15APR2014
istituzioni

Per un rapporto virtuoso tra giurisdizione e mediazione: profili economici e costituzionali in uno studio del Parlamento europeo

CONVEGNO | Roma - 15:53. Durata: 2 ore 58 min

Player
Convegno "Per un rapporto virtuoso tra giurisdizione e mediazione: profili economici e costituzionali in uno studio del Parlamento europeo", registrato a Roma martedì 15 aprile 2014 alle ore 15:53.

L'evento è stato organizzato da Consiglio Superiore della Magistratura.

Sono intervenuti: Giuseppe De Palo (presidente di ADR Center), Giorgio Santacroce (presidente della Corte Suprema di Cassazione), Michele Vietti (vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Unione dei Democratici Cristiani e dei Democratici di Centro), Giuliana Palumbo (componente del Servizio Studi di Struttura
Economica e Finanziaria della Banca d'Italia), Raffaele Sabato (magistrato), Marcello Marinari (avvocato), Carlo Maria Palmiero (avvocato), Angelo Santi (responsabile del Coordinamento della Conciliazione Forense), Ester Perifano (segretario generale dell'Associazione Nazionale Forense), Chiara Giovannucci Orlandi (professore).

Tra gli argomenti discussi: Arbitrato, Azione Civile, Cassazione, Civile, Concorrenza, Costi, Costituzione, Csm, Diritti Civili, Diritto, Economia, Giustizia, Governo, Impresa, Italia, Letta, Magistratura, Mediazione Civile, Monti, Parlamento Europeo, Pil, Politica, Riforme, Tempo, Ue.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 2 ore e 58 minuti.

leggi tutto

riduci

15:53

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buon pomeriggio a tutti detenuti alla l'Aula Magna d'intesa con il Primo Presidente Giorgio Santacroce nostro padrone di casa volevo darvi
De Venuto ringraziare tutti i relatori partecipanti per la pazienza e il Parlamento europeo che ci
Che collabora a a questa
Iniziativa il piatto ricco i partecipanti riconosco molti esperti in sala quindi
Speriamo che ci ci sia spazio per un dibattito noi dare il buon esempio cercando di contenere i nostri interventi in modo da poter appunto discutere tutti assieme di temi come vedrete tra poco anche molto attuali
Per iniziare subito entrare in medias res per l'introduzione la parola al Primo Presidente Giorgio Santacroce
Grazie e buon pomeriggio a tutti oggi si svolgono in contemporanea in Aula diverse della Corte due importanti incontri di studio
Uno è certamente questo l'altro è l'annuncio consentitemi di definirlo così della rimessione al vaglio delle Sezioni unite te la cosiddetta riforma Fornero
O se si preferisce non necessità di sottoporre all'attenzione della Corte suprema al suo massimo livello una delicata questione interpretativa emersa peraltro nell'ambito di una nota vicenda quella del naufragio della costa concordi
La concomitanza di eventi mi ha spinto rivolge un primo indirizzo di saluto al convegno che si svolge nell'Aula Giallombardo qui accanto tenendo conto che l'incontro è stato organizzato dall'ufficio referenti per la formazione decentrati e quindi da una struttura interna questa Corte
E trasferirne poi subito dopo in quest'Aula e trattenermi con voi per il resto del pomeriggio visto e considerato che mi è stato affidato il compito di introdurre l'argomento oggetto dell'incontro di presiedere il convegno
Saluto e ringrazio i vari relatori intervenuti tra i quali riconosco colleghi avvocati recenti universitari
Qui mi legano da tempo rapporti di collaborazione e di stima saluto un ringraziamento particolare rivolgo all'onorevole Michele Vietti vicepresidente del CSM
Che ha accettato dico oggi il suo indirizzo di saluto a questo importante convegno ma che so che non potrà poi seguirlo per altri impegni precedentemente assunti
Un particolare saluto affettuoso rivolgo al Presidente Lupo che assiste a i nostri lavori e naturalmente è per me motivo di particolare soddisfazione
E di consentirmi veramente di emozione averlo spesso è presente in questa Corte a convegni che ho l'onore di presiederlo al professor De Palo il compito impegnativo di moderare le due sessioni in cui si articola l'incontro di oggi
Che sono dedicate rispettivamente all'espansione della tutela dei diritti dell'economie avanzate e alle proposte di potenziale vento della risoluzione alternativa delle controversie
E vengo al tema del convegno
In un articolo pubblicato circa tre settimane fa su il Sole ventiquattro Ore Antonio Paduanelli Presidente dell'Associazione bancaria italiana
Ha ribadito la necessità che il tema inefficienza della giustizia civile che costruisce purtroppo un tasto dolente per il nostro Paese perché secondo la Banca d'Italia ci costa almeno un punto percentuale di PIL
Si è inserito senza ulteriori indugi tra le priorità dell'agenda del Governo del Parlamento
Potrebbe osservato che quando un settore della giustizia come quello dalla giustizia civile e inefficiente si determina una penalizzazione un costo per tutti cittadini Pubblica amministrazione in prese
A quello la sfiducia nel servizio giustizia rendendo meno credibili le istituzioni
Perché non c'è crescita duratura non c'è fiducia sostenibile non cessano ed effettiva competitività viene naturale aggiungere
Senza una giustizia civile affidabile capace di assicurare la certezza dei diritti rendere effettivi i doveri in tempi più ragionevoli di durata
Tempi lunghi per il recupero dei crediti quali quelli registrati di recente dal Ministero per la giustizia al di là del marginalissimo miglioramento segnalato rispetto al biennio precedente
Non solo penalizzano le imprese ma rischiano di incentivare comportamenti opportunistici di operatori scorretti pronti a sfruttare l'impotenza di quelli che operano secondo invece secondo le regole rispettano gli impegni assunti
Del resto non è pensabile di poter stimolare investimenti stranieri né di incentivare o trattenere quelli nazionali con una macchina giudiziaria incapace di garantire una risposta di giustizia che aumenti la disponibilità del credito indi riduca il costo
Favorisca l'allargamento degli scambi circoscriva l'incertezza del transazioni promuova la concorrenza riducendo le barriere all'entrata
Sono sempre più numerose le occasioni in cui si ha notizia di imprenditori che hanno spostato la propria produzione dal nostro Paese
O hanno deciso di non stabilirsi la sede legale per l'impossibilità di poter contare su tempi certi nella definizione delle cause civili che li riguardano
Ricorda che giorno fa la notizia dalla posizione italiana nella classifica mondiale della giustizia civile che è stata aggiornata in negativo dalla Banca mondiale occupando il nostro Paese centosessanta esimo posso sul centottantacinque Paesi oggetto di esame
In Italia maglia nera dell'Unione europea ci vogliono in media cinquecentonovanta giorni per una sentenza di primo grado mille centosessantuno giorni per una sentenza di appello e mille quattrocentosettanta giorni per conoscere l'esito di un giudizio in Cassazione
Non a caso il Governo Monti aveva individuato in questa esasperante lunghezza dei processi civili uno dei punti deboli cruciali del sistema Paese
Uno dei segnali più emblematici nello spread reale tra Italia e Germania dove i tempi di durata delle cause sono tra la metà e un terzo
Stando ai giornali capito dalla riforma alla giustizia civile dovrebbe essere riaperto dal Governo a giugno dopo aver sistemato altri urgenze
E dovrebbe orientarsi nel senso che rafforza le iniziative per un percorso di interventi che negli ultimi anni ha vissuto fasi intermittenti e carenze di strategie di lungo periodo
L'obiettivo strategico e trovare le giuste ricette per riportare il Paese su un percorso di crescita ipotizzando uno scenario virtuoso di riduzione dei tempi delle cause
Che è inutile dire piuttosto complicato e richiede comunque tempi lunghi sicuramente non paganti nell'attuale prospettiva politica sempre più schiacciata nel breve periodo
è una contrazione corposa del tasso di distrugge Citti litigiosità degli italiani
Che sembrano provare chissà perché un gusto tremenda portare avanti dunque interminabili cause su questioni bagatellari
In col fango e gli uffici giudiziari che purtroppo in molti casi di molte procedure non sono ancora passati dall'era della carta a quella della Rete
Negli ultimi tempi legislatori di diverse l'attitudine a partire dal legislatore europeo cui si deve la direttiva del ventuno maggio due mila otto
Sono stati attratti da quelli che vengono chiamate anche se non del tutto propriamente metodi alternativi di risoluzione delle controversie civili e commerciali
Lo stesso fenomeno si è verificato in passato con l'arbitrato inquadrato anch'esso nel genus dei mezzi di risoluzione alternativi della giurisdizione
Non del tutto propriamente ho detto perché in realtà non sia in presenza di strumenti alternativi al processo di cognizione in quanto tale
Ma gli strumenti che è possibile introdurre dello stesso processo come può accadere appunto con la mediazione cercando di garantire un'equilibrata relazione tra essa e procedimento giudiziario
Quello che si persegue in buona sostanza con questi metodi fatta eccezione per l'arbitrato non è tanto la soluzione di una controversia civile o commerciale quanto piuttosto una transazione
Ho una desistenza o un allontanamento dalla lite giudiziaria che più che dare soluzione a una controversia si limitano semplicemente I leader
Si consideri con attenzione la mediazione della sua ultima versione rilanciata dal cosiddetto decreto del fare del giugno dello scorso anno che contiene la riaffermazione della scelta di reintrodurre le fattispecie la fattispecie obbligatoria dell'istituto
Almeno in una serie di materie che rappresenta una percentuale cospicua dell'intero contenzioso civile
Non si tratta di una rivincita dell'obbligatorietà della mediazione come qualcuno ha insinuato
Dietro il modo di attuarla c'è solo la volontà di esplorare un è pronto un'opzione differenti ulteriore rispetto alla tutela giurisdizionale tradizionale
Dando quindi per scontato che la tutela giurisdizionale tradizionale sia diverse lenta e difettosa
Esplicita in proposito la direttiva del due mila otto in materia civile commerciale
Che ha posto in risalto come l'istituzione di metodi alternativi di risoluzione delle controversie in materia civile commerciale e l'introduzione della mediazione in particolare
Costituisce un passo essenziale per semplificare e migliorare l'accesso alla giustizia
è sintomatico tuttavia che uno studio cui hanno partecipato ottocentosedici esperti di tutta l'Unione europea
Pur evidenziando che la direttiva comunitaria del due mila otto ha contribuito a promuovere una riflessione sulla mediazione in tutta Europa favorendo la crescita del numero degli organismi di mediazione nonché una molteplicità di convegni e corsi di formazione e di ogni genere
Non abbia però raggiunto l'obiettivo fissato nel suo articolo uno che leggo testualmente dice
Facilitare l'accesso alla risoluzione alternativa delle controversie promuove la composizione amichevole delle medesime incoraggiando il ricorso alla mediazione e garantendo un'equilibrata relazione tra mediazione e procedimento giudiziario
Eppure soffermandosi un tantino di più su questa direttiva si scopre
Che anche se le sue disposizioni dovrebbero applicarsi solo alle controverse transfrontaliere nulla dovrebbe vietare agli Stati membri di applicare Eataly disposizione anche i procedimenti di mediazione interni
Ma non è tutto
La direttiva evidenzia l'inesistenza di ostacoli del diritto comunitario a una legislazione nazionale che prevede il ricorso alla mediazione obbligatoria che continua a essere il punto di forza dell'opposizione degli avvocati
Oppure a una mediazione soggetta incentivi o sanzioni purché tale legislazione non impedisca le parti di esercitare il loro diritto di accesso al sistema giudiziario
Nella stessa prospettiva dell'obbligatorietà si pone la Corte di giustizia del Lussemburgo che con una sentenza del diciotto marzo due mila dieci
Affermato un principio che certo eccede la materia specifica cui la decisione si riferisce che quella di servizio di comunicazioni elettroniche
Perché nel ritenere perfettamente legittimo che la normativa di uno Stato membro possa introdurre una tappa supplementare per l'accesso al giudice
Afferma che il principio della tutela giurisdizionale effettiva ribadito dall'articolo quarantasette della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea
Non subisce limitazioni di sorta quando la normativa nazionale leggo testualmente ancora una volta
Persegue lo scopo di una definizione più spedita e meno onerosa di determinate categorie di controversie nonché un decongestionamento dei tribunali e quindi persegue legittimi obiettivi di interesse generale
Volendo scendere ancora più in dettaglio viene naturale precisare che le nuove norme sulla mediazione non sono una mera riproduzione del testo cancellato dalla Provincia dalla Consulta dell'ottobre due mila dodici
Ma sono il frutto di una scelta nuove autonoma del legislatore per tutto svincolata dai limiti dalla delega legislativa del due mila nove
Il decreto del fare insomma dato via dopo un profondo Macchi lasci
A un nuovo modello di mediazione la cui disciplina primaria richiede una serie di interventi attuativi interpretativi da parte del ministero della giustizia
Così da avviare un percorso virtuoso utili a riequilibrare il rapporto tra domanda e offerta di giustizia
Ma utile soprattutto a far evolvere anche da noi il sistema di alternative dispute di solution cioè un metro negoziale di composizione delle controversie
Che non va visto sole previdentemente con uno strumento di commodus discessus dalla giustizia civile statale o per meglio dire comuni innegabile mezzo rifrattivo atta a decongestionare il carico di lavoro dei giudici professionali
Va considerato anche e soprattutto
Come uno strumento atto ad ampliare l'area della tutela
Configurandosi come uno dei diversi mezzi di risoluzione delle controversie disponibili in una società moderna
Che può essere il più idoneo per alcuni tipi di controversie così espressamente il paragrafo quattro della relazione di accompagnamento alla proposta di direttiva europea del due mila otto
Per dirla tutta la mediazione fondamentalmente uno strumento di accesso alla giustizia utile a trasformare la giustizia civile per renderla più flessibile e attenta alle caratteristiche del caso concreto
Nell'ambito di un sistema integrato di giustizia che il pregio di consentire oltretutto la continuazione dei rapporti tra le parti e quindi di evitare quel clima di contesa e di contrapposizione che è proprio del ricorso alla giurisdizione
E che fa permanere inevitabilmente una situazione di conflittualità dei rapporti
La flessibilità dello strumento insomma favorendo la composizione delle controversie in modo semplice rapido informale svolge una funzione di reti e di contenimento rispetto all'abuso del processo
Capra anche disponga per ampliare l'accesso a soluzioni del conflitto che dispongano di plurime vie d'uscita non limitate all'arbitrato o all'innesco dei procedimenti giudiziari
Consentendo la mediazione di dimensionare si rispetta contrasti che la logica del processo
Potrebbe non riuscire a mettere completamente a fuoco
La stessa Commissione europea non ha mancato di segnalare come i programmi di alternative dispute resolution siano nati per creare una forma di pacificazione sociale su base più consensuale appropriata di un ricorso al giudice
Spingendo le parti verso una soluzione amichevole bonaria per cui sembra estremamente riduttivo confinare le forti potenzialità di sviluppo sociale della mediazione al mero sfoltimento di processi civili
Oppure limitarsi a fare i conti sul numero di liti destinata ad alleggerire i tribunali senza dare evidenza la portata avanguardista dell'istituto
Anche se forse la meno valorizzata la pacificazione sicuramente la più importante funzione che la mediazione è chiamata ad assolvere dal punto di vista antropologico e culturale
Perché essa guarda fondamentalmente in avanti e agisce sul rapporto complessivo tra le parti puntando a far riscoprire attraverso un accordo previsto del consenso della negoziazione paritaria
Non è un caso che in linea con questi obiettivi Motti giudice di merito utilizzino il nuovo articolo centottantacinque bis del Codice di procedura civile che dal giudice la possibilità di formulare una proposta transattiva o conciliativa
Rafforzando per questa via iniquo
Del giudice al quale è stato attribuito il potere di effettuare nel corso del processo l'esperimento del previo tentativo di mediazione
Anche nelle cause per le quali esso non è previsto come obbligatorio individuando così nuovi e più generalizzati spazi di composizione delle controversie
Assai opportuna deve ritenersi quindi la modifica apportata all'articolo cinque comma due del decreto legislativo numero ventotto del due mila e dieci
Che ha sostituito la mediazione facoltativa su invito del giudice durante il procedimento con una nuova ipotesi di procedura conciliativa che il giudicante può imporre disponendo nell'esperimento appena di improcedibilità della domanda giudiziale
Il giudice che ravvisi uno spazio di praticabilità della definizione transattiva la controversia
Non deve più raccogliere il consenso delle parti al tentativo di mediazione ma può rimetterle direttamente davanti al mediatore indicando l'organismo di mediazione
Modificando la locuzione il giudice può invitare le parti in il giudice può disporre l'esperimento del tentativo di mediazione
L'invito del giudice oggi il sapore di un vero e proprio obbligo per le parti senza alcuna possibilità per loro di declinare cortesemente l'invito il proseguire nel giudizio ordinario come avveniva in passato
Come ho appena detto si è introdotta attraverso la mediazione delegata una condizione di procedibilità sopravvenuta per ordine del giudice che si affianca le altre tre forme di mediazione previste dalla legge
Il tentativo volontario quello guidatori in tutte le materie di cui all'articolo cinque comma uno bis
E la pratica delle clausole di mediazione statutario contrattuali fondata sul fair play negoziale
Che contengono un patto stipulato tra le parti per vincolarsi reciprocamente nella scelta del percorso media attivo per l'eventuale ipotesi di una controversia
La scelta del legislatore del due mila tredici introdurre una forma di mediazione endoprocessuale rimessa al potere discrezionale del giudice
Può diventare così un'ulteriore spinta alla diffusione dell'istituto facendo assumere al magistrato un ruolo rilevante strategico nella gestione delle cause a lui assegnate
Grazie al secondo comma dell'articolo cinque insomma la nuova normativa allarga gli orizzonti della mediazione collocando ogni giudice di merito anche in grado di appello in una posizione di sostanziale facili ASP
Facilitatore gli accordi conciliativi con chiari intenti deflattivi del contenzioso arretrato considerato che i nuovi meccanismi sono immediatamente applicabili a tutti i processi civili pendenti
La mediazione ed è su questo che vorrei che si incentra se il dibattito di questo pomeriggio lungo le due linee di discussione tracciate all'inizio e destinato a operare un cambiamento di prospettiva culturale prima ancora che tecnico giuridica
Di per sé essenziale al fine di provocare un'inversione di tendenza rispetto al progressivo aumento del carico di lavoro degli uffici giudiziari civili
