15APR2014
intervista

Intervista a Luigi Pelazza sui servizi trasmessi dal programma "Le Iene" sulle presunte torture fatte da militari italiani durante la missione in Iraq

INTERVISTA | RADIO - 17:24. Durata: 4 min 44 sec

Player
Intervista realizzata da Luca Marco Comellini.

Puntata di "Intervista a Luigi Pelazza sui servizi trasmessi dal programma "Le Iene" sulle presunte torture fatte da militari italiani durante la missione in Iraq" di martedì 15 aprile 2014 con gli interventi di Luigi Pelazza (giornalista).

Tra gli argomenti discussi: Difesa, Diritti Umani, Esercito, Esteri, Forze Armate, Giustizia, Guerra, Informazione, Iraq, Mediaset, Medio Oriente, Ministeri, Nassiriya, Somalia, Stragi, Terrorismo Internazionale, Tortura, Tv, Violenza.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 4
minuti.

leggi tutto

riduci

17:24

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale le Iene
Luigi Pelaggi sa effettivo
Presentato dei servizi dove militari italiani avrebbero commesso delle torture su dei prigionieri nel corso della missione in Iraq quindi parliamo
Di avvenimenti prima del due mila e sei Luigi relaziona buonasera
Buonasera buonasera
Allora già sono andati in in onda due servizi delle Iene il primo dovere un ex militare a raccontato di alcuni fatti e che avvenivano nella White House vicino alla Siria
E anche nel secondo filmato c'è stata una testimonianza sulla stessa riga in più si è parlato dell'attentato dei Nassiriya e dei soldi per la ricostruzione
Cosa andrà in onda nel prossimo servizio
Allora nel prossimo servizio abbiamo rintracciato
Quel militare che vent'anni fa invece in Somalia ha compiuto proprio una tenuto un altro Tura con il metodo del telefono campare quindi usato come generatore di corrente
Nei confronti di un cittadino somalo tale rapporto che l'altro già pubblicata sui giornali vent'anni fa
Stiamo riuscì a rintracciarlo anche se è cambiato appesantito tutto e
E così chiamati a chiedere di
Conto un po'di quello che
Che era successo questo signore è un maresciallo tuttora nell'esercito è stato condannato civilmente perché
Penalmente il reato è prescritto
è stato civilistico andato cimenta pagare trentamila deve dire chi delle vecchie lire e Clemente quando li abbiamo presentato l'apporto ha negato anche l'evidenza che è legato anche di essere Louis ritardo in quella foto
Può e abbiamo fatto con domande quindi quello che noi vorremmo capire era esce esisteva diciamo che gli ordini no che arrivavano dall'alto se c'era qualche ufficiale al corrente di queste storture fra l'altro
Quando si parla di
Torture fatti a prigionieri in missione di pace RFI dice sempre che queste persone siano dei terroristi
E per cui abbiano dei dati e sensibilità riferire a chi gli sta interrogando quindi depositi di armi piuttosto che nascondigli segreti
Io ricordo invece che per quanto riguarda questo maresciallo e quello che ha fatto metà anni fa ha torturato questo ragazzo sommano che era stato fermato dei militari italiani per un furto di un appartamento
Quindi nulla aveva a che fare con il terrorismo
Detto questo e stiamo verificando le dichiarazioni che ci ha fatto Angelo nel secondo servizio ovvero
E quegli appalti quindi se i soldi e ha destinato al Governo per la ricostruzione in Iraq ci sono mai parlato di lei duecentosettantatré milioni
E qua cifra l'abbiamo semplicemente Parreira dare il sito del ministero degli esteri se non sbaglio e sono circa duecentosettanta milioni
Adesso stiamo verificando cerchiamo
Cerchiamo di capire se sono stati spesi è a chi sono stati dati a quali aziende e se effettivamente i lavori la sono stati fatti
Ho capito quindi questo servizio andrà in onda mercoledì Sovani creando ma domani deciderà se mercoledì sera righe ripercorrere un po'i servizi precedenti e poi faremo
Detenere
Che cosa abbiamo scoperto investimenti si sa che fra l'altro che fra l'altro è ancora in servizio dall'esterno allarghiamo interpellata ma la difesa ha ritenuto di detti non risponderci certo non grazie
Ed invece bisogna dire che la Procura di Roma è intervenuta immediatamente ci ha sequestrato i filmati che abbiamo trasmesso e mi risulta che aperti abbia aperto due inchieste diverse
Quindi stiamo contenti di questo perché
Che doveva operare tempestivamente lo ha fatto perfetto io ti ringrazio che auguro buon lavoro e risentirci alla prossima è buona visione allora
Grazie buongiorno perché voi