11APR2014
intervista

In viaggio lungo la ex cortina di ferro / 3. Intervista a Matteo Tacconi

INTERVISTA | di Roberto Spagnoli RADIO - 15:41. Durata: 9 min 48 sec

Player
Il viaggio di Matteo Tacconi e del fotografo Ignacio Maria Coccia lungo la ex cortina di ferro, venticinque anni dopo la caduta del muro di Berlino, arriva nella bassa Austria e in Slovacchia.

Vienna e Bratislava, una volta divise dal confine tra occidente atlantico e oriente sovietico, sono oggi unite dalla comune appartenze all'Unione Europea.

Ma mentre per esempio a Gmund, in Austria, si sfuttano le bellezze neturalistiche e le acque termali, subito al di là della frontiera pullulano casinò, pensioni un po' dubbie, sexy shop e "asia market", in una sorta di Tijuana mitteleuopea.

Tra
Austria, Slovacchia e Repubblica Ceca si avverte di più la presenza di un confine, anche se oggi aperto grazie agli accordi di Schengen.

Più sfumata invece, rispetto alla Germania, la memoria della cortina e della divisione tra i due blocchi.

leggi tutto

riduci

15:41

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Prosegue si avvicina ormai verso la conclusione del viaggio di Matteo Tacconi lungo la ex cortina di ferro accompagnato dal fotografo Ignacio Maria Coccia l'intento come abbiamo già spiegato nei precedenti collegamenti è quello di capire di andare a vedere come è cambiata a quella che fu in fondo la frontiera linea del fronte potremmo dire tra
L'Occidente Atlantico diciamo così e l'Oriente europeo sovietico durante la guerra fredda ma come è noto come è cambiato per venticinque anni dopo la caduta del muro di Berlino allora siamo ancora una volta in collegamento con Matteo Tacconi allora Matteo dove si The ora ormai siete vista tentate andando a sud insomma tra dopo il freddo del Baltico cominciata sentirete poli dell'Adriatico
Ancora non ci siamo siamo ovaia oltre a solo insomma prima un po'più impedirebbe comunque clima molto mite insolitamente Pasqua ragione
E in questi giorni abbiamo visitato due Città di confine Strauss la Repubblica Ceca nella Regione
Farebbe la la la barca Fausta ma che in realtà per motivi storici si chiama così ma in realtà la parte nord dell'Australia per un posto dove siamo andati a Mendes
Che è una stazione termale e questa è un'altra caratteristica del della sportiva cioè pullula di stazioni termali e c'è anche una competizione tra i vari Paesi diciamo
Per acchiappa accalappiare il più alto numero possibile di visitatori
Lei abbiamo notato un forte pacco fra i confini nel senso che il grande è una critica cittadina graziosa privata
Con le Terme ripararle partiamo sfrondare che via dicendo l'altra parte della città che una volta era unita verde ma ora
Nella nella la Repubblica Ceca e prima ancora erano anzitutto a che si chiama giacché ve le dice
Era una perché all'interno tra virgolette nel senso pieno l'INAIL Claire barca chino pensioni a ore
Centri H market e via dicendo
Con l'ONU o un guazzabuglio poco poco definibile quindi c'è un forte tacque anche una comunicazione non così forse è una specie di me una specie di tipo Juana Nitel europea vorremmo dire ancora specie sia una definizione che che potrebbe calzare
Più avanti invece la citazione opposta tanto che c'è è stato costruito un buon dialogo
Siamo stati e Arezzo
Nel nord est
Dell'Austria circa vale privato noi mochena un la principale cittadina di quelle un po'di morale la morale all'altra Regione storica della cosa pubblica c'è era oltre alla Boemia
Lì queste due città hanno costruito un dialogo basato sul vino sulla cultura del vino perché sono terre di vigneti
Quelli quando ho la cortina Chiarelli quel fatta
è successo che entrambe erano abbastanza povere perché
Periferiche sia respiro una rispetto a Vienna e l'altra rispetto a Praga e quindi ci sono dati da fare per ora
Aiutarci reciprocamente e sfruttare appunto questo potenziale del vino oltre che quello ambientale c'è un parco naturale transfrontaliero le quote sono sono andate abbastanza bene una frontiera molto normale molto tranquilla con un'eccezione
Nel senso che tra le due vecchie dogane sorge
Una città veramente surreale perché ha mai Caligola costruita intorno a un parco giochi per bambini
Con Draghi fate Magni Merlino e una palla di grande come quella di toni montana nel film cartelli per interpretato Al Pacino quella lì Conde urdu revisione che che non c'azzecca nulla composte
Per ora bambini all'intorno anche lì ci sono
Cioè barca finora e quant'altro sentisse un'altra abitazione è un po'dal una il quale ha ma molto più kitsch SIS
Ma
