10APR2014
intervista

La non democrazia italiana, la strage di diritto, l'informazione negata, la Costituzione, la partitocrazia, le competizioni elettorali, i radicali

SERVIZIO | di Aurelio Aversa RADIO - 12:02. Durata: 2 ore 6 min

Player
Capezzone, 8 apr 2002 Ginevra, Onu, commmissione diritti umani Capezzone, Bonino, Pannella 5 mar 2004 Bonino, Pannella, Maccanico, F.Orlando, Patrono..

24 apr 2009 presentazione libro inchiesta La Peste italiana.

Puntata di "La non democrazia italiana, la strage di diritto, l'informazione negata, la Costituzione, la partitocrazia, le competizioni elettorali, i radicali" di giovedì 10 aprile 2014 condotta da Aurelio Aversa .

Tra gli argomenti discussi: Archivio, Costituzione, Democrazia, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Elezioni, Giustizia, Informazione, Partiti, Partito Radicale,
Partitocrazia, Politica.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 2 ore e 6 minuti.

leggi tutto

riduci

12:02

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

L'odierno programma realizzato con documenti d'archivio che sotto il farà riascoltare la registrazione della primavera due mila due e il due mila e quattro dell'aprile due mila nove
Relativa a quanto da tempo i radicali denunciano in ogni sede sulla non democrazia italiana sulla non nel rispetto della Costituzione sull'assenza di una reale informazione nel nostro Paese in particolare durante i periodi di campagna
Elettorale
In questa circostanza che ascolterete innanzitutto il breve intervento che l'otto aprile due mila e due Daniele Capezzone in quel momento Segretario di radicali italiani pronuncio a Ginevra di fronte alla Commissione diritti umani dell'ONU per denunciare
Parlando a nome della Partito Radicale transnazionale organizzazione non è governativa
Il cosiddetto caso Italia intervento in inglese aperto con una frase dell'ex ministro ceceno cambiasse pronunciata ad un'assemblea radicale nel nostro Paese c'è massacro di persone
Nella vostro Paese in Italia c'è massacro di informazione e di conoscenza Capezzone ricordava che l'Italia Paese dove i principi della democrazia e della libertà sono conosciuti per essere ben radicati si trovava nella
Drammatica situazione di essere un Paese dove le istituzioni stesse erano da considerarsi illegittima
E denunciava inoltre il caso di un Paese dove i risultati di un referendum
Possono essere decisi da i morti ed agli scomparsi i cui nomi sono ancora nelle liste elettorali dove i risultati di alcuni referendum non sono presi in considerazione nemmeno dalla Parlamento
Al termine di ascolterete invece una registrazione della cinque marzo due mila quattro quando alla vigilia di elezioni europee
Daniele Capezzone Emma Bonino e Marco Pannella nel corso di una conferenza stampa chiedevano
Una monitoraggio internazionale della situazione italiana durante il periodo elettorale
In conclusione e ascolterete invece un documento dal ventiquattro aprile due mila nove quando i radicali illustrare una la stampa il libro inchiesta la peste italiana sulla storia sessantenne aleggia ampiamente denunciata
In passato con le varie iniziative di su tutti questi anni
Della distruzione dello stato di diritto e della democrazia antica analisi radicale ulteriormente
Confermata anche in quel caso in occasione di
Imminenti elezioni europee e che era tra l'altro sottolineata anche
Con all'adozione del simbolo della Sala gialla come quella
Degli ebrei durante dal nazismo e di ascolterete oltre che a interventi di Emma Bonino di Marco Pannella anche tra l'altro interventi dall'ex Ministro Antonio Maccanico della giornalista Federico Orlando
Di Mario Patrono ordinario di diritto pubblico all'Università la Sapienza di Roma e di Fulco lanchester preside della Facoltà di Scienze Politiche sempre alla Sapienza di Roma Ginevra Commissione dei diritti umani dell'ONU
Otto aprile due mila due
Va però signori
Che
Parte
Pacchiotti perché
Esprime su quattro
Chioggia oggi
Escono dal prossimo tutto interno
Nessuno ha avuto lavoratori quando Gueli
A
Allo specchio del condono comunque trasmesso trovare il Papa
Non abbia mai fece una pausa oltretutto in una società questo è un istituto il muso più voi tutti in tutti i problemi politici non sono più tocchi perché non c'è cinquecento
Quindi poco altri mai chi
Contro i titoli
E
Quelle poi cipollotto immobili siano utili
Cordoni tutti anch'essa
Insomma percentuale diciamo che noi ci ancorché ci lascia occupazione
Riccardi qui le copie per gioco ecco perché chiunque
Poiché itinerari Nietzsche poiché il rifiuto
Concreta inglesi Pugliafico intenda
Dove c'è qualche del competente
Monitoraggio e peraltro in questo equilibrio proprio guarda
Al personale
Dell'industria European sull'onda
Influito il dottor quelli piccoli o per troppa impone
Audizione del bilancio in questo ambito abbiamo il diritto ad abbandonare
Fatte da Massimo Nobili
Alla quinta
Mafiosi ma
Dopodiché aggiorniamo in quest'opera al mercato interno un legittimo per i diversi livelli dunque variare in reparto circa approssimare
Tanto astenuti ma alquanto piccola Pierluca delle badanti
Non bastano per vari tavoli per valutarla Sconciaforni Babbo Natale
Oggi
Sua allorché tutto il periodo
A
Murdoch sull'acqua tanto inciampa dappertutto il Pino Burlo Mina
Tutto riesce
Eccellente
D'altronde non è ancora più brutta politica ormai Russo più guardando boom patenti perché il rituale vecchio nel Bresciano comunque
Otto è un episodico diciamo pure scandaloso è accaduto due anni fa con un
La Bonino è accaduto l'anno scorso con Olivier Dupuis accade quest'anno con me appunto il fatto che il Governo scandaloso che in quella stessa Tribunale dalla quale hanno preso la parola visti i tempi ed oppresso di tanta parte del pianeta noi prendiamo la parola anche per parlare di un Paese occidentale
Qual è lo scandalo
Io chiederò ai rappresentanti dei Paesi occidentali quale dei loro Paesi sarebbero ammissibili alcune delle cose che accadono da noi il fatto che il cinquanta per cento più uno delle richieste né fee varie siano
Tecniche alla fonte dalla stessa Corte costituzionale che poi i referendum regolarmente tenuti debba mi hanno traditi
Oppure che
I referendari vengano decisi da morti affrontare etniche e poi le liste compierne falso irregolari
E poi il mancato plenum alla Camera e alla Corte su cui pannelli Cucchiara il suo sciopero della sete e poi la situazione che portando allo ma duecento parlamentari a denunciare la lesione dei diritti politici italiani beh tirando le somme io dico questo in Italia
è già un caso per quel che accade dal punto di vista della sua giustizia l'anno scorso noi abbiamo subito una condanna un giorno quest'anno c'è stato un internata per cui nei primi due elenchi davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo tra gennaio e febbraio abbiamo appreso circa duecentotrenta condanne quindi quali quattro condanne al giorno io dico non so cosa accadrà o cosa potrebbe accadere
Bene quando in quelle sedi si cominciasse ad occuparci
Dei diritti civili e politici degli italiani quindi e con una richiesta che noi faremo in sede ONU è questo
E che si cominci a ragionare su strumenti di monitoraggio per il funzionamento delle democrazie occidentali
A partire da questo doloroso che all'Italia è il progetto dichiara italiani del Partito Radicale tra nazionale dei radicali nel loro complesso ecco innovativi
Se volete lottare certo per la conquista del mondo democrazia in quei Paesi dove queste chiaramente negata da regimi antidemocratici secondo di impedire che denaro occidentale vada a quei Paesi
Terzo però di tenere gli occhi bene aperti e di aprirli a qualcuno anche su quel che accade con strumenti certo diversi
Nei paesi per conosciuti conosciuti come Paesi democratici ma in cui l'accordo che la democrazia
IVA pericolosamente allentando
Era l'otto aprile due mila e due Daniele Capezzone in quel momento Segretario di radicali italiani
Davanti alla Commissione diritti umani dell'ONU e poi a Radio Radicale per denunciare ulteriormente anche in quella sede del cosiddetto caso Italia la prossima registrazione invece del cinque marzo due mila e quattro quando
Che ricade nel corso di una conferenza stampa svoltasi alla vigilia di elezioni europee chiedevano tra l'altro una monitoraggio internazionale della situazione italiana durante il periodo elettorale riascoltiamo
Quanto dissero quel giorno Daniele Capezzone Emma Bonino e Marco Pannella questa mattina sono stati inviati al Presidente Amato
Dei documenti che desidero presentarmi
Cominciando con il ringraziare
I giuristi
E poi qui primissimi parlamentari italiani ed europei
Il centrosinistra come di centrodestra che hanno ritenuto di farli propri
E di divenire protagonisti con noi di questa iniziativa politica consentitemi proprio di ringraziare al Parlamento europeo onorevole Adriana Poli Bortone di Alleanza Nazionale alla Camera
Giuseppe Giulietti dei DS Giuseppe Caldarola del suo stesso partito Enrico Buemi dello SDI Enzo Carra della Margherita
Al Senato Luigi Compagna dell'UDC l'Aventino Frau del Patto dei liberaldemocratici a loro si è aggiunto pochi minuti fa Antonello Falomi per la lista Occhetto Di Pietro così come poi i giuristi il professor fare il Professor Palermo il professor Romano professor Di Federico il professore ha in sé professor Tanzi gli altri che ha detto
Che sono i primissimi firmatari
Di questa iniziativa di un appello che vi è stato consegnato che a disposizione anche degli altri giornalisti che stanno arrivando e che così concepito e l'appello di questi sottoscrittori che cresceranno nelle prossime ore nei prossimi giorni
Noi sottoscrittori diciamo così come siamo a favore
E vogliamo agire in modo convergente con il grande obiettivo del Partito Radicale transnazionale
Per l'Organizzazione mondiale della democrazia per la promozione globale della libertà della democrazia dello stato di diritto così come siamo a favore di questo
Allo stesso modo riteniamo
Che debba essere difesa la democrazia lo stato di diritto la libertà dove si presume che se esistano già cioè nel mondo occidentale attivando
Forme di automuniti coraggio delle nostre stesse democrazie come arma di protezione diciamo delle nostre stessa democrazia
In questo contesto si situa dicono i sottoscrittori la specificità di un Paese come l'Italia che siede rispettato nei maggiori consessi internazionali e che però presenta dei problemi
Un record ormai da lustri di condanne presso le Corti internazionali problemi seri che attraversano la giurisprudenza della Corte costituzionale la giustizia le carceri in formazione l'accesso ai media
Perciò noi sottoscrittori
Parlamentari giuristi per un verso chiediamo a chi verrà interpellato a coloro a cui verrà sottoposta questa documentazione di pronunziarsi su di essa
Chiediamo alle autorità internazionali che verranno interpellate con una richiesta denunce di decidere tempestivamente e soprattutto ecco il punto noi sottoscrittori chiediamo
Un monitoraggio
Politico elettorale della prossimo ciclo elettorale che si apre con le elezioni europee prossimo
Insomma
L'obiettivo è
Diciamo nel linguaggio un po'tecnico che si usa in questi casi quello di una long term serve esce cioè non è che viene qualcuno il giorno del voto e fa il giro dei seggi
Occorre che il bimestre il trimestre preelettorale sia assegnato
Da verifiche innanzitutto relativa all'accesso ai mediare rispetto delle regole alla qualità delle regole della contesa politico-elettorale
Noi abbiamo preso contatti informali e formali
Con una serie di istituzioni sovranazionali conosce in primo luogo
