14APR2014
giustizia

Processo per l'omicidio di Mauro Rostagno

PROCESSO | Trapani - 11:30. Durata: 4 ore 57 min

Player
Registrazione audio integrale dell'udienza di "Processo per l'omicidio di Mauro Rostagno" che si è tenuta a Trapani lunedì 14 aprile 2014.

Durante il processo sono stati trattati i seguenti argomenti: Giornalisti, Mafia, Mazzara, Rostagno, Trapani, Virga.

La registrazione audio dell'udienza ha una durata di 4 ore e 57 minuti.

È possibile scaricare il file dell'audio integrale nelle prime 3 settimane dalla pubblicazione di questo processo cliccando sull'apposita icona download.
11:30

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Moderno
Grazie
Era stata accomodi
Processo a carico di Mazara mirata
E Virga Vincenzo
Processo sette due mila dieci registro generale di Corte d'Assise nei confronti degli imputati Mazara Vito detenuto peraltro assente per rinuncia difeso di fiducia dagli avvocati Vito Calusco e Salvatore Gallo fossero entrambi presenti in aula
Virga Vincenzo è detenuto anche per questo procedimento ed è presente mediante video collegamento dalla casa di reclusione di Milano opera chiediamo conferma
Allora signor Presidente
Milano l'imputato niente non è ancora presente in saletta perché ovviamente
Il collegamento è stato fatto trenta secondi fa
E non avevamo neanche fatto le prove nello
Fuori pazienza gentilmente va beh
Come arrivano in ritardo a va beh andiamo avanti con l'appello grazie
Parti civili allo stagno Maddalena assente
Avvocato Fausto Pari Amato è assente è sostituito all'avvocato Carmelo Miceli che sostituto processuale Roveri Elisabetta è assente difeso di fiducia dall'avvocato Carmelo Miceli
Conversano Maria Teresa Rostagno fatica Rostagno Carla
Sono tutte assente difesa di fiducia dall'avvocato Fabio l'altra canzone di Palermo presenterà una
Per la sua azione stavate presente difensore di fiducia avvocato Elio Esposito per il Comune di ieri c'è l'avvocato carrozza Carini è assente ed è sostituito con delega dall'avvocato io la dalla città sostituto processuale
Per Libero consorzio Libero consorzio Comunale di Trapani
Presente il difensore di fiducia avvocato Antonino Barbiera nel Comune di Trapani avvocato Carmela Santangelo presenterà una per il Comune di Valderice avvocato Maria Giovanna Massimo D'Azeglio
Non vedo allora allo stato è assente per la presenza della Regione Sicilia avvocato Stefano Bevilacqua assente allo Stato per la sua relazione siciliano della stampa l'avvocato Francesco Greco
Assente un momento
Per il Consiglio dell'ordine dei giornalisti di Sicilia avvocato Francesco Crescimanno
Assente allo Stato per l'associazione Libera associazioni dovevo fare contro la mafia l'avvocata Vincenzo Orlando è assente alle sostituita con delle parole dall'avvocato Domenico grassa
Ed infine per l'associazione antiracket e antiusura di Trapani presente difensore di fiducia avvocato Giuseppe Novara
Prego Presidente
Dovremo sempre attendere a Mila no è arrivato l'imputato Virga
Prego allora intanto per completezza di informazione dobbiamo dire a precisare che
Imputato Mazara
è in atto ricoverato ma ha fatto pervenire con la dichiarazione di rinunzia il suo consenso che l'udienza si celebri sua assenza
Vediamo se c'erano notizie da Milano
Tutto il
Presidente noi
Abbiamo l'avvio di reazione
Si voleva dare atto questo sino dicevo
Sull'ordine dei lavori visto che sono già alle undici e trenta fino alle undici e trenta temo che non cominceremo
Dovremmo proseguire andare sì sull'ordine
Sull'ordine dei lavori
Dovremmo
Proseguire con la requisitoria del
Del dottore Paci Pino facciamo fino alle quattordici poi facciamo un'interruzione entro il voto a se conclude entro quattordici sicuro poiché il Consiglio al pomeriggio si inizia con l'altra parte sgobba
Molto complessa
C'è sempre un pomeriggio unico
A
Seguirebbe come
Per forza presenterà prossimamente diventano anche come una merce mercoledì quindi vorremmo
Cercare di chiudere tutto mercoledì va bene dico un paio d'ore del pomeriggio anche trait forse anche tre
Ne ha
Racchiusi tampone faringeo si
In aula mercoledì mandiamo
Va bene
Ma per mercoledì ci sono delle parti civili che già si erano preparate
Ho tutto concentrato il ventitré
Su due scenari modelle particelle per accordi interni con i colleghi però
Ovvero
Preferirei avere
Ancora un
Un po'di tempo perché temo le difese quindi sto cercando di essere
Al massimo della diligenza
Solo una scusa
Non teme nessuno vanta
Con
E allora vediamo se ci danno notizie da Milano
Avversari
Sì ma possiamo sapere perché è stato tradotto così tardi l'imputato visto che il collegamento era previsto per le dieci e trenta
Signor Presidente attivamente al collegamento l'avrà visto che alle dieci e trenta ma noi non riuscivamo a contattare il tecnico per sapere
Qualcosa in quanto l'Aula non rispondevano al momento in cui hanno fatto il collegamento ovviamente noi ci siamo trovati spiazzati anche perché sapevamo che venivano imputate l'avvocato
Poi sulle sezioni
Pare comunque bella però per le prossime volte sarebbe opportuno per voi
Predisponiamo per il
La traduzione prima ancora dell'attivazione del collegamento visto che è così laboriosa la traduzione
Signor Presidente momenti in cui viene fatto locale dovremo fare le prove
Insolente o se c'è l'imputato il tecnico non potrebbe entrare per fare le prove a
Va beh allora faremo in modo di fare le prove prima per tempo rispetto all'orario previsto
Va bene e allora forse l'esito mi
L'imputato Virga vorrebbe rilasciare delle dichiarazioni
Va bene allora un attimo che finiamo finiamo le attività preliminari poi diamo la parola allora Presidente Esposito prima dare atto prenderla per
Senza il secondo difensore del Virga che non ho concluso l'avvocato Ingrassia presenterà ora Siped altresì dell'avvocato Giuseppe Crescimanno che nella buona intervenuto in sostituzione dell'avvocato Francesco Crescimanno va bene
E allora intanto albergo devo avvisare anche una un'errata corrige per quanto riguarda i verbali riassuntivi nel
Nell'intestazione l'epigrafe dei verbali riassuntivi del diciotto del venticinque settembre due mila tredici
Per mero errore materiale non è stata indicata la dà la l'anno due mila e tredici anche se si capisce ovviamente dal tipo di attività che essere
Che è stata si è svolta poi il Pubblico Ministero doveva sanare quel completare quell'adempimento materiale mi pare che c'era l'accordo
Signorsì in cartaceo quindi il numero completa dell'estate scorsa esse
Più il discreto contenente la copia informatico mi pare che c'è un accordo nel senso che non è una bellissima si trattava soltanto di una bellissima seria potessi a venire riavere la data esatta del manifesto mancante
Se c'è la siano quelle del Gange le parole sono stamattina in cancelleria premetto mano non ci posso andare a memoria pari a ventitré dicembre novantasei non vedente vincitrice siano andrà sono ancora ben prospetta irreperibile come c'è una data
No ma quello che venticinque dieci novantasei avevo quindi al Parlamento invece dicembre diverse c'è qualche cosa
Va bene allora mi pare che con questo
Allora sentiamo l'imputato Virga
Ha chiesto di rendere dichiarazioni
No no
Nulla per essere una cosa
Rimane Bongiorno Angelo
Questa arrestato
Ho trovato
Delle nuove
Ma una
Proprio arrivando
Dello arriveranno quattrocento
E migliore
Reclutare
Prima di scendere perché c'era l'avvocato
Cosa
Che appare un mandato da grande questa cosa non
Più
Perché se l'esecuzione dei lavori un la relazione la
Qui Länder questura rigido perché il secondo dice
Parma
Non ho mai avuto altri
Ci ho provato a farlo rimesso a lungo il circuito degli onorevoli offrendo buongiorno va bene buongiorno chiederemo casomai chiarimenti sulle modalità di traduzione dell'imputato
E allora con questo possiamo allora dare la parola al Pubblico Ministero per la prosecuzione della requisitoria Inter
Grazie
E allora signori giudici della Corte di Assise signora offensori
Riassumendo molto sinteticamente quanto è stato esposto all'udienza precedente l'Ufficio ritiene di avere dimostrato che dalla scena del crimine così come
è stata accertata nell'immediatezza del fatto di quel ventisei settembre mille novecentottantotto ma soprattutto per come poi è stata ricostruita nel corso del dibattimento
Si può affermare con certezza che al momento della uccisione di Rostagno quella sera tra gli altri soggetti sinora novanta rimasti ignoti
Con certezza si era materializzata la presenza di Vito Mazzara
E a questa conclusione l'ufficio è pervenuto
Analizzando o cercando comunque generalizzare
In modo sintetico ma mi auguro preciso e chiaro la sequenza e la direzione dei colpi d'arma da fuoco esplosi la precisione nel colpire la vittima venne lasciare indenne il passeggero
La tipologia e il
E il calibro delle armi utilizzate l'utilizzo dell'autovettura FIAT Uno poi trovata bruciata e che sicuramente era transitata sulla scena del crimine tutti elementi dalla
Inequivocabile natura oggettiva
Ricostruiti attraverso
L'istruttoria dibattimentale che unitamente poi
Alle testimonianze e agli racconti dei collaboratori di giustizia
Confermano quindi la presenza di Vito Mazzara sulla scena del crimine
Ma rispetto agli altri processi e
Alle altre vicende giudiziarie di analoga modalità e analoga rilevanza per le quali dito Mazara è stato condannato si può dire che la nostra presenti indubbiamente un elemento ulteriore
Che senza voler
Enfatizzare troppo
Senza voler peccare di presunzione ma dandovi come ora vedremo il rilievo che merita si può dire che questo processo addirittura sulla scena del crimine vi sia in qualche modo anche la firma
Di Vito Mazzara non solo la presenza che noi accertiamo nel modo in cui abbiamo
Che cosa intendo dire signori dell'accordo
Intendo dire che
La Corte di Assise ha voluto compiere un accertamento che in passato era rimasto sostanzialmente
Inesplorato e
La ragione per cui questo
Era accaduto era dovuto certamente al fatto che le conoscenze tecnologico scientifiche
Che potevano
Consentire di svolgere questo accertamento non avevano raggiunto quel livello di
Elaborazione e di specializzazione che invece oggi hanno queste conoscenze scientifiche che sono quelle che hanno consentito quindi alla Corte
Come emerge dalla ordinanza del cinque giugno del due mila e tredici in epigrafe
Allorché si dice che tra i settori nei quali il contributo della scienza alla
Lamento dei fatti di causa si è rivelato particolarmente significativo si indicano quelli che riguardano le indagini dattiloscopiche e l'indagine biologica sui polimorfismi del DNA
Ecco proprio su questo punto soprattutto su questo secondo punto perché vedremo che il primo punto non ha portato a elementi
Di accertamento e quindi di giudizio utili per la ricostruzione anche di questo specifico profilo ma sul punto che riguarda in particolar modo
L'indagine biologica il processo è pervenuto ad un accertamento di straordinaria importanza
Ai fini della presenza
Di Vito Mazzara sulla scena sulla scena del crimine
Abbiamo detto la l'indagine dattiloscopica Linda di regime dattiloscopica non è nuova nel processo e nelle indagini che riguardano la vicenda Rostagno perché sin dall'inizio lo ricorderete si tentò in qualche modo di pervenire a questo certamente già il colonnello lombarde in qualche modo
Aveva escluso che fosse possibile che era possibile dei reperti balistici pervenire a una qualche conclusione addirittura abbiamo avuto voi anche l'intuizione del dottore Germana nell'andare a ricercare
La le impronte su su sugli eventuali bossoli su
Gli altri reperti di Vincenzo Mastra Antonio e anche questo accertamento non ha dato l'esito
L'esito in qualche modo sperato anche nel corso di quest'ultima
Perizia di quest'ultimo accertamento come emerge dalla deposizione del dottor Roccuzzo
Tutti i reperti raccolti sulla scena del crimine sono stati sottoposti ai trattamenti chimici
Previsti per e saltare le eventuali impronte papillari utile per effettuare eventuali comparazioni ma questo tipo di
Operazione di questo tipo di indagine non ha consentito di pervenire ad alcun risultato diverso invece
Diverso invece
L'accertamento per quanto riguarda le tracce biologiche e al riguardo bisogna almeno da parte di questo pubblico ministero come dire premettere una una una indicazione metodologica che fondamentalmente si basa come dire sull'umiltà sulla di difficoltà di penetrare una materia così specialistica
Che ovviamente e molto più frequentata nei laboratori scientifici che non nelle aule di giustizia ma
Poi che su
Tutto questo tema la Corte ha dedicato moltissimo spazio dell'istruttoria dibattimentale è possibile come dire sondando tutti gli elementi di carattere
Tecnico-scientifico per venire a quelli che sono
I dati come dire comprensibili comprensibile a tutti ed immediatamente utilizzabili
Per la ricostruzione
La ricostruzione
Anche di quest'ulteriore profilo è noto che con la ordinanza del cinque di giugno del due mila tredici la Corte originariamente conferiti
Ad un no collegio peritale composto appunto dal dottor Roccuzzo per la parte dattiloscopica e vedremo anche per quella B video ricostruttiva diciamo
Dimensionale ricostruttiva per la parte genetica e biologica alla professoressa Carrè alla dottoressa
Dottoressa De Simone la prima eminente esponente dell'Accademia palermitana nonché componente
Del dell'Associazione italiana dei genetisti forensi la seconda invece direttrice della sezione di biologia del laboratorio appunto di
Del Gabinetto Regione di polizia scientifica
In che cosa fondamentalmente consistito questa prima parte della delle indagini biologiche svolte appunto
Dalle due
Dal dalle due per dai due periti è consistito soft sostanzialmente nel
Cercare ricercare le tracce biologiche
Residue risalenti nel tempo che potevano o ancora rinvenisse sulla superficie lignea del sotto canna del fucile che ricorderete è stato
Uno degli elementi trovati sulla scena del crimine
Unitamente a tutti gli altri frammenti di carattere balistico come ci spiega poi nel corso della sua deposizione la dottoressa De Simone questo tipo di accertamento
E sicuramente tra quelli più o difficile più complessi nell'ambito della della ricerca del DNA mi riferisco in particolar modo signor Presidente signori della Corte all'udienza del due novembre del due mila tredici
Perché come lo definisce in quell'occasione la professor la dottoressa De Simone questo è una ipotesi di taccio DNA cioè di DNA da contatto
Che cosa diversa
Dalla dalla ricerca del viene attraverso
La disposizione di campioni direttamente provenienti dalla soggetto
Diciamo interessato
Come ancora ci spiega infatti
La la dottoressa De Simone questa particolare difficoltà deriva dal dover eseguire analisi
Su tracce risalenti nel tempo quindi soggetta ad alterazione e o degradazione cellulare
Nonché su soggette alla esposizione molto probabile
Di precedenti manipolazioni
Dovute sostanzialmente alla circostanza che i reperti in questione sin dal momento dell'effettuazione del sopralluogo peraltro avvenuto con quelle moda danno un propriamente ortodosse più volte evidenziate hanno subìto inevitabilmente un contatto con diverse persone ufficiale di polizia giudiziaria
Nell'immediato
è via via poi i vari consulenti che nel corso del tempo
Se ne sono occupati tutto questo a una sua immediata refluenza per quanto riguarda diciamo così la categoria scientifica entro la quale il reperto di DNA in questione si colloca che ci viene indicata come
Il
La la categoria dei campioni con basso contenuto di DNA o law Coppi number o law template
E questo è un primo un primo aspetto un primo profilo che bisogna
Tenere ben ben chiaro ben in evidenza perché poi vedremo anche alla luce della
Contraddittorio e quindi del forte apporto
Conoscitivo in piena dialettica con il
Consulenti della difesa con i consulenti anche
Del Pubblico Ministero questo elemento è stato sottoposto come dire a una penetrante analisi scientifica
L'altro elemento ancora del quale i due contigue periti in prima battuta si sono fatti carico e che proprio in conseguenza della probabile must ma certa manipolazione
Dei reperti in questione dovuti al contatto con vari soggetti nel corso del tempo era prevedibile la possibilità che ci si ritrovasse in presenza di uno profilo genetico cosiddetto misto
Profilo genetico misto perché appunto
Riconducibile a profili genetici di vari soggetti e qui devo dire che ancora come emerge dalla deposizione del due novembre del due mila tredici
La dottoressa De Simone ma anche la professoressa Carla sono state particolarmente
Chiare ed analitiche nello spiegare la rilevanza di questo tipo di di campionamento hanno fatto
Un'ampia ricostruzione di quelle che sono o le comuni le le linee guida
Cui la comunità scientifica internazionale
Far ricorso per trattare con la dovuta cautela e con la dovuta precisione scientifica i profili misti del DNA
E addirittura a alle linee-guida di una Commissione internazionale di genetica forense che si occupa proprio di questo
Di questo aspetto
E quindi ci hanno indicato in questo modo come dire la la la la la via
Da seguire nel caso di
DNA di profili di DNA riconducibile a più soggetti ossia la necessità di sottoporre questi profili
A una serie di indagini
Di passaggi successivi finalizzate ad isolare quanto più o precisamente possibile
La individuazione di un unico od Geno tipo da sottoporre poi alla fine di questo complesso procedimento no scientifico la comparazione con quello
Con quello fornito
A seguito dell'ordinanza del cinque di giugno del due mila tredici prontamente lo ricorderemo tutti dall'imputato Vito Mazzara attraverso il prelievo di un campione di sostanza biologica
Ecco
I periti ci hanno spiegato con estrema precisione intanto in che modo hanno
Classificato e
Repertato diciamo così i frammenti di imminente perché le operazioni che fino ad ora
Erano state compiuta avevano ad oggetto esclusivamente l'eventuale ricerca di tracce diciamo o rilevanti da un punto di vista balistico mai questi reperti questa è la prima volta erano invece stati sottoposti
Ad una indagine scientifica finalizzate invece al rilevamento di tracce biologiche
E io ovviamente
Come dire non non ho la pretesa di poter
è esplicitare ricostruire con la stessa precisione con cui lo hanno fatto
Due periti questo questo aspetto e quindi rinvio necessariamente al loro primo elaborato peritale nonché alla alla deposizione del due novembre del due mila tredici e mi limito esclusivamente
Mi limito esclusivamente a evidenziare la particolare il particolare metodo consistente
Nella nell'isolare all'interno dei vari reperti dei vari frammenti le tracce da contatto
Tracce da contatto che sono state ovviamente estrapolate dalla superficie esterna
Del reperto sotto canna nonché dei piccoli reperti frammenti lignei sempre trovati sulla scena sulla scena del crimine
La professoressa la dottoressa De Simone ha spiegato con dovizia di particolari in che modo dopo aver attribuito
Alla reperto in questione è un numero di codice
Il mila centoventotto poi all'interno di questo numero di codice per tutte le tracce di volta in volta rilevate sono stati attribuiti varie lettere dalla AN per tutti gli undici reperti
Analizzati e
Poi all'interno di ciascuna di questa categoria di questa lettera si sono formati varie varie ulteriori
Sotto partizioni secondo il metodo che le stesse gli stessi periti indicano finalizzata alla ricostruzione della griglia quanto più possibile precisa di tracce da sottoporre ad analisi
è importante sul punto signor Presidente signori della Corte è evidenziare un dato
Che
Deve fare necessariamente rinvio al materiale fotografico illustrativo allegato al ad entrambe le perizie ma in particolar modo alla prima
Per quanto riguarda proprio il sexy io lamento dei reperti in questioni secondo questo tipo di ricostruzione importante perché
Questo materiale fotografico illustrativo dev'essere necessariamente correlato con
Il video
Con la proiezione mediale diciamo alla ricostruzione mediale effettuata dal dottor Roccuzzo una che abbiamo potuto osservare nel corso
Sempre dell'udienza del due
Novembre del due mila tredici e poi anche in quella successiva più recentemente nel corso della quale c'è stato o mostrano do sostanzialmente un
Una visualizzazione comparativa tra i reperti rinvenuti sulla scena del crimine e un modello analogo al fucile ritrovato appunto al fucile cui appartengono quei reperti invece invece nuovo in modo proprio da comprendere
La diversa collocazione nella struttura di un modello di un modello integro soldi di quel tipo di arma i vari reperti dico questo perché è importante
E credo che sul punto sia stato fatto il Presidente a fare una domanda al riguardo evidenziare questo tipo di integrazione tra le due tra i due elementi diciamo di carattere fotografico ricostruttivo
Perché attraverso o
La indi la classificazione fatta dai periti
Delle varie tracce estratte dai reperti e il miglior del dottor Roccuzzo è possibile capire a quali parti in particolar modo del sotto canna facciano riferimento
Facciano riferimento le tracce estrapolate soprattutto le tracce estrapolate
Che contengono il DNA il profilo cioè biologico poi alla fine utilizzato verrà effettuare la comparazione con quello fornito dallo stesso imputato
E questo perché si
Sì attraverso la visualizzazione fornita al dottore Roccuzzo è possibile comprendere come le parti più significative
Più rilevanti di DNA utilizzabile
Come vedremo tra poco
Provengono da una certa parte della sotto canna del frammento del frammento Lignola il che peraltro riconduce anche alle modalità di impugnatura della stessa arma ecco perché a distanza di tanto tempo quindi di oltre venticinque anni quasi ventisei anni
è stato possibile ricavare
Una traccia significativa di materiale biologico ancora oggi validamente sottoponibile a ad accertamento peritale ma sul punto dovrò ritornare anche per tenere conto signori della Corte delle attente
Non non sempre attentissima comunque talvolta anche un po'superficiali considerazioni fatte
Dai periti dai consulenti della difesa su questo punto specifico per quanto cioè riguarda in particolar modo la
Vetustà diciamo così o la particolare
La particolarità lenza del materiale biologico sottoposto a a perizia
Che secondo una certa ricostruzione non consentirebbe di poter pervenire ad un risultato certo ma intanto ecco mi limito ad evidenziare l'importanza di un collegamento integrato tra gli elementi documentali offerti da Roccuzzo Bari
Hai dalle foto dei periti per pervenire ad un dato obiettivo circa la
Provenienza dalla parte dalle parli dei frammenti vigne delle tracce di DNA più significative
Ecco questo per esempio è un dato che si integra molto chiaramente con quanto espone nel corso dell'udienza del tre
Novembre la professoressa Carra circa
Le caratteristiche
Del DNA estratto ma a seguito di contatto per sudorazione
Che secondo la ricostruzione della professoressa Carla rappresenta un grado di notevole variabilità individuale è soggettiva e quindi può essere più o meno utile più o meno
Adeguato proprio per una indagine
Dini del tipo che che loro hanno fatto a distanza di
Di parecchi di parecchi anni
Hanno spiegato i periti
In particolar modo
Non solo
La tecnica utilizzata per isolare le varie parti dei frammenti da sottoporre a una a
Ad analisi ma anche il metodo utilizzato per l'analisi
E davvero in questo caso l'ufficio del pubblico ministero si rimette alla ricostruzione peritale perché una
Mater estremamente tecnica laddove in particolar modo si fa riferimento alla
Utilizzazione di due diversi kit
Di due diversi kit utilizzati per
Per sottoporre ad una ad un primo accertamento il materiale poi ad un ulteriore le accertamento di validazione e di riscontro
Però
Senza entrare nel merito di questo specifico profilo ritengo che sia utile evidenziare così come
Peraltro signor Presidente signori della Corte è stato fatto con estrema chiarezza ed estrema precisione
Con alla memoria che il Pubblico Ministero ha depositato all'udienza mi pare del
Due di aprile scorso poco prima della chiusura dell'istruttoria dibattimentale contenente una una relazione ricostruttiva dei consulenti di parte dell'ufficio del pubblico ministero in particolar modo i professori De Stefano Francesco De Stefano
Titolare
Di cattedra presso l'Università di Genova nonché Presidente del gesto italiano cioè del gruppo di genetisti forensi italiano e il
Dottor previde re statistico o
Biologo dell'università di Pavia dicevo in in questa memoria che il Pubblico Ministero ha depositato e che contiene appunto la ricostruzione della correttezza del metodo
Di indagine utilizzato dai periti nonché della congruenza rispetto al metodo di indagine delle conclusioni cui sono pervenuti
Su cui lo anticipo subito la ricostruzione dei consulenti del Pubblico Ministero
è molto precisa e analitica e talora anche critica
Per alcuni aspetti non vedremo
Ebbene in questa prima ricostruzione si dice una cosa molto importante a proposito del metodo utilizzato il metodo utilizzato
E consistito nell'applicare
In particolar modo
De delle metodiche che i consulenti hanno riconosciuto come quelli più
Più oggettivi più a accettati dalla comunità scientifica internazionale che quindi sotto il profilo della metodologia di indagine seguita non vi fossero censura di alcun genere da muovere al lavoro al lavoro dei
Periti c'è un particolare che
Ora analizzeremo più direttamente che riguarda il profilo statistico
Ma prima di pervenire a questo aspetto
Occorre evidenziare che
Le conclusioni cui pervengono i periti
In una prima
Battuta
E che sostanzialmente
Di tutte le campionature estratte che sono per la precisione
Quarantadue prelievi in corrispondenza di differenti porzioni degli undici frammenti di legno repertati sul luogo dell'omicidio
Soltanto alcune
Sì sono rivelate particolarmente utili per effettuare la comparazione con il profilo genetico
Del DNA estratto dalla dalla materia biologico offerta lo stesso imputato in particolar modo solo tre
La conclusione diciamo del
Del complesso
Articolato percorso
Di di ricerche di analisi compiuto o dai con dai periti con la prima relazione porta sostanzialmente
A evidenziare che di questi quarantadue prelievi soltanto tre sono risultati particolarmente utili per pervenire a questo rapporto di comparazione e sono nello specifico il frammento ligneo mille centoventotto G uno
In relazione al quale di periti avanzano una valutazione di compatibilità tra il probabile assetti genotipici rilevati per la mistura e il DNA dell'imputato Mazara Vito il frammento
Tollin mio mille centoventotto L uno
Per il quale si ritiene che non possa essere escluso che l'imputato rientri tra i contributori alla genesi
Della predetta traccia e il frammento Niño mille centoventotto a sette per il quale si ricava piena compatibilità Geno tipica edemi all'elica con l'assetto Gerico dell'imputato ad eccezione di un locus particolare
Che indicato
In modo molto preciso
è bene questi tre reperti sostanzialmente sono quelli nei quali a differenza di tutti gli altri quarantadue cioè difensivo tutti gli altri trentanove
Residui e ma è stato maggiormente possibile individuare caratteristiche genetiche in qualche modo riconducibili all'imputato
E sostanzialmente questa la conclusione
Importante cui pervengono i periti della Corte con la loro prima relazione perché poi come si ricorderà
Gli stessi conclusero dicendo che
Per poter attribuire valenza statistica questo tipo di conclusioni in realtà sarebbe stata necessaria
L'apporto di specialisti in matematica o in statistica e o in statistica forense della quale o delle quali i periti non avevano diciamo le le necessarie competenze
Scientifica ed è e qui subentra quindi l'ulteriore sforzo ricostruttivo di approfondimento compiuto dalla Corte attraverso il conferimento di
Un supplemento di incarico diciamo così di approfondimento
In questo senso ad un altro importante luminare dell'Accademia italiana che il professore Silvano prescrittivi dell'università di Pisa che è uno statistico genetico
Peraltro bastano verificare qualunque tipo di di di fonte cosiddetta aperta per rendersi conto che il professore pezzettini e uno statistico genetico anche di fama internazionale cioè che gode di una sua di una sua stima presso la comunità scientifica
Internazionale
E che cosa quindi emessa dall'ulteriore
Dall'ulteriore approfondimento dall'ulteriore approfondimento intanto
è emerso
Questo
Dall'ulteriore approfondimento
In sostanza
Emerso quanto segue intanto ci sono alcune notazioni
Di carattere tecnico
Diciamo così procedurale sulla quale pure si è discettato anche con l'ausilio dei
Dei vari consulenti di parte circa lei soglie necessarie per
Valutare i picchia lei l'ICI cioè quei particolari
Ma quelle particolari caratteristiche consentono scartando le ipotesi diciamo così di mera apparenza alla individuazione del G.I.P. del genus tipo o de o delle componenti dei vari genotipico
