09APR2014
intervista

Intervista alla Professoressa Marilisa D'Amico sulla sentenza della Consulta sulla Legge 40

INTERVISTA | di Andrea Billau RADIO - 16:29. Durata: 13 min 33 sec

Player
"Intervista alla Professoressa Marilisa D'Amico sulla sentenza della Consulta sulla Legge 40" realizzata da Andrea Billau con Marilisa D'Amico (professoressa).

L'intervista è stata registrata mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 16:29.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Costituzione, Diritti Civili, Diritto, Discriminazione, Donazione, Embrione, Esteri, Fecondazione Assistita, Giustizia, Italia, Legge, Magistratura, Malattia, Maternita', Medicina, Paternita', Procreazione, Stato, Sterilita'.

La registrazione
audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci

16:29

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il divieto di fronte fecondazione eterologa è incostituzionale lo ha deciso la Consulta in merito alla parte della legge quaranta del due mila quattro sulla procreazione medicalmente assistita in cui si vieta di ricorrere alla donazione di gameti o ho CTO spermatozoi esterni alla coppia per concepire un figlio cade dunque l'ultimo paletto imposto dalla discussa normativa italiana dopo aver affrontato la questione della conservazione degli embrioni della diagnosi pre-impianto e dell'numero di embrioni da impiantare nell'utero materno per la seconda volte la Corte era stata chiamata a giudicare la legittimità costituzionale di quella che è stata definita dagli avvocati difensori delle coppie la norma simbolo della legge quaranta cioè in divieto di fecondazione
Eterologa nel maggio del due mila e dodici la Corte decise di restituire gli atti tribunali rimettente i per valutare la questione alla luce della sopravvenuta sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo sulla stessa tematica oggi la nuova decisione dopo l'udienza pubblica di ieri ma Lina
Che era durata poco meno di un'ora e mezza e nel pomeriggio la Camera di Consiglio che poi è proseguita questa mattina e noi siamo adesso in collegamento telefonico con con una difensore delle coppie Marilisa D'Amico ordinario di Diritto Costituzionale all'Università Statale di
Milano buona sera
Buonasera allora
Professoressa
Mi pare anche ho visto anche una sua dichiarazione sulle agenzie che naturalmente sia soddisfatta insomma dei l'esito di questa l'udienza ma ci vuole appunto dire anche a noi insomma specificare meglio i termini della sua soddisfazione
Ma guardi sono molto contenta perché qualche era veramente diciamo la l'ultimo punto importante fare alta rimane il Rillo limiti all'ricerca scientifica da un'altra questione che comunque
Sarà oggetto tra davanti alla Corte costituzionale però il divieto assoluto di fecondazione eterologa
Che è una delle norme firmo la foto della legge quaranta
Rimaneva da ancora come residuo e di una di una legge barbara incostituzionale e soprattutto al seguito della decisione del due mila nove
Che la decisione con cui la Corte Costituzionale ha modificato la norma che riguardava la così detta fecondazione omologa cioè quello ottenibile in provetta Marconi il ricorso al TAR nei della coppia
Risultava ancora più assurdo che da una parte si fosse migliorato e data la possibilità ai alle coppie
Inferti viva che potevano ricordi corra la fecondazione omologa di avere un bambino in Italia in quanto appunto dell'articolo quattordici a tutto modificato gli aspetti più assurdi della legge diciamo di divieti territoriale legge quaranta
E e dall'altra rimaneva questo divieto assoluto di fecondazione eterologa e quindi venivano discriminate proprio le coppie sterili magari anche quelle più fragile in condizioni
Più
Più difficili per cui quel tale discriminazione forte che è una discriminazione diciamo j'ai dit temperamento di Nadia nasce per la della legge quaranta
Diventa una discriminazione insopportabile
Dopo la decisione della Corte del due mila nove se quindi sono molto contenta perché questa decisione in realtà a mio avviso è anche il modo in cui devo apporto poi ieri anche un po'la questione davanti ai giudici in cui l'abbiamo anche rifatta sollevare
Dei vari giudizi è una questione che da una parte originalità pone le scelte assurde arbitrari del legislatore del due mila quattro
Ma dall'altra è una questione che diventa ancora più forte proporre certamente di ragionevolezza e di discriminazione quando nel due mila nove c'accordiamo che la Corte costituzionale può intervenire ha voluto intervenire sulla legge quaranta e ne ha voluto correggere anche un aspetto incostituzionale