In primo luogo con tre realtà di vertice un po'dell'OSCE sulla materia della quale stiamo parlando con l'ambasciatore Straw al che
Il direttore dell'ufficio dell'OSCE per le istituzioni democratiche i diritti umani
Congedo cornice al che il capo della sezione elettorale e poi con il rappresentante dell'OSCE sulla libertà dei media
Che sono stati già preavvisati di una nostra formale richiesta di monitoraggio che avverrà nelle prossime ore con il sostegno di questi primi si parlamentari
E degli altri ed altri che verranno così come voglio informarvi che abbiamo già informalmente
E
In queste ore anche formalmente per iscritto
Sottoposto questa questione alla Commissione parlamentare di vigilanza lo ha fatto Marco Beltrandi membro della direzione di radicali italiani all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni
Ai vertici della RAI alla magistratura ordinaria a tutte queste istituzioni internazionali come nazionali noi poniamo questa
Questione consentitemi di dire che non si tratta
Di un'arma per qualcuno contro qualcuno di un corpo contundente che il Polo devo usare contro Ulivo che l'Ulivo devo usare contro il porto
Nell'appello troverete più volte la locuzione
Da anni da troppi anni da decenni noi poniamo un problema di legalità che arriva a cento anni usi per molti versi ma che non è un problema di questi giorni di queste ore eh
Un tentativo di assicurare almeno a questa campagna elettorale delle porzioni delle parentesi speriamo significative di legalità
Non garantisce nessuno una campagna senza regole senza controlli consentitemi proprio di dirlo mentre un po'come
I bambini quando giocano a pallone che si occupano tutti del pallone
Avremo per qualche settimana solo gente che si occupa di par condicio e va benissimo occuparsene ma consentiteci il problema non è quello della regolamentazione delle tribune elettorali il problema è un po'più vasto
Questo è ciò che ci auguriamo di fare crescere nei prossimi tre giorni questo è ciò che sottoponiamo al mondo politico nelle forme e con i canali che vi ho descritto grazie
Nonché
Abbiamo
Ma ci nato in questi anni prodotto macinato credo tanta politica
Forse una politica come dire
Che in qualche modo
Ha fatto la l'economia di tutta una serie di conflittualità poco produttive che hanno caratterizzato a me sembra
La vita partitico parlamentare o delle esecutivo in questi ultimi anni
Il tutto però certamente sì inserisce nel contesto che Daniele ha illustrato
Voglio dire che il conoscere per deliberare eh fatto essenziale sostanziale di una produzione democrazia
E ed oggi il conoscere per deliberare con la libertà di espressione non è la libertà di distribuire volantini
Semmai
La regola di accesso alle mezzi di informazione proprio perché proposte siano conosciute siano quindi poi valutate siano delibera
In questo senso
Nella incontri del prossimi giorni ore che Marco Pannella ad altre avranno con Amato
A titolo d'esempio questa mattina è stato inviato appunto il documento sulla situazione come noi la vediamo e come credo molti vento di contesto informativo nel nostro Paese ma non solo
Ma ci prepariamo a tentare di avviare nella convenzione
Del ventisei del ventisette al ventotto di marzo un la discussione su altri punti di tema
E di programma che speriamo possano rientrare nell'esame di questo incontro dialogo che si è avviato in particolare
Credo
Che per quanto ci riguarda e per quanto tempo riguarda lenti gli interessi che noi abbiamo indubbiamente
L'iniziativa che abbiamo chiamato la Community of Democracy ma comunque la iniziativa del sostegno alle libertà e alle de e alla democrazia alla promozione della democrazia
Nel nel mondo in qualche modo a partire dalle Regioni annui più vicine la geografia non essendo alcuno c'è un altro
Io credo che questo è per noi e per quello che abbiamo macinato
Un elemento importante del dibattito politico elettorale sia italiane devo dire anche europeo
E c'è una frase che Giuliano Amato ha detto recentemente anche al convegno Aspen e cioè che l'Europa così come se non accelera
E nei tempi e nei contenuti
Non è oggi in grado né si pone in grado
Di a vere rapporti politici positivi e promo venti rispetto ad altre ad altre realtà perché se noi riuscissimo a guardare in questo modo
Riuscissimo a convincere qualcuno a guardare in questo modo cadrebbero davvero come Mele
Completamente come dire fuori dalla realtà che ne so tutta una serie di politiche che io sento sia approvare che discutere per quanto riguarda il tema dell'immigrazione
Noi guardiamo il tema dell'emigrazione commesse forse un tema solo dalle nostre fa solo nostro
Senza sapere anche a trecento chilometri di distanza sono duecentoventi milioni di persone che crescono al tre virgola
Per cento euro per cento comuni quindi tu un'esplosione demografica fondamentale sto parlando della lega araba
Che si avviano ad essere quattrocento milioni in meno di una generazione
E che non hanno nessuna crescita economica se non ci rendiamo conto di tutto questo io credo
Che non
Se queste questa analisi non facciamo le politiche che se ne deducono sono politiche
Completamente speculi svincolate dal contesta completamente irrilevanti poi possiamo discutere di Veio contro veli ma il problema non è tanto questo il problema è come affrontare una politica di integrazione che è fallita in altri Paesi
E come evitare noi
Questo tipo di errori ed è un esempio insomma visto che procediamo per
Visto che procediamo per esempio
Credo che abbiamo dimostrato di sapere fare di sapere operare a partire persino dalla pochezza degli strumenti che abbiamo non parliamo di strumenti
Politici credo che la Conferenza del Cairo per quanto riguarda
Un movimento di liberazione delle donne che esiste in quei Paesi che noi non vogliamo vedere in qualche modo
Poco fino arrivare alla Conferenza di sana che ad oggi lo ripeto è l'unico documento a mia conoscenza sottoscritto volontariamente da trenta Paesi arabi per la loro stessa riforma giusto per fare
Piazza pulita delle riforme che vengono dall'esterno dall'interno da sottosopra come segue
Forse un dibattito geografico e non un dibattito di contenuti
Ma devo dire che qualche ascolto cominciamo ad averlo non solo io ci spero molto in questo avvio di dialogo con Giuliano Amato ma
Questa mattina
Il Ministro Frattini ad esempio CIA annunciato la disponibilità del Governo italiano
A sostenere un Progetto
Che noi Non c'è pace senza Giustizia abbiamo contribuito ad elaborare
Proprio nella lotta contro le mutilazioni genitali femminili dal punto di vista diciamo politico istituzionale e quindi
Il protocollo di Maputo la ratifica del protocollo stesso le leggi nazionali
Quindi
Forse dopo due anni di immaginazione di una
Politica almeno su qualche settore si comincia
Forse a sentire un qualche ritorno di attenzione operativa
Io mi auguro che sia questo l'avvio
Di una
Discorso che veda attenti una serie di interlocutori questa iniziativa
L'iniziativa relativa al caso Italia
Da una posizione che abbiamo elaborato che circola a questo punto e viene accolta o seguite con interessa
Soprattutto fuori Italia
Ma
Diciamo
Al di là dell'Atlantico d'Europa i movimenti democratici del mondo intero
Beh questa nostra posizione è chiara
Occorre in termini di metodo che se la democrazia non vuole vedersi storicamente ripetere quello che è accaduto
Al comunismo
Cioè il distacco del comunismo reale colto
Il comunismo ideale per la democrazia deve trovare forme istituzionale di a otto monitoraggio continuo
Per
Continuamente leggere
E prima dell'insegnamento
Secondo una cultura sperimenta
Tuttora
Pragmatica cultura di stampo anglosassone soprattutto ma appunto quello di costantemente riflettere a partire dai fatti e
Sicché la teoria
Sì anche Terry a forte della teoria di fatti e non del riflessione sulla riflessione sul piano
Specifico
Io
Credo che si è chiaro che lavoro di un decennio nel lavoro di dieci metri
Credo che di già
Quanto è stato mandato all'OSCE o alle altre organizzazioni internazionali
Credo che basterebbe da parte di
Professore di diritto costituzionale di scienze politiche ad altro già comunque il materiale assegnare delle tesi
Prevederli universitarie
Perché una raccolta storica critica contenutistica e anche di proposte che credo corrisponda un po'alla sintesi di pensiero direzione dove dice Emma
Non di quello che dovrebbe essere fatto ma di quello che siamo riusciti a fare
Quindi
In questo modo
Noi ci auguriamo di riuscire a dare l'avvio
Ad un confronto in occasione di queste elezione
Anche
Come dire alla rinascita
Democratica
Deboli
Era il cinque marzo due mila e quattro la prossima registrazione invece di cinque anni dopo dalla ventinove aprile due mila nove quando i radicali indosserà erano alla stampa il libro inchiesta la pensa italiana vi ascoltiamo
Il tutto a partire dall'intervento che pronuncio in sede di presentazione Emma Bonino
Il dossier nasce con un'analisi in realtà di come è nata la Costituzione e del modello scelto allora e della dibattito che ci fu allora
E che spiega alcune scelte fondamentali dalla nostra Carta costituzionale
La il nostro assunto è che e la Carta costituzionale offriva all'epoca offriva tre Scheda è agli italiani
Ovviamente la Scheda alle delle elezioni politiche la scheda referendaria la scheda diciamo dell'assetto regionale
E la prima constatazione è che due di queste tre schede sono state negate obiettivamente all'esercizio
Del de sovrano del popolo italiano fino agli anni Settanta sia quella che riguarda
Il referendum la scheda referendaria sia la scheda dell'assetto regionale che in perché infatti le prime votazioni furono
Quindici anni dopo sostanzialmente
Ma e e quindi la il che è il capitolo che noi abbiamo intitolato il furto della seconda Scheda che è il capitolo referendario e della manipolazione referendaria che credo sia piuttosto impressionante
è un capitolo che parte da la tassatività della Carta costituzionale su quali erano le sole tre questioni non sottoponibili
E che che ricordo erano i trattati internazionali l'amnistia l'indulto e la parte le leggi tributarie
E che invece nella
Interpretazione poi dalla giurisprudenza della Corte costituzionale sono arrivati
A come dire escludere ben di più del panorama legislativo portando Livio Paladin un giorno a dirci che l'unica certezza era l'incertezza
Perché di volta in volta sono stati esclusi i referendum perché non ragionevoli
Perché non comprensibili eccetera eccetera eccetera
La storia referendaria peraltro secondo me ha avuto l'ultimo de profundis proprio in questi giorni
Non si tratta tanto dello spostamento di una settimana
Si tratta di di aver deciso che neanche la data non è più tassativa
E che con una leggina si può spostare la data per cui i cittadini
Che si esprimono nella richiesta di referendum non hanno più certezze non solo nel merito ma neanche nel processo diciamo
E per questo l'ho chiamato un de profundis e credo che star dimostrare che referendum nel nostro Paese saranno possibili solo e quando la maggioranza dei partiti lo voglia
Ne sia d'accordo ed è e quindi viene meno proprio il senso del referendum che i padri costituenti Ribolla rom come contropotere sostanzialmente come limitazione è dell'Esecutivo
La seconda il capitolo successivo riguarda appunto la tutta la questione dei partiti del applicazione o non applicazione dell'articolo quarantanove abbiamo poi tutto un capitolo
Sulla amministrazione della giustizia nel nostro Paese di cui credo due cifre solo senza ricordare però certamente Tortora e tutta la campagna sulle giustizia giusta credo che due