Si sono rese necessarie quindi
Una serie di passaggi procedurale finalizzata alla individuazione
Delle cosiddette soglie di valutazione statistica sulla base delle quali poi fondare un giudizio di verosimiglianza se non addirittura di di certezza o comunque di forte verosimiglianza
E quindi da questo punto di vista anche nel corso può e della esposizione dibattimentale alla quale ha partecipato pure il professore prosciutti nel
Nel dicembre scorso si sono individuate tre diverse soglie
Per valutare il picchia lei l'ICI in particolar modo la prima soglia è quella
In uso negli studi di valutazione dei vari laboratori compreso il laboratorio o di genetica forense della polizia scientifica di Palermo
Una seconda soglia e quella
Che utilizzato un valore predefinito di cinquanta RSU
Che è un'unità di misura convenzionalmente utilizzata dai genetisti forensi italiani e che viene considerata come la soglia di sicurezza nella identificazione dei picchi allergici cioè al di sotto della quale il risultato può non essere validato scientificamente
Uguale o al di sopra della quale invece questo risultato viene considerato come scientificamente valuta valutabile praticabile e la terza soglia che corrisponde invece nella sostanza alla rimozione
Di ogni limite e all'accettazione
Di un risultato che si può collocare attorno all'unità di misura diventi RSU che però presenta il grave rischio o comunque il rischio ricorrente di una coincidenza della stessa
Dello stesso accertamento con i rumori di fondo prodotti da un campione privo di DNA
E quindi una soglia per la quale il rischio come dire di pervenire a risultati
Non scelte scientificamente valida bili e molto è molto alta
Ci spiegano
I periti e questa spiegazione viene ritenuta
Ampiamente corretta da tutti i consulenti compresi quelli della difesa sentiti o comunque in cui lavori sono stati acquisiti che
La estrazione del DNA nell'ambito di queste soglie può presentare
Una diversa composizione a seconda che si tratti di un profilo cosiddetto consenso è di un profilo cosiddetto composito che cos'è il profilo consenso del quale abbiamo sentito parlare tantissimo nel corso di istruttoria dibattimentale
Il profilo consenso è quello che
In sostanza prende in considerazione le caratteristiche genetiche che si presentano in più o del cinquanta per cento delle reazioni di amplificazione
Che la tecnica necessaria per valutare le singole
Le singole tracce lecite i singoli profili
Di DNA mentre il profilo composito si ottiene raccogliendo tutte le caratteristiche genetiche evidenziate nel corso delle reazioni indipendentemente dalla loro relativa numerosità
I periti ci hanno spiegato che procedendo ad un in cross ad una integrazione tra entrambi i profili si ottiene il risultato scientificamente più o
Più certo
Sicuro meno o equivoco ed attaccabile
Ed è anche questa una valutazione che è stata considerata sostanzialmente corretta da tutti i consulenti
Sentiti diciamo
Ecco
A questo punto quindi se sul metodo di lavoro ci sto ci sono stati diciamo o sostanzialmente
Valutazioni ampiamente convergenti tuttavia però vanno analizzati quei passaggi per i quali soprattutto da parte dei consulenti
Della della difesa sono state evidenziate una serie di criticità
Ma o comunque di
Di profili che diciamo in qualche modo potrebbero mettere in crisi o non dare al risultato cui poi per i periti sono pervenuti quella sicurezza che invece loro ritengono di dover sostenere in particolar modo
O i consulenti della difesa nelle loro relazioni hanno enfatizzato il mancato uso da parte del laboratorio o di polizia scientifica di Palermo delle soglie prodotte nel corso degli studi di
Valutazione
Si riporta al riguardo anche una espressione utilizzata dal dottor Luciano Garofano
Il quale a contestato l'interpretazione dei risultati consoliamo avvio a venti RSU ritenendola a a rischio di erronea attribuzione all'etica
E allora per quanto riguarda
Quest'ultimo profilo o
Sono stati gli stessi periti della Corte a sostenere che
La la ricerca anche di un risultato di riscontro quindi di convalida ovvero di contraddizione rispetto a quello ottenuto utilizzando il valore soglia diciamo scientificamente
Considerato imprescindibile cioè quello di cinquanta RSU è stato svolto esclusivamente allo scopo di creare un'eventuale controprova e non già allo scopo di fondare
Sul sul medesimo un accertamento definitivo quindi da questo punto di vista
Come dire non si può come parrebbe sembrare
Seguendo l'argomentazione
Dei consulenti della difesa sostenere che il risultato cui pervengono i periti d'ufficio sia basato sulla soglia diventi FFO non è esattamente così il risultato è basato sulla soglia di cinquanta RSU
E sul punto io vorrei mi permetto di rinviare alla chiarissima direi persino per certi versi
Elementare esplicitazione formulata dai consulenti del pubblico ministero De Stefano prevedere nella memoria con la memoria
Veicolata attraverso la memoria depositata ad una delle ultime udienze con la quale si mettono proprio in evidenza i due diversi approcci e
Soprattutto si conclude per la correttezza dell'accertamento cui sono pervenuti i periti appunto utilizzando fondamentalmente il valore soglia scientificamente considerato imprescindibile sono tutta una serie di notazioni di carattere tecnico scientifico che riprendono anche
I vari passaggi argomentativo utilizzati dalla dai periti della corte nella loro correlazione più volte citata con le rispettive pagine nonché dalle deposizioni dei consente la difesa per mettere a confronto le varie i vari punti di vista pervenire poi risultato scientificamente
Acclarato e come dire verificabile controllabile nel fare questo peraltro i consulenti del Pubblico Ministero hanno per esempio anche evidenziato la impossibilità di
Pervenire di contraddire le contro le le risultanze della consulenza della perizia della Corte sostenendo per esempio come fa
Come hanno fatto i periti consulenti della difesa che l'utilizzazione degli un software diverso da quello
Utilizzato dai periti che invece si sono rifatti al software
Raccomandato dalla Società internazionale di genetica forense ed in particolar modo l'utilizzazione di un software e non denominato forensi in ma denominato
DNA più consentirebbe di pervenire ad un diverso risultato ecco sul punto io
Mi permetto di segnalare alla Corte l'importanza delle notazioni
Fatte dai consulente del Pubblico Ministero allorché metto in evidenza che mentre il software forensi in un software scaricabile gratuitamente da chiunque intenda rivolgersi al sito della società
Internazionale di genetica forense e soprattutto un software implementato bile da qualunque appartenente alla comunità scientifica
Tutte le volte in cui ritenga di dover di apportare ulteriori modifiche comunque ulteriori elaborazioni
Il software menzionato dal professor dal dottore Garofoli in particolar modo è un software appagamento
A differenza dell'altro che un software invece
Gratuito non è open source cioè non è emendabile
Non è soprattutto controllabile il metodo attraverso il quale perviene ad un certo risultato cioè un software con il quale si possono soltanto inserire dei dati e
Il più delle volte peraltro questi dati portano al risultato auspicato dunque
L'obiettività e la scientificità di questo tipo di procedimento come dire e particolarmente dubbia e quindi da questo punto di vista il lavoro dei periti non è certamente attaccabile come dire per la oggettività del metodo
Utilizzato
L'altro dato importante che vorrei segnalare che avevo anticipato in esordio e quello che attiene alla ritenuta vetustà del materiale da sottoporre
A indagine
Genetica che non consentirebbe ad avviso del dottore Garofalo per esempio di poter estrarre dallo stesso elementi
Oggettivi poi di valutazione tali da poter essere comparati con un profilo genetico scelto in sostanza si dice siccome queste tracce risalgono ad oltre venticinque anni fa al mille novecentottantotto non sono idonee per questo tipo di accertamento
Credo che la migliore risposta
Sul punto l'abbia data con una spontaneità direi e significativa della come dire macroscopica
Che incongruenza in cui è incorso il consulente della difesa il professore prescelti il quale ha detto ma noi abbiamo estratto il DNA
Da un uomo di Neanderthal abbiamo estratto il DNA
Dalla mummia di tutta in camerino abbiamo estratto il DNA dalla famiglia degli zar uccisi agli inizi del secolo o ventesimo e poi sottoposti a prove di DNA soltanto nel mille novecentosettantatré credo o qualcosa del genere
Cioè come dire ma questa e para platealmente una
Una sciocchezza non si può sostenere che da questo punto di vista quel tipo di nel DNA risalente soltanto venticinque anni fa non sia idoneo per essere sottoposta a queste prove
Queste prove di carattere genetico
Altro altro dato che
I consulenti del Pubblico Ministero aiutano con estrema chiarezza a
A confutare attiene alla possibile contaminazione delle tracce delle griglie DNA estrapolate dai frammenti lignei
Conseguente all'uso o di una speciale colla il Co il componenti chimico si chiama in particolar modo Marciano Corciano Acri lato all'abbiamo sentito tutti questo
Questo termine nel corso delle esposizioni dibattimentali scorse
Perché come ricorderete venne utilizzato nelle fasi pregresse delle indagini per mettere insieme i vari frammenti
Del rinvenuti sulla scena del crimine e darvi sia pure con l'incompletezza che questi hanno sempre avuto come dire una ogni parvenza tale da poter pervenire poi alla categoria merceologica
Di fucile Breda calibro dodici che è stata accertata quindi uno una operazione che si è resa necessaria per fini investigativi ecco su questo punto cioè sulla presenza di questo agente chimico
Sui tre sui
Sui frammenti milioni il dottore Luciano Garofano o sostanzialmente fa leva per sostenere che la presenza di questo componente di fatto impedirebbe
Secondo lui per qualunque analisi del DNA a causa appunto dell'effetto chimico sulla molecola
Ad analizzare cito al riguardo peraltro anche i fogli nove dieci e ventisette della consulenza tecnica di parte dove si sostiene questa argomentazione
Ora sostiene
La difesa chiedo e chiedo scusa sostiene il la memoria difensiva e del pubblico ministero ma sostengono soprattutto i periti che si tratta di un evidente refuso metodologico perché
è noto in letteratura che un'affermazione del genere non può essere consegnata vera sette semplicemente falsa perché smentita
Da indagini documentate se si vuole attraverso la indicazione di vari lavori pubblicate a livello internazionale inseriti nel
La memoria del pubblico ministero da cui risulta che nessun ostacolo può derivare all'analisi del DNA dall'impiego di Ciano Acri lato per il rilevamento di fronte
Digitali e quindi da questo punto di vista
Anche questa obiezione sostanzialmente
è destinata a
Amnon scalfire la validità al del procedimento seguito dai periti della Corte
Ancora si sostiene che
Da parte dei consulenti della difesa e le loro obiezioni come dire ci servono da un punto di vista metodologico per rafforzare o invece
Qualora fosse stato dimostrato per smentire le conclusioni cui sono pervenuti i periti della Corte si sostiene che mettendo insieme i profili genetici che nel tempo
Hanno manipolato i referti sarebbe possibile in qualche modo ricostruire il profilo
Dell'imputato di Vito Mazzara quindi anche in questo caso si adombra l'ipotesi di quello che
Con riferimento alla perizia balistica ma anche in questo
In quest'ultimo l'accertamento è stato definito un passo positivo c'è un'apparenza di risultato che conseguirebbe non dall'effettivo accertamento
Ho del DNA dell'imputato ma da alcune caratteristiche proprie dei genotipici dei vari soggetti che hanno
Manipolato i reperti nel corso del tempo e che
Per verrebbero apparentemente a questo risultato ora sappiamo che su questo punto l'accertamento che la Corte ha voluto svolgere è stato particolarmente rigoroso perché la Corte anche convocato tutti coloro che nel tempo
A cominciare dal colonnello Lombardi avevano maneggiato questi reperti con certezza
E
Distesi pensino ai consulenti ai periti balistici della STET dalla stessa Corte nominati quindi
Pagliuzze Gatti hanno appena fornito i un campione della loro profilo o del DNA in modo così da potere avere un dato certo che
Andava escluso per esclusione cioè facesse residuare soltanto le tracce di DNA poi da sottoporre a comparazione con Vito Mazzara anche di questo
Dato noi dobbiamo tenere conto perché
In questo modo come dire la possibilità di manipolazione di inquinamento del dato da sottoporre ad analisi si è notevolmente circoscritta se non
Se non
Eliminata del tutto ebbene la obiezione che nonostante ecco lo il metodo seguito dalla Corte i
Sì consulenti della difesa hanno voluto muovere alla metodo utilizzato dai periti si rivela anche in questo caso inconsistente
E ce lo spiegano molto bene il
Consulenti del Pubblico Ministero ma anche gli stessi periti sostenendo allorché
Nella sostanza
La possibilità di escludere tutti gli altri profili potenzialmente diciamo
Indicativi della DNA dell'imputato
Ma perché in realtà appartengono ad altri soggetti esclusa nel momento in cui con certezza è stato possibile
Effettuare questa separazione d'altra parte io rinvio prova alla deposizione della dottoressa Carra che ha spiegato il metodo di indicazione anche nelle tabelle
Grafiche e negli accertamenti matematici sul quale ovviamente io non
Non non intrattengo la Corte più di tanto perché ovviamente fare i una grave ingiustizia agli iscritti prodotti dai periti e dai consulenti ma dal quale risulta con chiarezza che tutti i vari profili
Di DNA via via estratti dalle singole tracce
Dei reperti erano stono stati evidenziati in apposite tabelle quindi è assolutamente impossibile come dire
Pensare che da questo ne possa derivare poi una falsa attribuzione al DNA di Vito Mazzara di quelli che invece sono stati i profili individuati con estrema con estrema certezza che poi sono i profili DNA degli otto soggetti
Perché con certezza Nuvoli Polato
I
I referti
Un altro elemento un altro elemento che ad avviso dei consulenti della difesa in particolar modo mi riferisco al dottor Marzio Capra inficerebbe la ha validità dei risultati conseguiti
Risiederebbe nella
Mancata quantificazione costante del DNA estratto
Ecco sul punto
Sia i periti esaminati nel corso delle udienze come anche i consulenti del Pubblico Ministero ci spiegano con estrema chiarezza che questa quantificazione è stata effettuata tutte le volte dei in cui
Era possibile farla il materiale cioè lo consentiva soprattutto è stata
è stata rilevata attraverso l'accertamento della mancata contaminazione del laboratorio ove è avvenuta e a riguardo l'obiezione argomentato la l'argomento a ho né del dottor Capra diciamo passava attraverso anche la considerazione che il laboratorio
Di polizia scientifica di Palermo non risulterebbe sostanzialmente certificato per
Obiezione inconsistente come ci spiegano i consulenti del Pubblico Ministero in particolar modo il professore
De Stefano che tra l'altro nella Commissione
Ministeriale che si deve occupare della redazione del regolamento attuativo della legge ottantacinque due mila nove che prescrive proprio le indicazioni cogenti che questo tipo di analisi e di accertamenti
Devono necessariamente seguire e che c'è ci ci dice lo fa anche attraverso
Lo scritto che la memoria del pubblico ministero a ha trasmesso che questo tipo di Regolamento non è stato ancora varato e che quindi non esiste
Una
Obbligatorio certificazione del laboratorio ma indipendentemente da questo però ci dice il professor De Stefano che i laboratori di polizia scientifica di Palermo del Gabinetto di Palermo ha un suo
Un suo accreditamento secondo gli standards Izzo di carattere cioè europeo un oggettivo e quindi da questo punto di vista assolutamente inattaccabile
E qui è quest'altro obiezione quindi un'obiezione come dire che ad un'attenta verifica ricognizione dei dati oggettivi si rivela assolutamente inconsistente
Ecco sgomberate quindi
Le
Le argomentazioni svolte dai periti e così come anche le conclusioni da questi rilievi critici si perviene sostanzialmente a ribadire la correttezza del loro operato e quindi si perviene a quella valutazione
Di forte
Molto forte come dice il professore precettive nel corso della sua deposizione
In particolar modo richiamando foglio trecentoquindici della seconda la relazione di perizia depositata anche a firma del professore preceduti ogni laddove in particolar modo si evidenzia come appunto l'assetto consenso consente di pervenire ad una attribuzione a Vito Mazzara delle tracce indicate prima raggi uno e delle uno molto forte
Veri hard per usare la terminologia internazionale che il dato sostanzialmente che collima con la certezza in termini di rapporto di verosimiglianza
Ecco
Mentre per quanto riguarda il campione L uno
Il l'assetto alleli col consenso leggo da foglio quattrocentonove della seconda
Del secondo elaborato peritale co consente di mettere una evidenza
Da moderatamente forte a molto forte alla inclusione di Mazara Vito quale componente degli assetti genetici di quella particolare mistura anche su questo termine mistura come sa la Corte
La professoressa Carla soprattutto si è intrattenuta lungo per spiegare che cos'è una mistura e che cosa vuol dire essere un contributore di maggioranza ovvero di minoranza in questo caso
Con riferimento quindi alla traccia e le uno repertata L uno o la
La la mistura
Ha consentito di rilevare un innocuo una somma una identità sostanzialmente con l'assetto genetico dell'imputato rimarrà che viene definita molto molto forte
Ecco all'udienza poi del quattordici marzo del due mila quattordici cioè ad una delle ultime udienze diciamo istruttori in cui sono stati sentiti sia i periti
Duplici si è proceduto sostanzialmente ad un riesame dei periti d'ufficio non che anche all'esame degli stessi consulenti
Consulenti della difesa tutti questi dati sono stati nuovamente riepilogati e ribaditi e
L'ultimo dato che
Che vorrei mettere in rilievo e che pure messo con molta evidenza nel corso di questa udienza e
La circostanza attinente alla individuazione di un profilo genetico classificato dai periti come a diciotto che
Rimanda ad un rapporto di grande familiarità con l'imputato Vito Mazzara
Ed il quale sebbene non identificato ovviamente la quantità diciamo di elementi di comparazione disponibili in questa indagine tuttavia e lascia come dire
Aperta una importante
Indicazione circa l'utilizzazione
è comunque un rapporto di contatto taccio DNA come si diceva prima dei reperti lignei con un soggetto appunto legato da questo rapporto di familiarità simpatiche e questo risulta anche dalla
Dalla visualizzazione mediale che il dottore Roccuzzo ci ha esposto nel corso della sua audizione
Che e la la traccia delle classificata a diciotto non si trova soltanto alle all'interno della frammento del frammento Lignano
Ma si trova anche all'esterno importante questo questo dato per
Evidenziare la circostanza che evidentemente qualcuno quindi
Non rientrante tra gli addetti ai lavori non esplicitamente rientrante tra gli addetti a lavori cioè tra coloro che per ragioni investigative di indagine hanno manipolato i referti ha avuto modo di avere un rapporto con
Con questi reperti dall'esterno e quindi
Evidentemente ciò lascia come dire
Ricondurre
Questo dato scientifico all'ipotesi che questo soggetto legato da un rapporto di di parentela e comunque di forte identità
Genotipico già con
Vito Mazzara abbia avuto in qualche modo la possibilità di toccare
Il il reperto spesso evidentemente in una fase antecedente a quello in cui poi si sono svolte le indagini di carattere di carattere scientifico
Ecco sul punto vorrei
Limitarmi a riportare
Quanto messo nel corso
Quanto emerso nel corso del dibattimento ha proposto di questo reperto si dice o si tratta di un parente che ha toccato recente intesa aperti che
Andrebbe escluso o comunque si tratta di qualcuno che aveva la disponibilità nel passato del reperto
Perché si tratta di un segnale molto forte ancora più forte
Di quello di Vito Mazzara sono queste le parole testuali utilizzate dal professore Piacentini
Il profilo diciotto si ritrova nei reperti G tre G quattro nella tabella a pagina trecentonove della perizia c'è l'elencazione del numero delle condivisioni alleliche di tutti i soggetti e queste coincidenze si rilevano le coincidenze
Tra i vari profili civile si rilevano appunto in modo chiaro e scientifico
E
Addirittura quindi molto più forte
Secondo l'indicazione professor Croce ottimi del profilo genetico di Vito Mazzara e io vorrei semplicemente senza come dire voler in questa sede e per quello che
è l'accertamento compiuto in questa sede che va ritenuto quindi un accertamento non definitivo ma sicuramente provvisorio o suscettibile di ulteriore approfondimento eventualmente per quanto riguarda la individuazione della diciotto sto sto dicendo
Per da da questo punto di vista vorrei rimandare
L'attenzione della Corte su un dato importante emerso nel corso o del dibattimento in particolar modo della escussione del collaboratore di giustizia Francesco Milazzo
Allorché
Ci ha raccontato che il
Tra le abitudini diciamo balistiche di Vito Mazzara che il egli conosceva bene perché insieme avevano perpetrato vari omicidi c'era anche quello
Di detenere le armi che utilizzava per
La Commissione di omicidi i in dei sacchi o comunque in degli involucri che poi affidava a a terzi che ovviamente egli non deteneva
Personalmente o presso un luogo di sua pertinenza dove invece come abbiamo visto deteneva le armi credo il numero di sette
Debitamente autorizzate che quindi deteneva legittimamente
E quindi questa indicazione che ci danno i periti a distanza di venticinque ventisei anni sulla presenza di un altro soggetto che verosimilmente a detenuto ha avuto in custodia il referto trova una spiegazione fattuale
Ritengo molto coerente con le risultanze dibattimentale
E a smentire questa ricostruzione ricostruzione signori
Della Corte non possono certo valere le parole dette è questa volta lo dico con estrema chiarezza con evidente
Aria di sufficienza da parte del dottore Garofalo quando su questo punto specifico ha detto che il profilo a diciotto rappresenta la miscela del nulla cito testualmente dalla sua deposizione
Credo che la migliore risposta sul punto ancora una volta l'abbiamo fornite professore presunti allorché ha detto che nel linguaggio o nella terminologia scientifica della genetica forense della statistica forense l'espressione
L'espressione diceva del nulla è assolutamente infondata non ha un riscontro e dunque non significa nulla e quindi pensare di poter in qualche modo invalidare attraverso questo artificio
Dialettico il lavoro dei consulenti e soprattutto dei feriti credo che sia uno sforzo alquanto alquanto vanno destinato come si è visto quindi all'insuccesso ecco questi queste sono in sintesi
Secondo una ricostruzione diciamo così
Non professionale che può fare l'ufficio del pubblico ministero il compendio degli accertamenti
Biologici
E genetico forensi svolti svolti da tutti i protagonisti intervenuti perché poi io credo che l'Ufficio ritiene cioè che in il risultato cui si è pervenuto in questo dibattimento non sia un risultato imputabile esclusivamente i periti d'ufficio ma proprio attraverso
Il confronto anche delle opinioni altrui anche quando come abbiamo visto queste opinioni altrui e si sono rivelate di dubbia fondatezza scientifica
Sia servito sicuramente ad avvalorare
L'importanza degli accertamenti conseguiti ecco perché quindi questo processo da questo punto di vista ha offerto la possibilità di un confronto tra i migliori esperti sul campo in questa materia che in modo dialettico in modo
Come dire scientificamente anche molto molto accurato però si sono confrontati e grazie a questo confronto noi oggi possiamo disporre di un risultato che credo sia
Destra ordinaria rilevanza perché poi alla fine sulle tre tracce di cui dicevamo
Prima la il rapporto tra
Il profilo genetico di Vito Mazzara e quello rinvenuto su su queste e
Di forza così evidente così eclatante
Da poter far dire legittimamente che questa è proprio la firma che l'imputato inconsapevolmente ha finito per imprimere sulla scena del crimine
è questa la conclusione a cui il Pubblico ministero ritiene di dovere concludere e per quanto mi riguarda signor Presidente signori della Corte vorrei concludere la mia parte o accelerato abbastanza per
Evidenti raggi
Quindi speditezza vorrei concludere la mia parte di requisitoria dando veramente a questo punto la parola all'imputato in particolar modo a Vito Mazzara in che modo
Vorrei dare la parola al voi non certo per confutare o entrare nel merito delle sue dichiarazioni spontanee che abbiamo visto fatte nel corso di una delle ultime udienze allorché ha cercato di prendere le distanze
Dicendo proprio fissando una
Manifestazione di innocenza perfettamente legittima e come dire
Sempre sempre ammissibile ma senza fornire indicazioni o
Altro tipo di elementi di valutazione
Ma attraverso alcuni dati oggettivi che nel corso del processo sono stati via via
Acquisiti è importante come dire dare la parola lui anche per capire poi in che modo a dando la parola a lui e in questo processo ha un senso se ha un senso come d'ufficio ritiene che abbia un senso ma lo spiegheremo nella seconda parte la requisitoria la presenza invece ben più in là ingombrante non materializzata si sulla scena del crimine ma che della scena del crimine espressione principale di Vincenzo Virga
Intendo riferirmi
Fuor di metafora diciamo a da alcuni dati che provengono da
Indagini svolte
Nel corso di questi anni e che hanno riguardato il circuito relazionale di Vincenzo Virga in particolar modo un circuito relazionale estremamente vasto ed ampio in cui non solo ci sono che il riconosciuti come
Vito Mazzara
Perché sentenze passate in giudicato lo attesta
Ma ci sono altri esponenti mafiosi di primissimo piano imprenditori manager politici amministratori ogni sorta di vi sono di come dire espressione socio criminale ebbene dalle intercettazioni svolte
Ed acquisite soprattutto nell'ambito del procedimento cosiddetto Halloween cioè la sentenza numero quarantadue del due mila e due Alcamo Michele più altri
La cortesia di primo grado che di secondo grado che quindi poi nel definitivo giudizio di Cassazione
Ricostruisce la storia criminale di Vincenzo Virga e delle persone a lui vicine attraverso anche una serie di attività di intercettazione tra queste intercettazioni si citano quelle del processo cosiddetto promette che l'avvocato Galluccio ricorderà perché
Oggetto di varante altre dispute in passato
Definito con varie sentenze tra queste la numero cinquecentoquarantasei barra duemila del nove ma del nove giugno due mila uno
Che riguardava proprio per la prima volta oltretutto anche l'emersione del ruolo direttivo durante il periodo della latitanza di Vincenzo Virga del figlio Pietro Virga e delle numerose attività estorsive imprenditoriali
Posti in essere sul territorio ebbene nel corso di quel processo
Nel corso di quell'indagine signor Presidente signori della Corte venderò o anche acquisite delle intercettazioni svolte a bordo di un'autovettura nella disponibilità di Virga Francesco
Questo nome dovrebbe dirà la Corte qualcosa
Perché Virga Francesco e quel macellaio quelli titolare di una macelleria
Il cui scontrino quel ventisette di settembre del mille novecentottantotto si materializzano accanto o nei pressi
Sì per essere più precisi non proprio accanto ma
In una
In una locale un po'di aiuto nei pressi di questa stessa
Cava vicino quindi dove venne trovata l'autovettura che documentava l'avvenuto acquisto di un certo quantitativo di carne che poi i testi che sono stati sentiti hanno
Hanno riferito di avere consumato quella mattina perché non erano andate a lavorare
Sul punto non entriamo nel merito più di tanto ci limitiamo però a constatare che mentre ancora in quel momento Francesco o Francesco Virga da non confondere con il figlio
Era era
All'epoca cioè del rinvenimento lo scontrino naso ha sostanzialmente incensurate privo di ogni sorta di collegamento con nato
Con l'organizzazione mafiosa Cosa nostra se non per via di questo legame
Diciamo parentale di secondo grado con lo stesso Vincenzo Virga invece successivamente acquisirà un ruolo va ben più rilevante a tal punto può ed essere anche suo stato sottoposto a processo essere stato con me nato e così via ma quello che non interesse questo cioè che un certo punto per la precisione il primo di febbraio del mille novecentonovantotto all'interno di questo
Vettura si intercetta una conversazione tra
Tra Pietro Virga e
Un suo sodale dell'epoca incerto maltese il cui oggetto sostanzialmente di commenta il proprio la figura di Vito Mazzara
