11APR2014
stampa

Diritti Umani ed Elezioni europee: conferenza stampa di Marco Pannella e dei dirigenti Radicali

CONFERENZA STAMPA | Roma - 10:12. Durata: 1 ora 12 min

Player
Marco Pannella, Rita Bernardini, Filomena Gallo, Marco Perduca, Giuseppe Rossodivita intervengono sulle ultime iniziative del Partito Radicale Nonviolento per l'attivazione dei meccanismi internazionali nei confronti della Repubblica italiana in materia di diritti umani e sulle prossime Elezioni europee.

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Diritti Umani ed Elezioni europee: conferenza stampa di Marco Pannella e dei dirigenti Radicali" che si è tenuta a Roma venerdì 11 aprile 2014 alle ore 10:12.

Con Rita Bernardini (segretaria di Radicali Italiani), Marco Perduca
(vicepresidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito), Giuseppe Rossodivita (segretario del Comitato Radicale per la Giustizia “Piero Calamandrei”), Filomena Gallo (segretario dell'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica), Marco Pannella (presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito).

La conferenza stampa è stata organizzata da Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito e Radicali Italiani.

Sono stati trattati i seguenti argomenti: Amministrazione, Antigone, Associazioni, Barroso, Cancellieri, Carcerazione Preventiva, Carcere, Centro D'ascolto, Comunismo, Consiglio D'europa, Corte Costituzionale, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Corte Interamericana Dei Diritti Umani, Coscioni, Costituzione, Decessi, Democrazia, Depenalizzazione, Digiuno, Dirigenti, Diritti Civili, Diritti Umani, Diritto, Elezioni, Embrione, Estradizione, Europa, Europee 2014, Fascismo, Fecondazione Assistita, Giustizia, Immigrazione, Indulto, Informazione, Istituzioni, Italia, Legge Elettorale, Mafia, Magistratura, Messaggio, Ministeri, Napolitano, Nazismo, Nonviolenza, Orlando, Ospedali, Parlamento, Parlamento Europeo, Partito Democratico, Partito Radicale Nonviolento, Politica, Presidenza Della Repubblica, Procreazione, Provincia, Psichiatria, Radicali Italiani, Ricerca, Rifiuti, Riforme, Rodota', Sangue, Sanita', Sardegna, Senato, Somalia, Stampa, Suicidio, Torreggiani, Tortura, Ue, Van Rompuy.

La registrazione video della conferenza stampa dura 1 ora e 12 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

10:12

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ecco cento siamo pronti
Allora apriamo questa conferenza stampa innanzitutto dicendo i nomi di coloro che sono presenti c'è l'avvocato Giuseppe Rossodivita Marco Perduca io sono Rita Bernardini
Filomena Gallo e Marco Pannella di che cosa vogliamo parlare oggi di fronte
A una conferenza stampa dove la stampa non è presente nemmeno le agenzie dobbiamo dire sembra che siano state impegnate
Tutta la notte per perseguire la fiducia
Noi comunque abbiamo questo lo voglio sottolineare presente la telecamera di Radio Radicale
Il TG cinque enti
TG uno bene
Allora di che cosa
Vogliamo parlare in questa occasione vogliamo innanzitutto dire fare il punto anche attraverso l'iniziativa
Che stiamo per trasmettere in sede europea al Comitato dei Ministri del consiglio d'Europa la Corte
Europea dei diritti dell'uomo che riguarda lo Stato della giustizia e delle carceri soprattutto in vista del ventisette ventotto maggio che è la data
Diciamo una sorta di ultimatum che la Corte europea e dei diritti dell'uomo ha dato all'Italia
Per interrompere la flagranza di reato dei trattamenti inumani e degradanti che ci sono nelle nostre carceri cioè per violazione dell'articolo tre della convenzione
E che va sotto il nome di tortura
E
Inoltre
Ne facciamo ne parliamo in questa in questo documento che mandiamo in sede europea
Sottolineammo come l'Italia non da oggi non da qualche anno ma da almeno trent'anni a questa parte
Sistematicamente viola l'articolo sei della convenzione non che la nostra costituzione
Per l'irragionevole durata dei processi
Io introduco per quel che mi riguarda poi di questa di questo atto che faremo pervenire al Parlamento europeo
E alla al Comitato dei ministri e alla Corte europea ne parlerà Marco Perduca
Io
Faremo anche un cenno ne parlerà soprattutto Marco Pannella a come ci poniamo
Di fronte alla scadenza delle elezioni europea ormai imminente stanno
Per depositare le liste sapete quali sono le polemiche nei vari fronti sulla formazione di queste liste
Da parte mia io voglio sottolineare un dato
Sono con altri mille cinquecento persone che hanno aderito a questo Satyagraha personalmente alla quarantatresimo giorno di sciopero della fame
E stiamo contando i giorni che ci separano da quel
Ventotto maggio
Con il nostro metodo con quello della non violenza che tenta di aprire un dialogo
Con il potere e in particolar modo con il Governo e con le altre sedi istituzionali e naturalmente anche con il Parlamento sebbene una risposta dal Parlamento l'abbiamo già ricevuta
Quando
A
Tra virgolette in questo caso la Camera dei deputati discusso il messaggio del Presidente della Repubblica che risale all'otto ottobre dello scorso hanno su carceri e giustizia
E
La decisione Presa dalla Camera dei deputati dir restituire di rimandare di rigettare il messaggio presidenziale
E allora questa iniziativa che cosa ha ottenuto
Intanto vi do una notizia che della quale abbiamo avuto solamente qualche cenno sulle agenzie di stampa ma non mi risulta che sia stata riportata oggi dai giornali
Il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria
Con una circolare
Ha
Chiesto a tutti i direttori delle carceri di non dare di più informazione
Riguardanti il carcere
All'associazione Antigone
Io mi sono permessa un'associazione conoscete tutti Patrizio Gonnella che da decenni
Ricopre così come ristretti orizzonti così come altre associazioni un'opera assolutamente meritoria nelle monitoraggio
Di quello che avviene nelle nostre carceri da parte nostra noi abbiamo potuto fare nella scorsa legislatura quando eravamo presenti in Parlamento sia alla Camera che al Senato
Un monitoraggio molto serrato attraverso gli atti attraverso le visite a sorpresa e gli atti di sindacato ispettivo
è incredibile come in questi giorni via via
