17APR2014
stampa

La lista "Io Cambio-MAIE" presenta i suoi candidati alle elezioni europee 2014

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:08. Durata: 56 min 35 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "La lista "Io Cambio-MAIE" presenta i suoi candidati alle elezioni europee 2014" che si è tenuta a Roma giovedì 17 aprile 2014 alle 11:08.

Con Max Rigano (capo Ufficio Stampa Movimento "Io Cambio"), Riccardo Merlo (presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero (MAIE)), Agostino D'Antuoni (segretario nazionale Movimento "Io Cambio"), Elisabetta Cassano (coordinatrice del Movimento Associativo Italiani all’Estero (MAIE)), Davide Vannoni (presidente di Stamina Foundation onlus), Claudio Morganti (europarlamentare, Gruppo
Europa della Libertà e della Democrazia), Davide Vannoni (presidente Stamina Foundation), Angelo Alessandri (presidente Movimento "Io Cambio"), Gian Piero Joime (ordinario di Economia dell'Ambiente LUISS), Maria Cristina Sandrin (avvocato).

La conferenza stampa è stata organizzata da Movimento Associativo Italiani all’Estero.

Tra gli argomenti discussi: Bilancio, Brescia, Costi, Crisi, Deflazione, Economia, Elezioni, Euro, Europee 2014, Finanza Pubblica, Francia, Malattia, Ministeri, Ospedali, Padoan, Parlamento Europeo, Politica, Ricerca, Riforme, Salute, Spesa Pubblica, Stamina, Strasburgo, Ue.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 56 minuti.

leggi tutto

riduci

11:08

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Ecco
Del movimento
Spero
Max ritorno solo al nostro affezione che vi
Seguiva in questo breve presentazione passo quindi direttamente la la parola Rui per
Convocare chi rifiutava di prima degli interventi
Allora quel giorno tutti sono Max negano sono a capo ufficio stampa del movimento io cambio Miami naturalmente oggi qua si presenta una
Importante
Parte
Di coloro i quali si candidano alle elezioni ci sono naturalmente alcuni dei protagonisti che
Certamente occuperanno le pagine dei giornali nelle prossime settimane per una questione anche diciamo così tecnica perché abbiamo parecchie realtà televisive che ci chiedono attualmente la prossimità intervistare tutti i nostri interlocutori
Do subito la parola a Riccardo Merlo che il presidente del mai niente il Movimento associativo per italiani all'estero che farà un breve
Intervento introduttivo e noi in questo con questa giornata odierna vogliamo naturalmente consentire
Alle Presidente del Meyer al segretario nazionale
Del di io cambio l'avvocato Agostino D'Antoni e naturalmente ai candidati qui presenti che sono seduti qua al tavolo la possibilità di cominciare a farsi conoscere
Per intraprendere appunto un percorso che in questo caso come dire nuovo almeno per il movimento di io cambio che ha intenzione di procedere sulla strada di un
Rinnovamento di un cambiamento dell'Europa ma di questo vi parleranno direttamente loro allora lascio la parola innanzitutto a
Riccardo per la sua nota introduttiva
Grazie buongiorno a tutti
Io
Insieme all'onorevole Borghesi è qui presente il senatore sinché sta per arrivare rappresentiamo il Movimento associativo italiani all'estero
Da due legislature presente autonomamente nel Parlamento italiano noi siamo una realtà nata dell'associazionismo di volontariato all'estero
Non siamo né un movimento di destra né di sine die di sinistra anzi dentro
Il nostro movimento ci sono pressione che pensano un po'di qua un po'di là però soprattutto rappresentiamo questo quella realtà che la realtà degli italiani all'estero che forse
In Italia non è vista in un modo che ancora non si capisce a vedere l'opportunità
Che significa avere all'estero se esse sessanta milioni di
Italiani fra quelli che sono
Cittadini italiani e quello che sono dei spendendo discendenti italiani che rappresentano per l'Italia una grande porti opportunità non solo dal punto di vista culturale
Ma anche dal punto di vista economico commerciale se noi pensiamo nel made in Italy se noi pensiamo nel turismo io ritorno
Se noi pensiamo nei mercati nelle camere di commercio soprattutto oggi in un momento dove c'è una grande crisi economica avere sessanta milioni di italiani
All'estero per l'economia italiana significa una opportunità che non ce l'ha nessun altro Paese quindi noi vogliamo fare capire e far sapere a tutti gli italiani l'importanza di quella realtà
Nelle elezioni europee ci saranno un milione cinquecento mila italiani residente in Europa o fuori dell'Italia che avranno il diritto di partecipare al voto
Per noi queste elezioni sono molto importanti perché pensiamo
E immaginiamo un'Europa
Che garantisca meno leva anche garantisca di più le pensioni che Aranti scandalo leva anche e garantisca di per i lavoratori che garantisca meno leva anche i e che garantisca invece il benessere della gente
Ieri sentivo una dichiarazione
Di Davide Vanoni uno dei nostri candidati che che diceva guardiamo meno lo spread e guardiamo più la salute e per noi questo e molto importante cioè l'Europa è nata come un prodotto progetto politico
Che ha avuto un grande successo all'inizio soprattutto per il per il bene il benessere della gente purtroppo adesso è diventata una corporazione burocratica che sembra che ha delle ricette economiche
Dovessi interesse non solo per il pareggio di bilancio e il cuneo fiscale però qua bisogna pensare la gente
Prima ho parlato con molte forze politiche perché noi siamo forti all'estero ma non in Italia non abbiamo lo sviluppo territoriale
Che hanno le forze politiche italiane abbiamo trovato il mio cambio soprattutto persone che hanno la cosa per noi più importante un buon senso
Non parlammo ideologia e non parliamo di cose
Stratosferiche ma parliamo delle cose
Semplici che i problemi della gente quindi
Noi siamo molto convinti di aver percorso questa strada insieme agli amici Dio cambio che penso anche loro stanno cominciando a conoscere
Questa realtà questa opportunità che significano gli italiani all'estero per l'Italia
E questa sarà l'unica lista è questo un messaggio soprattutto Palitta per il milione e mezzo di italiani che voteranno all'estero
Che