è proprio
Il nostro principale imputato
Del quale
Con preoccupazione gli interlocutori mettono in evidenza la condizione di degrado fisico che stava
Vivendo mentre si trovava ristretto a regime penitenziario particolarmente rigoroso del quarantuno bis come gli stessi
Dicono o nel carcere di Spoleto dicendo che loro esprimevano grande preoccupazione per le condizioni fisiche di di Vito Mazzara addirittura si si paventava il rischio che lo stesso potesse potesse morire
E che
Come dire che addirittura vi fosse da parte dell'autorità penitenziarie che
Lo avevano in gestione una qualche
Una qualche intenzione una qualche volontà di sic
Come dire di
Contenerlo in modo tale addirittura da
Da farlo morire quanto ancora può campare un altro anno dice maltese neanche da mangiare gli danno
E si prospetta l'ipotesi di farlo Prodi farlo scappare addirittura colorazione rocambolesca ipotizzando la possibilità di far pervenire un elicottero sul tetto del carcere e da lì
Organizzare una via di fuga che ha ovviamente degni precedenti in tanta cinematografia più o meno o spettacolare ma il passaggio importante non è questo
Il passaggio importante un altro
Proprio partendo dalle condizioni di salute particolarmente precarie che il signor Mazara stava vivendo in quel periodo in carcere i due interlocutori temo uno che in qualche modo lo stesso possa cedere
Dice ma maltese ci dobbiamo augurare che lui non parte psicologicamente perché se lui parte di cervello
Se lui parte di cervello leggo testualmente e cuoio per tutte cose perché Vito Vito un pezzo di storia è
Sono parole di una chiarezza esemplari che stanno a significare evidentemente il timore che a causa delle
Rigide ancorché legittime
E costituzionalmente
Come vero via via è stato riconosciuto nel corso del tempo
Adeguate conformi condizioni penitenziarie di Vito Mazzara lo stesso potesse in quella fase non reggere all'impatto di questo regime
Rispetto alla sua condizione e potesse in qualche modo partire psicologicamente cioè iniziare un rapporto di collaborazione con l'autorità giudiziaria e quindi il rivelare tutte le cose di cui egli era al corrente ecco perché
Ma al teste dice e cuoio per tutte cose cioè l'espressione di realtà trascritte cuoio ma molto più esplicativo e quello insieme quello in dialettale diciamo in dialetto cioè fuori io sta a significare sono solo guai sono dolori per tutti noi ma perché
Ma perché Vito Mazzara è un pezzo di storia cioè ha un patrimonio conoscitivo e
Di informazioni su Cosa nostra ancora nonna otto ovviamente all'esterno di cui negli investigatori né tanto meno l'opinione pubblica corrente che si decidesse di collaborare con l'autorità giudiziaria saremmo tutti nei guai nella sostanza il ragionamento di morte ecco perché allora il ruolo di Vito Mazzara
è un ruolo centrale perché come risulta poi dalle sentenze acquisite in questo processo già sin dalla seconda metà degli anni Ottanta Vincenzo Virga
Di attribuiva tale fiducia è tale affidabilità da utilizzarlo per tutte le azioni omicidiaria più
Più rilevanti ecco questa dimostrazione dunque verrà apporto che tradito mazzare Vincenzo Virga o lento RAS Di Vincenzo Virga storicamente esiste
Che non è un rapporto che noi ricostruiamo quindi soltanto attraverso le numerose sentenze passate in giudicato acquisita in questo processo
Dove nelle quali spesso gli stessi vengono chiamati insieme a rispondere dei medesimi reati soprattutto un cd
Quindi a dimostrazione della fidelizzazione di questo rapporto ma anche con riferimento a tutto un patrimonio di conoscenze e di dati che
Noi ancora non sappiamo non conosciamo e nel quale evidentemente non è da escludere anche che vada ricompreso proprio la vicenda della storia di Mauro Rostagno e dell'esecuzione materiale dell'omicidio di Mauro sta
E questo spiega allora perché signor Presidente credo a questo punto davvero cruccio
Esattamente dieci anni dopo
Vito Mazzara
Mentre si trova all'interno della casa circondariale di Biella
Dove riceve una volta al mese i familiari per effettuare un colloquio colloquio minuzie male
Spontaneamente ecco perché dicevo prima chiudiamo restituendo in qualche modo all'imputato
Il protagonismo attraverso le sue stesse parole
Commenta le vicende che riguardano in qualche modo questo processo
In che modo lo fa ormai circa sei anni fa precisamente il ventinove di aprile del mille novecento ottantotto allorché
Del due mila otto chiedo scusa
Del due mila otto precisamente in un giorno in cui
Vito Mazzara riceve Comedy abitudine e in quel periodo la visita della molti della signora Culcasi Caterina e della figlia
Della loro figlia Mazara Francesca
In particolar modo come risulta oltretutto dalle trascrizioni di sopra sono due le conversazioni soprattutto interessante quella del ventinove aprile e quella del
Quella del ventisette di maggio se non prima se non vado errato
Ventisette ventisette
Tutti ventinove aprile venticinque maggio si
Il Mazara ad un certo punto
Introduce spontaneamente ai suoi familiari un argomento del quale in quel momento non stavano parlando perché come emerge dalle oltre quattrocento pagine
Di trascrizione di ciascuna delle due conversazioni perché sono particolarmente lunghe
Un argomento che riguarda un articolo di giornale l'altra volta l'altra volta nel giornale c'era un articolo
Chiedeva e chiede la figlia si che cos'era a dice Vito cose vecchie è importante anche vedere il video perché di questa conversazione di queste due conversazioni c'è anche c'è anche il video
Agli atti del dibattimento e quindi cioè una come dire
Una interlocuzione una conversazione che non è solo verbale ma si compone anche della gestualità propria estremamente significativa
E oggi e e la signora Culcasi incuriosita allora da questa affermazione
Dice ma che cosa è no fa Vito Mazzara rimpasti Tano rimpasto hanno sempre cose vecchie hai capito sono cose vecchie dell'ottantasette
Addice Caterina cioè la moglie la signora col casi lo so lo so di che cosa a si parla di queste ti spiego come questa situazione è un periodo che io ogni tanto leggo i giornali
Al riguardo rinvio alla produzione fatta proprio in ultimo agli atti di questo dibattimento attraverso la funzione di diversi articoli
Di quotidiani nonché la produzione anche
Dell'articolo del cinque di aprile del due mila del due mila otto della rivista della rivista esse
Per comprendere il significato delle affermazioni di Vito Mazzara e dare quindi una collocazione anche
Storica un riferimento storico preciso alle sue
Affermazioni e la circostanza importante che in quel caso Vito Mazzara spiega la famiglia che questo impastare cose vecchie e quindi nel due mila otto a distanza ormai di
Vent'anni sostanzialmente all'omicidio che
Di un fatto comunque che lo stesso Mazara colloca nell'ottantasette quindi
Commettendo evidentemente
Una errori indicazione di temporale il fatto che come gli spiega ai suoi familiari in qualche modo la all'
Alla magistratura è costretta dall'opinione pubblica a dover a riprendere vicende che nel passato non avevano avuto una loro definizione infatti come dice due stesso non è che comanda la magistratura comanda l'opinione pubblica
Siccome sì questa cosa ci sono stati per esempio il magistrato ha
Ebbero voluto chiudere l'inchiesta allora dietro l'opinione pubblica che spingono che spingono milioni non gliel'hanno mai fatta chiudere perché non è che appunto comandano la magistratura ma l'opinione pubblica e gli hanno fatto a riaprire nuovamente
è tempo fa rimasti Cavani alcune situazioni su supposizioni lo hai capito
è solo questo c'era nell'articolo e siccome per esperienza so che quando devono veste Lupu
Questo è l'opposto cioè quando vogliono giustificare dimostrare qualcosa sono capaci di fare qualsiasi cosa specialmente quando devono dare
Soddisfazione all'opinione pubblica siccome questo discorso di venti anni fa non c'è niente siccome vorrebbero fare uscire qualcosa mi hai capito
E la figlia
Una ragazzina che non capisce allora chiede al padre ma di che cosa stai parlando deve cosa sta parlando
Vito la tranquillizza dicendole tutto qua cose vecchie e a quel punto estremamente significativo il gesto della madre che non è verbalizzato ma appunto visualizzabile attraverso il video che gesticolando appunto le fa capire che si tratta di temi vecchi e che poi le spiegherà allora cosa c'entra tutto questo con nostro processo
Con questa immane Sforza ricostruttivo che questa Corte ha compiuto per cercare di dare una
A giù la collocazione a tutti gli elementi acquisiti in questi anni centro signor Presidente signori del Tribunale perché Vito Mazzara lo sa di che cosa sta parlando
Perché erano apparsi nei giorni nettamente antecedenti come risultato
Dalla verifica del fatto che lo stesso sa leggesse in quel periodo anche la stampa quotidiana diciamo di rilevanza locale in particolar modo il Giornale di Sicilia e la Sicilia degli articoli in cui si annunciava
Forse potremmo sostenere una volta tanto le fughe di notizie scopo successive ha messo si sia trattato da poco fuga di notizie vere e proprie con che si annunciava ancora in termini
Come dire
Ipotetici in termini e chiaramente sensazionalista ICI ma ancora non convegni risultati come dire verificabili controllabili una svolta nelle indagini Rostagno cioè questo si annuncia
Questa era l'la notizia immediata irrilevante immediatamente antecedente a quel colloquio in carcere e che rimanda a a quell'epoca storica erroneamente indicata da Vito Mazzara nell'ottantasette c'è a cosa vecchie
Cose vecchie cose
Rimpasto ATE si annunciava una svolta nelle indagini basate su che cosa sugli sugli aspetti balistici di cui abbiamo discusso e
E parlato per così lungo tempo diciamo in questi tre anni di dibattimento
Il Giornale di Sicilia del quattro aprile del due mila otto prodotto agli atti di questa questa corti questo dibattimento dice Rostagno c'è una svolta nelle indagini quell'arma sparò in altri delitti di mafia
Il giorno successivo il cinque di aprire la Sicilia pubblicava un'altra articolo l'arma è della mafia tre i sospettati
Ove Vito Mazzara vino appunto indicato tre possibili sospettato del delitto e poi ancora il sei aprile del due mila otto sempre la Sicilia pubblico un altro articolo tutti gli omicidi commessi
Decisi dalla Commissione di Cosa nostra dove si faceva riferimento all'omicidio di mano in danno di Mauro Rostagno e alle indicazioni fornite dal collaboratore di giustizia Francesco Milazzo
Ecco quindi gli antecedenti storici in attualmente antecedente a queste due conversazioni nelle quali
C'è poi la sulla successiva conversazione che pure importante perché
Perché Vito Mazzara fa riferimento alla necessità di togliere da dentro il garage
In particolar modo da dietro un'intercapedine formata da alcuni mattoni nel casotto come egli indica per andare a togliere delle cose
è come sappiamo la squadra mobile nell'immediato sentendo questa conversazione si attiva per andare a ed effettuare una perquisizione nell'abitazione nelle pertinenze dell'abitazione di Vito Mazzara
A seguito della quale effettivamente rinviene l'intercapedine dallo stesso indicata dove però nulla
Era ormai più custodito ma la circostanza che a distanza di tanto tempo dalla sua detenzione cioè dal mille novecentonovantasette la circostanza che nell'immediatezza della conversazione che riguardava
In timori
Di Vito Mazzara espresse alla famiglia per questo ripescaggio di antiche vicende gli indica alla stessa famiglia di andare a togliere qualcosa ovviando a ragguagliare in un'intercapedine
Dove poteva essere occultato qualcosa è evidentemente indicativo di uno stato di fibrillazione di preoccupazione in cui l'imputato era entrato a seguito
Della inaspettata per luglio divulgazione di notizie che riguardavano
La aperta la riapertura del caso dell'omicidio Rostand perché non c'erano altri casi in quel periodo
Per i quali lo stesso Mazara potesse esprimere una così forte preoccupazione ecco quindi perché lei parole vive dell'imputato a questo punto
Che da sole ovviamente non sono un elemento di prova schiacciante di questo ne siamo
Perfettamente consapevoli tutti e non è questo il senso del discorso del pubblico ministero ma che e inseriti in questa cornice di elementi che abbiamo cercato di rappresentare
Sulla parte più propriamente dinamica del fatto che lo vede certamente protagonista assumono anche esse allora uno o rilievo indiziario estremamente significativo e noi ne siamo siamo convinti che la Corte
Di questo non potrà che tenere conto e allora se quindi concludendo questa prima parte siamo riusciti a dimostrare a dimostrare che siamo convinti di averlo fatto che Vito Mazzara era sulla scena del crimine assieme ad altre persone
Almeno due ma forse qualcuno in più
Che non sappiamo ancora oggi allo Stato chi fossero e al quale non sappiamo dare nome
Potremmo formulare delle potessero sono formulate ma
In un giudizio di Corte di Assise non ci si può limitare a formulare delle ipotesi si deve si deve produrre la prova noi riteniamo di aver riprodotto la prova che Vito Mazzara era in più quella sera su quella scena del crimine e se c'era esse eccetera
Allora vi era stato mandato da Vincenzo Virga resta una conclusione assolutamente
Riteniamo conseguente ed ineccepibile per i trascorsi che
Hanno legato entrando in tante vicende e come mi verrà spiegato adesso che il collega del bene
Inizierà la parte della sua
Ricostruzione del materiale probatorio acquisito per i tanti interessi e per le tante relazioni che Vincenzo Virga intratteneva nella Provincia di Trapani che di fatto lo vedevano egemonizzare il ruolo di Cosa nostra con questo io ho finito vi ringrazio per l'attenzione
Va bene innanzitutto i fascicoli una proposta
Che facciamo di anticipare magari la pausa così poi diamo la parola secca oppure manteniamo
Come
O altrimenti facciamo una pausa di di cinque minuti inizia però poi sospendiamo alle due forze meglio anticipare la causa
E alle quattordici riprendiamo
Riprendiamo un po'bene così in principio
No signor Presidente da Milano
Si
Si dà mila spreco il
Nel monarchico allontanare Carraro momentaneamente Cerro riguardi riprendiamo riprendiamo alle quattordici cioè
Farina
Eterno ora ti metti qua Francesco
Io mi sposto
Occorrono più
Ragioni di strada
Sapete che mi tolgo
Tutte queste cose
Ce ne abbraccia un boccone
Venticinque
Alle ore diciannove
E allora state comodi
Riprendiamo l'udienza
Cioè
Lordo del bene prego
Ruoli
Buona sera a tutti
Un attimo controlliamo sempre a Milano Mila no ci sentite
Tra bilancio e pertanto
Va bene
Dicevo
Io prendo la parola
Esattamente
Ripartendo
Dalle conclusioni del dottor Paci
L'istruzione dibattimentale
A accertato con assoluta certezza
La matrice mafiosa
Dell'omicidio di Mauro Rostagno
Individuando
Nella famiglia mafiosa di Trapani
L'epicentro organizzativo ed esecutivo del debito
Vi è stato in maniera brillante convincente
Evidenziato come
L'istruzione ha dimostrato che tra gli esecutori materiali cento Mazara vitto
Per cui le considerazione conclusioni
Per le quali fino a poco fa in tempo fa dottor Pace già intrattenuto
Mazara Vito che agitò perché la regola di Cosa Nostra e questi Stati
Su incarico
Del capo mandamento
Il capo mandamento in quel periodo in quel momento storico era Vincenzo Virga non lo dico io non lo dice il dottor Paci lo dicono le sentenze irrevocabili di condanna
Regola
Indefettibile di Cosa nostra per la quale non abbiamo prova in questo processo che possa essere stata
Trasgredito violata e che
Vincenzo Virga quale capo mandamento si è avvalso di uno dei killer
Di sua fiducia forse il killer principale di sua fiducia
Per commettere questo omicidio
Le sentenze in atti dimostrano che questo e avvenuto più volte più volte
Nel rispetto reciproco dei ruoli Virga capomandamento che dà l'ordine
Mazara Vito per effetto della sua abilità
Per effetto della sua grande capacità nell'utilizzare le armi ha eseguito
Questo è un dato che in questo processo eh
Assolutamente Cetto
Che si sia rispettata la regola di Cosa nostra per la quale
Appunto ogni delitto
Di natura eccellente i collaboratori di giustizia o l'hanno considerato un diritto eccellente quello di Mauro Rostagno imponeva l'autorizzazione del capo mandamento
Le sentenze quelle sentenze tutte le sentenze acquisite in atti
Dimostrano come questa regola sia stata sempre rigoroso rigorosamente rispettata
Così come avvenuto anche in questo processo
Dunque
Mazara Vito spara
Vincenzo Virga dall'ordine
Perché Cosa nostra
Voleva aveva deciso decretato l'omicidio di Mauro Rostagno
L'interesse di Cosa nostra divenuto nel tempo sempre più impellente improrogabili di eliminare Mauro Rostagno
è maturato
A causa della sua attività giornalistica
Che dagli schermi di una piccola emittente televisiva qual è RTC di Trapani perseveranza va nella sua quotidiana attività di denunzia talvolta irridente e ironica
Del potere pervasivo di Cosa nostra delle sue infiltrazione nel tessuto economico e sociale di
Di Trapani dei legami con la massoneria e con comitato politico politico di affari
Che governava altra cosa all'epoca e analizzeremo analiticamente
Non avremmo mai potuto conoscere lo stato in grado di insofferenza stessi restare si respirava all'interno di Cosa nostra sino addirittura giungerà all'esasperazione
Tale da far maturare il progetto omicida nei confronti di Rostagno per la sua attività di controinformazione senza l'imprescindibile contributo dei collaboratori di giustizia ovvero
De la Voce interna dell'organizzazione mafiosa della pancia di Cosa nostra che mal tollerava quell'intervento quegli articoli
Innanzitutto rilevano in tal senso le dichiarazioni destina cori Vincenzo
Io non starò qui a tediare la Corte
Per ricostruire
La carriera criminale oppure l'attendibilità delle dichiarazioni dei collaboratori che analizzeremo da qui a qualche minuto
Sono
Valutazioni e considerazioni
Che hanno già
Risma dell'attendibilità per effetto di sentenze irrevocabili
Che hanno subito il vaglio di una due-tre autorità
Primo grado secondo grado della Cassazione
Questo è un punto lì partenza indiscutibile
Così come è indiscutibile che grazie ai collaboratori di giustizia
Grazie lo ripeto il collaboratore di giustizia che siamo qui a celebrare questo processo altrimenti saremmo ancora in giro a cercare piste interne
Moventi connessi all'omicidio Calabresi
A tutta una serie di questioni che hanno intorno al PD dò l'istruzione dibattimentale
Dicevo dissi Napoli Vincenzo
E sono le dichiarazioni di sino a cori Vincenzo che il benedetto Iddio per fortuna consentono la trasmissione degli atti
Alla Procura della Repubblica di Palermo con un'indicazione ben precisa
E su quella traccia che ci si è mossi per arrivare a questo processo
Che cosa ci dice
Sindaco
Mauro Rostagno era un giornalista che dall'emittente televisiva di RTC di Trapani quasi ogni giorno si parlava le famiglie mafiose di Trapani Mazara del Vallo per intendere attacca
Si tratta dell'emittente televisiva ricordato sino a cori
Di proprietà di Burgio Puccio Bulgarello imprenditore i rapporti con Brusca Giovanni Angelo Siino
Lo stanno infastidiva costantemente i membri dell'organizzazione mafiosa della Provincia di Trapani soprattutto Mariano Agate
Perché seguiva con le sue trasmissioni il processo
Per l'omicidio del sindaco di Castelvetrano Lipari per il quale proprio Mariano Agate all'epoca capo della famiglia mafiosa del mandamento di Mazara del Vallo era imputato detenuto
Il collaboratore evidenziato lei sa c'è un sbafo astio dei vertici di Cosa nostra nei confronti del giornalista
E che tale malcontento era stato rappresentato più volte da Messina Francesco Mastro Ciccio a Mestrino denaro Francesco capo rappresentante della Provincia di Trapani
Infine
Sino a correre
Ha ricordato che appunto in questo incarico dottor Paci già l'ha rappresentato all'udienza scorsa tra Stato conferito a Vincenzo Virga
Sino a Coria ricostruite rapporti con Vincenzo Virga gli interessi Di Vincenzo Virga nella raccolta di rifiuti tossici
Che
Poi vedremo
Essere pienamente attendibile
Il contributo di sino a colori
Deve essere apprezzato sia quale fonte diretta di informazioni per aver partecipato ad incontri e riunioni con esponenti mafiosi di Cosa nostra come descritto nell'intervento del collega
Sia per le convinzioni manifestate
Che non sono il frutto di valutazioni personali e quindi soggettive ed opinabili ma fondate sulla lunga esperienza all'interno dell'organizzazione mafiosa
Nonché derivanti dal ruolo di vertice in essa ricoperto per un lungo periodo
Va segnalato
Per le dichiarazioni di sino a colori in merito alla forte irritazione
Di Mariano Agate per le trasmissioni di Rostagno sulle udienze del processo per l'omicidio del sindaco di Castelvetrano Vito Lipari hanno Trovato un primo riscontro nelle testimonianze rese da Mazzone Lorenzo
Ma gli altri collaboratori dell'emittente televisiva RTC
Che saranno analizzate più avanti circa un paio di episodi che avevano visto protagonista Agate Mariano
Episodi che si erano verificati nel corso degli interventi delle udienze del processo di cui agli ATER imputato
Udienze durante le quali
Accade si era espressamente la vita lamentato di certi commenti televisivi imputabili a Ross
Significativi riscontri sono costituiti anche dalle dichiarazioni del collaboratore Milazzo Francesco
Il quale confermava la matrice mafioso dell'omicidio indicata nel malcontento diffuso in Cosa Nostra trapanese
A causa dell'attività giornalistica di Mauro Rostagno
Più botte soprannominato dagli uomini d'onore in questi incontri come cornuto infame
Commuta infame
Perché faceva i nomi di soggetti che non andavano indicati
Perché istigava
Nel senso testuale
Ci sono interventi televisivi erano provocatori nei confronti dei mafiosi del trapanese
Gli attaccava troppo ci dice Milazzo
E soprattutto era l'unico giornalista che in quel periodo faceva fare trasmissioni televisive molto seguite da esponenti di Cosa nostra con quelle modalità comunque l'impegno civile
Sempre Milazzo ha ricordato che Mariano Agate non commentava mai le trasmissioni di Rostagno
Ma la
Ma dall'espressione del viso ha percepito che era molto innervosito
Circostanza che ha avuto modo di verificare personalmente perché lo vedeva mangiare mentre vedevano queste trasmissioni perché sono a cui gli orari
Mangiare con
Eccessiva poca già descritto Milazzo Francesco
Arrivando alla conclusione
Che
Rostagno era arrivato ovvero doveva essere eliminato
La matrice mafiosa dell'omicidio e corroborata da altra fonte quale Giovanni Brusca
Brusca è una fonte particolarmente qualificata
Non solo per lui il ruolo che aveva in quel periodo in Cosa Nostra
Nel mille novecentottantotto e poi dal mille novecentottantanove sarà il capo del mandamento di San Giuseppe ma soprattutto
Per il rapporto di fiducia di assoluta fiducia
Che Giovanni Brusca a
In quell'anno e poi nel seguito
Con Salvatore Riina il capo di Cosa nostra
Brusca ripercorso l'origine di questo rapporto con Rina il legame strettissimo con il padre Bernardo
Perché
Rina trascorso parte della sua latitanza soprattutto fine anni Settanta inizi anni ottanta a San Giuseppe Jato nella stessa casa di Bernardo Provenzano contrada da Mussi
No e quindi
Ha visto Giovanni Brusca da piccolo
Sì affezionato Giovanni Brusca rapporto che poi si è consolidato nel tempo
Brusca è stato battezzato
Da Salvatori
Questo rapporto
La descrizione di questo rapporto che mi preme sottolineare con forza
Serve a far comprendere la natura delle confidenze che lui in affanno
A Brusca in merito a questo fatto e attenzione
Rispetto a quello che sentiremo
Perdonatemi quello che diceva Salvatore Riina in quegli anni
Non poteva essere contestato
Cioè se dinanzi racconto una cosa a prescindere dal suo ruolo di capo di Cosa nostra è evidente
Non meritarsi smentita non era possibile una smentita
Ecco quindi quali erano queste parole
Divina
I mazaresi o i trapanesi si sono tolti una rogna
Si levava Nakamura real poi Napolitano per non mantenute
Perché erano stati attaccava duramente Cosa Nostra dall'emittente televisiva
Emittente televisiva di proprietà di Burgio V Puccio Borgarello
Dunque
Facendo perfettamente conosce comprendere a Brusca che l'omicidio era di Cosa nostra
Ma come faceva Marina lire queste condizioni
Farina è latitante da tanti anni da metà degli anni Sessanta dicevamo
San Giuseppe Jato Corleone ma ce l'ha descritto Brusca
Risulta nelle sentenze andato processualmente acquisito che Salvatore Riina qui
Soprattutto a Mazara del Vallo fino all'estate del mille novecentonovantadue l'estate delle stragi
Ha trascorso e trascorreva con tutta la sua parte famiglia ce l'hanno scritto Brusca ma risulta dicevo anche dalle sentenze le vacanze
Il che significa che il più importante latitanti di Cosa nostra in quel periodo trascorreva qui le vacanze perché la protettore Roberto in particolar modo da chi
Da chi quel mandamento dirigeva Mariano Agate
Ecco la Romagna
Che cosa nostra sede tolta perché Mariano adatte noi non abbiamo prova di
Un mandato poi ci ritorneremo
Ma di certa Mariano Agate si è lamentato
Consalvo azzurrina
Ma Brusca è stato utile anche per farci capire come
A differenza di quello che si sapeva dalle indagini
Su cosa nostra nel mille novecentottantotto
Dicevo è stato utile perché ha ricostruito il Gotha Trapani salvo che fratelli minore
Ormai
La gestione era una gestione corleonesi a tutti gli effetti e le modalità di questo omicidio come di altri omicidi nessuno la prova incontrastata
Queste modalità così violenta e brutale di quindi ha descritto i rapporti con
O meglio il ruolo di Mariano Agate
Di Marco di Francesco e Matteo Messina Denaro
Ha ricostruito la figura anche di
Di Virga in quel momento
Virga che
Avrà un compito importante sul territorio trapanese
Avendo gestito un'attività potremmo dire parallela
A quella di
Di Brusca in merito alla gestione degli appalti no il famoso tavolino di Siino Brusca
Che vedeva Virga il rappresentante in una zona
Altro tema di interesse sviluppato da Brusca
Attira l'evoluzione dei rapporti dell'imprenditore Puccio Borgarello con esponenti di Cosa nostra
In particolare Brusca ha ricordato gli ottimi rapporti fra Bulgarelli la e Angelo Siino
In un primo momento Cosa Nostra aveva manifestato profondo ostilità nei confronti dell'imprenditore
Sia perché amico del dottor Falcone
Sia per effetto delle trasmissioni televisive di Rostagno
Successivamente ha seguito della sua mediazione
Intorno al mille novecentottantanove l'atteggiamento di Cosa nostra era profondamente mutato tanto è vero che Bulgarelli era divenuto molto amico di Siino
Che lo aveva inserito nel sistema di aggiudicazione illecita degli appalti
Ricordando a tal proposito l'episodio della busta di appoggio da parte dell'imprenditore Guido Spina terra servita favorire l'aggiudicazione di una gara d'appalto bulgara la per dei lavori in provincia di Trapani
Brusca ricordato una scena comunicare le sino
Presso il ristorante trittico di Palermo
Nel corso della quale
Bulgara e l'aveva giustificato la linea eviterò ideale nella sua emittente televisiva attribuendo nella totale responsabilità la moglie
All'indirizzo della quale sino aveva espresso dei giudizi molto critici perché convinta sostenitrice della legalità e soprattutto per lo stretto legame con Rostagno
Nel mille novecentonovantuno e ha trascorso una settimana Roma in un hotel in via Veneto scelto double Garella con quest'ultimo la moglie sino
In occasione dei lavori per la Siram
Il racconto di Brusca nell'odierno processo costituisce un elemento di sicuro valore probatorio
Perché riferisce di un commento dell'autorità assoluta di Cosa nostra
Salvatore Riina
Che in merito all'omicidio di uno spazio dunque tende a pronunziarsi in maniera chiara e netta attribuendone la responsabilità l'organizzazione mafiosa
Le dichiarazioni di Angelo Siino
Assumono un significativo valore probatorio
Proprio perché costituiscono un riscontro alla propalazione accusatoria di Brusca sotto due profili di assoluto interesse
I saldi vincoli di Rina con esponenti di spicco delle famiglie mafiose trapanesi che rendono fortemente credibile il commento del boss caro corleonese si levarono sta Cavour via
Non per i suoi rapporti anche di natura personale proprio con Puccio Burgaretta
In più sino offerto ulteriore conferma del profondo malumore maturato in Cosa Nostra per le trasmissioni televisive di Mauro Rostagno
Il collaboratore ha descritto il suo ruolo in Cosa Nostra sebbene mai formalmente affiliato
Si tratta di una circostanza che giustifica la conoscenza e vedremo anche la frequentazione
Con l'imprenditore bulgaro e la di Trapani
Salvatore Riina lo aveva designato a metà degli anni ottanta la gestione degli appalti provinciali e regionali
Ragione per cui aveva costituito il tavolino termine per indicare l'accordo raggiunto sotto l'egida di Cosa nostra per la spartizione dei lavori pubblici fra esponenti dell'organizzazione mafiosa i politici e gli imprenditori