Non è che vengono date le notizie di fatti di cronaca spesso vengo chiamata perché su quel caso magari di una persona
Che si è suicidata nella scorsa legislatura avevamo presentato un'interrogazione parlamentare segnalando il caso a chi al Governo
Con nelle nostre interpellanze e interrogazioni parlamentari perché alle visite seguivano Sempre degli atti
Di sindacato ispettivo
Ebbene allora io mi sono permessa di dire che il DAP sta uscendo fuori di testa
Perché perché non c'era solo questo segnale che riguarda
L'associazione Antigone
Ma nei giorni scorsi non so quanti di voi giornalisti siate informati
A reagito in un modo veramente scomposto alla mia richiesta alla nostra richiesta insistente nei confronti del ministro della giustizia e quindi del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria affinché fornissero e rendessero pubblici i dati effettivi delle capienze delle carceri italiane perché
E loro hanno detto che le mie dichiarazioni erano diffamatorie
E io mi aspetto che arrivi la relativa denuncia
Se non arriva beh
Questo vuol dire qualcosa perché avevo chiesto questi dati perché il nostro Ministro della giustizia nel momento in cui si è recato in Europa per
E e in particolare dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa e alla Corte Europea per rappresentare quel che era stato fatto
Dall'Italia in vista della scadenza della sentenza Torregiani aveva affermato che la capienza regolamentare era di quarantanove mila posti
Alcuni giorni fa abbiamo avuto addirittura il capo del DAP l'ex cioè il magistrato di sorveglianza di Roma ex magistrati di sorveglianza di Roma Tamburino che aveva parlato di cinquanta mila posti
Ebbene in questa nota piccata del di
Parti mento dell'amministrazione penitenziaria
Alla fine del comunicato si dice
Dopo aver affermato che io stavo diffamante o il Button
Si dice che è evidente che ci sono delle sezioni e chiuse perché sono in ristrutturazione
è evidente che ci sono delle sezioni chiuse perché sono inagibili è evidente che ci sono delle sezioni che non sono aperte per mancanza di personale e quindi
Alla fine veniva fuori la cifra che non era né di quarantotto quarantanove mila né di cinquanta mila ma di quarantatremila e dispari posti
E quindi un primo successo della nostra iniziativa non violenta fa del nostro così essere poco politicamente corretti insomma lasciamo in pace lasciamoli lavorare
C'è di più
Da questo punto di vista ecco perché continua a dire sono usciti fuori di testa perché questo atteggiamento di non
Di e chiudere la possibilità che e ci sia una verifica non abbiamo nemmeno il garante nazionale è stato introdotto nella legge
Ma ancora non è stato nominato a parte il fatto che sarà di nomina governativa e quindi sarà
Di parte e non
Sicuramente esterno all'amministrazione penitenziaria al Ministero
Della giustizia e bene c'è un modo un piccolo foglietto qui in graffi grata belle
Dal quale dalle quali risultano che ci sono altri almeno due mila e settecento posti da togliere a quella capienza vera che abbiamo detto di quarantatré mila e dispari posti perché
Se andate sul sito del ministero del Ministero della Giustizia trovate
Che ci sono delle realtà come per esempio la Sardegna dove i detenuti sono di meno
Della capienza regolamentare ma quella capienza regolamentare entra a far parte
Di quei quarantotto mila di Quetta di cui parla ma lì non ci può essere nessuno non c'è nessuno
E e qui sono oltre settecento posti
Che non sono e non possono essere utilizzati
Ma poi abbiamo la situazione degli ospedali psichiatrici giudiziari sappiamo che recentemente
Il Presidente della Repubblica dopo gli tanti rinvii della chiusura degli OPG ha dovuto firmare a malincuore l'ennesimo rinvio
Al due mila e cinque di questi che lui ha definito dei veri e propri orrori
Ebbene negli ospedali psichiatrici giudiziari via via che vengono dimessi iter ricoverati ci sono
Circa quattrocento posti che non sono utilizzati adesso
Egli ricoverati negli occhi G detenuti negli OPG sono ancora circa ottocento però ci sono oltre quattro
Otto posti che non può non è che puoi mandare un detenuto i no PG mentre cioè è evidente un detenuto
Che non ha quel tipo di patologie quindi altri quattrocento posti più altri ricavati da carceri che hanno più posti regolamentari che detenuti
Quindi il dato vero
è che noi abbiamo poco più di quaranta mila posti di fronte a sessanta mila detenuti questa il dato che cerchiamo di trasmettere in Europa
Noi abbiamo chiesto poi devo la sentenza Torregiani viene sempre interpretata semplicemente con il dato del sovraffollamento in realtà la sentenza Torregiani e molto chiara
Perché dice che sotto i tre metri quadrati non si mettono nemmeno a discutere sì il trattamento è inumano e degradante lo danno per scontato
Con la nota i maiali hanno diritto a sei metri quadrati attesta
Però ecco questa è la decisione della sentenza Torregiani sopra i tre metri quadrati la sentenza Torregiani indica quali sono tutti gli altri fattori che devono essere presi in considerazione
La possibilità della luce naturale dell'aria delle cure
E io siamo sommersi dalle
Segnalazioni di persone che non vengono curati in carcere e che stanno proprio al limite
Di per morire e le condizioni igienico sanitarie e e tutto il
La possibilità del trattamento rieducativo che praticamente nelle nostre carceri non esista
Allora poi c'è un altro dato e su questo c'è il silenzio più assoluto l'unico tentativo di risposta
Ce lo aveva
Fornito l'ex Guardasigilli cancellieri che abbiamo chiesto ufficialmente al Ministro della Giustizia e ho concluso
Ed è quello che si dice che riferisce alla violazione da parte dell'Italia dell'articolo sei della convenzione cioè
L'irragionevole durata dei processi nulli la nostra giustizia in Italia è praticamente paralizzata da un io lo chiamo corpaccione di oltre cinque milioni di procedimenti penali
Pendenti B a tutti i Ministri della giustizia abbiamo chiesto di sapere qual è la composizione
Perché sapete che un provvedimento di amnistia che possa far diminuire
In un modo significativo questi processi pendenti che sono via via
Destinati alla prescrizione oppure ad assicurare una giustizia ritardata che arriva dopo dieci quindici anni
