09APR2014
intervista

Intervista a Giuseppe Rossodivita sulla vicenda dei bambini audiolesi dell'Istituto Antonio Provolo di Verona vittime di abusi sessuali

INTERVISTA | di Giovanna Reanda Roma - 00:00. Durata: 6 min 19 sec

Player
"Intervista a Giuseppe Rossodivita sulla vicenda dei bambini audiolesi dell'Istituto Antonio Provolo di Verona vittime di abusi sessuali" realizzata da Giovanna Reanda con Giuseppe Rossodivita (avvocato, membro della Direzione, Radicali Italiani).

L'intervista è stata registrata mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Cattolicesimo, Chiesa, Disabili, Francesco, Giustizia, Minori, Pedofilia, Sessualita', Vaticano, Verona, Violenza.

La registrazione audio ha una durata di 6 minuti.
00:00

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Con l'avvocato Giuseppe rosse di vita
Parliamo di una vicenda che affonda le sue radici interamente forse andrebbe rimandando vista anche settantatré prevede due cioè il caso
Verona mi risulta disponibili fotocopie
Vito nove punto due mila nove
Pari al due mila nove e che e che oggi aveva coprire riproposto
Perché carta ci sono una serie di iniziative partendo dalla Giuggioli autore successe che sicuramente ha avuto
Lascerei la diocesi ma
Probabilmente anche pubbliche
Luciano e non solo del nuovo ponte vicende
Tra facciamo brevemente un filone che non esclusi i pensionati si
Innanzitutto mi riesce ricollegarmi all'altro ultima frase senz'altro si tratta nomini un
Un'iniziativa questa mosse da una fiducia che c'è
Nei prodotti del del nuovo Pontefice per le parole per le azioni che fino adesso ha fatto
E ricordiamo che anche
Di agli ex allievi di provocheranno da poco ho scritto una lettera
A Papa Francesco una sua risposta sarebbe veramente importante perché questa vicenda come dice lui
Nasce in un clima completamente diverso
Da quello attuale a livello papato
Nasce nel due mila nove
Quando come forse con gli ascolti lunedì porterà
Dalle pagine de L'Espresso diciamo sostanzialmente partiti da una denuncia pubblica
Infatti di pedofilia perché erano
Accaduti
Presso l'Istituto proprio in un arco di tempo molto ampio dalla mille novecentocinquanta
Sino alla metà degli anni ottanta economico e
Per per i tanti ai danni appunto di questi
Ex allievi parliamo di bambini sordomuti
Affidati al proprio perché spesso anche senza famiglia quindi in una situazione di particolare difficoltà e il paesaggio rurale bassa scolarizzazione con difficoltà ovviamente a rapportarsi nel mondo
Né tutto il mondo esterno
Nell'ambito in particolar modo vi erano stati Provincia
Lì dove fino a qualche decennio fa
Ricordiamoci anche questi sordomuti erano considerati
Poco o niente fossero enunciate
Azioni del della della veramente ritardati denuncia comunicazione di comunicazione con loro e quindi venivano diciamo la considerazione sociale
Che c'era questo tipo fortunatamente il dato cultura nel tempo
è cambiato i sordomuti e hanno iniziato a rivendicare con forza
Anche i loro figli fu
In questa circostanza nel due mila nove fu questa pubblica denuncia con questi fatti non
E così via
La reazione all'epoca
A testimoniata in particolar modo dalle pagine dell'avvenire il quotidiano della CEI ma a nostro avviso è particolarmente
Poco comprensiva virulente dai diversi
Perché in buona sostanza coinvolgere
Di una settimana agli ex allievi del proprio anziché
Diciamo a andare a cercare di comprendere bene
Infatti chi che erano accaduti furono sic et simpliciter accusati interesse a livello calunniatore
Degli impostori
E quant'altro
Sono partite
Per queste ragioni non
Una serie di azioni giudiziarie una conquista
Parti anche nei confronti del testo
Di Verona Monsignor Zenti che non affollatissima conferenza stampa
Appunto lancio accuse contro l'ex leader Provolo
E questa azione che non è mai arrivata non è mai arrivata al termine
Per un atto di fiducia che ancora agli ex allievi provo
Per bocca del suo precedente Giorgio dalla Bernardina hanno voluto fare
Allorquando a distanza di qualche mese il vescovo pubblicamente dalle pagine dei giornali
Chiese scusa
Per diciamo la relazione che evolve in quella conferenza stampa affronteremo in un altro
Conoscenza di questa cerchi
E si impegnò
Ci fu un impegno istituire una Commissione per accertare questi fatti ecco diciamo che questa Commissione pochi effettivamente seguita non esattamente con la composizione
Che avrebbero voluto gli ex allievi del proprio ma sicuramente
Ci fu una garanzia rappresentata dalla presenza di un membro sterno agli organi inglesi astici che era il Presidente
Che fu nominato di questa Commissione
Come pensando l'ex Presidente del Tribunale disegnati vero
Questa Commissione appunto aggiunta dopo per la verità o di tempo
Dalla
Dalla dalla sua istituzione alla conclusione dei lavori e
Diciamo a accertato che sostanzialmente quello che andavano a denunciare che avevano denunciato dalle pagine de L'Espresso i
Appunto l'ex allievi del Provolo riconoscendo chiedendo scusa evidentemente anche
Poi c'è stata una missiva
Ulteriore formale di richiesta di scuse per
Questi negli atti
Vergognosi che furono commessi e e fu un appunto accertati sono stati accertati diversi episodi
Di pedofilia ladro
Di questi numeri di questo articolo grazie al riguardo