è chiaro progettazione ecco tra l'altro insomma non letto insomma che in dieci anni la legge quaranta a visto per ventotto volte l'intervento dei tribunali con oltre fine Pinuccia Touré e poi appunto precari
Falconi utilizzarsi assolutamente diciamo ci sono stati ventotto diciamo i miei calcoli forte però ancora di più ma Porpetto ci riportiamo o qualche cosa calcolarla uno in più nemmeno mai fra Paesi diciamo fra i ventotto trenta anche trentadue secondo alcuni
Alcuni calcoli giudizi il che significa tra l'altro due cose diverse raccolte diverso eccetera tra i diversi livelli di giudici diversi nel senso che abbiamo avuto pronunciata la Corte Costituzionale essi che il giudice a che fare una volta che dichiara incostituzionale la legge La nulla per tutti e quindi con un efficace l'affido di carattere generale
Abbiamo avuto anche varie pronunce di giudici su singoli casi
Che però hanno sancito principi poi fondamentali per tempo il principio della legittimità degli aiuti pre-impianto sancito dal tribunale di Cagliari
Nel due mila sette o il principio della legittimità della dell'accetta la diagnosi pre-impianto per la coppia malata ottenuta la prima volta nel tribunale di Palermo l'altra volta al Tribunale di Roma
Quel toccava addirittura è stato deciso anche dalla Corte europea era la famosa sentenza contattavate quindi abbiamo addirittura tre livelli di giurisdizione nazionale interna Corte costituzionale sempre appunto interna che addirittura Corte europea
Tutti livelli di giudici Katie Doug da un punto di vista e in un'ottica diversa hanno comunque confermato l'incostituzionalità illegittimità di una serie di scelte del legislatore
In realtà hanno modificato la legge laddove secondo me legislatura non avrà fatto il proprio dovere fin dall'inizio cioè invece di
Normare situazioni cercando di introdurre norme
Che potessero poi in qualche modo essere integrata nella realtà il legislatore l'ha fatto scelte ideologiche quindi tutti i divieti di Chieti incongruenti assurdi per un medico
Ma è che il Piano ritrovati appunto come
Dei delle pietre nella legge quaranta che le impediva di fatto la possibilità poi per le coppie di avere un figlio in Italia
Ecco a questo punto c'è chi nei vari commenti si è interrogato
E ha messo in dubbio anche la funzionalità di questa legge senza appunto queste norme che sono state dichiarate incostituzionali secondo lei è
Qual è il suo parere su questo però intanto devo dire che questi commenti mi sembrano molto simili
A quelli che sono stati fatti all'indomani della sentenza del due mila e nove quando lo stesso giorno che detto amare perché non vale niente perché in realtà non è vero che gli operatori e conferma io ne ama quanti embrioni PM inerisce potranno produrre quando in realtà lavori la corte l'ha detto chiaramente saranno i medici a decidere nel caso concreto e la crioconservazione a possibile
è quindi mi fermano come al solito commenti e che tengano tendono a sminuire la portata della decisione della Corte ricordiamolo a tutti perché è molto importante questo
Questo aspetto da ricordare da ribadire visto che nel nostro Stato ci sono anche diciamo
Esponenti delle istituzioni che fanno finta che la relativa decisione della Corte costituzionale sia diversa da quella che è
Una decisione di illegittimità costituzionale è come se fosse una nuova legge negativo cioè è una decisione con effettui c'era aiuto agli effetti della legge quindi dato ma dal giorno successivo alla pubblicazione della decisione e quindi potrà decidere fra pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dal giorno successivo
Cade in via generale e per tutti il divieto assoluto di praticare la fecondazione eterologa in Italia
Dopodiché qui si dice ammalora c'è un vuoto e non c'è una normativa applicabile in realtà non è così perché noi l'abbiamo anche scritto negli atti abbiamo anche detto ieri alla Corte costituzionale la legge quaranta
Ed è l'aspetto anche uno dei motivi della quel ragionevolezza
Stabilisce già una serie di norme positive per chiaramente violato i diritti della legge quaranta comporta preparato tale quindi noi abbiamo già la normativa il suo trattamento della disciplina familiare
Che in Puglia nel caso appunto in cui si ricorre alla fecondazione eterologa
Cioè l'articolo nove della legge quaranta in particolare ci dice perché Pato il disconoscimento di paternità che è vietato il disco diciamo il il il disconoscimento della o del da da parte la madre quindi a parte il padre la parte della madre