Un'inversione di tendenza si noti bene che in atto in diverse parti del mondo nel Bangladesh tanto per dirne una come appreso da un come ho appreso da una delegazione di quel Paese implicito al mio ufficio
Ed è sollecitato anche in sede europea
Nella raccomandazione del Consiglio dell'Unione europea numero trecentosessantadue del due mila e tredici sul Programma nazionale di riforma due mila e critici dell'Italia
Sì a cura di sottolineare che ha seguito dalla sentenza della Corte costituzionale dell'ottobre due mila dodici sulla mediazione
è necessario intervenire per promuovere il ricorso a meccanismi extra giudiziari di risoluzione delle controversie e si richiede all'Italia di adottare provvedimenti
Per abbreviare la durata dei procedimenti civili e ridurre l'alto livello di contenzioso civile anche promuovendo il ricorso a procedure extragiudiziali di risoluzione delle controversie
è noto che la nuova normativa si incardina della disciplina contenuta nel decreto legislativo numero ventotto del due mila e dieci antecedente la pronuncia del giudice delle leggi
E inserisce le disposizioni espunte introducendo alcuni significativi aggiustamenti
Il cantiere normativo resta tuttora aperto
Modifiche alla mediazione rilanciata una versione letta sono previste dal disegno di legge delega che mira a riscrivere il processo civile approvato dal Consiglio dei Ministri diciassette dicembre due mila e che esce collegato alla legge di stabilità due mila quattordici
Non mi ci soffermerò sulle molte modifiche alla disciplina apportate dopo la sentenza dalla Consulta cui si farà cenno senz'altro nel corso del dibattito di oggi
Come la versione sperimentale del nuovo istituto
Le tempistiche della procedura che risultano cambiate la centralità del ruolo degli avvocati i quali è stato riconosciuto lo status di mediatori di diritto l'allargamento del catalogo delle controversie e così via di seguito
Io vorrei segnalare brevissimamente alcuni riforme di cui la mediazione secondo me ancora bisogno
Il disegno di legge-delega introduce nelle liti per risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti e da responsabilità medica e sanitaria
L'obbligo di mettere in pratica il procedimento previsto dall'articolo seicentonovantasei bis del Codice di procedura civile
Cioè la consulenza tecnica preventiva ai fini della conciliazione della lite quale condizione di procedibilità della domanda introduttiva del giudizio di merito
La modifica si collega direttamente all'esito dei lavori della Commissione ministeriale presieduta dal professor Romano Vaccarella
Che tra le altre proposte di intervento in materia di processo civile mediazione ha proposto di modificare l'articolo ventidue disposizioni di attuazione del Codice di procedura civile per inserire un ultimo comma secondo il quale
Il consulente tecnico nominato dal giudice recenti dell'articolo seicentonovantasei bis
Deve essere adeguatamente formato in materia di mediazione e mantenere la propria preparazione con percorsi di aggiornamento teorico pratici Accio finalizzati
Da modifica suggerito non riporta certamente le cause di risarcimento danno da circo stazione stradale nell'ambito delle materie soggette alla mediazione obbligatoria
Perché la mediazione obbligatoria esclusa nei procedimenti di consulenza tecnica preventiva ai fini della composizione della ditta di quell'articolo seicentonovantasei bis
In una logica con quanto previsto dall'articolo cinque comma quarto della legge del decreto legislativo numero ventotto per i procedimenti urgenti e sommari
La previsione di una formazione del consulente tecnico parificata a quella del mediatore rappresenta però un significativo passo avanti rispetto all'escussione assolutamente incomprensibile
Del cause per risarcimento derivante da circolazione stradale i dal novero di quelle per i quali prevista la mediazione essendosi in presenza con la disciplina circolazione stradale di un settore di contenzioso nel quale la litigiosità riguarda spesso profili di non particolare complessità tecnica
Nella stessa prospettiva appare poco comprensibile escussione delle azioni di risarcimento del danno da responsabilità contrattuale ed extracontrattuale
Diverse da quelle espressamente previste dal decreto del fare che per loro natura sembrano parimenti suscettibili di utile assoggettamento alla mediazione
Allo stesso modo si deve sottolineare la carenza di qualsiasi disciplina diretta regolare il caso di contemporanea proposizione del medesimo giudizio di azioni soggette e di azioni non soggette a mediazione obbligatoria
Tema questo che assume rilievo sia con riferimento al caso in cui l'azione soggetta mediazione obbligatoria sia proposta in via riconvenzionale sia con riguardo alle vedi Enza in cui la parte attrice proponga nel medesimo giudizio due domande connesse
Una soggetta mediazione e l'altra non soggetta mediazione
Sarebbe auspicabile che quando sono presenti nel medesimo giudizio più domande di cui uno almeno soggetta mediazione obbligatoria
Il legislatore preveda un meccanismo di attrazione alla mediazione obbligatoria
Al fine da un lato di evitare una moltiplicazione artificiosa di giudizi starci altrimenti la loro inevitabile separazione e dall'altro di potenziare l'efficacia deflattiva dell'istituto
Un'ultima considerazione e guarda il contenuto della partecipazione del mediatore alla controversa che è chiamato a risolte
è molto difficile che il mediatore durante lo svolgimento dalla sua funzione non formuli alle parti direttamente o indirettamente una proposta di accordo
Se il mediatore dovesse rimanere passivo intervenendo solo quando le parti lo richiedano
Modera Andone per evitare che lo sconto se a cui Ischia egli sarebbe un semplice gestione di emozioni chiamato a far sì che le parti con buoni dose di realismo mutuata dall'assistenza tecnica attenuino la loro contrapposizione
è chiaro invece come dice Camata svolge una funzione interattiva e persuasiva formulando una proposta d'accordo il che pone in risalto inevitabilmente il problema della sua deontologia e della sua formazione tecnica
E qui non posso che ripetere quello che vado dicendo ormai da molto tempo e cioè che la mediazione faccetta mente scoprire un modo diverso di porsi dinanzi alle dinamiche del conflitto tra le parti
è pacifico che ancor prima di assumere rilievo giuridico il contrasto fra le parti debba essere analizzato a livello psicologico
Puntando sulle caratteristiche comportamentali e le competenze psicologiche che mediatori e deve possedere con una gestione ottimale del contrasto stesso
Ciò vuol dire che l'opera del mediatore non può essere frutto di improvvisazione ferma la sua neutralità al mediatore si richiedesse qualcosa di diverso dal giudice
Il quale ha spesso una visione parziale della controversa che è chiamato a dirimere perché è vero che solo la punta di un iceberg laddove il mediatore richiesto di cogliere tutto l'iceberg
Di capire cioè tutti i veri bisogni e spesso non manifesti delle persone coinvolte della controversia
Quella del mediatore si sa è una figura professionale un po'strana trasversale l'ho chiamata io rispetto alle competenze sia giuridiche che tecniche
Il decreto legislativo del marzo due mila dieci ha previsto perché diversi il ruolo del mediatore che questi non debba necessariamente essere un giurista
Così come in una lite di tipo tecnico deve necessariamente essere un esperto della materia oggetto che la lite anche se le conoscenze giuridiche e tecniche possono indubbiamente facilitarne il compito
L'attività dei mediatori insomma può essere definita come un'attività metta giuridica perché coinvolge competenze tipiche di un diplomatico di carriera
Dovendo spaziare dalla comunicazione alla psicologia dal diritto all'economia e a molti altri ambiti di interesse
Il mediatore deve saper condurre la mediazione in modo non solo trasparente ma anche scrupoloso il coscienzioso
E deve gestire la stessa facendo rispettare le parti obblighi di correttezza e di rispetto reciproco in modo che il procedimento possa avere il più alto grado di probabilità di riuscita
E qui l'obbligo di migliorare le proprie capacità tecniche attraverso un continuo aggiornamento teorico e pratico anche attraverso un continuo confronto con i colleghi mediatori possibilmente di altri Paesi grazie
Presidente tantissimi gli spunti per il dibattito ma ora l'indirizzo di saluto del Presidente Vietti Grazie
Grazie a lei caro
Professor De paro presenterà di assente ho aderito molto volentieri a questa iniziativa per testimoniare anche
Con la mia presenza anche in rappresentanza della istituzione che presiedo l'attenzione che l'istituto della mediazione merita
Credo che lo stesso valga per il primo Presidente che saluto e ringrazio per
L'ospitalità e che
Dall'introduzione ha mostrato di non essere
Il padrone di casa neutrale
Di non avere una posizione
Passiva di non fare come ha detto lui che non deve fare il mediatore un puro gestore di emozioni
Ma
Ha preso molto esplicitamente partito a favore
Di questo
Istituto nella convinzione che io condivido assolutamente che ha assai ben motivato che
Il sistema giudiziario processuale non è in grado di smaltire quella enorme quantità di contenzioso che si produce nel nostro Paese e i Capponi Rossi
A voler introdurre
Dentro il
Puro ed esclusivo sistema processuale
Questa Massa enorme diritti non produce altro che l'ingolfamento e la paralisi
Del sistema stesso di qui la necessità di pensare
A formule a soluzioni alternative
Di risoluzione delle controversie in materia civile
Come e un approdo assolutamente indispensabile noi sappiamo che la mediazione avuto un percorso tortuoso una sorta di Via Crucis
Dalla introduzione del due mila dieci alla dichiarazione di costituzionalità del due mila dodici e la mia introduzione
Laboriosa del due mila e tredici dico subito che questa reintroduzione a mio modo di vedere è positiva ma non è sufficiente
è necessario non solo
Sviluppare tutte le potenzialità che Lara introdotta mediazione offre ma
Ampliarlo dove anche perché
Si tratta di una precondizione per garantire la sopravvivenza della nostro sistema giurisdizionale
Un sistema giurisdizionale che si trova ad operare in un contesto sociale economico profondamente mutato rispetto
A quello
In cui fu pensato
Sistema che
è in affanno a reggere la sfida
Della globalizzazione la sfida dell'adeguamento alla modernità
La sfida della comunicazione in tempo reale
La
Sfida dell'informatica della
Telematica la sfida di quella che viene chiamata la loro exploit
Orson
Cioè il passaggio da una giustizia di pochi a una giustizia di massa
In cui si affacciano si sono affacciati continuano ad affacciarsi sempre nuovi diritti che danno vita a controversie sempre nuove
E
Rispetto ai quali e l'assetto tradizionale del sistema giurisdizionale vacilla che
Non può che rispondere Congo un allungamento dei tempi perché la risposta di giustizia che finisce di tradursi in denegata giustizia
Perché
Diceva ieri con una bella immagine un avvocato generale di una accorte che ho visitato
L'ingiustizia e sempre rapidissima
E dunque
Ripararla rendendo giustizia
Deve essa che se non rapidissimo almeno non lunghissimo
Perché se ad una ingiustizia che per sua natura rapidissima io rispondo con un ripristino delle condizioni di giustizia cioè con la distribuzione dei torti e le ragioni il tempi
Io non ho ragioni voli ebbene io comunque
Come noto quella risposta di ingiustizia poi
Potrei essere la risposta giuridicamente più ineccepibile ma
Il suo arrivare così a distanza di tempo dalla ingiustizia verificatasi la rende spesso inutiliter
Da
E questo in un contesto ripeto in cui i cambiamenti sono profondi in cui le istituzioni tradizionali del nostro stesso diritto sono sottoposti ad una
Evoluzione che vede schemi di relazione sempre più flessibili sempre più lontane dalla tipologia classica del contratto in
Che sottopongono dunque al giudice problematiche sempre nuove che esigono competenze sempre più specialistiche perché
Vedo la necessità di applicare normative sempre più di dettaglio
E allora
Ecco che
In un quadro che è sempre più complesso in cui le fonti si sono
Fortemente moltiplicate la gerarchia delle fonti che abbiamo tradizionalmente studiato non regge più rispetto alla realtà che conosciamo oggi
Non c'è più il modello di Stato accentrato ma c'è un uno Stato in cui proliferano istanze e dunque contenziosi che fanno riferimento a fonti normative di secondo di terzo
Livello verso il basso e verso l'alto a una normazione che fa i conti con una quella europea con la Corte dei diritti dell'uomo con la Corte di Strasburgo
Dando vita a un vero e proprio intrico normativo un labirinto la definito qualcuno in cui da un la atto è inevitabile che la giurisprudenza svolga ruolo di creazione di diritto vivente ma dall'altra in cui finisce che il magistrato è l'unico dotato di una lanterna in grado di orientare lo per evitare che si perda in questo labirinto normativo ora
Se così è immaginare
Una lettura puramente Tribunale eccentrica per la soluzione dei conflitti una immaginazione assolutamente inadeguata
Io credo ad una lettura dell'articolo ventiquattro della Costituzione che non sì
Riduca alla teorizzazione di un diritto di
A dire esclusivamente il sistema giudiziario tradizionale ma che viceversa faccia salva
La legittimazione della mediazione anzi presupponga delle alternative a quella giudiziaria una risposta giudiziaria che ovviamente rimane ma rimane come
Estrema ratio lasciando consentendo anzi in qualche modo presupponendo altri sistemi
Di composizione dei conflitti meno traumatici meno onerosi meno lunghi
Il Presidente a Santa Croce ci ha ricordato la direttiva europea del due mila otto sulla mediazione la sua relazione di accompagnamento in molti spunti che divi possiamo trarre
Per
Confortarci nella legittimazione non solo della mediazione ma anche della sua
Obbligatorietà ovviamente dobbiamo affrontare tutti quanti delle resistenze culturali
Molto forti
Ma io credo che questa sfida valga la pena di essere
Raccolta e si possa anche vincerla ovviamente
Non posso esimermi dal ricordare ai mediatori dando per scontato che parliamo in gran parte a loro che
Questa sfida si può vincere se da parte loro
Si fa uno sforzo nella direzione di acquisire grande autorevolezza vedete io lo ricordo sempre anche ai magistrati
La legittimazione del magistrato non stanno investitura popolare non sta nel consenso non sta nel concorso
Ma sta
Nella sua autorevolezza che proporzionale alla sua preparazione alla sua professionalità
Alla padronanza degli strumenti tecnico-giuridici alla formazione all'aggiornamento ben
Credo che questo valga anche
Per i mediatori
C'è un rischio che io vedo e denuncio spesso nella legge e cioè
Il catalogo ministeriale dei mediatori non favorisce la specializzazione viceversa io credo che la specializzazione sia il requisito fondamentale del
Moderno mediatore così come lo è
Del moderno magistrato
Io credo che vada superata la concezione del magistrato generalista e credo che egualmente non es ci si debba acquietare o fare acquiescenza la figura del mediatore generalista per questo
Questa
Questo istituto va
Utilizzato il fino in fondo in tutte le sue potenzialità nonostante i limiti
Che la sua che introduzione ha portato con sé
Cito soltanto quello che già il Presidente Santacroce ha ricordato l'esclusione del
Controversia dalla cioccolata da circolazione stradale è paradossale che una materia
Che di suo è
Tipicamente
Affidabile alla mediazione sia stata sottratta viceversa ha la competenza di questo istituto
Mi verrebbe da dire incomprensibile non fosse viceversa fin troppo comprensibile la ragione
In ogni caso mi pare che i dati del due mila e tredici siano dati confortanti
Se non se non erro De Palo mi corregga
Nel due mila tredici quando la gara Inter comparso abbiamo raggiunto sia raggiunto un accordo nel quarantadue quarantatré per cento dei casi mi pare una percentuale
Buona
Penso che questa strada che si è intrapresa è una strada senza ritorno essenza alternative ce lo impone
Ci piaccia o non ci piaccia la mediazione quindi lo dico anche a quei a cui eventualmente non piace
C'è lo impone la quantità del contenzioso del nostro Paese i limiti alla produttività dei magistrati che più di tanto non possono essere dilatati
Il numero dei magistrati che più di tanto non può essere
Aumentato ma soprattutto l'esigenza di tempestività della risposta di giustizia che si colloca è in quei numeri che il Presidente Santacroce ha ricordato
Che sono il triplo il quadruplo della
Media europea e che in un sistema di competizione degli ordinamenti qual è il sistema del mercato globale
Non è tollerabile perché
Nella competizione del mercato globale un ordinamento che dà una risposta di giustizia così tardiva e inevitabilmente un o di
Rammento non solo non attrattivo ma addirittura le pulci Sivori verso gli investimenti e l'allocazione delle risorse e del risparmi
Un sistema come il nostro che incentiva
Chi ha torto a promuovere il contenzioso perché promuovendo il contenzioso a più vantaggi e avendo torto di quello che lo promuove avendo ragione evidentemente è un sistema intollerabile e la soluzione non può che essere
Quello di portar fuori dal pro cesso una parte di questo contenzioso
Si è introdotto negli ultimi dieci anni si è intervenuti almeno due volte all'anno sul processo civile ottenendo risultati assolutamente
Minimali se non nulli che rispetto all'accelerazione del processo il che vuol dire che non si possa e non si debba pensare a interventi coerenti e
Uniformi sullo rito civile ma vuol dire che non si può pensare che soltanto attraverso
L'intervento sui diritti si possa
Ottenere una risposta di giustizia più tempestiva
Su questo fronte l'istanza di cambiamento che ci viene dal Paese
E dall'Europa e forte non può
Essere ignorata anzi io credo che debba essere cavalcata
Cavalca
Data ovviamente con competenza con preparazione Congo
Lungimiranza sapendola ben interpretare
Sapendo
Come ci dice la Scrittura in qualche modo leggere i segni dei tempi vi ringrazio
Molte grazie anche al presidente Vietti per i numerosi spunti devo molte persone che prendono appunti mi spiace che non potrà trattenersi fino alla fine perché torneremo su questi aspetti
Ora io l'occasione che ci porta qui questo studio della in Parlamento europeo voglio
Cercherò di essere andare veloce perché alcune cose già le conoscete e vi sono punito perché vedete Doors costringere testare
Gira ATI il presupposto di questo studio mentre si sta ripensando a potenziare la mediazione
è il così detto paradosso era molto importante nel momento in cui legislatore si accinge a mettere le mani di avere presente non solo quello che ha funzionato quello che non ha funzionato ma come si diceva anche
Il Presidente Santacroce vedere che cosa succede all'estero non già e non solo per i vincoli imposti dalla dall'Unione europea ma anche perché le le per lei direttive praticamente
Aggiungo solo una cosa che forse molti non sanno la raccomandazione cui faceva riferimento il Presidente Santa Croce non è semplicemente uno dei tanti prodotti di Bruxelles mai nientemeno che il documento che ha consentito all'Italia in uscita dalla procedura di infrazione del debito
Cioè quando noi siamo uscite abbiamo potuto spendere il tre quel punti percentuali in più quella della mediazione una delle condizioni quindi non è
Un documento così leggero
Parlare di questa materia mi piazze
Adesso vediamo se funzionano funziona da tutti ecco
