10APR2014

"Sindacato democratico" - XXVI Congresso Nazionale della Fiom - Cgil (10/12 aprile)

CONGRESSO | RIMINI - 15:30. Durata: 3 ore 35 min

Player
XXVI Congresso Nazionale della Fiom - Cgil (10/12 aprile).

Registrazione video di ""Sindacato democratico" - XXVI Congresso Nazionale della Fiom - Cgil (10/12 aprile)", registrato a Rimini il giovedì 10 aprile 2014 alle 15:30.

L'evento è stato organizzato da Confederazione Generale Italiana del Lavoro e Federazione Impiegati Operai Metallurgici.

Sono intervenuti: Gino Strada (medico, fondatore di Emergency), Francesca Re David (presidente Comitato centrale della FIOM, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Maurizio Landini (segretario nazionale della FIOM, Confederazione Generale
Italiana del Lavoro), Rocco Palombella (segretario generale della UILM, Unione Italiana del Lavoro), Giuseppe Farina (segretario generale della FIM, Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori), Luigi Ciotti (sacerdote, presidente nazionale dell'Associazione "Libera"), Tamba Famara (delegato Fiom Permasteelisa, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Giulio Troccoli (delegato Fiom Fincantieri Sesti ponente, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Francesco Doro (delegato Fiom officine meccaniche Carraro di Padova, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Sabina Petrucci (responsabile Ufficio Europa FIOM, Confederazione Generale Italiana del Lavoro), Robert Daniel Pellet (rappresentante di CGT, Francia), Juan Blanco (rappresentante dei Comisiones obreras, Spagna), Renè Johansen (rappresentante de Co-Industri, Danimarca), Horst Mund (rappresentante de Ig Metall, Germania), Kristyne Peter (rappresentante de Uaw, USA), Valter Sanchez (rappresentante de Cnm-Cut, Brasile).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Aids, Armi, Assistenza, Brasile, Cgil, Disoccupazione, Droga, Economia, Europa, Fiom, Fisco, Flessibilita', Francia, Germania, Giovani, Giustizia, Governo, Industria, Italia, Lavoro, Mafia, Occupazione, Politica, Precari, Prevenzione, Renzi, Salute, Sanita', Scandinavia, Sindacato, Spagna, Tasse, Ue, Usa, Welfare, Xxvi.

La registrazione video del congresso ha una durata di 3 ore e 27 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

15:30

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Allora compagne e compagni lo diamo
Gino Strada per il primo ospite il primo intervento dal nostro congresso
Tale
Buon pomeriggio a tutti
Grazie di questo invito
Che mi ha fatto l'amico Maurizio Landini
Perché ha accettato per due ragioni
La prima perché
Io non ho appartenenze politiche ma sono orgoglioso di avere in tasca due tessere
Quello dell'ampi quella fiocchi
Seconda ragione
Anche con la FIOM sia creata una sintonia e una collaborazione una condivisione di ideali da ormai molti anni un rapporto che è cominciato
Molto intenso prima con Claudio Sabattini poi collo Gianni Rinaldini sull'articolo con Maurizio con tutta la FIOM direi
Perché abbiamo dei terreni comuni
E mi ordine sia molto più giovane della FIOM
Quest'anno compiamo vent'anni anche se come vedete li portiamo molto male a differenza della FIOM
E però sono stati vent'anni di grande impegno
In cui abbiamo scelto di curare persone in giro per il mondo senza chiedere appartenenza senza chiedere
Per chi votava no come la pensavano se rentrée del piano se non di destra di sinistra di suo Prodi sotto
In questi venti anni nei nostri progetti che sono ormai tanti questo momento abbiamo circa cinquanta progetti in giro per il mondo
Abbiamo curato sei milioni di persone
Che è molto poco rispetto ai bisogni
Ma che quello che noi siamo riusciti a fare di cui siamo modestamente orgogliosi
Nostro nostro lavoro è stato un lavoro di medicina
E ci siamo chiesti per la verità non do subito ci abbia messo qualche anno perché siamo un po'tardi un po'lenti
Poi ci siamo chiesti ma come si fa medicina
Che tipo di medicina bisogna portare nel mondo che tipo di medicina bisogna portare nei Paesi del cosiddetto sud del mondo
Ha senso
Rivendicare per noi una medicina sofisticate di qualità e poi andare in Africa o in Asia portare
Quattro pastiglie magari in scadenza due vaccini
Ed è stato una un processo di maturazione che ci ha fatto arrivare a una una conclusione per noi molto importante
Che la medicina quindi anche la pratica sanitaria
Debba essere
Impostata sui diritti umani
Che il diritto essere curati è un diritto universale
Perché a che fare con concetti molto antichi
Che si ritrovano
Perfino nella Dichiarazione d'indipendenza americana
In cui si dice molto chiaro che uno dei compiti dei Governi una delle ragioni per cui sono stati formati Governi al di proteggere la vita delle persone
Che ovviamente la medicina molto a che fare con proteggere la vita delle persone
La medicina basata sui diritti umani è l'unica ricetta
Che può prevenire
Il degrado della medicina che è quello cui stiamo assistendo ogni giorno
La sanità italiana
E oggi lo Stato devastante
Dieci milioni di italiani secondo il Censis non possono più curarsi come dovrebbero perché non ce la fanno economicamente
O perché non ce la fanno perché sono esclusi per altre ragioni
Dal sistema sanitario
E questo è un fatto di una gravità incredibile
E qual è la ragione di tutto questo
Qual è la ragione per cui le persone poi non possono più curarsi perché anche nella sanità
Se il prodotto quello che
Se si parlasse di economie di finanza si chiamerebbe pareggio di Bilancio
Cioè a dire
Non bisogna spendere per i cittadini quello che è necessario perché loro stiano bene
Ma bisogna che le aziende sanitarie non più ospedali siano in pareggio
Quando si spalanca quella porta si arriva poi al
Clinica Santa Rita alla clinica degli orrori
E si arriva esattamente per quella strada lì che ha una parola sola che nessuno vuole pronunciare quando si parla di modificare la sanità
La parola profitto
Io non credo che ci sia
Nessun titolo nessuna liceità morale neanche nessuna liceità scientifica
Perché il profitto faccia parte della sanità
In un Paese civile
Ci possa essere spazio anche per la sanità privata a una condizione anzi a due
La prima che rispetti le leggi e la seconda che facciano sanità privata quei soldi loro e non collima
Succede esattamente il contrario
Si fa sanità o sedicente tale
Con i soldi nostri
Fora Gianduia compiendo le tasche di molti nel campo della sanità e siamo arrivati al punto in cui oggi non c'è nessuna differenza tra un ospedale
Pubblico all'ospedale privato
Perché entrambi funzionò nello stesso modo cioè funzionano con il rimborso a prestazione
Più prestazioni fai
Più rimborsi ricevi più guadagni
Io credo che questo sia un
Un crimine sociale e lo vedo accettato con troppa facilità
Perché se il lavoro del medico
E quanto guadagna un medico o un ospedale
è proporzionale a quante prestazioni fa interessa di quell'ospedale l'interesse di quel medico sarà che la gente stia male perché così si possono fare più prestazioni
Io invece credo che la medicina debba servire per fare star bene le persone per quanto possibile non per farle stare il più male possibile
Quando si parla di
Profitto una sanità mi vengono in mente due conti
Sei giorni leggo in questa politica ormai diventato una specie di di show di grande sport tornata elettorale una specie di Carosello
Che adesso ottanta euro in più in busta paga poi qualcuno dice che in realtà una parte verrà riassorbito ad alcun
Le tasse nuove ogni giorno si ma io
Non so neanche cosa significano ormai tassi di cambio ogni settimana non c'è tempo di adeguarsi
E stavo pensando una cosa
Ottanta euro per dieci milioni di persone
Se non sbaglio fanno ottocento milioni
Sapete qual è il profitto
Nella sanità
Sono due miliardi non milioni due miliardi e mezzo di euro al mese trenta miliardi l'anno
Basterebbe togliere il profitto nella sanità che tutti i cittadini italiani tutti
Anche quelli che non ha bisogno
Adesso lo cento duecento euro in più
E invece questo è un tabù è un tabù propria coinvolge troppi interessi
E interessi molto trasversale
Bene noi crediamo che
Bisognerebbe ritornare ad avere una sanità che l'Italia aveva trent'anni fa
Uno dei migliori sistemi sanitari del mondo
Di buona qualità in alcune punti anche di ottima qualità
Da gratuito per tutti
Dove i medici e infermieri
Lavoravano con passione non lavoravano per fare prestazioni
E quando si Scardino certi principi quando si rompe l'etica poi da strade aperta a tutti gli orrori a tutti gli obbrobri
Questo non l'abbiamo capito in vent'anni di lavoro
Che dobbiamo praticare una medicina di alta qualità aperta a tutti gratuita per tutti e questo è possibile
E vi assicuro che anche in Italia sarebbe possibile tornare adesso la medicina di alta qualità
Gratuito per tutti senza discriminazioni spendendo di meno in quanto si spende adesso
Perché oggi il Bilancio
La sanità italiana
E poco sopra i cento miliardi di euro l'anno centocinque centodieci su oscilla lì
E pensate di questi un terzo sparisce in profitto
Profitto che poi a varie
Declinazioni può essere
Il guadagno del proprietario della clinica privato del laboratorio privato della casa di riposo di questo dico altre quaranta
Può anche essere lo spreco la mazzetta la corruzione
Tutto questo finirebbe
Se si tornasse ad avere qualche principio etico su cui basare la sanità
E lo stesso discorso potrebbe valere per l'istruzione potrà
L'onere per il lavoro una società è tale se ha dei principi comuni e condivisi su cui si fonda oggi io non li vedo più questi princìpi del nostro Paese
E devo dire che considero questo modo di di praticare la sanità la medicina
Come una specie di guerra
Contro chi sta male
Noi ci rifiutiamo di
Di arricchirci sulle sofferenze altrui ci sembra disumano vergognoso
E poi in questi anni abbiamo
Visto la guerra
Vista sul serio
Non come i nostri Ministri va difeso ex ministro della difesa
Vista abbastanza per esserne nausea
E a non poterne più
Che poi si torna a casa
E ci si trova con un Paese dove la politica
Non parlo della politica non di questo o quel partito
Miliardi
Per comprare armi
Si spende
Gli armamenti
Le spese militari che sono sostanzialmente stabili in Italia a prescindere dal colore politico dei Governi a questo dato interessante sul quale riflettere quello è un altro tabù
Quelle non si toccano
Ma è possibile che in un Paese civile nel due mila quattordici non si possa discutere
Se i cittadini vogliono ancora che il loro Paese spenda soldi per le armi
Ma i cittadini vogliono ancora che in questo Paese si fabbriche in o armi
Dobbiamo trovare la capacità di reagire
Di imporre questa discussione che la politica non farà
E non la farà per una ragione molto semplice perché le grandi lobby di potere
Vedono tutto il mondo della politica coinvolto e coinvolto pesantemente
Il ripudio della guerra per noi non è solo una questione di rispetto della Costituzione alla quale teniamo molto
Il ripudio della guerra era cosa
Più profonda ancora
Che riguarda la coscienza la morale la l'umanità di ciascuno di noi
Il rifiuto di uccidere
E invece no
Non è andiamo avanti così in questo Paese
Che spendiamo uno miliardo di euro l'anno per mantenere due mila cinquecento militari in Afghanistan a far la guerra
Poche settimane fa è stato approvato nel silenzio così non una pratica di routine su rifinanziamento decreto missioni si chiama così oggi fare la guerra
Un altro miliardo di euro
Che verrà specie in un anno si finanzia ogni sei mesi
E che servirà
Semplicemente a far contenti i nostri padroni stranieri che verranno l'Italia umile servo che partecipa nervoso piccole forse a questo scopo grande sforzo di costruzione della democrazia in Afghanistan
Lo sforzo che ha dato risultati straordinari
Nel nostro ospedale in Afghanistan il numero di feriti dal due mila tredici è stato del quaranta per cento superiore rispetto al due mila dodici I del novantaquattro per cento superiore rispetto al due mila undici
Risultato dalla democrazia
E quel miliardo di euro all'anno che abbiamo buttato lì non poteva essere usato sostenere i poveri del nostro Paese
Per sostenere disoccupati per sostenere che è in difficoltà
Per sostenere le fasce del disagio dei ceti sociali più deboli
Questi discorsi non si possono fare se non in alcune sedi per l'appunto come questa sulla delle ragioni per cui sono felice di essere qui
Allora
Vorrei
Chiudere questo mio breve saluto con una riflessione
Io credo che il problema vero
Sia quello di una scelta radicale
Di un Paese che un certo punto deve maturare questa questa coscienza
Che non ha nessun senso che non porta da nessuna parte continuare a investire in violenza
Continuare a investire alle armi
A chi cambierà questa tendenza
Quando abbiamo Presidenti stranieri che vengono qui a fare il mercatino
Avendo alle loro carrette di seconda mano
Quelle sono le forze sociali che oggi potrebbero riprendere in Italia
Alcune parole d'ordine che non sentiamo più da decenni
Chi parla in questo Paese di disarmo
Disarmo noi abbiamo oggi armi che possono distruggere il pianeta duecento mila volte
E nessuno ne parlo
Abbiamo bombardieri atomici che si siano sulla testa ventiquattro al giorno rifornimento in volo laterano mai e nessuno ne parla abbiamo basi militari straniere con armi nucleari nel nostro Paese e nessuno ne parla
Ah dov'è finita la nostra coscienza
Non voglio dire dov'è finita la dignità della politica quel definita da decenni
A nostra coscienza civile
Ecco io credo che se c'è qualcuno in Italia che possa
Incominciare a porre corvi proporre
La questione del disarmo e la questione della riconversione civile delle industrie belliche questa debba essere la FIOM
Perché l'unica che abbia la forza e
Il giorno
In cui questa battaglia che sembrava utopica è possibile tutte palme tale
Ricordo quando ne ho già si era appena nata
Che portava all'attenzione del pubblico italiano questo disastro questo crimine
Che ci coinvolgeva profondamente Carla fabbricazione delle mine antiuomo
L'Italia l'UE tra grandi produttori al mondo
Ricordo una riunione del mille novecentonovantaquattro
In una sede della CGIL a Sesto San Giovanni
Ricordo un sindacalista che ci disse
Quando li presentammo questo problema dicendo bisogna fare in modo che questo Paese la smetta di produrre questa schifezza
Che questo Paese la smetta di produrre armi che uccisione rendono mutilati dei bambini
Risposta fu
Beh il problema più importante il posto di lavoro
E mi ricordo che risposi ascolta per me i propri importante è che non si facciano più queste cose disumane poiché nel posto di lavoro
Ma solo poi
Perché non ha senso creare duecento mila posti di lavoro da voi a
Per cui si danno posti di lavoro quante persone ammazzate voglia
E allora chi può disegnare oggi un progetto
Di riconversione in senso civile di
Per coprire i tanti bisogni che abbiamo nel campo sociale
Tutti quelli che oggi sono impegnati nel costruire armi
Io non mi aspetto che questa cosa venga dalla politica
Proprio no non verrà dalla politica
Dovrà venire dalla coscienza
Di ciascuno di noi singolare e collettiva
Che dovrà venire da chi di questa coscienza ha dato prova per anni e anni e anni
E credo che il giorno in cui ci si potesse cominciare a scendere nella sede contorno un tavolo
E a discutere come fare
Come fare a smettere di produrre alimenti
Ecco credo che me lo già si sarà sicuramente al fianco della FIOM e non sarebbero soldi andassero a fianco all'azione
E vi saluto ringraziarlo
Qualche anno fa ebbi a dire a un vostro incontro nazionale che
Ero convinto che la FIOM fosse uno dei
Dei pochi
Brandelli di democrazia rimasti
E oggi credo che forse bisognerebbe cambiare denominazione dire che la FIOM uno degli ultimi nuclei di resistenza rimasti
Grazie
è veramente
Anzi non strada
Questa sera è già di nuovo di partenza per
Ringraziamo anche per questo
Pizzolato una cantina
E allora adesso la parola per il saluto al nostro congresso intervento nostro congresso di a Rocco Palombella Segretario generale della UIL ma
Allora sentite un attimo
Chiariamoci subito
No li abbiamo invitati noi che abbiamo idee diverse e chiaro
E quindi il problema non è che cambiano idea
A secondo degli apprezzamenti o meno che possono avere l'importante e per questo
Di dirci le cose poi decideremo assieme e
Siccome li abbiamo invitati noi credo che sia anche corretto a venire un atteggiamento
Che riapre contabile la democrazia e anche ascoltare anche quando non sia d'accordo
Grazie
Maurizio grazie alla figlio ma per
Per l'invito
Le nostre strade
Anche congressuali sì si incrociano
Il vostro congresso si concluderà tra qualche giorno
I congressi della riorganizzazione sono già iniziati io avevo oggi il congresso a Firenze
E ho deciso ovviamente di di venire qui
Quindi ho disertato il congresso che la mia organizzazione perché ritenevo questo appuntamento importante
è vero
E sono consapevole
Che la relazione di Maurizio che aveva promesso di essere breve e poi
Qui
Stato due ore si perché lo conosce ovviamente è stata abbastanza lunga però posso dire che è stata una
Una relazione molto completa
Anche con toni abbastanza e a quelli che come lui
Abbastanza vivaci
Io ovviamente non entro nel merito della
Della tua relazione
Io però vorrei
Oltre voglio dire ai saluti
Vorrei per un attimo entrare diciamo su qualche nel piccolo aspetto che ritengo importante
Io quattro anni fa partecipai alla congresso della FIOM per la prima volta
Dopo qualche mese di essere stato eletto
E tu Maurizio per la prima volta fusti eletto in quel congressuale
Sono passati quattro anni quattro lunghi anni
Sono successe tante cose
Una cosa purtroppo e certe in questi quattro anni non c'è stata la possibilità
Di condividere molte cose
E questo ovviamente è un problema problema che riguarda te riguarda me riguarda molto probabilmente anche la firma
E il sindacato in generale quello di categoria e quello confederale risulta agli occhi di tutti un sindacato sempre più ridimensionato sempre sotto attacco
Questo riguarda noi riguarda un po'tutti
Io ritengo che noi dobbiamo esaminare
Se le difficoltà sono esclusivamente perché noi non riusciamo a trovare il modo di discutere o le difficoltà sono perché c'è un mondo che comunque non ama il sindacato
Considero il sindacato scomodo in questo Paese dei governi alle imprese
Ciò che i Governi stanno facendo in questi anni
