11APR2014
rubriche

Critica e militanti

RUBRICA | RADIO - 07:30. Durata: 6 min

Player
Ricordo di Ezio Raimondi e "Sermones" di Antonio Urceo Codro (Carocci editore, a cura di Loredana Chines, Andrea Severi).

Puntata di "Critica e militanti" di venerdì 11 aprile 2014 che in questa puntata ha ospitato Matteo Marchesini (critico letterario e scrittore).

Tra gli argomenti discussi: Codro, Cultura, Docenti, Letteratura, Libro, Raimondi.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 6 minuti.
07:30

Scheda a cura di

Guido Mesiti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno da Radio Radicale qui a Matteo Marchesini per la rubrica critica e militanti
è morto qualche settimana fa Ezio Raimondi
Notissimo italianista che a Bologna educato alla letteratura migliaia di studenti Raimondi era probabilmente
Un grande didatta un professore aggiornatissimo forse non un grande critico un grande saggista ma certo
Uno studioso che ha
Arato alcuni territori della
Storia culturale e letteraria del nostro Paese contribuendo a fare emergere spesso situazioni episodi dati
Poco prese in considerazione ha scritto saggi su
Assolutori e superiori diversissimi sulla
Sul Barocco e sul sul Novecento su Manzoni è sull'umanesimo
Su su Renato Serra e nello stesso tempo anche
Sulla cultura figurativa
Forse una delle sue ultime testimonianze si trova nella introduzione a un testo appena uscito per l'editore Carocci
Iter monnezza di Antonione c'è o contro curati da Loredana chine e Andrea severi
Cosa sono i sermoni di contro sono le elezioni a proposito anche qui abbiamo
Un nostra quello che era probabilmente uno straordinario dibatta
L'elezione di un professore di un umanista padano di fine quattrocento nato a Rubiera in famiglia non ricca
Cresciuto ed educato nella straordinaria scuola degli umanisti ferraresi è venuto
A Bologna insegnare lettere greche
Può sembrare questo questo testo un Testo per intenditori per addetti ai lavori realtà un tasto gustoso che
Cc fa capire anche qualcosa di una parte della nostra storia letteraria che di solito appunto viene lasciata in mano semplicemente agli specialisti mentre invece avrebbe avrebbe molto molto da dirci contro
Era uno scrittore spregiudicato uno scrittore coltissimo in corrispondenza stretta con
Un poeta importante come Poliziano anche lì grande conoscitore di greco e latino con un editore
Come Aldo Manuzio
Aveva preso questo suo soprannome Antoniol c'è un soprannome di contro già un poeta oscuro citato citato da Giovenale e questo dice dalla già molto sulla sua
Ironia e autoironia pare possiamo Atishino degli studenti incontrato spesso con con i colleghi proprio gli studenti riproporne pubblicarono le produzioni
E lo fecero anche protagonista di qualche commedia cordura vissuto quell'ultimo tratto di di umanesimo laico Saturnino comico
E apertissimo a cui sarebbe seguita invece la la controriforma e e quel clima plumbeo del
Del pieno cinquecento
Le tre pagine ma non potrà Leon Battista Alberti del suo umorismo e la sua
Fattiva fatture Nina e il carnevale di dirà balle
Contro preferisce alla classicità Di Virgilio di Cicerone la classicità di Plauto
Plebea bizzarra come quella di tanti pittori padani o le favole Titti ovvero
Ma anche quelle di Apuleio e di e di Luciano
Recato metro di di Copernico a Bologna
E probabilmente anche condizionato Erasmo la sua lingua una lingua fatta di neologismi di tanto i dati di di di cultura e di costume quotidiano cotoletta lascerei Ronconi come mai prevaricante
Ha ben presente la vanità di ogni pretesa di ogni scienza
è aperto a ogni sapere e nello stesso tempo a questo risultato viale ma anche malinconico propone delle tesi estremistiche ma sempre Corviale nei toni attente
A rimanere sul filo per del gioco con il conviviale per non diventare distruttive il suo grande tema è la riduzione in questi per Monet di ogni realtà favola favola il sesso favola e la medicina
Favola sono i mestieri favola sono le nostre aspirazioni favola infine
Sono anche le discipline filologiche umanistiche che lui stesso che lui stesso insegna
Questa questa riduzione del mondo favole avviene attraverso un crescendo di dettagli concreti corposi delle attività umane che produce un effetto di ingorgo insieme irresistibilmente comico Ettore dente
Per contro la gloria non al rapporto con la verità
Effettua omaggio alla fede ufficiale però in realtà si scaglia contro
La cultura e la predicazione come come mistificazione
E addirittura arriva a paragonare le metamorfosi degli dei classici alla incarnazione di Cristo quindi
Sottilissima la parete che divide questo e di cure euro del tardo Cinquecento da una totale incredulità
Oggi che sono finiti gli gli storici nei termini che si è compiuto un ciclo della modernità
La riduzione della vita fiction a teatro è qualcosa che ci appare più che mai attuale quindi il Consiglio di oggi e di leggerei godibili Xhimi
Sermone di Antonio c'è o contro curati nelle dizioni Carocci da Lorella macchine si andrà severi e con una introduzione di Ezio Raimondi Arikhan dirci venerdì prossimo