Perché qualche giorno fa vedete è uscito il DEF ve lo spiego sono uscite a leggersi il famoso dance
E
Questo studio di cui parlerò è proprio menzionato perché diciamo promuove questo studio modello italiano di mediazione quanto meno relazione agli altri lo promuove come elemento positivo
Per altro verso sempre in questo testo si parla di superamento meglio di introduzione di alternative a questo modello positivo e sarà questo l'oggetto immagino del nostro secondo blocco di lavoro non lo so secondo panel
Vi dico subito purtroppo che il rende sottosegretario Ferri è impegnato tra la Commissione l'avaria comunicato credo Giuse che non vi era le quattro forse non viene neanche dopo quindi speriamo che il Governo ci faccia sapere quali sono le
Intenzioni
Il presupposto dello studio è molto semplice nel due mila undici lo stesso Parlamento europeo aveva fondamentalmente scoperto che
Con un mero venticinque
Per cento di tasso di successo cioè solo se una mediazione su quattro andava a buon fine si generavano dei risparmi assumendo che tutte le controversie
Andassero in mediazione tutte le controversie civili e che il tasso di successo fosse quanto meno del cinquanta per cento
Il motivo di questa
Potenza della mediazione cioè la capacità di generare risparmi sia di tempo che di denaro anche percentuali
Di successo molto bassa evidente no tutte le volte con la mediazione fallisce
Specie se la mediazione gratuita e si svolge entro pochi giorni noi capiamo che l'incremento sul costo del contenzioso che seguirà minimo
Viceversa tutte le volte che una mediazione successo
Il risparmio di denaro di tempo enorme quindi ogni mediazione di successo
Se volete e un tesoretto quindi di fronte a questo scenario che il Parlamento aveva registrato
Nel due mila undici il Parlamento scusate il testo ufficiale questa lingua
Ha chiesto di condurre uno studio per fare tre cose uno aggiornare questo studio famoso questi dati del due mila undici cioè capire quali sono i costi per il non uso della mediazione il non uso della mediazione
Secondo fare una comparazione delle legislazioni vediamo quali sono i modelli normativi più performanti in Europa
Evitiamo di imparare gli uni dagli altri terzo alla luce di questa ricognizione
Capire quali sono le misure legislative e non legislative leggi promozionali che si possono mettere in campo per raggiungere quell'archivio tipo fissato l'articolo uno della direttiva
Ossia facilitare ricorso la mediazione e raggiungere un equilibrio o meglio una equilibrata relazione tra mediazioni process anche dal punto di vista numerico
Il dato più sorprendente di questo studio qui hanno contribuito ottocentosedici Asperti e che vedete il numero di mediazioni e effettivamente molto basso la summa il numero che riporta che portare via e meno di
Una su mille
E
Con soli tre paesi altri quattro Paesi che registrano all'anno più di dieci mila procedure
Se non che quando noi andiamo a vedere i numeri di questi quattro Paesi Italia Germania Inghilterra Olanda vedete che
La capacità produttiva c'è il numero di procedure avviate
Con il regime vigente
Maggiore è stato quello dell'Italia anzi addirittura il mese più ricco fu un luglio due mila dodici credo con ventimila procedure quindi
Più o meno duecentocinquanta mila gli altri Paesi dove si pensa che la mediazione funzioni sopra lentamente in realtà sono a meno di dieci mila e molti Paesi addirittura sotto le cinquecento
Quindi di fatto si conferma questo paradosso esistono procedura che anche un bassissimo tasso di produzione genererebbe risparmi ma che di fatto non viene fruita
Incrociando i dati cui faceva riferimento il Presidente Santacroce sulla durata media dei processi con la durata media e i costi medi della mediazione che questi ottocentosedici esperti
Hanno fatto si è scoperto un dato molto interessante ossia che il dato utilizzano al Presidente della durata media di un contenzioso l'Unione europea e cinquecentosessanta sei giorni
Allora noi abbiamo con questi ricercatori fatto un esempio
Quanto dura in media e quanto costa in media una mediazione della stessa
Della stessa lite tipo assumiamo che
Queste controversie si risolvano ciascuna
Un caso su due quindi una lite preceduta da mediazione si risolva l'altro meno ha un tasso di successo del
Cinquanta per cento per singola lite avremo un risparmio di
Duecentoquaranta giorni se il tasso di successo fosse di settanta per cento evidentemente
E risparmio serve maggiore quindi per ogni singola lite in tutto le loro pena avremmo quel risparmio chiaramente minore il tasso di successo minore i risparmi
Fino a quando si raggiunge il così detto breakeven cioè i costi delle mediazioni fallite sono compensati dei risparmi delle relative le mediazioni andata successo
Guardando ai costi perché i dati della Banca mondiale riguardano sia la durata sia i costi come vedete i numeri sono sorprendenti per la causa tipo si passa da nove mila centosettantanove settemila e nove
E addirittura nell'ipotesi di un settanta per cento di successo nomi Torquato ritocco di là
Tre mila
Tremila euro di risparmio
Per ciascuna ciascuna controverso
Ora se voi moltiplicate
Questo numero
Che risparmio medio
ACI al cinquanta per cento bene il cinquanta per cento mila duecentodiciannove
Per un numero conservativo delle controversie avviati in Europa ogni anno raggiungiamo una cifra che in realtà più vicina a venti miliardi all'anno che non a quindici perché la sede conservativa perché i dati qui faccio riferimento sono i dati del settore di cui è stato componente
Raffaele Sabato ci parlerà di questa
Organismo del Consiglio d'Europa e qui dati ad esempio non includono peritare i giudici di pace e se non sbaglio numero più o meno un milione e mezzo per i considerando
Tutti queste controversie siamo
Al cinquanta per cento di successo addirittura venti miliardi l'anno quindi sono parecchi denari che restano sul tavolo maggiori denari sul tavolo
Chiaramente più aggressive
Dovrebbero essere se non le politiche di mediazione quanto meno le sperimentazioni evidentemente
Il secondo esercizio che non ho fatto per il parametro che è stato quello della ricerca nella legislazione più performante dico sempre come dicono gli americani dove c'è il fumo sul fuoco la novella spesso negativa tutto fu interrotto
Gli americani a Licola contrario se vuole vedere prevede il fumo vuol dire che c'è una cosa che brucia Sagliano a vedere dove ci sono le mediazioni
E capiamo quali sono gli elementi regolatori cioè normativi che le Generali
E poi sono stati gli assunti abbiamo chiesto questi ottocentosedici studiosi c'è un questionario molto complessa di quarantacinque domande
Di fare un ranking una graduatoria della loro normativa sulla base di una serie di parametri ad esempio quanto forte la protezione della riservatezza
La mozione che più protette la riservatezza tantissimo giusto poco più ci saranno le mediazioni
Allo stesso modo sui giudici sono proattivi molto proattivi poco proattivi o per nulla proattivi ci saranno
Più
Medio o meno me mediazioni
Tre
La capacità di dare esecuzione gli accordi normalmente se eseguire gli accordi di mediazione molto facile ci dovrebbe essere più inclinazione mediare che non il contrario perché se io faccio l'accordo poi Moresco inseguire o li seguo con grande difficoltà nessuno ci va
Ebbene incrociando tutti questi fattori abbiamo scoperto che nessuna di queste
Direttrici si volete di questi settori ha portato alla ha un gran numero di mediazioni esempio in Svezia i giudici sono giudicati molto proattivi ma le mediazioni sono sotto cinquecento in alcuni Paesi Ungheria
Bulgaria
Romania ci sono incentivi economici addirittura una restituzione
Di parte del contributo unificato ma i numeri non sono grandi
Quindi a volere che notificare il singolo fattore nessuno di questi enti l'idea era
Caro legislatore rumeno bulgaro svedese se voi effettivamente aumentare il numero delle mediazioni per raggiungere quell'equilibrio non usare questi strumenti lei da soli né in combinazione
Perché perlomeno fino ad oggi non hanno generato numeri significativi
La seconda domanda che è stata fatta blocco di domande che è stato fatto a queste Sperti è ok assumiamo che legislatore abbia una pallottola suo qual è la singola misura che può aumentare il numero delle mediazioni e come potete immaginare evidentemente le risposta più frequente
E do la risposta che è stata data indipendentemente dai Paesi di provenienza perché lo studio che disponibile sul sito del Parlamento europeo poter scaricare classifica quelle risposte anche su base nazionale indica la previsione evidentemente della
Il tentativo obbligatorio in taluni casi diciamo il modello italiano del due mila dieci due mila undici oppure quello della cosiddetto incontro informativo obbligatorio che ormai diffusissimo in Europa Irlanda Repubblica Ceca
Lussemburgo e Romania per tutte le cause cioè io non devo fare la mediazione prima
Di andare dal giudice ma devo recarmi da un consulente che mi parla della mediazione se mi convinceva delegazioni diversamente ho esaurito il mio onere
A
Analizzando i dati meglio se ce la faccio o sono giustissime aiuti
Abbiam però scoperto che assumendo proprio il numero il favore diciamo
Manifestato degli esperti verso questi modelli normativi un modello
Sorprendentemente il nostro risultava
Favorito preferibile
Ossia un modello che comprende e ha in sé non solo la incontro informativo obbligatorio ma anche la cosa interna mediazione obbligatoria
Impropriamente detta tale con facoltà di uscita che se volete
è il modello italiano perché il modello italiano fondamentalmente ti dice in quelle materie non sei tenuto a mediare neanche a tentare di
Sia unicamente tenuto a sederti con un mediatore per vedere
Se ci sono le condizioni per procedere quindi di fatto è un incontro informativo effetti ancora
Alcuni lo chiamano in gergo incontri informativo incontro preliminare
La differenza dal modello rumeno e a di altri Paesi è che un modello secondo me è più furbo è un modello di opta out cioè io sono già dentro la mediazione
E posso uscire gratuitamente rispetto ad altri modelli cosiddetti di otto in
Nei quali io
Dopo aver fatto l'incontro con il consulente di mediazione devo decidere di attivare una procedura sfruttato effetto essenzialmente il l'affetto inerziale no
Se volete dico sempre a crescere il numero di trapianti di organi
Quale meccanismo regolatorio più funzionante secondo voi quello che dice se muori io prendo il tuo organo solo se firmi qua
Oppure se muori io prendo porgono a meno che tocca dici di no
Ciò che
E il e il principio del default no della regola del fondo
La terza e ultima domanda che era stata fatta vedete era quella di chiedere quale altri misure significativamente e la formazione degli avvocati e l'uso della mediazione viene giudicato in una scala da uno a cinque
L'attività non legislativa che avesse che abbia che ha maggior potenziale per aumentare l'uno delle mediazioni l'ultima una certificazione Standard europea sulla mediazione questa fatta radiare alcuni colleghi di alcuni organismi internazionali che invece
Propugna no la
La certificazione dei mediatori
Quali sono quindi le conclusioni dello studio le conclusioni allo studio sono abbastanza semplici sulla base del numero di mediazioni registrate dal modello vincente numericamente
Quelle italiane e sulla base delle indicazioni
No degli esperti circa modello per loro desiderabile l'idea è quella di introdurre una forma di mediazione mitigata obbligatorio litigata come dice il DEF il deficit esattamente le parole di questa mediazione mitigata
Una frase sottolineate molto importante sia pure su base sperimentale e queste sono le parole del presidente Santacroce quando ci invitava esplorare credo sia la parola che non abbia
Utilizzato
Così accade in Italia come sapete questa norma la norma tempo un anno e quasi passato e si vedrà come accadrà
La seconda soluzione che è stato fornito all'Unione europea è stato anche essa menzionata da chi mi ha preceduto in particolare presente Santa Croce e l'idea di introdurrà di rispettare la cosiddetta teoria dell'indice di equilibrata relazione
Che sta fortunatamente ciò che in Italia nel nostro famoso articolo uno e dice che siccome la direttiva europea richiede obiettivamente il modo numericamente verificabile che il numero delle mediazioni cresca
Gli Stati membri che in omaggio al principio della
Di sussidiarietà scelgono gli strumenti di politica della mediazione che gradiscono ma non siano in grado di generare un sufficiente numero di mediazione debbano essere ritenuti in violazione della direttiva stessa
Parlamento europeo unico sempre a se no imparare la nuova legislatura europea evidentemente ha già formulato un'interrogazione formale la Commissione chiedendo di prendere azioni legali la Commissione di Bruxelles contro gli Stati membri
Dopo le mediazioni non sono sufficienti
Dico sempre che molto interessante perché guardiamo la vivere come un fenomeno nordamericano che mentre noi in Italia stiamo sperimentando la mediazione obbligatoria
Con facoltà di uscita a New York si sta facendo lo stesso quindi non giurisdizione qualsiasi ma nientemeno che negli Stati Uniti d'America e per di più a Manhattan una delle Corti sapete più voluti più sviluppate
New York infatti è uno dei pochi Stati dove la mediazione non era già obbligatoria
La mediazione obbligatorio non intervistati gli stati molto popolosi cancro California floride Tex
Che sono blu e Rossi politicamente dei democratici e repubblicani non sembra esserci una correlazione politica bene
Da febbraio del due mila quattordici per diciotto mesi quindi fino a credo luglio del due mila
Quindici avanti se voi andate siete attori parte di una controversia per la Corte commerciale di Manhattan che ha giurisdizione superiore centomila
Ho centocinquanta mila dollari
Un caso su cinque e segnatamente il quinto verrà obbligatoriamente assegnato alla mediazione
Durante la presentazione dello studio una parlamentare un europarlamentare tedesca ma detto io sono una liberale e tutto ciò che obbligatoriamente i piatti
Neanche questa roba qui io così ho reagito male distinto detto guarire ragione soprattutto questo modello nordamericano mi pare molto privo di sofisticazione molto
Dezzo
Perché cosa ci dice che il quinto caso abbia più chance stia Blair essere mediabili
Piuttosto che un caso in materia bancaria un caso in materia
Di risarcimento automobilistico in realtà pur essendo un esperto di economia neanche di economia mi sono convinto che l'esperimento newyorkese ha un forte in merito
Perché se si riesce a dimostrare
Che
Quei qui liti casi che vengono assegnati mediazione quindi indipendentemente dal valore dalla natura della tipologia di lite
Sono si trasformano in accordi evidentemente si può validare la tesi che il lo strumento prescinde dalla natura del contenzioso lo strumento ideale ci sarebbe una tipologia di casi trattati
No che sottolineo la materia bancaria come di azione e poi dei casi random a caso si parla di gruppo di controllo che sono sperimentò che venne fatto molto anni fa però penso che questa quello che verrà da questo programma di sperimentazione se davvero interessante
In realtà mentre io credevo che il modello italiano avesse scrive est ispirato gli Stati Uniti così non è perché un collega molto caro J. folk perché uno sono dei padri della mediazione
Gli ha mandato questo suo articolo dirigente mi fa esattamente venti anni fa sulla pubblicato dalla Stanford logico Stanford Petroni questa
è una delle due più prestigiose e ci dice qualcosa di assolutamente rilevante per il caso italiano in quel caso si trattava di un programma federale nello Stato del loro i conti dove
Alcuni casi venivano assegnati alla mediazione e alcuni altri no
E come potete leggere vedete
Quando lo traduco scusate magari perché bisogna prevedere che avrei piacere
L'ottanta per cento degli avvocati in cui casi venivano richiesti seguire per costo di mediazione dicevano che avrebbero selezionato una forma di mediazione se questa era disponibile
Ma nessuna avvocato il cui caso non era stato assegnato al percorso di mediazione aveva richiesto di partecipare di propria iniziativa
Quindi seppure gli avvocati potevano chiedere di rimuovere
Dal percorso di Hera e quindi opta out
Pochissimi lo fecero secondo gli autori vedete questo indica che i litiganti loro avvocati spesso seguono il percorso della minor resistenza restando semplicemente sul percorso dia ADR
Nel quale sono stati inizialmente assegnati
Indipendentemente dal giudizio di idoneità o meno per il percorso per il loro caso quindi la conclusione molto importante per l'voi opting out quello che sembra essere una contrita Lippi completa
Libertà di scelta di partecipare in una procedura di ADR
Di fatto può risultare nel fatto che nessuna scelta viene fatta e principi Verziano è sospesa questo venti anni fa
Ma evidentemente a New York anche se ne sono accorti dopo
Il modello di mediazione di cui parlavo destra come sapete è stato oggetto di una lettera di energia quindi indirizzata dal Parlamento europeo al Ministro Cancellieri un modello da cui
Il resto dell'Europa per imparare sono parole della madre della direttiva europea
Quindi mi permetto semplicemente di dire ma sarà oggetto del prossimo panel che io
Indistinta vilmente nudo cioè non sappiamo che certe politiche non hanno funzionato e
Lo sappiamo non hanno funzionato imitare anche altrove abbiamo delle politiche che stanno funzionando
Interrompere adesso la sperimentazione come credo si stia tentando di fare senza neanche fare un'altra sperimentazione di alternative sia una cosa effettivamente sciagurata ma di questo parleremo successivamente grazie scusate se mi sono dilungato
E ora al momento di passare a all'opinione di due magistrati uno tuttora magistrato informatore Raffaele Sabato e poi a maggio strato tenuto mediatore Marcello marinari quei faremo una breve pausa PESC granchi Ricci poi entriamo subito nostro secondo panel dove parleremo
Di queste proposte concrete di cui si legge sui giornali
Abbiamo la fortuna di avere tra noi diverse persone che sono protagoniste e giustamente voglio fare vedere sono imbottito di dieci gli antibiotici do la parola al prezzo Genal Palumbo prima di parlare con i colleghi con cui avevo concordato unità il vento scusate anche scritto qua dovrei solo essere un po'più nel possesso delle funzioni perché la dottoressa Palumbo dalla Banca d'Italia ha collaborato a un Progetto dell'OCSE abbiamo anche gli slide che possono essere
Nel frattempo
Do il il il telecomando ha studiato l'incidenza della durata dei processi civili in Italia un rapporto molto importante ripresentato a maggio
Alla Banca d'Italia quando era vice segretario dell'OCSE l'attuale ministro economia a cercarlo padovana e quindi siamo molto contenti di questo ulteriore contributo
Alla
Costo effettivo di quello che lasciamo sul tavolo non volendo sperimentare fino in fondo
Le alternative
Grazie mi scusi per la gassata si abitui
Non c'è nessun problema anzi grazie mille per
L'invito al professor De pagano a partecipare a questa interessante discussione su un tema che è molto rilevante grazie al Presidente Santacroce
Per l'ospitalità ringrazio anche al nome delle della istituzioni di appartenenza
Che come sapete segue
Il tema della tutela dei diritti e dell'efficienza della giustizia con particolare attenzione
Insomma
Questo
Non ce la facevano i kiwi qualcosina
Questo è
Ci provo
Dunque quindi io