Negli ultimi quattro Governi
Io presumo
Che se ci fosse stata la possibilità di una trattativa
Per quanto riguarda le pensioni gli ammortizzatori sociali e il mercato del lavoro io sono convinto che CGIL CISL e UIL avrebbe fatto sicuramente meglio
Non si sarebbe creato il problema delle pensioni non si sarebbe pagato il problema degli assodati e non si sarebbero gravi problemi dove noi dobbiamo rincorrere
E quindi io ritengo che noi dobbiamo fare in modo con tutte le discussioni che si sta facendo anche all'interno del tuo congresso
Quello di fare in modo di non considerare sindacato confederale un problema per le categorie ma di considerarli invece un'opportunità perché già ci pensano gli altri a considerare il sindacato confederale un problema
è un invito
Io ritengo tu Maurizio è fatto bene a tirare fuori quali possono essere alcuni punti
Che abbiamo condiviso io partirei da quei punti
Abbiamo condiviso l'accordo e il protocollo su Finmeccanica va bene partiamo da lì
Abbiamo condiviso un pezzo dell'accordo Electrolux attenzione
Tu hai detto sono convinto che lo sosterrà insieme la mia organizzazione insieme alla firma che letto Luca ha ritirato
L'idea di abbassare i salari
Non ha ritirato l'idea
Di dichiarare che non ci sono esuberi perché il rischio è
Che noi salvaguardiamo i salari anzi la certezza che salvaguardia dei salari ma quelli ci hanno propinato mille esuberi
Con il ridimensionamento di un grande stabilimento come quello di porci con esuberi in tutti gli stabilimenti
No non ti ho ascoltato altrimenti trasferte rispondere
Quindi io ritengo che sulla vertenza di Electrolux è giusto che noi apriamo come si è detto i confronti su ogni singolo stabilimento e li dobbiamo evitare che ci siano esuberi
Né adesso e nord né dopo il due mila diciotto
Perché esuberi in quegli stabilimenti significa una condanna circa mille lavoratori ad essere disoccupati a vita
Come io condivido
Il progetto di un'Europa
Ovviamente saluto la delegazione delegazione europea e mondiale
Insieme stiamo cercando di mettere su un'azione comune come appunto quello della manifestazione di venerdì scorso
Abbiamo
Condiviso insieme il sindacato europeo di design da stravolga è anche quello mondiale Dust andaste Holler Europa e mondiale
Aver condiviso solo questo non è sufficiente
A noi ci hanno delegato
Ad essere i rappresentanti delle regioni del sud
E nonostante noi abbiamo chiesto di allargare la regione del sud a quella del dell'Europa di centro ci hanno detto di no
Quindi
La battaglia che dobbiamo fare non è solo quella di creare una contrattazione comune ma quello di fare massa granitica in con gli altri
Organizzazioni sindacali che ci considerano insieme alla Grecia a Cipro
E l'Italia stessa dei Paesi ovviamente
Del sud sud d'Italia sud Europa
Quindi io dico che noi condividiamo il progetto di un'Europa che vede
I punti che tu hai hai citato
Un sistema fiscale un sistema contrattuale un sistema che tutto sommato ci vede partecipi nell'evitare che ci siano concorrenza sleale tra un Paese all'altro
Condividiamo lì dove abbiamo realizzato intese
Ci sono sicuramente tante altre cose che non condividiamo che la mia organizzazione non condivide
Dire qui che va tutto bene
Commetterei un errore
E di offendere i sicuramente
Io penso però che se l'idea è quella
Di trovare insieme partendo dal sindacato categoriale come la nostra categoria
Non è solo sotto attacco ma
La crisi oltre a creare problemi industriale Cianchi diviso ci ha diviso in modo violento
Io penso che ci possono essere le condizioni
Le condizioni per avviare
Un po'come esigere suggerito tu su singoli punti su singoli aspetti
La possibilità di convergenza
Perché ciò che si è creato nei nostri delegati in questi anni nei nuovi delegati un'idea
Che ormai
Ogni organizzazione va per conto suo
Facciamo più fatica a metterci insieme
Che ragionare invece come singolo organizzazione
E questo è un problema serio
Se sono vere queste cose io penso che noi
Dobbiamo provare
Dobbiamo provare a parlarci un po'di più dobbiamo provare un po'a discutere un po'di più dobbiamo un po'provare anche a sentire
Idee
Di altre organizzazioni cercando di abituarci a quello che facevamo una volta a utilizzarla mediazione anche nel nostro interno fermo restando ovviamente
Quelli che possono essere le prerogative le idee del di ogni singolo organizzazione
Io ovviamente non voglio colleghi per nessuna ragione entrare nel merito perché sarà oggetto ovviamente di vostro dibattito e mi auguro e sarà sicuramente così entro questi in questi tre giorni di
I vostri lavori
A partire anche dalla riunione che farete corsi questi indagati europea e mondiale io penso che usciranno sicuramente idee
E suggerimenti importante
Quindi io invito acché Landini alla turca iniziazione superata la fase congressuale
Magari vediamo un po'se ci riusciamo a stabilire un percorso su punti che possiamo condividere probabile che da questo congresso possa nascere anche un'idea
Di una
Conduzione visto che su alcune questioni siamo d'accordo
Vediamo un po'seri partendo da quelle cose possibile stabilire dei percorsi comune probabili così riusciremo forse evitare
Di creare una situazione all'interno delle confederazioni all'interno della di nostre categorie perché io penso che uno dei problemi che attanaglia le Confederazione anche perché i metalmeccanici non vanno d'accordo
Se non riusciamo da soli a trovare dei punti di convergenza è probabile che aiuteremo anche
Il sindacato confederale a trovare il modo per poter
Uscire da questa da questa situazione
Io ovviamente non aggiungere altro perché
Ritengo che sia sufficiente questo
Vi ringrazio vi ringrazio e buon lavoro
Prendiamo la parola al Segretario generale della firma Giuseppe Farina
Vale
Vale quanto già detto l'altro
Alle quanto già detto naturalmente
Buonasera
Innanzitutto
Grazie per l'invito che
Maurizio Landini la segreteria della FIOM e tutti voi avete
Voluto rivolgermi a me e alla mia organizzazione ad essere presente
Ai vostri lavori
Un invito non scontato e per questa ancora più apprezzato
Poi vorrei dire anche a Maurizio che
Ricordo al mio congresso ebbe modo di criticare
La lunghezza della mia relazione
In ogni caso è stata una relazione come veniva ricordato intensa perché in effetti
Diciamo non si è risparmiato non vi siete risparmiati nel rappresentare quelle che sono le vostre
I valutazioni le vostre proposte le vostre idee
E io devo dire naturalmente che
Tra le tante cose che sono state dette ce ne sono naturalmente alcune che sono assolutamente condivisibili
Io per esempio condivido molto quello che lui ha detto sull'Europa la valutazione che ha fatto sulla politica europea sull'esigenza
Di chiamare il segno ma di dare anche profondità alla politica europea
Così come condivido molto quello che ha detto sulla necessità di organizzare diversamente il sindacato confederale
E di favorire la costruzione di categorie più grandi più forti
E quindi da questo punto di vista l'idea di un sindacato dell'industria io sul contratto dell'industria sarei
Un po'più prudente non perché non lo condivida ma perché credo che non dobbiamo mettere il carro davanti ai buoi per fare un si è incontrato dell'industria bisogna prima fare i sindacati dell'industria e le organizzazioni degli imprenditori che decidano
Quindi c'è un CUP un percorso da fare come sapete se non lo sapete ve lo dico è un percorso che ne abbiamo iniziato perché noi siamo già in un processo di costituzione di una nuova federazione dell'industria della CISL e che metterà insieme i lavoratori metalmeccanici
Chimici e tessili e contiamo che già nel prossimo anno di poterla vedere nascere
Poi naturalmente ci sono molte altre cose che non ho condiviso affatto alcune un po'meno alcune un po'di più
Ma soprattutto io vorrei dire qual è l'aspetto che a me meno convince diciamo del delle parti della relazione di
Di Landini
Anche le cose che io non condivido che comunque ho ritenuto diciamo non adeguate diciamo alla fase diciamo e che non aiutano a risolvere i problemi della fase non perché non le possa non le condivide in assoluto
Ma io ho trovato molta dell'impostazione della della relazione che è stata fatta che mi sembra diciamo quanto meno diciamo poco verosimile che possa appunto essere poi concretizzato i risultati nel senso che
Una diciamo un'ipotesi di lavoro che appunto di cose tutte importanti anche tutte con obiettivi che insomma che non si fa fatica a condividere
Però io credo che questo sia il vero segno della fase che è cambiata
C'è un segno della fase che è cambiata che secondo me non autorizza più il sindacato
A costruire diciamo delle ipotesi delle piattaforme sulle quali poi diede anche il confronto il consenso dei lavoratori
Perché penso che ci sono due paradigmi che sono cambiati tutto a proposito di cambiamenti perché non c'è dubbio che il cambiamento c'è stato due cose sono cambiati la prima cosa
Viviamo in tempi in cui netto è difficile
Che ci sia qualcuno che possa spiegare
A tutti gli altri quello che loro devono cambiare senza compromettersi essere disponibile sia esteso al cambiamento primo paradigma
Non c'è non saremo ascoltati
Se noi pensiamo di spiegare a tutto il mondo quello che devono fare loro perché il mondo così non ci piace e tutte le cose le devo fare gli altri non funziona non saremo
Ascoltarmi
Se vuoi cambiare e poiché gli altri cambiano
Devi essere disponibile a compromettersi nel cambiamento e disponibile a cambiare anche le stesse secondo paradigma che è cambiato
Edile e il fare
è inutile e il fare e questo vale per la politica ma vale anche per il sindacato
Qualsiasi soggetto di rappresentanza se dice che vuol fare delle cose poi vedere anche saper fare essendo lei sa fare bene interno devo almeno saperne fare
Silenzi no
Silenzi asta
Scusate mi permetto
Che abbiamo idee diverse si sa
Allora vi chiedo di ascoltare non è che quando discutiamo noi dobbiamo avere tutti le stesse idee no allora abbiamo lo stesso rispetto ascoltiamo quello che ha da dirci punto
Se non discutere fra persone che è pesante alle tante cose
è piuttosto semplice e vi invito davvero
A ascoltare poi ognuno naturalmente alle sue idee
Dire fare significa appunto questo che noi dobbiamo essere più preoccupati di più di avere un rapporto con i lavoratori con tira presentiamo che abbia in questa fase di crisi soprattutto elementi di maggiore concretezza
Ai lavoratori sia promettiamo delle cose dobbiamo fare quindi è meglio promettere qualcosa di meno ma portargliela piuttosto che appunto dire tutto lo che secondo noi andrebbe fatto e poi però non essere in grado concretamente di modificare imminente la loro condizione di vita di lavoro
Perché il tempo è davvero cambiato le cose sono cambiate il PAI
è cambiato lo spazio la piazza ma non c'è bisogno di fare l'analisi sociologica lo spazio si è allargato e il tempo delle decisioni sia ridotto la velocità delle decisioni sia ridotta e noi dobbiamo sapere che per il sindacato è un grave problema
Perché ce le decisioni di impresa si riducono vuol dire che noi avremo meno tempo per costruire il consenso su quelle decisioni e quindi il tema della democrazia che certamente è un tema serio
Però dobbiamo anche saperlo ri riposizionare e ridefinire delle modalità compatibili con quelle che sono un sistema economico che è bene appunto decisioni di in ed economiche che si prendono sempre in maniera più rapida e più e più veloce e quindi il rapporto tra la costruzione del consenso e la velocità di decisioni è un tema di tutto il sindacato
Noi abbiamo cose che ci dividono ma abbiamo anche cose che ci uniscono alcune cose le ho viste nella relazione voi ce ne sono altre che sono strutturali siamo due sindacati metalmeccanici
Siamo tre sindacati metalmeccanici e comunque al di là dei rapporti che ci possano essere siamo tre sindacati di sana e robusta costituzione
Siamo tutti e tre sindacati industriali abbiamo una cultura dell'industria della contrattazione nell'industria
Siamo tutti e tre sindacati confederali quindi abbiamo un'idea di un sindacato che
Abbia un valore generale della rappresentanza della vuole che metta al centro la solidarietà come elemento dominante della sua azione sindacale
Abbiamo anche un'importante storia comune fatta insieme alle nostre spalle
E abbiamo anche un'azione per fortuna ancora molto comune molta in gran parte diciamo perché abbiamo un'azione comune nelle aziende con le rappresentanze sindacali e appunto veniva ricordato ieri ed importante Accord
Alla mai che non
Che è stato gestito uno diciamo con una
Capacità unitaria diciamo molto positiva che credo che abbia consentito anche una chiusura positiva dell'accordo abbiamo una scelta politica
Che ci consenta di mantenere rapporti cordiali anche sul piano personale
Io con Maurizio con Rocco e credo anche ho visto anche da multe da molte parti questa importante perché appunto in questo momento
Ricordare anche i punti che ci tengono insieme è importante soprattutto perché siamo sotto attacco il sindacato tutto è sottratta
Perché il mondo che è cambiato si è fatto più difficile per il sindacato per fare sindacati in fabbrica oggi è più difficile di ieri
Questo è importante
Però dobbiamo avere anche consapevoli che questa importante
Ma è anche un mondo che non dà rendite di posizioni a nessuno
E nessuno deve sapere se la può fare da solo
Queste sono le le valutazioni che ci consentano di dire
Che c'è l'urgenza dei cambia del cambiamento e c'è l'urgenza della della difesa della tutela del lavoro che appunto
Dovrebbe consentirci di mettere insieme oggi questa attacco del sindacato io lo vedo concentrato su tre temi soprattutto tre sono le cose che oggi secondo me è l'insidia maggiore per il sindacato e per la contrattazione
Il primo punto è l'inefficace l'inesigibilità della contrattazione o la contrattazione la rendiamo certe ed esigibile o semplicemente faremo sempre meno contrattazione
L'imprenditore non fa per sua missione
L'imprenditore non fa per sua missione la contrattazione
è del sindacato la missione della contrattazione e se la contrattazione si indebolisce perché resa inesigibile inefficace e quindi non è
Capace di cambiare in un clima appunto di condivisione le cose che debbono essere cambiate il risultato è che si indebolisce la contrattazione e quindi si indebolisce il sindacato
La seconda cosa è l'invadenza delle leggi sul lavoro
C'è una politica che non è come è evidente molta amica del sindacato
E l'idea di affidare alle reti dei primi problemi che ci sono dei rapporti tra i sindacati e con le controparti è davvero un'idea quantomeno molto a rischio
Queste è un Parlamento profondamente antisindacale
E affidare oggi le nostre regole i nostri rapporti quello che deve essere la contrattazione quello che devono essere i minimi salariali alla legge guardate quello davvero può diventare
Diciamo l'attacco te conclusivo al modello contrattuale organizzato sui due livelli e al contratto nazionale
E io non sono affatto d'accordo sul salario minimo che viene proposto del job battito
Il salario minimo dalle due cose che ho detto è forse quella che in questo momento rappresenta maggiormente l'insidia il salario minimo
Non serve se è troppo basso
E si mangia i minimi contrattuali se è troppo alto non si scappa da questo non si scappa se viene introdotto il salario minimo siamo di fronte ad un impoverimento della retribuzione dei metalmeccanici
Con un'idea di fondo che c'è dietro attività profondi
C'è la ripresa e rilancio dell'industria del Paese avviene ripensando alla Polonia e pensando a come è cresciuto questo Paese negli anni Cinquanta e Sessanta con l'illegalità lo sfruttamento essenza sindacato
Queste all'idea che sta dietro a chi vuole il salario minimo vuole ridurre ai minimi salariali a riconquistare una unilateralità della ripartizione delle del del salario d'impresa e allora da questo punto di vista siccome io non credo
Che appunto si risolve il problema diciamo dei lavoratori che non sono coperti dai minimi con un salario minimo io credo che invece anche questa è una questione
Che c'è
Ma non si può affidare al Parlamento e quindi debbono essere le parti sociali a definire come coprire con dei minimi certi tutte le forme di lavoro
Insieme meglio ma l'unità
Come la democrazia sono cose serie
E quindi se dobbiamo appunto ricostruire unità e usare le regole appunto per ricostituire unità devono essere cose solide
Non possiamo limitarci dopo quello che abbiamo fatto a fare un'ammuina
Non sarebbe comprensibile ed è anche i lavoratori ce lo perderebbero se dobbiamo ricostruire le ragioni dello stare assieme dobbiamo essere disponibile a cambiare voi stessi come ho detto prima
Io vedo due possibilità e chiudo e quindi vi tolgo il disturbo
Per quello che riguarda i rapporti unitari e come andare avanti io vedo due possibilità
Ossia applicano le nuove regole confederali
E quindi delle decisioni della contrattazione si decide
A maggioranza
Fosse Oppo altrimenti se le regole confederali non piace a me non piacciono le decisioni a maggioranza così come sono previste nelle regole
E io personalmente anche non è che mi entusiasma
Però siccome di metodi la decisione contrattuale è la cosa più importante Possi far in quel modo e si applicano le regole e poi si decide a maggioranza sessi se si vuole evitare la decisione la maggioranza c'è una strada molto semplice
Si deve riscoprire il valore della mediazione
Ed è la centralità dell'unità tra i metalmeccanici come priorità dell'opera nella costruzione delle strategie sindacali si assume l'unità come va ore e pertanto nella mediazione nel compromesso delle proposte delle soluzioni si evita appunto di andare alla conta tra i lavoratori
Queste il prossimo appuntamento ce l'abbiamo si chiama rinnovo del contratto nazionale il prossimo anno guardate Donini dalla ricostruiamo se torneremo a fare i contratti nazionali aziende altrimenti la vedo dura grazie
La
Per cortesia
Adesso diamo la parola ad un ospite
Che già avevamo salutato nella mattinata diamo la parola don Luigi Ciotti
Ricordo che la commissione verifica poteri subito dopo l'intervento di don Ciotti si vede fuori dal Masala programmato
Bene allora buongiorno a tutti
Buongiorno a tutti
Io credo di dovere dire con gioia
Che siamo ancora una volta insieme
Nella consapevolezza che il lavoro è una questione
