09APR2014
intervista

In viaggio lungo la ex cortina di ferro / 2. Intervista a Matteo Tacconi

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli Radio - 12:54. Durata: 9 min 50 sec

Player
Prosegue il viaggio di Matteo Tacconi, accompagnato dal fotografo Ignacio Maria Coccia, lungo la ex cortina di ferro per scoprire come sono cambiati i territori europei dove correva la frontiera tra Europa occidentale ed Europa orientale e sovietica.

Dopo Berlino si prosegue verso sud, verso la Baviera, la Repubblica Ceca e l'Austria, nelle zone dove la Nato si attendeva l'eventuale invasione dei carri armati dell'Armata Rossa.

"In viaggio lungo la ex cortina di ferro / 2. Intervista a Matteo Tacconi" realizzata da Roberto Spagnoli con Matteo Tacconi (giornalista indipendente).

L'intervista è
stata registrata mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 12:54.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Austria, Baviera, Berlino, Est, Europa, Germania, Guerra, Guerra Fredda, Nato, Patto Di Varsavia, Repubblica Ceca, Russia, Storia, Usa.

La registrazione audio ha una durata di 9 minuti.

leggi tutto

riduci

12:54

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Prosegue il viaggio di Matteo Tacconi Grasso Maria accorcia lungo la ex Cortina di ferro venticinque anni dopo la caduta del muro di Berlino per capire come cambiata quella parte d'Europa che segnalo che il confine tra due tra due mondi tra due blocchi contrapposti e siamo ancora una volta al telefono con Matteo Tacconi
Allora Matteo ci siamo lasciati che eravate a Berlino poi siete avete continuate a scendere verso sud tra l'altro se non sbaglio nelle nelle terre dove si prevedeva che l'Armata Rossa potesse sfondare difesa di quello che era chiamato il mondo libero vero
Esattamente abbiamo fatto questa sorta la quando rovesciando il poi Alpa
Che di pappa una una cittadella una Honda un prestito di guardia gestito dai militari americani
Dall'inizio però tutta questa vallata
Che si sviluppa intorno alla sta ripulita e data della conformazione molto collinare che aveva appena il tempo ovviamente la guerra batteva o le qualità anche con i carri armati e quel tipo di terreno e ideale lavora
Per lanciare un attacco secondo la i piani della NATO da lì diete APT del Patto di Varsavia sarebbero o
Avrebbero dovuto sconfinare in capo nel caso in cui la guerra fredda CUP diventava calda diciamo
Poiché accanto proseguendo Camossi lì
Arrivando a modo a voi e a una città anima un'unica cittadina però diritto amministrativamente parlava di Herat Wind quindi penso al tempo la guerra fredda quindi ricavate da una parte
Era in Germania Est è una in Germania ore pur essendo un unico villaggio una specie di cui Peppu tirato su un muro ai confratelli martedì sette cento metri e tanta crea chiamata la più era chiamata la piccola Bertino
E c'è arrivato un tratto di questo punto per cui la Polonia un tetto ne verrebbe un corridoio ecologico
è anche un corridoio di dati qualche parte tedesca incontrano delle anticaglie diciamo pezzi di Murolo corrette Pili Spinardi non e quindi appunto anche a suo modo d'essere alla didattica
Sì portavoce e ancora peggio
Costeggiando la foresta bavarese proviene dall'altra parte cioè la Repubblica Ceca con il parco di SUMAI se non sbaglio e e questo risultato un parco transfrontaliero
Gestito congiuntamente
A scopi ecologici turistici culturali eccetera e li regnare naturali ancora il problema con qui ne
Il percepisce molto poco
Se non quando ogni tanto compilarlo ci provano degli agglomerati di come dire manicure pedicure dal pilota tecniche shop dove editoriale di approfonditi diretta e
Carlo ora in poi qui insomma si tocca con mano anche a una un'evoluzione
Cioè come come dicevamo anche nelle altre nostre in altra secolo a qui quella che è una volta era la la che la cortina di ferro è diventata da una parte una cortina verde un'area ecologica dall'altra una motivo anche di
Sfruttamento commerciale legato alla memoria della della divisione dei muri dei denari di quello che era appunto la cui confine tra tra Occidente Oriente
No no a solitamente tombale poi
Borbottò diciamo allestimento o orientalista l'iter setticemia competono ma
Anche per quella parte una precisazione tanto che questi parchi naturali non è che sono nati
Con la guerra fredda netta con tutta l'area di frontiera
Aveva aveva delle convertibili borgo intorno a quella di ad un unico polo di minor rilievo enormi all'interno o meno perché aree hanno ottanta elevato a rango di parco naturale
Anche con l'ingresso certa non accade che