E allora la domanda che abbiamo posto che cosa succeda che cosa è composta questa massa cioè quali sono
Le temi capire i reati che sono stati che si dice che si presume siano stati commessi liberi di tali massime
Perché l'amnistia si può fare tre anni a quattro anni e cinque anni di pena oppure di più perché governare una situazione significa
Far diminuire sensibilmente questa massa di procedimenti penali pendenti ebbene solamente la ministra Cancellieri ci diede un dato che e con una ministri sia
Che con la pena edittale massima di tre anni per questo tipo di reati ci sarebbe stato un decremento del trenta per cento dei procedimenti penali
Quindi già un milione e mezzo in meno
Ma evidentemente si possono vedere altri altri no però a questo dato a parte chi era approssimativo perché forse questo lo potrà dire molto bene Giuseppe Rossodivita perché non si basava su una rilevazione scientifica seria
E
Comunque è l'unica dobbiamo darle atto che ce l'ha fornito
Così come è l'unica la ministra cancellieri non solo ad essersi pronunciato a favore di amnistia e di indulto in vista della scadenza
Non abbiamo mai avuto un ministro forse Nitto Palma
Lo aveva detto però che in modo così chiaro esplicito come necessità e come misura strutturale abbiamo avuto solamente la ministra Cancellieri la quale anche sui posti regolamentari
Perché nota me disse non mi faccio fregare dal DAP
Aveva lei stesso ammesso che ce n'erano almeno quattro mila e cinquecento da sottrarre alla capienza regolamentare questa la situazione la nostra
Battaglia è una battaglia storica dei radicali quello di quella del diritto alla conoscenza da parte dei cittadini abbiamo tutta l'intenzione
Di proseguirla PR rappresentare per quanto ci è possibile
Quella massa quei milioni e di cittadini che compongono il popolo italiano che sono esclusi sistematicamente dal diritto alla conoscenza
Adesso a chi do la parola a Marco Perduca grazie delazioni il per come ho detto noi abbiamo deciso di
Dare un documento corposo alla Presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa che è il Ministro degli esteri austriaco
Al Presidente della Corte europea di Strasburgo sui diritti umani che quella che a gennaio dell'anno scorso adottato da famigerata a questo punto almeno per quanto riguarda l'Italia sentenza Torregiani
Ma per conoscenza l'abbiamo inviato anche al Presidente del Consiglio europeo Van Rompuy al Presidente della Commissione europea Barroso a tutti gli eurodeputati e anche
Hai parlamentari italiani
Si tratta di un documento che raccoglie tutto quanto ricordato a da Rita Bernardini che poco fa ma che vuole portare all'attenzione degli organi sovrannazionali competenti sia il modus operandi di questo Governo in modo particolare cioè della fabbricazione di giustificazioni
Di
Iniziative intraprese del tutto secondo noi ma soprattutto secondo i dati che Rita ricordava poco fa
Adeguate a rispondere a ciò che
In particolare la sentenza Torregiani prescriverebbe all'Italia
E a abbiamo voluto recuperare quanto il Partito Radicale ha continuato a fare negli ultimi trent'anni non soltanto nei confronti dell'Italia in seno al Consiglio d'Europa e quindi alla Corte di Strasburgo ma anche
Per a all'interno del sistema delle Nazioni Unite
Nel due mila Emma Bonino nel due mila uno Olivier Dupuis nel due mila due Daniele Capezzone alla Commissione diritti umani di Ginevra già presentarono quello che a quell'epoca chiamavamo il caso italiano
Cioè come le istituzioni di un Paese che si ritiene
Sia democratico fossero le prime a non rispettare la propria legalità la propria legalità costituzionale e quindi gli obblighi internazionali che questo Paese ha avendo ratificato decine di trattati
A sui diritti umani voi sapete che poi la Commissione diritti umani è stata diciamo così contro riformata in un Consiglio sui diritti umani l'Italia già nel due mila nove ha subito la prima revisione periodica e con Marco Pannella
Partecipammo alla sessione plenaria nel gennaio del due mila nove il prossimo esercizio di revisione inizierà a ottobre del due mila quattordici
E noi esattamente un mese fa abbiamo fatto avere all'ufficio dell'Alto Commissario per le Nazioni unite sui diritti umani un'ulteriore memoria dove elaboriamo
Venti domande che devono essere assolutamente poste all'Italia
Perché una violazione della Convenzione europea dei diritti umani è anche una violazione del Patto internazionale sui diritti civili e politici
Quello che in Europa e l'articolo tre cioè i trattamenti inumani e degradanti all'articolo sei del patto quello che è l'articolo sei per la Convenzione europea cioè il giusto processo e l'articolo dodici del Patto internazionale
E quindi quando si viola un trattato regionale come quello della Convenzione europea si viola automaticamente anche il Patto internazionale
Abbiamo poi ampliato il
La mancanza di rispetto della legalità costituzionale e anche dei diritti umani affrontando questioni relative all'inclusione anzi all'esclusione dei rom
Alle politiche di immigrazione a tutto ciò che attiene
In qualche modo
Alla distacco dei fatti rispetto alle parole in Italia a
Finalmente un anno e mezzo fa ratificato il per il protocollo aggiuntivo alla Convenzione sulla tortura qui in di
Diciamo almeno in linea di principio aprendo tutte le istituzioni pubbliche dove vengono ristrette temporaneamente o per tempi più
Lunghi delle persone quindi non soltanto carcere ma anche caserme ospedali psichiatrici giudiziari e centri di migrazioni ma non ha
Da una parte creato l'istituzione indipendente sui diritti umani che dovrebbe essere prevista una volta ratificato quel patto a opzionale perché quella che poi può fare quel che fanno i parlamentari cioè
A effettuare delle visite di ispezione ma soprattutto non ha codificato il reato di tortura nel Codice penale c'è stato un primo passaggio in Senato che ha dei tipici Zanato il reato stesso e dall'altra parte
A ritenuto dover formulare
La descrizione del reato come una serie di atti che si susseguono e quindi non uno solo ADI staccandosi dalla definizione che invece ne alla fine degli anni Ottanta l'Italia aveva ratificato con la convenzione