Cifre sole diano il senso
Del non Stato di diritto nel nostro Paese da una parte i nove milioni di processi pendenti che obiettivamente
Hanno reso l'obbligatorietà dell'azione penale in arbitrarietà dell'azione penale che sono accompagnate peraltro però da centoventi centotrenta mila prescrizioni l'anno
Cioè mentre da una parte si afferma il principio diciamo della
Obbligatorietà dell'azione penale dall'altra parte constatiamo centoventi mila prescrizioni all'anno
Di cui peraltro quarantamila solo in una particolare città
E Regione
No indovinate quale ma insomma forse non è difficilissimo ma appunto mi dice che questa obbligatorietà oggi è uno dei gangli fondamentali di questa vicenda
Abbiamo poiché capitolo sulla Presidenza della Repubblica chiamata probabilmente a supplire in qualche modo
Una situazione non più temibile
Passiamo a alla Camera dei partiti e lì vi segnalo che e non è solamente la questione ovviamente della Camera degli
Testi meglio dei nominati la gravità della questione dei nominati e che i nominati a loro volta nominano
Buona parte del istituti di garanzia quindi stretto parte da un Parlamento di nominati da una
Oligarchia
E poi questo stesso Parlamento dei nominati che a sua volta nomina la stragrande maggioranza degli istituti
Di tutte le cariche di garanzia la Corte costituzionale le autorità indipendenti
La
A cascata è è evidente che l'esercizio della garanzia e delle autorità di garanzia ne risulta particolarmente particolarmente sbilanciato
C'è poi un capitolo sull'irruzione dei diritti civili che si intreccia con quelli precedenti referendum referendum negati
Esercizi parlamentari esercizi parlamentari particolarmente
Oppure come dire giù curatore rispetto all'esercizio referendario
Ottenuti peraltro con una pratica di di permanente violazione dei regolamenti parlamentari io ricordo ero giovane deputata
E ricordo che nel settantotto infine in violazione del Regolamento sì riunirono in contemporanea tre Commissioni tre in sede legislativa
Più l'Aula e che avevano all'ordine del giorno il referendum cioè manicomi legge Reale e inquirente più in Aula si discuteva l'aborto quindi
Peraltro legge e quindi l'esercizio del parlamentare di concorrere alle soluzioni legislative per non fosse altro che in mancanza di dono dell'ubiquità
Era evidentemente evidentemente negata
E c'è un capitolo che è il numero nove che ha attratto l'attenzione interverrà credo soprattutto Donato Speroni ed altri
Sulla questione dell'articolo ottantuno e del debito pubblico e della al
Come dire
Situazione di di vanificazione sostanzialmente di quello che era invece un articolo tassativo per quanto ne per quanto per quanto ci riguarda
C'è poi il capitolo dieci che ritengo particolarmente importante e che è il capitolo sulla riforme elettorali chiamiamole così
E che credo che
La lettura di questo capitolo sia particolarmente impressionante
In particolare per quanto riguarda l'esito di referendum vinti e traditi
Ricordo come se l'esito referendario di Dario in Italia non fosse un esito vincolante mentre invece la grande invenzione dei padri fondatori fu che in Italia non c'è il referendum propositivo
Ma c'è il referendum abrogativo corda appunto lo un esito vincolante
Che il Parlamento non ha mai ritenuto tale
Non l'ha ritenuto sul finanziamento pubblico non lo ha ritenuto sulle leggi elettorali non lo ha ritenuto poiché parlavamo prima sulla responsabilità civile
Dei magistrati insomma una Spoon panificazione del del dell'esito referendario che credo porta sostanzialmente
Alla panificazione poi dell'Istituto in quanto tale
Facciamo il caso delle istituzioni con plenum
Mancanti e passando per l'aspetto più internazionale e qui cito solamente
Che l'Italia è uno dei Paesi di afflato più europeista la domenica e che da lunedì a venerdì è uno dei Paesi che più oggetto di infrazioni comunitarie ve lo dico
Anche per esperienza diciamo così
Quando sono arrivata al Ministero degli affari europei ho ricevuto un dossier di duecentosettantacinque infrazioni comunitarie operano un recepimento o per cattivo recepimento di direttive europee
E con uno sforzo notevole ho riconsegnato dopo due anni dossier
A meno di duecento infrazioni siamo ancora in piena onda lunga quindi ma nel frattempo credo ne siano state commesse tali e tante altre che torneremo velocissimamente
A situazioni da record
Europeo questo è sicuro infine il capitolo ma lo dico bene infine non giusto per capirci la questione del conoscere per deliberare
Come sapete è una questione su cui i radicali
Puntano l'attenzione da moltissimo tempo il diritto alla conoscenza
Mi auguro che domani non esca la sollecito stereotipo radicale la protesta dove non c'è niente da protestare cioè va a fotografare una situazione
In cui
Anche l'agenda
Di quello che viene dibattuto non dibattuto
Non risponde alla diritto alla conoscenza del degli italiani e risponde a tutt'altre esigenze tutt'altri criteri molto legati all'agenda dei partiti e alle priorità
E alle priorità dei partiti in cui l'espulsione radicale
è è semplicemente un'espulsione di temi
Ed è configura l'espulsione dei temi da dibattere e anche delle soluzioni delle soluzioni che di volta in volta proponiamo
Insomma siamo INPS espulsi non perché insignificanti ma perché i temi che poniamo possono essere deflagranti rispetto invece ad una come dire
Decisione spesso unanime o una mistica della schema dei partiti questo è quello che presentiamo è un monito una chiamata alla liberazione da un regime partitocratico
è il nostro venticinque aprile in qualche modo che non mica nega quello precedente ovviamente ma semplicemente aggiungere che dopo sessanta anni
Forse è arrivato il momento di liberarci di qualcos'altro che pure ha occupato la nostra vita e che noi chiamiamo partitocrazia altri chiama l'oligarchia ma in ogni caso democrazia non è questo il punto
O comunque così malata da necessitare qualche altra definizione
Una chiamata alla liberazione non violenta di tutta di tutta evidenza ma un monito di grande preoccupazione io questo vorrei che
Fosse chiaro non perché come dire larve sfottuto alla responsabilità di quello che ci troviamo a il Paese si trova a vivere attenga all'attuale maggioranza
Perché il percorso è più lungo il percorso e la come dire
Lo svuotamento dei dettati costituzionali noi fotografiamo che viene da più lontano ed è un processo degenerativo che viene da molto lontano su cui si inserisce sicuramente
Un atteggiamento dell'attuale maggioranza perlomeno sbrigativo
E perlomeno come dire il disinvolto della utilizzo dei poteri di garanzia e dei paletti come si dice
Quindi una situazione per noi di grande preoccupazione perché è un regime che non è più democratico che è partitocratico Liga Artico chiamatelo come volete non si risana automaticamente
Serve quindi una reazione credo una nuova liberazione da incrostazioni che fanno sì
Che gli istituti stessi ormai stentano a vivere e e a vivere per le competenze che devono avere
Questo è un po'il senso di monito il senso di preoccupazione vera per lo stato delle cose di una chiamata però anche alla reazione alla liberazione
Di questo di questo nostro di questo nostro Paese
Non la voglio fare più lunga perché alcuni capitoli e aspetti in particolare saranno approfonditi da chi
Mi accompagna in questa conferenza stampa e io vorrei adesso dare la parola ad Antonio Maccanico che ci rappresenterà in un'altra vicenda Antonio assente viene un minuto più dolorosa
Perché parte deve
Partecipare ad un funerale ma intanto lo grazie perché e uno di quelli oltre agli amici che stanno con me che già fatto pervenire le osservazioni al prima Borzonati questo di questo dossier
La io ringrazio possibilità vere esprimere le mie mia convinzione su questo documento
Purtroppo devo lasciare presto perché sono Presidente dell'Associazione Civita l'associazione da perduto il suo segretario generale e il professore in oratore quindi purtroppo devo devo o alcune
Sì sessione
Io ringrazio è ma per
Per l'attenzione che ha avuto per meno a Bologna ha mandato a questo documento per arrivare in tempo e ha avuto modo di esaminarlo
Premetto che io ritengo che oggi la battaglia vera per il Paese e quello la lotta per la per il diritto per la
Per la legalità
Direi una sorta di campi fummo recto come la chiamava ieri
Su questo io sono assolutamente d'accordo e la priorità fondamentale del Paese
E devo dire qua apprezzato il documento perché il documento è una sorta di
Di inventario completo dei processi attraverso i quali la nostra democrazia un po'degenerata
Sono d'accordo quindi su questa impostazione di fondo
Ci sono però alcuni capitoli che non mi convincono
In cui ci sono delle forzatura che io non non non posso colgo per esempio quella che riguardava
La Presidenza della Repubblica
La Presidenza della Repubblica ho scritto a atti presenta Repubblica italiano non è
Il la regina d'Inghilterra a dei poteri di garanzia che l'ha autorizzato ad avere certe posizioni di di politica istituzionale e via Spinelli come vuole
Un secondo
Capitolo che mi convince poco e quello sulla Corte costituzionale certamente la Corte Costituzionale ha fatto degli errori ma l'abbiamo però complessivamente ne sessantenne è stata uno dei pochi istituti che hanno in qualche modo ha funzionato
Infine la questione dell'articolo ottantuno
E io ho scritto Emma e ho detto che il problema dell'articolo ottantuno e che
Purtroppo
Fare
I mezzi di per copertura
Finanziaria
Ammette il ricorso al debito
E io ho ricordato che già da giovane funzionario parlamentare nel
Decennale della costituzione fece un saggio
Che piacque molto al senatore parato ora che allora era il Presidente della Commissione per l'attuazione dell'articolo ottantuno e dicevo proprio questo
Cioè se
Si può coprire l'assistenza con ricorso al debito qui si apre un capitolo quindi che se la Corte costituzionale un certo momento questa va riconosciuto non si può dire che abbia che abbia sbagliato
Però la cosa soprattutto sulla quale io qualche Webber
E questa
Tese che siamo mai precipitato in una situazione neo totalitaria
Io non sono arriva arriva da questo condizioni da questa relazione
C'è tutta la nostra democrazia subito una degenerazione gravissimo
Mi ha convinto molto il capitolo sulle sulle leggi elettorali
Perché a mio giudizio il vero
Mentre la per la prima Repubblica l'elemento di degenerazione è stata quella la cosiddetta conventio ad excludendum che ha
Per ragioni politiche adesso questo non accetterà mai nulla cantica rendite un minimo di alternanza di governo
Dopo accaduto della Prima Repubblica diciamo così
Il Paese aveva espresso una indicazione precisa voleva insinuarsi legge elettorale maggioritaria
Questo l'ha capito Berlusconi mani centrosinistra non ha capito
E allora il partiti ISMU proporzionalisti che ha fatto di tutto per svuotare la legge maggioritaria
Ecco io mi domando
Questo punto
Quando questa degenerazione ha un'origine precisa e cioè la inadeguatezza delle forze politiche che sono inadeguate
Allora non
Può darsi che per il problema della elettorale debba essere quello che abbiamo
Che deve stimolare
Una riflessione
Che non sia solo di parte ma che guarda caso all'efficienza del sistema politico perché amici senza l'efficienza del sistema politico il Paese non esce dai guai
Ecco questo secondo me e la e la riflessione che impositivo noi dovremmo dovremmo fare
Io ringrazio ancora ma per avermi dato l'occasione di parlare spero che veramente le forze culturali migliori del Paese