E poiché non ci darà un parere su una relazione giuridica del Senato da fecondazione eterologa con il donatore quindi questa disciplina c'è già e rimane ovviamente in piedi per terra il tono era un tutti tutte quelle disciplina previste
A tutela del bambino nato per quelle coppie che avessero violato il divieto quindi è attuato per farci capire come nostro legislatore era anche un po'
Cioè anche abbastanza mutati Corciano
Impegnativa un divieto per poi sapendo già
Ravveduto violare e a questo punto però ed entro tradirlo opera preoccupato per lo meno per fortuna
Della Porta di bambini che sarebbero nati in questo in questo in quei casi in cui l'attuazione quindi questa disciplina positiva cioè in più
L'articolo dodici vieta la commercializzazione di gameti quante un'indicazione molto importante perché significa che i gameti potranno essere diciamo utilizzati solo se Donati
In più dove abbiamo una disciplina e tutta la disciplina costituita dai decreti legislativi centonovantuno del due mila sei per
E anche la del del due mila dieci
C'è il decreto legislativo numero sedici del due mila dieci
Perché che praticamente
Sì danno alla disciplina in generale per le donazioni alla disciplina molto rigorosa specifica precisa
In questi decreti legislativi tutti già contengono delle indicazioni nel caso appunto in cui ci ci siano problemi
La tematica riguardi la fecondazione però allora ma fanno riferimento anche però alla legge quaranta dicendo
Alla luce però dei limiti entro i limiti della legge quaranta c'erano per cordata appunto che ci porta il divieto parla della donazione di gameti a questo punto venendo a cadere natura divieto
Questo disciplinanti applica interamente la legge quaranta e contiene dalla tutta una serie di indicazioni utili per il controllo dei donatori partitura per appunto di attacchi di come devono essere i centri dei registri e così via
Quindi la disciplina ce l'abbiamo già
Potrebbe sicuramente esserci qualche ulteriore aspetto di tipo organizzativo regolamentare però quegli aspetti anche nella prima della due mila quattro alla tranquillamente a regola e da circolari ministeriali o addirittura anche dalla
Dalla deontologia medica dalle regole da vari centri per cui per cui per quanto riguarda la fecondazione tale da prete passare una regola
Dei centri pubblici sarà quella di accogliere solamente coppie stabili addirittura alcuni solo coppie sposate tanto per tra per capire quello che poteva essere comunque anche la preoccupazione rispetto
Hai potuto di bambini questa specie di fantasma che ancora si aggirava intorno a quel momento in cui vedrà eravamo gli atti a spiegare
Le questioni sollevate e l'altro aspetto che potrebbe
Ancora rimanere oltre alla alla questione della diceva adesso della
Del
Sì della appunto della cultura che stavo dicendo della
Se ecco anche un altro aspetto che era regolato dai centri sì e non da circostante la circolari era a parte i controlli sui donatori
Ma anche il fatto per esempio che il donatore maschile non si potesse effettuare più di cinque Dellafiore in tutta la vita questo per evitare il rischio anche dei colletti figli incestuosi questo Fantato mai bambini criptata papero fin contrada Patro
In realtà figli dello stesso padre Ada che anche qui praticamente approvato però succede io la richiamo era per percentuali e praticamente
Io vigoria però proprio per questi centri vanno stabilito e precisamente queste regole
Ecco dunque potremmo dire che finalmente potranno finire quei viaggino nella
Procreazione all'estero che tra l'altro
Caratterizzavano anche questa legge come una legge di classe perché non tutti ovviamente se lo potevano permettere assolutamente ne abbiamo pareri copie che appunto ci dicono anche lettere che ci dicono vi prego fate in modo che ogni
Però questo divieto venga a cadere perché lo fa il forno a via Maris in cassa integrazione non posso farla eseguiti spendere ventimila euro piuttosto che dieci mila insomma sono cose allucinanti
Se ci penso e ci permettiamo ben poche
In Spagna diciamo mediamente la fecondazione eterologa viale
Ai dagli spagnoli viene che andrebbero chiesti quattro mila euro agli italiani otto mila semplicemente per il proprio è una pratica e diverta il settantatré per cento delle coppie che in campagna appunto
Di recano per avere un
E il vino sono copie
Indipendente tagliare sì di nazionalità italiana beh insomma mi pare che il quadro sia abbastanza chiaro e e io a questo punto non posso che ringraziare la professoressa Marilisa D'Amico
Che
Faccia parte del Collegio difensore delle coppie durante l'udienza della Corte costituzionale sulla legge quaranta e io la ringrazio molto le auguro buon lavoro e a voi la sorellastra adesso a maggior ragione