Il nostro documento quindi vuole essere una sorta di memoria pro veritate del modo con cui l'Italia non risponde a quanto
Richiesto dal Consiglio d'Europa e
Quindi continua a a comportarsi in maniera tecnicamente climi criminale perché non
Mette fine alla flagranza di comportamento al di fuori della legge
A luglio scorso è stato adottato un decreto
Da parte del Governo letta che affrontava il cui il tema delle carceri che non ha fatto diminuire di neanche a questo punto con i dati che ricordava Rita poco fa qualche centinaio di persone
Il divario fra la capienza regolamentare e quella
Effettiva
C'è stato il villino il prima dell'intervento del messaggio del Presidente del Consiglio della Repubblica Marco Pannella e Giuseppe Rossodivita hanno inviato una diffida nei confronti di tutti coloro i quali
Sono competenti all'esecuzione della pena e alla attuazione delle sentenze dicendo loro di controllare quale sarebbero state qua le e condizioni di detenzione delle persone che venivano mandate in carcere proprio perché si sapeva che pendeva
E pende tuttora una denuncia una sentenza da parte della Corte europea che dice che il problema rilevato in Italia non attiene soltanto alle due carceri da cui le sette persone della sentenza Torregiani
Provengano cioè Busto Arsizio e Piacenza ma sono tutti gli istituti duecentocinque gli istituti
Di pena ci sono state altre decisioni prese il ventuno di dicembre con un altro decreto legge in materia carceraria convertito qualche settimana fa in legge definitiva ma nessuno di questi provvedimenti ha voluto a riuscito ad affrontare la questione alla radice il Presidente della Repubblica nel suo intervento
Come forse qualcuno ricorderà ma sicuramente non i parlamentari visto e considerato che il dibattito che è stato fatto non è stato fatto sul messaggio del Presidente ma su un rapporto preparato dalla Commissione giustizia della Camera oltre a misure
Di depenalizzazione e dei carceri Zazie o né ha parlato chiaramente per l'oggi quindi poi guardando da quest'oggi
Riformatore a un domani
Di
A politiche leggi di tipo diverso di amnistia e indulto e nessuno ha dato seguito a questo suo invito concludo dicendo un'ultima cosa che noi abbiamo voluto portare a cose all'attenzione
Delle istituzioni europee oltre a queste diciamo castighi legali e politici perché il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa più volte ha detto che l'Italia con questo suo comportamento
Mette a rischio il mero concetto di Stato di diritto oltre a queste
Decisioni internazionali un mese fa esattamente e ne sono state prese due a livello bilaterale e infatti all'inizio di marzo non è stato estradato verso l'Italia un cittadino somalo
E una settimana dopo perché ha fatto precedente la sentenza sul somalo non è stato estradato verso l'Italia un boss mafioso
Noi abbiamo collaborato con in particolare con Giuseppe Rossodivita settembre ottobre novembre io sono stata anche audito in tribunale a Londra a
Con la difesa del cittadino sommano e il motivo per cui non è stato estradato è da ritrovarsi
Nelle condizioni che lo apre detentive che lo avrebbero aspettato in Italia si badi bene che sarebbe stata carcerazione preventiva in quel caso perché ancora
Non è stato
è stato soltanto inviato un avviso di garanzia dal Tribunale di Firenze essendo a Firenze una delle città con uno dei carceri peggiori in Italia il carcere di Sollicciano li avrebbe dovuto essere trasferito e le rassicurazione del Ministero della giustizia
Sono state dichiarate non sufficiente sulla base dei dati che ne avevamo fornito ma anche sulla base della mancanza di progresso che l'Italia
Ha voluto
Proiettare verso l'Europa in me materia di cambiamenti
Legali questo nostro documento appena avremo la certezza che è stato ricevuto dai destinatari principali lo pubblicheremo anche sul sito radical parti punto orbite sul sito radical parte con porgo possono già ad oggi essere lette
Le nostri nostri rilievi di violazione dei diritti umani e l'Italia che le Nazioni Unite prenderanno in considerazione ottobre di quest'anno
Grazie a Marco Perduca segnalo la presenza in sala degli ex parlamentari Maurizio Turco ed Elisabetta Zamparutti e di Gianni detto
Che dirige e coordina il Centro d'ascolto dei programmi radiotelevisivi
Una organizzazione voluttà in questi anni post potremmo dire resistente ancora
Alla
Chiusura voluta dal partito radicale e che opera un
Monitoraggio scientifico dei degli ascolti e dei programmi radiotelevisivi e che non fa nessun altro in Italia nemmeno quelli e soprattutto quelli e che e godono di ampi finanziamenti pubblici
Allora adesso mentre richiamo purtroppo tutti al tempo mi dispiace di non averlo fatto per me stessa sono le dieci e quarantuno credo che abbiamo a disposizione questa sala stampa della Camera fino alle dieci e un quarto
Alle undici e un quarto va bene certo fino alle undici e un quarto poi magari possiamo pure rubare qualche minuto ma non credo che potremmo
Protrarre muto
Allora do la parola a Giuseppe Rossoni a filo prima
Subita Marco
A Giuseppe Rossodivita
Lui il responsabile e poi a Tonino Menna Gallo e infine a Marco Pannella Bainsizza
No molto brevemente in realtà Rita Marco già hanno esposto nell'anno il motivo principale per cui
Appunto siamo qui con riferimento
A questa memoria appunto che abbiamo già voluto inviare
A in particolar modo
Ai soggetti che istituzionalmente sono responsabili della
Controllo appunto rispetto alle
Iniziative dell'Italia per far fronte
A a quanto statuito nella nella sentenza Torregiani
A nostro avviso appunto voce questa memoria che può essere consultata questa lettera che può essere consultata non è una lettera in realtà è un documento molto più complessa
Che può essere consultato sui siti radicali ma solo per fare un esempio perché a mio avviso deve essere ben evidenziato qualche settimana fa il Ministro della Giustizia italiano è andato a fare un in giro
Presso le istituzioni europee sostanzialmente tentando di convincere
Appunto gli interlocutori che l'Italia
Sostanzialmente stava per approdare ANAS sta per approdare ad una soluzione della problema che come ricordava Rita non è solo un problema di sovraffollamento delle carceri ma un problema di