Che può e deve essere affrontata unendo le forze di tutti
E l'essere qui ancora una volta con voi e per dire che c'è una parte di una società responsabile fatta di associazioni di gruppi che non vi vogliono lasciare soli
Non vi vogliono lasciare il solito
Il problema del lavoro non è un problema solo del sindacato dei lavoratori
è un problema di tutti
Ma proprio di tutti
Il noi che deve vincere e noi che vince
La FIOM e libera insieme
Hanno dato una testimonianza che è possibile
Portare un contributo contro l'illegalità la corruzione e le macchie nel nostro Paese
Sono venuto ancora una volta qui io non ho la tessera
Ci vuole Landi allora di avere una propria cerca
Soffre
Lo
Sono venuto
Sono venuto qui ancora una volta
Vi prego
Il Consiglio
Mi scusi
Sono doveva ancora una volta per stima
è il grande gratitudine nei vostri riguardi
Voi avete un amico un amico sincero
Un amico perché io penso a mia famiglia avrà il mio padre a cosa ha significato per noi immigrare a Torino non trovare casa di dare una baracca essere etichettato
E allora mi sembra importante
Importante che il nostro impegno la nostra lotta vada avanti per dare libertà e dignità alle persone ieri come oggi
Ma oggi siamo dentro a un processo che qui è già stato richiamato di fragilità azione del sistema dei servizi
Sono sempre meno le forme di inclusione e di coesione sociale
Il confine voi me lo insegnate tra l'inclusione ed esclusione
Sono sempre più incerti più fragili e più frammentati nel Paese
Crescono nuove fasce di sofferenza sociale
Io lo vedono i nostri fornitori del gruppo Abele
Dell'unità di strada del gruppi nei servizi
Le nuove fasce di sofferenza sociale
è l'Italia voi me lo insegnate
Tra le democrazie avanzate
Quella meno cresciuta sotto il profilo economico
Ma è quella che è più cresciuta sotto il profilo delle disuguaglianze sociali
Questo il dato su cui riflettere noi siamo dopo la Gran Bretagna il Paese che in questi ultimi anni è cresciuto di più nel disuguaglianze sociali signori
Voglio dirette sulla vostra pelle
Nove milioni
Di persone
Che vivono nel nostro Paese la povertà relativa
Ma cinque milioni vivono la povertà assoluta
Non è
Possibile
No il conseguire
Che ci andiamo a fare
Ai tavoli
Delle presunte potenze che ci andiamo a fare
La crisi per molti è una condanna per altri è stata un'occasione
Una grande occasione per tanti
Siamo sprofondati miseria
Siamo tornati andrà bene nenti scienza
E lo vedo i nostri servizi la gente che viene a bussare che disperata
I poveri non chiedano sono costretti a chiedere
A chiedere aiuto
Chiedono soprattutto di dignità cioè il lavoro è riscatto i poveri chiedono questo nel nostro Paese
E ha ragione l'Organizzazione mondiale della sanità che non a caso ha classificato la povertà e lampeggio ore delle malattie
E noi lo vediamo e lo vedete anche voi come queste un provvedimento nel nostro Paese
Ma l'Italia c'è un'altra povertà sei milioni di persone analfabete
E di questo dobbiamo dircelo con chiarezza dobbiamo anche dirci con chiarezza che un mese e mezzo fa da un'OPA ci ha richiamato nel grande silenzio perché siamo agli ultimi posti per la dispersione scolastica
C'è la povertà economica il problema del lavoro del disagio lavorativo
Ci sono le facili sofferenza sociale di povertà ma c'è la povertà cultura
E la coltura che dà la sveglia del coscienza
Bisogna mettere in grado una scuola
Che non sono istruisca ma anche gli sia capace di alienare la vita i nostri ragazzi le nostre persone
Noi non vogliamo essere il mondo del sociale
Non vogliamo essere i delegati per occuparci dei poveri i Telegatti
Certo che non venendo al mondo ma
Mai meno ad andare incontro alla sofferenza delle persone
Non verrà mai meno questo
Ma non vogliamo neppure coprire quei vuoti di politiche che devono essere fatti
Io mi auguro
E voi ne capite il senso con cui lo dico
Io mi auguro meno solidarietà più diritti cioè il più giustizia del nostro Paese
Sequestro
Quaestio
Oggi
E oggi la sproporzione tra la solidarietà e la giustizia
è una ferita
è una ferita nel nostro Paese è una delle sue più grandi contraddizioni
Perché si dedicano a noi a quei servizi non messi in grado di operare penalizzati occupati vi voi dei poveri e degli ultimi
Noi non vogliamo essere
Loro iter pregia sociale assistenziale non usiamo lotto PET-TC assistenziale
Vogliamo batterci al fianco anche vostro per dare dignità a tutte le persone a tutte le persone
Allora c'è bisogno di verità
C'è tanta ha bisogno di verità
C'è tanta ha bisogno di verità
Ma io credo che anche noi dobbiamo diventare cercatori di verità non c'è una strage in Italia una che si sappia la verità
Il settanta per cento dei familiari delle vittime innocenti di mafia non conosce la verità non conosce la verità
Ed è sufficiente quaestio per dire
Che dobbiamo sentire questo bisogno di verità e diventare tutti insieme pur in forme diverse cercatori di verità
Non applichiamo da solo a qualcuno
La dobbiamo queste persone ce lo diventano cerimonia diventa retorica diventano manifestazioni
E prima della nostra intelligenza la ricerca della verità e impegna la nostra coscienza è un problema di coscienza abbiamo bisogno di verità nel nostro Paese
Ed è anche un problema di democrazia e di dignità umana
E allora in questo senso
In questo senso quando ci Giorgini Gino Strada si ricordava
Quelle armi io sono andato a vedere
I dati della nostra spesa per le armi
E non ci sono i soldi per le politiche sociali
Per fare ripartire il lavoro per fare quei servizi fondamentali
L'Italia nel due mila dodici la sua spese è stata ventisei miliardi di euro
Per il mondo militare eccetera settanta milioni di euro al giorno
Aggiorna
Allora scusate
Io non voglio semplificare
Non è il mio mestiere non sono capace l'unica norma a chi ogni senso di confusione ma non posso accettare che le armi
Non posso accettare che le armi servono oggi a difendere la ricchezza di pochi a spese dei molti perché quei conflitti sono in quella direzione
Sono in quella direzione
è il venti per cento consuma il novanta per cento dei beni prodotti non è possibile
Io non ho nessun titolo valori colpito lottiamo è di vedere ogni giorno chiariva al dormitorio
Quelle donne che accogliamo che subiscono violenza per i loro bambini
Quelli che sono malati diessine s'immagini in questo momento perché le politiche sono crollate
Non ho nessun titolo
Ma quando ci dicono che in quei novanta bombardieri
Quindici miliardi ma poi ce ne saranno altri cinquanta per l'intero progetto io mi chiedo come è possibile tutto questo quando non ci sono i soldi per la gente
E credo che sia un problema di coscienza non demagogica non retorica ma è un atto di giustizia
Eh lo so che sedici questo sì subito etichettato
Ma vorrei che qualcuno andasse ad incontrare quei cinque milioni di persone che il nostro Paese non sanno come tirare a campare
Questo
Per questo che mi sembra che diventa importante
E in questo momento voi sapete che l'Italia è tornata i primi posti per le droghe
Siamo tornati i primi posti per le troppe
E l'anno scorso l'Italia è stato il primo Paese in Europa per la mortalità di AIDS nonostante i farmaci primi in Europa perché viene meno l'informazione la prevenzione
Cresce
Diminuisce il sociale e aumenta il penale
Molti fuggono il gioco d'azzardo e guarda che ne dato l'okay riguarda che nel gioco d'azzardo le mafie sanno fare
Il loro grandi a fasce
E allora amici
Voi me lo insegnate che la criminalità approfitta della povertà
E l'illegalità si combatte
Solo se si sconfigge l'ingiustizia
Che molto spesso la favorisce
E abbiamo delle ingiustizie odiose nel nostro Paese che non vengono affrontate fino in fondo il problema delle carceri loro insieme
Il problema di CDR strutture totali ingiuste costosa
Inefficienti rinchiude siamo lì dentro delle persone che non hanno commesso reati
E soprattutto c'è una data sconvolgente
Che si ripete è il primo di aprile
Perché come voi sapete il primo ad aprire da un po'di anni e la data in cui
Si rinvia sempre si trovano ulteriore proroghe per non chiudere gli ospedali
Psichiatrici giudiziari
Il primo privilegia di ogni anno se rinviare di altri anni quella riforma non si riesce a fare allora siamo qui certamente
Siamo qui certamente
Per condividere anche queste altre sofferenze queste altre partite
Perché al di là della vostra
Il problema del mondo del lavoro c'è chi di voi e padre tutti voi e madre che ha dei figli che conosce la fragilità di tante altre persone
E siamo qui per dirci che rispetto alle mafie
Il problema in Italia non è solo lo Stato
Non è solo stato l'assenza di giustizia
Ma la scarsa perseveranza nel costruire giustizia questo il problema nel nostro paese e poco fa e poco fa al Senato
Non è passato ancora una volta il quattrocento sedici ter
La legge quel piccolo piccolo frammento che abbiamo voluto insieme qui braccialetti Bianchi
Per il voto di scambio è stato ancora ulteriormente rinvia i venti contrari signori la corruzione
Quella legge che oggi c'è in parte ma in parte non c'è
C'è chi fa di tutto perché non riesco ad essere attuata e voi sapete che la legge sulla corruzione e quella che paga viatico I giochi criminali mafiosa
La mafia certi non la vuole combattere nel nostro Paese
E c'è chi fa di tutto fa di tutto perché non si riesca rivale fino in fondo in questa direzione
E allora
Io credo che il nostro cammino deve continuare
è una strada certamente in sanità
Certamente in salita
E come siamo stati insieme
Per via maestra alle iniziative per difendere la nostra Costituzione
Io tengo a ribadire come sacerdote
Lasciatemelo dire qui a voi con molto affetto
Che è il Vangelo e la Costituzione italiana sono invito i grandi riferimenti il Vangelo
E la Costituzione
E che la Costituzione non è solo la legge fondamentale dello Stato
La nostra Costituzione è il grimaldello delle coscienze e richiamo alla responsabilità lì lì per questo tanti presunti innovatori
Paladini dell'arbitrio mascherato da libertà vorrebbero cambiarla non va cambiata va abbia di Zatta la nostra Costituzione
Va tradotta concretamente
Ho trovato una simpatica signora poco fa che mi ha dato questo braccialetto blu
E io me lo sono messo questo braccialetto lo terrò in questi giorni
Di Pasqua anche nelle celebrazioni e qualcuno dirà Marco ormai colori c'è questo braccialetto blu
Perché qui ottanta dipendenti a Collegno che rischio di andare a casa hanno bisogno
Hanno bisogno
Di non essere loro come tutti gli altri
Lasciati soldi
Lasciati soli
Eccome
Il nostro amico che tu hai ricordato Lino De Masi
Che l'ottima
Che lotta
Per dare dignità ai suoi dipendenti scendi evitato
Ha trovato la rapina di alcune banche
è una vergogna e oggi era vergogna è oggi che giocano per l'ondata di ciò che già la giustizia gli attribuisce
Come giusta diversità dignità
Di quello che ha fatto per dare lavoro alle persone
Non possibile
E voi capite che non è possibile
Questi a una rapina chiamatela come volete
è una rapida fatta dei violenza di giochi di poteri di sistema
Quello è un corretto onesto imprenditore però va lasciato alla Calabria che rischia la vita che gli a nostro
Nato contro la sua officina che lì siamo stati vicini in questi anni che la giustizia ha sentenziato che ha ragione
Quelle banche non pagano ma dove siamo
Ma dove siamo
Allora forse amici
Io credo che sia giusto
Credo ci diamo fuori i nostri lunghe e anche la nostra passione
Per costruire dei percorsi che glielo libertà e dignità a tutti
Vi faccio gli auguri più belli di ritrovare insieme il senso e questo l'augurio
Di una politica che sia capace di soddisfare la fame e sete di giustizia delle persone
Ed è la partecipazione che permette di dare senso alla vita perché se la politica non dà senso la partecipazione non ne
Politica è un'altra così
è un'altra cosa
Abbiamo bisogno
Di trasformare le paura e le fatiche il disorientamento in speranza
Ma non c'è speranza senza speranza di giustizia
La speranza di tutti o non speranza e quando l'altro giorno i familiari delle vittime
Il Papa ha voluto accettato di incontrarle ascoltando quell'interminabile l'elenco di nomi che vuol dire quelle ferite
Quelle speranze
Non posso dimenticare che nel mio intervento rivolto al Papa piccolo piccolo con tutti i miei limiti che sono tanti ma proprio tanti ma proprio tanti
Io rappresento noi non certamente un mio
Io ho voluto rivolgendomi al Papa nel ricordo di familiari di vittime innocenti di mafia fare questo testuale passaggio
Ricordare le vittime delle mafie certo
Ma anche le vittime del terrorismo del dovere
Ma io ho accennato anche queste testuali parole
Vogliamo davanti al Papa vogliamo ricordare insieme le vittime del lavoro perché è un lavoro non tutelato
Svolto senza
Le necessarie garanzie di sicurezza
è una violazione della dignità umana e il Papa con la testa affatto così grazie
Prime compagni prima di dare l'avvio alla sezione internazionale c'è ancora spazio
Per almeno l'intervento io sono per procedere io vi voglio dire che mi sono già arrivate trenta richieste di interventi
Quindi chiedo a tutti quelli che intende intervenire di
Darle e di rendersi conto come dire quelli che sono i tempi perché poi è chiaro che non sarà possibile
Dare la possibilità a tutti ma avere il quadro è necessario
Quindi la sezione internazionale ci saranno quelle con chi è fuori per poterla seguire al meglio chiedo a tutti i delegati di rimanere perché una parte centrale del nostro congresso e ora darei la parola
Anch'
Abbassa Mara della Permasteelisa RSU di Treviso
Dobbiamo ascoltarci tutti perché le ore di lavoro sono relative abbiamo ricominciato alle quattro e un quarto è
Quindi per cortesia seduti e ascoltiamoci
Buongiorno a tutti
Io mi reputo una persona molto fortunata
Bisognerebbe
Parlare
Dopo quello che avevo sentito prima
Però parlare dopo
Don Luigi Ciotti
Parlare dopo
Gino Strada
Parlare dopo
Il nostro Segretario
Molto fortunata
Abbiamo sentito le Vangelo parlare
Abbiamo è sentito l'umano parlare
Abbiamo sentito sociale parlare
Queste sono le credenze della società
Oggi
La politica deve imparare da noi da questa Assemblée oggi
Per cambiare il nostro Paese
Non solo italiano però lo chiamo così
Perché ormai vivo qua
Basta prendere quelle che ha detto del giorno adesso
Metterlo insieme a quelle che ha detto Gino aggiungere quello che ha detto il nostro compagno segretario di Italia domani cambiare compagno
Abbiamo sentito prima il Segretario del per contributi e dire che
Per fare contratti
Bisogna dare a se stesso
Ma noi compagni
Ma i metalmeccanici ma abbiamo dato tutto ai padroni fino all'articolo diciotto abbiamo dato ai padroni
Ma cosa vuole di più ancora il nostro sangue cose
Non possiamo
Dobbiamo vivere
Allo cosa dobbiamo dare
Dare il nostro voi dire che
Non avere più diritti
è vero prima l'ha detto Landini
Che non avevamo fischiare frontista ogni tanto quale sentir dire che che dobbiamo dare il nostro diritti per avere altri diritti e diritti innovarsi nei quali siano i diritti e diritti sono per noi
Io penso che
Nelle slide che passavano da stamattina adesso
C'è uno molto bello
Che sono me proprio
La conclusione di tutto ciò che abbiamo fatto
Dara Assemblée
Fino oggi alla conclusione
Massimale dalla FIOM
Leggo
Non solo il giudizio che vale
E che farà sempre per noi sull'azione del sindacato è sarà quello
Sarà quello del lavoratori dice Luciano lama
Abbiamo perso troppo tempo
Nelle assemblee a dividersi far niente
Bastava dare la parola ai lavoratori i lavoratori decidono loro del nostro futuro
Ho letto potevamo impiegare più tempo a pensare
A come aiutarli in queste crisi che oggi i datori di lavoro
Solo alla a ricattare le persone
Quando ho sentito don Luigi dire che
Migrare a Torino
è stato difficile per lui
Sentirsi etichettare non voglio neanche pensare alla mia posizione io che vengo dall'Africa sentirmi eccitare sentirmi ritrattare dal lavoro sentirmi ritrattare dal permesso di soggiorno oggi
Oggi mi dicono devo negoziare e i miei diritti
Da vuol dare qualcosa per prendere qualcosa cosa debbo dare in più si oggi la legge Bossi-Fini
Sono sotto questa legge io lo chiamo la spada di Damocle es sotto la mia testa
Dopo quindici anni anche che sono questo Paese un domani perda un lavoro io devo andare a casa cosa devo ancora dare al al
A
Cosa devo dare ancora cosa devo dare ancora in più
Non posso dare più niente io penso che
Il primo articolo della posizione italiana disse che l'Italia
è un giorno fondato sul lavoro
Don Luigi l'ha detto
Non si può non si può negoziare i diritti i diversi sono cono cosa fondamentale
Però
Ogni tanto
Io dico che siamo noi i lavoratori
Che abbiamo lasciato tutto ai politici
Dobbiamo andare il più fondo delle nostre credenze dobbiamo andare più in fondo nella politica dobbiamo mettere la mano dentro è sperando che la politica lo si trova solo mai perché è gente come
Don Luigi
Gente come
Zero strade
Io prego
Prego che gente come queste persone
Non solo uno
Che non vengono mai
Assorba ATO dalla politica perché sino prassi
Siamo persi
Perché almeno loro quando la gente o sopra sono là con l'umidità
Basta avere poteva ora o era tutto quello che volevano
Nella vita perché l'hanno fatto vedere però con l'umiltà sono presentato
Passare a vedere come parlano con la grinta come parlano
Passo dobbiamo imparare da loro umiltà diventa fare le cose come si deve non avere paura di andare fino in fondo le l'auto diritti in nostro diritti dobbiamo andare fino in fondo negli studi
Solo in certe cose non bisogna neanche a parlarne
Non voglio parlare del tosto unico
Abbiamo perso tempo a dividerci per niente
Noi come FIOM
Nella mia fabbrica abbiamo due attorno a questo testo unico
Perché questo testo per noi
Dite voler
Applicarla come avere meno diritti
Per quello io dico
Bisogna mettere la mano della politica
Io adesso come adesso
Non ho il diritto di voto
Però vedete
Le cose che non riescono a capire in Italia la FIOM è un sindacato e l'ho conosciuto dallo Stato italiano
Ho la mia tessera nella FIOM nella FIOM posso votare climi di uranio nella FIOM possa votare l'è legge
Dove posso vedervi tutti può leggere dove lavoro io
Però
Come l'ha detto Maurizio prima noi come extracomunitari finché non ci arriva la spettanza non possiamo neanche e leggere il Sindaco del nostro Paese
Enrica dobbiamo iniziare a dire più i diritti