Una importante che questa sottolineatura che fai perché l'abbiamo detto anche nei precedenti collegamenti Conte in questo racconto del vostro viaggio lo lo diciamo per chi non non li avesse seguiti importante capire come quella che una volta era era una una linea del fronte veramente tra due blocchi contrapposti dove tra l'altro si temeva che potesse scoppiare la guerra tra Patto di Varsavia e Alleanza atlantica oggi viene sfruttata sia dal toh di vista culturale che dal punto di vista naturalistico che dal punto di vista invece così anche proprio del del del commercio transfrontaliero e non a caso questo vostro viaggio viene sostenuto anche dagli uffici turistici di Germania e di e di Austria o da da ad aziende che come Moroni partners sono impegnate nella green economie diciamo così o come l'ampio mante desta che ha fatto del dei come dire dei dei dei di alcuni singoli magari di uso comune del dell'ex DDR poi anche così dei dei gadget tagliava fatto non sfruttamento questo è anche importante per far capire e poi quello che una volta è stato una frontiera diventato anche un modo per creare affari perché era anche posti di lavoro insomma venga un certo benefiche barra e
A è è così assolutamente e l'abbiamo constatato anche
Tra Vienna e Bratislava il confine correva l'ambiva a Bratislava Vienna rompo più distante proprio tutta una serie di motivi
Uno dei quali è il fatto che fino al cinquantacinque data come Berlino c'è una città di Vincenzo nell'occupazione
Si sentiva a Cortina oggi queste due città erano o periferiche noi durante la guerra fredda la Vienna noiosa l'est dell'Ovest fondamentalmente quella Bratislava piccina e dipendeva da Praga
Sono tornate un po'al centro dell'Europa e quindi
Si danno da fare sia per promuovere perfette come centri finanziari come centri turistici
Come centri culturali sia per creare degli intrecci reciprocamente vantaggioso insomma a livello economico e e quant'altro e quindi anche questa è una delle buone storie di frontiera
Che che abbiamo incontrato strada facendo fermo restando che poi beh non sempre lungo le frontiere tutto va bene però ecco i progressi sono sono tre notevoli è forte
La tanto bistrattata troppa Pontinia prodotto etico tra l'altro li Pinna ricordiamolo anche passa il Danubio insomma che poi prosegue scende per i Balcani attraversa tutti i Balcani si butta nel Mar Nero quindi il Danubio che torna che da questo punto di vista essere una via di comunicazione Danubio che purtroppo fu interrotto durante le guerre jugoslave verrà il bombardamento dei ponti in particolare quelle di
Di Belgrado quindi anche qui ci si potrebbe aprire poi tutto un altro capitolo invece di volevo chiedere sì
Dall'altra una piccola parentesi da un anno o o se lo o se non sbaglio due è attiva una macroregione europea
Richiama macroregione danubiana è e riparto è un foro di dialogo e cooperazione
Ecco
Che vengono Obama dal Danubio anche sarà molto importanti essi si dovrebbe saldare con la macroregione adriatico ionica che dovrebbe essere costituita formalmente nel semestre di presidenza italiano dell'Unione delle l'aereo per cui anche qua
Non questo per far capire come stiamo come siano queste gare può essere inserite in discorsi geopolitici più più complesse anche positivi ti volevo chiedere in poi c'è lei ha accennato ma
Che quali sono le principali differenze che che avete notato per esempio rispetta dove si dà adesso a dover quando siete partiti insomma quindi della zona di Lubecca o oppure più più a nord di
Voi quando ci raccontavi del ceppo è tal Foti i punti sono così come la Germania e la somma di Berlino che era circondata dalla dalla DDR la Berlino ovest diciamo quali sono le di lei le le
Probabilmente eletta nella memoria nel senso che la Germania che ha avuto una situazione
Pacchetti a suggerii avrei tende a ricordare no lì dove passava il muro che tipo di vita c'era una volta
La divisione politica ideologica invitare
Tra alle le due Germanie fermo restando che poi si sottolinea il fatto che ormai la Germania è l'unico Paese qui invece il riferimento al passato alla divisione del confine
Un po'più sfumata insomma perché in per non non si trovano si trovano raramente dei memoriali
Vecchie fortificazioni lasciate così come erano intrometto con potuto rimosso e tutto scorre in maniera più fluida ecco questa forse
è la differenza principale oltre al fatto che
Tra le due Germanie c'è un confine nei tempi e qui c'è un confine vero purché il passo è libero attivo certa perché sapete non europea stiamo parlando allora Matteo grazie
Grazie nuovamente allora ci sentiamo fra qualche giorno per si avvicinava come dicevo all'inizio al ultima Patriarca quindi sono anzi vi siamo verso Trieste quindi sentiremo anche questa nei prossimi giorni ci racconterà e che cosa avete trovato to have nazionali accorciano in queste ultime chilometri insomma della ex Cortina cortina di ferro ricordiamo che
Naturalmente il vostro viaggio lo stiamo seguendo su
Radio Radicale punto it sulla homepage si trova proprio un link a una pagina che abbiamo aperto in cui è possibile trovare anche tutte le interviste poi naturalmente c'è il vostro il vostro sito ufficiale che Verde Cortina punto comma scritto tutto attaccato dove si trova anche tutte le foto di nazionali accorcia allora di nuovo buon viaggio alle sedici tra qualche giorno Matteo Taccone