Parlerà di italiani all'estero che avrà cinque candidati rappresentanti italiani all'estero che porterà in Europa io spero
I parlamentari che anche saranno
Rappresentanti gli italiani che vivono oltre confine io mi fermo qui perché non voglio essere lungo vi ringrazio tutti voi
Saluto soprattutto agli amici di io cambio con chi stiamo cominciando un percorso che oggi
Forse un'alleanza elettorale che se poi troviamo il consenso politico diventerà anche un'alleanza
Politica vediamo come finiscono le lesioni noi abbiamo tutta tutta la fiducia metteremo tutto soprattutto all'estero per essere
Tra i primi partiti
Grazie a tutti
Allora la parola adesso invece al segretario nazionale di o cambia l'avvocato Agostino D'Antoni
Buongiorno a tutti e grazie
Di essere qui con noi oggi
Saputo innanzitutto al mio Presidente Angelo Alessandri che con me a scritto la storia di questi primi passi del movimento ringrazio Davide di essere qui con noi Riccardo
Questa più che un'alleanza politica è un'alleanza tra amici tra persone che si sono riconosciuti in alcuni valori forse la cosa che
Un po'diversa atipica molte domande dei giornalisti di questi giorni vogliono sapere se siamo di destra o di sinistra
Non siamo né di destra né di sinistra
Siamo della gente dobbiamo padri padroni e padrini
Fosse
Abbiamo anche pochi soldi ma siamo ricchi delle nostre idee qualche volta lei deve valgono più del denaro
Io cambio riparte da tutto ciò che ha funzionato in Europa ed a tutto quello che forse va riscritto
Quindi salviamo quel che di buono è stato fatto negli anni scorsi ma grande attenzione varata a quello che va cambiato non tutto quello che non funzione nei dettagli qualche volta si butta no
Abbiamo il dovere di usare questa volta responsabilità per le generazioni che verranno
Sento parlare c'è Udo economisti e forze politiche che si accompagnano a economisti da strapazzo che ci raccontano che è possibile uscire dall'euro
Sarebbe la più grande tragedia del periodo contemporaneo che stiamo vivendo dall'euro non si può uscire se non si riscrivono le regole di un contratto che non prevede l'uscita dall'euro
L'uscita non regolamentata dalla moneta unica sarebbe una delle più grosse tragedie economiche devastante della società contemporanee
Quindi cominciamo a dire a a parlare il linguaggio della gente spieghiamo le massaie che nel portafoglio oggi a nove euro non si può dal giorno
Per l'altro immaginare che il mutuo la pensione l'energia possano nell'ambito di ventiquattro ore
Generare un cambio senza che tutto questo venga accompagnato ad una tragedia anche se accadesse per uno solo degli Stati aderenti all'Unione
Vanno scritte le regole per rimanere nell'euro e per uscire dall'euro per chi lo volesse in modo regolamentato
Bisogna ripartire da quello che non ha funzionato se il Ministro dell'economia scrive una lettera è notizia di oggi perché si chiede all'Europa la possibilità di uscire dai patti di bilancio questo è un segnale positivo
La politica ha capito che non si vive di rigore che non si vive di detrazione di deflazione Simone e nove siamo ad un passo dalla deflazione i quattordici miliardi di euro che Padoan annunciato oggi
Essere
Il cardine su cui ci sarà lo sforamento del patto di bilancio sono una riflessione da cui partire qualcuno forse ha capito che c'è bisogno di ossigeno
Quattordici miliardi di euro che la pubblica amministrazione
Dara in pagamento di crediti sospesi contribuiranno a far partire l'economia non dimentichiamoci che la Germania quando si è unita la Germania dell'Est ha sforato sistematicamente all'inizio degli anni due mila
Dal patto di bilancio il patto di bilanciare impegna è un valore in alcuni momenti può diventare un dramma in altri bisogna riscrivere le regole del fiscal compra
è inimmaginabile pensare che il nostro Stato e quelli che hanno un rapporto di deficit PIL più alto possono accantonare cinquanta miliardi di euro a partire dall'anno prossimo per i prossimi anni
Ridurre del cinque per cento di indebitamento è una follia
Noi non diciamo No Euro dicemmo che l'Euro e l'Europa vanno riscritti
Vogliamo entrare in Europa per questa ragione io cambio porta avanti battaglie di libertà battaglie della gente ed è il motivo per cui alla mia destra è seduto Davide Rondoni non abbiamo avuto paura di riconoscerci in un'alleanza
Prima di
Incontrare Davide Rondoni ho voluto capirci faccio l'avvocato di professione ho voluto guardare le carte processuali che siccome sono padroni quattro figli ho voluto incontrare i genitori e i bambini che grazie
A un percorso di cure sono migliorati
Ripartiamo da quei dati i miglioramenti dei malati il diritto alla salute
Il diritto alle cure mediche
Questa è una delle battaglie per cui io cambio si muoverà in Europa che in Italia perché quello che ha detto il presidente Merlo è una realtà dove non ci fermiamo qui
Vogliamo ripartire da uno stimolo continuo a Camera e al Senato al Presidente del Consiglio se vorrà accogliere le indicazioni che stiamo raccogliendo nel territorio oggi sono presenti qui
Rappresentanti di lista che sono espressione del territorio non di alchimie politiche che guardano tutto fuorché agli interessi della gente
Abbiamo la fortuna di avere un eurodeputato che Claudio Morganti che è presente oggi che
Ci spiegherà e da lui che è partita la riflessione di tutto quello che funziona e non funziona nel Parlamento europeo
Noi siamo già presenti nel Parlamento europeo vogliamo ripartire da quello che va corretto
Grazie grazie all'azione D'Antoni segretario nazionale di un cambio allora naturalmente e giustamente direi una forza politica deve aprirsi anche al
Mondo dei giovani al mondo delle donne che sono l'altra parte l'altra metà e che sanno cogliere e comprendere nella realtà come meglio spesso anche degli uomini
Sentiremo tra poco Elisabetta Cassano che candidata per il maglie nel centro Italia corretto e sei capolista no
Però Candy terza
Nel centro Italia
Ne approfitto anche per presentare Francesca Briotti anche lei giovane ragazza e sarà candidata per io cambio dubito l'avvocato Maria Cristina Sandrine
Che sarà candidata per capolista nel nord est per io cambio allora
La parola alle donne la parola i giovani perché future soprattutto loro
Elisabetta Cassano