Perché finché il politico sa che questo qua per dieci anni quindici anni il tempo di fase la domanda tutte le arriva la cittadinanza non ha bisogno e neanche l'ultimo voto non prenderanno mai in considerazione la cosa da immigrati allora bisogna dire sì al volta emigrati almeno ai commi navali I amministrazione
E lì vedremo che politico prendano di una
Per quello compagni vi invito
A votare
Scusate però devo dirlo è una compagnia la Paolo morali che ha nella lista si prassi
Il MUD a votare la compagna Paola allora le le sedute lettera l Toulouse che è nella lista si prassi perché ha una compagna con chi quattro anni e ho visto l'altare
E più ancora adesso
Dire
Sì alcuni diritti
Lavora nelle Colussi e sappiamo che cosa succede dentro questa azienda allora sì una persona come lei vuole dare più diritti hanno i lavoratori penso che votare per lei non sarebbe male vi ringrazio
Allora c'è ancora spazio per un intervento io chiederei di intervenire a Giulio Troccoli della Fincantieri di Sestri Ponente
Cioè
Tale dato l'ok cosa che era qui non vedo bene
Se i compagni e compagne non è facilissimo intervenire
A questo congresso e al congresso generale della
Nostra organizzazione perché è stato
è stato un congresso
Diciamo che i lavoratori
Nelle fabbriche
Non lo hanno vissuto con grande intensità dobbiamo dirlo
Non comprendo il Congresso sostanzialmente da questo punto di vista abbastanza inutile
Un congresso che ha dimostrato come ha detto il nostro Segretario generale dell'introduzione la relazione introduttiva
Un congresso nel quale va la nostra confederazione
A per così dire dimostrato tutta la sua energia inadeguatezza
Io sono
Io sono un mastino fedele della
Scuola marxista con lo dico chiaro
Un mastino fedele alla scuola marxista
E per cui vi dico che la nostra confederazione
Si è dimostrata inadeguata a quella che marxisti ca mente si può chiamare una politica imperialistica sui salari ovvero un attacco diretto
In tutto il mondo e principalmente in Europa al salario della classe lavoratrice alla alla alla nostra classe al salario di quelli che noi rappresentiamo
Siano essi operai impiegati tecnici I Salaria al salario un attacco fortissimo sotto la forma di una di un taglio dei salari
Di fatto sotto la forma di una profonda disoccupazione
E sono questi problemi sui quali CIA
Sui quali diamo discusso con la nostra gente
Purtroppo e sottolineo purtroppo non appassionato la discussione
Sul testo unico e non poteva essere altrimenti
Siamo noi che abbiamo imposto la discussione su questo l'abbiamo imposta perché era giusto imporre la discussione su questo per le cose che ha detto Maurizio nella sua relazione introduttiva e perché era è stato profondamente sbagliato fare quel tipo di accordo
Profondamente sbagliato per tanti motivi
Ma senz'altro non ultimo quello di farlo nel bel mezzo di un congresso per cui chiaramente
Non poteva essere altro che visto da noi come una sostanziale provoca provocazione uno sgarro diciamo la verità uno sgarro alla FIOM e al suo segretario
Detto questo
Dico bugie non può essere nemmeno troppo perché questa politica imperialistica sui salari è forte non può essere nemmeno
Preso in considerazione come una soluzione anche se ce li prendiamo anche se ce li prendiamo la l'elargizione
Di Renzi
Anche se ce li prendiamo
Ci mancherebbe altro
Però
Io credo che da questo punto di vista bisogna
Lo ripeto io sono mastino scuola marxista perciò io mi sono formato su dei testi particolari come tanti di voi comunque dietro come tanti di voi
L'estremismo malattia infantile del comunismo ebbene il Renzi ritmo malattia infantile dal berlusconismo
Perché io credo che
Di questo si tratta di questo si tratta grande comunicatore per l'amor di Dio ma dal punto di vista concreto ci ha dato il decreti legge sulla precarietà
Decreti legge sulla precarietà che esso non attacco fortissimo noialtri io non io ad esempio
Mi arrabbiai Coppo quando vedo che c'è tanta plauso per quanto riguarda il taglio delle pensioni ed è giusto ma mi arrabbio un po'quando perché c'è un spizzichi non meno di appalto quando si parla di queste cose
Mi arrabbio un po'perché lei è quello è l'attacco alla nostra classe alla nostra gente giovane
Perché i giovani non vedranno mai più un contratto a tempo determinato questo dobbiamo avere siamo chiaro
E non soltanto nella piccola e media azienda ma anche nella grande fabbrica e voi potete capire che se ad esempio in cantiere domani ci fossero per tutti questi contratti di
Di sia a tempo parziale e voi capite che
Penali
A tempo determinato triennale e voi capite che questo sarebbe un grande danno perché limiterebbe anche noi che siamo a tempo fisso perché a questo dice immediatamente stai zitto perché questo dice immediatamente state calmi state fermi questo calmierati al nostro salario
Capite che le flessibilità eccetera sarebbe una cosa di ordinaria amministrazione non soltanto
Elementi magari Cretti servono per
Perché ti contrappone alla chiusura di un posto di lavoro come e dove tutti fai magari delle
Degli accordi che terminati i momenti non avrei nemmeno pensato di fare ma che si è obbligata a fare perché magari c'è un cantiere che chiude
C'è una fabbrica che chiude per cui magari sei anche costretto a fare delle mediazioni che magari non ti piacciono ma che però i lavoratori magari
Applaudono applaudono perché sanno che magari sette piuttosto che chiudere
Però da questo punto di vista io credo che
Questo sia un punto sul quale occorre che le fa ce la facciamo questa riflessione dobbiamo farla una riflessione forte
Dobbiamo fare una riflessione forte su questo perché se
Perché passando questo tipo di impostazioni chiaramente passando questo tipo di postazioni c'è unitari ore indebolimento del sindacato
Della nostra classe dalla nostra gente ma del sindacato
Ed è per me il sindacato siamo noi lo dico con molta franchezza perché gli altri purtroppo hanno dimostrato nei fatti non nelle parole di non essere sindacato di non fare il sindacato di fare né l'altro
Di essere per lo più
Per lo più
Consenzienti con quello che era nelle linee delle direzioni questa è la verità questo è stato fatto in Fincantieri e si sta facendo purtroppo ancora io mi auguro che poi
La grande capacità di mediazione di Landini riesca a fare il miracolo ma se ci riesci ci fai un favore a tutti ci mancherebbe altro però da questo punto di vista penso che sia la partita dura perché li abbiamo sentiti qua e penso che sia una partita veramente dura però
Mai dato che è qua prima di me ha parlato ancor prima ha parlato il prete Elidon Choco darsi che lui ci metta la parola buona Cukurova su
Però da quel punto di vista lì
Credo che ci siano dei profondi dei profondi dubbi dicevo
Il testo unico ci raccordiamo imposta questa discussione però i lavoratori lo sapete chi ha nelle fabbriche come Necci siete tutti lo sapete per fare la mente che i lavoratori sono attanagliati da quegli altri problemi la disoccupazione il posto di lavoro e così via
Siamo d'intesa e non abbiamo scelto noi anche su questo delle volte
Sento dei compagni che nelle fabbriche conoscono soltanto degli operai rivoluzionario sarà stato se sfortunato ma mia vita mossi per conosciuto tutto fuorché degli opere rivoluzionari
Ho sempre trovato degli operai dei lavoratori i quali
Hanno sempre avuto come problema quello di sbarcare il lunario di avere un aumento salariale di avere il livello e così via
Ebbene proprio per questo perciò dico che oggi c'è
Un attacco forte
I lavoratori sono rassegnati
Siamo noi quelli che ti che tentiamo di per cui quel testo unico se tu elimini dalla contrattazione se tu ci metti soltanto a contrattare l'RSU ma può essere facilmente
Gatta della proposta di testo unico può essere facilmente ricattabile può essere facilmente ricattabile dei processi che ci sono oggi nei luoghi di lavoro che conoscete tutti meglio di me per cui da questo punto di vista credo che
Il la critica che noi facciamo nome una critica ideologica ma è una critica nei fatti nel merito come si come si usa dire siamo in difesa dicevo emersa mi avvio rapidamente alla conclusione del mio ragionamento
Siamo difesa in tutta Europa qua sono presenti i sindacati delle altre nazioni e questo è un punto che
Mi fa molto piacere
Però dobbiamo dirci con chiarezza che
La questione del sindacato europeo non può essere soltanto un argomento che ci può venire bene soltanto per quanto concerne la discussione dei congressi
Io voglio essere molto chiaro in Fincantieri si parla di
Illustra opposto si parla di trasportare gli scafi di qua trasportarli Scafidi va a fare industria dalle altre parti hanno fatto la Fincantieri ha acquistato il gruppo fard
E chi mi dice che io non devo ad esempio a contattare
I sindacati di quei posti
Perché invece di litigare ci magari tra Monfalcone e Genova Marghera Napoli e così via che capisco anche il perché si eviti diamo a volte perché il pane poco e sono più e sono piegati che la trippa per da quel punto di vista e lo capisco però pur capendo questo concetto io dico ma perché non cerchiamo anche questi compagni perché non andiamo a fare visto che ci sono i telefonici sono all'internet c'è tutto il mondo ora non abbiamo neanche più voglia di dire
Possiamo vedere tutto in tempo reale
Da quel punto di vista lì
Perché non andiamo ad esempio a ragionare e vedere se ci sono dei compagni che hanno voglia di lottare anche in quei posti
Perché non andiamo a ragionare con i lavoratori del gruppo Pardi Norvegia perché non andiamo a ragionare con lavoratori rumeni quei lavoratori brasiliani c'è un cantiere in Brasile dalla i cantieri che Sidea tanto di avere raggiunto di essere predatore già per
Davvero acquisito mercati aver acquisito cantieri ed N perché non ci proviamo a ragionare
Proviamoci tentiamo cinque
Ma questo lo diamo farlo nella pratica bisogna che i coordinamenti nazionali oltre che a litigare che sul niente o sul tutto bislacche ragionino anche di questo
Per cui io credo che sia questo il punto non può essere soltanto perciò non possono essere soltanto perciò argomenti che vengono bene esclusivamente
Per ragionare dei congressi
O per la parchi sulla coscienza per dire del sindacato di euro per le ho parlato ma bisogna praticarlo
Non per praticarlo ci vuole la militanza ci vuole la costanza noi ce la possiamo avere ce l'abbiamo dobbiamo riuscire a farlo
Ora
Per concludere
Io voglio soltanto dire questo voglio dire che
Sì la FIOM è la resistenza resistito abbiamo resistito indubbiamente con tutti i casini e con il casino che ha già fatto la CGIL abbiamo resistito
Però
Però
Però
Dobbiamo davvero cercare di fare un passo in avanti se ci riusciamo
E il passo in avanti può essere questo barlume di principio di ragionamento sul sindacato europeo che mi è piaciuto molto nella
Nell'introduzione di Maurizio
Credo che bisogna dargli gambe a questo ragionamento
Se gli diamo gambe per davvero abbiamo una possibilità di farcela in più se non gli diamo gambe la sconfitta non sarà soltanto in Italia ma sarà continentale
Tenetelo presente di questo parco romano si può più ragionare dobbiamo ragione siamo obbligati a ragionarci non possiamo più ragionare degli stretti confini italiani perché loro open convegni
Soltanto che
Oggi chi comanda e all'Europa loro dobbiamo metterci almeno tardi un graffio all'Europa loro la possibilità di viale il graffio ce l'abbiamo e dal sindacato europeo vi ringrazio e compagni
Grazie
Ancora un altro intervento mentre stanno finendo di sistemare il tutto quello che è necessario che la sezione internazionale Francesco D'Oro dell'officina meccanica raro
Se il Francesco Dario
Ok scusate agli ordini o meno presente agli ordini bene cari compagni siamo congresso
Allora io volevo sottolineare alcuni punti diciamo rispetto alla allo stato di salute e a quello che dovrebbe fare diciamo o almeno così
Almeno vi sarebbe puntare a fare come organizzazione dei lavoratori io allora lo dico così il primo punto è questo qua il fatto di un sindacato che sia conflittuale di lotta no perdesse un sindacato conflittuale di lotta
E se abbiamo fatto un congresso su questo su documenti alternativi è evidente che bisognava esprimere una posizione conflittuale di lotta rispetto all'interesse dei lavoratori
E gli interessi del capitale l'ultimo compagno citava diciamo l'intervento del capitale mondiale rispetto alle aziende dalla Fincantieri e quant'altro
E ovviamente mi trova d'accordo il fatto che noi dovremmo ragionare a livello mondiale perché il capitale ovviamente e mondiale l'attacco è globale e gli interessi del proletariato italiano ed estero dovrebbe essere uguale cioè interessi uguali per tutti
L'interesse dei lavoratori rispetto agli interessi di chi sta fa mando e su questo sa con l'organizzazione atta a questo quindi organizzata questo quindi con un programma per i lavoratori dei lavoratori ma per fare questo bisognerebbe partire da un punto
Se tu parliamo dell'Italia io vado a salti Teresa che veloce il fatto di chi si sta formando e chi sono quindi i cani da guardia di chi ci sta formando il Governo ad esempio
La prima cosa che noi dovremmo dire i lavoratori che il Governo Renzi è soltanto l'altra faccia della medaglia di qualsiasi altro Governo che diciamo governato il nostro Paese o
Insomma governo del capitale che sta massacrando con la sua politica e tenta di massacrare di chi diciamo di affondare la lama
Su quello che resta diciamo dei diritti conquistati dei lavoratori e quindi il Governo Renzi dovremmo dire noi come sindacato al governo del capitale e il nostro nemico di classe
E quindi sviluppare tutta la battaglia contro questo Governo
Contro anche gli altri visto che non abbiamo visto diciamo almeno
Parliamo gli attacchi che che ci hanno affondato in maniera pesante
Negli ultimi vent'anni eloquio non non vedo non ho visto un
Un Governo diciamo o dei lavoratori o per i lavoratori evidente che allora ottuso sviluppi in tal senso e quindi organizzi lavoratori i
E doti di uno strumento che sia in questo caso il la punta avanzata come elemento di analisi e di diciamo di battaglia generale i lavoratori la classe operaia o se no noi non ne veniamo fuori
è questo l'elemento che manca
Questo congresso qua poiché nel
Tralascio diciamo su come andate congresso anche FIOM nel senso che se se lo accusiamo o diciamo di truffe truffaldine diciamo boh
Che brogli diciamo quello che è successo in CGIL io non ho visto la stessa trasparenza che si che noi tanto come fiori chiamiamole stessa battaglia già congressuale che è stata fatta di FIOM
Assembra esportabile contato ma su questo mi fermo perché l'oggetto della questione secondo me oggi va puntata a in avanti
Così Company c'era io ho fatto in prima persona il Congresso tante assemblee venivano spostate tante saltavano voti a Urne aperte per giorni è quindi evidente che
Quello che diciamo noi blocco
Qui come FIOM denunciamo la CGIL forse bisognerebbe guardare in casa nostra su questo ma allora l'elemento centrale come si dota un sindacato cosa dobbiamo fare un sindacato oggi
Dei lavoratori rispetto a all'attacco che in campo se noi non pensiamo diciamo in tal senso è evidente che i lavoratori oggi si trovano sprovvisti di una direzione conseguente
Ed è evidente che la sconfitta alla sconfitta sarà pesante quindi nessuna aspettativa nei confronti del Renzi di turno io capisco che resi Arbia una una Apple rapido come cazzo si dice rispetto alla le masse
Che sono lasciate lì da sole perché l'arretramento dalla classe operaia e diciamo proporzionale all'arretramento che ha avuto una propria direzione politica e sindacale in questi anni non possiamo avere dei lavoratori
E delle case non a caso cara diciamo così avanzata dal punto di vista di coscienza di classe se le proprie organizzazioni nel tempo hanno diciamo ha abbandonato su quel terreno l'interesse di classe
E allora è evidente che il primo Renzi di turno si crea anche intorno asset diciamo il consenso e noi dobbiamo smontare questo consenso non percorrendo quella strada del consenso di Renzi diciamo su quel terreno lì va bensì dicendo come dicevo prima
A la che il Governo Renzi è diciamo il governo della Confindustria e da della borghesia italiana che sta massacrando i lavora tori organizzarsi in tal senso io dico una cosa su quel terreno laddove avevamo iniziato un percorso all'infatti a partire dal sedici ottobre c'era
Questa voglia e questa volontà diciamo di unificare tutto quello che si muoveva sul terreno diciamo io dico di classe conflittuale
Sul terreno diciamo della mobilitazione sociale
Ma quel percorso lì è stato smontato e tre si è fermato
Non capisco perché nel senso oggi a distanza di un po'di tempo di anni dovrà essere o di uno dovremmo essere arrivati a un livello diciamo di scontro e di prepara azione di organizzazione operaia e diciamo popolare molto più avanzata e su questo noi abbiamo una responsabilità la FIOM a responsabilità sul fatto che il sedici ottobre
Non ha avuto non ha dato diciamo degli esiti io penso di sì noi non abbiamo dato le gambe a quella diciamo ma
Possibilità che noi abbiamo messo in campo e tra l'altro su questo bisogna dire che avevamo avuto anche un consenso al di là di diciamo del nostro consenso operaio cioè al di là del nostro consenso abbiamo creato delle aspettative
Diciamo più o più avanti diciamo del nostro consenso diretto che secondo me sono state completamente disattese è oggi a dispetto l'attacco così pesante noi ci ritroviamo ad avere abbandonata quel terreno lì
Perché dalla relazione demolizione andini io non sento la proposta di di qualcosa c'è la proposta dovrebbe essere a organizzazione contro questo contro quello opere rivendicare diritti e salari organizzando le masse a partire ad esempio la cosa a partire dall'organizzazione
A partire da Sendai di delegati tradiva lo sciopero generale
Manifestazioni domani sabato c'è una manifestazione contro la troika e sarebbe opportuno ad esempio partecipare noi siamo a congressi ovviamente però la stiamo dovrebbe
Almeno dare l'adesione in quanto quella manifestazione l'unica per con tutti i limiti possibili di tempo erede di piattaforma di quant'altro però voglio dire l'unica manifestazione in campo oggi contro la troika conto l'imposizione europea e quindi contro l'Europa delle banche