Dignità delle persone dentro le carceri e quindi non non solo spazio ma
Tutela di tutti gli altri diritti costituzionalmente
Previsti nel nostro ordinamento e che non possono e non debbono essere conculcati
Al di là di quello che strettamente necessarie nel momento in cui si viene ad essere privati della libertà personale tutto questo in Italia evidentemente non non esiste
C'è stata anche la poco pochi giorni fa
La visita di una Commissione di parlamentari europei che ha portato
Appunto a stilare un altro rapporto vergogna contro l'Italia cioè non è il rapporto vergogna della vergogna e dell'Italia e questi parlamentari europee l'anno
Sottolineata
Ma solo appunto dicevo per fare un esempio Rita ricordava la sua interlocuzione diciamo pubblica tramite agenzie con il DAP circa di posti effettivamente disponibili ecco
Il Ministro della Giustizia è andato dall'istituzione europea dire che le nostre carceri
Possono ospitare fino a cinquanta mila persone essendo
Così
Strutturate e adeguate per ospitare fino a cinquanta mila persone e invece poi quarantotto ore ventiquattro ore dopo
Seppur diciamo attraverso una risposta piccata indirizzata peraltro a mio avviso
Forse è stato un modo anche da parte del dato per fare uscire questa cosa tutto sommato
Perché poi il dato ha specificato che
Non era vero quanto diceva Rita Bernardini diffamazione eccetera eccetera precisando che Bossi sono quarantatremila ecco allora noi tanto per fare un esempio abbiamo voluto
Sottolineare attraverso questa memoria il dato reale e non il dato
Diciamo comunicato in precedenza così come abbiamo voluto
Evidenziare anche
Ai questi soggetti istituzionalmente responsabili della esecuzione del dettato della Torregiani
Abbiamo voluto evidenziare anche il ruolo della magistratura in Italia perché la sentenza Torregiani questo è un aspetto
Che tutto sommato non è stato molto valorizzato da parte dei mezzi di informazione
La sentenza Torregiani ha
Posto un termine per le istituzioni italiane che appunto andrà a scadere il ventotto maggio per diciamo il rientro nella legalità
Ma anche scritto delle parole importanti su ciò che sarebbe dovuto accadere medio tempore rispetto appunto
Alla periodi o necessario per arrivare poi a questo anno che è stato assegnato all'Italia e la Corte
Europea dei diritti dell'uomo ha detto non è che durante quest'anno possono essere come dire si possono continuare a violare impunemente i diritti fondamentali
Delle persone ristrette e
Ha stigmatizzato l'abuso della custodia cautelare in Italia ma ha detto anche che bisognava trovare dei rimedi
E rimedi che a nostro avviso sono contenuti già nelle disposizioni che attualmente disegnano l'ordinamento
E che semplicemente impediscono di portare ad esecuzione delle pene o delle misure custodiali che sono oggi come oggi
Totalmente illegali
Quindi in Italia si stanno continuando ad inseguire come se nulla fosse delle pene illegali delle misure cautelari in carcere illegali
Perché
Deviano in modo profondo da quello che il
Modello di pena legale e il modello anche di custodia cautelare legale
Che disegnato appunto nella Codice penale nel Codice di procedura penale né i regolamenti di attuazione dell'ordinamento penitenziario nell'ordinamento penitenziario la pena della reclusione privazione della libertà
Ovviamente c'è una
Limitazione necessaria di una serie di altri diritti ma
Si è sempre detto che appunto si deve trattare di limitazioni cui essenziali alla privazione della libertà
E invece noi oggi ci troviamo ad avere a che fare con delle vere e proprie torture con delle sistemazioni che ledono la dignità delle persone
E
Ed è veramente deprimente
Verificare come tutto questo passi sopra la testa di ciascuno di voi come se se nulla fosse
Il problema delle carceri peraltro come diceva Marco Perduca in precedenza un problema che solo il dietro le quinte
Della del mondo della della giustizia un mondo che è anche sua totalmente oramai fuori dai e dei binari della della legalità costituzionale basti pensare
Che come se nulla fosse il Procuratore Capo di Roma detta dei criteri di priorità per perseguire alcuni reati anziché altri ciò in barba alla regola
Tanto difesa della obbligatorietà dell'azione penale difesa chiacchiere perché poi nei fatti ciò che si vuole
Anziché fare una decidere eventualmente alle istituzioni
Competenti innanzitutto al legislatore di vedere una regola che nei fatti non può essere applicata se la richiedono dentro i loro uffici e decidono loro quali sono i fascicoli che devono andare avanti e quali sono i fascicoli che devono essere
Invece mandati in prescrizione con il che
Oggi c'è la distillazione
Di questo sistema
Ma nei fatti è sempre stato così possono abbiamo il settanta per cento dei reati che si prescrive in fase di indagine preliminare cioè prima dell'esercizio dell'azione penale ciò significa che si prescrivono sui tavoli dei pubblici ministeri
E
E questo è quanto una giustizia di questo tipo che erano in grado di dare risposte
Ai cittadini che pagano le tasse che pure adesso si rivolgono come vittime dei reati
Una giustizia che appunto nel momento in cui si attiva poi giunge al termine dopo decine di anni una giustizia che quando giunge al termine
Del percorso processuale esegue le pene in termini di vere e proprie DURC Touré
Una giustizia totalmente allo sfascio
E e questo ora continuerà ad essere
Il nostro impegno perché questo Paese non può
Più fare
Finta evolvendosi anche innanzitutto visto che adesso lui che ha il bastone del comando non può far finta
Che tutto va bene madama la marchesa anche perché questi costa tutto questo costa centinaia e centinaia e centinaia e centinaia e centinaia di milioni di Europ di tasse
Dei cittadini
Ma questo è un Paese totalmente antidemocratico motivo per il quale poi adesso Marco dirà quali sono pure le
Qua dopo dopo quando parlerà lui ma evidentemente questo questo spazio lo lascio all'Hui ter illustrare diciamo le nostre
I nostri orientamenti e riflessioni e determinazioni rispetto alle prossime elezioni europee
Grazie a Giuseppe Rossodivita non siamo veramente orgogliosi oggi di avere è qui a questa conferenza stampa l'avvocato Filomena Gallo segretaria dell'Associazione Luca Coscioni