Bene
Buongiorno a tutti
Sono Elisabetta Cassano fra la candidata della lista io cambio mai e quota mai e
Mi è stata offerta la candidatura dal presidente del partito Riccardo Merlo una grandissima opportunità questa per me che nostre che no
Sono qui per rappresentare tutti i giovani italiani quelli residenti in Italia e quelli residenti all'estero
Io sono una di quelle che ha deciso di rimanere qui in Italia per fare qualcosa per dare un contributo a questo Paese
E quindi mi rimboccano le maniche e comincerà a lavorare già da oggi dato che ufficialmente è stata presentata la mia candidatura ringrazio tutti per essere presenti
Vi ringrazio in anticipo per il sostegno di cui avrò bisogno perché ne avrà veramente bisogno quindi fatemi tanti auguri
è evidente in bocca al lupo anche agli altri candidati che sono qui con noi grazie
Bene adesso sentiamo Davide Vannoni il professor Davide Vannoni che
Diciamo è paradigmatica mentre ha presentato proprio qua di fronte al palazzo del potere di fronte a Montecitorio da una
Tenda dei fratelli pigliano che sono mai a FAS sono diventati celebri in qualche modo proprio perché chiedono di poter esercitare la libertà di cura il movimento mai io cambi si presenta proprio con questo obiettivo il concetto della libertà innanzitutto tra queste libertà anche la libertà di cura Davide Vanoni
Da io so
Sarò brevissimo io l'ho scelto di candidarmi all'interno di questo movimento nuovo quindi non ancora io cambio Moneto consolidato quindi
Rimangono sempre tanti punti interrogativi quando qualcosa di nuovo entrati in un ambito politico ma l'ho fatto perché
Angelo agosto
Claudio
Io li ho incontrati non all'interno di un bel locale a discutere di politica e di voti incontrati in piazza in mezzo alle persone che protestavano per
Poter accedere alle cure compassionevoli
Ovviamente sancite da una da una legge e non li ho incontrati in clima elettorale un mese fa li ho incontrati un anno fa
E questo per me ha fatto la differenza
Delle persone ho scelto di
Di candidarmi in un in un partito che ha combattuto a fianco di questi malati fin dall'inizio
Non ho dovuto fare compromessi non ho dovuto imporre cose ci siamo capiti subito
E questo per me fa una differenza e una campagna elettorale anche nel portare avanti delle idee
Che poi valgono più di qualunque cosa
Cambiare
Può voler dire mille cose però ricordate la famosa frase del Gattopardo se vogliamo che tutto rimanga come bisogna che tutto cambi
In realtà i visi cambiavano le cose superficiali qua dobbiamo cambiare delle cose nel profondo perché le cose devono veramente cambiare devono cambiare in questo Paese che di tutti i cittadini italiani allo stesso modo
In questa Europa che di tutti i cittadini europei
Però in quest'anno io ho imparato che forse ci sono dei cittadini per i quali
E un po'di più hanno qualcosa di più di uno Stato hanno qualcosa di più di una di un continente come l'Europa che sono le persone che hanno veramente bisogno di qualcosa le persone che stanno male
Io ho conosciuto quelle che stanno peggio di tutti quindi quelle che portano malattie oggi incurabili
Però ci sono tante altre persone che oggi in questa Europa e in quest'Italia stanno soffrendo stavo soffrendo per altre ragioni per ragioni con per un'economia stringente che non rilascia respirare per una burocrazia
Che schiaccia su tutti i fronti l'individualità e la libertà dell'individuo
E quello che queste persone siano forse un po'più padrone degli altri
Di uno stato di un'Europa ed sono i loro diritti che è importante portare avanti perché portati avanti i loro diritti si porteranno avanti diritti di tutti gli altri
Allora sulla base del criterio dell'efficienza e della razionalizzazione io propongo ai colleghi giornalisti che vogliono fare delle domande naturalmente l'opportunità di alzare la mano
E se vogliono di porre qualche quesito ai candidati al Presidente Riccardo Merlo al segretario nazionale D'Antoni o ai due giovani candidati
Quindi Elisabetta Cassano allegata candidata e a Davide Vannoni se qualcuno di voi vuole fare qualche domanda questo il momento di cogliere opportunità
Altrimenti lasciamo poi libere
Le lettere allora no facciamo così allora se non ci sono domande Claudio Morganti europarlamentare se vuoi fare tu un breve intervento
Pertanto
Buongiorno a tutti io oggi mi sento orgoglioso felice contento contento perché
Esse non posso ciò fondatore di un movimento che finalmente
Da e la voce del territorio è davvero un orgoglio per un politico
Come me talmente umile che è venuto dal niente che è diventato ero deputato e che ha sposato in pieno
Le il programma e le battaglie condivise iscritte insieme Agostino e anche ad Angelo
Oggi
Io cambio diventa la voce del territorio abbiamo fortemente voluto persone non politici dentro Roma persone che rappresenta il territorio di quelle persone che sono più in difficoltà si parla di malati
Ma soprattutto di alluvionati purtroppo l'ultima alluvioni queste persone che in grosse difficoltà nessun media le ha seguite nel soprattutto nessun politico la seguito allora vogliamo abbiamo voluto mettere dei rappresentanti dentro
De il popolo degli alluvionati
E poi su dati che ho personalmente curato anche nell'ultimo periodo al Parlamento europeo perché secondo me si sono sono lei stati lesi i diritti della carta fondamentale della comunione Comunità europea
E quindi ecco perché io cambio del cambio parte proprio dalla voce del territorio
Mi spiego anche
Come sono arrivato anche conoscere Davide è stato un articolo sul Corriere della Sera
Tredici scienziati italiani sostenevano che il metodo stanno in realtà delle cure compassionevoli metodo con a cura del base di cellule staminali non poteva essere fatto
Perché l'Europa lo imponeva non non non voleva d'Europa che fosse eseguita cioè l'Europa lo vietava
Allora io ho fatto l'interrogazione perché niente non mi risultava del commissario Borg sbugiardato questi tredici scienziati da lei era partita la strada per riuscire ad approvare
Stanno Ina e le cure compassionevoli e tutta la terapia al Senato ce l'abbiamo fatto può è arrivata alla Camera si sono fatti sentire le varie lobby farmaceutiche e si è bloccato un po'il tutto