Farò delle brevissime considerazioni in qualche caso anche un po'provoca attive
Su sul tema di cui stiamo discutendo oggi partendo da una brevissima introduzione sull'importanza del tema
L'al punto di vista della crescita e quindi dal punto di vista proprio della del funzionamento dell'economia
Ritornerò brevemente sullo studio del Parlamento europeo
Per
Poi commentarlo né due punti che secondo me erano i più interessi insomma rilevanti
I benefici della mediazione e poi questo dibattito diciamo tra mediazione obbligatoria volontaria
E cercherò di
Comunque diciamo fornire alcune considerazioni conclusive
Sul tema
Ok
Tutela dei diritti e crescita è stato in parte già sottolineato dal presidente Santacroce ma vorrei spendere due parole anche per giustificare in qualche modo la presenza della Banca d'Italia
In un
Il non mia in un'occasione del genere
Sottolineare l'importanza che un'efficace tutela di diritti a per la competitività e per la crescita di un sistema economico
Il fondamento di un buon sistema istituzionale insieme ad una regolamentazione efficiente insieme una buona amministrazione
Insieme alla capacità del sistema di sanzionare comportamenti scorretti
E perché perché tutela dei contatti e tutela dei diritti di proprietà sono proprio i due fondamenti due pilastri su cui si fonda il funzionamento di un'economia di mercato
Un sistema che non è in grado di garantire un'adeguata tutela dei contratti
Disincentiva gli investimenti come è stato sottolineato e soprattutto quelli in attività maggiormente innovative che sono ovviamente più difficili da tutelare
Li riduce la disponibilità dei finanziatori a concedere credito ne aumenta il costo e sappiamo oggi quanto è
Scottante il tema nella fase congiunturale che il Paese sta vivendo perché ovviamente il creditore non si sente tutelato dal sistema nella possibilità di rientrare nel capitale finanziato
E riduce anche la concorrenza sui mercati perché in assenza diciamo di un
Di una buona inadeguata esecuzione molto esecuzione dei contatti
Il
I le le imprese tendono a
A stabilire relazioni basate su rapporti fiduciari
E questo naturalmente ostacola l'ingresso nel mercato di nuovi imprenditori
Soprattutto quindi i giovani
Quindi la tutela dei diritti è un elemento fondamentale e da questo punto di vista che questa tutela
Diciamo venga garantita dalla giustizia ad altre forme di tutela e
Cioè e i
Ritiene fondamentale tutto quello che aumenta la tutela di diritti e
Quindi positivo benefico benefici alla crescita con effetti che sono quantitativamente rilevanti
Fatto diciamo questa premessa da economista
Come ci ha ricordato il professor dei Pallo e quindi io riassumerò proprio Brizzi dissi ma mi in tempo
Lo
Diciamo il pretesto di questo incontro questo interessantissimo studio è stato condotto dal Parlamento europeo
E uno studio che ha tanti meriti uno fra tutti quello anche di aver
Prodotto e raccolto una grande quantità di evidenze di informazioni
In un
Ambito in un'area in cui le informazioni sono particolarmente scarse
Appunto nella
Nel mesi lo studio che avevamo fatto all'OCSE avevamo tentato anche di analizzare
I sistemi alternativi di risoluzione delle controversie ma con dei tassi di risposto molto bassi perché in quel caso il nostro interlocutori erano le istituzioni quindi ministeri il CSM
E quello che abbiamo verificato che sostanzialmente nessuno sa
Quanto e diffusa quanto sono diffuse queste forme alternative
Quale
Quali sono i posti quali sono le materie in cui
Diciamo il
Vi è un maggiore utilizzo di questi strumenti e anche il sotto questo profilo devo dire che l'Italia rappresenta un mix
Simone grazie
Appunto a alla legge che oltre a introdurre il tentativo obbligatorio di conciliazione
Ha previsto anche
Un sistema di monitoraggio e un obbligo in capo agli organismi di di ADR di fornire di di fornire informazioni al Ministero appunto per il monitoraggio brevemente dicevo nello studio on line ricordato lo ha spiegato meglio di me il professor De Palo
I ha evidenziato come nonostante i benefici la mediazione sia ancora poco utilizzata
Il punto principale dello studio e che sta la deludente performances
Sia da attribuire essenzialmente alla debolezza delle politiche volti a promuoverla e quindi si auspica l'introduzione di una forma mitigata di tentativo obbligatorio di conciliazione
E come avete visto in qualche modo questa
Tesi viene supportata utilizzando il tasso Italia come un caso virtuoso come un esempio di best practice
Dove l'introduzione di un tentativo obbligatorio di conciliazione ha determinato un lo sviluppo
Della un in una crescita diciamo del nell'utilizzo nel ricorso a queste forme alternative di risoluzione
è uno studio che ripeto ho trovato molto interessante ricco di stimoli di spunti e di cui condivido essenzialmente le premesse e le conclusioni
Soprattutto per quel che riguarda i benefici della mediazione
Sono stati anche in questo questi diciamo evidenziati negli interventi che mi hanno preceduto il professor De Palo ha messo in evidenza i risparmi di tempo e di costo
Che possono derivare da una maggiore diffusione dei sistemi alternativi è stata evidenziata siamo la capacità di fare l'attiva
Della giustizia ordinaria
è stato evidenziato però come sarebbe riduttivo
Considerare la mediazione solo uno strumento deflattivo della
Della della giustizia ordinaria
I proprio perché i due SIT Sistemi svolgono funzioni che sono di fare diverse stato detto in un caso si tratta in qualche modo di accertare torti e ragioni e quindi di
Dei diritti e degli obblighi nell'altro caso si tratta di
Addivenire ad una
Risoluzione di una disputa che sia mutual mente conveniente per le parti e questo
In molto importante proprio per la continuazione dei rapporti soprattutto tra impresa e rapporti di natura commerciale
ASS assume quindi anche qui diciamo c'è una componente che dal punto di vista dell'economia della continuità dei rapporti economici e commerciali e molto importante
Passando a destra in
Questo credo diciamo sì benefici credo fosse giusto enfatizzarlo lo anche appunto dal punto di vista fosfati zampilli ed anche dal punto di vista dell'economista
Però credo che in qualche modo non ci sia
Dissenso cioè che sia un'opinione condivisa che vi siano degli importanti benefici
Dalla diffusione di strumenti alternativi quindi dall'ampliamento delle forme di tutela dei diritti forse diciamo la questione
Che in viene invece maggiormente dibattuta e su cui
Vorrei gettare una provocazione e quell'appunto dell'obbligatorietà
Versus la volontarietà della della della mediazione
I appunto nello studio e si evidenzia come
Ci siano dei grossi benefici dalla obbligatorietà
Come dimostrerà
Come dimostra il caso dell'Italia
A me diciamolo non sorprende tantissimo che in un Paese in cui la mediazione è obbligatoria
Ovviamente ci siano moglie tutti più tentativi esperiti rispetto a tutti gli altri Paesi considerati dove l'obbligo non sussiste banca quasi da sei
Se
Andiamo poi a vedere
Quale io sono una grande sostenitrice lo dico già da ora lo ribadirò nelle mie conclusioni sono una grande soste
Si è assente l'idea della mediazione in Italia della
Del tentativo obbligatorio di mediazione però
Penso sia anche giusto evidenziare eventuali i limiti
Della del del della legge italiana
Se andiamo a guardare i dati del due mila tredici sono leggermente migliori ma non dissimili da quelli del due mila dodici in realtà vediamo che
La percentuale insuccesso delle mediazioni nelle materie in cui obbligatori e quattordici per cento
Un quattordici per cento che viene dal fatto che solo nel trentadue virgola quattro per cento dei casi l'aderente compare
E
Quando l'aderente compare la probabilità di successo del quarantadue per cento
Quindi
Nato diciamo una un tasso di successo che non è che vastissimo ci possono essere molte ragioni compreso il fatto che lo strumento dire
Affermarsi però per ora il dato questo
Che cosa ci dice però questo dato
Diciamo
Per tentare di trarre delle conclusioni ha fatto un piccolissimo esercizio proprio molto banale di confronto tra due Paesi uno l'Italia e l'altro la Finlandia
Perché ho scelto la Finlandia perché appunto dallo studio OCSE la Finlandia veniva fuori come un Paese
Non molto virtuoso con la litigiosità molto bassa una durata dei procedimenti molto più basse dell'Italia che invece rappresenta come è noto l'estremo opposto cioè i paesi più inefficiente
E se noi applichiamo non è corretto lo so e tornerò tra un attimo ma per fare un esercizio applichiamo il patto stesso quattordici per cento di successo a l'Italia
Utilizzando di procedimenti di cognizione ordinaria i dati del Ministero sulla durata stimata
Vediamo che effettivamente anche con una percentuale così bassa di successo c'è un vantaggio in termini di
Durata dei procedimenti perché il nostro sistema talmente inefficiente che anche a fronte di una così bassa percentuale di successo c'è un vantaggio
Il non è
Però così quando applichiamo questa stessa percentuale un Paese come la Finlandia dovevo ovviamente il beneficio e minore perché la durata dei giudizi ordinari
Il più bassa quindi in questo caso la percentuale si inverte
Dobbiamo concludere quindi che in Finlandia non ne una soluzione efficiente la mediazione obbligatoria no
A mio avviso
Perché no perché applicare
Alla Finlandia lo stesso quattordici per cento che si vivifica nel nostro Paese è scorretto perché questo perché qui secondo me viene fuori un altro punto molto importante perché
Il funzionamento della giustizia ordinaria influenza il funzionamento della mediazione
Laddove la giustizia ordinaria e più inefficiente anche
La
Le forme alternative di risoluzione delle controversie funzionano peggio e questo è un dato da tenere presente
E l'esempio che io ho fatto che quello atto come canale di trasmissione quello che ho chiamato la domanda patologica anche questa è stata
Diciamo già richiamata cioè in un Paese in cui la durata dei procedimenti così elevata come in Italia
Il ricorso alla giustizia almeno un in parte il ricorso alla giustizia non risponde più all'esigenza di accertare
Torti e ragioni Maria Fondo è semplicemente l'esigenza di della parte in torto di sfruttare l'inefficienza del sistema termini dilazionare il pagamento per
Per
Appropriarsi di rendite
Allora evidentemente è questo che cosa significa significa che in un Paese come il nostro ci sono tanti casi che
Passano per la mediazione ma non vengono mediati
Perché l'obiettivo non è
Raggiungere un accordo
Ma l'obiettivo è di latte dilazionare sfruttare appunto la la la la lunghezza dei procedimenti in mancanza di questo effetto perverso probabilmente osserveremmo delle percentuali di successo più elevate
Che e questo probabilmente sarebbe il caso della Finlandia il che di nuovo
Ribilanciare ebbene
I numeri
In favore della della mediazione
C'è poi un altro aspetto che ovviamente il rilevantissimo ma
Per mancanza di tempo non voglio toccare
In tutto
Il confronto e dieci fondamentale il ruolo dell'avvocatura cioè la
L'avvocatura rappresenta il primo il principale
Riferivo il punto di riferimento e quindi il successo
Della migrazione dipende dal ruolo dell'avvocatura
Da economista direi dagli incentivi dal sistema
Di incentivi che cambiano naturalmente da Paese a Paese quindi anche sotto questo profilo ci possono essere delle di
Se
Rilevanti tra un Paese come l'Italia e un Paese ad esempio come la Finlandia nell'esempio di di prima
Perché vi ho fatto questo piccolo esercizio semplicemente per
Per
Arrivare diciamo quella che è un po'la mia conclusione e cioè che l'introduzione di un tentativo del tempo Tivoli latore di conciliazione avrebbe sicuramente e questo varrebbe per tutti i Paesi dell'Unione europea
Il
Vantaggio il beneficio di in contribuire ad affermarlo l'affermarsi di una cultura della mediazione
Quindi in qualche modo avrebbe quasi cioè
Se
Io lo vedo un po'come l'effetto quote rosa cioè è una cosa che in astratto non ci piace tantissimo ma serve
Ad affermare una nuova cultura serve a far cambiare il sistema
In alcuni Paesi come per esempio in Italia c'è Paesi caratterizzati da forti inefficienze nel sistema giudiziario
Avrebbe anche l'effetto di aumentare complessivamente l'efficienza del sistema inteso come sistema di tutela
Dei diritti però l'esempio della Finlandia l'esercizio eletto della Finlandia FUS fu forse suggerire che le differenze nella nemmeno i sistemi nel nel funzionamento della giustizia ordina tra i diversi Paesi sono
Notevoli e quindi non necessariamente
Una soluzione unica che valga in modo indifferenziato per tutti i Paesi europei sia una soluzione desiderabile
Grazie mille
Creazione letteraria potuto e saputo spero si possa trattenere per il dibattito perché sono già lo vedo che il quattordici per cento
Ditela sempre l'economista per me è un numero inesistente perché si mettono insieme delle procedure come la mediazione a tre
E delle non procedure degli aborti
Perché lamentandosi ballando quelle mediazione si fa in tre se uno dal mediatore non ci va come si fa a considerare con una mediazione fallita dico sempre come andare dal medico pretendere della diagnosi senza farsi visitare
Altra considerazione se due persone su tre si permettono di non andare evidentemente così obbligatorio non è
No se due persone sottrarsi permettono di non andare
Allora forse dobbiamo pensare non solo a rafforzare quell'obbligo di andare o limiti di rafforzare gli incentivi
Però
Queste sono considerazioni per dopo adesso finiamo questo primo giro poi ci si granché hanno le gambe come il baseball VII indi perché cambiando i relatori anche perché il tempo corre ora sentiamo come si stanno cosa avete sui magistrati su tutto come si stanno preparando nella loro formazione con Raffaele Sabato
Che considero Corte di Cassazione ma in questo momento componente del Comitato direttivo della
Della Scuola Superiore della Magistratura grazie
Grazie davvero per l'invito è un piacere
Hanno nella scuola superiore della magistratura essere questo colloquio di presentazione di questo importante rapporto al Parlamento europeo sono sei anni
Quasi oramai dalla direttiva del due mila otto e quindi era opportuno effettivamente un bilancio di questo tipo il professor De Paola mi chiami ha chiamato in causa per qualche mia
Esperienza di natura europea credo che per ragioni di tempo sia opportuno di glissare su alcuni argomenti
Forse opportuno solo richiamare chiede
Il riferimento all'Unione europea può non essere quello unico da operare in questo consesso
In quanto o sul campo c'è anche il Consiglio d'Europa che pur
Meno attivo in particolare negli ultimi anni in una fase iniziale ha promosso quattro importanti raccomandazioni in tema di mediazione
Amministrativa penale ma anche civile commerciale in materia di famiglia Elia poi
Promosso altre sedi riflessione quella seppellisce e una importantissima con una raccolta di dati con l'emanazione di alcuni studi quella del Consiglio consultivo dei giudici europei quest'ultimo e l'organismo in cui io più operato
Chi ha prodotto il cosiddetto apparire numero sei in materia di ADR che a costituito e costituisce una sorta di
Linea guida per i giudici non soltanto dei paesi dell'Europa più piccola dell'Unione ma soprattutto per quei Paesi
Che sono sui confini esterni dell'Europa che si preparano e anzi sono a pieno titolo all'interno delle nostre economie in cui la mediazione viene proposta come
Strumento
Ideale
Pirrera nella risoluzione delle controversie vi è molta influenza degli Stati Uniti soprattutto in quei Paesi per cui diciamo si prepara il terreno in maniera forse più fertile vi sono tradizioni culturali penso
A quelle
Islamiche che talvolta sono addirittura più aperte
Rispetto a queste tematiche passo a parlare velocissimamente di quella che può essere un po'
La posizione della Scuola Superiore della Magistratura che e l'organismo presso il quale in questo momento
Sto lavorando quale può essere il ruolo di una scuola della magistratura in un Paese come quello in cui ci troviamo
In cui appunto espansione dei diritti mediante lo strumento media attivo può farsi anche creando come dire delle variabili di ambiente
Un giudice ben formato ben formato anche rispetto alla mediazione credo sia un diritto per le parti anche nella prospettiva all'articolo sei
Per la Convenzione europea dei diritti dell'uomo
La scuola superiore la magistratura è stata attivata raccogliendo l'eredità del CSM
Dal settembre del due mila dodici per i magistrati ordinari in tirocinio per i giovani magistrati dal primo gennaio due mila tredici per i magistrati in servizio
In solo quindi due anni di attività abbiamo raggiunto nel due mila quattordici e lo dico questo perché
In tutti i corsi civilistici
Soprattutto quelle di natura processuale cercheremo di inserire cerchiamo di inserire una finestra su questi temi abbiamo un'offerta di ottantaquattro corsi nazionali aperti anche magistrati onorari
E tredici di livello nazionale ma collocati innanzi sede decentrata questo si aggiunge un numero
Non misurato di corsi a livello decentrato
Uno e in
Diciamo in corso in questo momento scusate il bisticcio nell'Aula fianco quindi è stato detto il più consistente quel progetto di coinvolgimento e magistrati italiani in un circuito formativo unitario
La novità grande della scuola è quella di
Disporre di una nuova sede formativa di carattere residenziale per i magistrati ordinai in tirocinio
Precedentemente questo tirocinio veniva svolto presso gli uffici giudiziari oggi esso viene svolto
Mediante starci o mediante residenza presso la scuola per sei dei dodici dei diciotto mesi di tirocinio dei giovani magistrati quindi vi potrete rendere conto della potenzialità formativa di cui la scuola fruisce
Il Ministero della giustizia al pari del CSM
Ha esercitato ed esercita un ruolo di fornitore di linee guida
Non e un caso chi nelle direttive del Ministero della giustizia uno dei sette otto e il Ministero a differenza del CSM
Che un po'più lungo nei suoi documenti è stato molto sintetico ma un intero capitoletto dei sette che ha sottoposto alla nostra attenzione riguarda la mediazione nel settore delle cause civili
Allora cosa può fare
La scuola la mediazione ante causam rileva
Ai nostri fini come variabile esterna di ambiente e quindi noi siamo particolarmente interessati dal punto di vista del processo formativo dei magistrati
Soprattutto per la mediazione lite pendente
Nel due mila quattordici abbiamo così inserito in molti corsi afferenti la pratica del processo civile le implicazioni applicative della mediazione ordinata dal giudice
E ovviamente ci occupiamo dei problemi che sono prevalentemente processualista ICI riguardanti la mediazione ante causam
In questo mese di aprile che non è ancora terminato la settimana scorsa si è svolto il primo convegno quello precedente che io ricordi dedicato esclusivamente le tematiche di ADR rimonta alla fine degli anni Novanta
Ed era Frascati si è svolto il primo incontro di studi esclusivamente dedicato alla mediazione
Uno dei
Nostri interventori era un mediatore
è seduto a questo tavolo e e l'incontro ho guardato le schede valutative prima di venire qui sicuramente ha riscosso uno dei
Punteggi valutativi da parte dei magistrati tra i più elevati sinora registrate
Questo credo sia un
Dato di testimonianza molto importante la tecnica seguita dalla scuola su questo argomento e dirò tra un attimo perché quello di mettere a lavorare insieme avvocati
Magistrati e mediatori sulla
Questione cruciale