Compare incarico aveva conosciuto che nel mille novecentottantasette al mille novecentottantotto quale referente per il settore per il territorio di Trapani guarda caso proprio Virga Vincenzo
Ha confermato che Riina Salvatore era molto vicino alla famiglia mafiosa di Mazara
Al punto ad averne dato indicazioni di privilegiare nell'assegnazione fraudolenta degli appalti non più Vincenzo Virga ma Messina Francesco esponente di quella famiglia mafiosa con i quali Rina aveva rapporti oltre
Ha intrattenuto in quel periodo intensi contatti e relazioni con esponenti mafiosi apicali
Del trapanese perché Rina aveva molti interessi economici si era pertanto relazionato con Messina Francesco Agate Battista fratello di Mariano con Francesco Messina Denaro proprio perché era il capo
Sina sino
Altresì confermate di aver conosciuto l'imprenditore Bulgarelli la con il quale aveva costituito nel mille nove cento ottantotto un atti per la realizzazione della zona artigianale di Castelvetrano autorizzata da Francesco Messina Denaro
A seguito di un atto intimidatorio i danni di un impianto di calcestruzzo di Buccarella in occasione di lavori a Gibellina aveva mediato a favore dell'imprenditore proprio con il capo province
Messina Denaro considerava Bulgarello un pezzo di sbirro
Perché nella sua emittente televisiva lavorava e giornalista Mauro Rostagno la cui attività di informazione era duramente criticata perché testualmente ci dice ieri ci dice sino
Le sue trasmissioni autorizzano le carni era un cornuto
Più in particolare
Sì non riferito che tre o quattro mesi prima dell'omicidio si era svolta Castelvetrano una riunione nella casa di Filippo Guttadauro genero di Messina Denaro Francesco
Che aveva per oggetto vicende di appalti e per ragione per la quale era presente proprio il sino
Durante la riunione alla presenza anche di Di Maggio Baldassarre all'epoca reggente del mandamento di San Giuseppe Jato viaggio Montalbano responsabile della famiglia di Camporeale
Francesco Messina Denaro aveva cavata interministeriale già attivi di Buccarella in quanto proprietario dell'emittente televisiva che ospitava gli interventi di Rostagno
E coprì di insulti io Rostagno
Aggiungendo aggiungendo che un giorno o l'altro avrebbe fatto una brutta fine
Perché era un disonesto
Tanto che inizino allarmato da tale scatto Dida
Intrattenendo buoni rapporti con il Sgarella lo aveva avvertito immediatamente
Uno riferendogli quale fosse la fonte delle conoscenze
Ma Bulgarello Hapoel mostrandosi preoccupato raccontassi no gli disse che avrebbero potuto fare ben poco perché lo straniero un cane sciolto difficilmente controllabile
Contestualmente a tale allarmante episodio ha ricordato l'atteggiamento particolarmente ostile di Francesco Messina nei confronti di lo spagnolo all'indirizzo del quale aveva pronunciato delle gravi minacce io rompo le corna
Faccio uno sproposito
In seguito dopo l'omicidio mentre sino si trovava a Mazara del Vallo nell'impianto di calcestruzzi Di Giovan Battista Agate alla presenza di Francesco Messina Lagatta fece riferimento al delitto Rostagno
Dicendo che forse si trattava di cose di corna visto che era stata usata una scoppi tazza vecchia
Con ciò intendendo sottolineare che le modalità dell'omicidio mi facevano escludere la matrice mafiosa
Ma attenzione ricorda fino che immediatamente in reazione a questa indicazione Mastro Ciccio e quindi Francesco Messina fece un gesto evidentemente allusivo
Finalizzata contraddire andate
Comunque a chiudere il discorso
Cosa che a carte percepì efficace
Dopo circa un mese dall'omicidio di Rostagno anche contratto a Roma mentre si trovava con Brusca e la fidanzata Giacoma Badalamenti Puccio Bulgarello
Per chi sa di non affrontare l'argomento in quanto c'era la moglie che era rimasta molto turbata dal delitto
è tornato a papà parlare dell'omicidio di Rostagno a Palermo a ristorante Gourmand con bulgare la e con un giornalista toscano che doveva diventare il nuovo responsabile dell'emittente televisiva
Il giornalista in tale occasione disse che il movente dell'omicidio poteva derivare anche da questioni interne alla comunità
Dunque
Continuava a diffondersi questa diceria
Che
Perdonate per la lunga esperienza di processi di mafia molto spesso si ripete
Cosa nostra molto spesso in tanti casi ha fatto diffondere questa voce
Per macchiare la vittima ma ovviamente per
Allontanare i sospetti su di essi
Dunque
Sino a confermato l'accesa acrimonia degli esponenti apicali della famiglia trapanese nei confronti di Rostagno e soprattutto il suo intervento
Sebbene con risultato negativo nei confronti di boom Garella al fine di ridurre al silenzio il giornalista
In più il racconto dell'episodio verificatosi alla Calcestruzzi Agate Giovan Battista
Consente di richiamare il rituale di Cosa nostra di alimentare una causare alternativa a quella reale
Che
Deve essere occultata accreditando la solita vicenda delle corna
Che purtroppo ripeto anche in questo dibattimento è stata ripetuta
Le risultanze dibattimentali in particolar modo mi riferisco alla nota della squadra mobile di Trapani del quattro febbraio due mila e tredici hanno consentito di riscontrare diverse rilevanti circostanze del racconto dissi
Giuseppe Bur Garella deceduto il cinque dicembre del due mila e dieci è stato titolare sino al mille novecentonovantadue
Quando subentrava il curatore fallimentare dell'omonima impresa edile individuale con sede a Paceco
Nonché di numerose altre ditte
Analiticamente indicate nella nota del nucleo polizia tributaria della Guardia di Finanza di Trapani del ventotto febbraio due mila e tredici tra cui anche RTC consente appunto a Paceco in contrada
Garella Giuseppe
Risulta figlio di Angelo anche l'imprenditore tratto in arresto il sette luglio del mille novecentottantaquattro per il delitto di cui all'articolo quattrocentosedici bis così come il fratello Salvatore
Coinvolto nella stessa vicenda relativa ad un tentativo di corruzione nei confronti del pubblico ministero tuttora Antonino costa impegnato nel processo a carico dei fratelli minori
Risulta effettivamente dunque altro riscontro un rapporto societario tra
Sino Giuseppe padre viaggio che Giuseppe Bulgarelli la nella siciliana servizi stradali società di costruzioni
L'impresa edile di Giuseppe Bulgarello ha partecipato
A dimostrazione dell'inserimento nel sistema degli appalti tra il mille novecentottantasette al mille novecentottantanove complessivamente a venticinque gare d'appalto aggiudicando se ne nove
Tra cui anche alcune come indicato da Siino che hanno interessato il Comune di Gibellina
Con riguardo ai lavori di metanizzazione del territorio trapanese l'impresa divulgare la Giuseppe si è aggiudicato un appalto nell'anno mille novecentonovanta
Ammontante complessivamente a quattro miliardi per la costruzione di una parte della rete gas metano nel Comune di Campobello di Mazara
Mentre per quanto concerne gli anni dall'ottantasette all'ottantanove non è stato possibile effettuare un completo accertamento in quanto lo schedario informatico è stato istituito soltanto a far parte dall'anno duemila
Dunque nella Giuseppe ha confermato nei verbali acquisiti al fascicolo del dibattimento ai sensi dell'articolo cinquecentododici del Codice procedura Penale ovviamente a causa del decesso
Di aver intrattenuto rapporti con Angelo Siino nel mille novecentottantasei per effetto della conoscenza del padre Giuseppe con il quale aveva costituito la siciliana servizi stradali
Per realizzare un appalto per il Comune di Castelvetrano ha precisato di aver interrotto i contatti nel mille novecentottantanove quando verrà preso notizie in merito alla vicinanza di sino all'organizzazione mafiosa
Ha ricordato che nel mille novecentottantotto circa due tre mesi prima dell'omicidio sino a Modena effettivamente invitato a far tacere Rostagno
Sostenendo che continuando ad attaccare quotidianamente politici e mafiosi correva dei seri rischi
Ha aggiunto di non aver percepito il carattere minaccioso nella sollecitazione di Siino in quanto le lamentele provenivano costantemente da diversi settori
Mi aveva risposto che tale rischio era connesso
All'attività di giornalisti d'inchiesta liberi auto
Ha tenuto a precisare che nonostante le critiche non era mai intervenuto per condizionare l'attività giornalistica di rosa
Invero
Il teste ramazza collaboratore diabetici ha ricordato che qualche mese prima del settembre del mille novecentottantotto era stato convocato con lo Sparta dall'editore bulgare nella
Che l'invito a fare attenzione perché qualcuno si stava incassando
Sostenendo comunque che ancora non correvano seri pericoli pertanto non è
Non aveva interferito nella loro attività giornalistica
Ancora
Ha ricordato che a seguito della forte pressione di certi ambienti dell'opinione pubblica senza identificare una specifica persona fisica aveva partecipato ad un incontro alcuni mesi prima dell'omicidio concordarle Rostagno
In cui cartella promotore della riunione aveva invitato lo spagnolo dalla Gerini toni vere razionali soprattutto nei confronti di politici e mafiosi
Ma lo fanno non aveva accolto raccolto l'invito
Sostenuto soprattutto dal suo editore proseguendo la sua incessante attività di denunzia
La conferma delle sollecitazioni ripetute dica bella finalizzate a indurre lo stanno a mitigare la linea di editoriale dirlo etici comunque confermata da diversi altri importanti fonti
Rilevano a tal proposito le dichiarazioni di vada del venti aprile del mille novecento sesta del mille novecento novantasei alle ore
Diciassette e venticinque in cui il predetto ricordando l'episodio del trasloco di Rostagno dal gabbiano le nuove
Ha precisato che il giornalista aveva motivato il cambiamento per decisione di cartella secondo il quale aveva continuato a parlare male dei politici
E dei mafiosi locali
Attraverso la televisione
Ma un riferimento a Cabella traspare molto chiaramente dal redazionale di Rostagno del sedici settembre del mille novecentottantotto pochi giorni prima del delitto laddove il giornalista testualmente dichiarava
Spesso accade spesso accade che anche persone che ci vogliono bene alludendo a neanche tanto velatamente ha Cardella
Ci hanno consigliato di parlare il meno possibile di mafia perché in questo modo ci facciamo cattiva pubblicità testualmente le parole di Mauro Rostagno
Infine
Bulgara il Lazio ha confermato l'incontro a Roma con la moglie sì no annegato la contestuale presenza di Brusca
Evidentemente per non dover ammettere la frequentazione con esponenti apicali di Cosa nostra in quel periodo
Così come ha ricordato anche l'incontro con sino al ristorante pur Manza Palermo nel corso del quale l'argomento trattato non aveva interessato la vicenda di sostanza
La moglie di Giuseppe Bulgarello Caterina ingrasso ottanta reale amministratrice di RTC anche anzitutto
Confermato i rapporti le frequentazioni a Trapani del marito con il dottor Falcone tra la fine degli anni Settanta all'inizio degli anni ottanta come ci ha descritto sino
Rapporti che avevano indotto secondo il racconto di Siino Francesco Messina Denaro bollare bulgara e l'ha commessi Birollo
Così come ha ulteriormente confermato gli incontri del CONI già il Consiglio a Palermo e Roma anche alla presenza di un soggetto
Accompagnato da una donna che abbiamo visto poi essere Giovanni Brusca
Si tratta di dichiarazioni stesse ce ne fosse bisogno testimoniano la scarsa credibilità di Buccarella
Quando nega la sua conoscenza alla fine degli anni Ottanta dello spessore criminale e del ruolo in Cosa Nostra di soggetti di rilievo come Brusca il sino
Come a dire che a mettere questi rapporti equivarrebbe a confessare l'inserimento nel contesto mafioso dell'epoca in particolar modo nel settore degli appalti pubblici guarda caso proprio il settore gestito da Siino
Enzo Russo
Invero
L'inserimento di Bulgari nella nel sistema di aggiudicazione degli appalti gestito da Cosa Nostra
Emerge dall'analisi delle gare di appalto cui ha partecipato l'impresa di Bulgarello dicevamo per il periodo al milione centottantasette all'ottantanove come
Ha illustrato il teste Sorrentino all'udienza del venticinque settembre due mila tredici
La suddetta analisi fotografa in maniera incontrovertibile l'esatta dimensione evoluzione dei rapporti di brutto di Bulgarelli la con l'organizzazione mafiosa così come esattamente rappresentati da Brusca d'asino
Infatti
Riconosciuto il potere di controllo di conduzione amento nel settore degli appalti di Cosa nostra in quel periodo
Come hanno confermato Sina il Brusca esperti della materia le numerose aggiudicazione di gare d'appalto per gli anni ottantasette ottantotto sono spinto matite
Di un potere di una forza indiscutibili bulgare nella
Tant'è vero che la società Collina
Consilina proprio nel mille novecentottantotto a conferma di un rapporto salvo il costante con l'organizzazione mafiosa
Che prosegua anche nel mille novecentottantanove quando Bulgarelli a si aggiudica una sola gara d'appalto a fronte delle diciotto partecipazione
Appare di tutta evidenza che per l'anno mille novecentottantanove
Le numerose partecipazioni cui non hanno fatto seguito le aggiudicazione secondo il meccanismo creato da sino e Brusca di ripartizione fra le imprese interessate erano assolutamente necessarie
Per pilotare l'esito delle gare d'appalto a favore della ditta in quella circostanza designata e Bulgarelli la
Serviva ad assicurare le cosiddette buste di appoggio esigibile e si prestava a questo
Ebbene
Proprio all'attualità
Di tale rapporto con l'organizzazione mafiosa che ripeto in quel periodo si consolida con la società con Siino l'ideatore del tavolino ha giustificato le pressioni costanti
Di quest'ultimo cioè visino nei confronti di Bulgarello a
Al fine di buttare la linea editoriale di Rostagno che i vertici di Cosa Nostra no tollerabile
L'insuccesso di quelle iniziative di mediazione pacifica hanno imposto a Cosa nostra di intervenire direttamente
All'atto mente la frase esasperazione nell'unico modo di agire di Cosa nostra con l'omicidio con la violenza
Ritornando all'ingrasso ottanta
Quest'ultima ha altresì confermato di aver
Personalmente ricevuto pressioni forti pressioni per mitigare il tenore i contenuti delle trasmissioni di Rostagno
Mi erogando anche quelle di sino indirizzate al marito per ridimensionare la presenza dello Stagnone le stesse trasmissioni televisive
Ebbene
Bulgara nella ha confermato di pressioni di Siino per zittire Rostagno
Prestazioni che avrebbero dovuto certamente allarmavano vista la provenienza appoggio ma alle quali di fatto non fondate il dovuto peso
E dobbiamo domandarci perché
Per connivenza
Per superficialità Cermis MO e bieco interesse a causa della crescita dell'emittente televisiva
Per paura
Di essere seppure indirettamente considerato responsabile dell'omicidio per non aver fatto il possibile per evitarlo
O come si vuole far credere Bulgarelli la
Per rispetto della libertà di Rostagno
Cosa che
Abbiamo visto essere avvenuta
Qual è stato il sentimento che ha indotto la condotta di Bulgarello
Per Buccarella non abbia raccontato tutto quanto Assocond scienza omettendo circostanze di sicuro rilievo tanto da assumere la qualità di indagato per il delitto di cui all'articolo trecentosettantuno bis del Codice penale
Si ricava da quanto riferito il quindici novembre due mila undici da Giuseppe Caliendo
Pepe unico diabetici esperte in antenne che ha ricordato un significativo episodio che lo ha visto
Protagonista
Qualche mese dopo la morte di Rostagno aveva partecipato ad un pranzo presso il ristorante un manzo di Palermo unitamente a Puccio Bulgarelli all'ingegnere lodato rappresentante della società denominata Elvidio Time
Lo scopo del pranzo era l'acquisto ovvero la possibilità di ottenere frequenze per i vertici nella zona di Palermo e ciò per il tramite il predetto lotto che allora curava gli interessi del gruppo Fininvest
Nello stesso ristorante ad un tavolo vicino era presente anche l'onorevole Canino Francesco all'epoca Assessore agli enti locali presso l'ARS unitamente ad altre persone
Durante il pranzo allorquando il lodato aveva chiesto il bunga Rella notizie in merito al delitto
Bulgarello aveva risposto che è già una volta era riuscito a salvarlo precisando che l'omicidio lo aveva colto di sorpresa e non era riuscito ad evitarlo perché era partito in ferie
Facendo così comprendere che in precedenza
Si era opposto alla sua eliminazione
Il teste
Ha ricordato che mentre bulgara e la pronunciava quelle espressioni dal tavolo adiacente si era alzato Canino Francesco all'indirizzo del quale rivolgendo sia lodato disse che per tale motivo non parlava con quella persona da più di un mese
Alludendo la circostanza che Canino non era riuscito ad impedire
Impedire il delitto
Dunque
Ritenendo certamente credibile il rapporto di Aiello atteso il disinteresse la generalità delle sue dichiarazioni seppur Garella in un primo momento era riuscito a scongiurare l'omicidio
Allora
Perché non ha mai indicato il nome o i nomi dei soggetti e si stava rincasando come racconta ragazza a cui si era rivolta in quella prima circostanza con successo
Domandiamo se lo questo
Ebbene
Tale reticenza si giustifica solo ritenendo che si sia rivolta
Ad esponenti mafiosi con i quali come vi ho rappresentato un minuto fa in quel momento aveva rapporti costanti e attuali
Peccato per il mancato esame testimoniale di bulgare nella
Perché l'imbarazzo e le reticenze sarebbero certamente è venuta a galla in maniera evidente
In ogni caso
Emerge a metà del mille novecentottantotto
L'attuale concreto interesse di Cosa nostra ad interrompere
L'attività televisiva di denunzia di lo spagnolo e sopra
Tutto che tale volontà era stata manifestata esplicitamente addirittura dal capo indiscusso all'epoca della Provincia di Trapani Francesco Messina Denaro
Invero
Altre fonti qualificate provenienti dall'interno di Cosa nostra hanno descritto il malumore che l'attività di giornali perché l'attività giornalistica martellante documentata di Rostagno
Aveva suscitato nell'organizzazione mafiosa
La matrice mafiosa è stata sottolineata in maniera chiara e convincente altresì da lei precisa e puntuale dichiarazione di Vincenzo Calcara un modo onore riservato del mandamento di Castelvetrano il cui settore di competenza
In Cosa Nostra ed il traffico internazionale
Di droga per il quale aveva lavorato anche alla rapporto di Milano Linate
Ebbene Calcara ricordato nel periodo di comune detenzione i commenti pronunciati in occasione della visione di redazionali di Rostagno da parte di molti altri uomini d'onore della famiglia di Castelvetrano
Quando era detenuta Favignana con Luppino Lazzarini al lobo chiaro allorquando vedevano le trasmissioni di compagno i predetti esprimevano delle critiche feroci all'indirizzo del giornalista
Lo spagnolo destinatario di espressioni anche volgare oltre che dure
Perché parlava male degli uomini di Cosa nostra in più considerato pericoloso perché indagare della vera apporterei cointeressenze fra Cosa nostra la Massoneria e gli esponenti politici
Il collaboratore è stato ancora più preciso quando ha ricordato le confidenze ricevute sia prima che dopo il delitto
Quando era ancora vivo Rostagno Calcara ricordato che il Luppino
Gli aveva rivelato che la battaglia si stava preparando evidentemente a conoscenza non solo del Progetto omicidiario ma anche della prossima esecuzione che effettivamente guarda caso sempre che cazzo
Di lì a poco sarà realizzata
Dopo l'omicidio ha compresso da Luppino al Lazzarini no che il delitto era stato commissionato da Cosa Nostra ma anche oltre e cosa nostra a causa dell'attività giornalistica che stava facendo un bel po'di danni
Dell'omicidio ne aveva parlato anche con Vaccarino esponente della famiglia mafiosa di Castelvetrano e pupillo di Francesco Messina Denaro secondo il quale il delitto era stato in seguito per infranto Uzzi nostri
Intendendo le famiglie mafiose di Trapani Mazara ma anche la massoneria ricordando che erano massoni Lucchese e l'avvocato Messina della famiglia mafiosa di Campobello di Mazara
Il contributo offerto dal collaboratore di giustizia Rosario Spatola
Deceduto risulta di pregio perché ha indicato un'altra fonte interna Cosa nostra che si lamentava dell'attività giornalistica di Rostagno
A dimostrazione dell'intensità del grado di insofferenza in tutto a Cosa nostra che l'azione di Rostagno aveva generato
Infatti Spatola ha riferito che l'avvocato Messina della famiglia di Campobello di Mazara aveva espresso dei giudizi molto critici nei confronti della vittima considerandola un rompiscatole
In quanto conduceva delle inchieste che infastidivano l'organizzazione mafiosa riportando l'espressione quando la finisce è sempre troppo tardi
Nessuna servizi giornalistici Rostagno attaccava apertamente duramente sia i singoli affiliati che gli interessi di Cosa nostra
Cosa nostra che non tollerava di essere il di vedere minato il suo prestigio sul territorio ci ha raccontato il collaboratore
Ritiene
Che l'eliminazione di Rostagno sia stata decretata dalla famiglia di Trapani senza la cui autorizzazione nessun omicidio quel territorio potere essere realizzato
In ossequio alle rigide regole di Cosa nostra
Ha ricordato il coinvolgimento di Giuseppe Cammisa nel traffico di sostanze stupefacenti per averli ceduto droga nel mille novecentottantacinque
Sempre secondo Spatola Cammisa svolgeva tale compito anche per conto dell'avvocato Messina che lo considerava assolutamente affidabile non che si occupava della raffinazione delle ronde
Calmi Sir un ospite della comunità sa mamme comunicava messi VAC a Messina
Quanto accadeva al suo interno
A riscontro delle dichiarazioni di spatola le risultanze dibattimentali segnatamente la nota dei carabinieri del Comando provinciale di Trapani il quindici febbraio due mila e tredici
Hanno verificato che Cammisa Giuseppe Messina Antonio Tamburello Giacomo sono stati indagati effettivamente per traffico di droga
Mentre Kamis è stato prosciolto dal giudice istruttore in data nove luglio mille novecentonovantadue mentre Messina e Tamburello sono stati condannati a pene detentive particolarmente severo
Nel medesimo processo Messina e Tamburello era imputati di quattrocentosedici bis quali affiliate alla famiglia mafiosa di Campobello di Mazara
Un nettamente guarda caso ad Agate Mariano al fratello Giovan Battista ha riservato Antoni
Lo spessore criminale di Messina dunque si ricavava altresì dal periodo di latitanza trascorso
Ancora il ventisei agosto del mille novecentottantuno Kamis era stato tratto in arresto per favoreggiamento personale
In favore degli autori dell'omicidio di Taddeo Francesco venendo assolto in sede dibattimentale il tredici novembre del mille novecentottantasei
Effettivamente come ci ha raccontato
Il collaboratore Kamis è stato
Alle sì
Quale ospite con compiti di elettricista dal mille novecentottantacinque fino al quattro settembre ottantotto
E poi dal trentuno agosto dell'ottantanove all'undici settembre dell'ottantanove sino a diventare persone di assoluta fiducia di Cabella degli affidi era anche degli incarichi importanti quali quelli in Somalia di realizzare un ospedale
Il contributo di Francesco Marino Mannoia
Esponente di rilievo della famiglia di Santa Maria di Gesù
E persone di assoluta fiducia di Stefano Bontade sino alla sua morte è particolarmente significativo in quanto ha rievocato le reazioni di Mariano Agate alla visione delle trasmissioni di Rostagno
Non che ha delineato il rapporto di sudditanza della carte nei confronti di Riina Salvatore
Ma noi ha innanzitutto ricordato i commenti di alcuni esponenti mafiosi con lui detenuti all'Ucciardone durante il maxiprocesso fra i quali di Carlo Giuliani tenerne Geraci
Secondo i quali Rostagno rompeva Mariani tu in quanto il giornalista parlava in maniera assillante quasi ogni giorno di Argante
Additandolo come mafioso che comandava Mazara del Vallo
In un'unica occasione mentre era detenuto con la gatta all'Ucciardone durante il maxiprocesso accade si era lamentato in sua presenza del fatto che lo stanno li desse fastidio
Senza indicare circostanze specifiche per cui aveva compreso che le lamentele di Agate Milano all'eliminazione di Rostand
In quel periodo Agate mal digerita questa esposizione mediatica
Perché era un personaggio di assoluto prestigio in Cosa Nostra non solo per lo stretto legame con i corleonesi di Riina Salvatore ma perché si era occupato del traffico di droga che proveniva dalla tela anche poi smerciava negli Stati Uniti
Precisando che nel trapanese vi era una raffineria della quale si era occupato in prima persona
Vincenzo Milazzo e conoscenze voglio dire lo sapete meglio di migliaia di
Ma noi su questo nel settore sono assolute
Le indicazioni di Mannoia risultano davvero rilevanti
Perché si esplicitano l'interesse di Cosa nostra in generale ma soprattutto di Agliate
A non far luce sul suo coinvolgimento nel traffico di sostanze stupefacenti per conto dei corleonesi nel trapanese
E si tratta di notizia assolutamente credibili in considerazione dell'autorevolezza della fonte da cui provengono perché Mannoia
Oltre che collaboratore affidabile per il ruolo che ha occupato in Cosa Nostra quale esperto proprio per la raffinazione della droga per conto di vita
è venuto a conoscenza proprio dei canali di commercializzazione dello stupefacente
Insomma Agate teneva fortemente che fosse intaccato il suo potere intersettoriali è considerava Rostagno una concreta minaccia per cui non aveva fatto mistero di volerlo elimina
Francesco Di Carlo storico influente esponente non solo della famiglia mafiosa di Altofonte
Ma
Della tutta Cosa nostra
Nonostante il lungo periodo di detenzione nell'inquinamento negli in Inghilterra dal mille novecentottantacinque al mille novecentonovantasei
Circostanze abbiamo visto
Corrispondenti al vero era stato con era stato costantemente informato mediante contatti telefonici autorizzati i ammessi nel sistema carcerario inglese dai fratelli tra cui Giulio
Danni non cioè da Benedetto Capizzi da Giovanni Cappellini
Dicevo era stato informato dell'evoluzione dell'Eden dinamiche interne di Cosa nostra
Riferendo del ruolo di capo provincia di Francesco Messina Denaro il cui indice era Mariano Agate capo del mandamento di Mazara
Mentre Virga Vincenzo aveva assunto il comando a Trapani in sostituzione dei fratelli minore e sino ai primi anni Ottanta avevano mantenuto il ruolo di vertice
Virga era divenuto anche consigliere regionale tant'è vero che in occasione delle riunioni dei Capi Provincia Francesco Messina Denaro verrà accompagnato proprio da Vincenzo Visco
Ebbene
In merito all'omicidio di Rostagno
Avvenuto ricorda il collaboratore tra il mille novecentottantotto al mille novecentottantanove apprendendo dalla lettura degli articoli di stampa che si seguiva una pista in Terna anche il tempo
Azioni ricevendo la risposta che si trattava di Cosa nostra anche perché un episodio di tale scalpo ore richiedeva l'autorizzazione dell'organizzazione mafiosa che se non fosse stata interessata
Avrebbe svolto le sue ricerche per individuare i responsabili cosa che nella
Fattispecie specifica non era assolutamente accaduto
Gli veniva da ridere quando leggeva della pista interna relativa i tossicodipendenti della comunità fondata da Rostagno
Perché ha ribadito
Il collaboratore di giustizia non si muove foglia senza l'autorizzazione di Cosa nostra
Chiesi a Benedetto Capizzi notizie tramite un bigliettino recapitato al fratello Andrea
Mentre la risposta vi era stata fornite recapitata da Capri cognato del fratello Andrea nel corso di un colloquio telefonico allorquando gli fu esplicitamente detto
Sono fatti nostri
Ovviamente riferito a fatti dell'organizzazione mafiosa Cosa nostra
Le convergenti indicazioni dei collaboratori di provata attendibilità
Sulla matrice mafiosa del delitto
Non sono poste in dubbio dall'assenza di notizie sull'omicidio da parte di altri
Attendibili collaboranti trapanesi come Antonio parti uomo d'onore del settantacinque dal settantacinque e capo decina della famiglia di Marsala
Non coinvolte in alcun modo nella deliberazione organizzazione ed esecuzione del delitto
Patti ha precisato che nel mille novecentottantotto
Era detenuto quindi non veniva costantemente informato di quanto era deciso all'esterno in sua assenza
In più ha puntualizzato che non aveva mai incontrato in quel periodo di detenzione Agate se non a partire dal mille novecentonovanta per cui non aveva avuto occasione di apprenderlo scambiare alcun commento
Dunque
Patti non ha mai affrontato il tema specifico del delitto di Rostagno con Acate nel mille novecentottantotto
Mentre
A partire dal mille novecentonovanta non mi era stata alcuna occasione ho motivazione attuale che giustificasse un commento o ancor meno una confinante una confidenza di Acate