No o rispetto ad esempio la questione delle fabbriche che chiudono dovremmo vero non è una proposta che non è quella di mettere i soldi pubblici per poi evitare le stesse fabbriche ad altri capitalisti ma è quella di dire che il capitalismo ha fallito e le fabbriche mano espropriate messo sotto controllo e chi ci lavora
Con i soldi ovviamente dietro
Dello Stato però sotto controllo i dice lavorando sa cosa vale per le banche
Altro che diciamo il capitalismo o dalle ragioni sociali o altro il capitalismo di tassa e fa i propri interessi su questo ho io penso che non possiamo
Creare aspettative illusioni falsate sbagliate rispetto
Ai nostri interessi dicendo che il capitale deve avere un ruolo sociale capitale ai propri interessi da perseguire
E fino a quando ci sono margini di redistribuzione ha dato qualcosa oggi che non c'è più niente da distribuire evidente che comincia a pagare tutto la loro partiamo ad unificare tutte le vertenze piccole grande che ci sono in campo
Vediamo l'Electrolux ma ce ne sono tante altre anche la stessa FIAT in cui non vedo una conclusione rispetto positiva che non vedono la conclusione positiva rispetto a quella vertenza dalla FIAT cioè tutto quello che c'è in campo mettiamo diciamo
Ho dentro una piattaforma unica rivendicativa generale
Che parti ad esempio dalla riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario
E l'utilizzo dalla cassa integrazione agli ammortizzatori sociali e sta facendo i padroni la riduzione di ovviamente di di orario e che non è a parità di salario allora lo mettiamo in campo questa piattaforma diciamo avanzata unificando tutto il do da lavoro e altro oppure è evidente che lo esuberi un'altra sconfitta e su questo noi come sindacato la FIOM in primis ha una responsabilità ha molto grande io mi fermo grazie darò
Allora sei
Vado un attimo di problema dai giudici che stanno risolvendo per la sessione internazionale che comincia tra
Scusate un secondo momento allora chiedo a tutti i compagni
Urge fuori che sono qua fuori per
Per cinque minuti alla
Ieri
Per poi
Ci vuole
Prende
Cuffie vi ricordo
Può
Intanto
Ho sentito
Anche
Io
Sulle quest'
Dunque
E quindi
Tutti noi dirigo
La all'Haute
A
Via
UDC che DC nove però lungomare
Chi
C'è la riunione della Commissione politica
Mentre all'hotel Polo
Viale Vespucci questi tre
C'è la
E della Commissione
Le
Serve
Chi è d'
L'azione di occuparsi natura
Reazioni nelle Commissioni di
Vi ricordo
Che domani mattina
Giorno in cui dobbiamo fare di più interventi possibile se vogliamo fare un congresso come si
E quindi siccome siamo già tutti a Rimini domani
Bene dobbiamo essere
Do di iniziare sappiamo che alle nove e non si comincia ma lei non
Tosi perché altrimenti il tema
Enti e di come fare
Apro una follia che da gestire impossibile quindi anche questo
Reazione di occuparsi
Fatto che alle nove nove e un quarto siamo insieme così possa essere in grado di iniziare
Presso quale chiedo
Vi è
E tra cinque minuti inizieremo
Che sarà preceduto presieduta dal
Ma
Scusatemi dire
Allora la commissione verifica polveri si riunisce alle ore diciotto e quindici della zona uffici dove c'è scritto commissione verifica poteri
Hanno
Adozione
Prima
La
Maurizio vaghe mentre pensionati
Dove
Va
Chi
Metto
Allora
E allora è chiaro no a alla Presidenza
I compagni e le compagne e dei sindacati che parteciperanno a questa discussione che abbiamo organizzato all'interno della congresso questa sessione internazionale alle
Dal titolo i sindacati
Lo segnali tra
A austerità e politiche contrattuali sulla quale interverranno
Opposto mondare laiche metal
Proposto puoi venire su
Ancora connessione sombrero
Come lei ha
Tempo industry Danimarca
Cristini Peter
Ma di uniti e Walter
Essa della frutta metalmeccanici Brasile
Allora
Scusa
C'è ma
Questa sessione interna male tecnicamente non ha proprio la forza per la terremo così
Faremo questo sacrificio
Noi abbiamo
Invitato
I nostri amici e compagni a fare una discussione insieme
Come avete visto anche la relazione introduttiva di Maurizio è stata piena di spunti sia sulle politiche europee che sulle politiche internazionali
E è evidente che siamo partiti dalla crisi crisi finanziaria di economica
Una crisi che da finanziaria è diventata sistemica perché è diventata statale ovvero la crisi sulle banche si è
Praticamente
Ha inondato gli Stati e
è diventata crisi di deficit e quindi per la prima volta nella storia
Degli imputati per la prima volta c'è stato il principio che è uno Stato potesse fallire cosa che evidentemente ed è evidente mette un'inquietudine molto forte
I disoccupati in Europa in questa crisi sono saliti a ventisei milioni come diceva Maurizio nella sua relazione
Diciannove milioni solo nella zona euro
Otto virgola otto milioni non cercano lavoro
Abbiamo cifre di disoccupazione giovanile deve attivissime se pensate che la Grecia
Arrivata quasi al al sessanta per cento Spagna Portogallo Italia
E nove e due milioni di persone occupano un lavoro temporale ovvero fanno un altro
Totale di diciotto milioni di sotto compatibile
Ma a questo c'è stata una risposta dei Governi europei
Di politica d'austerità di riduzione di spazi di democrazia di raccomandazioni da parte della Commissione europea che andavano ad incidere sulla democrazia dei singoli Paesi
E sulla sistema contrattuale e sul sistema dei diritti nel lavoro
Ha prodotto politica di austerità mai viste nel nostro continente
Che rasenta in alcuni Stati in particolare la Grecia come voi sapete che è stato allo Stato diciamo così esempio da dare a tutti gli altri
In cui oggi c'è
Un allarme sociale è un'emergenza sociale elevatissima
Ha prodotto un attacco alla contrattazione elevatissima
E la crisi ovviamente è stata utilizzata anche per alimentare un ulteriore precarizzazione in particolare del lavoro
è andata in crisi la rappresentanza politica la rappresentanza sociale è entrata in crisi anche diciamo l'idea di una rappresentanza
Noi anche con i nostri ospiti vogliamo discutere
Secondo loro quali sono le strategie per arrivare ad una rappresentanza sociale sindacale
In particolare se prendiamo a riferimento il caso FIAT nel caso fosse Pagan che è successo perché sono due modelli di relazione industriale completamente diversi come voi sapete
E che però hanno prodotto una crisi della rappresentanza sindacale sia in FIAT
Ma anche fosse Paganin con il rifiuto come voi sapete della
Referendum in America
A questo ovviamente si accompagna diciamo una riflessione su quali il ruolo del sindacato quello dei vari Stati ma anche quello europeo
Come diceva anche Maurizio il bilancio che possiamo fare a due anni dalla
Dalla Federazione dell'industria europea un bilancio non certo esaltante qualcuno qua magari potrà parlare anche del Global Union
E quindi dobbiamo ripensare
Ha come esercita le rappresentanza sociale a come unificare le differenze in Europa tra nord e sud
E a come diciamo il sindacato europeo anche rispondere a questa situazioni di emergenza noi abbiamo formulato
Queste diciamo questo schema a i nostri
Amici e compagni
Il primo a diciamo rispondere a queste
Domande a queste riflessioni che abbiamo fatto
è Daniello Peppe vede la si dice che
Francese
Sarà molto interessante anche capire da lui se questa fa c'è effettivamente in crisi o no e qual è il ruolo oggi che lui vede rispetto a queste a questa situazione
Tutta la procedura
Ricerchiamo assedio salivo del Congo è un unto buona organizzazione onda si dice che
Tutsi confusa un ogni propagandistico
Mi assi o si può dire con
Potenzialità sia un po'di alcuni anni sono
OSCE
Ogni voti so che indicazioni del nu qualcosa che sia un po'
Esco C otto luglio dal metanodotto aveva Tosca di nuovo in azione voltò Confidi sul posto a sottoporci può o conduttori so che iniziassimo
C'è posto che sussiste o
Viabilistici mi pare patti seri Xiong olio
On costs e notammo
Tasche sette ore di ritardo Roccuzzo Mons
Polo affondi patti gauche arricchente impatti chiudiamo con le parti uguali
Scrive che se sei ad oggi io
Ho detta Settimia va ad adesione usi venduto quattro destinando atti
Decalogo
Chi siede un livello di mi si farà hai tempo al voto voce
Della politica cioè
Ed estorsione fasto opponesse notturni ce ne spicchi
L'ATO quattro agoni selezione dice adesso
Catone sette viene doppi Zanin adito o Chokri
E non c'è affatto esso suo sotto
Avere affrettati stessi agli stessi diceva è stato solvibile le principali in abito il non possiamo
Più che altro valido
Le Patrick Ministro fosse
E lo fondi voci
Ceretto anzi quindi Sibaritide due principali mila dito i laghi Angelo del pizzo salti asilo prendo più assomiglia
Pacco
Il W vittime
L'idea
Dice approvi il le più Vanina Vito il PEA ovvio molto voi negli anni
Quando
Vittime patria moscia stesse larghi il capitalismo di Aran perché la Bindi la città
L'ultimo lasciando ai Dipartimenti from pagine non sceglierà noi obblighiamo il abito per più di diecimila abitanti quindi quattro alla sinistra
Sono state prese e a destra nel sud est della Francia quattro quindi quello che dobbiamo ricordarci tutto questo e queste città che sono state perse ho guadagnato assecondo da dove ci si piazza
Lo sono con un minimo di popolazione vi farà un esempio il setto scritto il settimo settore di Marsiglia il quartiere nord di Marsiglia il quartiere poc'volare più di cento mila abitanti hanno avuto un Sindaco un che è stato eletto con diciotto virgola quattro per cento delle persone
Che potevano o votare con un scorra appena più alto rispetto a quello ottenuto
Dal partito razzista e xenofobo nel due mila otto mentre
Forse insomma il settanta per cento di astensioni nel quartiere a nord di Messina si sono
Appunto registrate sul piano nazionale cinquantanove per cento si sono astenuti cinquantatré per cento del venti e cinque ugualmente cinquantun per cento quasi ed è la motivazione delle astensioni sono dovute al fatto che le elezioni non cambieranno nulla nella vita quotidiana della popolazioni hanno
Totale sfiducia nei confronti dei parassiti produttivo Civis fondamentalismo francese quindi è impegnato nei confronti di questo smacco di questa perdita ma purtroppo
Noi sappiamo che la cosa certamente ci colpisce in particolare esperto vedere quello che succederà il voto europeo in un contesto forte dirvi spegnimento e di rifiuto dell'Europa
Soprattutto il partito del Fronte nazionale in seconda posizione prima avanti dal Partito socialista di fronte allo scisma che si è verificato in maggioranza il Presidente della Repubblica si spera abbia se soltanto il messaggio dei francesi ma nei fatti e di
Est mette un Primo Ministro che ancora più a destra del sosta e chiede politico il discorso di politica generale non fa che accentuare gli orientamenti
Assunti dal Governo precedente ossia ancora più cuor regali alla patronato quindi all'industria senza contropartite alcune in termini di occupazione e delle misure così il falso salterà lanciando proposte che significano quello che Sarpi così aveva già fatto durante la sua
Campagna le coltivazioni dei salariati che sarà è vero ridotte per finanziare la previdenza sociale tutti sappiamo che per finanziare la protezione sociale vi sono solo due soluzioni per quanto riguarda appunto le coltivazioni le prestazioni e le imposte e ancora una da tutti quanti sanno che si perde il problema quindi a rilanciare il consumo e quindi il Governo aveva una scelta precisa quella di rivedere lo Smith che il salario mini o che è una misura importante sul piano nazionale e che dipende dagli orientamenti del Governo tutto questo provocazione indignazione molti movimenti giornate di manifestazioni azioni sono previste
Associazioni partiti politici si chiedono di fare una grande manifestazione a Parigi contro la politica di austerità quindi e insegnanti la funzione pubblica sono chiamate
Ad associarsi all'appello di tutte le organizzazioni sindacali francesi
Prego
Vorrei ugualmente evocare la questione
Del l'ingiusta cosa che è stata revocate
Va da Landini nella sua relazione e voglio dire che la manifestazione che si è svolta a Bruxelles il quattro aprile in realtà
All'altezza delle sfide delle poste in gioco e costituisce un inizio di risposta alla politica di agosto ditta dell'Europa
Il fatto stesso di chiedere che il due per cento del PIL europeo possa essere investito in grandi programmi di azioni interventi
Nell'ambito sociale e la risposta
Alle sfide future prende in contropiede le politiche di austerità dopodiché non penso che il comitato esecutivo
Le ha svolte lasci posto
Nella storia del sindacalismo abbia qualche risultato infatti nell'ambito della promozione di un partito politico qualsiasi esso sia e che e
Questo partito deve tenerlo conto del ruolo
Sindacalismo ma non penso sarà così l'Assemblea delle a i sindacati che devono lottare contro forse le posizioni assunte diciamo deve farsi che questi progetti possano essere attuati dai Governi
Esistente ed è questo il ruolo del sindacalismo nell'attuale situazione Luigi ottima piattaforma all'ultimo appiglio
Nelle politiche dell'Autorità sono appunto il ruolo del sindacalismo ancora una volta bisogna metterci d'accordo sulla natura stessa della crisi non è un problema dei costi del lavoro
è una crisi sistemi capitalismo stesso i soprassalti registrati degli ultimi decenni sono sempre più violenti e sempre più
Riavvicinati il problema che si oppone
E la condivisione della ricchezza fra capitale e lavoro
E credere che dopo mi sta guardando questo a quello che S TAR so il fatto che permette di salvare la propria pelle è un atteggiamento suicida abbiamo calcolato che nel mille novecentottantanove salariati in Francia ad arrivare
Dal dieci giorni fa il proprio lavoro fare remunerare l'azionista oggi sono quarantacinque giorni di lavoro più di due metri di lavori in appello al tipo
La crisi non è la viviamo solamente non tutti certo allo stesso livello le aziende a denti meglio della pubblicano dare risultati ogni anno e soprattutto i nuovi esemplari abbia molto visto un aumento di risultato netto di alcuni di alcune aziende nel periodo di un anno per già raggiungere settanta
Tariffa tre miliardi di euro agli azionisti nel due mila tredici questi grandi gruppi hanno riscosso duecentotrentasette miliardi di euro irridenti acquisto di azioni direi un altro esempio conoscete
Il gruppo hanno estraneo
Insorgere galanteria
Del
Sono europea nei dieci anni le io ordini sono aumentati quindi un Paese commosso maggiori somme che oggi l'ordine Oliverio o non può e sperare che avverto possesso solo nel due mila venticinque si è calcolato per rispondere in maniera dove corrette e migliorare le condizioni di lavoro dei salariati del settore e per evitare le partenze bisognerebbe assumere più di questo
Per cinquanta mila salariati interventi dunque l'Europa
Il
Presidente e direttore generale annunciato cinquemila soppressioni britannico per posti di lavoro in un gruppo che fabbrica Lincoln operi
E quindi io vi dico che il patto con gli arbitri risorse locali
è stato eletto manager dell'anno non per rispondere naturalmente alle esigenze di miglioramento delle condizioni di lavoro dei lavoratori ma perché a forti
Portato il pentimento delle azioni dell'impresa al dieci per cento quindi il capitalismo è quello di chi continua a difendere il problema dell'industria
Il rendimento produttivo il rinnovamento delle
Produzioni per adattarli alle esigenze di oggi per quanto riguarda l'inquinamento e le Risorse ed è così che gli investimenti nelle donne negli uomini che lavorano rassicurazioni qui non ci sarà miglioramento di situazione senza che i salari aumentano in maniera coerente conseguente e se ci si potesse mettere d'accordo in Europa per creare criteri che permettano di dire che in un Paese come l'Italia o in Francia in Germania il salario minimo per vivere sia accordato per far vivere la famiglia in via debba essere Dix euro e sarebbe questo già un progresso ma tutto questo risulta essere già estremamente complicati in Francia di riteniamo che il salario minimo dovrebbe essere
Di mille settecento euro mensile mentre il salario medio oggi e due mila centocinquanta euro e quindi è sceso nel due mila tredici quando io parlo di criteri bisogna partire dal salario medio
Il livello di povertà Palmieri dominanti nel paniere del famiglie è cambiato ma discutiamo la creazione di un salario minimo è oggetto di una legge precisa in Francia tuttavia
Polacchi dice che bisogna disciplinarlo dappertutto nello stesso modo ma invece si può trovare anche un regolamento nell'ambito delle convenzioni collettive nel negoziato fra organizzazioni al patronato quindi this punterei criteri che debbano essere tali da detta finire dappertutto un salario minimo un altro elemento sette milioni di disoccupati in Europa con una proporzione Sempre più crescente nei giovani per la Spagna
In in Italia ugualmente quaranta per cento in altri Paesi in Francia e di un venticinque per cento in più quindi cinque milioni di i giovani europee che non sono entrate nel mondo e sul mercato del lavoro la soluzione che è auspicata dai nostri avversari di classe che è quella di aumentare il tempo passato al lavoro ogni settimana
Annuo ignoro paletta del pensionamento si abbassa sempre di più
Il tempo passato il fabbriche alla progettazione fabbricazione di un prodotto
In trent'anni totalmente cambiato e tutti i guadagni di produttività sono state accaparrati dal
Capitale quindi opportuno anzi necessario che il sindacalismo esamini nuovo
Tra lavorare di meno lavorare tutti in condizioni che permettano di vivere in maniera dignitosa avrei potuto parlarvi
Della precarietà Mannoni in una lo farò il sindacalismo europeo fino a che
Si divide affinché
Preserva il precariato piuttosto che riformarsi mettersi insieme invisi ma di progetti comuni per cambiare la vita delle persone proponendo azioni di massa e coordinarsi per poter arrivare un risultato non risponderà alle aspettative e l'Autorità rimarrà cosa dire dell'accordo tra l'Atlantico che è un acceleratore
Lo diceva Maurizio questa mattina un ritorno indietro e che cosa dire degli arbitrati
Questo modo che
Mettiamo antipatico mettono a repentaglio la democrazia e la stessa
Questione come diceva Maurizio stamattina il diritto alla formazione indirizzo alla consultazione non solo per i grandi gruppi ma nell'ambito di una grande filiera di attività che possa comprendere
Tutti coloro che so cupa do degli appalti e che forniscono appunto un certo numero di servizi e strumentazioni tout do questo deve essere accorpato e confortato da un'azione comune che porta giustamente al concetto della democrazia