Che è stata protagonista in questi anni del vero e proprio lo smantellamento di una legge anticostituzionale
Quella sulla fecondazione medicalmente assistita le do la parola
Grazie Titano io sono orgoglioso di essere qui sono orgogliosa di essere qui perché
Grazie a quello che ho imparato nella grande famiglia ratificati cale ho potuto far coincidere lavoro e passioni e impegno politico l'attivazione delle giurisdizioni
Era tra i punti fondamentali al partito radicale anche all'ultimo congresso
Senza ripetere quanto già è stato detto dal tema nacque da Giuseppe vorrei aggiungere degli elementi degli elementi sulla situazione italiana in questo momento sullo stato di illegalità
Il Consiglio d'Europa vigila sull'Italia per l'esecuzione delle sentenze e l'Italia è uno dei sette Paesi che in questo momento è sottoposto a procedura potenziata
A procedura potenziata di monitoraggio dal Comitato dei Ministri
E e questo dovrebbe essere
Una una notizia che
Dovrebbe stare su tutti i giornali su tutti i media
Perché c'è questa procedura perché ci sono tematiche che noi solleviamo con il partito con le associazioni e costituenti con tutti i cittadini e i cittadini
Tramite cui cerchiamo di portare dal corpo delle persone al cuore della politica
E l'emergenza di diritti nel nostro Paese questa procedura potenziate in particolare su alcuni temi carceri situazione delle carceri sentenza pilota nel parlato il collega
Inadeguatezza delle cure prestate nelle carceri durata dei processi
Mettiamoci anche la legge quaranta incapacità di smaltimento dei rifiuti pagamento della del risarcimento da sangue infetto agli infettati
Quindi cinque temi importanti
Che hanno creato una procedura di osservazione definita poté
In serata che pone l'Italia sotto la lente di ingrandimento mano in questi anni sono dentisti dei procedimenti che abbiamo sollevato
E al in alcuni casi per la prima volta anche come Partito radicali ammessi in un giudizio in uno dei giudizi dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo
E i giudizi in corso sul reato di tortura e ricordo il caso Saba contro Italia il caso Cestaro contro Italia e per i fatti della Diaz sa
Senza poi contro far riferimento nello specifico i casi e bisogna ricordare che anche con le associazioni costituenti
Siamo stati presenti nella prima
Nella prima condanna nei confronti dell'Italia anche sulla legge quaranta e il caso Parrinello sotto procedura potenziata
Prossimamente ci sarà udienza del corto reperiti dell'uomo su
Quella che è stata la prima eccezione di incostituzionalità che su una legge che riguarda la salute di tante coppie in Italia
E ha visto corna la sosta Luca Coscioni Luca Coscioni partito radicali fino al due mila e quattro
La proposta di referendum abrogativo totale della legge quaranta e una legge che non interessa soltanto le tecniche di procreazione medicalmente x assistita ma riguarda anche la ricerca sugli embrioni e il prossimo diciotto giugno e saremo presenti in corto europei ti dell'uomo dinanzi a metà alla tranchant fra all'udienza proprio per gli embrioni alla ricerca
Questi e procedimenti nell'immediato senza tornare indietro nel tempo e parlare per la Corte interamericana dei diritti umani dove nella partito con l'Associazione
In modo significativo e cioè emerge dalla sentenza della Corte interamericana dei diritti di Roma comprende il dei diritti umani
A inciso anche su una decisione di portata internazionale che riguarda i diritti fondamentali della persona e la configurazione
Di patologie che spesso non rientrano nei servizi se non Tarì nazionali come l'infertilità e la sterilità come patologie che invece devono riguardare rispetti dei diritti fondamentali dell'uomo
Sui trenta procedimenti in materia di accesso alle cure con orgoglio e la decisione della Corte Costituzionale ultima del nove aprile
E né esempio su questi trenta procedimenti per circa diciotto procedimenti il partito l'Associazione Luca Coscioni con me illegali che collaborano con noi
Abbiamo attivato le giurisdizioni determinando il più delle volte decisioni di portata generale come anche
La decisione della Corte Costituzionale del nove che ha cancellato uno dei divieti e più crudeli della legge quaranta il divieto di tecniche però l'opera
In cantiere c'è tanto altro in cantiere c'è tanto altro e forme
Attivazioni di giurisdizioni in serie italiana ma anche in sede internazionale
Su temi che purtroppo servono lontani dalla politica dalla gente a politica ma e per quanto siano vasti sono tutti riconducibili I diritti fondamentali della persona nei giorni scorsi ricordo c'è stato un convegno a cui non opportuno partecipare ma che ho potuto consentire
E dal titolo Italia chiama Europa e non era solo un fondamento partiva da uno studio fatto da radicali Roma
Su quanto nello specifico su alcuni temi ci si allontana sempre di più dalla dall'Europa c'erano giuristi son partite denunce alla Commissione europea sul Litorale Ostia
Sta per partire una nuova denuncia terra la situazione e salute e sui rifiuti Malagrotta denunce sulle polveri sottili
Sulla costruzione di nuovi campi nomadi contro quello che invece dicono le direttive europee
Allora un attimo una panoramica un po'
Sintetica che ha rischiato anche di escludere alcuni procedimenti che sono stati seguiti mi auguro che il collega
Rossodivita nel caso voglia integrare
Però che vuole fare emergere quanto impegno ogni giorno e ognuno di noi
A nel portare all'attenzione della politica ripristino della legalità a trecentosessanta grati nel nostro Paese
E la legalità tramite la conoscenza
Si è tenuto lo scorso e nei fine settimana qui a Roma il la terza sessione del congresso mondiale per la libertà di ricerca scientifica dove noi abbiamo affrontato a trecentosessanta gradi
Tutte tematiche che rientro no
Però del diritto a conoscere per poter scegliere ciò che vero
Da ciò che è falso e poi terra ripristinare lo stato di legalità
E di diritti fondamentali che devono essere rispettati nel nostro ordinamento che sono alla base della di una democrazia della Repubblica
E nella sentenza che vi è stata il nove aprile da parte della Corte costituzionale in materia di
E fecondazione medicalmente assistita è un segnale un segnale importante