Credo che sia quella di creare quella variabile di ambiente di cui ho detto ovviamente le possiamo influire solo sui magistrati e non dobbiamo nasconderci che l'adesione a questa variabile di ambiente della classe forense
O la mancata adesione a questa variabile di ambiente della classe forense e invece il dato
Significativo su cui credo si debba operare è un dato culturale lo ha detto l'economista dalla Banca d'Italia prima che lo diciamo noi invece operiamo direttamente nel settore giuridico
Il paradosso
L'incomprensibile dato
Cui hanno fatto riferimento sia il primo Presidente che
Il vicepresidente del CSM è relativo all'esclusione del settore della sinistrosità stradale
Forse il più adatto all'ambito media attivo rispetto alle altre controversa sottoposta mediazione privata
L'economia italiana di uno strumento che potrebbe essere adeguato al di là dei progetti di legge che altri strumenti in questo momento propongono perché una cosa è portare comunque davanti a un giudice
E con un procedimento formale un
Esperimento di una consulenza ante causam altro e portare le parti dinanzi a un mediatore chi finalizza il proprio intervento rispetto solo alla migrazione quindi credo che questo sia una delle
Questioni colla relativa variabile di ambiente su cui
La magistratura la scuola superiore magistratura non può ovviamente in alcun modo influisce
Il legislatore dovrebbe avere qualche ripensamento e credo che anche la formazione dei magistrati poco contribuire in questo senso
Il primo dato su cui si è riflettuto in questo corso è al di fuori e di natura estremamente processuale
Traendo idea da quello che porrà mai fare il giudice proponendo alle parti la proposta conciliativa cui ha fatto riferimento
Il primo Presidente sanzionata resa più interessante idonea responsabilizzare le parti attraverso un opportuno meccanismo di vicenza in tv sul piano delle spese processuali incomprensibilmente
Non viene spostata
All'indietro al momento della procedimento di mediazione perché se secondo un gioco di norme che pure abbiamo nel nostro codice di procedura civile
Già in quella sede o addirittura prima i difensori potrebbero scambiarsi procedure conciliative proposte conciliative
Il con il anzi io nazionale forense purtroppo su questo punto ha assunto una posizione diversa ribadendo una norma deontologica vecchia
Che sottopone riservatezza la con Lalla alla controversa la la corrispondenza scambiata tra difensori
Ma quella non autorizzato alle parti quindi lo scambio di posizioni
Prima della mediazione e soprattutto quella revisione normativa e professor debbano in qualche modo auspicato nel suo intervento con la
Definizione anche di una mediazione non riuscita attraverso ferma restando la confidenzialità
Una chiarificazione circa le posizioni delle parti ed eventualmente una proposta del mediatore fornirebbe al giudice
Il vero strumento quello che veramente manca hanno i magistrati in Italia riavere posizioni
Chiare
Con piena disconosceva non solo del
Le carte ma anche delle posizioni all'inizio di una causa che come ha detto l'economista della Banca d'Italia
E ancora purtroppo uno strumento in cui troppe cose si possono rivedere e modificare a finalità talvolta dilatoria
Termino facendo qualche commento dal punto di vista del magistrato o del formatore giudiziario a questo importante studio
Il mio primo commento è come dire di natura
Statistica per quel poco che io possa comprendere questa scienza
Mi è sembrato di capire che
Il nostro Paese che si presenta quasi come un campione grazie all'obbligatorietà del tentativo comunque offre un panorama abbastanza
Negativo dal punto di vista del rapporto tra mediazioni riuscite e totale delle mediazioni
Io credo che anche in questo si debba tener conto da parte del legislatore non soltanto del rapporto tra mediazioni riuscite in mediazioni
Cui le parti entrambe le parti hanno aderito perché quelle qualcosa che fa sperare effettivamente il problema è convincere tutti anche attraverso opportune norme deontologiche
A comparire innanzi al mediatore e poi la mia posizione personale quell'anche di terminare il procedimento delle di mediazione mediante
Posizioni
Il tempo mediazione più processo se calcolato con riferimento anche alle mediazioni
Tentate ma senza comparizione delle parti timo che possa rappresentare un costo per il sistema che il sistema potrebbe non tollerare certo dal punto di vista della durata del processo è un momento di respiro in più
Che ci viene concesso no perché non si calcola i fini della durata del procedimento però quelli milanesi sono comunque un onere per le parti e raffreddano
La controversia talvolta invece riscaldando l'attacco Vendola dando la possibilità ancora lì ritardare i pagamenti
Due parole su come
Credo che lo studio possa contribuire
A
Far crescere la consapevolezza del ruolo del giudice io credo che questi dati relativi al successo in altri sistemi essenzialmente nel Regno Unito
Della mediazione ci renda consapevoli e
Per questa ragione abbiamo promosso questi incontri presso la scuola che speriamo di replicare quanto prima del ruolo che il giudice può avere soprattutto nella mediazione ordinata dal giudice
Questo meccanismo estremamente delicato quale ci prepariamo perché le esperienze sono poche qualche collega ha fatto
Già degli studi e delle proposte sono consapevole del fatto che la dottrina in materia di ADR ritiene
Che tutte le cause possano essere mediateche non ci sia uno stretto rapporto tra natura della causa
E ordine del giudice però almeno ai fini formativi è importante che i nostri colleghi sappiano quali cause siano più idonee
Per l'emissione dell'ordine di archiviazione
In quattro cause sia opportuno in relazione soprattutto i difensori ed è parte che si ha davanti
A finalità come dire in qualche modo
Di
Prognosi favorevole ordinare la mediazione e soprattutto a finalità di trasparenza più opportuno raccordarsi con gli avvocati e con i mediatori secondo protocolli condivisi
In quanto credo che non giovi soprattutto in Italia e soprattutto secondo certi meccanismi immaginare che il giudice ordini mediazioni a favore di
Organismi presi a caso in liste
Simili a quelli dei consulenti tecnici d'ufficio o tirando la sorte
Oppure appoggiandosi a proposte eventualmente esclusivamente delle parti quindi questo momento estremamente delicato anche
Per l'immagine della giustizia e quanto ne consegue
Io credo che il come
E il dure della mediazione siano delle cose da discutere con i mediatori e con gli avvocati certo il quando lo deve decidere il giudice però anche lì
Dovremmo lavorare insieme i mediatori per capire come fare e quindi
Questa
Cultura comune soprattutto con i mediatori che stanno crescendo nel nostro Paese credo che sia poi il di più
Questo di più che potrebbe giovare anche a quella nuova funzione del giudice di
Proponente
La conciliazione che è l'altra variabile su cui vorremmo influire
Ricordiamoci che questa proposta di conciliazione che alcuni colleghi oramai stanno facendo e opportunamente assistita da alcune sanzioni processuali quindi la rendono particolarmente autorevole
Grazie affronta Raffaele
Per aver ricordato che l'incontro dell'Ontario novantanove questo più recente solo tre dati importanti i numeri perché poi ne parleremo
Quel quarantadue per cento lo sapete in realtà c'è la due dati diversi alcune tipologie di organismi sono stati censiti per avere diritto a un tasso di successo del cinquantuno
Altri sono del ventinove quindi numeri vanno scomposti prima cosa
Però la cosa più importante c'è un'altra che chiedo sempre di conforto l'economista importante significare
Chiuso non è che quell'ottanta per cento delle controversie che è un turismo dice lei è chiaro che le mediazioni ci sono da obbligatorio
L'ottanta per cento di quelle controverse qui si è applicato il quarantadue per cento erano
Obbligatorie così agendo su una cosa molto importante perché le parti erano lì
Perché hanno fatto la mediazione obbligatoria
Perché evidentemente era fallito loro negoziato perché uno si presenta no erano pronti a farsi causa la prima della causa devono fare questo passaggio
Quindi attenzione molto da questo punto di vista equiparare il ruolo del negoziato a quello della mediatore perché direi che sono identici come dire che il mediatore non fa nulla
Sono dato molto importante che spesso si obliterati
Tenete presente che il ai tempi del del rinvio interrelazione dei dati
Il venti per cento il diciannove per la precisione delle controverse che vennero avviate nel periodo precedente erano volontaria su duecento mila sono quaranta lire in poco meno diciannove per cento quelle quaranta mila controverse
Erano sparite dopo la sentenza quindi c'è stato un effetto traino evidentemente non erano clienti contenti che sono tornati lo se l'ha generato una cultura della mediazione perché diversamente per persone sarebbero venute quindi bisogna fare anche una riflessione secondo me su quello che potrebbe accadere
E insomma sono cose importanti di cui parleremo anche dopo e ora il la parola Marcello marinari che consapevole del poco tempo che mette sul mio conto che io gli ho sottratto ci vuole parare un aspetto molto importante che ha studiato sta per uscire un suo contributo su questioni
Giustizia sul tema della
Comparizione delle parti c'è un filone Fiorentino di ordinanze che si contrappone Fiolo le milanese che è stato censito
Nell'ambito di questo corso ci sono delle relazioni molto importanti che spero a scuola mette a disposizione
E marciano marinari ha studiato sia l'aspetto normativo sia la desidera abilità di un fenomeno del gene dal punto di vista del aumentare o addirittura diminuire la frequenza delle mediazioni grazie Marcello
Grazie prenderlo pochissimo tempo perché siamo un po'tutti è durato molto questo panel sono state dette cose molto interessanti anzi tutte le volte che partecipa a una
Tavola rotonda di questo genere mi sento confortato perché
Purtroppo poiché questo viene detto tra persone che
Quasi sempre perché prevede partecipare a questi incontri sono favorevoli sono ben disposte verso l'alto la mediazione ma si sentono dire delle cose pessime al di fuori di quest'Aula di queste aule dove ci ritroviamo quindi
Ci si consola un po'ecco
A
E poi perché è cresciuto molto quell'ambiente che nel novanta otto nel novantanove quando si parla prima era proprio una piccola setta diceva pronti addetti
Io di chiuderò questo pane con una parola diciamo
Cercando di
Portare una un minimo di
Contributi a una ricostruzione di sintesi di quello che
Veto avvenire intorno a me in tutti questi anni soprattutto negli ultimi tempi dopo la nuova legislazione del decreto del fare soprattutto
Cioè questo intervento della magistratura
Del quale sono anche molto contento perché nella magistratura mi sono dato parecchio da fare nell'ambito delle non solo del delle cause ma anche delle alternative
E devo dire che ci sono
Al di là dell'aspetto specifico di queste ordinanze
Che si stanno sempre più moltiplicando non soltanto delle ordinanze diciamo che sulla procedibilità a condizione della presenza delle parti
Sporche che chiedono anche la
Una configurazione dell'incontro di mediazione come incontro pieno fin dal primo momento l'assenza
Con una visione estremamente limitata della possibilità di rinunciare la prosecuzione del primo incontro in mediazione
E al di e anche
Degli altri provvedimenti quelli del centottantacinque bis
Sulla proposta
Del del giudice
Io sono colpito da una cosa che vedo esprimere che vedo che
Espressa in questi in questi provvedimenti e soprattutto in quelli che atto era una combinazione tra il centottantacinque bis e la mediazione condizionata
Al fallimento trecentottantacinque bis
Un fenomeno che non è soltanto italiano Ranzini colpisce proprio per questo fatto perché dal punto di vista dell'analisi si può vedere diffuso in varie parti
In vari Paesi in quantità maggiore o minore ma
In tempi molto importante che questo avvenga tra due sistemi come quello dell'Inghilterra
E quello dell'Italia che sono molto diversi che sono molto lontane anche da un punto al punto di vista della struttura del processo
Quello cioè
Di una
Passaggio graduale
Per ore embrionale forse poter condividere
Da un sistema di alternative
Al processo alla sentenza ad un sistema di decisione integrata delle scontro perse
E questo è un elemento di grande importanza sul piano nella prospettiva
Al di là della quantità proprio
Ontologicamente così importante perché
Io non credo assolutamente che in tutto il mondo ci siano tele che stessi se tendenze anche nel particolare forse lei analisi dichiarante R. e quelle anche che si fanno in Inghilterra solleva i temi centrali al
Sono adatte appunto ad un contesto diverso dal nostro ci sono degli altri presupposti che questo avvenga lì
Però
è importante notare che anche una realtà molto diversa come la nostra ci sono stati questi nuovi segnali soprattutto che vengono dalla magistratura una magistratura che per molti anni devo dire
Non ha
Praticato particolarmente questo tipo di strumento anche
Ovviamente non c'erano le leggi ancora credo stabilivano però
In qualche misura
Mancava anche una sensibilità verso questi strumenti perché sono stati sempre presentati come la giustizia e di serie B come
Uno strumento
Mino minore con minore che segnava gliela una rinuncia i propri diritti da attuare attraverso questa specie in via di fuga che era la mediazione o altri strumenti invece oggi
Forse la prospettiva diventa molto più nobile molto più importante anche
In prospettiva più incisiva
Perché il passaggio senza
Nulla togliere agli aspetti che sono stati detti molto più velocemente di come potrei dire io sulla obbligatorietà la sua funzione sul piano economico il piano della procedura
Civile
E limitandomi all'aspetto della mediazione dentro il processo decisa dal giudice
Ecco intanto vediamo che è uno dei pochi casi in cui al giudice delegato
Un potere di Case Management uno dei pochi poteri che esistono nel nostro ordinamento processuale
E questo strumento può permettere di gestire in maniera molto flessibile
La procedura non soltanto nei confronti della mediazione ma di altri strumenti che potrebbero sorgere che ci ha esistono nell'armamentario di altri ordinamenti è che impotenza ci sono anche nel nostro
Attraverso la combinazione delle della proposta con
Con la mediazione si può effettivamente rendere flessibile lo strumento si può arrivare a costruire dei provvedimenti che riescono
A dare alla controversia
Una
Risoluzione che si adatta
Alle il suo contenuto e al suo oggetto non quindi
Un incentivo semplicemente
Un disincentivo a fare la sentenza ma
Come se fosse
Una soluzione di ripiego ma
Una focalizzazione dell'oggetto della causa delle sue potenzialità e delle potenzialità dello strumento della decisione e di quello degli altri degli strumenti alternativi che può portare invece a queste corti
Come Corti che amministrano
Una controversia più che un processo e non soltanto un processo
Credo che questa prospettiva sia una prospettiva strategicamente importantissima e credo che il giudice
Possa svolgere anche un'altra funzione in questo senso perché
Il giudice dovunque in tutto il mondo ha sposato la mediazione la legittimata e che e in un Paese come il nostro dove la mediazione ha bisogno enormemente di legittimazione
Questo può essere molto importante e può portare soprattutto a far superare
Queste infinito duello o come quello di correre ad trae il favore fra quelli contrari alla mediazione quelli favorevole la notizia che non finirà mai non c'è nulla che lo potrà restare si distrugge un anno a vicende due duellanti altrimenti
Quindi quindi uno strumento pragmatico ma al tempo stesso nobile dal punto di vista della sua funzione quello della mediazione disposta dal giudice che può anche funziona in genere da risoluzione è un problema annoso difficile grazie
Grazie a tutti allora vi propongo questo rapidissimo mostre Cinquini diamo spazio ai relatori che sono pronti ringraziamo coloro che ci lasciano il posto
Grazie
Non che questo non sia stato interessante ma adesso ci sono dei veri e propri mattatori entro degli esperti della materia
E quindi attendiamo da loro grazie novità e un
Del
Dibattito
Sì estesi esse
Carta stessa relazione
Do la parola per primo a breve potremo
Ti ringrazio
Netta
è stato
Orlandi e case
Polito accanto a caro assessore
Sicuro proporzioni
Va bene va bene
O Dino Petralia il tempo di trattenervi così
Imperfetto data l'importanza
Criteri grazie
Sono scusa ma abbiamo per cinquanta minuti all'inizio un po'li ho presi io ma
Aliena base ritirarlo e
C'è da un punto
Ma
Lei

Bene riprendiamo i lavori è stato veramente uno uno stretching eccome di dicevo
Siccome dell'ordine si sono molte persone che si occupano di mediazione sono certo che
Supporter Rete questa no tour de force cui mi sottopongo per la mia mancanza di
Capacità di gestire il tempo su tutto per cinquanta minuti che abbiamo perso l'inizio
Bene allora
I nomi sono indicati nel programma in ordine alfabetico ma forse con il consenso di dei partecipanti a questo pane
Vorremmo iniziare con Carlo Maria Palmiero che e il coordinatore della missione procedura civile dell'OUA
è un'opportunità importante perché si occupa di mediazione
Diciamo per quindi a favore potere
Parlare non è che mi vorrei dire che contraddire e in particolare per per noi anche che sono da quattro anni si
Incrociamo nelle aule di tribunale o nelle le dichiarazioni stampa
Ma lo devo importante un altro direi perché queste proposte di cui abbiamo letto in questi giorni sono state
Portate avanti dall'Avvocatura organizzato per lo meno da parte delle associazioni e Carlo Maria è direi il tecnico che guida questa delegazione dell'OUA quindi all'uccidiamo di formarci per quanto possibile
Sullo stato dell'arte quali sono le proposte per potenziare
Questi strumenti anche alla luce della lettura che immagino sia un po'diversa da parte dell'Organismo unitario dell'avvocatura di quello che lo strumento fino ad ora affatto quindi cedo subito la parola Carlo Maria e lo ringrazio della sua partecipazione
Grazie a tutti innanzitutto giusto così per rientrare un poco nel nello spirito del convegno
Giusto una battuta qualche anno fa mi capitò di leggere un incipit di Grande Stevens a un convegno
E disse e io subito Dubai disse prendendo la parola in questa sede mi sento come il calabrone perché a detta del vento come circa la Brunet considerato il peso la forma delle ali
E quant'altro non potrebbe volare
Però lui non lo sa Ebola lo stesso così io nel prendere la parola in questa sede tra l'altro dopo la premessa di Giuseppe
Cioè il fatto che
Lova viene considerata il contraddittore l'oppositore agli strumenti di soluzione alternativa delle controversie o che
L'unica preghiera quando sancite le pietre lanciati h
Andando un po'al merito vorrei sgombrare il campo da qualche equivoco
Mi spiace che a parte il presidente che ringrazio dei Presidenti donatori magistrati non c'è più chi ha detto delle cose per le quali si avrei da dire e probabilmente lo dico anche a vantaggio degli avvocati ma anche a chi
Poi in qualche modo
Rappresenta la magistratura affinché si sgombri no determinati luoghi comuni che fanno male agli avvocati
Che
Forse non non dovrei parlarvi altresì ti fanno male agli avvocati nord perché non è assolutamente vero che l'avvocatura sia contraria così risoluzione delle controversie
Gli avvocati sono entrati nella logica e ho i documenti che lo attestano perché chi ha voluto vedere delle delle