Tanto è vero che le indagini erano assolutamente ferme
Senza alcun sviluppo sviluppo che avverrà molti e molti anni dopo
L'assenza di notizie di patti non costituisce un evento anomalo innanzitutto perché secondo le rigide regole di Cosa nostra gli uomini d'onore non possono fare domande se non direttamente interpellati
Ma anche perché la stessa condotta secondo il racconto del collaboratore è stata eseguita in occasione dell'omicidio di Natale ma
Infatti
Parte aveva partecipato a due tentativi falliti per l'eliminazione dell'ala deciso da Matteo Messina Denaro e quando aveva preso che il predetto boss di Campobello di Mazara era stato assunto assassinato
Non ha mai commentato l'episodio con nessun esponente mafioso benché men che meno scusatemi con Agate capo di quel mandamento
In tal caso perdonatemi parte avrebbe avuto titolo visto che mi hai coinvolto nelle volte precedenti spiegarmi come ci siete riusciti ora invece non lo ha fatto
Non lo ha fatto perché non poteva chiedere e quindi se non poteva e tiene non era informato ecco la
Motivazione la giustificazione della carenza di informazione
Appare di tutta evidenza che non si deve richiamare non si può richiamare la deposizione di patti per indebolire il compendio probatorio proveniente dalle propalazioni dei collaboratori di giustizia
In quanto la testimonianza in merito a questo tema probandum si presenta sostanzialmente neutra non apportando elementi al riscontro ma neanche comprare
Medesima conclusione deve aggiungersi per le dichiarazioni di Giuseppe Marchese primo collaboratore proveniente dalla fazione dei Corleonesi peraltro imparentato con io Luca Bagarella
Avendone sposato la
La sorella
Marchese ha ricordato il periodo di comune dite di comune detenzione con Agate Mariano proprio durante la celebrazione del processo a Trapani per l'omicidio del sindaco di Castelvetrano Lipari
Descrivendo nel ruolo apicale in Cosa Nostra e soprattutto il legame saldi Simo con Salvatori
Se a seguito di contestazioni in sede di indagini preliminari aveva dichiarato di non ricordare lamentele dell'Agate in ordine a servizi giornalisti di
Giornalistici del Rostagno avente ad oggetto lo svolgimento del predetto processo ha precisato piaga per una persona molto riservata
Che non ha mai parlato con lui di omicidi se non altro per la sua giovane età che aveva appunto all'epoca il collaboratore Marchese
Ne assumono valore probatorio significativo le dichiarazioni di opposto contenuto come quelle dell'ex collaborante Messina Giuseppe
Che non essendo uomo d'onore non vera motivo venisse messo a parte di una così delicata confidenza da Virga Vincenzo che si dichiarava estraneo al delitto
Dunque
Le acquisizioni dibattimentali hanno dimostrato
Per l'omicidio di Mauro Rostagno è maturato ed è stato eseguito con quelle modalità in un contesto mafioso il cui movente deve ravvisarsi in maniera incontestabile nell'attività giornalistica della
Della vittima
Il martellante incessante operanti poco di Rostagno costituiva un costante pericolo per l'ordinato svolgersi della svariate attività illecite
Tra cui principalmente il traffico di armi e droga facenti capo alle famiglie di Cosa Nostra della Provincia di Trapani
Ha i suoi rapporti con la politica agli intrecci perversi con la massoneria alla corruzione nella Pubblica Amministrazione che favoriva l'infiltrazione mafiosa
Tutto questo Rostagno denunziata ogni giorno adottando un linguaggio nuovo e diretto quello che lui definisce il primato delle esistenziale sul teorico
Parlava chiaro lo stagno come segnalo caffè direttamente con il pubblico per la prima volta ascoltava interessato
Pubblico che era disponibile ad informarsi si sentiva rappresentato
Forse nella speranza che si potesse fare qualcosa si potesse provare a cambiare qualcosa si potenzia alzare la testa
Come dimostrato dalla sempre crescente a un terzo dei programmi televisivi di Eurostar
L'attività di giornalista impegnato esercitato con tanta passione civile dallo stagno in una terra luglio originariamente estranea
Si era trasformata redazionale dopo redazionale inchiesta dopo inchiesta nella sua principale missione
Relegando in secondo piano l'impegno nella comunità di recupero di tossicodipendenti disarmato ragione quello aveva riportato in Sicilia dopo la precedente esperienza metà degli anni Settanta
Questa aspirazione di Rostagno
Si è potuta realizzare grazie all'intelligenza degli editori di RTC soprattutto Caterina Ingrascì lotta la quale ha garantito la libertà di iniziativa di Rostagno anche nei momenti più difficili
Dopo uti a forti pressioni e condizionamenti di Ponte intatti economici e mafiosi locali
Senza trascurare certamente questo non lo possiamo dimenticare che il successo di lo spagnolo comportava indiscutibilmente un incremento delle entrate pubblicitarie per l'emittente di bulgare
L'emittente RTC dell'erario Valderice
Secondo quanto riferito dei coniugi boom Garella era stata fondata nel mille novecentottantuno e tra la fine dell'ottantasei l'inizio dell'ottantasette la redazione giornalistica all'epoca di retta da Vincenzo parta ammenda
Se era arricchita della presenza inizialmente solo occasionale di Mauro Rostagno la cui collaborazione arricchirci era stata sollecitata da Francesco Cardella
Che in tal modo riteneva di diffondere attraverso la televisione il problema dell'uso delle sostanze stupefacenti nonché al fine di favorire il reinserimento dei ragazzi tossicodipendenti
Dunque
Sono accertati gli ottimi rapporti tra Bulgarelli è cartella e quest'ultima far assumere lo straniero atti a RTC sarà cartella sollecitare una linearità orarie meno dura nei confronti di politici e mafiosi
Rostagno pertanto in una prima fase oltre ad assicurare il parallelo impegno presso la comunità terapeutica San
Anna Di Lenzi utilizzava la sua attività di giornalista per dare visibilità sul territorio all'attività della comunità
In particolare l'attività di Rostagno all'interno di RTC riguardava la cura dei telegiornali della cronaca e di quant'altro nello specifico settore
Lo stagno da settembre del mille novecentottantasette aveva intuito l'importanza di una documentata e precisa informazione sul fenomeno mafioso
Soprattutto le sue infiltrazioni Alpini di elaborare anche un'efficace strategia di contrasto alla diffusione della droga il cui molo poiché rassicurato da Cosa Nostra in particolar modo dalle famiglie mafiose della provincia di Teramo
Questo impegno civile di Rostagno è stato sottolineato più volte in sede dibattimentale da Elisabetta Roveri
Che ha ricordato l'attività di denunzia del compagno nei confronti dell'amata in un periodo in cui nessuna emittente televisiva locale faceva in maniera così esplicita e diretta tanto è vero che addirittura si affermava che la mafia non esisteva
Per tale suo impegno profane aveva subìto diverse minacce
La Roveri ha ricostruito l'escalation di episodi che lo avevano visto protagonista
Le telefonate anonime dal contenuto minatorio pervenuti alla serie di arricchirci che lo avevano indotto secondo il racconto di Malta adottare delle particolari cautele quando rispondeva al telefono
Provvedendo alla registrazione delle conversazioni telefoniche su cassette audio
Le lettere nell'aprile del mille novecentottantotto quando lo stanno aveva seguito la vicenda relativa all'omicidio di un giovane il ragazzo di nome Cusumano accusando con toni duri e fermi tale Saverio Barbera che successivamente dal risultato del tutto estraneo
Le cautele adoperate sempre secondo il racconto di di Malta quando rispondeva al telefono avendo deciso di registrare sua Duca sette le conversazioni telefoniche perché spesso contenente delle minacce esplicite
Per le quali redigeva degli appunti
Le minacce di Acate pronunciate in occasione delle riprese televisive per conto di RTC
Nel corso delle udienze del processo di innanzi alla Corte di Assise di Trapani per l'omicidio del sindaco di Castelvetrano vita Lipari per il quale era imputato il detenuto Agate Mariano
Indicato dalla Rostagno quale esponente mafioso di rilievo appartenente alla cupola mafiosa trapanese
La presenza di notte di autovetture esso stavano nel parcheggio della comunità terapeutica Lenzi
Che lo aveva a tal punto insospettito che il venerdì antecedente la morte si era posto alla guida della futura Tura per inseguire il veicolo una coltre bianca
Senza riuscire ad identificare i passeggeri a individuare la targa del veicolo episodio questo integralmente confermato da Moioli ospite di Salman incaricato della sorveglianza notturna
Moioli le cui dichiarazioni sono state acquisite ai sensi dell'articolo cinquecentododici del Codice di procedura penale avevano ricollegato tale evento a quanto verificatosi solo poche sere prima
Il martedì dentro il mercoledì ventuno settembre quando aveva notato sempre di notte intorno alle due una coltre bianca non sappiamo sì la stessa notata da Rostagno con un fanale posteriore spento i cui occupanti erano tre soggetti uno dei quali con capigliatura lunga Ricci accolta mai identificato
è vero che lo spagnolo aveva voluto tranquillizzare la compagna parlando di spacciatori di droga interessati alla comunità a causa della presenza di tossicodipendenti
Ma intanto in questo clima le aveva anche confidato nel mese di agosto mille novecentottantotto di non aver paura della morte evidentemente nella consapevolezza che stava rischiando la vita
Il problema dell'esposizione al rischio di Rostagno l'allora procuratore della Repubblica di Trapani cocci se lo pone solo pochi giorni dopo il delitto in occasione di un incontro con la Romania a dir poco imbarazzanti ed agghiacciante
La Rover era stata convocata anche la presenza del
Di Cannas il carabiniere Cannas per discutere della comunità di buona Giglio
Corsi aveva giustificato la natura riservata dell'incontro perché è pericoloso per l'unica donna e dinanzi alle sollecitazioni di quest'ultima di seguire la pista mafiosa il magistrato non aveva replicato nulla
Probabilmente perché non condivideva tale valutazione
Come esplicitato in pubblica interviste come quella del ventinove settembre mille novecentonove ottantotto al Giornale di Sicilia nel corso della quale
Aveva avuto il coraggio di affermare che non era pervenuto al suo ufficio alcun rapporto giudiziario per associazione mafiosa
Per cui era difficile sostenere l'esistenza della mafia Trapani ove aveva portato soldi
Benessere lavoro e tranquillità così non si è mai posto il problema che se non c'è un rapporto giudiziario magari del magistrato sollecita delle indagini no percorsi andava bene così lasciamo che andasse bene così
Consigliera preoccupato hanno partono appellare all'esterno la sottovalutazione
Del pericolo che correva Rostagno quando era ancora in vita e soprattutto le carenze
E lo ribadisco le carenze dell'attività investigativa che Luigi avrebbe dovuto
Dirigere
Incontro questo fortemente contestato dal maresciallo Cannarsa che negava la sua presenza sia perché poco coinvolto nelle indagini per tale fatto
Sia per i pessimi rapporti con il Procuratore cocci
Così come non è stato sufficiente il confronto fra la Roveri Cannarsa per dirimere il contenuto di alcune affermazioni davvero significative profferite in occasione di un incontro avvenuto nell'agosto del mille novecentottantotto
Secondo il racconto dell'a numeri profani avrebbe detto mi hanno allungato la vita di un mese
Andando ad un incombente minaccia di morte
Mentre il sottufficiale ricostruiva l'episodio di collegandolo ad una sua sollecitazione Rostagno su un presunto traffico di droga all'interno di stamane
Che aveva tanto infastidito il giornalista che avrebbe pronunciato la diversa fra sei
Se mi lasciano il tempo ne riparliamo in quanto in quel periodo era fino a Busto era stato coinvolto a Milano quale esponente di Lotta continua nella vicenda relativa all'omicidio del commissario Calabresi
Tale episodio indiscutibilmente rivela due circostanze incontestabili
Mauro Rostagno avvertiva il pericolo di vita ovviamente per effetto della sua attività di giornalista
Nonché
è consacrata la sottovalutazione del rischio da parte di tutte le forze dell'ordine
è questa la ragione per giustificare la condotta processuale di Caritas Ken analitico
Aveva certamente ha ricevuto le preoccupazioni di Rostagno alle quali non aveva dato peso tant'è vero che la pista Apafi cosa nella fase iniziale delle indagini dei carabinieri non era considerata credibile come più volte ci ha detto il Colonnello Montanaro
Ma perdonatemi
Non doveva essere certo Rostagno Amani testare timori per la sua incolumità
Dovevano essere gli organi dello Stato preposti per conoscerla che conoscendo la violenza dell'aggressione mafiosa sul territorio in quel periodo
Basta ricordare l'omicidio solo alcuni giorni prima del quattordici settembre dell'ottantotto del dottor Alberto Giacomelli e soprattutto la carica dirompente
Dell'attività di denuncia di lo stanno dicendo dovevano essere gli organi dello Stato a valutare adeguatamente la situazione di pericolo in cui versava Rostagno ed è questa la sotto Palazzo sottovalutazione
Che ha preoccupato cocci
Quando ha incontrato la Romania
In tal senso devono essere pienamente condivisi anche i rilievi
Critici del senatore Brutti nel corso della sua deposizione dibattimentale
Rostagno ha lasciato traccia scritta di cosa pensasse effettivamente del procuratore della Repubblica ed il ruolo di garante del sistema di potere che aveva consentito alla mafia di crescere a Trapani
Infatti annota nell'appunto intitolato intitolato Trapani punto primi anni ottanta punto questura appunto Palazzo di Giustizia il nome di corso in alto a sinistra con una freccia indirizzata costa Antonino costa sostituto pro
Ore gli ancora una freccia diretta Ciaccio ovvero Ciaccio Montalto gli accanto a questo la frase sulle bobine trascrizioni la goccia che trabocca per il minore
Lo spagnolo
Nella sua attività di ricerca di notizie e informazioni di incontri confronti e personaggi inseriti nell'ambiente giudiziario aveva Rizzo
Che il dottor Costa era stata intercettato mentre colloquiava con un imprenditore vicino ai fratelli Salvatore e Calogero Minore
All'epoca capi della famiglia di Trapani
Le bobine giacevano in questura senza che cosa avesse fatto alcuna richiesta di consegna trascrizione a differenza di Giacomo Ciaccio Montalto che di lì a poco verrà assassinato
Certo
Che il montante è così e cocci non rappresentano tutto l'apparato dello Stato impegnato nella nota nel mille novecentottantotto a Cosa nostra
Perché la Polizia di Stato in particolar modo dirigente della squadra mobile di Trapani
Analizzando attentamente il contesto ambientale in cui agire lavorava Rostagno sin dal primo rapporto giudiziario parlava esplicitamente il diritto di mafia
Non costituisce allora un caso ter montanti in pubblica udienza sedi federalista si è definito nello stupore generale un passacarte che quindi non offriva alcuna garanzia di repressione
Del fenomeno mafioso tant'è vero che inquadra il delitto quale conseguenza di un contrasto interno alla comunità stamane mentre Germanà
Che cosa succede a Germanà ebbene
Ternana nel settembre del mille novecento novantadue sarà
Vittima di una
Tentato omicidio dal quale fortunatamente scampato questo per farvi comprendere
Lo spessore degli investigatori in quel momento e come
L'inerzia le omissioni l'incapacità di alcuni abbiano condizionato le indagini laddove altri
Sono partiti sparati e in quanto partiti sparati hanno rischiato di rimetterci la vita
In tale ambito devono inserirsi le testimonianze degli editori di RTC Caterina ingresso otto Giuseppe Bulgarello che non hanno esitato da subito a rivelare la convinzione della matrice mafiosa e dell'omicidio di Rostagno
Perché svolge un'attività di divulgazione del fenomeno mafioso nella Provincia di Trapani che costituiva una novità per l'epoca
Lei con l'anno messaggi contro la mafia contro la corruzione politica contro il traffico di droga
La grande capacità di comunicazione aveva fatto crescenti Rostagno ovviamente aveva fatto crescere in maniera vertiginosa gli ascolti dialettici come testimoniato dagli aumenti dei ricavi della pubblicità
E dai commenti e le critiche di un numero sempre crescente di persone attratte dagli altri dagli editoriali di Rostand
Ebbene Rostagno per dare assoluta credibilità al suo lavoro
Lunga le dinamiche di Trapani raccoglie articoli di stampa sulla mafia legge libri di mafia consultati giudiziari missive anonime redige appunti manoscritti d'appello scritti ove annota nomini si attiverà
E scomodi effetto a collegamenti come si evince dalla copiosa produzione documentale della difesa di parte civile nell'interesse della Rovereto all'udienza del ventinove settembre del due mila e undici ventinove giugno del due mila undici
Picco Rostagno
Cerca di testare Trapani naso tortore dalla sua solo apparente tranquillità dalla sua malattia che impedisce ogni forma di cambiamento
Per documentarsi Rostagno in via più volte Alessandra fa conti
Ospite di stamane poi sua collaboratrice al Centro studi Peppino Impastato per raccogliere quanto più materiale possibile sulla mafia
Circostanza confermate dal responsabile della Struttura Umberto Santino all'udienza sempre del ventinove giugno del due mila undici
Questi ha precisato di aver conosciuto lo stanno negli anni settanta per il suo impegno politico e quando l'aveva incontrato aveva notato un radicale cambiamento
Lo stanno aveva incentrato la sua attenzione sul fenomeno mafioso adottando il metodo della controinformazione mediante la ricerca di fonti alternative e diverse da quelle ufficiali
Rostagno aveva riacquistato la sua dimensioni militante pertanto
Lo aveva avvertito del pericolo della strumentalizzazione delle informazioni ricevute e soprattutto della sovraesposizione mediatica che non metteva in serio pericolo per le inchieste sulla mafia
Per le quali aveva ricevuto dallo spagnolo ha confidenza della libertà nella condizione del programma televisivo da parte degli editori
Rostagno si è caratterizzato per l'originalità del metodo seguito
In quanto
Prendendo spunto dall'anche più banale notizia abbiamo una repressione più ampia che mirava ad una ricostruzione del sistema di potere nella Trapani di allora
Marro spagnola non si limitava l'attività di denunzia ma addirittura si faceva parte attiva di iniziative eventualmente anche giudiziaria delle notizie che aveva preso e che divulgava tramite elvetici
In tal senso deve essere valorizzato l'incontro con il dottor Falcone nel periodo estivo del mille novecentottantotto come confermato dalla Ford conti dalla dottoressa Sanzo dalla gente discorso scorta Antonello Marini
Qualunque sia stata la ragione il contenuto dell'incontro con il dottor Falcone Rostagno di certo ha offerto il suo patrimonio conoscitivo al fine di socializzare
Per confrontarlo con quello di Falcone nella prospettiva di un TIR di un intervento dell'autorità giudiziaria
La documentazione di divulgazione il fenomeno mafioso in quel periodo sempre più aggressivo e penetrante nella Provincia di Trapani che registra una crescita esponenziale di finanziarlo
Istituti di credito sportelli bancari con la
Percentuale piatte in tutta Italia si muoveva secondo diverse direttrici la prima
Rivelazione del nuovo organigramma che mafioso della Provincia di Trapani ove assumeva una posizione apicale indiscusso Agate Mariano per effetto della vicinanza i corleonesi in particolar modo di Salvatore Riina
Non più
La rappresentazione delle alleanze con esperimenti di altre Province della Sicilia e degli interessi economici in comune secondo
Individuazione delle principali attività illecite perseguite dall'organizzazione mafiosa il traffico di sostanze stupefacenti quello delle armi lo smaltimento dei rifiuti che in quel periodo
Muovere i primi passi terzo le connivenze con la politica l'inconfessabili rapporti con la pubblica amministrazione gli intrighi e gli affari con la massoneria deviata
Quanto al primo profilo l'occasione è stata offerta Rostagno dalla celebrazione presso la Corte di Assise di Trapani del processo a carico di Agate Mariano ed altri per l'omicidio del sindaco di Castelvetrano Vito vitale
Era un'occasione davvero irripetibile perché come affermava più volte posto anni sui editoriali
Era troppo tempo che non si celebrava Trapani un processo importante con autorevoli uomini d'onore alla sbarra come a carte anche perché la vicenda risaliva al mille novecentottanta
Il processo costituiva un'occasione per descrivere altresì
I profondi mutamenti
Dell'organigramma del sodalizio mafioso a Trapani e soprattutto degli equilibri al suo interno con l'emergere di un nuovo gruppo dirigenziale
Che si era affermato con il metodo della violenza in un territorio immune da eventi del genere fino a quel momento
Lipari era stato soppresso alle ore nove e quindici del tredici agosto del mille duecentottanta a Castelvetrano sulla provinciale Triscina Castelvetrano all'interno della propria autovettura volte
In data quattordici agosto del mille novecentottanta i carabinieri di Mazara del Vallo a seguito di un posto di blocco avevano tratto in arresto per documenti falsi violazione degli obblighi della sorveglianza speciale
Anche a te Mariano e riservato che si trovavano a bordo di una centoventisette
I catanesi Santapaola Benedetto Romeo Rosario mangio
Francesco a bordo di una Renault
Il processo ha avuto inizio il quattro maggio del mille novecentottantasette
E nel corso dell'istruzione dibattimentale era emerso come si evince dalla lettura del motivazione della sentenza di primo grado
Che Santapaola e Mangione avevano giustificato la loro presenza in zona per l'acquisto di Milone pomodori su indicazioni di Agate un imprenditore
Le indagini esperite tra cui anche il prelievo del guanto di paraffina pagate Roma Romeo Mangione Santapaola si erano svolte in collaborazione fra la compagnia dei carabinieri di Mazara e quella di Catania
Il DAP il Dipartimento si era concluso l'undici giugno del mille novecentottantotto
Quando la Corte di Assise di Trapani condannava legate alla pena dell'ergastolo unitamente a Santapaola e Mangione mentre riservato veniva condannato alla pena di ventinove anni di reclusione
Il sedici luglio del novantadue la Corte di Appello di Palermo ribaltava la sentenza di primo grado assolvendo tutti gli imputati per non aver commesso il fatto
Pronuncia poi confermata dalla Corte di Cassazione come si evince dalla sentenza finale
Ebbene
L'interesse di Rostagno per gli accadimenti che udienza per udienza emergeva mentali dibattimento e l'irritazione degli imputati detenuti come Agate per le continue riprese televisive
Sono stati rappresentati molto efficacemente oltre che dall'ingresso otto e del marito Buccarella anche dei più stretti collaboratori di Rostagno che non hanno esitato a rivivere il clima di intimidazione
Che si respirava negli udienze e soprattutto nelle sue pause perché Agate non gradiva affatto la pubblicità attribuita quell'evento
Massimo Coen ospite presso la Comunità stamane le cui dichiarazioni sono state acquisite ex articolo cinquecentododici
CPP dopo aver inquadrato l'omicidio come diritto di mafia in relazione al lavoro di giornalista svolto dallo stagno
In particolar modo ricordava l'attenzione dello stagno per il processo che si stava svolgendo a papà né che vedeva Agate Mariano come imputato
Di assoluto valore probatorio è stata la deposizione di Mazzone Lorenzo anche lì collaboratore di riciclo eretici con le funzioni di corrispondente giudiziario dal palazzo di giustizia
Il quale
Ha ricordato che in ben due occasioni consecutive
Durante l'intervallo dell'udienza per il processo per l'omicidio del Sindaco impari
Era stato chiamato da Agate Mariano il quale
Dalla cella in maniera sarcastica con il dito in bocca fra i denti si era lamentato con lui del contenuto dei servizi giornalistici sul processo
Dicendo che avevano la lingua lunga e non c'era bisogno di interessare la gente di queste cose vi ripeto lei frasi di Agate avevano una lingua lunga
E non c'era bisogno di interessare la gente di queste
Cose
A carte si era rivolto anche a Rostagno indicando come quello dal vestito bianco
Soprattutto mazzo nello
In evidente stato certamente di emozione
Cioè io ricordavo benissimo questo episodio queste espressioni dimezzare dialogate scusate perché ne sono rimasto profondamente turba
Vorrei veri nel mille novecentottantotto un esponente mafioso che ti dice quelle cose
Lo stesso mazzo anello ha riferito ancora di altro episodio nel corso del quale era stato avvicinato da carte Giovambattista fratello di Mariano
Nel corso del quale questi gli aveva fatto intendere che certi tipi di commenti non erano graditi
Aveva riferito quanto accaduto a Rostagno e senza alcun commento lo aveva invitato a continuare serenamente la sua attività molto serena
Erano tutte e due serenissimi dopo aver visto le minacce di
A gambe
Spiegava ancora il mazzo nello che gli si limitava a dettare il pezzo telefonicamente alla direzione del direttrici
E che allorquando si trattava di udienze particolari era stato proprio Rostagno che esponeva il redazionale che aveva riferito e dava appunto della cronaca degli utilizzi
Rostagno nei suoi servizi senza peli sulla lingua attaccamento dedicava e maniere porte politici amministratori pubblici mafiosi affaristi
Sempre secondo il racconto di Mazzone nello i lavori più recenti che avevano condotto insieme riguardavano un numero impressionante di atti intimidatori verificati nella provincia che Rostagno che va attribuito indiscutibilmente alla mafia emergente
Era una forma di giornalismo nuova è diverso che aveva scosso l'emozione della città che lui da cronista di giudiziaria aveva percepito avendo costante e continuo contatto con la gente
Mazzone lo ha concluso dichiarando che a seguito dell'omicidio di Rostagno la linea editoriale di Arre Ticino era mutata assumendo un atteggiamento più
Ovvero
Si era raggiunto il risultato atteso
Altrettanti significative de dichiarazioni di Giovanni di Malta
Tecnico di ripresa di RTI cinque stretto collaboratore di Rostagno per il quale montava i servizi oltre ad accompagnarlo nelle attività esterne trascorrendo vi molto tempo assieme
Ci racconta di Malta che lo stagno decideva la linea-guida reale i toni e il tenore dei redazionali nonché diramava le direttive
Sui servizi da svolgere
Ha ricordato che abbiate dopo averlo fatto avvicinare alla gabbia
Con il dito puntato lo aveva minacciato di non fare impresa nei confronti dei familiari presenti in aula invitando CUP quello con la barba con il vestito bianco di finire di dire Minchiante
Questo episodio è stato confermato integralmente da due fonti qualificate
Il maresciallo della Guardia di Finanza volto all'udienza del trenta gennaio due mila e tredici ha ricordato che nel corso di una falsa dell'udienza del predetto processo
In assenza degli agenti della polizia pro penitenziaria mentre Rostagno era dall'altra parte dell'Aula ha visto allocate dalla gabbia chiamare l'operatore di RTC al quale indirizzato le seguenti espressioni
Dia quello con la banca che ha rotto la Minchiante
Circostanza revocate esattamente nei medesimi termini e con il medesimo contenuto intimidatorio da Michele Monreale all'epoca operatori di ripresa presso RTC
Che ha riferito di aver visto Agate pronunciare quell'espressione minacciosa che sebbene indirizzata di Malta evidentemente era riferita Rostagno
Rossoni era rimasto colpito da tale episodio anche in considerazione della caratura criminale all'epoca di Acate che bozza ha tenuto a sottolineare in udienza
Precisando di aver personalmente accompagnato il giornalista a presentare formale denunzia presso la Sezione di P.G. dei Carabinieri del Tribunale di Trapani
Che lo stanno avesse dato particolare significato attuale fatto lo si evince anche dal contenuto della missiva datata ventiquattro aprile in cui affermava Curcio dei suoi servizi sul processo per l'omicidio di Lipari a carico di Agate i catanesi
Narrando qui quest'ultimo aveva chiamato l'operatore invitandolo a richiedere a riferire a chi Luca Barbaro di non dire l'impianto
Ne deve essere trascurata la testimonianza del giornalista Marcenaro all'udienza del venti maggio due mila e dodici nel corso della quale ha ricordato l'incontro nell'agosto del mille novecentottantotto ossa mamme con Rostagno
Conosciuto molti anni prima per la comune militanza politica in lotta continua
In tale occasione aveva trovato lo stanno entusiasta per l'attività di denunzia soprattutto del fenomeno mafioso
Vantando fonti confidenziale anche istituzionali che garantivano notizie rilevanti ma anche e molto preoccupato
Infatti quando si erano ritrovati da soli in macchina in assenza della Roveri e della figlia Maddalena il giornalista aveva esternato timori per ritorsioni che voleva volutamente celare
Ai familiari
Mi sembra insomma