Grazie Daniela
Come abbiamo detto prima
L'aumento della disoccupazione e della e l'affermazione della precarietà nel lavoro ha avuto livelli senza precedenti
In Europa ed ha reso anche esplicita una
Crisi di rappresentanza dei sindacati
E
Vorremmo sapere se questo a nostro giudizio è condiviso e quali sono anche
Gli strumenti con cui in altri Paesi si affronta questo problema
Così come la rappresentanza della contrattazione collettiva la legislazione del lavoro le politiche economiche e sociali
Pensioni istruzione salute
Come si accompagnano dentro un quadro di austerità così forte come quella che ci abbiamo in Europa
Questo lo chiediamo in particolare
Di spiegarcelo in particolare proprio perché è un esempio
Attraverso la legislazione che hanno
Avuto e alla
E la destrutturazione della contrattazione che hanno avuto Haouam Blanco delle Commissione suprema sta di Spagna
Prima di dare la parola umana devo fare un avviso a tutti coloro che in cui si ascoltano il tedesco la lingua tedesca per dieci minuti verrà sospese ha per dare
La possibilità un quanti parlare in spagnolo
E va potrete ascoltare in inglese e francese design italiano se volete anche
Grazie buongiorno
Voglio arrivare cartelli hanno sorella spagnolo proporre l'espressa darmeli tale mi dispiace non poter fare la FIAT imporre nulla si stravolge al Congresso non si sente purtroppo tra la FIAT scambio impoverirsi sempre quel ringrazio del prognosi sente no
Purtroppo non si sente oggi o no
Allora
è un cuore la di microfono
Grazie
Il quale
Così capito
Di quale microfono scusate questo microfono funziona dal
Il resto il mio questo fruizione assi e allora siamo già a sedere
Meno male che scuotono l'Italia
Abbiamo
All'indicatore della segretaria Federal finale tentenna che arrivano
Alla famiglia alle accise ma di fare del nostro meglio
Le due sponde
Giapponese
Dovrebbe avvicinare il microfono dovrebbe avvicinare il microfono
Senza
Senza
Buongiorno graffi apporla indicate migrazione premeditato congresso ringrazia il congresso a raffica sporche Modena proprio per organizzato questo congresso così profondo ora fino a che fare argomenti e sindacali
Resta e tutto ciò che si facevano FIOM diamo con qualcosa un po'di cui abbiamo bisogno tutti quanti noi movimento sindacale europeo soprattutto il movimento sindacale dei Paesi del sud dell'Europa
Settimo in questo senso dunque desidero salutare tutti a nome delle sindacato della penisola iberica
Ci sono anche colleghi portoghesi che saluto calorosamente
E cerchiamo dunque di affrontare i temi essenziali due questioni soprattutto
Da un lato
La
Spagna vuole essere un caso esemplare lo purtroppo di condizioni di lavoro precari anche visto l'uso massiccio
Di contratti in condizioni precarie temporanei e vorrei soffermarmi un attimo sulla contestualizzazione di queste questioni
Sono già tre mesi che stiamo spiegando l'Europa cosa cari in Spagna
Abbiamo
Troppi disoccupati più disoccupati e che abitanti in Danimarca per esempio questa è la dimensione del problema
Non soltanto
Oltre due milioni dei sei milioni di disoccupati non hanno
Tutela alcuna
In questa situazione di disoccupazione
Inquisizione il cinquantasei per cento dei giovani
Al di sotto del ventidue anni che cercano lavoro non lo trovano
è stato
E questa è la situazione del mercato del lavoro in Spagna
è una struttura reale questa
E si produce sempre più precarietà
Anche della contrattazione
Anche
Delle riforme che però non riesco ad abolire la precarietà
Possiamo dire pertanto nel contesto europeo
Che siamo d'accordo con il
Presidente del Governo spagnolo
Con alcuni dalla
Troy da quando dicono che in Spagna la e crisi è stata superata ed ero sia passata è passata ci troviamo ora in un nuovo momento
Ma sempre di precarietà del lavoro
Ora
E in questi ultimi tre anni
Abbiamo visto una diminuzione del e del dei salari
Del dodici per cento
Sono stati sbattere
Valorizzati e aumenta la
Pertanto abbiamo un nuovo ordine di povertà di perdita di diritti
è dunque una precarietà
Nel mondo del lavoro nero porte del lavoro
è questo va contro l'ultimo bastione della classe operaia del mondo del lavoro
Della cittadinanza in generale è una crisi economica dunque che dura da anni
Ha colpito milioni di persone
Ora sono sei milioni in più i disoccupati
Penso che
Vengono violati i diritti sociali che erano stati conquistati nella società spagnola a partire dall'amor del dittatore circa trent'anni fa
Non soltanto
Voi ne state parlando di un altro argomento in questo congresso
Sindaco
Costantino parlando anche del l'Europa sociale in Spagna
In questi ultimi anni e negli ultimi anni del franchismo cosa abbiamo visto
E poi siamo arrivati negli anni e settanta in Spagna abbiamo visto l'Europa democratica guardavamo all'Europa della democrazia dei diritti
E poi abbiamo fatto progressi l'Europa è stato il nostro punto di rimetto
E poi c'è stata la politica belle austerità
Ore all'Europa comincia ad essere vista
Come una delle responsabili della precarizzazione delle condizioni di vita di lavoro e se Tania e questo è un rischio
Un rischio
Per il movimento sindacale europea e oltre è un rischio
Per la democrazia politica in tutto il continente
Ora
Si passa al populismo
E si dà al populismo delle possibilità
In questo modo vengono vanificati diritti democratici conquistati
è importante
Lottare visto che vengono aggrediti sistemi sociali
Quella quella privati trazione del sistema sanitario del sistema pubblico i risorse
Le risorse pubbliche diminuiscono
L'assessore le scuole cattoliche private vengono sovvenzionate con il bilancio generale dello Stato
O una legge è una vera e propria involuzione contro i diritti delle donne
Del il diritto sul proprio corpo della donna
Una legge che ci riporta indietro di trent'anni e riguarda appunto l'interruzione volontaria della gravidanza o all'espressione
Del pensiero democratico
Non
In sostituzione
Duecentosettantanove sindacalisti spagnoli sopra
Delle Commissione stavo per era un
Hanno
Sono stati accusati
A
A livello per alle
Per aver partecipato
Alla trasmissione di informazioni nel Paese e nostri compagnie
Hanno voluto difendere il delitto all'informazione
Durante
Degli scioperi sono stati condannati o otto anni di carcere
Queste l'involuzione della democrazia si va verso la precarietà estrema
Signor
è una vera e propria minaccia
Minaccia alla coesione sindacale del movimento sindacale europeo
E non è soltanto
Un
Stia il problema
Di
Un Europa
Che sta e crollando convocazione di carte
Di master rischia
In Europa basata su una moneta unica ma senza tutele politiche che l'accompagnano senza Governo democratico globale
Con la partecipazione dei popoli
Di partecipazione alla Costituzione democratica collettiva a livello europeo per le politiche economiche questa è la sfida lanciata alle sindacalismo europeo abbiamo questa è la sfida lanciata non può essere un modo di pensare
Anche voi arco passo della Cima aveva affrontato questi problemi
In questo è un ambito che noi condividiamo
Strategicamente noi o da Nizza azioni
Sindacali democratiche libere europea il fronte alle minacce
A questa politica di austerità
L'esigenza
Minaccia tutti i Paesi
Un amico del sindacato Greco ce lo ha spiegato quanto viene colpito questo Paese le industrie soprattutto è un virus abbiano il proprio
Non soltanto nell'Europa del sud anche il nord ma anche il proprio strumento
L'egemonia implacabile della politica dell'austerità rende precari i sindacati in ogni dove
Lei ha citato
Noi di fronte a questa precarietà
Noi spagnole dobbiamo andare avanti nella lotta rafforzando il sindacato nell'impresa appoggiando i nostri compagni
In questa fase di crisi con tutti i mezzi
Ma anche nel
Città
Soprattutto la stanco alle sistema pubblico delle pensioni al sistema sanitario la privatizzazione dell'insegnamento
Tale
A
E poi l'assistenza
Alle persone anziane nelle l'assistenza ai bambini cosa
Compare in questo contesto anche per il via un deterioramento abbiamo un gruppo che è stato costituito da
Centocinquantotto movimenti sociali il più importante di Spagna peraltro
Contro il degrado
Delle abitazioni contro le ipoteche sulle case contro le banche che non voglio più concedere mutui a favore dell'istruzione a favore della salute al diritto alla cittadinanza sia
Alla difesa del movimenti sociali della ora
Contro una politica di austerità che
Riconosce soltanto la necessità
Di
Prenderei compatibile la partecipazione con un mercato incivile questa è la sfida e questa è la sua Tel Jihad e sindacati abbiamo bisogno di un'altra strategia che consistenti alcuni era il nostro rivendicazioni per difendere il diritto al lavoro
Con
La ragione sociale che ha fondato l'Europa e dei diritti
Questo è un punto essenziale che riguarda la nostra cittadinanza il diritto alla cittadinanza grazie di avermi ospitato tanta fortuna
Avete bisogno
Faccio
Allora come avete sentito Guana fatto un'affermazione interessante quando ha detto che ci sono alcuni processi che
Tutti abitano come processi esclusivamente dei Paesi del sud dell'Europa
Ma che ogni Paese ha un sud e che quindi
Bisogna stare attenti perché non è vero che c'è questa divisione tra sud e nord e tra Mediterraneo e nord
Ora io penso che è molto interessante a questo punto sentire l'intervento di rene io anziani
Che è un rappresentante dico industrie che ha il sindacato industriale della Danimarca credo che abbiano fatto anche loro una fusione come sindacato dell'industria non metalmeccanici son fusi anche loro
E che viene appunto da uno dei quei farne osi paesi del nord o cosiddetti diciamo
Stabili dove sembrano quasi no che non non siano Scalzitti da alcuno degli elementi di crisi salvo poi magari guardare le statistiche Istat che danno anche in Danimarca una riduzione del potere d'acquisto dei salari
Ecco sarebbe è interessante capire rene come è evidente che questo
Questa situazione così di dicotomia tra nord e sud e se anche voi estera Eluana ragione se anche voi avete un sud
Nel nel vostro Paese bene grazie
Bene
Bene io
Splitting maggio via
Non erano accettabili subito grazie grazie Sabina auguro lo faccio presso innanzitutto il successo del convoglio portare i saluti al Congresso dai limiti
Insindacabile scandinavi
Ovviamente i Paesi scandinavi comprendono la Danimarca la Svezia la Norvegia la Finlandia e l'Islanda e voglio ringraziarvi per avermi invitato
Subito dopo lo scoppio della crisi nel due mila otto due mila nove
Sia
Pensato
Di proporre iniziative in molte in molti Paesi per cercare di ridurre la disoccupazione e favorire la crescita economica purtroppo
I mercati l'anno hanno reso impossibile nel per i Paesi l'aumento del del
Del debito pubblico per affrontare
Per rispondere alla crisi ma piuttosto come abbiamo sentito
Come è stato già vinto l'austerità e divenuta il paradigma o il paradigma de dominante e il debito pubblico il nuovo metro per giudicare i Governi Europa lei questo avvenuto per scelta volontaria dei Governi ma è stato anche avvenuto sotto la pressione dei mercati finanziari della Commissione europea della ed della della troika
Credo che sette con il sapere politiche i cosiddetti protocolli di intesa
Per il salvataggio di dei dei Paesi che era support trovare l'Islanda
Attaccano i diritti democratici vertici distruggono la contrattazione collettiva e attaccano il principio del salario minimo
Il leggi sono state quindi approvati a livello nazionale e regionali e locali che in contraddizione con le tradizioni democratiche di questi Paesi
Credo anche
Che
La crisi sia quindi stata utilizzata per imporre riforme del mercato del lavoro ed utilizzare la cosiddetta troika
Per imporre agende conservatrici Agenda ventuno politiche conservatrici è per questo che noi dobbiamo
Non solo esporre mettere a nudo le responsabilità della troika ma anche le responsabilità dei nostri Governi nazionali affermando la necessità di porre fine all'austerità enti ridistribuire la ricchezza per trovare una via d'uscita dalla crisi la contrattazione collettiva rimane una prerogativa
Di di parti sociali forti e indipendenti libera dall'interferenza dei Governi
Abbiamo spesso
Parlato dell'Europa sociale all'interno dei dei movimenti sindacali
L'Europa sociale è stata
Dichiarata deceduta dichiarata morta da Mario Draghi
E piuttosto l'idea del
Di un'Europa sociale è stata
Sostituita con un concorso di bellezza al contrario
Che cosa intendo dire con concorso di bellezza al contrario che il Paese che può sfoggiare dei peggiori condizioni di lavoro sono quelli che vincono il concorso che ottengono la produzione
Quindi noi chiediamo
Quindi noi stiamo distruggendo i nostri il il nostro welfare State ed entrando in concorrenza gli uni con gli altri
Nel nome di tutto questo è questa concorrenza che dobbiamo rifiutare e dobbiamo pensare in altri termini piuttosto
Di pensare a politiche che uguali per tutti a livello europeo dobbiamo pensare a quali possono essere i le migliori con queste che possiamo ottenimento dei lavoratori nei nostri Paesi prendiamo ad esempio la discussione sul
Del reddito minimo sul salario minimo
Io credo che la discussione sulle salario minimo
Venga in qualche maniera dalle dalle dalle stesse basi per tutta l'Europa voliamo stabilire qual è il minimo che possa garantire ai nostri lavoratori con reddito che gli permetta di veleni dignitosamente
In determinati Paesi l'introduzione di un salario minimo può possa costituire un avanzamento ma in Paesi dove il salario minimo già esistente allora la lotta deve essere una lotta per aumentare i livelli del salario minimo
Ma e ieri perché dobbiamo per riuscire a garantire
Un salario decente per tutti quanti ma da questo punto di vista la Danimarca un esempio
Specifico non abbiamo una un nastro un salario minimo per le leggi e i nostri
I nostri contratti nazionali i nostri contratti non sono vincolanti per legge
Al contrario abbiamo
Contratti accordi collettivi che si applicano a livello aziendale
Abbiamo
Un
Livello conditi salario minimo Chierchia dei vari una mai degli salariali
Circa quattordici virgola cinque all'ora
Ma la meglio molto spesso
è è quella di venti ventidue euro l'ora
Nel settore manifatturiero
Il novanta per cento dei lavoratori è così è coperto da accordi collettivi ma c'è un dieci per cento anche non è coperto da questi accordi
E quindi
Dobbiamo
Utilizzare tutti gli elementi migliori de contenuti negli accordi per convincere tutti i lavoratori e tutti i datori di lavoro a a
Impegnarsi nella contrattazioni
Attraverso in attraverso misure all'interno dei degli accordi che vanno dal sei per la formazione a quelle per la maternità e in via di scorrimento
Quindi in ogni Paese abbiamo diverse strade da percorrere per raggiungere gli obiettivi che stabiliamo per tutti
I nostri iscritti ed utilizziamo quindi diversi strumenti e questo dobbiamo ricordarcelo quando lavoriamo a livello transnazionale perché
E la collaborazione tra di noi è essenziale ma se dovessimo stabilire delle regolo degli obiettivi uguali per tutti questo non funzionerebbe in tutti i Paesi dobbiamo riconoscere che abbiamo gli stessi obiettivi
Macché potremmo aver bisogno di utilizzare dei diversi mezzi per raggiungerli
Ora assessorati anima anche percepita
Come un
Come un
Un paese dove di di miele latte è un Paese dove tutto va bene ma non è così che le cose stanno
Il costo degli alloggi continuato a crescere spaventosamente
Fortunatamente siamo partiti con la crisi da una situazione molto buona nel manifatturiero la disoccupazione era pari a circa il duo percento
Un
Ma l'impatto della crisi è stato comunque molto duro la traduzione in una non il fatto di era calata del venti per cento ed abbiamo un terzo oltre cento mila lavori
Devo oltre cento mila posti di lavoro la disoccupazione in medicamenti è schizzata circa il dieci per cento nel settore industriale
E in questa situazioni sono entrati in campo i cosiddetti stabilizzatori automatici
Con
Quindi
La riduzione
Della della dei dei dei sussidi venti entra in disoccupazione
Su
Solo
Io e purtroppo
Abbiamo anche visto come dato riveli di lavoro dallo scoppio della
Della crisi si sono cominciati a concentrare sempre di più sul sulla questione del costo del lavoro soprattutto
Nel settore edile e questo ci porta un problema che dovremo discutere più a lungo la questione della del legame tra precarietà emigranti a mio avviso i lavoratori migranti sono i lavoratori più precari che ci sono nei nostri Paesi con i sindacati abbiamo il dovere
Di
Tutelare questi lavoratori affinché non siano sfruttati
Dai loro datori di lavoro
E devo dire che purtroppo anche in Danimarca
Questo sfruttamento colpisce anche
Lavoratori migranti provenienti da altri Paesi dell'Unione europea come la Polonia enorme e l'Armenia
E quindi non dobbiamo assicurarci di non che non sia che non sviluppino mercati del lavoro paralleli che porterebbero ad un aumento delle pensioni xenofobi che anche tra i nostri stessi scritti
Chiede per questo che abbiamo sottoscritto o pacchetto di solidarietà anche interno di con industry Jolla
In modo
Da garantire determinate tutele ai lavoratori che ad esempio sono iscritti al sindacato in Italia e decidono di trasferirsi in Danimarca
Alcuni lavoratori si sono iscritti al sindacato in Italia avranno lo diritto ad avere determinate tutele da parte dei sindacati danesi come se fossero iscritti al nostro sindacato
E per quanto sempre riguarda
Il un settore e dire cominceremo ad avere dei progetti specifici da questo punto di vista
Il problema è che molto evidenti grandi costruttori utilizzano una una manodopera migrante nei propri paesi sì e si spostano di paese in paese e noi abbiamo bisogno di monitorare
Questi aziende per contrastarle
E per attaccare leggerlo
Sfruttamento che portano avanti perché abbiamo situazioni in cui un costruttore si trasferisce in un Paese
Si lavora per una non sindacato inizia a
Battersi per riuscire a sindacalizzati quei
Alcuni siti e una volta che ci sarà l'uscita dopo un anno con l'azienda si sposterà in un altro Paese è nato il sindacato in un altro Paese dovrà ricominciare un'altra volta tutto daccapo infine
Vorrei dire qualcosa sul comitato esecutivo di industrial che si è svolto lo scorso
Recentemente a Madrid