Quindi diciamo a me partito da lì io non sono un medico non sono un dottore mi occupo economia di bilanci faccio parte la Commissione bilancio che problemi monetari in Europa
Ma mi ritengo un politico di buonsenso non uno che sta vicino a chi
è più in difficoltà e credo che ogni persona di buonsenso ogni politico di buonsenso dovrebbe sposare questa causa perché quando ci troviamo di fronte a persone che davanti a loro non solo
La morte
Che hanno
Appunto una speranza di vita che potrebbero essere
Questa questa terapia beh io credo che una persona di buonsenso
Debba per forza farli giocare questa ultima speranza di vita solo lo Stato solo certi interessi non non capiscono questo quindi normale che questa sia la battaglia principale che portiamo avanti la portiamo in Europa
L'ho portata in Europa anche recentemente Marotta o portare anche in Italia e cosa funziona cosa non funziona sulle lei euro l'Europa io condivido le parole del Segretario D'Antoni
Un'azione aggiungere
Due punti il primo
è una battaglia che ho sempre fatto dal quando in questi cinque anni sono entrato in Europa la separazione bancaria noi oggi possiamo parlare di Europ franco svizzero franco francese
Qualunque moneta ma se non
Limitiamo la speculazione saranno sempre i soliti ora poteri forti a gestire
E a conquistare quello che vuole quindi separazione bancaria tornare alla vecchia elastica del
Del trentatre fatta da Roosevelt in America per risolvere il problema finanziario in America quindi
Separare
Conti correnti depositi e Banca commerciale dalle banche d'affari questi signori hanno utilizzato i nostri soldi guardate la plastica era stata
Eliminata nel novantanove riguarda il caso da quell'anno lì sono incerti i problemi quindi
Bisogna impedire che questi signori dirige nostri soldi nostri risparmi per le attività speculative questa è una battaglia Candy molti non parlano
Pochissimi in Europa ed i miei colleghi Milano appoggio però anche ieri in Parlamento europeo ho fatto il mio intervento su questo credo che sia veramente il culmine le il punto principale per far funzionare d'Europa togliti vogliamo il potere poteri forti e richiamo alla gente dal popolo
E poi altre battaglie visto che c'è Riccardo che ringrazio per l'accordo
è la vergognosa tassare il venti per cento è ritenuta d'acconto su i bonifici che arrivano Italia cioè noi siamo talmente pazzi
Da tassare la ricchezza che entra mentre lasciamo andare completamente la ricchezza chi esce
Cioè una cosa incredibile ho fatto l'interrogazione da lì si è mosso la Commissione europea
L'Agenzia delle entrate ha sospeso attenzione non annullata sospeso fino al primo luglio il provvedimento però sono un'altra battaglia perché vogliamo che
Sia completamente annullata perché è veramente una vergogna
Altre cose
Posso dire quello è stato fatto un'altra battaglia che dobbiamo portare avanti e che spero di portare avanti nel prossimo futuro Parlamento europeo perché io sono convinto che
Questo movimento arriverà al quattro per cento e sarà una sorpresa nelle prossime elezioni
è la la vergognosa doppia sede del Parlamento europeo due mila dieci il mio emendamento al Parlamento sostato l'unico
Che l'ha presentato del Parlamento europeo a forza di fare un po'di lobby
Con altri deputati è riuscito o sono riuscite ad avere la maggioranza Parlamento ha deciso di eliminare una ha sede io non ho scelto Bruxelles o Strasburgo procedano loro
Però non si può spendere duecento milioni l'anno per spostarsi noi deputati con tutti i funzionari da Bruxelles a Strasburgo per una per quattro giorni al mese e trecento diciassette giorni all'anno questo immobile a Strasburgo rimane vuoto
Con tutti i costi i consiglieri di conseguenza perché può alla fine
La sicurezza la manutenzione costano per un
Immobile che ci è costato centinaia di milioni di euro che resta trecentodiciassette giorni posto
In una legislatura in questi cinque anni noi questo giochino ci è costato un miliardo dia quindi pensato un po'è normale che
Quello che non
Funziona molto finché non funziona l'Europa e che
I cittadini sentono sempre più difficile più lontana questa Europa stessa è proprio questo che quello che decide il Parlamento cioè coloro che sono stati direttamente eletti non può non hanno il potere Massimo legislativo cioè quel provvedimento quell'emendamento doveva far sì che si dovesse dovesse partire l'iter per la chiusura di un in una sede invece ci sono questi famosi trattati che io cambi vuole
Modificarli perché è impossibile che l'egoismo di un Paesi come la Francia possa bloccare qualunque cosa
E questo provvedimento è normale che la Francia dirà sempre di no perché in quei quattro giorni l'economia a Strasburgo
Gli è vita tra hotel taxi ristoranti e Alberti quindi io chiudo qua credo che
Sia ripeto sono convinto che sarà
La sorpresa di queste elezioni faccio l'in bocca al lupo a tutti e faccio l'in bocca al lupo soprattutto movimento io cambio che in sé mammarie farà che avrà grandi risultati grazie
Grazie a Claudio Morganti prima di passare la parola alla Presidente di
Io cambio cioè ad Angelo Alessandri volevo una
Fare invece una domanda Davide Vanoli perché ieri
Arrivata mi pare una sentenza importante no da Marsala
Che ribalta per l'ennesima volta ha molta di una di presunte giurisprudenza che vorrebbe che il protocollo non si applicasse perché invece Marsala ieri hanno detto
Che deve essere applicato soprattutto per quei bambini in modo particolare aiutami ricorre per Gioele
Che è un bambino siciliano che in questo momento un si trova in una grave condizione e ieri tua espresso anche un non parere Davide sul su Facebook
Vorrei che però Tucci dicessi oggi che cosa bensì di questa decisione che è stata presa a Marsala
Beh
Sicuramente una sentenza che
Entra molto nel merito e spiega anche il danno che si sta facendo
Bloccando per esempio le terapie compassionevoli la metodica Stamira anche alla scienza perché la scienza viene danneggiata impedendole di
Di poter studiare se non altro quello che sta succedendo
La notizia che possiamo dare che forse quella che interessa di più alle famiglie che
Stamira dal cinque di maggio sarà di nuovo operativa gli o Spedali Civili di Brescia