Riflettano su questa ormai c'è una letteratura ampia che denuncia questa degenerazione dell'altro ordinamento giuridiche del sistema politico io mi auguro che veramente questa iniziativa radicale
Possono essere un elemento Filippi spinta ad una riflessione seria su questi problemi
Sovraccarica
Garantendo
Mazzocchi tanto è un lavoro
Come dicevo prima
Non definito non definitivo un primo
Monito diciamo se ogni
Sul lavoro che deve che deve continuare
Partirei adesso da Federico Orlando cioè voi credo grazie
Grazie Presidente che anch'io per fortuna non lo eventi tristi ma venti magari noiosi diciamo come
Fai Presidente i giornalisti in redazione tutte le mattine
Certa ora fanno la riunione di redazione del provvedere poi e cosa fare
Faranno per il giornale del
Del giorno dopo ed io
Debbo andare da questa riunione tanto più che oggi non c'è
Il direttore devo fare e quindi come condirettore rispetta
Per cui anch'io vi chiedo scusa se con questo affollarsi di impegni sarò costretto a lasciare abbastanza presto questa Assemblea
Mentre avrei gradito per mia personale cultura e anche per utilitarismo personale cioè per la utilizzare poi le cose che dietro
Nei miei articoli dovrò lasciare i primariati radicale superarla Radio Radicale supplita infatti
Ascoltiamo contro continuamente il giorno dopo giorno e notte io
Naturalmente condivido nella sostanza durata relazione
Fatto ha fatta dalla Presidente Gianmarco
E
La condivido anche come
Liberale di tutta una vita
Qua ci possiamo chiamare credo tutti liberaldemocratici mi pare
E credo che la denuncia di questo Satyagraha di questa ricerca della verità
Sia
La più esaltante rivendicazione dei valori dello spirito liberale quindi della legalità delle leggi dell'ordinamento della politica in uno Stato che sia Stato di diritto l'unico dissenso che io
Quando
Qualche volta continuo il mio amico
Marrocco disse almeno il fascismo IVA una sua legalità aberrante barbarica ma una sua legalità che rispettava
Ecco io può timore di queste affermazioni perché ricordo quando mi opponevo ad una certa politica ex
Trenta ricche sinistra
Italiana e da quella parte sentivo dire che in definitiva c'era una legalità socialista in base alla quale magari poi qualcuno veniva impiccato approva avevamo lo scavalco
Ecco la legalità con concetto che può anche essere relativi Tisato cioè riportato al regime reggimento come volete politico
Chi governa mentre lo stato di diritto è una garanzia a priori un fondamento
Gli atti INEA sine qua non
Dello Stato liberaldemocratico e quindi io spero che in avvenire nella battaglia radicale e di quanti sono con i radicali in questa battaglia e speriamo sempre più
Ecco si concentri sulla sull'obiettivo di rafforzare rivendicare in Italia lo stato di diritto denunciando tutte lei e violazioni
Del nostro ordinamento che ci portano alle conclusioni cui accennava magari qualche del resto
Questo documento ampiamente
Illustra nella a parte nella parte
Conclusiva cioè un'accelerazione della illegalità italiana nell'ultimo nell'ultimo quinquennio ecco
C'è cinema differenza secondo metterà replica prima il dottor
Di questo quinquennio ed è su questa differenza che vorrei un po'richiamare l'attenzione da
Nella
Parte del nella Prima Repubblica da parte lei provocatorie
Scelte della politica come il rinvio per quasi un quarto di secolo come scrivete di istituti fondamentali
Di garanzia di controllo come la Corte costituzionale di iniziativa legislativa popolare come il referendum di ordine
Delle dei soggetti politici come i partiti e i sindacati sottratti ai vincoli della pur della della carta costituzionale
Etc ecco una parte queste scelte provocatorie molte altre e decisioni della classe politica della partitocrazia
Sono a cavallo fra la illegalità e la scelte l'autonomia politica diciamo
Il relativismo o delle delle scelte politiche
In questo debbo dire
Vorrei segnalarvi un'intervista che abbiamo fatto a Zago arresti
Alla vigilia dell'incontro di Torino lo cito perché tesa incontro di Torino e questo nostro incontro di oggi ci sono molte parentele dovevamo è finita e conviene secondo me
Anche dal punto di vista strettamente politico oltre politico-culturale
Tenere un aggancio con questi giorni di studio torinesi e dice Zagrebelski
Populismo demagogia cesarismo personalizzazione del potere in realtà questa è una tendenza diffusa in tutte le democrazie anche Obama dal punto di vista della personalizzazione è un trionfo
Chiede la nostra redattrice si può esorcizzare questo populismo si può imparare a sfruttarlo risponde Zagrebelsky con una certa quota di personalizzazione del potere come forma di
Auto conosci ma autori con un cimento giace e va anche bene
Io vorrei capire
Finché il Co
Forma va bene in quali limiti
Il problema è l'esclusione il potere si concentra in centri che agiscono in luoghi invisibili l'antidoto e agire per l'inclusione
Funzione il coinvolgimento che mi pare
Sia proprio il nodo della politica l'apicale soprattutto quando si parla di referendum di rispetto
Dei diritti costituzionali dei cittadini
Conclusione sembrano ricette vecchie ma a mio parere non c'è altro rimedio che la partecipazione ecco
Questi le la crisi della legalità nella Marin ma repubblicana e si svolga cioè a cavallo ricevo dunque tra le le scelte politiche che appartengono alla alle forze ai partiti
E la illegalità vera e propria di cui abbiamo fatto qualche esempio negli ultimi anni invece l'accelerazione alla cosiddetta
Patti parte personalizzazione del potere l'accelerazione dipende da una cultura dichiarata della illegalità
Questo è il punto essenziale oggi l'illegalità non viene più perseguita
Di nascosto o di notte come i ladri di Pisa si ruba un po'di illegalità
Per avvantaggiarsi politicamente no oggi l'illegalità viene predicata come cultura dello Stato il come cultura della politica nazionale e tra queste ostentata
Addirittura e questa è una differenza sostanziale
Di cui noi dobbiamo tenere assolutamente conto nelle nostre scelte
E mi e e nella nostra battaglia in questo giorni solo adesso non so se avete condiviso no per risolvere in avete letto qualche mio articolo al riguardo vi ringrazio di averlo fatto
Radio radicale li ha letti quasi per intero dall'altro c'è mi sono permesso di avvicinare molto la contestazione radicale fatta con questo Satyagraha quello che dice
Giovanni Sartori libro sul soltanto l'illegalità della Prima Repubblica ci ha portati definitiva favori allo sfascio della Prima Repubblica per nell'illegalità istituzionale e della classe politica ha portato poi all'illegalità di massa che strato trenta per cento
La illegalità della Seconda Repubblica rischia di portarci al sultanato comma avremmo compreso dice Sartori Benoffi
Non sarà mai mancare il riferimento ancora un po'di procedere
Allora se
Se questo
Mi sembra nella spesa vi sembra una preoccupazione è giusta io personalmente mi permetterei di suggerire
Siccome il comma eletto Presidente ci sarà ancora un'ulteriore revisione di e di questo testo di tenerne un poco tra
Grazie
Volevo solo nel dare la parola ripartiamo da Mario Patrono Marco so che quando vuoi perché so che devi partire anche tu ottantadue
No dico volevo solamente dire a me tra i vari che abbiamo consultato che ci hanno mandato
Molte osservazioni anche critiche
Ce n'è una però che ci ha mandato Antonio Martino è chiarita mi faceva presente che mi riallaccio a un po'quando Antonio Maccanico prima di andare via diceva
Ma forse la descrizione diciamo di un regime neo totalitario e eccessivo al fa la fase attuale
E Antonio Martino ci faceva notare che c'è una citazione di devi di un'unica va con il senso di monito che noi vogliamo dare ai problemi di o viceversa
Però state attenti che raramente la libertà viene meno tutta d'un colpo
State attenti perché il processo di erosione
E è quello diciamo che viene meno percepito ma quello che poi è il più volevo efficace perché deleterio quindi
Volevo dire ad Antonio Maccanico lo dico per gli eccessi radicali in generale che
Il senso del nostro monito e che siamo consapevoli che la libertà
Spesso non viene meno tutta d'un colpo ma viene meno per erosione successiva ognuna delle quali di per sé neanche ritenuta drammatica ma il cumulo alla fine complessivo forse
Stiamo attenti a dove a dove ci porta Mario Patrono
Una Costituzione
E la legge superiore del Paese
Questo significa che è una Costituzione è una serie di cose
è la piattaforma di valori condivisi
è il cemento dell'identità dell'identità collettiva di un Paese
E la mappa della vita democratica di un Paese
è la base su cui si costruisce l'impegno dei pubblici funzionari al servizio dei cittadini e della collettività nel suo complesso
è la garanzia di protezione dei diritti
E delle aspettative dei cittadini
è l'insieme delle regole giuridiche che danno corpo e fanno vivere il senso dello Stato e
Del reciproca solidarietà
Ora da questo punto di vista la Costituzione italiana non è mai riuscita davvero ad essere la legge su pellicole del Paese
Ed è anche un per questa ragione
Che è penetrata
Nella vita repubblicana sono penetrati nella vita repubblicana e hanno vissuto
Troppo a lungo dentro la vita repubblicana dei complessi normativi che sono diciamo eminentemente o erano eminentemente incostituzionale
La normativa del dei Patti lateranensi
Infarcita di norme e di disposizioni assolutamente contraria alla costituzione e alla libertà religiosa che pure è un principio costituzionale
Patti lateranensi che sono stati nonna cancellati come avrebbero dovuto essere
Bensì revisionati
Alla metà degli anni ottanta
Dal governo Craxi
Sono penetrati hanno vissuto troppo a lungo nell'ordinamento repubblicano
Il Codice del diritto penale e il gemello Codice del processo penale due codici i fascisti simili
E che sono riusciti a vivere fino al mille no uno vive ancora con qualche aggiornamento
L'altro è stato abrogato e sostituito da altro Codice peraltro successivamente manipolato gravemente
Ma
Polato nel mille novecento ottantanove soltanto nel mille novecentottantanove stanco
Sostituito con altro Codice del Codice di procedura penale e lo dobbiamo
Al Ministro all'allora Ministro della Giustizia il socialista Giuliano Vassalli
è penetrato ed è vissuto fino all'altro giorno l'ordinamento giudiziario
Un ordinamento giudiziario antiquato un ordinamento giudiziario che è stato io credo almeno in parte alla base delle
Delle
Del comportamento spesso ai limiti della legalità del Consiglio Superiore della Magistratura che si trovava ad operare sulla base di un ordinamento giudiziario chiaramente superato
è penetrato ed è vissuto troppo a lungo l'ordinamento militare e così via
Quindi la Costituzione della Repubblica italiana non è mai riuscita ad essere veramente accettata da tutti come la legge superiore del Paese
è stata invece troppo spesso snaturata è stata vissuta come un'arma
L'arma da usare nei confronti degli avversari politici
Un'arma da neutralizzare se ce l'hanno in mano agli avversari politici
Un'arma da svalutare
Ed è stata svalutata
In maniera grave
Soprattutto per quanto riguarda la sovranità popolare nella manifestazione diretta di essa che il referendum abrogativo
è stata svalutata progressivamente dal legislatore
è stata svalutata dalla Corte costituzionale a partire dalla sentenza numero sedici del settantotto
Redatta dal professor Livio Paladin
La quale sentenza numero sedici del settantotto se lo noi la prendiamo in sé per si affermò in effetti dei principi
Direi anche importanti nell'udibili
Però
Aprire il varco a quella che Livio Paladin disse come la massima incertezza oggi l'ammissibilità della richiesta referendaria è un rebus