Non a caso il vostro il vostro questo vostro viaggio per esempio sostenuto dagli uffici più i siti di Germania e Austria ma anche di un'azienda ecologica diciamo così come come Moroni partners o da dal Dame permane che sfrutta in qualche modo il
Le mie la memoria visiva della DDR come l'omino dei dei semafori ne ha fatto un motivo anche quello di richiamo turistico insomma
Sì sì esattamente sarà sarà attuato questo interesse sia da parte di queste due aziende
Sia da parte degli enti turistici di permanenza operaio
Perché ecco o magari non è in carica labiale sviluppare altri tipi di itinerari rispetto alle le classi Cinecittà della Germania la bozza quindi c'è stato qualche incoraggiamento
Caretto sostenibile un progetto terribile accorrendo o
Senti ti volevo chiedere anticiparla villa l'altro era la volta del del del ring ricco no no che chi in varie forme più o meno appannato c'è ovviamente nelle popolazioni che vivevano lungo la cortina di ferro è sempre così anche dove dove adesso in questi giorni che di proseguimento del viaggio che tipo di
Di sentimenti avete raccolto prevale il ricordo il distacco la rimozione o cos'altro
Male non è però come dire contando
Corte tento di normalità nel senso che
Sicuramente tutti mi ricordano dove correva il PON con piene e come andavano le cose
Venticinque trenta anni oggi o di
Però insomma ecco da che ormai è unificata e perché ci sono delle memorie ma
Quello che ci pare di capire che non solo nelle forme di nostalgici aromatico per via politica diciamo che pure in certi casi esistono
Ma sono forme legate al vissuto quotidiano
Adelchi pongo l'orrore
La gente ha voluto che dell'altra parte del villaggio ha voluto che vede questo tetto che moratori ma mette in piedi per ricordare
Come vanno le cose una volta che non
Non ci chi poteva guardare non ci si poteva parlare
Il FAS è libero e e che cosa cosa vi dicono quando quando vedono due italiani che stanno ripercorrendo la il tracciato delle sorti ma di fare
Ma
Non c'è un unitaria se e tuteli colomba il Progetto speriamo anche noi pedofilia insomma però ecco non immagino che
Anche altre che hanno partorito questa rotta
E che quindi
Ci sia anche un po'di India abitudine nelle altre non ritengo otto localmente fotografi mamma anche turistica comunque sono aree dove però prima me la barriera ogni villaggio
è pieno di che applaudono
Sono audience di base d'ambra l'attenzione come li chiamano richiamando in Germania ecco
Enzo Mazza questo come già abbiamo avuto modo di dire dimostra che Telco anche una tutto sommato una una pagina anche triste anche tragica per certi versi se pensiamo alle persone che sono morte particolare a Berlino tentando di di di i tagli attraversare la la cortina di ferro può può restare però può nella memoria ma non modo diverso positivo questo potrebbe valere anche in Italia se pensiamo ai luoghi
Nella prima guerra mondiale o i luoghi della seconda guerra mondiale insomma fare tutto sommato di diresti di un passato anche tragico difficile un motivo insomma anche invece di come dicevi dunque importante liberando vedere la gente che contiene mantiene la memoria ma che è un pezzo di muro però
Il proprio per non dimenticare ma allo stesso tempo guarda oltre
E il nostro paradosso è che lì dove chi combatte per la prima guerra mondiale all'emergenza con delle tentato Chiodini sino autonomie Pettenò perché gradite romano esatto sessanta allora noi ricordiamo insomma che
Come è possibile seguire il vostro il vostro viaggio viaggio turno Di Matteo Taccone viene Inacio Maria accovacciati al fotografo avete accompagnato c'è un sito ufficiali sono così che verde Cortina appunto comma e poi naturalmente attraverso questa intervista a Radio Radicale allora prossima nella prossima puntata cosa ci racconterete
Ma facciamo
E colpire travolta Repubblica Ceca
E poi il meglio non togliamo potrà terminare battezzava e curiosità distanti ottanta chilometri l'una dall'altra
E al tempo della guerra fredda nonché parlava ne abbia tempo ma non sviluppato debbono intrecci tra l'altro
Arditti vistate avvicinando all'Ungheria che fu il primo varco che sia qui prima può qualche mese prima della della caduta del muro di Berlino snella nella nella
Estate dell'ottantanove in realtà si aprirli per la prima volta la
La cortina di ferro insalata interessa falsamente così ci andremo su quei posti
Allora poiché lo racconteremo perfetto allora verde Cortina punto commentato permettere seguire leggere quei testi vedere le foto di casa Maria cosa cioè avete su Radio radicale un prossimo ha un po'a un prossimo appuntamento grazie Matteo saluta Mateuta corali con viale Rocca