15APR2014

Crisi in Ucraina: collegamento con David Carretta sul Consiglio dei Ministri degli Esteri dell'UE svoltosi ieri a Lussemburgo

COLLEGAMENTO | di Aurelio Aversa Radio - 09:03. Durata: 5 min 33 sec

Player
Al termine del collegamento le dichiarazioni del Ministro degli Affari Esteri Federica Mogherini rilasciate subito dopo il Consiglio dei Ministri degli Esteri dell'Unione Europea.

Registrazione audio di "Crisi in Ucraina: collegamento con David Carretta sul Consiglio dei Ministri degli Esteri dell'UE svoltosi ieri a Lussemburgo", registrato martedì 15 aprile 2014 alle 09:03.

Sono intervenuti: David Carretta (corrispondente di Radio Radicale dal Parlamento Europeo), Federica Mogherini (ministro degli Affari Esteri, Partito Democratico).

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Economia,
Esteri, Francia, Gas, Gran Bretagna, Italia, Ministeri, Mogherini, Parlamento Europeo, Russia, Sanzioni, Ucraina, Ue, Usa.

La registrazione audio ha una durata di 5 minuti.

leggi tutto

riduci

09:03

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Abbiamo adesso ha un collegamento con dagli Carretta per parlarci di quanto discusso ieri all'al Parlamento europea in particolare a proposito di Russia e Ucraina Bongiorno dagli
Buongiorno a voi in realtà il ridiscusso al Consiglio affari esteri ministri
Degli esteri dell'Unione europea che erano
Riuniti un
Un incontro dedicato soprattutto alla crisi in Ucraina alla destabilizzazione ulteriore da parte della Russia
Questo fine settimana
Che cosa
Hanno decisori ventotto sostanzialmente PD ampliare la lista nera kit personalità russe ed ucraine colpite da
Sanzioni come il congelamento degli asset finanziari e il divieto di ingresso sul territorio europeo i nomi verranno conosciuti nei prossimi giorni hanno lanciato l'ennesimo
Avvertimento a Mosca se
Ci sarà ulteriore destabilizzazione in Ucraina l'Unione europea potrebbe passare alla cosiddetta fase tre delle sanzioni cioè non più
Astensioni
Nei confronti di alcuni diritti ma ampie sanzioni economiche e commerciali e finanziarie che avrebbero
Ripercussioni grave e per la Russia nel suo insieme ma che rischiano di essere controproducente anche per l'Unione europea in particolare nel settore
Per le casse e questo spiega in parte delle
E l'iter che ogni e le
Divisioni che permangono sulla questione Ucraina tra i ventotto ministri degli esteri dell'Unione europea ieri
La ministra Mogherini a esplicitato una posizione dell'Italia molto
Che allo carente nei confronti di Volsca al termine della riunione e tra poco l'ascolteremo ha detto va preservato quello spiraglio dichiararlo Ugo
Che c'è con la russa sia in particolare una riunione che prevista giovedì a Ginevra tra Russia e Stati Uniti Unione europea e Ucraina
Soprattutto Boccherini è escluso il passaggio alla fase tre delle sanzioni la fase tre non sul terreno in questo momento a detto il ministro degli esteri
Di opinione molto diverso invece il Pitelli comunichiamo che ieri ho usato toni
Duri per denunciare da destabilizzazione in russa i lupi né in Ucraina da parte della Russia parlando esplicitamente della mano di Mosca dietro a quanto sta accadendo in questione chiedendo come risposta dell'Unione europea quelle
Delle tensioni guidiamo che così come il ministro
Degli esteri francese l'OPA più s'non hanno escluso la possibilità di un Vertice dei Capi di Stato e di Governo la prossima settimana proprio per passare alla false per
Simoni nel caso in cui la situazione dovesse degenerare ulteriormente
Quale quali saranno trattata cosa dipende non certo se su questo edito meno da come si comporterà la Russia non solo sul terreno ma soprattutto nella riunione del PD
Ginevra di giovedì
Nel caso in cui ci fossero dei seri passi avanti verso una soluzione negoziata con ogni probabilità l'Unione europea terrà ancora ferma l'arma delle sanzioni
Economica commerciali finanziari altrimenti rischia di essere costretta
Ad andare avanti in questa direzione
Per ora è tutto ma ci sentiamo le parole del ministro Federica Mogherini
Singapore cosa si sta lavorando sulle conclusioni ne abbiamo una rete prendere abbiamo raggiunto conclusioni molto buone sia sulla Siria sia sulla Bosnia penso abbiate già avuto modo di vederlo sull'Ucraina
è in fase di finalizzazione il testo che
Tra poco cioè
Consapevolezza del fatto che va preservato quello spiraglio di dialogo che può costituire alcun incontro del diciassette
Prossimo di giovedì
Molto delicato molto difficile ma è l'unico filo che abbiamo per trovare una soluzione
Alla situazione in Ucraina
C'è attenzione che da tutte le parti non ci siano atti che possono compromettere questo spiraglio di dialogo che che abbiamo aperto finale
Coperti
Chiuse nuove sanzioni
Si qui non è in questione il passaggio dalla fase due alla fase tre la fase tre non è sul terreno in questo momento c'è un ragionamento sulla
Estensione della lista che cosa in caso avverrà nei prossimi
Sergio nelle prossime settimane vivano in ballo il Borussia russe oppure dobbiamo dialogare perché alla fine questo decreto e dell'altrove poc'anzi forse più approfondito la vicenda dell'imbarcazione
Abbiamo sempre
Demografico quella l'abbiamo sempre spesso li condividiamo devo dire con la maggior parte dei nostri parte l'Europa e non soltanto
L'unica soluzione lo vedrete anche nel testo di conclusioni che arriveranno l'unica soluzione alla situazione in Ucraina versamento è quella del dialogo e della chiamata alla responsabilità a
Per tutte le parti coinvolte nella crisi dentro l'Ucraina e fuori dell'opera in posizione dei miei genitori ma fino ad un livello di Unione europea Cosenza