Questo significherà la ripresa delle cure
Speriamo lo sblocco della lista d'attesa che è una vergogna incredibile una lista d'attesa bloccato da un anno in cui la gente continua a morire nonostante abbia dei in un diritto acquisito l'ordine di giudici per lavoro di Acerra delle cure d'urgenza e vengono abbandonati lì senza che l'ospedale lire tutti per il trattamento
Da questo punto di vista io spero che anche
Gli amici di io cambio ci possono aiutare che possono aiutare anche queste famiglie che dovranno per forza il nuovo muoversi legalmente sono famiglie che hanno passato più tempo in tribunale che in ospedale per fare le terapie
Ecco questo credo che sia sia una delle battaglie forse più di civiltà più importanti che in questo momento vedo
In questo Paese non riguarda migliore italiani riguarda tutti perché fa parte di un diritto che in questo momento viene negato di ogni diritto che viene negato e che ovviamente sancito dal
Per legge e un diritto negato per tutti
Una solo una precisazione che nasce dall'incontro di domenica Colognola posso dire con le famiglie
Meglio cambi occorre no questa alleanza che un'alleanza fatta di amici e di tutte le persone che ci stanno vicine vuol dire che
Passiamo dalle parole ai fatti ce lo siamo detti guardandoci negli occhi domenica Bologna con molte famiglie con molti bambini presenti
L'idea è quella di generare un'unica azione legale
Che possa sollecitare la Magistratura da più parti d'Italia ordinare gli o Spedali Civili di Brescia la ripartenza immediata delle
Cure dell'infusione di tutti quei casi che sono gravissimi e che ogni giorno che passa RIS
Chiedo di portare alla morte le persone che stanno aspettando ho avuto
L'incontro con persone che erano presenti domenica il cui parenti sono morti
In questi mesi morti in questi mesi aspettando che la politica quella delle chiacchiere quello che sta nel palazzo qui di fronte prendesse una decisione
Allora nei confronti di queste cose qua le non possiamo star fermi non possiamo limitarci ad una conferenza stampa il motivo per cui dico che da avvocato oltre che da segretario nazionale del partito
Ogni disponibilità è stata data in genere remunerazione legale unica da tutta Italia invito i malati le famiglie che sono presenti a prendere contatto con Davide Vannoni perché non possiamo più aspettare non possiamo più vedere bambini che muoiono
Allora a questo punto Angelo Alessandri Presidente io cambio due parole anche da parte tua
Il burro il burro
Ma vedo che sono piuttosto logorroico
Io faccio mio con i creditori quindi
Manifesto va bene io ringrazio veramente tutti gli amici veri guardato gli occhi di chi ha lavorato per presentare liste in queste ore sul tutti stanchi comincia ad Agostino in giù sono un fatto tutti nomina
è stato già va beh l'avventura io devo dire ho detto tutti amici in questi giorni non li ha già vinto le siamo qua oggi e la nostra vittoria c'è sapete perché perché noi siamo quelli gli unici sarà dieci undici liste europee
Con Riccardo ieri ne parlavamo concordava siamo intanto la cosa nuova per eccellenza siamo i nuovi la gente vuole nuovo noi siamo qua già permesso nostra faccia non abbiamo le spalle poteri
Anzi non li sfidiamo poteri siamo quelli che si sfidano variamo le spalle padrini o padroni
Abbiamo nostra faccia con tante battaglie
E soprattutto le piace perché è una lista fatta di candidati e varate dunque ce ne sono alcuni voi durante i prossimi giorni avremo modo sui territori di andare a presentare anche gli altri
Sono gente che ha fatto battaglie che non sia mai arresa di vario tipo Davide che e nota ma targate battaglie soldati gli alluvionati terremotati
Gente che non trova più una voce e non proprio modo di poter difendere si arrendono ecco io credo credo costi noi siamo quelli che han deciso di non arrendersi siamo persone perbene che hanno voglia di avere un futuro in un Paese che è morto
In agonia io lo dico sempre queste una colica lunghissima ma ci stanno facendo Morena con e senza possibilità né di parlare né di reagire e perché non si può toccare il manovratore
Perché il potere in alto sono talmente forte che non si possono toccare deriva Dio che c'è qualcuno che ha deciso di non morire a dei come la maglietta
Quei ragazzi che si può che portare in giro per Roma ormai da mesi
Io ho ritrovato la voglia di non arrendermi in tre occasioni quest'anno
Perché vengo da tante battaglie ma ho fatto un migliaio ne ho vinte duecento ne ho perso ottocento però sono voglioso di duecentoventi
Mi era passata la voglia però due tornate avanti voi giovani perché ho avuto dato dalla politica quindi
La se e invece mi è tornata la voglia di non arrendermi di ridare a tanti amici la voglia di lottare
Vedendo alcune cose uno sono nella mia terra
Terremo Tata dimenticata dallo Stato una terra che ha sempre dato tutti che si è presa de prima fila aiutare tutti l'Emilia e quando ha avuto un problema lo Stato a parte le chiacchiere è sparito
L'altro momento l'ho avuto di fronte
Alle famiglie di coloro che sono suicidati nell'ultimo anno e mezzo per Equitalia per le tasse perché lo Stato e le banche li hanno abbandonati
Eramo qui fuori voglio cambiare l'iniziativa fu quella di portare un po'di prenditori mutande nero in questa sala proprio davanti a Montecitorio per dimostrare che ormai non sappiamo più neanche a che santo votarsi
E io ho ritrovato la voglia di questa gente nonostante tutto le famiglie di reagire di non arrendersi la terza e la manifestazione con voi
In piazza io ho ritrovato questa famiglia un figlio di tre anni e mezzo e pensare che c'è un sacco di gente fuori che non si pone il problema
Che se toccasse atte
Perché è bello dire sempre va bene son problemi minori pensiamo la partita di calcio pensiamo alle vacanze
Ma ci sono prove più seri pari quando gli toccati rendiconto che se sono se non c'è qualcuno che ha lottato per cercare di darci una risposta un'alternativa di darti un futuro se qualcuno l'ha fatto per te tu non hai quel futuro
Non ci è venuto per caso noi siamo quelli che vogliono tale perché ci sia un futuro e qualcuno da anni fa si inventò la Casa delle Libertà ricordate