Non sia in grado di sapere se è una richiesta referendaria è ammissibile o non è inammissibile se non quando la Corte costituzionale
Mette la mano nel cappello come un prestigiatore tira fuori la sua sentenza sì no senza che si sappia si possa sapere prima se la Corte diversi o diranno
Il livello di discrezionalità della Corte costituzionale in materia di ammissibilità del referendum abrogativo è amplissima
Ma questo è stato ben documentato dal dossier
Io andrei un attimo oltre
Quelle che si sono le illegalità segnalate nel dossier
Lo stato di illegalità costituzionale che stiamo vivendo
Ha determinato una crescente corruzione politica
Una crescente lontananza
Si para pezza tra il mondo della politica e il mondo delle regole costituzionali e non costituzionale
Ma io direi che si può andare anche oltre c'è un fenomeno di amnesia costituzionale
Noi per esempio abbiamo scritto nella Costituzione abbastanza recentemente qua quanti qualche anno fa l'articolo centoundici della Costituzione modificando e riscrivendo completamente il precedente articolo centoundici della Costituzione
E abbiamo introdotto il cosiddetto giù le regole del sul così detto giusto processo tra le quali
C'è anche il principio della RAI della ragionevole durata dei processi
Non mi risulta che negli anni trascorsi da quando è entrata in vigore l'articolo centoundici della Costituzione le cose sulla durata ragionevole dei processi siano migliorate
Anzi credo che siano peggiorate se possibile
I processi giudiziari penali e civili durano anni e anni e anni in media
Questo che cosa vuol dire
Vuol dire che la garanzia della tutela giurisdizionale dei diritti spessissimo
è svuotata
Questo significa che diritti anche costituzionali consacrati nel testo della Costituzione non sono giustiziabili
Perché è un diritto che è il mio diritto che io però me lo vedo riconosciuto dopo quindici anni io non so che cosa ne faccio
Queste i nei concetto di diritto è una pretesa giustiziabile cioè una pretesa che il giudice mi riconosce ma se me la riconosce dopo quindici anni eccome se non me la riconoscesse
Quindi lo stato dei nostri diritti è in una situazione di
Svilimento straordinaria
Ma c'è ancora altro
L'anno ne sia costituzionale anche significato e significa
Che la nostra Costituzione non è stata messa al passo
Con
Il progresso per esempio della comunità internazionale
Noi non abbiamo una norma specifica attraverso la quale il nostro ordinamento giuridico si adegui al diritto comunitario
Alla base dell'adesione dell'Italia all'ordinamento della Comunità europea la Corte Costituzionale ha sempre ravvisato l'articolo undici della Costituzione che è un articolo generico che non dice nulla
In realtà l'esercizio dei poteri comunitari e i poteri che i trattati riconoscono all'Unione Europea oramai sono tali e tanti
Che tutti o quasi tutti i Paesi membri della Unione europea hanno provveduto ad adeguare
Le loro costituzioni inserendo la clausola sull'Unione europea così ha fatto la Germania così ha fatto la Spagna così ha fatto il Portogallo così hanno fatto quasi tutti noi siamo bloccati li tranne una piccolissima
Diciamo aggiunta all'articolo centodiciassette eccetera che però non non dice nulla di particolare
Lo stesso accesso
Dei cittadini alla Corte costituzionale
Che sarebbe un'altra importantissimo passo avanti dir realizzazione della sovranità popolare anzi della sovranità del singolo cittadino
Accesso diretto alla Corte costituzionale che è riconosciuto da Paesi democratici grandi Paesi democratici è costituito da riconosciuta dalla Costituzione tedesca dalla Costituzione austriaca dalla Costituzione spagnola
E che in Italia pure qualcuno
Ma
Proposto
E che io stesso mi ricordo nemmeno centottantanove in un seminario davanti alla Corte Costituzionale presidente Saglia proposti
Perché nella Commissione D'Alema per le riforme bicamerale per le riforme istituzionali qualcuno ha proposto
Invece questa cosa non si è potuta fare
Quindi voglio dire
Il dossier che i radicali presentano
è un dossier di difesa della Costituzione
La Costituzione va difesa va aggiornata
Ma assolutamente dobbiamo combattere contro ogni elusione ogni violazione della Costituzione e controllare illegalità distacco grazie
Grazie
Do la parola a Marco Pannella solo perché viene
Chiedo scusa grazie anche ai trasporti come funzionano le eccetera per essere
Alle cinque
A Udine per un convegno
Che ritengo molto importante
Sono già in ritardo nell'andare verso l'aeroporto quindi
Sto ascoltando e continuerò ad ascoltare anche
Entrarci andando in aeroporto in altri lavori e nell'attesa do per scontato
C'è la mezzora di ritardo nella partenza venti quindi
Credo che sarò realmente presente
E qui ascoltarmi
Sono d'accordo Monte Mario Patrono ma son d'accordo con le condizioni non mancano insomma
Federico Orlando
Sintonia
è una storia liberale dico di reciproca volte
Occorre anche dire non c'è bisogno poi di dire liberaldemocratica Malcesine nella storia adesso è tutto chiaro che cosa vive del liberalismo in che cosa ripreso è vivo
In che cosa invece come qualche volta il che è riuscito
Prestigiosissimo amico
Francesco Cossiga dicevo il cattolico liberale l'UE libera
Penso agli Stati polizieschi che molto spesso avvengono
Così come copertura della gestione
Del potere liberale
Per un breve periodo che va a finire in un altro
Allora problema è questo Mario Patrono ha ragione abbiamo tutti ragione se ci fosse il quizzario Breschi Stefano Rodotà
Do ragione a venire
Cioè la ragione però durerà trent'anni
Da venti
E devo dire che noi abbiamo sicurissimamente
Anche lo può logicamente perché dopo tre generazioni regolare qualcosa riguarda anche
L'antropologia non solo la cultura o le colture
Dopo tre generazioni
Nella quale la l'unica al
Baratella unica legge che è stata vigente
Sistematica sistematica e devo dire ufficiale tanto evidente da se accecante nonna del non rispetto della negazione della Costituzione
Ma dico in quale stato di diritto è la prima Repubblica ben Berlusconi non possiamo farle minimamente nessuno Maggioni grandezza ne avrebbe nel male
Ed a sottolinearlo questo
E nel vuoto nel deserto di speranze di rigore di serietà
L'ho sempre detto in questi sessant'anni valore nella
Realtà democratica di già in una lettura democratica di classe democratico liberale di casa dello scontro perché a
Che abbiamo vissuto per in questa situazione credo che ci sia una ferocia sostanziale antropologica di noi tutti e dei migliori politici
Devo dire nelle ore io non mi cimento ma insomma oggetto abbastanza vicino tra i migliori nel senso
Insomma guardate quando
Cioè quella data Valter Giuliano un Presidente del Consiglio il giorno in cui si presentava alle Camere per dimettersi e ancora adesso non si è mai saputo perché si declina
Anche in privato
Ma non potevo mica sono pazzo o meglio si poteva andare avanti
Coi comunisti che ormai erano contro
Giuliano Amato ma di lunedì
Occorre far morire quel modello di partito Stato
Che il fumo introdotto dal fascismo
E la Repubblica aveva finito per evitare
Limitandoci a trasformare un singolare il monocratico in plurale definizione ancora
Si parla di degenerazione
Nei partiti eccetera
Questa degenerazione invece è stata il ritorno
O la progressiva amplificazione di Orlandi una tendenza forte della storia italiana
Nata negli anni venti e trenta
Il fascismo nascente
Nella sua dignità
Di una costruzione teorica che è quella che
Aveva
Quindi grande quindi va beh quello che fuori
Lo trovate in questa cosa avverrà
Assolutamente rappresentò dello momento di incontro profondo operativo cioè noi Giugliano no rappresentano proprio la sintesi delle posizioni e radicale
La sintesi completa della lettura radicale che era quella iniziata il convegno amici nel mondo nel quale esordendo riterrete dodici abbiamo letto verso Luigi
Contro il regime
Quello che venne detto in quella occasione lordi già nel appunto
Alla fine degli anni Cinquanta
Siamo andati avanti quindi e pretendiamo di andare avanti da mezzo secolo
Ormai è mezzo secolo ripetendo ci questa storia
In realtà
Nella Costituente il vento del mondo della vittoria contro il nazismo nazifascismo e via dicendo ad opera
Degli eserciti delle
Nazioni democratiche del mondo democratico per questo ha portato questo vento con la resistenza finalmente resistenza tra l'altro non
Solo la resistenza di Altiero Spinelli
Ernesto Rossi
Ha creato l'Europa
La Resistenza di quel tipo andava alla radice oggi il Dalai lama i nostri amici Liguria e via dicendo
Hanno in realtà è quella carta scritta nel quarantuno in carcere da due palazzi
Che stavano in carcere stava il nazismo stava Triomphant per tutto il mondo scrivono e dopo undici anni non fosse stato per la Charlot bocciata
Dal
Dal radicalismo giacobino e quindi anche poi nazionalista francese dal nostro Mendelssohn rosso bocciata
Però fu rimandata quindi cosa si fa
Quando ognuna delle nostre generazioni sonora perché è inutile
A migliaia decine di migliaia e centinaia di migliaia le tragedie dovute al concetto la giustizia non è giusto era un po'non si può fare
Sono centinaia di migliaia di vani conosciamo nell'andare nelle carceri in quelle che sono indultabile allora oggi il problema la la mia analisi fuori queste
Oggi noi siamo ben oltre la soglia
Che per alcune rappresentano Monaco
Tale quanto tardivamente nel trentanove siamo perché
C'è un bombardamento tale mezzi tali dei media nel nostro Paese che incide
Formativo anche di DNA è costante e continuo e si continua ad avere le splendide cose di
Stefano di dagli eventi e tutti quanti splende
Con nulla di rifiuto vero perché il rifiuto ovvero per un non violento liberale essi solo fatto una proposta
Il rifiuto che è rifiuto non è un rifiuto
Basta abbiamo fatto questo
Quindi
Questo è un momento di resistenze organizzata in realtà noi rappresentiamo questo partito partigiano liberale
Intransigente
Che tra l'altro non è un caso che Benedetto Croce viene al termine diciamo alla propria proposizione religione della libertà
Quasi chiusura parte finale del regime
No lo lancia si rende conto che è necessario anche a livello semantico rivendicare alto
La religiosità della coscienza delle interrogativo della testimonianza della coscienza dinanzi
All'ingresso inibito all'infinito fra questo e da quel momento diventa consapevole la lotta partigiana
Nostra
Come esercito partigiano di mille mille cinquecento persone
Con abbiamo scoperto la validità storica diciamo nel dar corpo bella scoperta diciamo
Scoperta Socrate glielo
Tutto questo è molto antico
Tutto questo è molto antico quando lui per rende omaggio
Alla legge che
O alla sentenza che ritiene e dei dal corpo per consentire alla città alla polizia di rendersene conto di cambia
Gandhi a quelle radici quindi
Devo terminare Cosimo perdonare avermi sculaccione a ma
Ma la cosa più importante la secondo insomma
Quindi
Nel regime matriarcato avere vige da chi da tempo h ma devo dire bene questo è quello che dico in problema
Oggi
Aspetta
L'ideologia
Implicita quindi anche in volontà degli amici alle porte
Di tutti quelli che siamo stati storicamente lo siamo
Devo dire al di fuori dell'anomalia della normalità
Dalle impurità radicale
Tutto questo al significato lasciare ormai prendere forza storica di legge
Alla negazione della legge
Questi
C'è qui ma tutti quanti lo sappiamo
Questi per ventun anni riescono il primo gennaio quarantotto a costruire una politica per la quale sono lettera s chiede che la rivoluzione
Liberale della resistenza il ritorno a
Prescrivente danno all'italiano no due per il potere statuale
