il volto della città eppure il dossier delle organizzazioni umanitarie poco Clemente nei suoi confronti elenca uno per uno i diciassette sgombri in un anno e accende i riflettori sulle condizioni di vita
Degli otto mila rom e sinti che abitano territorio Romano capro espiatorio per eccellenza del malessere sociale in questa Italia di inizio millennio
è cui insisto è ancora andiamo avanti nell'articolo
Associazioni discettato di associazione ventuno luglio non si sono fermati
Tra la superficie hanno chiesto una visura catastale dell'edificio che ospita la Besta uso Rollo scoprendo che la struttura
Risulta catalogata come cinture ossia un locale utilizzato per il deposito di merci locali di sgombero sottotetti ogni stanza la dimensione media di circa dodici metri quadri corridoi
L'istanza non controsoffitto sono privi di finestre illuminazione sì al Turati e di una garantita attraverso lampada minore al neon mentre la reazione artificiale assicurata da impianti di condizionamento oltre venti la struttura non dispone di arredi
Inoltre calcolando diciannove euro al giorno più l'IVA al quattro per cento per i trecentoventi rom ospitati al momento della loro vista l'Amministrazione spenderebbe
Sei mila trecentoventitré euro virgola venti al mese per ogni persona una cifra da fare impallidire qualsiasi ha detto la spending review
Quindi poi naturalmente l'articolo è molto lungo
Però appunto da l'idea di
Questa stesa enorme e per una situazione diciamo con molto degradata tanto che
Il Consigliere radicale Riccardo Mancini a
Fatto un comunicato dopo una visita insieme ai militanti l'Associazione ventuno luglio e le leggiamo proprio dalla stessa pagina
Del manifesto il radicali Riccardo magia Marino vai a controllare
Gli attivisti dell'associazione ventuno luglio conosco molto bene l'abbia stavo solo l'India Visso
E ne hanno fatto oggetto di una campagna per chiedere la sua chiusura sabato mattina
Il Presidente Carlo sta sola si è presentata i cancelli insieme al consigliere comunale di Roma il radicale
Riccardo Maggi per mostrare la struttura al Presidente del Comitato europeo
Per i diritti sociali LUISS quis mena che Sadat in Italia in questi giorni all'uscita il Trio annunciato iniziative legali nei confronti dei responsabili anche istituzionali di questa follia che ci umilia di fronte all'Europa
Una struttura quella di cui il manifesto parla in queste pagine
Che discrimina cittadini con gravi conseguenze per la loro salute e che non ha nessuno dei requisiti previsti dalla normativa regionale sulle strutture di accoglienza e quindi evidentemente non può essere accreditate come centro di accoglienza
Riccardo Maggi chiede Ignazio Marino di visitare al più presto la struttura illegale
Come medico ancor prima che come sindaco nei giorni scorsi anche Amnesty International ha ispezionato al fabbricato dove di ottocentocinquanta robot SMI ACI
E rumeni
E tra l'altro ammessi
A cioè
Apre la stessa pagina un articolo che
Al titolo sempre di massa Andrea razzismo di Stato in Italia a Roma stop discriminazioni rom sono pari a d'Europa bersaglio fasce del malcontento sociale il motore di consenso
Per l'estrema destra vittime di popolo silenziose del razzismo di Stato
Dell'intelligenza di sinistra come denunciava un paio d'anni fa anche da colonne di questo giornale il filosofo francese sia a Craxi era contando gli sgomberi rastrellamenti ordinati dal Ministro dell'Interno socialista della Francia Manuel sbalzo il futuro premier
In occasione della giornata internazionale dei Rom e dei Sinti Amnesty International ha diffuso un rapporto sulle discriminazioni del vecchio continente mettendo sotto accusa i leader europei
E poi è molto preoccupato della situazione italiana dal quartier generale di Londra hanno puntato i riflettori sul nostro Paese intensificato l'iscrizione scritto una lettera al Sindaco di Roma Ignazio e Nino per chiedervi conto delle discriminazioni nella capitale
Come si vede il quadro
Abbastanza completo per
Nella denuncia e speriamo veramente che come avevamo già letto nella scorsa puntata il Sindaco Marino in particolare quindi a Roma
Dia corso a quanto è emerso dalla riunione consociazione ventuno luglio con in particolare il consigliere radicale Riccardo Maggi
Concludiamo questa puntata di radio migrante occupandoci
Delle comunali del due mila
Quattordici
Con un articolo di stranieri d'Italia del ventisette marzo il venticinque maggio si vota oltre che per le europee anche per rinnovare le amministrazioni di oltre quattro mila comuni italiani
Si va dalla popolosa Firenze dove io lo trecentosessanta mila persone alla piccola
Pesino in provincia di Sondrio dove gli abitanti sono appena trentatré come sempre anche i cittadini rumeni polacchi o di altri Paesi dell'Unione europea che vivono in quei Comuni sono chiamati a scegliere Sindaco i consiglieri comunali la legge permette loro anche di candidarsi come i consiglieri
Sia che vogliono solo votare sia che vogliono essere anche letti devono però prima iscriversi
Ha una lista elettorale aggiunta la domanda indirizzata al Sindaco
Si presenta l'ufficio elettorale del comune di residenza in molti casi è possibile spedirla per raccomandata alcuni Comuni l'accettano anche via fax o addirittura perimetri
Conviene quindi informarsi caso per caso anche per reperire i moduli conviene tenere d'occhio il calendario perché la domanda va presentata
Entro il quindici aprile due mila quattordici quarantesimo giorno precedente le elezioni chi si era già iscritto per votare le ultime elezioni comunali per le europee
La lista è diversa dell'invece solo aspettare il giorno delle elezioni andare al suo seggio con la scheda elettorale quanti saranno i rumeni polacchi e gli altri cittadini comunitari che andranno a votare probabilmente pochi come sempre
Disinteresse disinformazione favoriti dalla quasi totale disattenzione di amministrazione politici verso questa fetta di potenziali elettori continuano a te vedi lontani dalle urne e con questo chiudiamo
La trasmissione di radio di migranti di oggi senza subire sai che però ci sarà nuovamente la prossima settimana vi ricordiamo come entrare in contatto con noi attraverso il sito
Di Radio Radicale punto it cliccando nella sezione rubriche sola di migrante o andando sul sito l'associazione
Migrare di cui sciupio segretaria www punto migrare punto EU grazie per l'attenzione e alla prossima settimana alle sei e venti