Erano finti inizia era solo uno slogan elettorali io credo questa sia la vera casa di tutte le libertà che oggi sono allegate che sono riunite per una rendersi
Fuori ce ne sono tante altre che conosciamo che abbiamo contattato che andremo a rappresentare se vorranno i cittadini hanno un'alternativa Simeto ciò che ha visto per vent'anni
Che ha fatto mille promesse io l'ho fatto anche parte sono seduto a quel caro per quello per me è finito un ciclo quel ciclo finito prendiamone atto ciò che abbiamo visto fino a ieri non è più in grado di darci risposte perché ci ha fatto promesse che non ha saputo mantenere ci vuole il nuovo
Io sono famoso per recitazione conclusive stavolta ne faccio una banale Toscana ciò io è tutto sbagliato gli è tutto da rifare noi partiamo da questa base nell'UTET Alava
E pedalando pedalando arrivava la meta lo stiamo pedalando abbiamo quarantacinque giorni varati Emilio Del potete abbia già detto
Sarà una bella Ventura se la prediamo nel verso giusto ci divertiremo anche alla faccia degli altri che al tutto da perdere che saranno citati sarà numerosi si arrabbieranno magari non fanno i risultati esploderanno noi da un voto in su
E tutti guadagnato perché oggi nasce
Una bambina
Ed è una bambina che ha voglia di avere un futuro questa bambina che ho corrosa che mettiamo fuori è la voglia di libertà di non arrendersi un Paese che si stava lasciando morire in agonia senza Regione
Se partiamo da questo io credo che abbiamo vinto e se lo sappiamo trasmettere per un mese e mezzo
Io credo che anche il quattro per cento sia un risultato basso dipenderà da noi quanto questa forza lo sapremo trasmettere
Ora cominciamo divertirci col sorriso sulle labbra e andiamo dire che c'è qualcosa di nuovo nell'aria siamo noi se volete sarà messo la faccia ci ha permesso la nostra voglia di lottare il giorno dopo non sparire Remo perché queste battaglie continueranno
è un futuro che inizia e il futuro si costruisce così ho detto ieri a D'Agostino siamo dei matti
Perché poteri che stiamo sfidando in alcune battaglie sono anche pesanti e
Però guarda che la storia la scrivono i matti
E quando la storiella scritte matite rendiconto che non erano matti erano persone che non ho capito in anticipo che ci voglia qualcuno che lo facesse Boca lupo a tutti incominciamo
Allora ancora una testimonianza il professor John ahimè che è docente di Economia Ambientale a Firenze a Roma perché lo scusarmi motivare a proposito Lia
Molti non si sono conosciuti oggi è a perché le varie parti vitale si sono unite qui oggi quindi il mio ovviamente
Stiamo creando qualcosa insieme alla professor generale la parola
Grazie buongiorno a tutti
Allora aderisco naturalmente a tutto quello che è stato detto dagli amici prima di me e racconto semplicemente la mia motivazione né grandi motivazioni io sono assolutamente convinto
Che oggi
La desse la sinistra si era completamente evaporate non solo insieme ad altre istituzioni ma sicuramente la destra sinistra
Non abbiamo più senso che noi ci troviamo in una parte d'Europa che l'Italia che ha profondamente subito grandi attacchi non di altri Stati ma di corporazioni per lo sfruttamento
Della della del nostro tessuto sociale e produttivo
Non vi faccio alcun tipo di numero perché è noioso però sicuramente alla alla vista di tutti quanto si sia depauperato il nostro tessuto industriale da artigiano in cinque anni e diminuito potenza industriale del venticinque per cento
Il potere d'acquisto è diminuito ancora di più soprattutto quello che sta diminuendo e la speranza della gente che si possa pensare un futuro migliore
I padri italiani le madri italiane
Sono in gran parte
Di fronte a dei problemi di autostima gravissimi che vanno a incidere sul futuro delle intere generazioni quindi noi oggi ci troviamo con la gran parte della popolazione italiana ed europea in uno stato di
Forte incertezza e forte in sicurezza a si sono perse tante istituzioni a cominciare dalla famiglia passando all'impresa passando allo Stato passando le Regioni ovviamente anche l'Europa e d'altra parte ci sono gruppuscoli pochi
Che stanno dominando l'intero continente a danno della popolazione europea
Quindi io credo che cambiare non sia un'opportunità politica ma sia un dovere sociale e civile credo che tutta la popolazione debba capire che è possibile fare delle cose
Possibile mettersi in moto per un cambiamento
Credo che io cambio interpreti questo in maniera straordinaria credo che sia grandissima opportunità credo che bisogna cominciare proprio dal quotidiano dall'idea
Però tutta questa grandi crisi questo grande cambiamento strutturale
Una cosa sicuramente portato
Finalmente oggi siamo tutti insicuri cioè noi oggi dobbiamo partire dalla dal fatto che
Dobbiamo navigare in mare è sicuro insicuro quindi noi oggi dobbiamo imparare tutti a gestire il timone
Noi oggi tutti dobbiamo ricominciare a muoverci con la capacità di dire queste lobby dal farmaceutico all'industriale alle banche alle banche d'affari non possono determinare la nostra vita
Siamo di più
Bisogna ridare alla democrazia il concetto che è e il potere del popolo
Noi non possiamo stare sotto le banche non possiamo stare sotto Basilea non possiamo vedere centinaia di suicidi imprenditoriali in questo Paese di dissoluzione della capacità artigianale in questo Paese
Hanno cominciato nel novantatré depauperando un bene che esisteva dal quarantotto che piacciono
Anzi Dada dal da prima della fine della della seconda guerra mondiale che era Liri ricordate vagamente la stette le prime che ha sarà completamente esportata in mano di fondi internazionali
Telecom non esiste più adesso l'idea per poter fare questo maledetto pareggio di bilancio e la vendita di altri beni nazionali
Parliamo di un qualche cosa che la stampa stesse questo certi politici hanno ragione appoggio totalmente nella totale in coscienza dei media o connivenza in Emilia quindi per me ripeto
Io cambio e il cambiamento non è solo un'opportunità politica è un dovere sociale e civile rispetto alle generazioni future
Il tutto fatto con un alloggio e con il buonsenso per il quale appoggio talmente le le idee precedenti cioè vedendo nelle nuove tecnologie e
Nella scienza una grandissima opportunità