Che ci fossero elementi sufficienti per preoccuparsi per una ritorsione di Cosa nostra
Ancora in altra circostanza Mazzone lo ha riferito allo stagno un altro episodio l'esito del quale Agate disse di smettere di raccontare il processo in quanto era l'unica emittente televisiva presente in aula
Ebbene
Gli episodi che hanno visto Mazzone le di Malta destinatari di precise minacce di Mariano Agate
Smentiscono in maniera evidente le dichiarazioni di Gaspare Minutolo
Secondo il quale
Verbale di interrogatorio del cinque maggio novantacinque acquisito agli atti del dibattimento
Non aveva mai assistito né udito le lamentele di adatte con il quale era detenuto nel carcere di vini Palermo
Per i servizi giornalistici di Rostagno proprio inerenti al processo per l'omicidio
Lo spessore criminale di Agate all'epoca era già evidente conosciuto come si evince dei provvedimenti di applicazione delle misure di prevenzione personale e patrimoniale a suo carico a cominciare da quella del mille novecentottantaquattro
Acquisite al fascicolo del dibattimento che sottolineavano la pericolosità sociale dell'Agate per effetto delle sentenze di condanne definitive in quel momento per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti
Circostanze queste poi che ci sono state ampiamente riscontrate ed esposte dai testi Germana e Linares memorie storiche della squadra mobile
Ulteriore importante contributo è stato offerto da Ravazzola collaboratore di eretici dal mille novecentottantacinque
Il teste ha confermato sia l'autonomia nella linea editoriale dell'emittente televisiva mai condizionato dall'editore sia l'attività di denunzia inchiesta svolta sotto la direzione di Rostagno in totale assenza di condizionamenti ambientali
Parentali ed amica
Io ed azionari erano aggressivi fortemente critici nei confronti del potere politico economico e mafioso
Che erano spagnoli teneva strettamente collegati così come aveva rappresentato nei servizi di cronaca delle udienze del processo per l'omicidio del Sindaco Lipari
Per le quali Rostagno aveva subito D'Agate Mariano anche delle minacce
Per indurlo a interrompere le riprese televisive tant'è vero che per effetto di tali episodi ha maturato lo ripeterà razza la convinzione della matrice mafioso dell'omicidio
Anche la razza ribadisce che la linea editoriale voluta la Rostagno era unica nel panorama nel
Panorama televisivo di Trapani
E pertanto molto apprezzate in città tant'è vero che gli ascolti erano molto alti con conseguente incremento della raccolta pubblicitaria
Analoghe conferme sono venute da Messina Rocco altro tecnico diabetici il cui verbale di dichiarazioni del trentuno gennaio due mila otto è stato acquisito al fascicolo di dibattimento all'udienza del tredici luglio due mila undici
Secondo il quale Mariano Agate aveva pronunciato delle minacce contro lo stagno in riferimento all'interesse giù una visti colpirlo spagnoli va dimostrato per il processo per l'omicidio Lipari motivo di particolari fastidio per ragazzi
Se queste
Sono le dirette testimonianze di chi ha collaborato attivamente con Rostagno nell'attività di denunzia della mafia dagli schermi dialettici ma anche sul campo a stretto contatto con l'altro con la gente
Leggerei redazionale compendiati nel volume parole contro la mafia di Salvatore Mourinho
Rivedere i servizi raccolti nel DVD da parte della difesa di Parte Civile Carraro sta ascoltando la viva voce talvolta durata all'altra ironica e sarcastica vero spanna nei servizi
Offre la dimostrazione della novità del carattere rivoluzionario e soprattutto della carica dirompente delle informazioni che Rostagno comunicata ad una città nei nettizzata
Come l'altra tramite la fine degli anni ottanta che lo spagnolo leva risvegliare per cui nuovo potere mafioso non poteva assolutamente tollerare quella voce di denuncia fuori dal coro ricordate le parole di Agate
Non bisogna informare la gente la gente non vuole essere informata
Il DVD numero dodici riproduce l'intervista di Rostagno a Marcello Cimino giornalista dell'ora nel corso della quale venivano analizzate le circostanze dell'omicidio di Lipari e le indagini che seguirono
Marcello Cimino aveva raccontato
Riprendendo tre sue precedenti articoli di stampa dell'anno precedente i particolari relativi al fermo ad un posto di blocco i al successivo rilascio di Mariano Agate Nitto Santapaola Francesco Mangione Antonino riservato
Mentre transitava in una strada che costituiva la naturale e via di fuga intrapresa dagli assassini militari
Ancora nel corso dell'intervista Marcello Cimino più volte interveniva Rostagno ter rivolgendosi dei telespettatori precisava che nel gruppo di fuoco vi erano due soggetti eccellenti di Cosa Nostra come Nitto Santapaola Mariano Agate
Lo stanno richiamava la giustificazione offerta recata inizi della loro presenza Castelvetrano
Riportando la tesi difensiva dell'acquisto di meloni da Mariano Agate che definiva sarcasticamente non propriamente un venditore di Milo UNI in quanto imprenditore edile
Quali rende quelli dovete immaginare
Che cosa facevano sta mandava il servizio
Non si limitava
A commentarlo
Si sofferma con il dito indicava i soggetti ripresi e diceva questua il capomafia
Voi vi rendete conto che cosa significava questo che posizionerà questua nel mille novecentottantotto dove tutti facevano finta di niente
A cominciare dal procuratore della Repubblica
Che coraggiosi voleva dire queste cose
E soprattutto che i figli hanno fatto osservare
Tutti quelli che hanno denunciato questi fatti di Cosa nostra voci vengono a parlare di piste intende di servizi segreti ma dell'intera centottantotto Cosa nostra
Ti spazzava via e niente
Ebbene enormi avere il libro riprodotta in questo dibattimento tutti quei terreni
Il proseguo si doveva celebrare entro un anno
Con una pista ben delineata con delle attività tecniche magari precise su quei detenuti quei mafiosi detenuti
E siamo stati qui tre anni a parlare di e lo vedremo di certa gente impresentabile
Nei processi impresentabile
Lo analizzeremo
E non è stato solo lo stanno essere così massacrato due volte per essere stato ucciso ancora interessato infangato essere stata infangato con la pista in terra
Con
Il coinvolgimento dell'omicidio calabresi
I giornalisti che parlavano in quegli anni non stiamo parlando oggi nel due mila e quattordici in quegli anni venivano massacrati perché soci
Io sto aspettando ancora una televisione qui che ci viene a raccontare un fatto di mafia
Come lo spagnolo raccontava allora
Ascoltate un servizio qualsiasi servizio leggende qualsiasi giornale il presunto grosso o non importa continuano a scrivere il presunto Bozzo
Rostagno questo nel mille novecentottantotto il presunto non annunciato
Viabilità
Vorrei chiedere targate mangiava con nervosismo impazziva
E noi siamo stati in tre anni inchiodati a parlare di stupidaggini
Ancora
Lo spagnolo con Cimino sottolineavano l'alleanza fra le famiglie mafiose dei catanesi
Con quella della Sicilia occidentale laddove in quel momento dopo il maxi processo celebrato a Palermo era nota solo a quella con i palermitani
A conferma dell'influenza acquisita lei Manzari
Rostagno concludeva la puntata lamentando un pazzo un pazzo scatenato
Non solo la lentezza dell'istruzione dibattimentale di quel processo a causa di continui rinvii o testi smemorati
Ma anche la circostanza che l'informazione giornalistica su tale evento era molto limitata
In quanto pochissimo trapela va sui giornali atteso che i giornali si limitavano a riportare le cronache giudiziarie senza fare giornalismo di inchiesta
Come quello di Fava come quello di De Mauro che infatti dice Mauro Rostagno non ci sono più
Ebbene
Dall'attenta lettura lettura delle motivazioni della sentenza della Corte di Assise di Trapani
Dell'undici giugno del mille novecentottantotto che riporta le risultanze dibattimentali delle quali lo sanno pressoché quotidianamente dava conto surrettizi con particolare impegno
Emergevano innanzitutto le contraddizioni
Le omissioni i veri e propri depistaggi di ufficiali dei carabinieri nella conduzione dell'indagine nell'immediatezza del fatto
Il tutto finalizzato ad avvantaggiare esponenti di primissimo piano di Cosa Nostra trapanese e catanese
Infatti erano emerse tutta una serie di circostanze inquietanti
Santapaola immani John all'atto del controllo dei carabinieri avevano dichiarato di essere a Castelvetrano per acquistare pomodori meloni
Sebbene non esisteva nella zona alcuna coltivazione né a livello commerciale né a conduzione familiare dei conflitti dei predetti prodotti
Nonostante il prelievo dei residui di polvere da sparo a Santapaola Mangione Roma erogate vi era stata la mancata trasmissione dei campi di paraffina la procura di Marsala
E comunque all'istituto di medicina legale i carabinieri solo soldi medicato all'epoca ridare ragazzo
A cosa così importante
Andiamoci piano dava CPA
Il capitano Melito con rapporto giudiziario del
In T due agosto del mille novecentottanta concludeva terapisti di Santapaola la battuta di caccia a Catania era stata confermata dalle persone sentite
E che avevano sentito Salvatore Marchese
Poi
Il collabora nella sentenza è riportato il collaboratore di giustizia Antonino Calderone ha descritto l'attività di precostituzione dell'alibi a favore di Santapaola
Ancora
La tempestiva concessione della libertà provvisoria nella stessa giornata del venti agosto dell'ottanta a Mangione a Santapaola a seguito delle dichiarazioni del capitano merito al pubblico ministero di Marsala
C'è stato qualche ora Mangione Santapaola in carcere neanche fatto in carcere ferma
Mamma mia semmai Dio essi subito vai via i delinquenti devono uscire vie
L'arresto di merito
Per il mancato sequestro delle autovetture a bordo delle quali si trovavano come dicevo nella FIAT centoventisette Agate riservato e nella Renault Santapaola Mangione Romeo
Perché è l'acquisto da parte
Da un concessionario da parte del merito della predetta autovettura
Il carabiniere non sequestra Padova valutazione a comprare utile ma sia
Ma è anche stato diritto Asia
Voi vi rendete conto che uno nel mille novecentottantotto si metteva a dire queste cose per televisione ma già che non sono andati col kalashnikov fuori RTC un minuto dopo è stato un miracolo
Un miracolo
La testimonianza di Cimino era di particolare rilevanza essendo stato inviato a Castelvetrano nel mille novecentottanta proprio per i funerali del Sindaco ucciso
Qua la puntata prose
Cimino rivelava come aveva percepito nettamente la contraddizione fra una precisa caratterizzazione di questo degli documenti delitto di mafia e i discorsi dei maggiorenti dici dell'epoca per i quali era un tabù anche la sola parola omicidio
Tant'è vero che si diceva che il Sindaco fosse stato ucciso da una violenza senza volto senza no
Questa era la nostra classe dirigente
A conferma di ciò
Lo spagnolo spavento idrologico pubblicati sui giornali conservati da Cimino dove non compaiono quasi mai le parole ma ampia né a Fassino mentre si parla genericamente di tragica scomparsa del percorso hanno trovato cada
Cioè vi rendete conto dinanzi a un panorama dove si diceva fitti muti
Le solite tre scimmiette non sento non parlo non dico questo pazzo scatenato che li indica legge gli articoli
Le motivazioni della sentenza in atti hanno reso evidente che la narrazione di Cimino allo stagno è assolutamente attendibile
E fondata in quanto era stato accertato lo strettissimo legame del Sindaco Lipari con i cugini Salvo esattori di Salemi al punto che la vi
Sì ma si definiva una creatura dei Salvo dai quale aveva ricevuto un cospicuo sostegno economico nella campagna elettorale del mille novecentosettantanove
Ove il Sindaco aveva raccolto benda quarantasei mila voti di preferenza risultando il primo dei candidati non eletti
Lipari al fine di incrementare la propria campagna elettorale è scritto nella sentenza a pagina centoquindici e seguenti
Si è rivelato un soggetto particolarmente spregiudicato
E scarsamente controllabile per la metodologia di comportamento stentata in quanto non aveva esitato dalla
Alberti dell'appoggio logistico di esponenti mafiosi come Milana i Buccellato che operavano all'interno di un'area
Pesantemente condizionata dalla famiglia dei minori vi rendete conto che queste cose che dovevano essere tenute nascoste erano quotidianamente indicate pronunciate esposte
Di pari costituiva una figura di uomo politico profondamente radicata in un'area di sottogoverno nella Provincia di Trapani all'interno della quale si muovevano interessi economici del mondo politico imprenditoriale
Condivisi da quell'area di conclamata iniziative illegale rappresentata dai salvo
Dai Buccellato debbo mentre soprattutto se caratterizzata dalla concessioni di appalti pubblici in esito corrispondenti alla liberazione decise ed enti locali assistenziale
L'omicidio di Lipari era stato deciso in un contesto mafioso a seguito della contrapposizione con esponenti di primo piano dell'organizzazione criminale che non tollera ovvero l'ascesa politico-amministrativa del Sindaco
Ma quel che conta e che attraverso i servizi giornalistici sull'andamento degli udienze il Rostagno aveva reso attuale di interesse per il processo
Facendo leva non sull'attualità di un delitto ormai non più recente ripeto accaduto nell'ottanta è dimenticato quindi dalla gente comune ma sui risvolti più oscuri di una vicenda che attestava inconfutabilmente l'intervento della mafia
Nella vita politica trapanese e conseguentemente le conseguenze le convergenze e i punti di contatto fra interessi politici delle strategie mafiose
Dunque
Rostagno Cimino avevano toccato due nodi fondamentali che costituiscono la vera cifra del disappunto di Cosa nostra
Aver acceso un riflettore
Sul connubio mafia e politica tale da generare un forte imbarazzo nel gruppo dirigente locale dell'altro dicci
E l'avere evidenziato la capacità di condizionamento e corruzione
Degli apparati dello Stato da parte dell'organizzazione mafiosa
In quanto era evidente che se da un lato gli inquirenti avevano fatto di tutto per celare la responsabilità di esponenti di primo piano di Cosa nostra come Agate Santapaola occultandoli quanti di paraffina
Dall'altro avevano agito in tutta fretta per acquisire elementi per accreditare la loro tesi difensiva consentendogli così di riacquistare in breve via Libertà
Si trattava pertanto di un'eccezionale servizio di informazione dell'opinione pubblica è un impegno primo servizio per l'organizzazione mafiosa
Che mirava ad operare sotto traccia
Era un durissimo atto di accusa indirizzato nominativamente ripeto nominativamente a due esponenti di primissimo piano di Cosa nostra come Agate e Santapaola
Presidente possiamo fare un attimo di clausole offrire
Facciamo cinque minuti dieci minuti di pausa
Tenga conto
Non essendo un parlamentare
Allora
Nonché un terzo
Un po'
E allora possiamo riprendere
Grazie Presidente
E in questo aspetti non è l'avvocato Gallio fumé manca fosse difensore di
Non c'è l'avvocato Galluzzo siano
Scuse
Non so grazie
E in questo quadro
Ad esempio che va inserita anche l'intervista del venticinque maggio mille novecentottantotto DVD numero quindici della produzione della parte civile Carla Rostagno intervista fatta da Rostagno Claudio Fava
Già direttore dei giornali figlio del giornalista Giuseppe Fava teste al processo per l'omicidio ritenere
Nel corso del servizio lo spagnolo parlava di personaggi mafiosi di spicco quali Antimi no Antonino Calderone il fratello Giuseppe mandato a Catania dalle famiglie palermitane per creare un asse di alleanza
Prima parlava ancora degli imprenditori Renzo costanza Gramsci vincitori di numerose gare d'appalto non che dell'alleanza tra il minore e i santa
All'udienza del ventuno novembre due mila undici Fava in via preliminare precisato che unica emittente emittente televisiva interessata al processo era RTC in assenza di altri cronisti
Era un processo importante perché era una metafora della capacità espansiva di Cosa nostra perché rappresentava Trapani l'intreccio di interessi di mafia politiche affari
Si delineavano amo una nuova mappa una nuova geografia del potere mafioso
Con l'alleanza di Cosa nostra catanese con quella trapanese in quanto l'imputati Santapaola Agate Mangione avevano trovato un alibi nelle dichiarazioni di un imprenditore Caltanissetta
Che aveva riferito di una battuta di caccia con gli stessi così giustificando la polvere nascono rinvenuta nelle loro
In tal senso depongono altresì le precise indicazioni di di Malta secondo cui Rostagno stava seguendo anche la pista dell'impresa catanese Recco che va
Acronimo per rendere rendo Costanzo Geraci che si era
Gracile anche si era aggiudicata con l'intervento di Cosa nostra
L'appalto per i lavori all'aeroporto di noi
Birgi Rostagno
Condivideva la convinzione di un'ora porto fra imprenditori e potere mafioso e voleva descrivere l'importanza della Città di Trapani
Nel panorama mafioso come nuovo luogo dove il rilegittimarsi dopo il maxi processo di Palermo
Chiave di lettura di quanto stava accadendo in Sicilia
Nel servizio Fava e Rostagno discutevano dell'importanza delle banche come strumento per il riciclaggio del danaro del gran numero di sportelli bancari aperti nella città di Trapani
La circostanza dell'importante ruolo acquisito dalle famiglie mafiosi trapanesi nella geografia di Cosa nostra è stata confermata da una fonte autorevole come il dottor Borsellino Paolo Borsellino
All'epoca Procuratore della Repubblica di Marsala che nell'intervista contenuta nel DVD numero quattro sottolineava la funzione di collegamento operativo fra quelle catanesi e palermitane
La produzione documentale della difesa di parte civile nell'interesse di Carla Rostagno all'udienza del ventinove giugno due mila undici dimostra come l'analisi di Rostagno
Fosse molto documentata fondata su appunti manoscritti riportanti informazioni appresi da fonti confidenziali articoli di stampa della Sicilia l'europeo L'Espresso loro il Giornale di Sicilia il Corriere della sera La Repubblica
Che contenevano notizie su cosa nostro i rapporti dei palermitani con i catanesi in particolare con i Cavalieri del lavoro il sistema degli appalti gli omicidi di mafia
Salvatore senza DVD uno e due della produzione della difesa di Parte Civile Carraro Carla Rostagno
All'epoca facente parte del Direttivo regionale del Partito Comunista Italiano fortemente impegnato sia nelle analisi e denuncia del fenomeno mafioso sia nella realizzazione di un progetto di un'alternativa politica altra Trapani
Da offrire alla città di Trapani che in quel periodo vi devo una profonda crisi istituzionale
Dicevo Salvatore cui senza
Ha precisato che Rostagno avendo una forte politica passione politica
Era interessato a tale progetto politico ed era convinto che il primo passo era quello di conoscere la realtà trapanese e quindi il sistema di potere politico mafioso
Clientelare antidemocratico che permaneva la società
Secondo cui senza l'intento di Rostagno era quello di di svelare al fine di combatterlo proprio quell'intreccio perverso
E a tal proposito avevano programmato anche un'iniziativa editoriale una rivista che avrebbe sviluppato quella linea politica
All'inizio della trasmissione Rostagno esordisce informando i telespettatori della celebrazione del processo dinanzi alla Corte d'Assise di Trapani
A carico di Santapaola gatte riservato definendo l'evento straordinario ma che non era a suo parere adeguatamente seguito dall'opinione pubblica
In tale occasione hanno analizzato quanto successo nella mafia trapanese dall'omicidio Lipari in avanti perché tale diritto costituiva un punto di snodo per la storia trapanese
L'atto formale di dichiarazione di guerra ufficiale al sistema di potere dei cugini Salvo
Sottolineando che era stato sconvolto l'equilibrio di mafia
Trapanese con nuovi campi capi nuovo organigramma in quanto egli Rini erano subentrati di Milazzo nonché c'erano state alla guerra c'era stata la guerra di mafia ad Alcamo con numerosissimi chiede in tale ricostruzione Rostagno considerava l'omicidio Lipari come evento clamoroso
Paragonabile a sequestro Corleo all'omicidio addirittura del Generale Dalla Chiesa per sottolineare il mutamento dell'equilibrio politico mafioso atteso che il Sindaco Lipari era molto vicino in salvo
Ed è un referente di Ruffini tale diritto segnato il momento di crisi dell'egemonia dei sa
A conferma della nuova strategia violenta che insanguina ma la Provincia Rostagno sottolineava il mutamento del contesto ambientale
Prima dell'omicidio del Sindaco Lipari nel territorio di Trapani regnava la pax mafiosa testimoniata da un solo omicidio di rilievo
Poi si è assistito ad un'escalation ma con gli omicidi di Luppino Vincenzo di Castelvetrano di Accardo dei giudici Giacomelli c'è il gioco Montalto
Il cui trasferimento alla Procura della Repubblica differenze secondo Rostagno era stato determinato dall'intenzione del magistrato di mettere a disposizione la sua esperienza perché l'organizzazione mafiosa si stava espandendo anche in Toscana
Nel redazionale del due luglio mille novecentottantotto Rostagno nel prendere atto dell'impressionante recrudescenza in quel periodo di atti intimidatori nella Provincia di Trapani
Sosteneva che la sentenza di condanna che giudicava esemplare
Ripeto è esemplare nei confronti di Mariano Agate per l'omicidio del Sindaco vita Lipari aveva favorito l'emergere di gruppi minori e secondari che avevano deciso di scendere in campo
Come senza e Rostagno hanno evidenziato che il processo Lipari aveva rivelato i rapporti tra mafia trapanese catanese la protezione di Santapaola dei Cavalieri del lavoro di Catania
Nonché i rapporti con i carabinieri tant'è vero che l'ufficiale dei cc dei Carabinieri il capitano Melito era intervenire può intervenuto per fornire un alibi I fermati Agate Santapaola mangio
Mentre qui senza riferiva tali particolari emersi nell'istruzione dibattimentale lo spagnolo interna bella
Si intrometteva precisando che il predetto ufficiale era stato allontanato dall'Arma dei Carabinieri ed era stato assunto dalla Banca industriale trapanese riconducibile Ruggirello Giuseppe non so se ci rendiamo conto della
Della forza di queste affermazioni
Sia di tipo si additava una forza dell'ordine di essere assolutamente continuare o meglio degli esponenti una forza dell'ordine assolutamente contigui ai mafiosi
Con fatti precisi nomi indicate
Nel corso della trasmissione Rostagno chiamava in causa più botte Santapaola è Agate mostrata in visione immagini di repertorio con la fotografia dei due
Nonché quelle con a capo riservato in cella e definendo in particolare Agate come soggetto organicamente inserito nella cupola di Cosa nostra come indicato dal pentito Buscetta
La crescita di Cosa Nostra trapanese aveva favorito i rapporti con la politica perché la prima assicurava notevoli consensi elettorali e la seconda
Il teste ha ricordato in udienza le sue forti perplessità
Per la messa in onda di tali programmi non tanto per le rivelazioni
Quanto per i collegamenti effettuati ricevendo assicurazione era Rostagno che gli ha confidato l'esternazione allarmati siete dei pazzi dell'utile tour dell'editore bulgare la
Che però non aveva creato ostacoli alla trasmissione così come non aveva mai fatto in passato
Del medesimo tenore delle trasmissioni concluse EXE Cimino a dimostrazione di quanto lo stanno insistesse su certi temi connesse all'intreccio politica affari mafia
Rileva la puntata speciale con gli interventi di Dino Marino Gioacchino Vizzini all'epoca importanti esponenti del Partito Comunista locale e nazionale
DVD numero no
L'avvocato Marino all'epoca segretario della Federazione provinciale del Partito Comunista di Trapani che con lo spagnolo ed instaurato un forte rapporto di conoscenza e frequentazione
Dopo aver ricostruito il compenso di degrado che nel mille novecentottantotto aveva segnato la città di Trapani a seguito di numerose inchieste giudiziarie
Ha ribadito l'efficacia dell'attività giornalistica di Rostagno tramite le trasmissioni televisive di RTC
Il teste ha ricordato diversi temi di interesse di Rostagno fra cui spettava il fenomeno mafioso analizzata in concomitanza della celebrazione del processo unitario
Questo vento era stato un'occasione per Rostagno per evidenziare che tale diritto costituiva un segnale di debolezza di saldo e contestualmente l'affermarsi di un nuovo potere mafioso a Trapani
A seguito del cambio della DDA Scip dai minore a Virga la cui figura emersa solo molto tempo dopo nel mille novecento novantaquattro
Rostagno nei reportage sul processo Lipari aveva illustrato i rapporti della mafia trapanese con i Cavalieri del lavoro di Catania che dimostrava un nuovo sistema di potere mafioso rafforzato dal traffico della droga e delle armi
Per i quali una posizione speciale avevano i porti di Trapani Castellammare e Mazara del Vallo
A tal proposito rileva il documento dattiloscritto con alcune correzioni a mano allegato al verbale dixit dei di Marino del ventidue giugno due mila acquisita all'udienza del tredici luglio due mila undici
Che costituisce il testo del redazionale del quindici marzo mille novecentottantotto in cui Rostagno
Dopo un excursus sulla storia dell'aeroporto Ignazio Florio
Riferisce degli interessi degli imprenditori camionisti rendo Costanzo e grafici sulle aree porti della zona nonché degli appalti di manutenzione per tale opera assicurate a ditte di soggetti iscritti alla loggia massonica
Rostagno si spinge a riferire che l'ingresso dei Cavalieri del lavoro catanesi in provincia di Trapani era stato assicurato dai fratelli minore richiamando uno scambio di favori fra quest'ultimo queste ultime l'imprenditore Costanzo
Ma lo spagnolo va molto in profondità cava fondo sui disservizi di quell'opera pubblica indica le ditte locali che partecipano ai lavori menzionando per la prima volta la figura di Ciccio pace
Indicato come imprenditore creato dal nulla dei minorenni
Pace menzionato più Baltea anche con riferimento ad un'indagine nei confronti della Cassa rurale ricina per false fatturazioni finalizzata a costituire fondi neri necessari per pagare tangenti e Pizzo
Lo stadio si
Ma di far luce anche sulle operazioni di espropri dei terreni su cui era stato edificato la riporto non rinunciando lanciare dei forti sospetti forti sospetti sugli interessi economici dell'allora ministro Attilio Ruffini
è allo stadio per la prima volta nel marzo del mille novecentottantotto ad inviare raffigura criminale di Ciccio Pace il cui ruolo apicale in Cosa Nostra sarà accertato solo nei primi anni del Duemila
Allorquando aveva sostituito Vincenzo Virga alla reggenza del mandamento di Trapani era stato pace che nel due mila e undici aveva cercato di acquisire la Calcestruzzi Ericina confiscata proprio aprire
Rostagno concludeva il servizio con il riferimento altresì alla presenza nella gestione della riporto di Birgi anche della massoneria
In quanto il direttore generale era stato il massone Bertoglio la cui moglie era anche scritto alla Massoneria nell'ambito del centro scontrino di cui si dirà
Da qui a qualche minuto
Insomma la vicenda della costruzione della riporto Ignazio Florio
Era assolutamente paradigmatica per lo spagnolo perché era estremamente funzionale alla sua inchiesta che mirava evidenziano degli intrecci fra mafia
Il minore di pace e l'imprenditoria i cavalieri del porto e del lavoro la politica Ruffini la massoneria il centro scontri
Appare di tutta evidenza che l'attività di cronaca di Rostagno era estremamente pericolosa per l'organizzazione mafiosa
Non solo perché evidenziava cointeressenze con colletti bianchi ma soprattutto perché indicava il preannunciava anche un concorso a un percorso per le future inchieste giudiziarie
Che in quel periodo nero particolarmente attive per la presenza a Marsala con il Procuratore della Repubblica del dottor Borsellino
Assistiamo quasi potremmo dire ad una supplenza
Di Rostagno con la Procura alla Procura di Trapani Codici si nasconde falli riunioni riservate dice che la mafia non esiste il giornalista fa le inchieste
E si scopre quello che avrebbe dovuto scoprire il magistrato gli intrecci lecco interesse e questa è la diversità
E questa la novità
è questa l'eccezionalità
Dell'attività di Mauro Rostagno
Così facendo Rostagno mirava minata alla base l'organizzazione mafiosa che dicendo non poteva rimanere inerme a farsi schiaffeggiare deridere quotidianamente
Infine Marino oltre a ricordare l'audience dialettici a differenza di tenerci Rocco che invece di mafia parlava assai poco ha ricordato la credibilità che lo stanno aveva acquisito presso l'opinione pubblica
Per l'opera di denuncia sempre documentata e mai osteggiata dall'editore Bulgarelli la
Che in considerazione del successo della trasmissione aveva sottovalutato il pericolo di vita di Rostagno ritorniamo sul problema che avevo evidenziato prima
