10APR2014
intervista

Intervista ad Enrico Buemi sulla "legge 40" e sul caso del Comune di Grosseto in merito alle nozze Gay

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 3 min 33 sec

Player
"Intervista ad Enrico Buemi sulla "legge 40" e sul caso del Comune di Grosseto in merito alle nozze Gay" realizzata da Claudio Landi con Enrico Buemi (senatore, Partito Socialista Italiano).

L'intervista è stata registrata giovedì 10 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Bioetica, Comuni, Corte Costituzionale, Costituzione, Diritti Civili, Divorzio, Enti Locali, Fecondazione Assistita, Garanzie, Grosseto, Legge, Magistratura, Matrimonio, Omosessualita', Partiti, Politica, Procreazione, Riforme.

La registrazione audio ha una durata di 3
minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con noi Enrico Buemi del Partito Socialista ieri due infatti piuttosto importanti la Corte costituzionale ha bocciato un'ulteriore pezza demolito un ulteriore pezzo della famosissime famigerata legge
E quaranta e poi in un tribunale toscano di Grosseto se non vado errato ha ordinato al Comune di accettare di iscrivere nel registro delle nel registro civile del Comune una matrimonio tra persone dello stesso sesso che era stato effettuato in un Paese straniero lei che ne pensa
Bene e devo riconoscere che abbiamo la suprema Corte delle leggi è
La magistratura che più avanti della politica questo è il dato cioè noi stiamo
Siamo da un garantiste non significato eccetera ma dobbiamo riconoscere che la magistratura che almeno alcuna taluni azione della magistratura
Rappresentano il punto di abbonati di più avanzato di applicazione dei principi costituzionali della libertà dell'individuo delle garanzie che gli stessi individui devono essere dati per affermare princìpi
Il diciamo inderogabili
E nello stesso tempo la magistratura e in grado anche di
Introdurre quegli elementi di evoluzione che la politica per le sue convenienze di basso profilo per le sue
Logiche di bottega di partito di gruppo o di pregiudizio ideologico perché qui si tratta anche di pregiudizi ideologici invece
E continua a non affrontare in maniera tempestiva questo è un dato drammatico dell'attuale fase politica italiana dove
Fare approvare la frase con ultimamente magari a tutti e due diverso tempo che arriva da lontano c'erano ex post democristiana in questo momento in cui si vuole riformare tutto si vuole cambiare tutto ci vogliono cambiare sia addirittura la Costituzione i principi costituzionali importanti
Invece non si riescono a parer leggi di
Applicazione di attuazione dei principi costituzionali di
Qui in questa situazione in questa situazione
In questa situazione secondo lei ma sarebbe il caso davvero che il insomma che il Parlamento signori occuparsi di questi temi non sarebbe meglio che insomma a questo punto lasciare all'evoluzione giuridica
Beh guardi qui la questione diventa complessa perché dalle notizie che sento ad esempio in materia di divorzio breve che stanno arrivando dal Senato dalla Camera
Io francamente comincia avere il dubbio
Se non è il caso di affidarci all'azione evolutiva delle interrogazioni che sta succedendo sul diverso brevi mi riferiscono di un testo ad esempio
è un moderato molto contenuto nei termini sostanzialmente che non introduce
Innovazioni significative nel processo di divorzio ma
Semplicemente una riduzione dei tempi della durata della
Dalla separazione e corretta oltretutto lei dice che stesse riprese mi comincia a discutere qui di dei temi della legge quaranta c'è il rischio di fare qualche altro mostro
Essi perché come abbiamo visto e come vediamo anche in questa fase riformatrice che riguarda altri aspetti gli aspetti relativi alla rappresentanza degli elettori alla ai sistemi elettorali
Non c'è da essere sicuri che si vada nella direzione di un'evoluzione diciamo più favorevole cittadini investimenti componete Partito socialista come sempre usato da Radio Radicale