Quindi con una Golf lo sfondo federalista si doveva votare lo stesso giorno la prima volta per un Parlamento nazionale pervenuti regionali è quella referendaria che era
Geniale abrogativa contro i rischi
Totalitari Dino
Di plebiscito ebbene fino al settanta
Tutti vent'anni
Sono morti un mucchio di italiani
Nel frattempo
Che erano stati nelle carceri avevo lottato eccetera e tutte quante non avendo potuto nemmeno vederlo e senza che nessuno Maggese la vera battaglia per questo
Continuata questo scempio
Dico solo negli ultimi due anni fatela TAR l'autonomia
L'anatomia ma è difficile bisogna anche conoscere per il corpo per fare l'atomica
Di quello che è accaduto al Senato Giuliano Vassalli subito lo capite
Per impedire
La nomina dei senatori letti
La complessità la naturalezza con la quale si riesce a convocare in tutte le Corti d'Appello interessati
Dei magistrati che hanno solo una interpretazione del Ministro degli Interni uscente e quindi viene chiesta prima cosa tra capo e né la perfezione
Come evento
Devo dire d'altra parte hanno tuttora fine legislatura era tra il testo questo è pacifico consapevole no ma e poi questa cosa vi raccomando a tutti
La riflessione su questi anno e mezzo ormai due anni
Del
Impegno
Partitocratico
Per impedirne in tutti i modi quel minimo teorico non astratto ma il teorico di funzionamento costituzionale sul rivendica del controllo
Dei media e il controllo della RAI temo sono le
Che lo disse che
Massa di cose che continuano ancora oggi
Si è impedito il Parlamento ha impedito a a se stesso di rientrare nella legalità
Corbelli e risolvere i quali l'offesa alla parola di un Presidente della Repubblica ebbe nella nuova realtà
Però di come vivono devono vivere il Presidente della Repubblica
Il Presidente della Repubblica che dice dopo tre mesi di occupazioni
Scioperi e la sede della fatte che dice va bene grazie dovere condivide il Parlamento deve rientrare nella legalità e dice parlano di doveri
Obblighi inderogabili
Si sono poi
Puniti per penalizzati pochissimi parlamentari
Che avrebbe voluto dare corpo al questore obblighi inderogabile e premiato
Guardate come un sol uomo come un sol uomo quaranta cinquanta parlamentari non hanno fatto l'ostruzionismo
Hanno impedito al Parlamento di fare il parlamentare a se stesse e sono stati premiati non c'è più il tempo questa cosa qui
Vuol dire che
Un monito
Un monito ricordiamoci in quegli anni
In quegli anni e
Direi troppi Anna renderlo mette anche
Sulle polemiche all'inizio anche appunto c'erano state molte illusione
Dei vertici della comunità ebraica rispetto al mandato non al nascente andato nazismo
E
Ci si
Ne rende conto troppo tardi il primo questa cosa viene messa
Alla luce vede imposta il primo settembre quarantuno quindi lascio era già attivamente ampiamente cominciata bene noi portiamo questo
Perché noi vogliamo rispettare
Bar non
Se vogliamo salvare il sacro
La se accertati quell'evento storico
Evitiamo di confondere tutto per i quali compro atteggiamo in definitiva anche gli assassini delle sterminatore
Quelle che impongono la cosa dello e diventa assai tra la non si può toccare asset quello è il prodotto finale oltretutto anche il suicida
Degli assassini gliene sterminatore dei genocidi dei nazisti e allora noi forse siamo troppo tardi ancora in Italia
La vita partigiana significa anche organizzare ma se due sole persone
In Italia
Potranno aggiungersi dare corpo felicemente con propria felicità
Alla lotta dell'alternativa per la riforma americana imputavo protocolli una riforma radicale nella giustizia
Per la riforma comunque per la riforma radicale della costituzione l'assetto politico noi avremo credo già riportato un buon risultato
Quante volte
Cose più dure son Centore persone meno duecento in meno che si scrivono e hanno tutto il nostro
Cosa ne pensa
Se due persone
Ufficialmente su questo rischio che il d'impresa che ci assumiamo
Rivendica
Sono radicale anch'io
Credo che
Avete sforato e rischiare di perdere l'aereo ma
Ne vale
Non la pena ma la felicità grazie
Professor lanchester
Allora signori dopo
è difficile parlare dopo Marco Pannella né ma e anche bene che io parli dopo Marco Pannella perché
Io ringrazio molto Emma Bonino
Bella Bernardini per avermi mandato alla prima bozza io l'ho letta di un colpo
E devo confessare che sono allo Stato
Molto colpito
Per il taglio molto netto forse proponente del troppo polemico ma lo giustificato perché è utile questo documento per gettare
Un grido di allarme per lo Stato di diritto per lo Stato di diritto e per lo Stato delle istituzioni della Costituzione
E questo mi giustifica anche il passare sopra ad alcuni dissensi dal punto di vista dell'analisi per esempio lo ha sottolineato a anche Maccanico questa eccessivo schiacciamento fra
Una forma di Stato autoritaria
E nella forma di democrazia a basso rendimento del nostro ordinamento e ovviamente che è un taglio di tipo polemico tornerò per dare un pugno nello stomaco ma non ha alcuna
Rilevanza diciamo di tipo storico e storiografico
Ecco però il
L'altro problema cioè il pericolo della
Democrazia basso rendimento esiste ed è un rischio che ci porta verso le cosiddette democrazie di facciate su questo io sono d'accordo cioè
Ed è per questo che posso intervenire
Devo dire tra l'altro che il documento non so se nella nuova versione ma nella versione inerziale riferiva
E va beh nella Costituzione molto bella e poi e poi l'hanno rovinata da chi l'ha rovinato alle stesse persone perché in realtà e lo stesso ceto politico
Perché nella prodotta e allora il problema
Secondo me e quello di collegare la storia della Costituzione italiana che qui e molto ben sintetizzata sempre con quel taglio polemico e la storia costituzionale italiana perché se no non si capirebbe per quale motivo sono stati messi in testa a pagina sette Maranini da un lato e Giuliano Amato dall'altro Maranini quando nella sua storia del potere in Italia evidenziava alcune IPAB culturali
E lì ma anche istituzionali il problema ad esempio
Un del sistema elettorale
Maggioritario a doppio turno invece di quello uninominale e l'indipendenza della magistratura c'erano due elementi
Che potevano collegarsi poi con un problema di tipo culturale
Generale ed anche Giuliano Amato quando sottolinea
L'elemento che esiste però dappertutto esiste anche
E in Germania esistenti in altri ordinamenti dell'Europa centro orientare il passaggio dal cosiddetto
Costanzo part-time alla part-time citato ovvero dallo Stato partito AIM
Lo stato dei partiti beh né e e la sua continuità questo e un elemento andavo comune a tutti però che identifica un della prospettiva di storia costituzionale
E il limite storica della cultura politica italiana che non può essere sottaciuta perché il bene
Dal nostro Risorgimento una alla avvento del fascismo al crollo del fascismo e a tutta la storia repubblicana che deve essere
Direi i analizzata sotto il profilo della storia costituzionale vi sono delle costanti e queste costanti sono di una società frammentata metà con istituzioni deboli con ma garanzie labili anzi io direi piuttosto che labili
Massimo Severo Giannini tanto per citare un e grande giusto pubblicista amministrativista ma anche uno degli amministrativisti più vocati al diritto costituzionale del mille novecentocinquantuno parlava di costituzione fluida
Su o società cos'è la Costituzione fluida c'è la Costituzione però non è applicata
Ecco ed era questa la sua idea io direi che né il dal punto di vista sintetico che in realtà il il nostro ordinamento allora fa fatica a da vere
Un un buon rapporto con una Costituzione rigida e quindi con una certezza della Costituzione è una garanzia della Costituzione che faccia prevedibili comportamenti
E questo ha fatto sì per ragioni che sono di tipo Poggio politico e politico-culturale
In terno non è che mesi si è rimasti più sull'ambito di una Costituzione flessibile
Che è di una Costituzione rigida e che gli ottant'anni di esperienza statutaria dal mille ottocentoquarantotto
Diciamo
Mo'al mille novecento ventidue anche se la Costituzione Repubblica nello Statuto
Del regno dura perlomeno fino alla costituzione provvisoria del decreto legislativo luogotenenziale numero centocinquantuno del venticinque giugno del quaranta quattro ebbene questi ottant'anni
Quindi sono ancora su quella che è una dovrebbe essere una Costituzione rigida
Una Costituzione basata sulla prevedibilità e anche su la difesa della Costituzione detto questo
Evidente che e la storia costituzionale italiana che esce fuori perché questo vorrebbe essere un'interpretazione della storia costituzionale ma soprattutto al
Della storia della Costituzione è caratterizzata e deve essere caratterizzata da due grandi periodi il periodo tre mila novecentonovantatré e il periodo post mille novecento novantatré perché se per me e giusto ciò che dice
Marco Pannella citando sempre il concetto di regime io ho un concetto di regime differente dal suo il suo e con la R maiuscola quale sì stato India forma di Stato autoritaria per me invece norme valori regole del gioco strutture d'autorità in cui agiscono indicatori politicamente rilevanti e bene
La prima fase della
Sul regime repubblicano è caratterizzato da partiti forti e istituzioni dei voli
La seconda parte della
Anna storia della Costituzione repubblicana è caratterizzata da partiti deboli quasi inesistenti e con caratteristiche
Appunto plebiscitarie
Le e né senza partecipazione
E ne e istituzioni etniche sono formalmente deboli ma che le né possono degenerare ecco questo lo fa sì che sia necessario
A a attendere l'attenzione non soltanto sui temi né del sistema elettorale in senso stretto
Ma sui temi della legislazione elettorale di contorno sui temi delle regole medley meglio di me mezzi di comunicazione di massa
Della andare
Un applicazione delle regole per esempio l'onorevole Bonino Rino a anzi senatore
Senatrice no non si è è ha fatto una dichiarazione in relazione alla vicenda del referendum e all'applicazione dell'articolo trentaquattro della legge del settanta
Oddio il l'onorevole Evangelisti forse un senatore Evangelisti forse onorevole Evangelisti anzi
Né ad un aveva esagerato cercando di omogeneizzare le votazioni popolari elettive con quelle deliberative
Tuttavia è vero che come diceva Silvano Tosi cessato una modificazione tacita della Costituzione con atti omissivi in relazione al referendum
E cioè eventuale quando bisognava fissare la data fra il quindici
Di aprile e il quindici di giugno non lo si è fatto e poi e poi tutti assieme appassionatamente
Ecco su questo tipo di comportamenti omissivi che violano la legalità ecco qui bisogna porsi come un sol uomo questo e il momento della Resistenza nonché contro
Altre cose ma contro tutti questi piccoli o grandi
Nei problemi che sono ben sottolineati sempre con un taglio che le deve essere forse precisato la somma in questo la peste italiana e poi che io non voglio essere redarguito dai ma Bonino lo lascio immediatamente la generica ma noi no perché intendo tutti sanno che c'è un regime autoritario in questa fretta aperta
Grazie migranti dovesse
Ad questa stereotipo dalla suocera petulante per favore vorrei che
Il ruolo cioè percentuale svolge perché stando sempre niente cioè questo caso debole non vi è una regola affettuosa a va beh insomma
Bene
Allora immense e vorrei dare la parola Donato Sperone nella speranza che ci aiuti a focalizzare forse sulla parte che tu vorrà io ovviamente ma io mi aspetto qualcosa sulla
Economia sull'articolo ottantuno in particolare
Grazie ancora volevo prima di dire una cosa io sono