Perché dopo dieci anni di battaglie su una tematica che non è
E rilegata soltanto una tesi categorie di persone noi tramite l'attivazione delle giurisdizioni abbiamo fatto in modo che
Non fossero i giudici a stravolgere le leggi
Ma che si ritornasse indietro nel tempo al senso
Con cui i padri costituenti hanno scritto una Carta costituzionale prevedendo il rispetto delle libertà delle persone
E facendo in modo che quel rispetto delle libertà delle persone attualmente completamente ignorato dalla politica ritornasse all'ordine del giorno conclusa
Si è grazie a Filomena Gallo verso do la parola Marco Pannella
Dicendo una piccola cosa due giorni fa su Facebook uno dei miei amici mi ha chiesto
E ci ridarà chi devo votare alle prossime elezioni europee
E allora gli ho risposto per la democrazia e per lo Stato di diritto allora l'una mi ha dato una ulteriore risposta che potete immaginare la parola Marco Pannella
Certo intanto
Per coloro che si mettessero adesso in ascolto
Siamo
Nel scorre del Marrazzo
Montecitorio
E vorrei chiarire che noi siamo qui per questo ecco
Conferenza stampa
Convocato
E
Conferenza stampa
Allora
Vorrei
Spiegargli che
Al di là di quel muro
Quindi a due metri esattamente al massimo dal dove siamo seduti stiamo parlando la conferenza stampa lì c'è la stanza di lavoro qui
Di lavoro diciamo immediato giornalistico
Il cuore della informazione istituzionale
Dove
Il ci sono i lavoratori di questi
Ci sono c'è una selva naturalmente di là
Gli strumenti
Al concerto del questo
Ebbene abbiamo cominciato con appena cinque dieci minuti di ritardo mi sembra ma nel momento in cui abbiamo iniziato
Di colleghi giornalistici
Che fossero qui
Per
Conferenza stampa
Io ne ho contati tre
Perché due
Radicali
Compagni che probabilmente ci sono
Sulla questo titolo qui
E poi per il resto
Oggi c'è tante notizie
Siamo d'attualità
Grazie soprattutto
Alla lotta
Per la legalità per salvare la degenza della storia di questo breve io di questi
Di questi anni
E
Anche perché guarda
La televisione altri giorni lettera ieri sera stamattina sintomatico bellissimo
Cioè nel
Non ho visto
Credo non sia stata prevista
Nel Rita Bernardini
Facendo un anno
Ne Filomena Gallo
Sono stati visti per la verità
Personalità illustri
Che sono intervenute sugli eventi di questi giorni
La cosa divertente dimostra dell'arte si vogliono decine di anni perché si crei una capacità artistica di questo genere
Per esempio
Sulla questione
Della
L'articolo
Quaranta dalla legge quaranta che dovrebbe cioè da
Per fortuna insomma abbiamo sentito e visto alcune frasi
Di Stefano Rodotà
Abbiamo visto altre immagini
Dello stesso
Connotato politico
Ora se voi deve divertente perché
Queste immagini televisive
Hanno e queste dichiarazioni ero in una sala del Partito Radicale
Il quale ci eravamo tutti per l'annuncio di
Ma
Il mestiere
Direi degli dei colleghi operatori
Tale che
Rota parlava a mezzo metro tuo degli altri eccetera Rota parlava
Di sfondo aveva sicuramente la foto del Dalai Lama o altri mentre i libri del Papa tende
Però non si vedeva nulla di questo
Perché era la sede per ideale e
Quindi nemmeno il verbale invio
Dovevamo
Essere
Raffigurati agli occhi
Delle dell'Italia no fornire veder per nulla
Come
Sì appunto da fare e quindi questo
Voglio balbettare perché inutile altrimenti che balla devo dire
Noi siamo sicuramente senza alcun dubbio in uno stato formalmente
Formalmente in condizione di
Tecniche e non morali di alta o bus appunto criminalità di uno Stato
Che rappresenta non la forza del diritto mal di imperio contro il diritto e dei diritti dell'attuale
Come dire componente del potere della classe al potere per quel che riguarda
La specie animale umana e questo indubbio qualcosa da segnalare la scienza se ne sta rendendo conto e infatti abbiamo a venti scientifici importanti
Comunque sempre da questo punto di vista
Abbiamo accennato
No voi
Non
In quanto
Partito ma in questo in quanto partito no non lo siamo mai
Perché per le nostre caratteristiche di trasparenza Fitto transnazionali
Altro questo significherebbe
In realtà in qualche misura
Discriminare la piene sia di rappresentanza diceva di libertà radicale
Per coloro che non fossero d'accordo con quella specifica presenze elettorale l'accordo c'è sempre espresse in un altro modo
Radicali liste di radicali viste si può dare
Tutto radicale
Queste sì appoggiano quella lista suggeriscono questo quella scelta elettorale
Che credo sia appunto quanto adesso vogliamo fare o abbiamo deciso di fare il comunque
Presentarsi
Non ci si presenta
Nell'antidemocrazia italiana
Che presenti a chi dove ma
Dal biglietto da visita per chi
Dobbiamo pur dire che
E
Ormai siamo in una situazione nella quale va molto di moda il regime del polso dargli il sapere antidemocratico del sapere
Anti anti di ritrovarmi il sapere della violenza dopo sessanta settanta anni
Ha riflessi proprio spontanei e non di fare non difficilmente realizzabili perché sono riflessi non solo profondamente quindi
Ancora tende alla tradizione
Istituzionale italiana ma no è molto più chiaro e nella vita pratica in tutte le manifestazioni di vita e antropologia
Conte del sul nostro territorio
Di
Esplicita
Raffigurazione del di che cosa sia come si è
Si è voluta perfezionata
La forza della
Alternativa che anche
Alternativa
Tutto non solo civile politica ma appunto antropologica
Di specie
Animale che
La nostra oggi
Che pensando questo noi siamo pronti a dei come bene
Quindi siamo nel cuore
Della
Camera dei deputati che per ora si annuncia nella nuova ondata democratica ma proprio democratica democratica la nuova ondata
Resterà ancora
Formalmente come
Il luogo
Della
Carattere parlamentare democrazia parlamentare dello Stato italiano
Qui
Concretamente
Abbiamo e avremo sempre di più
Al potere
Chi chiude il Senato
Ma lo tiene aperto solo chiude il Senato
Alla
A
Alla forma elettorale democratica pubblica fondata sulla scelta dei cittadini
Lo stesso chiudono le Province
Devo dire il profeta poteva essere
Un signore
Ma considerato di fatto da giro espressione
Potente
Giovane giovane
In Italia della politica italiana
No no non è Renzi e si rendeva nordico quell'altro
Il nostro carissimo
