09APR2014
intervista

Intervista a Carlo Giovanardi sulla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il divieto alla fecondazione eterologa (legge 40/ 2004)

INTERVISTA | di Claudio Landi Roma - 00:00. Durata: 2 min 33 sec

Player
"Intervista a Carlo Giovanardi sulla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo il divieto alla fecondazione eterologa (legge 40/ 2004)" realizzata da Claudio Landi con Carlo Giovanardi (senatore, Nuovo Centrodestra).

L'intervista è stata registrata mercoledì 9 aprile 2014 alle 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Bioetica, Corte Costituzionale, Costituzione, Fecondazione Assistita, Maternita', Parlamento, Politica, Sterilita'.

La registrazione audio ha una durata di 2 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui quello il senatore Carlo Giovanardi del nuovo centrodestra senatore la Corte Costituzionale ha di fatto smantellato l'intero edificio della legge quaranta B. primo commento e che
Forse non bisogna abrogare solo il Senato ma anche alla Camera dei deputati perché sinceramente non si capisce cosa serve il Parlamento
Quando una legge approvata dal Parlamento è confermata da un referendum popolare viene smontata dalla Corte come prima per ragioni di un cavillo giuridico la legge sulla droga e via così cieco e quindici signori
Socio iscritto all'Abetone pigliamo atto hanno le loro idee hanno le loro prevenzione come tutti teologiche
Sinceramente non si capisce cosa appare quali parlamentare depurate certo non è che in quella lì c'era un po'sbagliato no ecco perché sbagliata questa sentenza da caccia apre una voragine normativa
Prendano del quale si pongono i problemi giganteschi che sono per esempio non è un discorso anche la Sapienza l'altro giorno perché
Si apre la porta
A due committenti e altre persone di cui viene acquistato il materiale genetico discussione del tribunale alto d'emblée protoni in affitto e quindi pagarci
Poveracci e dell'est o dell'India che mette a disposizione il loro corpo per fare la gestazione attraverso l'acquisto di fattore da produzione esterne
Con la dottrina italiana che divise su che il padre che la madre che diritti ricordo prese permise tuteli donatore esterno a il dovere di
Di riconoscere e quindi il figlio che nasce da un donatore esterno poi quasi mantenere dal padre biologico
Nel nord Europa invece i donatori sono sconosciuti quindi possono ma tra mondo centinaia di figli che sono statali fra di loro
E non da rispondono e il diritto del Silvio riconoscere che il padre e il diritto del figlio di avere un padre una madre sicuri e certi
E il caso che le cose vadano male fra la donna che ha fatto la gestazione alla donna calato il materiale genetico a quello che ha questo attrice in appagamento e due committenti chi ne risponde rivederci aprono una serie di problemi giganteschi
Che le però logo giustamente ritagliato impedito riconoscendo il pieno diritto mi pare piccola provetta
Ma a due persone che dona c'ero il loro materiale genetico non andando a fare un mercato è un far west da pro creati ca come adesso inevitabilmente sia da questo punto che deve far sì che nel Parlamento si terrà a Roma penso per esempio deve stabilire si evita che c'era adesso in come i magistrati vogliono comprare il corpo di una donna perché fa la gestazione naturalmente povera naturalmente i fondi perché non è che
C'erano le donne le quote gli ATO le donne ricche a metterci a disposizione per fare nove mesi di gestazione tutte quante ma significa che lo prendono perché è stato venduto
Chiarissimo riga simili senatore Carlo Giovanardi un saluto da Radio Radicale