Vigini deputato regionale del partito comunista per la Provincia di Trapani
Ha innanzitutto confermato all'udienza del trenta maggio due mila dodici l'interesse di Rostagno per le inchieste soprattutto sul fenomeno mafioso che ostacolava il cambiamento della realtà politica culturale economica e sociale di tratta
La deposizione di Vizzini è stata significativa
Perché ha descritto in maniera precisa e puntuale
Qual è il grado di condizionamento dell'informazione locale in quel periodo ovvero la linea estremamente prudente
Dell'emittente tenerci rotto dell'avvocato Bologna
Che si limitava ad attività di cronaca
A differenza della martellante iniziativa di Rostagno con RC RTC ove si cercava di avviare una riflessione su tematiche si votanti come la mafia la corruzione della politica l'intreccio mafia politica e massoneria allo scopo di informare l'opinione pubblica
Per contrastare il vento di normalizzazione e ritorna dalle anzi oscuri ed invisibili
L'istruzione dibattimentale accertato dunque senza dubbio alcuno il profondo e crescente risentimento di tutto il Gotha di Cosa Nostra trapanese ma soprattutto di Agate nei confronti dei servizi giornalistici di Rostagno
Anche per il tono talvolta irridente che utilizzava per la cronaca dell'udienza del processo unitario
Il dato il disappunto si era manifestato in diverse occasioni con esplicite minacce nei confronti del giornalista degli operatori televisivi di RTC
Ma se non è stata raggiunta una prova certa di un mandato di morte da parte di Agate
Di certo Agata Espresso non sappiamo se in maniera diretta ma più verosimilmente indiretta lassù Vespa per esasperazione al capo della Provincia di Trapani Francesco ma
Matteo denaro
Che dinanzi ad tali vibranti rimostranze ha deliberato l'unica soluzione possibile vista l'intransigenza di Rostagno nel perseverare nella sua attività di denuncia nonostante i diversi avvertimenti recapitati lì ovvero
L'omicidio secondo il tipico modus operandi di Cosa nostra
Rostagno
Attraversi sui servizi
Ha cercato altresì di evidenziare svelare
Gli attività delittuose perseguite da Cosa Nostra che ne avevano accresciuto il prestigio al potere economico in particolare il traffico di sostanze stupefacenti ma anche quello delle armi infine quello dei rifiuti che lui dei primi passi
Il tema della droga era fortemente avvertito da Rostagno
Perché strettamente attinente alla sua originaria missioni ideale di recupero e di protezione delle giovani generazioni minacciate dalla dilagante piaga dell'abuso delle droghe
Il suo impegno terapeutico nella comunità Stramanà Lenzi si fondava su un metodo non costrittivo la terapia autorizzativa
Come era accaduto in altre realtà di recupero come quella di San Patrignano di Vincenzo Muccioli ma piuttosto
Dava la meditazione
Ereditata dalla passata esperienza ENI
Gli alla liberazione dell'ente energie interiori detto si conta colto Sico dipendenti attraverso danze canti all'aria aperta in un luogo bello
Greco ricorrendo ai più diversi ritmi musicali in modo da risvegliare le forza lungo assopita dal torpore indotto la di stupefacenti
Come si evince dei documentari realizzate all'interno della comunità di stamane riprodotti nel DVD dieci e sedici
Rostagno non trascurava l'obiettivo fondamentale del reinserimento dei tossicomani tossicodipendenti nella società civile
Abbiamo già un mestiere ognuno secondo le proprie inclinazioni dopo averli inseriti laboratori di infondere affitti di un po'grafica o nelle officine meccaniche presenti in comunità
E in tal senso devono essere così deve essere considerata l'esperienza lavorativa presso RTC di Tommaso torinesi Alessandro Piccolomini Massimo Corinne Monica Serra che li creerà una forte delusione
L'esperienza nell'emittente televisiva RTC di alcuni di essi costituiva una parte significativa della Fiera
La sua stessa esperienza giornalistica RTC nasce dall'esigenza di creare un ponte tra lo stato di emarginazione dei tossicodipendenti e la realtà esterna
Invero l'istruzione dibattimentale ha dimostrato un cambiamento di atteggiamento di Rostagno in ordine al problema delle droghe
Infatti come sottolineato dalla Rovere confermato da altre fonti tra cui Fava Rostagno mentre nei primi anni Ottanta era favorevole alla liberalizzazione dell'uso delle sostanze stupefacenti
A seguito dell'esperienza maturata nella comunità terapeutica ha capovolto la sua impostazione
Assumendo la posizione netta e ferma di contrasto ad ogni forma di droga come spiega molto efficaci mente nel redazionale del tredici aprile del mille novecentottantotto
Allorquando sosteneva e ripeto testualmente
Non esiste droga pesante o droga leggera la droga può essere leggera o pesante Marastoni
E Sempre pesante
Per cui l'impegno prioritario che si era imposto
Non più ideologico come scelta di libertà emancipazione ma concreto più alto era quella di assistere recuperare persone con difficoltà vivere come tossicodipendenti cercando di evitare l'autodistruzione
Il giornalista voleva fornire all'opinione pubblica un'informazione quanto più completa su questo argomento ricostruendo i canali di A
Into the la droga il ruolo svolto in tale settore da parte di Cosa nostra nonché gli enormi profitti economici in grado di condizionare le istituzioni democratiche
Perché lo spagnolo era profondamente convinto che la droga e la mafia sono due fenomeni in inscindibili per cui combattere l'una equivaleva a combattere l'altro
Nel corso dell'intervista Salvatore cui senza DVD quattordici
Rostagno osservava come la mafia di Trapani sia stata la prima a scoprire le immense potenzialità del mercato della droga e di essersi dedicata a questo Big Business
Lo stagno ricostruiva la storia del traffico di stupefacenti nel trapanese sin dagli anni Cinquanta quindi facendo nomi degli esponenti criminali sia della Provincia sia dei punti di riferimento delle famiglie negli Stati Uniti in particolare nel di urgenza
E della loro evoluzione da commercianti a produttori
Con un salto di qualità anche nella politica criminale più agguerrita con la nascita di un nuovo gruppo dirigente che si accompagna la crescita parallela dei Corleonesi
Sotto allo stadio sottolineava la pratica dei sequestri di persona al fine di ottenere Capitani necessari per finalizza per finanziare l'attività di produzione della droga
Il giornalista proponeva brutalmente una chiave di lettura circa i rapporti tra mafia e politica e cioè
Come la nuova forza economica acquisita dalla mafia col traffico della droga fosse in grado di
Condizionare le scelte della classe politica
Tutto ciò che viene detto nella trasmissione conclude Rostagno
Si basa su dati pubblici nessuno scoop ha fatto parte Iscoop dice ma vengono riproposti al fine di illustrare l'attenzione e civile nella nostra provincia
Nel corso del servizio
Lo stanno evidenziava come Mazara del Vallo e quindi Agate fosse diventato l'epicentro di attività mafiose come dimostrato dal ritrovamento della più grande raffineria di droghe in Europa in contrada Vigini ad altri
Rostagno sottolineava il radicale cambiamento perché l'organizzazione mafiosa e non si occupava più solo di smercio ma della produzione e del trasporto trasporto che rassicurato dei pescherecci di Mazara del Vallo
Trapani non era più un luogo di mero passaggio ma era snodo centrale del più importante il business di Cosa Nostra qual è la droga e dunque
Esaltare il ruolo di subalternità della Cosa nostra palermitana rispetta quella trapanese
Nel reportage contenuto nel DVD tre lo stanno indicava la Thailandia uno dei Paesi del triangolo d'Oro quale base del traffico internazionale della droga il cui principale esponente comunanza era in grado di comperare i Paesi
Governi avvocati
Giudici poliziotti magistrati fonti di informazione non che aveva come strategia quella di sostituirsi a Cosa nostra e di prendere direttamente in mano le vie del traffico internazionale della droga
L'importanza del tema della droga nell'attività di inchiesta di Rostagno era confermate dalle interviste del venticinque gennaio ottantotto
DVD quattro e undici ad una fonte assolutamente autorevole per il ruolo ricoperto quale il dottor Paolo Borsellino all'epoca Procuratore della Repubblica di Marsala
Il magistrato spiegava come la mancata scoperta di nuove raffinerie dopo quelle smantellate tre anni prima
Non fosse dovuto a un venir meno dell'interesse di Cosa nostra nel mercato della droga quanto una semplice rinuncia al plusvalore derivato dall'aver fine azione in quanto le sostanze stupefacenti
Arrivavano già raffinate dall'Estremo Oriente mentre i canali di approvvigionamento e redistribuzione erano ancora saldamente in mano a Cosa nostra come emergeva da indagini giudiziarie
Che provavano che la droga arrivava in Sicilia per poi ripartire
Borsellino proseguiva ricordando il sequestro del cargo Fidelio il più grosso sequestro di droga inviarmi effettuato nel Mediterraneo definito mare infestato il cui processo era stato trasmesso per competenza da Palermo al Tribunale di Trapani
Io allora
Gli accertamenti compendiati nella nota della Guardia di Finanza e la documentazione ad esso allegato segnatamente l'ordinanza di rinvio a giudizio del giudice istruttore del tribunale di Palermo
Del tredici gennaio ottantasette del dodici maggio ottantasette nonché la sentenza della Corte di Assise di Palermo del primo giugno novantaquattro
Hanno verificato che il tredici marzo mille novecentottantasei nei pressi della costa sarda la Guardia di Finanza aveva abbordato la nave Fidelio battente bandiera un buco honduregno
Sequestrando sei tonnellate circa di sostanza stupefacente del tipo hashish occultata in grave in grandi camere d'aria per pneumatici gli autocarri traendo in arresto i dodici membri dell'equipaggio tra cui il comandante
Reperibili i leaders va be'qua stufo cresciuta
Durante le operazioni di abbordaggio erano state gettata mare numerose casse contenenti anche armi secondo le indicazioni del comandante il natante era di proprietà dell'armatore con rito Emanuele cittadino italiano da tempore
Si tenta Cipro noto agli organismi antidroga italiani poiché composto in passato in analoga in cui in analoghi episodi di traffico internazionale di sostanze stupefacenti verso l'Italia
Proprio con la stessa nave Fidelio allora Givenchy e prima ancora Sandro
La nave era stata noleggiata dal greco calabrese Canavese di cui vi risparmio il nome così come dal libanese organizzatori del traffico di stupefacenti unitamente ad altro soggetto di palese inteso Big Daddy
Le indagini avevano accertato rapporti di con rito con soggetti di rilievo della criminalità organizzata nel contrabbando annotati in alcune agende tra cui
Guarda caso
Alfio Ferlito
Della famiglia mafiosa di Catania
Corrado Bianchi uno dei maggiori fornitori di tabacco lavorato estro i siciliani napoletani Rosario ricco buono capo della famiglia mafiosa di Partanna Mondello di Palermo Francesco mangio on
Inteso Ciccio firma Arup figlio naturale del boss Nitto Santapaola legato ad un altro
Al narcotrafficante
Gas hanno Buscè bel coinvolto nella vicenda dell'assassino del giudice Rocco Chinnici
Badate bene si tratta del medesimo mai John sospettato dell'omicidio del Sindaco Lipari nel mille novecentottanta
A conferma del legame fra catanese trapanesi quanto al traffico di droga di armi
Secondo l'ordinanza del giudice istruttore
La nave trasportava droga e armi che erano già stata scaricate sulla costa italiano in Sicilia prima dell'abbordaggio da parte della finanza ed erano state destinate alla criminalità mafiosa cinque Sicilia dunque
Quello
Che Rostagno segnalava denunziato
Risultava perfettamente riscontrato
Era così e su questa attività Cosa Nostra e l'intransigente non ammetteva questo riflettore
Che significato ha significato che poi lo Stato era obbligato
A controllare quei posti quei porti scusa
Dove sisma già smerciava tranquillamente
Quella tranquillità che si terne si perdeva
E questua un dato che non vede assolutamente essere dimenticato sottaciuto
Si colpiva nella carne agli interessi di Cosa nostra
E se aveva il
Il conforto dell'autorità giudiziaria quella che voleva veramente fare le indagini
Sulla droga sul tema della droga e da segnalare l'ultimo redazionale di Rostagno DVD diciassette trasmesso da RTC poche ore prima dell'omicidio
Che costituisce il testamento del pensiero di Rostagno per il messaggio veicolato quale denuncia della mafia
E nel della incapacità politica di gestione del fenomeno della droga
Socialmente comprensivo di persone di ogni età e classe sociale
Il servizio
Tra espunto dal due notizie definite da Rostagno clamorose
La proposta del Congresso americano di punire gli omicidi connessi alla droga con la pena di morte e quella di punire con dieci mila dollari di multa chiunque venisse trovato in possesso di droga e di ogni specie e quantità
Dicevamo il servizio offre lo spunto per trattare dello stato della legislazione in materia di stupefacenti in Italia
Che all'epoca risultava ferma alle dimensioni del fenomeno di tredici anni prima e quindi sorpassata dall'inarrestabile dilagare dello stesso con preoccupazione generale dei cittadini dice Rostagno
Molto meno fra i politici che naturalmente attengono per la cappa altre questioni che secondo loro sono più importanti per esempio l'ora di religione
Sottolinea ironicamente pertanto la nonchalance dei politici sul problema i quali riuscivano a far dividere il Paese su un tema socio mente marginale come l'ora di religione trascurando una questione sociale che riguardava tutta la gioventù e quindi il futuro di una generazione
Il reportage si concludeva con un'intervista don Pierino Gelmini in occasione di una manifestazione a Palermo sulla droga all'esito della quale il prelato inveiva contro la mafia
Definita un polipo che può diventare la maschera della prudenza nelle persone di vivere di e ignaro bene
Ebbene
Questi servizi rappresentavano un invito all'unità delle forze migliori dello Stato
Per fronteggiare il problema della droga evitando di adottare la politica dello struzzo avendo ben presente che l'avversario da battere Cosa nostra
L'organizzazione criminale di spaccio di tale strumento di morte ma anche costituivano un segnale importante finalizzato ad evidenziare la centralità di Trapani nel traffico di armi e droga
Come sede di raffinerie di eroina nonché ancora una volta l'importantissimo ruolo svolto dalle famiglie mafiose trapanesi quale collegamento operativo tra quelle catanese e palermitana
Senza trascurare la circostanza
Che Agate Mariano ancora una volta lunghi era pienamente coinvolte in tale settore come dimostrato incoerente Iriondo dalle sue prime condanne definitive riportati proprio per traffico di sostanze stupefacenti
Pertanto non era certo soddisfatto di essere costantemente menzionato o additato come uno dei responsabili della crescita di tale fenomeno nella Provincia di Trapani
E causa delle numerose morti di giovani per overdose che lo stagno
Contava giorno per giorno
Nell'intento di evidenziare all'opinione pubblica l'allarme per questa piaga sociale
Altro tema che aveva particolarmente interessato Rostagno in diversi redazionali era quello connesso allo smaltimento dei rifiuti ovvero la cosiddetta monnezza
Trattato nell'ambito del degrado morale e civile che attraversava all'epoca la città di Trapani
Un primo accenno a tale argomento lo si coglie nell'intervento del quattordici aprile mille novecentottantotto pagina settanta settantaquattro del di Mourinho
Ripresa in quello del ventidue aprile mille novecentottantotto pagina novantuno di Mourinho
In cui si prospetta un cambiamento radicale
Nelle modalità di gestione di alcuni servizi
Fra cui anche quello della raccolta e del trasporto dei rifiuti nella prospettiva di un miglioramento della qualità di vita
Il ventitré aprile mille novecentottantotto pagina novantanove sempre di Mourinho Rostagno da RTC fa un invito alla cittadinanza mantenere la città pulita in modo da costringere la classe politica gestire in maniera pulita l'amministrazione pubblica
Appello ripreso nel redazionale del ventinove giugno pagina centocinquantacinque di Mourinho ironizzando sui nuovi cassonetti per la raccolta della spazzatura
Si trattava di appelli che certa evidenziavano la distanza e la solitudine abissale di Rostagno rispetto alla realtà ma che offrivano un forte segnale cominciando a dare alle cose loro giusto nome come nel caso della monnezza
Lo spagnolo ittici anche su questo tema non si limitano a costituire una fonte di informazione
Ma danno rilievo risonanza a queste problematiche sulle quali Cosa nostra aveva appuntato il suo occhio attento e vigile in quanto settore fonte di rilevanti illeciti guadagni
Infatti lo smaltimento illegale dei rifiuti è un affare assai lucroso a basso rischio anche sanzionatorie giudiziario
Che richiede investimenti molto ridotti se non addirittura nulli e soprattutto per un business legato a una domanda sostanzialmente inesauribile
Le associazioni criminali infatti Lester ad adeguarsi né all'evoluzione dell'economia e del mondo degli affari sono costantemente in cerca di nuovi per beni di conquiste pronte ad entrare ovunque vi siano ampi margini di guadagno
E fra tali settori uno dei più a le parti in quel periodo è certamente quello relativo al traffico dei rifiuti nel quale alla carenza alle difficoltà dei controlli
Corrisponde la possibilità per operatori senza scrupoli di ottenere elevatissimi ricavi senza correre Serri rischi
La vicenda di Di Falco Pietro ne è stato un esempio evidente Di Falco Pietro nato a Palermo deceduto è stato tratto l'arresto del primo agosto del novantacinque per il delitto di associazione a delinquere finalizzata allo smaltimento di rifiuti tossico-nocivi
Provenienti dal territorio nazionale ed estero
Le indagine hanno accertato il collegamento di Di Falco con l'organizzazione mafiosa Cosa nostra al fine di accaparrare siti dove stoccare i rifiuti tossici
Il De Falco organizzava lo scarico di rifiuti presso la cava di Montanaro provincia di Torino e individuava nuovi siti da adibire allo smaltimento
Di Falco poi è risultato soggetto di fiducia di Ambrosio Francesco esponente del clan camorristico dei Fabbrucci
Ebbene
L'interesse di Rostagno anche per questa tematica dava molto fastidio Cosa nostra anche perché si trattava di una questione non particolarmente avvertita dalla collettività ove Cosa Nostra muoveva i suoi primi passi
è stato accertato il solo molti anni dopo le denunce di Rostagno che Virga Vincenzo
Avvalendosi del contributo di Giuseppe Messina Lipari Giuseppe aveva costituito numerose società cooperative
La lex vedi il vino la propria nessi tra svolto trasporti del Cotrina anche e soprattutto la promozionare servizi guarda caso le denunce sono dell'ottantotto
Questa società quando si costituisce gennaio dell'ottantanove
Cioè
Quasi che lo stanno avesse suggerito
Qualcosa
E su quello che invece il buon cocci dove era cercare di attirare l'attenzione anziché nascondersi nelle stanze
Cosa che non ha fatto
Guarda caso quella società
Si è aggiudicata
Lo ripeto la promozionale servizi
Si è aggiudicata il raggruppamento di impresa con la nota forniti impianti industriali di De Bartolomeis
La gara indetta dall'alto numero uno di Trapani per il trasporto e smaltimento dei rifiuti ospedalieri nonché nel novembre del mille novecentonovanta si occupava del trasporto del composto prodotto dall'impianto di riciclaggio
Di Contrada Belvedere di Trapani
Cioè di un'attualità la denuncia di Rostagno impressionante
Aveva visto più avanti addirittura dei mafiosi del signor Virga
Che nel gennaio dell'ottantanove
Avvia quella società è quel business
Lo stagno era stato uno dei pochissimi a Trapani che aveva indagato sulle vicende più chiacchierate della politica locale sugli intrallazzi di Palazzo come li definiva lunghi
E che aveva denunciato apertamente la mala politica fatti di natura di mafia come facile desumere dalla visione dei servizi televisivi e dalla lettura dei LEA redazionale da lui realizzati
Che avevano sviscerato gli ambigue relazioni di connivenza
Convivenza fra l'universo mafiose il mondo della politica trapanese
La classe politica trapanese e comunque locale è stata rappresentata e rivelata all'opinione pubblica
Nella sua dimensione di mediocrità grettezza insensibilità le istanze di cambiamento e rinnovamento nella convinzione nella totale impunità
Tant'è vero che Rostagno parla il ventidue aprile del mille novecentottantotto del Consiglio Comunale di palazzo da lì come del Pala
So di arriva Barba dei quaranta ladroni a causa dei numerosi arresti per malversazione il pubblico denaro dai mazzette tangenti
Il ventinove aprile non esita ad indicare del marcio in Danimarca
Per la Giunta del Sindaco Agugliaro perché ciò che vale non è il merito dice Rostagno stesse pulito però e le e sporche ma l'appartenenza ad un gruppo politico sociale o meglio ancora definito tutto definito tribù o sotto tribù
Per rappresentarne la primitivi tale il modo di governare
Sono delle immagini bellissime chiarissime
Efficacissimo
Un massacro per quella classe politica
Vedremo perché
Rostagno il coraggio di indicare nominativamente i politici coinvolti in questo degrado civile e morale ma non si limita solo ai soggetti che contano estende il giudizio durissimo anche nei confronti di funzionari e dipendenti pubblici
Dei quali dei quali evidenzia la poca trasparenza e l'opacità della gestione della cosa pubblica
Nei confronti di imprenditori privati non trascurabile comprimarie le comparse che risultano più pericolose perché operano nell'ombra dando luogo ad accordi e spartizione sottobanco soprattutto di posti di lavoro
Si tratta di un'analisi in maniera martellante ossessiva spietata
Che non restarne alcuna formazione politica evidenziando il cannibalismo politico la rigidità di potere on oltre ogni norma ove la cosa pubblica è un unico Orso da sport quale sul quale tutti siamo dentro
Restauro spagnolo ha rispolverato il suo impegno civile e politico ma non più con i toni di contestazione che lo avevano contraddistinto nella protesta Giovene diede sessantotto condotta continua
Marco ma
Muovendo da una visione concreta
Che pone come punti fondamentali la questione morale e quella democratica per il sospetto delle regole democratiche
Delle istituzioni dello Stato
Con il sostegno all'azione repressiva della magistratura delle forze di polizia che proprio nei primi mesi del novanta dell'ottantotto avevano fatto assaporare a Trapani un clima nuovo una nuova primavera
Ecco che lo stagno segua attentamente quotidianamente
Ne redazionali di marzo-aprile dell'ottantotto le fasi della crisi più acute della Giunta qui partitica del Sindaco di Trapani Vincenzo Agugliaro sostenuto dalla Democrazia Cristiana dei socialisti dei repubblicani
Analizza le difficoltà di trovare una soluzione politica invocando trasparenza nell'amministrazione dopo lo scandalo del doppio bilancio
Di Malta Vizzini Marina senza
Hanno ricordato che la questione era esplosa
A seguito di un'interpellanza al Presidente della Regione Nicolosi presentato da alcuni consiglieri di opposizione del Partito comunista Vizzini Parisi la porta
Era emerso che il Comune di Trapani aveva accumulato enormi passività senza alcun controllo e senza riferire mai al Consiglio comunale
Attribuendo nella responsabilità principalmente al predecessore Sindaco Carluccio ma anche a Francesco Canino esponente della Democrazia Cristiana cristiana
All'epoca assessore regionale agli enti locali accusato di immobilismo in quanto voleva coprire gli amici
Era stato Bartolo Pellegrino Capogruppo del Partito Socialista Italiano a Palazzo da lì a denunciare l'entità dei libri di non iscritti al bilancio del Comune di Trapani
Per far fronte ai quali erano stati messi nei in vendita alcuni beni di rilievo del Comune
Rostagno
Dopo aver verificato la fondatezza della notizia aveva avviato una campagna per la
Trasparenza e moralizzazione denunciando il comportamento dei vari assessori che avevano creato un Bilancio parallele occulto un conto in nero Palazzo da lì
Contattando direttamente alcune banche per concordare i tassi di interesse sui prestiti del Comune
Non che erano stati approvati con ordinanze sindacali numerosi interventi urgenti in favore di amici e clienti mai pagati
Per cui erano stati emessi numerosi ingiunzioni di pagamento della magistratura
Che avevano determinato un enorme danno economico al Comune di Trapani indicato a bilancio per l'importo di cinque miliardi e settecento milioni ma realtà quantificato in circa venti miliardi
Il giornalista aveva invitato gli amministratori pubblici a chiarire la vicenda in quanto sino a quel momento si erano sottratti invocando ad un'assunzione di responsabilità
Anche perché era stata paventata per fra fronte a tale situazione economica disastrosa
Addirittura la svendita di pezzi della città come le scuole gli edifici pubblici ove sono allocati gli uffici del Comune le proprietà pubblica e come lazzaretto il macello comunale l'ex depose Tosato
Invero
Lo stadio proprio per assicurare all'opinione pubblica un'informazione completa aveva sollecitato un dibattito sul tema invitandola elvetici i diretti interessati a dimostrazione che la sua posizione non era preconcetta o demagogica
Mentre Pellegrino non aveva di aderito addirittura invitando il giornalista ad andare a zappare diventa condotte era stato adottato da un gli Hare canino
Nell'intervista al Sindaco del ventisei settembre ottantotto riportato nel DVD numero otto
Auguri chiaro respingeva categoricamente le accuse
Difendeva l'operato del tesoriere del Comune ovvero il Banco di Sicilia che applicava i tassi previsti per legge procacciava percorsi di trasparenza ma era ripetutamente interrotta messo in difficoltà caro stanno
Precisando che il debito risaliva le giunte trapanesi a partire dall'ottantadue pertanto il Comune di Trapani era costretto a pagare per ripagare il debito un tasso di interesse al Banco di Sicilia intorno al ventitré per cento
L'intervista Canino contenuto nel DVD numero sei
Era preceduta dalla ricostruzione della figura politica
In chiave assistenziale e clientelare in quanto erano mandate in onda immagini dell'arrivo dell'esponente politico al parcheggio antistante l'hotel seria di un convegno con distribuzioni di baci e strette di mano ai numerosi presenti in sottesa
Dico noi purtroppo siamo condannati
Arrivino ad esempio in queste scelte
Questi schiavi
Che ha appena arrivo un politico si inginocchiano erbacce
Siamo condannati questo
A questo teste scendi di schiavitù dai verbali farò purtroppo però
Siamo noi
Volerci liberale
Questi dati è la realtà drammatica un ex Presidente lei ha la Regione era soprannominato basta basta
Ma credo che ama essere ricordati solo per questo e perdonate
Lo stagno chiedeva chiarimenti sui bilanci nero del Comune di Trapani e sollecitava un'immediata ispezione da parte della Regione
Che hanno il cammino si dichiarava disponibile a tale iniziativa che si riprometteva di intraprendere non appena l'interrogazione parlamentare mi sarebbe stata notificata
Ma di fatto non forniva alcuna risposta mi alcun chiarimento per cui era incazzato da Rostagno che sottolineava l'accumularsi dei debiti
Voi vi rendete conto che è bello questo giornalismo chiami l'esponente politico e farà contare quello
Che
Ovviamente
E quello che vuole raccontare il politico
Finisce addirittura Ossana giustamente perché secondo me non ne poteva più di sentire certe stupidaggini interrompere gli contestava le cose ma qua diverso al Comune risulta così il bilancio è così
Ma vi rendete che ancora oggi assistiamo a delle interviste
Scritti a tavolino
Ai giornalisti in televisione la carta stampata che non fa una domanda critica una contestazione
Dobbiamo sentire dai politici delle stupidaggini immani
Giornalisti sempre assenti
Che apparecchiano studi televisivi c'è stato quel fuori onda sulla RAI che ha visto come un esponente politico di primo piano un po'innervosito per una domanda aveva
Ripetuto al conduttore
A il nostro accordo era diverso ma quarantotto la stampa deve essere libera
Ammettiamo di queste interviste ritagliate su misura confrontiamoci coi problemi reali
è quello che voleva rossa è per questo rossa e nera apprezzato dalla gente perché le domande di Rostagno erano le novanta né contestazione nei singoli e normali cittadini
Che quindi avevano un confronto con la politica politica che faceva schifo
La visione di tali documenti offre una lezione di giornalismo serio
Professionale documentato libera e indipendente a cui non siamo più abituati da troppo tempo
Laddove le interviste sono cucita addosso agli interlocutori con i quali si concordano le domande per consentire loro di non trovarsi spiazzati
La denuncia più violente forte del degrado morale e politico