Difficoltà violentemente frapposte probabilmente non ha letto i documenti ufficiali della categoria degli avvocati hanno interesse alla risoluzione delle controversie perché quello rappresenta il loro quotidiano gli avvocati
Ritengono
Ex articolo tre e ventiquattro della Costituzione di rappresentare di garantire l'eguaglianza sostanziale di cittadini nella
Risoluzione nella definizione
Delle
Proprie
Questioni litigiose
E sanno anche entrando nell'ottica che qualunque sia la sede dove questo possa essere
Effettuato dove questa funzione possa essere svolto ed è impossibile hanno allergia a tutto ciò che sia obbligatorio e andiamo per gradi
Al Congresso di Bari di due anni fa so che anche esterna
Che la perché il Segretario Generale dell'Associazione nazionale forense l'organismo unitario dall'Avvocatura ha una funzione di organismo politico della categoria l'organismo al quale fanno riferimento tutte le componenti del Congresso
Poi si vedrà con quale forma
è quel soggetto al quale
Si attribuisce il ruolo di interlocutore politico a differenza del console del Consiglio nazionale dell'avvocatura che il il soggetto istituzionale
E amministrativo della categoria con funzioni disciplinari al Congresso di Bari
In materia di
Di mediazione e risoluzione alternativa delle controverse perché il tema segnato e proposta di
Potenziamento Galli soluzione alternativa delle controversie
La categoria con specifiche mozioni quarantadue venticinque sette trentatré
Trentotto e quarantatré chiarisco
L'avvocatura ogni due anni in genere si si incontra si prepara a individuare quali sono i temi
Che ritiene più importanti
Di dibattito perché in realtà
Siamo liberi professionisti
Ma si incontri conviene
Si incontra congresso e approva a volte sollecitata da associazioni di rilievo nazionale altre volte da cui da ordini
Conviene quelle che saranno le linee guida per la categoria fino al prossimo congresso
Preso atto con favore della Corte costituzionale ha dichiarato l'illegittimità della mediazione
Il Congresso esprime la più attenta preoccupazione contro la reintroduzione dell'obbligatorietà
Chiedendo che nel rivedere l'istituto Governo e Parlamento ne descrivono la facoltatività e ove fosse confermata dall'obbligatorietà che la stessa sia prevista
Per le sole materie rientranti nella competenza di tribunali le imprese ed esclusa per le materie di Ricci e altro contratti bancari responsabilità professionale medica diffamazione a mezzo stampa divisione successione di tali sondando troppo in medias res
Mi fermo un attimo torna indietro
Mi è sembrato visto che abbiamo convenuto con gli altri e quindi cercherò di intervenire in moto sport per non esaurire assorbire poi il tempo
A volte pare e questo forse più voi mediatori me lo potete dire rispetto a quello che può essere la mia lettura
Che
Nonostante quanto detto in presenza
Sia dal
Dal presidente Santacroce che anche
Dalla dalla professoressa
Palombo della Banca d'Italia
E che nonostante la prospettiva sia quella della
Ripartenza della conciliazione della ripresa del rapporto l'Istituto venga visto al solo scopo di abbattere il carico
Di abbattere l'entrata o di abbattere quello che
Quella che è la tendenza
Noi avvocati abbiamo verificato che di recente nell'ottica di deflazione sono state introdotte tutta una serie di norme che hanno reso sostanzialmente impossibile per il cittadino ricorrere al giudice
Si è trasformata la giustizia e non lo so perché
Perché tra lasciamo quello che è accaduto in sede di giustizia amministrativa in sede civile penso che ciascuno sappia quello che è stato effettuato l'aumento del contributo unificato che ha portato qualcuno a dire che le statistiche si sono abbassate ma portato altri a dire
Che si sta arrivando a una giustizia per censo accompagnato poi questo tipo di tendenza da tutta quella che è la problematica sul gratuito patrocinio fa capire che la giustizia è diventato un lusso
Dall'altro lato hanno ragione i magistrati nel dire che a questi numeri non si riesce a dare risposta perché sono molte le pendenze
E e e in assenza di prendere cioè in assenza della capacità della struttura dell'istituzione delle risposte diventa una mera chimera
Però
E perdonate l'amico scienza
Io tra tutte le le le cose che ho sentito e poi però dire come invece l'avvocatura dice non è contraria a strumenti di soluzione alternativa perché non è detto che si sta solo la mediazione ma è ben contento l'Avvocatura di ricorrere alla mediazione poiché in sede facoltativa
Io l'ho sentito una parola e su questo vorrei aprire un dibattito tv di che
Critico autocritica
Da parte poi della della magistratura che oggi sento
Volete occuparsi di gestire in proprio la mediazione
Io ritengo ma scusate se la mia ignoranza è ampia
Che alla magistratura spetti
Di iuris iuris dice
In un contesto che ci è stato ricordato sta diventando compresso perché c'è la moltiplicità delle fonti prima avevamo ho sentito qualcuno un sistema molto
Pratico ordinato la Grundnorm la Costituzione la legge avevamo i regolamenti oggi abbiamo una molteplicità di fonti e quindi la difficoltà
Di poterci orientare anche noi in un'ottica consulenziale a poter dare ai clienti l'accesso a previsione circa l'esito
Perché già riuscire ad avere la certezza del diritto cioè
Se il tema di questo convegno è
Cosa possiamo fare noi per fare in modo che la giustizia diventi qualcosa di fruibile
Perché dalla relativa fruibilità possono partire Dale delle condotte virtuose che possono rendere conveniente alle parti non già e solo adire il giudice ma anche valutare contemporaneamente la porta la possibilità di conciliare
Dobbiamo portare il sistema in efficienza
Altra domanda in questa ottica sono gli avvocati ad essere oppositori o sono gli avvocati probabilmente vittime di un contesto Christa sostanzialmente marginali Sando
La
La autocritica che io non ho sentito negli ultimi provvedimenti di riforma del processo civile che certo gli avvocati non hanno
Avuto perché tra l'altro
Non è ripeto polemica ma mi hanno eletto Manna chiamato forse aspettandosi la possibilità di poter dare questo poli sale gli ultimi provvedimenti che hanno inciso sulla
Questo processo elaborati dagli uffici studi del ministero nei quali gli avvocati non hanno un ruolo
Sono provvedimenti che accelerano
Siamo passati da un processo nel quale fino alle conclusioni potevamo produrre documenti articolare dove ad un processo correttamente pesca anzitutto
Abbiamo il termine per le precisazioni il termine per la redazione all'articolato
Giorni proposto sta dentro tante altre norme quelle cosiddette anticipatoria
Le ordinanze anticipatorie ex articolo centottantasei bis ter e quater quelle che consentirebbero al giudice di poter
Emettere un'ordinanza ingiunzione
E noi avvocati sappiamo che laddove messa si consente a quel punto d chiamare controparte transigere
Ho una buona comparizione delle parti il fatto che un magistrato che conosce effettivamente la causa
Non è detto che la posso conoscere nella prima udienza ma dopo il deposito delle delle memorie il magistrato dovrebbe conosce la causa e una buona comparizione delle parti fatta secondo lo stile dell'antico Pretore
Rende impossibile la definizione abbia un bisogna che il giudice comprenda la causa tracci le linee e la mandi al mediatore alza il sopracciglio guarda uno degli avvocati dice
E si chiude
Perché se è vero come bene sono d'accordo che l'ottica del mediatore e quell'anche dell'autorevolezza del mediatore il giudice che già di per sé autorevole
Ed è preposto non a mediare il giudice preposto a giudicare cioè dare effettività questo mi scuso se per caso vado oltre
Rispetto a quello che
La mia possibilità io son convinto e son contento che un soggetto diverso prevenga l'insorge sa della vite in cui sono gli avvocati spesso lo facciamo tra gli strumenti e qui abbiamo anche oltre salvo poi esplicitarlo dopo
Al Congresso di Bari quando l'avvocatura ha detto la mediazione non ce l'ha dato il predatoria ma possibilmente possa ce la date date c'era solo per specifiche materie
Perché d'altra parte e e qui al di là della facile battuta che è stata fatta in materia di RCA di cui io non mi occupo non si transige perché sono compagnie non transigere perché una fase però giudiziale cioè
Una fase di procedibilità le parti non possano adire il giudice se non è
Decorso il termine previsto dopo la costituzione in mora
Alle compagnie questo non va bene
Allora
Fare la battuta che l'avvocato si sanzioni no anche penalmente quelli che escono fuori dal seminato
Però che si voglia dire che gli avvocati rancore interessa la pendenza della lite per giustificare la parcella o per far naufragare il sistema non è per niente vero
Noi proponiamo ed è
Parrebbe prossimamente essere recepito nelle linee guida che
Il Ministero sta valutando Ai fini dell'attuazione di ulteriori sistemi di soluzioni alternative
Alternativa quella dall'introduzione della negoziazione assistita con la partecipazione degli avvocati
Discutevamo prima che probabilmente alcuni errori parlavo con una collega mediatrice è stata forse la mediazione di tale introdotta male perché quando mi ricordo in un ferragosto si cominciato a parlare di
Come sapete si dice che oggi le questioni litigiose gli ingegneri si risolvono le proprie gli architetti le proprie sembrava
Che la nostra categoria fosse accantonato in realtà era mai stato riferito che era stato mal riferito che in un'ottica alternativa potevano essere potenziati gli istituti di mediazione
Per i quali avevano competenze anche soggetti diversi rispetto agli avvocati
Accompagnato questo poi dalla obbligatorietà ha generato il vespaio che tutti conoscete
Sappiamo
Che per buona parte i mediatori durante il periodo di primo promotore si difendevano dicendo l'Europa ce lo chiede e poi conosciamo poi il punto della Corte costituzionale quando dice l'Europa non ci chiede nulla
è un'opzione che può essere poi andremo a leggere euro ma non in questa fase sono
è un'opzione che ci può essere ma non c'è alcuna
Né alcun obbligo attuale essere aggiunta assoggettati
è una votazione quella di rendere obbligatorio dalla quale andremo a valutare
Perché le soluzioni alternative perché io
Perché l'Organismo unitario dell'avvocatura dall'Avvocatura anzi scusate opera lo sfogo di prendere la parola non ho portato i saluti del Presidente Marino che si scusa della
Della
Impossibilità a partecipare il
Si è mitigato da questa polemica dicendo sono tutti gli avvocati sono tutti da Valerios il che poi forse si è ecceduto sotto altro aspetto cioè ritenere che gli avvocati potesse essere mediatori di diritto
Perché poi anche noi ci rendiamo conto che mediatori non ci si improvvisa
Al pari di quello che sta succedendo per gli amministratori di condominio al pari di tante altre cose così come l'avvocato
L'avvocato ciascuno di voi quando accetta l'incarico oramai c'è norma specifica oltre che in giurisprudenza granitica
Chi accetta l'incarico lascia presumere la competenza lascia presumere quindi si obbliga rende la prestazione secondo parametri di competenza
Esigibili superiori a quelle della dirigenza medica pertanto
E e doveroso che il mediatore sempre bene
Allora in questa ottica
Loro che cosa ha fatto
Nuovo è insorta in prima battuta
Contro l'obbligatorietà ottenendo un riscontro da parte della Corte costituzionale
Di legittimità delle proprie lagnanza
Ha dichiarato nell'immediatezza rispetto
Alla alla sentenza la Corte costituzionale
La propria volontà a confrontarsi con soluzioni alternative in qualsiasi sede la negoziazione assistita con la presenza obbligatoria dall'avvocato
Al pari di indire la presenza obbligatoria dell'avvocato in mediazione
Oltre che come tutore della parte anche
Come
Anche come
Consulente
Del mediatore per poter scrivere l'accordo perché una delle questioni mai dibattute e quella di
Come l'accordo viene scritto perché spesso
L'accordo conciliativo scritto da chi non si rende conto della questione dell'utilità
Crea
L'occasione di ulteriori contrasti
Secondo la previsione qui vado anche nella
Detti quella che è stata la proposta del Ministero condivisa anche dall'Associazione nazionale magistrati la quale ben contenta che vi possano essere delle occasioni anche di
Di filtro all'accesso alla giurisdizione
Dovrà comportare che laddove le parti con la presenza di avvocati concordino su
Una definizione condivisa
Della questione
Questo accordo abbia valore di tre ore seduti si sta discutendo sul se sia opportuno
Condizionare la posizione delle formule esecutiva all'omologa da parte del Presidente del Tribunale o meno
Probabilmente ma qui parlo a titolo personale
Ma in tal senso ci siamo anche pronunciati e molto meglio sottoporre l'accordo ad omologa per evitare che poi la nostra categoria abbia a patire le stesse difficoltà che hanno avuto i notai quando in un primo tempo hanno salutato con favore
L'affrancazione dall'omologa degli Statuti e successivamente invece sono dovuti perché da dalla mancato omologa sono nati dei dei contenziosi e dei contrasti che hanno ulteriormente aggravato la responsabilità dei notai stessi
Altra proposta che all'esame e che probabilmente troverà
Così allo sbocco in un provvedimento probabilmente urgente ma di questo già si parla nella premessa del destro
A parte
E l'anticipato
Giuseppe
Si valuta
Che
Questo procedimento i negozi azione assistita possa essere alternativo anche alla mediazione e possa essere questo tipo di procedimento
Affrancati dico dall'obbligo di recarsi al mediatore ove inutilmente esperito
A parte poi la possibilità di arrivare
Alla a una gestione
Dei procedimenti di separazione
In via consensuale con la modalità del tutto diversa in assenza di figli ciò che viene
Sottoscritto anche dagli avvocati passa direttamente ad omologa senza fissare l'udienza
Anticipo e poi taccio
Perché non potendo rubare molto tempo vorrei entrare molto nel dibattito per poter dire poi emettitori con i quali
Ho cominciato a dialogare dopo la possibilità
Che ci è stata data in un recente incontro internazionale che si è svolto a Roma
In occasione della venuta del di un mediatore di negoziatore americano il professor William muri
Nel quale sono state affrontate le stesse tematiche
Personalmente io non sono contrario personalmente non sono contrario al fatto che
Esaurita la fase di negoziazione assistita si possa anche andare a valutare un percorso mediatore
Però
Per come si stava dicendo quantunque la obbligatorietà abbia avuto un ruolo nel far
Lo dico alla meridionale far fare la bocca alle persone per capire che viene anche questo istituto non ritengo che possa trovare giusto sbocco il procedimento ideativo
Laddove non sia scelto sulla base volontaria
Laddove le il il mediatore non sia scelto dalle parti
Perché e questo l'ho studiato
Anche
Ho studiato i vostri testi per poter andare a parlare con Uri dove sono stato coinvolto in una simulazione di
Di di
Il procedimento tra l'altro io inni obolo per diventare mediatore l'ho pagato volevo capire cosa se serviva inutile che parliamo tutto quello che c'è sotto la sotto il tappeto della mediazione e quanta polvere ci sta
Perché se poi viene visto dal magistrato come la panacea di tutti i mali utile non fare leva metterti al processo è un errore
Bene gli incentivi
Bene la possibilità di
Poter rendere conveniente d'accordo ma come ci ha detto utili nell'ultima slide che ha dato non c'è mediazione se non ci sta
Era il sesto punto la categoria la regola
Io devo poter dire alla parte recalcitrante che in quel momento sta perdendo tempo attenzione
Se tu non trovi la tua convenienza nell'accordo c'è un giudice che ti sanzione
E si
Se il processo non funziona
Anche osando qualcuno dando un'ordinanza ingiunzione dando un sequestro conservativo dando un settecento
O un provvedimento cautelare che in sede amministrativa un significato in sede civile lo ha quasi tali
A tale significato quasi non esiste quella regola
Oppure
Avendo un giudice che
Che ossa applicare il settecentodue bis con rito sommario
Perché sommarie perché non fa statistica
Ne ne i parametri di produttività notare che poi venga applicato così come prevede la norma e questa è tutta colpa degli avvocati
Ma io meno quando guadagna io guadagno quando chiudono non è che guadagna quanto dura
Intende oggi specialmente Luciana potuti parametri ma questo lo dico in modo brutale perché se no qualcuno può pensare che
Non ci opponiamo a che il giudizio buongiorno
L'unità dice qualcosa da dare ai clienti siamo Conte certo darci qualcosa dal cliente che sia conforme a ciò che si è il suo diritto
E il mediatore può negoziare può mediare quando in un contesto di certezza
E di corretta aspettativa dall'esito può dire
Attenzione fa quello che voi sappiatelo
E se il suo avvocato dice ha ragione voi chiudete ma se invece voi ogni tanto novello pozzo di San Patrizio
Essendo quella cosa nuova per la quale per il tizio tiene a dire però nello potevi dire hai visto quello allora
Scusate il modo poco formale per il quale sto parlando spero di essere efficaci perché se la questura qualcuno può anche dire
Che sono reali
Ricapitolando
Quello che è stato detto a Bari è stato confermato alla alla Conferenza nazionale che debutta a Napoli a gennaio
Abbiamo detto quindi siamo fortemente impegnati ha potere anche costituendo delle camere arbitrali presso gli ordini a poter svolgere
Funzioni anche di supporto e di e di supplenza
A quella dell'attività giurisdizionale
Ci siamo pronunciati nei confronti del ministro in modo negativo sull'aumento delle competenze del giudice di pace
Perché
Abbiamo detto che
Quel giudice
Se si aumenta la competenza per valore
Dovrà essere messo in condizione non solo lavorare meglio ma dovrà essere scelto in modo più qualificato perché non esiste una giustizia di seria o di serie B
E riteniamo
Nella comune intesa di trovare delle modalità anche alternative per dare risposte ai cittadini
Perché non possono essere solo quelle negative ma possono essere anche in quelle ulteriori
Alle quali non ci opponiamo si tenga conto della base volontaria
Le si favorisca
Con potenti incentivi fiscali
Perché a fronte di un giudizio se già come costo di accesso di costa mille cinquecento euro
Poter entrare in mediazione a meno e poter pagare l'imposta di registro essere affrancato dall'imposta di registro fino a trecento mila euro io sono in condizione di la cliente andiamo proviamo
Perché si danno troppo valore ma veramente le persone pensano veramente i magistrati pensano che sono gli avvocati poi ad impedire lei soluzioni alternative
Il cliente medio da qualche anno a questa parte entro i nostri studi con questa frase
Avvocato questo problema su internet ho visto questo un suo collega mi ha detto questo leghe dice quanto mi costa veramente noi siamo in grado
Di far fallire o di favorire la mediazione allora la cultura
La cultura verso gli strumenti alternativi delle
Delle controversie si forma in un contesto armonico che passa per
Un buon funzionamento della giurisdizione
Per ora
Per la misura
Ma non in un'ottica sanzionatoria ma per la misura in un'ottica funzionale
Anche in rapporto a quello che il grado di riforma di provvedimenti gradi successivi per la misura della quantità qualità ed efficacia dei provvedimenti giurisdizionali perché grazie a quelli sì che il presupposto per poter
Aveva convenienza di andare a negoziare
Per
L'assenza di obbligatorietà a
Perché o si ragioni inconvenienti nei sistemi anglosassoni e io ho parlato con i colleghi essendo anglosassoni funzionano