Noi non siamo riusciti a prendere un uno dei pochi Paesi
Facciamo l'esempio di uno di una
Sistema che conosco abbastanza bene che
Il sistema del fotovoltaico mentre in Germania con tutti i difetti ha si è sviluppata la generazione distribuita quindi tutti hanno la possibilità
Di
E che la grande rivoluzione cioè non esiste più l'impero dell'energia ma ognuno se lo produce e con le ma se con l'idea di formarsi di ognuno lo distribuisce al proprio vicino stazza sapete che cosa può voler dire una specie di internet nel più grande potere che per ora
Gestisce il mondo come vediamo anche la crisi ucraina che viene vicina in Italia si sono fatti grandi campi di fotovoltaico deturpa Ando gravemente il paesaggio e creando gravi problemi a sistema ambientale
Quindi
Cambiamento rispetto a quelle lobby che in questo momento stanno determinando le nostre vite da fare io sono assolutamente contentissimo della partecipazione dell'esempio della possibilità di autodeterminarsi
E dell'esempio di una battaglia fondamentale che bisogna fare conto quei poteri conniventi ovviamente anche con
L'informazione che non raccontano la storia per quella che sul fondo BlackRock dicevo prima che si sta comprando Pizzetti dell'Italia non è parla nessuno c'è solo la testata on-line e che ne parla
Ma
Guarda che il mondo sta cambiando radicalmente i ragazzi di quindici anni di sedici anni non guardano più la tv guardo solo Youtube che cosa significa questo che ormai la popolazione sta cambiando anche le più alle favole
Quindi cambiamo al aderiamo totalmente questo go Progetto
Mettiamoci tutto il nostro cuore le nostre forze per poter cambiare il Paese in Europa grazie
Allora ha così numerosi andiamo a braccio questo insieme a braccio perché
Qualcuno di voi si chiederà il perché delle lotte quando
Il professor giovane parla di lotte ai poteri forti vendiamo nel merito delle perché questo signore che sta alla mia destra sta tanto antipatico a qualcuno voglio dire perché BlackRock mica possiede solo
C'è BlackRock possiede moltissime quote di case farmaceutiche
E allora vogliamo entrare nel merito di una cosa del perché è da banda fastidio Davide Vannoni vogliamo dire
E vogliamo dire che una delle cose che vogliamo fare è quella di
Portare la cura non stanno inerti ma una cura con le cellule staminali fuori dagli interessi delle case farmaceutiche
Che è il tema dominante di tutto questo perché se lui avesse preso accordi diciamo le cose come stanno con qualcuna comunque
Quelle case farmaceutiche che si dividono il mercato nazionali e internazionali oggi non ci sarebbe un problema
Anche giudiziario che sono orgoglioso di
Affiancare e rappresentare insieme a lui non ci fanno paura i magistrati con i magistrati si dialoga perché capiscano quello che è successo
Con la magistratura si deve parlare
Perché capiscano la realtà ma diciamo le cose con un nome un cognome perché se Davide Vannoni avesse preso accordi con un grande nome della distribuzione farmaceutica oggi noi non saremmo qui e fosse cui sarebbe un po'più ricco e allora
Che cosa vogliamo fare qual è quello che vogliamo fare togliere
Togliere il dominio sulla sperimentazione delle cellule staminali a chi ne fa interessi di miliardi non interessi di malati che muoiono o no dosi cosa dici su questo condivido pienamente
E vi ricordo che il tutto nasce noi abbiamo siamo perché una battaglia per le cure compassionevoli quindi è una
Una specie di bolla che si stacca da quella che è la normalità diciamo della
Legale perderle sperimentazione dei farmaci e che è prevista sia da una regione a penna che persino più libertaria della delibera dalla legge italiana la Turco Fazio
Ma
C'è un'altra battaglia più a monte che è il fatto che
Per legge si è detto che delle cellule staminali sono delle dei farmaci per cui del delle strutture viventi soffre trasformate per legge in molecole B qua e da dove nasce questo enorme problema
Che oggi sta attraversando l'Italia non l'abbiamo messo in luce stanno INAIL stata un'portabandiera di questa
Di questo problema di questa se volete illogicità semantica non di fatto
E allora a questo punto una battaglia come questa è una battaglia che deve andare a monte del problema
Quindi deve trovare
Il punto debole nel quale si è creata poi tutta questa cascata che impedisce alla fine a una persona senza speranza perché poi lì si arriva
Si parte da lontano ma poi si arriva a una famiglia con un bambino col gel con una malattia genetica neuro degenerativa al quale dissi dà una pacca sulle spalle si dice adesso vai a casa lo vedi morire e non puoi fare niente
E se lui diceva posso provare una cosa
Anche se non è sperimentata però gratis dentro l'ospedale pubblico no
Ecco questo
E moralmente inaccettabile
L'ho detto io per anni l'han detto tutte le famiglie che
Ci sono state vicine sono decine di migliaia in tutta Italia
L'ha detto un giudice ieri parlando di barbarie morale
E l'ha detto in maniera chiara
Ecco io credo che
Questi elementi ci debbano far ragionare perché se cerchiamo
Di cambiare le cose dobbiamo prima di tutto Rin posso stare una civiltà
Perché di quello abbiamo bisogno del bisogno di una civiltà non di una burattinaio che ci guida sulla strada che gli fa più comodo
E condivido pienamente tutto quello che è stato detto finora
Anche nell'intervento precedente sul
Sulle grandi lobby e sul
Sul meccanismo economico che sta strozzando non i singoli cittadini non solo loro almeno loro sono il risultato finale di una catena
Ma sta strozzando la nostra idea di civiltà
E questo credo che invece sia una battaglia di alti principi che valga la pena di portare avanti non a costo
Di vincere o perdere voti ma valga la pena di essere portata avanti mettendo in gioco la propria vita perché e questo che sta succedendo
Allora grazie Davide allora adesso invece direi ultimo intervento Segretario per adesso si allora l'avvocato Sandrine Maria Cristina Sandrine neanche capolista per io cambio nel nord est
Prego
Felice di questa intervista felice di essere qui e soprattutto in famiglia io
Si sono solita dire da quando sono stata incaricata questa notazione di non essere una comparsata non siamo