Per quanto riguarda gli strumenti che dobbiamo mettere in campo per riuscire ad uscire dall'asta dall'attuale situazione di crisi ho l'impressione credo che la discussione che si ascolta a Madrid prodotto degli importanti risultati
Tutti i membri industry all abbiamo stabilito alcuni principi fondanti per far ripartire le nostre economie abbiamo bisogno di un atteggiamento di responsabilità sociale da parte dei Governi abbiamo bisogno di creare nuovi posti di lavoro qualificanti
E e tante altre cose che abbiamo stabilito ma che possono chi rischiano di rimanere semplicemente parole scritte su un documento se non la trascorreva almeno
In una lealtà non è sufficiente andare e dall'Unione Europea e presentare una lista di San dov'è questa la nostra piattaforma rivendicativa adesso voglio mica attuarla dobbiamo lavorare con tra tutti i sindacati della se i Paesi ed entrare in un dialogo da questo punto di vista con i nostri Governi per assicurarsi che il nolo si facciano portatori di determinati istanze in sede di Consiglio europeo ed un domani nel Parlamento europeo che verrà eletto
Dobbiamo riuscire ad influenzare Lubin l'Unione europea in particolare la Commissione europea in questo senso credo che
Sia di d'accordo col fatto che per ogni
Siamo tutti d'accordo che la Segreteria di industry o allora sta lavorando intensamente per riuscire a trasformare
La nostra agenda in una realtà a livello europeo ma abbiamo bisogno di stabilire degli obiettivi comuni e leggi perseguirli
A livello regionale a livello locale ma anche a livello globale
Io credo che l'Unità e la solidarietà
Continuano a restare i nostri valori fondanti grazie mille
Grazie a lei né pentola vedete sempre interessante ascoltare
Su alcuni temi la rappresentazione anche di luoghi lontani da noi
O è evidente che è interessante sentire la loro punto di vista dei nostri ospiti e quindi
Sono cose che diciamo ci fa ci fanno e ci faranno riflettere
Su una questione però mi sento di chiedere al prossimo ospite
Anche un suo barriere in parti aree perché siamo molto interessati anche su questo argomento abbiamo detto crisi di rappresentanza dei sindacati
Abbiamo detto caso FIAT è caso fosse Pagan
Due modelli diversi
Direi l'azione industriali di rappresentanza che però in ogni caso in ogni caso mettono alla nostra attenzione il tema della rappresentanza dei lavoratori ed è il ruolo del sindacato
Nelle imprese multinazionali
Quindi quali strumenti da adottare sul piano della rappresentanza della contrattazione collettiva e della legislazione del lavoro e quale esperienza è stata questa diciamo dei due modelli FIAT e Volkswagen in particolare
Quale riflessione ha portato anche nel sindacato maggiore e maggioritario in Europa che è l'idea metal
La parola Osto Monte dell'idea metal
Che
Già
Vive con le determine care colleghe e cari colleghi
Occorre a periti metto nei panni dei terreni che merita
Di saluto e tanti auguri per il vostro congresso
Sa vi saluto a nome del dei nostri membri molti dei quali sono di origine italiana io sono venuto molto volentieri
Devo dire con molta mirato alla vostra passione le capacità retorica del pomeriggio
La retorica della vostra discussione non aggredire vuole davvero al di là delle alte a volte per me è stato veramente molto positivo mi ha riscaldato il cuore un'altra osservazione
Bisogna
Un'osservazione personale io lavoro da tanti anni con la stradina Petrucci
Prima
Un al presidio
Del sindacato europeo o ora anche nel nuovo presidio può accadere che magari pochi giorni prima della riunione SMI squilla il telefono e sento la voce bellissima di Sabina
Che
Gli dice
Domani ci dovrà dare un po'un uno schiaffo in faccia
Ti devo dare un ceffone come si direbbe
Come che aprire tutto questo come minaccia come gesto scortese
Come gesto che ma io magari non capirei no il contrario perché Sabina mi fa presente che vi sono dei casi in impresa in cui
Le imprese tedesca nominato delle legge che noi avevamo adottato a livello europeo e che lei nella riunione del presidenza vuole metterlo in evidenza
Lo capisco benissimo lei mi mette in guardia nello fa presente in modo che prima possiamo già fare delle ricerche per trovare una soluzione ti ringrazio otto Stati non lo apprezzo molto il tuo gesto
Quali sono le risposte del sindacato alla crisi
Potrei citare tanti esempi e condivido molto di ciò che è stato detto con tanta passione da Maurizio questa mattina ma una cosa sia certa
Ogni progetto politico
Perde la sua motivazione
E l'appoggio da parte della popolazione se non facilita la vita delle persone
Ma se la rende più difficile e si tratta proprio di questo quando parliamo
Del l'unità dell'Unione europea idoneità deve essere al servizio della popolazione in questo momento non è così
La libertà alla dignità sono tre anni affrontati ogni voce debba avere lo stesso peso il potere economico non deve fare sì che
Il richiamo di hanno più potere politico
Il
Diritto come sindacalista e sindacalista e di poter lavorare
Senza intralci per difendere i diritti di donne e uomini con tutele sociali anche per la vecchiaia queste al modello sociale dell'Europa
Come lo ricordiamo nel bel tempo che fu ma bello forse non è mai stato e questo modello sociale non è soltanto messo a repentaglio ma perché milioni di persone che in Europa in questo modello è soltanto storia
Certo tutti noi cerchiamo il motivazioni nei nostri paesi e io parlo a nome della Germania
Dunque
Potrà parlare ben più di dieci minuti dei minuti che mi sono stati assegnati
Per esempio abbiamo delle carenze dei tecnici degli investimenti in Germania il mio Paese uno dei pochi Paesi dell'OCSE in cui Investimenti Pubblici degli ultimi anni sono diminuiti
Forse visti dall'esterno non siamo un gigante ma
Noi siamo un gigante su piedi d'argilla ci sono delle lacune nell'ambito degli investimenti per l'istruzione l'Energia infrastrutture
Altra carenza altro problema che noi abbiamo
Abbiamo dato un contributo alla crisi europea si tratta
Di un settore basso salario che cresce rapidamente con disuguaglianze crescenti
Trenta milioni di
Dipendenti in Germania se sette milioni e sono occupati nel settore del basso salario ore contratti a termine a progetto e noi come lega metal
Lottiamo contro tutto ciò
Ma facciamo autocritica certamente senza dimenticare da dove viene la crisi quali sono le vere cause e sono i mercati finanziari senza regolamentazione e questo capitalismo che
Ci ha portato tutti sull'orlo del disastro del Tibet del baratro
Dunque
Noi abbiamo bisogno
Di un cambiamento di rotta strategico in Europa Maurizio lo ha detto in modo molto chiaro esauriente voglio citare ancora tre elementi
Il freno all'indebitamento in Germania e l'abbiamo introdotto questo freno anni fa noi come lega netta non abbiamo potuto ostacolarlo in Europa più o meno nel sito Simone è altrettanto disdicevole ma certamente
Non si tratta di trovare delle soluzioni nazionali abbiamo bisogno di un mutuo a Lizzano passione delle soluzioni
Noi abbiamo isoli dell'Europa di cui ci ha parlato Maurizio abbiamo bisogno
Di un fondo per ridurre l'indebitamento a livello europeo altrimenti non ne usciremo mai
Non ha l'ambizione della politica di austerità ma di Investimenti lo ha detto Maurizio quando ha parlato del vostro Piano
Per la mobilità
O ha parlato dell'iniziativa energetica terzo punto per noi sindacati e di grande importanza
La lotta
Contro le riduzioni dei diritti sindacali dell'autonomia sindacale noi comica metal come sindacato europeo
Non tolleriamo
Un tale intervento e voi come lavoratori come possiamo fare pubblicità per noi quando vengono minacciati i diritti a livello europeo ne abbiamo già parlato a più riprese
Tante domande dunque
Ma noi sindacati
Abbiamo dei limiti nella nostra azione
Si parla di competenza nella tematizzazione tra virgolette che aumenta quando noi siamo forti come sindacati Totti noi
E riceviamo il nostro mandato
Da lì membri a livello nazionale
Ci presentiamo a livello nazionale come lega metallica
Noi l'abbiamo sostenuto davanti anni l'avevo scritto sulle nostre bandiere dunque la seconda domanda ovvero un la situazione per noi i che ne tali in Germania come anche
E non è situazioni in cui
Anche noi abbiamo il lavoro precario crescente la crisi delle sim
Cato è avvertibile anche in Germania la Germania come si posiziona al sette per cento di disoccupazione abbastanza basso come tasso
Non è dunque il problema essenziale quello delle disoccupazione la qualità del lavoro è più importante ho parlato del settore passo salari gli occhi per lunghi in un confronto OCSE
E il terzo dopo gli Stati Uniti e la Corea del Sud
Lire uguaglianza crescente e soprattutto
Dopo le riforme del mercato del lavoro di undici anni fa
Mi rimane difficile dirlo ma introdotte dal governo socialdemocratico
è un concetto che conoscete sicuramente anche in Italia
Crescita rapidità di mini Jobs lavori co.co.co. a Progetto
E quant'altro noi sindacati o non abbiamo impedito
Questo tipo di contratto ci sono stati delle tensioni norme ancora nel partito socialdemocratico dal quattordici marzo due mila e tre tutte ha cambiato nulla più come prima altra partito sindacato noi lottiamo cerchiamo dunque di riavvicinare a cento piano piano ma prima eravamo veramente i due pilastri del movimento operaio
E nulla sarà più come prima cosa fare
Sviluppare le nostre forze la questione dei membri
è la questione centrale come ha detto il Presidente la domanda più politica di tutte la più grande
Sfida di tutte
Noi
Abbiamo un programma di riforme ambizioso presentato cinque anni fa
Sotto il motto cambiare per
Rimanere forti ogni anno la i che metta al perde millenni membri soltanto a causa dello sviluppo demografico
Sente la cifra rimanesse stabile cento mila nuovi membri dovrebbero entrare e come fare tra l'altro
Con cambiamenti strutturali
Insieme alla i che metta al
Meno persone in centrale ma con un rafforzamento delle strutture locali con centoquaranta colleghe e colleghi in meno nella nostra centrale a Francoforte ed è stato cinque anni fa
Distribuiamo ogni hanno centoventi milioni
Di RAI Uno deriva dalla centrale verso le strutture
Laddove abbiamo ottenuto nuovi membri dunque maggiore vicinanza ai membri
Io ovviamente non parlo con la passione italiana ma cerchiamo di organizzarci soprattutto nei settori come le energie rinnovabili
Dove per tradizione i sindacati sono sempre stati deboli
Ora
E siamo
Procedendo a dei cambiamenti organizzativi
Anche il Primo Presidente Dellai che metà dei partecipanti per tre giorni sarà presente colonne di visite a domicilio
Parlando di impresa chieste promuovono l'energia eolica il che ha un forte impatto sui nostri membri
Altri due punti
La cose coalizioni che in Germania da Natale abbiamo un nuovo Governo ne siamo contenti non contenti
La grande coalizione coste coalizione in effetti sembra il grande mano sono soprattutto i conservatori che sono grandi
I conservatori di Angela Merkel Conor tra il quaranta per cento dei voti durante le ultime elezioni lei gode dell'appoggio dalla popolazione non è una
Coalizione con parità con la
Esterne che ha avuto meno del ventisei per cento
Ma
Per quanto ci riguarda possiamo dire che i risultati sono stati buoni nei negoziati per la coalizione
Ci sarà un salario minimo in Germania non ne siamo orgogliosi
Avremmo preferito negoziare alti salari con un contratto collettivo Emma non è più possibile
Dunque ci sarà un salario minimo per la prima volta da oltre dieci anni avremo anche
O con un cambiamento della politica sociale che non sarà un peggioramento per la popolazione mobilio rammento abbiamo o l'età pensionabile
Che scende a sessantatré anni
Per persone che lavorano da molto tempo da oltre quarant'anni hanno pagato i contributi come potete ben immaginare
Ci saranno delle difficoltà con
La stampa economica i datori di lavoro ma siamo molto contenti di aver colto tutto questo risultato e soprattutto perché abbiamo dato un contributo ultimo punto Sabina e lo ha
Menzionato Volkswagen
Ebbene
Sintetizzasse ne parlerà la forestale del se volete
L'impresa con maggiore partecipazione
Autogestione che abbiamo in Germania ed abbiamo conto del livello di organizzazione del novanta per cento
Cento siti nel mondo intero e lì abbiamo rappresentanza sindacale
La Cina non ne parliamo per il momento ma
L'India l'Argentina il Brasile Repubblica Ceca anzi la questione
Delli la rappresentanza sindacale è stata regolamentata tranne che negli Stati Uniti Chattanooga per esempio un piccolo sito con tre mila dipendenti
Dunque
Il cosmo Volkswagen un'entità minuscola
Abbiamo detto
In collaborazione
Con la il sindacato americano del settore automobilistico questo non va l'abbiamo detto
Prendi dunque abbiamo sviluppato ora una stretta collaborazione
In un ambiente ostile al sindacato abbiamo potuto creare una rappresentanza sindacale per i colleghi sul posto
Ancora sono poche
Le
Colleghe e colleghi in azienda devono lavorare dunque da soli è una cosa insolita è che la Campania è stata molto discreta ma piano piano l'appoggio cresciuto fino a novembre dell'anno scorso
Oltre la metà delle maestranze ha detto
E l'Egitto dicendo alla fonte end
Come
Ingenuo sindacalista tedesca tedesco
E
Non avevo potuto immaginare insieme ai colleghi quante menzogne sono state raccontando raccontate quanta sporcizia è stata diffusa sui collaboratori sul posto con minacce
Espresse stessa
Penso
Una cosa
Inconcepibile
è indescrivibile quello che è accaduto
Quarantaquattro
Volti
Sono mancati per raggiungere la maggioranza
Il sito non ancora organizzato
Pensavamo che sarebbe stato facile ebbene no
Ma
Non eravamo preparati a questo risultato continueremo ovviamente ce la faremo sì
Questa è una lotta
Che dobbiamo portare avanti
Per
Vincere questa battaglia il modello Vasa salario lei che metta al nono può accettare
E non lo facciamo anche per
Tutelare i nostri siti in Germania se ammettiamo che i capitalisti di destra
E lo nemici politici dicono il futuro delle condizioni di lavoro nel Tennessee nell'Alabama
Non sarà certo auspicabile
Grazie
Grazie Osto
Per il tuo intervento ai anche indicato diciamo il prossimo relatore
Che sarà Cristina
Alla quale vorremmo non soltanto
Chiedere diciamo di rispondere alle cose che diceva oste di raccontarci la questione fosse farne
Però vorremmo anche chiedere se effettivamente l'intuizione che noi abbiamo noi diciamo che il sindacato in Europa hanno stappato messo bene
Però ci sembra che anche quella meritano non goda di ottima salute e che quindi fra un problema della rappresentanza dei lavoratori sia un problema che possiamo condividere dalle due sponde dell'Oceano
Quali strumenti possiamo anche diciamo in comune e mettere in comune
Per avanzare per fare quelle cose che diceva osta per vincere per continuare a battagliare dentro alla rappresentanza dei lavoratori
Scusate non ho anch'io ho presentato la parola Christine Peter del sindacato Wako americano
Però anche fra calabrese
No non preoccuparsi per tutti questi fanghi Maurizio cercherò di essere breve
Come diceva Cost
L'esperienza di divenne anche dovuto workers
Essa tanta
è
Veramente non solo scioccante ma nel pensavamo faremo avuto un grande successo in quel caso specifico mai stato anche veramente simbolico
Di
Quanto sta cercando di realizzare il movimento sindacale negli Stati Uniti la nuova strada che vorremmo intraprendere non solo come gli altri da ottovolante sulla come movimento dei lavoratori in generale entrerò più nello specifico ora
Su veramente la sensazione che abbiamo avuto quando in quella situazione in quel sito abbiamo visto la
Desiderio dei degli dell'avvocatura visto sinceramente mi potete dovessi organizzare in sindacato ed esiste questa vicenda creato veramente
Un sconquasso amento di livelli incredibili
Con i repubblicani la destra che siano mobbing mossa
Per mettere in campo una campagna veramente di pessimo livello per attaccare il diritto alla libertà di associazione
I lavoratori ma prima di entrare nei dettagli voglio dire che sono veramente onorata di essere qui e oggi è stata veramente una giornata affascinante per me
Ed entusiasmante
E veramente rispetto profondamente
La vostra visti determinazione
Ad avere un reali e dibattito reali confronto su questioni che sono essenziali e difficili
Quindi
Per il racconto della nostra leadership perché volevamo stasera equivalgono troppo
La situazione che ad non è il Paese sia richiesto che lui rimanesse lì ma veramente tutta la United otto workers è stata entusiasta di ricevere le vostre visto invito
E l'attacco dei diritti dei lavoratori che state affrontando in Europa
E è sicuramente in corso anche negli Stati Uniti abbiamo
Il versante percento difensiva sindacale nel settore privato e verifichiamo e vediamo ogni settimana i nostri diritti e i lavoratori essere privati dei loro diritti
Come post diceva i nostri lavoratori possano essere
Completamente sfruttati o ignoranti
Con nella più completa impunità da parte del legislatore
E veramente siamo arretrati in maniera impressionante negli Stati Uniti al punto che i sindacati stanno affrontando una sfida Crucianelli un antidoto Works sta
Ragionando molto sul proprio ruolo per cercare di capire come poter andare avanti come
Riuscire
A garantire ai nostri iscritti contratti a cui avrebbero diritto in una
Situazioni in cui rappresentiamo solo il quindici quanta per cento dei lavoratori dell'auto a fronte di di circa l'ottanta per cento fino a pochissimi giorni fa
La globalizzazione in sé non è il nostro nemico né tanto meno la trasformazione tecnologica piuttosto
Su questi meccanismi offrono la promessa di una possibile prosperità ma i meccanismi della globalizzazione sono stati corrotti dal dominio incontrollato degli interessi del l'impresa e quindi negli Stati Uniti come in tutto il mondo la ricerca dei profitti gli indennizzi degli interessi dei Vigili ricchi hanno dominato la politica e negli Stati Uniti meccanismi andato completamente fuori controllo
Io ho partecipato a quella che oggi si chiama intarsio oltre a circa
Sette anni avevo lasciato l'alieno antidoto workers ho lavorato a livello
Internazionale voleva un anno che sono rientrata e continuano
A essere veramente colpita pur conoscendo bene la situazione dalla quantità di denaro che viene messa a livello di corruzione nel nostro sistema politico
E fino ad arrivare a