Perché veramente poi il giudice quando
Quando
Poi decide
E sanziona come condanna alle spese
Tale spesi da molto prima
A
è un luogo comune Massimo molto prima convenzionali perché che ordinaria
Allora se poi e ci rimane male come avvocato se poi si va a valutare
Io come mi sono seduto perché mi sono seduto sono andato con la politica anzi Genova vogliono transige
Recuperiamo anche in funzione giurisdizionale
Ho capito io il gesto la comparizione delle parti davanti al giudice

Sarà un berretto deflattivo e non si andrà a sentenza scusate il mio grazie
Grazie
Tanta carne al fuoco chiediamo adesso sentendo forse siamo l'altra campana con Angelo santi
Che è responsabile il coordinamento della conciliazione forense e ho chiesto angolo di entrare
Nel merito di questa negoziazione assistita
Per quanto riguarda l'Italia e poi so che la professoressa Orlandi viene fresca fresca dalla Francia dove ci porta dei dati anche di quella che l'esperienza un po'un modello insomma
E poi terremo di nuovo la parola esteri Fox sempre la posizione dell'avvocatura organizzata grazie
Grazie grazie dell'invito con la signora tutti rapidissime riflessioni perché cerco di di
Di stare in un cinque massimo dieci minuti
E siamo entrati nel vivo con questa seconda parte c'è il pomeriggio siamo entrati nel vivo le questioni
Peraltro ricordo sempre che io ho avuto un'esperienza molto significativa nell'organismo unitario parliamo i tempi
Addirittura nel mille centonovantotto lo ricordavamo
Qualche giorno fa l'Organismo unitario organizzo una con un convegno attizzare si chiama l'ingiustizia civili in Italia primi sedici anni fa e uno dei gruppi di lavoro era proprio sulle ADR
Mi piacerebbe che si potesse trovare un po'
Allo spirito dell'epoca in cui si cercava di di individuare le migliori soluzioni
In un'ottica naturalmente di interesse siamo tutti in ambito forense il coordinamento di cui io sono responsabile un coordinamento la conciliazione forense
Naturalmente nell'ottica anche di un adeguato è opportuno coinvolgimento dell'avvocatura
E proprio vedendo appunto al alle questioni che appunto perché ha affrontato il collega per le quali magari sarebbe interessante rivederci a breve magari nella sede dei quei tavoli di lavoro del
Del Ministero proprio per parlare di queste di queste cose
Dure due ore due considerazioni una una proposta
Una considerazione il collega naturalmente sappia conosciamo bene la posizione dell'OUA contraria all'obbligatorietà e la mediazione
Mi piacerebbe che anche qui in maniera molto neutra scevra di condizionamenti di posizioni si valutasse
Questo nuovo modello di mediazione come sta funzionando sta funzionando meglio o peggio di quello di prima purtroppo devo dire che proposti troppo spesso ogni con i commenti
Di istituzioni e anche alcune associazioni forensi si trascurano le novità di questo modello di mediazione
Non non non non non lo sto io adesso ha spiegato perché già l'abbia
Chi è in questa sala lo conosce bene questo nuovo della mediazione io son d'accordo con Giuseppe De Palo quando dice
Questa non è più obbligatorio età è sbagliato quindici usare il termine obbligatorietà radiazioni io la chiamo umiliazioni indotta
Perché certamente c'è una condizione di procedibilità ma in realtà per le parti al di là dell'orientamento di Firenze
Che adesso questo ci ha un po'sconcertato l'orientamento di Firenze l'ordinanza la pregio io l'ho detto tre giorni fa
Ma qui si iniziasse a parlare l'ordinanza da Breggia dovremmo aprire un pomeriggio soltanto su quello e mi son d'accordo che portare alle estreme conseguenze si ritorna paradossalmente al vecchio modello quindi stare molto attenta a quel a quell'ordinanza ma al netto di quelle di queste di alcune posizioni di un numero limitato di magistrati non un elenco di azioni
Consente oggi alle parti ad un costo assolutamente accessibile ritrovarsi di fronte al mediatore valutare
Ognuno se la controversia miliardi due se il mediatore che ho di fronte a capaci
E oggi sicuramente questo modello rilevazioni responsabilizza molto mediatore quindi quando
Il collega
Carlo
Capanno Carlo diceva le nelle parti non ci si scelgono il mediatore attenzione perché se poi ci si trova di fronte mediatore che non è capace le parti non vanno avanti
Quindi sarà di tutto l'interesse dell'organismo forense privato camere di commercio che sia mettere un mediatore indipendente mettere un mediatore capaci
Quindi mi piacerebbe poter discutere e poter interloquire questo mondo dell'immigrazione in realtà fa un passo avanti anche nella direzione delle delle mozioni congressuali di Bari
Purtroppo questo non è stato non si ha la possibilità in ambito forense di poterne discutere serenamente se
Effettivamente questo modello comunque le novità di questo modello possono
Voglio rappresentare un giusto contemperamento tra obbligatorietà induzione perché ce lo dobbiamo dire
Se il se non c'è un principio di induzione alla mediazione e ce lo dimostrano le statistiche del dopo la sentenza la Corte le mediazioni sono crollate quindi voglio dire che ancora la cultura non si è creata
E
Gli avvocati di mediazione ma attiva negoziazione assistita
Io sono favorevolissimo alla negoziazione assistita in quanto comunque
Ragioniamo e
Per mandiamo in un ambito
Di cultura negoziale degli arredi la risoluzione di controversie quindi se
Si riesce introdurre anche nel nostro ordinamento
Domande
Uno strumento utile all'Avvocatura ben venga
Però
Ho qualche perplessità quando sento dire che la negoziazione
Negoziazione assiste dagli assalti armati vale mediazione che forse non si comprende fino in fondo quali la diversità dei due istituti
Nella negoziazione abbiamo pur sempre
Due parti si rappresentate e assistiti da rappresentate pardon assistite da un avvocato ma pur sempre una negoziazione bilaterale negazione un'altra cosa
Era di cozze azione assistita come un'alternativa alla mediazione come se in qualche maniera in questo momento l'introduzione negoziazione assistita potesse fungere ed essere uno strumento utile
Al i di in sostituzione di azione io non la vedo questo e mi preoccupa un po'che in un progetto di legge che è stato discusso e che più tre sia stato presentato in Parlamento
Mi riferisco a Crocetta Progetto quattrocentosettantaquattro il day del prima firmataria l'onorevole venite lì
C'è una norma che l'articolo trenta e se stiamo parlando di quello noi siamo forti noi siamo un po'mi parlo quegli occhi gli organismi forensi ci siamo incontrati abbia avuto la nostra assemblea
A Firenze la settimana scorsa siamo fortemente contrari in sé quella è l'alternatività in modo particolare perché nell'articolo trenta si dice che la negoziazione assistita si attiva con una letterina
A parte io snellire molto quel progetto si può fare molto di meglio no
Assolutamente ci mancherebbe
Ci mancherebbe cioè che
Però pieni diede viene ambiti forense non ho qua ma viene comunque da ambiti forensi quel progetto a mio avviso si potrebbe far di meglio in alcuni passaggi
Ma soprattutto a un certo punto si dice che sì ma io mando una letterina almeno una mia controparte
Chiedendo di attivare una procedura di negoziazione assistita se questa pace risponde negativamente
Mi sostituisce la condizione di procedibilità
Allora dico questo non serve assolutamente nulla non solo ma se fosse questa l'anno la norma che abbiamo in mente per intendere
La negoziazione assistita come alternativa alla mediazione qui compia un un conto è il mondo per favore affossiamo la mediazione pacifico perché tutti a quel punto manderemo la letterina
Manderemo la letterina alla controparte e la mediazione la farà più nessuno
Ma due non favorisce nemmeno la negoziazione assistita
Perché se io so che comunque sullo sfondo ci sarà in ogni caso nelle materie sottoposta a condizioni possibilità qui magari parliamo del
Si potrebbe ancora di vedere come il famoso nove prima per io sono est convinto che qualche materia ancora è adatta qualche materia un po'di meno
C'è qualche materia che sarebbe molto adatta pensa gli appalti
Che non è in questo momento nel novero nelle materie
Quindi discutiamo le materie
Ma se ne vogliamo promuovere negoziazione assistita
Dobbiamo avere lì l'idea che comunque sullo sfondo ci c'è una mediazione indotta blu quindi non obbligatoria come la chiamo io perché se non c'è quello la negoziazione assistita che senso hanno non Vernon non partirà mai
Ho sentito alta la settimana scorsa che dice grande novità della negoziazione assistita la
Firma degli avvocati che genera il titolo si coltivo previo omologa
Nel dei vitelli c'è l'omologa
Abbiamo ottenuto otto mesi fa e nessuno all'interno dell'avvocatura anzi qui accanto al devo dire salvo una che all'indomani
Della della della della l'entrata in vigore la legge la adeguatamente sottolineata abbiamo ottenuto con la riforma del decreto rifare siccome la la la la la novità
Più importante da un punto di vista l'Avvocatura che con una firma
Degli avvocati sull'accordo di conciliazione l'accorto diventa immediatamente titolo esecutivo è la prima volta che viene riconosciuta una competenza agli avvocati di firmare un atto di generare immediatamente un titolo esecutivo attenzione non c'è nemmeno l'ombra locali
Nella villa del decreto nel fare quindi dico
E chiudo
Valutiamo certamente quelle che possono essere prospettive di riforma nell'ottica della valorizzazione perché questa è la mia ottica del ruolo dell'avvocato
Perché se l'Avvocatura
Non entrare nell'ottica di utilizzare le tempeste mitologie la mediazione non decollerà mai
Però confrontiamoci sugli aspetti squisitamente tecnici perché prima di dire se manteniamo un modello che per la verità è stato previsto in via sperimentale e come dire almeno vediamo i risultati di questa sperimentazione
Ho visto le statistiche al trentuno dicembre mille tredici non è ancora l'organismo forense abbiamo pendente qualche mediazione iscritta nel due mila tredici cerco come può essere attendibile quella statistica non è ancora un quadro completo
E hanno a mio avviso riusciremo a trarre qualche conclusione almeno tra un anno un anno e mezzo sul funzionamento di questo modello allora
In questa fase in questa fase se vogliamo introdurre negoziazione assistita stiamo molto attenti hanno smalto e dare un modello che fatti consciamente faticosamente sta iniziando a funzionare grazie
Grazie ancora cerchiamo esservi entrare tra le altre cose dovrà dire ho visto preso molto punti sul questo tema della sterilizzazione dalla mediazione e quello che sta
Facendo a mio modo di vedere con la norma che Angelo menzionava e una nota forse interessante per Carlo Maria il capo di Yuri si chiama Roberto Bruchi né il direttore del ponte
E il suo scritto più famosa del novantatré e parla proprio dei limiti alla negoziazione stima Barrios tosse attivamente
Ed è uno studio di economia di comportamento che supera il modello dell'economia lo classifica
Dovizia le parti quando negoziano fatalmente sbagliano quindi equiparare negoziato la mediazione sarebbe buttare a mare quanto meno una ventina d'anni di produzione scientifica
Sull'interazione umana però con questa una cosa che chiaramente
Ribatte sentiamo visto che vecchio dalla madre anzi sono sicuro fu lei la madre delle dichiarazioni del Congresso di Bari e successivamente dopo qual è la posizione di Este pericolo e soprattutto della
Associazione nazionale forense grazie grazie e buonasera
Mai scateni fra nord e il Segretario Generale dell'Associazione nazionale forense
La mozione di Bari effettivamente della quale vi ha parlato Carlo è stata ispirata è stata presentata dall'Associazione nazionale forense perché in associazione noi abbiamo sempre ragionato nei confronti dell'istituto della mediazione in modo costruttivo
Soprattutto in modo propositivo chiariamo in subito una cosa hanno il la la prima versione della normativa quella del decreto legislativo ventotto due mila dieci non piaceva
Ma non piaceva perché secondo noi era un istituto creato male
Che seguiva delle forzature e pretendeva di raggiungere dei risultati e non aveva invece il giusto grado di appello e per il cittadino che avrebbe dovuto usufruirne
Noi non siamo arrivati come invece l'Organismo unitario dell'avvocatura ad una impugnazione del provvedimento
Perché facciamo politica forense siamo un'associazione che fa politica forense e non politica giudiziaria
L'Organismo unitario dell'avvocatura invece lo fa dice lo hanno fatto anche tanti altri e devo anche riconoscere che se non ci fossero stati
Questi coloro i quali hanno all'epoca ha impugnato la normativa la Corte costituzionale non sarebbe intervenuta e non avrebbe sanato alcuno non avrebbe come dire dichiarato incostituzionali alcuni punti che oggettivamente lo venera no erano sotto gli occhi di tutti e quindi la Corte lo ha fatto
Detto questo però è evidente che i sistemi di risoluzioni alternative delle controversie sono sistemi delle quali ci dobbiamo occupare devo dire che e questo incontro per me è stato interessante e positivo perché
Diciamo così ho avuto la conferma per averlo letto ma mi mi ha fatto piacere ascoltarlo qui
Che l'Italia è all'avanguardia rispetto agli altri Paesi europei nel senso che nel resto dell'Europa la obbligatorietà della conciliazione eh così come dire contemplata ma non è statuita mentre in Italia sin dal primo momento una certa
Convenire scelta politica tendeva a far credere che
Come diciamo a stadio preferito
E lo chiede l'Europa tendeva a far credere che quel tipo di conciliazione introdotto nel due mila dieci fosse una ri
Sta pressante molto forte da parte dell'Europa quindi noi non potessimo assolutamente contrapporci non potessimo dire nulla non potessimo fare nomi
E invece apprendo che addirittura
Ancora oggi saremmo all'avanguardia e neanche piaciuta la
Che come dire la definizione è bella
Obbligatorietà come hai detto Giuseppe in auto come in Cina
è ottavo perché è interesse
Benissimo ma perché obiettivamente e come se l'obbligatorietà ci fosse ma sostanzialmente si tratta di un'obbligatorietà attenuata
Detto questo e rivendicata la
Paternità della mozione di Bari che a in qualche modo sdoganato per grandi linee la praticabilità della mediazione e che poi è stata
Per larga parte
Recepita dal legislature
Devo però dire che
Quello che ho sentito prima
Dai pregevolissimo mi e prestigiosissimi relatori che hanno chiamato molto spesso in causa l'avvocatura
Non è
Da un certo punto di vista
Come dire facilmente accettabile perché se è vero che
E non è vero
Lo dico non è vero se qualcuno pensa di rimproverare agli avvocati la mancanza di cultura della mediazione e premesso che se di mancanza di cultura si trattasse
Sarebbe comunque del cittadino e non dell'avvocato perché noi per
Mestiere abbiamo il compito di
Tentare le tutte prima di arrivare alla controversia
C'è anche da dire però che da parte della magistratura soprattutto di merito c'è un approccio un po'superficiale nei confronti della problematica
Perché il Codice di procedura civile è pieno stracolmo di strumenti che un magistrato accorto potrebbe utilizzare
Non solo per velocizzare i processi ma anche per risolverli IMI in in tempi ragionevolissimo
Perché per esempio
Il meccanismo della condanna le estese e non viene quasi mai utilizzato anche in presenza della proposizione di
A azioni che proprio fondate non si ribellano alla fine del giudizio
La stragrande maggioranza delle volte le spese vengono compensate non si è ben capito perché
Perché l'articolo novantasei non viene utilizzato quando invece potrebbe essere utilizzato perché i magistrati non fanno il loro lavoro quando negli nei momenti iniziali della pausa avrebbero il potere di tentare una transazione o una conciliazione invece bellamente lo ignorano però quando è il momento di liberarsi del giudizio
Dando la responsabilità qualcun altro allora in quel caso è colpa degli avvocati che non si vogliono che non vogliono andare a sedersi ecco
Allora se da parte nostra ci sono stati probabilmente ma questo è normale una categoria che conta duecentoquaranta mila iscritti è normale che ci siano degli
Aspetti come dire e dei momenti un po'barricaderi perché fa parte un po'del dell'ordine naturale delle cose però
Nel momento in cui invece viene da parte dell'Avvocatura una posizione più responsabile ecco noi ci aspetteremmo una maggior
Ore comprensione anche un maggior rispetto da parte dell'altra componente della giurisdizione che nella magistratura
Che avesse un approccio
Mi consenta Micol senza diciamo con il dovuto rispetto che avesse un approccio un po'più professionale e non soltanto legato all'approccio di pancia
Nei confronti dei problemi
Detto questo il la
Questione però va anche del questo lo dico diciamo
Non siamo tra avvocati hanno Angelo però anche questo aspetto va chiarito perché anche da parte di coloro i quali hanno fatto della conciliazione diciamo così un'attività professionale
è opportuno che si prenda coscienza della situazione nella quale in qualche modo ci stiamo
Venendo a trovare Angelo Palmiero è qui in rappresentanza dell'Organismo unitario Angelo Santi vi ha parlato del Progetto di negoziazioni assistita
Io questa situazione per la quale dopo che quel progetto iniziale che non piaceva nessuno fu status meglio Fox straordinariamente sposato dai vertici dell'Avvocatura di quel momento
Al punto che
Chiunque era presente al congresso di Genova ricorda che cosa accadde durante l'intervento del Ministro della Giustizia
Dopo un certo momento in avanti e stranamente da Bari in avanti la mediazione è stata accantonata da quegli stessi vertici che l'avevano sposata e che l'avevano sponsorizzata
è stata accantonata a favore di altro tipo di
Strumenti di risoluzione delle controversie alle alle quali noi non siamo contrari
Ma che come ha detto molto meglio di me Angelo Santi prima sono tutti da venire in questo momento non esistono e devono trovare una loro corretta articolazione allora
Io siamo sono testimone noi dell'Associazione siamo testimoni degli sforzi
Anche la bora attivi fatti dal
Dall'organismo di conceda alla conciliazione degli organismi forensi e credo che la loro hanno credo che loro abbiano un ruolo veramente molto propositivo e veramente di grande elaborazione perché approfondiscono una serie di problematiche che delle quali poi immagino si Giovino anche gli organismi cosiddetti commerciali
Ma
La situazione di fatto è che in questo momento in cui ci sarebbe bisogno di sostenere istituto della mediazione non solo da parte dei magistrati come ho chiesto prima ma anche soprattutto da parte degli avvocati per diffondere la cultura
Questa cosa non avviene incredibilmente devo dire né dall'una e metà all'altra parte
Perché le ordinanze del genere della dottoressa Breggia non aiutano gli avvocati ad avvicinarsi
All'Istituto scevri da ogni tipo di
Recriminazione anzi lì imbrogliano a fare tutt'altro
Ecco
Allora noi dal canto nostro siamo impegnati
Nel diffondere la cultura
Dell'istituto della mediazione se accanto alla mediazione in futuro
Sarà proposto un altro istituto o altri istituti o altre soluzioni come possono essere come può essere la negoziazione assistita oppure le camere arbitrali presso gli ordini
è ovvio che valuteremo l'impianto normativo che ci viene messo a disposizione e faremo le nostre considerazioni devo dire però che questo nosta avvenendo da parte
Di tutti anzi