Nichi Vendola che ritiene nazista liberista e
Al sesto punto in questo il tredicenne artista c'è anche quella di Luigi Einaudi
Non di Giulio
Di Luigi Einaudi legge viene i prefetti
Continuato fino allo scritto sul mondo tutta la vita ed altro quindi
Fanno fuori però non
Tra virgolette i prefetti ma adesso ci sono fuori
L'elezione la parvenza dell'elezione
Democratica
Di quella istituzione
Va beh
è inutile noi invece qui siamo nel cuore stesso no con lei e i fascismi euro poteva pensare potevi parlare solo
Nel cuore della
Delle carceri se non dei cimiteri come testimonianza
Quindi noi non ci saremo ha però un solo motivo
Perché esserci impossibile è una finzione una recita in malafede cosa vuol dire
Concretamente FTL archivi basa tutti i parametri
Che vuole chi vuole si andrà a prendere
Tutte le statuizioni delle giurisdizioni superiori
Internazionali regionali cioè tutti quanti poi c'è chi si
Poter richiamare Dichiarazione di Parigi o altre cose e in dubbio che non esiste
Nessuna
Piano inizia di funzionamento democratico che consenta
Di
Al popolo di essergli presentato
Cioè
Se sono le lezioni le elezioni come dire il quale all'entità popolo cittadini viene rimessa alla scelta dico loro
Che si ricandiderà sono disponibili ve ne potremo adesso facilmente dimostrare modo anche pignolo
Che questa gente
Questo popolo italiano questa possibilità ma dire data non li può essere data e quindi cominciamo semplice che vuol dire che noi non ci presentiamo per non mentire
Per non essere coautori o interpreti
Di una violenza contro diritto contro la verità quindi scusate del proprio questo ci aiuta molto
C'è un'altra conferenza stampa qui che stavano occupando quindi devo col terminare
E
Confermo non lo confermo qui perché che ci riguarda
Che non solo non ci saranno
Come
Formalmente liste
Di
Di
Partito formalmente di prezzi
Ma nemmeno liste sostenute
Dal partito dalle forme di partito e nemmeno quello ma soprattutto
Dobbiamo così sottolineare come stiamo arrivando praticamente al momento del voto
E su questo noi abbiamo un centro d'ascolto
Che
E documentazione del nostro tempo politico da ormai
Più di dieci anni
E tutto questo più di venti trenta ma purtroppo figurarsi
Ma
Tanto per sottolineare
Mi pare che noi
Siamo assistendo semplicemente non inerti
A
La manifestazioni di vitalità di concreta e positiva alternativa
Alla forma
Prevalente oggi del in Europa e non solo delle democrazie reali visto che il comunismo come ideale divenuto comunismo
Reale beh in quel modo se ci pensiamo bene
Mentre
Fascismo inagibili sono durati quindici anni vent'anni no col potere loro ancora adesso
Sono presenti in modo piuttosto dura è in Italia devo in modo determinante sempre di più noi paghiamo lo scotto delle a scelta che
Volle
è un po'la democrazia reale
La teste italiana noi abbiamo dato l'onore di essere fra i vincitori
Per l'altra del libertaria della vita nel mondo data appunto ai rappresentanti del comunismo reale a quelli che l'hanno scelta e dobbiamo dire che oggi
Abbiamo uno splendido inconsapevole Presidente del Consiglio a mio avviso
Italiano leader del Partito
Democratico
Davvero
Splendido nel senso lui in
Cinque
Settimane
In cui c'era stato
In come dire imposto
è una sua presenza ossessiva aree i cinque settimane ha ottenuto ma nessuno l'ha detto
Ed è notizia giornalistica
Lulli
A
Messo come condizione
Per accertare la Presidenza del Consiglio
Credo
Creando una situazione oggettivamente difficile e drammatica al Presidente della Repubblica no
Forever la Bonino perché adesso cioè
Semestre italiano figurate quella di già
La minestra più
Assolutamente
Più popolare secondo tutti i sondaggi eccetera quindi impone no va ha ottenuto quello continua praticamente a
Essere quello che oppongono si oppone efficacemente
A Berlusconi in che modo al quale blu
Ma
Notiamo lo Berlusconi se dipendeva da errori si R impegnato dinanzi alle televisioni italiane tutte
Perché erano arrivate zero lì all'APPA al largo Argentina
Dicendo
Qui in Italia occorrono questi dodici referendum proposte dai radicali
Occorrono quindi bisogna sottoscriverli anche se poi
Si potranno non votarne l'uno l'altro una splendida iniziativa
Fortuna oggi quello che si rimprovera Berlusconi
Non le sue porcheria o nelle sue storie eccetera
Si rimprovera è quella imprevedibilità
Sì dipendeva da Berlusconi oggi quindi saremmo in un'Italia che a fare uno splendido confronto referendario splendido
Che avrebbe diviso che cosa avrebbe diviso tutte le richieste tradizionali di riforme liberali e le più avanzate ed un insieme
Di
Diciamo di realizzazioni di riforma democratica dell'Italia e questo che non gli hanno perdonato
I suoi l'hanno lasciato solo l'anno prendo
Per le impazzito per questo Berlusconi quello che anche il suolo e in gran parte non parliamo del serial
Alfano no o da altri e Berlusconi è stato fatto fuori mercato fattivo e per quello che
Sembrava certamente acquisito
No vantaggi veniamo certamente credito invece non era acquisito perché tratto tranne Nitto Palma e pochi altri
Berlusconi affatto una scelta in quel momento di grande limpida e di intelligenza e motivazione esemplare
Da leggere nelle scuole ha fatto quella scelta e a questo punto era una scelta intollerabile
Per
L'Italia erede del comunismo
Reale della democrazia reale quindi è stato
Una vittoria data la vittoria data alle al Sindaco di Firenze e l'Italia sia in piedi
Inchinata lì e nove dobbiamo tenerlo presente
Se si guarda
Bravissimo e strumento di tutte i riflessi antiliberali
Anti laici
E via dicendo eppure atti parlamentari anche se appunto qui
Grazie e ringraziamo attiva allora ancora non arriva
Viva nel senso di viva non crepi non l'ho ammazzino proprio fisicamente Silvio Berlusconi concretamente del de de difenderemo la sua vita pertanto che già
E appunto vi valori e
Dio Cesare ci salviamo euro e poi ci pensa pure Dio dirci salda da questa produzione quotidiana di regime questo un miracoloso prezzi abbiamo
Davanti siamo Cavaceppi grazie ringraziamo innanzitutto il Presidente Cecchetti per averci ospitato per questa Conferenza e ci scusiamo per il leggero ritardo con cui abbiamo concluso credo
Rivali
Se l'alternativa se l'alternativa a questa robaccia in politica che
Ci viene
Poi