Dell'Amministrazione Comunale di Trapani è stata indirizzata vero Spagna nei confronti di Giuseppe Luigi Mauro Guerra padre in figlio entrambi esponenti del partito socialdemocratico per il quale avevano assunto molteplici incarichi politici
Non che erano stati nominati più volte assessori circostanze che avevano indotto Rostagno a parlare nel redazionale del ventotto aprile mille novecentottantotto di dai nazisti nella gestione del potere
Rostagno dapprima dava notizia dell'arresto nel febbraio ottantotto di Luigi Manno guerra per truffe concussione perché prometteva e vendeva i posti di lavoro avviso occupati
Poi diciannove aprile dell'ottantotto comunicava l'arresto anche del padre Giuseppe mano guerra per detenzione illegale di armi la cui posizione si aggraverà a seguito della contestazione di reati di truffa concussione millantato credito
Il ventitré aprile Rostagno aprile Rostagno il notiziario scusatemi parlando in maniera sarcastica di gente che esce dal carcere trapanese
Riferendosi a mano guerra Giuseppe il cui operato politico era definito parole testuali schifoso
Frutto di sciacallaggio perché strumentalizzata poveri disgraziati ai quali promettevo vendeva posti di lavoro in cambio di denaro seguendo una vignetta logica del ricatto
Ma non guerra approfittava della povertà Altobelli e ciò si protraeva da molti anni come era emerso dagli accertamenti patrimoniali e finanziari arrivando a sostenere che c'era del marcio in Danimarca e che il marcio stava venendo fuori
Invero nonostante le durissime critiche anche in questo caso
Rostagno non rinunziato dal metodo democratico al rispetto della dignità altrui offrendo a mano guerra la possibilità di replicare alle accuse che gli erano scagliate contro molto violentemente
Nel DVD cinque
è riportata l'intervista Luigi Mauro Guerra appena scarcerato
Al predetto veniva chiesto di raccontare la sua esperienza del carcere lasciandolo parlare liberamente senza contraddittorio
Tant'è vero che il politico non POR devo occasione per lanciare un'invettiva all'indirizzo delle emittenti private che distruggono gli uomini politici in mancanza di una pronuncia definitiva della magistratura
Ma un'altra inchiesta di Rostagno scuoteva la politica locale lo turbava profondamente
Alla cronaca degli scandali di palazzo da lì degli omicidi di Castelvetrano e di Mazara del Vallo se la Giunta anche Marsala che sino a quel momento era rimasta estranea
La Roveri ha ricordato che proprio questo tema era stato trattato con il compagno a pranzo il ventisei settembre perché ero stanco giudicava esplosiva la situazione di Marsala perché stavano accadendo cose grosse
Il giornalista era convinto che non fosse la solita questioni di Truffaut mazzette di basso livello ma aveva contorni decisamente più ampio
Di Malta ha precisato che proprio questo argomento aveva determinato nel pomeriggio di quella giornata un radicale cambio di rumore di atteggiamento di Rostagno
Che in maniera irritata gli aveva risposto che di politica non voleva più occuparsi invitandolo a rivolgersi a Ninì Lavazza
Hanno detto alla circostanza che quest'ultimo lavorava quale addetto stampa per Palazzo D'Alì e che quindi era in grado di relazionarsi con gli esponenti politici senza i ritardi
Che l'argomento di nervosismo di Rostagno fosse proprio l'inchiesta su Marsala è stato confermato dalla Ingrascì otto
Secondo la quale il giorno del delitto lo Spanjolli confido di aver appreso circostanze molto gravi e rilevanti sullo schermo sullo scandalo di Marsala che non potevano essere ripetute in televisione
A tal proposito di Malta aggiunto che il sabato antecedente l'omicidio lo stallo stanno era stata Marsala lotta al Presidente o che aveva avvicinato il sindacalista della CISL Santoro che li parlo in maniera riservata
Come avvenne poco dopo con Canino in macchina ruspante no gli confidò che stava scoppiando a Marsala una bomba uno scandalo clamoroso per il quale il Procuratore Borsellino aveva le mani legate ed era coinvolto maresciallo dei Carabinieri
Rostagno in quell'occasione era molto citato dalla notizia
Ricorda di malto era così eccitato che ascoltando una canzone di Pino Daniele ISU PACS ripeteva il
Costantemente il ritornello di questa canzone il sottopasso
Proprio perché a differenza dei cocci dei montanti
E non era il suo mestiere Rostagno andava avanti a schiena dritta
Lo spagnolo e va concentrato la cronaca costruttore fatti eclatanti verificatesi a Marsala in quel periodo
Le indagini per corruzione nei confronti del Presidente dell'Ente Teatro
Mediterraneo violi cari esponente del Partito Socialista in merito all'organizzazione della manifestazione culturale mozione trentotto i cui fondi erano finiti sui conti correnti degli amministratori
Il commissariamento dell'Ente Fiera dei vini che comportava l'annullamento di tutte le manifestazioni infine la sospensione dopo anni di rinvii del concorso per Birgi urbani per motivi tecnici mai specificato
Dunque
Oltre all'amante anche la politica trapanese non accettava di essere giudicata di essere messa la sbarra abituata ora sembra l'impunità punibilità ma anche alle responsabilità politica
Il linguaggio diretto crude duro di Rostagno
Il ritardo è preoccupava appunto che alcuni testi hanno riferito di interventi di Cabella che non voleva inimicarsi Dessì imperative del Partito Socialista o anche quelli del democristiano Canino nei confronti di Bulgarello confidando nella questione
Che l'editore avrebbe potuto esercitare per tutelare i propri interessi
Economici di natura imprenditoriale che imponevano di confrontarsi con politici amministratori soprattutto in occasione dell'aggiudicazione delle gare d'appalto
Ma perché lo stanno faceva tanta paura a quella classe di potere che il giornalista definiva in maniera efficacia vedo di del potere
Perché le denunce di Rostagno miravano a combattere la reticenza la scarsa memoria ma anche la distrazione di tante persone anche suoi colleghi
Sollecitava nel momento del dissenso indicavano la strada della ribellione della rivolta attenzione
Pacifica e democratica nel rispetto delle regole delle istituzioni democratiche nella ritrovata convinzione della saldezza imponenza delle istituzioni statuali
Un invito ad un radicale cambiamento alla liberazione da un ceto politico inerente il corrotto ormai superato una presa della Bastiglia della società civile che non poteva essere più rimandata
Le inchieste di Rostagno non sono altro che i segnali premonitori del disfacimento di quel sistema di potere chiede lì a pochi anni avverrà conta aggetto
Rostagno dava fastidio perché aveva fotografato
E fatto conoscere all'opinione pubblica quel sistema di potere corrotto che in questa terra è strettamente intrecciato col potere mafioso e che troverà il suo collante naturale la sua stanza di compensazione
Nelle segrete trame della massoneria deviata
Perché questo fosse il punto nevralgico toccato da Rostagno dimostrato dei ripetuti inviti anche amichevoli a disinteressarsi di tale preoccupante connubio come si evince da diversi redazionali di cui il pizzo
L'istruzione dibattimentale
Segnatamente le deposizioni dei testi montanti Cannarsa dei carabinieri all'udienza del quindici giugno due mila undici
Bozza all'udienza del trenta gennaio due mila e tredici i rapporti giudiziari della squadra mobile di Trapani il cinque settembre ottantasei
Della Criminalpol del venti febbraio ottantasette dei Carabinieri del reparto operativo di Trapani il ventidue giugno tanta sette
Acquisiti tutti al fascicolo del dibattimento
Hanno evidenziato
Che a seguito della perquisizione dell'undici luglio ottantasei effettuata dalla squadra mobile di Trapani allora diretta dal dottor Saverio Montalbano presso i locali del centro scontrini studi scontrino in via Canonica due Trapani
Era stata acquisita copiosissima documentazione
L'indagine era stata avviata l'esito di un esposto anonimo concernente la mancata indizione di regalare regolare concorsi nel corpo di Polizia Municipale di Trapani
L'analisi di tale materiale documentale
Gli accertamenti esperiti a riscontro la presenza di un tempio massonico avevano rivelato che il Centro studi scontrino
A parte le iniziative culturali celava l'esistenza dell'operatività di una loggia massonica segreta definita ci
Al cui vertice vi era Grimaldi o Giovanni
Professore di filosofia maestro venerabile diritto se fosse scozzese antico con numerosi precedenti penali
Sono stati acquisiti gli elenchi delle logge massoniche i dissidenti i siti e due o si vede sullo d'alto guida ma Cafiero che prima o dopo aveva riunito sotto la suggestione e con sede nel centro scontrini dicevo invia Carretta dunque
In merito alle suddette logge Natale Torre grossa braccio destro di grandi prima o dopo
Aveva solo denunciato il sette febbraio del mille novecentottantuno l'allestimento di un tempio marzo dico massonico corredato dalle cinquantuno simboliche spade rilettura
Tale associazione era occulta perché veniva tenuta cerata sottraendolo alla conoscibilità degli estranei la sua stessa esistenza la somma effettiva compagine soggettiva e perché erano clandestini sui veri autentici Fini
Tra gli iscritti negli elenchi acquisitivi erano molto agli altri
Soltanto Giovanni Ragioniere Capo del Comune di Trapani Lentini Giuseppe colonnello delle Forze armate comandante dell'esercito attratto
Tranchida Pietro imprenditore Natale Torre grossa agente di viaggio Giuseppe in grande assistente alla Commissione Provinciale di controllo
Rocco gli o funzionario di banca pioggia Giovanni imprenditore Filippo spararla capo ripartizione dei servizi certe del Comune di Trapani
Formalmente iniziato con particolare cerimonia secondo i racconti riscontrino Paolo il Palazzolo le cui dichiarazioni sono stati acquisiti al fascicolo del dibattimento
Ribaudo aveva costituito nei primi anni Ottanta un vero e proprio sistema di potere potendo contare sull'appoggio di influenti esponenti delle istituzioni e della pubblica amministrazione
Ma anche della criminalità organizzata oltre che del mondo imprenditoriale dei conti
Sono state accertate infatti i rapporti con i pubblici funzionari
Chi tarocchi ettaro Giuseppe funzionari di Prefettura Saverio Bonura vicequestore vicario capo dell'ufficio politico della questura di Trapani Bacchi vicequestore
Sono emersi i rapporti con dipendenti pubblici Burgaretta Stefàno segretario del tribunale di Palermo di Trapani
Per l'auto Pasquale Corselli Antonino rispettivamente comandante e vicecomandante dei vigili urbani di Trapani a Ugliano Bartolo vice segretario generale del municipio di Trapani
Ad oggi Carmelo funzionario della Provincia di Trapani Salvatore bambina preside del liceo classico di Alcamo Bertoglio Giovanni
Che abbiamo già visto prima Direttore dell'aeroporto di Birgi
Pietro calo funzionaria dell'affitto di Alcamo ha detto alle intercettazioni telefonico guarda caso poco dopo l'avvio di attività tecnica di intercettazione telefonica su utenze telefoniche in uso al prima o dopo
Sodaro in grande pioggia i predetti dichiaravano di essere a conoscenza Italia iniziativa dell'autorità giudiziaria non so se ci rendiamo conto il vulnus che era creato
All'interno degli apparati dello Stato
Chi dovrebbe svolgere le intercettazioni la prima cosa che ha fatto avvisato l'intercettati buonanotte suonatori all'indagine
Formalmente iniziato risultava Canino Francesco Deputato Regionale della Democrazia Cristiana secondo le dichiarazioni di scontrino Paola Cafiero acquisita al fascicolo del dibattimento
Dalle annotazioni nell'agenda sequestrata Tranchida imprenditori di Paceco emergeva l'interessamento dell'esponente politico per diverse questioni
Così come clima auto aveva rapporti molto stretti con il Sindaco di Trapani Erasmo Carluccio
Aveva sostenuto la campagna elettorale per le elezioni del mille novecentottantuno di Bloom da Franco del Partito repubblicano e di Lombardo per il Partito Socialista Italiano a favore dei quali aveva messo a disposizione i locali del centro scontrino quale sede di propaganda elettorale
Ma erano emersi anche contatti
Con Primaldo Leonardo ex Sindaco di Trapani e Cangialosi Domenico della Democrazia Cristiana
Sono stati rinvenuti annotati nelle agende Nigri Mauro e altri massoni i numeri telefonici Di Carlo Vizzini del partito socialdemocratico di Mattarella Sergio della Democrazia Cristiana
Che più volte aveva partecipato ad incontri culturale al centro scontrino di Mannino Calogero che si era interessato per un contributo economico a favore di centro scontrino per due milioni di lire
Estremamente allarmanti erano i rapporti con esponenti mafiosi
La la Natale di Campobello di Mazara Fundarò Pietro della famiglia mafiosa di Alcamo bastone Giovanni della famiglia mafiosa di Mazara Agate Mariano
Della famiglia mafiosa di Mazza Agate Giovambattista fratello di Maria
Francesco pace pioggia Giovanni imprenditore della famiglia di attorno inserito nella Loggia ce l'ho data Amparo Mariano in quel periodo latitante perché ritenuto responsabile della strage di pizzo lungo
Gioacchino Calabrò appartenente alla famiglia mafiosa di casta all'amore del board
Don Agostino Coppola di Partinico a favore del quale
Secondo le dichiarazioni di Violante o Nino
Quando era detenuto a Pisa
Per vari gravi reati anche di criminalità organizzata rimando aveva partecipato nel fondo incontra dal succo di Monte lepre di proprietà della famiglia dei Coppola ad una scena unitamente afferrare Gasparri massone di Alcamo Torre grossa Natale
Fundarò pietra monsignore un serio pace
L'argomento trattato otteneva la possibilità di aiutare il noto Agostino Coppola fratello del padrone di casa ritornare in libertà o quanto meno essere trasferite in un carcere meno lontano
Tant'è vero che guarda caso è sempre un caso viene trasferito in un altro carcere a un regime diverso
Erano stati accertati contatti con numerosi imprenditori tra cui rendo di Catania
Vigili del fuoco professionisti magistrati come lombardo Carmelo giudice del Tribunale di Trapani Navarra Anna Maria moglie di Palmeri Massimo che di lì a qualche anno condurrà le indagini sull'omicidio Rostand
Ma anche le relazioni con prelati come monsignore blog gran priore autonomo di tale dell'Oriente sovrano del Tempio di Gerusalemme rappresentante in Italia del patronato Russu ortodosso di Mosca il cardinale Pietro parente
Monsignore Eusebio pace funzionari delle ambasciate di Bulgaria e Romania con i quali erano stati organizzati incontri visite internazionale
In quei tanti rapporti con Mandalari Giuseppe maestro venerabile della loggia massonica di via Cordova Palermo tratto in arresto nel mille novecentottantatré nell'ambito del processo a carico di spatola Rosario a causa della sua vicinanza
Addirittura Salvatore Riina e Bagarella lì
Era stato proprio Mandalari ad introdurre clima auto nella massoneria Palermo
Sono state accettati IRAP parte anche con la loggia massonica Socrate di Catania il commesso venerabile non tornino Pappalardo
A tal proposito erano state disposte le perquisizioni
Dell'Autorità l'autorità giudiziaria di tra per il quattordici ottobre ottantasette nei locali della loggia massonica un cd Cottrau Giuseppe a Catania all'esito della quale furono sequestrati fra le altre cose due pistole
Una tamburo Aula è una lanciarazzi una foto di Pappalardo
Congrui Mauro
La perquisizione nella Loggia Socrate di Catania condusse il ritrovamento degli elenchi degli iscritti
Ma anche dei documenti comprovanti il gemellaggio con la loro già insite di Trapani avvenuto conformare cerimonia in data dodici giugno ottantacinque
Ma sarà un caso che in quel periodo
I mafiosi catanesi
E trapanesi sono alleati i massoni catanesi e trapanesi incontro e sono agli atti
Così come sono emersi inequivocabilmente rapporti con l'avvocato Michele Cappa Apa di Catania più volte detenuto soggetto inquietante per i rapporti con esponenti del terrorismo hanno
Rostagno nei suoi servizi non si limitava la cronaca alla nuda e cruda prova narrazione delle notizie relative rapporti e legami fra i soggetti sopra indicati
Mandavamo molto ma molto oltre com'era nel suo costume di giornalista d'inchiesta
Riferendo di rapporti del centro scontrino con Licio Gelli capo della loggia massonica coperta P due nonché di quest'ultimo con esponenti mari mafiosi come Mariano Agate natalità
Ipotizzando la violazione del segreto istruttorio per le suddette informazioni così come indicato a pagina sette per rapporto giudiziario dei Carabinieri del Rollo
Di Trapani il due marzo del mille novecentottantotto
Non sto anni era stato convocato subdelega dell'autorità giudiziaria dall'allora brigadiere Cannas il venticinque febbraio dell'ottantotto nella piena consapevolezza che il giornalista e fosse più informato delle forze dell'ordine
Siamo a questi livelli
Il teste
Avvocato Marino ha voluto sottolineare in merito a tale atto istruttorio che con la giustificazione di chiarimenti su quanto in tv la presentato il militare avesse voluto censurare il germanista probabilmente al fine di metterlo in allerta
Preme sottolineare che il predetto verbale di sommarie informazioni testimoniali Rostagno
Dico
Non è stato un mai e ripeto mai
Trasmesso dai carabinieri al fascicolo del Pubblico Ministero concernente l'omicidio del giornalista sebbene i carabinieri conducessero le indagini
Anche fisicamente le stesse persone per di identificarne i responsabili
Ma quale date verso solo in sede dibattimentale
Dopo che i carabinieri escussi dapprima avevano negato l'assunzione ufficiale delle dichiarazioni e poi a seguito di insistenze contestazioni per la mancata trasmissione hanno cercato di minimizzare nel contenuto
Si tratta di una circostanza davvero inquietante in considerazione della rilevanza dello spessore delle informazioni acquisite in quell'occasione
Che potevano costituire dovevano costituire uno spunto investigativo interessante per comprendere le motivazioni sottese al delitto
La conoscenza di tali elementi è stata pertanto preclusa ai magistrati da parte peraltro che la forza di PG che sosteneva con maggiore convinzione quale causale dell'omicidio la pista interno alla comunità sa
Cannarsa dichiarato di aver tempestivamente informato il suo superiore ovvero montanti che evidentemente da passacarte quale c.d. finito il pubblica ruolo in pubblico Brienza
Stavolta aveva dimenticato di trasmettere all'autorità giudiziaria riponendo né in un cassetto non ha fatto neanche il passa carte
Nel verbale di sommaria informazione testimoniale vecchia Cannas Rostagno dichiarava che le sue notizie avevano origine da un'indagine accurata e mirata
Finalizzata ad avere contatti con esponenti del centro studi trino come Torre grossa Natale che aveva incontrato il ventidue febbraio nella sua agenzia di viaggi aerei c'è la presenza anche dell'avvocato quindi stando al settanta meglio Antonino vigile del fuoco
Nel corso dell'incontro Rostagno innanzitutto aveva più volte richiesto conferma dell'attendibilità di scontrino Paolo evidentemente in relazione alle informazioni fornite spontaneamente da quest'ultimo
Alla Polizia di Stato in data ventiquattro ottobre no ottantasei come
Riportato nel rapporto giudiziario della questura di Palermo del venti febbraio ottantasette acquisita al fascicolo del dibattimento
Comprino in quella sede aveva riferito dell'esistenza di una loggia segreta denominata Easy di due gestita dagli Rimaldo a cui partecipavano soggette importanti
Aveva riferito dei contatti di Grimaldi o con Giuseppe Mandalari noto esponente della massa di via parlamentare
Di rituali cerimonie iniziazione degli addetti mediante incisioni unione dei porti Libacin bocca come è accaduto per l'introduzione di Filippo Sparma
Di incontrarci entro scontrino con importanti esponenti politici come Sergio Mattarella Francesco cammino
Di cospicui finanziamenti pubblici a favore del centro scontrino insomma di uno spaccato di interesse rapporti che lo stanno e non voleva sottacere e per i quali cercava riscontri ma Torre cosa tentava di Mina nella credibilità
Evidenziando l'acrimonia di scontrino nei confronti di Canino per non aver soddisfatto una sua richiesta di natura economica
Lo spagnolo nell'incontro con Torre grossa chiedeva notizie del coinvolgimento di Gelli nel centro scontrino negato con insistenza dell'interlocutore dall'interlocutore ma
Circostanza davvero inquietante chiedeva conferma
Del coinvolgimento del centro in traffici di armi e droga unitamente ai servizi segreti stranieri
Perdonati
Si tratta di un'informazione rilevantissima della quale non è indicata la fronte la fonte di provenienza e circostanza più grave ripeto sottolineo più grave
Non è riportata nel verbale alcuna domanda di approfondimento da parte di Cannas sul tema
Che avrebbe fatto sobbalzare chiunque per approfondire Dini non è preso questa informazione come letta avute
E Cannas era un abile esperto investigatore ci ha detto montanti dinanzi a queste rivelazioni
Rimane molto
Prima molto non trasmettono il verbale
Lascio a voi queste queste considerazioni
Per come giudicare il comportamento in queste circostanze
Lo stagno rivelava altresì
Di un altro incontro con Torre grossa alla presenza di altra quattro persone tra cui il dentista di Salman tale Giaquinto all'esito del qua ah les congrui Mauro avevano incontrato in Toscana Gelli per l'acquisto di un castello operazione immobiliare che non si era realizzata
Ma è sul capo della P due
Che il giornalista era prodigo di notizie dimostrandosi molto ben informato riferendo di due scene di Gelli in Sicilia presso le abitazioni di Mariano Agate a Mazara del Vallo di Natale l'ala Campobello di Mazara senza
Esplicita Ornella fonte
Ecco che allora queste indicazioni di esponenti di primissimo piano di Cosa nostra
Avrebbero dovuto far accendere una luce agli investigatori che conoscevano perfettamente i rapporti di entrambi Agate l'ala con l'alloggio di Grimaldi così indirizzando verso questo versante le indagini
Ma nulla fu fatto volutamente in tale direzione Sempre solo perché Mary passacarte
Ma quando viene sentito dal magistrato il ventitré marzo ottantotto Rostagno non offre più alcune indicazioni di interesse
Si limita a confermare l'incontri conto rigorosa che aveva difeso con particolare forza gente circostanza confermata dal teste Giaquinto all'udienza del ventisei giugno del due mila e tredici
Nell'epilogo del verbale
Il giudice istruttore chiedeva informazioni allo spagnolo dei collegamenti fra i cavalieri del lavoro di Catania e la massoneria trapanese
Cioè il giudice istruttore che deve fare le indagini avvalendosi la polizia giudiziaria chiediamo
A un giornalista quali sono le sue informazioni
Come fa sapere quello che l'autorità giudiziaria non sa
Notizie che il giornalista aveva reso pubbliche in un editoriale del quindici marzo ottantotto in cui aveva parlato di appalti pubblici
Segnatamente quelli relativi alla costruzione della riporto Vincenzo Florio di Trapani a cui erano interessati gli imprenditori catanesi Costanzo Renzo Gramsci legate Cosa nostra
Tramite l'impresa recupera ancora una volta dopo le vicende del processo per l'omicidio del Sindaco Lipari
Lo stadio tornava sul tema della presenza in territorio trapanese dei catanesi il cui arrivo nella provincia era stato ha battezzato dai fratelli minori
Che lo stadio fosse a conoscenza di circostanze e fatti e soggetti afferenti la vicenda del centro scontrino ancora coperti in quel momento da segreto istruttorio e confermato dal contenuto del redazionale dell'edizione straordinaria del ventitré marzo ottantotto
Nonché dalla documentazione acquisita al fascicolo del dibattimento relativa agli appunti che il giusto giornalista aveva raccolto
Fra i quali vi sono in copia i provvedimenti adottati dall'autorità giudiziaria
Ciò testimonia l'elevato grado di conoscenza dell'argomento di Rostagno che si avvaleva di una fonte di primissimo piano riconducibile e qua non c'è discussione o all'autorità giudiziaria o alle forze dell'ordine
Le informazioni riportate negli appunti sono esattamente quelle delle quali il giornalista ha dato lettura nel servizio del ventitré marzo dell'ottantotto
In tale occasione Rostagno non solo ha dato comunicazione dell'arresto
Testualmente il blitz delle squadre di polizia giudiziaria di Grimaldi udito un ricorso in grande Tranchida Pietro per aver costituito un'associazione segreta paragonandolo a quella di Gelli nel mille novecentottantadue per evidenziarne la pericolosità
Ma soprattutto ha ricostruito le modalità attraverso le quali si era giunti a quegli arresti ovvero del contrasto fra la Procura della Repubblica di Trapani e l'ufficio del giudice istruttore risolto poi dal Tribunale della Libertà
Gli arresti avevano consentito Rostagno di sciogliere le perplessità sull'inchiesta che aver ingenerato un gran polverone nell'opinione pubblica
Indagine non più adombrata di fumo ma parole testuali con tanto tanto arrosto arrosto che faceva male
Per svelare una delle vicende più inquietanti e inquinanti le regole democratiche
Rostagno pretendevano intervento fermo della politica per eliminare opacità e ristabilire un rispetto delle regole della trasparenza
Il giornalista carte alla mano ma come faceva ad averle il giorno stesso dei provvedimenti restrittivi
Dimostrava di essere ancora una volta su temi così delicati e pericolosi il leader indiscusso o dell'informazione libera della Provincia di Trapani
Una voce continua ossessiva che dava fastidio troppi che poi hanno deciso di spegnerla
Lo stanno riportava che le indagini erano state avviate nell'aprile dell'ottantasei si erano concluse un anno e nove mesi dopo con la richiesta di arresto
Formalizzata il diciassette dicembre ottantasette dalla Procura della Repubblica evidenziando lo spessore criminale degli indagati alcune nei quali coinvolti in processi di mafia
Il quattro febbraio l'ufficio del giudice istruttore aveva rigettato la richiesta di arresti optando per le comunicazioni giudiziarie senza provvedimenti restrittivi la ravvisando l'esigenza di ulteriori accertamenti
La Procura della Repubblica l'otto febbraio aveva presentato appello al Tribunale della Libertà del ventidue marzo emetteva mandato di cattura nei confronti dei quattro soggette sopra menzionati
Circostanza integralmente confermate a pagina tredici delle motivazioni della sentenza del Tribunale di Trapani del cinque giugno novantatré a carico di Grimaldi ed altri
Dopo aver ricostruito il palleggiamento di carte così definito da Rostagno questi si soffermava indicare i soggetti inseriti nell'associazione segreta sorprendendo sì per le enormi differenze di categorie di persone coinvolte
Ercole incagliati nominativi Mariano Agate
Dinanzi a regala
Per il quale è sempre il Tribunale delle misure di prevenzione del ventidue maggio ottantacinque esprimeva deliberato valutazione molto gravi
Attribuendogli la responsabilità di numerosi atti intimidatori finalizzati ad inserirsi nel territorio dopo una parentesi all'estero com'velleità di comando nell'intento di alterare gli equilibri mafiosi tant'è vero che era stato destinatario di un attentato il primo agosto tanta quattro
Per ridimensionarli nell'ascesa criminale
Fundarò Pietro
Che il Tribunale per le misure di prevenzione del dodici dicembre ottantasei considerava stabilmente inserito nel sodalizio mafioso
Per effetto dei rapporti considera consolidati con esponenti di primo piano di Cosa nostra come i fratelli vini ma anche Giovanni piogge leone
In particolare Fundarò ora accusate di aver messo a disposizione dell'organizzazione mafiosa la sua attività imprenditoriale per l'impiego dei profitti illegali
Lo stanno menzionava fra i politici Francesco canina Salvatore bambina i funzionari dello Stato chi però Soldano Puglia del quale ricostruisce l'improvvisa progressioni in carriera senza merito nei concorsi pubblici
Ma anche i vigili urbani Ferrante Corselli i vigili del fuoco come carta meglio Elio Rocca direttore
Dunque
Già dal febbraio ottantotto Rostagno conosceva rendeva pubblici intendeva approfondire illegali fra la mafia trapanese le logge massoniche segreti di Trapani e la P due Licio Gelli
Un attimo Presidente voglio capire a che punto sono vecchio appunto
Presidente nel caso ci fermiamo qua perché poi il tema sarebbe piuttosto lungo se
Va be'salvo che non vogliate che io prossimi proseguiamo poi nei corridoi di mercoledì
Secondo
A cadenza già stabilito va bene
Allora però di abbiamo concluso
Qui processi rinviato per la prosecuzione e ritiene di poter completare comunque decisamente presento fatto metà in quante ore non lo so l'intera giornata ci faremo chiarore convinto
Complimenti per la Resistenza e allora il piacere inviato per il completamento della requisitoria del Pubblico Ministero all'udienza giacca l'entrata del sedici aprile ore nove e trenta in questa stessa Aula
Risponde alla
Interruzione dell'imputato Mazara e
Del video collegamento per la partecipazione a distanza l'imputato fuori
Udienza è tolta