Vi è come dire un abbandono peraltro forse con la speranza per quanto riguarda per esempio gli organismi forensi di poter convertire questi organismi successivamente in camerino arbitrali
Noi pensiamo che questa sia una cosa non non giusta non giusta dal punto di vista proprio della dell'investimento di risorse di Capaci
Tante sono state fatte in questo settore e che secondo me devono essere messe alla prova con una utilizzazione effettiva
è vero che è troppo presto per valutare
Il nuovo sistema normativo perché almeno ci
Meno sarà necessario un anno e quindi dovremo arrivare almeno alla fine del due mila quattordici
è anche vero però che ci sono tante caratteristiche che bisogna considerare la volontarietà in questo campo purtroppo può non piacere e io son d'accordo che non piaccia e infatti sono d'accordo che la legge l'abbia introdotta per quattro anni però
La volontarietà è fondamentale nel periodo in cui la conciliazione non era obbligatorio ha il tasso di successo delle conciliazioni volontaria che sono state attivate stata altissimo
è stato un tasso altissimo
Ed è una e ho capito questo però è indicativo cioè se vengono attivate cento conciliazioni e ne vengono concluse novantaquattro significa che chi ci va ci va perché vuole conciliare
Se vengono attivate tre mila conciliazioni e non non non soci vogliamo andare soltanto in cento rimarranno fuori sempre quelle due mila ottocento capisco per diffondere la cultura è necessario un periodo di prova e va bene così devo dire che questa diffusione però in questo momento lo diceva la dottoressa Palumbo e affidata alla buona volontà di pochi perché le organizzazione
Che dovrebbero invece lavorare si dice ventre a terra appello a farlo non lo fanno anzi si sono dedicate ad altro
Grazie molte essere anche Carlo Maria spero che piace a questo dialogo con l'ONU magari si fosse stato prima con più soggetti solo quattro cose prima di dare la parola per l'intervento di sintesi poi per chi vorrà fin quando non ci cacciano un po'di dibattito in risposta a quello che la lettura esterna
Molto importante chiediamo questo punto l'Europa non ha mai detto devi fare l'obbligatorietà l'Europa dice da sempre devi darmi le mediazioni se gli altri strumenti di politica del diritto non hanno funzionato allora usato bottone nucleare che l'obbligatorietà
Le cose stanno cambiando molto in Grecia è passata gli avvocati sono sulle barricate perché sapete la troika
Una settimane fa ha aperto la professione non avvocati la legge diceva solo gli avvocati potevano essere mediatori chiaramente lo diceva solo per le controversie nazionali perché per le controversie internazionali la direttiva dice di no
L'altro e che ha detto dovete liberalizzare il mercato sia perché sta passando l'obbligatorietà per la materia del sovra indebitamento perché non ce la fanno
Qui tiro una non filo come si dice per un convegno l'iniziativa della collega Chiara Orlandi perché il diciannove maggio a passando all'Olanda un Paese virtuoso
Ci sarà l'autore di un progetto di legge che credo Ester amerà che
Veramente modellato sul nostro sia una flessione vile un professore di ultrà che sta scrivendo
Questo progetto di legge che fondamentalmente dice la mediazione ed è un fatto naturale la parola è questa naturale gli si chiede che cosa vuol dire che devi farla prima di andare ma è detto no non è detto è un naturale fra il sistema
Un primo passaggio naturale sui
Ci sono quarantacinque ipotesi quarantacinque ipotesi in base a questa norma che la più lunga del Codice civile olandese dove tu sei sia spetta che tu l'abbia fatto quindi è una mediazione obbligatoria con opta outcome Facoltà di uscire mascherata lui dice di Sky SES
Quindi il trend e in quella direzione
Pluralità degli strumenti che sono abbattuta
Carlo Maria sono d'accordissimo sull'uso del novantasei però attenzione che gli avvocati spesso non sono favorevoli sul novantasei dovrebbe essere usato molto di più però gli avvocati molto spesso non sono favorevoli lo abbiamo chiesto come sapete la condanna le spese dell'OUA e l'abbiamo ottenuta perché ha fatto quella istanza un po'bizzarra è un fatto reale l'avvocato che rappresentava il Consiglio di Stato
Ha detto scusandosi perché la quasi una lesa maestà nei confronti dei colleghi
Signor Presidente io fa sono sostituto o istituzioni chiare di chiedere la condanna alle spese non le voleva fare sapevo di ha fatto l'avvocato di controparte dell'OLAF
E riferite al fatto così stai violando una regolata la casta questa lacuna battuta ho detto Carlo che però male magari venisse utilizzato hai perfettamente ragione all'estero i giudici ti bastonano per questo in Inghilterra hanno solo otto mila mediazioni
Perché ce lo dice il libro di Marcello marinari sull'Inghilterra solo tre per cento delle cause va a dibattimento quindi loro possono permettersi un numero minore di mediazioni
Terzo punto ordinanza Breggia però o contro per chi per i non addetti l'ordinanza breccia fa due cose uno ti obbliga a portare la parte due ti dice se tra ordinata al giudice sei già oltre il primo incontro
La mia reazione iniziale mentre tutti festeggiavano Toto attenzione questo scoraggia dalle parti a venire però ci sto ripensando
Perché vi voglio dire una cosa parleremo noi di queste cose avremo questi dati se qualcuno nel due mila dieci e son parliamo fuori dai denti mi riferisco la dottoressa Iannini non avesse avuto il coraggio di fare sperimentare cosa poteva dare la mediazione
Secondo voi il Governo letta un mese dopo essere entrato non in funzione avrebbe ripristinato cioè la mediazione obbligatorio dopo rapporto dei saggi se non ci fossero stati dei numeri che siano il quattordici il venti il trenta
Quindi io non so se questo nuovo schiaffo nuovi ragazzi si cambia abitudine portate le chiappe davanti al mediatore
Perché solo a quel punto io sono in grado di dire solo strumento funzione
Certa uno però ecco io voglio dire questa cosa è molto importante perché non so se
Bisogno
Qui andiamo a scomodare degli equilibri qui secondo me occorre fare una sperimentazione seria
E e l'ultimo nota qui e che lei si lega i tassi sempre in questo contesto il presidente Santacroce ricorderà che da questo scranno la Presidente della Corte suprema
Australiana dello stato del grandi un'indole andare negli studi usa quei anzi il Nuovo Galles del sud certo una cosa molto interessante
Nel mio stato che uno Stato federale ci sono sei Stati alcuni hanno la mediazione obbligatoria e altri no quindi un grandissimo lavoratore lo strali però sapete cosa il tasso di successo dopo vent'
Anni di sperimentazione è uguale
Dove la mediazione obbligatoria dove la mediazione e volontaria il tasso di successo uguale ma certo una cosa ancora più importante il tasso di gradimento degli utenti è uguale qual è la cosa differente i numeri
Lo stesso accade in Canada perché il che per la parte francofona è arrivata dopo rispetto all'Ontario quindi bisogna dare un po'tempo questa procedura di radicarsi ai mediatori di sperimentarsi di migliorarsi prima di tirare le fila
E pretendere di tirare le fila dopo un anno dopo lo strumento bombardato
No perché ricorsi controricorsi comunicati stampa non è un esperimento sereno
Okay quindi attenzione a questo aspetto molto più importante ma adesso sentiamo su questa
Benedetta negoziazione assistita che diciamo il piatto for per pareti e la
Professoressa l'amica che ha ragione Ciurlanti ripeto anche alla luce delle sue recenti migrazioni europee grazie chiara
Io dell'utero molto Giuseppe perché non c'è perché ero al mio tempo per parlare della negoziazione assistite in quanto
Anni adoro parlare per ultima Manni me ne assumo anche la responsabilità e il tempo globale del convegno scaduto da cinque minuti quindi
E su questo farò una semplice battuta perché la giornata è stata estremamente interessante clarinetto visse due convegni e mezzo uno sulla magistratura uno sull'Avvocatura un pezzettino sulla mediazione
Io dal mio punto di vista avrei due alternativo affrontare il problema università ci vorrebbe un altro intero convegno perché alla base dei magistrati e degli avvocati ci siamo noi quindi dovremmo rimettere in discussione tutto
Oppure cercare di sintetizzare un attimo sulla mediazione
Perché questo è uno dei problemi ho sentito delle cose interessantissima anche il collega Palmiero detto delle cose che sarebbero tutti importanti da discutere da condividere moltissime condivisibili una per una
Ma poi ci torniamo a parlare di mediazione
Allora è sempre questo il problema ma questo non è
Colpa dei partecipanti di OGM
E il tema è il problema del tema la giustizia e come se tentiamo di parlare di un aspetto della sanità o di un aspetto della scuola cioè non si riesce a parlare di una cosa specifica se non in tutto
Ma invece ecco perché avremmo bisogno di stare insieme per un sacco di tempo per confrontarci oggi dei giudici ho sentito un sacco di cose positivissimo alcune senza dubbio che non condivido
Non Sacco positivissima le mie esperienze degli ultimi tempi sento una disponibilità da parte dei giudici completamente
Maggiore rispetto a prima molto ma molto più ampia certo sono d'accordo anche con i colleghi che ci sono ancora moltissimi difetti
Ma come ci sono né mediatore come ci sono gli avvocati come ci sono i professori
Allora io dico tutte le energie che abbiamo messo in tutto questo scontrati perché e l'amico Palmiero ha detto una cosa molto in
Di gente da subito quanto detto non dimentichiamoci che è nata male perché una legge sulla mediazione che ha come primo errore quella della comunicazione non so perché l'Istat
Sì perché è stato di recente dei rumori ma indubbiamente uno dei primi difetti del decreto legislativo ventotto è stato come è stato presentato siamo passati da una sbagliata in formazione
Poi abbiamo avuto un brevissimo e in un momento io me lo ricordo nei convegni del CNF sulla formazione
In cui l'informazione navigava su un livello buono e qui siamo ritornati una disinformazione
è vero che la mediazione è più bella se fatta spontanea
Io ho cominciato occuparmene novantotto vi potete immaginare se mai si poteva pensare una mediazione obbligatoria però quante sono state presentate nel periodo in cui la Corte costituzionale aveva dichiarato incostituzionale la norma io mi aspettavo uno slancio improvviso dico dimostreranno
Che anche quand'è facoltativa si possono fare un sacco di mediazioni avranno con successo non ci sia neanche provato anzi forse è vero che le poche che sono state fatte ma non sono neanche convinta che sia un dato esatto questo perché da quello che mi risulta
Non solo un posto sono state trascinate anche le volontarie in modo negativo
Ma come diceva Giuseppe io gli stessi risultati cioè che tra l'obbligatorio le volontarie in realtà il problema serio e andare davanti al terzo andarci in buona fede e tutto qui
Poi fatta la sperimentazione sull'andare davanti al terzo andarci in buona fede ne discuteremo
La negoziazione assistita e da quando si è parlato della mediazione del della riforma molta della fine degli anni novanta in Inghilterra cosa hanno detto loro hanno detto sono tutti i passaggi di tenersi
Il primo passaggio le parti si parlano tra di loro non riescono a venirne fuori si parleranno gli avvocati tra di loro non riescono a venirne fuori ci vorrà il terzo il terzo è un valore aggiunto non guardiamo il terzo patologicamente negativo
Parliamo della regola
Il terzo è un valore aggiunto se poi il terzo sbagliato lavoriamo sul miglioramento del terzo ma non diciamo che non è un valore aggiunto
Se e e verissimo che se poi anche il terzo non basta il giudice deve essere lì
Però cosa ci dice la Corte inglese sai quante ne
Ripuliscono di controversie in tutti questi passaggi per cui quando mi arriva dal giudice c'è l'essenziale e anche in questo non è un aiuto da poco
è inutile che continuiamo a fasciarci la testa su quello che è ripeto signor dovessi aprire le mie lamentele sull'università sarebbero senza fine perché mi rendo conto perfetta io dico sempre il momento più triste rispetto agli esami sono le lauree
Perché quando ci si rende conto di cosa mettiamo sul mercato quasi spesso e volentieri lo sconforto e mostruoso ma questo non mi ha portato dalle dimissioni mi ha portato a cercare il pezzettino per pezzettino nel mio piccolo
Cercare di migliorare le cose in tutte le sedi in cui questo possibile la negoziazione assistita di recente voglio dare soddisfazione getta ragione mi ha invitato per quello son tornata dalla Francia dove ho fatto due controlli sulla negoziazione assistita uno diretto
Attraverso l'Associazione gemme che sapete quella dei magistrati ma che
Oltre i magistrati anche avvocati e studiosi eccetera in cui è stata mandata un'in lei circolare a tutti i francesi per sapere quanti casi di negoziazione assistita avessero avuto e che cosa gliene risultava
La prima voce ufficiale è stata di un collega che diceva che aveva sentito un rapporto del Senato con sette casi in quella familiare negli ultimi dodici anni
Sono rimasto un po'perplessa un altro ha detto no sembra che ce ne siano tre in materia civile commerciale a Tunisi sono rientrata ieri mattina invece
Una poca tesa che dice di essere delle uniche tre il che vuol dire che lì c'è un errore di informazione dell'uniche tre che conoscono bene la negoziazione assistita ma pare che stiamo lavorando moltissimo perché lei invece sostiene
Che non si usi perché non si conosce ma che funzionerà benissimo e lei mi ha dato i dati ufficiali smentendo quelli precedente perché sono diciassette
Allora io dico questo cosa vuol dire che devono aumentare anche questi come devono aumentare le mediazioni come deve aumentare l'efficienza della giustizia però sono tutti i passaggi su cui dobbiamo riuscire a discutere separatamente
Cercando di vedere in cosa possiamo migliorare separatamente scelta del mediatore salto di palo in frasca per due minuti
è sacrosanta la Iannini l'ha voluta di proposito nei regolamenti arriveremo finalmente al momento in cui le parti si sceglieranno il mediatore lo possono già fare ma non li conoscono
Di volta in volta
Quando impareranno conosci e l'obbligatorietà dovrebbe favorire anche questo dopo chiederanno direttamente di quel mediatori
Poi
La comparizione personale io sono assolutamente d'accordo la sentenza di Firenze
Deviante per le conseguenze eccessive forse ma sulla presenza personale fondamentale non a caso Palmiero ci parlava della comparizione personale anche davanti al giudice non è una coincidenza che gli sia venuto in mente di ricordare quella
Perché come per il giudice per il mediatore ci vogliono le parti
Allora da questo punto di vista io sono d'accordo che sia un problema che parte dal terzo che parte dagli avvocati che parte dall'informazione e che parte da noi i cittadini
Perché siamo certamente noi i primi cittadini e quindi importantissimi tutti gli incentivi di cui ci parlava ancor Palmiero assolutamente fondamentali
Perché io le devo poter spendere io l'unica cosa che dico
Concentriamoci il lusso di fare una sperimentazione in cui nel frattempo
Ognuno di noi nel suo angolino lavora per migliorare la qualità dei mediatori la qualità degli organismi
La collaborazione non posso dire la qualità perché non sarebbe carino la collaborazione con i magistrati
Proprio allo scopo i segnali sono tutti positivi proprio lo scopo di cercare almeno di fare una sperimentazione serio
Poi poterci rivedere qui con un giorno e mezzo di tempo per riesaminare insieme tutti gli aspetti principali grazie
Molte
Grazie chiara dobbiamo chiudere anche perché i commessi
Diversamente se la prendono non con norma con qualcuno vista accanto però voglio dire questa cosa caro perché loro sono timidi Marino parlato cosa udire la dote sperimentazione esiste un mare magnum di aggredire con la negoziazione assistita
Le controversie pendenti speriamo che le dittature la incentivi si sperimenti lì se sarà come in Francia o se funziona se poi funziona tremendamente non la si potrà fermare evidentemente la si potrà usare si continui a sperimentare la mediazione
E poi si continui a fare la sperimentazione veramente cruciale Carlo Maria che è di dire quante di mediazione negoziazione si site fallite saranno risolte positivamente con la mediazione
Se saranno molto poche
In un periodo minimo di osservazione allora si potrà dire una duplicazione di procedure ma se non sarà così cioè se la mediazione potrà risolvere delle negoziazioni assistite
Fallite come crede il capo di migliori all'università a quel punto penso che l'alternatività sarebbe Mortise era
E soprattutto sbagliata quindi
Proseguiamo con la sperimentazione
Se ne faccio lode altra tutti i livelli e questo consentirà di capire quale
Delle due procedure o magari tutti e due stabilizzare o meno
Mi sembra sia giusto dare la replica Carlo Maria perché l'ha chiesto Elio con che la risposta e poi do mentre dobbiamo salutarci chi vuole possiamo che acconciatura chiacchierare visto che siamo pochi fuori da questa sala l'allora
Io ringrazio nel centro non pretendo
Da apprendista stregone poi di poter
Radicare le affermazioni che ho fatto
Allo stesso modo con cui Giuseppe può farlo in un ambito che conosce Capasso
Una cosa che però visto che nell'ambito e qualsiasi negoziato aiutato non dal terzo perché io mi trovo
Come rappresentante di un organismo a portare avanti le tesi dell'organismo perché poi
è inutile che io vengo a dire che queste posizioni sul nuovo sull'organo ufficiale dell'avvocatura e Facebook mi hanno portato a un'evidente massacro
Perché mi hanno accusato di intendenza col nemico nonostante che nonostante che io abbia portato avanti delle mozioni che costituiscono
I documenti che vincono la categoria però
Mi va bene come diceva Angelo continuiamo a ragionare
Prima che io come lo yogurt Scatà perché il mio mandato scade a ottobre
Però ognuno di noi sta cercando e lasciano un po'di ritengo essa pasta e se il Presidente in qualche modo
Tasse giusto sapere anche mi è piaciuto molto il confronto con il ministro perché per la prima volta gli avvocati sono stati chiamati prima
E sono stati chiamati insieme I rappresentante l'Anm con i quali in precedenza si sono incontrate al CNS per vedere insieme cosa si pensava
E anche il clima e anche rispetto diceva proprio certo la funzione del magistrato e ben diversa da quella rossa che siamo Meli sollecita attori
Però se in questa ottica riusciamo ciascuno a scrivere all'altro il discorso di vittoria cioè riusciamo a
Ad avere atteggiamenti meno acrimoniosa
E che non ho visto
Nel senso buono scattino
Meccanica io io se ognuno riesce un programma versare il clamore riusciamo a fare qualcosa in più perché sui vostri forum
Arco alcuna se ho si è dispiaciuto quando ha detto che vedevo mediatori più talebani dei talebani
Allora
Se invece di portare avanti il discorso in modo radicale continuiamo a dialogare per vedere come avvicinare le cose perché all'Inter al allo stesso interesse o allo stesso obiettivo miriamo tutti
Certo ciascuno per la propria parte
Ma i magistrati per dare risposte noi per chiudere le vicende pertanto se cambiamo anche lo stile nazionale molto possiamo fare
Grazie non solo dobbiamo veramente chiudere mi ricorda quella scritta che il lavoro nel toccarlo vedete alte recando merita Spalletti turca discrimine da battagliando battagliando la verità va dispersa accogliamo l'invito ringraziamo l'applauso presente Santacroce che ha già ospitato commessi che hanno atteso
Il nostro pertanto rate
Grazie a tutti e mi spiace coloro cui non ho potuto dare la parola