Una new entry anzi diciamo non farà la diaria spremuti visti un nuovo ingresso nella nella galassia radicale per la verità mi sono iscritto oggi qui
Questo forse che vuole anche dire che mi mancano alcuni elementi di cultura radicale per esempio non conoscevo questo aspetto della parola Satyagraha come ricerca della verità
E
C'è questa frase all'inizio del documento che dice questo non è pochi lo sanno questo non è un libro è un sette GRA cioè la ricerca della verità è la sua
Beh si è raro trovare un documento politico che guarda indietro per guardare avanti
Ma questo raro non soltanto dei documenti politici che erano nella pubblicistica politica ed economica se pervenga prendiamo
Le storie più complesse di intreccio tra economia e politica in Italia pensate alla P due pensate al Banco Ambrosiano Tangentopoli che cosa trovate trovate libri tipo instant book fatti immediatamente
Quando gli avvenimenti succedono
Oppure trovate libri alla Travaglio cioè libri che sono soprattutto costruiti sulla base di atti giudiziari però un tentativo diciamo di ricostruire tutto tutto il fenomeno a distanza di guardarlo a distanza è abbastanza è abbastanza difficile quindi direi che questa è anche un'indicazione di metodo nel dibattito politico che mi sembra importante
Poi volevo dire due cose che corrispondono
Più maggiormente i temi sui quali lavoro il primo è che secondo me questo documento potrebbe anche valorizzare ulteriormente già ci sono dei riferimenti ma potrebbe anche valorizzare ulteriormente il lì
Le l'indicazione dell'intreccio distorto tra politica ed economia i
Che c'è stato che si è verificato negli anni settanta ottanta soprattutto
Cioè tutte quelle che sono state le degenerazioni del partito Stato
Sulla sul mondo dell'economia io sto lavorando in questo momento di costruire
Determinate vicende di trent'anni fa e leggo centinaia di pagine di atti parlamentari di allora ed è impressionante la pretesa che avevano i parlamentari
Di
Comandare a bacchetta le imprese pubbliche
Cioè in sostanza si pensava che qualsiasi decisione delle imprese delle partecipazioni statali dovesse essere presa in Parlamento o nelle Commissioni o ovviamente sottobanco che quell'aspetto anche peggiore
Oggi il pendolo si sta spostando nuovamente verso un maggiore intervento pubblico
E purtroppo quello che forse non si è capito che noi abbiamo bisogno di più intervento pubblico in senso di maggiore regolazione ma non in senso
Di maggiore ingerenza della politica sull'economica se leggete il nuovo libro di Sergio Rizzo rapaci vi rendete conto che non abbiamo più le partecipazioni statali ma abbiamo comunque un sistema che fortemente inquinato dalla politica
Questa è la prima cosa che volevo dire la seconda per quanto riguarda il capitolo invece più specifico sull'economia
E che secondo me bisognerebbe valorizzare maggiormente il danno che questo sistema fa
Ai giovani agli anziani e alle donne
I giovani perché tutto il regime sindacale
A difeso protetto soltanto i lavoratori delle grandi e medie imprese non ha protetta i lavoratori delle piccole imprese vada protetto i giovani non appare protetto chi a contratti a progetto e anche su questo si stanno facendo pochissimi passiamo
E gli anziani perché secondo me ci sono degli equivoci sul fatto di
Prolungare come necessario l'età di pensionamento non è vero
Che se teniamo al lavoro di più una persona anziana togliamo un posto di lavoro ai giovani questo era vero
Quando avevamo un economia industriale in c'era quel posto in di montaggio o c'era uno c'era l'altro ma nell'economia dei servizi il fatto di continuare a valorizzare l'anziano perché non vada a giocare a bocce
Vuol dire creare ulteriore occupazione non vuol dire togliere occupazione pacchi infine le donne e c'è un riferimento alla giusta battaglia che fa Emma
Sul sull'età pensionabile delle donne però
Mi piace ricordare che questa battaglia e parte di una battaglia più ampia che riguarda il ruolo delle donne della nel mondo del lavoro
Sia dal punto di vista quantitativo che dal punto di vista qualitativo ci sono studi
Che vanno sotto il il nome
Generale di più o meno Economics vive di economia al femminile che dimostrano
Che dove il mix di occupazione e più a favore delle donne questo porta a un aumento del PIL io penso che non si possa pensare
Di arrivare a una ripresa sostanziale in Italia se non si valorizza maggiormente il lavoro femminile come del resto era indicato nella nota aggiuntiva al rapporto di Lisbona che Emma preparò quando era Ministro
Infine
Così una considerazione di carattere finale uno io credo molto nel fatto che si debba ragionare sul medio termine
Ha ragione Marco quando dice c'è un vuoto di speranze un vuoto di rigore un vuoto di serietà
Siamo preoccupati lottiamo per cambiare questa situazione ma dobbiamo costruire nel medio termine tutte le cose più importanti e più serie oggi si fanno nel medio termine pigliate a livello internazionale e tutti i processi di governance per esempio l'ambiente Kyoto
Forse è stato un mezzo fallimento però se non ci fosse Kyoto non ci sarebbe il dopo il dopo Kyoto cioè sono processi lenti processi che si proiettano di molti anni e penso che dovremmo abituarci a costruire con questo metodo anche in Italia
Perché solo così possiamo riuscire a andare oltre il degrado progressivo a cui assistiamo
Io
Provvista insalate De Amicis vogliano prendere la parola e commentare questa iniziativa venne volentieri venduti igieniche
Insomma vent'anni fa eravamo colleghi insieme in Parlamento questa volevo rimasti non so se
Io volentieri do ancora la parola se qualcuno vuole commentare siccome vedo Zambetti arriva e come me
Cioè non è che ti devo supplicare proprio no Francia
Oltre che mamma affettuosa pure buttafuori difese altra anch'esse tu sei la suocera affettuose io sono il nonno un po'improvvido
Nel senso che io ho visto letto questo dossier naturalmente lo condivido in pieno lo condivido anche da un punto di vista che può essere abbastanza individuale
Cioè in uno dopo la mia esperienza diciamo così fiammeggiante chiamiamola in questo modo tra il settantanove l'ottantacinque alla Camera e nel partito
Io ho pensato che fosse bene ritirarsi un po'dalla vita politica stare stare a vedere un po'le cose ero anche allora molto
Favorevole
In termini semplicistici alla rotazione dei parlamentari in termini con chi
Ti quotidiani alla
Partecipazione politica attraverso una vita che non fosse una vita così monastica mente politica ma che problema affrontasse anche una serie di altre
Altri incontri altre tematiche altre mobile essere e quindi
Se o un rimprovero da farmi un rimprovero di non avere
Partecipato di più a questa elaborazione a questa evoluzione del rapporto fra il Partito Radicale e la
E la realtà italiana che in questi anni parlo appunto dal diciamo dall'ottantacinque oggi cioè in questi ultimi venticinque venti venticinque anni
è stato un'evoluzione profonda nel senso che il Partito Radicale è rimasto quello che già era allora anzi si è fortificato in questo di questo va dato
Grande merito e i compagni che si sono
Sacrificati dico in questa attività
E quella che invece desiderata il il sistema circa che ha circondato questo questa attività politicamente radicali tanto appunto che oggi dire
è pensabile addirittura che fare politica significhi
Fare politica sul serio significhi metterci una stella gialla sul petto anche se uno non se la mente fisicamente se certamente se la sente addosso perché
Confrontarsi con una realtà che è così granitica mente ostile a quelli che sono i principi di libertà e di
Vita
Civile
Nel nostro Paese dal dai rapporti sul col sulla il cinismo ai rapporti sul campo del sul sulla vita personale alle le le questioni
Del testamento biologico o le questioni del dei dei rapporti internazionali voglio dire non ci sono ci son dei compagni che sono morti per questo voglio dire in Russia e in altri posti vuol dire
Cioè c'è una
Un realtà
Con cui oggi chi vuole fare politica secondo certi ideali
Se vogliamo ricordare una vecchia per me vecchie ma per tutti forse
Per modo di dire mi si diceva che i radicali e non gli estremisti del diritto voglio dire se qualcuno pensa che sia giusto che vivere secondo determinate regole
Liberamente scelte liberamente date in una in una comunità
Si deve finire appunto reietti o appestati
Questo dall'idea di della situazione in cui siamo oggi che
C'è perché non è certamente quella quella di un di un tempo
Ora
Io mi sono chiesto anche
Come è possibile comma
Vi dico anche anche la anche alla visione della relazione di questo documento come possibile far convivere
Una
Nazione una comunità nazionale
Dove il principio della democrazia eh
Individuato nella maggioranza nel cinquantun per cento che governa con una maggioranza del cinquantun per cento e oltre che insieme sceglie l'illegalità
Quelli del come come possiamo noi oggi
Militanti del Partito Radicale euro o vicini al partito radicale o o
Persone che magari non sono mai stati radicali fino adesso nel senso di Partito Radicale ma che sentono questa questa
Questa impossibilità di accettare una maggioranza che
Distrugga l'essenza stessa della democrazia
Che vada contro che uccida contro il il principio i principi fondamentali che dal punto diciamo tanto bene all'Inter ricordare certi figure del nostro partiamo
Da da Altiero Spinelli in poi aveva Ernesto Rossi hanno significato
Tutto nelle nostre
Nella nostra vita a partire dalla giovinezza
Allora come è possibile accettare questo
Cioè dove dove si può trovare chiamiamolo il grimaldello
Per far saltare questa questa
Questa
Questa innaturale e
Odiosa identificazione
Tra
La maggioranza e
E la negazione del diritto e dei principi fondamentali dello stare insieme democraticamente questo porre esse questo è anche una delle ragioni per cui ho preso
Poco parte a questo I nostri alla nostra vita effettiva di partite in tutti questi anni
Perché non sono riuscito a dare una risposta a questo io onestamente non sono riuscito a dare una risposta a questo come ci si fa
A opporre pensato in maniera più banale da mandare le cose se partecipate una riunione sindacale o una riunione condominiale
Dove la maggioranza decide una certa cosa che voi sentite come assolutamente intollerabile
Do come sentite come un'ingiustizia co come come si ci si può oggi nel nel due mila e nove nell'Italia di oggi
Rifiutare rivoltarsi e
E conti continuare a far fare quelle in cui si crede a essere come si crede
Io purtroppo spesso ho pensato che questo significasse Moon un ritiro dalla dalla dalla vita politica proprio di dire va beh io mi occupo di un'altra cosa e questa cosa vado perduta però capisco che è una una scelta sbagliata è la mia capisco che è una scelta sbagliata tirarsi indietro però io non ne so nulla se non è sotto trovare una migliore
Sono sono frutti
Devo dire affascinato come lo era tanti anni fa dal nulla al tipo di lavoro che fanno Marco Emma tanti altri compagni che son venuti dopo di loro che ci sono allora Sergio Stanzani che c'era da prima di allora
Sono affascinato dal dal loro
Riuscire andare avanti in questa cosa io non ce la faccio o
Attorno
Ci sono un pigro e sono anche pigro ovvero per la verità resta condotte non ho la pretesa
Né penso di dare contributi importanti ho letto senza
Il dovuto approfondimento che mi riservo comunque di fare per la serietà
Che lavoro che è stato proposto il documento e trovo assai interessante è la prima parte
Tutta la prima parte che comunque letta in chiave radicale non poteva essere diversamente del resto perché
Se è un lavoro fatto dal Partito radicale