Siamo donne presenti in queste liste non per esso del comparsate ma siamo determinata e determinante per ottenere dei risultati importanti perché
Perché alle spalle abbiamo chi ci ha scelto che crei dei minori non crede che i nostri sorrisi crede nelle nostre capacità
E le capacità che sono in un'unica direzione quella ovvero di sostituire ciò che è il buon senso abbinato
Ciò scusa perché la forma abbinata all'immobilismo con quello che il buonsenso che il fratello maggiore della sostanza
E come MM adesso siamo nel tema Pasquale come far capire meglio quello che voglio dire
Allora
Prima abbiamo sentito le testimonianze di ma non è quello che è ormai noto a tutti noi di quello che accade nell'ambito di questa
Nuova scelta terapeutica
E purtroppo
Questa
Questa forma che lega questo immobilismo perché la volontà di queste lobby che poi va anche a ricadere sul cittadino trasformando la propria mentalità
Ha fatto sì che sotto che sostituito da società in che modo
Allora proviamo a immaginare se Gesù Cristo scendesse in questo momento oggi questa terra cominciasse a guarire
Ecco invece di avere tanti Osama dei luglio cioè la sostanza di qualcuna che guarito che cosa accadrebbe per quello che ora invece dice al posto del buonsenso che vige la forma e l'immobilismo si comincerebbe a dire immediatamente
Interverrebbe la pubblica amministrazione lo sanzione rende perché direbbe scusi lei non può guarire per la strada ma lo deve fare all'interno di un ambulatorio con il bagno che sia per i disabili all'interno di una percentuale di luminosità finestre l'ASL e le deve dare il permesso non può farlo per la strada
Le lobby farmaceutiche comincerebbero subito immediatamente a dire
Bisogna istituire una Commissione scientifica perché come come può fare costruì senza un principio attivo perché deve esserci la sussistenza del principio attivo a guarire qualcuno
E poi politici timorosi che questo prenda visibilità all'interno del popolo e di conseguenza avere dei voti dice signori intervenga la magistratura perché costui esercizio abusivo dell'arte medica
E poi come abbiamo trasformato il cittadino che invece di essere grato
è esporrà le denunce perché dice Gesù Cristo ma guarito e cavolo avevo ancora una settimana di malattia e poiché ora che son guarito avevo la pensione di invalidità mi tocca andare a lavorare e come faccio a chi mi mantiene
Queste come si è trasformata la nostra società
E questo è quello che noi dobbiamo prendere visione conoscenza di ciò che accade
E io cambiamento è giunto proprio per questo perché ho sentito una famiglia ho sentito il buonsenso ho sentito la sostanza la sostanza deve prevalere sulla forma e la forma e la sorella maggiore
Delle cui istmo dell'individualismo degli sporchi interessi che sono solo esclusivamente strettamente personali e non del bene comune scusate mi sono forse dilungata ma la mia
Il mio fervore la mia verde nasce proprio da questo entusiasmo io voglio dare un contributo forte voglio far sentire la mia voce assieme alle colleghe donne perché siamo qui
Siamo qui per un obiettivo e non per una presenza grazie
Per allora a chiudere questa conferenza la parola a Riccardo al Presidente del maiale poi al segretario nazionale Agostino D'Antoni e poi radar dipendono a voi bene io vorrei dire che
In questa
In questo progetto politico noi rappresentiamo l'italiani all'estero parleremo italiani all'estero ma non solo perché anche in Italia vivono quasi cinquecento mila Italo sudamericani
Che sono cittadini italiani che participio parteciperanno anche al voto e che sicuramente non lo so sì sentivano rappresentati dal nostra realtà noi
Siamo
Italiani all'estero Italia figli di emigrati discendenti di immigrati nati nel volontariato italiano metteremo tutto per arrivare come diceva
Il collega euro deputato al quattro per cento che penso che ce la possiamo fare grazie
Vorrei dare una delusione a chi pensa che io cambio sarà con il maiale la Cenerentola di queste elezioni spendiamo qualche numero perché sui sondaggi
Queste cose le cose che non interessa non non si vedono
Davide Vannoni che qui con noi
Rappresenta solo luglio oggi il due per cento dell'elettorato che ha manifestato e intenzioni di voto nei suoi confronti ci sono sondaggi che a due giorni fa
Ci fanno capire che quella parte che non è mai andata a votare perché non rappresentata perché non ha mai avuto voto
Beh in queste elezioni andrà a votare e quindi voglio dare un dispiacere a chi pensa che noi faremo solo una comparsata noi al quattro per cento ci arriviamo
La mia preghiera e a tutte quelle persone che pensano che non si debba andare a votare che non sia utile andare a votare andate a votare per ciascuno di voi
Perché le regole degli equilibri economici del Paese si scrivono non più in Italia ma in Europa ed è importante quanto mai oggi andare a far sentire la nostra voce lei
Le battaglie di libertà che io cambio porterà avanti hanno bisogno di un presupposto essere nelle stanze dei bottoni chiedete a tutte le persone
Che sono nelle vostre famiglie di aiutarci ad uscire dagli schemi e a portare la voce della gente del Parlamento europeo noi dobbiamo arrivare al quattro per cento e ce la faremo
Beh al al di là dei numeri io credo che io cambio abbia preso
In sé delle battaglie estremamente forti e importanti e ne ha prese tante forse una sarebbe già solo bastata però invece si è fatta carico di tanti altri aspetti perché fa parte di una filosofia e di un modo nuovo di guardare alle cose
Quindi da questo punto di vista credo che
Tutto sommato
La la nostra voce sarà da un lato aiutateci a poter accedere alle stanze dei bottoni però la verità è che il succo il senso di tutto e aiutateci ad aiutare
Chi oggi è rimasto senza nessuna speranza
Allora ringraziamo tutti coloro i quali innanzitutto i colleghi che sono venuti qua naturalmente a raccontare di noi
Ovviamente tutti i candidati il Presidente Ricardo Merlo Agostino D'Antoni Davide Vanoni ed Elisabetta Cassano con lei simbolicamente tutti coloro i quali hanno parlato e che naturalmente che ringrazio quindi buon lavoro soprattutto i candidati perché ci sarà da
Affrontare un mese pieno di di speranza e soprattutto
Grazie
Esiste
Rimangano sotto