14APR2014

La nota antiproibizionista

EDITORIALE | di Roberto Spagnoli RADIO - 07:30. Durata: 4 min 32 sec

Player
A due mesi di distanza dalla sentenza con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima le legge Fini-Giovanardi, il presidente del Consiglio Renzi, che ha tenuto per sé la delega per la politiche sulle droghe, non ha confermato il dottor Giovanni Serpelloni come capo del Dipartimento per le politiche antidroga.

Finisce l'"era Giovanardi": ora, come prevede la normativa in vigore, si convochi la Conferenza nazionale sulle droghe e le dipendenze.

Puntata di "La nota antiproibizionista" di lunedì 14 aprile 2014 condotta da Roberto Spagnoli .

Tra gli argomenti discussi:
Antiproibizionisti, Carcere, Corte Costituzionale, Droga, Fini, Giovanardi, Governo, Legge, Politica, Proibizionismo, Renzi, Serpelloni, Tossicodipendenti.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 4 minuti.

leggi tutto

riduci

07:30

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno due anelli dopo la sentenza della Corte costituzionale che ha giudicato illegittima la legge Fini-Giovanardi sulle proroghe aprirà amo questa settimana con un'altra buona notizia da venerdì scorso il dottor Giovanni Serpelloni non è più al Capo del Dipartimento per le politiche antidroga
Martedì della scorsa settimana infatti Presidente del Consiglio assegnato le deleghe ancora mancante sull'esecutivo
Come ha informato il comunicato di Palazzo Chigi eventi attenuto per scegliere le funzioni in materia di politica antidroga
E in questa realtà evidentemente il primo atto del Capo del Governo è stato quello di non confermare il dottor Serpelloni a capo del dipartimento un ruolo accuso nominato proprio all'indomani dell'approvazione della legge Fini-Giovanardi
In questi anni e abbiamo parlato spesso di Serpelloni Serpelloni che ha fatto del Dipartimento più che un organismo di coordinamento tecnico scientifico
Quindi dico una sorta di braccio armato della legge Fini-Giovanardi ricordiamo Juan comizio porta in sede internazionale ma il nostro Paese rifatta devastata
Una oppositore dire ogni proposta di riforma della politica delle deroghe seguite in questi cinquant'anni e ha osteggiato le politiche di riduzione del danno ha finito per allineare l'Italia e paesi piccoli infermieristico ma Trento diranno con la Russia
Sul piano interno il dipartimento che cade caratterizzato per una serie di progetti la cui efficacia però tutta da dimostrare ha moltiplicato siti internet e di utilità anche qui abbastanza scarsa
Ieri il Dipartimento si è dato molto da fare per scovare denunciare alle forze dell'ordine siti internet sospettati di violare la legge quanto all'autorevolezza scientifica
Vantata però a ogni piè sospinto dal suo capo basti dire che
L'Osservatorio sulle prove dipendente dall'Unione europea più volte espresso riserve sull'attendibilità dei dati raccolti e trasmessi dal nostro dipartimento
Una cosa questa che abbiamo spesso documentato da Radio Radicale grazie anche al lavoro di ricercatori ed esperti qualificati come per esempio la professoressa Carla Rossi dell'Università di Roma Tor Vergata dottore sosta prima Molinaro del CNR di Pisa e naturalmente molti altri
Tutto questo incontrato molti milioni di euro ai contribuenti senza risultati non era con me risultati tutti da da dimostrare
Il fatto che ora dottor Serpelloni ferendone allarmi Verona non può dunque far tirare un sospiro di sollievo a tutti coloro che sono tanti tra operatori studiosi esperti a sud e per il settore che in questi anni
Hanno chiesto ripetutamente con forza un cambiamento alla Direzione del Dipartimento e la rimozione del dottor Serpelloni
Ora dopo questa decisione attendiamo che il presidente del Consiglio indichi il sostituto speriamo che sia finalmente una personalità competente capace
In scena una vera discontinuità con il suo predecessore che faccia del Dipartimento un organo appunto di coordinamento tecnico scientifico e nonna
Una organismo politico si potrebbe magari anche cambiare il nome al dipartimento materno chiamarlo più per le politiche antidroga magari per le politiche del dipendente o meglio ancora magari per la politica delle deroghe se poi carenti quale segnale dare un vero cambiamento dopo le ragionare di della quale cartelloni come abbiamo detto e fatto un po'come dire il supporto operativo il braccio armato
Tanto più dopo una sentenza recente dalla Corte costituzionale che ha dichiarato illegittima la legge Fini-Giovanardi ecco magari Renzi potrebbe convocare entro la fine dell'anno la sesta Conferenza nazionale sulle
Sulle droghe e le dipendenze vale la pena di ricordare che la Conferenza nazionale secondo la legge in vigore è una legge che non era stata modificata e in questo punto nemmeno appunto dalla Fini-Giovanardi dev'essere convocata ogni trenta
E dall'ultima Conferenza che spettano Andrea nel marzo del due mila nove piante sono ormai passati cinque ecco aventi parla spesso di cose che vanno cambiate nel nostro Paese è stato chiamato in rottamatore
Ecco per fare barriera saperne uguale le tante cose da rottamare c'è sicuramente anche la politica antidroga questa politica antidroga torni tra virgolette che è stata seguita per troppi anni
Una politica che è clamorosamente fallita e tali imprese fallite rifiutano
E si liquidano
E ci risentiamo alle tredici com'è noto differenti condizioni sta un altro punto da Roberto sbagliando