La seconda parte quella più delicata alla cosiddetta seconda Repubblica credo che in qualche modo andrebbe ampliata e approfondita perché
Si rischia di vedere gli effetti ma di trascurare le cause che hanno determinato per esempio
A lo snellimento della democrazia lo snellimento delle istituzioni e la crisi della politica e così via lì che ci sono sempre alla base determinate gravose nel senso
Carfì diciamo
Una volta c'era una separazione netta un primato della politica dell'istituzione sulle istituzioni e ci ha detto a politica forte le istituzioni deboli c'era comunque una distinzione
Oggi questa distinzione non c'è cioè il partito organizza una parte interessi di parte della società che poi svolge pigiamo una domanda verso le istituzioni le istituzioni sono di tutti perché svolgono una funzione e l'interesse dei cittadini e delle comunità questo ribaltamento che c'è stato perché vede
Leggiamo le istituzioni totalizzanti
E i partiti di fatto inesistente solo come gruppi che organizzano le liste e è chiaro che ha determinato
Una caduta della partecipazione democratica uno svilimento dalla Democrazia le leggi elettorali hanno determinato la caduta della qualità
Della rappresentanza politica che si riflette ai vari livelli dal Comune alla Provincia la Regione al Parlamento nazionale probabilmente
Anche al Parlamento europeo per cui con io mi chiedo se non sia il caso vi ripensare
Ai meccanismi di formazione delle classi dirigenti e dalle leggi elettorali alle leggi elettorali perché qua
è stato sempre un tabù è stato difficile quali compare nell'allegato discutere per esempio e legge elettorale proporzionale non proporzionale bipolarismo bipartitismo sistema americano sistema inglese
Qualcuno ha fatto pure l'errore
E mi riferisco a Veltroni di avanzare una proposta in una situazione normale
Leggiamo accettabile però quando si confonde l'Italia con l'Inghilterra poiché per i risultati sono quelle che noi abbiamo di fronte Wind
Questa parte io mi riservo se ancora c'è tempo
Sì di approfondirla per dare un mio contributo credo che dovremmo andare scalare tutte quante perché oggi non ci sono non sono garantiti i diritti e libertà fondamentale dei cittadini
Compreso il diritto di voto compreso il diritto di voto che di fatto viene negato
Aggiungo che servisse a delegare si rimette anche alle organizzazioni politiche io coccola un ricorso che ho presentato proprio fresco fresco di apporre
Leggiamo lascerò nella quale nel quale si dimostra che in Italia i partiti nascono e muoiono per vuole ANTA dei pubblici ministeri e ora anche delle mezze maniche anche nelle mezza manichea ministeriale per cui si tengono in vita
Leggiamo strumenti o formazione di comodo che non vanno al voto perché sono di comodo magari del patron della liberazione del se tenta di escludere
Formazione che andrebbero al voto che potrebbero andare al voto ce l'ho detto
Leggiamo ringrazio del Partito Radicale che mi dà questa opportunità Radio Radicale del resto come nel
Dato sufficienti secondo i radar sono disponibili perché perché
Credo che questa
Campagna elettorale prossima del voto europeo si misureranno tante cose si misureranno tante cose con
Insuccesso
Se le forze a difendere il pluralismo ponete qualcuno i valori lo pagheremo tutte quante vende la mia vicinanza alle vostre posizioni grazie
Prego top Fogliato perché ho visto
Il il volumetto sei con molto interesse per
Sondato cercarmi subito la parte relativa relativa alla RAI su cui sui quest'altro
E mi ha molto insistito perché è un tema diciamo molto importante sia sia per la l'azione politica del Partito Radicale sia per l'opinione pubblica
Ecco sostituito indomito su un tema fra l'altro che non mi interessa molto e che ho approfondito in quanto su questa rivista on line un mese fa circa abbiamo pubblicato uno uno nostro di una cosa
Approfondita quello che mi ha stupito sia diciamo
Di in passato l'aspirazione politica al parrocchiale se mi posso permettere sia appunto in questo fascicolo
E che la RAI viene
Criticata e contestata soprattutto sugli spazi soprattutto su questi aspetti
Mentre non c'è almeno a quando ho visto io nessun approfondimento della illegalità di base perché l'illegalità del
Di base secondo poi lo studio che poi io
Punto darò alla
Alla senatrice che nella realtà di base l'onda e consiste nel fatto che
è vero che c'è la legge del
Trentotto
è vero che c'è la sentenza
Dalla Corte costituzionale
Però
Scusate non nel pagamento del canone che in base a una legge diciamo che dicono fiscale ma sta in base alla devoluzione alla RAI
Perché appunto l'accusa la devoluzione alla RAI era giustificata quando la RAI era l'unica che faceva il servizio televisivo perché secondo la legge del trentotto e secondo la prima sentenza del Consiglio regionale
A facendo soltanto le in servizio aveva il cammino quando invece sia esteso allora c'è stata e ho finito una sentenza del Consiglio regionale che ha riferito il canone
Alla al Lucio culturale alla differenza culturale al servizio pubblico della cultura ora siccome come
Loro giustamente dicono CRSEC sono omologate
Mi pare che questa condizione si è venuta meno quindi un tema da approfondire
Disse
Rispetto alla sentenza della Corte costituzionale la RAI è legittimata ad avere il canone perché
Non entro più diverso dagli altri non fa sufficientemente Sergio Muraro cultura o almeno non lo fa per un milione e mezzo di euro questo quindi per tre mila miliardi l'anno è coperto sarebbe in tema di analisi io davo
Comunque il mio studio e ha detto il
Ovviamente questa non è un un volume completo ma io ricordo radicali facciamo persino la campagna per il non pagamento del canone
Esattamente a partire da queste motivazione Emas venir malissimo però che vogliamo anzi non ha mai voglio dire si deve pagare il canone perché e secondo legge fiscale
La devoluzione alla RAI invece è un problema che dipende dal suo impegno nella ancora che non è valere tremila miliardi ed probabilmente non è ora no perché il servizio
Pubblica definito in in modo diverso e non solamente ad la sentenza allora dice culture non capisce nulla ho capito solamente che oltre alla sentenza della Corte poi ci sono
Sia le leggi istitutive sia la Commissione di vigilanza sia agli atti di indirizzo e quindi per cultura è venuto fuori anche il pluralismo politico a conosco perfettamente
Il pluralismo politico et c'entra quindi a parte la posizione radicale non siamo per la la privatizzazione per esempio della RAI per intenderci il problema del di questo libro e che vuole semplicemente fotografare
Le i dati e di illegalità rispetto alla loro legge persino rispetto a chi l'ha fatta e ampi così così la impone
Se non ci sono altre interventi io non so se professor Rebuffa vuole intervenire stessi chi fa un ci fa a favore prego le stanno portando a microfono assai più comodo da lì grazie
Io secolo visto soltanto questa mattina la documentazione a me pare che posso da di poter dare soltanto un giudizio sull'iniziativa
L'iniziativa mi sembra un'iniziativa fondamentale se non altro per una ragione la stucchevole atto mosse era che circonda la vita politica nazionale
Come dire non verrà fare delle battute sembra la democrazia del cappellino da ferroviere chi vediamo che lo porta meglio accordo sarà dicendo per dirla come la Beso
Rispetto alle cose dette io
Porsi ad aggiungere delle altre ma magari dentro ci sono la prima uno di quella che mi sembra pericolosissima che il cosiddetto chiamerei securitaria ISMU mediatico
Cioè l'idea di un'atmosfera di incertezza e di sicurezza che francamente i dati numerici smentiscono tranquillamente come la senatrice Bonino ha già detto altre volte
Questo aspetti gravissimo interna ma anche gli stupri che non ci sono durante il terremoto sappia noi andiamo a Segretario insomma raggiunge
Senza contare che lì c'è una droga vedo vale la pena di fare di mettere in rilievo con precisione cioè
L'opinione e libero eccesso già fatto con le parti che si disputano tutto voi un non di una salotto televisivo mai un servizio del telegiornale neanche
C'è un'altra cosa che è un
Vorrei vedere un po'meglio è una questione un po'preoccupante io non sono mai stato un parlamentarista oltranza come sapete qualcuno che mi conosce da più tempo
Tuttavia il declino della un della funzione parlamentare in questo momento molto forte molto grave perché
La da Bonzio né di parlare al Paese debba lamenta sempre disprezzabile questo non questo momento è mai stato così basso credo cui che per questo che l'iniziativa sia una bellissima iniziativa
Io ringrazio tutti gli intervenuti in questa che è una conferenza stampa no ma no nel senso che normalmente le conferenze stampa hanno un altro ritmo e e però
Ribadisco che questo vuole essere un primo passo grave di un processo e di una campagna politica la nostra non sarà tanto una campagna elettorale ma una campagna politica
Queste non sono elezioni democratiche io credo che questo avremo un compito di dirlo
Perché non sono democratiche le istituzione che ad esse presiedo non è democratico un Parlamento di nominati
Non è democratico un Paese che non rispetta le sue propriamente ed è un tentativo di monito appunto
E di chiamata ad una reazione io spero che anche i pigri diciamo trovino la drammaticità del momento
Motivo sufficiente per un ritorno più o meno parziale nessuno pretendeva
Come lei dentro il sistema monastico radicale ma insomma
Però per un ritorno perlomeno di attenzione
A fenomeni degenerativi che io credo il pregio di questo dossier
E di metterli come dire uno dietro l'altro perché la mia impressione è che ognuno neve da una parte
Ma che mancasse come dire una fotografia di insieme che aiuti ad una maggiore consapevolezza
Penso che su una situazione già sfaldata in termini di Stato di diritto e di illegalità
E di un vuoto che così si era creato si sta inserendo oggi un dato di populismo obiettivamente
Che a maggior ragione preoccupante proprio per l'assenza di paletti che sono venuti meno nel corso dei decenni per ragioni che come tutti gli anni sarà molto interessante
Approfondire perché la memoria come dice questo volume che si apre con una citazione di Sciascia a futura memoria parentesi se la memoria un futuro
Ed è quindi un'iniziativa di speranze di impegno che noi vogliamo lanciare ad una liberazione del Paese
Ed è una non non dato come dire di depressione o di o di puro terrorismo è un dato invece una chiamata alla riscossa
Di spiriti liberi in qualche modo che vendono vedo Noel riconoscono gli elementi di forte preoccupazione nel Paese credo anche ripeto che il convegno di Torino
Abbia dato degli spunti su cui è interesserà utile senza le illusioni che siamo di fronte per esempio ad un processo elettorale democratico non è così
Compito anche di un Satyagraha sarà anche quello di dirlo e di farlo sapere i cittadini quindi è un primo inizio
Ci impegniamo ad averne dei successivi ma a rapidissimamente io pensavo ad esempio ad una
Ulteriore ad un'come legno per non più così generico ma magari visto per segmenti ma che tenga però una sua fotografia complessiva perché altrimenti
Ci troviamo di nuovo a a dividerci per settore invece è la fotografia complessiva quello che rende e la situazione di oggi particolarmente preoccupante grazie a tutti
Era una registrazione della ventiquattro aprile due mila nove con questo intervento di Emma Bonino pronunciato nel corso di una conferenza stampa quando i radicali presentarono
Il libro inchiesta la testa italiana sulla storia sessanta navale della distruzione dello stato di diritto e della democrazia il nostro Paese concludiamo qui questo spazio di informazione e di riflessione