Una situazione in cui i lavoratori sono costretti a a decidere si dedicare un pochino intanto il proprio figlio essere costretti a fare due lavori per riuscire ad integrare in qualche modo il loro reddito che è veramente
Estremamente Ministero
Ora sulla questione del divario
Tra salario che i livelli di reddito
La situazione non è mai testata Cusin dura come
Negli ultimi cento anni e se questo non è motivo per allarmarsi allora veramente non so che cosa dovremmo
Dovrebbe allarmarci essi dell'un per cento della popolazione controllarla il quarantatré siamo
Chiudo della ricchezza allora
Non ci sono più possibilità di espandere le opportunità per diventare perché qualcuno possa diventare
Parte di quell'un per cento dobbiamo
Suman
Dell'area e l'intero sistema e
Me porre fine a questa cosa a porre fine a questa concentrazione assoluta della ricchezza del potere come farlo
Noi riteniamo che l'unico modo per uscire
A farlo e dedicare tempo e le risorse a rafforzare le alleanze globali a lavorare insieme come sindacato globale e non è facile venendo da dei contesti così diversi
Ma mi farò solo due esempi
Di situazioni
In cui la antidoto work resta veramente cambiato il proprio approcci solo nel pensare a livello globale e come quel pensare a livello globale a
Ci ha reso più forti dal punto di vista della contrattazione a livello nazionale
E
Negli Stati Uniti dopo lo scoppio della crisi due mila otto
Abbiamo attraversato un periodo di riflessione ed analizzare del gioco
I punti di forza e di debolezza dei sindacati siamo giunti alla conclusione che sebbene eravamo fieri di
Quanto realizzato nel Novecento era tempo di sviluppare una prospettiva per attrezzarci ad affrontare le sfide del nuovo millennio
Questo significava innanzitutto dare priorità
Ma
Una strategia per ottenere il diritto
A
Dei lavoratori a essere rappresentati a livello transnazionale rispetto agli aziende che lavorano negli Stati Uniti prendi come ad esempio l'ala può sbagliare nella stessa FIAT
La realizzazione
Inoltre
Abbiamo anche dovuto accettare alcune ritirate strategiche per riuscire
A stabilizzare dal punto di vista finanziario la tenuta complessiva della nostra organizzazione laddove è possibile
Abbiamo deciso di collaborare con le
Aziende che
Sono disponibili a
A fare sforzi per la tutela dei lavoratori e
Inoltre abbiamo deciso che andavano de stabiliti bene degli obiettivi strategici di lungo termine questo è un qualcosa che dobbiamo tenere tutti beni ambiente
Come possiamo quando abbiamo a che fare con alcune aziende globalizzate come possiamo imparare dalle esperienze dei giovani
Degli altri la meritorie degli uni e degli altri e cercare da questo punto di vista di mettere a punto una strategia di lungo termine
Ora vi volevo parlare del Mississippi ma non è il Mississippi mai spegnersi
Stiamo portando avanti delle campagne di sindacalizzazione che al momento sono tutte localizzate nel sud degli Stati Uniti all'interno della Bundesbank Nissan e la Mercedes ed è stato
Veramente incredibile il lavoro che hanno fatto i nostri colleghi tedeschi
Per quanto riguardava andavo si paga
Hernan Mercedes e all'interno veniva Consigli mondiali aziendali all'interno dei Consigli mondiali siamo riusciti veramente a fare degli incredibili pass davanti
E i nostri colleghi tedeschi hanno dedicato molto tempo ed energie a verificare la situazione nel nostro Paese ai
Per dare applicazione al principio della codeterminazione interamente sviluppare un forte partenariato
Per quanto riguarda la cosa viene
Abbiamo
Messo in campo una strategia
Estremamente ben congegnata
Ma
Purtroppo
I legislatori locali e i senatori statunitense di sono entrati in campo pesantemente connesso ogni ecco invitati
Chiamavano
Dicendo che
Lavolta Spangher sarebbe stata il nuovo pagliaccio degli Stati Uniti se avesse permesse sindacati di sino a realizzare il sito
E questo fortissima pressione politica
Durante questa fortissima pressione politica la bozza della rimasta
Semplicemente immobile
Voglio essere
Cercherò di essere chiara le menzogne che venivano diffuse la menzogna ed anche se i lavoratori avessero scelto di sindacalizzati assi
Il nuovo prodotto non sarebbe stato assegnato alla redazione del nuovo prodotto non sarebbe stata assegnata quel sito e quindi non ci sarebbe stato più lavoro e non sarebbe più cresciuto il sito
Alla vigilia del voto il senatore
A di affermato
Che
Di sapere che il nuovo
Prodotto sarebbe stato assegnato allora al sito condizione che lavoratori risultassero la sindacalizzazione il Governatore
Del tennis sinti
A
Affermato di avete inviato e-mail darla conservare viene in cui diceva no
Che i trecento milioni di contributo sia
Che
Rimane intenso militare lo sviluppo del sito produttivo non sarebbero stati dati alla Volkswagen se il sito fosse stato signor Sindaco Rizzato
Questo ha creato una situazione veramente difficile negli Stati Uniti le aziende attaccano duramente sindacale attivo minaccia nella ora Tonino siamo abituati a tutto questo ma
Il livello di questo attacco sia veramente scioccati
Quindi stiamo valutando la possibilità di ricorrere a strumenti di di rivolgerci al Tribunale da questo punto di vista
E
Infine
Quindi l'esito del voto non ha permesso ai lavoratori di organizzarsi a livello di sito e arriva e di essere rappresentati nel Consiglio
Mondiale per veramente pochissimi voti come ha detto anche
Forse sta
Negli Stati Uniti
Se non conoscete bene il sistema
I lavoratori per avere il diritto alla rappresentanza sindacale il direttore in un
Elezioni specifiche aspri
Messa in misura del cinquanta per cento più uno a favore della semaforizzazione altrimenti nessuno ha diritto ad essere rappresentato sindacalmente
In alti tassi come la rissa perché sì però brevemente SS ancora protetta può
è veramente siamo in situazioni in cui nelle imprenditori le imprese possono fare quello che vogliono e cavarsela senza conseguenze
Quello che abbiamo
Capito dall'atteggiamento del mondo politico in questa vicenda è che i i politici hanno veramente degli obiettivi è un'agenda che va ben oltre la questione specifica e questo spiega questo loro
Atteggiamento in questo caso
C'era c'è stata veramente una
Campagna di destra finanziata da un'intesa controlli sindacati
Il questo
Ha definito un nuovo scenario anche per la nostra organizzazione dal punto di vista della situazione della sindacalizzazione nelle
Migliore circostanze persino sedili persino forzare la neutralità
Che cosa significa questo quali sono le conseguenze
Di uno scenario di questo tipo per le prospettive del sindacato
E
E veramente questo sia insegnato che quando si lavora in situazioni così difficili c'è bisogno di del
La maggiore possibile solidarietà globali veramente la soluzione e per questo adesso citerò solamente brevemente il caso della
Nissan se posso prendere ancora
Un pochino di tempo
Sarò il più possibile
Dunque la campagna della Nissan
Ci sono tantissimi sindacati dico diversi che sono qui su questo caro parco chiedendo diversi o da otto diverso Paesi hanno partecipato alla campagna
E
Speriamo di riuscire veramente ad ottenere delle importanti conquiste e
Abbiamo bisogno di aiuto chiunque di voi invitato a inviare le lettere andare a diligenza e e al Congresso degli Stati Uniti per dire che la lista deve smetterla di licenziare i lavoratori
E quindi in conclusione scusate chiedo scusa ma devo ancora concludere
E voglio essere nel dire perché ho ascoltato i miei colleghi qui durante questo
Questa giornata e certe volte abbiamo la situazione veramente la sensazione che questo sia il momento più oscuro della storia e che se noi riusciremo a pensare a delle sì soluzioni geniali allora sia
Non adempie ancora più oscuri durante l'apartheid e io non credo che chi lottava contro l'apartheid era convinto che il giorno dopo la partenza ridefinito che Mandela sarebbe stato
Leader Liberato
Ora che Lula sarebbe riuscito a portare milioni di persone fuori dalla povertà e quindi io veramente credo questo mi fa pensare che
Se lavoriamo insieme tutto è possibile
Grazie Cristina
Mi scuso per aver accelerato in due tempi ma noi dobbiamo uscire da questa sala tempo massimo massimo le otto
Anzi ricorda i nostri ospiti che c'è un autobus che via spetterà appena finito il il la discussione fuori
Walter tu vieni da un paese che
In questa situazione di grande crisi ha fatto da alterego questo Brasile Volpi il virgola con
Lei lo sviluppo
Industriale sociale
Eccetera
E da un sindacato con il quale noi abbiamo tantissimi rapporti da tantissimi anni di
Fratellanza ma anche perché condividiamo come tu sai l'insediamento produttivo della più grande multinazionale che noi abbiamo in Italia che alla FIAT quindi la parola Abate Sancetta della
Metalmeccanica questa deliberazione
Compagni
Grazie
Lo conosco
Proprio come
è per me una grande piacere poter essere qui con voi anche perché consideriamo vi consideriamo un sindacato fratello con il quale abbiamo una profonda
Cooperazione rapporti che risalgono a tanti anni fa
Soprattutto nel campo dell'economia solitarie diverse nostri dirigenti sono venuti qui in Italia abbiamo aperto diverse cooperative solitarie in Brasile per noi quindi è un enorme piacere
Questo piacere questo rapporto che noi abbiamo avuto con CGIL
Ho detto ucciso chiedo scusa ho detto male voglio dire la CGIL e la FIOM da anni abbiamo rapporto con voi vi chiedo scusa per l'errore ebbene potremmo
Condividere con voi
Un punto
Oggi possiamo dire che noi ci troviamo in una posizione migliore
Come
Paese che viene
Appunto che si trova nel sud del ministero
Quando una situazione migliore che li chiamo ora dopo una lunga dittatura militare dopo un lungo movimento di resistenza alla dittatura con a gruppi
Che si sono
Che si sono affaticati per riuscire ad arrivare dove siamo ora abbiamo
Creato e abbiamo ora ereditato un progetto politico che i nostri compagnie del passato
Hanno votato per raggiungere questo progetto politico poiché
A visto la fondazione della lavora del Partito dei lavoratori negli anni settanta della centrale unica dei lavoratori successivamente
E quindi noi pensiamo che noi tutti dobbiamo fare sì la nostra parte come sindacalista ma dobbiamo anche lottare per dare il nostro
Appoggio ai politici kermesse anche loro si preoccupano dei nostri laboratori come il caso dei nostri politici attuali e quindi possiamo dire che noi abbiamo avuto un socio
Se in questo campo dopo la dittatura militare siamo riusciti ad arrivare appunto al Governo ovviamente la nostra forza è cresciuta molto in questo periodo di neo il liberalismo
Che potrebbe
Paragonare a quello che all'austerità in Europa oggi gli anni che partono appunto dall'ottanta in Brasile fanno fino al novanta fino al due mila e due in Brasile quindi
Aumento del debito abbiamo cercato di tagliare il debito pubblico migliorare la situazione di lavoro abbiamo inesistenti anche noi vissuto questo movimento
Fino ad arrivare a conquistare il Governo nel due mila e due questo periodo di liberalismo in Brasile nel settore metta al anche qui in quel periodo abbiamo perso un milione e mezzo di posti di lavoro in Brasile solo per via di queste politiche di quelle politiche
Libera liste va bene io mi informavo come sindacalista in quel periodo
E la mia formazione era una formazione che diciamo mi porta a far a difendere il salario dei lavoratori a difendere il diritto dei lavoratori eccetera tuttavia dopo la vittoria del Presidente Lula nel due mila e due abbiamo iniziato una nuova fase
Una fase di sviluppo in Brasile allo sviluppo in undici anni come se il Brasile avesse mangiato tra virgolette tre argentine cito anche prendere in giro i nostri fratelli argentine è come se noi fossimo cresciuti tre volte quello che è cresciuta l'Argentina in questo periodo e
Grazie a
Questi
Tre Hillary
Innanzitutto pilastri innanzitutto l'inclusione sociale
La ridistribuzione del reddito politica di programmi sociali come quello della Borsa famiglia trasferimento di reddito
Alle persone che vivevano in estrema povertà
Aumento reale del salario minimo in questi undici anni
Salario minimo è aumentato tuttavia ancora basso tuttavia è aumentato ottantaquattro per cento al di sopra dell'inflazione
In questi undici anni
Quindi grazie a questi programmi sociali e all'aumento del salario minimo
Abbiamo
Potuto fare uscire quaranta milioni di persone da una situazione di povertà persone se che sono salite di livello diciamo nella scala sociale
Ovviamente anche questo ha fatto sì che la crescita economica e sociale del Paese fosse possibile anche grazie all'aumento di consumo da parte di queste famiglie di queste persone che hanno visto il loro potere d'acquisto aumentare
Ovviamente anche i nostri operai hanno recuperato abbiamo creato nuovi posti di lavoro un milione due poco uno dei da due milioni di nuovi posso dire posti di lavoro in questo periodo e quindi
Per darvi un'idea in una zona come lo Stato Gibernau un buco oggi
Prima avevamo dodici mila metalmeccanici oggi ce ne sono cinquantaquattro altre zone come a Manaus in Amazzonia ne avevamo quaranta mila metalmeccanici oggi ottantanove mila nei a tal meccanici quindi una crescita veramente significativa una conquista significativa che noi nel settore metalmeccanico siamo riusciti a raggiungere
Ora bene questi quindici milioni di nuove occupazioni che sono state create dal Governo negli ultimi undici anni e tutto quello che ha tenuto dopo appunto che
Grazie allo sviluppo alla crescita basata sulla ridistribuzione del reddito sembra che noi stiamo vivendo in un mare di fiori tuttavia
L'idea
Che il Sindaco canti hanno in Brasile in particolare l'accusa la centrale unica dei lavoratori è quella di far parte di un progetto politico nazionale siamo partecipi di questo progetto politico tuttavia
Siamo anche indipendenti quindi noi ovviamente
Andiamo rivendichiamo una maggiore velocità nella crescita dei cambiamenti e noi abbiamo organizzato una manifestazione a cui ha partecipi ne ha più di cinquanta mila lavoratori per migliorare ancora di più la situazione accerterà andare affranti nell'agenda a favore dei lavoratori
Quindi Noè non lavoriamo nonostante appoggiamo il progetto politico non lavoriamo per la politica ovviamente siamo indipendente
No
Pertanto voi
Inoltre
Siamo stati veramente capaci
Nel senso di poter interferire e fare proposte sociali per migliorare il nostro Paese
A livello sociale a livello di lavoro quello che noi abbiamo definito come
Piano Brasile maggiore
Ma
In questo piano viene fatta una discussione Tri partitica e inoltre abbiamo creato un altro programma che si chiama innovare auto
Un programma secondo il quale
Si riesce
A ridurre le tasse alle aziende che si installano in Brasile e che
Realizzano in Brasile almeno otto tante della produzione
Aziendale prego grazie a questa politica abbiamo fatto sì che venti nuove ventisette nuove fabbriche ventinove sette
Industria automobilistica esista alieno in Brasile saranno nuove aziende che sono venute in Brasile
L'audizione e quindi ne avremo queste ulteriori ventisette fame che
Ventisette impianti
In Brasile
So che il Giappone ha fatto una richiesta
Di via indagine da parte della organizzazione mondiale del commercio per quanto riguarda questa attuazione in Brasile per eliminare questa politica in Brasile tuttavia noi ad esso porteremo avanti l'idea di difendere la sovranità del nostro troppo oppure di portare avanti queste politiche che sono state scelte che hanno dato risultati positivi al nostro Paese
Ebbene
Questa azione politica ha fatto sì che oggi
Fosse possibile avere diversi compagni che facevano parte della
Dirigenza dei nostri sindacati che oggi occupano posti politici sono sindaci sono governatori
Eccetera quindi sappiamo che il Brasile un Paese molto grande non è facile governarlo un Paese di contraddizioni un Governo che è stato eletto con il sessanta per cento di supporto
Da parte della popolazione tuttavia dovuto fare una coalizione
Un Paese in cui si lotta si porta avanti un Progetto
Un progetto di proposte e quindi detto questo vi voglio solo ringraziare per l'invito che mi avete fatto e per l'esperienza di essere qui con voi di condividere con voi anche la nostra esperienza grazie
Grazie Walter magari avremo anche più possibilità se qualcuno vuole scambiare delle
Parole qualche cosa di curioso in più con Walter
Accenna e vi devo ricordare due cose una che stasera mi dicono le Commissioni di ricordarvi che le Commissioni si riuniscono stasera
E l'altra che domani mattina alle nove e un quarto puntuali non andate via che deve parla il vostro Segretario generale quindici seduti
è che domani mattina alle nove e un quarto si comincia puntuali voglio ringraziare
Le nostre splendide interpreti che hanno fatto un lavoro
Fantastico anche dati diciamo i problemi tecnici
Voglia anche ricadente ringraziare lo faccio oggi per tutti e tre i giorni la compagnia Teresa Boccuzzi che volontariamente ci sta dando una mano in questo congresso una delegata di Thales Alenia Spazio
Che ci sta dando un
Prezioso contributo
Voglio rassicurare Ozpetek con me diciamo pratico con i miei colleghi e amici
Sindacalisti europei lo faccio anche con il mio Segretario generale al quale però due minuti ricordo due minuti di
Parola deve chiudere il la sessione internazionale
E ricordo a tutti quanti che alla fine tanto seguite Teresa
Fuori c'è un autobus che ci aspetta
No io vedo il terrore nei vostri occhi però
No io volevo solo perché credo che sia giusto farlo ringraziare i compagni gli amici dei sindacati che hanno accettato di venire ridiscutere assieme a noi
Credo che per tutti noi
Sia stato davvero importante interessante ascoltare i loro interventi e credo che queste da solo cosa che voglio fare e poi concludo penso che dobbiamo strutturarci in modo che i nostri rapporti
Non siano solo congressuali e a riunioni
Diciamo così che ogni tanto si fanno in Europa o nei vari congressi ma strutturare un rapporto più forte perché per cambiare le cose per costruire il re
Quella solidarietà e quel collegamento cricket di cui sentiamo il bisogno
C'è bisogno anche di un lavoro quotidiano nei rapporti e nella costruzione era solo questo ringrazio davvero tutti abbiamo teme che ce lo siamo meritati
Si ricorda di restituire le cuffie perché altrimenti non vi restituisco nel vostro documento
La
Fare